16 NOV 2000

Intervento di Maurizio Turco sulla relazione speciale del Mediatore europeo in merito alle procedure di assunzione della Commissione

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 3 min 2 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Maurizio Turco sulla relazione speciale del Mediatore europeo in merito alle procedure di assunzione della Commissione", registrato a Parlamento Europeo giovedì 16 novembre 2000 alle 00:00.

Sono intervenuti: Maurizio Turco (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Commissione Ue, Concorsi, Lista Bonino, Mediatore Europeo, Parlamento Europeo, V.

La registrazione video ha una durata di 3 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Maurizio Turco

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, i deputati della Lista Bonino sostengono con convinzione la relazione dell'onorevole Bösch e, non avendo quelle pregiudiziali ideologiche che spesso caratterizzano l'atteggiamento di alcune componenti del gruppo socialista nei nostri confronti, vorrei ringraziare questo gruppo per gli emendamenti che ha presentato. Sono degli emendamenti chiarissimi, sintetici e pragmatici che rappresentano la vera riforma, cioè l'unica riforma degna di questo nome che le Istituzioni europee dovrebbero adottare in materia di procedura di assunzione. Tuttavia, tra le nobili parole e i nobili principi che esprime il Mediatore europeo e la pratica non sempre le cose sono così brevi e chiare. Dopo aver presentato due interrogazioni alla Commissione sulla gestione e l'organizzazione dell'ultimo concorso interno, ne ho ricevuto delle risposte precise e dettagliate. Da queste risposte emergeva un chiaro caso di cattiva amministrazione, se non di abuso di potere, da parte del Direttore generale del personale e, nella seconda risposta all'interrogazione, in questa responsabilità si associava il Commissario Kinnock. Di fronte a questo fatto ho inoltrato al Mediatore europeo una denuncia. Nella sua risposta, il Mediatore decideva di non aprire un'indagine perché il concorso era in fase avanzata. Purtroppo non avevo, e non ho, quelle facoltà paranormali che consentono di conoscere i fatti prima che accadano. Non solo: l'articolo 2, paragrafo 4, della decisione del Parlamento europeo concernente lo Statuto e le condizioni generali per l'esercizio delle funzioni del Mediatore europeo, prevede che la denuncia dev'essere presentata entro due anni a decorrere dalla data in cui i fatti che la giustificano sono portati a conoscenza del ricorrente. Per quanto attiene alla mia funzione e alle mie responsabilità politiche, questa decisione del Mediatore è una difesa d'ufficio della Commissione, ma non è questo il mandato che il Mediatore Söderman ha ricevuto da questo Parlamento.
    0:00 Durata: 3 min 2 sec