15 MAR 2007

Intervento di Marco Cappato sulla situazione in Cambogia

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 2 min 16 sec
Scheda a cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Marco Cappato sulla situazione in Cambogia", registrato a Parlamento Europeo giovedì 15 marzo 2007 alle 00:00.

Sono intervenuti: Marco Cappato (parlamentare europeo, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Alde, Asia, Cambogia, Diritti Umani, Elezioni, Iscrizioni, Parlamento Europeo, Partito Radicale Nonviolento, Sindacato, Vi.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.
  • Marco Cappato

    parlamentare europeo (Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa)

    Signor Presidente, onorevoli colleghi, a quanto pare il regime cambogiano ha il brutto vizio di liquidare i leader sindacali: è già stato ricordato, non è la prima volta. Oggi, ci giunge notizia dell’assassinio di Hyvuthy, di nuovo in circostanze misteriose. Ritengo necessario che l’Unione europea faccia sentire la propria voce in maniera stentorea, anche in preparazione delle elezioni di aprile. Dobbiamo evitare di arrivare all’ultimo momento e dover constatare e prendere atto delle irregolarità che immancabilmente si verificano. Altro tema fondamentale è quello del tribunale per i crimini commessi dagli khmer rossi: si assiste ormai da mesi a una fase di stallo e io credo che lo stesso Parlamento europeo, ma anche la Commissione e il Consiglio, debbano a questo punto proporre un’audizione pubblica al presidente del tribunale, per capire veramente quali sono i problemi che intralciano il lavoro di tale tribunale e cercare di risolverli. Esprimiamo la nostra solidarietà, anche come gruppo dei Liberali e Democratici europei, ai nostri compagni della stessa famiglia politica del partito Sam Rainsy – molti iscritti del quale e 24 parlamentari sono iscritti anche al Partito radicale transnazionale e non violento – ed esprimiamo la nostra solidarietà anche ai rifugiati Montagnard in Cambogia e mi auguro che questo Parlamento voglia approvare i due emendamenti che abbiamo presentato come gruppo ALDE. È vero che gli Stati Uniti stanno portando avanti, in misura sempre crescente – per le ragioni che il collega Posselt ricordava – una politica di appeasement e di buoni rapporti con il regime vietnamita, senza quindi porre con la stessa fermezza di un tempo i problemi dei diritti umani dei rifugiati. L’Unione europea ha la possibilità di distinguersi in positivo e sollevare la clausola dei diritti umani nell’ambito degli accordi con il regime cambogiano: è la buona occasione per farlo.
    0:00 Durata: 2 min 16 sec