07 LUG 2008

Intervento di Marco Cappato sulla creazione di una banca dati per le impronte digitali dei Rom in Italia

STRALCIO | - Parlamento Europeo - 00:00 Durata: 2 min 18 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Marco Cappato sulla creazione di una banca dati per le impronte digitali dei Rom in Italia", registrato a Parlamento Europeo lunedì 7 luglio 2008 alle 00:00.

Sono intervenuti: Marco Cappato (parlamentare europeo, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amato, Commissione Ue, Consiglio D'europa, Controlli, Diritti Umani, Governo, Interni, Italia, Ministeri, Nomadi, Parlamento Europeo, Prevenzione, Sicurezza, Unione Europea, Vi.

La registrazione video ha una durata di 2 minuti.

Il contenuto è
disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

  • Marco Cappato

    parlamentare europeo (Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa)

    Signor Presidente, onorevoli colleghi, signor Commissario, il governo italiano manderà entro la fine del mese, come lei ha detto, tutte le informazioni sul provvedimento. Qui c'è, però, un altro punto da valutare preventivamente ed è quello sullo stato d'emergenza: questo il punto che le istituzioni europee devono porre. Innanzitutto: quando si dichiara uno stato di emergenza, in casi come questi, bisognerebbe avvisare preventivamente il Consiglio d'Europa. Non ci risulta che questo sia stato fatto. Chiediamo a lei se sia informato e se questo è stato fatto. Uno stato d'emergenza che si giustifica per disastri naturali o catastrofi o eventi di questa natura. Ma è possibile definire - la collega prima diceva "provvedimenti precedenti proposti dal Ministro Amato" - Ma certo questo è vero, lo diciamo chiaro: il non governo della questione Rom non è esclusiva del governo Berlusconi; è l'eredità di anni, lustri di non governo di questo problema. Proprio per questo non è immaginabile, non è tollerabile, oggi, richiamarsi ad uno stato d'emergenza che non è tale. Lo stato di emergenza che c'è oggi, semmai, è quello dell'assenza di legalità e di democrazia in un paese come l'Italia, che è il paese più condannato davanti alla Corte europea per i diritti umani. Questa è l'emergenza: non può essere invocata "un'emergenza Rom" che in quanto tale non esiste. C'è la necessità di governare un problema. Si governa attraverso l'accoglienza, si governa attraverso l'integrazione, investendo le risorse per questo invece di sprecarle come si fa non utilizzando i Fondi europei, invece che affidarsi all'illusione tecnologica della biometria per nascondere l'incapacità di governare un problema come questo.
    0:00 Durata: 2 min 18 sec