29 SET 2013
intervista

Stamina: non esiste una terapia Stamina per malattie rare. L'Italia ha rischiato di uscire dalla comunità scientifica internazionale. La vicenda Stamina Foundation: una storia molto lunga, complessa, e senza trasparenza. Intervista a Michele De Luca

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri - Orvieto - 17:38 Durata: 14 min 10 sec
Scheda a cura di Enrica Izzo
Player
"Stamina: non esiste una terapia Stamina per malattie rare. L'Italia ha rischiato di uscire dalla comunità scientifica internazionale. La vicenda Stamina Foundation: una storia molto lunga, complessa, e senza trasparenza. Intervista a Michele De Luca" realizzata da Emiliano Silvestri con Michele De Luca (copresidente dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica).

L'intervista è stata registrata domenica 29 settembre 2013 alle ore 17:38.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Aifa, Balduzzi, Brescia, Decreti, Farmacia, Fondazioni, Lorenzin,
Malattia, Medici, Medicina, Ministeri, Ospedali, Politica, Ricerca, Sanita', Scienza, Stamina.

La registrazione audio ha una durata di 14 minuti.

leggi tutto

riduci

  • Michele De Luca

    copresidente dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica (Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica)

    Direttore Scientifico del Centro di Medicina Rigenerativa "Stefano Ferrari" In origine, colture cellulari di staminali mesenchimali vengono somministrate presso l'Ospedale di Brescia senza reale controllo: un "metodo" di cura non dimostrato e non validato scientificamente. L'intervento dell'Aifa e dei Nas dei Carabinieri. I ricorsi e l'intervento della magistratura. Una campagna mediatica unilaterale che ha indotto il Ministero della Salute (titolare Balduzzi) a emettere un decreto legge che pare legittimare un trattamento condannato dal mondo scientifico internazionale: il "metodo" veniva esonerato dal controllo dell'Aifa e gratificato di tre milioni di euro per avviare la sperimentazione clinica. La reazione del mondo scientifico, il ribaltamento del voto al Senato e il voto della Camera sul decreto Balduzzi. Il diverso atteggiamento della ministra Lorenzin e la valutazione negativa della commissione scientifica del ministero della Salute. Le fantasie del presidente della "Stamina Foundation" Zannoni: la "rivoluzione" del metodo induttivo e l'assenza di sperimentazione sugli animali (sottoposta nel frattempo a restrizioni in occasione del recepimento della normativa UE sulla materia). Si sperimenta direttamente sui bambini? Totale assenza di trasparenza. Il caso della SMA 1 (malattia genetica dei motoneuroni): Il Ministero propone una sperimentazione clinica ufficiale e la Stamina Foundation esclude proprio la malattia sulla quale originariamente aveva organizzato una spaventosa campagna pubblicitaria, spiegando che non sarebbe in grado di dimostrare i miglioramenti. La colture cellulari (terapie avanzate) regolate in maniera molto puntuale da una legge.
    17:38 Durata: 14 min 10 sec