21NOV2013
rubriche

Intervista al Professore Fabrizio Battistelli

INTERVISTA | di Mohamed Ba ROMA - 12:30. Durata: 5 min 33 sec

Player
Nell'ambito del convegno organizzato dall'agenzia umanitaria INTERSOS.

Puntata di "Intervista al Professore Fabrizio Battistelli" di giovedì 21 novembre 2013 , condotta da Mohamed Ba con gli interventi di Fabrizio Battistelli (direttore del Dipartimento di Scienze Sociali della Sapienza Università di Roma).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Africa, Aiuti Umanitari, Arabi, Diritti Umani, Disastri, Emergenza, Filippine, Finanziamenti, Geopolitica, Globalizzazione, Informazione, Intersos, Italia, Mass Media, Medio Oriente, Natura, Ong, Siria, Somalia, Sudan.

La registrazione audio di
questa puntata ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

12:30
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Io sorridiamo muovere bastonate radio radicale
Quindi conosce la radio radicale veloce senza serve terzo
Stabilizzato sostenuta seguire le cose
Quando sentito assomma il suo intervento
La cosa non è piaciuto quindi volevo maxi eccetera piacere ringraziare giusto Consiglio di sentire la sua valutazione intanto
Intorno a questo contegno per l'utente anche che essa non se ne vanno si dà l'iniziativa di Intersos sicuramente dei molto interessante perché
Facendo un bilancio di se stessi come organizzazione non governativa l'hanno fatto
Di questo grande tema che l'aiuto umanitario
Professore lei che si occupa
Appunto di Dipartimento dicesse sociale così
Ed economiche all'Università la Sapienza archivio disarmo oggi siamo di fronte a una crisi globale parlando anche da questa
Tipo di crisi ora stiamo dibattendo quassù bene
Sempre umanitaria solo quando lei quali sono oggi di veramente i propri le problematiche
Di cui oggi parliamo ma
Quelli davvero che esportano quali sono le situazioni
Fa come si può interpretare le situazioni nuove
Ma il mondo è diventato sempre più interdipendente qualunque cosa accade coinvolge un pochino tutti
C'è sicuramente questo questa esigenza di portare aiuto in una serie di situazioni o catastrofi naturali come in questi giorni Filippine oppure emergenze umanitarie legate conflitti pensiamo in questo momento la Siria
Altri teatri di crisi nel mondo
Solo che umanitario concetto molto ampio un po'una coperta che tutti tirano ognuno dalla sua parte andrebbe un po'precisato che cos'è veramente umanitario che cosa non lo è bisogna
Fare sì che l'azione umanitaria delle organizzazioni non governative sia sempre indipendente
Cioè non debba dipendere
Troppo dai finanziamenti pubblici statali perché poi diventano finanziamenti di Governi quindi determinano anche
Le politiche della singola organizzazione quindi avere indipendenza
Avere una distribuzione di risorse
Soprattutto proprie indipendenti
Attraverso il fax resi mi attraverso
Il reperimento di risorse da parte di
Singoli donatori
E poi si può anche accettare in minima misura un aiuto pubblico che però più che
In finanziamenti dovrebbe essere in supporto alla creazione di condizioni che rendono poi possibile automazione
Degli aiuti umanitari
Ecco professore noi parliamo della questa crisi globale nel senso su questo ambito qua però
Sappiamo da quando gli è caduta del muro di Berlino la globalizzazione
Ha avuto un impatto sui popoli quindi parliamo delle guerre tipo in Somalia
Nel Sudan
La crisi araba
è prima elementare tutto queste problematiche che sono legati anche a questa gente qua che
Insomma si avviano verso l'aiuto verso
Tale non è che sono problemi che possono essere risolti dalle organizzazioni umanitarie non è che le organizzazioni umanitarie
Possono impedire le guerre possono impedire i conflitti e le crisi purtroppo nelle crisi sono determinate da una serie di fattori perché l'azione umanitaria possono intervenire
Per cercare di moderare le conseguenze negative delle crisi dei conflitti ma che li risolvono insomma ma quale sarebbe allora nel suo messaggio per con loro
Quello che la società la società civile deve occuparsi di più di problemi umanitari se ne devono occupare di più i mass media presso i quali invece in Italia
In particolare ma anche tanti Paesi dell'Occidente le pagine dei giornali e le immagini la televisione sono tutte focalizzate su aspetti interni
Nel migliore dei casi quando non futili non inutili e
I grandi problemi internazionali vengono regolarmente dimenticati lasciati all'ultimo posto
Se non c'è l'informazione la comunicazione su queste tematiche l'opinione pubblica poi non cresce non matura non si interessa
Che senso opinione pubblica che spinga i Governi e Parlamenti non c'è un'azione politica dei vari Paesi o anche di istituzioni come l'Unione europea a quale fa delle cose ma fa ancora troppo poco
Quindi se c'è più dibattito più informazioni prima
Più dibattito quindi
E quindi più sensibilità dell'opinione pubblica ci può essere
Un migliore più efficace intervento
Nei confronti delle situazioni di crisi quindi ci può essere aiuto umanitario le ONG sono sostenute
Per i cittadini sono sostenute dal dei mass media sono sostenute dall'opinione pubblica questo è qualche cosa che può essere positivo