09GEN2014
rubriche

Radio Carcere: informazione su giustizia penale e detenzione

RUBRICA | di Riccardo Arena RADIO - 19:45. Durata: 44 min 51 sec

Player
Morire di carcere: il caso di Ezio che, mentre era detenuto nel carcere S.

Michele di Alessandria, non ha ricevuto cure adeguate nonostante che da mesi stesse male.

Dopo 6 mesi di sofferenze, Ezio viene finalmente portato dal carcere all’ospedale e scopre di avere un tumore alle ossa.

Ora Ezio è in fin di vita.

A seguire, le lettere dalle carceri.

Puntata di "Radio Carcere: informazione su giustizia penale e detenzione" di giovedì 9 gennaio 2014 , condotta da Riccardo Arena che in questa puntata ha ospitato Ezio (ex detenuto del carcere San Michele di Alessandria).

Sono stati discussi i
seguenti argomenti: Alessandria, Carcere, Costituzione, Decessi, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Legge, Malattia, Penale, Procedura, Salute.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 44 minuti.

leggi tutto

riduci

19:45

Scheda a cura di

Riccardo Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Adesso anche il problema della aumentate
Guardate
Ma immaginare qualcosa
A
Come è possibile che potete fare quello che fate così secondi
Secondi non esce fatica superiore
Naturalmente a quello italiano il tribunale
Cinque il Codice di procedura penale
Italiana è la Corte d'Appello di Palermo seconda sezione
Data cinque aprile del mille novecento
Buonasera buonasera e ben trovati all'ascolto di Radio Carcere da parte di Riccardo Arena questa sera prima di leggere le lettere dalle carceri vogliamo farvi ascoltare la testimonianza
Di Ezio una testimonianza raccolta mentre Ezio si trova in gravi condizioni di salute sul letto sul letto di ospedale e già perché
Ezio mentre stava scontando la sua pena nel Carcere San Michele di Alessandria Enzio si sente poco bene un malessere che inizia
Diversi mesi fa circa sei mesi fa un malessere che viene sottovalutato dei medici del carcere di Alessandria Ezio dice in medici che non mangia più infatti è dimagrito diversi chili bene i ICI rispondono che forse e il caldo estivo Ezio si sente sempre più debole ma i medici dicono che forse è un aspetto psicologico dello stress causato dalla detenzione Ezio durante questi mesi trascorsi del Carcere San Michele di Alessandria addirittura inizia sentire dei fortissimi dolori ma i medici invece di sottoporre Ezio ad gli opportuni accertamenti si limitano a somministrargli dei semplici antidolorifici insomma insomma un calvario un calvario che inizia
Nel mese di luglio di quest'anno e che dura mesi e mesi alla fine zio è devastato e devastato dal dolore
E non ce la fa più non si riesce neanche più alzare dalla branda tanto che il suo compagno di cella lo aiuta lavarsi lo Utah farsi la barba lo aiuta a rifarsi il letto
Morale morale soltanto pochi giorni prima di Natale e lo ripeto a diversi mesi di distanza da quando Ezio ha iniziato a sentirsi male a diversi mesi di distanza i medici dei casi la Standa
Si accorgono che forse Ezio non Stassi Mullan do non è un effetto psicologico esso sta veramente male
Lo portano lo portano finalmente finalmente lo portano in ospedale e li scoprono che Ezio è gravemente malato e affetto
Da un tumore alle ossa un tumore esteso in gran parte del corpo ora Ezio si trova sul letto di ospedale
Disperato e smarrito e non riesce a capire come mai non sia stato curato prima come mai la sua malattia non sia stata diagnosticata prima prima ovvero quando si poteva ancora fare qualcosa
Ezio da quel letto di ospedale accettato di parlare con noi e di raccontare così la sua vicenda a Radio Carcere
Questa la sua voce la voce di una persona detenuta entrate in carcere sana è uscita in gravissime gravissime condizioni
Di salute questa è la voce di Ezio una delle tante persone detenute che a causa di una pena
Disumano e degradante e rischia
Di perdere la vita per colpa del carcere per colpa del carcere
Signora Ezio lei quanti ANIA cinquantatré lei signor Ezio fino a pochi giorni fa era detenuto nel carcere San Michele di Alessandria vero invece adesso ci stiamo parlando mentre lei
è sdraiato sul letto di un ospedale così dentro l'ospedale civile di Alessandra lei dal carcere di Alessandria è stato portato in ospedale
Perché si è scoperto poi che lei è affetto da una grave malattia
Una una forma tumorale una forma tumorale estesa molto ci sono ci sono dentro
Va
Torno dentro
è difficile crederlo difficile dirlo però c'è un vento
Senta signor Ezio ma la questione la questione più grave
E che questa situazione questo tumore che si rischia di essere esteso nel suo corpo
Poteva essere
Poteva essere diagnosticato intento infatti lei mentre era detenuto nel carcere S. Andrea già da tempo inizia a maniche stare dei sintomi dei sintomi di malessere ecco quand'è che lei inizia a stare male nel carcere di Alessandria
Che legalmente perché
Io so che lei ha detto il
Cinquanta giorni e cioè perché civili no
Evitare la la diagnosi che vada dato qui a San Michele del
Dirà corretto esaurimento nervoso ecco ma quando inizia questo dimagrimento
E a metà maggio a metà maggio quindi a metà maggio del due mila e tredici lei inizia a stare male tanto che dimagrisce in maniera così repentina no fra cui o dottore
Spaventata hanno fatto fare anche un ricovero urgente comun ricoverati undici dodici giorni
Le decisioni esattamente dieci giorni
è un reparto adatto ai detenuti del carcere di San Michele ecco ma dopo questo episodio lei torna in cella ma continua a stare male e continua a parlare perché Milano delle
Le terapie inflitte in più un solo un appunto una una soluzione un altro tipo di cultura l'altro giorno e devono le le colture mi danno delle perché
Va proseguirà ma è una conclusione e addirittura
Loro anzi
Sono più che convinto va
Promotore del trentuno c'ha il coraggio di dirlo qua chiedo distinguo violi alla simulazione dico questo perché in maniera si è rotto uno stato d'animo per poter uscire no esce dal carcere io ho detto no
E da chi fornisce da uomo libero Brignano innanzitutto
Però qua voglio spiegherò l'elicottero regolari no gli avevano voglia andare indicata Mia sale in queste condizioni qua
Quindi insomma gli alimenti
Esclusi sono entrato in carcere sano è riportato il fuori caro opera invece così non è stato
Allora sette siano lectio ecco quindi c'è stato un momento in cui i medici del casi di Alessandria ritenevano o le facevano sembrare di ritenere che lei si Mulas una malattia
Perfettamente è così
Ce lo sta facendo finta di stare male per poter avere qualche beneficio che invece lo ammette la causalità furbetto
Non so per quale motivo ci sono utili tutelati in quelle Testolin emanate perché
Questo è che non sono persone non sono dottore e non sono neanche sono promettere a fare il numero sette signor Ezio sta di fatto che lei indente cella del carcere di Alessandria sarà sempre peggio
E e devo ringraziare il Signore che io ho incontrato
Lasciami finire no contabili compagni detenzione no uno meglio dell'altro
Che è un problema di vicino ma qui sopra qui ci arriviamo a questo punto voglio dire però dopo questo dimagrimento lei continua a stare male i medici le continuano a dare a fare
Le punture quindi presumo siano antidolorifici no sia il titolo
Insomma il suo problema di salute non viene affrontato in maniera seria per mesi e mesi questo il punto a fare poiché
Altre nei programmi di cui voi oppure con l'Arpac Aprilia
Allora chi ridicola dagli BT
Franco correlate a quelle reali
Proprio
è una cosa fuori da ogni ora
Senta signora Ezio lei oltre al dimagrimento quindi insomma presumo anche alla debolezza di quali altri sintomi soffriva in cella praticamente rilettura luminari che non potevo non riesco neanche a camminare
Detto ciò io passerei niente
Si stava leggendo con una mano su una cordata rapidissimo poter parlare no
E lo stessa la stessa condizione lei l'ha vissuta in cella c'è Savall i dolorante con questi dolori allucinanti e stava bloccato sulla branda della cella
Ecco ha capito adesso io c'era un compagno e via dicendo meraviglioso che la macchina Garziera nel pomeriggio ed equa facente letto
Tanto feroce ma il letto perché lei non era in grado neanche di rifarsi la branda tanto che stava male
Perché l'ha trovato l'Europa è più appalti ha fatto anche la palma ma parto
In precedenza perché va accompagnato anche a Padova ad oggi o no
Se però il mio Ezio lei quindi mentre stava in carcere così sofferente interessava in cella ventiquattro al giorno non aveva la forza neanche per andare a fare l'ora d'aria
Che variante avevo dimenticato delle dell'aggancio proprio non non sa bene cosa fosse più no volevo sapere a che il colore del cielo lo vediamo pronto di traverso va potevo
E poi al
Era arrivato a livello psicologico e di vergogna Villanterio compagni che tutte le neanche facevo il caffè capito sembra perché
Adeguata capito signor ministro
Un po'di orgoglio di una lite bisogna fare bisogna avere un po'di valore di robe che a un certo punto mi va bene poi devo tirar fuori va bene
Gli attributi ecco e che ogni giorno ogni giorno che passava
Tutto vedova peggio la sigla il suo fisico cedeva ogni giorno di più senatore Jonico eppure i medici non la facevano
Va bene sì del Cansiglio Alessandria allora ho fatto assolutamente niente
Ma possibile che si vede una persona in questo stato di salute e non ci si non si interviene non ci si pone la domanda ovvero forse questa persona ha bisogno di aiuto
Che hanno del resto voglio deve lasciar continuare vedere le carte
Ipotetiche costituisce appuntamenti
Se pieghevole qualche limite rispetto a parlare e mi spiace guerre sono proprio il furto credo entro quattro
Dispiacere compagno
Sono
Oggi troppo
Tra l'altro
Coraggio signor Ezio coraggio non non non non faccio così
Cioè sportelli
Ove cavalcato che ci sono i
Ecco tra l'altro reiterate che ci avete costituito turbamento qua
No no io continuo a farle domande anche per sperare sperando di darle un minimo di coraggio nella misura in cui le tra l'altro stava finendo di scontare la sua pena vero
Le
Cioè lei aveva quasi finito vero signor Ezio
Però troppi retorico
Proprio finito tutto per
Centotrentotto comunque
Senta signora Ezio ma
Poi cosa cos'è che accade che all'improvviso i medici del carcere Sandra si svegliano e la portano finalmente in ospedale qual è l'elemento scatenante cateratte che o una volta
C'è stato
Qualche cosa di pesante quando si è parlato di denunce no rinunce non sono messi paura e finalmente hanno portato in ospedale
Va signor Ezio poi finalmente insomma questi medici del carcere in Sardegna si decidono a portarla in ospedale questo accade il dieci e nove dicembre se non sbaglio no
Però
Ceroli mi sembra il diciannove dicembre e viene portato in ospedale gli vengono fatte diverse analisi le prime lo dicevamo all'inizio i primi risultati non sono certo non sono certo una buona notizia
Se è vero si parla di un tumore esteso in diverse parti del corpo globale praticamente e come se io avessi due parti del corpo
La spina dorsale chi spaccarci andando un po'no praticamente su questo il bilanciamento non riesco a Alberto legarmi no essi rimanga in piedi su questo tagli
Euro curato il bacino e come si è visto come
Dovessero complessiva delle Ineos le otto e del vaccino ecco non Ezio probabilmente
Questa sua gravissima malattia se fosse stata diagnosticata in tempo
Potete avere anche più
A più ad ampi margini di cura no però quindi sicuramente se fossi stato fatti fuori dal da una cultura carceraria italiana ecco revocato eccola che
Durata vincerebbero una persona malata dato prevalso invece qui le le cose sono andate per rendere cattivo verso incompetenze di
Che dopo sui necessario quando verrà fuori perché io la denuncia all'Alfarano sesto perché non me ne frega niente Pizzo
Signor Ezio sta di fatto che lei è entrato in carcere sanno per pagare una pena come è giusto che sia e adesso è uscito Edward esterni
Due anni e sei mesi adesso lei è uscito quasi a scadenza di pena dal carcere si trovi in ospedale perché gravemente malato affetto dalla malattia
Gravissima cosa prova dentro di sé quando
Teste
Però che provo che
Quel poveretto pericolo Cuomo semilibero che adesso sia interamente avreste dovuto se avessi come dicono loro simulare unum
Una fuga che consigliere Toniato dalle tutto io me ne vado nessuno sa dove sono perché sono arrendevole ciò nei riguardi
Non non totale e tre coniate mia moglie quali tutti i giorni cioè il piccolo problema che lei non si riesce neanche a tenere in piedi tanto sta male no ecco noi profani quel metodo di andare in bagno consolidate in giro con il catetere figure
Ma
Dottor Angelo coperte segnano Ezio tra l'altro i suoi compagni di tensione che ci hanno scritto Carlo Salvatori Efisio Carmelo Franco Carlo e Giovanni che ci hanno scritto nel Carcere San Michele di Alessandria ci hanno ricordato che
Ultimamente già due persone detenute del carcere Sandra sono morte
Parlo di Massimo i furbi malato anche lui terminali di tumore e Alfonso Cammarata anche lui varato di tumore e poi appunto rilevante deceduto
Due persone che lei conosceva
Tutti conosciamo però conoscevo perfettamente perché erano nell'assetto attenzione a questo chissà quante volte lei avrà pensato rischia di fare la stessa fine
Però l'ho pensato anche stamattina Tabacchiera mi sono svegliato ho detto va sorvegliato ancora una volta
No
Qualcuno dice invito il relatore al tavolo tecnico qua speriamo domani ente anche domani anche perché io sono più di vent'anni
Quella
Capitava che il metodo partiva e andiamo avanti così gravi al centro operativo
Noi devono molto più logico nel giusto
Se lo è
Al Consiglio che dico
O dopodomani o anche dopodomani ancora dico
Ma
Le regole degli esteri italiano
Perché e giusto che qualcuno paghi preciso che ci servono le carceri
Però devo pagare solamente con la libertà non con la dignità
Persone dei nel solo due giorni ci può dire
Oltre la libertà adesso dico la Giunta e tutto il resto la salute la salute dei fatti preposto a garantire che erano
All'aria sanitaria dei dati della sessione di francese
è una proprio no c'è una cella per i ricoveri impropri dove si fa male e che cosa dove ci sono
Gli insetti
Ceduto
Scala farmaci i direzioni abnormi va certo so a che fare le frittate tanto per dire quei servizi il merito di dispiace San Michele Santilli cioè l'attuale dove vengono ricoverati i detenuti
No generali ieri si è chiuso
Ci sono alterato che avranno
Dieci anni prerogative cura insomma
Pezzi gli scavi uniti incredibili topolini perché correrebbe negli angolini no
Che chiede di Rocchi
Non
Una una un ambiente in linea con la risposta sanitaria che pare i medici del carcere Sandra dire no ai detenuti no
Sui sedili coronarici abbiamo affrontare perfetto e non una pubblicistico che contenti loro se si devono competitore non igiene
E allora ci può dire io c'ho cinque di appoggiare ed uno stacco no con le
Sulla sulla branda nonché al server collaborando
E io avrei dovuto delle note odore logorato in ogni il sacco piegato al contrario o no e correggerla scivolano che vi faccio come
Mettere il Governo ha malcelato
Perché voi
E purtroppo etnie e culture dirlo è brutto
Le forze riprendono anche le conseguenze perché non me ne frega più niente perché ormai uno quando tocca il tumore vuol dire che proprio
Non li fa paura propulsivi ente no
Signor signor Ezio vuole salutare i suoi compagni detenuti del carcere Sandra che spero in questo momento la siano ascoltando io spero sinceramente che iniziano ascoltando
Ragazzi io vi ringrazio non solo
Una a patto che non ci sono neanche le parole per dire accresce la gente fuori potrebbe dire no voi chi credete trentuno mi deve capire no
Certo noi delle persone pagano loro presto silenziosamente no
Però
Pagano
Mario
Comunque io le mie respingo uno a uno parla perché non è la parte che non ci sarebbe non è che tutti insieme senza perché io trovo
Il fatto è molto piccola tutto non potrà nella capacità di tutti si strappano delle persone e uno nella miglior lavoro preciso peggiore dell'altro richiamo al confine precipitare successive
Legittima dall'alto
Sarà forse quella precettato per loro io questo era unitaria non secondo
Sono sicuro per quello
Signora Ezio adesso lei anche se tardivamente è passato da una cella da una branda in una cella ho letto di ospedale
Come come vede il suo futuro se c'è un fine pena quando si sta in carcere quando ecco da un carcere si passa da un letto in ospedale come si vede il proprio domani
Un ponte con lesioni e per le quali in rosso sollecito conosciuto terra ciò la Grecia dalle famiglie che entra in classe tecnico parte dal FAS lo sono abbandonato
Uscendo di qua dico ce lo ciò loro dolore vale anche perché
è la cosa più importante
Aveva una famiglia fuori che ci aspetta fa ha già vinto NUCLECO la guerra marmi novantanove
Valide no
Correre ecco sinora e cioè la ringraziamo tanto per la sua disponibilità e soprattutto le auguriamo buona fortuna coraggio
Riempie chiedo porterebbe eventuali salutare
Compagnie in linea in tensione
Assecondati
E tutto il resto tanto
Sanzioni
Piene
Quanto a che cosa vuole che i compagni di cella che mi hanno seguito quaranta non conoscevo però
Variazioni proprio calvario bravo hanno riconosciuto che lo
Qualcosa del genere è una cosa
Comunque tecnico
Era un percorso la parola protocollo che
Dal preliminare ecco tumore
Purtroppo
Grazie signor Ezio grazie
L'autore
è
E dunque iniziamo a leggere le lettere dalle carceri proprio da una lettera che ci scrivono un gruppo di persone detenute nel carcere sa mica interessa Andrea il carcere dove era detenuto Ezio la cui vicenda tristissima abbi ho appena ascoltato infatti ci scrivono Carlo Salvatori fisico che almeno Franco Carlo e i giovani persone detenute del carcere San Michele di Alessandria questi ragazzi affermano carissima radio car c'era
Ti scriviamo per denunciare la vergognosa situazione in cui versa l'area sanitaria del carcere di Alessandria una situazione così grave che già due detenuti sono morti
Per tumore mentre un altro in fin di vita all'ospedale malato sempre di tumore ecco i fatti Massimo e i furbi malato terminale di tumore è stato scarcerato nei suoi ultimi trenta giorni di vini ed è poi ed è poi deceduto Alfonso Cammarata anche il malato terminale di tumore per mesi non è stato preso in considerazione perché si riteneva che si Mulas se morale aveva un tumore ai polmoni ed è deceduto poco dopo in ultimo il caso di Ezio Jelloun sì che per mesi è rimasto abbandonato in cella pieno gli onori dolori che venivano curati solo con degli antidolorifici Ezio solo pochi giorni fa essa do portato in ospedale dove si è scoperto che ha un tumore alle ossa intendiamo precisare che Ezio si è ammalato mesi e mesi fa e che per lui è stato un vero e proprio calvario all'inizio i medici dicevano che si stava di magre dove l'eccessivo caldo estivo poiché visto che i dolori aumentavano gli hanno somministrato del Gruppo AN dicendo che era solo un disturbo psicologo oggi con
Besta di fatto che negli ultimi mesi Ezio non riusciva più ad alzarsi dal letto e solo grazie alla protesta del suo compagno di cella
A cui si è unita anche la nostra Enzio issato Prima Porta di infermeria e poi in ospedale
Dove gli è stato diagnosticato un tumore ora sia chiaro scrivano ancora queste persone detenute del carcere San Michele di Alessandria ora sia chiaro noi vogliamo pagare il nostro debito con la giustizia
Ma riteniamo ingiusto farci perdere la vita per una pena riteniamo ingiusto farci perdere la vita e per una pena soprattutto quando in Italia ciò è vietato informiamo che abbiamo scritto anche al Ministro della
Inizia e sicuri che saprà era accoglie il nostro appello che inviamo un saluto e un abbraccio la lettera è firmata da Carlo Salvatori fisico che almeno Franco Carlo i giovani persone detenute
Nel carcere di San Michele
E di Alessandria ragazzi non soltanto come tante altre lettere colgo immediatamente la Bild vostro appello ma come avete ascoltato ci siamo anche organizzati per poter farvi ascoltare la vicenda la vicenda di Ezio che voi avete ben sintetizzato nella vostra lettera vicenda
Che non credo necessiti di alcun commento da Alessandra ci spostiamo in Sardegna o meglio in una zona sperduta della Sardegna infatti ci scrive Aldo che è persona detenuta nella colonia agricola di Isili appunto in Sardegna Aldo che afferma caro Arena sono uno dei tanti internati rinchiusi nella colonia agricola di Isili ovvero una sperduta struttura dove vengono rinchiuse persone non perché condannate o perché indagate bensì perché sottoposte alla famosa misura di sicurezza detentiva in altre parole siamo detenuti senza condanne senza fine pena e siamo detenuti solo sul presupposto della nostra presunta
Per il collo Sita
Pericolosità che dovremo dimostrare di non avere più attraverso l'attività lavorativa che si svolge appunto nella colonia agricola ma vuole sapere quanto ci fanno lavorare qui ai vigili solo quattro ore al G Torno quattro ore al giorno che sono del tutto insufficienti a fare qualsiasi cosa tanto meno dimostrare che non si è più pericolosi Francia la verità e che qui ha Isili noi internati veniamo trattati per di chi sta in carcere a scontare una pena le nostre celle sono vecchie sovraffollate subiamo continue perquisizioni e siamo abbandonati dagli educatori che dovrebbero compilare la sintesi sul nostro comportamento e sulla nostra per la Giunta pericolosità per non parlarti della sanità che qui è del tutto inesistente tutti basti pensare che io oltre ad avere diverse patologie sono sieropositivo ma qui a Isili non posso fare sulla terapia
Perché manca un medico specialista insomma la vecchia colonia agricola di Isili non è un carcere ma è un vero e proprio Lagarde un Lagrange bando nato dove ci sono anche tante persone con disagi psichici che d'dovrebbero stare i nuovi assai più i doni per la loro malattia ti saluto con stima la lettera è firmata da Aldo persona internata detenuta nella sperduta colonia agricola di Isili
In Sardegna grazie Aldo e anzi ne approfitto per rivolgermi proprio a tutti i detenuti che si trovano in Sardegna ragazzi scrivete scrivete radio carcere scriveteci da legarci della se
Venga perché vogliamo essere aggiornati su come venite trattati scriveteci anche da per esempio da altre Cologna agricole come la colonia agricola di turbine o che è ancora più sperduta rispetto a quella
Di Isili in altre parole fateci avere vostre notizie
Dalla Sardegna poi si scrive Michele che è persona detenuta nel carcere San Severo di Foggia Michele che afferma caro Riccardo ho ventisette anni e mi trovo in carcere dal di mila e undici quindi Riggio benissimo presumo insomma ti dico subito che appena mi hanno arrestato sono stato portato nel carcere di Bari dove mi hanno messo in un ciclone occupato da
Ventidue detenuti ventidue in quella cella fatiscente ho trascorso ben
Quindici giorni e sarà inutile dirti che è stato che è stato terribile poi mi hanno cambiato di cella e io speravo in una condizione di vita migliore ed invece mi hanno messo in un'altra c'era solo affollata
Dove eravamo in un ogni dieci persone
Morale il mio primo anno di carcere è stato un inferno afferma giustamente Michele che adesso si trova nel carcere San Severo di Foggia però ci raccontava la realtà allucinante presente carceri Bari
Continua Michele la sua lettera
Dopo nell'agosto del due mila e dodici mi hanno trasferito qui nel carcere di Foggia dove divido una piccola cella con un altro detenuto qui dentro abbiamo un bagno e piccoli stimo che è diviso dal resto della cella da un muretto con la conseguenza che quando uno di noi deve fare i bisogni i cattivi odori invadono il resto della cella
Inoltre non sappiamo dove mettere i nostri vestiti tanto che siamo costretti a usare delle buste di plastica per riporre la biancheria pulita ma in questa cella non manca soltanto lo spazio sufficiente per vivere ma manca anche un'adeguata illuminazione ed infatti di giorno la luce del sole non entra a causa di una fitta rete metallica apposta le finestre mentre la sera ma anche di pomeriggio la luce elettrica che abbiamo
è pochissima un capitolo a parte merita poi la cosiddetta socialità socialità che ci fanno fare solo due volte a settimana mettendoci chiusi in una stanzetta dove ci sono
Tre tavolini senza sgabelli e dove ci sono
E dove mancano anche le finestre tre sarà piacevole fare la socialità in questa crisi in questa stanza
Con questo ti saluto esatti che da qui ti seguiamo serve la lettera è firmato da Michele un ragazzo detenuto nel caso San Severo di Foggia un detenuto assai giovane ventisette anni che invece di stare per tutto il giorno in una celletta
Piccolissima potrebbe per esempio imparare un lavoro così che magari una volta libero una volta libero possa optare scegliere per una vita diversa
E invece evidentemente così non è sia quasi la sensazione
Che
Queste persone messe in carcere soprattutto i giovani si vogliano peggiorare e non migliorare attraverso la pena
Michele scrive c'è ancora e farci sapere nuovamente dal carcere di a Baccara radio carcere o ventotto anni e sono un cittadino italiano in quanto quando ero bambino sono stato adottato ti scrivo per raccontarti quello che mi è capitato mentre ero detenuto nel carcere di Asti ti premetto che io prima di esse arrestato mi sono convertito all'Islam e di conseguenza addotto per quanto posso i costumi della mia religione ebbene devi sapere che nei in tre mi trovavo nel carcere di Asti sono stato accompagnato da un paio di agenti in infermeria per fare una visita medica e mentre camminavamo uno di questi agenzie iniziano a prendermi in giro per via della mia lunga barba e per via della mia religione e addirittura mi ha detto che Maometto puzzava io a quel punto stile Mohamed recarci di Alba io quel punto ho perso le staffe e loro hanno iniziato a picchiarmi ripetutamente ma non solo mi hanno anche messo un nastro in bocca sui temi hanno tagliato un pezzo di Barba per deridere mi
Ti faccio anche presente che io ho denunciato l'accaduto alla Procura della Repubblica e tra poco inizierà il processo di primo grado che accerterà la verità dei fatti che ti ho narrato
Ti saluto con stima la lettera è firmato da
Mohamed e persona detenuta nel carcere di Alba la vicenda di Mohamed è stata riportata anche da diversi quotidiani
Lascia alquanto stupiti però va precisato come dice anche giustamente Mohamed che questa è la sua versione
Questa è la sua
Denuncia ora
Tocca al processo dare una risposta di giustizia affermare la verità
Accertare cosa realmente e sia accaduto a questo proposito vi faccio presente che il pubblico ministero ha presentato richiesta di rinvio a giudizio e il processo di primo grado inizierà nell'aprile del due mila e quattordici quindi vedremo vedremo cosa accadrà poi ci scrivono due persone detenute del carcere Poggio Reale di Napoli due persone detenute che chiedono l'anonimato in noi lo rispettiamo come facciamo sempre due persone e che affermano carissimo Arena siamo due detenuti nel padiglione Napoli dell'inferno di Poggioreale e diciamo inferno prima di tutto per il modo in cui siamo costretti a vivere
Penso infatti che in celle di appena dodici metri quadri ci viviamo in otto detenuti otto persone costrette a non potersi muovere dalle brande per la mancanza di spazio otto persone costrette a dormire sull'ente casello
Alti tre piani
Ma non finisce qui
Infatti
Come saprai qualche giorno fa è stata data la notizia che un gruppo di agenti sono stati indagati proprio perché picchiavano i detenuti
Bada bene si tratta di agenti che noi conosciamo bene perché lavorano dove siamo detti tutti noi ovvero nel padiglione Napoli
Ebbene devi sapere che solo uno di loro è stato trasferito in attesa del processo mentre gli altri pure essendo anche i sindacati
Sono rimasti qui in servizio tieni presente che è questo un fatto che ci indigna e ci domandiamo perché su quattro agenti indagati
Ne hanno trasferito soltanto uno
Ma c'è un altro fatto che devi sapere infatti quando ci facciamo male ad esempio giocando a pallone i medici ci fanno fare una dichiarazione sullo motivo dell'infortunio
E ora domandiamo perché quando ci picchiano e ci fratturano le costole i medici non ci chiedono nessuna dichiarazione
In questi casi medici pur sapendo che siamo stati picchiati scrivono sempre che il detenuto x è scivolato sulle scale ma è mai possibile che noi detenuti scivoliamo sempre per le scale
Bella domanda Riccardo ti ringraziamo per averci ascoltato e se è sicuro che di queste lettere ne riceverà e ancora tante ti mandiamo un grande se non versati che qui quando ascoltiamo radio carcere ci fai sentire ci fai sentire bene la lettera è firmata due persone detenute nel carcere Poggio Reale di Napoli obiettivamente
Sono un po'strano che se sono stati indagati tre quattro agenti ne viene trasferito in via cautelativa soltanto uno
Come suoi vari suona strali suona strano il fatto che spesso i medici non ne certifichino la
Dubbia provenienza di alcune ferite
Troppo troppo troppo spesso questi detenuti cado dalle scale vera questa circostanza vera detenuto scivolato delle scale e poi invece si scopre che non era così ma comunque
Torniamo su al Nord perché ci scrive Dino che è persona detenuta nel carcere di vigevano divino che afferma caro Riccardo per prima cosa voglio prendere spunto dalla legge da chi ti ha inviato qualche settimana fa un compagno detenuto lettera in cui questo detenuto si lamentava di aver percepito solo cinquecento euro al mese di stipendio
Bene a quel compagno di sventura vorrei dire di ritenersi fortunato visto che qui nel caso di vigevano siamo messi a sé peggio ed infatti
O lavoriamo gratis o veniamo pagati pochissimo ad esempio tempo fa hanno organizzato un corso di pittura e poi sapere che ci hanno fatto fare
Ci hanno fatto ripitturato il tutto nel carcere detti rendiconto se queste bella
Con la scusa di un corso di pittura gli fanno ti fanno di pitturare tutto il carcere vere
L'ente è veramente una perla questo punto potrebbero organizzare recarci vigevano dei corsi universitari e di medicina e così lasciano che i detenuti sicuri o da soli insomma ombra
Comunque scrive ancora stime ancora di una Caccini vigevano ma gli esempi non finiscono qui infatti nel carcere di vigevano Chieffallo scopino prende sessanta euro al mese chi fa il barbiere prende ventuno euro al mese e chi fa il portavitto pre
Del cinquantasette euro al mese questo è onore sfruttamento inoltre ci tenevo a diretti che da quando sono detenuto a vigevano ovvero da tre a
Anni io non ho mai visto un infermiere o un medico un'assenza che provoca vittime visto che sono state già tre le persone detenute che ho visto morire
Ma non solo siamo pronti a ricevere la notizia del quarto decesso visto che un nostro compagno che si chiama Guglielmo eh in fin di vita
Ti saluto con affetto la lettera è firmata da Dino persona
Detenuta nel carcere di vigevano dal profondo nord ci sposiamo al profondo Sud perché si scrive Salvatore che è persona
Detenuta del vecchio e degradato carceri Caltagirone Salvatore che afferma cara radio carcere sono uno dei tanti detenuti costretti a vivere nell'inferno nel carcere di Caltagirone un carcere piccolissimo che però è strapieno di detenuti penso infatti che questa struttura potrebbe ospitare sullo settantacinque persone
Mentre noi oggi siamo circa trecento e ti lascio immaginare le nostre condizioni di vita ad esempio io so in una celletta minuscola con altre tre persone
I letti a castello occupo do tutta la cella e sono altri tre piani tanto che che dorme all'ultimo piano dell'atto al castello si trova con la faccia attaccata al soffitto
Noi come tutti i detenuti dei casi di Caltagirone restiamo chiusi in queste gabbie te in queste gabbietta
Per venti ore al giorno tra
Il genio laico che non è potabile il mangiare che poco e di cattiva qualità e l'ozio l'ozio che è la nostra peggior condanna
Come potrei immaginare infatti anche nel carcere di Caltagirone il lavoro non c'è
E la motivazione è semplice con un tasso del trecento per cento di sovraffollamento qui non si può fare nulla ed è tutto ed è tutto bloccato
Considera che io mi trovo in carcere per la prima volta ma mi sembra mi sembra di essere stato gettato in un inferno per morti viventi
Ciao e grazie la lettera è firmato da Salvatore persona detenuta
Nel carcere di Caltagirone grazie Salvatore ma anche dalla Sicilia tutte le carceri siciliane scriveteci scriveteci ancora perché sappiamo che la situazione e assai critica comunque salutiamo Bartolo insieme ad altre persone e detenute nei casi di Ivrea che si informo di aver costituito il Comitato per anni si è per la giustizia bravi salutiamo un detenuto nel caso di Caltanissetta che ci informa che lì le persone vivono ammassati in sette per c'cella saltiamo Giovanna dalla Sezione di alta sicurezza i casi di legge che pure dovendo scontare una pena di ventun'anni non vedi da sei anni la sua famiglia e che risiede a Napoli perché non può andare a trovare per motivi economici
Giovanna tra l'altro che io ringrazio perché mi ha mandato dei braccialetti made in carcere braccialetti fabbricati proprio dalle detenute grazie un regalo che apre sono apprezzo tantissimo solo diamo poi Arturo dal carcere Montorio di Verona Claudio dal carcere Bibbia di Roma e si monta il carcere San Vittore di Milano
E allora come al solito io vi ricordo i nostri recapiti ovvero come entrare in contatto con noi di radio carcere prima di tutto vi ricordo il numero di telefono di qui di Radio Radicale il numero di telefono che
Potete utilizzare per entrare in contatto con noi di radio carcere ovvero zero sei
Quattro otto otto sette otto uno ripeto zero sei quattro otto otto sette
Otto uno chiamate se siete da poco uscito dal carcere chiamati se o come imputati o come vittime del reato avete subito un'ingiustizia
Dal processo un'ingiustizia da raccontare a Radio Carcere
Vi ricordo il nostro sito internet ovvero radio carcere punto com vi ricordo che ci potete trovare anche su Facebook cercando il nome Riccardo riga su Facebook infatti dei spunterà fogli il simbolo di radio carcere
Ma su Facebook e ci vuole trovare anche contro la pagina di radio carcere su Facebook e poi soprattutto le persone detenute ricordo lindi so dove inviare le vostre lettere dal carcere lettere che leggiamo ogni giovedì alle diciannove e quarantacinque questo è l'indirizzo
Per scrivere
Dalle carceri
Radio radicale rubrica radio carcere
Via principe
Amedeo
Due
Zero zero uno otto cinque
Roma scrivete scrivete scrivete radio carcere non lasciate che le ingiustizie che subite ogni giorno rimangono coperte tutelate dal silenzio e da quelle quattro mura e scriveteci anche per informarci
Dove avete costituito i comitati per l'amnistia e per la giustizia comitati che
Devono essere presenti in tutte le duecento secca ci tagliano e perché poi ci consentiranno di mobilitarci meglio tutti insieme per le prossime iniziative
Non violente io ringrazio Alessandro Teodori per l'assistenza di regia grazie grazie grazie a tutti voi che anche questa c'era da una casa da una macchina da un camion e da una cella sono affollata avete ascoltato una piccola voce la voce di radio carcere
L'informazione sul processo penale e la detenzione a tutti voi a tutti voi un caro saluto da Riccardo Arena
Che
E adesso
Torno a indirizzare la linea che
Argomentate aumentate maggiore ragionare
Qualcun altro tutti insieme acquisite
Come è possibile che potete fare quello che fate
Scusi secondi no secondi non è simpatica superiore
Il nome del popolo italiano il tribunale
Purtroppo il venticinque il Codice di procedura penale
Dichiaro
Nuova del popolo italiano la Corte d'Appello di Palermo seconda sezione
In data cinque aprile mille novecento