31GEN2014
dibattiti

Obiettivo LIS. Un progetto di legge, un progetto di vita per l'abbattimento delle barriere della comunicazione

CONVEGNO | Roma - 09:00. Durata: 4 ore 44 min

Player
Organizzato con il patrocinio della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Convegno "Obiettivo LIS. Un progetto di legge, un progetto di vita per l'abbattimento delle barriere della comunicazione", registrato a Roma venerdì 31 gennaio 2014 alle 09:00.

L'evento è stato organizzato da Ente Nazionale Sordi.

Sono intervenuti: Alvaro Moretti (giornalista), Marina Sereni (vice presidente della Camera dei Deputati, Partito Democratico), Maria Gullo (deputato, Partito Democratico), Michele Anaclerio (maggiore generale), Salvatore De Giorgi (arcivescovo di Palermo), Salvatore Margiotta
(senatore, Partito Democratico), Giuseppe Petrucci (presidente Nazionale dell'ENS), Costanzo Del Vecchio (segretario nazionale dell'ENS), Ádám Kósa (parlamentare europeo, Partito Popolare Europeo), Valentina Foa (guida museale in LIS, Psicologa), Stefania Fadda (psicologa), Rita Visini (assessore alle Politiche sociali della Regione Lazio), Humberto Insolera (vicepresidente dell'EUD), Guido Zanecchia (presidente Nazionale della Federazione Sport Silenziosi), Giorgio Greppi (funzionario dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), Michele volpe (ingegniere), Rossano Bartoli (segretario generale della "Lega del filo d'oro", Osimo ( AN )), Barbara Verna (membro della "Lega del filo d'oro", Osimo ( AN )), Ivano Spano (commissario straordinario dell'Istituto Statale per Sordi di Roma), Francesco Maria Di Tullio (presidente Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi), Paolo Di Fonzo (allenatore di basket), Pier Alessandro Samueli (consigliere Direttivo dell'ENS), Carlo Cecchetto (professore), Anna Cardinaletti (professoressa), Sabina Fontana (professoressa), Maria Cristina Caselli (membro dell'ISTC, Consiglio Nazionale delle Ricerche), Sara Trovato (professoressa), Carlo Di Biase (guida museale).

Tra gli argomenti discussi: Associazioni, Canone, Cattolicesimo, Chiesa, Commissione Ue, Comunicazione, Costituzione, Cultura, Diritti Civili, Disabili, Discriminazione, Docenti, Europa, Finanziamenti, Garante Comunicazioni, Gran Bretagna, Informatica, Informazione, Integrazione, Internet, Istituzioni, Istruzione, Italia, Legge, Lingua, Malattia, Medicina, Onu, Parlamento, Parlamento Europeo, Privato, Psicologia, Rai, Salute, Scuola, Servizi Pubblici, Servizi Sociali, Societa', Spagna, Sport, Stato, Studenti, Svezia, Telecom, Telecomunicazioni, Territorio, Tv, Ue, Universita'.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 4 ore e 24 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

09:00

Organizzatori

Ente Nazionale Sordi

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Certi
Buongiorno a tutti
Presento
Io sono al varo Moretti sono il direttore di lecco
Altri Press
Che forse tutti quanti conoscete o comunque conosce sicuramente chi frequenta i mezzi pubblici le stazioni in tutta Italia leggo a una al nuovo nome da un anno a questa parte si chiama il social presto
E quindi fa della comunicazione globale ovviamente
Il suo ufficio target evidente che
Grandissimo il mio piacere stato nell'accogliere il nostro invito
Ammodernare questo comma
Questo incontro oggi Madison veramente molto importante
Mi devo scusare intanto della mia voce insomma però la notte è stata è stata terribile dal punto di vista della posso e devo dire spero di resistere
I presidi possibili li ha utilizzati tutti gli utilizzerò tutti
Acqua caramelle te eccetera eccetera
Io intanto mi devo scusare sarò molto breve nella mia introduzione sarò farò l'invito molto forte a tutti tutte le persone e molte persone che interverranno oggi perché gli argomenti sono tantissimi il tema è molto forte questo della lista la possibilità
Di introdurre una nuova lingua nel nostro Paese con un riconoscimento totale e quindi prego tutti di essere il più possibile negli interventi
Rapido essenziale proprio perché vogliamo tutti quanti fare un gran lavoro oggi
Parto scusandomi io purtroppo non conosco la LIS siccome sono un appassionato di lingue non escludo di poterla imparare anzi mi piacerebbe perché
Tutto quello che mi aiuta a comunicare meglio con tutte le persone intorno a me
è qualcosa che porto con me nel mio bagaglio e che mi fa crescere come uomo
Poi come giornalista come comunicatore evidentemente sapere che c'è un mezzo che possono strumento che possa utilizzare per arrivare a più persone
In questo caso anche persone che magari devono affrontare delle difficoltà nella loro vita quotidiana ovviamente si propone a me come uno stimolo
Da un certo punto di vista culturalmente l'idea della lingua dei dei segni entrata nel mio immaginario perché perché ho assistito assisto quotidianamente era alle tre edizioni di telegiornale che abbiamo per
Per chi legge la lingua dei segni però
Conoscendo in questi due in questi giorni un pochino meglio la realtà mi rendo conto di quanti siano gli ostacoli da superare
E del fatto che sia importantissimo noi siamo qui perché questa con i fanno superati
Per il punto e basta nel senso che
Processo di inclusione persino banale cioè non c'è non c'è molto da dire cioè una lingua a disposizione di
Tantissima gente parliamo comunque di una
Minoranza importante reinvestimento nei cento e cento mila
Nostri concittadini che devono essere totalmente inclusione di tutte le opportunità devono essere quello che sono già una risorsa per il Paese che persone che hanno tutte le opportunità che hanno gli altri
La ritengo una cosa persino
Sì ho stupida da dire cioè nel senso trovo anche trova anche un popolo anche un po'di vergogna nel doverlo dire
Vengo da una famiglia in cui la disabilità di altro genere è stata affrontata
In altri tempi devo dire tempi molto brutti
In cui persone della mia famiglia purtroppo hanno pagato addirittura con la vita
L'ignoranza erano altri tempi per fortuna fossero nati oggi non avrebbero avuto quel problema sarebbero stati inclusi
Come altre persone della della nostra famiglia che invece sono stati non solo in cui c'è stata una grande risorsa per il territorio nel quale hanno vissuto
Finché hanno potuto questa per me è una grande occasione però da giornalista lo dico per entrare in un mondo
Che entra entrata oggi anche in un articolo di presentazione nel nostro giornale ma entra ufficialmente e totalmente negli argomenti
Nei temi
Nello sguardo di leggo il mio giornale
Avevo promesso brevità spero
Di aver rispettato il l'obiettivo e immediatamente passo la parola all'onorevole Marina sereni vicepresidente della Camera oggi ci accoglie in casa sua
Che per la casa nostra diciamo la verità però diciamo fa la padrona di casa oggi sicuramente
La facciamo parlare immediatamente all'impegno molto importante sappiamo sono giorni molto importanti per il Parlamento
E quindi
Prego
Grazie grazie a tutti intanto un saluto a tutti i nostri amici io sono qui perché sono un'amica dell'Enzo lo dico esplicitamente
Sono qui perché nella
Precedente legislatura
Ho presentato una proposta di legge per il riconoscimento della lingua dei segni e ho
Potuto toccare con mano
Quanto fosse complessa la discussione attorno alla lingua dei segni poco fa il nostro moderatore ha detto
Sembra quasi banale
Stupido dire che cento mila italiani italiane
Che sono non udenti a diversi diverse modalità debbano avere il diritto di essere incluse e quindi dei vanno poter comunicare debbano poter comunicare completamente nell'arco della loro vita in tutti i luoghi della loro vita
Eppure quando nella precedente legislatura io mi avvicinai con lo stesso atteggiamento del privi di Moretti a questo tema
Ripresenta in un testo che era stato adottato dalla governo della precedente legislatura ma che non aveva
Concluso il suo iter scoprì in quel momento che invece la discussione era molto più complessa
Che aveva dei profili costituzionali perché la nostra Costituzione dice che esiste una lingua nazionale che la lingua italiana
E perché
C'era una divisione lo posso dire così in maniera
Diciamo tranquilla all'interno dello stesso mondo delle associazioni
Che rappresentano le persone affette da sordità
Quella discussione non è stata inutile però perché in questa legislatura
Alcuni colleghi io mi sono astenuta per la carica che attualmente ricopro sono la vice Presidente della Camera
Ma alcune colleghi alcuni colleghi sia della mio gruppo politico ma anche di altri hanno presentato una nuova legge
E questa nuova legge è molto più complessa ma probabilmente superate
Quella discussione che io ho ascoltato negli anni passati non c'era nella mia proposta e certamente non c'era nell'Enza l'idea di dover obbligare le persone
Affette da sordità ad usare la lingua dei segni c'era la volontari di dire che chi la vuole usare
Sia messo nelle condizioni di conoscerla
Di usarla e di poter fruire di alcuni servizi basilari penso prima è stata citata la televisione penso alla scuola penso ad altri luoghi
Importanti della crescita della vita di ogni persona
E il testo che io ho visto in questi giorni che è frutto dell'elaborazione anche
Dell'ENSE che alcuni colleghi e colleghe hanno assunto e presentato a esattamente questa ambizione
Quella di dire ci possono essere
Più scelte individuali familiari nessuna è la scelta
Da obbligare da imporre ai singoli soggetti perché chi non vuole usare l'apparecchio adesso lo dico con la persona e
Può e deve essere messo dei container le condizioni di
Di usare la lingua dei segni chi non vuole fare diciamo la lingua UTAP utilizzare lingue segni deve essere un messo nelle condizioni di fare un altro percorso
Probabilmente la soggettività di ognuno di voi come per qualsiasi cosa guardate come per qualsiasi tipo di esperienza che le persone
Compiono ogni giorno ogni giorno ogni giorno noi affrontiamo delle scelte che sono influenzate dalla nostra soggettività dal nostro contesto
Dalla nostra esperienza e quindi è giusto e credo che questa legge con anche un titolo ovviamente ora molto più complessa e molto più lungo disposizioni per la rimozione delle barriere della comunicazione
Per il riconoscimento della lingua dei segni italiana e della lista tattile nonché per la promozione dell'inclusione sociale delle persone sorde sordocieche con disabilità uditiva in genere ecco questo testo che non a caso
Come dire si è
Arricchito nel titolo e soprattutto nell'articolato questo testo mi sembra una base di partenza
Decisamente meno conflittuale rispetto a quello che io stessa avevo tentato di presentare nella precedente legislatura quindi
Io sono qui per dirvi primo che nella presidenza della Camera avete un'amica quindi se servirà quando servirà per calendarizzare questa legge per portarla in Aula
Per approvarla voi avete in me un punto di riferimento sono sicura
Che le colleghe colleghi qui ce n'è qualcuno che hanno presentato sia alla Camera che al Senato
Il loro le loro proposte saranno determinate per
Andare avanti
E sono fiduciosa lo dico così perché purtroppo queste sono giornate difficilissime in Parlamento che se passiamo lo scoglio di questi giorni
Cioè se si avvia un percorso ovvero di riforma elettorale costituzionale quindi se superiamo le resistenze che sempre quando si parla
Di riforme si manifestano e cominciamo questa strada allora avremo il tempo sufficiente e lo spazio sufficiente anche ne per esaminare e approvare questa legge che considero una legge di civiltà poco fa ho conosciuto un parlamentare europeo che qui con noi
Che mi diceva che solo in tre Paesi dell'Unione europea non è stata ancora riconosciuta la lingua dei segni e l'Italia è uno di questi tre né e io credo che noi abbiamo
Il dovere tante volte diciamo ce lo chiede l'Europa ecco anche questo ce lo chiede l'Europa è un segno di civiltà è un impegno che ci dobbiamo prendere grazie a tutti
Grazie onorevole io mi scuso ma altri vi devo proprio salutare perché questa mattina se non vado a votare Mincato
Ringrazio
Grazie
Allora
Si tratto diciamo che il presidente Petrucci
Oggi una giornata un po'particolare per tante ragioni insomma sicuramente la giornata complessa la Camera aveva già ragionata complessi sia per la città di Roma
Sotto questo nubifragio sapete sono tantissimi disagi tante le persone che stanno arrivando tra queste c'è anche il presidente che
Insomma troverà mezzi anfibi credo per per per giungere in questa giornata così importante anche per lui ovviamente
Si prima di dare la parola
All'onorevole Gullo che allo stesso tipo di problema ovviamente la nostra
Presidente sereni volevo soltanto revirement così ricordare en passant passaggio cioè che effettivamente questa lingua è così importante che in un determinati momenti della vita può esser veramente decisiva anche per la sorte delle persone immagino pronto soccorso
Oltre che ovviamente al mezzo al più grande strumento di inclusione che comunque ancora c'è in questo Paese che la scuola ovviamente
Per cui dare la possibilità dei ragazzi ragazzini
Di essere totalmente integrati ma insomma anche questo aspetto proprio il momento di emergenza ma è quello nel quale uno afferisce al pronto soccorso trovarsi qualcuno che sappia comunicare che sappia di
Di che cosa stiamo parlando
Chi di che cosa stiamo comunicando in quel momento può essere cruciale per la vita delle persone
Allora do la parola appunto in questo momento onorevole burqa
Saluto e ringrazio agli organizzatori i partecipanti al convegno
Questa iniziativa ha il pregio di portare l'attenzione su uno dei principi costituzionali fondamentali il principio di uguaglianza enunciato dall'articolo tre
Questo articolo costituisce un'opportunità che serve a migliorare progressivamente il nostro Paese
Indica che uno Stato veramente democratico favorisce propri cittadini per raggiungere i propri obiettivi indipendentemente dai differenti punti di partenza
Vorrei
Che da incontri come questo la politica e la società capissero che il riconoscimento dell'Avis
Costituisce un contributo all'attuazione di uno dei principi fondamentali della nostra Carta costituzionale il riconoscimento della liste insieme con un sempre maggiore con una sempre maggiore sensibilizzazione della Società avverso
La maggiore conoscenza delle problematiche legate alla sordità serva a contribuire ad abbattere le barriere tra utenti e i non udenti
Questo è uno degli asset
Vic che dimostra come legislatori
Costituzionali abbiano saputo scrivere un testo in grado di supplire anche a distanza di tempo alle mancanze della nostra società e del nostro sistema legislativo
Quindi riconoscere la LIS significa contribuire a unire veramente gli italiani utenti assorbiti bisogna capire che siamo tutti fratelli anche se possiamo parlare linguaggi differenti
Uno Stato democratico deve contribuire all'integrazione reciproca di tutti
Inoltre il mancato riconoscimento della disse costituisce un controsenso infatti Italia lavora moltissimo per il dialogo tra i popoli tra le nazioni e tre continenti
Ma il nostro Stato nelle sue diverse articolazioni non riesce a comunicare con troppi figli italiani sordi
è mancata in questi anni una risposta agli sforzi di interlocuzioni delle persone sorde ma spero che tale vuoto venga colmato in questa legislatura
Per questo ho aderito con entusiasmo sia questa conferenza sia la proposta del presidente Petrucci di presentare un disegno di legge relativo alle disposizioni per la rimozione delle barriere della comunicazione
Inoltre raccordando Nicolla Enzo ho presentato altri disegni di legge su cui vorrei portare la vostra attenzione
Questi progetti di legge vogliono contribuire dopo che verrà riconosciuta la disse all'effettiva partecipazione democratica e alla reale inclusione sociale
Delle persone sorde ho presentato progetti di legge per chiarire l'istituzione della figura dell'interprete per sordi e la modifica degli articoli centodiciannove del Codice di procedura penale
E centoventiquattro del Codice di procedura civile che riguardano i modi in cui vengono sentite le persone sorde nei procedimenti giudiziari
Gli obiettivi sono quelli di consentire che le persone sorde possono avere a disposizione interpreti realmente preparati e certificati dall'Enzo
Inoltre nei procedimenti giudiziari e nell'attività giuridica non può bastare un interprete qualsiasi ce ne vuole uno aggiornato anche e soprattutto in materia di diritto
Quello che vorrei che la nostra società capisse le difficoltà che incontrano i sordi nella vita di tutti i giorni
Augurando buon proseguimento dei lavori do la mia disponibilità per lavorare affinché a iniziative come queste si svolgano in tutta Italia
Quelli volgendo politica e società civile per far comprendere che un lavoro di tutti si supera il polo con un lavoro di tutti si supera qualunque barriera
Vorrei che si capisse che questi problemi sono superabili con il lavoro e la buona volontà di tutti io farò la mia parte grazie
Grazie allora il bullo
Che viene chiamata anche le grazie assoluto dovere di parlamentare in questo momento
E invito qui per un saluto da parte del Ministero della difesa e la maggiore generale Michele Anaclerio che del ministro senatore Mauro e il Consigliere appunto proprio per la per la sanità
Grazie
Ringrazio e il Segretario generale
Il ministro Mauro
Che oggi si trova a Bruxelles
Sarebbe sicuramente intervenuto
A questo importante conferenza che l'Ente nazionale per la protezione e l'assistenza delle persone sorde ha organizzato allo scopo di dare un impulso deciso
Al riconoscimento della lingua dei segni italiana
Come d'altronde previsto dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che l'Italia ha ratificato nel marzo del due mila nove
Il ministro che come tutti sapete ha autorevoli trascorsi di europarlamentare riconosce con convinzione l'importanza che in Italia si proceda
Dopo i necessari approfondimenti scientifici sociologici ad interventi normativi e legislativi che valorizzino
Questo prezioso strumento di comunicazione
Tra cittadini sordi ed utenti allo scopo di evitare quella esclusione sociale bene espressa dal titolo di una comunicazione in programma stamane
La comunicazione è vita
Sono qui ad assicurare al nome del Ministro Mauro che il dicastero della difesa per quanto concerne le proprie competenze darà il proprio convinto il fattivo contributo a questa nobile battaglia di civiltà
Che la vostra associazione anche con la Conferenza di oggi
Stam meritoriamente combattendo
Ringrazio per l'attenzione e auguro buon lavoro a tutti
Grazie generale
Volevo
Rendervi partecipi di alcuni
Saluti che sono giunti e che troverete poi integralmente riportati negli atti del nostro
La nostra giornata
Da alte cariche dello Stato da altri parlamentari che oggi non sono potuti essere qui perché impegnati in altre vicende istituzionali intanto soprattutto il saluto del del Presidente del Senato la Repubblica senatore Pietro Grasso
Dell'onorevole Fabrizio Di Stefano
Del senatore Pagliari
E anche del ministro delle riforme costituzionali Gaetano Quagliariello
Adesso invece
Ringraziando ovviamente per questi indirizzi di saluto ripeto che troverete poi integralmente riportati con
Le parole di apprezzamento per il lavoro che si sta svolgendo che si è svolto fino adesso per arrivare a questo convegno e anche ovviamente l'auspicio che questo convegno sia
Il volano perché prima si accennava serena accennava al fatto
C'è stato segnalato che l'Italia è tra i tre Paesi che non hanno questa
Questo strumento legislativo che che equipara LIS resterebbe il problema è che l'Italia è l'unico grande Paese dell'Unione europea che non c'era e questo gli altri due sono Paesi molto più piccoli
E quindi questo dato è un'ulteriore a mio avviso segnale che noi dobbiamo dobbiamo qui riportare
A questo punto voglio dare la parola alla la sua Eminenza il Cardinale Salvatore De Giorgi che Arcivescovo emerito di Palermo e da sempre stato molto vicino insomma i temi della disabilità e ci voleva
Dare un indirizzo di saluto può anche venire cortesemente grazie
Un cordiale saluto a tutti i presenti
E in particolare agli organizzatori
E agli illustri relatori della Conferenza
Lieto di partecipare oggi
Ed esprimere
Vivo apprezzamento per una iniziativa che onora la benemerita associazione dell'Ente nazionale
Per l'assistenza e la protezione dei soldi
I quali
Sono particolarmente cari alla Chiesa
Perché è particolarmente cari a Gesù come risulta dal Vangelo
La prospettiva dei sordi che odiano chiudono e dei Monti che parlano e a uno dei segni rivelatori del Messia secondo il profeta Isaia
E si è avverata in gestione
Che compie uno dei primi miracoli proprio guarendo un sordomuto allora una persona condannata a vivere davvero completamente in maniera marginale
Eppure
E importante sono altre persone a parlare per lui a pregare Gesù abbellirlo
Un particolare significativo per quanti operano
All'onorevole servizio dei sordi
Quindi possiamo dire che e l'ha già sto Orta allora ecco atto impedì giusto
Vedono appunto il popolo sordomuto che veniva segregato e loro sono avvicinato Gesù per chiedere questo miracolo miracolo tempo deve continuare nella storia dell'umanità
Ed è bellissimo quella quell'episodio pensate in Gesù
Prende ristorno minuto in disparte
Cerca un rapporto personale con lui
E conti alcuni gesti molto concreti
Edilizia a comunicare
Così senza parole
Con il solo calore delle mani con una carezza sugli orecchi e sulla bocca
Comunque il volto fra le mani
Guarda in alto in preghiera
Dirittura mette un sospiro che può indicare una partecipazione commossa alla condizione testardo muto
E nella sua lingua aramaica ne dice e fatta
Cioè apriti quasi riprendi ad ascoltare e scioglie il nodo che impedisce di parlare
Sono un gesto è una parola che la Chiesa ha voluto conservare come segno esplicativo del battesimo dal forte impegnativo simbolismo per i cristiani
Ma anche e di conseguenza come segno della sua particolare attenzione pastorale verso i sordomuti
Un'attenzione esperta Giada al Magistero della Chiesa
Penso anche la Conferenza episcopale italiana che ha un settore pastorale per disabili
Ma in modo particolare per l'impegno operativo di istituzioni ecclesiali di congregazioni religiose finalizzati al servizio dei sordomuti
Con opere di alto valore sia terapeutico si educativo per agevolare il loro pieno inserimento nel tessuto sociale
Ricordo per tutti i santi eliporti Mangone
Fondatore della Congregazione delle suore stanziale visto che i cuori
Che ha dedicato tutta la sua vita a questo scopo
Per cui ha ragione viene considerato come era postero dei sordomuti anche essere viene riconosciuto come protettore stampe incesto distanti che ebbe una cura particolare per un sordomuto
Per quanto riguarda l'oggetto l'interesse particolare di questa Conferenza ricordo l'attenzione della Chiesa sulla necessità di valorizzare la lingua dei segni
Sia istituendo corsi specifici di conoscenza di approfondimento e di formazione
Sia valorizzando di interpreti nelle celebrazioni liturgiche sia pubblicando
Specifici testi pubbliche biblici di catechesi di magistero per agevolare la formazione umana e cristiana dei sordomuti io ho partecipato in diverse diocesi
Doveva parlare Petronio che si estende però monsignor Paglia per pervenire ha dato un contributo notevolissimo su questo
Per cui
Il mio augurio
Un augurio di cuore
Che le istituzioni qui stiamo nel cuore delle istituzioni siano sempre più sensibili e attente a questo scopo
E che le nobili iniziative proposte per finire dall'Ente nazionale siano prese nella dovuta considerazione non come un favore da chiedere ma come un diritto da onorare grazie
Grazie grazie molte
Chiamò in questo momento a parlare il senatore Margiotta lo anticipiamo perché non Nelli negli interventi perché anche lui
è chiamato oggi queste giornate molto particolare dei nostri
Parlamentari
Molto importante il contributo
Sezionatore perché lui appunto il vicepresidente della Commissione parlamentare di vigilanza sulla RAI e parlando di comunicazione lo sappiamo quanto sia importante da questo punto di vista proprio il contributo dalla televisione in questo caso della televisione di Stato
Sì grazie anzitutto dell'invito al quale ho preso parte con grande piacere ma devo dire anche cancellando una serie di impegni che avevo giù nel mio
Territorio lucano della piccola Basilicata questo perché nella vicenda politica che sto vivendo in questa fase
Di vita istituzionale di vicepresidente della Commissione di vigilanza RAI come si diceva un attimo fa e in particolar modo in questi giorni di relatore del contratto di servizio che regola gli obblighi della
Concessionaria RAI
Rispetto al Ministero quindi rispetto al Governo allo Stato uno degli aspetti che più mi ha colpito e su cui penso di dover provare a dare un contributo
Rilevante se ci riesco è esattamente quello della inaccessibilità dei sistemi di comunicazione
Abbiamo audito molte delle sigle che in qualche modo rappresentano
Le vostre realtà da dalla Enzo prima di tutto fiaba fiche animo se spero di non aver dimenticato nessuno e di averle pronunciate
Esattamente perché siamo partiti Ida un primo incontro interlocutorio che ho avuto quando le persone che peraltro sono presenti in sala
Dall'
La convinzione che in questo contratto di servizio bisogna fare un
Passo in avanti decisivo
Per rendere accessibile appunto la comunicazione a tutti coloro i quali hanno problemi
Non ci sono abbonati di serie B chiediamo a tutti di pagare il canone anche i sordi e giusto che esordì possano fruire di tutti i programmi allo stesso modo come accade per tutte le altre persone
E mi veniva
E mi veniva da fare due esempi in particolare perché
Rientrano anche nella nella concezione dirai faccio un brevissimo inciso cioè una polemica politica al momento sul se la RAI debba fare sull'informazione educazione
Oppure come credo io informazione educazione anche se vago e divertimento perché tutto il servizio pubblico
E allora faccio due esempi uno di informazione uno di svago che mi hanno molto fatto riflettere il primo pensate Rainews
Tre grosse
Un canale omnibus appunto che da notizie ventiquattro ore su ventiquattro senza alcuna pausa perché in questo momento dalla nostra città importante che tutti siano
Informati all'istante
Perché mai
Un sordo deve invece aspettare quella edizione del telegiornale col sottotitoli che magari sarà trasmessa quattro cinque ore dopo il fatto mentre uno che sente regolarmente può avere la notizia immediata
Bisogna assolutamente che anche da questo punto di vista ci sia un accesso parificato alcune volte voi un canale Euronews anche una funzione sociale pensate quando vie una catastrofe climatica o cose peggiori o comunque la notizia di emergenza
è giusto che tutti abbiano quella notizia d'emergenza allo stesso modo perché magari dalla vere o meno quella notizia puro persino dipendere la vita l'incolumità delle persone salvare una persona
E allora è assurdo che il canale Euronews non abbia
Contemporaneamente un servizio di sottotitolazione o meglio di linguaggio dei segni cosa di cui dirò tra un attimo in modo che tutti possano vederlo allo stesso modo
E questo è un esempio nel nella cosiddetta information ma passando allo allo svago
Una cosa che mi ha colpito molto mi minimi ci hanno fatto riflettere e quella dei cartoni animati c'è un
Canale che si chiama Raiot io che trasmette cartoni animati per i nostri bambini
I bambini oggi vedono tutti un cartone animato che si chiama Peppa PG
E poverini quelli che non sento no non posso non hanno neanche un argomento con cui parlare con i loro amici sentiranno e l'orario amichetti capiranno che loro amichetti vedono tutti questo cartone animato il loro non avranno potuto
Frisullo umiliando due volte un bambino che soffre ovviamente più di noi adulti la propria differenza rispetto a tutti gli altri
Ecco perché su queste cose bisogna essere decisi duri non
Non mollare il vostro lavoro e questo convegno aiuta moltissimo
C'è poi una
C'è c'è
Un una discussione tra di voi nella quale non entro visto anche appunto audendo le diverse
Silvio vecchi alcuni preferiscono il linguaggio dei segni altri preferiscono i sottotitoli io penso esattamente come stiamo facendo in questo momento che non bisogna scegliere bisogna fare tutte e due le cose sottotitoli
E il linguaggio dei segni una cosa così chiare così netta che non ci si dovrebbe neanche perdere tempo
Alcuni mazzare e peraltro
La posizione della dell'associazione che oggi ha organizzato questo convegno
E devo dire non è una captatio benevolentiae ma la
La vostra audizione è stata veramente illuminante per tanti aspetti siete stati bravissimi avete convinto i commissari e credo riusciremo a fare un bel lavoro
Ci può sì e si potrebbe fare qualcosa in più la BBC in Inghilterra ha dedicato persino un canale web per insegnare linguaggio disegna più piccoli anche i più piccoli che
Che invece sentono perché sa perché aiuta a parlare per esempio un bambino
Che chi chi chi sente parla con uno che non ci riesce sarebbe bello che
Mi piacerebbe che mio figlio sapesse parlare che piccolino sapesse parlare con un sordomuto anche capendo le interloquendo sono piccoli passi di civiltà che bisognerebbe fare e la RAI può aiutarci se il servizio pubblico
Fino in fondo
Chiudo davvero io ci sono sicuro che riuscirò
A anche perché ho visto che la sensibilità dei colleghi è stata piuttosto unanime non ci saranno divisioni politiche sull'argomento
Sono sicuro che nel contratto di servizi riusciremo a scrivere tutte le cose che ho detto tutte le cose che voi avete proposto poi siccome sono un uomo concreto di questo mondo della politica so che dopo aver le scritte
Dovremo controllare quotidianamente acché siano applicate
E anche in quello non basterà il lavoro che faremo noi ma sarà necessaria la vostra attenzione il vostro impegno la grande capacità che avete dimostrato anche oggi di saper lavorare per voi alla fine non solo per voi ma per la civiltà di questo Paese
Grazie grazie
Mente
Portando le parole del senatore
E ricordando quante volte questa mattina abbiamo detto che sono giorni particolarmente travagliati complessivi che stiamo vivendo qui alle Camere i fatti anche clamorosi che stiamo pubblicando sui nostri giornali eccetera eccetera
Quanta di questa informazione sia potuta arrivare alla gente alla gente non udente
Quante persone in questo anche i cittadini non udenti siano stati inclusi totalmente nel dibattito politico a partire
Dalla informazione dal sapere esattamente che sta succedendo una riflessione giusta io pensavo che viene in mente stamattina senatore
Oggi di radio giornali arrivando qui ovviamente erano invasi a Roma tutte le radio di Roma del dei problemi problematiche tecniche gli ascoltatori che chiamavano le radici hanno non passare su questa strada perché c'è il cavalcavia pericolose eccetera eccetera
Ecco tutta quell'informazione lì distrarsi servizio di persone sorde che oggi stamattina è stato in auto e quella cosa non lo potevano cogliere ecco insomma quanto importante dal punto di vista del dell'inclusione proprio
Pensare basta semplicemente in questo caso fare rimetterci e mettere a fuoco no io da da comunicatore devo dire la verità insomma intanto mi scuso perché per tutte le volte che non c'ho avuto questo pensiero
In questo momento attenta privato Presidente Petrucci che ha ha superato tutti gli ostacoli meteorologici che
Che giovi Truglio insomma ci ha voluto regalare stamattina da questo punto togliamo senz'altro ascoltare il suo il suo intervento Presidente
Salve a tutti
Questa giornata per me molto importante questa Conferenza anche organizzato l'Ente Nazionale Sordi
Con l'obiettivo appunto del riconoscimento della lingua dei segni mal nonno una lingua specifica una lingua che comunque riguarda
Lei a reale abbattimento delle barriere alla comunicazione quindi noi abbiamo voluto invitare tutte le autorità all'otto Rita politiche
Di qualsiasi gruppo perché da tanti anni nei tempi passati abbiamo sempre avuto ostacoli Hood suddivisioni di pensieri diversi di opinioni diverse
Di persone che ne nessuno guarda come sono io io posso usare la lingua dei segni possa essere bilingue possa essere una lista ognuno di noi
Può scegliere quello che vuole l'importante abbattere le barriere
Ed è una propria scelta libera quindi tutte queste situazioni che si sono create di ostacoli io voglio che adesso non se ne parli più perché voglio mettere da parte le lobby
Che ci sono e che ci sono state io faccio parte sono una famiglia un po'di Sordi tutti o un po'complicata usi utilizziamo mio figlio il primo utilizza la lingua dei segni perché sordo profondo il secondo è lì che sordo lieve
Ma comunque utilizza la lingua dei segni la terza ed è o deludente comunque conosce la lingua dei segni quindi nella mia far in via utilizziamo tutti e tre tutti i tipi di comunicazione e non abbiamo nessun tipo di barriere a trecentosessanta gradi
Quindi se diverse tipologie di metodo di utilizzo di comunicazione quindi nella mattina nella vita di tutti i giorni nella vita sociale
Quindi con i miei colleghi di lavoro
Devolvendo sempre difficoltà ad avere a reperire informazioni anche a livello sindacale per quanto riguarda i contratti di lavoro devo cercare un interprete che mi mi traduce le le prime informazioni
A cui noi io non arrivo a recepire devo andare a scuola vedere l'inforcata ad avere informazioni per quanto riguardano i miei figli ma non riesco ad Aosta ancora anche lì e quindi non riesco ad essere integrato quindi
Tutto questo è necessario perché vuol dire che dà anche mia figlia deve avere su poi mi figli devono avere il supporto necessario
Per poter abbattere le barriere quando torniamo a casa ci raccontiamo le difficoltà che abbiamo avuto tutti i giorni tutta la giorni in tutta la giornata ognuno di noi
Quindi penso che anche gli altri al limite all'esterno devono vedere non si può occupare soltanto
Riconoscimento della lingua o estero la visti oppure Ceglie rende l'impianto o le però la protesi d'azione bisogna vedere che ognuno di noi
Deve o scegliere l'appello nella propria il proprio metodo di comunicazione e quindi prevede la presentazione di questo disegno di legge vuole essere o con l'obiettivo di dare pari opportunità a tutti quanti quindi qualsiasi cosa che non meno di noi vuole scegliere per cupo ter comunicare a trecentosessanta gradi
è opportuno che ce l'abbia perché è un diritto quindi come abbiamo visto
Alla vigilanza RAI
Le difficoltà che ha come a relazionato prima il relatore
Le difficoltà che ci sono state per poter per capire qual era la situazione e avete visto qui con l'abbiamo portato come esempio che è possibile avere un'accessibilità a trecentosessanta gradi come in questa giornata di oggi nessuno a degli ostacoli quindi
Spero che la politica possa
A venirci incontro per raggiungere questo obiettivo riconoscimento
Della lingua dei segni per poter abbattere le barriere alla comunicazione supportarci in questo percorso che sta per iniziare perché da tanti anni a abbiamo aspettate aspettiamo ancora vogliamo un vero riconoscimento proprio per abbattere le barriere alla comunicazione per noi tutti
Quindi chiedo di collaborare insieme a noi al massimo
Negli altri Stati se è già stata riconosciuta la lingua dei segni
Ancora in Italia ci troviamo un passo indietro quindi chiedo alle autorità presenti le parla parlamentari e non
Di avere maggiore sensibilità con l'obiettivo della LIS
Anche
Per noi così abbatte anche per noi la barriera la comunicazione perché nella vita di tutti i giorni ed stanchi sordo ciechi vivono questa difficoltà
Se non è un non esistesse la triste tattile per loro sarebbe una che l'indizione peggiore anche per le persone sordocieche
Quindi dovete capire che noi siamo sulla stessa strada è sulla stessa barca per poter abbattere finalmente la barriera per tutti
Grazie
Grazie Presidente
Questo punto passo la parola Costanzo del vecchio segretario dell'ENSE che entra nel merito ci spiega di che cosa stiamo parlando oggi
Quindi
Nel progetto di legge per lo dissi
Buongiorno a tutti
Un saluto a tutti i presenti e prima di affrontare insomma in maniera un po'più profondità questa
Questo questo disegno di legge che comunque è già stato venne illustrato nei temi che si propone di affrontare da chi
Mi ha preceduto vorrei
Rivolgere un ringraziamento
A non solo all'Autorità politiche religiose che ci hanno onorato della loro presenza ma rivolge un ringraziamento anche alle associazioni degli interpreti che hanno voluto collaborare con noi agli ospedali morti e li ringrazio
Sentitamente per la loro disponibilità
E ai per noi anche appunto un segno di aggregazione per cercare di raggiungere un un obiettivo comune che appunto quello della riconoscimento della lingua dei segni e per cercare di abbattere definitivamente le barriere della comunicazione
In questa Conferenza e questo convegno abbiamo inteso coinvolgere quanto meno con gli inviti che sono stati per lo più accettati e di questo siamo particolarmente grati
Tutte quelle autorità e tutte quelle
Quei soggetti che hanno a vario titolo collaborato in questi anni con lenza un particolare ringraziamento devo rivolgerlo al dottor Greppi che saluto dell'Agcom con la quale abbiamo modo di confrontarci
In maniera piuttosto frequente appunto per la tutela del delle persone delle persone sorde voi sapete bene che l'Agcom si quell'autorità che si occupa della tutela dei consumatori di futuri del informazioni e ha un particolare riguardo per le persone disabili e a sua volta ancor più al riguardo specifico per le persone per i disabili
Sensoriali che hanno una maggiore difficoltà
Nell'accesso appunto i contenuti televisivi radiotelevisivi non posso non citare il i rappresentanti di Telecom Italia ingegner Volpe l'ingegner Da Cariello che ringrazio per la loro per e senza voi sapete più tardi mi sa la un intervento i vi spiegherà meglio pregnante profondità il motivo della loro presenza ma voi sapete che è un'azienda che sta
Da parte particolarmente sensibile alle problematiche e dei delle persone con disabilità in particolare per i colleghi sordi e tutta di avremo un davvero un
Una dimostrazione concreta di ciò che si può fare anche in in una in un'azienda che ovviamente
Importante ma che nella non non pensa esclusivamente a fare business come è giusto e naturale che si estendono azienda ma o una particolare sensibilità verso i colleghi che hanno difficoltà in questo caso le le persone sorde
Spero di non aver dimenticato nessuno se ho dimenticato qualcuno chiedo umilmente scusa ma in questa occasione facile scommettere di queste gaffe
Qui lo nelle noi abbiamo deciso di dare un titolo acquisto a questa Conferenza o Progetto di legge un progetto di vita perché
Perché noi riteniamo che la lingua italiana dei segni una volta riconosciuta possa davvero rappresentare
Un un progetto di vita per le persone sorde e chiaro che i sordi come tutti gli altri cittadini sono cittadini italiani e ci mancherebbe altro lo diceva rigo va bene prima io senatore Margiotta gli si chiede di pagare il canone che non solo che gli si chiede di pagare i di tasse e tributi ed è giusto che sia così
Però sono cittadini che purtroppo non sono pienamente integrati nella società italiana non sono pienamente integrati non perché non vogliono integrarsi ma perché hanno una reale oggettiva
Problematica che quella di poter interloquire poter comunicare con persone che prudenti non conoscono la lingua dei segni o che comunque non hanno la possibilità non hanno quella capacità di poter interloquire con loro e allora vi è appunto uno strumento che la lista che consente di abbattere le le barriere della comunicazione e consente la piena integrazione e Latina interazione
Con la società con i soggetti che che li circondano
Allora noi pensiamo che rimuovere questi ostacoli riconoscere dignità
Alla lingua italiana disegni riconoscerla come in lingua e sulla sulla mente un segno di integrazione di a ulteriore acquisizione di questi cittadini all'interno della società italiana
Prima è stato lo ricordava prima
L'onorevole Sereni l'Italia e uno di quei tre Paesi che purtroppo dall'interno ambito dell'Unione europea non ha riconosciuto la lingua di Segni nonostante abbia già recepito con la Convenzione dell'ONU che invece imponeva o quanto meno invitava al riconoscimento
Delle lingue disegni dei rispettivi Stati ecco noi riteniamo che
Ora si sia giunti ad un punto in cui le istituzioni non possono più un possono più sfuggire
Noi abbiamo presentato un testo è stato ricordato anche prima che e rispettoso dirla delle varie sfaccettature della disabilità sensoriale e della disabilità uditiva
Voi meglio di me sapete che la sua vita è una disabilità complessa e in maniera altrettanto complessa deve essere affrontata allora
Livelli sostanzialmente questo disegno di legge stabilisce un principio un principio cardine che libertà cioè la libertà di scelta della persona sorda sul metodo di comunicazione riconoscendo a tutti i metodi
Pari dignità quindi la lista gli Stati le
Il l'impianto cocleare gli impianti gli impianti le protesi acustica e quant'altro senza tralasciare ovviamente il metodo realista l'importante riconoscere a questi
Metodi parità pari dispetto e soprattutto rispetto per le persone sorde
Non l'abbiamo detto anche in in audizione lo ricordava prima il senatore Margiotta vanno cinque siamo rimasti quanto sorpresi quando qualcuno dice no ma Lellis discrimina ben no
La lista include non può essere allargare i diritti non può essere mai discriminazione faccio un esempio che faccio più volte ma voi immaginate di i rappresentanti dei vari Stati all'ONU
Che lottano quotidianamente questioni
Tutte molto importante e tra queste il
La l'abbattimento delle diseguaglianze sociali e quindi per la piena integrazione per la rimozione delle discriminazioni
Che tutti seduti come stiamo qui oggi ci dicono decidono una qualcuno dobbiamo discriminare è oggi discriminarne sorde quindi ci inventiamo la lista
è assolutamente paradossale
Io penso che
La disse l'allarme al largo all'allargare i diritti non possa mai pregiudicare
Poi pregiudicare una persone quindi può portare la discriminazione delle persone eliminare e non riconoscere i diritti che sono propri della persona e dei cittadini e allora
Volendomi comunque
Volendo aderire all'invito del moderatore a non attacca e che quindi lascia spazio a tutti gli interlocutori penso che questa sia una un'importante un'importante occasione un'importante occasione per per tutti i sordi un'importante occasione dove spero che
Ma grande famiglia dei sordi possa ritrovarsi unità per poter
Evidentemente dare un impulso importante un forte sostegno a questa a questa proposta di legge e che noi ci auguriamo però questo
Tocca a a chi siede in queste aule dare un importante impulso per dare vedere presto riconosciuto a quello che un diritto essenziale che per troppi anni in Italia è stato ed è ancora ignorato
Vi ringrazio auguro lui tutti un buon lavoro e
Ridò la parola al moderatore nella
Sì perché adesso entriamo in uno dei Pannella della mattinata
Che fa insomma il tema direi di fondo accessibilità vita quotidiana insomma l'abbiamo chiamato no in fondo è è proprio quello che
è quello che sarà l'obiettivo finale
Una volta approvata questa questa questa legge una volta fatti passi concreti
Quindi cambiare la vita delle persone ovviamente anche anche grazie a una legge dobbiamo salutare diciamo ci dispiace di non avere avuto qui il contributo del professor chiedo scusa
Tullio De Mauro
Grande linguista è un male di stagione simile a quello che faccio io c'è qualche linea di febbre e quindi oggi non ce l'ha fatta non ce l'ha fatta essere da noi
Sì ho visto che è arrivato arrivato l'onorevole Scurria un europarlamentare proprio di riferimenti all'Europa l'abbiamo fatti già da parecchi già questo ritardo dell'Italia rispetto all'operazione che certamente non ci piace
Chiaramente adesso gli passiamo subito la palla perché ovviamente lui stesso ci dica
Che cosa si può fare lì per aiutare qui l'Italia ad essere adeguata ai suoi
Ai suoi impegni presi
è qui da prendere ancora
Buongiorno a tutti e
Grazie di questo invito limiti di questa
Grande partecipazione
Sono qui saluto ovviamente l'associazione l'Ente nazionale
Sordi saluto il suo Segretario generale segretario nazionale
Io Costanzo Del Vecchio
Sono qui a portarvi anche
Il saluto di Giorgia Meloni nel Presidente del mio partito fra l'Italia
E saluto anche il mio collega europarlamentare che poi sicuramente più e meglio di me essa avrà intervenire su questa
Vicenda proprio perché segue da vicino a Bruxelles a Strasburgo tutta tutto ciò che riguarda questo mondo oltre ad impegnarsi
Evidentemente nella né nel mondo del sociale parlo
Appunto del collega cosa che e qui e che saluto caldamente
Sono qui anche per portare ovviamente il tutto il il mio appoggio e l'appoggio della Mondo che rappresento al disegno di legge che la vostra associazione a presentato
Perché io vengo da un mondo quello di Bruxelles dove viviamo attraverso le lingue siamo ventotto paesi
Parliamo ventiquattro lingue ventiquattro perché quattro sono
Diciamo spalmate su altri Paesi insomma non c'è l'austriaco c'è il tedesco non c'è
Il belga o il lussemburghese c'è il francese
Non c'è la lingua di Cipro ma c'è il greco
Che e quindi viviamo costantemente in una situazione in cui civili sforziamo di comprendersi tra noi
E non è un caso che proprio lì in quel Parlamento all'interno all'Unione europea
Sugli voluto dare l'avvio al riconoscimento naturale direi quasi
Obbligatorio della lingua dei segni
E purtroppo
Dobbiamo ancora una volta riscontrare come il nostro Paese come diceva giustamente il nostro interlocutore anche da questo punto di vista in ritardo
Io penso che sia una vergogna nazionale che dobbiamo quanto prima superare quindi
Ben venga questa possibilità di dare seguito alla legge che voi oggi presentare su cui la politica deve prendere un impegno
Lo dico perché è proprio la Commissione europea proprio insomma il commissario Reding che su questo ha dato vita ad un progetto pilota proprio per cominciare ad inserire la lingua dei segni all'interno delle istituzioni europee
Una progetto pilota che il Parlamento europeo ha finanziato nell'osso nel bilancio precedente con settecentocinquanta mila euro
Ed è semplicemente l'inizio di un percorso che vuole arrivare lontano
Diceva giustamente la commissaria che sembra strano come la lingua dei segni che alla prima lingua quella più naturale quella più immediata quella più universale perché ci siamo capiti tutti ci capiamo tutti
Attraverso dei segni in cui diventiamo in qualche modo tutti uguali nel e attraverso la quale abbattiamo tutte le barriere possibili
Se mi permettete una battuta si è visto anche oggi nel caos terrificante di Roma come tra vigili
E persone che girano da Roma ci si intuisce molto più velocemente con i segni talvolta anche in maniera non proprio urbana
Per cercare di superare le difficoltà allora con questa
Battute solamente per dire che in Europa siamo pronti stiamo avviando questi progetti perché
Perché è importante che da lì dopo che da lì c'è una riconoscimento si possa arrivare anche in Italia dove poi la la situazione davvero
Avverrà ante molte volte chi non vive questo mondo non si rende conto delle
Difficoltà più banali per affrontare la la giornate la vita quotidiana no andare a uno sportello in un ufficio pubblico riuscire a farsi capire anche talvolta per
Avere vedere riconosciuti i propri diritti penso alle persone che si devono
Recare
Urgentemente in un ospedale perché non sapere come fare non sapere come parlare non sapere come farsi capire al proprio medico penso le donne che devono partorire che talvolta devono spiegare anche
Ah infermieri medici le proprie problematiche magari le proprie energie come tutte le persone e non c'è
E non c'è nessuno
Che abbia la capacità
E la sensibilità
Di
Superare una barriera che rende l'uomo un uomo una donna una donna cioè tutti uguali tutte persone ecco io penso che questa situazione per chi come me rappresenta l'Italia in una
Dimensione europea è una vergogna a cui io non posso più che non posso più sopportare quindi il mio era solo un saluto perché ci sono molte più autorevoli persone che approfondiranno questi
Temi però sono qui per dirvi che ci siamo che ci saremo
Che questa legge la porteremo avanti per quello che possiamo fare nel senso che dentro il Parlamento italiano abbiamo una pattuglia che non è numerosissima ma una pattuglia uniti e si sa far rispettare lo abbiamo visto anche ieri
Nella vicenda della ignobile privatizzazione della Banca d'Italia che qualcuno ha voluto passa a far passare sotto silenzio il cui noi insieme ad altri gruppi invece abbiamo voluto raccontare agli italiani qual era
La ignobile scippo che si sta facendo il nostro Paese quindi siamo agguerriti ci teniamo quando prendiamo un obiettivo
Lo raggiungiamo lo portiamo a termine quindi da parte nostra sapete che avrete degli alleati che senza nessuna strumentalizzazione politica ma con una grande voglia vorrà vorranno cancellare questa vergogna d'Italia e ridare alla nostra
Nazione un peso nella civiltà che quella di far rendere le persone tutte uguali con le pari opportunità per poter vivere meglio soprattutto le persone che come voi ad una sensibilità particolare che possono insegnarci molto grazie per questa vostra per quel per questa vostra
Per questo vostro disegno di legge
Grazie
Grazie
Tanto qualcosa sta cominciando ad imparare ovviamente ho capito
Come si applaude nella nostra lingua e quindi
I prossimi applausi
La solo me lo posso fare però insomma diciamo ecco lo farò farò Pulfero
Chiamo adesso a parlare proprio è stato
è stato chiamati in causa Adam cosare contro l'europarlamentare ungheresi
E chi è il primo europarlamentare punto sordo e che ovviamente
Non è soltanto una presenza
Come dire o non era soltanto un elemento statistico è stato anche premiato lo scorso anno tra i parlamentari proprio per la sua attività la sua capacità di
Di introdurre i temi fondamentali da questo punto di vista ovviamente non sono soltanto quelli del
Per la sordità però insomma da questo punto di vista certamente è un anche motivo di orgoglio per una comunità come la nostra mi permetto di
Di associarmi se se me lo concedete
Quindi vorrei proprio che Adam cosa venisse a parlarci della lingua dei segni e dei diritti delle persone in Europa proprio perché venga a dirci manca anche lui che però
Viene dall'Ungheria che vive a Bruxelles eccetera vengano dare anche lui una mano all'Italia
Salve a tutti
Salve salve a tutti
Grazie all'Enzo innanzitutto per avermi invitato

Sono stato già quattrini anni fa se non se non sbaglio anche perché eravamo arrivati ad un buon punto per il riconoscimento tra lingua dei segni oggi siamo
Qua per continuare questo lavoro
Di che cosa parlerò quest'oggi
Innanzitutto mi presento sono Adam cosa
E sta lavorando per il riconoscimento a livello europeo nei vari Paesi dell'Europa per la lingua dei segni
Quindi so seguendo le realtà dei Paesi che sono quattro unto per
Aiutare
Vitali e sensibilizzare l'Italia perché la lingua dei segni è molto importante molte persone magari non non lo penso la mano
Voglio farvi vedere alcune cose magari quindici minuti per farvi capire quanto sia importante la lingua dei segni per noi
Esistono tanti tipi di sordità esistono sordo ciechi
E il problema che accomuna tutte queste persone la comunicazione il diritto alla comunicazione che è un diritto umano chiaramente sancito anche dall'ONU
Nel due mila sei è stato appunto sancito nel due mila sette
Appunto
è diventato anche un diritto che è stato riconosciuto per le persone con disabilità
Per lingua dei segni i sottotitoli
La stenotipia dall'Istat idee ogni forma di comunicazione e necessaria
Sono varie forme che possono essere proposte ed ognuno può scegliere quella che è più che più che più preferisce che più ritiene opportuno a questo significa non discriminare
Credo che
In futuro
Lo stesso Governo il Primo Ministro possa essere sordo
Perché
Avendo la comunicazione tutti sordi potranno lavorare senza problemi tutti i livelli così magari tutte le persone utenti potranno capire quali sono i nostri ostacoli alla comunicazione
Vorrei frontale quattro diversi punti chiaramente molto brevemente in Europa oggi come la situazione nei nei vari Paesi dell'Unione europea vi do un qualche informazione in merito
Ci sono tre diversi chiamiamoli livelli di riconoscimento
Il livello migliore il riconoscimento costituzionale quindi rispetto della lingua dei segni all'interno della Costituzione solo quattro Paesi hanno questo tipo di riconoscimento l'Austria la Finlandia
Il Portogallo
E chiaramente la mia Ungheria
In questi quattro Paesi la lingua dei segnali è sancita a livello costituzionale riconosciute
Il secondo diciamo livello in livello comunque sia importante perché
C'è una legge un testo di legge riconosciuto dove si parla di lingua dei segni
Una legge chiaramente indipendente quindi che parla di lingua dei segni e di diritti delle persone sorde ed iniquo disegni
Il Belgio ad esempio l'ACI e così la Repubblica Ceca la Slovacchia la Spagna
La Svezia
L'Ucraina in questi Stati c'è questo tipo di riconoscimento di lingua dei segni
Il terzo livello è un livello che noi chiamiamo misto magari la lingua dei segni viene inserita in leggi della di
Dei nelle leggi dei disabili magari nello spazio che riguarda la comunicazione quindi si parla
Di lingua dei segni e ci sono molti Stati che hanno questo tipo di riconoscimento come la Germania l'Olanda in molti altri
Io in questi anni ho lavorato prevalentemente sul secondo livello di riconoscimento che importante una legge sulla lingua dei segni per il diritto alla comunicazione
E quindi credo che
L'abbattimento delle barriere comunicative sia fondamentale e questa legge possa aiutarci a farlo
Chiaramente il Parlamento europeo sta lavorando moltissimo insieme agli altri membri del del Parlamento europeo stiamo lavorando affinché nei vari Paesi venga vengano riconosciute le lingua dei segni
Più volte abbiamo appunto abbiamo discusso di di lingua dei segni a livello europeo due volte abbiamo avuto dei risultati nel nel mille novecentottantotto ad esempio all'interno del Parlamento in del Parlamento europeo si è lavorato
Anche con lei udì
L'Unione europea dei sordi
E nel due mila undici di nuovo finalmente non è stata chiaramente promulgata una legge ma una Risoluzione sulla lingua dei segni quindi
Che sancisce che tutti i Paesi europei debbano riconoscere le lingua dei segni di questi Paesi l'Italia quindi deve deve in questo in questo periodo provvedere
Chiaramente dell'Europa
Dà delle indicazioni dell'indicazioni che però che dovrebbero essere recepite dal dagli Stati membri
Poi
Sarò
Sempre breve non vi preoccupate di parlerò un attimino della mia del mio paese della
Di riconoscimento della lingua dei segni che è venuto a quattro anni fa nel due mila nove in Ungheria
Quattro anni fa in Ungheria annuncerà nulla
I servizi di interpretariato erano veramente scarsi c'era molta discriminazione
Per la comunicazione poi l'Associazione dei sordi
Del
Ungheria
Ha iniziato a lavorare per poter
Avere un riconoscimento formale della lingua dei segni
Quindi siamo arrivati al
Duemilasei
E
Il due mila nove ufficialmente abbiamo avuto riconoscimento non vi posso raccontare come è avvenuto e quanto abbiamo fatto perché è stato un lavoro lungo però vi posso dire quali sono i punti importanti innanzitutto rapporti con la politica
Avere rapporti con la politica
A tutto campo in qualsiasi gruppo parlamentare
Per dare informazioni
Senza distinzioni di colori perché la lingua dei segni e importante è una forma di comunicazione veramente importante
E poi mostrarlo
Io sono molto contento punto che il nostro moderatore a ha parlato anche di ambulanza disservizi di pronto soccorso di tutto questo in questi ambiti la comunicazione è fondamentale
In Ungheria allo stesso modo abbiamo lavorato appunto sulla comunicazione in generale non solo per i sordi per risolto ciechi per fra le persone che utilizzano dei magari dei presidio dei
Ministro della strumentazione insomma abbiamo lavorato sulla comunicazione in generale sui sottotitoli sulla televisione
Anche sulla scuola quindi in ambito educativo abbiamo inserito tutti questi ambiti dove la comunicazione importante ne abbiamo racchiusi in un'unica legge
Cosa posso dirvi
Una volta che la legge viene riconosciuta non possiamo
Essere sì contenti quelle chiaro però non possiamo fermarci lì c'è tanto da fare c'è tanto tanto da fare dopo dopo il riconoscimento
L'ultimo punto che vorrei affrontare riguarda il futuro
Mi vedete ho davanti un tavolette
Non è che sono
Un
Chiaramente un una persona che fissata con la tecnologia ma vi posso dire che la tecnologia effettivamente ci aiutava tantissimo non completamente ma in gran parte ci aiuta
La tecnologia futura potrà essere inserita in moltissimi progetti in futuro per l'interpretariato in videoconferenza il Re leone
Quindi
I Governi stessi insomma avranno tanto da fare perché in futuro e le tecnologie potranno utili potranno essere utilizzate per per con facile comunicare al meglio
Poiché l'ultimo punto punto che vorrei affrontare
Per i futuri passi che farà anche l'ANSA
Dobbiamo essere uniti sono molto contento di vedere
Anche di aver seguito il discorso del presidente dell'ENSE che ha parlato di sordo ciechi
Di di persone protesi Zarate e quant'altro è importante perché l'unione fa la forza e tutti insieme si possono raggiungere gli obiettivi un sordo da solo rimanere rimane isolato
Un protesi Zatla solo rimane isolato sì magari entrare in conflitto non si raggiunge nessun obiettivo lavorando insieme supportando sì a vicenda
Si possono raggiungere grandi obiettivi
Tutto questo
Per concludere
Sì voglio dire che è importante che l'Italia uno sia uno dei tre paesi in cui la lingua dei segni non è stata riconosciuta ma spero che questo avvenga veramente nel più breve tempo possibile grazie
Grazie onorevole grazie
E continuo a lavorare così
Premio dell'anno scorso sia uno stimolo
Forte RAS prosecuzione del suo mandato
Vorrei chiamare a
Ad intervenire adesso la dottoressa Valentina Foa una psicologa
Ecco
Eccoci
Stiamo parlando di vita quotidiana accessibilità
Ex
Presidente
Anche in riferimento funzioni
Attenzione
Si sente
J
Però intanto incrociavano Notre anch'io sto attento però nel primo
Rettore perdente permanente negli italiani neanche italiane c'è ancora nessun trattamento e istituzioni canonicamente italiane
E impellente non mi sento
Qui non cito in tante città
Tutto in ordine giocano in cui il Trentino
Prendo sempre sul qui presente
Bene come avete visto ho cominciato a parlare con la mia voce
Penso che
Sicuramente voi non avete compreso perfettamente quello che io ho detto in quanto persona sorda e quindi probabilmente la mia voce non è così chiara
Coloro che tutti i giorni hanno modo di comunicare con me spesso e volentieri poco potrebbero non capirmi questa è una situazione di difficoltà nella quale voi pro potreste
Trovarli e nella quale la vostra attenzione Vieste in viene sollecitata ma è la stessa situazione in cui io mi trovo quotidianamente al contrario in quanto persona sorda o meglio mi spiego
L'accesso alla lingua italiana
Ce l'ho nel momento in cui
Posso l'avvio leggere
Ventiquattro ore su ventiquattro debbo la più leggere perché per rispettare determinate condizioni quindi ho bisogno di una persona che
Articoli molto bene
Quando esse articoli molto bene quando parla che sia molto chiaro che mi guardi e non si giri
In continuazione ci sono moltissime condizioni perché mi posto mi devono permettere mi possono permettere di comprendere la comunicazione
Però questo cosa vuol dire che l'accessibilità alle informazioni che io non è mai chiara non è mai al cento per cento
E facile che io perda sempre qualcosa
Ecco ritornando al discorso dell'avvio lettura e chiaro che noi la utilizziamo quotidianamente siamo abituati ad utilizzarla ma
Questo grazie alla persona alla prossima
Alla nostra vista quindi grazie al fatto che siamo possiamo vedere poi magari possiamo più o meno sentire o non so dire niente ma almeno vediamo e quindi possiamo l'avvio leggere
Ma ci sono delle persone e ci sono degli strumenti altri strumenti come hanno già detto chi ha già detto chi mi ha preceduto
Che ci permettono di e capire adesso voi riuscite grazie l'interprete LIS che
Sta mettendo in voce quindi mi sta producendo a comprendere quello che io sto quello che io dico e possibile leggere i sottotitoli quindi l'accessibilità e piena
Anche nel caso di
Dell'europarlamentare cosa che una persona straniera che non usa la lingua dei segni italiana avete visto che l'accessibilità comunque nel cento per cento grazie agli interpreti anche dell'Internazionale
Quindi tutto questo giro di comunicazione funziona
Nel momento in cui ci sono due lingue quindi lingua italiana parlate iscritta e
La lingua dei segni
Visto che questa lingua CEE ed esiste ma nel contesto attuale
è chiaro che
Queste sarebbe la condizione ideale la situazione ideale ma voi pensate alla vita di una persona sorda dalla nascita alla morte
Dovrebbe poter avvera lei questa situazione ideale potrebbe dovrebbe poter vivere in questa situazione ideale magari
Non su tutto ma dobbiamo
Pensare e immaginare di
Poter prevedere questo per un bambino sordo piccolo che magari non ha la possibilità di di leggere perché ancora non l'ha imparato e quindi ha bisogno la lingua dei segni nel momento in cui entrò nel mondo della scuola
Negli sportelli pubblici quando sarà una persona adulta le condizioni in cui ci troviamo adesso non sono assolutamente facilitate
Di conseguenza
Chiedo scusa mi sono dimenticata
Di
Farei vedere a voi oltre alle lingue che abbiamo visto anche quella della distanti lei come vede ci sono delle persone sordocieche con noi
Che vengono accompagnate e ve e possono accedere al
Tutte le a tutto il la mattinata grazie a dell'Inter pratiche traducono in lista file
Ecco che nel momento in cui manca il riconoscimento della lingua dei segni
Diventa difficile o quasi impossibile riuscire a dare un'accessibilità complete quindi a riconoscere le persone che possono
Grazie lavorare all'interno del mondo dei sordi come gli interpreti e poi ci troviamo in situazioni come quelle del falso interprete
Ai funerali di Mandela il Sudafrica avete visto quello che è successo è un esempio
Plateale e proprio calzante per questa situazione c'era un servizio che veniva data ma dato ma le persone sorde
Si sono accorte che quella persona non era un vero interprete quindi
In quel contesto
Quello è il contesto in cui in realtà forse viviamo quotidianamente in Italia perché ci vuole un riconoscimento la lingua dei segni che a sua volta riconosca lei e professionalità in quanto
Lingua
Quindi
Dobbiamo
Decidere di dare alle persone sorde piena espressione dei propri diritti dobbiamo dare a loro questa possibilità per fare questo dobbiamo riconoscere la lingua dei segni che una garanzia di accessibilità piena
E le persone sorde dovranno poi è la più avere la possibilità e il diritto di scegliere perché se noi diamo il riconoscimento la lingua dei segni le persone sorde
Che quotidianamente utilizzano la lingua dei segni non hanno il diritto di scegliere non è possibile pensare di fare ventiquattro ore su ventiquattro
L'avvio lettura
Quindi da riconosciuta come lingua ci manca solo l'ultimo Sassello che lo Stato italiano grazie
Grazie molte
Aggiungo una nota personale essendo io sposato con una psicologa sono molto interessato di come in effetti la sua attività insomma si possa poi effettivamente espletare
Con queste altre possibilità comunicative e se
Da questo punto di vista e ne sono convinto ovviamente l'abitudine alla
Alla lettura del non verbale
Possa essere questo un elemento molto importante credo perché
So quanta fatica fra compie mia moglie che invece il punto parlai ascolta però insomma da quel punto di vista e quante sottolineature mi fa alcuni momenti anche di vita quotidiana dicendo è matura i sei mosso in quel modo e fatto quel gesto me lanciato quel segno
Speriamo sia di vita quotidiana bellissima per me questa esperienza perché adesso sto traducendo nella mia lingua personale della mia vita alcune cose acquisendo strumenti molto molto interessante
Adesso chiamo più a parlare
Accentro assistenze bambini sordi ciechi Ra dottoressa Fadda
Ecco ci
Voi avete un ordine dei lavori che stiamo cercando di seguire ma nello stesso tempo stiamo Plaza domando un po'perché poi dopo
Noi a tavolino possiamo aver immaginato insomma un ordine deve di sequenza ma in realtà poi parte disponibilità personali e la giornata di oggi che è molto molto particolare vi posso garantire perché
Su Twitter sui soci ammetto che sta succedendo veramente l'inferno in questo ferro-gomma però realtà ci sono dei temi che
Checché che emergono e che secondo me propone la discussione è giusto far fluire da questo punto di vista prego
Sì grazie a tutti buongiorno e ringrazio innanzitutto all'Ente Nazionale Sordi per questo invito io sono una psicologa psicoterapeuta lavoro con i bambini e con gli adulti sordi
E ho iniziato a occuparmi di questa tematica circa quindici anni fa proprio con lenza Sardegna oggi c'è quel Presidente e il dottor Calò sono felice di rivederlo
E ma il mio approccio alla Psicologia è la psicoterapia con le persone sorde è profondamente cambiato
Quando ho deciso di frequentare la Golo degli universi una università riservata alle persone sorde
E dove ho frequentato un dottorato in Psicologia Clinica sordità
Per poi lavorare all'interno del loro centro di salute mentale ho vissuto quindi per dodici mesi da persona utente unicamente con la lingua dei segni americana
Quindi senza parlare senza sentire
In una condizione di disabilità inversa dove tutti quei criteri che noi persone udenti pensiamo di applicare a quelle sorte e pensiamo che funzionino comico così come funzionano per per i bambini utenti
E per gli adulti utenti in realtà assolutamente non funzionavano
Perché lì c'era un
Differente funzionamento psicologico dei differenti criteri e l'applicazione dei nostri semplicemente non non era quella giusta
E dal ritorno a questa esperienza il mio lavoro è profondamente cambiato a ho iniziato a collaborare con la società europea per la salute mentale sordità che unisce medici e psicologi
Provenienti da tutta Europa
Ho l'onore di rappresentare l'Italia in questo gruppo
E quello che noi pensiamo in accordo con il disegno di legge proposto è proprio che debba essere data libertà di scelta alle persone sorde
Di frequentare di partecipare i servizi sanitari con la lingua
La TIA con la propria lingua
E noi pensiamo che in tutte le fasi nelle fasi di prevenzione nelle fasi di valutazione di diagnosi e soprattutto nelle fasi di trattamento in tutti quei momenti dove il consenso informato rappresenta un fattore fondamentale
La non comunicazione con le persone sorde nella lingua scelta da quel paziente leda un diritto fondamentale di quella persona
Desidero inoltre brevemente accennare alla situazione dei bambini sordi
Perché molto spesso si sente parlare da non psicologi di autostima di auto efficacia di identità questi termini vengono un po'diciamo così confusi tra loro e utilizzati in modo indistinto
A quello che penso come come diceva
Il moderatore anche quello che pensa il Centro assistenza per bambini sordi o sordo ciechi è quello sì che debba essere data assoluta libertà di scelta alle famiglie di scegliere quella che è la comunicazione adatta per il proprio bambino sordo
Ma che debbano contemporaneamente essere considerate
Disposizioni biologiche caratteristiche di personalità competenze linguistiche di quel bambino
Al fine anche questo bambino diventi psicologicamente sano fare buona prevenzione e di salute mentale cosa significa significa operare con modelli che consentono quel bambino di crescere di svilupparsi adeguatamente
Io penso non pensiamo quindi
Che
La lingua dei segni sia una delle scelte che deve assolutamente essere data le famiglie a questi bambini
Infatti uno dei fattori protettivi intendendo per protettivo quello che protegge dall'incorrere in sofferenza psicologica eventualmente insicura patologia è proprio la comunicazione efficace in famiglia
La presenza di un adeguato ambiente linguistico a scuola
La possibilità di poter esprimere proficuamente emozioni pensieri con i propri coetanei questi sono i fattori protettivi che proteggono
E noi pensiamo che la lingua dei segni sia uno degli strumenti centrali che consenta di ottenere appunto questa comunicazione efficace
E poi un'ultima cosa da da persona udente macché lavora con le persone sorde abbiamo sentito parlare tanto dell'importanza delle interpreti nei diversi luoghi mi riferisco soprattutto la sanità
Ma quello che io penso
E io applaudo il valore e lavoro delle interpreti anche che sono qui oggi in diverse forme
Ha però quello che penso profondamente e che è un valore aggiunto e quando le persone sorde stesse si occupino del rapporto di aiuto nei confronti di altre persone
Non l'abbiamo visto che l'Europa funziona molto meglio quando sono i professionisti storia distesi che comunicano direttamente con i bambini sordi e con i pazienti sordi
Quindi il riconoscimento della lingua dei segni non è solo più interpreti in vari settori è senz'altro questo ma è soprattutto il riconoscimento di una lingua che permette a quelle persone sorde di essere nei vari posti lavorando direttamente con persone sorde come loro
Grazie a tutti
Grazie dottoressa
Sentendo e ascoltando la riserva di ascoltare prego tante cose che sento in casa parlare di pire education non accetti educazione tra pari cioè di
Crescere insieme con persone che hanno le proprie stesse problematiche evidente un aiuto enorme per chi fa il vostro lavoro
Parlando di relazione mia moglie è una psicologa sistemico relazionale che si occupa di comunicazione quindi evidentemente è un tema assolutamente centrale a casa nostra e pane quotidiano si mangia pane quello praticamente
Adesso io passo la parola ma la dottoressa Rita Visini io visto arrivare e l'Assessore alle Politiche Sociali del Lazio e quindi entriamo anche
Come dire nel locale nel locale insomma e tanto
Ringraziamo perché ha sfidato e vinto il nubifragio grazie
Grazie buongiorno a tutti Michelini mi scuso per il ritardo ma meno male che c'è la ce l'abbiamo fatta ad arrivare
Però vi chiedo scusa se andrò via prima del almeno prima dell'ora di pranzo perché a mezzogiorno abbiamo un'aggiunta molto importante alla quale devo essere assolutamente presente
Buongiorno quindi
Buongiorno e ringrazio innanzitutto l'Ente Nazionale Sordi per questo invito perché noi già come Regione Lazio cioè abbiamo avuto do l'opportunità di conoscerci abbiamo avviato iniziato a pensare a un cammino da fare insieme
Chiaramente il percorso che riguarda le persone con disabilità in questo caso dei sordi rientra
Impegni a pieno diritto a pieno titolo in questo percorso legislativo che stiamo facendo come Assessorato per il recepimento della credevo due otto che purtroppo nel Lazio ancora manca
In particolare del disaggio della lingua dei segni che manca in Italia ma manca anche nel Lazio quindi
Non ce ne rendiamo conto e però sappiamo benissimo non so se voi lo sapete ma nella Regione Lazio è stato presentato un progetto di legge in Consiglio è stato presentato dalla maggioranza dal Consiglio il primo firmatario consigliere Patané
Però ovviamente questo conta poco perché
Quando si parla di per di disabilità né dobbiamo capire bene che dietro ogni disabilità c'è la persona
Quindi non valgono poco Lori politici noi Circe la mettiamo tutta affinché questa legge possa andare in porto così almeno nel Lazio possiamo dire di ieri perché il Lazio potrà definirsi una in una regione vivibile anche per i portatori di questo tipo di disabilità
Io lo so bene ce lo chiede a chiedercelo le istituzioni si devono fare garante di queste di queste problematiche perché è il loro compito ce lo chiede la convenzione ONU utile per le persone portatrici di disabilità quindi la Convenzione sui diritti delle disabilità
La convenzione che lo sapete meglio di me che è stata firmata nel due mila sei che l'Italia ha firmato nel due mila nove ancor prima del dell'Unione europea
Ma chiede Arcelloni anche l'articolo tre della nostra Costituzione
E per questo io dico che dobbiamo noi istituzioni a qualunque titolo per ogni propria responsabilità dobbiamo essere i garanti
Affinché l'inclusione sociale non sia solamente una un principio teorizzato ma sia anche un fatto concreto
Perché dicevo prima dietro ogni disabilità c'è la persona e le istituzioni insieme alle comunità devono essere quei luoghi che devono garantire il pieno sviluppo della dignità umana
E allora parliamo di comunità educa anti che hanno il compito di inserire
Le persone con disabilità all'interno delle comunità quindi nello sviluppo a tutti i livelli
Dall'altra parte però le comunità devono anche garantire a queste persone la possibilità di svolgere anche i propri doveri
Perché dietro
Ogni portatori di disabilità sicuramente ha una ricchezza che porta con sé e che ha l'obbligo di donare alla comunità nella quale inserita
E allora comunità educante anche in questo senso perché ogni comunità intendo
Che media un diritto ad un disabile non solo è una comunità più ingiusta non solo ma sicuramente una comunità più sterile più povera
Perché ognuno di noi porta con sé un valore innegabile fondante che fondamentale appunto per il Paese per il luogo per la comunità in cui è inserito quindi io mi auguro
Di poter proseguire questo lavoro che abbiamo iniziato a pensare con gli amici qui del del dell'ENSE ma soprattutto che questa legge possa approdare in questa Regione in modo da poter dare delle basi solide normative che ci possano permettere di lavorare seriamente quindi creare così un percorso per una Regione più giusta e più accogliente grazie
Grazie molte l'ultimo intervento prima di un
Di un breve coffee break
Umberto Insolera che il Vicepresidente delirio piani o meno dentista
Sul riconoscimento dell'inglese e in Europa
Grazie
Bene
Un saluto a tutti prima di tutto volevo ringraziare
Lenza per avermi invitato qui io sono vicepresidente delle UD European Union da
è stato fondato nel mille novecentottantacinque
Con l'intento di perseguire tre obiettivi riconoscimento delle lingue Resemi europee
Il secondo
L'uguaglianza del di diritto alla dell'uguaglianza educativa lavoro e la diffusione delle informazioni riguardo la sordità appunto in tutta Europa
E me e all'interno delle istituzioni europee
Andiamo nel dettaglio
L'associazione la levo di si compone di trenta associazioni in tutta Europa
Più
E vi sono inoltre sette associazioni osservatrice
Che si occupano anche se di diffondere le informazioni che girano all'interno delle UD
Siamo partner associati
Dello European forum disabili chissà
Dia silente l'associazione europea di traduzione di interpelli molti segni
è bello World Federation data
Siamo partner quindi siamo attivi collaboratori e il nostro obiettivo e condividiamo gli stessi obiettivi
Le Uddin oltre
Presente nel lavoro Parlamento
Ha una parla a una piattaforma europea
E collaboriamo anche con i sordo ciechi
Con le associazioni disordini che con impianto cocleare
Con le associazioni di genitori che hanno figli sordi genitore tanti Confidi sordi
Con le associazioni che hanno gridi persone sorde sorda altro comunque hanno difficoltà di udito
Con l'associazione dei giovani Sordello pay
Quindi il nostro obiettivo è quello di andare a vedere quali sono le diverse realtà supportarci comma con la maggioranza e nonostante appunto le diverse differenze comunque arrivare al riconoscimento della lingua dei segni
Che cosa questo testo
Allora abbiamo detto che nell'Unione europea sono stati molte le nazioni che hanno riconosciuto rimane segnino abbiamo anche visto che ce ne sono altre che non hanno riconosciuto affatto le o di quindi si è occupato di fare appunto questa ricerca grazie ai
Ha delle appunto collaborazione abbiamo raccolto diversi diversi documenti e da questa raccolta è uscito questo testo
Questa pubblicazione è una prova di di tutte quelle realtà in cui la lingua dei segni è stata riconosciuta
Si fa riferimento a che tipo di legge riconosce appunto la lingua dei segni di ogni Nazione se la legge costituzionale o di altre istituzioni appunto interna ogni nazione
Rispetto a questa slide abbiamo detto diceva cosa che che comunque sono sono molte appunto le lingua dei segni riconosciute e diverse le forme di riconoscimento della lingua dei segni
Ognuna ogni nazione la riconosciuta secondo la propria modalità e queste diverse realtà sono riportata l'interesse all'interno di pubblicazione lì non ci sono però altre realtà in cui manca questo riconoscimento abbiamo detto l'Italia il Lussemburgo e Malta
Sono le tre uniche realtà in cui le lingue disegni non sono state riconosciute quindi questo sta a significare che l'Italia deve come dire arrivare concretizzare ero ottenere nel raggiungimento dell'obiettivo
Vi faccio qualche esempio rispetto ad alcuni contenuti del testo
Abbiamo detto che comunque ci sono quattro le nazioni che hanno riconosciuto la lingua dei segni a livello costituzionale che cosa vuol dire che è
Il riconoscimento più alto più significativo
Quindi se all'interno della Costituzione è riconosciuta la lingua dei segni conseguentemente in tutte le altre situazioni appunto
Si garantisce il riconoscimento della lingua dei segni
Abbiamo qui evidenziato degli esempi
Uno di questi la realtà spagnola il riconoscimento Pierre sia della lingua dei segni per le persone sorde per le persone sordocieche lo stesso vale in Ungheria Celli il rispetto della persona sorda sordocieche a questo vuol dire
Dare pieno riconoscimento e tutela questo a a queste due realtà
A tutti coloro che usi utilizzarli Mario Segni
Ora voglio dare un esempio
Di alcune norme presente puntano in nero per e rispetto e che quali sono state poi le conseguenze rispetto appunto questi riconoscimenti
E ricchezze e magari in Inghilterra rispetto appunto il riconoscere tali Mario Segni ha comportato la necessità del
Degni di una persona segnando che in presenza di polizia magari questa persona sorda appunto di è stata arrestata Pierre con l'interprete la trascrizione di quello che all'interrogatorio quindi questo appunto va riportato questa questa significativa conseguenza
Anche all'interno di un contesto lavorativo in Belgio ad esempio
Si garantisce la presenza dell'interprete all'interno del contrasto di lavoro questo garantisce la comunicazione non sono in contrasto appunto di di colloquio per
Avere un miglioramento di posizione nel lavorativa
Rispetto anche allo stesso Europarlamento
E se il PIL il parlamentare scure diceva appunto il mio in una situazione di soccorso e di urgenza di pronto soccorso
Il in Islanda
Via appunto anche in questo caso si riconosce in casi di urgenza di pronto soccorso l'intervento dell'interprete
Anche in prigione
Quindi non voglio parlare di educazione di bilinguismo non so ad esempio in Spagna in Francia non rientri Venezia in Finlandia
C'è lega rispetto tra lingua dei segni soprattutto in funzione di quelle che il la realtà di diversi però dei bambini
Questo garantisce diversi servizi
Al e rispetto a tutti i contenuti appunto del testo
Questi fanno riferimento alla ratifica della Convenzione ONU
Sapete che cosa una rettifica una valenza
Importantissima ratifica vuol dire prendere l'impegno rispetta quella convenzione affinché questa diventi legge e sia aderente al patto presente in convenzione la ratifica di cosa tratta
Ci sono diversi articoli chiaramente in totale sono cinquanta e questi articoli i primi cinque
Parlano dell'importanza della lingua dei segni e viene la lingua dei segni viene nominata tre volte e quesito sono tutti in più punti qui fanno riferimento e dice inoltre che è paritaria alle altre lingue
Parla di accessibilità vuol dire di avere diritto all'espressione utilizzando la propria lingua
Rispetta l'articolo nove dice che occorre promuovere la lingua dei segni che cosa vuol dire viene dato un messaggio chiaro non ci sono altre divagazioni
L'articolo ventiquattro parla di utilitari varesini in contesti dunque chili si parla anche di garantire l'identità del bambino sordo fare sì che il bimbo trovi appunto un processo di integrativo sano
Anche la docenza per la lingua dei segni per fare in modo che il bambino sordo possa accedere a un ordine educazione modo completo
Quindi non parliamo soltanto di docenza ma anche di persone che lavorano all'interno delle scuole devono essere informate e sensibilizzate rispetto a quella che è la realtà della del bambino sordo quindi questo è già stato detto nell'articolo ventiquattro della convenzione quindi
Tutti questi aspetti
Come come come verranno portate avanti
Bene
Allora vorrei vorrei portarvi l'esempio dell'Ungheria perché faccio riferimento a questo Paese è stata la Convenzione ha come l'Ungheria appunto realizzato quelli che erano gli aspetti diventano in convenzione in termini proprio di leggi
L'Italia abbiamo detto appunto è stato presentato questo disegno di legge fa riferimento sui vari fronti a quella che è stata la convenzione anche perché l'Italia ha ratificato la Convenzione stessa quindi ha preso un impegno
Ricordate di che il Parlamento le rese
Ma Adam cosa diceva appunto che in realtà non bisogna andare a vedere le diverse fazioni politiche da destra e sinistra questi sono
In Ungheria gli al cento per cento è stato supportato quello che è stato il disegno di legge nessuno
Ha fatto come dire affatto posi
Se ne rispetta questo supporto questo vuol dire appunto che bisogna
Continuare a supportare fare in modo che si vada avanti nei lavori qui e spero che questo corrisponda poi all'impegno totale che dovrà esserci quindi tali abbiamo bisogno di un totale supporto
Allora perché dobbiamo supportare riconoscimento la lingua dei segni questo percorso iniziato almeno centottantotto e penali meno centottantotto pro perché si evidenzia l'importante dall'intuibili della lingua dei segni anche di quella che
La sicura dell'interprete
Poi nel mille novecento appunto ottantotto Denis novantotto è stato di nuovo messe in evidenza alla necessità di riconoscere lingua dei segni e di quello che ha
Relativo appunto ai servizi interpretariato e all'interpretazione
Poi
A Bruxelles vi è stata l'adesione di tutte le associazioni dei sordi del mondo d'Europa
E in che cosa si sono impegnati
Primo nel riconoscimento del fare in modo che si arrivi a riconoscimento la lingua dei segni
Di garantire l'accessibilità anche e alla lingua dei segni all'interno di contesti familiari scolastici e lavorativi
Il terzo aspetto fare in modo appunto che si riconosca l'importanza dell'interprete di lingua dei segni perché è importante l'interprete
Sono state fatte diverse ricerca a livello
Europeo circa al quarantadue per cento delle persone sorde ha difficoltà a trovare un interprete
Che cosa vuol dire date le difficoltà nell'individuare una per cui interprete ed è alla fine non trovarla
Vuol dire che di fronte a un interprete questa deve servire certo da centotrenta sordi
Quindi vuol dire che in realtà molto spesso la persona sorda si tra si trova priva
Di del di questa figura professionale una persona sorda che deve sostenere un esame all'università costretto magari a procrastinare l'esame perché cioè la mancanza dell'interprete associo stancamente
E Leonardi
In seguito a una ricerca evidenziato che il cinquanta virgola due per cento degli interpreti sul territorio non ha formato non
Non ha seguito alcun tipo di formazione e e questo è sicuramente un dato importante se all'interno di un contrasto di primo soccorso in ospedale non c'è una persona formata e professionale rischiamo appunto di dividere delle delle situazioni di di danni irreparabili così come in situazioni di ingiustizia
Magari se si arrestati
Quindi ci sono stati dei dati e delle prove
Allora sono anni che l'Italia si batte per il riconoscimento e la lingua dei segni e dal mille nove centottanta
è stata fatto dal Consiglio Nazionale delle Ricerche stesse che appunto è stato come dire sollecitato il riconoscimento tra lingua dei segni ma non si è riusciti
Levo di a questo punto Andezzato a collaborare con le diverse associazioni europee
Hanno supportato la situazione italiana con un documento presentato nel due mila e undici affinché appunto venisse riconosciuta la lingua dei segni e questo è stato totalmente ignorato ma parliamo di associazione
Appunto europei e come si fa la Commissione ha fatto la Commissione ad ignorare questo documento questo documento tra l'altro che è figlio di una ratifica che l'Italia ha accettato
Poi inoltre si parla di del supporto di tutte queste associazioni oltre cinquanta associazioni hanno supportato questo documento ma come è stato possibile che è stato ignorato quindi quella la nostra richiesta richiesta quella del del riconoscimento della lingua dei segni subito
Un'approvazione immediata vuol dire anche fare in modo
Che comunque la persona sorda non sia più costretta dover insistere di fronte al politico che prendo l'impegno qui si parla di tutela del diritto alle persone sorde grazie ho finito
Grazie grazie molte adesso c'è una sosta breve coffee break diciamo che ci vediamo tra una decina di minuti se possibile le undici e mezza ricominceremo
Allora se le interpreti ci danno una mano per comunicare che stiamo per riprendere
I lavori della Conferenza
Scusi ed economico che
Allora
Se
Fare
Un segno lire attirare l'attenzione anche i sordi che sono fuori
La Laura
Fate
Attività di volontariato si
Gli utenti che sono prospicienti la sala invitano
Ora
No
Se allora il personale Henze cortesemente se può invitare
I soci e non soci a rientrare
Cortesemente
Ci sono ancora parecchi interventi tutti molto importanti
Ci sono dubbi ufficio posso
Allora
Ripeto se il personale della sede centrale può richiamare l'attenzione delle persone che sono fuori
Ecco
Allora

Allora
Ringrazio il dottor Zucca il dottore Avogadri e il dottor Loreto che aiutano
ARPA rientrare

Sport
Risulti uno sei
L'ordine
Perché non lo so tutto
Allora
Allora io vorrei si
Claudio
Le chiederei intanto nel nel frattempo che le persone stanno rientrando Guido zainetto sia
Che il Presidente nazionale della Federazione di sport
Silenziosi per la sua testimonianza
Buongiorno
Un attimo prima di farlo
Certo
Prima di iniziare a parlare un attimino aspettare un attimo ecco
Mattino
Io un momentino così ti vedono
Io vengo dal mondo dello sport sono stato per anni giornalista sportivo
Vivo
Anche di sport in famiglia e
Mi rendo conto di quanto lo sport resti riesca a essere un fenomeno
Altamente inclusivo nel caso
Dell'handicap diciamo del problema della problematica l'assurdità certamente molto meno problematico di quanto sia la musica che l'altro elemento di grande comunicazione trasversale
Bene lo sport attraverso proprio la gestualità corpore attraverso il contatto fisico
Tra le persone la condivisione della sofferenza la condizione della gioia riesce ad avere
Una capacità di penetrazione e e anche di socializzazione
Che sicuramente anche molto utile
Proprio in tutti i momenti del dell'apprendimento per cui
Sono molto molto interessato l'ascoltare l'intervento di Zanetti
Prego
Grazie
Grazie e un saluto a tutti
Io innanzitutto devo ringraziare l'Ente Nazionale Sordi per avermi invitato
Anche perché quando si parla di lingua dei segni
Io stesso credo che sia importante essere qui e condividere questo grande obiettivo insieme
Sono stato eletto da da poco quindi sono il nuovo presidente della Federazione Sport Sophie Italia da da poco
La Federazione ha avuto una sua un suo percorso
Ed ora tocca a me
La lingua dei segni fondamentale è fondamentale per abbattere tutte quelle che sono
Le barriere
Dal mio punto di vista voi sapete abbiamo tanti tipi di di comunicazioni abbiamo parlato anche oggi di di bambini di tante situazioni ma anche lo sport anche nello sport e la lingua dei segni è fondamentale
I bambini crescono
Crescono e
La loro vita sportiva e attiva ci sono moltissimi ragazzi sordi che sono dei talenti nello sport
Spesso si trovano in ambiti diversi da quelli che sono disuguali per loro quindi si trovano magari in squadre composte da giocatori udenti oppure magari fanno sport individuali
Sempre però in società di utenti la loro comunicazione però è e difficoltosa spesso quindi si tirano indietro tornano indietro gli e magari lasciano quella che era la loro
Il loro obiettivo di vita ovvero perseguire la loro carriera sportiva
Nella mia vita
Diciamo che sono stato anche fortunato perché
O difficoltà nella comunicazione con le persone utenti lo dico apertamente però una grande tenacia ora Caputo ma sempre una grande forza e grazie appunto a
I sordi al mondo dei sordi sono riuscito a a poter competere
La convenzione ONU voi sapete
Parla di diritti umani
E quindi io sono sono qui che aspetto che lei miss ma anche che le altre associazioni tutti insieme dialoghino e collaborino
Vi faccio un esempio io partecipo spesso accantonati anche a campione atti internazionale quindi hanno
A
Europei l'Italia
La nazionale italiana
Vince spessissimo molte medaglie e conquista molti traguardi
Però
Spesso sapete che succede ci sono magari tanti ragazzi che hanno possibilità di comunicare possono arrivare affinché vincere tantissimi traguardi a vincere tantissimo
I sordi profondi magari che hanno avuto un'educazione diversa e quindi hanno avuto una difficoltà nell'accesso alla comunicazione con i loro allenatori con le loro squadre hanno più problemi
Quindi
Voi sapete gli allenatori spesso in campo richiamano l'attenzione spiegano verbalmente i sordi spesso li ignorano e continuano a giocare e in quel caso è una sconfitta
La lingua dei segni in queste situazioni è fondamentale
A livello tecnico si può si può trasmettere qualsiasi messaggio e dare la possibilità a questi ragazzi diventare veri campioni in Europa
In Europa ci sono sempre interpreti sempre interpreti o anche tecnici che sono specializzati in lingua dei segni in ambito sportivo chiaramente ce ne sono tantissimi in Europa
In Italia purtroppo questo non capita questo non perché siamo noi che chiamiamo gli utenti degli utenti quindi gli interpreti
E quindi cerchiamo di di dare e un accesso la comunicazione i nostri atleti però spesso anche gli interpreti non conoscono gli ambiti sportivi quindi esistere un è un settore sportivo quindi un
Un settore particolare che vada studiato approfondito e affrontato
Per il futuro di questi ragazzi sordi di questi atleti
La sì
Posso
Diciamo posso dire
Ha i suoi obiettivi
E dal ventiquattro dal lontano mille novecentoventiquattro e quindi
Siamo al due mila quattordici oggi sono tanti anni che si occupa di sport dei sordi inizialmente era lo sport dei disabili che includeva i sordi
Infatti poi nella mille novecento
Sessanta siamo stati inseriti nei movimenti Paralimpico i movimenti parole impicci hanno preso il volo
E i la differenza tra il loro la loro realtà e la nostra è evidente
E la comunicazione che ci ha penalizzato è la comunicazione che ci ha penalizzato in quegli ambiti perché la lingua dei segni in quegli ambiti non c'era non era prevista io credo che in futuro dovremmo grazie alla lista abbattere queste barriere comunicative
è vero il Parlamento credo che debba riconoscere Wallis per tutti quindi credo che lei disse tutti insieme anzi tutti noi dobbiamo supportare anche lo sport anche grazie alla lingua dei segni e grazie a tutti
Grazie molte
La
Avevamo ovviamente di comunicazione di possibilità di comunicazione attraverso lo sport
Che
Tra l'altro avendo frequentato tanto tempo il calcio appunto conosciuto anche storie di ragazzi che si sono affermati anche massimi livelli
Pur avendo poi essendo appunto su ordine anche se non totalmente certamente
Parliamo comunque di un livello molto alto e chi conosce nello sport e sa quanto sia comunque complesso arrivare a quei vertici parlando nel caso specifico di calcio siamo
Né nell'ambito di uno su quattro mila cinque mila sei mila eccetera eccetera
Proseguiamo adesso a proposito di comunicazioni con con l'intervento da parte di Giorgio critiche dell'Autorità per il garante delle comunicazioni
Quello che per istituto ce l'ha detto ce la deve garantire la comunicazione con tutti gli sforzi possibili
Proprio perché l'accesso alla comunicazione sia per tutti ovvero tutte
Buongiorno
Buongiorno a tutti grazie all'Ente Nazionale Sordi bene organizzato questo evento che invitato
Yul Brynner idealmente le fila del discorso concluso dalla senatore Margiotta che ha parlato di servizio pubblico radiotelevisivo
La televisione però è composta anche da un'altra componente che è
La
Impresa privata il servizio pubblico ha degli obblighi stringenti in virtù dell'articolo tredici del contratto di servizio
Per quanto riguarda l'accesso alla trasmissione da parte di persone con disabilità sensoriali per quanto riguarda l'emittenza privata non abbiamo uno stesso meccanismo di tutela
Questo è un paradosso se rapportato a quelle che sono le stringenti regole del settore l'emittenza televisiva
Ci sono norme che incidono profondamente sulla libertà editoriale delle imprese televisive con i limiti di affollamento pubblicitario obblighi di mandare in onda una certa tipologia di programmazione obblighi di rispettare orari nel quale mandare in onda la programmazione per quanto riguarda l'accesso a questi programmi da parte delle persone con disabilità sensoriali non esiste alcun obbligo preciso
Esistere solamente un richiamo molto vago all'interno di quello che il testo unico dei Servizi rimedio visivi che cita testualmente è favorita la ricezione da parte dei cittadini con disabilità sensoriali servizi rimedio divisi
Ma non dice come questa previsione deve essere attuata e soprattutto non dispone un presidio sanzionatorio e un monitoraggio efficace su come le emittenti televisive private hanno dato luogo a questa questa disposizione di legge
E anche i dati non sono facilmente rinvenibili da parte degli operatori su quello che l'attuazione di questa previsione generale
Insieme al dottor Del Vecchio facciamo parte di un tavolo congiunto dell'Autorità col Consiglio nazionale degli utenti e con altre associazioni del mondo dell'agibilità e abbiamo fatto una nell'indagine su quella che è la percentuale
Di programmazione
Ricevibile da parte di persone con
Le persone sorde o di persone senza
E da parte delle emittenti private i dati i dati non sono del tutto confortante incrementa abbiamo una buona percentuale di programmi sottotitolati da parte le emittenti private che riguardano firmate le firma salire rivisita programmi di intrattenimento
Per quanto riguarda l'informazione in particolare l'utilizzo del linguaggio dei segni solo una bassissima percentuale inferiore al dieci per cento da parte di una irritante privata
Garantisce garantisce questo al in altri paesi sono più avanti io volevo fare brevemente l'esempio del Regno Unito
Che ha un sistema televisivo in parte comparabile per numeri a quello italiano è stato per esempio uno dei primi a effettuare la sezione al digitale terrestre nel Regno Unito l'omologa dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni in forza di un'espressa delega di legge
Ha dettagliato un percorso decennale con il quale le emittenti private erano tenute a garantire una percentuale di programmi sottotitolati una percentuale di programmazione
Con il linguaggio dei segni è una percentuale di programmazione con l'audioguida
Il sistema utilizzato Inghilterra e e intelligente risente perché tiene conto anche di quella che la libertà imprenditoriale di delle emittenti televisive in particolare
è stato stabilito che a partire dal dessimo hanno dalla loro esistenza fosse previsto un percorso decennale
Con delle soglie minime da raggiungere il primo anno fino alle soglie massime da raggiungere dessimo hanno con un sistema che garantisce anche la loro atto la sostenibilità economica a sono state stabilite delle soglie di spesa per poter a
Effettuare questa programmazione accessibile ai disabili
Il nelle riunito hanno potuto fare in forza di una
Cisa delega all'autorità garante inglese inizi allegato troppo c'è solo questa espressione molto generica all'interno del testo unico le sedi sbaglio di visite e quindi non è non è stato possibile fare questo
Magari con un oggetto di legge come questo o con altri vincoli legislativi potrebbe essere possibile integrale quella disposizione generica del Testo Unico dei servizi di metodi di simili con una potestà di questo tipo per poter attuare anche in Italia un percorso simile a quelle vie
Grazie
Grazie mille
Abbiamo capito che l'attenzione molto alta
Giustamente
Proseguiamo sul filone
Delle comunicazioni più che della comunicazione in quanto tale
Per un Progetto progetto comunico io un progetto di Telecom software da quello che mi hanno spiegato modesto sospirando meglio
Che funzionare in questo momento tra i colleghi Telecom dell'integrazione ovviamente da persone sorde negli altri attraverso un sistema di sms eccetera eccetera
Invito qui a parlarne l'ingegner Michele volpe e
Magari
E il l'ingegner paga Riello sì sessantacinque ecco perché
Buongiorno a tutti
Prima di tutto ringraziamento alleanze al Presidente che ci dà l'opportunità di raccontare quello che stiamo facendo all'interno della comunitaria e quello che faremo anche per tutta la comunità deserti perché
Quando ho parlato sei mesi fa con con il Presidente c'è un po'probabilmente e quindi l'idea è quella che che stiamo portando quello che abbiamo fatto all'interno un po'anche verso destra
Vi faccio vedere un figlio di tre minuti
Che di fatto capire banalmente quello che fa questa applicazione è un'arte sviluppare a sulla sull'ambiente Android e semplicemente dal dal video capire cosa fa poi vi racconterò quello che invece stiamo pensando di fare nel proseguo
Vincenzo
C'è il suolo
Non so dove sia la regia però
Manca il suolo
La norma che assorbe
Dottoressa una Roberto emigrato al parco con mia moglie sono preoccupato Antonella non si sente bene a delle fitte alla anziani giramenti di testa cosa succede cosa posso fare per aiutarla
Ciao Roberto
Ho capito tutto stai tranquillo e soprattutto tranquillizzanti tabella
Penso che sia molto chiaro quello che
Che abbiamo realizzato
Oggi
Telecom Italia sta facendo questo lavoro perché io ritengo che sia l'azienda leader le telecomunicazioni in Italia l'azienda che ha
Fatto le telecomunicazioni in Italia
E pertanto anche per questo diciamo ci siamo imbarcati in questa
Iniziativa che da un lato ha iniziato con un
Per soddisfare l'esigenza dei nostri circa sessanta sordi che abbiamo all'interno dell'azienda
Perché diciamo che in questo immuni qualche anno fa queste persone non avevano la possibilità di
Comunicare tra di loro come normalmente noi facciamo ogni giorno tra colleghi ecco queste sessanta persone non si conoscevano non potevano comunicare tra di loro e quindi è nata un'idea è nata questa idea che adesso qui
Vi esprimerò
Attraverso queste due slide semplicemente nata l'idea che
Il idea qual è stata è quello di mettere una di abbattere le barriere scusate di abbattere le barriere tra le persone
Sordo e utenti quindi in questo modo noi abbiamo che cosa ha fatto pensato che queste persone non potendo comunicare abbiamo fatto una cosa molto semplice l'abbiamo dato nel due mila nove uno strumento che è un uno smartphone
E abbiamo dato un computer e gli abbiamo dato la una possibilità attraverso una webcam comunicare tra di loro
Ecco già questo è stato un passo notevole per queste persone ribellavo persona Napoli a Torino Bologna né mai riusciva a comunicare in questo modo
Attraverso la un soffermare a Lissone stupito di in Windows hanno
Hanno consentito la la comunicazione tra di loro
Vi faccio vedere
Due le ultime due slide che sono
La tagliola m del progetto quindi siamo partiti
Nel due mila nove in questo modo dando un kit a queste persone
E abbiamo fatto il Parlamento dove stessa da un un bello momento di
Comunicazione grati tra le persone abbiamo racchiuse tutte quante dentro una stanza di questo tipo e e abbiamo raccontato qual era la nostra idea
Quindi inizialmente di mettere di fare questa attività offrendogli questo questi pezzi di hardware e che consentirà di comunicare tra di loro
Ma poi comunicando lì le Commissioni che volevamo prendere altro portare al progetto l'evoluzione sarà quella che avete visto nel
Attraverso un più motivo nel due mila undici attraverso un secondo prototipo che quello che vi ho fatto vedere nel due mila dodici abbiamo realizzato quest'attacco che guarda caso
L'IMU né numerosi interventi che ho sentito
La tecnologia veramente può aiutare perché
Se andiamo immaginiamo una situazione di crisi DD drammaticità di un sordo che va un pronto soccorso
E d'improvviso perché può darsi che non ha lei disse la persona di che tipo
Lo può aiutare a comunicare arrivi
Da questo pronto soccorso sia uno strumento di questo tipo già sicuramente qualcosa lo aiuta sono sicurissimo di questo
Allora da questo abbiamo iniziato un percorso ancora più
Sfidante
E quale è stato abbiamo fatto un secondamento che Presidente stato invitato
Dove abbiamo fornito un'applicazione con una
Una uno strumento ancora un po'più minuto ce li abbiamo dall'uno smartphone più evoluto rispetto a quello che avevamo e abbiamo iniziato questo tali all'interno
Siamo ancora a livello di persone di Telecom Italia
Però io se mi si fa ricordo interloquire
Fatto col Presidente il quale mi ha
Fortemente indirizzato verso una strada che noi stavamo pensando però la stavo pensando con molta più tranquillità lui mi ha detto guarda che noi abbiamo un nostro linguaggio
E mi disse è oggi presente questa Conferenza l'obiettivo principale parlare di risse e noi oggi facciamo questo regalo al Presidente a fine febbraio abbiamo realizzato la soluzione di trasformazioni di trustee spicce dall'INPS in italiano e da italiano INPS quindi
Questa lo solo sarà non solo sarà a livello telefonica
Ma l'abbiamo pensato a livello di andrò definirlo nella comunità italiana indica a aperta a tutti
Faremo un trial una sperimentazione e qui inviterò qualcuno dell'ente ci fa piacere
Per che parteciperà questa sperimentazione mi disse
Dopodiché la stabilizza Remo e la comunicheremo con tutti in taluni ufficiali del caso
Ma non ci fermiamo qua
Non ci fermiamo
Ma perché abbiamo pensato altre due cose importanti
I problemi che abbiamo all'interno dell'azienda per i sordi ce ne sono talmente tanti altri anche per i in un non vedenti
E allora che cosa abbiamo pensato abbiamo pensato di inserire dentro l'attacco di comunico io che oggi è pensata solo per i sordi anche una per pensata per i non vedenti ovviamente un altro dei non vedenti deve essere una perché lavora a comandi
L'unico in che modo ci sarà la possibilità di potere mandare un sms Accomando ci sarà la possibilità di poter scrivere una e-mail a comando e banalmente io dirò voglio scrivere un'e-mail a chi
Al signor Rossi ecco e che cosa voi scrivere e dettero il testo di quindi sarà una modo molto semplice per comunicare anche per il primo non vedenti
L'ultima cosa che stiamo cercando di realizzare è una soluzione di comunico io sociali che vuol dire
Vogliamo mettere insieme tutte quelle attività sociale che sono di Lucca classico di Facebook tanto per intenderci oppure un mozzata no
Dove che cosa ci sarà all'interno della dell'applicazione la possibilità di poter fare videochiamata ma dall'interno dell'applicazione non dovendo uscire dall'applicazione e quindi con tutta la rubrica che io ho dentro l'applicazione
La possibilità di inviare i video di messaggi le possibilità di inviare allegati e l'ultimo le coordinate GPS la gestione all'interno che l'applicazione delle coordinate GPS perché perché
Spesso può essere un allarme io
In un modo in un modo semplice posso dire dove sono e che cosa che cosa e che poi quale problema o
Faremo questo nel terzo evento che già invito lente a partecipare lo faremo a giugno e quindi questo la il nostro obiettivo finale
Grazie immaginare
Grazie
La giornalista devo dire che ci ha dato un po'di notizie insomma mi sembra che
Queste sono notizie folto importanti per l'utenza ritengo interessanti a trecentosessanta gradi
Delle volte a
Abbiamo esaurito diciamo il tema grazie molte finanziamo
Beh insomma sicuramente un lavoro di équipe questo se capita anche perché mi sembra che le cose fatte sono oltre che di estrema utilità intuitivamente sembrano cose semplici nel senso che poi l'utilizzo che se ne fa mi sembra che diverrà molto semplici evidente
Certo assolutamente sì
Credo che vedi di poter totalmente condividere questo questo pensiero il fatto che
Punto ingegnere
Volpe diceva fondamentalmente si tratta di entrare in un mondo e applicare in quel mondo quello che esiste quello che c'è già e poi
In qualche maniera quello che ho detto anch'io l'appunto il mio è un punto di vista mio da giornalista semplicemente avere l'attenzione accendere la lampadina al momento giusto per poter
Darne comunicazione
Proseguiamo con il dottor Rossano Bartoli che il Segretario generale della lega del Filo d'Oro
Buongiorno ringrazio a nome della lega del Filo d'Oro alleanze per questo invito
Abbiamo avuto occasione di incontrarci pochi giorni fa ad Osimo nella nostra sede centrale con il Presidente Segretario nazionale del Consigliere
Per avere uno scambio anche in vista di questo appuntamento
Ricordo soltanto che la lega del Filo d'Oro una associazione che quest'anno compie cinquant'anni esattamente il venti di dicembre
Che nasce da opera per aiutare le persone sordocieche e persone con
Lori minorazioni
Psico sensoriale
In questo momento siamo presenti con me centri residenziali in cinque regioni
A Lesmo Lombardia Modena oggi con la sede centrale Molfetta Termini Imerese
E qui a Roma e a Napoli con sedi dell'associazione
Vedo anche
Parecchi degli interpreti che periodicamente vengono anche nelle nostre iniziative della lega del Filo d'Oro
La persona sorda o cieca
Credo che interverrà dopo di me e per cui lascio a lei esprimere la propria esperienza io dico che
Noi
Utilizziamo sicuramente il tatto utilizziamo
In modo
Diverso sicuramente anche alcuni sordocieche utilizzano liste e la lista è tattile in particolare ma anche altri alfabeti come il Malossini
E come che
Sistemi diciamo molto più semplici per le persone con problemi notazione che noi
Seguiamo
Soltanto poco tempo fa l'Italia ha approvato esattamente nel due mila dieci la legge centosette dove riconosce anche in Italia i diritti delle persone sordocieche cioè
La sordocecità come una disabilità specifica e quindi
Che ha bisogno di una
Attenzione particolare per le persone appunto che
Debbono
Essere educati aiutate inserite nel lavoro quando possibile
Ora noi abbiamo letto con grande attenzione la proposta elaborata dall'ENSE proposta di legge sulla Lissi e sulla disse tattile
Siamo
Pienamente d'accordo con la stazione con i principi con quanto affermato da questa legge
Qui sottolineiamo
Questa importanza via vere in tutti gli articoli citato anche il sordo cieco
Questo ci fa piacere risponde ad un bisogno effettivo forse di poche persone fabbisogni reali
E desidero sottolineare questa particolare sensibilità che l'ENSE in questa circostanza ha voluto dimostrare per le persone sordocieche
Per cui
Noi appoggeremo per quello che è possibile da piccola realtà in questo senso
Ma appoggeremo con forza questa proposta di legge vi ringraziamo di averla presentata vi ringraziamo per
L'attenzione anche nei confronti dei sordi o ciechi
E mi piace e chiudo ricordare che
Tra i nostri volontari sempre più abbiamo persone sorde che vengono a fare i volontari per le persone sordocieche grazie
Grazie
L'invito ora per Barbara averne del Comitato punto persone sordocieche nella lega del Filo d'Oro
Buongiorno a tutti
Buongiorno a tutti
Voglio ringraziare l'Ente Nazionale Sordi per avermi invitato
Io sono nata sorda io ho cominciato ad avere un restringimento del campo visivo che mi crea delle difficoltà nella vita quotidiana
Per cui ho commentato ha cominciato a frequentare l'elettività delega del Filo d'Oro e sono membro attualmente del Comitato delle persone sordocieche
Sono anche consigliere del lady di Young
Qui sono in veste di rappresentante delle persone sordocieche alcune delle quali potete vedere qui in Aula che sono presenti e grazie alla lingua dei segni tattile brevemente detta liste
Possono partecipare attivamente
Ne crediamo che la lingua dei segni tattile sia essenziale per la nostra integrazione nella vita sociale
Parlare con una persona sordocieche a comunicare con lui significa entrarci in contatto permettere Luigi entrare in contatto con le persone con il mondo e abbattere le barriere dell'isolamento in cui quotidianamente si trova
Le persone che sono nate sordi professionalmente perdono la vista hanno già una conoscenza della lingua dei segni che trasformano poi lingua dei segni tattile con una serie di
Accorgimenti miglioramenti
In modo tale che possano avvenire accesso completo a tutte le informazioni
Bisogna ricordare come già detto che le persone sorde possono avere perso progressivamente la vista e aver dovuto modificare la loro metodica loro tecnica di comunicazione
Per chi chi ascoltata verso le mani percepisce anche le espressioni del viso
I questo è il segno che a me piace per dire ascoltare attraverso la lingua dei segni tattile in modo tale che si possano percepire le mozioni concetti sentimenti
C'è proprio questo contatto manuale che permette un accesso completo all'altro
Noi in questa stanza possiamo avere del degli esempi concreti di come la lingua dei segni tattili permette questo ascolto questo accesso alle informazioni questo dialogo in modo tale che noi sordocieche possiamo avere una vita piena e completa
Quanto a meno
Io ho frequentato la scuola superiore e non conoscevo la lingua dei segni
Ora invece ho cominciato ad apprenderla proprio in seguito al fatto che all'università ho avuto alcuni problemi e mi sono preparata ad un eventuale futuro in cui dovessi mai perdere la vista
L'Ente Nazionale Sordi organizza corsi di lingua dei segni per assistente alla comunicazione
Ed è previsto un modulo di insegnamento specifico sulla lingua dei segni tattile io sono coinvolte in questi straniamento alla luce sia della mia esperienza personale sia del corso lingua dei segni tattile frequentato a Venezia
Le persone che usciranno diplomate da questi corsi saranno in grado di comunicare anche con persone sordocieche di lavorare con loro
Dal punto di vista lavorativo
Legislativo nel due mila e quattro
Il Parlamento europeo a ratificato la legge dei diritti delle persone disabili e sordocieche
E di la sordocecità chiaramente comporta difficoltà di accesso all'autonomia per le persone sorde
Questa legge riconosce la sollecita con una disabilità unica e specifica emerito e riconosce il diritto di professionalità adeguati e di competenze specifiche
Sulla base di questa legge
Sulla base della convenzione ONU dei diritti delle persone disabili ratificata dal Governo italiana e approvata con una legge del due mila dieci
Sono stati fatti dei passi avanti ma
Ancora manca mancano passi avanti affinché questa legge venga diventa veramente concreta il passo tenore proprio riconoscimento de la lingua dei segni
In Italia non ci sono persone sordocieche che utilizzano la lingua dei segni tattili tattile laureate così come invece avviene in altri Paesi europei grazie anche al riconoscimento delle lingue dei segni nazionali
Dove sono attivi servizi interpretariato e di sottotitolazione
Oltre al mondo dell'università le persone sordocieche vanno tutelate in ogni ambiente in ogni mondo della vita reale pensiamo agli aeroporti alle stazioni
E io mi auguro che questa tutela sia vera e concreta anche in Italia
Così da garantire a tutte le persone sordocieche italiane piena integrazione piena partecipazione grazie per l'attenzione
Eccoci qua allora adesso con l'esperienza del professor Spano commissario straordinario dell'Istituto statale verso
è chiaro che questa
Un'occasione straordinaria importantissima
Direi non solo per la persona sorda
Infatti siamo Perkins impone in maniera corretta ad esercitare il ruolo di cittadinanza delibera al cittadino che
Ha a cuore il benessere non solo dissennata alla collettività
Questo è un problema fondamentale
Perché le persone sorde e Nieri in cresciuto lo dico senza peli sulla lingua il comportamento dei nostri rappresentanti in Parlamento in Senato
Vedete la necessità di essere al loro posto ma è questo il loro posto perché va prima salvaguardato
La sovranità non solo dello Stato ma
Dal fatto che la sovranità è quella dei cittadini che la esercitano e che devono essere messi in condizione di esercitarla
è difficile questo per le persone sorde che possano votare ma non agire direttamente quotidianamente no la possibilità di governo
Abbiamo meno male una eurodeputato sordo una eurodeputato sciolto in termini percentuali è qualcosa di
Poco significativo
In termini di valore umano e di esperienza collettiva è una cosa eccezionale
Ci tengo a dire questo perché ci stiamo muovendo in un ambito dove la Costituzione è diventata carta straccia
E non è neanche conosciuta ho sentito citare e anche qui non bisogna avere peli sulla lingua la Costituzione in una maniera assolutamente scorretta dei nostri rappresentanti non se ne può più avvicinare perché non è così importante rifinanziare e la Banca d'Italia che non è più d'Italia no mai dei privati compreso tale concreto no
Rispetto invece alle circolazione delle persone che soffrono e che da anni LSU una realtà eroica ma non solo per i temi voler
Si battono e al pari diritti di cittadinanza per il riconoscimento dei diversi modi di esistere e quindi anche dei Comuni care tra le persone
Ma che non fa bene sono i sordi sta cosa la mia esperienza di Governo del l'unico istituto dello Stato che si occupa delle persone sorde e che aspetta da sedici anni
E questo è compito dei nostri organi di governo di essere trasformato in Ente nazionale per dare più forza alla sua azione no per poter coprire anche i bisogni di un territorio nazionale
Che è piuttosto vasto no e anche come dire dislocato geograficamente no in una maniera non facilmente sempre accessibile
Sedici anni di attese no solo anche all'interno dello Stato in una condizione
Che non permette nemmeno a questo istituto di poter accedere a dei finanziamenti dovuti
Diciamolo francamente non ci pagano neanche di stipendi ai dipendenti ci dobbiamo arrangiare da soli così come è stato per tutti i soldi che sono lasciati stare a se stessi lasciate pronto a cavarsela da soli
E questo non è
Affatto secondario nemmeno perché dice che sediamo tutte queste cose i sordi poi la spesa pubblica anche sempre più tagliata
Ne perderà ancora no di possibilità un soldo che e lasciato a se stesso a provvedere da solo a sbattere la testa dove qualcheduno li indica e a farsi male molto spesso
Dai nostri studi costa settecentocinquanta mila euro nell'arco della sua vita
Se fosse organizzato apporta una capacità di sostenere questa condizione
Di Randall apparire alle altre il costo sarebbe ridotto
Pensavo a una frazione del dieci per cento circa di quello che è oggi è la spesa vera
Quindi questa non solo una misura di sanità e di atteggiamento umano di riconoscimento ma anche un beneficio a tutta la collettività devo anche dire che il problema della comunicazione non è solo che i soldi hanno
Diritto sacrosanto di poter comunicare di essere ascoltati
Di accedere alle informazioni a tutti i servizi dovuti e sono state citate varie situazioni non ultimo che so il bisogno
Di rispettare i problemi della propria salute la inaccessibilità a queste strutture fondamentali
Ma questa cosa giova anche gli utenti perché la cultura non è che l'insieme a volte nell'incontro a volte lo scontro le diverse esperienze
Piccoli quando l'esperienza del sordo nella cultura sorda arriva poter comunicare a giovarsi è tutta l'umanità così come
Come dire la cultura e la scienza non è che in questa messa insieme
Complessa come diceva il Segretario del NARS
No dei diversi punti di vista è questo il Progetto umano che dobbiamo portare avanti
Chiudo dicendo convengo con ASI segretario della lega del Filo d'Oro a qui faccio auguri a lui direttamente ma tutta l'associazione per questi
Non solo benemeriti ma credo difficili anni di cinquant'anni all'impegno
Notevolissimo che questo disegno di legge a principi e impostazioni importanti da condividere
Ma proprio perché ormai anch'io non giovanissimo più ho visto che per cambiare delle leggi a volte ci si mette
Cinquanta più anni
Questa legge a mio avviso ha bisogno di alcune
Diciamo correzione approfondimenti proprio per non farla incorre arresti
In qualche
Diciamo ostacolo che potrebbe ritardare un ente anche forse impedirle l'approvazione quindi io sarei del parere
Di invito gli amici dell'ENSE di convocare un tavolo dove anche figure professionali qui abbiamo gli interpreti
Non espressione importante no nella validazione anche della lingua dei segni ad essere presenti
Per dare una
Ulteriore valorizzazione a questo testo che è una base
Importantissime che rispetto al principio impostazione
Non può
Essere emendata perché mi pare abbia accolto perfettamente nel segno
Ci sono alcuni passaggi che vanno discussi insieme discutere insieme vuol dire arricchire questa proposta
Perché da una parte ci sono alcuni vincoli che in qualche modo impediscono diverse possibilità
E non possiamo essere noi
H stralci
Per
Dall'inizio
Ed allora ci sei Falsini ed altre no no no no no vorrei capire quali sono questi limiti perché sedici ci sono dei limiti magari dice anche a noi da possibile migliorare le altre ventisei
Diventa diventa un tiro al piccione
Che è intollerabile
L'attivazione
Ecco no se ci dice che ci rende edotti
Così ci istruiamo anche però se lei dice che ci sono dei limiti ed è il primo intervento ore su dieci relatori ha indicato dei limiti cerino anche a noi altrimenti ripeto diventa un tiro al piccione che intollerabile grazie prego concluda
Va beh
Io credo che
Da ho capito che questo non era
Una convegno
Di studio di riflessione ma
Di Presa d'atto
Di una proposta importantissima io sto soli sottolineando che il principe impostazioni neanche il tempo più che maturo è colpito questo va salvaguardato però se noi siamo qui anche per portare un ulteriore contributo a migliorare questa situazione e a far sì che un progetto importante
Necessario ben fatto possa essere migliorato per avere la via maggiormente spianata ecco viene non non c'era nessuna appunto polemico se volete vi cito anche quei due-tre punti che a mio avviso vanno un attimo ripensati ma
Questo lo decida lei che
A capo della situazione l'eguale che entri nel merito brevemente
A bello non sono cose eccezionali la faccio faccio un breve esempio su due punti solo
Io credo che i problemi i problemi da da rivedere sono il punto due dall'articolo uno quando giustamente si dice che bisogna sostenere e promuovere gli strumenti finalizzate alla prevenzione alla cura della sordità
Ma questi non si possono decidere qui perché se
Farà tre mesi venne fuori un altro strumento che la collettività dei sordi auspicati come positivo e qui non c'è scritto poi non lo potremo utilizzare
Perché ci vogliono da tre riforma della legge quindi certi pronti è meglio lasciare parlare di strumenti in termini generali senza precluderci altre possibilità perché quando li elenchiamo abili e civili
Certamente poi rimangono quelle i termini di legge avente quindi non è la polemica per migliorare qualche testo rimane fondamentale però dire che la prima operazione è uno screening
Università neonatale universale il Lazio arriva al venticinque per cento di questo scrivi questo è un esempio per capire lo spirito e la sostanza del mio discorso
L'altro è che in certi settori e non a caso io qui rappresento l'unico istituto dello Stato che fa riferimento al Ministero dell'istruzione
Deve nessun privato può avocare a sé i compiti dello Stato questo è un altro passaggio che non può essere accolto in una legge dello Stato italiano ha detto
L'intenzione della storia di questa associazione anche in quest'ambito e benemerita perché ha fatto supplenza per decenni della senza dell'intervento dello Stato quindi va riconosciuto perché è stato un compito fondamentale però non possiamo scrivere qualche cosa
Che entra in contraddizione con i compiti dello Stato stesso grazie
Grazie
Professore io mi corre l'obbligo di dover ribadire è chiaro che tutti i disegni di legge come lei meglio di me dovrebbe sapere sono emendabili quindi sono migliorabili anche in corso in corso d'opera personalmente un delega che differiscono dalle sue sui punti
Che ha citato però alcune decisioni di precisazioni vanno fatte
Non penso che questo possa essere un testo che impedisce una correntezza
Semmai è vero il contrario anche perché i precedenti testi di legge hanno dimostrato tutto il loro limite infatti non sono stati riconosciuti questo vedremo è una storia che deve essere scritta e speriamo che possa essere scritti improduttivo
Ma quello che mi preme sottolineare di più e che in realtà un soggetto che in Italia si occupa di Sordi c'è già e dell'Ente Nazionale Sordi
Le come lei ben sa l'Ente Nazionale Sordi era un ente pubblico che poi è stato privatizzato e quindi fino a trasformarsi in una o lo squillo al TAR in Italia c'è un soggetto riconosciuto perché niente
Riconosciuto dallo Stato che si occupa già di sordità e quella lenza ci sono sicuramente altre istituzioni che danno un importante contributo che è riconosciuto tutti né su uno vuole assolutamente sminuire me però penso che Lenzi con i suoi ottantadue anni di storia abbia fatto la storia
E integrato in sordina la società italiana e lo scopo di questa dirigenza edilizi di dei sordi in Italia quello di poter continuare le battaglie a difesa e tutela dei sordi innanzitutto con l'ENS che la casa dei sordi grazie
Proseguiamo col professor Francesco Maria Vitulli dell'università popolare integrata del Sur
Buongiorno a tutti
Grazie
Alleanze che mi ha invitato a questo importante convegno
Mi occupo distruzione dei sordi dal mille novecentosettantacinque
Prima
Come
Docente
Per le scuole speciali poi come dirigente delle scuole che dal due mila aggregandosi tra di loro hanno dato vita lì sì sì con conseguenze trasformazione delle scuole speciali che scuole di istruzione specializzata
Queste oggi coprono tutto il periodo
Dell'istruzione a partire da tre anni fino alle soglie dell'università e hanno adottato un'unica filosofia che il bilinguismo beagle pluralismo da lui lo chiamiamo vidi
Attualmente
Continuo ad occuparmene essendo impegnato con l'unica disse appunto l'università popolare integrata per sordi
Di recente costituzione nata per volontà ed impegno da parte dell'Istituto statale dei sordi dall'associazione Campus dissetare cooperativa studi parlamentari
Questa è la prima istituzione nazionale ma di respiro internazionale il cui obiettivo primario è quello di colmare una carenza
Nell'attuale insegnamento universitario non inclusivo
Offrendo percorsi formativi accessibili a tutti coloro che presentano difficoltà di varia natura in particolare quella di gol della comunicazione per i sordi spesso rinunciano all'istruzione post-diploma
Ma torniamo all'istruzione
Durante questi anni mi sono sempre più convinto che l'intervento sul bambino sordo deve essere il più precoce possibile
In questo campo scientifico
In questo caso in questo il capo scientifica fatto enormi progressi ma solo nei grandi ospedali esistono dei testi di od omissioni acustiche neonatali che indicano subito alla nascita sì vi sia un problema uditivo
Purtroppo abbiamo ancora troppi casi di genitori che scoprono che il loro neonato e sordo o che ha qualche problema uditivo fino a molto dopo un anno di età
Si deve tener presente che ricerche su bambini utenti hanno rivelato che la quantità di linguaggio
Io al quale il neonati esposto nel primo anno di età ha un notevole impatto sullo sviluppo del suo cervello
Ora
Se questo studio è attendibile per i bambini utenti mi domando per i bambini sordi che cosa quali sono le implicazioni
Allora
Io credo che in qualunque caso una proposta concreta potrebbe essere quella che una volta diagnosticata la sordità del proprio figlio come ripeto il più precocemente possibile alla famiglia
Dovrebbe essere offerta contemporaneamente un'assistenza psicologica e la possibilità di apprendere la lingua naturale discordi la disse
Con la quale
Essere in grado di comunicare
Fin da subito con il bambino sordo come qualunque madre o padre fa con il proprio figlio
L'obiettivo è quello di ottenere una famiglia forte
Intesa come primo nucleo operativo in grado di affrontare una situazione inevitabilmente difficile
Con la consapevolezza però di sapere
Cosa fare e soprattutto di essere in grado come normalmente accade di poter comunicare con il proprio figlio percorrendo le stesse tappe di un bambino utile utente la loro azione eccetera eccetera
Dobbiamo tener presente che proprio nel periodo che va da circa un anno invita affine a tre quattro anni e quindi in età prescolare
Che il bambino dentro sordo che sia attraverso l'apprendimento della lingua naturale costruisce dentro di sé inconsapevolmente la struttura della lingua
Impedirvi di usare la lingua dei segni o una qualsiasi lingua significa impedirgli di costruire dentro di sé la struttura di una lingua
Sulla quale poter poi poggiare la costruzione di tutto il suo sapere e quindi anche l'apprendimento delle altre lingue
Molti genitori utenti di bambini sordi ci pongo la domanda in quale modo utilizzati
La visse come lingua di insegnamento in classe
Ma questa è una domanda sbagliata
Mai nessun genitore un dente
Di bambino e di bambino utente chiede in che modo usate l'italiano per insegnare in classe
Ci sarebbe sarei dovuto più corretta cioè ci venisse chiesto in quale modo in quale con quale metodo vengono utilizzati per insegnare Shenzhen fisica matematica o altre discipline
In definitiva
Dobbiamo fare chiarezza su quello che leggo c'è un equivoco storico che ci ha sempre condizionato che che ancora ci condiziona
E ad analizzare la questione della lingua dei segni italiana come lingua di insegnamento contro la lingua italiana dei segni come metodo di comunicazione o metodologia di insegnamento
Vedete
I metodi non si apprendono in modo naturale come le lingue non hanno le regole non si modificano in modo naturale e in più sono inventati da singoli insegnanti
Per me risolvere alcuni problemi su specifici gruppi
Ad esempio ci si può inventare un metodo per insegnare la matematica ma non si può spacciare il metodo per insegnare la matematica per la matematica
Così con un metodo per imparare l'italiano non è l'italiano
Mi sembra evidente che l'errore sta nel voler mettere a confronto due grandezze non omogenee quindi non confrontabili la lingua dei segni non è un metodo didattico
è un'altra lingua tra l'altro ricordo a tutti italiana
Lingua dei segni italiana non è un'altra cosa è italiana
Ma ovviamente è indipendente da quella che conosciamo perché assume le sue regole
Non solo estivo una sua grammatica una sua sintassi e per la prego di conversazioni
Tuttavia
Nell'educazione dei soldi c'è la tendenza a considerare inscindibile la rimborsata per la comunicazione a scuola a scuola e l'impiego della metodologia didattica
Questa connessione oscura l'importanza del valore ed è possibile uso e studio da lingua italiana designi in classe
Nelle classi delle scuole ordinarie un insegnante non specializzato
è in difficoltà conosce
La presenza di un soldo in classe
Perché condiziona la sua azione verso la maggioranza degli alunni con la conseguenza che struttura il proprio programma più dal ministro punto di vista patologico del bambino sordo che da un punto di vista culturale
L'opinione purtroppo ampiamente condivisa e non solo in Italia che i soldi siano soprattutto un problema sanitario
Impedisce l'accettazione della loro lingua e della loro cultura vedete prepariamo
Non parliamo del
Parliamo abbiamo parlato molto spesso dell'handicap
Ma i soldi hanno un deficit
L'handicap non dipende
Dalla mancanza
Del suo e della sua del
Di un senso che il deficit
Si trasforma in handicap nel momento in cui non c'è una certa serie di servizi
Ecco da dove nasce l'handicap
Ma chi nasce sordo ha solo il deficit non è handicappato
Lo diventa dopo pecore motivi che dicevo prima
Dobbiamo inoltre considerare che da ricerche effettuate sul bilinguismo in generale emergono molti dati che sostengono che i bambini e gli studenti bilingui hanno necessità di patologie bene una prima di iniziare a imparare in un'altra
In Italia la comunità dei soldi anche in Gran sì all'incessante operai di questi anni da parte dell'ENSE il convegno di oggi nella prova sta vivendo un processo di evoluzione molto simile a quello delle altre minoranze linguistiche
Si sta liberando da situazioni dei meccanismi al limite dell'oppressione e questo per vari motivi
Il più importante degradanti ancora oggi la negazione riconoscimento la lingua dei segni come lingua e il rifiuto di accettarli addirittura negazione della libertà di scelta del modo di comunicare
Il risultato è che centinaia di migliaia di sordi devono ancora conoscere la propria lingua la propria cultura vedere la lingua e potere
Quelli che conoscono quanto una lingua sia potere tutti dominatori impongono ai popoli dominati la propria lingua
Sono consapevoli dei cambiamenti nella politica della lingua comportano mutamenti di potere
Per oltre cento anni in Italia la lingua distruzione dei sordi è stato l'italiano
E il potere dell'istruzione è stato nelle mani degli utenti per i quali italiano che la prima lingua
La filosofia BBC cambia istruzioni sordità dentro a riconoscerli se come lingua dominante del discorso
Quello che oggi è necessario è che i sordi comincino accodo occupare posizioni nuove all'interno dei programmi di istruzione che sono posizioni di potere
Questo cambiamento intimorisce chi è abituato alle recenti struttura del potere crea delle situazioni attraverso le quali
Si proteggono altri interessi che si vogliono dominare ad esempio
L'integrazione forzata Degrassi ordinarie come obiettivo falsamente democratico o continuare a confondere la lingua dei segni di classificandola e penso mettendo alla pari del metodo una lista che è un semplice emergono
Facendo giocare così la lingua dei segni un ruolo secondario
Continuare a favorire questo significa lasciare l'intero sistema educativo i programmi di formazione nelle mani degli utenti
Come continuare a considerare lo dico con un metodo mette in secondo piano il reale problema dei sordi di decidere da soli cosa sia meglio
Per i soldi stessi
Lunedì SDO oggi rappresento
è pronta ad intraprendere insieme a lei se questo percorso per migliorare la qualità dell'istruzione i sordi che attuabile possibile
All'interno dell'istituto il cui obiettivo dichiarato della promozione della cultura sorda
E che ha come fine la ricerca anche finalizzata a progettare in programmi aperti ad esigenze di Sordi e creare le occasioni per sviluppare finalmente scoprirlo potenzialità
Nella convinzione piena con obiezioni istruita e libera da condizionamenti ed in grado di affrontare ogni fasi della propria vita
Grazie
Grazie professore
Modo intervenire adesso Paolo Di Fonzo
O l'amicizia nata in un altro contesto
Paolo è un grande allenatore di pallacanestro
Posso testimoniare
Lo posso testimoniare
Mi fa piacere che chimica vessillo si vede anche la fisica
Devo dire avendolo visto sul campo venerdì scorso soprattutto se sempre dalla voce
Però mi fa piacere invece ascoltarlo in questo contesto proprio perché abbiamo una conoscenza ventennale su su altri campi mi fa proprio piacere economo di sport come lui ha sì sia così impegnato
In un
Un settore come questo
Buongiorno io ringrazio il presidente Petruccioli che ho sentito
Sono Presidente dell'associazione di famiglie
Siamo famiglie che hanno ragazzi con plurihandicap ma tutti sordi
Non solo qui per uno spot pubblicitario per l'associazione assolutamente ma in maniera molto semplice voglio semplicemente dirvi quella cassa dalla mia esperienza e che ha tuttora la mia esperienza come genitore
Io ho tre figli una laureato in matematica devono in medicina e poi è nato Luca
Luca con plurihandicap sordo il primo problema vero sorgere nel momento in cui mio figlio frequenta la prima classe
Prima elementare
Insegnante di sostegno
Mi affronta dicendo signor Di Fonzo non si preoccupi che suo figlio poi parlerà io dico meno male
Per fortuna abbiamo gente che fa miracoli in questa cosa qui ne non passano neanche due-tre giorni che mi chiamarono da scuola che mia figlia si era chiuso dentro l'armadio dico di ferro scorrevoli
Non riuscivano a tirarlo fuori o andavo io avrebbero chiamato i pompieri quindi io sono andato occasione figliolo portato frutti
E siamo parlate conduttori Sicoli eccetera e siamo arrivati finalmente dal professor Pierro
Che era primario all'epoca Ariccia di neuropsichico psicologia infantile
Il quale ci indirizzo verso Capodarco
Intraprendere il percorso della lingua dei segni con con
La logopedista e insieme all'educatore sordo di lì da lì abbiamo iniziato a entra avrei a vedere uno spiraglio di luce
Per la comunicazione
Il passo successivo qual è stato quello che di mettere a spese nostre all'interno della classe un assistente alla comunicazione che avrebbe coperto tutto l'anno scolastico di mio figlio per mettere in relazione con il resto dalla classe
Perché chiaramente mio figlio non parlava con nessuno non comunicava con nessuno
Era isolato completamente e stava per assumere atteggiamenti autistici quindi veramente serve come ecco essendo in linea col tempo pioveva sul bagnato
Il passo ancora successivo consigliato proprio dalla UE vista fu quello di
Coinvolgere la direttrice della scuola far
Delle ore di Lissa nella classe dove era presente mio figlio proprio per aumentare questa capacità
Il ragazzo si sentiva comunque solo dovevo sempre passare attraverso l'assistente alla comunicazione
Il quale
Un'influenza eccetera non era presente quindi tornavamo all'antico
Per cui questa cosa può accettata e da lì parti
Come associazione
Un'iniziativa quello facemmo questo corso qui in tutte le scuole dove erano presenti i nostri figli
Devo dire con grande successo perché perché le maestre stesse ci
Cinque fece i complimenti perché lo studiare la LIS cosa fa corsi cosa faceva non faceva altro che aumentare la capacità di concentrazione vi assicuro
Come faceva prima presenti mi parlava prima e Moretti
Il fatto che io alleno
Quando a che fare con ragazzi di tredici quattordici quindici anni la più grande difficoltà e la concentrazione di questi ragazzi
E studiare Italis è un grandissimo aiuti a un supporto fantastico per questi ragazzi piccoli
Che devono semplicemente
è in trarre in un concetto rinnovabile differente milione essere attentissimi
Ora questo è il percorso che diciamo che ho fatto come genitore ora sono Presidente di questo associazione e circa qualche giorno fa mi è arrivata un e mail di una nostra sociale la quale diceva
L'ho portata
L'insegnante di sostegno di mia figlia Arianna ha chiesto alla preside la possibilità di fare delle ore di lezione di Leeds all'interno
Della classe perché mia figlia completamente isolata sono arrivate soldi della Provincia metri in contatto ne abbiamo risposto perfetto non ti preoccupare questo il nostro obiettivo io adesso chiamo
Chiamo la preside la quale preside anzi sì perfetto guardi signor Di Fonzo se lei controlla il nostro sito non abbiamo fatto un bando
Va fatto un bando il primo pensiero facendo un bando chissà quanto sarà l'importo
Dico
Allora guardi del presidio intanto contatto il l'educatore sordo
E mi fa
Educatore sordo vanno bassa o basta semplicemente uno che conosca Pola LIS
Dico scusi un attimo ma se lei fa un corso di inglese
Giusto preferisce un insegnante di madrelingua oppure uno che conosca l'insieme della lingua inglesi in modo maccheronico
A questo punto
Ho
La professione la di la la io non mi ha risposto mi ha detto sul nostro si
Per vedere il bando scusi quant'è il monte ore cinque ore
Amico perfetto cinque ore a settimana no professore cosa dice cinque ore in tutto l'anno
Cioè lei fa un bando esattamente per settantacinque euro
Questo era il bando settantacinque euro per i nostri figli sorti si vergogni
Si vergogni
L'apporto dentro ventiquattro anni di rabbia ok io vi ringrazio detto questo porto la mia esperienza badate bene io quello che dico questo i nostri ragazzi hanno bisogno di occhi buoni non Diotti più Tosi Diotti pietosi non sanno cosa farsene
Grazie Paolo
Anzi grazie Cucci
Presso entriamo nella parte finale del nostro convegno
Una parte che riguarda appunto specificamente la scientifica
Chiedo ovviamente a tutti di essere più breve possibile che ovviamente abbiamo dei tempi contingentati anche dal punto vista della sala siamo occupando stamattina e nove quindi ovviamente
Sarà importante se riusciamo ad essere educati da questo punto di vista insomma è molto importante per noi
Tanto subito la parola
Per Alessandro Samuele che un primo consigliere direttivo delle rimesse
Buongiorno a tutti io sono membro dell'area formazione dell'Enza oltre ad essere un Consigliere direttivo e ciclo
è chiaro che stiamo pensando a molti cambiamenti all'interno dell'ente soprattutto al riconoscimento della lingua dei segni dal due mila e undici che
E stiamo cercando di
Evolvere questo disegno di legge abbiamo anche stilato un po'fu un piano di offerta formativa proprio ieri grazie all'assemblea
Nazionale lo abbiamo approvato e quindi ci sarà una circolare
Che comunicherà l'avvio della formazione
Seguendo i criteri del possa
Io
I prossimi relatori ci danno un contributo scientifico quindi li ringrazio per il loro impegno
E per il fatto che solo loro possono davvero dar voce alle nostre necessità grazie veramente per il lavoro e per l'impegno che state mettendo per il riconoscimento dei nostri diritti
Grazie del Sangro professor Carlo Cerqueti Cecchetto chiedo scusa dell'Università degli studi Milano Bicocca
I circa sulle lingua dei segni in Europa
Allora buongiorno a tutti io insegno all'Università Bicocca e di mestiere faccio il linguista cioè
Le persone che studiano come sono fatte le lingue allora una delle domande che noi ci poniamo per esempio è
Che cosa fa di una lingua una lingua ciò che contraddistingue una lingua vera piena completa dai sistemi di comunicazione più semplici che non sono delle lingue ma sono magari dei metodi o delle altre cose
Allora noi diamo diversi tipi di risposte qui Cipro due cose una è ovviamente una lingua piena
è una lingua che ha la capacità di esprimere contenuti complessivi per esempio ci permette di parlare di cose di oggetti di aventi che non sono presenti in cui è ora
Da questo punto di vista le lingue dei segni alla lista DS è ovviamente una lingua completa perché si può usare per parlare di qualsiasi argomento lo vediamo oggi attraverso gli interpreti che stanno lavorando
Per permettere una comunicazione piena fra visti italiano e altre lingue
E lo vediamo dal fatto che per esempio in molte Paesi del mondo ci sono degli interi corsi universitari in molti in alcuni Paesi del mondo ci sono interi corsi universitari che sono fatti in lingua dei segni
Cioè si può studiare all'università usando la lingua dei segni come lingua e anche in Italia come poi diranno dei miei colleghi ci sono delle situazioni in cui la lista viene usata dentro l'università come lingua di trasmissione di contenuti
Ma quale lingue per essere lingue complete devono anche a vere e un'altra caratteristica
La caratteristiche questa che devono avere una organizzazione interna delle regole interne e questo avviene sia a livello della parola che a livello della frase
Le regole interne a livello della parola noi le chiamiamo morfologia e le regole interne all'interno della frase novellata chiamiamo sintassi allora la lista a
è una lingua completa da questo punto di vista la risposta è ovviamente sì
Perché allora velocemente
Due di esempi faccio non faccio un discorso voglio fare due esempi concreti
Per darvi l'idea e per dare l'idea anche a chi magari si accosta a queste cose a queste cose per la prima volta la struttura di una parola non so facciamo l'esempio italiano in lista ci provo
Prendo isola prova come casa si può dividere in due elementi che chiamiamo Morselli casa e acqua se fosse plurale sarebbe case okay
La morfologia dell'italiano è fatta così ci sono gli elementi di base che sono uno dopo l'altro caso e poi a
Non possiamo cambiare l'ordine non posso dire a cassa
Non è più una parola dell'italiano
Per come è fatto l'italiano noi mettiamo in Borsa in uno dopo l'altro è cruciale che non possiamo pronunciarmi insieme perché è perché il nostro
Apparato che ci permette di pronunciare suoni Morse mi non permette una produzione in coincidenza cosa succede nel lingua dei segni succede una cosa un po'diversa che
La morfologia esiste sì esiste e altrettanto ricca di quella delle lingue segnate si e altrettanto ricca ma c'è una differenza importante che ad alcuni non è immediatamente evidente dato che le lingua dei segni hanno non uno solo
Articolo attore ma ne hanno tanti hanno
Una mano una seconda mano hanno la sovrapposizione per esempio la postura le sopracciglia alla posizionare sopracciglia è come se al posto di avere un unico articolato ora ce ne fossero tanti e questo permette che ne dell'in due dei segni due morti temi siano produce prodotti contemporaneamente simultaneamente e questa è una grande differenza che a volte non viene vista perché bisogna assumere la prospettiva della lingua dei segni per vedere questa cosa
Un ultimo esempio faccio terza per mostrare questa cosa della ricchezza delle lingua dei segni facciamo un esempio
Le cosiddette frasi relative ok le frasi relative sono delle cose come per esempio non so
Immaginate questa situazione facciamo un esempio concreto ci sono due maglioni e due di era una persona indossa il maglione giallo se una giallo e l'altro rosso dici il maglione già ma immaginate che due maglioni siano uguali
Ma io so che uno è stato comprato ieri e l'altro è stato comprato la settimana scorsa
Come faccio in italiano dico indossa il maniglione che hai comprato la settimana scorsa
Questo che hai comprato la settimana scorsa si chiama frase relativa è molto importante perché ci permette di passare una comunicazione ricca
Anche quando per esempio un aggettivo come giallo non è sufficiente bene nelle lingua dei segni ci sono le frasi relativa sì ci sono
Ci sono anche i corrispondenti anche ex con
Di
Differenze dentro nomi relativi
Per esempio o cose simili a che ai che quale accetta per esempio una un corrispondente di un pronome relativo indice questo segno qua
Questo che a volte viene chiamato per
La differenza è che che mentre in italiano il che viene all'inizio della frase il pesce viene agli alla fine della frase relativa perché vi dico queste cose perché la grammatica di una lingua dei segni è qualcosa che è spontaneo nel segnalante
Come la grammatica di ogni lingua spontaneo incida impara da bambino naturalmente ma ovviamente noi non sappiamo non siamo consapevoli della grammatica che usiamo
Diventiamo consapevoli della grammatica che usiamo quando la studiamo okay allora molti non vedono anche se la lingua dei segni estremamente ricca la sua potenzialità
è importante che la grammatica delle lingua dei segni e le lingua dei segni siano quindi studiate per un loro pieno riconoscimento e questo avviene cominciava a venire in Europa soprattutto agli oggi sono anche qui perché io sono uno dei coordinatori di un progetto europeo
Che si chiama è un progetto finanziato dalla Comunità europea il progetto si chiama gli dico il titolo perché voglio poi commentare chiudere sul titolo il titolo il progetto si chiama Progetto costa
Chiesta per la European cooperation in Saia se technology cioè associazione europea ante alla scienza alla tecnologia il titolo è individuare le grammatica e delle lingue dei segni europee
Un percorso per facilitare la piena cittadinanza dei sordi segnalanti
E per la salvaguardia
Del loro patrimonio linguistico allora due cose dico primo lingua dei segni europee per ce ne sono tante nel nostro progetto ci sono
Tredici lingua dei segni europee che sono oggetto di studio e poi l'altra cosa che ancora più importante di tutte si parla di
Facilitare la piena cittadinanza dei sordi segnalanti allora l'idea è che descrivere
Mantenere fare memoria e viva uso delle lingue dei segni è un modo per
Facilitare la cittadinanza perché
Uno potrebbe dire un'obiezione di chi è fuori da questo campo e ma come tu vuoi favorire la cittadinanza parlando delle singole lingua dei segni
Il fatto è che nella comunità scientifica è molto chiaro che il bilinguismo eh una fonte di arricchimento non solo
è molto importante avere una forte e piena lingua uno per imparare anche eventualmente più tardivo contemporaneamente una lingua due
Cioè avere una solida base una solida lingua uno è fondamentale per la lingua due allora se l'obiettivo il bilinguismo e se l'obiettivo è l'integrazione delle persone sorde nella strada più ampia che è una società di utenti
è importante che le persone sorde abbiano una base di partenza che una lingua forte la lingua forte sicura per la persona sorda e la lingua dei segni si può anche
Va bene
Le scelte sono tutte legittime e si può anche quindi pensare di provare se la famiglia lo desidera con una lingua attraverso altri metodi dipende dalle condizioni di sordità eccetera ma la lingua naturale delle persone sorde eh la lingua dei segni e quindi è solo su una base solida di questo tipo che è un effettivo bilinguismo un'effettiva integrazione nella società può essere sicuramente raggiunto
Con questo vi saluto e vi ringrazio per questa
Grazie professore
Della brevità
Professoressa Anna cardinali l'esperienza
Di Ca'Foscari a Venezia

Dare qualche dato
Non importa se se non è possibile manipolata
Allora
Posso parlare non non è fondamentale
Aveva preparato in power point
Solo per dare
Qualche
Rimasto
Sì non ci sono molte informazioni ma qualche dato per ricordarlo meglio io ringrazio di questa opportunità di raccontare l'esperienza di Ca'Foscari un'esperienza
Che è cominciata nel mille novecentonovantanove quindi sono già quindici anni che la lista della sordità sono insegnante a Ca'Foscari e
Si svolge ricerca su questi temi
Questa importante perché in qualche modo possiamo dire che
L'università ha riconosciuto la lingua dei segni c'è un primo riconoscimento è importante perché queste tematiche
Trattate all'università
Permettono di essere insegnate ricercate
Ai più alti livelli stando al passo con la ricerca internazionale è stato già detto che
In altri Paesi i programmi di destra studies sono ricchi che sono presenti
E l'Italia anche in questo è un pochino indietro
Portare la lista l'università permette anche di
A permette ha i soldi di studiare e specializzarsi nella propria lingua aumenta le possibilità della formazione avanzata anche per le persone sorde
Credo che sia importante ricordare come il Ministero della l'università ha riconosciuto la lista riconosciuto fra virgolette nel novantasette quando con un decreto ministeriale ha inserito questa
A
Disciplina tali discipline del gruppo di linguistica più cioè ha permesso alle università di attivare questo insegnamento c'è un passo formale che deve essere
Fatto che a questo ed è molto interessante che lo ha inserito
Nel settore della linguistica come è stato appena detto dal mio collega cioè di quei di quei studiosi che studiano il linguaggio come facoltà umana quindi riconoscendo che la lingua dei segni è una lingua
Acché raffiche esprime questa capacità umana e che studia poi le caratteristiche delle singole lingue quindi le grammatica e delle singole lingue
Questo ha permesso a parecchio diversità di attivare questo insegnamento e ha permesso a Ca'Foscari per così dire una secondo riconoscimento della lingua dei segni
In quanto nel due mila e due con la riforma universitaria l'abbiamo inserita nei corsi della Facoltà di Lingue straniere come una delle quaranta lingue che sono insegnate a Ca'Foscari
O che erano poi nel frattempo qualcuna è stata tagliata managers no questo è stato importante perché allora come tutte le altre lingue insegnate nella facoltà di lingue straniere
Era possibile studiarla per tutto il percorso universitario alla Triennale alla magistrale e specializzarsi in questa lingua studiata al pari delle altre lingue
Vi darò qualche numero per
Vedere quanto interesse c'è e c'è stato negli anni a per questa lingua solo negli ultimi tre anni
Novantanove studenti l'hanno scelta come lingua di specializzazione duecentonovanta sono stati studenti del primo anno che l'anno comunque scelta anche solo per un anno
Come lingua
Prende diciamo annuale e poi altri che la continuano nel percorso magistrale
La cosa importante da dire e che operava
In questi numeri ci sono che ci sono stati anche degli studenti sordi o nativi Lissa o
Non DD ma che hanno voluto cominciare questo percorso di acquisizione della lingua e quindi abbiamo dei sordi che si sono laureati in lista che hanno scritto una tesi di laurea sulla propria lingua
E credo che questo sia stato per questi studenti un percorso molto importante alcuni di loro adesso la insegnano le assegnano dei corsi
Di ellisse dell'Enza e sicuramente hanno una preparazione maggiore una preparazione a livello universitario come ho detto prima al passo della ricerca internazionali
A
Non ardori segniamo solo la rissa io credo che sia importante che
A
Che si capisca
Che insegnare venisse porta con sé una serie di altre materie di altri insegnamenti per esempio la cultura dei sordi
Così come se studiano l'inglese e studiamo la storia e la letteratura a in lingua inglese così dobbiamo anche studiare la storia della comunità che parla questa lingua quindi la storia della comunità assurda in Italia tutte le loro espressioni culturali il teatro la poesia
Dobbiamo studiare come è stato appena detto dal mio collega linguista la linguistica della chissà tutte le sue caratteristiche grammaticali
Sono leggi alla morfologia e la sintassi sono parole che sono state appena usate ma anche credo molto importante la linguistica per la sordità cioè
Gli strumenti linguistici perché aprire anche come un sordo impara l'italiano quali sono le sue difficoltà
E come possiamo impostare un'educazione migliore anche dell'italiano perché è stato già nominato il bilinguismo ci sarà la mia collega che poi ne parlerà meglio di me è importantissimo che
L'acquisizione delle due lingue proceda parallelamente e che si
Acquisisca in maniera assolutamente completo l'italiano e questo credo che debba essere anche una va taglia da fare bisogna riconoscere la lingua dei segni ma bisogna anche pretendere una buona ottima
Conoscenza dell'italiano che può passare anche attraverso
Un uso veicolare De Lellis a scuola
Un'altra acquisizione recente in collaborazione con la lega del Filo d'Oro e qui ovviamente Lolo ringrazio ringrazio il dottor Bartoli pubblicamente
Abbiamo attivato l'insegnamento della lista attinenti proprio per dare ai nostri studenti anche una formazione sulla variante De Lellis utilizzata dalle persone sordocieche
E vedete di nuovo i numeri grandissimo interesse per questo insegnamento
Fra questi numeri ci sono anche delle persone sordocieche
E Barbara Verna a prima menzionato il corso che ha seguito
Un'altra cosa che abbiamo fatto ovviamente diciamo non
Spero che lo spirito sia chiaro non sto lodando nella mia università sono semplicemente dicendo che questo percorso può essere
Seguito ad altre università ma che è importante portare tutto questo all'università concorso interpreti che è l'ultimo anno si è trasformato in un master
E un aspetto impormi interessante della nostra esperienza è quella di aver raggiunto la competenza della traduzione è importante formare interpreti
Sono
Bravissimi crediamo elezioni
Ma come per le altre lingue e anche importante formare i traduttori è vero che non si traduce
In lingua scritta perché la lingua dei segni non hanno una forma scritta ma oggi con la tecnologia si può tradurre in video
E è molto importante capire la potenzialità di questa
Di questa cosa cioè
Permette di tradurre in Lissa e quindi produrre dei video di tradurre per esempio le opere della letteratura che molto spesso non sono accessibili interamente una persona sorda se ha difficoltà con l'italiano
E una piccola iniziativa che abbiamo fatto è la traduzione integrale del libro di Pinocchio qualcuno di voi forse lo ha già visto lo ha già comprato ricevuto in regalo
è a nostra conoscenza il unico lingua al Monte unico libro al mondo tradotto integralmente in una lingua dei segni e qui ovviamente c'è tanto lavoro e a questo corso hanno partecipato anche delle persone sorde
All'estero esistono i traduttori sordi che traducono nelle lingue ed essendo
A per esempio opere letteraria ma anche materiale informativo e qui ci sono senz'altro anche delle occasioni di lavoro perno le persone sorde
Credo che sia doveroso menzionare i docenti
Io non sono una docente di Lissa mi scuso non conosco neanche la lingua o solo coordinato
Tutto questo Progetto ma il lavoro che hanno svolto i miei colleghi chiara trentini che ha una ricercatrice di lingua dei segni che abbiamo assunto a questo scopo
Ecco ad Alitalia che tutti conoscete abbiamo assunto Gabriele come lettore di lingua dei segni
Questa parola lettore viene usata per gli altre lingue elettori di inglese di tedesco c'è madrelingua che insegnano la lingua e siamo veramente orgogliosi di aver assunto un sordo per insegnare la propria lingua
E poi alcuni docente a contratto Carmela Vertone Alessandra Checchetto e da altri docenti che negli anni si sono susseguiti questi sono i collaboratori attuali
All'università si fa ricerca tutta la didattica che ho menzionato si basa sulla ricerca
Dei linguisti e non solo sulle linguaggio in generale sulle lingue dei segni in particolare è stato
Appena menzionato il Progetto europeo costa
Il cui partecipiamo a cui partecipiamo anche noi sono tredici Paesi europei che partecipano a questo progetto
Abbiamo avuto anche insieme con i colleghi di Milano e di Roma un progetto finanziato dal miglior quindi l'unico il Ministero dell'università continua
A investire
Sulla ricerca sulla lingua dei segni sulla nostra lingua dei segni
E abbiamo un progetto un altro progetto europeo spread De Simon che sta coinvolgendo quindici Paesi europei per costruire dei dizionari di vincoli esterni
In questo modo cerchiamo di partecipare alla ricerca sulle lingua dei segni che
Si svolge in maniera appunto
Così senza
Doverlo giustificare negli altri Paesi e in Italia stiamo cercando di
A così
A riacquistare un po'di terreno perduto
Importantissima è stato già menzionato l'accessibilità abbiamo
Diciamo sviluppato dei processi sui progetti di accessibilità seguendo altre esperienze positive di cui ci parlerà caro Di Biase più tardi abbiamo con i nostri studenti stiamo lavorando per dei progetti di accessibilità nei musei veneziani
E uno spin-off dell'Università visita che forse alcuni di voi già conoscono che sta sviluppando servizi digitali per le accessibilità
La tecnologia è stato già detto e l'esperienza importante di come D'Alema com'la mostrato sicuramente permetterà nei prossimi anni dei grandissimi passi in avanti
E visita sviluppato
Delle guide
Turistiche accessibili un servizio di interpretazione professionale da remoto
Dei servizi di traduzione il LIS proprio sulla esperienza
Che abbiamo fatto negli anni nel Progetto
Decorso interpreti e traduttori cioè moltissimo lavoro da fare la nostra è semplicemente
Un'esperienza in Italia che speriamo sarà seguita da altre università c'è bisogno di formazione di formazione ad altissimo livello di formazione a livello universitario
L'ultima cosa che vorrei dire ma sicuramente verrà detto poiché anche dopo di me è stato già detto prima dal genitore dell'associazione
è importante capire come la rissa non è solamente la lingua dei sordi è una lingua che ha a disposizione tutta la comunità
E è utile come è stato già detto anche in altre situazioni di disabilità comunicativa quindi ha una grande risorsa che abbiamo a disposizione
E che può dare la possibilità
Di migliorare la comunicazione alle persone sorde ma non solo o e alle persone sordocieche per la variante diciamo di di statica
E come è stato già detto anche
Dal
Punto dal presidente dell'associazione a una valenza molto importante e positiva educativa anche pare i bambini utenti io credo che appunto questa sia una giornata importante ci auguriamo che ci sia
Un cammino verso il riconoscimento di questa lingua che queste esperienze si continuino che si possa dibattere tutti insieme sulla migliore modo di
Utilizzare questa risorsa che è a disposizione di tutti grazie molte
Grazie
Volevo rendere edotta la l'Assemblea che prima mi sono allontanato momento perché
Ci hanno chiesto un incontro estemporaneo tra i deputati gli onorevoli Casati cova e Carnevali
A mi hanno chiesto di porgere il saluto a tutti i partecipanti a questo convegno e dirigente dei soci ai persone personalità che sono intervenute
E si sono dimostrati molto entusiaste della della proposta di legge e quindi ANCI hanno chiesto di rincontrati per poter discutere che contrariamente a quanto affermato prima da qualcuno
Si sono complimentati perché hanno visto che questo testo di legge a differenza di quello presentato in altri
Negli anni passati ha un profilo
Che tecnico che potrebbe consentire un più facile iter nelle aule parlamentari noi ovviamente ce lo auguriamo fin quando
Non vedremo approvati in questa questa legge continueremo a batterci per ottenere il riconoscimento della lista grazie
Nel secolo scorso mio professore so fino a comporre l'esperienza l'Università di Catania
Bene il titolo del mio intervento non è proprio l'esperienza dell'Università di oltre ogni ragionevole
Ne posso parlare toglierete arrivarci quando in realtà di chiedo scusa le chiedo scusa non è un problema in realtà i miei colleghi aderivo come dire in qualche maniera l'erosione dagli USA Foscari
Parco esatta è un intervento sulla diversi la linguistica vistisi ma va bene perché in realtà i miei colleghi mi hanno fornito non so se è giusto l'assistente giusto è giusto fare niente ma serve per inserire tutta una serie di temi che sono secondo me
Essenziali e centrali sul piano della diversità linguistica poi dei diritti del diritto alla lingua la propria lingua naturale che è sostanzialmente
Il
L'argomento centrale di questa giornata e vorrei partire proprio da una frase che dà una risposta che mi ha dato uno studente di liceo quando
Io gli chiesi che differenza c'è io solitamente lo chiedo questo aspetto che non si Ciriani siamo sempre molto orgogliosi del nostro dialetto
Quando gli chiesi che differenza c'è tra via letter lingua e questo studente mi rispose il dialetto si tramanda la lingua si impara
Ora secondo me
è una frase molto bella perché e proprio da questo concetto che io vorrei partire dalla differenza tra
Imparare tramandare che attraverso la differenza tra
Tramandare trasmettere vorrei introdurre proprio il tema della differenza tra lingua naturale
E lingue realtà apprezza quindi tra italiano tra lingua dei segni e italiano
Sostanzialmente
Attraverso la lingua si tramanda ciò
Perché quella che è l'identità
Socio storica della comunità ciò che è la cultura di una comunità si tramanda proprio l'identità e per questa ragione oggi vi è una grandissima attenzione nei confronti della diversità linguistica come risorsa
Che è una diversità più e che è oggetto non solo della Convenzione UNESCO sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali del due mila cinque ma anche della Convenzione UNESCO
Per la salvaguardia del patrimonio ma perché è materiale del due mila tra
E poi come sappiamo anche della Convenzione ONU
Per la promozione delle pari opportunità per le persone con disabilità solo approcci completamente diversi naturalmente però
Nel caso della lingua dei segni sì sia nelle convenzioni relative de il dell'UNESCO sia nella Convenzione ONU si affrontano due aspetti diversi dell'identità
Delle persone sorde sostanzialmente il punto di partenza e lo stesso la diversità linguistica e ricchezza
Allora
Vorrei proprio partire dalla convenzione ONU per le pari opportunità perché la convenzione ONU
Che più volte è stata citata
Comma stravolge completamente la prospettiva
La prospettiva è la come dire la per la percezione di disabilità che sino ad allora in qualche modo aveva dominato anche gli approcci educativi a scuola
Anziché affrontare anziché trattare la disabilità come una patologia per la prima volta si affronta o comunque si
Guarda alla disabilità in generale poi anche alla sordità come diversità positiva culturale
L'in questi casi quindi come ricchezza si dice B.O. psicosociale quindi questo è il il nuovo approccio alla nuova prospettiva
Della Convenzione ONU ed è per questo che a questo punto cambia completamente il modo di affrontare e
Una serie di aspetti relativi alla sordità non più come
Dimensione di carità non più come paternalismo non più come favore ma semplicemente
E assolutamente come diritto un altro punto essenziale portato avanti dalla convenzione
Che lo ricordiamo è stato replica è stata ratificata con legge
Nel due mila nove
Leggere numero diciotto
Altri il tre marzo del due mila nove
Allora un altro punto essenziale il proprio
Il concede il considerare essenziale per l'inclusione sociale linguistica delle persone condivisibili disabilità e quindi delle persone sorde anche
Che
La l'accomodamento ragionare voler cioè quello che viene denominato in inglese il riso una bolla comoda action cosa significa significa che la società che deve ripensarci per venire incontro alle ai bisogni delle persone
Che costituiscono una minoranza una comunità che esprime una diversi di una differenza linguistica o sociale questo
Deve essere costruito attraverso la consapevolezza dei propri diritti
Cioè un percorso di in power marito ora dobbiamo dire che nella comunità assordante percorso di empowerment è stato avviato
Già apre lentamente attraverso la scoperta
Della linguistici vita della lingua dei segni a partire dagli anni dalla fine degli anni Settanta si è mostrato come
Ha già detto allora hanno già detto e mi i miei colleghi
Come la lingua dei segni rispondesse sostanzialmente ai criteri che caratterizzano il funzionamento di tutte le lingue
Vocali
E allora questo avviato una rivoluzione nel contesto della comunità dei sordi
Che acconsentito a ripensare a rivedere il proprio diritto alla lingue apporti apportata condotto proprio i sordi a chiedere con forza di avere
Questa lingua mentre prima questa lingua e quindi i servizi di interpretariato
Non erano garantiti nel modo con la professionalità che vedete oggi
è soltanto quando la comunità dei sordi ha maturato i propri diritti e quindi si è avviato un vero e proprio percorso di in power mente attraverso
La consapevolezza linguistica
Che i soldi spesi
Hanno maturato proprio non solo una nuova rappresentazione della propria sordità in termini
Di diversità linguistica e culturale e questo ha portato veramente ai percorsi virtuosi di cui abbiamo sentito all'interno delle università
Dell'Università di Venezia per esempio
Questo quindi significa che nel momento in cui ci si rappresenta in via belli propri bisogni vengono rappresentati come diritto
A questo punto si avvia un percorso assolutamente
Virtuoso essenziale per la propria forma per la formulazione proprio che e la richiesta della di venire incontro insomma e di rispondere i propri bisogni
Allora a questo punto bisognerebbe chiedersi
Perché la lingua dei segni preoccupa così tanto
Quali sono le resistenze che oggi noi continuiamo a vedere rispetto all'elica alla lingua dei segni solo resistenza evidentemente collegate a una nostra visione
Ha una visione ancora fono Centrica
Un ancora legata al suono come unica dimensione di realizzazione della linguisti cita
Solo
Visioni comunque sono pregiudizi che vengono maturati in relazione a una visione autoreferenziale di lingua tutti parlanti tutti gli utenti di una lingua maturano in qualche modo
Una propria visione intuitiva di lingua per cui molte persone che non hanno ancora che non conoscono la lingua dei segni pensano che la lingua dei segni non sia una vera e propria lingua perché non ha una forma scritta
Ma non sanno che moltissime lingue locali non hanno una forma scritta
è sono comunque lingue
Pensano che la lingua dei segni non sia una vera e propria lingua per perché cambia continuamente in perché ha una dimensione di variabilità regionale
Ma questo succede anche all'italiano l'italiano cambia nelle varie dimensioni nelle varie regioni no ci sono diversi
Diverse varietà regionali
Penso e non semplicemente che la lingua dei segni non sia una lingua perché
Sostanzialmente è fatta di gesti perché è per noi una linguisti cita la linguistici tassi può realizzare per molte persone
Mi si deve realizzare soltanto attraverso il mezzo fonico e quindi
Il nostro pregiudizio è legato proprio una
Alla dimensione gestuale essenzialmente mentre in realtà la ricerca ha dimostrato
Ormai attraverso moltissimi articoli attraverso questi progetti di cui abbiamo parlato poco fa che la lingua dei segni è una vera e propria lingua e che
Cambia nelle varie parti d'Italia come cambiano tutte le lingue del mondo che non ha ancora sviluppato un sistema di scrittura con moltissimi anche i
Moltissime altre lingue
Nel mondo a questo punto quindi
Dobbiamo riflettere su un aspetto centrale ogni comunità matura una sua percezione di lingua
Che spesso è influenzata da una visione come dire intuitiva da una visione
Anche basata su pregiudizi
Su
Un'esperienza sulla conoscenza della diversità ed è fondamentale quindi
Che la diversità diventi come dire accessibile è in innumerevoli programmi televisivi hanno reso che che hanno messo a disposizione l'interprete
Per l'interprete di lingua dei segni hanno consentito una maturazione una visione una la maturazione di una prospettiva
Diverso nei confronti delle persone sorde e nei confronti di della lingua dei segni stessa perché
Questa lingua dei segni che prima era nascosta era una dimensione soltanto privata
Prima veniva utilizzata soltanto nei circoli soltanto negli istituti speciali oggi viene utilizzata in contesti formali
Non è più relegata ad ambiti d'uso informali come una volta
E questo suo l'espansione proprio degli ambiti d'uso della lingua dei segni ha portato anche a una maggiore consapevolezza da parte
Della maggioranza dalla della maggioranza o da ente
Per concludere
è chiaro che le politiche linguistiche sociali
Debbono essere costruite intorno ai bisogni delle persone ma non possono partire evidentemente da visioni in qualche modo
Costruite non non costruite su dati scientifici cioè attraverso la ricerca scientifica che si possono veramente costruire degli interventi legislativi
E attraverso la collaborazione attraverso la Rete con la consulenza della ricerca scientifica cementifica che si possono costruire degli interventi che
Possono avere dei un impatto positivo sulla vita
Delle persone sorde ed in generale sulla vita della maggioranza per cui
Io penso che l'invito
Di cui oggi ringrazio il presidente insomma in generale lo staff dell'Enza
L'invito che mi piacerebbe lanciare oggi è quello di non solo di continuare ovviamente a lottare per il riconoscimento della lingua dei segni che ovviamente essenziale soprattutto perché
Ci consente di allinearci
A quelle che sono gli orientamenti europea negli oltre che nazionali visto che
La convenzione non è stata ratificata dal nostro Parlamento ma soprattutto di continuare a lottare insieme
Questo significa di
Ascoltarci cioè di vedere come attraverso la collaborazione si possa costruire un disegno di legge che poi
Consenta di venire incontro e di costruire propri i tre requisiti per una reale inclusione come d'altra parte sostengono i vari documenti a livello internazionale europeo e nazionale grazie
Grazie professoressa
Vivere tra più lingue
Il bilinguismo bimotore delle persone su problemi dottoressa
Medesima Caselli dell'Istituto di scienze tecnologico la cognizione del CNR
Abbiamo ancora
Altri due interventi
Lo ricordava lui però che siamo fumo eventualmente diciamo
Abbondante ritardo mi chiedo la massima prima possibile ovviamente
Sì ringrazio molto gli organizzatori per averci dato l'opportunità di essere ancora una volta qui per batterci per il riconoscimento
Della lingua italiana dei segni l'obiettivo è l'obiettivo comune le strade possono ancora essere come diceva la collega Sabina Fontana
Costruite insieme ma l'obiettivo è sicuramente comune ed è fortemente condivisa l'obiettivo del riconoscimento della lingua italiana dei segni arrivo quasi per ultima dunque
Potete immaginare tantissime cose sono state già dette
Noi siamo della CNR l'istituto che prima era di Psicologia ora di scienza e tecnologie della cognizione con sede a Roma
E da tanti anni ci occupiamo di lingua dei segni e di processi di acquisizione
Della lingua nel bambino sordo e nel bambino Dante ci occupiamo di tante cose
Sapete che forse i primi studi gli studi pionieristici sulla lingua dei segni sono proprio nati nel nostro istituto grazie al lavoro di Virginia portarla ma
Di Elena Pizzuto purtroppo scomparsa
Poi
La ricerca continua oggi non vi parlerà non è questo il mio compito della ricerca linguistica sulla lingua dei segni
Mi piace di più invece continuare Dial mente il discorso che mi ha i due discorsi che mi hanno preceduto
E in particolare quello che sta Bina Fontana introdotto sul pregiudizio uno dei giudizi più forti che a mio parere ostacola il riconoscimento della lingua dei segni in Italia
è il discorso dell'educazione del bambino sordo
L'educazione del bambino assorda perché il pregiudizio forte che imparare conoscere usare la lingua dei segni può ostacolare o comunque
Non precludere o di come dire indebolire lo sviluppo l'acquisizione e l'uso della competenza linguistica nell'italiano parlato
Prima e scritto poi
L'altra l'altra accusa della ghettizzazione una lingua che vi pizza è stato ampiamente ampiamente dibattuto adesso
La riflessione fa un po'ridicolo dirla voi che sapete tutto
Ma di riflettere insieme ancora una volta su quanti sono i bambini che nascono sordi nel nostro Paese e sapete che sono l'uno per mille dei nati forse anche di o a questo punto
Ma che solo il cinque per cento circa nasce da famiglie di persone sorde allora
Noi possiamo pensare che chi imparare la lingua dei segni come lingua nativa sono e quindi chi poi gli USA bene la lingua dei segni sono solo questo cinque per cento
Di bambini che nascono sordi la realtà è molto diverso sa e molto più complicata
Non è solo questa la percentuale di persone che usano la lingua dei segni perché la maggior parte delle persone sorde
Che usa la lingua dei segni è nata da genitori udenti e ha imparato la lingua dei segni in diverse
Fasi della vita in diversi contesti e per diverse motivazioni sicuramente fra le motivazioni più forti che noi troviamo è il fatto di
Trovare cercare
Una identità personale cercare una propria appartenenza
Allora potremmo invece per fare un'altra cosa si avvicinano alla lingua dei segni decidono di impararla anche tardivamente
Quei ragazzi o quei giovani adulti che non riescono bene qual è l'italiano che hanno una
Competenza linguistica debole
Non è così
La competenza a decidere di imparare la lingua dei segni e indipendente dalla competenza che tu hai nella lingua italiana e ne sanno esempio alcuni dei relatori che mi hanno preceduto e penso a Valentina foro e penso
A Tiziana bulle che oggi non ha parlato ma è lì le cui competenze linguistiche sono altissime e tuttavia hanno deciso Valentino ad esempio ha deciso di avvicinarsi al mondo dei sordi a questa lingua tardivamente cosa ne deriva
Ne deriva che la stragrande maggioranza delle persone sorde sono bilingui
Non conoscono ed è questa l'opposizione che noi dobbiamo superare lo lingua parlata o la lingua dei segni Emma tutti conoscono ma la maggior parte dei sordi non tutti conosce entrambe le lingue
Siamo
Finora abbiamo quasi ha avuto o disinteresse nel considerare le persone sorde bilingui perché forse partendo da
Come dire
Antiche conoscenze sul bilinguismo assumevamo avevamo l'idea che il bilinguismo dovrebbe essere un tutto e niente cioè che vi lingua quella persona che conosce e usa le due lingue con pari competenza
Le ricerche più recenti che hanno avuto grande in pulso in questi ultimi anni anche grazie alla
Conoscete tutti la situazione migratoria che sta influenzando il mondo e l'Europa in particolare
Atteso il bilinguismo una nuova
Energia di di conoscenza è necessario fare ulteriori ricerche
E abbiamo dunque imparato dagli studi sul bilinguismo unni modale e cioè di due lingue che viaggiano
Sul canale acustico vocale e il bilinguismo non è tutto ogni antenna è un continuum
E così si può essere bilingui avendo competenze diverse nelle due lingue competenze che fluttua noi dall'una all'altra assecondata debba vari fattori
Che sono ad esempio letta di acquisizione di ciascuna delle due lingue un concetto che ha introdotto il professor Cecchetto lingua una lingua due
La
Il contesto in cui impari e usi le lingue la valenza emotiva relazionale che ciascuna lingua per detta durante
L'importo e la quantità di import perché tu devia vere per imparare Patrone Giare uno l'altra lingua
E infine forse quello che oggi ci interessa particolarmente lo status della lingua
Un bilinguismo è più forte è più tutelato è più riconosciuto se le due lingue hanno uno status socio culturale paritario alto
Una lingua debole diventerà molto spesso spesso la lingua della minoranza linguistica
Diventerà spesso un sapere superfluo e come tale al di là che sia la prima lingua che può imparato che sia la lingua della tua famiglia questa lingua probabilmente si indebolita
E così anziché a essere la lingua
Paritaria to one diventa la lingua minoritaria svalutata quella che è usata in poche contesti la lingua che si impoverisce e si indebolisce ed è per questo che riconoscere la Lissa
è importante per farla
Crescere a livello di umbra riconoscimento e con questo riconoscimento del bilinguismo dei sordi un bilinguismo molto speciale
Un bilinguismo noi sappiamo diverse cose sul bilinguismo mi modale non sappiamo abbastanza sul bilinguismo mi modale perché o abbiamo studiato la lingua dei segni e la sua
Posizione o abbiamo studiato la competenza linguistica dell'italiano delle persone sorde molto pochi sono gli studi che hanno studiato come si integrano come si costruiscono le due lingue
Sappiamo dal bilinguismo degli utenti
Che imparare due lingue
Non richiede uno sforzo cognitivo maggiore che imparare due lingue non preclude
O non indebolisce l'acquisizione dell'una o dell'altra lingua a patto ovviamente che le due lingue siano usate in contesti altamente significativo
Sappiamo però che come ha ben avevo detto prima ci sono dei fattori che influenzano fra questi più importanti l'input all'età di acquisizione in cui le lingue sono imparate
Ricordiamo ente ed è per questo che ricordiamoci che il bambino sordo come gli adulti sordi
Non sono proprio i denti ICI albi diciamo nella prenda delle due lingue perché è una di queste la lingua vocale
Viaggia sul canale deficitario e concordo dunque pienamente con la professoressa
Cardinale tiene assolutamente necessario che i bambini siano identificati precocemente correttamente tratte stilizzati con qualunque mezzo Pratesi colà
Famiglia decida di Pratesi Zahri e avviati precocemente a un'educazione al linguaggio anche nella lingua Pippo focale perché ci saranno delle finestre di opportunità nel nostro cervello
Ci saranno delle finestre che avvenne
Sfruttare dopo queste le finestre non si chiudono ma certamente il nostro cervello è meno mentre meno plastico di quanto non lo sia
Nei primi anni di vita meno pronto a modellarsi sulla base delle esperienze linguistiche che il bambino ha fatto
Studi recenti molto interessanti di Nardò chance hanno dimostrato che così come imparare una lingua importante per l'acquisizione di un'altra lingua
Hanno dimostrato che anche imparare precocemente una lingua dei segni attiva le stesse aree cerebrali che si attivano per imparare in qualunque lingua e quindi in qualche modo per pare hanno rendono più pronte le nostre strutture cognitive ad imparare anche la lingua parlata che viaggia comunque sul canale deficitario
Adesso il problema del riconoscimento della lista per questi pregiudizi sul piano dello sviluppo e dell'educazione del bambino sono ancora
Più
Sport diciamo gli ostacoli sono ancora più forti con l'avvento degli impianti copiati
Ancora una volta torna
Il dibattito ormai veramente estremamente che sta il bambino l'impianto cocleare usare la lingua dei segni non va bene
Ma studi molto recenti anche nel nostro laboratorio ha invece dimostrato che ancora una volta anche col un bambino con impianto cocleare la lingua dei segni
Costituisce una splendido
Tu unità
Non solo per diventare bilingue ma in qualche modo per sollecitare proprio a aiutare promuovere l'apprendimento della lingua vocale
Sarà poi il bambino che nel caso l'impianto abbia costituito il reale vantaggio che spesso è promesso ma non Sant'tre è raggiunto anche in quel caso
Il bambino potrà Schiff stare e lo dimostrano i dati scientifici
Da una lingua all'altra abbandonare la lingua dei segni e primariamente utilizzare la lingua locale oppure continuare a conoscere
Tutte e due
Concludo con una riflessione su quelli che sono i rapporti fra non la fra le due lingue Emas suoi vantaggi cognitivi del bilinguismo
Essere bilingui non vuol dire indebolire l'una all'altra lingua ma
Costa sul piano cognitivo o ha dei vantaggi
Gli studi sul bilinguismo di due lingue vocali mostrano che i bambini bilingui hanno una capacità di una cappa diciamo una flessibilità cognitiva cioè delle capacità di per esempio
Spostarsi da incompiuta un altro velocemente o di
Mettere in atto delle strategie di inibizione
Rispetto ad alcuni compiti delle delle strategie cognitive esibita cognitive più alte dei bambini mono linguista
Oppure hanno delle capacità di memorizzazione di memoria verbale di attenzione più ampi più alte
Sappiamo molto poco su quello che succede nel bilinguismo ANDI modale quali siano le Stroke Torre cognitive che vengono sollecitate da un bilinguismo di questo tipo che siamo pronti ora ad affermare non è uguale a un bilinguismo uni modale dobbiamo smettere siamo ormai cresciuti dobbiamo smettere
Di cercare le identità con gli utenti o con il bilinguismo ogni modale dobbiamo trovare le specificità le differenze queste lingue ad esempio mentre nelle lingue locali poi usare una lingua alla volta
Nel bene in questo ambito dalle lo vediamo cioè l'ABI modalità cioè l'usare due canali
Permettete contatti fra le lingue che sanno del tutto diversi dai contatti che sono permessi nelle lingue locali noi adesso e quindi dobbiamo capire quali vantaggi può stare il bilinguismo per la cognizione del bambino sordo
Noi ora
Stiamo lavorando e questo devo dire grazie anche a tale comma che però se ne
Forte andata
Tale con McQueen giro ringrazio ancora una volta lo faccio pubblicamente tale comma che ha mostrato l'ha detto tanta sensibilità e ha finanziato proprio pochi mesi fa
Un Progetto del nostro istituto a cui noi stiamo cominciando a lavorare
Per la valutazione della lingua dei segni delle abilità in lingua dei segni
E un Progetto che va innescarsi in stretta continuità con un progetto europeo che sempre abbiano un movimento lo so della stessa area dei progetti che hanno citato la professoressa Cecchetto
E il scusi professor Circhetta e la presterà essa cardine eletti
E perché vuole anche questo con una rete europea cercare di arrivare a degli strumenti per valutare
La la competenza lingua dei segni di bambini adulti ma anche di studiare i rapporti fra lingua boccale e lingua dei segni nelle diversi Paesi
Io ho concluso vi ringrazio moltissimo ancora per avermi invitato
Grazie
Ve lo giuro del diritto la lingua dei segni il mio intervento utile
Sono approvato dall'Università degli Studi di Milano Bicocca grazie
Vi voglio raccontare una storia quella di una donna che si chiama lei la Pisana
è una donna curda che vive in Turchia
Il merito di lei la era Sindaco del loro Paese e nel mille novecentottanta venne arrestato e condannato a trent'anni di prigione aspetta un attimo perché c'è un problema vada vada pure ricco millesimi riprendo davvero spesso
Qui stiamo parlando di una donna che si chiama Leyla Zana
è una donna curda che vive in Turchia
Suo marito nel mille novecentottanta
Foresta atto e fu condannato a trent'anni di prigione perché aveva fatto la campagna elettorale in lingua curda e parlare in curdo in pubblico era assolutamente proibito in Turchia
Quando lei l'artigiano andare a trovare sparito in prigione lo trovava ferito dalle torture ma non poteva neanche parlargli
Lei la presenta decisione decise di imparare il tuo compie e poi ha preso un'altra decide di fare politica anche lei di lottare per i diritti linguistici e culturali dei curdi e per l'emancipazione della donna
Nel mille novecentonovantuno fu eletta con l'ottantaquattro per cento dei voti la prima donna curda nel Parlamento turco
Si presenta in Parlamento e quando venne il momento di fare il giuramento lo fece lembo curda esche era vietato
Fu arrestata immediatamente e rischiava la pena di morte nei verbali i parlamentari scrissero che aveva fatto un discorso incomprensibile
Nel mille novecentonovantaquattro fu condannata a quindici anni di carcere per terrorismo e separatismo
Ma nel mille novecentonovantacinque il Parlamento europeo le diede un premio per i dissidenti politici premio a Saccà Rossoni
Perché vi ho raccontato questa storia perché parliamo di diritto alla lingua
I filosofi politici distinguono tre generazioni di diritti la prima generazione
Riguarda i diritti inviolabili dell'uomo come il diritto alla vita all'integrità fisica e poi i diritti civili e i diritti politici quindi tutti questi fanno parte della prima generazione
Questa prima generazione
Di diritti non sono individuale cioè per tengono ciascuna persona
Quindi dal inc individualmente Presa sono universali ci sono tutti e sono riconosciuti in tutti gli Stati
La seconda generazione di diritti è quella dei diritti economici sociali e culturali come il diritto alla casa del diritto al lavoro
Questi diritti non sono individuali ma sono collettivi non sono universali ma riguardano gruppi di persone e sono riconosciuti in molti Stati ma non in tutti
La terza generazione di delitti e quella dei diritti di solidarietà tra cui ci sono il diritto alla pace il diritto a un ambiente pulito sono collettivi anche questi riguardano gruppi di persone ma sono riconosciuti pochi Stati
Io ho diritto alla lingua compra una lingua come il curdo è un diritto di un gruppo ristretto di persone non è universale ma è come diciamo come dicevo di un gruppo non è individuale mai collettivo
E quindi è un diritto di seconda o di terza generazione non ha la forza di diritti di prima generazione
Allora la domanda è confronto il diritto che chiedeva lei la Pisana con il diritto alle lingua dei segni è uguale o è diverso
E in diverse alcuni aspetti menti verso soprattutto in pasto
Bambino nato nel Kurdistan ma che non impari il quarto interverrà il turco è una perdita culturale dal punto di vista della lingua ma dal punto di vista del bambino le lingue orali si sostituisca si sostituiscono facilmente le une con le altre
A un bambino utente basta parlargli un bambino un ente non rischia mai di rimanere senza una lingua tranne in casi rarissimi e gravissimi di abbandono da parte dei genitori
Indecente le lingue orali non si sostituiscono facilmente alle lingue segnate si potrebbe dire che le lingua dei segni sono più potenti nelle lingue orali si fanno imparare perfettamente debba mila utenti dei bambini sono morti
Invece le lingue locali si fanno imparare sicuramente bene solo dei bambini utenti
Perché succede questo un bambino sordo impara naturalmente la lingua dei segni basta segnare con lui può imparare le lingue orali
Ma per farlo non basta parlare con lui deve fare una riabilitazione
Totti sordi e tutti gli operatori che lavorano con i sordi lo sanno bene per insegnare le lingue orali bambini sordi ci vuole moltissimo scienza bisogna trovare dei logopedisti veramente bravi nonostante ciò
Non sempre i bambini sordi imparano bene le lingue orali
Si può dire che i sordi nascano come delle persone sane ma a rischio nascono con un'intelligenza perfetta
Potenzialità di apprendimento del linguaggio perfette ma se non ricevono il linguaggio nel modo giusto corrono il rischio di avere disturbi
Vi racconto un esperimento effettuato da specialmente lui una ricercatrice americana nel mille novecentonovantatré
Questo esperimento ha coinvolto circa cinquanta sordi che segnalano euro sono state mostrate delle frasi in egli assegnavo cioè la lingua dei segni americana delle frasi lunghe e complesse
Ed è stato chiesto loro di ripeterle sempre IMEI astrali
Lei ricercatrice voleva capire chi va meglio e chi riusciva peggio
In effetti
Non tutti hanno saputo riprodurre le frasi bene ci sono stati errori di lesti copre ampio consegno per un altro oppure errori di fondo logica per esempio configurazione sbagliate
In realtà i sordi che avevano preso parte alla al test appartenevano quattro gruppi con un po'diversi tra di loro e presenta i gruppi in ordine quindi per primo vi presento il gruppo che ha avuto i migliori risultati del testa
E via via a scalare in giù quindi il primo ecco poi è andato molto meglio il secondo è il terzo erano allo stesso livello e il quarto è andato molto peggio
Il primo gruppo composto di Sordi figli disordine
Abbiano imparato la lingua dei segni presto tra gli zero e il e i tre anni per loro si trattava della prima lingua
Il secondo gruppo era
Composto da sponsor di figli di utenti che bambini il cinque agli otto anni erano andati a scuola due scuole discostava la lingua dei segni e per loro anche per loro la lingua dei segni era prima lingua
Il terzo gruppo che aveva era andato allo stesso livello del sud il secondo gruppo
Ed è atterrato di bambini che erano nati utenti avevano cominciato ad acquisire una buona Leporale ma poi erano diventati sordi e a questo punto avevano imparato la lingua dei segni ma come seconda lingua
Il quarto gruppo che era andato trapassi i cui risultati non erano stati buoni
Era questo anche questo composto da stordisce indipendenti con cui si era provato con la lingua tale malelingue orale non era riuscita la lingua dei segni per loro era prima lingua ma era arrivata tardi verso i nove tredici anni
Che cosa significa questo risultato significa diverse cose guardiamo altre conseguenze
Cominciamo a guardare il gruppo tre il gruppo quattro
Erano identici tra di loro ma diversi in una sola cosa
Tutti avevano imparato la lingua dei ribelli dei segni tardi però il terzo gruppo chi è andato abbastanza bene nate da imparata come seconda lingua mentre il quarto gruppo come prima lingua
Perché
Disperso gruppo era andato meglio perché conoscevano già un'altra lingua che era l'inglese
Porta un'affermazione che tutti i linguisti condividono cioè quando si conosce una prima lingua bene voi imparare una seconda lingua è più facile
E la ricerca attesta che questo è vero anche quando la a lingua è una lingua dei segni indichi conosce già bene chi conosce bene la lingua dei segni in parte facilmente le lingue orali quindi avere una buona lingua dei segni è come prima lingua aiuta a imparare l'italiano
Seconda considerazione seconda conseguenza anch'io ho visto che nei ruoli di tutti li hanno fatti li sordi figli disordine
Questo significa che se si comincia assegnare con il bambino quando è molto strano la sua lingua sarà perfetta se il tempo passato la sua lingua sarà sempre meno buona se si esclude la lista che è l'unica lingua di Assisi di acquisizione di sicura per i bambini sordi i ritardi possibili nel trovare soluzioni per insegnare la lingua orale possono diventare ritardi del bambino
Veniamo alla terza conseguenze
Guardiamo il risultato peggiore quello dei ragazzi per cui la prima lingua è stata una tardiva lingua dei segni ci sono persone come queste che non conoscono bene neanche una lingua nei terreni trovate per fare l'esperimento e tutti noi purtroppo ne conosciamo
Ma notare questo vuol dire una cosa di portata enorme questo cambia completamente tutto il discorso sui diritti che stiamo facendo se le cose stanno così non parliamo più solo del diritto a usare una lingua in pubblico non parliamo più solo del diritto a ricevere un'educazione nella propria lingua madre cioè non parliamo del diritto a usare la nostra lingua ma parliamo del diritto ad avvenire una lingua la prima lingua
Perché tutto cambia
Perché il linguaggio e con esso strettamente con altre abilità cognitive sociali e quindi ma mano che si cresce con le possibilità di successo scolastico e professionale
Quindi per chi impara il linguaggio in maniera incompleta esistono dei rischi nello sviluppo cognitivo
Andiamo allora a vedere come cambia la questione parlando di diritti
Se riprendiamo lo schema ancora le generazioni dei diritti questo di cui stiamo parlando non è più un diritto di seconda o di terza generazione di quale generazione
è un diritto di una generazione e anzi e il primo dei diritti di prima generazione e il diritto all'integrità psico-fisica
Il diritto all'uso della lingua quello che chiede Leyla Zana è un diritto collettivo e diffuso e soprattutto opzionale e il diritto per alcune persone che lo vogliono di scegliere se usare o non usare una lingua
Il diritto ad avere una lingua a quello che possono chiedere i sordi è un diritto fondamentale individuale ed assoluto che pretende garanzie per tutti
E sottolineo molto questo concetto tutti
è questo che fa la differenza nel mondo di oggi non si può lasciare nessuno che possa avere un linguaggio senza linguaggio
Un diritto fondamentale come quello all'identità per l'integrità psico-fisica che è un diritto assoluto è un diritto universale cioè per includere atti
Quindi per chiedere questo diritto se rimaniamo in Italia non si tratta però di fare appello all'articolo sei della Costituzione quello sui diritti delle minoranze linguistiche ma di fare appello all'articolo due
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità
Se andiamo a guardare la Costituzione europea l'articolo ai sessantatré ogni persona ha diritto alla sua integrità psichica e fisica
Tutte le costituzioni oggi fanno riferimento a questi diritti perché chiama in questione questi articoli perché linguaggio è una parte importantissima dell'integrità psico-fisica di una persona psichica
Avere la prima lingua fa parte dello sviluppo psicofisico di base
In conclusione nessuno ha diritto alla lingua quanto esordienti le ragioni di Leyla Zana anche sono importantissime ingiuste non sono affatto forti come quelle dei sordi i sordi hanno tutte le ragioni di Leyla Zana più altre ragioni molto più forti
Grazie
L'ultimo intervento con un ritorno di biossido Luglio Musicale ci parlò di accessibilità del vita quotidiana
Grazie per avermi invitato quale dispiace che non siamo sì rispettati di un'ora cercherò di stringere al massimo la mia sulla strada di modo che voi possiate uscirai soddisfatti
Bene io volevo dirvi qualcosa in prevede la conferenza di oggi è stata molto molto ricca io l'ho osservata con attenzione mi ha dato molti spunti di riflessione
Non vorrei quindi ripetere alcuni concetti già espressi
Però
Quando pensiamo alla vita quotidiana
Poiché mi ricollego ad una metafora che sulla vita di tutti i giorni
è chiaro che
Io Njoku soprattutto di non sei ad esempio i musei Capitolini il Museo nazionale romano
Massimo il famosissimo
La famosissima Galleria degli Uffizi di Firenze
Sono tutti progetti che io ho proposto di accessibilità
Progetti di supporto a
Soprattutto al MIBAC
Il Ministero per i beni e alle attività culturali
Il cui acronimo è mica MIBAC ed è un istituzione statale che viene finanziata
Continuamente e quindi collaboro con queste istruzione
Supporto tutti questi brevi principi anche per far sì che venga applicato quanto sancito dall'articolo nove della Convenzione ONU
Che parla e si riferisce proprio all'accessibilità per le persone con difficoltà quindi al al superamento di queste difficoltà e di come è possibile superarla tecnologia ormai oggi
è fondamentale in senso lato tecnologia probabilmente tutte queste difficoltà sarebbero quasi insuperabili
Ecco
Quando si pensa ad un progetto
Collegato alla lingua dei segni in cui è necessario inserire lingua dei segni
Bisogna assolutamente che le persone che gravitano attorno a questo progetto quindi uno staff che
Studia questo progetto conosca approfonditamente la lingua dei segni o ce l'abbia come lingua madre quindi
Deve essere una persona che ha una conoscenza profonda della lingua dei segni
O quanto meno
Poter davvero fare una ricerca sulla lingua dei segni prima di poter iniziare questo progetto se abbiamo la possibilità di avere una persona lingua madre e quindi moltissime persone sorde sono
Sono madrelingua
Perché tutti i giorni
Utilizzo la lingua dei segni spontaneamente è chiaro che
E deve essere fatta una ricerca linguistica perché diversamente non è possibile adattare il tutto a ad un'accessibilità museale
Ecco quindi
Nel momento in cui
Non è necessario solo avere persone qualificate come gli interpreti ma è necessario anche e questo lo sottolineo più volte che ci sia una persona sorda
Qualificata
Fino adesso abbiamo parlato di accessibilità ma accessibili Ta per voi percorro per voi cosa vuol dire solo per i sordi per tutti
Ecco sarebbe importante
Pensare in un progetto globale a tutti i bisogni quindi
Al
All'ipo vedente al sordo cieco alla persona sorda astratto alla persona che ha un residuo uditivo quindi bisogna pensare a trecentosessanta gradi in questo se
Insomma
Ecco con il cartello dal bene artiste
Che è un museo che raccoglie tutte le culture del mondo
Abbiamo voluto
Soddisfare tutte queste esigenze quindi abbiamo creato un progetto
Che
Si rifà ad un'applicazione che adesso chiedo di far vedere
Eccoli vedete e un'applicazione proprio del castello dove all'interno c'è la possibilità di
Visionare dei video aspetta ma spietate faccio qualche passo indietro
Ecco vedete questo è il padre
Comitato letto una IPAB che non è mio ma è del del castello
Ecco meno male sospiro di sollievo perché meglio era importante che fosse anche visibile la cosa
Oddio sono bloccato o mi sono perso o che ecco questo tablet non è mio e del museo che gentilmente me l'ha prestato proprio per questa occasione perché chiaramente
è un'applicazione che c'è all'interno del museo del darle del museo quindi quando voi vi presentate in questo museo invece che chiedere
Quando chiede poi potete chiede un'audioguida c'è la possibilità di ascoltarla vocalmente è chiaro che la persona sorda non può chiedere un'audioguida non c'è bisogno che io ve lo dica quindi avremo a questo punto
Una
Di più guida
Quindi un buon con un supporto visivo completo ovvero potremmo accedere a questo museo leggendo dei sottotitoli
Collegati ha delle immagini oppure optare per
La lingua dei segni quindi l'interpretazione in lingua dei segni
Quindi e
E molto stimolante questo
Questa possibilità di accedere al museo anche perché dalla possibilità di accedere davvero ai contenuti molte persone
Alcune persone sorde hanno difficoltà in a leggere l'italiano ma non solo le persone o venti anche le persone
Non solo le persone sorde ma anche le persone utenti perché spesso e volentieri il linguaggio museale non è sempre accessibile a tutto a tutti
Quindi se noi colleghi mettiamo il sottotitolo collegato all'immagine collegato tutta una serie di
Impunta è chiaro che è più semplice riuscire
A rendere il tutto accessibile
Ecco come vedete questo è un percorso all'interno del del del museo che voi avrete la possibilità di visitare il tutto a pieno non solo alcune parti del museo per darvi alcune informazioni ma bensì
Tutto il museo è accessibile sono dodici filmati
Io ne sceglierei uno quello iniziale da farvi vedere
Ecco questo ente
Il video iniziale quindi il video dell'ingresso che dà la possibilità di capire un attimino quella che più o meno la storia di questo
Castello proviamo applicare sull'icona del video
Giuseppe
Vorrei

Ma non solo con ingresso nel bastione cinquecentesco su cui è stato costruito il castello nel mille ottocentottantasei
Si apre un secondo percorso di visita nel quale materiale archeologico
Etnografico extra europeo viene svelato attraverso il dialogo che lo scambio con le popolazioni da cui proviene
Per dar voce a prospettive multiple
Relativi usare tutte le nostre certezze
Il capitano Albertis mille ottocentoquarantasei mille novecentotrentadue
Ha girato il mondo fermare per terra
Raccogliendo nel suo castello
Ricordi di viaggio scattando migliaia di fotografie
Che corredano notti numerosi con
Da lui scritti
Alla morte del capitano nel mille novecentotrentadue il castello è stato donato alla città perché secondo la sua volontà testamentaria mi facesse un museo
Soltanto nel mille note centosettantadue il castello ha visto una riapertura straordinaria per una mostra temporanea
Di Licata alle civiltà dalle popolazioni America che nel mille novecentosettantasette durante una manifestazione di Genova Forte è stata chiusa per motivi di sicurezza legati alle condizioni di degrado della struttura abbandonata dal tempo dei lavori successivi alla Seconda guerra mondiale per festeggiare le celebrazioni colombiani del mille novecentonovantadue un anno prima ha avuto avvio leaders tavolo del castello inaspettatamente tra riprese interruzioni è durato tredici anni e mi ha permesso l'apertura nel due mila quattro come Museo delle culture del mondo con fondi europei è stato realizzato nel parco il murale e denunciate violenze verso le minoranze
I minori dal titolo iscritto dello SDI stupito
Del maestro ecuadoriano Babel eque
Su iniziativa vita DESO
Il restauro ha reso visitabili i passaggi segreti lettori e la sala nautica oggi sede del centro didattico
Collocata nel parco sempre aperto alla città e meraviglioso punto panoramico dalla sua caffetteria
Il percorso si snoda su tre piani salendo attraverso la dimora del Capitano si passa prima nel cartellone oncotico punti seguito nel bastione cinquecentesco su cui il castello poggia
Da lì si prosegue nei nuovi spazi ricavati dal restauro
Dove sono esposti materiali archeologici non grafici extra europei di strumenti musicali a cura di acqua
Le medicine tradizionali vicina impianti
Il mondo arabo islamico a cura di censo
Ritornando al piano terra intercorso circolare si approda nella sala Lunardi dove ha presentato il materiale Bre colombiano raccolto da monsignor Federico Lunardi in America Latina
Grazie al Progetto Regionale europeo accessi
Che allo scopo di accrescere l'accessibilità ai visitatori nei contesti museali è stato possibile realizzare questi tipi di comuni dei Ministri accompagnate dalla traccia audioguida i sottotitoli in varie lingue a favore di un'accessibilità per tutti garantita dalla collaborazione con la Sezione regionale Liguria dell'Ente Nazionale Sordi con l'Unione Italiana Ciechi e ipovedenti di Genova
I commi Dipartimento di lingue e culture moderne dell'Università di Genova Corso di laurea magistrale in traduzione interpretariato
Ecco questo voleva essere un esempio di video chiaramente ce ne sono ci sono tutti gli altri
E chiaro che per fare questo lavoro non abbiamo cominciato dal nulla abbia deciso di farlo ci abbia messo due anni per realizzare tutto questo quindi due anni di ricerca linguistica
Di ricerca del segno adeguato a cioè
E un museo sulle culture del mondo quindi bisognava conoscere anche i segni tipici
Di ogni luogo
Non non si poteva inventare bisognava capire anche se quel luogo lì aveva un suo segno quella città vi aveva un suo segno piuttosto che
Quindi
Una volta che avevamo trovato tutti avevamo fatto tutta la ricerca linguistica tutti i passi professionalmente allora potevamo dare un un prodotto soddisfacente
Per noi è importante fondamentale la professionalità
Se come insuccesso I funerali di di Mandela si ripresentasse l'occasione di avere
Un interprete finto sarebbe davvero triste questa persona avete visto
Che cosa ha fatto quindi a da altri minuti ITO ha declassato quello che è il valore della lingua dei segni quindi siamo
Come domani abbiamo diritto e abbiamo la necessità di
Avere grandi ricchezze perché se li riusciamo ad averne
è chiaro che anche
Il nostro cervello la nostra la nostra mente si arricchisce e quindi possiamo essere
Più ricchi davvero in tutto i bambini che non conoscono l'italiano dal da dai dai zero agli undici anni Emeka Pita atto di avere
Di conoscere un bambino sordo che aveva questa difficoltà nel momento in cui io ho cominciato a
Darli cultura e a darli stimoli il lingua dei segni questo bambino
Aver ha veramente ha avuto un'evoluzione straordinaria perché siamo passati proprio attraverso
Il canale che era all'Hui più consono
Grazie
Grazie grazie molte concludiamo qua i nostri lavori
è stata aggiornata molto lunga ovviamente abbiamo però avuto tantissimi contributi
Sicuramente
All'inizio una parte politica che probabilmente quella che ci conforta in un certo senso perché abbiamo sentito una coralità distinte verso l'obiettivo finale
Ovviamente quelli che come me sia approcciavano a questo mondo per la prima volta hanno avuto
Tantissimi input
E nel mio lavoro queste cose me le porterò
Vi ringrazio quindi per questa esperienza ringrazio perché fondamentalmente mi aprite ne avrete la strada per un per una comunità
Che può benissimo utilizzare ecco quello sì molto facilmente il nostro lavoro in meno in buonissima parte quello del lavoro cartaceo sicuramente ma che quello di internet
Come lo strumento
Appunto di informazione proprio perché non ci sia non ci si più quel gap che forse in questo momento c'è ancora e da questo punto di vista si parla molto della crisi la carta stampata certamente nei confronti
Di una comunità come quella appunto dei sordi
La carta stampata rimane un presidio importante come dire non sono qui a fare la pubblicità al al nostro settore ma certamente la crisi che vive ha bisogno anche anche ovviamente diverse di supporto
A comunità come come questa grazie ancora buona giornata
Permettimi fiere ringraziare che per aver
Cioè dal tuo contributo aver fatto dopo delatore e aver incanalato i molti interventi con una precisione anche per la tua sensibilità che ha dimostrato l'approccio a questa problematica e quindi vorrei che la
Praticati rivolgesse un saluto e un applauso ringraziare
Alvaro Moretti Direttore leggo