06FEB2014
rubriche

Radio Carcere: informazione su giustizia penale e detenzione

RUBRICA | di Riccardo Arena RADIO - 19:56. Durata: 45 min 15 sec

Player
La realtà del Centro di identificazione e di espulsione (Cie) di Trapani, dove si dorme senza coperte e dove le stanze non hanno neanche le finestre.

A seguire le lettere scritte dalle persone detenute.

Puntata di "Radio Carcere: informazione su giustizia penale e detenzione" di giovedì 6 febbraio 2014 condotta da Riccardo Arena con gli interventi di Amed (ristretto nel Cie di Trapani).

Tra gli argomenti discussi: Carcere, Cie, Costituzione, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Immigrazione, Legge, Penale, Procedura, Trapani.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 45
minuti.

leggi tutto

riduci

19:56

Scheda a cura di

Riccardo Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Adesso
Anche insieme all'ENEA che
Abilitate attuate
Maggior il tribunale qualcosa
Alcuni
Come è possibile che potete fare quello che fate
Scusi se continua secondino una cefalica superiore
Popolo italiano il tribunale
Cinque Codice di procedura penale
Al popolo italiano la Corte d'Appello di Palermo seconda soluzione
In data cinque aprile del mille novecento
Buonasera buonasera e ben trovati l'ascolto di Radio Carcere da parti di Riccardo Arena questa sera prima di leggere nelle tende alle carceri entreremo in altri luoghi di detenzione che non sono le carceri ma che manifestano
Alcune criticità che forse sono anche peggiori delle carceri questa sera entreremo infatti nei CIE dei centri di identificazione ed espulsione e più precisamente entreremo all'interno delle civiche di Trapani sebbene quando sbarcano i cosiddetti clandestini a Lampedusa
Bene dopo le fotografie dopo tanta solidarietà che deve sui giornali quelle persone che hanno affrontato dei viaggi disperati poi vengono sbattuti proprio nel CIE
Di Trapani ma perché affrontiamo questa sera questo tema
Lo affrontiamo per due ragioni la prima perché molte persone detenute straniere che seguono radio carcere una volta che hanno finito di scontare la pena non vengono liberati ma vengono appunto messi in questi centri di identificazione e di espulsione ma affrontiamo stasera questo tema anche perché e Stato presentato un importante rapporto curato dalla Caritas
E da Migrantes due organismi
Della Conferenza episcopale italiana un rapporto che critica duramente
La realtà di queste strutture detentive dei CIE e che tra l'altro fotografa molto bene anche quanto siano costoso pensate un po'lo Stato italiano per la gestione
Dei tredici CE che ci sono in Italia spende non meno di cinquantacinque milioni di euro all'anno mentre ogni anno per mantenere tutto l'apparato relativo al trattamento e allora il Parlamento gli stranieri dall'Italia lo Stato spende circa centosettanta milioni insomma in tutto più di duecento milioni all'anno duecento milioni all'anno che poi non producono il risultato a atteso da tanti cittadini cioè non è che qualsiasi straniero che viene ristretto Nesci e poi sicuramente viene espulso no assolutamente no ed infatti su centosettanta mila persone rinchiuse
Negli ultimi dodici anni in questi CE soltanto soltanto poco più di settanta mila sono stati
Sono stati espulsi
Circa
Il quarantasei per cento quindi insomma un investimento di centinaia di milioni di euro
Per avere un risultato a dir poco o scadente ma c'è di più il trattamento umano che oggi concretamente viene realizzato nei centri di identificazione
E di espunzione è un trattamento tanto scadente danno un rispettare le garanzie di diritti costituzionali
Previsti appunto nel nostro nel nostro ordinamento in altre parole
Nei CIE si consuma ogni giorno un trattamento disumano e degradante comunque sia ma prima di entrare in questi in questi altri luoghi dello Stato senza senza legge vediamo vediamo cosa dice
La normativa a proposito di questi centri di identificazione e di espulsione
Allora i centri di identificazione ed espulsione sono strutture istituite per trattenere gli stranieri extracomunitari irregolari o clandestini in attesa che venga eseguita la loro espulsione sono clandestini gli stranieri entrati in Italia senza regolare visto di ingresso mentre sono irregolari gli stranieri che hanno
Perduto i requisiti necessari per avere appunto il permesso di soggiorno come ad esempio chi ha riportato una condanna penale ed è da poco uscito dal carcere è curioso notare come prima della istituzione dei CIE non era prevista nel nostro ordinamento la detenzione di individui se non a seguito della violazione di norme penali non a caso gli stranieri ristretti riuscire non sono considerati
Detenuti anche se vengono magari trattati peggio dei detenuti ma vengono definiti ospiti della struttura
In tutta Italia sono circa tredici questi centri di espulsione e di di identificazione tredici centri che ospitano circa mille e novecento persone sulla carta chiaramente tutto sembra funzionare perfettamente infatti i CIE sono gestiti dalle prefetture tre vetture che poi farlo gestire tutti i servizi ad enti associazioni e cooperative malapena precisare che questi enti associazioni e cooperative prendo dei soldi per questi servizi servizi fatti solo
Assistenza alla persona vitto alloggio fornitura
Effettive sonagli sa assistenza medica ristorazione il servizio di pulizia e igiene ambientale manutenzione della struttura degli impianti questo sulla carta lo ripeto questi sono gli appalti vinti sulla carta poi se andiamo a vedere la realtà
Tutti questi servizi Nesci e non ci sono almeno non ci sono nel CIE di Trapani questa è la voce
Di andrebbe questa è la realtà oggi presente nel centro di identificazione di espulsione di Trapani
A me deduco quanti anni hai qua tu Ahmed e se è una di quelle persone che dal carcere dopo aver scontato la pena se è stato portato nel centro di identificazione di espulsione nel CIE vero
Tua
Attorno
L'ente di trovi nel CIE di Trapani cioè prima doveri detenuto accadrebbero Cerrone e
Qui si è passato dal carcere Ucciardone direttamente al CIE di Trapani Secchiaroli
Organica appena aeroplanino verrà portato
Alla
Oggetto verificatore qui a Trapani possiamo dire che se è passato da degrado a degrado più diciamo ha il CIE di Trapani e peggio denuncia
Bene sicuri perché perché carcere quando voi fate un Carrero prepararvi qualcosa da mangiare Europa del corpo
Ce l'hai a disposizione delle cose fornendo caffettiera
E tutto il resto invece lì e per cui mancare il quorum ritirarlo per rettificavo qualche dato Avellino patate è poco cioè decide nel CIE di Trapani mangiati riso patate punto e basta se quali europeo autocorrezione
Ma
Una quantità abbondante diviso Pata del pubblico oppure poco che doveva vengo sarà o quale ora e cioè accorciamo ore l'Aula e che voi
Quindi insomma si può pure la fame decine di Trapani Bertolt Brecht diciamo che i rifiuti all'attuale di più della fame
Selettivamente anche il CIE di Trapani come altri centri di identificazione di espulsione è particolarmente sovraffollato ma ecco è vero
O che nel CIE di Trapani addirittura ci sono delle persone che dormono per terra in quelle stanze ieri non è
Tutto ok e la gente che dovrebbero
Ma dove per terra con un materasso sei autorevole perché sciopero Riccardo
E con le Regioni cappello Pasolini infermeria cosa che sì sì
Qualità Tupperware fatta tenta coperta perché tra loro dalle tante volte l'abbiamo chiesto occorre quindici torna in poi
Non chiaramente coperto evento banking pur ma a essi una tesi ricoperte sì di Trapani quell'immagine verifichi sono qua per fare capire a chi per ritirarle quindi chiaro e coperte illegale che avevo fatto volentieri per esempio come oggi noto vari fattiva riguardo
L'odierna punta non c'erano la coperta tunisini
Uno gli organi qualche anno con un elenco apparati qua il suo Chamberlain solo di carte bassa
E poi
Quindi
Ahmed facciamo un esempio il CIE di Trapani accoglie anche gli stranieri che sbarcano a Lampedusa serio lui a ripulire non è quelli che arrivano dalla
Facciamo a Roma o a
Portano anche qua facciamo un esempio domani c'è uno sbarco purtroppo di nuovi clandestini di nuovi stranieri
A Lampedusa li portò nel CIE di Trapani e lì molti di questi non hanno né una coperta né un letto dove dormire
Poiché e quant'direttore
E che Marocco è una merce in Europa con voi e disponibile a parlare con le persone piene in poi chiacchiere qua parla con le persone per loro non c'è una continuità o promotore novità nuove raffiche maggiore perché ognuno ha il lavoro la Procura occhi
Novembre oggi cercherò recepiti cioè nonostante la buona volontà del direttore del Cile più di tanto non può fare popolare
Presenti sedia Mede ma la struttura del CIE di Trapani come
Tenuta bene oppure oppure no oppure come mi dicevi prima di iniziare questa intervista sembra una casa abbandonata
Invece
Perché anticultura scusami placata cotonata Ciambetti inerte chiave cortei e quindi lo ricatta Cordova quei diciamo così in Afghanistan cento apporti
Poiché Loreo analogo a quello o lo è cioè voi nel CIE di Trapani di vede in queste stanze dove la gente donne per terra e non avete neanche le finestre
Ho avuto un abbiamo eccetera qualcuno può venire qua a vedere o o a verificare oppure
Arbitri della situazione
E così e poi quando piove come fate abbiamo tagliato la mattinata abbiamo meritorio intento pentola alla finestra
Alla fine uno il pacchetto che potatura l'abbiamo pagato un po'quel con le almeno l'acqua scivola pubblico che viene i tempi nel senso che
Il tuo peggio che ha una casa abbandonata questa è un'indagine seriamente ma almeno il riscaldamento c'è
Regolamento ma quale mobili
Svolge
L'unico accordo che abbiamo di raccordare queste
Però è consona dovuti all'uomo e sopra ecologica che che avevano una rampa o c'è un lavoro quindi nel CIE di Trapani avete difficoltà anche a mantenere un minimo di igiene personale ora ritiene urgenti fare Quaroni niente non c'è ritiene non c'è nulla
Settima
Senza riscaldamento senza finestre senza coperte
Come fate a riscaldare di quando fa freddo del CIE di Trapani emergano uno diciamo nuove opere rinnovare la memoria corta con e poi ho trovato qualcuno qualche qualche più corposi
E che mette a colture Pacolli quello che potete purtroppo c'è l'accettazione
Questo grazie ai politici checché chiarisce che stanno carovaniere chiamato come vari fattori però ce ne pagano tutti e se ne fregano tutti veramente Century qualifichiamo antistranieri chiamo Patruno crescere
C'è un percorso bocciamo revoche
Senti senti Ermete ma in queste condizioni così disumane ci sono persone che
Rimangono lì per tanto tempo allora ecco qualora ciò che è ora ovvero uragano il rinvio
E quattordici nei guai
Senta vicino militi qualcosa quattordici metri abbandonato qui contatto con la Colli contratto-quadro indurre appunto poi voce sciacquare autorità okay tali non vere
C'era il regalo proprio e ci sono altri casi simili perché qualcuno anche CNIPA dopo dovendo allora certamente da dieci Paesi
E via dicendo abbandonato lì automatici abbandonati la Padova tutto abbandonati perché è così
Sedia medio dicevamo prima che le persone straniere che dopo viaggi disperati sbarcano a Lampedusa vengono portati via Trapani
Tu li vedi magari stanno lì accanto a te ecco quelle persone come vengono trattate
Colgo trattate un'altra io lo voterete caloroso alle Ciampoli calore corre il rischio che parta
E la Roma calabrese oppure il preposto a tutti tu perché io oppure e che ci avvolge ma quindi lì nel CIE di Trapani
Anche questa gente che sbarca a Lampedusa dopo questi viaggi insomma a dir poco drammatici
Vengono sbattuti lì abbandonati anche loro quater Sicurpol Morelli all'autorità politica in cui applicabile emendamenti o ogni opportuna pillola tutta l'autorità che ci sono qua e di competitività attivista dei numeri di venire qui a vedere
Come la situazione
Che ci sono ininterrotte parteciperebbe porcheria che non ci sono notifiche tormenta per la rete che per mangiare Porcu
Tuttavia richiesto su altri problemi più nomine in quanto i due livelli che degli emendamenti la realtà e poi perché si rende conto di questa cosa qua
Ma è vero che nel CIE di Trapani ci sono anche
C'è anche una colonia assai folta di scarafaggi
Dura
Formenti allora della quale era l'articolo debba proprio mentre per
Questi strumenti Barroso
Ma c'è qualcuno
Nel CIE di Trapani che dopo aver passato magari qualche mese lì
Poi non viene espulso ma avviene soltanto liberato dopo un po'di tempo dopodiché otto ventinove mila e cimeli poiché lasciano ad alti lasciano andare quindi diventa una detenzione inutile l'ordine degli errori
Allora perché è opportuno barricadero ricevono in Italia dal mille novecentosettantanove qua in Italia dovuto preteso di soldi ma proprio tutto mi hanno preceduto
I giudici per un parere Torriero cultore verrà votato quei tecnologia guardiamo
Torni Oppido ciò che ha sollevato mi riporta tutti qua in Italia abbiamo noi che avrebbe economico che per settantanove conica vuota che riqualifica
No e c'è ci sono altre persone che hanno vicende simili alla tua cioè stranieri che
Sono da anni e anni qui in Italia e che passano uno due tre mesi nel CIE inutilmente
Eccetto uno alcune nuovo Feltrin più giusto che un ragazzo che ha animato perché lui è in arrivo
Era era piena chiedo però Ikea e chiara data quarant'anni che in Austria è in aula Ruggieri dubito come indicavo sugli occhi tutor merito Pelusi occupa primi quindici giorni
Quindici giorni comune di tutti i documenti atomico degli avvocati ed è quindi una cultura di una maturità questo
Senti Ahmeti tu prima parlavi dell'assistenza e l'assistenza anche medica psicologica che manca anche nel CIE di Trapani
Eppure eppure queste forme di assistenza sono gestite da associazioni che vincono un appalto e che devono garantire a voi che state nel CIE
Devono garantire il vitto l'alloggio la fornitura di effetti personali la ristorazione insomma tutta una serie di servizi ecco
Di questi servizi a voi non vengono dati
Il carattere rigido verso la carta scritto perché quando dichiara ventinove
Procede anche gran parte delle Province che la guerra e magari se una carta che è scritto chi sale conto che citano anche l'ambulatori però affinché contenute reprimere qua dentro perché ricordo aggirarlo selettivamente
Vicino Natale qualche straniero che era recluso nel CIE di Ponte Galeria addirittura si è cucito la bocca per protesta ci sono anche nel CIE di Trapani inizi
Se attive o atti di autolesionismo posti in essere per protesta
Allora
Oggi kcal Lolato autorevoli luoghi
Loro quale ogni giorno
Accetto
Io dopo due anni sono
Stressato oltre alla situazione carceraria
Dopo che ed arrivi qua e in questo centro di identificazione
Io sono disposto a ritornare incardinato a ridurre i mesi
Quando invece avremmo dedicato per riuscire finalmente risolto alcune il cui Mons insiste è quello di pronti ciò chiarito
Da una periferia o rinnovo parlare quale che è una situazione non ho capito
E qui veramente integrata
Torture che che colpa quella maniera qua seriamente ma ci sono episodi di violenza all'interno delle CE di Trapani voglio dire
Le persone detenute straniere nel CIE di Trapani subiscono o hanno subìto atti di violenza Balotelli Oliviero che nonché
Però
Uno una veramente e le ore ventitré e una situazione del genere
C'è una violenza diversa rispetto al rientro
Monetario notarile
E la violenza delle delle condizioni di vita con sede in Regione
Qual è la condizione Dublino ardito timore perché ostile ai territori dove è una priorità politica che vengano tipi chiaro che fanno no questo no
Per noi è un evento inerme mentale nettamente che tuteli
E nel come adesso non sto qui rinnovabili protetta operai non c'è riscaldamento nonché
Perseguirlo ci sono Dürer quei due emendamenti e colpire capito la situazione è questa
E per questa ragione dodici io oggi ristretto nel CIE di Trapani
Preferirei passare qualche mese di nuovo in carcere pur di riavere la libertà è così corretto
Allora Sironi
Michele Carfora per loro
Inutile che lo conosce l'Europa e poi
Poi opporci Lapenna non incappare in galera immigrato in Europa dentro la
Pigliano il
In ordine
è comparso votare tornei un fatturato di carriera
Per quanto costava alla cultura o un magistrato che che ha fatto questa cosa qua che hanno mandato qui attivi appena indicare la situazione e poi quando i loro quadri coperte
Mi faccia uscire e c'è un rimando a voi stare con il recente in questi due anni ha voglia di c.d. garantisce mi scuso
Lo in galera o al metro quadrato bene
Oppure ho avuto permetto
Io sono uscito e poi moderno orientato al calcio e li poco
O meglio eliminare l'avvocato in azione mi hanno portato qua ora tutti gli insulti quella cosa qui scusami ed hanno permesso
Premium perché io mi sono comportato imponendo percorrendo veramente mi sono portato veramente occorra ciò rinnovato Capacchione
E quando il culmine portarlo al cinema perché indicazione o la mia persona seggi e Mezzetti ci lasciamo
Magari se tutti guardi intorno cosa vedi intorno a te in quella stanza del CIE di Trapani ci dà lasciaci con una fotografia di ciò che è intorno a te Paola prevalere il rigore che sanno qual è l'opinione che sono tubi rotti con una porta
Perché non c'è spento che porta rapina la spaccatura cioè su
Limite questa alla vita uno che vivere in quelle condizioni fatte o in corso qualifichiamo perché ovvero però quanto allora quale dovremo vivere in queste condizioni bugie
Va bene grazie a mente soprattutto buona fortuna tagliare alla precarietà
Ci scrive Michele dal Carcere San Severo in provincia di Foggia cara radio carcere mi trovo detenuto dal maggio del due mila e do UDC e quando fui arrestato sono stato portato nelle carceri Foggia lì mi hanno messo in una cella occupata da altri
Otto detenuti otto detenuti e ti garantisco che è stato un vero inferno
Un inferno durato più di un anno
Ti dico soltanto che oltre a rimanere sempre chiusi in cella non avevamo nulla per riporre i nostri vestiti tanto che l'iter levavamo dentro a delle buste per la spazzatura vivere in quella cella
è stata veramente un'esperienza durissima visto che in pratica eravamo costretti a restare israeliana di sempre sulle brande per ventuno ore al giorno poi scrive ancora Michele recarci San Severo poi mi hanno trasferito qui recarci San Severo dove prima mi hanno messo in una cella con quattro detenuti e dove il bagno non era separato dal resto della cella e poi mi hanno messo in un cubicolo ovvero una cella piccolissima dove sono o detenuto con un'altra persona considera che anche se qui ora siamo soltanto in due si tratta davvero di una cella minuscola tanto che ci dobbiamo spostare uno per volta altrimenti
Non riusciremo neanche ad andare in bagno
Altro nodo dolente è qui l'assistenza sanitaria ad esempio del Cartesan severo non è possibile curarsi i denti e l'unico
L'unico intervento che fanno per curarci denti è estrarre il dente è malato accidenti proprio all'avanguardia siamo a
Estraggono il dente malato anche se non c'è bisogno non a caso scrive ancora Michela casi San Severo non a caso tanti detenuti del carcere San Severo se li vedessi voterai che sono senza denti
Chi sarei grato se mi potessi dire come fare il ricorso alla Corte di Strasburgo e con l'occasione di saluto con tanta stima la lettera è firmata Michele persona detenuta nel carcere
Di San Severo allora Michele grazie innanzitutto per la tua lettera impressione racconto che la cura odontoiatrica né Caci San Severo si limita a estrarre i denti insomma
Accappona la pelle questo questo tuo racconto ecco otto Michieli come fare ricorso a Strasburgo guarda
è semplice fatti portare da un tuo parente il modulo che si trova sul sito radicali punto ittici sul sito radicali punto it ICE il modulo per fare ricorso a Strasburgo Fath lo stampare da un po'parente da un tuo amico che viene a fare i colloqui è fatto lo portare in carcere riempi il modulo e INVIM modulo alla Corte di Strasburgo ribadisco non c'è bisogno dell'assistenza
Di un difensore dinanzi alla Corte di Strasburgo
Poi ci scrive Massimiliano dal carcere di Modena Carolina o cinquant'anni sono incensurato e dal ventidue giugno del due mila e tredici mi trovavo in carcere perché sottoposto a misura cautelare devi sapere infatti che a causa la crisi economica la mia azienda è fallita del due mila e dodici e dopo poco sono stato accusato di associazione a delinquere finalizzata all'evasione fiscale associazione a delinquere per cui mi professo ha sull'talmente innocente ebbene bene mi trovi in carcere da presunto non colpevole da band sette mesi e non mi concedono neanche gli arresti domiciliari
Perché affermano che potrei reiterare il reato ma domando se la mia azienda è ormai fallita se mi hanno sequestrato tutto compresa la mia abitazione
Come farei a commettere di nuovo lo stesso reato fiscale vera domanda Massimiliano
Ci tengo anche a precisare scrive ancora Massimiliano ci tengo anche a precisare che io detenuti in attesa di giudizio non solo su in carcere comunque ulteriore ma come tanti detenuti vengo trattato peggio che un animale di allevamento consideri che nei casi di Modena prima sono stati una cella singola ma occupate da quattro detenuti una celle invasa dagli scarafaggi e dove
Due di noi dormivano per terra poiché mi hanno messo in una cella con tre detenuti dove mi trovo tuttora e dove restiamo sempre chiusi
Preciso che nel mese di gennaio iniziato il procedimento dinanzi al GIP di Brescia e le assicuro che dopo aver passato sette mesi di carcere in custodia cautelare sono davvero i Zhao sto e sono senza speranza di essere condannato per ciò che davvero fatto e di essere prosciolto invece da ciò che inesistenti non ho mai fatto grazie
Per avermi dato voce la lettera è firmata da Massimiliano persona detenuta sotto possa a misura cautelare in carcere
Nel carcere appunto di Modena io ricordo i nostri ascoltatori
Lo dico in maniera generica perché non conosco gli atti relativi al procedimento che riguarda Massimiliano però ricordo i nostri ascoltatori che spesso troppo spesso
A una persona indagata magari per un reato come evasione fiscale gli si contesta anche reato associativo per giustificare l'applicazione della misura cautelare in carcere perché questa misura poi
Duri nel tempo diversamente giuridicamente non sarebbe possibile l'applicazione di quella misura
Più grave è quella la misura cautelare in carcere insomma il racconto di Massimiliano ricorda tanti di questi tanti di questi casi casi in cui si contesta in maniera strumentale reato associativo per applicare
Appunto la misura cautelare Massimiliano facci sapere come andrà poi il tuo processo obiettivamente poi sette mesi di custodia cautelare in carcere appaiono
A dir poco
Eccessivi si tratta di un reato documentale l'evasione fiscale insomma non si capisce bene come abbiano impiegato questi sette mesi di indagini veramente
Veramente un mistero comunque sia ci spostiamo nei pressi di Catanzaro perché si scrive Angelo dal carceri siano che appunto in provincia di Catanzaro afferma Angelo carissimo Ricardo come vedi dopo ben cinque anni mi trovo ancora nel CARA civica pensarono stante che
Il magistrato di sorveglianza abbia ordinato al DAP di trasferirmi nel carcere di Taranto per poter così incontrare i miei figli già i miei figli che sono le vere vittime della in otto in per alzata il DAP a un ordine di un magistrato ora scrive ancora Angelo da casi siano ora vedendo come sono trattato sia
Io che i miei compagni di detenzione mi è venuto in mente che per il cosiddetto stato siamo davvero peggio che degli animali e ti spiego il perché
Ad esempio gli animali hanno dei diritti che devono essere tutelati mentre i detenuti no gli animali non possono essere maltrattati e quando accade subito il colpevole viene punito ed invece
Noi detenuti possiamo essere maltrattati e torturati senza che nessuno ne risponda
Gli animali devono vivere in otto metri quadri spazio negato i detenuti che si è fortunati passano le loro giornate in celle di pochissimi metri quadri ed infine schiva ancoraggio recarci siano è il nodo che è vietato tenere un cane
In macchina e sotto il sole ma non è altrettanto noto che quando si porta un detenuto dentro al furgone blindato questo viene lasciato per ore e ore in una gabbietta di sessanta centimetri anche se ci sono fuori trentanove gradi
Potrei continuare ancora ma mi limito a sottolineare come la crudeltà verso gli animali come è giusto che sia non è ammessa mentre in un Paese pochi vita come l'Italia si possono maltrattare impunemente i detenuti già i detenuti che Kobe Turi Cordì Sempre sono persone
Persone cioè grazie la lettera è firmata Angelo persona
Detenuto nel carcere di siano allora una premessa Angelo è vero da parecchio tempo chiede un trasferimento da Catanzaro a recarci Taranto soltanto
Sta vicino ai suoi figli e a sua moglie immagine sorveglianza ha ordinato al dato questo trasferimento ma il DAP non ottempera
E che è a dir poco gradevole ho dedicato a questo tema anche una puntata di radio carcere ovvero come mai il dato può non ubbidire all'ordine di un Maggese Brianza è una di quelle cose incredibili che succedono in Italia ora il decreto legge
Della Cancellieri ha cercato di porre rimedio a questo principio dell'ottemperanza vedremo vedremo in fase di conversione cosa accadrà
Poi che dire Angelo hai perfettamente ragione oggi come oggi gli animali hanno più tutela gli viene riconosciuto più tutela dispetto che
Delle persone detenute la tua sintesi brillante e giusta è pertinente
Ci sposiamo ora in Abruzzo perché ci scrive Lodovico che è persona detenuta nel carcere Teramo Zurigo che afferma cara radio carcere occorra tolto anni e da due anni mi trovo detenuto nel carcere di Teramo carcere dove dovevano restare ancora visto che mentre ero dette
Chiudo mi è arrivato un altro definitivo di undici mesi per reati commessi oltre dieci anni fa ma a parte questo ti scrivo perché durante la mia detenzione allo scoperto che ho un brutto male al cervello ovvero una cisti che essendo ormai troppo grande non è
Non è più operabile
Il fatto è scrive ancora Lodovico dal calci Teramo il fatto è che il medico dell'ospedale di Teramo mi ha detto che in Svizzera e soltanto lì sono in grado di operarmi e così di San bar mila vita e io sapendo questo ho fatto una richiesta al dirigente sanitario del carcere
Per sapere come giudica le mie condizioni di salute bene
Non ci crederà mai non ci crederà ahimè il dirigente del carcere contestando ciò che ha detto il primario dell'ospedale di Teramo
E mi ha giudicato incurabile ha detto che le mie condizioni di salute sono compatibili con la detenzione
In poche parole sono condannato sono condannato morire qui dentro mentre il mio male al cervello peggiore giorno dopo giorno
Ora che saluto con tanta con tanta stima la lettera è firmato da
Lodovico persona detenuta nel carcere di Teramo qui le cose sono due o si sbaglia il primario dell'ospedale di Teramo o si sbaglia il dirigente
Delle carceri Teramo il dirigente medico insomma non è che ci sono molte alternative io ti inviterei lo dico
Attraverso anche il tuo avvocato di nominare un consulente tecnico che stabilisca appunto le tue reali condizioni di salute insomma dobbiamo capire
In F letti se essere male o se non stai male non è possibile vivere ovvero sopravvivere in questa incertezza incertezza che in molti casi poi purtroppo determina la morte di tante tante tante persone
Detenute facci sapere Ludovico e soprattutto non ti perdere d'animo poi ci scrive Nelson dal carcere di Cassino Anderson che afferma caro Arena come sebbene l'ultimo decreto della cancelli
Ieri ha innalzato da quarantacinque a settantacinque giorni la liberazione anticipata innalzamento che può essere chiesto per i semestri che decorrono dal due mila e dieci esatto
Il problema è scrive nel sobbarcarci di Cassino il problema è che per ottenere la liberazione anticipata occorre dimostrare di aver avuto
L'ottima condotta e soprattutto soprattutto non bisogna aver preso dei rapporti disciplinari ed ecco il punto
Dato il sovraffollamento presente nelle carceri prendere oggi un rapporto disciplinare
è diventato assai più facile rispetto al passato ed infatti aumentando i detenuti che aumenta anche la severità degli agenti che si sono sempre più preoccupati di mantenere il controllo ad esempio scrive nel suo da carceri Cassino ad esempio io l'altro giorno ho rischiato di prendere un rapporto disciplinare solo perché mi ero seduto su uno sgabello ti rendi conto
Oltre a questo di raggiungere la difficoltà che incontriamo ogni giorno a convivere in otto in dodici persone per cella una convivenza dir poco difficile che crea nervosismo e tensioni visto che siamo qui non solo costo
Perché gli spazi esigui ma anche costretti a vivere tutti mischiati italiani con stranieri malati peggio giudiziari insomma un gran casino infine schiva ancora nel sonda carceri Cassino infine la rieducazione che
Fondamentale per avere la liberazione anticipata peccato peccato che parlare con l'educatore sia impossibile peccato peccato che frequentare un corso scolastico sia un terno al lotto visto che sul cinquanta posti disponibili ci sto
No quattrocento detenuti che ne fanno richiesta insomma insomma noi ci rendiamo conto che la liberazione anticipata va meritata ma ad domando si rendono conto si rendono conto che
Non siamo messi in grado di dimostrare un nostro cambiamento un nostro miglioramento
Con i miei compagni del calcio di Cassino ultimando un forte abbraccio la lettera è firmata nel solco persona detenuta nel carcere di Cassino Nelson fotografa una procura azione che è una preoccupazione anche di radio carcere
Oggi visto il degrado presente negli istituti di pena visto il sovraffollamento visto la mancanza
Di occasioni per un detenuto degli di riscattare attraverso la pena la il suo da soli del suo futuro come possono queste persone dietro tutte dimostrare di di percorrere un cammino rieducativo di mossa ed in meritare la liberazione anticipata forse l'unica possibilità che hanno è in BOT
Il signor tranquillanti e dormire del tutto il giorno almeno così non danno fastidio almeno così non rischiano
Di prendere un rapporto disciplinare il suo perché si sono seduti sullo sgabello sbagliato
è questa la realtà oggi presente in tante tante
Calci italiana ha ragione nel suo ha ragione Dino dal carceri vigevano carissimo Riccardo ti scrivo per informarti che martedì quattordici gennaio è deceduto il nostro compagno di detenzione
Questo nostro compagno si chiamava Guglielmo fidanzati e aveva cinquantacinque anni considera che Guglielmo era gravemente malato ma ciò nonostante non gli hanno concesso neanche di poter passare
Gli ultimi gli ultimi giorni della sua vita accanto ai suoi cari
Guglielmo se ne stava lì nella sua cella più morto che vivo e vicino a sé aveva soltanto l'aiuto di un piantone ovvero un detenuto che volontariamente lo assiste
Così così si muore oggi in carcere o meglio così si lascia morire delle persone
Voglio anche dire ti scrive ancora Dino da calci vigevano voglio anche dire etiche coloro che sono detenuti a vigevano non hanno non hanno nessun futuro non hanno nessuna certezza se non una
Una
Quando il medico di visita stai sempre bene stai sempre bene
Mentre quando ormai stai per morire
Ti mandano in ospedale già ti manda in ospedale per morire così non mi risulta che sei morto in carcere
Della serie tengono più alle statistiche che hanno i detenuti che ringrazio per avermi ascoltato e con i miei compagni ti mando un saluto pieno pieno di affetto e di stima lettere firmata Dino persona
Detenuto in casi di vigevano
Beh indubbiamente quello che dice Dino non è del tutto sbagliato cosa voglio dire voglio dire che
Se una persona detenuta
Muore in carcere beh questo decesso risultava data poi magari la notizia viene anche diffusa grazie qualche sindacalista della polizia evidenziare grazie agli amici di Antigone o di ristretti orizzonti sia una persona detenuta invece
Muore in ospedale quindi pur essendo in detenzione ospedaliera vuole però fuori dalla struttura del carcere bene questo decesso non risulta a al DAP e può sfuggire anche a chi di solito cerca di divulgare questi notizie è vero ragione ragione Dino
Se si muore in carcere risulta che un detenuto è morto in carcere se un detenuto
Che sta per morire muore in ospedale nelle statistiche del ministero alla giustizia non risulta più morto in carcere
Così così avviene ora non so se lo fanno apposta ma di fatto perfetto eh questo la statistica dei decessi in carcere
Riguarda soltanto i detenuti morti in carcere non quelli che muoiono pur essendo in detenzione ospedaliera e che
Non è poco e forse sono gli affetti
Di una burocrazia impazzita fine
Fine a se stessa
Ci spostiamo adesso in Sicilia perché ci scrive Enzo che è persona detenuta del vecchio carceri Ragusa afferma Enzo caro Arena o cinquantatré anni e dal giugno del due mila e tredici mi trovo detenuto nel vecchio sono a
Ho lato carceri Ragusa dirigo vecchio carcere di Ragusa per essere buono visto che si tratta di una struttura più che risale a quando c'era Mussolini ovvero al mille novecentotrenta insomma una cosa all'avanguardia anche questo
Ebbene scrive Enzo HC Ragusa ebbene in questa antica galera vivo in una celletta occupata da altre sei persone il bagno non è diviso dal resto della cella con conseguente uscita di cattivi odori mentre ogni giorno
Dobbiamo combattere contro l'umidità L'Unità che ci consuma le ossa considera che in questa specie di gabbia ci rimaniamo chiusi per venti ore al giorno e quando piove non ci fanno fare neanche quelle poche ore d'aria
Inoltre nel carcere di Ragusa la rieducazione è totalmente latitante visto che non ci sono nei corsi formativi Ness Cola astici mentre
Mentre esiste una palestra nuova di zecca che però
Non ci fanno mai usare
Infine ti volevo segnalare che qui anche lavarci è per noi è un problema infatti nelle docce spesso manca l'acqua calda e dato che e qui non ci sono i medicinali capita che si rinuncia lavarsi con l'acqua generalità per paura di prenderci anche un semplice raffreddore
Insomma scrive ancora in zona HC Ragusa insomma il carcere di Ragusa non è solo una struttura del mille novecentotrenta ma qui si vive peggio assai peggio che in una galera degli anni trenta con i miei compagni di cella ti mando un affettuoso saluto la lettera punte firmare da
Enzo persona e detenuta nel carcere di Ragusa sono tante tantissime queste vecchie galere risalenti agli inizi e dove c'cento ma anche all'Ottocento al Settecento al seicento che tuttora sono in funzione in Italia ora parliamoci chiaro sicuramente
Serve una riforma del processo penale sicuramente sì ad una riforma del sistema delle vere serve sicuramente una missione indulto però dovremmo anche un certo punto metter mano all'Edilizia penitenziaria perché non è più ammissibile far vivere delle persone in
Carceri che risalgono a cento duecento trecento anni fa dovremo pensare a un sistema divise evidenziare a
Che però preveda non tanto Carceri Nuove sì Carceri Nuove ma soprattutto carceri diverso però carceri costruite in base alla tipologia di persona detenuta che ci crede andare
Carceri si nuove ma soprattutto diverse
Poi se vogliamo che dava calci di boria che da mesi e mesi attende di essere trasferito nel carcere di Bollate in modo da poter lavorare e dare così un senso alla sua condanna salutiamo Carmine dal carcere di Poggioreale di Napoli che afferma di essere stato oggetto di due pur dimentica contrastanti messi da due diversi magistrati di sorveglianza Carmine mandaci i due provvedimenti così che io li possa esaminare salutiamo un gruppo di persone detenute UDC schivo dal carcere mamma gialla di Viterbo sodio Marco e i suoi compagni di detenzione nel carcere di Biella e poi Antonio che si scrive dal carcere Regina Coeli di Roma
E dunque come al solito prima di salutarvi vi ricordo i recapiti di radio carcere ovvero come entrare in contatto con noi di radio carcere prima di tutto il numero di telefono di qui di Radio Radicale ovvero zero sei
Quattro otto otto sette otto uno ripeto zero sei
Quattro otto otto sette otto uno chiamate se siete da poco uscito dal carcere e volete raccontare la vostra vicenda carceraria ma chiamateci anche se avete subito un'ingiustizia dal processo un'ingiustizia subita
Sia come
Imputato sia come persona offesa dal reato vi ricordo il nostro sito internet ovvero radio carcere punto com vi ricordo che ci potete trovare anche
Su Twitter e anche su Facebook su quei i pubblici pure trovare cercato il nome Riccardo nera disputerà fuori il simbolo di radio carcere oppure su Facebook c'è proprio una pagina dedicata a radio carcere ed infine soprattutto le persone detenute ricordo l'indirizzo dove inviare le vostre lettere dal carcere come quindi incrementare e migliorare il legame che c'entra voi che è stato in carcere e non è che cerchiamo di far sentire la vostra voce le in giustizia che subite questo l'indirizzo
Radio radicale
Rubrica radio carcere
Via
Principe Amedeo due
Zero zero
Uno otto cinque Roma scrivete scrivete scrivete a Radio Carcere non lasciate che le ingiustizie che subite rimangano protette dal silenzio e da quelle quattro mura e scriveteci anche per dirci se avete costituito i comitati
è la missione per la giustizia nelle case italiane attualmente sono più di trenta legarci dove sono presenti questi comitati e bene l'obiettivo è arrivare a duecentosei carceri ricordo che i comitati pellami sempre la giustizia si creano di fatto
Basta che un gruppo di tutti si metta d'accordo ci stimando che radio carcere ecco lì che si è creato il Comitato e ne approfitto anche per ricordarvi che anche se il dibattito alla Camera dei deputati sul messaggio del presidente della Repubblica che era fissato per domani è stato rinviato a martedì diciotto febbraio nonostante questo rinvio i radicali organizzeranno comunque domani la manifestazione già fissa
Alta dinanzi a piazza Montecitorio qui a Roma quindi l'appuntamento per chi fosse liquidi Romo o per chi potesse venire è per domani alle ore nove e trenta in piazza Montecitorio a Roma io ringrazio Alessandro chiodo
Ore per l'assistenza in regia e grazie grazie di cuore come sempre a tutti voi che anche questa sera da una casa da una macchina da un camion e da una c'era solo affollata avete acceso una radio ascoltare una piccola voce la voce di radio carcere l'informazione sul processo penale e la detenzione a tutti voi ma proprio a tutti voi un caro saluto da Riccardo Arena
Che
Adesso
Torno anche nella linea che
Abilitate aumentate ma cerchiamo di ragionare qualcosa
Acquisite
Come è possibile che potete fare quello che fate
Scusi secondino secondi non è simpatica superiore
Il nome del popolo italiano intercomunale
Soltanto il cinque il Codice di procedura penale
Già
Finora del popolo italiano la Corte d'Appello di Palermo seconda sezione
Dentro
Data cinque aprile mille novecento