13FEB2014
dibattiti

Affidamento temporaneo: abuso o tutela? - Il fenomeno degli "allontanamenti facili'"

CONVEGNO | Roma - 10:22. Durata: 2 ore 14 min

Player
Convegno "Affidamento temporaneo: abuso o tutela? - Il fenomeno degli "allontanamenti facili'"", registrato a Roma giovedì 13 febbraio 2014 alle ore 10:22.

Sono intervenuti: Michela Vittoria Brambilla (presidente della Commissione Infanzia e Adolescenza, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente), Massimo Rosselli del Turco (portavoce Colibrì European Platform), Giovanni Fulvi (presidente del Coordinamento Nazionale Comunità Minori), Cristina Franceschini (responsabile della Commissione Finalmente Liberi di Federconsumatori), Fabio Nestola (presidente FeNBi e
rappresentante di ADIANTUM), Francesco Miraglia (avvocato, presidente comitato scientifico Pronto Soccorso Famiglia ONLUS), Federico Zullo (presidente dell'Associazione Agevolando).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Affidamento, Assistenza, Associazioni, Diritti Sociali, Famiglia, Garante Per L'infanzia, Governo, Infanzia, Interpellanze E Interrogazioni, Minori, Scuola, Servizi Sociali.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 1 ora e 49 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

10:22

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Grazie a tutti io
Di
La notizia in anteprima tra pochi minuti la
Piano sotto non
E poi
Come si
Letta l'
Tanto è vero
Se li possiamo di potremmo considerare
Il futuro ossia caro
A noi pro TAV
E
Lutto questa
Io per
Non trovo opportuno
Ciò
Leclerc
Uno quindi
Cosa è molto molto diverso insomma quindi devo dirvi
Che pur apprezzando certamente le buone intenzioni purtroppo questa risposta sia chiarita a mio giudizio in un quadro di generale sottovalutazione comunque il tema dell'infanzia
In questi in quest'ultimo anno da parte del Governo comunque veniamo a noi il fenomeno dei minori fuori famiglia è una realtà complessa con me aspetti molto diversi per natura e gravità come voi sapete
Parliamo di lacune educative delle famiglie per fino ad arrivare alla conflittualità fra i genitori parliamo di problemi di dipendenze devianza fino ad arrivare addirittura a forme estreme di violenza
Ora
Appare rilevante soprattutto come eccezione al principio generale che informa la nostra legislazione
E ciò che il minore a diritto di e cioè che il minore ha diritto di crescere e di essere educato nell'ambito della propria famiglia ora questo è un tema
Che noi non dobbiamo dimenticare ma io ho voluto nella mia risposta ora il Governo
Ripuntualizzare no cioè comunque
Noi dobbiamo avere sempre ben presente il principio fondamentale ideale dobbiamo mettere le famiglie le condizioni di poter esercitare la propria genitorialità e certamente dobbiamo mettere nelle condizioni i minori di poter vivere all'interno delle mura domestiche
Con le proprie famiglie laddove non ci riusciamo certifichiamo comunque il fallimento dello Stato comunque il fallimento della mano pubblica una resa
Ecco questo comunque un dato di fatto poi ci sono casi in cui non si può fare diversamente
Ma si tratta comunque di un fallimento naturalmente poi ci sono ci sono situazioni situazioni
Abbiamo visto ora al ministro guerra lo precisava come oggi una percentuale dei bambini dei minori in case famiglia arrivi
Dal numero di minori stranieri non accompagnati arrivati nel nostro Paese e quindi non parliamo più
Di affido giudiziari perché il minore è sottratto a una famiglia per una delle motivazioni
Varie note a voi ma di minore non accompagnato arrivato quindi nel nostro Paese da altri Paesi
E quindi poi preso e ovviamente sistemato
All'interno di case famiglia e quindi
E uno con una logica che sottintende questo affido completamente diverso insomma questo
è un fenomeno che ora mai riguarda
Per qualcosa come diciassette per cento dei minori in case famiglia non dei minori affidati
Alle famiglie
Ora stabilire che un ambiente familiare non è più idoneo e decidere per l'allontanamento di un bambino o di un adolescente
E la conseguente accoglienza in una famiglia affidataria o in una comunità residenziale vuol dire appunto comunque come dicevo anche nei casi più gravi
Anche quando la responsabilità genitoriale appare effettivamente recuperabile vuol dire compiere un passo estremo certificare un ESA
Non tanto appunto e non solo quella della famiglia
Ma quella della mano pubblica che alla famiglia non ha saputo dare i sostegni e gli aiuti necessari per risolvere i suoi problemi senza arrivare ad un intervento traumatico come quello di allontanamento
E io credo che ogni bimbo tolta ai genitori
Rappresenti e uso un'espressione forte non a caso io credo che ogni bambino tolto i genitori rappresenti la certificazione del fallimento dello Stato
Ora opportunamente come sapete il decreto legislativo del ventotto dicembre due mila tredici
In tema di revisione delle disposizioni vigenti in materia di filiazione a norma dell'articolo due della legge
Del dieci dicembre due mila e dodici numero duecentodiciannove che è in vigore dal sette febbraio ha introdotto una nuova norma che affida ai giudici il compito di segnalare comuni situazioni di indigenza
Di nuclei familiari bisognosi di sostegno per consentire al minore di essere educato nell'ambito
Della propria famiglia ora
Tutelare il vincolo familiare non è peraltro un precetto solo della nostra legislazione per citare solo un documento recente nella risoluzione del due mila nove linee guida relative all'accoglienza ed estero familiare dei minori
Adottate dall'assemblea generale delle Nazioni Unite il diciotto dicembre noi due mila e nove le Nazioni Unite
Impegnano risanati con ogni mezzo e quando dico con ogni mezzo ovviamente mi riferisco
A in mezzi di tipo finanziario psicologico ma anche organizzativo a preservare il rapporto del minore con la sua famiglia origine e ad impedire che il bambino ne debba uscire e in tal caso ad agevolarne rientro
Dettando criteri ben precisi sull'affidamento temporaneo quali che il minore sia tenuto in luoghi vicini alla sua residenza abituale che si ponga attenzione a che il minore non sia oggetto di abuso e sfruttamento
Che l'allontanamento si prospetti temporaneo e si prepari il rientro in famiglia al più presto possibile che i dati alla povertà familiare non sia da solo sufficiente
A giustificare l'allontanamento del minore che lui motivi di ordine religioso politico ed economico non siano mai causa principali dell'invio di un minore fuori famiglia
Che sia preferita ove possibile l'assegnazione di un ambiente familiare rispetto all'istituto soprattutto voi sapete sotto i tre anni di età e in tutti i casi comunque si richiede il coinvolgimento del minore nelle decisioni che lo riguardano ora
Noi in Italia non abbiamo dati sufficienti sul fenomeno dei minori fuori famiglia e lo sappiamo
Anche i ricercatori che hanno cercato di inquadrarlo si sono scontrati con notevoli difficoltà ad ottenere dalle regioni dati precisi
E in alcuni casi hanno dovuto ricorrere affine si stima dunque che minori fuori famiglia fossero alla fine del due mila undici circa trentamila
E qua mente divisi
Circa quindici mila quindici mila tra quelli accolti in affido e quelli accolti in servizi residenziali cioè le case famiglia ora
I dati sui minori in affido evidenziano tra le altre cose che questa forma di accoglienza riguarda proporzionalmente più una fascia di età adolescenziale che quelle infantile
E che l'incidenza dei minori stranieri è cresciuta nel tempo in maniera significativa il punto
Come vi dicevo prima da rappresentare il diciassette per cento del totale e la
Dalla lettura dei dati sui minori accolti nelle comunità emerge comunque la disparità di offerta
Disservizi sul territorio che è un fatto piuttosto importante SEC si considera che un'offerta più ampia e differenziata
Consente in realtà i servizi sociali di individuare più facilmente le strutture adeguate al caso specifico
Ora i minori accolti in comunità residenziali sono prevalentemente adolescenti i maschi la componente maschile si attesta dovete sapere intorno
Al sessanta per cento degli accolti ma l'elemento di maggior peso nella descrizione del profilo dei minori accolti nelle case famiglia è costituito appunto dalla presenza straniera c'è un bambino su tre circa
E accolto in queste strutture
E questi sono i dati del trentuno dicembre due mila undici
Essendo di cittadinanza straniera ora
Nella fase pre affidataria è frequente che non è allontanato della famiglia sia accolto in comunità cioè le case famiglia
Per la durata dell'impedimento del periodo difficoltà con l'obiettivo principale di trovare successivamente una diversa collocazione però di fatto
E questo signore è un altro punto debole il minore sottoposto ad un lungo ed estenuante iter prima dell'affidamento secondo la prassi
Le permanenze nelle case famiglia possono essere anche lunghissime la media si aggira intorno ai tre anni con gravi ripercussioni sulla salute sulla formazione del minore in diversi casi ora esisteva alle case famiglia
E il loro ruolo essenziale certamente nell'accoglienza dei minori sono stati oggetto però di particolare attenzione critica degli ultimi anni
E ad essi e dedicato anche un paragrafo del documento conclusivo dell'indagine su adozioni e affido approvato dalla Commissione bicamerale per l'infanzia e l'adolescenza
Alla fine della scorsa legislatura ora non poche di queste strutture ha concluso la Commissione
Nella sua indagine non sembrano tuttavia gestite secondo parametri adeguati ai compiti cui sono destinati no in relazione alla qualità dei servizi degli ambienti del personale ma in casi più gravi
Anche a carenze sotto aspetti igienico sanitario ed assistenziale nei riguardi dei minori spietati
Si rileva peraltro una notevole difformità di livello delle strutture sul territorio nazionale con alcune realtà regionali che sembrano molto più di altre evidenziare queste carenze
Ora l'interventi su questo versante devono necessariamente coinvolgere Regioni ed enti locali in ragione delle loro diverse competenze in materia e per questo la Commissione ritiene condivisibile
Le proposte avanzate si dice nella relazione in alcune audizioni volte raccomandare un impegno della Conferenza Stato-Regioni
A coordinare la definizione di standard minimi per le diverse tipologie di comunità a cui però le singole normative regionali devono far riferimento in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale
Nonché a garantire che gli organi regionali e locali proceda non sistematico monitoraggio per vedere di verificare il mantenimento degli standards chiesti anche
Prevedendo la sospensione ovvero la definitiva cessazione dell'attività delle strutture laddove i palazzi non siano rispettati ora
Noi riteniamo che il rischio ossia che in assenza di informazioni attendibili su ciò che avviene all'interno delle case famiglia i minori possono passare dalla condizione di allontanati a quella effettiva di abbandonati
E questo ha spesso devo dire senza possibilità di avere contatti con il mondo esterno ed è una preoccupazione è questa resa ancora più calzante
Dal continuo flusso di segnalazioni denunce sui cosiddetti allontanamenti farceli cioè
Sulla condizione dei minori delle case famiglia e poi sulle rette che arrivano come vi dicevo alla nostra Commissione bicamerale e proprio perché l'allontanamento dei minori dalle famiglie d'origine
è una pratica che sta registrando comunque numeri in aumento costante non è non vivo non vogliamo quindi solo evidenziare lacune debolezze del sistema ma
Chiedere a tutte le forze politiche insomma di appoggiare concretamente proposte di intervento Tech vedere di risolvere quelli che sono evidentemente che si cita ancora aperte
E quindi
Da qui l'invito che vi abbiamo rivolto questa mattina proprio per fare insieme il punto della situazione ascoltando le vostre esperienze i vostri suggerimenti
E per illustrarvi anche una proposta di legge che mira a realizzare una forma di efficace controllo sulle case famiglia attraverso un monitoraggio quantitativo e qualitativo con l'istituzione
Di un Osservatorio nazionale sulle case famiglia come indicato nell'articolo uno del testo che prevede quindi la messa appunto di un sistema di verifica
Che però si anche dotato degli opportuni poteri contestualmente e questo al fine di avere finalmente una conoscenza adeguata della qualità e qualità e quantità delle strutture c'è uno strumento efficiente di valutazione
E risposte rapide e risolutive da parte delle istituzioni quando emergono carenze e abusi abbiamo visto che questo
Purtroppo succede
Ora questo osservatorio indipendente che viene descritto potrebbe essere costituito da non più di quindici esperti
Nominati dalla Presidenza del Consiglio dei ministri rispetto ovviamente dei principi di pari opportunità
Tra uomini e donne scelti tra magistrati e avvocati medici chirurgici
Sì ecologia assistenti sociali di comprovata
Esperienza nel settore il diritto di famiglia minorile ma anche persone che fanno parte come voi delle associazioni che sono sul campo tutti i giorni trattano questo tema
Perché troppo spesso capita che al contrario invece vengono
Inclusi i
Sorgenti che nettamente hanno competenze sotto il profilo accademico di indiscutibile valore ma che esso non puoi staccati dalla gestione quotidiana
Di quello che è un
Un fenomeno del quale si deve poi andare ad assumere decisioni
Ora questo organismo dovrebbe certamente avrebbe avere in generale compito di vigilare sulle condizioni
Dei minori nelle case famiglia sulla rispondenza di queste strutture e requisiti di legge
Dovrebbe raccogliere i dati ed elaborare studi e proposte giretti a favorire una più efficace gestione le case famiglia e a tutelare i diritti dei minori ma potrebbe anche intervenire
Avvalendosi di tutte le collaborazioni necessarie per l'espletamento delle funzioni compresa quella delle forze dell'ordine
Ora in particolare tra le altre cose l'Osservatorio dovrebbe effettuare ad esempio un censimento che manca da aggiornare annualmente finalizzato alla rilevazione delle residenze protette presenti su tutto il territorio nazionale
Controllare la costante sussistenza da parte delle comunità censite dei requisiti previsti dalla legge
Adeguati alle necessità educative assistenziali dei bambini e degli adolescenti Pitacchi
E poi anche istituendo opportune sedi di confronto con le regioni gli enti locali
E poi dovrebbe vigilare sullo stato delle case famiglia nel territorio nazionale introducendo di concerto con le Regioni le Province autonome di Trento e Bolzano anche un sistema
Di rilevazione sistematica dei dati sulla condizione dei bambini fuori famiglia e poi ancora l'organismo dovrebbe coordinare un monitoraggio periodico sulle strutture si presidenziali di accoglienza
Istituendo un apposito registro degli affidamenti temporanee dovrebbe vigilare in collaborazione con le regioni
E gli enti locali sulle condizioni e sul soggiorno dei minori all'INPS
Una delle case famiglia anche avvalendosi come dicevo prima le forze dell'ordine e ancora individuare i criteri e meccanismi di verifica
Della validità e della utilità dei progetti di affido previsti per ciascun minore e su questi avviare capillari controlli sul territorio nazionale e poi certamente riferire circa le difficoltà e le disfunzioni relative alle case famiglia
E proporre gli opportuni interventi
Agli enti proposti insomma infine vigilare sulla gestione dei fondi pubblici stanziati per l'accoglienza dei minori nelle strutture residenziali e loro effettivo corretto stanziamento da parte delle amministrazioni locali
Verificando che il rendiconto delle spese sostenute dalle case famiglia sia pubblicizzato e giustificato e predisponendo ogni anno anche una relazione sulle condizioni sulla gestione
Delle case famiglia presenti nel territorio nazionale sulla condizione le adozioni
E garantirne però ovviamente la diffusione attraverso
Quantomeno la pubblicazione sul proprio sito istituzionale insomma
Questo insiste esili contenuto di una proposta di legge
Che abbiamo preparato e della quale vorrei discutere con voi quanto meno per quanto riguarda le finalità e questa proposta di legge non ha ancora avuto la correzione delle bozze mi spiego
Io mi aspetto che vi supplico di inviare
Trasmetterci in questa sede o comunque anche nei prossimi giorni via mail come ritenete ecco
Il il le vostre idee il il vostro apprezzamento le vostre proposte di modifica di integrazione suggerimenti
Quant'altro proprio perché nelle prossime settimane questa che è una proposta di legge che è già stata depositata voi sapete
Che abbiamo la possibilità di fare la correzione delle bozze una quindi io vi chiedo questo contributo proprio per permettermi di alla fine rendere definitivo un testo
Che sia davvero il più possibile rispondente a quelle che sono le reali
Necessità
Che che voi riscontrate credo che già così lo sia però io non
Sono come dire sono abituata a dare grande valore grande ascolto a quello che è il mondo della sussidiarietà al mondo
Del volontariato a chi come voi si dedica a questo tipo di iniziative così importanti e quindi
A questo punto io darei senz'altro inizio al dibattito
E
O il
Eccoci qua
Darei senz'altro inizio al dibattito precisando che che naturalmente noi avremmo voluto invitare tutte le associazioni e tutte le persone che ci hanno chiesto di intervenire sono state davvero tante però abbiamo dovuto operare una selezione per esigenze
Ovvie comprensibile ora io chiederei al dottor Massimo Rosselli Del Turco che è il portavoce di Colibrì io ero piante la forbice e coordinamento
Inter associativo libere iniziative per la vigente la viabilità e le ragioni dell'infanzia
Di quindi prendere la parola ringraziando fin d'ora tutti gli altri relatori che poi ascolteremo
Buongiorno
Io avevo preparato un qualcosa soprattutto volevo parlare di un caso e poi una parte un po'più tecnica
Però da quello che ha detto l'onorevole Brambilla
Se la
Se l'onorevole riesce a portare avanti questo discorso veramente si apre un sogno per noi noi siamo sul territorio quindi conosciamo io tutti i giorni parlo con persone
A volte disperate famiglie che perdano i figli e non si riescono a spiegare perché
Poi vengono affidati case-famiglia sanno addirittura fino non persone che hanno perso proprio
Non sanno più dove sono i propri figli
Allora il valore tre associazioni esattamente questo noi conosciamo bene la situazione abbiamo una marea di dati abbiamo fatto studi anche a livello europeo
Quindi potremmo affiancare la Commissione soprattutto dal punto di vista tecnico
E poi io credo che noi associazioni siamo esattamente le persone che
Non hanno interessi particolari né politici né economici non l'abbiamo spesso a costo zero
E però ci manca l'autorità e questa autorità o forse ci potrebbe essere data dall'Osservatorio
Allora io scusate intanto mi presento
Sono Massimo Rosselli del buco
Presidente dell'associazione aiutiamo le famiglie ALLES
E responsabile dei rapporti col Parlamento del coordinamento interesse Inter associativo che delibere iniziative per la Bipielle pochi alita e le ragioni dell'infanzia
Che si chiama Colibrì c'è una piattaforma europea che raggruppa ventotto associazioni di cui quattordici europee e quattordici italiani
Oggi quindi parliamo di affidamenti incassi famiglia
E io non voglio sprecare questa occasione
E voglio parlare in particolare prima di una storia
Così poi capite bene che cosa può succedere a una famiglia
E poi magari entriamo un attimo nella parte più tecnica
Allora
Io voglio riportare la storia ti ripeto per me questa è un'occasione perché la famiglia sta aspettando giustizia
La storia di Valentina
Una bambina di dieci anni
Alta nata due anni fa per i suoi genitori perché giudicati non idonei alla genitorialità
Di premetto che queste sono persone normali come tutti noi non sono né pregiudicati né a certo punto è stata fatta un'indagine
Del teste che si creditori sono idonei
Io credo che se
Poi ci sono delle indagini di questo tipo che durano una mezz'ora un'ora un giorno anche
Alle famiglie italiane tre quarti dei bambini italiani sarebbero in case famiglia dovrebbe andare in SACE famiglie
Allora
Io vorrei cominciare proprio con le parole della mamma di Valentina
Mi hanno spaventato a morte abbiamo avuto solo problemi difficoltà
Eravamo disoccupati mandiamo Valentina più di noi stessi senza di lei non c'è vita non si respira e leghi la nostra vita
Il nostro cuore la nostra anima ora io mamma circa il modo mi sento come spenta inutile
Piango sempre
Se lo ripeto meraviglia sento che morirò piano piano e guardate non sottovalutiamo questo può sembrare retorica questa è una realtà spaventosa io la sto vivendo questa realtà in solamente con questa famiglia e attenzione chiediamo un po'di aiuto
Sì sì sì che c'è stato negato dalla giustizia italiana la crisi economica in corso che investe tutti ma facile attese sono sempre i più deboli
Come lo siamo stati noi i territori di Valentina che hanno tolto la persona più amata
Ci hanno negato la possibilità di crescere la umiliando CE perché ci sono anche molte indicazioni questi discorsi
Perché chiede la mamma di Valentina
I veri delinquenti quei lucida sempre avuto sconti di pena
Noi poveri più di Torino non so darmi una risposta voglio solo un'altra possibilità con mia figlia mi ricorda ad utilità italiane a chi la esercita
Qui voglio notare anche che questa
Mamma comunque
Ha fiducia nella giustizia quindi rivolti alla giustizia
Non permettete che nostalgia cresca sinceri noi con estranei pensando che l'abbiamo abbandonata e non amata non fate la crescere con questo pensiero
Tutto ciò che il nostro potere e lo faremo per far valere i nostri diritti di territori calpestati ridotti quasi allo stremo
Allora che cosa è successo io adesso lo traduco un po'Valentina va a scuola frequenta regolarmente la prima la seconda elementare
Con profitto in un comune del Lazio
Ma la si è unita è piena di muffa che i soldi sono pochi
Allora per far star meglio la bambina la famiglia si trasferisce in un altro Paese e vivono in una casa di un amico con un affitto basso e apparentemente sopportabile alle loro tasche
Ma lo stipendio del padre che lavora saltuariamente in nero non riesce a fare arrivare la famiglia la fine del mese la loro povertà e grande non hanno i soldi per i grembiuli della scuola della bambina mi sembra strano ma guardate che è proprio così
A un certo punto alcune famiglie devono scegliere se comprare il grembiule la bambina o farsi staccare la luce soldi sono proprio contati
A me hanno fatto vedere la cavano trenta euro in tasca come la Camari alla fine mese
La loro corretta e grande non i soldi del grembiule la scuola della bambina non i soldi per pagare la mensa cravatte un costo
Per far stare la figlia su altri in classe con gli amichetti forse penso che la bambina verrà discriminata perché evidentemente povere hanno paura paura che con fatica si possono farla sentire anche avvisare farla soffrire la vogliono proteggere
E purtroppo studio amente inconsciamente credono che non mandando la scuola a casa con la mamma la bambina c'è più tranquilla questo è stato un errore fatale
Dopo alcuni mesi arriva una casa senza alcun preavviso cioè immaginate che buongiorno vi si presentano gli assistenti sociali a casa Vitor una bambina
L'assistente sociale è un graduato dei carabinieri chiedendo spiegazioni sul perché la bambina non andava a scuola io mi chiedo come mai non se ne fossero accorti prima
Sono arrivate dopo alcuni mesi
Voi l'assistente sociale carabiniere vanno via raccomandando ci di portare l'indomani la bambina a scuola la mamma promette ovviamente certo la porterò domina dopo una mezz'ora l'assistente sociale torna con due vigilesse
E intima la mamma di consegnarle la bambina
La madre piange si arrabbia ma dopo un po'capisce sarebbe stato tutto inutile donne spaventata paura allora chiede di poter ravvisare il marito l'assistente sociale e dice penso sempre a detta della mamma quindi
E non deve avvisare assolutamente nessuna districarsi avversità bambine egli andare con loro subito
L'assistente sociale vuole vedere la bambina che ha letto con l'influenza la febbre ma in camera dice la mamma di tessitura
Devono uscire subito la piccola deve alzarci egualmente la mamma intimidita alla fine si arrende ubbidisce comincia vestire la figlia cercando di spiegarle di tranquillizzarla infine lei dice che deve uscire con lei
Infatti dopo dopo escono
Fa freddo la bambina ancora sarà si sente male vomita ma rimane abbracciata la mamma ha paura di tutto quel trambusto e chiede più volte dove stiano andando nemmeno la madre sapeva dove stavano andando
Le viene allora ha detto che devo andare a divieti
La mamma non vuole lasciare la figlia e dice che rimarrà con lei nella casa dove stanno portando quella stanno portando ma le dicono che questa casa intesa caso posso riceve sono bambini quindi la dovrà lasciare
Di punto in bianco un giorno arrivano queste persone nel giro di due ore deve lasciare la bambina
Arrivano nella casa famiglia e poco dopo la manovra saluta la bambina trattenendo le lacrime per non allarmarla la salute abbracciano una piccola lei chiede
Dove va dove se ne va la mamma e chiede di poter tornare a casa con lei la mamma dice che non può ma che tornerà presto cerca di rassicurarla
A detta dei da male l'assistente sociale dice allora la bambina che tornerà con l'intento di quando si saranno rimessi economicamente
La bambina guarda forse subito assistente sociale
Sicuramente non capisce l'assurdità della risposta e sera Valentina viene lasciata sola e tutti se ne vanno
La mamma rientra in Tanza casa e quando torna il mare comunica al marito l'accaduto
Allora da allora seguono omicidi angoscia prosegue il capitale di questi genitori che ogni lunedì vanno a Rieti sempre questo non avendo soldi probabilmente
Risparmiando non so su che cosa
A trovare la bambina dalle quindici alle sedici e trenta il padre lavorando in nero viene licenziato perché lunedì deve andare a trovare la bambina il datore di lavoro non vuole un lavoratore che se ne vada via il lunedì
Gli operatori della casa famiglia dite nome non ho mai visto genitori più puntuali di quelli sono sente presente anche con la neve porta di giochi vestite la bambina la fanno giocare sente devono andarsene trattenendo ogni volta legati perché ogni volta non vogliono avvilire la figlia
Quando un giorno che la mamma mi dice io me lo ricordo Rocco me lo ricordo come si possa adesso apre il sedici agosto
Lo ricorderò sempre telefonare a casa famiglia e mi comunicano ti la bambina era stata portata via e nessuno sa dove anzi nessuno doveva dire genitori dove fosse stata portata la bambina
L'interlocutore racconta che quando sono intraprendere questa bambina la bambina piangeva a dirotto ed era disperata voleva tornare a casa dalla mamma dal Papa e nessuno ovviamente le dava rassicurazioni in merito perché non potevano
Da quel giorno questi genitori hanno perso ogni contatto con la bambina sono nove misi che non sanno nemmeno serviva o se è morta questa bambina
Allora io mi chiedo a questo punto questa bambina cosa può pensare in quei momenti ma ce lo siamo a chi ci servono chiesti tutti quelli che lavorano in questo campo gli operatori così c'è anche inizio occupati di Valentina
Pensate se fosse successo alla nostra famiglia io purtroppo purtroppo io sono contento d'aver raccontato questa storia sembra
Vi assicuro come ho detto non è retorica bisogna che le cose si sappiano
Bisogna che qualcuno vada a vedere effettivamente come funzionano queste cose io mi sono anche chiesto ma si questa famiglie
Fosse stata per esempio ricca io presiedo la mia famiglia una famiglia ricca non si è mai pensato di non mandarmi a scuola perché ci andava automaticamente a me mi accompagnava l'autista
Mia madre mio padre non ci sono mai occupati
Grandemente di del patto se io andassi hanno scuola
Mi sono più o meno se andavo bene a scuola questa famiglia addirittura pensato di non mandare per un certo periodo la bambina
Attenzione perché loro non è che non vogliono andare a scuola in quel periodo non pensando mandarla perché non volevano tenerla sotto pressione della uno stress coi bambini si sa sono magari fra di loro per un bambino più povero perlomeno povero quello di colore quello
Insomma sono possano essere anche il più delle volte
Quindi i genitori per ordine tribunali vengono inviati in un grosso centro per una diagnosi approfondita
Dopo gli esami il centro decreterà che i genitori non sono adeguate ad assolvere il loro ruolo
Io vi dico una cosa questi genitori tra virgolette mi stanno perseguitano tutti i giorni mi telefono almeno due-tre volte al giorno sono medici qui ci sono genitori che non gruppo la bambina
Sono disperati
Poi per un questionario M. Neppi due
Questo questo questionario non comporta sicuramente la diagnosi che ha fatto questo centro quindi dice esattamente il contrario il Tribunale aveva anche stabilito alcun prima dell'approfondimento sul tetto presso questo questo cento milita di AGSM
Il Dipartimento della Salute mentale per entrambi i genitori che aver richiesto il TSO NR
L'ASL una variazione sulla bambina
Tale accertamento si era concluso per entrambi i genitori
Sì la generazione dalla Corte fatta la Corte d'appello di Roma dell'avvocato delle di questa famiglia rileva l'assenza disegni o sintomi indicativi della presenza di disturbi psicopatologici
Ma allora questa famiglia cosa c'ha che non va salvo che per la madre si dice che ha una sindrome ansiosa para fisiologica alla separazione della figlia questo esame è stato fatto due mesi dopo che la bambina era andato di casa famiglia
Eccedente le ronde
Allora qui bisogna io direi che bisogna aprire una parentesi
Voglio parlare di un problema
Guardate questo è un discorso che taglierebbe la testa al toro sentite
Che coinvolge tantissimi Comuni sicuramente gran parte di quelli del del Lazio e del sud d'Italia e tantissimi cooperativi di psicologi psicoterapeuti e psichiatri
E comunque tutti coloro che operano nel sociale che coprano quei tribunali con segnalazioni e relazioni
Allora sentite che dice questa legge la trecentoventotto del due mila una legge-quadro
Se nessuno rispetta l'articolo tredici dice carta dei servizi sociali al fine di tutela delle posizioni soggettive degli utenti entro centottanta giorni dalla data entrata in vigore eccetera eccetera
Intesa con il mise cerca da ciascun ente erogatore di servizi adotta una carta dei servizi sociali ed è tenuto ad Anna adeguata pubblicità agli utenti
Nel comma due
Si dice nella Carta dei Servizi sociali sono definiti i criteri per l'accetto e servizi le modalità del relativo funzionamento
Le condizioni per far visita nelle condizioni da parte degli utenti e dei soggetti terrà presente nei loro diritti nonché le procedure per assicurare la tutela degli utenti
Al fine di tutelare le posizioni soggettive e di rendere immediatamente esigibili i diritti soggettivi riconosciuti la carta dei servizi sociali ferma restando la tutela per via giurisdizionale
Prevede per gli utenti la possibilità di attivare i ricorsi nei confronti dei responsabili preposti alla gestione dei servizi
Al comma tre si dice si precisa ancora che l'adozione della Carta dei servizi sociali da parte degli ebrei erogatori delle prestazioni e dei servizi sociali costituisce requisito necessario Ai fini dell'accreditamento
Allora questa carta dei servizi sociali soprattutto
Nel centro sud direi non la conosce nessuno io ho parlato ad avvocati non sanno nemmeno che le cose
Allora la Carta di servizio se tu non hai la Carta di servizio cioè non potrà operare non posare relazioni
Tutte le illazioni che arrivano ai Tribunali dei minori
Fatte magari dal dal servizio sociale
Magari non lì il Comune non ha la carta dei servizi sociali di non poco ad operare poi magari si fa in un centro non so se questo ce l'abbia secondo me non c'era quello di cui parlavo prima perché io mi sono andato a vedere su internet non parla di carta dei servizi sociali
Allora non possiamo proprio relazionare allora tutte queste relazioni che arrivano i giudici che poi ovviamente difatti problema secondo me non sta tanto nel giudizio che viene data perché a giudicare in uno dei pezzi di carta loro guardano e giudicano
L'indagine del Tribunale dei minori viene fatta attraverso una relazione di un assistente sociale
E dopodiché si manda un bambino in casa famiglia magari con una relazione
Che non è nemmeno legale
Ma e allora tanto per darvi un dato che ho fatto un
Mi sono andato a vedere i Comuni del Lazio
Ho guardato solo quelli perché preparato nel sud o forse non so che cosa possa allora da quanto mi risulta tra i Comuni del Lazio solamente nella Carta dei servizi sociali e tutti gli atti che che in relazione ai tribunali
E tutte le cooperative i psicologi psicoterapeuti
Hanno la questa carta i servizi sociali
E se non c'è una non opportuna per relazionare
Cioè io dico
Ma nessuno ne va a vedere queste cose
C'è una legge sono quattordici anni che c'è questa legge
Tribunali adesso c'è la Corte d'Appello che giudicherà se questa bambina quando alcuni genitori hanno
E io mi piacerebbe far secondo me
La relazione che è stata fatta
Da questo centro non ha la Carta dei Servizi con mi sbaglierò perché io ho fatto un'indagine così su internet però questa carta dei servizi deve essere pubblicizzata io ho chiesto ai genitori
Se conoscevano questa gatta cervice tu quando vai al servizio sociale Dinoia attenzione noi abbiamo la carta dei servizi sociali questi sono i tuoi diritti
Noi dobbiamo operare in questa maniera se io non te lo dico perché te lo devo dire non è che la tengo nel cassetto e dice non ce l'abbiamo però Turoldo Isabel nota lo deve proprio dire gli ho chiesto a decidere ma mai realizzati di che cosa emerge
Sono caduti dalle nuvole completamente allora tutto il castello che è stato creato il tutto
Fasullo allora adesso come giudica la Corte d'appello
Adesso giudicherà il diciotto cioè la sentenza
La Corte d'Appello sapere che definitiva la sentenza voi cioè la Cassazione ma insomma
E questi magari perdono questa bambina
Chiamano per della loro vita così per degli errori per delle inesattezze
Questo è veramente spaventoso perché stiamo parlando di bambini
Allora si è fatta una rapina accorrono tre gazzelle della polizia dei carabinieri ma sapere cosa succede perché sapete io vedo quanto scusate vedo qua molti amici quindi anche
Vedo degli psicologi di lo sapete benissimo succede a questi bambini
Non c'è bisogno che lo dica io è una cosa spaventosa
Credo che adesso se così a ricordo non abbiamo tutte le associazioni abbiamo tutto abbiamo tutte le statistiche tutto quanto sulle case famiglia
è un po'più difficile perché è difficile andare a vedere cosa succede nel calcio quindi attenzione io non voglio essere generico non voglio essere le case-famiglia servono eccome seppur anzi vi dirò di più
Dirò di più
Che dei trentadue mila bambini che sono in caso di parità in Italia la percentuale è bassa rispetto a quella europea
Il problema non è tanto di quanti bambini sono nelle case famiglia il problema è come ci arrivano non ci sono linee guida
è se non ci sono linee guida succede come diceva giustamente l'onorevole ognuno si regola un po'come come come vuole c'è differenza fra regione a regione io ho portato ve la leggo al volo perché ormai
Vi leggo lo un'asta una statistica
Ecco guardate
Dunque
Nel decennio novantotto due mila otto il tasso di invii Lombardia è sceso del nove cinque per cento in Calabria le sedici e cinque per cento nella Val d'Aosta dell'undici virgola cinque per cento
Ma sentire un attimo in Abruzzo il tasso è aumentato del duecento sedici virgola cinque per cento
Ma allora c'è qualcosa che non va evidentemente non ci sono delle linee guida e allora c'è differenza tra regione a regione scusate io sto dilungando un po'troppo tra Regione e Regione fra addirittura tra assistente sociale assistente sociale
Abbiate pazienza voglio solamente il terminare
Con le parole della mamma di Valentina
Che nera nella sua semplicità probabilmente invece una persona molto molto intelligente
Io penso dice che il ruolo dell'assistenza sociale cioè sia quello di aiutarti cioè i problemi di sorta timidi sbandamento anche a livello economico e psicologico
Il servizio sociale titoli e venti il DDT sarebbe un percorso per star meglio nella vita io penso che tutto
Io non ti dovrebbe toglie ladri la persona o le persone più preziose per tutte
Grazie
Grazie al massimo Rosselli Del Turco
Per questo suo intervento
E per averli raccontato questa storia lo dicevamo prima Po in conto
Sono le teorie sono le esperienze sono le normative
Sono le ipotesi dei capitolati un conto poi confrontarsi con quello che succede
E io chiederei allora di intervenire a Giovanni furbi il Presidente del Coordinamento nazionale delle comunità per minori il CNT ECM grazie Giovanni
Credo il microfono
Grazie buongiorno e grazie dell'invito della presidente Brambilla io vorrei fare una piccola premessa a parte che sono come formazione o quella di assistenza sociale
Ho fatto il giudice onorario al Tribunale per i minorenni
E mi occupo di comunità d'accoglienza quindi diciamo se volete impallinare qualcuno sul sistema ce l'avete proprio qui in tutte gli aspetti e le forme ciò tre figli e quindi va bene vivo con la mia famiglia e questo
Parlando di minori è importante però che stiamo attenti dire il più possibile la verità e stare su un piano di realtà
Perché noi in questi anni specialmente negli ultimi anni abbiamo sentito visto pure sui mezzi di stampa tante informazioni non corrette
Io scrivo ha risposto a un articolo della presidente del diciassette gennaio ho inviato una lettera chiedendo un'audizione presso la Commissione siamo fiduciosi che l'avremo anche perché visto che c'è questa proposta di legge o se porteremo le nostre proposte insieme al CNCA
Che oggi mi ha chiesto di rappresentarlo e anche al tavolo nazionale delle associazioni per l'affido approach anche la collega dei villaggi sommosse quindi diciamo stiamo in buona compagnia
E mi i dati che vengono rappresentati non sono proprio reali alcune precisazioni credo siano importanti
Prima di tutto l'affare che si fa sulle comunità per minori bene io fatico molto arrivare a fine mese e molti dei miei colleghi
Faticano su questo sono pochissimi ma veramente pochissimi quelli e quelli nuovi anche lì segnaliamo li teniamo a distanza quelli che fanno i soldi su questo tipologie di strutture
Io dico sempre i colleghi se volete fra i soldi del sociale aprile strutture anziani che è più semplice ed è anche meno rotto Rogno oso perché ci sono anche meno controlli
Perché la media delle rette ho fatto un giro di telefonate nelle regioni in questi ultimi tempi la media passaste aumento una in sessanta settanta euro il Comune di Roma a la retta più bassa d'Italia fra i grandi comuni non arriviamo a settanta euro al giorno
Se voi scegliete un alberghetto qui di Roma settanta euro non so che cosa trovate dove dormire considerate che quello che noi dobbiamo offrire
Giustamente
A minori che vengono accolte sulle strutture è ben di più di dare il vitto alloggio
Altro dato importante si parla di censimento delle strutture si parla di creare un altro osservatorio esistono osservatorio sull'infanzia l'adolescenza che deve essere ricostituito credo neanche quello padre rinforzato
Noi siamo obbligati ormai dal due mila e uno prima eravamo obbligati dalla normativa anche a schiere semestrali al giudice tutelare ed è l'unica soggetto che può essere sanzionato si omette
Di fare questa cosa sono propri rappresentanti legali delle comunità
Non ci sono altre sanzioni prima si citava la carta dei servizi beni comuni non c'è sanzione se uno non la fa perché non facciamo tante belle leggi anche nel sociale ma poi non viene sanzionato nessuno
Se non ai livelli minimi se non mette i servizi assistenti sociali Casey sono interinali come contratto che nei piccoli comuni ossia un piccolo Comune della Provincia che è fortunato perché c'è un'assistenza sociale ormai da anni
Ma che hanno contratti interinali quindi ogni tre mesi cambiano allora il rischio è che noi affrontiamo il tema delle case famiglie come se fosse la ciliegina sulla torta che sia ormai disfatta
Perché i finanziamenti nel sociale lo sappiamo tutti sono erano zero lo scorso anno quest'anno sono stati in qualche modo rifinanziare
Quindi veramente diventa difficile affrontare la tematica sui minori nelle comunità che noi siamo ben felici che ci mettiamo gli occhi sopra
Per cominciare a fare luce su quei residuali coni d'ombra che ci possono ancora essere ma dovremo affrontare molto e seriamente i
Politiche per la famiglia in questo benedetto Paese
Cattolico io sono cattolico professare ante di cui tutti ci riempiamo la bocca della sacralità della famiglia e poi spiega venivo di quale famiglia ormai parliamo che siamo minoranza noi
Coniugati io festeggiato ventidue anni matrimonio contro i figli e che viviamo ancora insieme siamo una minoranza
Dove sono le politiche la famiglia non parliamo mai dell'articolo uno di questa benedetta normativa cosa fa lo Stato
A favore delle famiglie perché un siciliano quelle situazioni in cui si è trovata Valentina non i genitori di Valentina Valentin
Perché lei se non spostiamo il problema sulla disperazione dei genitori manteniamolo sulla disperazione di Valentina
Allora questo io gradirei dalla politica poi in questo quadro mettiamoci le comunità per i minori
Allora le comunità per minori stiamo attenti dei dati sono faticosamente quindici mila ne sono stati censiti l'obbligo che noi abbiamo di invio delle schede semestrale alla Procura questo lo scriveva all'onorevole Brambilla
Permetterebbe basterebbe chiederlo al Ministro della Giustizia che le procure minorili indichino quel dato
Ormai le procure minorili ne hanno l'elenco delle comunità sul proprio territorio di competenza e hanno la scheda nominale di ogni minore che nelle singole comunità
L'unica Regione che ha utilizzato l'ufficio del garante dell'infanzia e adolescenza ecco del Lazio cari elaborato questi dati perché noi oltre mandarlo alla Procura e ai servizi sociali questa scheda
La inviamo in accordo col Procuratore anche al Garante
E quindi elaborare questi dati aveva non c'è bisogno di aspettare l'ennesimo osservatorio permettetemi la piccola polemica lavoro con l'adolescente quindi mi ritorna intanto un po'questo mia devianza adolescenziale
Ma è necessario mettere a sistema quello che già c'è
Chi controlla le comunità e comunità sono soggette ai controlli e ispezioni della Procura Cetto se però a Firenze il procuratore che ho incontrato la scorsa settimana
Fa anche da uscente oltre a fare il Procuratore minorile per tutta la regione Toscana perché non c'è nessuno che si è riuscito a provare ad aprire portone
Chiediamoci come possa fare le ispezioni nelle comunità oggi sono arrivati due sostituti procuratori nuove quindi parliamoci anche di come è combinata la giustizia minorile di serie B nella giustizia
Le schede quindi permetterebbero di avere questo dato di tenere sotto controllo hanno ci controllano i servizi sociali che ci autorizzano
Al funzionamento e non sollecitiamo ci sono dei nostri soci di comunità che non ricevono ispezione da più di un anno
Perché non c'è il servizio sociale facciamo delle proprie azioni Modena aveva dieci anni fa cinquantadue assistenti sociali grande quanto un Municipio di Roma
Roma ne aveva quel tempo cinque in un municipio sino a Modena di che cosa vogliamo parlare
Chi altro ci controlla i servizi che indicano nelle comunità perché mi scusi onorevole Brambilla non è il giudice dello tutelare che in via le comunità
Non è neanche il giudice minorile il giudice minorile emette un dispositivo in cui dice un peso minore non può stare a casa sua
Quindi venga inserito presso una comunità o presso una famiglia sono i servizi sociali che hanno in carico per legge a individuare il luogo dove inserire minore per proteggerlo
Quindi in vidi retti se ci sono stati e ci sono stati delle incongruità son successe in alcuni territori ecco questo è stato immediatamente
Censura esistevano è stato modificato tre anni fa per i giudici onorari è stato disposto dal Consiglio Superiore la magistratura che non possono esercitare la funzione
Di giudice onorario soggetti che gestiscano comunità per minori questo Codice vediamo qualunque problema ma queste cose quante ne sono successe di queste cose quante contiamo né per favore
Allora è chiaro che questo dato di preoccupazione su che cosa accade minori nelle comunità a noi preoccupa molto
Perché ci troviamo veramente fortemente in difficoltà perché a volte mancano per i progetti per il reinserimento dei minori presso la propria famiglia oppresso altra famiglia mancano gli interlocutori
Il problema degli adolescenti anche qui e sempre più presente
Nelle comunità per adolescenti la presenza di minori che provengono da siti ed adozioni adozioni internazionali
Parliamo quindi di ragazzi che hanno ricevuto diverse situazioni di abbandono
Per i quali la problematica
Di psicopatologia è molto forte vogliamo parlare qui dei servizi di neuropsichiatria infantile rivolte minori un giorno se un giorno non solo ma si pensa di chiudere via dei Sabelli che è un'eccellenza
In Italia della neuropsichiatria
Che non risponde al bisogno esclusivo dei minori in comunità risponde ai nostri figli
Quel servizio ma dove è qui la politica per tutelare quei servizi
Io seguendo una Valentina perché poi fare una tragedia che ce ne sono molti di Valentini in queste storie ho girato diversi servizi di diagnosi e cura della psichiatria nel Lazio
L'ultimo era l'Addolorata ma per un adulto che le ho fatto i complimenti al San Giovanni Addolorata quanto era bello quell'altro perché
Avendone visti altri che erano veramente
Dei laghi e perché delle situazioni infernale bene se è un adolescente ha bisogno di ricovero perché è in crisi
Psichiatrica doveva se non in questi reparti di adulti
E qualcuno si sta scandalizzano di queste cose troviamo sui giornali e queste cose
Allora questo è quello che hanno preoccupa e questo è quello di cui vorremmo parlare per tutelare di più la nostra infanzia la nostra di tutti però io quello che vi pregherei e la prego Presidente veramente col cuore in mano e mi commuovo queste cose
Diciamo la verità e i nostri figli per favore
Non facciamo demagogia su queste storie non cerchiamo di visibilità sulle spalle di queste creature Zeni prego perché sentire ancora erroneamente anche i termini
Che il buon Griffini dell'AiBi continua a dire che entro il due mila diciassette deve chiudere tutte le comunità di tipo familiare perché questi sono istituti è una falsità la norma non dice questo
Si chiamano comunità di tipo familiare casa famiglia è una terminologia che viene utilizzata per una specifica realtà che è quella gestite da famiglie
Allora io vi prego a nome di questi ragazzi di usare i termini più precisi e in usarci a noi per utilizzare meglio questi termini grazie
Grazie Giovanni fondi io chiedo ora di intervenire all'avvocato Cristina Franceschini che responsabile della Commissione finalmente liberi della Federer contribuenti
Grazie Presidente
Ho sentito gli amici di questo tavolo
Parlare di tematiche che ormai conosciamo molto bene
I motivi che portano all'allontanamento dei minori ormai lo sappiamo bene sono i più disparati
Per esempio potestà scalpore come e a me lo ha testato non poco sapere che in alcuni tribunali vengono emessi
Provvedimenti anche cento a settimana mi è stato riferito
Sulla base di un regio decreto
Del mille novecentotrentaquattro
Ossia
Il regio decreto che ha istituito i Tribunali dei minori dove
All'articolo venticinque prevede l'inserimento allora si parlava di istituti
Inserimento per problemi di condotta ed hanno misure
Ancor prima del fascismo
Misure chi meno chiamate ante dictum ossia per evitare che l'adolescente come testi dei delitti quando c'erano dei problemi di condotta veniva inserito in strutture
Allucinante e dire abbia un minimo alle in uno stato di diritto come nostro che ancora oggi i Tribunali dei minori
Usino questo articolo venticinque ormai desueto per la storia anche la nostra stessa Costituzione
Per tutti i servizi che i territori
Particolari quindi regionali comunali offrono dice sostegno eventuale alla famiglia che ancora oggi vengano mi istituzionalizzati degli adolescenti sulla base di problemi di condotta
E questo è uno dei motivi per i quali
Dovrebbe comunque essere esplicita l'abrogazione di questo articolo quanto meno se nonché l'abolizione totale dei tribunali di minore ma qui intorno a Ranica nella quale non voglio entrare ora
Poi ci sono allontanamenti effettuata sulla base di sindromi
Esistenti o meno non catalogati nessun GSM
Allontanamenti sulla base di perizie psicologiche
Infatti in ambito di tribunale il dottor Rossella dottor Rosselli prima ha parlato di una perizia effettuata addirittura dopo l'allontanamento del minore io sfido qualunque genitore a non presentare
Qualche tratto depressivo ansioso
Paranoico perché alla fine ti di perde la fiducia nelle istituzioni ed diagnostico hanno
Tratti di personalità paranoide perché vede le istituzioni contro sfido chiunque a vedere ad avere fiducia all'assistente sociale che è venuto a casa tua di notte a prenderti il figlio con carabinieri e quant'altro
Per non parlare poi appunto di queste perizie spesso io qua anche come avvocato ma anche proprio come Commissione di inchiesta finalmente liberi
Due al nostro interno annoveriamo anche lo psichiatra Paolo Cioni differenze una psicologa e dire la reale di Napoli
Dottoressa
Serenella Bignozzi inc pediatri medico-legale di Firenze e il nostro fiore all'occhiello che il giudice Morcavallo
è un ex giudice del Tribunale dei minori
In queste perizie spesso sono dei copia incolla tra di loro abbiamo trovato addirittura che in alcuni provvedimenti si pagava addirittura il nome
Del bambino
E vengono degli steccati dei tratterebbe di personalità pericolosi genitori sulla base di teste dottor Scelli ha parlato dell'ammenda e prima
Che abbiamo potuto constatare con mano neanche un anno fa siamo sono stata ricevuta dall'onorevole Mussolini che
Era la precedente responsabile della Commissione d'inchiesta
E sulla parte materiale che abbiamo portato per ben due volte in Commissione è stata fatta anche interrogazione alle della Mussolini
La un anno fa
E si parlava appunto anche di test io ho il mandato della casa editrice dei test che era casa editrice giunti
Che ha il copyright sui testi
Il teste signori miei devono essere fatti e quindi cosa succede di psicologi
Quelli originari altrimenti sono nulli presenza dell'onorevole Mussolini io avevo il testo originale in mano su cinquanta persone
Quarantotto le furono fatti inversione fotocopiata
La versione fotocopiata indica che è un teste fine somministrato con un puntino allo a margine
Non vengono di solito firmati e quando la parte va in tribunale a chiedere una copia sono Oppus spariti
Addirittura ci sono dei CTU che dicono no eliminato dal fascicolo perché non ritenevo appunto importante sono atti pubblici che giudicano sulla personalità di una persona
E di allontanamenti avvengono anche appunto per determinati tratti di personalità e ognuno di noi sappiatelo ha dei tratti di personale TAB praticamente siamo delle macchine
E questo non è concepibile
Quello che ho potuto constatare con mano come avvocato di anche di famiglia punta quali sono stati trovati minori è che quando vengono inseriti in strutture
Spesso e volentieri purtroppo e questo l'ho potuto constatare interagendo anche con gli stessi servizi affidatari
Ai quali chiedevo
Una copia di un progetto cosa avete intenzione di fare quanto tempo anche premetto che specie lontanamente spesso e volentieri vengono fatte anche sulla base di decreti provvisori che durano anche dai due ai quattro anni provvisori
Quindi non impugnabili per lo più in Corte d'Appello rimangono lì
Provvisori tre righe una pagina che dice allora nasce minore sospenderci la frusta
I servizi sociali dicevo spesso non hanno nessuna progettualità su questi minori vengono inseriti lasciati niente
Ci sono casi in cui i bambini che avrebbero bisogno di cure particolari perché magari di lesse ci disgrazie chi di grafici allontanate dalla famiglia
E nel sapere che nell'arco di due mesi hanno fatto quaranta senza da scuola perché non hanno più non fanno un vogliono andare a scuola quindi vengono lasciati a dormire
O aprire la comunità o addirittura a far da mangiare e quando i genitori portano di loro l'iniziativa
Con loro sacrificio magari un computer per la sintesi vocale per aiutarlo nello studio questi ragazzi che hanno diritto con tutte le convenzioni europee
E tutte le normative nostre alla parità
Nello studio sino a ad essere cresciuti in casa comunque
Gli viene detto no ve lo restituiamo perché non abbiamo risorse per pagare un educatore specializzato poi
E va a vedere le fotocopie dei bilanci
E ci sono comunità che per dieci minori prendono un milione e mezzo di euro all'anno
Coppi queste comunità costano ovvero se sa ci sono quelle da sessanta euro al giorno vero e con sessanta euro al giorno pagare cuoca
Istitutrice eccetera ci si sta stretti ma in queste comunità che io piuttosto care con mano
Costano quattrocento sedici euro al giorno io ne ho una qui nella mia cartellina che quest'anno è gialla l'anno scorso girava una cartolina fare fantomatica rossa che è stata sbandierata anche in tv
Io abbia una che costa la bellezza di quattrocento ventotto virgola quarantotto euro ai giorno Perù bambino
C'è la
La Regione che più cicala diciamo così e la Sardegna e manda bambini
Io Andrea io sfido genitore riesce ad andare a fare le visite una volta ogni due settimane a questi ragazzi i numeri ci sono comunità che abbiamo giovani furti vice sono poche di queste realtà invece non ne abbiamo conosciute troppe
Che pendono quattrocentoventotto euro al giorno e poi quando un genitore che c'è una progettualità cosa state facendo per mio figlio avete fatto un progetta
Viene dall'assistente sociale una comunità di turno relaziona giudice il genitore disturbante
C'è un genitore viene definito disturbante perché chiede di avere delucidazioni sullo stato di salute di suo figlio sul quale ancora una potestà genitoriale oggi definita responsabilità genitoriale in base alla nuova normativa
E io minimi e perderei per il contrario come diceva il dottor Scelli in un genitore che continua a chiedere a informarci non è un genitore invece che ci si può dire che King i cui fili doversi stato di abbandono
è un figlio che viene continuamente reclamato e quantomeno per sapere che tipo di progettualità c'è quanto sta là dentro mio figlio non lo so
Non si sa
I tribunali dovrebbero metterne Pro Loro provvedimento visto che sono affidamenti anche temporanei un termine entro il quale rivedere la situazione
Invece dopo punto vengono anche spostati di comunità in comunità a seconda se i genitori vengono a disturbare
Non dico che vengono a piantonare fuori ma si informano
Quindi vengono sposati e l'inglese viene nascosto il dato dove fini
Io
Diceva diceva appunto dottor Fulvi bisognerebbe stupirsi e all'ammasso e del fatto che ci sono adolescenti e hanno dei problemi psichiatrici io ne conosco un caso diretto anche una bambina affette da autismo
Che
Per conflittualità genitoriale a prescindere dalla del soggetto che
Mette
Carne sul fuoco
Quindi si parla di computer certa cimiteriale oggettiva a prescindere da chi alimenta questa conflittualità i bambini normodotati diciamo così sono stati lasciati Bruno genitore uno ha un altro la bambina
Passa da cinque giorni in una comunità psichiatrica per adulti
Tre giorni con la madre abbiate cinque giorni ancora in comunità psichiatrica per adulti tre giorni col padre ed è affetta da autismo io mi chiedo in una comunità psichiatriche per adulti cosa questa bambina veda
Cosa veda
E eccome ed ascoltare che ha avuto dei grossi traumi sta regredendo sta regredendo e qui lo Stato a fallito e affari e continua a fallire finché non cambiano le cose non parliamo poi del fatto che durante gli allontanamenti visto la tragedia raccontata per Valentina e per i suoi genitori io non nascondo che ho avuto un momento che
Stavo per piangere ma questo perché le parole dei genitori di Valentina mission onore delle ore che tutte le notti perché di Valentina e Valentini ce ne son troppi
Questi genitori spesso magari la madre perché comunque
Chi l'ha messo al mondo consente lo strappo in maniera più lacerante anche a livello fisico
Queste donne spesso vengono sottoposti TSO veri e propri
I TSO non a caso anche la mia stima una scusante un caso foriere iene dopo un anno una psichiatra si è opposta
A un TSO raccomandato da chi dall'assistente sociale cioè io mi chiedo
Un assistente sociale che qualificata per
Parlarmi della progettualità sulla madre esci minore ci sono dei minori che nel momento in cui vengono strappati non accettano
Di entrare e che si allontana ti sfido chiunque ad entrare in casa famiglia e Ida sono arrivato anch'io che si fa qua
Fanno dei TSO sui minori e quando ti tema non è un vero TSO allora legittimi la cartella clinica quale data aveva cosa c'è scritto lì si male ha fatto una somministrazione farmacologica insomma stazione farmacologiche durano anni
Anni senza che un medico magari della famiglia un perito della famiglia
Nel
Venga
Messo a disposizione per valutare se quello che stanno facendo nella condizione ottimale per quel minore
Noi come Commissione finalmente liberi ci siamo introdotti in questa tematica di allontanamento dal punto di vista dello scandalo delle rette questo è vero per arrivare a trovare quelle rette così ESU osé
Che vengono suddivise tra ASL e Comuni
Bisogna anche ricordare che alle famiglie a cui viene tolto un bambino se non è un bambino che resi intatta una perizia o
A seconda dei servizi della volontà di servizi sociali una Psicopatologia osceno me
Un bambino che potrebbe sviluppare perché usano anche queste formule onorevole
Potrebbe sviluppare problema psicopatologico in futuro quindi lo allontaniamo quindi
Per evitare un danno futuro incerto al quale magari si potrebbe ovviare con altre misure mica usiamo uno certo come l'allontanamento
Abbiamo dovuto spulciare ben quattrocento mila delibere
Appunto quella più alta ed i quattrocentoventotto euro al giorno
Queste comunità ahimè essendo per lo più o il lusso cooperative sociale io ho una marea di bilanci in mano fanno bilanci quando li fanno
Molto molto stringati cioè si c'è un milione di euro di entrate un milione di euro di uscite non si parla di quante sedute psicologiche sono state fatte con un minore
Quanto cibo è stato comprato Rizzoli genitori continuano a pagare il vestiario al materiale scolastico e appunto quando la retta e solo comunale stavo dicendo prima
Viene chiesto il rimborso la famiglia cioè le famiglie spendono rivale cartelle con i decreti ingiuntivi per cinque mila euro al mese però per uno o due figli comunità
Se non ci rendiamo conto
La famiglia invece di essere aiutata di valore in famiglia dello tiriamo via dove ci può mangiare dove ci si può a attaccare allo stato ci attacchiamo dove non si può andare a chiedere addirittura la famiglia
Concludo una cosa di primario interesse che dovrebbe fare non so se l'Osservatorio non solo
A chi di competenza innanzitutto ammazzare trattate mattiniero frammentaria da da ben quattro ministeri purtroppo quindi bisogna comunque che c'è un organo che li colleghi
Però
Una cosa assolutamente da fare
Eliminare
I di minare ogni forma di commistione
Che genere i conflitti di interessi palesi e sono tanti perché non è marginale che un privato come me
Come il mio collaboratore andrà solo Sella cioè l'anima di questa Commissione perché le quattrocento mila delibere si respinge attribuiti
Arrivi l'arco di poco tempo perché sia stesse a computer a cercare andrà care eccetera trovo venti più comunque nell'arco di qualche mese arrivi a trovare a inserire trovare
Cento centocinque centodieci Marsilio domani mi ci metto mi trovo altri venti aggiorno spoglio giudici
Onorari
Giudici onorari sono delle figure che sono state introdotte nel Tribunale dei minori in teoria per agevolare le procedure avvalendosi di giudici
E non togati ma onorari indicano vaste con varie competenze soprattutto ma nella maniera per in materia pedagogica psicologica eccetera
Allora bisogna eliminare dottor Fulvio ha detto che da
Tre anni almeno che c'è questa normativa che chi esercita la funzione di giudice onorario quindi entra a far parte del collegio giudicante che decidete lautamente dei minori
Non parco hanno faccia parte della stessa comunità o comunque anche di altre comunità perché comunque un giudice onorario una persona che
è fondatore di una comunità si trova poi a decidere come qui a un tavolo sulla vita di bambino e decide magari con facilità verso la comunità
C'è un grosso conflitto di interessi
Giudici onorari che sono nelle comunità che poi quando panini il genitore va in questa comunità questo giudice dice guardi io sono quando torna nel caso mio figlio non state facendo niente io sono
La responsabile della comunità io sono il giudice onorario io deciderò quando torna a casa ma stiamo scherzando
Cioè è come dire confina che mi serviranno i soldi della torretta
Lo tengo dentro
Caso strano è stata sollevata anche un'interrogazione ragiona su questa cosa su questa retta esosa è stata presa una a campione è stata fatta un'interrogazione regionale che è rimasta nel cassetto da tuttora nel cassetto però dopo ben tre anni e sei mesi
Diretta di dei dodici mila e passa euro al mese
L'ultima delibera riguardante quello stesso minore quella stessa comunità parla ora di duecento quindi OP c'è qualità la minore adesso può essere gestita con percentuali euro
Le stesse tipo di Commissione di commistioni di conflitti interessi di incompatibilità chiamiamola come vogliamo
Di cose che puzzano riguardano anche personaggi come il CTU spesso CTU che giudica di minore eh opera nelle case famiglia
Vogliamo andare a vedere quanti allontanamenti ha disposto quel CTU visto che quale sua perizia viene preso a paro paro dal giudice che disporre l'allontanamento
Cioè all'episodio
Scusa
Minimi allora ma tocca a me è come prima ecco però a lei lo sa se posso io come privato
Io queste cose sta facendo propongono
Ma io posso come privato denunciare cento giudici
Perché no
Cioè se io ho già con l'avvallo delle istituzioni che mi dicano ma grazie alla conoscenza di una Commissione di reato si fa una denuncia
Non si può continuare in questo modo io conflitto di interessi indifferenza sorprese diciamo sbalzato liberamente ancora sulla pelle dei minori
L'hanno aiutato a Sanremo
Imprese del nord e sud
Io non capisco questo alzarsi perché non mi sento per niente disturbata così possa disturbante come i genitori che chiedono informazioni sui minori
Ecco io concludo auspicando appunto che tutti i conflitti di interessi quindi chi esercita funzioni dirigenziali di servizi sociali
Chi lavora nel Comune come Assessore Consigliere o anche come assessore come service e l'assistente sociale
Non chi esercita nei tribunali no no operi in poi nelle case famiglie perché comunque sono enti privati che però ci sono soldi pubblici
Grazie
Ringraziamo l'avvocato che sino a Franceschini nazionalmente come io ho detto in premessa
è nostra intenzione raccogliere
Tutte opinioni e tutto quello che può essere un arricchimento di contributi a questo dibattito
Proprio per acquisire gli elementi per meglio adeguare anche proposte normative perché poi a noi tocca questo
A quelle che sono le reali esigenze e quindi
Ringraziamo i contributi di tutti ripeto avrei voluto dare voce a tutte le associazioni che hanno a che fare intervenire
Ma quella mattina era quello che era adesso ha detto di scemenza dobbiamo lasciarla sala quindi abbiamo
Venticinque minuti
Da dividere tra le ultime tre testimonianze annunciando sin d'ora
Un secondo appuntamento su questo tema che evidentemente e molto basso necessità di approfondimento sotto tutti gli aspetti
Questa mattina stiamo affrontando solo una piccola parte perché di più non si può fare
In un secondo evento andremo poi ad affonda approfondire altri aspetti quindi chiederei di intervenire al dottor Fabio Nestor anche il Presidente
Della Federazione nacque nazionale per la bigenitorialità
Ed è anche il rappresentante dell'associazione degli aderenti nazionali per la tutela dei minori mi tocca raccomandabili tempi nel senso che cemento Arcicaccia un pranzo di dirigere dei passati cinque minuti sarò telegrafico per un
Motivo ha deciso mi era stato chiesto come anche agli altri relatori di partire da alcuni casi per poi arrivare al
Tirare le somme per arrivare alberi criticità punti nodali di cosa
Non funziona saltiamo del tutto costa
Questa fase nel passiamo esclusivamente alle criticità troppo a spot nel per essere quanto più sintetici si possa essere in questa circostanza per farlo partirei da dove avevo intenzione di chiudere
Cioè dal
La domanda che
Mi faccio e vi faccio la domanda che ci scambiamo tra operatori molto spesso è quella sì realmente un sistema così costruito e così operante sia fatto per rispondere alle reali esigenze della cittadinanza
E quando parlo della cittadinanza parli citarmi più piccoli
Perché pur non essendo lettori pur non essendo contribuenti l'infanzia solo cittadine caspita se lo sono e quanto questo
Questa filiera questa catena non vada incontro alle esigenze sia dal punto di vista temporale fondamentale l'aspetto nel tempo sia dal punto di vista di rispondere ai reali bisogni del del dell'infanzia ecco questo è un grosso punto interrogativo che continua
Ad aleggiare
Giovanni Fulvi chiudeva una delle cose che ha detto che gli va dicendo da chi controlla ho preso un appunto
Chi controlla le comunità ma non è questa la domanda la comunità e l'ultimo anello di questa lunga catena cene di ruggine negli anelli precedenti caspita se ce ne
Da nostra analisi critica nei confronti delle
Di quest'altra ruggine che si accumula negli anelli precedenti
Quali sono le carenze parlavamo di criticità ecco appunto non esistono criteri certi per e nella istituzionalizzazione dei minori per i i criteri di accesso per
E togliere i minori e le famiglie ad uno ad entrambi i genitori e metterli nella
Struttura di accoglienza strutturale né residenziale
E i dati ci dicono che il criterio più frequentemente invocato guarda di incapacità un inadeguatezza genitoriale quanto di più fumoso possa esistere vuol dire tutto e il contrario di tutto
Altro criterio che abbiamo già sentito testimoniare quello della indigenza
Quindi quando una famiglia si rivela particolarmente indigente per un lungo periodo anche per un breve periodo la soluzione è quella di
Pagare dei denari pubblici perché paga degli a strani perché se ne occupino
è quanto meno difficile rispondere a queste famiglie il perché e per un periodo anche limitato nel tempo
Non vengano destinate delle somme enormemente inferiori a quelle che spendono le casse pubbliche per mantenere i minori in famiglia spesso anche
Evitando di separare dei fratelli
L'elemento dei fratelli è fondamentale anche per per il criterio che abbiamo accennato prima per i criteri della inadeguatezza genitoriale questo criterio privo di
Paletti di criteri certi di confini netti che lo identifichino
Una famiglia con tre figli sì si rivela
Curiosamente e inadeguata dal punto di vista genitoriale per i due figli più piccoli
Ma non per il figlio più grande non maggiorenne che non serve più competenza del Tribunale per i minorenni Armida nelle anche il figlio più grande ma per i due figli per due dei tre figli c'è questa viene rilevata questa inerme inadeguatezza genitoriale
Cosa che non viene rilevata per il terzo figlio allora
Qualcuno è in grado di spiegarmi di spiegare alla collettività non anni e dispiegare
All'onorevole Presidente anche perché e questi criteri siano così oscillanti
Siano così asimmetrici siano così a macchia di leopardo non ci sia nulla di certo nulla di
Di di di di definito nulla di dichiaro nulla di trasparente
Anche la trasparente in una crisi sono sì ma esistono ma nell'era della informatizzazione dovrebbe essere almeno in via teorica sufficiente spingere un tasto per avere la schermata di tutto quanto accade in Italia non succede
Noi abbiamo
Delle le comunità indiano questi dati ma da qualche parte questa filiera risalendo la catena con le ruggini al contrario da qualche parte questa filiera si interrompe
Perché abbiamo il Franco Alvaro che è il il Garante virtuoso qui della Regione Lazio abbiamo dei altri
Garanti un po'meno virtuosi abbiamo regioni dove il Garante non esiste affatto quindi questa aleatorietà del dato o dove esiste dove non esiste dove è carente Dole dove resiste non esiste affatto non permette di avere il quadro generale non permette di avere il dato globale
Che non esistano dati su questo argomento così
Delicato già di per sé è un dato
Perché non stiamo parlando di faldoni di qualcuno che faticosamente deve andare a riempire i registri non stiamo parlando degli amanuensi
Stiamo parlando dell'era dell'informatizzazione quindi nulla è impossibile sarebbe in teoria semplicissimo avere dei dati che non si vogliono avere se Luzzi se non si possono avere è una cosa se non si vogliono avere il discorso cambia totalmente oltretutto
Le stime che riguardano i minori
Ospiti delle strutture residenziali hanno un altro bar con un altro dato che difficilmente rilevabile
I censimenti effettuati al trentuno dicembre di un anno confrontati con quelli del trentuno dicembre dell'anno successivo non comprendono i minori inseriti
Ospiti dal mese di dicembre agli al mese di settembre al mese di marzo al mese di novembre dal punto di vista statistico quel Bubbico non esiste
Perché non era presente il censimento invece ci sarebbe non necessari ma indispensabili avere questo censimento su base mensile perché su base mensile escono i fondi
Perché far tenere questi minori o il momento di rilevarne i dati improvvisamente c'è questa
Polvere magica chi fa che li fa svanire
I tempi cronicamente simmetrici va beh io
Promesso di essere sintetico e lo mantengo io
Chiudo qui il mio intervento con la preghiera alla dottoressa Eleonora Montanari di consegnare una documentazione all'onorevole Presidente è una preghiera anche all'onorevole Presidente
All'inizio del suo intervento
Ha detto di aver ricevuto tante segnalazioni su questo argomento di volersi impegnare per delle soluzioni condivise una preghiera
Da soli che mentre in in ginocchio
No non c'è nulla di comico veramente
Perché la preghiera ma in questo senso se si decide di mettere mano a questo sistema che non sia una riformi chiaro
Se si interviene che si decida di intervenire nel vero reale supremo interesse dell'infanzia che questo questa questo principio che aleggia del il superiore interesse dell'infanzia non sia non rimanga un paravento dietro il quale nascondere interessi di tutti ma proprio di tutti tranne che di infanzia perché se si decide di intervenire parzialmente
Ad esempio eliminando il criterio dell'indigenza e non quello dell'incapacità genitoriale
Avremmo solo l'effetto di eliminare il criterio delitti in piazza ma far crescere in percentuale le
La incapacità o una inadeguatezza genitoriale
Quindi la perviene decidere se intervenire e se intervenire colà consapevolezza che già questo incontro di oggi testimonia grazie
Ringraziamo all'hard Tranfaglia non esisterà e chiedevo quindi all'avvocato Francesco Miraglia presidente del comitato scientifico pronto soccorso la famiglia russa di intervenire
Sì grazie
Io più che Presidente come comitato scientifico voglio parlare come avvocato io sono quasi vent'anni che frequento Tribunali dei minori sia civile
E tribunali ordinari penali sempre riferito a diritto minorile
Tocca dire che
Effettivamente uno dei problemi e chi controlla i controllori
Perché senza generalizzare naturalmente
Quando ci sono delle case famiglia carte alla mano naturalmente che vengono gestite dire da qualcuno che è anche stato condannato del terrorismo
A diciassette anni di reclusione è oggi e gestori di due case famiglia sottoposto a procedimento penale
C'è qualcosa che non funzionerà
Come
In Abruzzo qualcuno che ha scritto
Dei procedimenti penali per truffa e maltrattamenti ha chiuso da una parte a casa famiglia e ne ha aperta da un'altra parte un'altra altrettanta casa famiglia c'è un problema
Quando come presenta a Trento
Più di qualche giudice onorario
E presidente della cooperativa che gestisce la casa famiglia e poi successivamente è
Giudice onorario
E partecipa alla casa alla camera di consiglio su quel caso un problema c'era
Poi è altrettanto vero
Che il problema sta secondo me e lo dico come avvocato all'interno del Tribunale per i minorenni che purtroppo
Non funziona come un po'tutta la nostra giustizia il contraddittorio cioè ed è poco
C'è un certo autonoma automatismo tra le relazioni dei servizi sociali
La richiesta della Procura e il provvedimento viene poi allontanato il minore poi dopo mesi vengono fissate le udienze perché i genitori possano l'avvocato può dire la propria
Sono questi problemi
Lei dice si le case famiglia
Fanno il loro va benissimo
Però
Chi dà l'autorizzazione a ad a un soggetto per aprire una casa famiglia io sto aspettando dalla Regione Emilia Romagna da più di un anno di sapere qual è la Commissione chi decide
Li doni età di una persona gestire la casa famiglia
Perché lei lo sa meglio di me che chi gestisce chi deve gestire la casa famiglia
Deve al non deve avere precedenti penali non deve essere sottoposto a procedimenti pendenti non deve avere procedimenti pendenti deve avere una condotta etica e morale tale da
Ma allora questi casi perché esistono
Perché noi siamo qui
Siamo qui perché oltre i trenta mila c'è un giro d'affari di un miliardo e settecento milioni dati del Ministero sulla pelle dei bambini quindi è inutile che ce la raccontiamo
E questo naturalmente non significa che io avvocato sono contro di lei o contro qualcuno no è un è un confronto
è un confronto è un confronto giustamente io condivido perfettamente quelle quello che lei dice che però non nessuno deve difendere le proprie posizioni
Prima deve essere lei a chiedere sì ma scusate ma questa Casa famiglia perché gestite da questo tizio
No perché è un giudice onorario eppure il regolamento del CSM parla chiaro e lei lo diceva prima nessuno giudice onorario può essere tale serate gli interessi
All'interno del sistema dell'infanzia eppure succede così
Poi il PD di decreti altro problema sono immediatamente efficaci
Per anni per anni sono provvisori onore e quindi non reclama Abbili non appellabili quindi si va per anni sembra con lo stesso decreto dove i genitori puntualmente si devono presentare una volta ogni quindici giorni
Agli anni agli agli incontri protetti e poi viene fuori il Tibet però i genitori non sono spontanei e voglio vedere in tre metri per tre con una telecamera con l'educatore che lì voglio vedere chi è spontaneo
Altra cosa che bisognerebbe interessarsi perché
Diceva prima la la mia collega da Sassari in Umbria
Come è possibile che un bambino di Bolzano lingua
Madre lingua tedesca
è collocata a Forlì
Cioè uno come gli viene direbbe ma
Io so fatto udienza meno di un mese fa lì ma scusate ma Bolzano non ce ne sono case famiglia nel Trentino ci perché a Forlì
A me mi verrebbe mi verrebbe da dire che
è più è più una questione
Di soldi diciamo le cose come stanno
E questione politiche guarda caso dove c'è la Regione di un colore lecco per le le case famiglie vengono gestite da certe cooperative mischia
Glielo dico guardi ci ci troviamo fuori da questa situazione io ho letto la documentazione poi mi fa sapere lemmi dalle virtù chiederò io a lei delle risposte
E
Perché perché a Bolzano uno questi gli viene in mente di avere una convenzione con Forlì
Io immagino ma non ho la palla di vetro che si cambia Amministrazione a Bolzano probabilmente non sarà più Forlì sarà Ravenna
Perché se no non si spiega
Quindi anch'io cercato di illustrare rapidamente quali sono i problemi per per ragioni di tempo ma ne avremmo da discutere e soprattutto da confrontarci perché se andiamo uno contro l'altro nord non risolviamo assolutamente nulla
Confronto secondo me serve serve per per portare delle modifiche e poi per lavorare tutti e soprattutto tutti diretti alla tutela della del bambino e della famiglia
Perché io ho seguito è seguita sino a quel caso Campa Rini beh i genitori sono stati sette mesi in carcere
Perché dopo tre dopo quattro anni con triplo tetti il Tribunale per i minorenni di Bologna ha decretato l'adozione perché seppur forte il legame affettivo questi genitori non erano idonei
Questi hanno perso la testa hanno preso la bambina Sara sopportati Svizzera son tornati indietro l'anno arrestati sono sette hanno subito un processo
Un processo per sequestro di persona aggravato dal vincolo di parentela sono stati sette mesi misura cautelare se questa è la funzione funziona così la giustizia
E funziona è così cerchiamo di tutelare il minore
Non
Non andiamo lontano grazie
Grazie avvocato ammiraglia e per concludere quindi chiediamo di intervenire a Federico Zurlo presidente dell'associazione agevolando grazie grazie onorevole buongiorno a tutti
Bene io
Partirei dall'inizio della di questo o di questo evento partire proprio da dal dal momento in cui
C'è stata una proposta
Quindi partire dalla proposta di legge dell'onorevole Brambilla una proposta
Costruttiva e operativa che vuole creare un sistema di analisi e monitoraggio
Che peraltro da sé ma che comunque
Intende migliorare e ampliare questo tipo di
Modalità essenziale nel nostro Paese sul sistema dell'accoglienza
E credo che sia una importantissima questa
Ed è proprio questa proposta che durante
La mia relazione mi collegato
Anch'io sono Presidente dell'Associazione agevolando che è un'associazione nata qualche anno fa a Bologna
Assedi in diverse città d'Italia
Ed è frutto dell'idea dell'impegno di chi ha vissuto direttamente l'esperienza di tutela e di accoglienza in contesti alternativi alla famiglia di origine
Tra i nostri obiettivi
Ca soprattutto il coinvolgimento attivo dei ragazzi in un'ottica partecipativa e genere attiva e dici di tanto cittadinanza attiva
Attorno all'Associazione agevolando gravitano circa duecento ragazzi
Che hanno vissuto o sta vivendo l'esperienza della tutela in un contesto alternativo alla famiglia d'origine
Molti di loro hanno subito l'allontanamento altri sono arrivati in Italia soli
Senza famiglia e privi di alcun conoscenze
Ci stiamo interrogando come associazione su come potrebbero funzionare meglio i percorsi da supporto alle famiglie per prevenire gli allontanamenti alle azioni necessarie per il
Per migliorare gli interventi di accoglienza
Ci interroghiamo sui servizi sociali sui giocatori
Su ciò che succede dopo la conclusione dei percorsi di tutela aspetto molto importante che è il motivo per cui siamo nati come associazione
In questi ultimi mesi abbiamo coinvolto decine di ragazzi neo maggiorenni
Chiedendo loro di dirci cosa pensa delle comunità degli affidi dei servizi sociali
Quindi
Io stesso ex ospite di una comunità per minori e presidente dell'associazione portò oggi la loro voce
Il loro pensiero sintetizzando quello che abbiamo raccolto
Vado per punti e poi li collegano alla proposta di legge del onorevole Brambilla
Vorremmo che fosse sensibilizzata l'opinione pubblica questa proprio la voce dei ragazzi quindi parlo in prima persona anche se non sono su cui non sono più un ragazzino un bambino
Vorremmo che fosse sensibilizzata l'opinione pubblica in modo più realistico su cosa sono le comunità e le case famiglia che accolgono minori
E cosa si intende per Fido non siamo tossicodipendenti non siamo persone psicopatologiche ma siamo solo persone che per un certo periodo vivono o hanno vissuto fuori dalla propria famiglia
La gente ci guarda con occhi diversi
Come sapete un'etichetta in fronte che ci stigmatizza
Vogliamo che questo venga superato
Non siamo gli orfani non siamo gli abbandonati non siamo gli strappati alle famiglie come tanta campagna mediatica vuol far credere
Siamo bambini e ragazzi che vogliono crescere in ambienti sani e rispettosi della nostra persona
Quali siano le famiglie d'origine le famiglie affidatarie le case famiglia e le comunità
Esistono episodi di cattive risposte esistono
Sono stati presentati oggi
Alcuni esistono persone che abusano del proprio potere nei contesti accoglienti sia familiari che non
Ma per quanto ci riguarda sono casi limite
Per noi l'affido l'accoglienza in comunità e in casa famiglia sono una tutela e non un abuso
Perché laddove ci siano dei sospetti vengono fatti dei controlli perché
Controlli mirati pensati con dei criteri dei parametri precisi indicativi di quello che si vuole andare a vedere a cercare e
A
Eventualmente denunciare
Perché non esiste un sistema di controlli adeguato e realizzato in tutto il Paese
Come fanno ad essere considerati così facili gli allontanamenti se non esistono nemmeno le risorse e questo lo stanno provando tanti ragazzi sulla loro pelle nemmeno le risorse per sostenere lo progetti durante e dopo il percorso
Vorremmo che certi accadimenti non dice non divenissero lo strumento per delegittimare e rovinare il tanto impegno e fatica che tante persone mettono in campo per aiutarci non è giusto generalizzare
Vorremmo essere ascoltati nel senso che ciò che sosteniamo diciamo venga veramente preso in considerazione in funzione di un cambiamento e non solo come prassi partecipativa senza un seguito reale
Crediamo che il nostro punto di vista può essere utile per contribuire al superamento dei limiti delle pecche del sistema dei servizi giuridici e sociali e di accoglienza dei bambini
Manca tra i componenti dell'Osservatorio prima citato ma anche dei ragazzi
Io ho vissuto direttamente l'esperienza
è una componente fa mentale di quel tavolo di quel osservatorio
Vorremmo che le nostre famiglie di origine sia prima che durante il percorso di accoglienza vengano monitorate adeguatamente e ascoltate
I servizi devono capire i loro reali problemi e agire di conseguenza
Le famiglie devono essere aiutate in modo tale che quando finisce il percorso in comunità o in affidamento familiare noi possiamo tornare a casa e trovare un ambiente più sano e adeguato
Passo al punto sette dopo torno agli altri punti
Anche nelle famiglie succedono tante cose che non dovrebbero succedere
Sia in quelle dalle quali proveniamo
Altrimenti non saremmo stati allontanati
Ho così si suppone
Si è quelle che accolgono
A me capita nelle comunità e nelle case famiglie capita anche nelle famiglie accoglienti
Vorremmo una volta arrivati anzi questo prezzo preciso prima questo punto il punto sei
Noi abbiamo collaborato molto attivamente qui mi collego proprio la proposta di legge dell'onorevole Brambilla alla stesura di un disegno di legge
E
Ed è un disegno di legge che
Riguarda
Il le misure a sostegno di giovani in uscita dalla tutela e le disposizioni per rendere omogenea sul territorio nazionale le strutture di accoglienza
E sa afferma la necessità di garantire oltre a tutti tutto quello che vi dirò dopo sistematici controlli adeguatamente preparati messi in atto da figure esperte capaci di saper cogliere l'effettiva qualità o meno di un intervento di accoglienza
Sempre rispetto a questo disegno di legge in cui ci sono inserite quelle cose che dirò adesso una volta arrivati a diciott'anni vorremmo essere aiutati facilitati nel trovare un lavoro una casa siamo meno fortunati di chi vive in famiglia registro che si vengono riconosciuti maggiori
Diritti altrimenti rischiamo poi di non farcela
Credo che su questo versante di possibilità legislativa che lecci ci ha presentato questa mattina l'onorevole Brambilla siamo mentre trovare un terreno fertile per integrare i lavori e agire trasversalmente sia sul lato dell'analisi e su quello degli interventi
L'atto dell'analisi quello che proponeva lei stamattina il lato degli interventi e dei criteri più quello su cui abbiamo lavorato noi
Ovviamente superando come premessa come premessa superando le derive generaliste
Il disegno di legge sessantaquattro depositato in Senato presso la Commissione lavoro e previdenza sociale
Avente come prima firmatario senatrice Amati
Attende solo di essere portato la discussione
è stato depositato l'otto maggio del due mila tredici e non è ancora stato preso in mano abbiamo iniziato a lavorare con alcune organizzazioni alcune istituzioni a quel disegno di legge nell'inizio all'inizio del due mila dodici
è completo definisce segretari per l'accoglienza
E sancisce il diritto per i giovani in uscita di essere accompagnati nei loro percorsi di autonomia
Cito
Cito gli articoli di questo disegno di legge poi vado a chiudere
Inserimento agli atti non non dico il numero dell'articolo che non ha neanche senso in questo momento inserimento dei servizi di assistenza previsti per l'infanzia l'adolescenza nell'elenco dei servizi locali indispensabile e istituzione di un'anagrafe protetta
Registri delle strutture destinate l'accoglienza dei minori fuori dalla famiglia d'origine
Requisiti del personale nelle comunità e nelle case famiglia
Autorizzazione al funzionamento e accreditamento rette e convenzioni scuola e sanità per i minori che vivono fuori famiglia
Continuità degli interventi e accompagnamento all'autonomia istituzione del fondo per le politiche a sostegno dei giovani che vivono al di fuori della fa famiglia di origine questo è quello su cui noi ci siamo dibattiti moltissimo incentivi ai datori di lavoro
Quindi
Questo è un po'il lavoro che
Che noi abbiamo fatto che ci piacerebbe provare ad integrare rispetto alla alle piste legislative che lei sta presentando
E concludo dicendo che quello che diciamo noi come
Gruppo di persone che hanno vissuto direttamente l'esperienza
è che succedono tante cose
Che non dovrebbero succedere
E che diciamo tante cose che invece funzionano
Pensiamo che
Il nostro pensiero
Non sia il pensiero di chi pretende di rappresentare tutti i bambini e gli adolescenti che hanno subito un allontanamento
Ma riteniamo di conoscere sufficientemente questi aspetti
Perché alla fin dei conti quelli che hanno vissuto direttamente tutti gli aspetti a partire dall'allontanamento o comunque dare calienti l'ingresso di un servizio sociale in casa e tutto il percorso dopo sono stati i ragazzi quindi i i magistrati sono loro vanno coinvolti
E
A volte sono protagonisti nel male ma per fortuna per quella che la nostra esperienza in casi limite
Ringrazio
Nome di tutti i ragazzi
Grazie Federico Zullo io credo che sicuramente questa mattina
Si sia hanno affrontati aspetti importanti di quello che è un tema che richiederà
Altri altre giornate di dibattito e di approfondimento come quella odierna proprio perché si possa davvero dare voce a tutti coloro che sono protagonisti
In questo ambito si possa ascoltare idee suggerimenti istanza di tutti e certamente anche dei ragazzi
Per tutte queste ragioni io vi ringrazio per la vostra partecipazione di oggi
Vi annuncio sin d'ora come dicevo pocanzi
Che daremmo luogo a un prossimo e secondo ulteriore appuntamento di confronto su questo tema
E credo che per quello che
E la mia esperienza che non è certamente
Specifica in questo ambito di competenza come le sono le vostre ma lo è sicuramente su quelle che sono i meccanismi della politica delle istituzioni
Bene io credo che più noi riusciamo a portare un tema all'attenzione
Dell'Italia e quindi ringrazio i media che erano presenti oggi i giornali le televisioni
E ringrazio tutti quelli che daranno voce ai vostri interventi e a quelle che faremo in futuro perché più riusciamo a portare il tema all'attenzione dell'Italia intera nel suo complesso e quindi
A farlo uscire fosse anche da una sorta di
Così non conoscenza che ancora regna sotto certi aspetti nel nostro Paese su questi temi più la politica e le istituzioni saranno portati ad essere sensibili
Ricettivi
Sotto il profilo delle nuove proposte normative della necessità
Di disciplinare anche spazi che oggi sono a tutti di tutta evidenza
Affidati a un vuoto normativo che poi
Dal luogo al od uno spontaneismo
Che chiaramente può essere anche pericoloso ecco quindi
In ogni modo io credo che parlare di questo tema sia importante farlo dando voce a tutti farlo nel modo più corretto così da arrivare ad un atto di responsabilità da parte di tutti istituzioni politica per prime
Sulla necessità di dare risposte in tempi certi quindi grazie a tutti voi per essere intervenuti
E naturalmente come ho detto
Sono sarei molto lieta di ricevere vostre proposte
Modifiche suggerimenti e correzioni e integrazioni a questo testo
Che ho depositato che però può essere ancora modificato nel senso che ha
La correzione della prima bozza credo fra un paio di settimane quindi vostri suggerimenti sarebbero per me assolutamente preziosi perché diversamente
Non potrei essere certa di avverrà e di essere di aver iniziato un'attività che poi sia per voi che lavorati e ogni giorno di concreta utilità grazie a tutti
E buon lavoro