04MAR2014
istituzioni

Assemblea Regionale Siciliana (135ª seduta)

CONSIGLIO REGIONALE | Palermo - 16:02. Durata: 3 ore 14 min

Player
Registrazione video di "Assemblea Regionale Siciliana (135ª seduta)", registrato a Palermo martedì 4 marzo 2014 alle 16:02.

L'evento è stato organizzato da Assemblea Regionale Siciliana.

Sono intervenuti: Cataldo Fiorenza, Antonio Venturino, Giovanni Ardizzone (presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro), Marco Falcone, Rosario Crocetta (presidente della Regione Siciliana), Salvatore Cordaro (segretario facente funzioni, dsegretario facente funzioni, Grande Sud), Santi Formica, Vincenzo Figuccia, Giovanni Ioppolo, Giuseppe
Milazzo, Giorgio Assenza, Antonino D'asero, Francesco Cappello, Antonio Malafarina, Bernadette Grasso, Pietro Alongi, Nello Musumeci, Antonello Cracolici, Giovanni Greco.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aree Metropolitane, Ars, Comuni, Consorzi, Enti Locali, Regioni, Sicilia.

La registrazione video ha una durata di 3 ore e 14 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

16:02

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La seduta inizia alle ore sedici e trenta ai sensi dell'articolo centoventisette comma nove del regolamento interno il Presidente dà il preavviso di trenta minuti
Al fine delle eventuali votazioni mediante procedimento elettronico che dovessero aver luogo nel corso alla seduta si comunica che gli onorevoli arancio l'accordo Picciolo Tamai utilizzino hanno chiesto congedo
Però oggi
L'Assemblea ne prende atto e comunica che sono pervenute le risposte scritte delle seguenti interrogazioni la numero quattrocentodiciotto la numero cinquecentoventotto
Numero seicentosettantasette numero centonovantuno ottocentonovantaquattro mille settantanove
Undici undici dodici zero nove quindici novantacinque quindici ottantasei quindici ottantasette quindici ottantotto quindici ottantanove
Quindici novanta quindici novantuno quindici novantadue
Quindici novantatré
Quindici novantaquattro avverto inoltre che l'interrogazione testé annunziate saranno iscritte all'ordine del giorno per essere svolte al loro turno
Comunico che è stata presentata anche alla mozione numero duecento settanta prego
Il Presidente invita a proseguire l'esame del disegno di legge si dà lettura dell'articolo cinque il Presidente
Ne prende atto e sospende la seduta
Intervengono poi il Presidente della Commissione e relatore l'onorevole Cracolici gli onorevoli Alongi Turano e finali
Essendo la richiesta appoggiata ai termini di Regolamento degli onorevoli assenza Cascio Cordaro fiducia Formica
Il Presidente indice la votazione per scrutinio segreto e ne proclama l'esito non è approvato il Presidente dichiara inammissibili gli emendamenti serie di emendamenti che sono il cinque quarantatré il cinque dodici cinque e due
Pone in votazione il subemendamento e l'onorevole Greco e chiedere la votazione avvenga per scrutinio segreto
Sospende quindi la seduta e si riprende l'esame all'articolo numero cinque
Essendo la richiesta appoggiata in termini di Regolamento dagli onorevole Alongi assenza Cascio Falcone Formica Germana AIOP Musumeci Pogliese vinciullo il Presidente indice la votazione
Per scrutinio segreto e né credo proclama l'esito che non è approvato
Sono pertanto preclusi gli emendamenti cinque trentanove cinque trentotto cinque trentasei cinque trentacinque cinque quarantacinque trentatré
E cinque trenta
Quattro essendo la richiesta appoggiata a termini di regolamento gli onorevoli assenza Cascia Clemente Falcone ci Cuccia Fontana
Formica Germana Greco Musumeci vinciullo il Presidente indice la votazione per scrutinio segreto e ne proclama l'esito approvato
Si dà lettura pertanto dell'articolo numero se
Il Presidente pone in votazione con parere contrario del Governo della Commissione e non sono approvati
L'emendamento sei golpe R
Del testo risultante posti in votazione ed è
Approvato il Presidente rinvia la seduta a martedì quattro marzo due mila quattordici alle ore sedici e dopo la lettura all'ordine del giorno la seduta è tolta alle ore diciannove e cinquantanove lette approvato e sottoscritto
Nella seduta numero centotrentacinque del quattro marzo due mila quattordici
Non sorgendo osservazioni il presente verbale si intende approvato
Ai sensi del comma nove dell'articolo cinque bis del Regolamento interno del preavviso di trenta minuti al fine delle eventuali votazioni mediante procedimento elettronico che dovessero aver luogo nel corso della presente seduta invito pertanto i deputati a munirsi per tempo la tessera personale di voto
Ricordo che anche la richiesta di verifica il numero legale ovvero la domanda di scrutinio nominale di scrutinio segreto sono effettuate mediante procedimento elettronico
Comunico che hanno chiesto congedo gli onorevoli D'Agostino Cascio Francesco Barbagallo per la sempre per la seduta di oggi l'Assemblea ne prende atto
Invito il deputato segretario a dare lettura delle risposte scritte ad interrogazioni pervenute
Risposte scritte ad interrogazioni all'assessore autonomia locale Funzione pubblica la numero cento otto all'Assessore per la salute alla numero cento novanta sei la numero
Duecento venti sei
La numero seicentonovantaquattro la numero quattordici dodici quattordici trentanove quattordici cinquantadue
E la quattordici ottantadue infine la quattordici novantasei
Le risposte scritte annunziate sanno pubblicata in allegato al resoconto della seduta odierna
Invito il deputato segretario a dare lettura delle interrogazioni con richiesta di risposta orale presentate
La mille cinquecentonovantasei
La sedici zero quattro
Interrogazioni annunziate saranno iscritte all'ordine del giorno che è stato svolto il loro turno
Invito il deputato segretario a dare lettura dell'interrogazione con richiesta di risposta in Commissione
Interrogazione con richiesta di risposta in Commissione la numero quindici novantanove la numero sedici zero tre e interrogazioni annunziate saranno trasmesse al governo delle competenti Commissioni
Invito il deputato segretario a dare lettura dell'interrogazione con richiesta di risposta scritta presentata
Interrogazione con risposta scritta sono la numero quindici novantasette la quindici novantotto la mille seicento la mille seicento uno la mille seicentodue e la mille seicentocinque
Le interrogazioni annunziate saranno inviate al Governo
Invito il deputato segretario a dare lettura delle interpellanze presentate
Le interpellanze la numero centocinquantanove la numero centosessanta e la numero centosessantuno
Trascorsi tre giorni dall'odierno annunzio sempre che il Governo abbia fatto alcune dichiarazioni e le interpellanze si intendono accettate saranno iscritte all'ordine del giorno per essere svolte al loro turno
Invito il deputato segretario dalla lettura delle mozioni presentate
L'unica mozione presentata la numero duecentosettantaquattro
Voi siete il che non siate saranno demandate a norma dell'articolo centocinque del regolamento interno la conferenza dei presidi dei gruppi parlamentari per la determinazione della relativa data di discussione
Informo che con nota pervenuta la presenza del quattro marzo due mila quattordici onorevole bandiera ha comunicato di aderire al gruppo parlamentare Forza Italia pertanto decorre dal quattro marzo due mila quattordici lo stesso deputato cessa contestualmente di far parte del gruppo parlamentare UDC Unione dicendo l'Assemblea ne prende atto
Comunico che con nota pervenuta la presenza di cinque febbraio due mila quattordici protocollato al muro venticinque zero tre del ventisei febbraio successivo l'onorevole Venturino nella qualità di Presidente l'intergruppo giovani scuola di politica
Ha reso noto trasmettendo né se relativa documentazione che in data venticinque febbraio due mila e quattordici si è costituito il citato intergruppo composto esegue di deputati onorevole Venturino presidente onorevole Gianni vicepresidente onorevole Cimino levo Di Pasquale onorevole Fazio onorevole Di Giacinto componenti
Con nota pervenuta la presenza di sette febbraio due mila quattordici protocollata al numero venticinque quarantatré del ventuno per successivo onorevole Panepinto nella qualità di presidente dell'intergruppo se l'azione parlamentare per la promozione dello sviluppo locale ha reso noto trasmettendo annesse relativa documentazione che in data ventisei febbraio due mila quattordici si è costituito il citato intergruppo
Composto dai seguenti reputati onorevole Panepinto presidente onorevole Anzelmo vicepresidente onorevole loro segretario onorevole assenza
Onorevole Cimino euro e Cordaro dato come come maggio notevole Milazzo Antonello volevo parlare l'onorevole vinciullo componenti copia di tutta la documentazione sopra menzionata dal rivale entrambi neo costituite interruppi trova si depositata presso il Servizio lavori d'Aula e il servizio ragioneria di questa Assemblea regionale l'Assemblea ne prende atto
Allora è arrivata una richiesta di sospensione di almeno un'ora da parte del Governo che io intendo accoglie per cui la seduta momentaneamente sospesa riprenderà alle ore diciassette
è presente il Governo ordine mi ha
Fatto pervenire in questo momento sulle emendamento D riscrittura dell'articolo sette ne sto prendendo visione
Proprio adesso sia io che gli uffici
Per cui
Come
No c'è un emendamento di riscrittura
Io farei una cosa perché gli uffici debbano avere la possibilità di esaminarlo così come l'Aula se magari il Governo lo vuole spiegare
Sulle comunica sulle
No articolo ottantatré e alla fine lei sul richiamo al Regolamento mi ha chiesto adesso Bra
Presidente la ringrazio ne approfitto dell'occasione che ci sia il Presidente Crocetta in Aula per
Stigmatizzare e per richiamare
Il l'Assessore Luca Bianchi
A un nel rispetto della Commissione Bilancio Presidente Crocetta e dalle quindici giorni
Che il Presidente Dina è costretto
A convocare annullare le Commissioni le sedute delle Commissioni bilancio
Perché puntualmente dopo averlo concordato le stesse riunioni
Con l'esponente con i suoi esponenti e di Governo titolare della dell'assessorato all'economia puntualmente poi vengono disertate e quindi è da quindici giorni che la Commissione Bilancio non si riunisce io la prego Presidente Crocetta ci sia un rispetto istituzionale nei confronti della Commissione ma anche degli stessi componenti che rappresentano in nella stessa Commissione questo Parlamento
Grave Falcone presente croce
Onorevole presidente onorevoli deputati tornare a botta sincerità e con buone durante franchezza
L'assessore Bianchi credo che abbia informato anche
Il Presidente della Commissione bilancio
Che ritiene che il Governo non possa dare tutta una serie di pareri di copertura finanziaria per il semplice motivo che deve essere approvata la manovra bis
E che tale manovra bis e vorremmo evitare che fosse un testo non concordato
Coi necessari vertici nazionali
Istituzionali per evitare i problemi che ci sono stati e precedentemente noi saremo in contemplato il testo che vorremmo presentare deve essere
Preventivamente discusso anche con le parti sociali mai fino adesso l'abbiamo abbiamo già se dedicato tre sezioni di Giunta tre sessioni giunta per affrontare questa questione
Però riteniamo fondamentale alcuni passaggi sociali
Visto che si tratta di questioni che hanno ripercussioni nei confronti delle imprese dei lavoratori e quindi io credo che dalla prossima settimana l'Assessore bianche potrà riprendere torto è molto impegnato a Roma proprio per vedere
Queste queste questioni
E quindi alla prossima settimana potrà riprendere il normale lavoro in relazione all'Ispra andar riscrittura
Dell'articolo sette
Delle città metropolitane
Il testo dice questo
Interroga perequata quanto previsto dall'articolo uno
Della presente legge laddove dice che non esistono praticamente le città metropolitane no My Sister libero
Il libero consorzi di tutta
La Provincia che si estende a tutti i Comuni i Comuni
Che
Sono compressi nei decreti del Presidente della Regione
Numero duecentoventotto numero duecentonovantanove numero duecentotrenta
Del dieci agosto mille novecentonovantacinque sono tre per il semplice motivo che vede definiscono il cedere aree metropolitane di Palermo e Catania e Messina e quindi sono
Specifici tre
Decreti differenti pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Regione sette siciliana ventuno ottobre
Numero cinquantaquattro costituiscono liberi consorzi
Dei predetti di Comuni denominate città metropolitane questo per rispondere anche a alla porta querele abbiamo anticipato la querelle
Sulla costituzionalità delle città metropolitane in Sicilia laddove sono previsti di per i Consorzi e quindi abbiamo
Armonizzato
La legge costitutiva con la legge sostanzialmente con lo Statuto e quindi con la costrizione cioè
Sono a tutti gli effetti delle cose dei Consorzi
Per lo Statuto della Regione Siciliana presidiano vengono denominate citate troppo dita
Negli articoli successivi è disciplinata anche l'acqua la semplice fuoriuscita cioè i Comuni che sono previsti in quell'aria ponte deliberazione a maggioranza assoluta del Consiglio comunale possono decidere
Di uscire dai libera Consorzio nel caso in cui dalla città metropolitana per aderire
Al con semplice delibera dell'Iraq
Facilmente al Consorzio della Provincia di appartenenza così come tutti gli altri comuni con la semplice deliberazione di Consiglio comunale
è
Invece qualora
Vogliono supercar
Non ho capito loro accetto qual è la questione
La norma regionale è incardinato nove consorzi
Lei cita
Lei cita
Che fanno parte delle province di Catania di Palermo si trovano in una
Situazione anomala
Nel senso che sono definiti i duelli per i Consorzi
Per
Queste aree quelle che sono previste tutta la Provincia così come è ora
E con l'articolo sette
Le
I Consorzi denominati città metropolitane
Di cui al decreto del Presidente della Regione nel mille novecentonovantacinque
Ovviamente i Comuni di quella che della
Dell'aria metropolitana che non vogliono aderire
Possono farlo semplicemente a con la delibera
Di Consiglio comunale a maggioranza semplice senza referente
Proprio in conformità
All'articolo sei all'articolo uno
Così come e dove aderiscono automaticamente
Per effetto della legge
Cede però fare l'operazione in pratica
Successivamente anche i Comuni
Scusate questo passaggio importante non è nell'articolo sette ma negli altri articoli che man mano stiamo stampando
Onorevole Formica es
Siccome stiamo facendo è lei delle delle comunicazioni che permettono poi di guardare bene questo articolo
L'articolo articoli successivamente
è previsto in uno degli articoli si i seguenti
è previsto la possibilità anche per le città per i Comuni
Che non fanno parte Bellaria metropolitana purché contigui a quell'aria di potere
Scegliere
Di aderire
Alla città metropolitana questo lo possono fare quindi abbiamo risposto con questi emendamenti a tutta una serie di perplessità che c'erano
Che su versanti diversi perché c'è chi la voleva bianca e chi la voleva vera quindi abbiamo cercato

Però onorevole Formica abbiamo cercato di rispondere a tutti i requisiti
A tutte le richieste dando autonomia e libertà e piena libertà alle ai Comuni di aderire anche le modalità
Di elezione sono poi le discutiamo paga riguardo le pazzia amo parliamo delle modalità di elezione possiamo fare anche
Una sospensione per vedere
Le questioni
Però queste con i capigruppo però potremmo potremmo
Ecco
Fare una piccola sospensione per discutere l'abbiamo fatto un'ipotesi
Che è simile a quella prevista per i di pericoli Sozio cioè con una modalità basta via che prevede in sintesi i consiglieri comunali e Presidenti delle circoscrizione delle città metropolitane

Ripeto l'articolo sette
Nord a Niguarda è una norma asciutta sono le poche righe colletto che riguarda
Le modalità cioè quali sono i Comuni che fanno parte della città metropolitana
Onorevole Cordaro prego
Presidente signor Presidente della Regione assessore onorevoli colleghi ho ascoltato con assoluta attenzione l'intervento del Presidente Crocetta
è devo dire che è stato anche albero per quanto mi riguarda abbastanza chiaro nell'impostazione
E però Presidente io chiedo lo faccio sommessamente ma altrettanto convintamente
Anche rifacendomi a a un pezzo dell'intervento del Presidente Crocetta laddove il via a giustamente
Affermato che circa le modalità di elezioni magari potrebbe essere necessaria una sospensione per capire come articolarla
In realtà quest'Aula sta parlando di un emendamento che non è stato ancora distribuito ne siamo certi che va nel senso
Esplicitato poc'anzi al Presidente però
Io credo che se anche oggi e il martedì grasso noi dobbiamo evitare di fare cose che possano
Diciamo prestarsi a interpretazioni carnascialesco che
E quindi
Benissimo e allora siccome io preferisco la Quaresima al Carnevale io vorrei chiedere
Un termine appropriato per la valutazione di questo emendamento di riscrittura
Che credo non possa essere inferiore a ventiquattro ore questo perché
Potremmo utilizzare questo termine Presidente Ardizzone anche per fare in modo di tornare in Aula Presidente Crocetta avendo utilizzato queste ventiquattro ore in delle riunioni operative che ci portino in Aula poi
Con la possibilità per ciascun gruppo parlamentare di produrre gli emendamenti che riterrà di produrre visto che si tratta di una riscrittura che di fatto cestina tutto quanto e sta do valutato fino ad ora e nel frattempo avere la possibilità di trovare una sintesi rispetto a quanto è stato formulato dall'intervento al Presidente quindi io chiedo
Rifacendomi alle norme regolamentari il termine assolutamente necessario per poter apprezzare una mi
Togli ancora non è distribuito e potere svolgere in maniera
Corretta e trasparente la nostra attività di parlamentari
L'onorevole
Non ho prego sul Regolamento non faccio io ora
No non è non essere una semplice riscrittura attenzione
Onorevole Formichella onorevole fiducia
Le do non ho nessuno del nord questa proposta
Scusate pure gli uffici adesso stanno apprezzando questo
Emendamento sostitutivo è chiaro che è un emendamento serio che è arrivata appena adesso ha bisogno di una riflessione anche da parte degli uffici in maniera attenta per cui se c'è un po'di cortesia da parte di tutti per evitare di fare
Di andare avanti alla cieca mi sembra opportuno nell'interesse generale duty ora vediamo la
Determinazione da prendere dopo avere sentito un po'l'Aula
Grazie Presidente io mi rendo conto che visto il cammino pregresso di questa norma e in Commissione e in Aula
L'approdo siamo naturale non poteva essere
E-mail
Quattro marzo martedì
Quattro marzo per l'ultimo colpo di scena
E l'abbiamo
Prove scritte abbiamo constatato
Che
Tenendo fede a quello che è stato l'iter di tutta questa riforma anche oggi
Ultimo giorno di Carnevale si è arrivati
Con un'altra
Non
Norme per il fatto
A
Ora lo spiego
O no
Presenta duecento lo spiego
Lo spiego se lei mi dà
No quello che dico io
Davamo la spiego
Contengono donatori infatti a supporto un provvedimento di legge che ha subito nel corso dell'esame
Almeno venti prima posizioni venti come la vogliamo definire venti cambiamenti in corso d'opera
Per nondimeno Presidente Ardizzone
A norma di Regolamento la prego vi prego un attimo la relazione Presidente siccome
Presenta rigorosa richiamo la sua attenzione perché la decisione e lede la deve prendere certamente un Capogruppo del Governo né altri a norma del Regolamento
Io le chiedo che venga concesso ai gruppi parlamentari e a tutti i deputati la possibilità di esaminare
La riscrittura con il tridente i previsti dal Regolamento spesso altine di avere cognizione ed Satta di ciò che si sta proponendo e delle eventuali
Modifiche piede emendamenti che si intendono apportare
A norma stretta di Regolamento Presidente perché non possiamo
Più continuare a colpi di mano
Quindi
Intendo avere la sua attenzione che le sto chiedendo normalmente il rispetto del Regolamento
Noi dobbiamo essere messi in grado a norma di Regolamento di esaminare la riscrittura e di presento are eventualmente
Gli emendamenti che crediamo più opportuno
Orrore fiduciosi
Grazie Presidente io ho ascoltato con molta attenzione le parole del Governatore
E ho cercato di interpretare passo dopo passo quali erano quali fossero le intenzioni è cosa effettivamente si celava dietro quella riscrittura
Devo dire di colleghi che non mi sono distratto ho provato non distrarmi magari come qualcuno ha fatto ma aiuta
Non ha compreso
Non ho compreso quale posto il tempio
Nei termini così come è stato rappresentato ma no intravisto alcun principio attraverso il quale potessero essere anche lontanamente toccati
Questi temi che sono stati in maniera puntuale
Dalle opposizioni proposte in maniera non assolutamente strumentale
Facendo riferimento alla questione della razionalizzazione facendo riferimento alla questione del proliferare deliberi consorzi dei comuni facendo riferimento alla questione
Legata ai dipendenti chi è stato il filo conduttore degli interventi di abbiamo fatto in questo momento fino a questo momento allora Presidente siccome distratto non sono stato
Io vado oltre la richiesta dei colleghi evidentemente ha sulla questione dei dipendenti torneremo perché da qui
Atta a Serra
Ha voglia di avere
A discutere sulla mancata
Applicazione di meccanismi di tutela ed entreremo nel merito della questione dei dipendenti e le Province nella questione dei dipendenti delle partecipate delle province
E ci sarà modo di
Inchiodare ha delle responsabilità precisa ci sarà modo Presidente entro setta
Così come lei chiedeva Presidente a Crocetta prima di
Riceverà ascolto
Da parte dell'Assemblea ovviamente Presidente Presidente
Sei Governatore no no lei o lui voleva che ho appreso la mia dichiarazione di voto allora o no no no no caro collega locale maglie casi dobbiamo dire
Al Presidente Crocetta
Cioè non ascolta quello che Laura dice al Presidente Crocetta
Al Presidente Crocetta al Presidente agro setta
è quindi non è oggi una delle si rivolge alle vicende però già presente la laurea non è un dialogo con acqua seguitemi avremo modo di parlarne durante la seduta mentre a lei
Normalmente Presidente dell'Assemblea chiedo con un richiamo al Regolamento non soltanto di dare spazio ai gruppi parlamentari di approfondire questa vicenda
Ma soprattutto le chiedo
Visto che è stata puntualmente by passata la commistione ristretto all'affrontare i temi di questa riforma che visto che ci troviamo di fronte ad una riscrittura non so
Tanto rendano dati i tempi giusti per presentare eventuali subemendamenti ma venga data alla Commissione tempo modo spazio per approfondire questa riscrittura perché Presidente noi chi siamo allontanati da quel testo chiara
Talora trovata ampia condivisione è che ad esempio sulla questione dei dipendenti
Aveva fatto chiarezza quindi io Presidente le chiedo formalmente a norma del Regolamento di dare spazio e gruppi parlamentari di limiti le chiedo formalmente ai sensi del Regolamento
Di dare spazio ai gruppi parlamentari e i singoli parlamentari di presentare i subemendamenti
E le chiedo di riportare di fare in modo che
Il testo possa ritornare in Commissione per avere i giusti approfondimenti
Grazie sospendo il convoco una Conferenza dei capigruppo per
Decidono il prosieguo dello segretato
Onorevoli colleghi si è tenuta una Conferenza dei capigruppo penso che i rispettivi capigruppo abbia abbiano riferito almeno mi auguro
L'esito del
Decisione un po'complessa
Comunque è una decisione è stata presa noi andiamo avanti con i i lavori
Questa sera almeno per approvare o meglio mettere in votazione per carità l'articolo sette che riguarda
La istituzione delle Città metropolitane o come si diceva denominazione delle città metropolitane
C'era un emendamento
Sostanzialmente di riscrittura sostitutivo del il Governo che avrebbe creato dei problemi anche Fini dell'ammissibilità e Gianni erano stati chiesti i termini per la presentazione di eventuali subemendamenti
Considerato che nel merito comunque vi sono già degli emendamenti che sono già stati presentati fanno parte del fascicolo
E mi riferisco e con la questione lo dico berretti e che non ha partecipato ai lavori della Conferenza dei capigruppo alla dimensione che deve avere la città metropolitana
L'emendamento del Governo prevedeva di estendere la città metropolitana a quei Comuni che già sono stati individuati con un decreto del mille novecentonovantacinque
E che costituivano la vecchia aria metropolitana sostanzialmente
Ci sono due emendamenti di questo contenuto e sono il sette e cinquantadue il sette e quarantacinque il primo a firma Germana darsela logica Chopin
Ci si confronta nel vinciullo il secondo a firma Piccin ruolo giudice Salvatore Lo Giudice Salvatore tra Mario Greco Marcello forse se Marco
Avremmo convenuto anche se c'è ancora una questione
L'emendamento del Governo non è stato distribuito perché non sarà in trattazione mi sono spiegato male
Entra attrazione sono saranno in trattazione solo gli emendamenti che fanno parte del fascicolo
Come
E allora non ne in trattazione l'emendamento del Governo
Prego onorevole io
Signor Presidente
Non se l'abbia a male
Ma anche al Governo se lei ritiene di poter andare avanti della
Seduta in assenza del Governo Presidente
Io credo che non si possa
Che non si possa fare
Io non offrendo il Governo perché il Governo è assente quindi il Governo si offende
Da solo onorevole Ocolo siccome lei mi sta ponendo anche
Problema procedurale quindi rivolto a questa Presidenza assolutamente suo Presidente vada avanti anche senza il Governo tanto e
Insensibile sia le questioni di metodo che alle questioni di merito è stato presentato dal Governo sotto i nostri occhi ad inizio di seduta
Un emendamento di riscrittura che è stato persino spiegato si fa per dire dal Presidente del Governo
Adesso apprendiamo che la riunione dei capigruppo la Conferenza dei capigruppo avrebbe determinato la Presidenza da lei rappresentata di non trattare l'emendamento
Di riscrittura all'ennesima riscrittura presentata oggi dal Governo e di andare avanti con l'articolo sette
Aggiunge la Presidenza che due emendamenti di merito sostanzialmente sono analoghi alla riscrittura o simili o uguali alla riscrittura del Governo al fine di verifica avere di confrontare i testi le chiedo Laura ha diritto o no di conoscere l'emendamento che è stato presentato sotto i propri occhi dal Governo ad apertura di seduta e che è stato all'oggetto do dell'intervento esplicativo del Presidente alla Regione anche per averne conoscenza perché non mi pare
Che l'Aula possa essere trattata in maniera tale ed hanno metterla a conoscenza di un emendamento che è stato presentato dal Governo grazie allora onorevole io Polo spero di essere
Chiaro una volta per tutte
Lei ha correttamente posto un problema però se avesse ascoltato quanto io ho detto ma sicuramente non sono stato chiaro
Il Governo aveva presentato non uno o più emendamenti sostitutive di riscrittura correttamente credo anche lei
I deputati sono intervenuti per evidenziare che avevano bisogno ventiquattro ore o anche di più o di meno non lo so comunque un termine legittimamente per l'esame di questi emendamenti di riscrittura
E questo non è obiettivamente possibile ho ritenuto opportuno indire una conferenza dei capigruppo e ognuno ha espresso le proprie posizioni
Sostanzialmente l'emendamento del Governo che siccome non è
Ammesso io ho chiesto la Conferenza dei capigruppo anche per evitare problemi procedurali quindi non è oggetto di trattazione in in questa norma riguardava l'est tensione dell'aria metro della Città metropolitana che doveva coincidere con la vecchia aria metropolitana ci sono già due emendamenti di questo contenuto sono anche più ampi ma io provvederò a stralciare una parte rinviarla l'articolo otto magari da trattare possibilmente domani
C'era un altro problema politico aperto perché è bene dirlo ma sicuramente uscirà adesso fuori dal dibattito così come c'è stato in sintesi in Conferenza dei capigruppo se
La città metropolitana sostanzialmente rappresenterebbe una fictio iuris della
Devo di un consorzio
Oppure è una città metropolitana continue buon suoi poteri che sono differenti dal Consorzio ognuno di noi può avere una propria opinione su questa di condannare ed è stato nelle intervenuto il presidente Cracolici ripeto ognuno ora ci sarà un dibattito ognuno su questa avrà la possibilità di dire la propria e deve e
E votare a favore o contro di questo si tratta quindi proceduralmente noi andremo avanti
Secondo gli emendamenti e secondo il programma che ci eravamo dati e chiaro che una volta posto in votazione l'articolo sette sospenderò i lavori riconsiderato che sono stati presentati una serie di emendamenti all'articolo otto all'articolo nove c'è un problema di coordinamento con gli articoli che già abbiamo approvato
Per dare la possibilità agli uffici di un confronto per rendere quanto possibile questa materia omogenea ha chiesto di parlare prima l'onorevole Milazzo e a seguire l'onorevole assenza
Prego onorevole grazie
Grazie
Presidente al momento per precisione mi sto ricevendo gli emendamenti del Governo non li sto distribuendo perché ancora non so se sono ammissibili o meno debbo fare una valutazione
Prego onorevole allora Presidente
Stiamo trattando
Una norma
Su quello non è ben chiaro cosa faremo del personale delle vecchie province
Stiamo trattando una norma
Sulla quale non è chiara la compensazione che farete sulle altri Comuni capoluoghi
Ovvero vi state concentrando e ve lo dico da
Cittadino e consigliere comunale della città di Palermo però con l'orgoglio di essere siciliano e vi dico che stiamo perdendo state perdendo troppo tempo sulle città metropolitane
Estate trascurando tutta la parte rimanente la Sicilia
Chi ha una Sicilia d'estate non lo sono
O in modo conoscente o in modo incosciente estate abbandonando a se stessa
Stante
Studiando una riscrittura per mantenere questa accordo col movimento Cinque Stelle diciamocelo chiaro Presidente
Non è un attacco che faccio all'è città metropolitane perché non non colgo quale se sia la
Strategy cita di una vera città metropolitana detrà sperimenti che può attirare no ce ne benché alla presente però bisogna riconoscere una cosa
Non è lo spirito della creazione di una vera città metropolitana si è perso
Si è perso nei contenuti
E nella strategia
Io veramente girerei in giro per capire
Se l'Assemblea di uscita a fare trasparire all'esterno quella che stiamo facendo
La confusione più totale ma non sappiamo nemmeno no voi cosa stiamo approvando ora stiamo ritornando a una nuova formula INAF ammalati ed introduce
Sì la città metropolitana ma con i bambini nati dai vari chiara metropolitana una
Una minestra riscaldata in salsa
Come dire
Di questo Governo che ci metta di suo io lo dico chiaro lo stavo chiedendo poco fa prima la sospensione
Con ansia vorrò ascoltare il Presidente ha Cracolici nessuno ma io non voglio ascoltare il Governo vuoi ascoltare il Presidente ha Cracolici chiede
Sotto la forma di presente alla Commissione Affari istituzionali dovrebbe essere l'avvocato dell'Assemblea voi sapete perché Nicola avvocato all'Assemblea
Perché non oso pensare se il Commissario dello Stato impugnare anche a qualche articolo in questa donna non lo so pensarla questa cosa possiamo scappare ci possiamo di mettere tutti
Ci possiamo di mettere tutti
Che ne stiamo consentendo che stiamo consentendo con un accordo schizofrenico
Io appunto su questo la il mio intervento
Quando il movimento che ha presentato la mozione di sfiducia al Presidente alla Regione Savater coerente io Preside che apriva quale di volta in volta analizzo le cose per come stanno per come sono scritte per come sono rappresentate
Ma certamente non posso accettare non le possa accettare sotto il profilo politico del sotto il profilo istituzionale che si consumi questo accordo perché ne va
L'ATI aggira questo emendamento mantenere all'accordo con il Movimento cinque Stelle movimento che ha presentato certamente alla mozione di sfiducia oggi
Si conferma così come in Commissione Affari istituzionali niente di personale la stampella su questa norma la stampella su questa Verna l vedremo di qui a poco salvo smentita barocche il capo b
Un po'del Movimento cinque Stelle o la non meno non mi spiega ambito volessero bell'evento degli ATO contando di umiltà di ascoltarlo noi crediamo di qua a poco sosterranno questa norma questo obbrobrio
E vorrei ricordare all'Aula che si è arrivata questa escamotage di questo strafalcione di emendamento che se non si vuole proporre
Perché
Il Movimento cinque Stelle azzoppato una parte dell'articolo precedente Chiellini dalle città metropolitane
è una un'assemblea che viaggia schizofrenia
I PACS agli umori di un gruppo parlamentare che prima sei dalla riforma ora ritorniamo di nuovo ad accontentarli se la riscriviamo la norma in qualche altro modo perché se facciamo le città metropolitane essi tramite supersindaci
Giustamente non sta bene allora si tenta di fare una cosa un po'più mitigata non sono Puig non ci sono dei supersindaci si fa un libero consortium lega Libero consorzio che chiameremo
Città Metropolitana perché nel caso di Palermo mi hanno spiegato che Sandad a Partinico a termine quindi dossi comuni saranno inglobati era
I piccoli Comuni moriranno loro stessi ma il quesito che mi pongo e concludo Pavan per fare terrorismo perché il punto a questo punto si deve porre
Cosa faremo noi delle partecipate dalla Regione della Provincia cosa faremo del personale la Provincia dove andrà
Questo è il punto è come quando ha spiegato al presente alla Regione dopo io ho spiegato al Presidente della Commissione grazie Presidente
Ha chiesto di parlare l'onorevole assenza
Presidente
Signori del Governo nel consigliere
Colleghi
Io volevo porre un problema pregiudiziale
Nulla o meglio una questione procedurale signor Presidente all'Assemblea
Io ritengo
Che noi
Come Assemblea regionale oggi non possiamo
Assolutamente porre in discussione gli articoli
Sette otto e nove
Perché
La bocciatura dell'articolo uno di cui al comma preclude che è l'Assemblea possa oggi intestarsi questa discussione sul funziona
Tento di queste fantomatiche gettar metropolitane così come sono diventate
Nell'evolversi
Dei vari emendamenti succedutesi ad horas
Perché caro Presidente vede dovrebbe spiegare come noi possiamo affrontare la discussione dell'articolo sette che inizia con la denominazione delle città
Quando noi abbiamo
A maggioranza ha approvato
La soppressione bella istituzionale belle città
Mi dovete spiegare come noi dobbiamo parlare dell'organizzazione di questa città del funzionamento di queste città
Delle adesioni o delle fuoriuscite da queste città metropolitane quando l'articolo uno Presidente vorrei che lei e i signori rappresentante degli uffici
Mi seguissero
Dettava letteralmente l'incisione
Ciascuno è libero con Giorgio comunale composto dai Comuni appartenenti alle corrispondenti Province Regionali
Fatta eccezione per i polmoni di Palermo Catania e Messina
Istinto comunque i diritti e in città metropolitane
L'articolo che istituiva l'etichetta metropolitane per l'articolo uno comma secondo con quell'inciso
Questi inciso è stato abrogato dall'Assemblea accogliendo l'emendamento due emendamenti di cui uno negarla come primo firmatario la mia firma le città metropolitane in questo disegno di legge sono state già estrapolate con buona pace di tutti i soggetti interessati le vogliono sostenere qualcosa di diverso
L'articolo sette che oggi noi vorremmo discutere mai che io la prego Presidente
Con l'espresso richiamo l'articolo centoundici poi lei non può apporre più in discussione perché andrebbe contro in contrasto con una Proni pronuncia dall'Assemblea
Già
Fa verificatesi nel
Giornate precedente
L'articolo sette linee cioè il Comune di Palermo Catania Messina esplodono la denominazione beh non mi può venire a dire duplichiamo me posso lases va bene Tione articolo che parla delibere o meno azione di organismi
Chiesto al tardi la cui istituzione netti alta da preclusa dalla approvazione di parlamentare toccherà soppressivo debbono e possiamo ancora tornare sull'argomento sarebbe una grave violazione dalle nostre norme regolamentari oltre a costituire un vulnus comunque insuperabile per la prosecuzione dei lavori cioè per la promulgazione della legge
Qualora la decisione di questi uffici cosa che io non mi auguro mi piace che ritengo equa quasi impossibile all'alloggio aggiungo ad una corretta appropriazione delle norme regolamentari e di ciò che è avvenuto in precedenza
Dovesse l'indagine riteneva che dobbiamo entrare in albergo evidentemente dei preservativi intervenire giullare sull'argomento l'articolo sette invenzione della discussione generale grazie
Onorevole assenza siamo più volte ritornati su questo argomento
Ora un'assenza a quest'Aula quindi anche lei non so se a favore o contro ha votato l'articolo uno
Al comma sei io leggo testualmente nelle more dell'approvazione della legge di cui all'articolo due liberi Consorzi comunali continua ad esercitare le funzioni già attribuite alle Province
I liberi consorzi di Palermo Catania Messina continua ad esercitare le funzioni già attribuite alle Province Regionali anche corri ferimento alle rispettive città metropolitane quindi un riferimento evidenti alle città metropolitane esiste
Questo discorso è stato chiarito abbiamo
Convenuto di andare avanti e di trattare la questione espressamente sulle città metropolitane con vi ferimento all'articolo all'articolo sette quindi non credo che più dobbiamo noi ritornare se si vogliono bocciare le città
Me lo può metropolitane nella malaugurata ipotesi aggiungo io per carità
Vi posso consentire anche di esprimere un mio giudizio anche sono Presidente dell'Assemblea si dovrebbe votare contro all'articolo sei
Ha chiesto di parlare peraltro ci sono pure gli emendamenti soppressivi ricordo agli uffici ha chiesto di parlare l'onorevole darsene
Da sempre non c'è notevole accordare
Intanto comunico che
Ha chiesto con
Hanno chiesto congedo per oggi gli onorevoli piccione Federico l'Assemblea ne prende atto
Grazie signor Presidente
Presidente della Regione assessori onorevoli colleghi
Avevo sollevato vada in apertura di questa seduta
Un problema che ribadisco non essere secondario e cioè la necessità
Per l'Assemblea regionale di comprendere appieno quale fosse il tenore
Della riscrittura dell'articolo sette per potere da parte nostra gruppo parlamentare di opposizione
Esprimere al meglio il nostro convincimento e dare quel contributo che stiamo cercando di dare a questo disegno di legge
Non sempre però compresi devo dire
Nel nostro intendimento costruttivo e mai strumentale dal Governo
E dai deputati della maggioranza
E tuttavia anche
Su quanto è venuto fuori dalla Conferenza dei capigruppo io credo di dover esprimere un punto di vista che è un punto di vista mio ma è il punto di vista del gruppo che mi onoro di rappresentare
Avere
Posto un freno alla ulteriore riscrittura da parte della Presidenza dell'Assemblea credo che sia
Soltanto
Il rispetto di un principio regolamentare di quel sito è per questo io ringrazio il presidente Ardizzone
E tuttavia
Voler far riferimento così come si fa nella riscrittura dell'articolo sette
A la parte iniziale dell'emendamento sette punto cinquantadue a firma Germana ad altro alloggi ed altri
Per me
Ed è questa la mia personalissima interpretazione ma la consegno non tanto e non solo all'Aula ma soprattutto ai siciliani
E ai siciliani che vivono nelle città di Palermo Catania e Messina
Potrebbe finire per essere dicevo un rimedio peggiore del male
In realtà infatti la prima parte di questo emendamento che potrebbe diventare
Norma così
Essendo l'intendimento della maggioranza uscita dalla Conferenza dei capigruppo alla quale noi non ci opponiamo strumentalmente Presidente Ardizzone Presidente Crocetta
Ma accetteremo il verdetto dell'Aula
Recital testualmente in questo modo in sede di prima applicazione della presente legge il territorio delle città metropolitane coincide
Con quello delle aree metropolitane individuate con decreto del Presidente della Regione
Legge dieci agosto novantacinque e dei rispettivi comuni
Ebbene
è giusto che i siciliani sappiano
Che se dovesse passare questa riformulazione
Ma in finiremmo ed è questo il mio fondato timore
Che rassegno alla Presidenza della Regione perché CdA argomentazioni per convincerci del contrario
Perché è giusto che le argomentazioni vengano sottoposte al vaglio del Parlamento e perché no fatte proprie
Il mio timore non credo infondato eh
Che noi
Approvando la prima parte l'articolo sette finiremmo per eliminare definitivamente da questo disegno di legge le città metropolitane
Perché riferiti il riferimento normativo che non è soltanto nominale diventa preciso perché indicante una norma di attuazione chiara
Istituito le aree metropolitane ed appunto la legge nel novantacinque quindi finiremmo per fare cosa diversa
Rispetto a quella che volevamo fare con l'istituzione delle città metropolitane non soltanto sotto il profilo geografico e della formazione spesso
Ha delle aree metropolitane ma soprattutto per un fatto assai grave che io temo e ti ho il dovere di rappresentare
E cioè
Che la vera sfida che era quella dell'attrazione dei fondi europei che poteva svilupparsi e realizzarsi esclusivamente con l'istituzione delle città metropolitane
Venendo meno queste
Perché così recita metropolitane vengono meno edulcorata e annacquate
In un concetto diverso peraltro normato con legge del novantacinque delle aree metropolitane noi finiremmo per perdere quella sfida e finiremmo di fatto
Per stravolgere la ratio stessa
Che voleva ha fortemente accorpare ad una legge che avrebbe dovuto inizialmente riguardare soltanto i liberi consorzi dei comuni anche le città metropolitane
La finalità era quella di istituirle subito e approvando questo emendamento così non sarà
Perché istituendo né subito si poteva appunto soltanto in questo modo partecipare
Alla possibilità di erogazione di fondi europei
Per città e per consorzi che certamente non vivono nell'agiatezza per cittadini che vivono bisogni reali e importanti come i cittadini
Delle città metropolitane di Palermo Catania e Messina allora questo è un timore è un timore reale non è un timore gridato è un timore che io rassegno all'Aula
Perché credo
Che bisognerebbe avere il coraggio e lo dico alla maggioranza che responsabile certamente più di noi opposizione responsabile
Di avere affossato quella parte dell'articolo uno che come correttamente ha detto il collega assenza ha di fatto già estrapolato da questo disegno di legge le città metropolitane
Abbiate il coraggio come maggioranza di dire quello che io penso e dico
E cioè che questa legge la saldiamo soltanto se abbiamo il coraggio di rimandarla in Commissione perché so Lollis sarà possibile Ripa espiare l'incidente a dell'articolo uno ed istituire fin da subito le città metropolitane
Tutte le altre soluzioni che noi ribadisco non contesteremo prenderemo atto di quello che è Laura delibererà
Sa o no e saranno pannicelli caldi che rischiano di essere soluzioni peggiori del male
Rispetto a queste ore e rispetto a quanto gli uffici ci hanno detto in Conferenza dei capigruppo circa i rischi concreti
Che è un'approvazione di un emendamento siffatto può determinare
E cioè ben che vada
Le istituzioni dalle aree metropolitane insieme liberi consorzi dei comuni forse frase in sì ho forse fra un anno
Significa
Che siamo qui ho finito Presidente ormai da oltre un mese
Per fare qualcosa che non era quello
Per cui c'eravamo battuti e per cui avevamo proposto questo disegno di legge
E quindi significa ancora una volta aver preparato qualcosa avendo finito per farne un'altra
Io temo che
La soluzione sia peggiore del male spero di non sbagliarmi ma se così non dovesse essere non vorrei ancora una volta essere stato buon profeta pecche appagare non sarebbe l'Assemblea regionale caro onorevole Milazzo
Che già a i suoi
Ben buoni problemi di credibilità sarebbe tutta la cittadinanza siciliana a partire da qui e i cittadini che a Palermo Catania Messina in questo momento soffrono e aspettano risposte semmai da questa Assemblea regionale
Grazie onorevole corda
Prego
Presente
Onorevole presidente onorevoli deputati
Io intervengo adesso per evitare poi che noi ritorniamo su questioni che invece sono molto chiare
Il contenuto nell'articolo sette completamente differente dall'articolo dal dalla parte dell'articolo uno diciamo che è stato eliminato dal testo perché qui si fa riferimento alle arie metropolitana
All'aria della città metropolitana che costituisce
Insieme la città metropolitana
Quinti mentre l'articolo cassato per la parte cassata all'articolo uno pari faceva riferimento
Che lecita vetro pubblicità di Palermo Catania e Messina venivano denominate Città metropolitane mentre qui stiamo quindi i contenuti sono perché qui dire che un insieme
Città
Costituiscono la città metropolitana non è la stessa cosa che dire il la città metropolitana e costituita decida un'aria
Ovviamente il contenuto è completamente più largo include anche il vero la città di Palermo ma la stessa città di Palermo
Ok o qualsiasi altro altra città teoricamente hanno il diritto
Di uscire entro sei mesi
Non è vero che non si non ci sono i prefetti immediati o che non permettono diretti intercettare i fondi europei
Perché
La presentazione formale del polline che riguarda le città metropolitane
è prevista per l'ultimo trimestre
Del due mila e quattordici
Mentre
La legge prevede che entro sei mesi venne definito il percorso delle città metropolitane e quindi se l'approviamo adesso a settembre noi siamo in condizione esattamente di avere concluso
Il procedimento
E questo non impedisce
Se questo lo faccio lo fanno prima I coi ai Comuni dell'ANCI che fanno parte della città metropoli L'Italia di predisposti ai bandi già sin da adesso che verranno predisposte nel settembre del due mila quattordici
Io mi sono informato onorevole Cordaro perché lei mi aveva posto il problema in Commissione nel frattempo vi sono preoccupato
Di informarmi
Proprio per rispondere a questo sua a questa sua questione quindi credo
Che questo dubbio può essere
Non vedo alcuna difficoltà nel costituire prima applicazione tenendo presente che poi ci sono la fuoriuscita è molto semplice è prevista una
Una
Una
è prevista una questione che attiene
La la possibilità di porre uscita pura semplice delibere di Consiglio comunale a maggioranza semplice quindi nessun comune nessuna città è obbligata a farvi parte
Le città metropolitane il disegno di legge del Governo già approvato alla Camera e rami del Parlamento
Premette tutto il territorio dell'intera provincia quindi se
Questa cosa dovesse essere non valida per la città per il territorio del libero può De Libero consorzio che assume la forma della città qui che sarebbe non valido anche per l'intera pur per il resto dell'Italia
Quindi siamo
Di laddove in Sicilia dello Statuto né Province non sono previste ma sono previste liberi contro cioè i Comuni che corrispondono a quello che in Italia sono le Province quindi non esiste alcuna motivazione
Formale
Rispetto all'opposizione a questo articolo che esiste che manifesta la volontà di istituire le città metropolitane non ci sono almeno di non volere per forza fare una cosa bellissima
è già ha avuto rovinarla noi perché siamo i peggiori propaganda impiego quelli che non va non incassano
Perché questo sarebbe un successo del Parlamento Loris restituzione del par nemesi né tanto meno sì si può dividere su questa questione la vostra aria politica
Che ha bocciato la vostra maggioranza
Ma queste non abbiamo detto che le riforme istituzionali si fanno insieme allora verrò ritengo non ritengo completamente tutti dicono che sono favorevole Città metropolitana sì però non siamo d'accordo a questa virgola
A questo comma
Guardate è una volontà per cui un testo
Direi cioè frutto
Di un compromesso
Sto Sempre
Cioè il frutto di una miriade di compromessi che riferisse si riferiscono i gruppi si riferiscono alle singole volontà il Governo con questo testo con questa riscrittura
Non ha fatto altro che accogliere tecnicamente le osservazioni che sono avvenute da più gruppi parlamentari
Ogni gruppo parlamentare può dire legittimamente che non è la propria legge ma quanto si vuole esprimere una maggioranza nessuno può rivendicare totalmente la propria legge neppure il Governo
Che la propria presenza perché fa un'azione e accoglie le istanze né tanto meno vede dice le numerose riscrittura
Ma le numerose di riscritture tengono conto delle difficoltà politiche che ci sono e delle e degli e delle questioni e segua date bene questo era il testo
Che noi abbiamo presentato ad aprile cosa cambia rispetto a quei a questo testo
La riscrittura tecnica degli articoli consequenziale che ci sono dopo che prevedono la possibilità meritando vere vale la pena di sottolineare il dissenso rispetto alle modalità di elezione
Perché la natura consortile
Poi determina alcune conseguenze cioè perché
Si mettono insieme così e finisco perché c'è una questione anche tecnica
Gli articoli che riguardano le modalità di elezione sono pare contenute nella riscrittura dell'articolo otto ed è lì che va eventualmente fatta la battaglia
Sulla sulla sulle modalità di elezioni perché se io non sono accordo sulle modalità di elezione basso d'accordo sulle città metropolitane dato voto le città metropolitana poi lo discutiamo sul
Dopo quando si affronta questa è la fase in cui la volontà politica ripeto si manifesta nel voler restituire considerato che non c'è
Nessun ritardo nessun problema
Ma c'è soltanto un percorso che sancisce l'autonomia dei Comuni e la democrazia
Grazie Presidente dirlo circa ritorno dell'onorevole D'Avanzo
Signor presidente onorevoli colleghi
Il
Nuovo centrodestra nella Conferenza dei capigruppo
Dato mandato al Presidente dall'assemblea di poter
Proseguire un percorso
Che
Con
La verifica
Va fatta con gli uffici potrebbe consentire
Di farsi che il percorso della voi per l'obiettivo della
Istituzione o più destituzione della definizione delle aree metropolitane possa come dire vedere un momento concreto di realizzazione noi
Sul problema delle aree metropolitane sulla questione
Che vede
Una nostra come dire particolare attenzione lo dimostra il fatto che l'emendamento proposto
Dalle sette punto cinquantadue come primo firmatario l'onorevole Germana e tutto il Gruppo del Nuovo centrodestra di fatto vedeva
Come potere definire in questa fase di prima applicazione
L'area metropolitana atteso che è un criterio già sancito poteva sicuramente essere quello della definizione dell'area metropolitana
Vista a suo tempo con appunto il decreto del Presidente della Regione del novantacinque questo perché
Convinti come siamo che comunque
La
Definizione di una realtà territoriale che vede da una parte
Libero consorzio che è in fase di restituzione bene
Come area appunto territoriale vista per tutto il territorio della Provincia e quindi la nascita poi di un secondo
Soggetto giuridico che di fatto deve essere
Come dire definito da un
Perimetro che nella sostanza deve creare un momento di chiarezza e non di confusione sicuramente
Il percorso vede da parte nostra una
Come dire azione positiva perché noi riteniamo che dobbiamo prendere atto di quella che è l'evoluzione reale
Della normativa locale computazionale comunitarie quindi in questo gli obiettivi della strategia l'Europa del due mila quattordici due mila e beh de
Dove
Abbiamo proprio le strategie territoriali integrati in un momento in cui
No dobbiamo capire se attraverso questo processo di riforma
Si definisce una realtà che ha meno poteri o una realtà che va ad essere come dire riempita di ulteriori contenuti sicuramente questo sarà oggetto di dibattito anche in momenti successivi perché noi riteniamo che il le competenze del territorio e quindi dalla cosiddetta Area Vasta devono trovare anche riscontro in quelle che sono le reale possibilità poi concrete di farsi che si realizzino obiettivi qualifica di quel territorio e non di momenti di ulteriore confusione allora il principio
Dell'investimento territoriale integrato e dei sistemi del rito reali strategici appunto vengono ad essere i nuovi elementi su cui noi dobbiamo anche cominciare a ragionare atteso che in momenti successivi io ritengo che noi dobbiamo tornare sul ragionamento dove come si fa per capire come si deve integrare il percorso fra
Con regole comuni
Fra i piccoli Comuni e e quindi un territorio in cui gli stessi Comuni insistono e le nuove realtà che nascono Sella evoluzione normativa e i benefici non solo che la comunità può consente può concedere ma anche quelli che sono benefici che possono derivare da una riorganizzazione dei sistemi territoriali che portano a smontare una burocrazia che sta uccidendo fu ho sentito dalla mafia e dove noi dobbiamo trovare un sistema fra servizi e semplificazioni che dipendono per il territorio un momento di grande
Crescita allora attraverso
Questo ragionamento per le conviene per il convincimento che io ritengo e questo caro Presidente magliette uno degli elementi che ve ed è come abbiamo in altra occasione evidenziato no hanno un'apertura una posizione di potere che non c'entra ma una sfida sulle riforme
Allora sulle riforme quando poiché quando investono un momento di crescita per
L'aspetto normativo che mi auguro trovi anche con l'apporto dei tecnici una possibilità di applicazione in maniera
Più semplificata possibile e allora può essere questo motivo di crescita di un sistema e quindi
Una sfida sopra riforme noi sulla sfida sulla riforma caro Presidente non abbia amo che misura chiesto questo ritengo che possiamo anche noi determinare nel rispetto delle posizioni che rappresentiamo un momento di contributo verso un percorso che faccia crescere la Sicilia
Grazie riunitasi una crisi con l'onorevole Falco
Presidente
Onorevole Governo e colleghi
Io credo che
Secondo il mio modesto avviso la norma si è già chiusa Presidente Crocetta
E si è già chiusa per le motivazioni che mi permetterò di esplicitare da qui a qualche istante si è già chiusa perché
E vorrei un attimino che l'onorevole Cordaro magari
Facesse un po'di attenzione
Si è già chiusa perché Presidente Ardizzone ma voglio dire anche agli uffici perché noi abbiamo votato un articolo uno e un articolo due che il cui
Il cui dettato e di chiusura dell'articolo uno
E lo voglio dire in maniera molto chiara cercando
Di
Spiegare anche a chi oggi stasera
Mi
Come dire mi risulta avere cambiato atteggiamento così come il collega Milazzo giustamente ha
Detto ha annunciato
Nella
In merito alla una votazione precedente quando
Con un voto devo dire inaspettato bocciava
Parte nell'articolo uno quell'articolo che
Per la prima volta per l'unica volta Presidente Ardizzone
Faceva un impedimento ad un termine ad una parola istituzione
Tassato
Con quella voto
Quel termine quel termine non risulta più in nessuna parte della norma ma il termine è stato cassato
Definitivamente
Ancorché quando il Presidente Cracolici e dice di essere presidente Gucciardi un muletto studioso a mio avviso rischia ultimamente di essere bocciato boccia ecco quando si dimise lingua e la Commissione spending review sarà bocciato al secondo me con queste in questa Commissione perché dopo non potrà che di grazie nel caso in cui
Presidente Ardizzone questa norma venisse
Cassata ho impugnata dal Commissario dello Stato e spiegherò le ragioni
Le ragioni solo che noi
Abbiamo votato una un comma due
Dell'articolo uno che dice testualmente
Ciascuno dei nove liberi Consorzi comunali
è composto dei Comuni appartenenti agli stessi Comuni della Provincia
E quindi dice una prima a norma di principio i Comuni i Consorzi assessore Valentini sono nove non sono di più di no altre ma sei dello stesso sesto hard
Del comma sei dello stesso articolo uno si dice
Che
Nelle more dell'approvazione di una legge
E cosa dice la legge che viene richiamato all'articolo due cosa parlarvi istituzioni con i consorzi no
Dottore De Gregorio l'articolo due al comma quattro dice che la legge
Che il Governo dovrà poi proporrei avendo sei mesi a questa Assemblea
Ha soltanto un mandato qual è l'ODIHR ridefinire i territori
Nobili istituire
Nuovi organi non di restituire
Nuovi
O eventi intermedi l'ente intermedio ed è stato istituito all'articolo uno con questo con
Comma due
E col comma sei laddove si dice come norma di chiusura i liberi consorzi di Palermo Catania e Messina
Continua ad esercitare le funzioni già attribuite alle Province Regionali anche con riferimento al territorio delle rispettive città ed è molto ed è pleonastico e presidente Ardizzone c'è un avvocato come me
Ed è vorrei però concludere ragionale in città metropolitane che noi sono state istituite Presidente Ardizzone è unire è un c'è un'ora è una
Per una frase
Tre oramai scritta dopo siccome noi siamo qua e ora io voglio continuare nel mio ragionamento questa frase che assolutamente non dice nulla
Perché non può dire nulla perché manca la fonte normativa da cui eventualmente all'articolo sette trarrebbe libera origine ecco allora perché
La questione pregiudiziale posta con determinazione routine opportunamente l'onorevole assenza insomma una sua
Ha una sua legittimità Presidente Ardizzone
E allora
Noi
Abbiamo
Noi apriamo con l'articolo uno delimitato il numero dei Consorzi
Con l'articolo due abbiamo dato mandato all'Assemblea di poterne
Di potere avendo sei mesi
Si propone da parte del Governo una legge che ridefinisce i territori basta la legge si è chiusa qua
E allora si oppone noi stasera
Volessimo
Proporrei
E mi fa piacere che il Presidente Ardizzone giustamente non ha voluto introdurre un emendamento di riscrittura
Che ha vorrebbe che sa l'articolo centoundici del Regolamento indotto materia su cui già questo Parlamento si è espresso
E allora cosa vogliamo fare Presidente arbitro
Mi dispiace che lei si sia in Conferenza dei capigruppo non sottratto da un paio che lei
In altre case e
In altri seri
Ha giustamente e legittimamente effettuato sapete cosa vogliono fare il Presidente Musumeci lo dico a lei non a caso
Vogliono
Riproporre prendendo Ammendolia Germanà Picciolo e altri
Sapete cosa dice questo emendamento ecco perché il mio
Il Presidente del mio collega Milazzo doveva andare un po'più ad approfondire determinate idee si è più cauto nelle sue nelle sue argomentazioni voglio richiamare
Un DPR
Che fu impugnato
E poi impugnato dal Sindaco viatico nei confronti
Dal Presidente Musumeci allora Presidente alla Provincia cosa fece il TAR di Catania il TAR di Catania
Riminese la questione alla Consulta per la Consulta sapete cosa dice la Corte costituzionale dice il presidente Ardizzone
Che non era opportuno che non era un problema
Perché non istituire o amo un altro ente intermedio era infatti un ente senza organi e non a caso allora Presidente fornita quando poco fa il presidente audizioni ha chiesto nucleari
Qui ci ha chiesto chiarimenti agli uffici gli uffici giustamente in Conferenza dei capigruppo hanno ribaltato la patate hanno detto no noi chiediamo chiarimenti alla politica al Presidente Ardizzone al Governo perché non abbiamo più capito nulla
Perché diventerebbe un ginepraio questa legge
E voi Movimento cinque Stelle ma come potete sostenere una norma ter palesemente illegittima o comunque è scritta con i piedi
Qua c'è un problema lessicale
Qua c'è un problema
Di soggetto predicato e complemento sotto un profilo giuridico qua siamo all'Inpa sì vento qua per portare a casa una norma stiamo facendo un papocchio una babele giuridica ma vorrei ecco perché
Vorrei ricordare vorrei ricordare
Che
Tra l'altro l'articolo
L'articolo
Sette denomina soltanto come la i Comuni di Palermo Catania Messina ma non dice altro
Dice che se si denominano Città metropolitane poi all'ora il Governo cosa succede che
Queste città metropolitane saranno
Secondo questo emendamento dovranno essere valutate come quell'aria cinquantuno Comuni della provincia di
Messina
Dell'area metropolitana di Messina ventisette quella di Catone così
Ma non abbiamo risolto il problema leggenda Ardizzone
Perché a monte lei Nora ha chiuso con bel voto d'aula si è chiusa la possibilità
Di istituire le città metropolitane che vorrei ricordarlo le città metropolitane vengano introdotte con la riforma del Titolo quinto
Con nel duemila euro
Ma voi e il Governo nel due mila e nove specie polacca lega sul federalismo fiscale diede mandato al Governo nazionale di disciplinare entro trentasei mesi
Questa la
La istituzione delle città metropolitane il Governo non lo fece
Introduce successivamente un decreto-legge che è stato impugnato dinanzi alla Consulta Gagliola bocciato perché mandavano i caratteri di straordinarietà e di urgenza nella decretazione dal decreto-legge
E quindi nulla quaestio oggi c'è un
Un nuovo disegno di legge di rango costituzionale che cosiddetto del rischio che porta il numero mille duecentocinquantaquattro
Ed è stato approvato per la prima volta alla Camera dei deputati dovrà andare al Senato e poi dovrà ritornare e può essere approvato definitivamente contro cedimento rapportato tenuto qua africani
E cosa dice questo dice che
Le città metropolitane coincidono con l'intera provincia
Allora mi fa piacere che il Presidente Crocetta accede a questa tesi perché presenta Ardizzone altro minuto e mezzo perché accetta questa tesi il Presidente a Crocetta e c'è un passo avanti
Perché Sennori noi abbiamo contestato la Città Metropolitana per quale motivo
L'abbiamo contestata perché il nostro timore perché la concentrazione delle risorse su oraria capoluogo cento unità con poterebbe un depauperamento e un impoverimento progressivo
Delle arie interne ed alle Province che non sono Città metropolitana
A meno che
Come dice l'onorevole a cui do il benvenuto nel gruppo bandiera
Dobbiamo trovare una compensazione per le aree per le arie norme metropolitani
Con una norma con un ordine del giorno assessore Valentini perché dobbiamo ridistribuire equamente il punto ma allora noi non siamo in maniera preconcetta contrari noi vogliamo fare le cose in maniera ordinata assessore Palese
Per quanto ci riguarda la norma la legge è stata chiusa all'articolo sei si chiude non va oltre per le motivazioni che ho esplicitato poni
Una città metropolitana che se la vogliamo far dialogare con il resto del contenuto col resto bella con l'ordinamento nazionale allora
Dobbiamo
Allinearsi a quello che è l'ordinamento nazionale perché non possiamo dire politicamente ma perché Forza Italia qua in Sicilia poi una cosa diversa rispetto a quello che è facoltà italiane Roma no
Ma vogliamo fare la medesima cosa lo chiediamo al Governo regionale perché il Governo regionale vuole fare una cosa diversa rispetto a Roma
Mi sorge un dubbio e qua mi dispiace che non c'è il
Presidente Crocetta che qualcuno nel Pd voglia boicottare l'azione di governo
Del Presidente Crocetta
E allora io lo dico in maniera sincera qualcuno qualcuno si assume le responsabilità perché vedendo ambizione lei ha difeso la sovranità e la legittimità legislativa di questo Parlamento
Se malauguratamente
Questi umori andate avanti passare di numeri certi sono Angelini figurarsi allora quella norma che dice il mio collega job assenza
Crocetta Giletti cancelleria io la direi Crocetta Giletti carcere
La parola cancelleria Giancarlo per che so come tua pensi e
Ci sarà un'altra politica dopodiché se questa norma verrà impugnata presente audizione lei ha una responsabilità notevolissima
Perché
Ha consentito
Di andare oltre sull'articolo sette sull'articolo otto nove cioè gli articoli che parlano di città metropolitana quando questo Parlamento con un decreto una deliberazione
Chiara a invertendo non istituirle
Allora oggi voi non potete trovare un refuso con un emendamento che era già stato presentato all'articolo sette
Il quale articolo sette
Aveva senso desistere si era legato
All'articolo uno con quel comma che è stato cassato dopodiché vedendo Ardizzone auguri continuare noi siamo non contrari alle città metropolitane
Ma siamo contrari all'idea
Il creare dei piccoli
Delle piccole aggregazioni territoriali
Che possono penalizzare a altro siamo favorevoli
A una città metropolitana che guardi all'intero territorio provinciale senza penalizzare le arie che non saranno
Ritenute denominato istituite metropolitana
Grazie onorevole Falcone li abbiamo consentito
Oltre in ultimo in più
E ha fatto un intervento di un un certo livello forse
Su qualche questione di carattere giuridico è andato al di là per carità non sarò io
Non sono io a dover riprendere questo discorso per una questione vorrei sottolineare lei opportunamente ha richiamato la sentenza la Corte Costituzionale del novantasei novantasette o giù di lì che faceva riferimento ad una contestazione sollevata dal Presidente Musumeci nei confronti del dell'allora Sindaco bianco
Muto successivamente è intervenuto il legislatore nazionale con la riforma del Titolo quinto della Costituzione e all'articolo quattordici introduce quell'ente intermedio che nel novantacinque non c'era e quindi se noi istituita mole Città metropolitane in questo momento noi siamo in perfetta sintonia con la Costituzione per quanto riguarda per quanto riguarda
La
La questione di carattere procedurale che LEA e vide sia AATO che noi non potremmo trattare in questo momento la questione delle città metropolitane perché sarebbero state già cassate dalla Paola io di questo obiettivamente mi meraviglio perché lei ha fatto riferimento a me chissà
Il quale delittuoso avremmo commesso nelle perché lei da un lato mi dice che è a favore delle città metropolitane e allora io invito quest'aura eventualmente a riparare ad un errore se c'è stato nell'articolo uno anche se
Debbo ritenere che errore non ce n'è stato leggendo l'articolo uno perché all'articolo uno si disciplinava e seguenti da istituzioni ed è liberi consorzi e incidentalmente si faceva riferimento alle città metropolitane
E nello stesso articolo che è stato soppresso ci diceva fatta eccezione per i popoli di Palermo Catania Messina istituiti in città metropolitane ai sensi dell'articolo sette che noi stiamo trattando in questo momento
Per cui io eviterei di creare equivoci su questa materia noi adesso stiamo trattando delle città metropolitane non abbiamo trattato all'articolo uno per cui non c'è nessunissima preclusione che poi è una materia complessa
Che è una materia che si presta rischio per carità di impugnative di data da parte del Commissario dello Stato tutti ci rendiamo conto è una noi stiamo riscrivendo in questo momento
L'ordinamento amministrativo anche l'assetto istituzionale dei nostri enti locali e allora occorrerebbe da parte di molti sia effettivamente vogliamo le città metropolitane come lei ha detto e come altri suoi colleghi hanno hanno detto allora da ma con una mano a questa Presidenza e a questi uffici a fare una buona legge perché è chiaro che non si può andare avanti a tentoni per cui vediamo di approvare l'articolo sette cd per me Remo o un momentino essa chiederemo insieme agli uffici qua per rendere omogenea la materia che sarà discusse spero approvata domani con l'eventuale modifica con quanto ha già abbiamo approvato
Ha chiesto di parlare
L'onorevole
Cancellieri cappelli
Il Presidente del Governo con le di cittadini ma innanzitutto volevo ricordare un paio di cose diciamo ai colleghi del centrodestra lesotho ovvero la foto rinunziamo villini noi siamo i deputati del Movimento cinque Stelle
Per quanto riguarda invece l'onorevole Milazzo io volevo dirgli che il Movimento cinque Stelle
Non prende lezioni di coerenza da chi non solo non ha proposto la mozione di sfiducia ma che non solo non ha firmato la mozione di sfiducia
Ma soprattutto da chi non ha nulla nemmeno votata eppure si trova nel centrodestra e non certo
Nel movimento Cinquestelle noi non siamo la stampella del Governo e rivendichiamo la costituzione delle città metropolitane secondo la formulazione dell'articolo sette
Perché l'abbiamo voluta in maniera forte e determinata più dello stesso Governo questo è poco ma sicuro anche perché fin dal principio abbiamo detto ecco Serge non doveva né poteva servire a costituire Palermo Messina e Catania come città monocratiche e città da sole
Diciamo metropolitane e perché riteniamo che se la Sicilia abbia l'aspirazione di affacciarsi in Europa in maniera seria concreta e determinata
Non possa
Trascurare o diciamo escludere dalla determinazione della città metropolitana l'area metropolitana istituita appunto nel novantacinque che costituisce un elenco di Comuni che per continuità territoriale
Fa parte della medesima zona e deve essere considerata una città unica pur nel rispetto delle municipalità tant'è vero che rimangono i Sindaci rimangono i così come mali rimane l'identità di ciascuna città che comporrà insieme a Palermo Catania e Messina la città metropolitano le tre città metropolitane siciliane
Ovviamente noi diciamo questo che
è vero che queste tre città insieme all'area metropolitana se è così
Diciamo il Parlamento si determinerà avrà diritto ad avere delle risorse aggiuntive
Ma noi chiediamo al Governo che le aree interne ecco non vengono escluse dalla programmazione europea e abbiano lo stesso diritto e la stessa dignità di accedere alle stesse praticamente risorse
Ovviamente secondo quelli che saranno i criteri della comunità europea
Pertanto io concludo dicendo che noi voteremo praticamente l'articolo del l'emendamento sette
Punto cinquantadue al sette punto quarantacinque ricordando all'onorevole Milazzo che è un emendamento a firma Germana da ASL Alongi Cascio Fontana vinciullo e poi l'altro Picciolo Lo Giudice età Maio Greco forse ESE
E di certo non sono emendamenti del Governo al quale non intendiamo fare da stampella ma come nello stile del Movimento cinque Stelle
Voteremo le cose buone che condividiamo e sopprimendo e quindi voteremo contro le cose che lo condividiamo non certo per i nostri interessi mappa è quello dei siciliani che siamo onorati di rappresentare in questa sede grazie
No non c'è nessun fatto personale e non l'ha offesa a me non c'è nessun fatto personale onorevole Milazzo la prego
Anche il fatto personale non le ha detto niente non c'è il fatto personale
Ma il fatto personale
Maranello un fatto personale se hanno perso la sua dignità se hanno messo non c'è nessun fatto personale
Mara tetto adesso non si è rivolta a me in maniera sconveniente acconto
Onorevole minaccia non c'è nessun fatto personale
Onorevole minoranza
Ma
No
L'onorevole vico uccisa
Non è fiducia
Figuraccia
Ma non c'è un fatto personale onorevole
è
Sarà possibilità si chiarirà ma non è un fatto personale siamo nel merito apolidi nomi scorsi
Qual è l'articolo
No lei è intervenuto l'onorevole minaccia nel meridione e ora mi chiedi vada sul fatto personale
Niente
Onorevole Fini vociava prego
Onorevole migrazione è intervenuto su questa materia
Va bene onorevole Milazzo la prego si accomodi
Onorevole fiducia prego procediamo Presidente io no no prego onorevole Cicu eccezionali grazie
Grazie Presidente ovviamente non non posso intervenire
Nelle scelte di questa Presidenza rispetto alla conduzione dei lavori che legittimamente stanno portando più avanti ma non posso parimente
Non intervenire sulla vicenda che riguarda i rapporti tra
La maggioranza e il Movimento cinque Stelle
Perché accade eterno com'è possibile continuare con questa storia
Cioè il loro votano un provvedimento o un altro assecondo dei contenuti e quali di fatto modificano puntualmente la loro posizione sugli tanti aspetti di sostanza perché tenero
Bravi ma anche deputati al Movimento cinque Stelle o Grillini o cittadini poi
Aggravata spesso un vuoto sulle città metropolitane è adesso noi su quella questione rischiamo chiamando ad fatta responsabilità
Ma non fatemi capire una volta che è
Da questi onesta incerti i termini è una volta nei termini esattamente contrapposti a seconda di come vigila perché siamo in Parlamento e non partiamo dipenderà da quaranta atteggiamento ad intermittenza quindi bene hanno fatto i miei colleghi a sottolineare questo aspetto bene affatto il gruppo di forza in gli atti definire una linea di demarcazione tra chi ha un atteggiamento coerente in questo Parlamento e chi invece può estinto spesso finisce col non farlo
Ma
Partiamo al testo
Sul testo io devo dire che è l'onorevole bandiera prima ha fatto una sottolineatura di merito cioè quella legata al meccanismo delle compensazioni tra quei Comuni che fanno parte delle città metropolitane a quei Comuni che invece
Delle città metropolitane non fanno parte su questo credo che noi presenteremo un ordine del giorno
Insieme all'onorevole bandiera che giustamente
è preoccupato rispetto alla questione delle piccole città o quantomeno di quella città che non rientrano tra le città metropolitane
Io devo dire Presidente che voglio affrontare con grande
Ristretto eh con grande atteggiamento di responsabilità
La questione delle città metropolitane
A lei Presidente prima dell'Assemblea il mio Capogruppo il presidente Falcone ha sottoposto alcune questioni che ovvio man grazie verranno valutate sul piano costituzionale sul piano giuridico e quindi non vorrò riaffrontare quelli a spetti
Evidentemente abbiamo posto delle criticità legate all'aggregazione dei comuni rispetto e liberi consorzi
Manca il Presidente non li abbiamo poste in termini strumentali ma abbiamo fatto perché abbiamo avuto sempre una preoccupazione
La preoccupazione ruota attorno al personale delle province
E al personale delle partecipate quel personale delle parte si parte e io insisto apportare a titolo esemplificativo la partecipata Palermo Energia della Provincia Regionale di Palermo
La quali avrebbero maturato delle legittime aspettative considerandosi esistenti dipendenti a pieno titolo della Provincia
Regionale di Palermo perché è
I costi chiare riguardano quei dipendenti sono costi che stanno nei bilanci
Della Provincia Regionale di Palermo
Sono quegli stessi dipendenti
Presidente della Regione Crocetta
Dei quali abbiamo parlato più volte sono quegli stessi dipendenti Presidente della Regione Crocetta
Io sono
Lei personalmente avuto occasione di incontrare all'inizio di questa legislatura
Dipendenti quali devo dire mi hanno anche rappresentato da parte sua un atteggiamento di grande rispetto un atteggiamento di chi devo dire la verità come per tutte le categorie dei dipendenti fino ad oggi in Sicilia
Fatta ahimè qualche eccezione la Covip essere poteva forse dicemmo
Bene sulla coercizione o no su quei dipendenti delle partecipate che è
Vennero da lei quando
Questa Governo si era da poco insediato è le consegnarono un libro facendole anche una dedica Presidente che io
Leggo
Dedichiamo questo libro lì c'è scritto affini al Presidente della Sicilia
Di tutti i tempi scrissero in quel a quel tempo come simbolo del siciliano di una meravigliosa terra
Che ha salvato con il suo cuore la sua tenacia e professionalità la partecipata pubblica della Provincia regionale di Palermo la Palermo Energia
è con essa il futuro lavorativo di centocinquantotto famiglia
Grazie di cuore Presidente Crocetta converrebbe
Da parte mia non c'è nessuno atteggiamento di chi vuole fare maggioranza opposizione
C'è l'atteggiamento di un parlamentare palermitano che ha solo a cuore che questi dipendenti vengono tutelati
Per questo Presidente io ho presentato un ordine del giorno a firma di tutti i parlamentari del mio gruppo parlamentare è che invito ovviamente tutti i deputati parlamentari a firmare su questo Presidente io non intendo assumere alcuna per le paternità sennonché rimandarla al buonsenso è su questo però Presidente nel consegnarle questo libro che a suo tempo le dietro è che io
Adesso le ridò
è chiaro dal titolo un siciliano scomodo un desiderato italico le chiedo Presidente anche di
Intervenire se è possibile ora spesso dandoci delle rassicurazioni è facendoci comprendere
Quali sono le chiedo di sitar rispetto ad una norma che stiamo scrivendo adesso è rispetto alla quale vorremmo da parte sua sentire delle garanzie grazie Presidente della Regione e
Secca
Grazie onorevole fiducia
Buone
Miriam ringrazio l'onorevole più cuccia per avere posto questa questione che permette dei chiarimenti io capisco che qualsiasi
Novità
Introduce speranze ma introduce anche elementi di preoccupazione
Però guardate dove i con questa legge non stiamo stabilendo nessuna cosa che riguarda il trasferimento di funzioni
Tra l'altro ci sono norme che riguardano anche ce l'abbiamo presentato anche la norma di transizione che permette la gestione normali
Tutte queste cose e quindi le funzioni saranno distinti attribuite con la successiva legge che dobbiamo presentare entro i sei mesi così e quindi è in quella sede
è ovvio che in quella sede noi dobbiamo partire da una considerazione intanto che le partecipate hanno la loro autonomia giuridica
Cioè sono a tutti gli effetti
Hanno un corpo giuridico al nuovo Stato uno status giuridico e quindi non è che noi le stiamo abolendo con questa legge continua a essere incardinate esattamente come continuare così come continuerà
In parallelo la gestione complessiva commi sarà commi commissariale il nel per tutte queste funzioni che so
In fase il trasferimento della delle funzioni non saremo così Battini
Da mettere in difficoltà i lavoratori ovviamente
I lavoratori una parte dei lavoratori saranno trasferiti quelli dipendente della Provincia saranno trasferiti alla alla dei comuni saranno trasferiti dei Consorzi saranno trasferite nelle città metropolitane
Saranno trasferiti in me in né egli struttura regionale
Asse conto delle funzioni così come trascuriamo oltre le funzioni trasferiamo i dipendenti
Per quanto riguarda un ente una
Provinciale c'è una partecipata provinciale
Occorre vedere caso per caso Palermo Energia fornisce servizi a tutti i Comuni della Provincia
Questi Comuni quando esse saranno divisi nell'aria di un libero consorzio nell'aria di un libero di un
Di un di una città metropolitana vuol dire che ci preoccuperemo di stabilire
La competenza in quota parte Secondo il numero di abitanti e di questa partecipata a carico dei due delle due
E delle due funzione oppure stabiliremo un disegno complessivo regionale di legge per tutte le partecipate ma queste cose le vediamo insieme
Partiamo partendo dal presupposto
Che un solo posto IVA vero non deve essere perduto
Perché lo la scelta
Netta di questo Governo e la difesa dei territori e dei lavoratori
Grazie onorevole
Società chiesti parlare l'onorevole Lentini
No
Rifiuto rinunce
L'onorevole io Polo
Oppure
No era sul richiamo al regolamento
Io ho Polo ma la farina formica e grazie
Il Cuccia
C'è qualcosa che è stato lasciato
Vorrei telefono
Signor presidente
Signori rappresentanti del Governo
A me dispiace che
Il disegno di legge che stiamo esaminando abbia assunto
Una piega quasi esclusivamente giuridica signor Presidente
Ho ascoltato e ho ascoltato
Anche
Con qualche meraviglia il suo accorato intervento
Che ha chiosato quello del collega Falcone
Che ha
Illustrato una tesi che io ritengo di condividere
Questo disegno di legge doveva invece assumere una valenza ben diverso ha una valenza politica sociale
Di rilancio di un ente sul territorio di un ente importante e fondamentale
E invece la confusione che regna tal sovrana sin dalle prime battute della scrittura di un testo tante volte rimaneggiato cambiato modificato incerto forse anche
Come dice
Il Presidente Crocetta per ragioni
Varie
Per ingraziarsi talvolta un gruppo parlamentare talvolta un altro per inseguire
Di desideri di alcuni è stato cambiato e modificato
Però Presidente dall'Assemblea
E sempre più ricorrente ciò che si sente dire si dice il legislatore non produce buone leggi
Il Parlamento
Quello nazionale ma quello regionale il nostro non si sottrae non produce buone leggi non sono di facile interpretazione non sono di facile comprensione incerto
Non sono di facile interpretazione non sono di facile comprensione come norma sarà non lo sarà questa
Ammesso e non concesso che venga alla fine votata proprio
Perché si tenta
Attraverso una decisione politica
Birre introdurre
Un istituto una istituzione
Che darla legge e già stata cacciata via e la volontà del legislatore si è formata sul punto delle città ah metropolitane quando si è
Approvato l'emendamento soppressivo del comma secondo dell'articolo uno è c'è poco artifizio da mettere in atto
Il comma due dell'articolo uno signor Presidente dell'Assemblea a cui il dovere di rivolgervi e lo faccio con piacere è la norma reggente
Rispetto ad una norma servente ad una norma di rinvio a cui aveva fatto riferimento alla norma reggente individuando la nell'articolo sette
Lei non potrà
Nessuno mai potrà considerare
Istituite lei Città metropolitane
Attraverso il ricorso ad un concetto implicito
Perché approvando l'articolo sette così come è stato proposto sì darebbe luogo ad una istituzione implicita
Ma la istituzione non volersi era implicita in un corpo normativo era il dal secondo comma dell'articolo uno che istituiva istituirà significa affondare
Darei inizio a qualcosa di rilevante dal punto di vista della Pubblica utilità
Che sia destinato a durare nel tempo si istituisce udente si istituisce come dice c'è
La stessa parola un istituto
Che si fonda tesi origina in quel momento
Con l'articolo sette noi non lo istituiamo
Se non con un del ricorso a questo artifizio
Che inficia la legge
Perché è l'articolo centoundici che è stato richiamato secondo comma del nostro Regolamento è chiaro ma siccome lei presidente a assunto questa decisione ha dell'impatto sul punto io non voglio tornarci ma non c'è alcun dubbio
Che noi con l'articolo sette norma istituiamo la città metropolitana noi con l'articolo sette la dei nominiamo l'articolo sette contiene la definizione di qualcosa che non è stato istituito
Non è pare a soccorrere contro questa affermazione il richiamo al sesto comma dell'articolo uno
Perché sesto comma dell'articolo uno e non ho bisogno di rileggerlo ma se lo vogliamo rileggere un istante forse e utile
Si dice che liberi consorzi quindi liberi consorzi noi nelle città metropolitane di Palermo Catania e benzina continuano ad esercitare le funzioni già attribuite alle Province Regionali
Anche con riferimento al territorio delle rispettive città metropolitane canoni sono state istituite
E quindi come può assumere le funzioni di un ente che non è stato istituito è che non potrà
Essere istituito
Perché il concetto rimane quello
Norma reggente
Norma servente ca dovuta alla norma reggente non può rivivere non può vivere
La norma esplicativa o la norma servente
Ne
Signor Presidente
Si può fare ricorso a due emendamenti di merito
Che hanno come punto di riferimento Hilla decreto dieci agosto mille novecentocinquantacinque novantacinque che non istituisce
Città metropolitane
Ma che a individuare le aree metropolitane no non in un sistema di liberi consorzi ma come
Insieme di funzioni attribuite alle Province regionali di quale era un po'di Catania di Messina
Su questo non può esservi alcun dubbio ecco perché noi non stiamo rendendo un buon servigio
Al popolo di Sicilia che si aspettava una legge valida dal punto di vista economico sociale
Che rifunzionalizzare se le Province che ad arrendersi ancora maggiormente interprete del bisogno di buona amministrazione per il buon governo che ha
La nostra terra e il nostro popolo che viene e mi conceda un minuto ancora Presidente
Che avviene
Offeso
Stamattina
Con grande meraviglia di tutti noi
Abbiamo letto sulla stampa regionale forse per la prima volta da un anno e due mesi da un anno e tre mesi a questa parte una sorta di attacco al Presidente Crocetta
A quale al quale la smentita della Presidenza della Repubblica da Denver millantatore
E io sono convinto che Crocetta non sia un millantatore in senso etimologico millantare significa moltiplicare per mille
Ciò che si dice o ciò che si fa millantatore a questa Radice
E io
Voglio capire voglio comprendere
I siciliani vogliono capire e vogliono comprendere se quello che è stato l'oggetto della precisazione da parte della Presidenza della Repubblica in ordine a quella specie di viatico che era stato com'ferito a dir di Crocetta da parte del Capo dello Stato nella sua recente visita a Catania in ordine a questo disegno di legge che aveva bisogno ovviamente evidentemente per andare avanti persino del l'imprimatur dell'incoraggiamento dà il benestare del Presidente del Presidente della Repubblica allora io desidero chiarire desidero che il Presidente intervenga in quest'Aula per chiarire il secco inferma
E lo che il Presidente Napolitano erbe abbinarle ovvero se la precisazione della Presidenza della Repubblica che dà del millantatore al Presidente della Regione secondo il presidente della Regione è il primo cittadino dei siciliani
Per rappresentare i siciliani noi da siciliano e non lo possiamo consentire non lo possiamo permettere chiarisca quindi il contenuto di quella conversazione sei c'è stata è quindi chiarisca questa ora
Se quella precisazione non andava fatta ex all'UIC conferma che il Presidente Napolitano gli aveva dato il benestare per il varo di questa legge grazie
Azione di occuparci stima l'onorevole in mano a Farina
Al
Presidente parlare dopo gola dolori o Polo è sicuramente un piacere
Anche perché credo che abbia introdotto in questo dibattito un lamento assolutamente estranea che già è stato abbondantemente chiarito perché come tale non merita neanche ulteriori considerazioni
Io invece quello che voglio introdurre in questo dibattito è una valutazione
Non solo giuridica ma squisitamente politica
Perché mi sembra che si sia centrato molto
Qualcuno lo ha anche detto il dibattito sulla valenza giuridica
Dell'abolizione del secondo comma dell'articolo uno
Però
Io nel dibattito non ho sentito
Nessuno che abbia
Considerato quelle che sono le esigenze dei territori
Non ho sentito dire i perché si stanno istituendo i liberi consorzi di comuni e non ho sentito dire neanche perché si stanno istituendo le città metropolitane
E credo che
Una risposta a quasi tre milioni di siciliani bisogna pur darlo il bisogno pur spiegare perché questo Parlamento sta dibattendo un argomento
Che riguarda direttamente alla vita di di tanta tanta gente
Io vorrei ricordare a quest'Aula un fatto molto semplice lo dico all'onorevole Musumeci all'onorevole mi oppongo
Io all'onorevole
Falcone che sono di Catania e conoscono bene il territorio di Catania
Con quale coraggio mi si viene a dire che
Le città metropolitane sono istituite per
Soddisfare l'esigenza del Presidente Crocetta
Come si può dimenticare che Catania
A un hinterland devastato da anni di speculazione edilizia dove mancano addirittura i collegamenti con il canale di gronda per cui ciò che piove
Nella periferia di Catania si riversa in piazza Duomo e crea allagamenti ma dove era la Provincia cinque anni fa dieci anni fa quando devono collegare
Delle opere idrauliche importante non lo hanno collegata dov'era la Provincia o altri enti di programmazione territoriale quando si dovevano creare per le strade di collegamento
Fra una
Periferia che è un dormitorio e che è stata Consip solo esclusivamente frutto di speculazione edilizia
Con gente che rimane intasata per ore in fila
Su strade che nessuno riesce a programmare che nessuno riesce
A sviluppare
Se si vuole andare a fare demagogia politica la si faccia però che i cittadini sappiano
Che sette degli enti territoriali si stanno riprogrammato due per dare risposta all'esigenza del vivere quotidiano all'esigenza di un po'di terrorismo che ormai visto i centri delle città svuotate
Per dare risposta la necessità di ridurre la spesa pubblica costituita da Province
Che sono state per lunghi anni inefficienti e con pochissime competenze dove sono state spiegate tante auto blu ma hanno ottenuto ben pochi risultati
Si tenga dire ai siciliani perché
Scusi onorevole Milazzo mi distrae
Perdo il filo
Mi si deve mi si deve spiegare perché si vuole estendere alla Provincia un intero territorio
Di una provincia siciliana dimenticando che la Provincia di Milano nel corso degli anni
Si è progressivamente ridotta da quest'Aula vorrei semplicemente ricordare che la Provincia di Milano Firenze e Bari
Sono state
Scorporate a Milano è stata creata la Provincia di Monza
A Firenze è stata creata la Provincia di Pistoia e a Bari è stata creata la batto Province
Cioè i territori
Che hanno perso della popolazione diventando autonomi cosa che non è avvenuto in Sicilia non è avvenuto in Sicilia perché aria il come il Calatino il marsalese
Lo stesso generoso ma prima sto evinco a per
Sono rimasto rincuorato
A volte le decisioni incomprensibile
Ecco
La Provincia
Così come è costituita
In Sicilia
Sicuramente anacronistica è fonte di spesa
Questa legge non vuole fare nient'altro nulla di più che restituirà i territori la loro
Libertà una iniziativa democratica dove i Sindaci possono gestire collettivamente dei servizi
E dove si riconosce ha delle aree densamente popolato e come le città metropolitane
Una programmazione economica esclude di struttura
Che possa favorire la mobilità dei cittadini lo sviluppo economico e lo sviluppo del territorio
Non mi si venga a dire solo di
Cavilli giuridici perché la gente non vive di cavilli giuridici ma vive quotidianamente sulle strade sui palazzi in mezzo agli allagamenti
In mezzo a
Della situazione che fino a oggi non hanno avuto la possibilità di trovare programmazione
è neanche le risorse stiamo dando delle risorse europee alle città metropolitana ben vengano perché sono risorse per i siciliani che vengono spese per i siciliani e per l'occupazione dei siciliani
Grazie onorevole Marantelli
Ha chiesto di parlare l'onorevole Grasso
Presidente
Governo onorevoli colleghi siamo animati ad un puntato alla succursale di questa
Di questa di queste disegni di legge in esame oggi all'Aula in Aula che perché l'articolo sette
Individuerei ebbe secondo alcuni lei cita metropolitana noi sappiamo e questo è il contributo e che vorremmo dare e io le rassegno prima una riflessione e poi le spiego perché
Dico li stiamo parlando di una riforma che prevede il riassetto del territorio
Mi ha sono stata contraria e o l'homo manifestato
Nelle mie la mia totale contrarietà contrarietà alla istituzioni o alla denominazione delle città metropolitane come città capoluogo di Messina Catania e Provincia ritenendo
E che non si può frantumare un territorio che non può un territorio
E diventare periferia della periferia
E che è comunque l'assetto territoriale deve prevedere coinvolgere tutto il territorio della Provincia della Sicilia
Però proprio perché vogliamo dare un contributo serio e responsabile io le chiedo molto sommessamente signor Presidente se e le sottopongo proprio questa riflessione poiché questo quesito e poi le spiego perché
Cioè lei può consentire la trattazione di un argomento e dello stesso testo che già è stato dello stesso testo di legge che già è stato trattato e mi riferisco e che oggi stiamo parlando di questo
E mi riferisco all'articolo uno comma secondo del DDL se perché se lei dice
Che può permettere la trattazione di un argomento che sta già ATO che sta che è stato già trattato andiamo avanti io le spiego perché il nostro contributo è perché potrebbe essere utile che il testo tornasse in Commissione
E mi riallaccio a quanto
Prevede lo Statuto della nostra Regione
Lo statuto all'articolo quindici ecco perché dico se lei ritiene che si debba andare avanti o se invece più opportuno che il testo possa per cui la terre ritornare in Commissione per evitare che noi possiamo che non andiamo avanti facendo strafalcioni
Lo statuto della nostra Regione all'articolo quindici comma due recita testualmente l'ordinamento degli enti locali si basta nella Regione stessa sui comune sui liberi Consorzi comunali
Dotati della più ampia autonomia amministrativa e Funari e finanziaria
Non sfugge a pertanto alla vostra attenzione che non viene menzione con riferimento alcuno alle città metropolitane che invece con l'articolo sette del disegno di legge
All'esame si tenta di istituire pertanto al fine di evitare eventuali impugnative la facoltà di questo Parlamento ci può esplicitare semplicemente con la denominazione delle aree metropolitane
Il parlamentare regionale con l'approvazione della legge regionale nove ottantasei istituzione della Provincia Regionale al titolo quattro aree metropolitane
Tentò di disciplinare la materia infatti l'articolo diciannove definisce le caratteristiche delle aree metropolitane
L'articolo venti traccia i criteri per l'individuazione e la delimitazione delle aree metropolitane
E l'articolo ventuno stabilisce le funzioni delle aree metropolitane
Oggi l'articolo sette che noi stiamo discutendo
Non fa altro che delimitare e individuare le lei individuare delimitare
Le aree metropolitane in Sicilia ma non può comportare quindi l'istituzione di un nuovo ente come invece si pensa di fare attraverso il citato articolo sette del disegno di legge in discussione
Non essendo questo previsto nel nostro Statuto quindi o noi rivediamo la il nostro Statuto donne mistico alla istituzione
Ne o rivediamo in Commissione la istituzione delle aree della città metropolitane o altrimenti a mio avviso non parliamo più di città metropolitane
Destiniamo e il Presidente della Regione in questo senso avuto delle perplessità tant'è che ha proposto alla riscrittura i altrimenti lo e parliamo di aree metropolitane comprendendo ed è limitando così com'è stato previsto nell'emendamento in discussione è firmato da beh Germana e altri e una parte dei Comuni consentendo poi agli atti agli altri di aderire e questa è Secondo me questo è un nodo da sciogliere Presidente ed è un dubbio che ripeto per chi come me crede nella istituzione della Città ammetto
Dana che comunque
Venga delimitata così com'era previsto nel nel nel decreto istitutivo delle città metropolitane
Delle aree metropolitane però noi ad a mio avviso dobbiamo sciogliere un dubbio perché se poi noi decidiamo e lei decide di trattare così e vogliamo identificare
Ed è Illy stabiliamo i liberi consorzi denominate non c'è una denominazione di città metropolitane ma non è l'istituzione di un'area metropolitana perché l'istituzione di un altro perché liste per è altrimenti noi dovremmo parlare di a di istituzione di aree metropolitane a vista e renderci a quel famoso articolo venti che lei istituiva e allora potrebbe essere corretto il percorso
Grazie onorevole Piro assolutistico l'onorevole Furio migliore
Grazie Presidente
E il dibattito di questa sera
Testimone ancora una volta se ce ne fosse bisogno qualora ce ne fosse bisogno
Che questo Parlamento quante messo nelle
Condizioni
Ora
Ha parlato in questo momento onorevole Milazzo
No no parlava grazie non parlare
Per
Dicevo presente Ardizzone
Il dibattito di questa sera
Sull'argomento importante fondamentale
è lecita metropolitane
Testimonia ancora una volta qualora
Ce ne fosse stato bisogno che quando questo Parlamento e messo nelle condizioni e comunque con la necessità
Di approfondire argomenti importanti questua Parlamento
Come
Spesso avvenuto in passato sul leggi di riforma
Fondamentali che hanno perché sono serviti e perfino di apripista a livello nazionale
A Sempre
Saputo dare
Il meglio di sé
Però
Come le dicevo quando
Queste Obama vento e messo nella condizione di poter
Espletare
Al meglio
Le proprie prerogative
E gli interventi
Che mi hanno preceduto
Di molti colleghi cito solo
Quello dell'onorevole Cordaro
E soprattutto
L'intervento dell'onorevole Falcone e successivamente dell'onorevole opporrò credo che senza
Per questo trascurare gli altri interventi importanti che ci sono stati ma credo
Che siano da considerare degli interventi che hanno portato un contributo fondamentale importante alla comprensione
Sulla
Sui limiti che a nostro parere
Incontra
La
Legge che abbiamo in discussione è sostanzialmente l'articolo sette ora si è detto caro Presidente attenzione
E lo hanno detto da più fonti anche qualificate
Che
Sia a livello nazionale
E a livello regionale il motivo per cui
Si vogliono
Si vuole istituire questa riforma e si vogliono inserire le città metropolitane perché
Sono previsti nel prossimo ponendo
Cioè nel prossimo programma operativo nazionale che riguarda
L'utilizzo dei fondi europei sono previsti dei fondi specifici per le ATER lecita metropolitana
All'occorrenza bisogna chiarire che tutti questi fondi previsti sono un miliardo di euro per tutte le città metropolitane
Allora
Io vorrei
Che il presidente audizione e i colleghi mi ascoltasse
Se
Si vuole istituire si vogliono istituire le città metropolitane per cercare di accaparrarsi questi fondi sorge subito una domanda un quesito
Non c'è più
In Italia la Costituzione
Non ci sono più tutti i cittadini uguali di fronte alla legge perché nulla assolutamente nulla si è detto finora né a livello nazionale ed ho letto in lungo e largo
Il
Provvedimento il disegno di legge attualmente in discussione a livello nazionale che debbo dire e più obbrobrioso addirittura di quello che c'è in discussione qua perché incomplete
Dire inconcludente e
Non li solvente nessuna
Delle
Problematiche si propone di risolvere se non quella di evitare il voto diretto e popolare a questo è un discorso che affronteremo come sempre abbiamo affrontato prima
Ma ripeto
Nulla si dice
Per le restanti chiare
Che non fanno parte del restante Boccuni che non fanno parte di queste istituendo i aree metropolitane come se
Ci fossero
Cittadini di serie A e cittadini di serie B ora ad errori che in tutto il mondo le arie le grandi aree metropolitane
Sono disciplinati da un ente territoriale autonomo e a se stante è assolutamente vero ma è altrettanto vero
Che in tutte al mondo accanto alle città vedo puritana questo ente territoriale specifico per la gestione dei sistemi complessi che sono appunto le grandi aree con un PATI chiamiamo le metropolitane
C'è
Sono previsti degli enti intermedi dotati di altrettante funzioni delegate
Che servono appunto a tutelare costituzionalmente il rimanente i territori quali invece
Sita mette in campo la furbata della istituzione di aree metropolitane al solo scopo di accaparrarsi
Parte dei fondi europei che altri territori non hanno o perlomeno ad oggi nessuno ci ha spiegato nessuno ha esplicitato Kobe compensare
Lei ha ed altre aree della Sicilia che non paga da parte degli altri Comuni della Sicilia cioè non farà da parte delle aree metropolitane e posto che
Non è che ci ha detto
Che
Le aree metropolitane siccome hanno un po'dove visto nel PON non potranno
Attingere alle altre misure previste come i fondi europei e siccome noi siamo
Il parlarne intorno a regionale e siamo deputati regionali di tutto il territorio siciliano da voi dobbiamo mettere in guardia i cittadini siciliani che esista perpetrando uno scippo delle risorse o perlomeno
Un accaparramento aggiuntivo di risorse per le aree metropolitane senza prevedere una compensazione composti mozione aumenta e corretta per le altre aree che non fanno parte non faranno parte delle istituendo e aree metropolitane il tutto poi serio adesso nell'l'azione compatto che si tratta di una norma di spending review cioè di revisione della spesa cioè declinato e tradotto di risparmi da introdurre
Ci fa venire il sospetto che non è più tale ma è la realtà che non essendo oggi neppure una sillaba una ben randelli poi interverrai due mesi ben più gravi
Ma intanto da democratico quale sei consentirmi di parlare a meno che le parole differiscono ma non credo ma non credo
O a meno che non sei appartenente come a Camerata Paola Farina e abbia eppure
Per
Alpini che reminiscenze che può impedire la parola
Sarà poi per gli do la parola
E allora pareva Barenghi io davvero avverrebbe stavo parlando
Allora stavo dicendo
A garantire
No e appare chiaro ormai e di tutta evidenza siccome non si dice in nessuna parte della legge non si cita neppure unico neppure una parola neppure una frase
Dedicata al risparmio il vero motivo non sia quello dita citare a discapito degli altri Leoluca Orlando che scalpita per far sciogliere questa Regione
Il sindaco bianco che dal suo lato
Brama per avere per ottenere qualche soldino in più per cercare di porre rimedio a ciò che come diceva il presidente Crocetta lo in una delle sedute dedicate
Attesta regge riferendosi a Orlando o almeno fosse stato un comunicato stampa riferendosi a Orlando che non è in grado di opporsi ai crolli e alla buona gestione del Comune di Palermo
è stata quando la Regione essendo vivo e solo quello di dare qualche soldino in più a questi Comuni sottraendoli alle altre comunità mi dovete dire come rispettiamo
La Costituzione per la quale i cittadini sono tutti uguali di fronte alla legge quindi non c'è un centesimo di risparmio non eccita
In nessun posto un centesimo di risparmio ci sono evidenti segni di che ci sarà una moltiplicazione della spesa
Come è avvenuto con l'istituzione delle Regioni negli anni settanta e come è avvenuto con tutte le leggi che prevedeva uno un decentramento io una moltiplicazione dei centri di spesa
è
L'unica cosa che alla fine traspare a parte quello che ho detto sulle aree metropoli sulle città metropolitane per accaparrarsi questi fondi previsti dal POR eh l'abolizione
Bella quaranta popolare intorno inspiegabile
Ora
Per addivenire al dunque e a ciò che si è discusso caro Presidente Ardizzone nella Conferenza dei capigruppo i dove ed è emerso
In tutta la sua evidenza non solo lo scoramento
Delle forze politiche ma è emerso lo sforamento degli uffici i quali interpellati abbiamo chiesto aiuto alla politica caro questi ente proprio per uscire da questa situazione
Di grandissima difficoltà i miei colleghi hanno spiegato bene l'improcedibilità
L'improcedibilità di parlare ancora di articolo sette di aree metropolitane dicendo che c'è una legge
Servente a monte diceva l'onorevole che opporrò che
A sopportare tutti i provvedimenti attuale nuora quello che non ha detto l'onorevole Falcone glielo dico io Presidente queste rivolta a lei esattamente a lei io la capisco
E sono d'accordo con lei Presidente che dobbiamo cercare in qualche modo di porvi rimedio a quanto è avvenuto né durante l'approvazione e confusionaria
Dei provvedimenti in quest'Aula e non certo per colpa dell'Aula ma per la
Farraginosità di dei provvedimenti che di volta in volta venivano proposti
La vera verità il Presidente
Che non presente audizione che è l'unico modo per porre rimedio
Per ripescare in qualche modo l'idea originale di cercare di istituire
Queste benedette Città metropolitane con rinvii vedi che ho detto prima cioè sapendo che sottraggono risorse alle altre aree delle delle Province
Il vero problema è che per porre rimedio noi dobbiamo tornare in Commissione e le spiego perché è Presidente Ardizzone perché altrove
Ma
Quando lei richiama il comma sei dell'articolo due lei omette
Lei omette di fare una Costituzione per comma
E è illegittimo nella parte in cui
E nella parte in cui è stata votata quella parte che non poteva essere più votata e lo sa perché non poteva essere votata Presidente addizione
Perché era preesistente alla bocciatura il comma sei dell'articolo uno che è stato approvato quindi essendo preesistenti alla bocciatura coerentemente
Sì approcciava a quanto prevedeva a quanto prevedeva l'articolo non ha efficacia quel comma sei perché insieme dalla bocciatura
Non si può più prendere in discussione perché non c'è non c'è a monte ciò che lo sostiene la Presidenza avrebbe dovuto dichiarare improcedibile la parte del comma sei
Che non teneva conto della poi c'è la dura e quindi diventa il precedente articolo sette e siccome noi non vogliamo che ciò accada le lanciamo ancora una volta la possibilità di riprendere il tutto anche informarmi
Ente rinviando in Commissione
Per trovare una soluzione idonea perché altrimenti un'altra autorità esterna
Un'altra autorità esterna provvederà a sancire quello che sto dicendo grazie onorevole Formica una pena al giorno
Allora ha chiesto di parlare l'onorevole lungi
Mi pare che sia
Grazie Presidente
Presidente Crocetta
Vede
In queste settimane
Ci siamo
Affannati
Abbiamo dibattuto
Abbiamo ragionato con credo l'unico intento almeno da chi vede la politica come
La politica del fare cioè nel fare le cose
Abbiamo tentato
Di lavorare
A una legge
Che rivedesse
Un modo nuovo dell'aria vasta
Dell'ex provincia
Cosa
Alla mancata
Pensa di lavoro tenete duro
Grazie colleghi
E mentre
In questi giorni
Ci affannava amo a ragionare
Su quello di vincere
Consorzi liberi consorzi abbiamo iniziato
Un po'di attenzione sta parlando il collega Alloni io suggerirei presidente
Presidente Ardizzone
Prego e vorrei dare un consiglio
Considerato che le due Camere in quadro da quel lato da questa parte qui soltanto le nostre lunghe sarebbe utile ogni tante qualche delle Camairago all'ATO che guardi anche da questa impasse perfette non sarebbe male
Per un patto logistico dice il mio collega Falcone mai aggiungono dotando perplesso
Spero che possa recuperare il tempo che
Ma da un anno sto esprimendo il mio concetto
E quindi ritengo ripeto
Che abbiamo lavorato
Qual è l'interesse della politica e di nove legislatore
In questo momento quello di individuare di scrivere una norma una legge
Che dia risposte
A territori che in questo momento sopra no e non riescono a dare risposte ai propri cittadine
Presidente Crocetta
Io
L'ho ascoltata
Quando è intervenuto e lo voglio ricitare perché per me questo è importante ed è la mia unica e non solo mai una delle più importanti e preoccupazione si è parlato
Che in questa legge chiaramente o qualunque essa sia comunque venga approvata nessun lavoratore
A nessun livello
Ne dell'ente
Ex enti Province Angelo io le attuali Province né lavoratori delle partecipate costituita al cento per cento con atti
Lo capisco che sto ripetendo le cose già sono state dette ma credo che sia
Come
Non era riferita a me la ringrazio collega
Quindi a ribadito che nessun lavoratore né delle Province attuali vede liberi consorzi dove sono così dal cento per cento con l'azionariato da parte dell'ex delle attuali province
Perderà
Il suo voto del lavoro è questo da un punto di vista mi
Rasserena perché il Presidente della Regione
Che
Il rappresentante in questo minuto dell'istituzione Regione e quindi rappresenta questo mondo i siciliani
Tutti
Ci mancherebbe chi l'ha votata e chi non l'ha votata di quando lei scrive quando noi qui votiamo votiamo anche per quelli che non ci hanno votato resa ancora più chiaro
Quindi lei dice questo lo dice l'un microfono avverto viene registrato ed energia dalle le capre questo da questo punto di vista lì comporta
Passiamo
A ragionamento delle aree metropolitane
Presidente Crocetta lei ha detto una cosa però io devo dire che
Non la
O compresa e la vorrei capire meglio lei dice il momento in cui un Comune che in questo minuto nella vecchia legge
Del decreto del dieci agosto novantacinque decide di non fare parte successivamente dell'aria
Metropolitana
Può con una delibera di Consiglio comunale decide di uscirsene e andare qualora ve lo votate purtroppo devo dirle che non è così bisogna aggiungere a questo una cosa importante
Dopo aver approvato il Consiglio comunale
Parrebbe avendo
Perché come in entrata e in uscita perché vorrei ricordare
I colleghi dell'Aula e anche a lei Presidente la prego non sto dicendo queste cose che voglio fare polemica la dico per poi volevano ragionando molto più importante è la prima
Voglio dirle voglio dirle questo per un motivo semplice
Quello che dico e per dimostrare questa legge
è partito non c'è
La maniera
Ma lungo il percorso ha perso pezzi
Ha perso carenatura apre solo dodici forza appreso la freccia appresso un fanale non è più la macchina che lei aveva pensato
E che probabilmente
Laura anche stravolto in alcuni suoi passaggi
Io l'ho sempre sostenuto l'ho sempre detto
Questo è l'esperienza doloroso dal mio punto di vista perché io sono convinto che
Questa norma successivamente bisogna riscriverla
Bisogna ripensarla perché sono convinto che alla fine un po'di danni lungo il percorso che lasceranno avete mia convinzione personale ma non per partito preso me ne guarderei bene
Precedente audizione non glielo dico questo lo dico anche a lei perché quella presenta lì
Da quello Scano le rappresenta i novanta gli ottantanove parlamentare che sono da questa parte
Però mi sia consentito
Una battaglia io io
Personalmente do lo personale ma so mi pare Verona presso i miei colleghi del mio partito del nuovo centro destra la farò domani mattina
L'istituenda
Poi si capirà se sarà così non sarà così
Ai a metropolitana che permetterà
Io me lo auguro auspico nell'interesse
Delle città e dei cittadini che la vivono riuscirà a ottenere
Importanti finanziamenti che arrivano da un po'come già stabilito
Invece
Assessore Valentini
Io mi auguro è la palla un eremo in può essere
Sarebbe il suo creatore il crollo su
Ed è per niente alla Regione e che il Comune che rimangono fuori da quell'area metropolitana la prego Presidente faccia finire il mio ragionamento
L'articolo
Ricerca no
Stesso sopporto stesse aiuto stessa crescita
In queste
Sicilia
Non possiamo permetterci
Un'area di
Che va a una velocità è un'aria che vanno vedeva minore perché nelle sebbene l'Italia di oggi
Il Meridione che ha avuto una marcia in periodo non per incapacità nostra ma per il suo sistema complessivo non può essere palla al piede e non possono essere le aree rimangono esterne palla al piede
Quindi sull'area metropolitana due via dal mio punto di vista rivedere un ragionamento poco più ampio perché va riscritto va rivisto il rapporto dei territori da dell'area vasta quel territorio che va all'esterno
Su questo bisogna fare una battaglia e lo ribadisco assessore Valente e presidente Crocetta per quanto mi riguarda i prossimi tre anni se tre anni resteranno due anni non so quanto resteremo cara qua dentro
Per quanto mi riguarda l'impegno è quello
Che ogni singolo cittadino di questa Sicilia
Abbia e ogni giovane di questa Sicilia abbia la stessa
Identica
Opportunità che ha un ragazzo che prescelta di Palermo perché lo voglio ricordare quali sono un ragazzo che prescelto di gruppi
O la città
Penso in un Comune le Madonie
Straordinario per bellezza
Per natura per ogni livello probabilmente anzi aggiungo non probabilmente non è certo opportunità che ha una persona che cresce in un'area più ricca che non vive nell'entroterra su questo la battaglia va fatta ed è una battaglia che io mi auguravo scusate anche al Presidente a Riccione si intesti insieme a noi e che
Lasciamo una Sicilia migliore o più figli grazie Presidente
Anzi non è una non già chiesto di parlare l'onorevole Musumeci
Onorevole assenza non è intervenuto
Come no
Ma il giudizio
Grazie signor Presidente signor Presidente del
Grazie
Il dibattito odierno
Cade
Nel giorno di Carnevale
Giornata
Si sa dedicata allo scherzo
E tuttavia
Noi ci chiediamo
Avremmo chiesto persino al Presidente della Regione
Se avesse avuto il rispetto per il galateo istituzionale
Come si conviene in questi casi ma sarebbe come chiedere un fiume di tornare indietro
Ci chiediamo se si tratta di uno scherzo o degli effetti devastanti della schizofrenia
Quando la schizofrenia arriva agli altri grave istituzionali
In questa sala si sa ci sono tanti allievi di Cavour
Ci sono tanti statistico
E c'è anche chi
Bracciante della politica si arrampica
Tentando di dare una interpretazione autonoma
Sulla scorta delle proprie modeste esperienze maturate in altre sedi
è interprete di uno stato d'animo che sempre più diffuso nella pubblica opinione
Presidente io non mi sforzerò come bene hanno fatto i colleghi dell'opposizione in particolare i colleghi o polo Falcone
Di convincere lei e gli uffici
Della
Il ragionevole norma che state tentando di volere mettere assieme
Non ci tanto neppure non ci provo perché qui se c'è una persona convinta e arciconvinta
Del pasticcio e dell'obbrobrio che si vuole creare
E proprio il Presidente del Parlamento
Né tanto convinto il Presidente del Parlamento
Che nel momento in cui l'Aula
Con un
Tradimento operato dai deputati della maggioranza di Crocetta
A affossato votando il secondo comma dell'articolo uno le città metropolitane
è stato costretto dopo qualche momento di sorpresa
A
Sospendere la seduta riaggiornato all'indomani
Presidente lei è un giurista particolarmente navigato
è un politico di grande equilibrio è un uomo di grande buonsenso per non capire
Quanto mostriciattolo ossia questo disegno di legge
Venuto fuori nel corso di questo convulso e disordinato dibattito delle ultime settimane
Ma lei ha un dovere politico
Quello di rispondere alla sua città a Messina
Che è una delle prime città
Candidate
A diventare metropoli
Ed io potrei persino essere accomunato allo stesso destino
Venendo da una gita che è stata generosissimo nei miei confronti sul piano del consenso oltre che degli affetti
Per spiegare perché io debba essere contro la elevazione a Città metropolitana di Catania
Ho con lo stesso stato d'animo di Palermo città altrettanto generosa nei miei confronti verso la quale sento motivi di gratitudine
E di debito morale e politico
Qui non siamo per fare una mozione di affetti qui siamo per prendere atto
Che c'è una legge assolutamente incappa Accebbi reggere
Su un filo logico e che pertanto bisogna intervenire per salvare il Sabatino bene
Noi riteniamo riteniamo
Che quella che lei stasera voglia operare
Sia una forzatura
Lo diciamo con tutto il rispetto e Dio sa
Quando rispetto io abbia nei suoi confronti Presidente nel linguaggio negli atteggiamenti e nella condotta
Mantenuta in quest'Aula e su questo tribune
Ma io ho il dovere di dire di richiamare la sua attenzione sul fatto che questa forzatura non fa onore al Parlamento
Non fa onore a questa stagione
Presieduta da Giovanni Ardizzone
C'è un limite ad ogni cosa
La qualità giuridica alla qualità legislativa va comunque salvaguardata sforzandoci tutti bis salvare il salvabile anche sul piano politico
Allora mi chiedo mi chiedo come può correggere lo sforzo
Di denominare una istituto sei quello stesso istituto non è stato istituito l'azienda dare un colpo di mano per un momento di debolezza venne il capriccio di un gruppo della maggioranza mi rendo conto ma e attenuto Presidente S.A. pennuto che assenza
Metterà in pregiudizio tutta l'impalcatura
Perché appare
Nella sua
Evidente incostituzionalità voglio essere più chiaro Presidente Ardizzone assessore Valenti
Qui l'opposizione non è contraria alle città metropolitane
Glielo dice un uomo che ha subito l'ingiustizia dei tre Sindaci delle città capoluogo quando era stato chiamato a gestire le aree metropolitane che erano cosa ben diversa
Qui stiamo saltando sforzandoci di chiedere di correggere il tiro così com'è concepita la città metropolitana non funziona ma non funziona per la logica della opposizione non funziona ma per un principio elementare assessore Valenti io faccio il bancario nella vita non sono come alcuni statisti in quest'Aula esperti di diritto e non l'ho neanche il tono delle certezze anzi
Mi insegue mi divora quotidianamente il dono del dubbio
Ma
Se io ho vinto il ricorso del fronte alla Corte costituzionale perché ho potuto dimostrare che l'area metropolitana veniva gestita da un ente già esistente
Tenuto conto che oggi è in discussione la città metropolitana che non è concepita dallo Statuto siciliano né poteva esserlo nel quarantasei ma è una delle articolazione dello Stato prevista dopo l'articolo quinto
Se la città metropolitana è un ente territoriale
Come fa un ente territoriale Annone essere nelle sue espressione di vertice è eletto direttamente dal popolo
Che è una norma essenziale
Con una giurisprudenza la Corte costituzionale dipenderà e sentenze
Allora come fate voi a immaginare una città metropolitana con la elezione del sindrome dopo il danno di secondo grado ma Santo Dio
Il professor Renato D'Amico Professore straordinario di scienza dell'amministrazione università di Catania
Ha scritto cose assolutamente non è edificante Presidente che non fanno onore a lei a me
E a quanti avvertiamo il ruolo e il peso della responsabilità
Non è occupa dice il professor D'Amico il decadimento che si va a consumando nella politica siciliana all'Assemblea regionale siciliana e il proliferare dei veti incrociati tra singoli esponenti
Con una riforma portata e trattata come se fosse una riforma qualsiasi
Non lo dice un uomo del centrodestra o dell'opposizione lo dice uno dei maggiori esperto di diritto amministrativo e costituzionale in Sicilia e parla di elezione di primo grado
Per le città metropolitane allora no il sulle funzioni siamo d'accordo Assessore abbiamo detto mille volte serve a razionalizzare i servizi cade economici Zare le spese
Va benissimo
A patto che i Comuni che debbono aderire la città metropolitana non capisco perché non si debba chiamare Area metropolitana va be
E
A parte che si esprimano con un referendum popolare non può esserlo Fedato alle logiche dei partiti o i soli Consiglieri comunali
E a patto che il Sindaco della Città metropolitana sia legittimato dalla base non può essere automaticamente
Il Sindaco
Che gode
Di una posizione di privilegio a danno dei Comuni più piccoli
Possiamo capire persino nel Consiglio metropolitano eletto col secondo grado ma non puoi il vertice non essere
Espressione della volontà popolare
E allora se così è il principio al quale noi vorremmo
Si informasse questa legge
Vogliamo chiedere la città metropolitana è uno strumento di coordinamento o è un governo unitario ce lo dica l'Assessore perché se è uno strumento di coordinamento
Non c'è bisogno di elezione diretta
è uno strumento basta un'associazione fra comuni
Ma siccome ho l'impressione che sia uno strumento di governo e lei me lo conferma col suo sguardo beh e naturale che se un ente territoriale il Presidente il Sindaco deve essere il Progetto avendolo popolo perché è di ostinate
A chiudermi nel fortino delle certezze
Perché
Avete avuto garanzie dal Commissario straordinario a Commissario dello Stato io mi rifiuto di pensarlo conoscendo la serietà la preparazione e la compostezza il rigore morale del Commissario dello Stato e allora perché volete affossare questa legge
Per addebitare poi la responsabilità all'opposizione o a Giovanni Ardizzone che non ha presieduto in maniera sufficientemente di leggende la sede in cui
E le
Ieri voltagabbana all'interno del gruppo della maggioranza hanno deciso di votare in senso contrario
Noi non vogliamo assolutamente essere i becchini di questa legge noi vi chiediamo soltanto
Di essere realisti assessore Valente
In Italia le città metropolitane non ci sono
Spieghiamolo ai colleghi
Non esistono in Italia e le città metropolitane se non è perché contemplate dalla Costituzione ma sul piano operativo sul piano attuativo mai una città metropolitana è riuscita a decollare e lei lo sa
Da venticinque anni si parla di città metropolitana proprio perché la materia è complessa proprio perché la materia è articolata
Proprio perché la materia rischia
Di dovere mettere in competizione la città capoluogo con gli altri Comuni è di fronte alla legge tutti i Comuni di duecento abitanti otiti quattro milioni di abitanti hanno la stessa dignità
E allora e concludo signor Presidente le chiedo scusa se sono andato oltre il tempo
A me è assegnato io vorrei ribadire la proposta che ha fatto il mio Capogruppo formiche al collega Biopolo ma anche
Colleghi Falcone e gli altri
Votate vi la legge sui liberi consorzi dei dei Comuni
Se avete i numeri votata al questa ignobile mistificazione delle leggi della legge sui liberi consorzi dei comuni condannata pure i Comuni ad una condizione di assoluta paralisi
E stralciamo il tema Città metropolitana
Parliamone fra un mese fra due mesi
Nel frattempo vediamo l'esito del disegno di legge nazionale del rio
Apriamo un dibattito con le realtà locali
E mettiamo su un disegno di legge che consenta a maggioranza e opposizione di trovare un punto d'incontro non si comprende la ragione di questa forzatura anche perché
Lei risorse comunitarie previste dal PON da quaranta a sessanta milioni di euro in tutti i sei anni dobbiamo spiegarlo alla gente di che cosa si tratta ecco
Potrebbero essere intercettate entro il trentuno dicembre e quindi se noi ci prendiamo due tre mesi di pausa io credo che non pregiudichi amo il diritto delle trecce possibili città metropolitane
A partecipare al PON metro come e previsto dalla programmazione comunitaria questo è il nostro invito questo è il nostro auspicio assessore
Valenti e Presidente Ardizzone perché lei che il Garante della regolarità dei lavori e in un certo senso della legittimità degli atti per quanto di sua competenza
Al sempre dimostrato grande senso di responsabilità anche stasera Presidente non la invitiamo ad un attimo di serenità
Perché ne va del prestigio di questo Parlamento
Salviamo quelle che è salvabile la città metropolitana può diventare una realtà se passa non attraverso un atto di forza dall'esito peraltro incerto
Ma da una convergenza serena responsabile meditata sofferta se vogliamo fra maggioranza e opposizione grazie
Signor Leone Mussumeci allora ci sono conclusi gli interventi per dichiarazione dichiarazione di voto ha chiesto di parlare l'onorevole
Onorevole assenza bisogna che no allora non le do la parola le
Per dichiarazione di voto belle già intervenuto ha chiesto la parola
Che
Mandarla via procedurale ha sviluppato tutto ragionamento interviene per dichiarazione di voto veri e l'onorevole
La pregiudiziale non è ammissibile in al dibattito aperti a discussione generale chiusa
Ne do la parola per dichiarazione di voto onorevole assenza
Presidente io non
Non ritengo assolutamente corretto questo modo di procedere lei ha ritenuto di
Rigettare la richiesta preliminare che opache o perché secondo me non potevamo a entrare nel vivo del dibattito gli articoli sette otto e nove
Lei ha ritenuto diversamente ma mi deve consentire ed esprimo la mia opera la mia opinione sull'articolo sette o non può essere espresse
Chiarelli voto lealtà dalla da chi vi sta parlando calabrese
La sua decisione mi ha fatto venire in mente un
Episodio accaduto ad amici miei tanti anni fa che
Aspettavano un bambino e avevano progettato per questo bambino chissà quale futuro avevano cercato il nome di studio da fargli intraprendere e via dicendo
Purtroppo prima della nascita severe prego un aborto cinquant'anni
E dov'è a mesi non si può allora rassegnare a questo avevano un bambino avevano un po'a uno una bambolina diedero a quella bambolina
Il nome che volevano dare al bambino
E salvo il sono per anni vissuti con questa angoscia
Qual è la bambolina lavavate perduta con la votazione sull'articolo uno nonostante questo avete rimesso un fantoccio e pretendete che questo quando ciò prenda vita che non può assolutamente prego
Detto questo Presidente
Citava troppo in ritardo
Sono intervenute le anime belle dei primi cittadini e del grandi città siciliane
A
A gettare strali su questo Parlamento che avrebbe affossato chissà quale prospettiva per la Sicilia
E noi saremmo gli assassini del futuro del Lazio Sicilia
Siccome io non mi ritengo di essere fra questi ma mi ritengo una persona che al
Al di là delle osservazioni di qualche di oscuro di questa maggioranza che interviene per criticare irrigui richiami al rispetto delle regole come se oggi non è qui fossimo al bar a discutere alla che lamenta di qualcosa
E noi stessi o invece redigendo un testo normativo un testo normativo che deve avere un suo rigore
Moggi giuridico ed il rispetto dei principi costituzionali
Prima di tutto al di là di tutto questo io ritengo
Che noi
Stiamo allegramente uscendo fuori tema
Perché è fuori tema perché lei signor presidente a ritenuto di citare lucidamente dalla sentenza della Corte Costituzionale del mille novecentonovantasei ritenendo di poter superare quel disposto perché ha detto testualmente ma non c'era la riforma dell'articolo del
Del Titolo quinto della Costituzione
Non c'era l'articolo centoquattordici così come formulato benissimo signor Presidente
Però mi perdoni lei demente ed è stata una sentenza la Corte Costituzionale recentissimo
Ladro duecentoventi del due mila e tredici
Signor Presidente questa sentenza la Corte costituzionale ha detto chiaramente
Che le città metropolitane essendo stata istituita dall'articolo centoquattordici della Costituzione commi ente territoriale intermedi
Possono essere istituite Regolamento regolamentate sono attraverso legge costituzionale
Noi oggi abbiamo questo potere costituente
No e non lo possiamo nemmeno
Recepire richiamando l'articolo quindici dello Statuto perché l'articolo quindici dello Statuto con buona pace dal Governatore progetta non prevedeva né poteva prevedere le città metropolitana
Nonostante queste oculato col nome quel quanto a ciò che genera abolite già era abortito all'articolo uno vogliamo Aldo nuovamente a verificarlo
Contravvenendo anche a un preciso dettato recentissimo dalla Corte costituzionale che ha bloccato
Il legislatore nazionale leggendo con legge ordinaria con decreto legge dei collegi dei conversione voi non potete toccare questi organismi che sono qui sono dati garantite dalla Costituzione nelle Province né
Le città metropolitane vanno le
Continuiamo allegramente
Su questo
Dimenticando che poi il legislatore siciliano del passato purtroppo non nell'attuale
Era stato anche in questo senso precursore di modernità
Perché le aree metropolitane come è stato già ricordato erano state introdotte erano state introdotte prevedevano
Ventisette dei comuni della provincia di parlare di Casey Palermo aspettando in quella di Catania Messina cinquantuno
Queste aree metropolitane ricordava il Presidente Musumeci poco fa avevano
I stavano sviluppando loro funzioni e anche in quel momento erano ostacolati anche allora dai sindaci del delle grandi
Delle grandi città
Che oggi ci vogliono rimproverare come dicevo all'inizio mistificando che attraverso questo nostro atteggiamento no infrangere Palermo precludere i finanziamenti europei cosa assolutamente falsa
Perché
Le prospettiva dei finanziamenti europei vero che parliamo di aree metropolitane non tanto di città
Ma riguardano nell'oro complesse come linea ispiratore interventi che riguardano
Vaste zone del territorio è
Popolazione in quanto più numerose possibile
Tant'è vero che è una di queste anime belle che ci crede Gava contemporaneamente
Hanno in Java nasce da tempo ristretto del sud est
Giustificando questa era la signora proprio con la prospettiva di recuperare per la zona del catanese del siracusano e anche del ragusano la una possibile data verso questa
Liberazione del distretto adesso teste la possibilità di recuperare progetti progetti e di vedi presentare progetti di vasta portata che potessero attrarre
Questi
Dei finanziamenti
E europei
E allora mezzi le aree metropolitane Presidente non sono mi perdonerete ma non sono
Delle scelte da affidare alle maggioranze variabile dei Consigli comunali
Le città metropolitane alle aree o vorrebbero poli Dunn hanno la giustificazione che parte dal principe al cosiddetto principio dell'accordo urbanizzazione
Cioè sono quelle città che si sono allargati a dismisura
E dove comuni dell'hinterland che prima erano del lago dei Comuni autonome sono diventati dei Comuni addormentare collegati alle città metropolitane quindi uniti dallo stesso dallo stesso interesse dalla stessa problematica
Dalle stesse tre anche in materia e dei trasporti dei disservizi o di quant'altro ed è questo che si mette insieme in comune
Poi Presidente vogliamo continuare in queste sale
Ma noi abbiamo approvato quell'articolo uno che lei interpretate alla maniera volendo approdare va bene mentre l'articolo uno e abbiamo detto che libere Consorzio dei comuni
Sono inizialmente nove ed è in questi nove delibere guardarsi dei Comuni fanno parte i Comuni che facevano parte per ciascuno del
Dei delle origini delle originarie Province delle attuali province Province siciliane allora
Ora con l'articolo sette che vogliamo dire invece alcuni di questi comuni più quelli individuati dalla legge istitutiva dell'AREMOL napoletana
Faranno parte delle città metropolitane
Ci aggiungiamo contraddizione contraddizione con l'articolo uno è approvato e vigente anzi se verrà approvato la legge in questo testo con l'articolo sette vediamo una
Ulteriore
Inammissibile presenta contraddizioni
Non possiamo procedere in questo modo io pongo una questione di principio Presidente all'Aula per procedere dignitosamente nei lavori deve avere ma mano che si approvano i vari articoli il testo così com'è stato approvato dall'Assemblea
Perché noi non possiamo continuare ad avere davanti agli occhi i testi originariamente sono stati stravolti in sede assembleare io ho chiesto agli o per gli occhi di giustamente medico
Noi abbiamo ora appoggiando ora non possiamo fa
Ma lavorare quasi insigni
Che ha proprio rischiare che ogni articolo
Perché in ogni articolo introduciamo una disposizione che è in contraddizione con quello
Che abbiamo approvato perché abbiamo approvato poco in in precedenza
Dopodiché
Evidente
Non me ne vogliano gli amici della grande aria ma che così facendo introduciamo
Un rischio di avere due Sicilie
La Sicilia dei grandi centri Brasilia delle piccole province della miriade di comune
Il resto sarà
Purtroppo costretta ad
Le maniere indietro e sempre più emarginati Presidente io pacatamente in piedi
Veramente
Non portiamo avanti questo disegno di legge che non so se passerà il vaglio del Commissario dello Stato ma che comunque non passa sicuramente il vaglio di ed era caratterizzato una norma cioè quella di essere rigorose
Coerente logica e soprattutto deve affrontare e risolvere i problemi dei siciliani grazie
Grazie onorevole assenza intanto comuni dove chiesto congedo per la seduta odierna all'onorevole vinciullo l'Assemblea ne prende atto
Onorevole assenza lei ha richiamato una recente sentenza
A supporto del ragionamento che lei ha svolto che la sentenza duecentoventi del due mila tredici
Ha detto giustamente che questa sentenza dichiarava l'incostituzionalità che istituiti istituiva le Province sostavo sopprimeva alle Province per chiarezza
E quindi un riordino complessivo quindi anche delle città metropolitane però sul presupposto procedurale che era stato fatto con decreto legge con De Grazia l'emergenza non con legge ordinaria no in questo momento come Regioni Sicilia e che abbiamo una competenza esclusiva stiamo operando con legge con legge ordinaria
Poiché condivido con lei
L'altra questione che occorre un coordinamento ma già l'ho detto in Conferenza dei capigruppo fra l'articolo uno nell'articolo sette che
Eventi si voterà nel caso in cui
Si voti perché è giusto che la legge sia omogeneo su questo ribadisco che occorre la collaborazione di tutta l'Aula perché se l'Aula si pronuncia per l'istituzione delle città metropolitane è giusto che tutti si confrontino ai fini di aver
Una legge non dico di ottima qualità Maria almeno sia accessibile buona qualità mi suggerisce l'onorevole Fucci grazie
E allora per dichiarazioni di voto ha chiesto di parlare l'onorevole Milazzo
Rinuncio
Corrente l'onorevole Cracolici Presidente della Commissione
Quindi come ultimo
Con il Presidente della Commissione fino alla
No no
No no perché sarò rinuncio struttura fa parte no però no volevo soltanto visto che sono stato anche sollecitato
Prima vorrei ricordare che noi in realtà con questa norma che andremo a votare
Stiamo semplicemente
Restituendo
Ciò che
Da oltre vent'anni
In questa Regione si era pensato di fare e non si è riuscito ad attuare
Perché l'istituto della
Area metropolitana all'interno delle Province Regionali e fu un istituto introdotto dalla legge nove
Ben prima
Che venisse istituita la Città Metropolitana nell'ordinamento dello Stato
E quindi questa Regione ogni tanto può accampare dei meriti diciamo di innovazione
Istituzionale avendo in
Previsto un organo di area vasta ma che è stato previsto sulla carta eccesso dopo trent'anni
Quell'organo non ha avuto attuazione al di là poi del chi ha determinato questo fatto se sono stati i sindaci
Delle grandi città o se sono state i Presidenti delle Province dove operavano le grandi città il risultato che dopo trent'anni siamo Stati ad un
Ipotesi di scuola che non ha avuto alcuna attuazione
Con la norma che andremo a fare la Sicilia conoscerà un organo diaria basta
Chi è all'interno dei liberi consorzi sarà specifico per le grandi aree urbane di Palermo Catania Messina e dei territori cosiddetti di
Connessi a queste tre grandi aree metropolitane
E allora binocolo considero questo un successo di questa legislatura a differenza di molti deputati che stanno rappresentando questa legge io capisco che si possono avere opinioni contrarie
Ma rappresentare questa legge con livello di confusione con la quale spesso si dà l'idea di una babele di parole babele di interpretazioni di una legge che in realtà e di una semplicità
Estrema
Estrema
Primo abbiamo istituito i liberi consorzi e abbiamo superato le Province piaccia o no
Siamo la prima Regione in Italia
Primo
Al di là dei tanti
Bagarella
Tanti Parolari
Mi faccia parlare Presidente
Che
Coloro
Arare ma con l'ICE
Lei Presidente della gogna siamo l'unico
Parlando
Sua parlando nella qualità di chi ha lavorato in Commissione per portare un testo che tenesse insieme cosa
Scusa politica vi prego di essere senza
No non c'è bisogno perché non diciamo pubblico ma non è che diciamo noi non siamo a quei livelli
Quindi la prima questione queste noi stiamo introducendo una novità istituzionale in un sistema ISEE ordinamentale in cui questo Paese ancora siamo diciamo nelle nebbie secondo ripeto stia amo istituendo le città metropolitane
Come organo di Area Vasta
Qual è
Piuttosto dibattito del riscritture la
Tra l'altro
Tra l'altro tra l'altro
Questa novità che sta
Dunque voteremo mi auguro fra qualche minuto è contenuta in alcuni emendamenti dei colleghi di quest'Aula che sostanzialmente dice una cosa ovvia il testo prevedeva uno schema
Partiamo dalle città
E nei sei mesi li integriamo la città metropolitana con i Comuni dal decreto del mille novecentonovantacinque
Il dibattito d'Aula le ragioni politiche perché qui stiamo costruendo una legge
Sulla base anche di un quadro e di un riferivo un orizzonte
Fondi dico
Abbiamo ribaltato quel modello prevedendo
Che lei cita i Comuni previsti dai decreti dal novantacinque costituiscono la città metropolitana e nei successivi sei mesi avranno la possibilità di decidere di uscire e far parte invece di un libro Consorzio
Cosa è tutta si fa confusione cosa si sta rappresentando fuori da questo dibattito
Io credo che è una norma di buonsenso una norma innovativa c'è
Questo è solo il primo tempo perché gran parte delle novità che saranno necessari a determinare
Occorrerà fare una legge in cui saranno definite funzioni saranno precisati le risorse le disponibilità umane tutto questo è in divenire ma oggi stiamo mettendo come dire stiamo mettendo su il primo mattone Bellar rifarla ma dell'ordinamento degli enti locali in Sicilia chiudo Presidente
Lo dico ai colleghi
Uso una battuta che è stata usata nei miei confronti qualche qualche giorno fa
Io non vorrei che continuiamo ancora sentirci nella giungla a combattere come gli ultimi samurai
Nel senso che
Stacca avviando costato
Fra qualche mese si discuterà in questo Paese viscerali chiare il Senato
Così come l'abbiamo conosciuto
E noi ancora siamo attardati
A discutere di un ordinamento dello Stato
Ed è l'amministrazione
Sede nell'amministrazione
Che è è sostanzialmente come se fossimo prigionieri
Onorevole Salvatore io non solo la sento ma ho difficoltà a comprendere avrei con la signora che
Stiamo cambiando lo Stato si stacca avviando lo Stato e noi siamo lì a difendere il passato come se in passato fosse
Un prato verde con i fiorellini rotti e giallo
Lo Stato che abbiamo ereditato onorevoli colleghi compreso questa ragione non funzionava da
è chiaro ora cambiamo locali o saremo cambiati tutti assente o saremo mandati copiata
Ecco perché
La sfida è cambiare
Badate
Non chiudersi a difesa del fortino
Di un passato
Che personalmente loro nulla da difendere
Grazie onorevole Cracolici
Allora
Un po'di attenzione
Passiamo
Ai voti insieme all'articolo sette del fascicolo fascicolo bianco
No non è ammissibile la pregiudiziale lei sa perché perché già mi sono determinato levi presenta una pregiudiziale per lui non procede
Ma assolutamente non superata
Superato è onorevole Formica eludere che insistete sempre sulla stessa questione
Onorevole Formica
Capisco io l'ostruzionismo capisco l'opposizione però
Rito ritorniamo ritorniamo sempre a discutere delle stesse questioni
E allora
Poniamo in votazione prima gli emendamenti soppressivi dal sette tre
Che
Non ho capito
Prima Affari dichiarare quali emendamenti stiamo ponendo a votazione sette tre sette dodici sette quarantasei sette quarant'da sette sette cinquantuno
Anche il sette uno che prevede la soppressione del secco del
Del primo comma
Sette tredici
Allora onorevole fiducia cosa diceva lei
Richiesta di voto segreto da parte dell'onorevole fiducia verifichiamo
Se appoggiato
Verifichiamo se appoggiato c'è una richiesta di voto segreto
è appoggiato
Chi vota a favore della soppressione vota verde chi vota contro vota rosso
Non ho capito regole
Non la sento ora Germana
A ridire il suo va bene ma resistono agli altri
Cioè sono cinque di identico contenuto c'è assenza che vale per tutti che non ridire
Va bene allora dichiaro aperta la votazione di Vodafone la soppressione vota verde chi vota contro o da rosso
Dichiaro chiusa la votazione presenti settantuno votanti settantuno maggioranza trentasei ore diciassette conta cinquantatré l'Assemblea non approva
Scusate questa
O una serie di
Michel mentalmente gli una volta tolgono qualche città coi quali altre volte aggiungono
Io andrei avanti direttamente al sette
Cinquantadue come
Allora lì sono ritirati questi grazie sono ritirati andiamo
Ore ore greco
Lei non lo ritira
Vediamo vuole il suo qua
Lei non è a emendamenti
Quelli che il mio inglese rimane ha tolto Catania Messina lascia solo vale
Prego
Allora
Allora c'è l'emendamento onorevole Gregorio sette punto otto al comma uno sopprimere le parole Catania emessi
Silenzio che può parlare
Voleva individuare il suo emendamento
Siccome
Grazie Presidente Presidente della Regione assessore onorevoli colleghi siccome viene abituati che io intervenivo sempre
Sì meravigliava no però e chiaramente facendo un emendamento mi sembra corretto che
Uno resta fedele al
Al problema andamento anche perché
Ho sempre
Sostenuto che la Sicilia tre città metropolitane
Non Covelli ci arriveranno in faccia
Non appena noi approveremo questa legge con tre città metropolitane se mi daranno tutti in faccia ma voglio ricordare che in Europa esistono o sono dieci città metropolitane
Tema ad investire andiamo a guardare ma quasi poche o questionando abbiamo fare Enna pure gettava agropolitano ma stiamo facendo il leader guardate che questo è un emendamento di buonsenso io vi voglio convincere a votarlo e quindi lo mantengo e chiedo la votazione segreta
Ora c'è una richiesta di votazione segreta vediamo se appoggiata
C'è una richiesta di voto segreto chi appoggia la richiesta di voto segreto
Un attimo un attimo di pazienza
Un attimo di pazienza per vedere se appoggiata
Sette
Come momento così avremo
Allora verifichiamo
Verifichiamo se appoggia la richiesta dell'onorevole Greco di voto scrutinio segreto e appoggia
Allora è in votazione gli altri sono ritirati l'emendamento dell'onorevole
Dell'onorevole Giovanni Greco
Che prevede la soppressione delle parole Catania e Messina di fatto rimarrebbe Città metropolitana solo la città capoluogo la città Palermo
Onorevole Cracolici dei non vorrei che da palermitano posso
Chi vota a favore vota avervi chi vota
Chi vota contro voto rosso dichiara dichiara aperta la votazione
Dichiaro chiusa la votazione presenti settantatré vuole votanti settantatré maggioranza trentasette favorevoli venti contrari il cinquantadue
Però con la massima franchezza io debbo dire che su questo emendamento attenzione dobbiamo dare atto
All'onorevole Gregorio ha posto un problema che già in sede nazionale era stato posto perché nella prima stesura
Scusate
No non c'è
La prima stella su ora
Del
Disegno di legge ed ero qui io
Questo non lo possiamo dimenticare era prevista
Una sola
Città metropolitana la città di Palermo debbo dire che questo
Pericolo tra virgolette è stato scongiurato vedo nell'intervento e per la convinzione che c'è stata anche in sede nazionale ma questo serva la
Cosa verrà aggiornamento che supereremo eventualmente gli ostacoli che sono stati sollevati in in questa ora sulla incostituzionalità stazione
Allora abbiamo il sette undici primo firmatario l'onorevole Alongi lenti ha personalità giuridica gli uffici mi suggeriscono che
Gli enti aggiungere dopo città metropolitane hanno personalità giuridica di diritto pubblico zero va bene onorevole Alongi quindi ecco
Il parere del Governo
Favorevole
Ritirato
Ritirato perché
Le gli enti hanno personalità giuridica di diritto pubblico si sta rafforzando il ragionamento
Favorevole favorevole la Commissione favorevole col parere favorevole la Commissione e Governo con le votazioni che poi si dota sia del Parlamento approva
Grazie cinquantasei sette quaranta del sette cinquantatré russi
Il comma due è inammissibile perché già abbiamo istituito andiamo allora
Al sette cinquantadue allora poniamo in votazione la prima parte del sette cinquantadue di identico contenuto del sette e quarantacinque
La seconda parte che riguarda parlo della seconda parte il Sindaco del Comune capoluogo assume la denominazione di Sindaco metropolitane il Consiglio metropolitane costui
Ho dei Sindaci dei Comuni appartenga la città metropolitana è rinviato all'articolo otto quindi
Quando tratteremo nell'articolo otto tratteremo pure
Questa parte seconda parte del
Dell'emendamento a firma Germana darsena Alongi Cascio Fontana vinciullo Picciolo giudice TAR Mario Greco Marcello e forse se Marco
Allora
Il Governo
Governo favore allora e qual è la Commissione favorevole col parere favorevole della Commissione dovrebbe del Governo pongo in votazione chi è favorevole signor Ludovico Tosi anzi Parlamento approva
Allora
Allora si vota l'articolo sette così come emendato chi è favorevole resti seduto contro si alza il Parlamento approva allora onorevoli colleghi per chiarezza
Laura è rinviata a domani sta stasera sono state poste delle questioni di coordinamento delle questioni anche di incostituzionalità
Gli uffici è chiaro che faranno un
Un esame
Quello che è chiaro con la votazione di stasera che comunque
Sono istituite alle città
Metropolitane il gol erano ha presentato io di questo lo ringrazio anche perché è venuto incontro già in Conferenza dei capigruppo una serie di emendamenti di riscrittura sostitutivi ma vedremo in corso d'opera come
Bilanciare questi emendamenti con gli emendamenti che già sono depositati e sono
Nel
Fascicolo allora Laura è rinviata a domani alle ore sedici
La seduta