04MAR2014
intervista

La situazioni delle carceri. Intervista a Gian Luigi Gigli sul messaggio alle Camere del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 4 min 10 sec

Player
"La situazioni delle carceri. Intervista a Gian Luigi Gigli sul messaggio alle Camere del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano" realizzata da Giovanna Reanda con Gian Luigi Gigli (deputato, Per l'Italia).

L'intervista è stata registrata martedì 4 marzo 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Amnistia, Carcere, Diritti Umani, Giustizia, Governo, Indulto, Parlamento, Presidenza Della Repubblica, Riforme.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Onorevole Gigli il dibattito sul messaggio del Presidente della Repubblica poi invece alzato il messaggio sulla relazione dalla Commissione giustizia
Sul ostaggio del Presidente La Repubblica ormai a cinque mesi sono stati due enti
Insomma come dire
Passaggi difficoltosi
Intanto abbiamo sentito che lei sarebbe favorevole a un provvedimento di clemenza
Questo non si può esattamente due versioni così per agli altri esponenti dei gruppi parlamentari che abbiamo sentito insomma secondo lei che cosa succederà perché poi male
Già molto vicino sul tutti i giorni ma io credo che il realismo il buonsenso vorrebbe
Che
Il provvedimento di clemenza alla fine si facesse
Che il rischio di entrare nella procedura delle azioni di
Risarcimento diciamo è un rischio troppo grande per l'Italia dopo la sentenza Torregiani
Allora
Io non è che sia un
Convinto sostenitore dei provvedimenti di amnistia così
Ma quello che dico è che si accompagna anche come in questo caso è accaduto perché è vero che son passati alcuni mesi mamme che siano passati invano questo fronte c'è stato il decreto sulla carceri
C'è stato il passaggio diciamo nelle prime tre righe duratura adesso siamo di fronte alla terza norma iniziale tra breve della delega al governo per quanto riguarda appunto il riordino delle pene
E questi due ambiti diciamo l'intervento certamente hanno permesso di potenziare il ricorso alla
Detenzione non carceraria ed il ricorso anche alla individuazione di penne alternative benedico amministrativo sostanzialmente di servizi sociali rispetto
Alla alla stessa pena
Sentiva anche non carceraria ecco
Detto tutto questo quindi
Se
Il tempo la cogenza diciamo richiederà un intervento per quanto riguarda l'amnistia questo non è
Ripeto da demonizzare
Probabilmente potrebbe avere anche effetti positivi di altro genere perché potrebbe
Diciamo azzerare un po'di lavoro anche giudiziario e soprattutto potrebbe dare un risoluzione
Definitiva al problema se quegli altri provvedimenti che abbiamo portato avanti funzionavano bene che se in parallelo
Tremava ti anche il i piani dell'edilizia carceraria quindi ripeto non sono un folklore tout cour della amnistia ma certamente
In questo specifico momento essa può tornare utile e può anche contribuire ad una risoluzione non tampone ma definitiva del problema
Quindi lei dice anche rispetto per esempio alla a togliere il lavoro dalle scuserete scrivanie dei magistrati
Beh c'è l'amnistia di per sé appunto estingue anche nei processi insomma in corso per quanto riguarda i reati amnistiati no e quindi
è chiaro che alleggerirebbe il carico delle sedi giudiziarie
E questo potrebbe portare effetti positivi anche per quanto riguarda l'ambito appunto dell'attesa voglio gli altri processi che è un altro elemento
Di inciviltà dell'altro è un sistema agricolo la ringraziamo ed è anche
A questo aggiungerei anche l'altro di cui pure ho parlato in Aula che quello dell'abuso o dell'uso eccessivo si preferisce della carcerazione preventiva
Che è uno strumento che troppe volte in questo Paese è stato utilizzato per
Estorcere confessioni ottenibili dell'azione o comunque è stato utilizzato almeno per ricercare proprio non ce l'aveva
Cioè la questione appunto che provvedimento sulla custodia cautelare al Senato
Lì lì
Provvedimenti diciamo sono Nino anello facilitare da far correre bene non possiamo pensare però finché non è un sistema monocamerale di
Arrivare ad un Paese nel quale noi ci prendiamo tutto e ci saranno sicuramente le sue chiaramente non è proponibile
Grazie all'educazione Mariolina