05MAR2014
intervista

Intervista a Salvatore Tito Di Maggio sull'attività della Commissione Parlamentare Antimafia circa la presunta trattativa Stato - mafia

INTERVISTA | di Massimo Bordin Radio - 11:00. Durata: 41 min 20 sec

Player
Salvatore Tito Di Maggio è fratello del magistrato Francesco Di Maggio, vicedirettore del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria dal 1993 al 1994.

"Intervista a Salvatore Tito Di Maggio sull'attività della Commissione Parlamentare Antimafia circa la presunta trattativa Stato - mafia" realizzata da Massimo Bordin con Salvatore Tito Di Maggio (senatore, Per l'Italia).

L'intervista è stata registrata mercoledì 5 marzo 2014 alle 11:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amato, Carcere, Casino', Conso, Cosa Nostra, Criminalita', Di Maggio, Di Matteo,
Economia, Epaminonda, Fiandaca, Giornali, Giustizia, Interni, Investimenti, Italia, Libro, Mafia, Magistratura, Melluso, Milano, Ministeri, Monti, Parlamento, Penale, Pentiti, Politica, Procedura, Riciclaggio, Scalfaro, Sequestro, Sicilia, Stampa, Stato, Terrorismo, Vaticano, Vienna.

La registrazione audio ha una durata di 41 minuti.

leggi tutto

riduci

11:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo della Commissione parlamentare antimafia
E
E di un suo membro di quelli in questa legislatura un parlamentare fra l'altro che per la prima volta
Stato
Lettura senatori il senatore Di Maggio di
Eletto con la lista di scelte civica e poi ore a nel gruppo di Popolari per l'Italia
Che e membro della Commissione parlamentare antimafia che questi a legislature presiedute verosimili ma nella legislatura precedente in quanto
Secondo non era ancora parlamentare
Si è praticamente per tutta la scorsa legislatura e anche una parte di quella ancora precedente occupati della vicenda della trattativa con una serie di audizioni molto importanti
Che poi hanno addirittura con una
Con una prassi che non si era mai così direttamente verificate sono stati poi travasate riceveremo
Dentro un'indagine che poi ha apportato al processo che attualmente si svolge di fronte alla Corte di Assise di Palermo
La questione che ci porta ad ascoltare il senatore di maggio
è una questione che riguardante un
Rapporto di parentela molto stretto perché
Di maggiore un imprenditore detti
La Puglia lavorava nelle lavora ancora e credo che la sua prese nelle distretto di di materia
Anche
Avendo delle responsabilità a livello proprio di
Diciamo di rappresentanza della categoria dei distretti industriali e quant'altro
è però fratelli procuratori Dima
Procuratore scomparso
Ma che
E più volte evocato okay proprio nella vicenda della trattativa come vice direttore del DAP ai tempi della
Ministero con il suo del Ministro Ponzo
Alla giustizia quindi c'è questa
Da un lato questa sua immagino anche
Difficoltà imbarazzo ma anche la possibilità è che ipotizzare alla Commissione antimafia della quale far parte
Una serie di contributi del tutto significativi su questa complicata vicenda nere in stretto contatto con il suo frutti
Masiero da un rapporto molto stretto quindi conosco molto anche perché c'è una differenza di età fra me e mio fratello di dodici anni
Quindi diciamo che mio fratello mi ha un po'condotto anche nel mio Corso di studi
E non dimentico di aver scelto giurisprudenza Daloui
Suggerimento suo di aver fatto una prima
Tesi di laurea sulla illiceità o illegittimità del patrimonio mafioso onere della prova col professor Candian
E quindi diciamo
Ho vissuto molto da vicino in modo molto partecipato l'esperienza lavorativa di mio fratello suppletive viene biglietti mio padre era un maresciallo maggiore dei carabinieri sì quindi io sono nato in una caserma dei Carabinieri
Ha deciso di adozione a Barcellona Pozzo di Gotto trincee il giudice tributario Barcellona Pozzo di Gotto non è una cosa non è un paese
Che non ricorra in questa anche in questa indagine documents ci ricorre molto spesso è tra l'altro voglio dire con una con con indagini molto accurate si dice anche che mio fratello sia nato a Barcellona Pozzo di Gotto che invece sono io che sono nato persona adesso dico
Sente
L'altro su sul vostro patrimonio e scegliere Biglieri riusciti a fare visto ieri tutti e due potuti entrare ad una che è la sola critici tanti
Senta lei naturalmente si è si è fatta si è fatta da sulle cifre sull'idea di tutte
Di tutta questa vicenda
Suo fratello ed è un magistrato che ha anche rischiato molto nel nella sua vita perché per un certo punto è stato di
Stime ad un incarico all'estero proprio perché che poi il classico incarico al quale vengono destinati magistrati che hanno
Dei seri problemi
Di minacce subite quindi assolutamente un magistrato di prima linea
Fra l'altro
Si è occupato di pentitismo nel momento diciamo pionieristico dell'applicazione del meccanismo del collaboratore della collaborazione di giustizia
Hai mafiosi ai alla malavita comune piuttosto che i terroristi in due casi
Opposti ma significativi da un lato
In una meno un aspetto del processo che vedeva imputato Enzo Tortora full unico magistrato dell'accusa a non ritenere credibile Gianni nel lusso
Dall'altro costui un processo rimasto memorabile sul
Basato sul pentimento di un grossissimo malavitoso siciliano trapiantato a Milano il catanese Angelo il panino onda tutto il tribali processo
Del vino davvero memorabili drammatico processo di mafia Milano sovietici dieci
E dunque inquinando sono le indagini anche più importanti sulle dalle quali prendono le mosse anche molti delle
Delle indagini che sono tuttora in corso perché
Io ho memoria del processo che riguardava
I speriamo sequestro e confisca dei beni di Monti Virgilio che insomma dovrebbe raccontare qualcosa nella storia economico-finanziaria che dal partiva da quel momento
Della degli investimenti dei capitali mafiosi
Ha senza dubbio c'è poi tutta una serie di ieri che riguardava un importante che si nomi per eccellenza tutti i casi no perché poi ci fu il blitz di San Martino sempre
E che riguardava che riguardava la chiusura di tutti i casi no all'epoca furono chiusi tutti casino d'Italia dove transitavano essi ripuliva né insomma i denari
Delle attività illecite
Insomma quindi un magistrato di prima linea che è un certo punto viene a trovarsi in una situazione per cui
Adesso viene ritenuto invece uno dei pilastri di questa trattativa fra lo Stato della mafia e lei cosa ricorda delle nomine di suo fratello al da Previti il
Beh innanzitutto mi preme dire una cosa perché non vorrei in questo momento particolare di grandi mistificazioni vorrei che fosse ben chiaro un dato
Io la mia relazione al rispetto a quanto ero a conoscenza di quegli anni e di quegli accadimenti l'ho fatta all'allora Presidente Pisanu ed è agli atti della Commissione antimafia della passata legislatura
Di tutto quello che riguarda la trattativa rispetto alle conoscenze che ho in qualità di commissario della Commissione antimafia attuale presieduta dalla Presidente Bindi
Io non
No non farò parola tenuto come sono al
Segreto delle attività
Non posso però dimenticare di essere anche parte in questo processo perché io sono teste sono stato teste al processo morire sono teste al processo
Della trattativa
Ciò detto insomma di quegli anni e di queste cose o conoscenza diretta
A differenza delle conoscenze per Renato che diciamo tengono in piedi questo tengono in
In piedi questo processo
Per la nomina di mio fratello so che fu nominato
Al da tra perché si come dire portava a esaudire mento una volontà che fu di Giovanni Falcone
Il quale Giovanni Falcone alla dottoressa Ferraro aveva praticamente detto che il modo per poter far terminare quello che era grande Otello l'Ucciardone così veniva ricordato per
La capacità e la possibilità che esponenti importanti della mafia potessero continuare a gestire il territorio attraverso
Anche la loro detenzione
Fosse messo fine insomma questo regime di libertà nel quale comunque i detenuti per reati mafiosi potevano usufruire all'interno delle carceri e per
Far cessare questo
Questo sistema si aveva immaginato che la persona adatta per poter
Andare a gestire il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria fosse mio fratello
Su questa diciamo su questa intuizione si arrivò alla nomina nomina molto discussa perché vi si dice
Che non avesse che mio fratello non avesse i requisiti per poter
Assurgere a quell'incarico rilevo semplicemente che nella pubblica amministrazione molto spesso accade che si venga nominati ad incarichi per i quali non essendoci requisiti vengono
Come dire
Creati se letta viene creata al momento ne cito uno per tutti voglio dire noi abbiamo avuto l'esempio più eclatante la nomina del presidente Monti al Presidente del Consiglio attraverso la nomina a senatore a vita
è un esempio Silvio Lehman requisiti ovvero rende l'idea rende veramente molto l'idea ma tanto per dire una cosa era rimanere invece nella fattispecie Nicolò Amato subito la stessa lo stesso trattamento Nicolò Amato non aveva i requisiti
E nel momento in cui fu nominato gli fu conferito l'incarico credo alla Presidenza del Consiglio tale che lo potesse mette nelle condizioni di andare a ricoprire quel ruolo che diciamo la stessa procedura fu utilizzata per lo faccia
No ma l'accusa stupisce perché in realtà la nomina dico non tanto dal punto di vista dei requisiti che viene poi sanata da Loris D'Ambrosio che con la sua esperienza
Mettere abbigliamenti nero su bianco qualcosa e che possa
Tutto garantire un
Un percorso lineare della
Della nomina ma la questione che
Può incuriosire queste suo fratello aveva
Innegabile una fama di magistrato gara assolutamente attento alle garanzie scrupoloso però anche molto decisionista molto attivo
Siamo noi ad aver munto della Rete Uno su duro ecco
In realtà e qui forse sì perché poi
Nulla nascere del tutto dava ad al vuoto
Una volta che viene in qualche modo
Portato alle dimissioni è ammalato
C'è sicuramente una pressione dei cappellani carcerarie
Dello stesso Presidente della Repubblica Scalfaro
Che di fronte un clima in cui Falcone agli affari penali costruisce il quarantuno bis
Martelli gomme e ministro aveva in realtà già proposto delle misure sulla questione del
Preclusioni in carcere piuttosto che in infermeria dei mafiosi all'Ucciardone quindi la questione era maturo la logica che si dicesse bene allora a questo punto deve andare bene di maggior metter mano
A questa questione cena però cena anch'io tutta la componenti diciamo cattoliche
E
Cappellani in carcere ruotano votano moltissimo
Che era anche un po'preoccupata di tutto questo dice non è che adesso quasi messaggi sismici si rovina un lavoro che abbiamo fatto vedere anche una preoccupazione giusta non cacciatore non è il regime del quarantuno bis non è un regime del generoso non è leggero non riguarda però tutti carcerati però la preoccupazione era che vi fosse un giro di vite che poi dobbiamo a tutti
Allora che cosa succede che effettivamente è molto probabile che ci siano stati pressioni dell'ambiente elettori non viene messo a premiale dirigere il gatto dopo dicono Amato un
Procuratore però del Trentino Alto Adige e quindi da una Procura tranquilla persone che si era segnalare soprattutto perché persona Pia
Molto l'oratorio il dottore gabbiotti molto ben visto dalle gerarchie ecclesiastiche e quant'altro
Però probabilmente c'è anche la preoccupazione di mantenere almeno per il i settori più pericolosi del
Del mondo carcerario anche una qualche attenzione meno ecumenica dicendo
E e qui si spiega benissimo una la la nomina di suo fratello senza bisogno di evocare chissà quale retrocede avverte di vista facciamo un bilanciamento di pesi e
è diciamo così diciamo che è difficile immaginare di due magistrati con un approccio diverso problema come kenioti e di maggior però in realtà
Una logica Cera che non è necessariamente una logica cattiva Oro
Ma non ho dubbi non ho dubbi
La cosa la cosa che diventa drammatica permette riverificare questo ribaltamento di di ruoli
Immaginare che mio fratello potesse essere e partecipe
Di un disegno attraverso il quale si volesse alleggerire il quarantuno bis
Non è una bestemmia per quello che noi abbiamo fin qui detto e cioè quindi un magistrato duro un magistrato che balla perché bisogna far finire questi rapporti
Erano molto
Liberi e leggeri Frati interno all'esterno del carcere non è soltanto per questo motivo e perché ci sono atti pubblici sui quali
E verificabile quale l'intenzione e quale è stato il comportamento di mio fratello
Perché io non ti posso dimenticare che chi fa il magistrato inquirente credo che abbia l'obbligo di verificare i riferimenti certi e documentati io devo ritenere che
I
Consigli di sicurezza che sono stati fatti nell'immediatezza delle stragi
E quando uno parla di Consiglio di Sicurezza parla di quei consigli che vengono fatti alla presenza del Ministro degli Interni
Con tutte le forze di polizia quindi con il Comando generale dei carabinieri con il Comando generale della Guardia di finanza con il Comando della Polizia
E anche con il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Tutti quegli atti sono atti registrati
Da quegli atti e inequivocabile
Cioè non non e quando dico inequivocabile vuol dire che non c'è neanche il problema di porsi il dubbio su quale fosse la posizione portata da mio fratello a quegli incontri
Mio fratello arriva addirittura a chiedere al ministro degli interni
Signor ministro abbiamo ragione di ritenere
Che le gli attentati che sono stati messi in atto in questi giorni abbiano come obiettivo quello dell'abbassamento del livello di lotta alla criminalità organizzata
E sulla base di questo le chiedo di intervenire politicamente affinché non venga attenuato il livello del quarantuno bis cioè è una richiesta precisa
Inconfutabile di un atto pubblico
Come si faccia a dire oggi che mio fratello possa essere stato il tramite di un disegno attraverso il quale
Poi ci sono delle cose delle cose raccapriccianti voglio dire parliamo di tre morti cioè il
Il
Le prove sono stranamente collocate su
L'ex capo della polizia Parisi il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro Francesco Di Maggio
Ci induce il dubbio
Non c'è dubbio anche in queste ore
Fra l'altro voi appunto nella ricostruzione diciamo così delle delle forze in campo
E abbassare
Presidente della Repubblica dell'epoca aveva un rapporto
Privilegiato con il capo della polizia fin dai tempi in cui era stato al di
Vale come Carmenati stato Ministro degli Interni e miserie lì anche che nasce rapporto con mio fratello
Io ho avuto modo di raccontarlo ai magistrati
Quando mio fratello cattura Palmino onda Milano che ed è PAM inonda decide di raccontare la sua storia
Chiede un'unica garanzia che sia messa al sicuro la sua famiglia
E ricordo bene questo passaggio perché insomma sono gli interlocutori che vengono in mente mio fratello ne parla con l'allora Ministro degli Interni rischi
Che era Scalfaro al quale chiede come poter soddisfare questa esigenza del di quello che poi diventerà il pentito il cammino
E Scalfaro ne parla con analisi no Scalfaro ne parla con l'arcivescovo Martini allora
E chi trova la soluzione a poter attenere assicuro i figli del pane in onda l'allora vescovo di Milano Carlo Maria altrimenti che trova una sistemazione in un
Orfanotrofio di Cesano Maderno
Dove la famiglia di EPAM in onda viene tenuta
E e lì nasce il rapporto tutti chiamiamolo così familiarità investigativa fra mio fratello e il
Quello che poi diventerà il Presidente della Repubblica
Ho capito che questo quindi è che spiega Gonella la la nomina a vice rassicurare anche
Una
I i fautori di una cultura come disse il povero Loris D'Ambrosio De Nicola Mancino ovvie
In quelle telefonate dà l'impressione di una persona che non ha proprio cognizione di tutta la la questione non non sarà davvero di che cosa si parli
Loris D'Ambrosio un certo punto ha una strana espressione riferite a a suo fratello dice vede Mancino
Ventotto di maggio aveva rispetto direttori del tratto una cultura più custodiale
Che intendeva dire certo aveva un
Un ruolo di maggiori durissime di maggiore attenzione a questi aspetti altra cosa che io ho portato alla cognizione dei magistrati
è una cosa che tra l'altro
Mi
Come dire minimi crea anche molta
Molta
A cui c'è la mia sensibilità rispetto a questo ricordo insomma diciamo una cosa di questo genere a mio fratello quando
Quando a Vienna essendo un uomo di prima linea
Visse quella sua esperienza con grande come dire determinazione rispetto al lavoro perché era uno che nel lavoro si buttava sempre a capo fitto e quindi anche lì riuscì a a produrre una quantità di lavoro straordinaria che io corre perito raccogliendo tutte le sue carte
Ma ricordo che in questo momento in cui il periodo non era particolarmente contento io lo andavo a trovare abbastanza spesso è una volta cercai di come dire ridurre un po'questa
Depressione fra virgolette dicendo settima visto che sei qui
Parlo del secondo periodo è perché lui andò due volte a Vienna visto che sei qui ho detto se in terra d'Austria ma perché non scriviamo un libro assieme
Sulla sulla tua esperienza al DAP
Cosa che lui aveva già egli si potresti scrivere le mie prigioni insomma sei in terra d'Austria
Ricordando
Silvio medesimi Hosseini oggetto chiedere altri meno più ho detto potresti fare una cosa di questo potresti fare una cosa di questo tipo e devo dire che il riferimento culturale il riferimento anche alla persona di Silvio Pellico lo
Lo solletico al punto tale che due settimane dopo mi manda praticamente i capitoli che aveva immaginato di Schio
E quindi ragioniamo un po'assieme e mette giù un libro sulla sua esperienza andato
E medaglie io ho consegnato il manoscritto
Ed è ripercorro i biglietti tra l'altro il suo rapporto estremamente conflittuale con il dottor Capriotti
Estremamente conflittuale con il dottor Carpino
E ci sono tutta una serie di riferimenti o anche delle lettere che mio fratello scrisse riservati al dottor Capriotti dove
Mio fratello chiede conto al dottor Capriotti perché il dottor Capriotti lo a esautorato sulle decisioni del quarantuno bis
Avendo affidato ad altro magistrato dottor Calabria
La gestione di quel dei pareri sul quarantuno bis vi sono documenti sì segnati di
Di pugno di mio fratello nel quale il mio fratello chiede
Per quale motivo siano stati presi dei provvedimenti senza che lui ne fosse informato
Se ricostruiamo la storia di quello che dice Conso e Conso dice
Su questi quarantuno bis mi fate avere il parere di Di Maggio
Quel parere non arriverà mai perché mio fratello non è mai stato informato
Tutti i PIT
Ma di questa di delle cose che io le sto raccontando c'è documentazione scritta
No perché vede
Il la la questione è che in questo caso si pone in realtà
Anche sic troviamo un attimo i treni NPS dell'inquirente
Però io sto facendo una di fare una difesa per quello che riguarda la posizione di mio fratello ma in questo processo è molto più imbarazzante per altri motivi
No se vuole poi Khamenei Prodi poi veniamo però quisquilie un nodo importante
Perché irrealtà io peraltro non credo che poi e la scelte Adiconsum e anche le preoccupazioni umanitarie di Scalfaro di Capriotti eccetera fossero volte la trattativa con la mafia
Però è evidente che lì si crea una tensione appunto fra due concezioni del
Della gestione di quel delicato per iscritto
Ma allora io mi chiedo
La situazioni di suo fratello come appare chiarissima anche l'Osservatore superficiale
Potrebbe essere utilmente usata dall'accusatori
Come prova della perversione trattati in vista del resto della
Del del ministero e del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria si potrebbe dire vedete
Tanto trattavano che Di Maggio cerca di porre un freno cercare
Chiede di essere informato c'è qualcosa che invece no
Viene
Contattato dentro questo e
Fra l'altro è stata la logica questa è invece si dà una spiegazione queste la schizofrenia investigativa di questo pool di magistrati
Perché io non posso non rilevare
Che sia su un libro di quelli che sono in servizio permanente effettivo dell'antimafia
Il patto per l'esattezza
Nicola biondo non preciso non so due autori sì viene estrapola
Attuazione filone Nushi divino viene estrapolato una dichiarazione che mio fratello fa nell'imminenza degli attentati dinamitardi cioè dove mio fratello dice
Una frase che peraltro poi stanche in un'intervista che il trentuno agosto del mille novecentonovantatré su Panorama
Mio fratello rilascia quel giornale dove sostanzialmente dice questo e questi fatti accadono perché evidentemente c'erano delle aspettative che non sono state soddisfatte
Detto questo e possibile e possibile
E e credo mio fratello ne avesse anche una certa coscienza che
Da qualche parte qualcuno stava intrattenendo rapporti che possono essere soltanto catalogati come rapporti investigativi
Ne ma io mi domando cioè voglio dire torniamo un po'alle cose
Nel momento in cui lo Stato e stretto d'assedio penso alle questioni del
Citiamo sempre i casi eclatanti del processo Mori
Ma quanti si adoperarono per trattare la libertà timori dal Vaticano ricordo Di Paolo di Moro di cosa il Vaticano sino ad arrivare a gli ambienti poi istituzionali quelli di governo
Che verificavano quale state poi fossero possibili
Allora queste
Chiamiamola fra virgolette trattativa
E una materia che io credo debba rimanere nell'ambito della gestione politica
Non può diventare un elemento di sì almeno fino a che uno non dimostra dice sai
Quel tale inquirente al fine di poter dare una mano ha intascato una mazzetta allora Tulli perseguito l'illecito penale che viene ma nel momento in cui un
Servitore dello Stato si mette al servizio del Paese per cercare di trovare delle soluzioni non
Procedure eviterei di ulteriori stragi certe ore
Peraltro Boris reticenti questi uffici Cornello coraggio diciamo che c'è c'è
Almeno voglio dire forse non riguarderà la sua persona Errico io credo che darsi che a livello politico qualche ragionamento si si sia stato fatto un passo che me mio fratello non lo tace e quindi siccome gli riconosco
Quella qualità di investigatore che insomma aveva reso
I grandi servigi a questo Paese
Credo che qualche qualcosa ci potesse essere ma rimane sempre nell'ambito delle questioni politiche che vanno risolte
In Parlamento cioè il Parlamento che ha una capacità
Legislativa che deve decidere se se atti di questo genere sono atti esse Carandini
O se atti di questo genere sono antiche naturalmente decidendo volta per volta perché è molto difficile ritrovare veterinaria di valorizzazione di tali Banderas per l'evidente
Eh sì in effetti paralleli o qualche altro Moro lei non è il primo a farlo però per la verità
Verdi pensi che durante la polemica delle stelle di due anni fa
Fugge né lo scherzo di apporre esattamente in questo tipo di Mario Brescia
è uno N uno ad uno stadio
Noi un'occasione
Nel mio uno facilmente fruibile dall'opinione pubblica giacché la cosa drammatica sulla quale noi ci troviamo a riflettere che sulla quale io vorrei
Soffermare l'attenzione nostra e quella dell'ascoltatore dieci ascolta in questo momento
Non possiamo ridurre le dinamiche giudiziarie a dinamiche da tifo da stadio perché se no noi perdiamo completamente di vista quella che
Le senza cioè la ricerca della verità
E non ci possono essere tifoserie per la ricerca della della verità e questo processo è drammatico esattamente per questo dell'organizzazione di tutte le cose che sta e tutte le cose che stanno succedendo sono delle cose drammatiche in questo senso
Sì non è vero perché non è possibile che
Il il povero generale dico povero voglio dire per quello che gli è capitato il povero generale Mori
Che
Lo sottolineo sempre all'attenzione dell'opinione pubblica e l'investigatore sul quale hanno fatto affidamento di Falcone e Borsellino generale della Chiesa cioè voglio dire persone che vengono utilizzate a di Cona
Dalle da quelli che io chiamo in servizio permanente effettivo dell'antimafia che però in questo momento non diventano più credibili
E il generale Mori ha avuto due processi in questi due processi è stato assolto e noi dobbiamo assistere al fatto che l'opinione pubblica continua a ritenere che questo sia frutto tutto di un complotto il che vuol dire delegittimare completamente
E se lo dice l'opinione pubblica ci può
Non ci dovrebbe stare ma
Nel clima di tifoseria sta queste
Ma che lo dica il procuratore aggiunto della Repubblica di Palermo e atto talmente grave
Che il fatto che non si sia preso un provvedimento nei suoi confronti a me fa ancora raccapriccio
E mi fa più raccapriccio perché queste richieste le ho fatte io al Ministro di Grazia e Giustizia però essendo il Ministro di Grazia in giù di grazia e giustizia ad adottarla dottoressa Cancellieri
Essendo la Cancellieri posta in come dire in regime di non potersi muovere per il semplice fatto che non ha sentito la sensibilità di doversi dimettere per le telefonate che aveva fatto a analisti alla alla famiglia Ligresti
Ci siamo trovati nella situazione nella quale in questo momento nessuno prende iniziative
Cioè parliamo di cose di una gravità credo
Pensi se io anche se ecco appunto cercando di concluderei ricchi signor Bepi amo superato un po'il tempo
è in realtà c'è c'è un aspetto che va sempre tenuto presente per questo io penso che sia utilissimo quello che lei ha raccontato per la sua esperienza
Cioè che qualsiasi procedimento fatto anche contro i peggiori degli imputati alcuni di questi sono servitori dello Stato nel caso specifico ma altri no presi barelle lineare
Però e ed è fra l'altro singolare che poi si ritrovino tutti sullo stesso Banco di Napoli Asia che queste azioni scusi ma le garanzie valgono per tutti e poi di fronte alla Regione garanzie le iniezioni valgono naturalmente per tutti però voglio dire
Il senso critico nei confronti di un processo appunto anche nei confronti dei peggiori degli imputati non deve mai essere
Abbandonato perché sennò la libera stampa la politica come luogo autonomo cosa ci stanno a fare
Non si può pretendere che sul processo le cui sentenze poi naturalmente vanno rispettate non possa essere applicato il senso critico e la possibilità di dissenso e di verifica
Perché altrimenti si privare di senso sia la politica sia il giornalismo sembra che su questo processo né
Personaggi Fuselli sia scattando questo meccanismo qualsiasi critica ai questi magistrati sono è possibile una c'è una cosa sulla quale riflettere adesso in modo molto palese
Ma io per questo processo credo di essere il peggior nemico di questo pool di magistrati e di quando dico tre giorni Nicolo dico al netto di Totò Riina io sono il loro peggior nemico
Perché questo processo a dei difetti estremamente grossolani e che violano le regole dei comportamenti processuali
Che mentre possono essere ma la lì sarebbero sanzionati disattesi da chi è parte in questo processo non possono essere disattesi dall'organo inquirente
Ne cito uno per tutti
No che il tra l'altro diventa argomento fantastico di questi giorni con l'uscita del libro del professor Fiandaca
Sì richiedere dello storico gruppo e dello storico Lupo che è un'altra che che elemento molto importante di riflessione anche da quel punto di vista
Questo processo è stato portato in giro
Sui giornali di tutto il Paese e sulle televisioni pubbliche di tutto il Paese
Ed è stato praticamente già consumato dagli stessi artefici cioè non è che di questo processo ne hanno parlato
Piercamillo Davigo piuttosto che Armando Spataro che sono magistrati o Marcello Maddalena o Giancarlo Caselli che sono magistrati che non hanno nulla a che vedere quindi con questo processo
No questo processo l'hanno fatto in televisione il dottor Di Matteo
E e caso più grave di tutti quanti
Il giudice per l'udienza preliminare
Il giudice per l'udienza preliminare e quel signore che ha ricevuto quelle trenta paginette che mettono in discussione completamente tutto l'apparato delle prove del giudizio cioè
Attraverso quel documento il giudice per l'udienza preliminare avrebbe potuto non far partire il processo
Ok
Invece dicono i magistrati ci dicono i magistrati della pubblica accusa è ma non tenete conto di quel documento perché dopo nell'udienza nella prima udienza dibattimentale il magistrato della pubblica accusa parla per otto ore di questo processo
Però c'è un problema fondamentale quegli otto ore sono successivi alla decisione di quelle trenta pagine e sa chi è che ha espresso il parere
Il dottor Morosini che sulla trattativa ha già scritto libri
E quindi voglio dire qual è il sentimento di terzietà di uno che ha già dato la sua sentenza rispetto è normale che uno che ha sede
Se tu presenti a cui il giudice per l'udienza preliminare la valutazione del tuo organo di prove formato da trenta pagine se quello a sa ha già deciso ti dirà che tutto va bene
Allora di queste cose chi se ne occupa
Docci dovrebbe essere un organo di brune molto contenuti e quindi se napoleonico asilo superiori ma hanno portato
Una cosa che siccome dicono che poi parlano tutti a vanvera io l'ho portato una cosa estremamente interessante
Scritta
Da
Luigi ferraioli sì
Sì sì margini la sabbia magistrati strade e poi il professore magistrato professore magistrato di Magistratura Democratica cioè in uno dei collaboratori del manifesto una persona proprio
Sul termine di una
Posizioni politiche molto netta possono leggerle due osservazioni mi cioè il dottor ferraioli
L'UE parla di regole di deontologia professionale quali dovrebbero essere vincolati magistrati e dice
La regola di sobrietà e riservatezza ciò che i magistrati devono evitare con ogni cura nell'odierna società dello spettacolo e qualunque forma di protagonismo giudiziario e di esibizionismo
Si capisce la tentazione per quanti sono titolari di un così terribile potere della notorietà dell'applauso e dell'autocelebrativo né come potere buono ma questa tentazione vanaglorioso deve essere fermamente respinta
La figura del giudice Starr o giudice Stella come viene chiamato in Spagna
E la negazione del modello garantista della giurisdizione soprattutto è inammissibile e dovrebbe essere causa di astensione e ricusazione
Che i magistrati parlino in pubblico e meno che mai in televisione dei processi loro affidati e invece abbiamo assistito in questi mesi e trasmissioni televisive desolanti
Nelle quali dei pubblici ministeri parlavano dei processi da loro stessi istruiti
Sostenevano le loro accuse lamentavano gli ostacoli o il mancato sostegno politico alle loro indagini addirittura discutevano e polemizzano con loro imputato e peggio ancora formulavano pesanti insinuazioni senza contraddittorio
Qui siamo di fronte non solo all'adesione di quel costume del dubbio del rispetto per le parti in causa di cui ho prima parlato ma anche a una strumentalizzazione del proprio ruolo istituzionale talora con accenti di pura demagogia Sissi
Amministratore dall'acquis conoscevo queste mi sembra insomma mi sembra una una come dire una fotografia neolaureati e dire situazioni che in effetti poi chiede
Situazioni paradossali come in questo processo che adesso Radio Radicale naturalmente sta seguendo potere per poter del nostro Sergio scadute ne segue tutte le udienze
Poi naturalmente vedremo quello che nove quindi voi eravate indiretta all'udienza nella quale io sono stato cacciato dall'Aula
Presumo di sì scelto sì perché voglio dire poi anche qui se posso segnalare delle cose che risultano veramente imbarazzanti
Udienza preliminare quindi l'udienza preliminare sì decidono quelli sui primi porti di uscire all'udienza l'udienza nella quale si decidono l'ammissione delle prove
A noi va bene allora
Rimpalliamo già della Corte d'Assise ma abbiamo già dalla Corte d'Assise così decidono quali sono i mezzi di prova quali io ma decido di partecipare a questa questa udienza
E nel momento in cui entro in Aula evidentemente vengo individuato dal dottor Di Matteo che dice
Siccome abbiamo inaugurato un teste sì
Facciamolo allontanare
Il magistrato il Presidente del tribunale decide che io debba uscire
Alla domanda è molto semplice come si fa come facevano a sapere che io la teste forziere nella lista deserto ma non sono e non essendo stato ancora messo io ero un libro città
Gli studenti questo era che lei ha ragione nel rivendicare qui proceduralmente ma sa perché glielo faccio notare per un motivo molto semplice perché ha con lo stesso processo
Si è presentato il dottor Ingroia in qualità di parte civile
Sì sì dopo aver sostenuto la pubblica accusa e un magistrato che non sa che per poter esercitare quel ruolo sono necessarie determinate procedure
Mi pone dei dubbi su come sia stato messo in piedi questo processo beve me lo dice no su questo si fanno siamo perfettamente d'accordo che ci quello Puff fu fra l'altro un infortunio clamoroso del tutto rinvio Vietti
In realtà non sempre i vecchi pur potendo esercitare la professione di avvocato anche se per la verità non aveva nemmeno giurato e quindi nemmeno quello poteva fare
Non poteva comunque farlo nel distretto giudiziario dove
Aveva esercitato quella di pubblico ministero fino a poche settimane prima quindi lì proprio la situazione fu veramente imbarazzante va bene comunque ringraziamo il senatore Di Maggio naturalmente voi seguiremo anche le riunioni della Commissione parlamentare antimafia
Dovrà cominciare
A mettersi al lavoro e interfaccia voi gli auguri di buon lavoro proprio per questo grazie grazie a voi