05MAR2014
stampa

Presentazione del Concorso internazionale "Una poesia per l'Aquila"

CONFERENZA STAMPA | ROMA - 11:30. Durata: 56 min 50 sec

Player
Il Concorso "Una poesia per l'Aquila" consiste in una serie di iniziative volte a non dimenticare il tragico evento.

È un atto d'amore e di rispetto nei confronti del territorio abruzzese, un'occasione per sbloccare una situazione in cui il tempo sembra essersi cristallizzato.

"Una poesia per L’Aquila" nasce dall’idea che ricordare L'Aquila oggi significa ricordare ogni singola comunità che in questi anni ha subito danni, ricordare L'Aquila significa ricordare che tutti hanno lo stesso diritto alla ricostruzione.

Una poesia rappresenta il primo di numerosi gesti (racconti, fotografie,
video, ecc.) che cercheranno di smuovere e di riportare l’attenzione su un luogo che da 5 anni vive scoraggiato e sfiduciato, in attesa di un nuovo inizio.

leggi tutto

riduci

11:30

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno benvenuti a tutti ai presenti e anche di amici che ci stanno ascoltando via web
Stamattina presentiamo
Una pulizia per L'Aquila
Da parte dell'associazione ambiente vivo Napoli sia per L'Aquila e un'idea per il territorio è un'idea di educazione al territorio di educazione civica alla cittadinanza
A a prestare attenzione al contesto di vita
Nasce dalla vicenda dell'Aquila ma vuole estendersi a tutte quelle realtà
Che hanno avuto un un
Una una situazione di disastro ambientale poi ci spiegherà meglio il presidente di ambienti vivo Presidente Casella
Io non mi dilungo abbiamo tre nuovi alcuni parlamentari che porrà quali quali darò la parola non solo qui sul banco della Presidenza ma anche
Dall'altra parte
Cella
Non vedete ma poi interverranno certo onorevole
Concetto all'onorevole sotteso Tinelli l'onorevole di soli
Presidente Buttiglione e poi insomma diranno anche per una parola alla mia sinistra il l'onorevole preziosi
Il Presidente sia Sella già l'ho detto ed il senatore Cadeo subito la parola Presidente Casella
Anch'io ringrazio e saluto tutti gli intervenuti
Lo faccio con un po'di emozione con un po'di attenzione che questa mozione manifesta deve manifestare soprattutto non la mia condizione personale ma all'emozione della nostra associazione
Che mi onoro di rappresentare in questo contesto ma
Rappresento anche la mia Provincia io sono commissario ex Presidente della Provincia da la Spezia
Perché
L'idea di fare questo premio somma l'esperienza che ho fatto sul campo come territorio come uno dei territori devastati da un evento calamitoso e
Il progetto l'idea che questa associazione ha deciso di mettere in campo per il territorio colpito per il territorio martoriato
In passato sia in una veste che nell'altra ho avuto modo di incontrare in modo diretto la realtà cui lana sono andato a sull'intervenuto con
La colonna mobile del soccorso sociale orgoglioso del fatto che la prima azienda messa in campo nella provincia de L'Aquila e pulivamo da lontano che è stato in grado di di offrire
Quattrocento pasti caldi alle persone è stata quella della colonna mobile partita dalla Provincia di la Spezia ed è un motivo di orgoglio dicendo che la solidarietà fra i territori la partecipasse l'adesione quella dimensione provinciale che consentiva davvero
Agli enti che ci credono di mettere in campo un gruppo organizzato motivate pronta ad intervenire quindi quel risultato son tornato quest'anno
Dopo quasi cinque anni perché sono stato invitato da un Sindaco a Capitini hanno perché hanno costruito
Una palestra come le risorse raccolte dai miei cittadini anche dei miei cittadini in occasione della dell'evento del due mila nove Fini mi hanno invitato all'inaugurazione
E
Come nel due mila nove abbiamo fatto dopo una settimana dall'evento che abbiamo ospitato nella provincia della Spezia sull'isola Palmarin un Centro educazione ambientale dieci ragazzi di Tione degli Abruzzi
Che il Comune nel quale ramo realizzato il campo come stanno
Il sei aprile in occasione dei cinque anni al compleanno dei cinque anni dall'evento ospiteremo di nuovo dieci ragazzi di capi tigna no
Sul nostro territorio per far rivivere così la dimensione verrà dalla solidarietà della fratellanza fra i popoli perché noi come noi credo molti molti altri territori italiani molte altre comunità si solo in quell'occasione
Sentiti gemellati sentiti i fratelli negli eventi in Italia si rivela percezione del senso dall'Unità nazionale come non mai purtroppo
Quando calano i riflettori i territori si sentono abbandonati io sono tornato quest'anno a L'Aquila e all'attività e questa dimensione d'essere stati abbandonati
E quindi non possiamo permetterci questo non possiamo STER metterci questo come civiltà
Non come persone come come singoli come civiltà come Paese quindi c'è un diritto un dovere la ricostruzione altrimenti il nostro un Paese che faccio fatica a pronunciare paese civile
E lo dico con disagio come rammarico io che sono anch'io nel mio piccolo piccolino una parte delle istituzioni
E quindi questo premio nasce con questa volontà L'Aquila non è solo L'Aquila il punto più alto il paradigma di questo disagio che hanno vissuto dopo L'Aquila tutti i territori che sono stati martoriate colpiti
Compreso un territorio della mia provincia cioè del
Le Cinque Terre che sono stati devastate due anni fa la Lunigiana la Toscana la Padana alta al terremoto dell'Emilia tutti gli altri territori
Un'associazione che si pone come obiettivo non un fatto ma un fatto sistematico il progetto è ambizioso ogni cento giorni
Facciamo l'iniziativa
Qua non solo qua in altre parti del territorio per ricordare i territori colpiti quindi questo è l'obiettivo un obiettivo ambizioso Miglio ottocento giorni dal terremoto scadono l'undici marzo l'undici marzo si apre questo primo premio
Che dedicato si rivolgeva a la poesia alla prosa
Al mille novecento giorni ci sarà un corso di fotografia duemila giorni l'una unico concorso di cortometraggi vuol dire mettere insieme un patrimonio di memoria di conoscenza di attenzione che migliaia di persone in tutt'Italia
Perché dico migliaia di persone in tutti Italia perché fortunatamente con l'esperienza precedente col patrocinio dell'UPI dell'Unione Province che no le Province la gestione delle scuole secondarie
Quindi attraverso la rete dell'UPI vengono coinvolte tutte le scuole perché tutte le scuole d'Italia possono partecipare a questo premio quindi coinvolge l'idea di Paese di paese che utilizza
La grande motivazione grande sentimento nazionale che si è vissuto in quel momento nel momento del terremoto dell'Aquila proviamo a farlo rivivere come occasione di crescita
C'è una ricostruzione che fa di pari passo la ricostruzione necessaria per il territorio colpito ma ricostruzione morale la ricostruzione civile e non abbiamo l'ambizione di concorrere ad essere una
Un piccolo strato di questa cosa che che che si sovrappone uno strato dopo l'altro insomma sì si può sollevare le sorti di questo Paese il nostro destino
Come civiltà e il destino degli accollante gli aquilani o degli altri territori colpiti sono la stessa cosa non sono due cose scisse
Ne fa non si tratta della ricostruzione
Di un luogo di una località citate la ricostruzione civile morale del nostro Paese e quindi il progetto una poesia è una poesia perché la poesia la forma espressiva che riteniamo più alte lo chiameremo così anche quando il concorso sarà di fotografia o quando ci saranno altri eventi
Dico il sei aprile faremmo una cosa a la Spezia perché a la Spezia Kospi chiamo questi ragazzi li terremo una settimana ospiti che avvengono
Dalla Regione Abruzzo
Quindi
Questo caso invece la mia gratitudine insomma tutti coloro che hanno aiutato la l'Amministrazione tutti i parlamentari che hanno offerto la loro attenzione
Il mio invito ad ascoltarli ha da sempre sentirli vicini somma noi siamo un'associazione che utilizziamo molto la rete siamo presenti sulla rete molto più che
Candy non non partecipano i grandi eventi siamo o no con una gestione silenziosa ma sottotraccia facciamo il nostro dovere
Quando siamo stati fondanti sui primi anni due mila abbiamo deciso che non servì una bandierina in più e ho sempre avuto le tessere del WWF di Legambiente non una bandiera in più che va a protestare che diventano
Ma
Un'associazione che fa conoscenza che fa cultura
Che fa compagnia scientifici perché si sbagli meno sessista davvero da dove si parte e si sa dove si può andare su un approccio molto più di rispetto di contemplazione di riguardo per la natura come
Dimensione alta del creato dentro tutti gli aspetti naturalmente che ci stanno
L'idea che possono essere compresi dentro questa definizione
E quindi non la rabbia verso qualcosa ma l'impegno perché davvero a tutte le cose che non funzionano si possa contribuire a dare il rimedio
Questa è la
La dimensione la voglia la motivazione che mettiamo in campo respira mia cioè una
Un ringraziamento ad ognuno di voi insomma che ci hanno consentito di essere qua e con la vostra presenza e già
Il primo segno di riconoscenza che non abbiamo buttato una
Una cosa nel vuoto ma che fatto che ci sia già un'adesione da parte sua ma da parte vostra è un motivo di soddisfazione
Grazie
Grazie Presidente volevo sottolineare questo aspetto
Di un'associazione che tu ai
Spingi stimoli anche con molta forza che vuole fare cultura ambientale anche andando sui temi e sull'Aquila volevo ricordare noi siamo stati presenti sin dall'inizio
Con una mostra fotografica organizzata con l'Unione artisti cattolici italiani saluto fascicolo che è qui presente che era il rappresentante nel in quel contesto abbiamo organizzato un convegno scientifico con
Giù fisici della Sapienza quindi abbiamo unito arte cultura scienza e gli anni successivi l'anno scorso abbiamo organizzato nell'ambito di una rassegna L'Aquila stessa a ma
Nella parte centro dell'Aquila
Due seminari uno dei quali era sulla ricostruzione sostenibile l'economia sostenibile per pensare al futuro di una città ma che anche il nostro futuro qui abbiamo il senatore Cadeo
Che porta anche un po'la voce del Senato perché l'unico presente dal Senato quindi grazie del suo intervento
Sì grazie per l'invito scusate se dovrò scappare subito ma i numeri al Senato non sono gli stessi della Camera c'è il mio Capogruppo che mi sta insistentemente così chiamando quindi
Non volevo comunque mancare perché il mio amico commissario della provincia della Spezia è stato collega
Assieme amene all'Amministrazione della Provincia e Selicato dedicato gran parte del del del suo tempo alle tematiche ambientali
Quindi su questo tema sicuramente è stato ed è ancora per me un collaboratore molto efficace e mi occupo di ambiente assieme a lui da tanto tempo al suo Commissione ambiente del Senato e ho seguito in questo anno di legislatura a
Cosa succede le disgrazie tragedie di questo Paese quelle
Di quest'anno ma anche quelle che purtroppo sono avvenute negli anni precedenti ancora adesso a devono essere come dire
Completate dal punto di vista della ristrutturazione della sistemazione quindi legare questa questione della poesia e della prosa
A ad un evento calamitoso per non perdere la memoria fatto da un'associazione ambientalista io credo che con l'ambiente ed io credo che sia una cosa positiva nonché manchi e credo che ci sono parecchi colleghi
In sala deputati non che manchi questa sensibilità perché in questo anno i provvedimenti che non abbiamo licenziato
Sia alla Camera che al Senato andavano incontro nel limite del possibile a situazioni di grave grave
Difficoltà mi riferisco all'Aquila a questa in questa legislatura sono stati stanziati più di un miliardo a di di Euro per la la la la ripresa della della sistemazione
Di questa città che è un gioiello a me ha fatto piacere che il ministro Franceschini Ministro la cultura la prima alla prima uscita l'abbia fatta all'Aquila ecco
Nel per non dimenticare insomma e ci sono i colleghi qui abruzzesi che sia della cara che del Senato che con insistenza ma con giusta ragione
Tengono quotidianamente a ricordare in ogni provvedimento utile se si può inserire qualcosa che vada in quella
Direzione e purtroppo dico purtroppo lo ricordava bene l'architetto Fiorella
Non è l'unico pezzo d'Italia che sta soffrendo insomma mi viene a mente
L'Emilia-Romagna quel pezzo di Lombardia di Veneto che hanno subito anche essi territori feriti dalla dalla dal terremoto mi viene in mente
La mia terra la nostra terra la Lunigiana storica che vivono da un anno con scosse
E condanne che sono sempre più rilevanti non solo dal punto di vista a finanziario ma anche dal punto di vista psicologico gente che ha
Con scosse quotidiane che uscire deve uscire di casa ecco anche da questo punto di vista credo che lo Stato debba essere vicino
è in questo momento erano state stanziate un po'di risorse in questo anno non sufficienti per l'amor di Dio però sono state stanziate delle risorse anche per diciamo così un un ruolo che devo dire in maniera collettiva non fare una
Una differenziazione tra maggioranza e opposizione su questi temi io credo che molte volte anzi
Il più delle volte si trova una utile convergenza quindi e poi ci sono le questioni legate alla fragilità
Del territorio delle delle delle del del del del delle piogge delle
Cosiddette bombe d'acqua ogni volta che piove
C'è un pezzo d'Italia e la mia regione credo che aprì apra la strada ad utili di flessione che sta calando la Liguria piano piano
Verso
Verso il mare ma questa questa riflessione riguarda tutto il territorio per arrivare dove io vorrei che
Questo premio a diventasse un premio annuale
In maniera tale
Che possa servire ai giovani per ricordare e per farsi una cultura in questo in questo campo manto ma in questo campo ma
Che serva anche alla politica per modificare
Alcuni atteggiamenti Noè
Questo Paese è stato è stato diciamo così un po'
Troppo sfruttato sia dal punto di vista della della del del del dalla cementificazione insomma ora precisamente non so se sono otto nove metri quadrati
Al secondo che partono ogni giorno di nuova cementificazione lì bisogna interrompere c'è un provvedimento alla Camera che arriverà al senato sulla sul consumo del suolo bisogna arrivare al consumo zero portare la riqualificazione la sistemazione
La ristrutturazione degli edifici storici soprattutto anche dal punto di vista sismico
Bisogna avere o una politica chiudo
Credo che questo sia l'auspicio che Marino si augura conoscendo bene l'entroterra della sua provincia dalla nostra Regione ma italiano si deve riportare la gente a ripopolare i borghi che sono stati abbandonati
Che esso sta i versanti non più coltivati c'era tutte cose che bisogna fare
E non bisogna più dire no compreso il sottoscritto io credo che questa sia la ragione che ha spinto Marino che ha spinto ambiente vivo a stimolare a a far sì che su questa tematica che
Fondamentale una tematica strutturale per il nostro Paese perché è il bene più prezioso sì ponga più attenzione e si diano risposte efficaci anche nel breve tempo
Quindi grazie grazie per l'invito io scappo al Senato che dolo l'onorevole Buttiglione al loro sono un pochino più più calmi a alla Camera a a votare ma vi sono vicino per il prosieguo della di questa conferenza stampa grazie
Anzi senatore dove la parola
All'onorevole preziosi che anche
Oltre che parlamentare una persona che ha seguito molto il volontariato l'associazionismo
Di mondo della cultura essendo stato regionale il responsabile per relazioni istituzionali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
Grazie messa
Grazie a voi dell'opportunità e credo che
Ovviamente non possiamo che esprimere il plauso per iniziativa apprezzamento
Tante volte ho avuto modo di organizzare concorsi di polizia
Iscritta dura per le scuole so quanto sia faticoso anche farlo portarlo a termine nella fase di selezione degli elaborati eccetera quanta costanza si voglia poiché quanto le scuole vengono spesso bombardate da proposte di iniziative
Similari però so anche l'importanza che hanno
Soprattutto per la sensibilizzazione a temi di cui probabilmente senza queste iniziative non si parlerebbe usi finirebbe per non parlare
Di frequente quindi credo che ci sia un elemento importante della
Del meteorite attualità metterei all'attenzione di una serie di pubblici il tema de L'Aquila e con quello il tema di tutte le città che hanno avuto problemi
Come quelli e sono problemi non semplice che toccano tanti aspetti della vita umana l'aver fatto la scelta di dimettere
Al centro il tema della polizia della prosa
Cioè della cultura credo che sia una scelta importante perché la tutela del nostro patrimonio quello naturale che ci è stato affidato dei secoli come quello costruito con l'edificato
Lecita fate di piazze di strade di case dove la gente vive sono un elemento di cultura profondo
Aver trascurato questo passaggio tra
Cultura e politica che negli anni
Ha consentito scempi al conseguiti è consentito cementificazioni costruzioni siti non idonei e quant'altro c'è un nesso tra la cultura e
E e politica che va va ristabilito che è fondamentale
Anche la parte
Di vita legislativa che vediamo all'interno della della Camera del Senato è una parte ovviamente tecnica che si affida dispositivi di legge eccetera ma dietro dovrebbe avere visione droghe vere una visione culturale
La mancanza di questa visione e quella che rende anche le leggi a volte farraginose sovrapposte l'una e le altre Cremonesi sta della semplificazione
Quello che manca è proprio la visione complessiva cultura di un Paese di un popolo ed è la difficoltà
Meno evidente rispetto le difficoltà della cronaca quotidiana della nostra politica ma è quella di profonda che sta dietro la crisi anche della
Il passaggio democratico del nostro Paese
E quindi c'è un riferimento a poesia alla prosa la polizia poi una provocazione perché da così a sapere non ha mercato a poco mercato non è un bene commerciale
Del del già scarso mercato dito Riale nel nostro Paese un mercato fatto di tanti titoli e di pochi acquisti è un mercato delicato quello della carta stampata nel nostro Paese
Forse aiutato dall'interazione oggi
Con il web ma
Sicuramente con un suo problema non di piccolo conto mi dirà che la scelta della poesia sicuramente va scelta anche un po'provocatoria
Che ha affidato
Si fida questo genere letterario l'espressione di un pensiero che fotografa sempre un un elemento della realtà
Della realtà personale come quella ambientale in cui si vive vi sarà anche interessante vedere i prodotti che
Fernando consegnati alla selezione ecco credo che in definitiva
Nel volere mettere insieme l'iniziativa fatta di più passaggi come che è stato esposto si può dare un contributo importante alla vitalità anche
Di attenzione rispetto al problema Tarquinia vive in questo momento un problema non isolato veniva ricordato anche questo ma un problema diffuso
Purtroppo nel nostro Paese alla solidarietà spontanea che scatta nel momento del bisogno nel momento in cui l'evento accade si sostituisce una scarsa solidarietà
Nel percorso che segue l'evento e sarebbe poi la solidarietà più importante perché ovviamente nel momento del bisogno
E più semplice anche emotivamente
Aprire il cuore la volontà e l'impegno
In una certa direzione la perseveranza che si vuole poi per risolvere un problema per riportare a normalità la vita delle persone perché di questo si tratta
Noi abbiamo presente i danni materiali alle case alle città ma
Dietro se il danno grandissima la vita delle persone
E questo danno è un danno che riguarda la politica nella misura in cui la politica dovrebbe essere lo strumento alto l'unico che agli strumenti veri
E le leve vere per risolvere nel profondo quelle che l'ANAS la necessità di vita di benessere di qualità della vita di persone allora ben venga questo tipo di ricordo ben venga il fatto che lo presentate dentro un'istituzione come il Parlamento
Perché è un monito anche per noi a sapere che
Solo la politica a la possibilità di dare le risposte ai problemi che gli eventi calamitosi pongono al nostro Paese
E solo la politica la responsabilità se queste risposte non vengono date e non vengono date nei tempi necessari
Anche alla vita delle persone allora c'è una
Una chiamata di responsabilità anch'io percepisco anche per aver presentato voi l'iniziativa dentro la Camera dei deputati è una chiamata di responsabilità che si deve vedere
Impegnati visivi
Perché la solidarietà vera che scatta vada oltre l'evento immediato ma proprio per quella visione di cultura che dovrebbe animare le scelte e le
Politiche realizzazione
Possa andare nella direzione
Non solo della
Stanziamento di fondi che è un problema reale effettivo ma come sappiamo insufficiente molti eventi calamitosi analoghi nel nostro Paese hanno visto un ripetitivo stanziamento di fondi che non ha risolto i problemi
Nel nella su di un tempo anche molto lungo decennali in tanti casi
Quindi in realtà il fatto della stanziamento dei fondi ma a dimostrazione dei fondi che risponde ad una visione anche politiche
Cioè bisogna assolutamente che ci sia e che ritorni vedo queste aule un po'più di
Visione vedrete negli anni recenti in tanti modi diversi anche a parti diverse abbiamo se le Prato festeggiato in qualche modo
La crisi l'obsolescenza delle ideologie forse abbiamo pensato troppo poco in che modo quel vuoto che si creava sarebbe andato a riempirsi e il fatto che si è riempito di pragmatismo di scelte che molto
Diciamo
Trasformisti che in tanti casi non aiutato la soluzione dei problemi politici il problema vero del nostro momento culturale politico e ridare alla politica quella visione generale grande
Dentro la quale si possono dare le scelte
E su questo credo che davvero anche a partire da un fatto drammatico come è stato il terremoto dell'Aquila che colpito lembo del nostro territorio si possa davvero sentirsi chiamate quella responsabilità della politica di cui parlavo prima
Che responsabilità che trova risposta solo della cultura politica
Grazie grazie onorevole una solidarietà che diventa cultura alla mia destra abbiamo l'onorevole D'Incecco onorevole D'Incecco
Faceva fa ancora il medico
Mi tornano alla mente le espressioni degli amici medici che erano in servizio all'Aquila durante il terremoto nei nei giorni successivi al terremoto di mesi di lei
Questo dolore che veniva percepito anche attraverso le loro parole
Che difficile raccontare
Quindi questa solidarietà questa cultura che poi deve interna se nell'istituzione onorevole di decoro e Abruzzese di Pescara e a vissuto anche questa questo questo disagio perché
Pescara non è stata è stata l'ambita alcuni solo alcuni comuni della provincia di Pescara sono stati toccati dal terremoto pochi comuni però Pescara è stata coinvolta a direttamente darla accogliendo morte quasi tutta
La totalità del degli aquilani a parte qualcuno che era a Roma
Sono andati a ad abitare a pescare litorali gli alberghi o presso le case di parenti e amici prego onorevole
Grazie hanno inteso ringrazio il commissario Presidente
Di questa associazione e tutti della squadra per questa bellissima iniziativa
Che ha scelto in questo momento il territorio che la mia terra e che i di cui io sono innamorata
E quindi ancora di più la ringrazio e mi auguro che questa buona prassi possa continuare anche per gli altri territori che poi sono stati colpiti in successione
E come diceva a Gianni Lattanzi purtroppo siamo Stati direttamente coinvolti dal dramma dall'angoscia dal dolore
Per i nostri amici Aquilani e direttamente un po'perché anche i territori vicino Pescara sono stati colpiti ma soprattutto per
La solidarietà e l'amicizia che sempre abbiamo avuto con
Il la città dell'Aquila
E insieme al all'onorevole parli da senatrice Stefania Ampezzo pane e devo dire anche con la collaborazione di tutti i colleghi e di tutti i partiti
E abbiamo lottato come diceva prima il senatore che mi ha preceduto per poter ottenere risorse economiche che potessero aiutare i nostri amici Aquilani a ricostruire il territorio
Però come venne avete pensato
Il la ricostruzione materiale a volte non basta bisogna ricostruire ciò che
Successo nell'animo ciò che nato
Da quella vicenda nel vuole che i ragazzi nella mente degli adulti nella Kazan nella famiglia di tutti quelli che hanno subito questa tragedia
E quindi quale migliore mezzo poteva essere se non la polizia Latella promossa
Entra nell'animo nel cuore della gente e coinvolge i ragazzi che hanno bisogno di stimoli
Di crescere di vivere nella speranza
Di una ricostruzione non solo materiale come si diceva ma interni ore affettiva
E ricostruire quei momenti che la loro
Terra le loro cose
Potevano rappresentare per loro un significato diverso da quello che noi vedendo da fuori non possiamo Katia
E per questo io ringrazio e a
Plaudo veramente a questa iniziativa perché appunto la memoria non finisca perché si ricordi
Anche se in maniera stelo sfocata perché il dolore non sia riacceso
Ma si ricordi comunque che
Questi territori esistono hanno bisogno e devono es ricostituiti come si era come in in io all'inizio
Io non mi dilungo perché mi associo a quanto detto anche dagli altri miei colleghi ed mi
E mi scuso per per il fatto che mi devo allontanare perché anche noi abbiamo votazioni in Aula
Grazie ancora Presidente
Grazie
Grazie onorevole
Grazie onorevole
Abbiamo onorevole Giulio so
Fanelli anche lui Abruzzese non so se l'onorevole di soli che
Eletta nel Nord America e del responsabile ambiente vivo Stati Uniti se vuole fare un saluto tutto popolo dopo ok adesso l'onorevole sotto anelli
Grazie grazie per l'invito ma soprattutto grazie al dall'associazione Ambiente vivo al Presidente che ha voluto
Legare
Aprissimo concorso letterario internazionale
Per ricordare un una tragedia la tragedia Abruzzese e legarla alla cultura coinvolgendo
I ragazzi coinvolgendo coinvolgendo le scuole anche a livello a livello internazionale
Purtroppo sono passati i cinque anni le ferite sono ancora sono ancora vive mentre i riflettori
Sì cominciano a spegnere quindi il fatto che un'associazione voglia accendere un riflettore
Per far sì che questo questa tragedia possa ricorrere nelle nelle menti di di tante persone a livello internazionale ovviamente a me come rappresentante
Della regione Abruzzo sono veramente felice grato quindi alla sola l'associazione ambiente vivo io nel due mila nove ero amministratore della Provincia di Teramo
Ero vice Presidente può delegare mai ai lavori pubblici la Protezione civile e quindi fummo tra i primi anche da arrivare a prestare il il il soccorso e poi successivamente abbiamo come Provincia di Teramo sulla costa ospitato penso oltre il sessanta settanta per cento degli amici Aquilani sfollati dove quindi le culture
Si sono anche molti adesso a distanza di cinque anni
Quindi sono venti avvicinare molti si sono addirittura
Ha avuto la la possibilità di incontri professionali si sono costruite nuove famiglie hanno preso casa quindi rende la Provincia di Teramo con la cura avuto
Da questa tragedia un un elemento forte che ha
Come coeso ulteriormente di più i due due i due temi del territorio e le loro delle loro persone
Quindi io veramente ringrazio per tutto quanto fate conta evinco vice ogni cento giorni venne ben precise per quello che potrò
Fare personalmente sono a disposizione a fianco all'associazione per cercare di
Va a valorizzare sempre in più questa iniziativa perché valorizzando questa iniziativa dare più forza a riflettore che stiamo accendendo nuovamente sulla quella grazie
Grazie grazie onorevole
Prima di dare la parola all'onorevole Grisolia Presidente Buttiglione
Vorrei che ci fosse una breve testimonianza molto molto breve perché devono
Che però sarebbe bello che voi sentiste e che è quella di Piergiorgio cortesi Piergiorgio cortesi
Per due giorni e mezzo ha tirato fuori con le sue mani senza dormire neanche cinque minuti gente da sotto le macerie prego Piergiorgio
Allora io
Sono molto solo velocissimo io sono un protagonista di purtroppo di questo evento un evento si è detto gli eventi ci possono essere classificati
A come si vuole il problema fondamentale quello che purtroppo sul nostro territorio non c'è più quello che
Il
Il monitoraggio della presenza delle persone e delle istituzioni
Il terremoto a L'Aquila un terremoto prevedibile se fossero stati fatti interventi necessari
Sia per quanto riguarda la prevenzione sia per quanto riguarda l'allerta probabilmente non sarebbe stato così grave purtroppo sia L'Aquila come tutto il territorio nazionale sottoposto a un attacco continuo
Per quanto riguarda l'occupazione appunto del territorio io quel periodo mi son trovato veramente in una situazione drammatica dal passato quattro mesi
Con scosse costanti ogni tre quattro giorni una protezione civile Protezione Civile ribadisco che non era all'altezza di dare rassicurazioni e le istituzioni che
Lo sappiamo tutti è un fatto quando poi che sta emergendo nelle indagini giudiziarie
Purtroppo sta ancora continuando lì prevale l'azione della magistratura perché perché ci sono situazioni che ancora al nostro sistema non riesce a controllare questa iniziativa importante perché perché fa ricordare a tutti che non è chiusa la questione Aquila non è chiusa la questione a cui la comune chiusa la questione e tutela del territorio
Per cui senatore se ne andarcene
L'onorevole fa presente altri onorevoli dovrebbero in lavorare seriamente affinché si vada a creare una struttura di protezione civile diversa da quella che c'è adesso è una struttura che non
Da nessun risultato la struttura che serve è servita la politica per sostanzialmente raccogliere voti perché sia una modo diverso su uno o più componenti della Protezione civile che le forze dell'ordine che operano sul territorio
Per cui
Lavoriamo lavoriamo e sostanzialmente
Non dimentichiamo per per dimenticare grave
E soprattutto vigiliamo affinché quello che viene fatto venga fatto nella maniera giusta perché ancora stiamo assistendo a situazioni in cui
Non si va a fare degli interventi
Di tutela per cui si costruiscono case antisismiche ma si fa una fatica degli interventi di costruzione che non hanno non danno in grado di sicurezza antisismica che ci vorrebbe prassi
Grazie grazie dottor Cortesi la
Salutiamo l'onorevole sotto anelli diamo la parola all'onorevole di soli
Sappiamo che gli italiani all'estero si sono hanno fatto a gara per la solidarietà per essere vicini alla popolazione che era in difficoltà e che soffriva c'è stato veramente una gara di solidarietà onorevole di soli ne è testimone
Sì mangiare nati ringrazia ne salta tutto quello che è stato eletto sinora ringraziare lei presidente chiese nella terra e per l'invito inchiesta queste stia una bellissima iniziativa chiede attraverso appunto la cultura
Vuole porre l'accento ad un dramma dimenticata
Che anche ha scosso le coscienze degli abruzzesi ma non se lo vogliamo anche in giro per il mondo infatti come diceva lei Lattanzio negli Stati Uniti dove sono stata eletta Vaglieri calcare ci saranno iniziativa sabato prossimo
Linear l'inaugurazione di un centro di riabilitazione in Abruzzo nel comune di Capestrano
è stato costruito con i fondi raccolti sia dallo Stato delle ovaie del Michigan essendo fondi di circa centoquaranta mila Cavalleri e tramite organizzazioni italiani calmi testi associazioni abruzzesi nel mondo eccetera
Quindi come diceva Gianni in ogni parte del mondo e c'è stata veramente una gara terreni Werner per la solidarietà
Per un centro positivo per una storia cardine per costruire eccetera
E credo che anche molti perché citeranno questa
Questo concorso di poesia per esprimere attraverso l'arte la loro partecipazione a una vicenda che è diventata una vicenda eccellenza grazie
Grazie grazie onorevoli di soli
L'Abruzzo e anche la mia terra quindi partecipa anche come associazione io sono il segretario nazionale di ambiente vivo partecipo con
Questa iniziativa anche con una certa commozione
Molti amici hanno vissuto questo dramma del terremoto se non direttamente indirettamente
Quindi ricordare ricordare per noi e significa anche fare cultura ma significa anche attivare tutti quei meccanismi
Per prevenire per guardare ad un territorio in maniera tale sia sul piano politico
Sia sul piano
Scientifico associativo come civico
In maniera tale che questo territorio venga tutelato perché ci appartiene è un bene comune che va preservato
Per il Comune Presidente Buttiglione
Insomma lei filosofo per cui non so se volesse viene qua magari
L'appello che difetta anche da qui
Vero
Allora grazie per avermi invitato grazie per questa iniziativa la Polizia la città dell'Aquila e gli altri territori italiani colpiti
Colpiti da
Tali eventi disastrosi
La responsabilità inevitabilmente
Della politica
Qui oggi vuol dire
Memoria la memoria che ho io dell'avvenimento è stata segnata da un grande sforzo generoso di tantissimi italiani che sono andati
Io devo dire che
Io non condivido qualche giudizio cattivo sulla
Protezione civile il Codice civile ha funzionato è andata in fretta e ha fatto un enorme rogo
Tirando fuori la gente da sottoporre
Quello che è mancato della ricostruzione
Tutte le civile è uno strumento di emergenza vascolare crede macerie a tirar fuori la gente
E a creare le prime
Le prime baracche in cui la gente possa
Fornire
Far ripartire l'attività produttiva
Ricostruire le case rendere sicuro il territorio così tanto che la ricostruzione e credo che dobbiamo dire grande franchezza medesime civile il primo intervento ha funzionato la ricostruzione è ancora lì ed è una responsabilità di
Io Bianchetti l'Italia ha una buona legge aveva una buona legge anticrisi
Un'ottima legge anticrisi perché non ha funzionato non ha funzionato perché noi
Di anno in anno abbiamo rimandato l'entrata in vigore della legge
Per cui avendo la legge buona continua abbiamo continuato a lavorare con la registrazione adesso fortunatamente la legge vuole è stata mandata in vigore ma non è così facile
Per esempio
Noi chiediamo certe qualifiche per la costruzione
Delle
Delle case antisismiche
Chiediamo certe qualifiche ma permettiamo chiunque di poter firmare i progetti delle case che vengono costruiti avremmo bisogno e già c'è anche questa proposta
Di una
No di un albo speciale degli ingegneri che hanno
E qualificanti seguire perché l'ingegnere normale fa soltanto un esame di anti sismiche e tutto il suo curriculum perché troppo poco trentotto
Allora bisogna
Di un altro di un'associazione che garantisca le competenze
Terra la costruzione giuridica
Ma perché queste cose fanno fatica
Fanno fatica fondamentalmente per la ragione per cui voi volete rispondere con questa in effetti
Ricordare
Ricordare ecologicamente significa portare nel quale
E cosa accade che se non si porta nel cuore
Poi non si continua c'è un momento di commozione
Qualche immagine ci colpisce nel cuore e allora ci mobili ammontiamo offerte andiamo magari anche di
Ad aiutare
Poi dopo se questo non si stabilizza e non diventa un giudizio un giudizio culturale
La memoria destini
E noi
Non aiutiamo ma non siamo più neanche veramente arricchiti da prescrizioni solidarietà che abbiamo allora
Io credo che questo concorso di cui si ha questa funzione aiutare a portare
Che quello che è accaduto rimanga neppure diventa divenga fonte di azione perché tutto quello che riporta nella vita nasce dopo e anche una politica capace d'accordo sono escluse
Grazie Presidente cosa tocca più il cuore se non la cui sia tocca il cuore
Magari partendo da un elemento della realtà per assurgere poi ad un valore universale attraverso la fantasia se ci sono so sono delle domande del altri interventi farmene vedo no
Va
Ok
Notti
Abbiamo l'orchestra sinfonica dell'Aquila
Buongiorno io sinceramente non sapevo di dover intervenire ma lo faccio veramente con molto piacere io mi occupo delle relazioni esterne dell'istituzione sinfonica Abruzzese che una delle tredici istituzioni concertistico orchestrali italiane e che ha sede a L'Aquila
Sono arrivata nel due mila dieci dopo dopo il terremoto devo dire che con la sinfonica Bruzzese o ho fatto un'esperienza molto molto importante soprattutto perché
In qualche modo ha voluto essere portavoce della della situazione dell'Aquila non soltanto in Abruzzo ma anche in tutta Italia
Ho ascoltato prima gli interventi e devo dire che è un concetto che noi portiamo avanti ormai più o meno da tre anni e mezzo e quello della ricostruzione il materiale
Perché ricostruire la città dell'Aquila senza un apporto culturale anche se ormai di cultura si parla sempre tra un concetto troppo vago ma consono Julia
A dover essere io a sottolineare e a raccontare perché
E si parla di cultura ma si parla appunto di ricostruzione materiale
Che deve in qualche modo anzi forse più che affiancare deve precedere la ricostruzione materiale della città io ho visto in questi anni che c'è veramente voglia gli aquilani sono molto molto forti sono molto testardi e hanno ancora voglia di vivere la loro città il loro centro storico
Ma c'è bisogno dell'aiuto di tutti c'è bisogno dell'aiuto anche
Come diceva prima il il signore anche di un anno di un nuovo concetto di protezione civile
Perché città colpite da un terremoto come L'Aquila perché io ho visto anche il terremoto in Emilia
Ho avuto anche altri tipi di esperienze Protezione civile ma la città dell'Aquila è una città che non esiste più è una città fantasma
Questo purtroppo è un concetto che ultimamente passa sempre troppo poco sulla stampa
è un concetto come dire è una reputazione ormai persa si parla sempre di quello che non va
Molte cose vanno avanti a L'Aquila molte cose sono state ricostruite è otto istituzioni culturali continuano a fare cultura all'Aquila ogni giorno
Questo vuol dire che c'è necessità di
Arricchirsi c'è necessità di comunità e la cultura crea la comunità insieme e spero di pari passo alla politica anche se purtroppo
Non sempre non sempre così e non sempre mi rendo conto che la cultura sia posta al primo al primo posto
Quindi quello che mi sento di dire che io sono orgogliosi stima di lavorare con l'istituzione sinfonica abruzzese noi abbiamo fatto anche
Imprese quanto questo concetto di ricostruzione materiale abbiamo partecipato anche un progetto con l'Emilia
Abbiamo fatto un disco Priamo regalato nove mila dischi alla alla comune di Finale Emilia proprio perché è un progetto che si chiama la musica costruisce proprio che siamo convinti che attraverso la cultura attraverso la ricostruzione materiale
Le comunità possano cominciare continuare davvero nella ricostruzione e soprattutto rimanere in nel centro storico rimanere in quei quartieri che per il momento sono ancora vuoti ma che sicuramente
Attraverso la forza di tutti in questi anni non so se in cinque anni ma in questi anni sicuramente dovrebbero essere riempiti quindi mi auguro che attraverso questa questa bellissima iniziativa si continua a parlare dell'Aquila si continui a parlare anche delle altre realtà
E che in qualche modo come dire si sbagli un po'una coscienza sociale
Un po'persa e quindi mi auguro davvero io farò farò in modo che questa iniziativa venga raccontata all'Aquila venga davvero portata in tutti modi come istituzione sinfonica abruzzese
Perché sono sono convinta e sono sicura che attraverso queste iniziative i riflettori non si spegneranno mai sull'ambiente
Grazie grazie
E l'inizio di un lavoro insieme possiamo dire no
Ma mi fai venire alla mente
Qualche anno fa
Ero a L'Aquila con degli amici un senatore un deputato
Per l'inaugurazione di una parte di un centro sportivo che è stato ricostruito grazie al contributo del dell'Italia degli abruzzesi degli italiani all'estero
E cosa che mi ha colpito che servo ancora nel cuore e che questo e tra l'altro il più antico centro tennistico italiano
Uno dei responsabili disse ma citati
Se è vero che c'è da ricostruire a casa c'è da ricostruire c'è da rifare il monumento eccetera i monumenti
Qualcuno potrebbe dire noi perché
Ricostruiamo un centro sportivo non è una cosa
No voi vogliamo ricostruire un centro sportivo qui al centro dell'Aquila perché vogliamo
Che al centro dell'Aquila continuino
A
Gridare a sorridere a scherzare quei ragazzi quelle voci continuano ad esserci quelle voci dei ragazzi che adesso voi sentite in lontananza e si sentiva le voci dei ragazzi il rischio era e questo centro dell'Aquila e
Che rimane spopolato e purtroppo devo dire che
E ancora
Ad un aspetto ancora post terremoto non è stato ancora costruito c'è la presenza dei militari eccetera c'è un'urgenza di
Per lo sport può aiutare a in questo in questo contesto era uno strumento per aiutare a socializzare a vivere il territorio ecco lo dobbiamo lavorare quindi conferenze e iniziative e incontri eccetera dobbiamo aiutare a fare in modo che la città possa tornare ad essere vissuta così con vera e continuare a portare il suo contributo di cultura di storia al all'Italia ma anche al mondo
Faccio
Grazie io ho ascoltato tutti gli interventi i nostri amici politici
E non si può non plaudire a ciò che hanno detto non sarebbe stato molto diverso anzi
Anche se glielo avessimo chiesto
Però mi voglio invece riallacciare al discorso
Primo di Marino e al discorso di questa nostra ultima mica della sottolineare che in effetti il problema L'Aquila ancor prima della ricostruzione materiale nella ricostruzione di una coscienza
Ricostruzione coscienza cittadina locale ma soprattutto nazionale io dirò poche parole al plauso che ho delle buone intenzioni e dei sentimenti anche di questo
Filo rosso che ha attraversato gli interventi di
Di emozione vorrei richiamare l'attenzione su un rammarico
Mi rammarico che io ho perché insieme con la sorella mia associazione insieme con Mare vivo avevano progettato di sostenere la candidatura dell'Aquila
Come città della cultura
E invece i burocrati del ministero non gli hanno dato questa possibilità
La nostra idea partiva da un recupero morale
Sì con logico e anche in chiave ambientale perché il problema del terremoto
Pone molti problemi ambientali così come la ricostruzione
Con le pietre che hanno fatto storia in una città storica come l'Italia la politica evidentemente
Cuore
Nonostante ciò che ha detto il nostro amico Buttiglione
Grazie tante grazie per
Perito contributo e un
è un percorso che devo dire stiamo facendo insieme da un po'di tempo
Per cui speriamo di costruire insieme qualcosa di di profondo di radicato e che sia duraturo nel tempo Presidente sia Sella per le conclusioni
Annuncio da domani vero Sergio da da domani troverete sussidi ambiente vivo www punto ambiente vivo punto it le modalità per partecipare al premio di poesia
In conclusione Presidente hanno non sono conclusioni ma sono due parole di gratitudine per la per l'intervento da parte di ognuno per il contributo e Toniolo di voi ha voluto dare a questo momento ha condiviso la nostra il missile o mai emozione la nostra ambizione e la nostra aspettativa il desiderio davvero di
Di far tornare a svolgere al centro storico dell'Aquila soprattutto quel ruolo che ha
Che infinitamente di più
Deve tornare ad essere un luogo un luogo dell'anima un luogo dell'anima perché è sintesi L'Aquila quel centro storico con quella bellezza di una storia millenaria di tutto lo sappia costruttivo che sintesi
Deve sapere civile di quella comunità sta in quella città
Oggi non è un luogo dell'anima perché un luogo che l'uno rimette in piedi se stesso che non li offre al mondo la sua straordinaria bellezza
è infinitamente di più di ognuno dei casolari dell'Emilia terremo Tata successivamente l'accusa è un'unicità un momento di sintesi di una civiltà e di una cultura di un territorio intero
E quel territorio riaperti al suo emblema per del suo riferimento perde la somma è la sintesi di tutto il suo sapere costruttivo millenario è infinitamente di più di una vicenda di di pietre che si rimettono insieme
Ma è la vicenda di una civiltà che attraverso la
Il sapere artistico costruttivo è diventato un luogo di poesia per questo oppure ci sia perché è un luogo della bellezza logo della bellezza del luogo della cultura
E l'ambiente non può prescindere da questa cosa
Noi siamo arrabbiati è un mondo gli ambientalisti sono i nostri colleghi diciamo ogni volta che
Che c'è un problema di inquinamento di stuolo di inquinamento dell'aria inquinamento tutte quelle che sono condizioni che sono essenziali all'uomo per poter sopravvivere senz'acqua senza aria ed è normale che ci sia con la rabbia
Ma c'è una dimensione del danno ambientale che quella
Sintesi culturale secondo si conquista per fasi successive
Per costruire il territorio in via Atenea sociale che la dimensione economica ce la dimensione etica e c'è la dimensione estetica che la cultura che la sintesi tutto questo un luogo di vendita ciò che noi percepiamo e ciò che quel luogo ci trasmette
Alla sua forza la sua rappresentatività il valore e il dovere di rappresentare qualcosa per noi e per tutti coloro che passano ricorda i testimoni a tutti coloro che non ci sono più perché la vicenda di un luogo è
Fortunatamente insomma infinitamente più lunga della vicenda umana di ognuno di noi
La nostra vita dura poco la vita di quella città dei luoghi insomma che sono sintesi
Nella vita di tanti uomini che sono stati che hanno contribuito con il proprio sapere a far diventare ciò che il luogo è è necessario che torni a splendere come deve io ci sono stato quest'anno ci sono stato di sera
Elimina venuta la voglia perché di giorno al posto è morto alla sera al centro storico si danno appuntamento lì tutti migliaia di studenti non voglia anche d'inverno non riesce a camminare per strada
C'è qualcuno che con una tendina perché non sono sufficienti quei pochi negozi aperti di tutti i palazzi che sopra sono ancora chiusi prigionieri perché imbracati dal cemento in attesa di essere
Ripristinati sono stati solo messi insicurezza
E non basta non è più sufficiente c'è qualcosa che dice liberate ICI quelle pietre quale faccia deliberati ci dà questa prigionia
Però un po'si può accettare malavita capisco che un luogo che mostra tutta la sua insofferenza e i giovani che stanno lì questi studenti che stanno in quelle strade lì
Che non si danno appuntamento da un'altra parte ma proprio lì
Dice che c'è una generazione che c'è un tempo che
Chiede ci chiede di fare qualcosa che spera che si possa ricostruite non abbandonato con luogo perché vuole che colloco torni ad essere ciò che è stato per molto tempo sulla nostra ambizione
Semplicemente questa L'Aquila è il punto più alto il SIG ma la Suma al paradigma di una vicenda che interessa a tanti altri luoghi ma che deve obbligatoriamente ricostruire le cose perché
Si ricostruisca la coscienza civile di questo Paese quindi un fatto ambizioso e non per L'Aquila non solo per L'Aquila per ognuno di noi sarà quindi il punto vero di questa iniziativa stampo qua insomma ed è rivolto non solo agli aquilani ma tutti gli altri grazie
Grazie Marino
Le mura chiedono di essere liberate per esprimere la propria cultura la poesia contribuirà sicuramente a farlo ci diamo appuntamento alla premiazione a presto