05MAR2014
intervista

Intervista a Renato Brunetta sulla riforma della legge elettorale

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 4 min 17 sec

Player
"Intervista a Renato Brunetta sulla riforma della legge elettorale" realizzata da Giovanna Reanda con Renato Brunetta (deputato, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente).

L'intervista è stata registrata mercoledì 5 marzo 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Camera, Costituzione, Elezioni, Lega Nord, Legge Elettorale, Politica, Proporzionale, Renzi, Riforme, Senato, Voto.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Senta Brolli tanti fattori un'impasse indicato arrestato a quello che era l'accordo digitale incolonnare perché abbiamo un grande senso di responsabilità abbiamo preso atto
Per le difficoltà del Presidente Renzi del segretario di partito Renzi
E potevamo tranquillamente dire i patti si rispettano visto che li aveva sottoscritti e il Segretario
Di partito Renzi ora diventato Presidenza del Consiglio
Abbiamo preferito per il bene del Paese continuare ad andare avanti sulla linea delle riforme riforma della legge elettorale riforme costituzionali speriamo che questa stillicidio
Di modificazioni abbia un termine perché altrimenti la legge elettorale non viene più fuori ma non solo non si farà neanche le riforme costituzionali queste modifiche significano anche allungare però la vita di questa legislatura
Non l'ho detto sto non è detto perché con il modello Italy comma alla Camera proporzione l'ombra al Senato si può votare anche
Domani cioè appena approvato vitali con monocamerale e quindi da questo punto di vista no il punto centrale
Se c'è la volontà di fare le riforme costituzionali e se queste sono
O
Secondo le aspettative del Paese cioè di una semplificazione della fine del bicameralismo perfetto ad una giusta rappresentanza
Territoriale e della non conflitto tra regioni e il Governo centrale bene se questo sarà
Sarà bene che sia fatto al più presto non più tardi di un anno avendo sempre la possibilità di andare ad elezioni politiche subito dopo da riforma della legge elettorale Presidente Asquini farsene vorrebbe andare alle urne
Ma vedete andare alle elezioni e la cosa più normale di questo mondo è il segno della democrazia
Dopo tre Governi
Non validati da un mio giudizio popolare ricordo il Governo Monte ricordo il Governo letta ricordo ancora il Governo
Renzi
Penso che un passaggio elettorale sia ineludibile siccome
Abbiamo tutti convenuto che il passaggio elettorale deve essere fatto con una nuova legge elettorale noi siamo per mantenere questo impegno che il nuovo passaggio elettorale debba venire una nuova legge che superi il porcellum dichiarato incostituzionale dalla Corte costituzionale ormai questa è una storia che addirittura annoia il meravigliarsi come fanno anche i radicali
Delle elezioni anticipate mi sembra una debolezza di tipo democratico le elezioni le elezioni ancorché anticipate sono un grande segno di democrazia
Basta non abusarne ma quando serve serve quando ce Vò cielo
Dall'altra parte tra l'Europa
Succede anche l'Europa è un termine generico alla vostra polemica sull'Europa mal riposta nel senso che un orientamento non dell'Europa
Ma del consiglio d'Europa e non ad operatività qui ce n'è una polemica fare una polemica una polemica ossessiva e anche io inutile
Presente merce su questo gioco
Cerenzia
Lei lo conosce
Io no però magari non lo conosceva nessuno nessuno lo conosce aspettiamo che il povero Renzi produca degli atti e gli atti si chiamano
Disegni di legge o decreti legge proveniente dal Consiglio dei Ministri che abbiano un articolato che abbiano magari una spiegazione che abbiano le coperture finanziarie e che abbiano
Come dire come contenuto una un percorso
Da discutere alla Camera e al Senato prima di allora penso sia scorretto ingeneroso e anche un po'
Come dire ingiusto nei confronti dell'opinione pubblica discutere di cose che non esistano
Assente invece la statale
L'emendamento
Nazionale è un emendamento che noi abbiamo voluto e che voteremo
Grazie grazie