08MAR2014
istituzioni

Celebrazioni della Giornata internazionale della donna

MANIFESTAZIONE UFFICIALE | Presidenza della Repubblica - 10:59. Durata: 1 ora 20 min

Player
Alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Registrazione audio della manifestazione "Celebrazioni della Giornata internazionale della donna", registrato a Presidenza Della Repubblica sabato 8 marzo 2014 alle 10:59.

L'evento è stato organizzato da Presidenza della Repubblica.

Sono intervenuti: Maria Concetta Mattei (giornalista), Stefania Giannini (ministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Amel Grami (ordinario di Lettere, Arti e studi Umanistici Università di Manouba), Federica Mogherini (ministro degli Esteri,
Partito Democratico), Mariangela Gualtieri (poetessa), Claudio Bisio (attore), Cesare Prandelli (commissario tecnico della Nazionale Italiana di calcio), Marco Cammelli (presidente Fondazione del Monte di Bologna e di Ravenna), Ivano Marescotti (attore), Lucia Annibali (avvocato), Irma Conti (presidente Donne Giuriste Italiane Sezione di Roma), Gilda Violato (avvocato), Francesca Monaldi (primo dirigente Polizia di Stato), Simona Lanzoni (responsabile Progetti per la Fondazione Pangea Onlus), Maria Maddalena Bonetti (suora), Franca Viola, Giorgio Napolitano (presidente della Repubblica).

Tra gli argomenti discussi: Africa, Diritti Civili, Diritti Umani, Donna, Famiglia, Istruzione, Italia, Lavoro, Occupazione, Pari Opportunita', Politica, Prostituzione, Sfruttamento, Storia, Terzo Mondo, Tunisia, Voto.

La registrazione audio di questa manifestazione ufficiale ha una durata di 1 ora e 20 minuti.

leggi tutto

riduci

10:59

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

A inizio alla celebrazione della giornata internazionale della donna condotta dalla dottoressa Maria Concetta Mattei
Buongiorno buongiorno signor presidente signora Clio autorità tutte gentili ospiti siamo qui insieme per celebrare la giornata internazionale della donna un appuntamento che ogni otto ma se il Presidente Napolitano ha voluto connotare con un messaggio
Molto incisivo preciso chiaro di grande solidarietà per le stanze di territorio di questo anche di questo noi la ringraziamo per la sua sensibilità
E per la sua attenzione alla nostra esigenza di parità
E quest'anno vogliamo dire basta insieme basta i diritti negati basta i soprusi alle prevaricazioni alla violenza a chi arriva ad uccidere dentro e fuori le museo casa e ieri sera
In una cerimonia molto sobria però toccante
Con la signora Clio
Sono state accese luci simbolicamente rosse sulla fontana dei Dioscuri al centro della dalla piazza del Quirinale
Per simboleggiare il sangue versato da tante donne
A causa della violenza maschile
Sono
Lo vedete sul basamento della obelisco i nomi di alcune delle vittime dell'ultimo anno
Ma sono sull'alcune che sono tratte dal sito dell'associazione in quanto donna curato da Emanuela Valente che qui in sala e che non è ringraziamo per la sua attenzione e per questo suo lavoro così prezioso naturalmente
Questo monumento temporaneo le vuole ricordare tutte dalla prima all'ultima
In ogni latitudine in Italia nel mondo eh come detto un monumento tali porre
Alle donne che a tutte
In un conflitto che ancora non è concluso tranne alito di libertà ricerca di affermazione di autonomia
Di conferma sociale e una cultura maschilista che ancora troppo spesso vede la donna come oggetto da conquistate da possedere tre magari da buttare piuttosto che come soggetto con cui interagire su un effettivo piano di parità
Da tanto tempo abbiamo pensato e a tratti anche creduto di poter trasformare questa giornata soltanto ad una festa nel corso della quale ingenui re tutti insieme per una parità finalmente raggiunta ma tanto c'è ancora da fare
C'è da fare anche se tanti passi sono stati compiuti e infatti le istanze
Che hanno dato vita a un secolo fa questa giornata internazionale istanze egualitaria
Sono state trasformate in traguardi raggiunti grazie all'impegno di tante donne di uomini sensibili all'eguaglianza
E allora allora impegno e Loris successi che dedicato la loro di latte di alloro che organo l'ingresso del Quirinale oggi non possiamo dimenticare
Il raggiungimento del suffragio universale della parità di genere sancita dalla Costituzione ma
Attenzione perché in un Paese molto vicino a noi la Tunisia
Tutto questo è stato messo in discussione nei mesi scorsi negli anni e sono da poco è stata riconfermata la parità di questo ci dirà bene la professoressa Amélie grandi tra poco
E ancora in Italia dobbiamo riaffermare ulteriori e migliori condizioni di lavoro
Pensate i dati ANMIL certissimi duecentocinquanta mila donne ogni anno hanno un infortunio
Sul lavoro o contraggono una malattia professionale e di queste oltre duemila rimangono invalida con gravi danni per
La loro capacità di relazione
Per
Anche
Il loro equilibrio affettivo una su tre viene abbandonata dal suo compagno e alle donne va garantita anche tutela all'interno delle mura domestiche nelle famiglie
Tradizionali allargate o miste che siano
Perché per molti di loro come abbiamo visto la violenza arriva proprio in casa il pericolo e lì
Dunque l'incontro di oggi in questa sede così autorevole e prestigiosa ci vuole portare a riflettere sul cammino per molte troppe donne ancora incompiuto verso la parità
Il le occasioni di conferma anche sociale per molte donne e cominciamo subito con un filmato realizzato con Errani educational vediamo insieme
Nel mondo una donna su Brenna subito violenze fisica o sessuale nel corso della sua linea insulti
Idrico
Ogni giorno circa trentanove mila ragazzi minorenni sono costrette a sposarsi
Mi chiamo in ad allargare
Undici anni
Eh sì è vero sono scappata dalla mia famiglia lo accontenta sulle
Marinello
Militari rimani essendomi le
Clinicamente negli anni vanagloria eliminando mai mai sentiamo come linea
Galileo Galilei
Era e che si annida il canale ma nemmeno mai nessuno scheletro e mi chiedevo dunque l'interno Antonio
Ma ma mentre l'Italia
è dimostrato che l'istruzione è il miglior deterrente per evitare il matrimonio di gravidanze precoci io costruisco il mio futuro
Mi chiamo Silvio sono un capitano dell'esercito italiano distanza al Primo reggimento artiglieria da montagna di Fossano
Per la prima volta nel due mila dieci Pieretti italiano ha creato esimere engagement in mano intima
Da me comandato all'epoca perché si occupava di tutti i progetti a favore delle donne afgane le donne di IRAP si trovavano sicuramente in una situazione di privazioni
Molte di loro Vespri man mano la volontà di poter contribuire alle proprie famiglie in termini di lavoro in termini di un ritorno economico e cercavano appunto all'istruzione una possibilità per emanciparsi
Io è le ragazze del prime l'engagement ma abbiamo indossato il velo perché abbiamo trovato utile fare questo semplice gesto per entrare in contatto in maniera migliore con le donne dirà
Le bambine nella provincia di Herat va è certamente più difficoltà ad ai maschietti ad accedere all'istruzione
Spesso sono tenute in casa hanno un'istruzione solo rudimentale sicuramente le bambine che hanno accesso allo studio hanno poi una vita più felice
Dal godono di diritti
Grazie comunque rischiano meno di diventare le cosiddette spose bambine dalle convenzioni e le tradizioni spesso sono più forti delle norme mi chiamò Manani sono una donna sauditi di essi abuso e di uomini convinto Circeo effettuati nel
Recandoci
Con nomina ma se poi scritto I spazi
Alle vasche istruite molti analisti Sanesi entrambe
Ve lo utilizziamo
Banche fondi sul prestito c'è
E gli ho il fabbricato indistinte Swiss
In Scozia
Gli obiettivi
Devo sfogo insomma di Veolia questa classe ANCE decenza tentare insomma
E
Bridgette questi gestacci qualcosa adempi col demonio
Desse stia in paesi dei o quant'
Altro occasione perché
Cioè che sia
Cascarci di questi momenti altri a
Inserirlo
Venite poiché sufficiente
Sereni circa un mese infonde scavalca ecco che il Governo queste
O del mais che ormai è stata impedita
Sullo
La violenza contro le donne non essere scesi
Condizionamento minaccia
Controllo distrazioni dei
Sono da qui per chiedere aiuto a voi
Perché dire un compagno ansia
Rassegnato alla fine della nostra relazione
Ho dovuto purtroppo modificare le mine alle pretese linee bus
Sono sempre ossessionata dalla sua presenza nel senso che mia stanno sotto casa
Conosce tutti i miei orari non sono più libera di dividere la mi ritardi
Mi ha minacciata di morte mia strattonata
Quindi sono seriamente preoccupata per la mia
Grida in comunità due lavoro stabile a una famiglia alle spalle
Sani principi
Quando l'ho conosciuta non avrei mai immaginato di trovarmi davanti insomma una persona
Del genere sicuramente molto ossessiva Violante
Spesso lo perdonava perché
Pensavo di essere responsabile o comunque in minima parte di contribuire al suo scatti di violenza
è approvato perdonarlo dandogli tante possibilità
Ma poi ho capito che
Non era un minore
La maggior parte i casi sono donne che subiscono violenza da parte del loro attuale
Può ex partner quindi sto parlando di maltrattamenti di atti persecutori
Potresti fare una richiesta di ammonimento confortante il cartellino giallo cioè ci diranno che lui si deve al tenente
Non quello che è un comportamento normale di rispetto e quindi non avvicinarsi
Perché altrimenti la legge italiana prevede che sia un ammonimento non viene rispettato diventa rosso vigili automaticamente diventano rifugio sicuramente garantiti i treni
Liberarmi dalla rabbia
Dalla
Sostanziosi oppressione riprendermi in America
In Italia ci sono circa venticinque mila Donini vittime di tratta costretti a prostituirsi con
Quindi
Ci
Quando anche i pionieri lirica ovunque essi si tempo atmosferico comunque ci sono ragazzi che
Diciamo in strada di notte due volte alla settimana
Io Matilde i un tipo di altri volontari e volontarie
Offriamo
Tè caldo di inverno
Coca Cola per essere stata
Quindi cerchiamo di portare ascolto
Dialogo
Amicizia
Il nostro obiettivo
La tutela della salute non solo come riduzione del danno
Prevenzione sanitaria ma anche tutela dei diritti delle ragazze che sono in strada che sono per la maggior parte
Straniere
E sfruttate
Comunichiamo la presenza la possibilità di esserci per loro e anche i tigli aprire per loro la possibilità di liberarsi dallo sfruttamento
Il titolo del nostro lavoro il nostro scopo è quello della dignità
Che quello di ridare dignità
Invita
E promozioni
Tra
No Nada
Su tutto magnanimo anni
Alessandri
Nacci
L'attività
Diciamo basta
Grazie a RAI Educational è grazie alla direttrice Silvia Calandrelli al suo staff per questo documento veramente così potente perché in pochi minuti ci ha portato in tante aree diverse del mondo ci ha rappresentato la realtà italiana
Ma naturalmente anche come abbiamo visto quella
Dello Yemen nate l'Arabia Saudita dell'Afghanistan dove così intense così prezioso è lavoro
Dei nostri militari e soprattutto delle donne che sono vicine alla popolazione femminile non è dunque che si battono per altre donne meno difese meno garantite questo succede nei centri antiviolenza succede commissariati di polizia
Succede nelle case di accoglienza che danno un rifugio a tutte quelle donne che cercano di sfuggire alla tratta della moderna schiavitù del sesso questo è il filo conduttore della cerimonia di oggi che grazie mi ante delle persone che davvero si sono impegnate a non lasciato una testimonianza forte nel segno della solidarietà ma adesso subito ha scelto la parola per il suo intervento al Ministro dell'istruzione dell'università
E della ricerca senatrice Stefania Giannini
Benvenuta
Vale la pena
Signor Presidente sentiti i ministri autorità parlamentari gentili ospiti care studentesse cari studenti
Oggi una giornata molto importante una giornata solenne
Che
Deve dare un'impronta per il futuro del nostro Paese alla nostra società italiana e internazionale
In virtù di questa rilevanza innegabile
Mi permetto di aprire il mio intervento con una breve nota storica perché la storia ci insegna anche a
Interpretare il presente a guardare al futuro
Ecco la cultura occidentale si è aperta con un capitolo letterario di magistrale tragicità
è iscritto nelle supplisce ci racconta il primo atto di violenza istituzionale
Contro un gruppo di donne e cinquanta figlio di danaro ricorderete che scappano in Argolini dall'Egitto per sfuggire al matrimonio loro imposto con i cinquanta cugini siamone quattrocentosessantatré aC nel Mediterraneo orientale
Lei Danaila
Subiranno il matrimonio salvo poi diventare loro stesse assassine dei loro mariti nella prima notte di nozze salvo un caso iper maestra che di sub iudice al padre salva il suo sposa Vincenzo
Ecco questa è una prima modernissima rappresentazione quella di Eschilo della complessità delle relazioni di genere e dell'eterno conflitto tra valori universali e convenzioni politiche contingenti
Sul ruolo delle donne l'umanità da allora ha compiuto avanzamenti passi avanti e passi indietro abbiamo appena visto in questo toccante filmato
Segnando notevoli differenze tra vari popoli diverse culture
Interpretazioni del ruolo della donna ma scontando anche nel nostro Paese inconcepibili ritardi
E di certo nel corso degli ultimi decenni la comunità internazionale ha espresso una crescente sensibilità sul tema del contrasto alla violenza sulle donne
Con la convenzione sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione di genere con la dichiarazione delle Nazioni Unite sull'eliminazione della violenza e da ultimo con la con convenzione di stampo il su cui il Parlamento della Repubblica serie recentemente espresso
Perché è evidente a tutti o perlomeno dovrebbe esserlo che libertà eguaglianza devono procedere di pari passo
Ecco lo sforzo normativo dicevamo c'è stato il Paese ha fatto la sua parte ma la violenza è rimasta nel due mila dodici cito un solo dato riassuntivo di tutto un quadro che ci è stato appena ride ride scritto sono state centoventiquattro le donne uccise d'Italia
Un dato di per sé inaccettabile e che rappresenta nello stesso tempo solo la punta di una spero
Quindi possiamo dire che la questione femminile va affrontata soprattutto da un punto di vista culturale perché ancora una questione appieno aperta nel nostro Paese
E questo può avvenire con la piena rappresento dotazioni di un ruolo paritario della donna nella società e con un maggior rispetto dell'immagine femminile
Tutti dobbiamo fare la nostra parte tutti devono fare la loro parte anche se non tutti realtà lo hanno fatto finora e lo stanno facendo
Con questo spirito la giornata mondiale delle donne rappresenta un necessario momento di riflessione che a mio parere però deve andare oltre le celebrazioni ufficiali oltre le manifestazioni pur nobili come questa ad essa dedicate
Nel nostro Paese abbiamo ancora alcune questioni importanti da risolvere e risolvere la questione femminile significa più donne al lavoro più Gione nei ruoli di
Vertice più mamme sereni in casa e realizzate al di fuori delle mura domestiche più giovani donne ambiziose lasciatemelo dire più giovani donne ambiziose e non è un reato
Ma è una conquista che sappiano e vogliano usare
Insomma per tutte le donne italiane dobbiamo volere i diritti e i doveri dell'uguaglianza
Perché anche in Italia le donne sono più numerose e in media più qualificate degli uomini ma il mercato del lavoro non ce n'è ancora accorto fino in fondo e mi scoraggia inserimento e l'avanzamento in carriera
Per una donna è più difficile entrare è ancora più difficile superare gli ostacoli i salari più bassi la maggiore precarietà la difficile conciliazione tra i tempi della casa e quindi del lavoro
Dei figli e la minore indipendenza economica
E quindi alla scuola
è stato detto è veramente quello il luogo elettivo dove si creano le premesse per una nuova sensibilità per una vera sensibilità
E per una certa scelta consapevole per i cittadini adulti le bambine i bambini dei ragazzi giovani di cittadini del domani
Ed è nella funzione educativa della scuola la chiave per arrivare ad un vero e pieno accesso alle opportunità di crescita
Il mondo della scuola italiana aderito quindi convintamente alla giornata internazionale della donna
E lo ha fatto con il pieno coinvolgimento delle studentesse e degli studenti che ho avuto il piacere di conoscere di incontrare direttamente pochi minuti fa oltre che dei loro appassionati insegnanti dirigenti scolastiche che qui ringrazio sentitamente
Grazie a questo impegno collettivo degli studenti degli insegnanti anche quest'anno le scuole hanno partecipato al concorso donne per le donne un'iniziativa assunta dal Ministero dell'istruzione dell'università e della ricerca riorganizzate di concerto con il patronato
Della Presidenza della Repubblica
Ecco abbiamo consegnato dei premi li abbiamo consegnati all'elaborati migliori sono esposti nella galleria dei busti io l'ho ancora avuto modo di vederli se non passa
Anch'io mi auguro che potremmo farlo apprezzandone il contenuto è risultato soprattutto apprezzandone lo spirito che ha
Mosso questi ragazzi a partecipare
Signor presidente oggi sono qui davanti a lei davanti a tutti voi in un ruolo molto delicato molto importanti di enorme responsabilità che è quello di Ministro della Repubblica in un settore che
Veramente forse per la prima volta da molti anni è al centro dell'agenda politica di questo Paese
Svolgo il mio compito in una squadra che anch'essa per la prima volta numero paritetico di ministre e di Ministri e non è un dato numerico è una scelta politica una scelta culturale è una scelta coraggiosa che guarda avanti
E di questo mi permetto ringraziare il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il Presidente del Consiglio Matteo Renzi che sono alla base della formazione di questo Governo che
Indubbiamente
Hanno messo anche in questa soluzione anche in questa scelta una loro sensibilità
Ecco lo dico soprattutto alle studentesse agli studenti io credo che nella scuola oltre a parte al partecipazione concorsi oltre alla manifestazione del nostre sensibilità oltre al ricordo di una storia che cercare che ci deve proiettare nel futuro noi dove diamo soprattutto ricercare questi tre valori che sono stati citati anche nel filmato il rispetto l'autonomia e la dignità sono questi tre valori su cui dobbiamo cercare di ricostruire una certo una società civile che ci
Mette di essere un Paese come siamo orgoglioso pieno di storia è piena di cultura e pieno di futuro nel mondo noi vogliamo che l'Italia sia queste ci impegneremo in questa sede in questa direzione grazie
Durante l'intervento del ministro le immagini scorrevano immagini realizzate dalla RAI Quirinale sugli elaborati
Realizzati proprio per il concorso nazionale donne per le donne diciamo basta dunque questa settima edizione è stata dedicata proprio I diritti negati anch'io vi invito a vedere le opere che sono esposte nella galleria Debussy comunque qui ci sono raccolti
Gli elaborati vincitori così come avete sulla vostra sedia la traduzione
Dell'intervento della professoressa nel grande che è docente della Facoltà di lettere e arti e studi umanistici all'università di Manu da Tunisi
Che ci spiegherà brevemente il processo che ha portato all'approvazione della nuova Costituzione tunisina che ha ribadito l'eguaglianza di genere nel suo Paese messa a grave rischio a repentaglio
Ultimamente negli ultimi mesi a lei l'intervento è la faranno
Buongiorno a tutti
Io l'ex
Sì e a te Presidente asterrete OP
Ministero esponenti locali possono recisi lei Kissin vincente
Senti un foro offre in wireless Fortune il settantotto al corretto il pezzo
Da altri accidenti altre missioni quella
Distacco negli spacci si prescinde interroga in luce salvare Saiti
Qui nel nel infatti la
Se mi segue nel
Cos'altro una miccia leggesse
E invece non si sente prossima s'
Attende uscente ASL ex ante
Terzo maestri perché
H cinque membri
E in particolare
Anche l'accesso
E ai
La nostra
Quelli ovvero verso i settori Enzo imponenti violence destra Juan
SACE ANAS artisti giornalisti attivisti
Con Payne Baicu non se ne fa sì
Ex ministro Brooks che lei mi invita arricchisce non ho seriale
Ente Sisters scenda Vassallo rights garantirlo interpersonale statistico
Là che il centro e quale così
Sul banco quali chiami
Richiedono offre un patto vero ACC U.L.S.S. discorsi via internet indennizzi ardente public Space
Già agenda
Voi Sibari Brooks passare a sinistra eliminata ciclisti tu e stabilisce MIUR Norris escluse centro URSS stai fly eccetera
A guardare
Senta struttura strada of cinese in quella lista
Dei sexy detto il Presidente Errani eccellente presso
E nord trincea in maniera ex
Demiurgo massicci uscente esita sta
Impreparata e mostre muore
Tutti porcini cinque membri Ernani RAI c'è dubbio presidenziale con i testi
Anziché nel forzisti ex
Ogni quali cinghiale anzi
Arici invece l'immanenza Bonelli Interpol elette Hassan bis
Uccisi evidente Moro progressi Consiglio e interni distratto un attimo i denti Binelli include dealing Consip ci uscente assemblaggio reti offre questionari
Canciones
Anzi tal tua insieme garantisti quali ci offra es entro espulsa bilici is de State guidatrice Centro per i quali ci e due place è anche Brenci
E quali ci notabili frutto afferma cifre accenno invece adesso
L'estetismo laici toccato public Boffo richieste
Vai Zichichi mese drastico e l'imminente Paul forniscono fine sfugge su quegli anni Dubai esiterà forti alla forte messi assieme illegale riformista atti che
Elette
Vista l'assenza di essi anticrisi d'alta Nenni mouse a farlo mio nel resto Micossi esce compro mai sesso pay si arresta
Enzo afferente Enzo esistenti ad toccassi legge PAI democratiche public FEG pensi del society Brooks
Cannes antipolio Guizza sepolto fiumani ugualmente e veri esso oratorio enti nasce
Organi se sceglie
Enzo
Hai Kennan scende abbracciato il lotto ugualmente
Castellotti fammi euro Pinca influisca SACE a est d'Italia insistiamo enti ce fra germaniche fronda spende sede eccetera
Debba giallo Orsini cinque Mendes no accentua
E Chiesa dell'altro assessore Bach frase così calzante commitment giù progresso enti che ci voglia un mini
Domani per giovedì
Già ce l'hanno
Basta rinchiudere in maschera
Grazie infinite professoressa grammi per il suo intervento alla sua testimonianza che ci mette in guardia ci mette sempre allerta
La traduzione del testo l'avete potuta consultare durante la la il suo intervento e adesso dalla vicina Tunisia arriviamo noi
Grazie dovunque all'intervento della onorevole Federica Mogherini Ministro degli affari esteri in rappresentanza qui del Governo grazie alle il microfono
Signor Presidente della Repubblica gentili autorità cari ragazzi ragazze
è un onore ed anche un'emozione per me essere qui oggi a nome del Governo per celebrare una giornata che non rappresenta un vuoto dovere retorico ma un simbolo vivo di quanta strada è stata fatta
Per l'affermazione dei diritti di tutti e di quanta ne resta ancora da percorrere
è un piacere farlo insieme ad alcune
Tra le donne che più si sono distinte in Italia non solo l'abbiamo sentito ora per il loro impegno nei confronti di altre donne insieme a tante amiche
Insieme a chi animato la campagna noi no e soprattutto i giovanissimi vincitori del concorso donne per le donne
Credo che sia giusto partire da qui
Dall'educazione dal messaggio che insieme uomini e donne passiamo ai nostri figli alle nostre figlie l'unico modo che abbiamo per costruire una società che sia realmente rispettosa della dignità
Dei diritti delle speranze dei sogni di tutti è far crescere i bambini e le bambine di oggi nella consapevolezza di avere un compito comune
Rompere gli scanni avere il coraggio di cambiare non piegarsi a percorsi obbligati non accettare gli stereotipi
Da mamma prima ancora che da ministro voglio dirvi che la radice della disparità ed anche della violenza
Sta nel pensare che ci siano modelli di comportamento obbligati e separati per un bambino per una bambina
La responsabilità di chi ha tutto il futuro davanti la vostra responsabilità ragazzi e ragazze e quella di essere liberi di usare
E di cambiare
E di farlo insieme maschi e femmine perché se riuscirete a costruire un Paese dove ci sarà davvero parità e rispetto per tutti non sarà una vittoria solo per le donne di domani ma sarà una vittoria per tutti voi e per tutto il Paese per tutta l'Italia
Se guardiamo indietro vediamo i passi avanti che sono stati fatti grazie all'impegno e la tenacia di tante donne e di tanti uomini
Oggi raccogliamo quel testimone
E proviamo a compiere un nuovo tratto di strada
Lo facciamo con un Governo che non solo del tutto paritario ma che vede affidati a noi donne ministeri importanti e tradizionalmente considerati maschi la pubblica amministrazione le riforme gli esteri la difesa
è un modo per dire al Paese e ai nostri partner internazionali che l'Italia è pronta a superare un'immagine di sé stessa che racchiude nell'angolo del passato
L'Italia sta cambiando e cambierà ancora
Certo sappiamo bene che il nostro non è ancora un Paese per donne
Metteremo per questo tutto il nostro impegno di donne e di uomini al Governo per far sì che lo diventi
Per far sì che non si debba più essere costretti a scegliere tra maternità e lavoro che non si debba rinunciare ad avere un figlio per conservare un contratto precario
O perché un posto di lavoro non lo sia fatto
Metteremo tutto il nostro impegno per far sì che anche in Italia la gioia e la responsabilità di crescere un figlio sia riconosciuto in modo che
Alle ad una mamma e ad un papà
Metteremo tutto il nostro impegno per superare l'assurda regola non scritta ma non per questo meno reale che a parità di lavoro una donna guadagni meno di un uomo
Metteremo tutto il nostro impegno per prevenire e fermare la violenza sulle donne e la violenza domestica di cui troppo spesso sono vittime impotenti anche bambini
L'Italia proprio l'anno scorso è stato ricordato ha dato un segnale importante con la ratifica della Convenzione di Istanbul per la prevenzione e la lotta alla violenza sulle donne è stata la prima legge approvata dal nuovo Parlamento italiano
E che ha avuto l'onore da parlamentare di firmare sulla quale ho avuto l'onore di lavorare con tanti di voi
In Parlamento e fuori
è stato un atto non solo simbolico ma concreto voluto da tutte le forze politiche presenti in Parlamento e non credo che sia un caso che questa scelta sia stata presa proprio dal Parlamento più rosa della storia del nostro Paese
Sappiamo bene che le leggi non sono sufficienti
Per fermare la violenza serve innanzitutto un cambio culturale di mentalità di valori condivisi serve che le ragazze che escano forti della consapevolezza di meritare dispetto e di ragazzi ritrovino la loro dignità mi rifiuto di ogni forma di violenza
Le leggi anche le migliori non sono sufficienti ma sono necessarie
Perché la convenzione dista mole entri in vigore sono ancora necessarie le ratifiche di diversi Paesi troppi ancora prendo l'impegno qui oggi dal Ministro degli esteri di attivarmi con i miei colleghi europei affinché sollecitino i rispettivi Parlamenti a ratificarla quanto prima
Consentendone così una rapida entrata in vigore sarebbe bello se questo possa essere cadere durante il semestre di presidenza italiana dell'Unione europea
Parliamo troppo spesso di standards e di parametri europei da raggiungere e si tratta per lo più di stampa di carattere economico
Credo che sia ora che impara di imparare a lavorare anche a rispetta dalla promozione di Comuni parametri di tutela dei diritti fondamentali delle persone a partire da quelle delle donne
è una sfida che riguarda noi l'abbiamo sentito ma riguarda l'Italia riguarda l'Europa riguarda anche il resto del mondo
L'Italia è stata continuerà ad essere in prima linea insieme ad altri e con le organizzazioni internazionali di cui fa parte per affermare che i diritti delle donne costituiscono uno dei primi elementi di sviluppo e di progresso di umanità
Continueremo a lavorare al fianco delle donne afgane e delle ragazze di Tunisi continueremo a lavorare con la nostra cooperazione l'impegno di tanti Remigi per aprire consultori reparti Maternità in Africa
Continueremo a batterci perché non ci siano più spose bambine perché cessi la pratica delle mutilazioni genitali femminili e la tratta di esseri umani
Continueremo a promuovere il ruolo delle donne sulla scena internazionale anche attraverso progetti mirati come qui nel fare a costo e momenti di formazione come quello che si è appena concluso in questi giorni con cui man diplomarsi cui hanno partecipato venti giovani donne con ruoli chiave dei Paesi del Nord Africa
Molto ancora resta da fare certo in Italia e di molte regioni del mondo
Ragazzi e ragazze la vostra responsabilità è quella di rompere gli schermi di avere il coraggio di cambiare la nostra responsabilità e di accompagnare UD e consentire di farlo l'otto marzo e tutti gli altri giorni dell'anno
Con l'avvocato
Grazie al Ministro Mogherini ed ora un'invocazione e una poesia sì dolce con me
Sì Gentile questo il titolo della polizia che ci indica la cifra dell'amore non prevaricazione gliene Mariangela Mariangela Gualtieri ora le più grandi donne poeta sulla scena internazionale non solo
Nel nostro mondo letterario italiano
Abbiamo detto non prevaricazione ma attenzione gesti delicati gesti di pura reciproci
La parola alla poesia Mariangela

Dolce
Con me
Sì gentile
E breve il tempo che resta ad un po'saremo scie luminosissima
E quante all'osteria Gia avremo dell'umano
Come ora ne abbiamo dell'infinita
Ma non avremmo le mani
Non potremo fare carezze con le mani
E nemmeno guance
Da sfiorare leggere
Una non sta in Cina
Un anno strategia
Di imperfetto
Ci considera
Le particelle i docenti
Sì dolce con me
Maneggio ami con cura
Abbi la cautela dei cristalli con me
E anche Conte
Quello che siamo prezioso più dell'opera blindata nei sotterranei
E affettivo fragile tiepido
La vita ha bisogno di un corpo per essere
E tu sì dolce con ogni corpo
Tocca leggermente
Leggermente oggetto chiede
E abbi cura di ogni meccanismo di volo
Di ogni guizzo e volteggio e maturazione in radice e scorrere da acque e scatto e Becchetti io e schiudere sì così maniere di foglie
Fino al fenomeno della fioritura
Fino al pezzo di carne sulla tavola che corpo mangia Billé per il tuo mio alle dure da essere qui
Ringraziamo ogni tanto
Sì a Placido questo nostro esserci
Questo essere
Corpi scelti per l'incastro dei compagni d'amore
Sì dopo il secondo le esigenze
Ho raccolto in un volume
Le poesie bestia Di Gioia pubblicata da Einaudi
Io penso che sia un buon regalo da fare a un compagno penso che valga la pena
L'impegno nel dir Mariangela Gualtieri nella poesia
è un impegno che
Danni significativo per noi molto spesso si accompagna alla musica in questo contesta abbiamo voluto dare molto corpo alla parola ma anche accompagnato da
Musicata chitarra effettivamente a un
L'impegno un tocco particolare grazie per l'intensità sì grazie poi
Per l'emozione che ci ha dato il perché
A Mariangela Gualtieri
Io conosciamo i destinatari delle onorificenze che tra poco il Presidente della Repubblica consegnerà e cominciamo sono molto contenta ricominciare dagli uomini vedo Claudio Bisio ma Aspen
Do anche il Presidente Marco Cammelli Fondazione del Monte di Bologna venite venite con Ivano Marescotti Cesare tra livelli commissario tecnico della nazionale Presidente buongiorno
L'altra
Un altro bellissima iniziativa
Allora
Presidente hanno vuole già consegnare sa che io volevo intervistare tutti premiati per non farla stare in piedi e troppo tempo volentieri i sondaggi
Fantastico grazie
Perché questa iniziativa dedicata al mondo maschile non a quella minoranza in particolare che diciamo così mal trattante ma la maggioranza che spesso non conosce il problema
Vero Presidente è una iniziativa volta a dalla sensibilizzazione del mondo maschile
Sì grazie lo
La Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Dedicata alla alla campagna
Sopravvivenza perché abbiamo scelto qualche giorno fa qualche anno fa di puntare verso gli uomini effetti il problema evidentemente tardi
Va affrontato ordini avevamo il problema di indicare i dati San partiti nel due mila otto didattiche erano impressionanti ma che ormai sono conosciuti
E poi andare a capire da dove viene questo e dove affonda le radici sono radici profonde in ognuno di noi quindi abbiamo detto miriamo lì lo abbiamo fatto con persone che ci hanno dato una mano
Richiamare l'attenzione comma campana che è partito da Bologna matti o il Comune di Roma la Regione Lazio insomma in Italia
Si è diffusa è diventata una community molto importante seconde testimonial fantastici Claudio
Visione lo conosciamo tutti così come Cesare Prandelli a tutti e tre siccome siete padri voglio chiedere se abbiamo speranza che le prossime generazioni vivranno in una
Società davvero con pari opportunità
Penso di sì spero di Silvio
La figlia femmina
Figlio maschio
Raccolte sul proprio il primo sono i rischi
Occorre educarli nella stessa maniera
Ci proviamo ci scrive cedere
Sì non solo come il padre ma anche come luogo soprattutto come uomo perché è un nostro problema e quindi ci auguriamo di cuore tensione ma molto buona vasto basta basta ai diritti negati grazie io
Trovo solo per il sotto questo che sotto il profilo
Ogni volta che assillo fra di loro gomma
Sono gli ultimi certo fresco proposto
Per cui oppure come affrontare un aspetto
Risoluto sono oltre perché
Sotto Corte ovvero
Grazie per il verso l'impegno che è stato contagioso perché moltissimi uomini hanno deciso di aderire
A questa campagna e adesso insieme a voi chiamo una donna che veramente merita tutta la nostra ammirazione
Una donna che davvero
Ha sofferto moltissimo
Anni pagherà animali Cavaliere
Ormai
Perché già il Presidente
Le assegnazioni
Il venticinque novembre scorso il Presidente della Repubblica le ha conferito alla pesca
Scusate
Se non legata ad un
L'applauso
Testimonia la fa
Non soltanto la mia relazione
Per il coraggio dimostrato guardate ci sono le persone in piedi che ringraziamo moltissimo perché
Davvero dobbiamo tributare un grande segno di di affetto e di riconoscenza per una donna che ha deciso di fare di una a tragedia personale una battaglia pubblica dico ha coinvolto affatto da collante a tantissime donne
E in questo ci ha comunicato messaggio assolutamente positivo anche nell'intervista che ha concesso alla RAI
Ha detto circondate vi di persone positive ma io le chiedo dove trova tutto questo coraggio a questa forza in un momento di sofferenza
La forza dentro di me come dico sempre nel desiderio di
E conquistarmi la vita che mi era stata insomma che voleva togliere e quindi riconquistare avesse più viva ancora di prima qui ci sono molto Fenice chi
Di essere qui
Di esserci carriera sano
Una grande gioia per una grande gioia per
Per la vita
E allora ecco qui consegniamo subito
Questo importante riconoscimento e allora sentiamo la motivazione sì per il coraggio la determinazione della dignità con cui ha reagito alle gravi conseguenze fisiche dell'ignobile aggressione subita
Grazie grazie a Lucia nei
Avvocato difensore
Perché andiamo adesso io non pontile il suo ruolo di Presidente delle donne giuriste italiane per la Sezione di Roma
Ha ideato e programmato iniziative volte a prevenire la violenza sulle donne
Ha curato l'apertura di uno sportello per le vittime della violenza sessuale
Penso che ha organizzato molti incontri e convegni sul tema della violenza ma anche delle mutilazioni genitali femminili della condizione delle donne in carcere
Ha trasformato un ruolo che potrebbe essere tranquillamente un ruolo di prestigio in un ruolo attivo un ruolo di grande impegno a favore di altre donne quale tra queste tante attività e più incisivo a suo parere
Sono attività dati alla prevenzione sulla lotta all'evidenza sulla donna per veicolare
La consapevolezza che rispetta dire dignità nei confronti della donna integrava realizzazioni anche perché chiediamo
Che un equilibrio di genere non sia solo ambito ma una buona politica economiche e sociali
Grazie grazie infinita Irma Conte e adesso la consegna
Per il suo significativo contributo al contrasto alla violenza sulle donne
Attraverso l'apertura dello sportello di ausilio per il sostegno alle vittime di violenza sessuale domestica e per le iniziative di intervento preventivo
Ed ora Gilda violato residente Ercolano impegnata da anni nella tutela nell'assistenza delle donne profughi come avvocato opera nel campo il diritto dell'immigrazione e asilo in molta della sua attività è rivolta all'assistenza delle donne profonde immigrate troppo spesso oggetto di violenze
Infatti lei è uno studio un avamposto a Catania proprio per essere vicina a tutte le donne che arrivano che hanno bisogno di un'attività anche legali e di sostegno è così giovane ma quando ha cominciato il perché questa attività
Diciamo che questa passione nata sin da piccola osservando quella che la ma la mia reazione dinanzi alcuni fenomeni di razzismo
E il tempo il mio percorso di studi mi hanno fornito gli strumenti idonea a comprendere quale poteva essere i drammi apporto diciamo all'interno diciamo favori di una
E all'integrazione e della tutela dei diritti
Trovato davvero congratulazioni al Presidente c'è molta strada da fare ma sappiamo di poter contare
Per la sua appassionata opere di assistenza a favore delle donne però fu che immigrate svolta anche in occasione delle recenti situazioni di emergenza a Lampedusa
Francesca Monaldi al primo dirigente della Polizia di Stato dal novembre due mila dodici dirige il Commissariato di Pubblica Sicurezza Primavalle ha gestito centinaia di indagine sulle violenze sessuali e responsabile della sezione che si occupa di violenze sessuali abusi i danni dei minori non è mai facile per una donna denunciare uno stupro anche l'azione e quindi e così importante che dall'altra parte ci sia qualcuno che ascolta anche con empatia non soltanto con la disponibilità
Il ruolo e questo penso che fa sua la differenza quando se una donna che ascolto ad altra donna sicuramente la differenza c'è la fa ma la differenza è anche un'adeguata preparazione un'adeguata accoglienza e saper leggere oltre le righe
Lei ha detto mi sembra così strano essere premiata per il lavoro che faccio come se fosse scontato però il cui
Si fa e come si svolge il ruolo per
Si ecco mi si è essa pressante che di fronte ci può essere una persona
E
Che comunque può familiari quindi potersi sempre dare una risposta sempre e comunque grazie per il sud e la sua sensibilità
Per la professionalità e la passione con cui ha organizzato e gestito azioni di contrasto ai reati di natura sessuale e rappresentato la Polizia di Stato in iniziative di sensibilizzazione sul tema
Simona Lanzoni tale promotrici della convenzione non muore per il contrasto della violenza vicepresidente responsabile dei programmi della fondazione PAN Gea Onlus
Si parte per il diritto all'istruzione e l'empowerment delle donne in tanti Paesi del mondo io ho letto Afghanistan già nel novantanove Nepal nel due mila e ci
In quel India due mila sei ma dal due mila sette lavora anche in Italia perché anche qua c'è molto bisogno di fare libanesi agli empowerment a un processo di
Auto decisione di quello con un vuol fare nell'invitare ed è un processo che di solito si fa insieme a tante altre donne e a tutti coloro che poi
Coadiuvano questo quindi è chiaro che dobbiamo cominciare anche in Italia come in tutti i Paesi a superare discriminazione e violenza
Questo pure Franco ricordo in particolare per l'Italia
Ai gruppi di difesa che notarono
Contro il nazifascismo quest'anno sono settanta anni e che poi permisero anche il diritto di cittadinanza di tutte le donne che oggi sono anche qui e che rappresentano le donne in Italia
Grazie se non
Perizia costante impegno nell'affermazione dei diritti delle donne istruzioni al lavoro e della DIA di processi di empowerment dei Paesi in via di sviluppo in Italia
Giustamente il Presidente sottolineava il valore della parola empowerment rafforzare attraverso anche l'autonomia buongiorno a Maria Maddalena Bonetti su ad Eugenio
Che si è impegnata tantissimo contro la tratta continua ad impegnarsi e contro la tratta delle giovani africane e nigeriane soprattutto nei loro sfruttamento sessuale Corvino duecento cinquanta religiose di ottanta diverse congregazioni che lavorano in un centinaio di
Piccole case accoglienza sparse in tutta Italia lavorare in rete con varie organizzazioni non governative ma anche con i Governi per sollecitare legislazione
Adeguate contro i trafficanti e ha scritto due libri anzi mentre
Lei se ne racconta il suo impegno io li vado a prendere perché le voglio mostrare sono quattro
Sono qui schiave
E
Grazie
Stiamo
Con una prefazione di Dacia Maraini e sempre con Anna Pozzi ha scritto spezzare le catene questo libro che dove c'è scritto schiave dice trafficate vendute prostituite usate gettate donne
Ecco perché è molto importante oggi festa della donna
Ricordare che in mezzo a noi che nel sulle nostre strade e nelle nostre città
Vivono ancora migliaia e migliaia di donne vittime di tratta vittime di sfruttamento e letteralmente rischiare ne abbiamo pensato che la schiavitù ormai dal passato ma la schiavitù ce l'abbiamo in casa nostra
E insieme istituzioni
Congregazioni organizzazioni Chiesa dobbiamo veramente fare qualche cosa di più
Per territorialmente poter dire
Basta con questa terribile schiavitù
Lo ringraziamo per questa opportunità che ci è stato offerto per fare emergere il lavoro di tante religiose che sono qui presenti in mezzo a noi simbolicamente che danno veramente la vita
E da quando abbiamo iniziato dall'inizio degli anni Novanta
A nel gestire questa situazione che era un qualche cosa di nuovo siano riuscite a fare entrare nelle nostre comunità e uscire come persone degne di essere chiamati persone umane più di sei mila donne
E questo è stato un granché facilmente per noi e soprattutto per
Queste donne che hanno ritrovato la voglia di vivere e di esterni però c'è ancora un'altra battaglia che noi dobbiamo combattere
Metto insieme i due libri c'è un altro opuscolo Satta dietro il bancone
Col dietro le sbarre mettiamo rispetto
E allora noi vogliamo dire enorme non c'è più bisogno di mettere queste donne dietro le sbarre condannarle perché sono già stati e condanna
Abbiamo bisogno di liberare
Abbiamo bisogna di aiutarli e allora da undici anni con un gruppo di religiose e di tutte le Congregazioni proveniente da tutti e poi esito noi entriamo a Ponte Galeria per essere una presenza per capire deve aiutare per sostenere e soprattutto per cercare di liberare
E lo facciamo anche attraverso i rimpatri assistiti finanziati nei loro Paesi di origine e questa è una delle ultime delle ultime sfide che abbiamo iniziato a svolgerle
E ringraziamo della vostra collaborazione della vostra attenzione e sono partite dal signor Presidente che veramente sempre molto attento a queste problematiche grazie
Grazie
Oltre agli argomenti
Per la sua instancabile attività di difesa accoglienza delle donne immigrate vittime del traffico di esseri umani
E dovrà Franca Viola di Alcamo provincia di Trapani la prima donna italiana rifiutare matrimonio riparatore
è diventata un singolarità foto aerea della dissipazione
Congratulazioni a Franca Viola per il coraggio che ha dimostrato è diventata davvero
Un'immagine di di grande coraggio che ha dato può mai anche ad altre donne la forza di rifiutare un compromesso davvero terribile quello di denunciare oppure ti sposare
L'uomo che la racchetta lei ha detto di no ha detto basta compiuti ritorni menzionare non spostate
Ma ha detto che il è stata sostenuta dalla sua famiglia a suo parere mio padre mi ha sostenuto e
Grazie al mio marito che mi ha spostato pur sapendo che vi è un pericolo di vita devo ringraziarla e dalla loro questo premio papà
Bianca Francaviglia grazie
Carattere lenta
A richiedere
Questa onorificenza medico raggiunto il gesto di rifiuto del matrimonio riparatore che ha segnato una tappa fondamentale nella storia dell'emancipazione delle donne nel nostro Paese
Che adesso consegniamo la targa l'organizzazione noi no punto
Per l'importante contributo nel sensibilizzare gli uomini sulla necessità di isolare e condannare rigettare
Ogni forma di violenza maschile sulle donne
Ritirato il premio il Presidente della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna promotore finanziatore della campagna professor Marco Cammelli con i testimonial Claudio Bisio Ivano Marescotti e Cesare Prandelli
Prende ora la parola al Presidente della Repubblica
Signor Presidente del Senato signora Presidente della Camera dei deputati signor Presidente della Corte costituzionale autorità care e cari invitati
Rivolgo un cordiale saluto a tutte a tutti i partecipanti ma un particolare augurio come comprenderete alle signore ministeri
Che rappresentano la parità di genere sancita nella formazione del nuovo Governo
Sono convinto che al di là delle loro competenze specifiche funzioni non dimenticheranno di essere donne impegnate nella causa delle donne
E rivolgo anche un doveroso ringraziamento alla componente femminile del precedente Governo
Per aver trattato situazioni complesse con professionalità e senso dello Stato e per l'impegno espresso in tema di pari opportunità
Ma i miei affettuosi auguri e il mio incoraggiamento vanno tutte le donne che in Italia e nel resto del mondo ieri e oggi ribellando sì
Reagendo contro leggi e tradizioni assurde hanno non solo difeso la propria dignità ai propri diritti ma ha affermato di Berta e opportunità per tutte
Ringrazio coloro che lavorano le associazioni
Che operano come religiose che lavorano nei corpi dello Stato e anche negli organismi internazionali senza risparmiare fatiche rischi per consente che dire alle bambine di studiare per evitare che siano mutilate sottratti ai giochi e dato in spose vendute sul mercato del sesso
Coloro che operano per sostenere psicologicamente e moralmente le donne che pagano il prezzo dello stupro nei conflitti e etnici nelle guerre civili miei viaggi da profughi emigranti verso Paesi considerati sicuri
Un grazie dobbiamo anche alle organizzazioni attive nel confortare
Nel gruppo nel recuperare alla vita civile ragazze ridotte in schiavitù nell'aiutare dei più emarginate ad aprirsi la strada
Da verso un lavoro ed un reddito autonomo non solo nei Paesi in via di sviluppo neanche nelle aree disagiate del nostro stesso Paese
Dobbiamo onorare tutti coloro che sostengono la volontà delle donne di vivere da persone libere
Abbiamo inteso sottolineare il valore di battaglie e gesti esemplari offre non è qualche esempio nel video introduttivo e
Assegnandone nostri onorificenze ad alcune persone tra le molte che si sono distinte nel fare avanzare la causa comune
Come già ha detto la mostra conduttrice abbiamo voluto onorare il loro impegno le loro piccole grandi vittorie a tornando quest'anno l'ingresso del Quirinale con l'alloro al posto delle tradizionali più festoso e mimose
L'otto marzo sarebbe
Solo una festa fatto qua e vuota quasi irriverente nei confronti delle donne che affrontano ogni giorno difficoltà di ogni genere se non servisse appunta tre con maggiore determinazione l'obiettivo politico e sociale sulla realtà della condizione femminile sui problemi aperti sulle possibili strategie per affrontarli
Dall'inizio della mia presidenza ogni anno e questo è l'ottavo in occasione di questa cerimonia al Quirinale abbiamo scelto un aspetto specifico della condizione femminile da trattare
Questo otto marzo due mila quattordici lo dedichiamo sia i diritti negati
Sia le vittorie per affermare i diritti e libertà lo dedichiamo in particolare al più tragico degli aspetti della condizione femminile
Alle violenze perpetrate dagli uomini sulle donne violenze che possono arrivare sino alla eliminazione fisica
Purtroppo questo tragico fenomeno in Italia non vetrina mentre negli ultimi anni il tasso complessivo di omicidi e diminuito quello relativo alle donne è restato costante
Contro la violenza all'interno di legami sei Eurosia intime in tali non siamo riusciti a fare ancora abbastanza
L'ultima legge del due mila tredici
Che si muove sulle direttrici della convenzione di Istanbul appena ricordata dal ministro Mogherini
Per il contrasto della violenza sa di genere prevede come aggravante per i molesta attori il fatto di averlo di avere avuto con la vittima un legame sentimentale
è importante che l'aggressore sia fermato in tempo invece questo troppe volte non riesce
In occasione dell'otto marzo abbiamo voluto dare un segnale chiaro del fatto che queste
Morti vanno considerate un lutto collettivo una tragedia che colpisce i sentimenti dell'intera Nazione
Perciò per onorare le tante vittime abbiamo voluto apprestare un monumento temporaneo che ricordasse quel sangue impietosamente versato
I nomi proiettati sulle basi dell'obelisco in piazza del Quirinale costituiscono come è stato detto una minima parte
Delle donne uccise ma il pensiero il cordoglio rivolto a tutte le vittime della violenza maschile e ai loro cari che li hanno piante e ancorare piangono
Non trascuriamo il fatto che anche gli uomini possono essere vittime di molestie aggressioni tuttavia è ben noto che le proporzioni tra vittime anche Messori nei due sessi sono clamorosamente diverso
è ovvio che il nostro gesto simbolico come altre manifestazioni in vari luoghi da parte delle istituzioni della società civile per dire no
A questo scempio possono aiutare apporre drammaticamente il problema a sensibilizzare l'opinione pubblica ma certo non bastano
Serve un formidabile impegno educativo fin dai primi anni di istruzione come ha sottolineato il ministro Giannini servono leggi e serve un'azione capillare
L'Italia ha già prima della legge del due mila tredici ha messo in campo importanti misure di contrasto e di prevenzione
Di recente era stata anche allestita una task force interministeriale
L'omicidio l'abbiamo già detto è il gesto estremo
Spesso l'esito finale di azioni violente reiterate e purtroppo la violenza fisica e sessuale sulle donne terribile anche quando non arriva all'omicidio in un comportamento molto diffuso
Secondo recenti indagini circa un terzo della popolazione femminile intervistata in Italia ha dichiarato di aver subìto violenza fisica o sessuale nel corso della propria vita
La larga maggioranza degli episodi di violenza non viene peraltro denunciata
E anche se di indipendenza economica dovrebbe rafforzare la capacità di azione dei vittime si deve osservare che il maltrattamento delle donne un fenomeno trasversale
E coinvolge come bersaglio e come autori persone di tutte le classi sociali quali che siano i livelli di istruzione
A volte e proprio la crescita culturale e professionale della donna la sua volontà di emancipazione che costituisce l'elemento scatenante dell'aggressività fisica e psicologica maschile
Neppure i paesi del nord Europa che abbiamo sempre considerato esemplari sotto il profilo delle relazioni di genere sono estranei al fenomeno della violenza sulle donne
Questo fatto passerebbe a smentire un luogo comune troppo spesso si sente dire
Troppo spesso si sente dire che il tema delle pari opportunità il superato perché viviamo in una condizione ormai di uguaglianza giuridica imbatte viale tra i sessi ovviamente non è vero
In particolare non lo è in Italia
Dove riconoscimenti e successi femminili crescenti nell'istruzione si traducono solo in parte in una maggiore presenza I vertici dei
Le varie professioni e soprattutto non bastano a produrre tassi di attività comparabili a quelli di altre economie avanzate
Ma non vorrei tornare oggi su un tema complessivo della promozione dell'attività femminile ed è la conciliazione tra famiglia e lavoro
Al quale abbiamo già dedicato un precedente otto marzo
Metto quello più generale della discrepanza tra competenze acquisite attraverso l'istruzione da una parte
E domanda di lavoro femminile dall'altra argomento sul quale pure ho parlato più volte
Preferisco integrare questo breve intervento sulla violenza e i diritti negati innanzitutto il diritto alla sicurezza e alla vita delle donne con qualche osservazione sui cambiamenti e trasformazioni recenti che hanno attinenza con il tema centrale
Del nostro incontro di oggi
Penso alle nuove tecnologie informatiche
Che rappresentano una fonte di cambiamento sia in negativo che in positivo i rischi sono forse più visibili più raccontati sui media rispetto I vantaggi
Si rincorrono notizie di messa in rete di situazioni imbarazzanti riprese dall'ex partner o dai ragazzi di un branco con gli smartphone
Per non parlare delle false identità attribuite su un blog a una ragazza di cui di di cui si traccia un ritratto distorto e umiliante
Questi aggressioni hanno indotto ragazze soprattutto adolescenti perfino al suicidio
La modernità mette a disposizione di persone pericolosamente aggressive e strumenti inediti
Alle aggredite in quanto donne non sì ma non si saranno mancare insulti e minacce a sfondo sessuale
Non bisogna minimizzare questi episodi tanto più gravi quanto più colpiscono avversarie in politica o comunque donne nelle istituzioni
E ne abbiamo avuto in Italia esempi ignobili come gli insulti e le vinacce contro la Presidente della Camera dei deputati alla quale in questa occasione le rinnovo la mia storia
Come
Il razzismo anche il sessismo se da volgare battuta per strada o al bar
Sale nelle sfere politiche rappresentative se si esprime nel Parlamento se usando blog
E siti si diffonde legittimato da fonti irresponsabili
Diventa un virus duro da estirpare
Le nuove tecnologie sono però anche strumenti di difesa alleati delle vittime
Di recente una giovane moglie segregata è riuscita a fare intervenire la polizia spedendo propri auto scatti
Con il telefonino che mostravano i segni delle percosse in Spagna a supporto di una legge organica molto articolata la messa a disposizione delle vittime di stalking
Di strumenti di richiesta di aiuto e intervento immediato avuto come conseguenza una diminuzione significativa delle morti
Anche la nostra nuova legge prevede l'utilizzo di tecnologie avanzate a protezione delle vittime
Si fanno dunque passi avanti
Dal mille novecentonovantasei quando è stata approvata la prima legge contro la violenza sessuale al due mila dodici le denunce sono decisamente aumentate anche se purtroppo appaiono ancora come la punta di un iceberg
Ma è una punta che si allarga può via via diventare un deterrente per i potenziali violenti
Il principale deterrente contro la violenza maschile tuttavia la dissociazione da parte degli altri uomini siano essi amici familiari o personaggi importanti dalla vita sociale e politica la targa assegnata in occasione di questa giornata contro la violenza sulle donne al movimento noi no
Premia proprio gli uomini che si è dissociato anche l'uscito allo scoperto dei maschi quando si verifica va considerato un significativo passo avanti
Ma in tempi recenti
Ma in tempi recenti abbiamo assistito a fondamenta di passi avanti soprattutto guardando al mondo
Sull'altra sponda del Mediterraneo la professoressa Hamel grammi ci ha illustrato in breve quella che può essere considerata la principale acquisizione del due mila quattordici
L'inserimento della parità di genere nella Costituzione tunisina
Primo frutto delle rivoluzioni arabe delle primavere adatte
Come tutte le conquiste non è al riparo da scrive
Lo stesso principio è stato inserito anche nella Costituzione egiziana sebbene la forte turbolenza politica di quel Paese consigli molta prudenza nel nostro giudizio
Meno formale appare la riforma marocchina che abolisce il matrimonio riparatore
La legge non si impone da sola sappiamo che esiste un rapporto
Forte fra consuetudini in comune sentire da una parte e incidenza delle leggi dall'altra una norma ritenuta
Obsoleta dall'opinione pubblica viene disattesa
E se infranta troppo spesso i responsabili finiscono per non essere perseguiti
D'altra parte consuetudini antiquate sopravvivono a prescindere dalle leggi che lei li privano perché restano nella cultura popolare
Purtroppo le mutilazioni sessuali sono ancora largamente praticata in molti Paesi che hanno messo
Cricket gli hanno pure messe fuori legge da tempo
La rivolta delle donne alla guida dell'auto
In Arabia Saudita la fuga di spose bambine la denuncia delle mutilate
La nostra insignita Franca viola ci insegnano che quelle leggi obsolete quelle tradizioni ostili hanno bisogno della reattività e del coraggio di ragazzine di donne decise ribelli
Anche di uomini fermamente dalla loro parte ne abbiamo e ne aveva bisogno sempre perché la storia dell'evoluzione della condizione femminile ci ha fatto rilevare anche tanti passi indietro
Oggi però vogliamo guardare avanti con fiducia
A
A tornare all'ingresso del Quirinale con la loro serve a onorare non solo le donne per merito delle quali sono state ottenute tante vittorie ma anche le donne che ne Conzi che ne conquisteranno altre
Che difenderanno sempre i traguardi raggiunti
Senza arretrare traguardi raggiunti e da raggiungere in molti campi e per diversi aspetti accanto all'aspetto cruciale su cui ci siamo concentrati in questa mattina
Per quel che riguarda il
Diciamo basta non posso concludere senza compite complimentarmi ancora con i vincitori della settima edizione del concorso donne per le donne
In particolare con gli studenti i ragazzi e con gli insegnanti uomini che hanno sentito e trattato come loro il tema delle violenze e ingiustizie che subiscono le ragazze e le donne
Per quel che riguarda tante altre tematiche iniziative che caratterizzano fuori di qui la celebrazione dell'otto marzo mi limito a Città
Aree con vivo apprezzamento l'evento promosso dalla RAI e guidato dalla sua Presidente alla cui conclusione ho assistito avantieri
Si è parlato lì di perché la donna è puntini sospensivi e si è con particolare forza ha detto la donna e crescita
Ed è vero è giusto
Ma possiamo dire qui tutti e conclusivamente la donna è civiltà e che questa consapevolezza
Diventi realtà
E l'augurio che per l'otto marzo rivolgiamo a tutte le donne italiane e straniere che vivono in Italia e a tutte le italiane che vivono all'estero
Ed è l'augurio che rivolgiamo non solo loro ma rivolgiamo all'Italia perché diventi il Paese sempre più civile che fermamente vogliamo grazie
Grazie Presidente grazie soprattutto per le parole di speranza e grazie per essere sempre vicino al mondo delle donne e alle nostre
Necessità le nostre istanze al nostro desiderio di parità
Non potevamo chiudere questa cerimonia con un brano musicale qualunque questa è stata una cerimonia che ha voluto denunciare la violenza contro le donne di cui è intrisa la nostra storia e anche la letteratura anche la musica
Sapete che Williams ex che si è ispirato ad una novella del cinquecento di Giambattista Giraldi Cinzia o prescrivere l'Otello
E ci sederti sul libretto di Arrigo Boito ne ha tratto un'opera magistrale e allora noi per salutarci
Concludiamo con un brano la terza e ultima scena dall'Otello dal quarto atto nell'interpretazione del tenore Massimiliano Tonsi IMI Otello
Del soprano Angela Nisi Desdemona accompagnati al pianoforte da Mirko Robert bellezza provengono tutti e tre
Da
Santa Cecilia o però studio dalla scuola e di Renata Scotto per ragioni anagrafiche frequentata in età diverso adesso torni Sini è un docente
A voi dunque l'onore di concludere questa cerimonia e grazie alla musica a ripetersi
Volevo
Prego
Quindi
Dice la strada può essere però alle vostre sì
Vorrà
Indubbiamente migliore
Si dice
Senz'anima si
Ma
Saito
A
E allora
Un po'
Brevissima
Uno
Pongo
A
Linee la
Non lavora
Il venerdì
Delle
Non
Questo