06MAR2014

Collegamento con Rita Bernardini sull'emergenza carceri e il richiamo del Consiglio d'Europa all'Italia

COLLEGAMENTO | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 15:03. Durata: 13 min 33 sec

Player
Registrazione audio di "Collegamento con Rita Bernardini sull'emergenza carceri e il richiamo del Consiglio d'Europa all'Italia", registrato giovedì 6 marzo 2014 alle 15:03.

Sono intervenuti: Rita Bernardini (segretaria, Radicali Italiani).

Tra gli argomenti discussi: Amnistia, Carcere, Consiglio D'europa, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Democrazia, Digiuno, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Italia, Ministeri, Nonviolenza, Orlando, Radicali Italiani.

La registrazione audio ha una durata di 13 minuti.
15:03

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Siamo in collegamento con Rita Bernardini segretaria di radicali italiani per un commento sul
Sull'intervento del consiglio d'Europa che ha bacchettato al nuovamente il nostro Paese tramite il Comitato dei Ministri del consiglio o d'Europa che ha espresso preoccupazione per come il nostro Paese sta affrontando la questione carceraria in vista della scadenza fissata per il ventisette
Maggio prossimo avevate sentore di questa Inter
Ma
Ne diamo la certezza in base ai dati che avevamo sotto gli occhi nel senso che
La situazione non era
Risolta e nemmeno si avviava sulla via dello soluzione attraverso i provvedimenti emanati e devo dire anche gli stessi in cantiere
Era chiarissima e non a caso ci siamo espressi
Come abbiamo fatto nei giorni scorsi in merito al dibattito sul messaggio del Presidente della Repubblica Napolitano che si è tenuto alla Camera e chi si è
Concluso in un modo veramente che possiamo dire a
Schiaffeggiato il
Presidente della Repubblica che in modo solenne si era rivolto al Parlamento vedete il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa il compito di verificare
A seguito di condanne che cosa effettivamente fa un paese e quali misure mette in atto per risolvere parchi di illegalità
Allora sia sul fronte delle carceri che su quello della giustizia e noi siamo pluri condannati dall'Europa
Perché addirittura sembra molto più grave l'altra violazione che pare che l'Italia si parla che è quella
Della giustizia lumaca dell'irragionevole durata dei precetti dei processi che fra l'altro è anche
Un principio costituzionale
Ebbene dai le il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa è arrivato a dire ormai diversi anni fa e quindi dobbiamo interrogarci su cui il testo che la situazione della giustizia in Italia
Mette in pericolo lo Stato di diritto e quindi la democrazia avevamo gli anni sono passati poi chi questa situazione permane
La non dicono i radicali che abbiamo presentato Dussin materia ma gli altri si interrogano
Le altre istituzioni si interrogano sullo stato della democrazia in Italia e abbiamo presentato
Il dossier della per peggiorare alla e infondo se pensiamo alla sentenza Torregiani ebbe dobbiamo anche ricordare abbiamo il dovere di ricordi di ricordare che questa strada
Noi l'abbiamo perseguita perché
Dei sette e che hanno ottenuto il risarcimento dalla dalla Corte europea dei diritti dell'uomo better lì erano difficili da avvocati radicali da Giuseppe Rossodivita
E tuttavia Urciuoli tra l'altro Giuseppe Rossodivita è stato proprio l'autore del
Dello schema di ricorso da presentare alla Corte europea ebbene è passato più di un anno perché
La sentenza Torregiani in realtà non è di un anno fa male è di dell'inizio del mese di gennaio
Del duemila e tredici
E l'Italia in quell'occasione ha fatto l'ennesima figuraccia facendo ricorso insomma e guadagnando altri i cinque mila e si è infatti poi
La scadenze ultimative è stata messa al ventotto maggio
Ecco volevo chiederti una cosa noi e noi oggi abbiamo visto che il Ministro della Giustizia
Orlando ha incontrato la n e me e lo stesso onorevole Verini che il Capogruppo del PD in Commissione giustizia
Hanno fatto questo tipo di di
Di di valutazioni insomma ci sono dei provvedimenti all'esame del Parlamento una volta approvati questi provvedimenti li ricordo messa alla prova riforma della custodia cautelare decreto carceri estensioni domiciliari edilizia carceraria
Loro fanno capire che le provvedimenti che le mense Alisera passeranno in secondo piano quindi non saranno
Urgenti volevo sapere come trovi questa questa impostazione visto che stai facendo questo sciopero della fame da giovedì scorso
Sì ma potrei dire che la risposta già gliel'ha data il Presidente nel messaggio che loro hanno ritenuto utile globale perché
Il Presidente della Repubblica ha detto che tutti questi provvedimenti
Nelle caso in cui siano effettivamente approvati e che siano efficaci perché poi stai gli emendamenti sono sempre in agguato
Il per esempio la la legge che riguarda
La revisione della custodia cautelare in carcere subisce emendamenti che alla fine
La riducono ha poca costa mentre noi abbiamo il quaranta per cento i detenuti che sono in attività di giudizio
Ma il Presidente Repubblica che cosa gli ha detto guardate che quelli tutte queste riforme che occorre fare però valgono per il futuro mentre noi abbiamo un obbligo di per rimuovere le cause
E che ingenerano i trattamenti inumani e degradanti
Tanto più che non si fa una valutazione
Perché carcere non è che ha
Bandite il carcere è possiamo non l'abbiamo definito l'ultimo anello di una giustizia che non funziona
E dal punto di vista delle riforme che riguardano e dovrebbero riguardare la giustizia lì proprio siamo nuovo in Altomare
Rischiamo
Stiamo veramente annegando e devo dire che la mozione che è stata presentata e purtroppo la risoluzione che è stata respinta ieri a prima firma Brunetta presentata
Da Forza Italia non avevamo ascoltato
L'altro ieri non avevamo ascoltato anche l'ottimo intervento dell'onorevole Gianfranco Chiarelli sempre di Forza Italia beh quella mozione
è stata respinta e quella risoluzione
E però quella era la risposta al messaggio di Napolitano perché conteneva sia gli aspetti riguardanti indirettamente il carcere sia gli aspetti riguardanti
Anche la giustizia tanto da fare i riti richiamo i referendum
Sui quali i radicali si sono impegnati nelle scale nell'estate scorsa tentando di raccogliere le firme però al momento almeno abbiamo in corso
Dei ricorsi in proposito al momento quelle cinquecento mila firme non sono state riconosciute anzi
La Corte di Cassazione ci ha detto che non c'erano comunque il richiamo
Alle tematiche oggetto dei referendum in particolare quelli sulla giustizia
Responsabilità civile dei magistrati separazione delle carriere custodia cautelare eccetera ecco questi
Sono stati ricordati nella risoluzione di Forza Italia
E e i addirittura questo gruppo parlamentare a presentato delle dei disegni di legge che riprendono pari pari i testi referendari
Quindi numeriche ossia non possiamo far altro che dire e fare
La nostra azione non violenta che è quella del fa che Agra sono venuti novecentoventidue le persone impegnate in tutt'Italia persone
Che o sono impegnate nello sciopero della fame oppure con altre iniziative costanti nei confronti delle istituzioni si rivolgono con lettere ai parlamentari
Fanno sì in davanti alle carceri all'associazione
Dei radicali di Foggia proprio stamattina leggevo che hanno organizzato fra di loro una
Staffetta per quel che riguarda lo sciopero della fame oltre a prendere in considerazioni ascrivere come interlocutori istituzionali ai e parlamentari che sono agli eletti in Puglia
Questo è quello che bisogna fare in queste ore perché
E questo lo dico soprattutto a chi ci segue nelle carceri invitiamo tutti ad associati all'iniziativa non violenta perché fino a qualche anno fa
Beh nonostante le nostre lotte ce la faccia ma a forza di insistere la sentenza Torregiani è arrivata
E
Alcune cioè le cose che abbiamo posto alla Corte europea dei diritti dell'uomo B hanno avuto un esito e il problema è che Cecchi si scoraggia Cecchi si arrende
Invece bisognerebbe reagire e continuare in questa lotta noi aspettiamo ben tre che il ministro Orlando
Che a parte una garbata e molto gentile telefonata affettuoso che ci ha fatto appena letto poi non si è fatto più vivo perché vorremmo come lui ha richiesto annui incontrarlo
E spiegarli qual è la situazione e che cosa effettivamente rischia
L'Italia perché non è solo una questione di presso da pagare perché costerà caro
E non radere risposto ad una condanna così grave bisognerà risarcire tutti ma
Anche nei confronti dell'Europa insomma noi siamo arrivati al punto che corriamo seriamente il rischio di essere buttati fuori per non
Rispettare
Norme essenziali e che fanno parte appunto della Costituzione europea in particolare quella convenzione dei diritti umani che
Fondamentale in una democrazia una democrazia europea
Un'ultima questione prima che riprenderei hanno i lavori della Camera dei deputati il il ventisette maggio ha una data a ridosso del del voto per le elezioni europee quanto pensi che la il ciclo elettorale influirà sul
Sul coraggio di prendere una decisione importante sul tema
Grazie stavamo una cosa trama ben le nostre posizioni le nostre lotte sull'Europa credo ce le abbiamo espresse più occasioni di quello che sembra incredibile
è che essi nobili totalmente l'Europa nel momento in cui si parla di diritti umani fondamentali
E fra i diritti umani fondamentali c'è anche quello di aprire un retrocesso che non duri all'infinito come avviene in Italia
Sia nella per la parte penale che per la parte civile
E questo significa anche poi arretratezza economica e tutte queste violazioni le stiamo subendo che stanno subendo tutti gli italiani perché prima o poi
I nodi vengono al pettine dell'antidemocrazia italiana e sempre più
Manifesta a chi voglia vederla
Io otiti ringrazio ringraziamento a Rita Bernardini per aver commentato insieme a noi il l'intervento del Comitato dei Ministri e del Consiglio d'Europa che ha espresso preoccupazione per come il nostro Paese sta affrontare questione l'emergenza carceri in vista della scadenza fissata per il ventisette
Maggio prossime per
Prendere misure appunto contro il furor sovraffollamento delle nostre
Carceri ricordiamo che Rita Bernardini prosegue su sciopero la fame che ha iniziato dal
Dallo da da giovedì scorso dalla mezzanotte di Giove tema stock insieme ad altri altre seicento persone insomma Tamaro le sorelle Terragni anche loro parlo per la vostra
Si parla di Falck