06MAR2014
intervista

Intervista alla Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini sulle iniziative in programma alla Camera per la Festa della Donna

INTERVISTA | di Giovanna Reanda Roma - 15:47. Durata: 20 min 50 sec

Player
"Intervista alla Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini sulle iniziative in programma alla Camera per la Festa della Donna" realizzata da Giovanna Reanda con Laura Boldrini (presidente della Camera dei Deputati).

L'intervista è stata registrata giovedì 6 marzo 2014 alle 15:47.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Camera, Decreti, Diritti Umani, Donna, Famiglia, Festa, Formazione, Giustizia, Governo, Infanzia, Istituzioni, Lavoro, Letta, Matrimonio, Pari Opportunita', Penale, Politica, Renzi, Scuola, Societa', Violenza.

La registrazione audio ha una
durata di 20 minuti.

leggi tutto

riduci

15:47

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Presidente Laura Boldrini grazie grazie per essere nostro ospite per l'altro a noi abbiamo l'onore di conoscerla dall'esordio quando lei ha iniziato sarebbe era Nazioni Unite quando appunto come portavoce
Del dell'UNHCR con il suo impegno totale la sua passione ha avuto e ha dato a noi la possibilità di di conoscere quella che era veramente una drammatica
Condizione dei rifugiati e dei richiedenti asilo ora
Ora fa la Presidente della Camera
Chiede già all'incarico quel svolge con le stesse caratteristiche umane che aveva nella nel precedente
E appunto con light vorremmo parlare del prossimo fine settimana perché in occasione della festa della donna
E della giornata internazionale della donna cui a Montecitorio ci saranno una serie
Di iniziative le volevamo chiedere di illustrarci alle troppa sperando anche da una considerazione e cioè
Se questa festa ancora oggi un significato
Sì io credo che questa festa ce l'abbia
Il significato e ce l'avrà fintanto che ci sarà una disparità tra donne e uomini
Purtroppo in gran parte del pianeta questa disparità persiste e dunque questa festa assenso
Ha senso perché è un'occasione per sensibilizzare per riportare al centro del dibattito la questione di genere la questione di genere scene a trecentosessanta gradi e dall'accesso al mondo del lavoro
Alle possibilità di avere una carriera senza appunto trovarsi sempre svantaggiata la possibilità di avere lo stesso salario
Ma è anche quello che riguarda il rispetto all'interno della famiglia il rispetto che si deve
A uomini e donne allo stesso modo riguarda la formazione la scuola
Il rispetto di genere qualcosa che si impara da piccoli per questo
è qualcosa di cui si deve anche occupare il nostro sistema scolastico
Il rispetto verso la donna rispetto significa anche non usare la violenza significa
Porsi e verso la donna in un modo assolutamente paritario e dunque interloquendo senza far ricorso alla violenza la violenza una piaga che costa tantissimo anche in termini
Economici oltre che umani
E in termini umani va da sé che è una delle cose più umilianti che un uomo possa fare una delle cose più umilianti per l'uomo
E di conseguenza è una delle cose più penose per una donna perché e la violenza
Che a volte no nella sembianza di come voglio dire quasi quasi ci mettiamo anche i sentimenti in mezzo no
Quindi ve la facciamo passare per quello che non è cioè ella muore questo che si manifesta attraverso la violenza secondo me no mai eppure c'è ci sono uomini che parlano di tanto morì troppo Moore che
E quindi non poter controllare questo amore al punto d usare la forza la violenza
Quindi questo provoca danni psicologici
Sociali perché
Quando c'è la violenza
Vuol dire che la donna poi deve magari ricorre alle quote alle cure mediche alle cure psicologiche
Deve avere l'assistenza legale vuol dire che non può andare al lavoro quindi vuol dire una serie di costi con
Che su girano intorno a questa
Pratica inaccettabile o oggi o si stimano
E allora una giornata come questa ci ricorda tutto quello che a volte
Si ha timore anche a mettere in luce si cerca di insabbiare per vergogna perché c'è ancora lo stigma nella nostra società
è un'occasione che invece ci dovrebbe
Aiutare a capire che le soluzioni sono a portata di mano ecco non bisogna mai e poi mai mai
Rassegnarsi alla violenza a domestica come se fosse qualcosa di
Facente parte della vita di famiglia ecco
La violenza
Contro la donna non è un fatto privato io qui lo voglio dire chiaro e forte non è un fatto privato la violenza contro le donne è una violazione dei diritti umani delle donne
E dunque è un fatto che riguarda tutti anche le istituzioni
E per questo io come
Presidente la Camera mi spendo tanto su questo tema ed è per questo che
Quando posso accolgo anche lei
Come voglio dire le richieste che vengono da tante donne di fare visita sui territori ed è per questo per lo stesso motivo che sono andata a qualche giorno fa trovare chiara
All'ospedale qui a Roma al San Camillo una ragazza di diciannove anni massacrata dal
Dall'uomo con cui conviveva da pochissimi da pochissimo tempo i genitori distrutti
Questa ragazza in più e rianimazione in fin di vita i due genitori sono lì appesi a un filo e ricevono a loro volta visite di tante donne che
Ecco che appunto subiscono violenze che si sentono di andare da questi genitore esprime solidarietà io l'ho voluta vedere chiara ho chiesto l'autorizzazione di entrare nel reparto dove sta in rianimazione
E ho visto una ragazza appunto
Piena di tubi
Con un volto
Segnato con il corpo pieno di lividi di ecchimosi di
Di ogni genere di colori diversi il che voleva dire che ha subito violenza a più riprese
Ho visto una ragazza che può essere
Nostra figlia la figlia e tutti noi insomma che che era innamorata di quest'uomo molto più grandi di lei
E che per quel sogno lei si è fatta massacrare ecco bisogna dire alle ragazze non cadere nella trappola se c'è la violenza una volta ci sarà sempre la violenza scappate via finché siete in tempo
Perché quello non è amore
Quella malattia
E allora siccome
Siccome appunto queste situazioni si ripetono il recente rapporto che c'è stato dell'agenzia
Europea per i diritti fondamentali
è di ieri parla di un un dato inquietante uno su tutti allivella direi ventotto Paesi dell'Unione europea una donna su terreni una donna su tre
è stata sulla vita vittima di violenza
Quindi
Questa una cosa allarmante
Allora il rispetto della donna passa anche
Per il linguaggio
Passa per l'immagine del femminile il rispetto della donna non cade dal cielo si deve mettere in atto con azioni concrete vuol dire che quando sì
Prospetta come dire quando si vuole dare l'immagine femminile lo si deve fare a trecentosessanta gradi per quello che rappresenta non solo
Sfruttando un aspetto dell'essere donna cioè quello estetico quello femminile
Allora vuol dire che chi fa pubblicità deve poter essere responsabile il capire che
Il messaggio pubblicitario condizione all'opinione pubblica
E quindi capire che
Usare il corpo della donna comune esca per vendere merce
è qualcosa che arretra la società da condiziona negativo quando invece quando invece
La pubblicità può dare uno slancio all'emancipazione della società così come linguaggio importante
Il linguaggio sessista che viene usato a tutti i livelli sociali
Viene usato come per offendere la donna no è un linguaggio che le donne devono rifiutare non subirlo come se è sempre detto così e dunque non facciamo storie
E anche quando si
Si definisce l'occupazione di una donna che magari ha un incarico importante sempre ricoperto da uomini in passato
Ebbene quello ruolo lì va coniugato al femminile perché quel modo lì chi deve essere restituito alla donna non è una
Un puntiglio questo non è una questione semantica non è un vezzo volersi far chiamare la Presidente e pensare che se una donna fa a una carriera in magistratura e la giudice
E pensare se una donna fa una carriera in polizia può essere la commissari non è una questione di appunto semplice linguaggio se noi non
Ci
Come voglio dire ci arroghiamo il diritto di essere chiamate con l'articolo
No di appartenenza ed è e meno in qualche modo avalliamo l'ipotesi che siamo lì di passaggio come se quel ruolo li rispetterà sembra un uomo e quindi tanto vale tenerlo coniugato al maschile
Allora anche questo anche
Chi scrive chi fa il giornalista chiusa la parola
Deve starci attento a questo perché
Io lo trovo inappropriato quando mi rivolgono la parola dicendo sinti signor Presidente perché evidentemente io sono una donna e allora che cosa ci si nasconde dietro quel signor Presidente
Che cosa
Das battezza
Ho il non voler riconoscere che quel ruolo è rivestito da una donna io se chiamassi
Ne un deputato maschio signora deputata
Credo che avrei una relazione abbastanza no a animata da parte della persona non lo faccio per rispetto allora mi aspetterei che i deputati in Aula quando si rivolga a me mi mi restituiscano il mio genere appartenenza spesso non è così ma non è solo per voi CIO
Cerco di portare avanti come dire una battaglia culturale in nome e per conto di tutte le donne che tante mi scrivono e tante sollevano queste questioni e altre ancora ma voglio dire noi donne viviamo un po'tutte
La stessa situazione di difficoltà quando ci relaziona RIR relazioniamo al mondo maschile partendo da magari da un riconoscimento sociale che normalmente vede in quelle posizioni solo i Gobbini
Allora dicevamo Montecitorio e quindi la Camera
No che ha una serie di iniziative
Da quale vogliamo iniziare da quella dell'otto di marzo allora beh allora lotto sarà passi saranno Scimone al Quirinale una cerimonia e in cui appunto sono state
Invitate molte donne io stessa sono stata invitata e e con molto piacere andrò in questa a questa cerimonia voi ho ritenuto di cogliere questa occasione
Che riuscì a Nibali questa ragazza che ha subito questa terribile sorte di essere sfregiata con l'acido da due persone mandate gli dal
Dal suo ex
Questa realtà che abbiamo visto essere come dire un retaggio
Anche di altri Paesi no è terribile questa storia l'idea il Pakistan nelle mie attività precedente infatti avevo
Assistito più di una persone non donna associata con lascito in quel Paese in Pakistan infatti purtroppo una pratica
Che abbastanza diffusa e mai abbastanza pulita peraltro
E quindi Lushi Anniballi che io ho conosciuto sono andata a visitarla casa sua qualche mese fa verrà Roman verrà andare al Quirinale riceverà giustamente un nell'efficienza
E poi io le ho chiesto se le andava di venire anche alla Camera così che potrà visitare la Camera potremmo insomma farle vedere le varie sale l'Aula e quindi sarà qui a pranzo alla Camera
E Lucia Anniballi è una persona
Che è stata in grado di fare qualcosa di molto difficile
Cioè di trasformare questa sua condizione di giovane donna sfregiata
In qualcosa di buono per se stessa e per gli altri cioè lei non animata dal rancore nonna odio verso chi l'ha ridotta in questo stato lei è riuscita a superare questi queste reazioni che sarebbero anche umane
Ma a circa le le ha superate trasformando tutto questo in energia positiva quindi lei
Vuole rappresentare un riferimento per le donne che
Appunto subiscono violenza riuscendo cercando di dare loro la forza per reagire per uscire dalla loro condizione di donne abusate
Quindi in questo senso è una donna di una grande forza
Tanta positività
Coraggio il convinzione a me ha colpito tanto questa ragazza e e così scattato proprio un'intesa
Perché trovi lei una una straordinaria uno straordinario lato umano ecco lei dice che la bellezza è quella che ci portiamo dentro io non posso essere più d'accordo
E questa un insegnamento che deve essere portato alle giovani donne a dire che la bellezza e certo è qualcosa che
Così una grande un grande dono no ma poi svanisce e dunque la bellezza va ricercato interiormente
E va ricercata nel nel riuscire a diventare persone complete con una propria consapevolezza
E l'uscire a Lucia Coppa purtroppo a seguito di questa esperienza è riuscito a mettere in atto questo percorso di di consapevolezza quindi avremo riuscì a Nibali qui alla Camera poi il giorno dopo
Il nove e domenica abbiamo deciso di tenere aperta Montecitorio quindi Montecitorio sarà aperta nella giornata di domenica è un'apertura dedicata alle donne
E quindi nella Piazza di Montecitorio ci sarà
Un un concerto alla mattina con appunto una direttrice d'orchestra
E l'orchestra dell'esercito ma lei a una donna
E poi e dopo il concerto dell'esercito faremo dei vinti entreremo nel Palazzo Montecitorio
E accompagneremo i gruppi a fare appunto un giro del palazzo illustrando il palazzo e poi all'interno faremo un altro concerto di archivi tutto al femminile chiaramente
E e quindi ascolteremo insomma ci sarà questo concerto e poi ci saranno altri Gigi organizzati e c'è anche una mostra sulle donne della del della della Costituente quindi ci sarà questa faremo insomma un percorso
Illustrando la mostra insomma apriamo o Montecitorio a tutti coloro che saranno interessati uomini e donne chiaramente saranno tutti
Penna qui accolti tenendo presente che lo facciamo in onore delle donne
In queste ore proprio qui a Montecitorio c'è la riforma della legge elettorale
Inutile dire che è una riforma che serve anche se l'Europa ci dice che bisogna aspettare un anno prima di andare al voto e quindi premente forse non serve tanto per i retroscena Istica invece ci diranno anche
Potrebbe essere a bere
Il c'è la questione di genere che è uno dei punti fuori dall'accordo Renzi Berlusconi ma che le donne parlamentari stanno sollevando con particolare insistenza è questo
è stato lei è stato portato da un gruppo
Di parlamentari tutti i Gruppi tranne
Forza Italia li del Movimento cinque Stelle proprio su questo tema ecco voi o del tutto un incontro come è andata si un incontro
Un incontro per fare il punto della situazione riguarda le questioni di genere io in qualche modo visto Sofo raccolto la preoccupazione delle deputate che sono venuta quest'incontro
E chiaramente la preoccupazione è che questa lettera legge elettorale non ci porti avanti ma anzi e c'è il rischio che ci faccia fare un passo indietro e questo sarebbe veramente un paradosso
E allora io mi sento di fare un appello veramente a tutte le forze politiche
A tutti i deputati e le deputate rifare in modo che ecco non si ritorni indietro che venga riconosciuta alle donne la possibilità
Di essere
Come dire candidate imposizioni eleggibili
Ce lo dice la Costituzione
Quindi non è solamente come dire una questione sociale che già sarebbe abbastanza ma ci sono due articoli nella Costituzione il tre il cinquantuno che appunto parlano di parità e la parità passa anche
Per una legge elettorale che tenga presente questo aspetto io credo che noi insomma
Noi dovremmo considerare questa una grande opportunità non vorrei che si trasformasse in un'occasione persa
Un'ultima considerazione che hanno sarà questo due mila quattordici per le donne quando ancora nel mondo ma come abbiamo visto purtroppo anche a casa nostra
La situazione al femminile la condizione sine die e non ex ante considerata paritaria all'uomo ad esempio c'è ancora la piaga dei matrimoni forzati o meno sta denunciando la stessa Emma Bonino
Sì io spero che sia un anno in cui appunto si passi all'attuazione dei provvedimenti perché lo scorso anno
Abbiamo appunto votato all'unanimità
La legge di conversione della comma della convenzione di Istanbul è stata una il primo atto di questa
Camera e quindi questo è stato un passaggio importante poi c'è stato un decreto
è un decreto appunto cosiddetto sul femminicidio che ha messo ha messo in atto parecchie misure anche di ordine penale di procedura penale
Certamente non sono misure esaustive perché sappiamo bene che
La questione non si risolve solo con le norme di natura penale ma anche quella parte di un tassello adesso quello che c'è da augurarsi e che si riesca a mettere in atto
A quello che la Convenzione stessa chiede agli Stati di fare
E che quindi ci sia appunto l'attuazione del piano piano straordinario e il Governo letta aveva stanziato delle risorse per questo dieci milioni di Euro
Ora noi ci auguriamo che si passi ecco a alla la fase attuativa di tutto questo e di tutto questo vuol dire che ci si metta intorno un tavolo e si lavori
E si lavori per strutturarlo questo piano coinvolgendo tutti i servizi coinvolgendo le Amministrazioni facendo lo in un modo che sia più possibile condiviso
E così da mettere in atto tutte le misure necessarie per sostenere la donna quando la donna ha bisogno di
Di essere sostenuta
Nel nuovo Governo ci sono lamentati dei ministri sono donne
Certo manca ha la ministra diciamo per le questioni di genere
Per le pari opportunità io mi auguro che questo
Non corrisponda ha poca attenzione sulle questioni di genere ecco mi sento di dire questo mi auguro che
Non sia così perché su questo tema c'è veramente bisogno di non abbassare la guardia
Ringraziamo la Presidente della Camera Laura Boldrini grazie a voi