06MAR2014
intervista

Intervista a Flore Murard Yovanovitch sul suo libro "Derive-piccolo mosaico del disumano" edito da Stampa Alternativa

INTERVISTA | di Andrea Billau RADIO - 18:21. Durata: 27 min 44 sec

Player
Centri di detenzione per stranieri, sparizione di migranti nel Mediterraneo, pogrom contro i rom, muri e filo spinato: il disumano in Europa.

"Intervista a Flore Murard Yovanovitch sul suo libro "Derive-piccolo mosaico del disumano" edito da Stampa Alternativa" realizzata da Andrea Billau con Flore Murard Yovanovitch (giornalista).

L'intervista è stata registrata giovedì 6 marzo 2014 alle ore 18:21.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Cie, Cinema, Cultura, Diritti Civili, Diritti Umani, Discriminazione, Immigrazione, Libro, Mediterraneo, Nomadi, Psicologia,
Razzismo, Societa'.

La registrazione audio ha una durata di 27 minuti.

leggi tutto

riduci

18:21

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radicale ci occupiamo di immigrazione ce ne occupiamo attraverso un libro derive piccolo Mosaico del
Disumano un libro
Che è stato scritto da Floro Mourad Iovanovic cioè che abbiamo
Nei nostri studi buona sera floor
Buonasera a tutti floor è una giornalista che si occupa da tempo di questioni dell'immigrazione e in particolare questo libro raccoglie
I suoi articoli che sono stati pubblicati dal quotidiano L'Unità e anche da agenzia radicale è un po'ha una storia delle politiche migratorie degli ultimi anni
Dal pacchetto sicurezza i respingimenti all'emergenza Nordafrica sino alla tragedia del tre ottobre a Lampedusa
Ecco io vorrei chiederti questo Flor mi pare che tutto il tuo lavoro di cronista di questi fatti cerchi di tracciare
Un filo euristico che sta già nel titolo mosaico del disumano e cerchi di trovare una causa profonda
Psicologica innanzitutto all'origine di questa deriva ci vuole un po'spiegare
Sì esattamente c'è questi articoli esso non delle reazioni prima di tutto vorrei dirlo degli ai lettori quasi a viscerali ha delle notizie che mi sembravano inaccettabili che non volevo
Lasciarle cadere nel dimenticatoio mediatico
Presenta il libro si aprisse una notizia che per me è stata l'inizio di un lavoro di questo tipo quella notizia del barbone
Nafte eccessi in situ che era stato associativo nell'aprile due mila e nove su una panchina di Nettuno
Da ragazzi giovanissimi ecco una notizia del genere io la riguardo dal lato cronistico
Però poi mi chiedo come è possibile che siamo arrivato lì come è possibile che una persona migranti nel nostro Paese bene venga aggredita
E questo è un esempio delle tantissime altre violazione che sono in corso in questo Paese contro la persona migrante
E nelle sue varie forme le detenzioni illegali nei CIE
La sparizione a nel Mediterraneo che io mi sono sempre chiesto se questa sparizione indi centinaia di persone ogni anno
Fosse così detto un caso oppure e il nostro lasciare accadere questi eventi quindi come indici bene il mio lavoro è stato
Cercare queste notizie raccoglierle non dimenticarle afferrare l per poi cercare di andare oltre i fatti e chiedermi come sia possibile questa questo fatto
Analizzando cercando di interpretare quello che poteva muovere a livello inconscio e a livello lattante
Queste dinamiche malate che io cerco di interpretare nella società biologi infatti
Poi raccogliamo questo Cinquini cinque anni di lavoro questo libro copre cinque anni di deriva non delle politiche migratorie in Italia in Europa
Con la costruzione delle del dei nuovi muri la costruzione di un'Europa che ha il volto dell'filo spinato proprio questi giorni le merci si disse la vita
Hai visto sono chiarissime ci sono milioni di centinaia di migranti che cercano di saltare questo muro e al rischio della propria morte
Io credo che che la migrazione oggi vanno vada interpretata
E c'è la reazione negativa l'immigrazione scusami la paura dell'altra vada interpretata in chiave nuove che non possono essere le tradizionale però chiedersi infatti se non ci sia
Una un piano inclinato verso un disumano io l'ho chiamato deriva proprio per questo motivo
E
Il sottotitolo che a me piace molto Anania diciamo invenzione mosaico del disumano perché
Quando racconto questo lavoro di cinque anni ripeto mi sono accorta del filo di continuità incredibile
Che ci siano tra questi fatti di violenze o di attacchi ai migranti oggi in Europa
E infatti il si disegna un mosaico a macchia se vuoi o a a mosaico
In realtà le di una di ogni norme continuità di una nuova disumanità o di una disumanità e avrete il bel po'scoline Alis monde Igino sci diede il del razzismo antico che c'erano in Occidente
Ecco ventisei data o come dire una risposta diciamo sul
Che insomma possa essere di aiuto a chi interpreta questi
Fenomeni sull'appunto come dire ma qual è la causa qual è l'effetto a livello proprio psicologico
Allora questo non sono io io non sono una psichiatra non sono una psicoterapia età non sono una psicologa o ovviamente un interesse particolare sulla questione taxi che
E mi sono avvallata ho usato delle Teoria in particolare una è molto interessante sulla la realtà umana non cosciente che interpreta le dinamiche malate interurbane
E c'è un concetto in particolare lo posso citare non è un segreto quello di diciamo inventata da Massimo Fagioli sulla pulsioni di annullamento ecco questo concetto mi è sembrato molto interessato interessante
Perché va oltre l'idea dell'aggressività del sentissimo
O della normale violenza e cerca di di far capire che la prossima internamento e una pulsione psichica non cosciente ma che
Rende l'altro inesistente lo rende un non umano
Ecco questo concetto tra tra altri che non sono solo di questa ricerca che possono essere la negazione la percezione delirante mi hanno aiutato a capire che forse è una mia interpretazione soggettiva
Chi può essere controversa ma per oggi interpretare
Questa attacco al migrante oggi come il frutto di queste diciamo malattie della psiche
Che però si possono curare ecco
Tra l'altro questo indicherebbe serio appunto la protesi come dire venisse confermata che in realtà
Questo non è solo una questione di funzioni individuali ma è una questione di funzioni diffuse a livello sociale e soprattutto per questo
Analisi insomma del razzismo in particolare del razzismo vistato
è ben chiara no cioè che voglio dire sono poi tra l'altro proprio i nostri rappresentanti sia a livello politico ma anche di mass media che come dire hanno in tutti questi anni sviluppato
Una percezione dell'immigrazione come percezione più che come risorsa ma come invece
Percezione di paura di
Pericoli invasione no
Certo beh c'è stata una costruzione durante gli anni di questa percezione io la chiamo percezione delirante ma è quella di che che Traisci tu
Che questa
Questa pseudo invasione mentre in Altai che ci sono centinaia di profughi che dobbiamo accogliere per legge per delitto quindi c'è un racconto sempre distorto dell'immigrazione sempre dal fronte sul fronte di un'emergenza
E poi c'è stato quest'invenzione atroce di questo termine che ha reso queste persone infatti categorie neo razza come le chiama la costituzionale o razza come la chiama che gli ha dato gli nel suo libro
Su su sugli immigrati
E e la parola clandestino che in un certo senso appunto disumane Nizzar altro lo rende una non persona e Coppa il clandestino può essere
Detenuto deportato trasferito usato come un oggetto ellissi si apre tutta la questione di di cosa avviene a queste persone al momento dello sbarco al momento del loro arrivo nel nostro Paese se non respinte proprio illegalmente cosa arriva cosa facciamo di loro ecco siccome lì avviene una specie di di di uso del corpo lei spostiamo appunto le deteniamo io penso che lì ci tutta una una nuova violenza istituzionale dello Stato in atto e che va ancora documentato
Nei Carrano eccentriche di accoglienza il richiamo centri di nome accoglienza nei CDA e nei centri di identificazione e di di espulsione sono in atti delle delle violenze di Stato io credo anche che i casi di sushi di che abbiamo riportato
Che non sono molto documentati perché ancora molto difficile conoscerli possono essere chiamati delle morti di Stato
Ecco una cosa particolare anche in questi articoli e che non sono solo di cronaca politica ma anche
Culturale Hilti spettacolo in particolare di cinema
Come si era portato questo mondo in questi anni al fenomeno migratorio ma è un fenomeno molto interessante credo in Italia è nata una una risposta diciamo una reazione
Cinematografica di documentazione norme che venuta fatte negli ultimi anni in particolare dai laboratori da casi di produzione come esalata ma anche altri di cinema indipendente
Di indirizzi semplicemente che hanno valutato che fosse disumano appunto quello che sta caccia che dando oggi in Europa contro queste persone e che hanno fatto un in norme lavoro di documentazione
Posso citare un film importantissimo gli prova si apre nasce anche da questo film come un uomo sulla terra di Terna ogni marea e Andrea Segre
Che documentava le torture le vere e proprie torture che subiscono i migranti e le donne in particolare nei centri di detenzione dei periti agrari in Libia finanziati dall'Italia dall'Europa dall'Italia soprattutto
Io sono molto interessate all'immagine penso che sia meraviglioso poter rappresentare quella negazione quella violenza in termini di mangimi
E io mi sono avallata ottimo credo tantissimo tantissimo nel mio lavoro viene anche da una forma a parte il mio lavoro di inchiesta di cronaca sul campo perché ho visitato quasi tutti civili italiani sono stata Lampedusa varie Nesi
Nel centro di di cosiddetta accoglienza di Lampedusa che sappiamo presente era veramente
A oltre a questo lavoro di inchiesta sul campo ho usato un forum racconto di seconda mano riportato diciamo fatto delle finte recensione come ha detto Andrea Segre ieri del mio libro
Diciamo che sono delle tre testi a delle riflessioni
Perché in questi fini in questi documentari ci sono e di notizie rare che non vengono riportati dei media nel triennio
Tra l'altro bisogna dire che oltre al lavoro documentario iniziato anche un lavoro proprio
Filmico classico lo stesso Andrea Segre no
Realizzato
Almeno due film il primo è stato io sono lì oppure Ifil nordiche via lese cioè c'è insomma un tentativo nel nostro Paese e di e poi non solo nostro Preside che giustamente tu
Citi anche la cinematografia europea Finco Manuele come no ci sono c'è come dire da parte della del cinema insomma italiano ed europeo una focalizzazione interessante su queste però la cosa ancora più interessante
E quando poi questa diventa passa dal
Riflettere sui migranti al fatto che gli stessi migranti prendono la macchina
Da preso è così per esempio ci sono anche su questo esempio e questa è la tendenza nuova meravigliosa tanto perché quel che persone penso che son troppo pessimista perché vedo che sta deriva in Corsano ROPPA però è vero che una cosa bellissima e questa nuova relazione
Che parte da
Direttamente dai migranti che hanno deciso di auto raccontarsi di narra arsi
E presenti ora ti posso dire sto arrivando direttamente da una manifestazione per i documenti di fronte alla Chiesa Santa maggiore erano quattrocento migrante presenti
Che ballavano io penso che tutte queste forme di espressione sono fondamentale soprattutto le loro ribellioni nel loro stesse ribellione al disumano che avvengono nei CIE perché per esempio la storia dei CIE vada raccontato
Secondo me oggi dal punto di vista delle
Delle proteste di belle e dagli stessi migranti che salgono sui tetti che cercano di scappare che rivendicano la loro libertà come in delitto irrinunciabile
E tutte queste forme diciamo di espressione migranti sono fondamentali infatti
Il lavoro più bello sarebbe sempre di lasciare la era parole il mio blog su un interesse orientato del recente a lasciare la parola al loro
A scomparire sempre di più in quanto
Autrice un'attrice
Ecco un altro tema riguarda silos dire un'altra cosa come lo che secondo me la la coscienza migrante nell'auto con sapevo
L'ESA sta molto crescendo io ho notato negli ultimi anni una presa di parole ma anche una capacità di di proteste di resistenza nuova
E credo che
Di fronte a questo che io chiamo e valuto un disumano la resistenza purtroppo non sono convinta che vera da Livorno ok purtroppo
E credo che la nuova resistenza sarà migrante beh esempi possono classici se ci sono gli esempi di Rosarno gli esempi anche di Castel Volturno insomma zone dove per esempio gli italiani non riescono nemmeno più utili per l'ARSIAL
All'organizzazione criminale presente di dove invece i migranti hanno avuto il coraggio di scendere in strada e di rivendicare i diritti e un vivere civile insomma no esatto
Ecco un altro tema che attraversa molti articoli nella critica al ruolo di supplenza sui temi dell'immigrazione della chiesa rispetto alla politica italiana che poi mi sembra più una critica i politici per la loro inattività in questo campo no
Sì esattamente va non sono io su Radio radicale a spiegare agli ascoltatori contro la Chiesa in questo Paese abbiamo un ruolo particolare rema è chiaro che mi ha molto sorpreso ammenda da francese da cittadina francese quando ho cominciato ad cuperiani di immigrazione
Dal due mila e sei in Italia nel giorno del mio arrivo praticamente in questo Paese
Perché ho capito che questa questo a fenomeno e molto interpretato usato e manipolato da parte della Chiesa che ovviamente tradizionalmente ha sempre identificato nei nuovi deboli o il Bellini nell'indifesi
Un team naturale diciamo Andrini naturali destinatari dalla sua beneficenza quindi niente di nuovo
Però diciamo che ha creato una confusione culturale ma su questo tema
E e credo che anche se in certi casi la Chiesa fa un enorme lavoro di accoglienza diciamo di assistenza non basta perché l'assistenza riduce la persona umana un oggetto non certo senso no la fauna
Un destinatario io penso che dobbiamo ritornare all'idea che queste sono le persone uguale a noi e non oggetti della nostra assistenza oggi una carità
Che che confonde insomma la questione
E c'è un enorme lavoro e culturale a fare in Italia ancora su su questa questione anche se bisogna dire che insomma nelle
Associazioni poi più impegnate sul cattoliche sul fronte
Dell'immigrazione anche il discorso insomma classico assistenziale è stato in realtà accompagnato in questi anni anche da
Una ruolo di consapevolezza a livello politico di denuncia delle delle varie politiche proibizionista no dei vari
Governi quindi insomma è un ruolo ambiguo certamente quello che e tu rilevi la mancanza
Di un protagonismo della cultura RAI che ha per esempio anche di sinistra
Si sente in questo breve chiaramente poi c'è stato un'invasione Omar da parte della Chiesa ed è di certe associazioni appunto del campo vuoto lasciato da da dalla fronte laico purtroppo
Però quello che voglio dire che queste assistenzialista ma inerente a una citazione decide il fatto di due giugno umanità disuguali no invece di essere una lotta protagonista per assolutamente
Riconoscere con l'uguaglianza irriducibile tra le persone quindi
In Italia c'è un enorme lavoro da fare anche nelle ONG ora non voglio aprire una polemica non sono io a dirlo ma insomma
Nella carità Ornella nell'aiuto umanitario spesso c'è anche lì viene fatta una confusione enorme
Quindi c'è uno mi pare il molto fiduciosa anche verso il nuovo corso del
Può far fare così da fare questo
Ne prendiamo atto invece quello che ti volevo ancora chiedere se si possono aggiungere una fase di perché secondo me la questione non puoi dare un panino perché la persona sta per strada
La persona vada aiutata a realizzare il suo la sua identità i suoi sogni non è solo certo assistenza per mangiare Emma
Al di là dei Delli dei neri diciamo bisogno Diso distanza
Prettamente materiali bisogna cominciare a pensare che queste persone devono poter realizzare le loro identità avvengono tra l'altro in Europa per realizzare una forma nuova di sogni
Quella sentimenti ma siamo fatto sta che effettivamente per dire il rapporto più importante su indicazione ogni anno nel rapporto della della Caritas
Ed è ovviamente un rapporto che in cui tutti ci nutriamo anche non sarà nostra anch'io
Invece altre questa altre due questioni che volevo porre perché una
La questione
Di dove stiamo andando no perché ovviamente tu
Descrivi questi ultimi cinque anni
Di deriva appunto io di aggiungere di disastro su questo piano
Come dire l'Italia è stata più volte condannata dall'Europa però anche in Europa la deriva in corso appunto
L'Europa è stata descritta molte volte come la fortezza Europa ma soprattutto come dire un certo populismo antimmigrazione e sempre più forte ovviamente
E mi pare di anche libero per esempio Vialba dorata che proviene dalla Grecia ma Cohen come dire sappiamo che in Francia dei fan nazionale
Probabilmente
Potrebbe vincere no alle le elezioni cosa pensi tutto cioè
Benissimo chiaramente molto preoccupata sento che le elezioni europee sono fondamentali ma che in realtà e l'apparenza la punta dell'iceberg perché si sente io sono soggettiva rivendico questa mia soggettività di intuizione che ci siamo su un piano inclinato
Molto pericolosa che SIAR razzismo
Populismo nuove xenofobia
A ed è ed è questa intuizione fu fortissima posso dire quasi da dare un secondo turno anticipi gli anni avvenire che mi ha spinto a scrivere questo libro
E penso che purtroppo e questo avveniva fuori nelle mie discussioni con il mio carissimo amico Roberto Altamura purtroppo deceduto tre anni fa
Che la crisi non fondi a non è stata totalmente compresa nella cultura dominante non so nemmeno se abbiamo vera mente capito il mio Nancy istmo oppure se l'avessimo capito come mai oggi
E nel cuore dell'Europa diamo delle milizie
Brune mi non esiste che stanno riprendendo
La parola la nello spazio politico
E queste questo trovo inaccettabile che non che non ci vediamo nemmeno a questa nuova presenza ma non così
Così radicata
Checché se ne in compagnia scuola ci ricordiamo
Segnavamo i professori ci insegnavano innanzi sue pensavamo che fosse una pagina chiusa
E quando ho visto appunto negli anni a risorgere queste forme era ti senti proprio male quindi voi regia descrivi un libro per reagire a un'altra una forma quesiti soggettiva
La tua domanda su quello che sta succedendo in Europa io credo che sia in corso una falsa coscienza mi chiedevi della questione Psicopatologia collettiva tutti ripeto non sono una psichiatra su una scrittrice però
Dare la sensazione che ci sia nell'a tante diciamo nella
Nelle pulsioni incomincia l'opera in Europa un un disastro infatti una una grossissima violenza che scava nel cuore di una identità rotte a cosiddetta bianca non però ci siamo di nuovo
Poi ci sono milioni di spiegazione tante persone decideranno che la crisi economica io non sono così convinta che sia la spiegazione unica credo che ci sia una violenza psichica collettiva
Ecco tra l'altro naturalmente nuove forme in di insomma neo
Nazismo sono palesi conosciamo però c'è anche
Tra l'altro questa funzione diciamo questo questa forma nodi se non fobia e manifesta poi
Si manifesta in realtà anche in partiti movimenti che non dichiarano apertamente il loro essere richiamarsi a quella storia però
Di fatto appunto attraverso una politica populista e
Entro Centrica poi ed abbiamo un esempio per esempio molto chiaro in Italia insomma segnalazioni
Sarà Dossetto dico signora direi che andrebbe assolutamente riletto coeso mai letto perché credo che l'Italia purtroppo non conosca bene in questo libro il libro di Giuseppe gabella la falsa coscienza
Che già dagli anni trenta analizzava questa trasformazione questo passaggio fondamentale non della pulsione nazi così psicosi all'ideologia
E credo che vanno riletti questi passaggi fondamentali nonché sono avvenute Nana sassone dagli anni tanti non so se le abbiamo capito non so se sono veramente stati assorbiti digeriti
E cosa sta succedendo oggi non lo posso dire io non ho tutte le chiavi di interpretazione chiaramente e molto preoccupato
Posso dire che nel mio stesso Paesi che sembrava il Paese dei diritti dell'uomo i testi della Repubblica abbiamo un altissimi strettissimo spaventoso
E abbiamo oggi in corso dal parte del Ministero Delli dall'interno dell'espulsione degli sgomberi corsi di anni di comunità rom insediati da anni se non già nate sul territorio francese
Che sono delle vere e proprie deportazioni
Perché non solo
Fanno degli sgomberi ma Palmieri rimpatri e non di Fassa in Paesi in Romania Bulgaria eccetera
Quindi sono in atto in Europa delle deportazioni
Ecco infatti io volevo toccare adesso insomma
Andando verso paga qualcosa di questa nostra conversazione proprio il tema dei rom perché poi
E molto interessante ci sono anche nella parte finale del tenda tuo libro ci sono alcune interviste molto importante l'intervista
Interviste attori che a CRIF è una grande
Cineasta di origine rom e sicuramente il come dire come l'Europa si rapporta a questo popolo che
Dadaista secoli e secoli sui nostri
Territori è il popolo come dire il la cartina di tornasole in realtà
Di di quell'appunto pulsione
Di annullamento come definita giustamente dei diversi e questo appunto per esempio se vogliamo parlare dei rom certamente
Una una insomma una pratica un
Un modo di rapportarsi a questa popolazione
Che è indipendente appunto dalle cause contingenti crisi economica non crisi economica il irrompe veramente nostro una cartina di tornasole di tutto ciò
Sì evidente che è stranissimo nonché
Un diciamo non è stranissimo e la continuità logica di una storia lunga ma una repulsione contro i rom che esiste dalla storia
Medievale antica quindi a
Però non non con non sono una specialista terrò mio mi sono fermata a
Leggere questi ripetuti diciamo
Airoldi questi casuale non casuali
Violenza ai convegni eccetera che che colpiscono queste comunità
Che sono dei cittadini italiani anche loro tutti i difetti demanda la la questione antica
Quindi è vero che tutti specialisti di esperti del dei rom in questi questo periodo stanno pensando che sono diventati nuovi Capri ispettori della della crisi attuali
Rischiano infatti tantissimo
Ecco io non so vorrei a questo punto abbiamo dato un po'all'interno di questo libro che appunto raccoglie
Tutta un po'la storia della
Del proibizionismo sull'immigrazione degli ultimi anni e appunto attraverso poi questa
L'ente particolare che quell'appunto di
Flor morale Ivanovic non so se
Vogliamo trarre delle conclusioni quindi poi rimandare ovviamente e gli ascoltatori alla lettura proprio del testo che mi pare sicuramente utile
Grande conclusione credo che sia tutto nel libro quello che ho cercato di fare e chiaramente un libro di Di Nunzio ha chiaramente un libro che la cerca di lanciare un allarme
E io vedo questa raccolte di articoli come un po'il lavoro direi di Pulici no nel bosco nonché cerca di lasciare delle tracce spero che saranno raccolte in campo
Bene la ringraziamo cormorano Ivanovic con cui abbiamo parlato del suo libro deriva il piccolo mosaico del disumano con introduzione di Piero Coppola postazione di Fulvio Vassallo Paleologo edito da Stampa Alternativa grazie
Apra disgrazie attenersi tutti grazie