07MAR2014
stampa

Presentazione delle proposte di Sel per i diritti e la libertà delle donne

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:00. Durata: 28 min 7 sec

Player
Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Presentazione delle proposte di Sel per i diritti e la libertà delle donne" che si è tenuta a Roma venerdì 7 marzo 2014 alle 11:00.

Con Titti Di Salvo (deputata, vice capogruppo alla Camera dei Deputati, Sinistra Ecologia Libertà), Celeste Costantino (deputata, Sinistra Ecologia Libertà), Marisa Nicchi (deputata, Sinistra Ecologia Libertà).

La conferenza stampa è stata organizzata da Sinistra Ecologia Libertà.

Tra gli argomenti discussi: Dimissioni, Diritti Civili, Donna, Giovani, Impresa, Istruzione, Lavoro, Legge Elettorale,
Occupazione, Pari Opportunita', Parlamento, Pensioni, Politica, Prevenzione, Previdenza, Riforme, Scuola, Sinistra Ecologia Liberta', Violenza.

Questa conferenza stampa ha una durata di 28 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

11:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

O no una tutte le persone che hanno accettato il nostro invito alla conferenza stampa
Innanzitutto la ragione della conferenza stampa le ragioni e promosso dal Gruppo di Sinistra ecologia e Libertà io sono Titti Di Salvo accanto a me c'è celeste Costantino accanto a me c'era e tornerà Barisani chicche uscita
Un secondo ci sono altri parlamentari del nostro Gruppo
Donatella Duranti Franco bordo Ciccio Ferrara ci sono
Celletta Deiana tra dirigente del nostro partito ormai Luisa Boccia insomma
Ringraziamo tutti intanto la ragione del della conferenza stampa una ragione se volete molto semplice ne abbiamo pensato che la vigilia del alla vigilia dell'otto marzo
Per chi è
In Parlamento
E necessario non tanto commentare la realtà delle donne italiane delle donne degli uomini del Paese e delle donne italiane in questo caso ma dire che cosa concretamente cerca di fare
Perché quella realtà del Paese delle donne degli uomini delle donne cambi
Ci sembra questo il modo migliore per superare una retorica anche imbarazzante per alcuni versi
E soprattutto inutile inefficace anche un po'fastidiosa diciamo e quindi la gioia conferenze stampa è questa
Lo facciamo in un giorno che non è soltanto la regia dell'otto marzo e il giorno in cui
Grazie a Sinistra ecologia e Libertà e iniziata alla Camera
Il percorso della nostra legge contro le dimissioni in bianco
E una vizio per noi molto importante si tratta di una legge che ha un rilievo straordinario
Che era stata promossa e già definita nel due mila sette
è stata abrogata tre mesi dopo la società in vigore dal Governo Berlusconi la legge Fornero varie editato il titolo ma non ha fatto la cosa che avrebbe dovuto fare
E cioè prevenire l'abuso delle dimissioni in bianco adottando semplicemente quel modulo che lo impedisce
Quindi noi oggi facciamo la conferenza stampa per dire che cosa abbiamo fatto la facciamo in questo giorno in cui possiamo anche dire
A voi che non solo abbiamo provato a fare ma oggi abbiamo iniziato un percorso concreto per realizzare delle nostre proposte di legge le nostre proposte hanno alcuni filoni
Riguardano la libertà i diritti delle donne riguardano il lavoro delle donne
Riguardano alcune mozioni di indirizzo al Governo
Sul lavoro delle donne vi dicevo noi abbiamo provato a immaginare alcune proposte di legge che riguardano intanto
Il superamento del rito della contrapposizione tra diritti lavoro dignità maternità di questo stiamo parlando quanto abbiamo di dimissioni in bianco
Ma anche una legge che supera la Fornero
Nel definire le modalità attraverso cui si costruisce la pensione delle donne
Con nella definizione di contributi figurativi che accorciano l'età pensionabile per le lavoratrici madri
Naturalmente mentre faccio questa affermazione lo voglio dire esempio perfettamente che se non si esce dalla crisi con le politiche di
Ricostruzione
ITI riconversione ecologica dell'economia con un piano del lavoro che crei lavoro attraverso investimenti
Pubblici in settori decisivi efficientamento energetico degli immobili messa in sicurezza del paesaggio del territorio delle scuole lo sanno perfettamente che se non si fa questo
Se non c'è una visione generale non si risolvono i problemi che stanno alla base anche del pigramente o delle condizioni di vita di lavoro degli omini delle donne del Paese
E contemporaneamente stiamo cercando di tenere insieme la nostra visione le proposte di legge appunto il Piano per il lavoro verdi di cui vi dicevo e però istruiamo proposte di legge anche sua spetti
Concreti e definiti
Ma dicevo anche non soltanto sul lavoro delle donne su cui ho citato c'è poi una una Scheda che può essere preso in visione che descrive al meglio le cose che vi dicevo
Ma anche dicevo sulla libertà e i diritti delle donne penso alle mozioni che abbiamo fatto sulla violenza contro donne e alla nostra visione che da sempre rifiutato l'idea securitaria dell'approccio a questi temi per legge in un'altra quello dell'approccio
Al cambiamento della cultura
Nomino solo il titolo perché di questo vi parlerà la prima firmataria della legge sull'educazione sentimentale che celeste Costantino abbiamo presentato proposte di legge anche che cercano di non cercano vogliono superare una minima
Situazione per la quale anche l'Europa ci ha
Ha mostrato il suo giudizio negativo che di impossibilità in Italia di usare il cognome della madre per i figli ed io ho presentato una proposta di legge in questo senso abbiamo presentato alcune proposte di legge per l'indirizzo al Governo perché
Si sa che la centonovantaquattro inviolata continuamente attraverso l'obiezione di coscienza e corna il novanta per cento che quindi definisce i diritti e libertà dell'autodeterminazione previsti in cui la legge non esercita BT
Sì ma questo è il senso della nostra presenza
In Parlamento
Perché noi sentiamo e viviamo in questo modo il legame di Capri legame di rappresentanza con chi è fuori dal Parlamento cercando di accettare concretamente un esercizio di rappresentato un mandato di rappresentanza
Che ha quindi questa coerenza questa fatica anche questa fatica
Stiamo preparando una mozione che riguarda il rapporto tra madri maternità e lavoro e naturalmente non finisco citando una impegno che in questi giorni ci sta vedendo
Ostini mondo osteggiare con tutta la forza che noi abbiamo la legge elettorale
L'Italie come ancorché vizio italico un guaio serio tutto intero riduce la democrazia in questo Paese
Perché riduce cioè fa un muro alla rappresentanza immaginate che chi prende quattro milioni di voti secondo questa proposta di legge non verrà rappresentato in Parlamento
Già solo questo basta diciamo a dimostrare come si tratta di una riduzione della rappresentanza che soltanto in Turchia trova eguali
Ma contemporaneamente e lì il paradosso di questa legge che riduce la rappresentanza democrazia e anche che il Parlamento con la maggiore presenza di donne se questa legge passasse così determinanti una riduzione della presenza delle donne in Parlamento
Il che è un paradosso ma è un paradosso assolutamente alla nostra portata cioè possibile che non è di questo paradosso si realizzi tutto intero
E quindi su questo esiste un impegno straordinario nostro e con i nostri emendamenti e anche insieme ad altre parlamentare con emendamenti comuni ma io adesso ho parlato molto
Ci tenevo a dare il senso principale quindi una conferenza stampa fatta per dire non tanto per commentare al situazione del l'otto marzo con la retorica dell'otto marzo una pecora concretamente cerchiamo di fare
E abbiamo provato a fare a partire dalla legge contro le dimissioni in bianco che tra poco diventerà legge dello Stato grazie all'impegno del Gruppo di Sinistra ecologia e Libertà il nostro io chiedo a Marisa di venire qua
Celeste e poi Marisa
Sì questa senz'altro come ha detto prima Titini salvo una conferenza stampa che cerca di mettere
Insieme di raccontare
Un un pacchetto di proposte di legge che noi abbiamo avanzato abbiamo depositato dall'inizio della legislatura
Però io aggiungo anche questa una conferenza stampa che prova anche a denunciare
Le politiche che fino adesso con a a cui abbiamo assistito di prima del Governo letta è queste prime giornate di governo a Renzi che ci danno l'idea insomma che non vanno sicuramente nella giusta direzione
Per quanto riguarda il Governo Letta che ha tentato di caratterizzarsi molto sulle
Questioni legate ai problemi delle donne
Il primo atto piaccia visto concordi perché è stata proprio la ratifica all'unanimità in Parlamento della convenzione di Istanbul non ha visto poi dopo quell'atto importante
Delle azioni politiche che traducesse ero con la convenzione i non politica per le donne anzi addirittura ci siamo ritrovati a vedere
Addirittura snaturato un po'quello che è il senso della convenzione dista un bullo perché a distanza di qualche mese
è stato presentato quello che erroneamente è stato definito un decreto contro il femminicidio ma che in realtà altro non era che un decreto omnibus un pacchetto sicurezza
Che
A parte la sua
Fatto ritenere dentro provvedimenti molto diversi TAR tra loro e quindi utilizzare anche il corpo delle donne per far passare poi
Interventi appunto di carattere securitaria o come la TAV il
Il furto di rame
La violenza negli stadi e quant'altro ma anche rispetto proprio alla parte relativa
Alle misure contro il femminicidio
Ha proposto non modello securitaria che hanno triste che ha fatto quello che è il
Leit motiv ciò che sta dentro la convenzione di Istanbul
Quindi per noi era importante in questa conferenza stampa invece
Fare uscite attraverso le nostre proposte un modello altro
E quindi denunciare con mentre il TAR il Governo abbia fatto delle operazioni molto di di facciata di immagine
Per certi versi anche di valore simbolico dal punto di vista nostro negativo però dal punto di vista mediatico invece
Non riesce a fermarlo
Che hanno avuto un forte impatto nell'opinione pubblica ma che non rispecchi in invece quello che tante donne tante movimentando alimenti delle donne oggi chiedono a gran voce
A partire proprio dalla condizione a partire proprio dalla questione della violenza perché si è parlato tanto di femminicidio
Quando sappiamo bene che quella la punta di un iceberg si parla invece sempre meno di contrasto e di prevenzione alla violenza
E gli atti che dovevano andare in questa direzione quindi il potenziamento il rafforzamento e di conseguenza il finanziamento dei centri antiviolenza invece
Non c'è stato se non una forma veramente assolutamente debole
Io in questo anno ho fatto un giro ho fatto un viaggio nei centri antiviolenza l'ho chiamato restiamo vive anche per dare il proprio il segnale
Che non si deve parlare solo di morte non si parlare del dell'atto conclusivo del bollettino di guerra che ci viene presentato nei giornali
A volte anche utilizzando espressioni sbagliate come raptus di follia o dramma della gelosia
Ma che invece bisogna
Capire e ascoltare le operatrici dei centri antiviolenza e capire come si interviene in maniera efficace a terra
Dare la possibilità alle donne di denunciare tv uscire fuori dalla condizione di di forte debolezza e di violenza in cui vivono quindi alla luce questo noi abbiamo invece cercato di
Raccogliere queste istanze di ascoltare quello che è il movimento delle donne e i centri antiviolenza
Hanno chiedono alla alla politica e istituzionale è morte del diciamo la maggior parte di queste proposte di legge sono state costruite
Esattamente con loro quell'altro di ma qui diciamo Titti niente
Mi chiedeva di intervenire dove sono prima firmataria è una proposta di legge anche questa è di carattere europeo e si rifà alla convenzione di lista un bullo perché in quel testo voi litro troverete
La richiesta
A tutti i Paesi che sottoscrivono gratificano la convenzione di un'introduzione del alle tutti nelle scuole per l'educazione all'affettività non l'abbiamo definita educazione sentimentale
Questa proposta di legge chiede che venga inserita un'ora settimanale in maniera organica
Nelle scuole nelle scuole medie superiori
Proprio per dare la possibilità di confrontarsi non solo sul tema di gente diciamo sulla questione di genere ma che ci sia proprio la possibilità per i ragazzi di
In andare incontro a ad un'elaborazione ad un ragionamento che parla dei fallimenti che parla
Del concetto di abbandono della questione del
Del civismo che dia la possibilità di trovare a discutere di un elemento di cittadinanza nuovo di cercare di costruire un nuovo modello dice di cittadinanza
All'interno della proposta di legge vedrete ci sono anche dei riferimenti ai testi noi abbiamo chiesto che venga utilizzato il Codice pulite che ammette appunto al che dà possibilità di conoscere
Non solo diciamo la la storia al maschile ma che dia la possibilità di valorizzare
Le donne che esso come al solito sono state
Dimenticate messe da parte e che ci sia una profonda attenzione al linguaggio
Questa questa proposta di legge noi in realtà avevamo anche già presentato un emendamento al detta
La scuola
Affinché fosse già inserito era un primo modo per cercare di aprire il dibattito
Ma devo dire che all'epoca la mila ministro carrozza che più volte diciamo a retoricamente evocato la necessità
Sul contrasto alla violenza di genere la necessità di appunto di dare vita
Ad un potenziamento sul piano dell'istruzione dell'educazione anche lì non abbiamo avuto poi nessun non non c'è stata nessuna decisone effettiva su questo
Il Governo Renzi già con il Governo letta diciamo la la ministra idem
Si è dimessa si era dimessa e non è stata poi più riattivato il ministero le pari opportunità ora con il Governo a Renzi riscontriamo
Lo stesso vuoto
Quindi non siamo diciamo molto ottimisti ottimiste rispetto
Al al tipo di chiarezza di direzione che questo Governo vuole dare però chiaramente
Noi pensiamo che questa proposta di legge come tutte le altre non debbano vivere solamente all'interno del del Parlamento
Non si consumano abbattuto all'interno della battaglia parlamentare ma sono proposte di legge che devono vivere soprattutto fuori da questo palazzo per fare in modo che
La mancanza di autosufficienza dal punto di vista istituzionale politico possa invece
Essere fatto possa essere un patrimonio collettivo e quindi una pressione sociale che arriva dall'esterno e di cui noi appunto ci siamo fatti portavoce
In che
Grazie
Il punto chiave su cui ci siamo mossi un'idea di fondo
è quello della il riconoscimento della libertà delle donne della loro autonomia questo è il punto di partenza che ha mosso tutta una serie di azioni per l'anno incarichi su cui abbiamo
Lavorato
Autonomia e libertà che parte dalla riconoscimento della titolarità delle donne a decidere sulla procreazione
E proprio per questo noi abbiamo lavorato su un tema
Come abbastanza complesso nel
Negli affetti politici che ha il tema dell'applicazione della centonovantaquattro legge che noi consideriamo positiva perché in essa è riconosciuta
Il
La titolarità delle donne a decidere
Come un principio visto fondante per noi per darmi di questa legge un giudizio positivo
Ma affrontando né quelle che sono le carenze di applicazione in particolare avendo messo in evidenza come l'obiezione di coscienza dal diritto individuale nel nostro Paese è diventato diritti non più un diritto di
Come
Uno stop
Un
Potrebbero
Un indirizzo e di struttura cioè non si può trasformare in una impossibilità per una struttura
Ospedaliera un presidio ospedaliero di non applicare la legge centonovantaquattro di non garantire questo servizio
Quindi abbiamo affrontato questo tema proprio ieri in Commissione
è stata approvata una risoluzione su per l'applicazione della centonovantaquattro con il solo la nostra astensione astensione perché perché noi
Abbiamo apprezzato di quella risoluzione una serie di misure che possono aiutare l'applicazione della centonovantaquattro una fra tutte la propria l'utilizzo della mobilità del personale
Che può permettere in ogni singola provincia in ogni singola di al Tardini mobilitare il personale in modo da garantire a tutti questo servizio e dato che attualmente
Non solo ci sono discrepanze gravissime tra Regione e Regione ma anche tirare giù all'interno delle stesse regioni delle stesse Province quindi abbiamo apprezzato una serie di misure tipo quella da noi richiesta tra l'altro
In Parlamento in aula del Parlamento come Lallai la politica del personale ma non abbiamo apprezzato due cose
Di fondo primo che continuasse voi la leggete questa mozione questa idea di una donna ad aiutare Madonna non ed aiutare da rispettare nella propria decisione
In Francia si sta lavorando per mentre in Spagna la legge centonove del miliardo l'aborto e viene per ritorna ad essere clandestino e noi siamo anche qui a dire che siamo quelle spagnole per lottare
Nella in questa lotta ad in Francia il Parlamento artista discutendo di
Una legge che permette di abortire senza alcuna giustificazione a nessuno ecco lei pensiamo che
Questo tema non della donna da aiutare è un taglio che non convince perché al contrario proprio il principio che all'interno della centonovantaquattro che si dica in cui si riconosce una titolarità di decisioni e piena
E l'altro perché
Uno degli indegni delle misure che non avevamo proposto per
Garantire l'applicazione come quello della diffusione della post dell'aborto
Farmacologico è stata
Non è stata presa con chiarezza
Per noi questo non è una c'era e sposare una una tecnica noi questa pensiamo che ogni donna italiana come ogni donna europea debba avere la possibilità di decidere se usare questa metodi che questa pratica deve essere garantita senza ostacoli senza problema invece come avviene
E mentre ci sono Regioni che prevede una ancora in tre giorni di l'obbligo di
Di ricovero in Toscana ad esempio esiste l'avvocato per cui per cui c'è una oggi una risoluzione del Consiglio sanitario che sperimenterà non sperimenta che applicherà la possibilità di usare la l'aborto farmacologico mettendo insieme un percorso assistenziale che va dal consultorio
Alla responsabilizzazione della struttura ospedaliera laddove
Fosse necessario quindi
Questo è uno dei punti dei polmoni su cui noi abbiamo lavorato
Proprio partendo da questo principio dicono cimento della libertà femminile dell'autonomia della titolarità di decisioni prendendo un pezzo che non consideriamo la base
Su cui poi costruire una politica
A diciamo una politica incisiva
Quindi centonovantaquattro a seguire abbiamo proposto il superamento della legge quaranta danzerà cancellazione della legge quaranta per proprio derivando la anche non solo da latte Pilat l'Alitalia di demolizione e che il la giurisprudenza e le varie corti hanno fatto di questa orribile legge
Ma anche proprio a seguire della del principio di cui parliamo riproponiamo per fra prede
La in Parlamento
I contenuti della risoluzione Strega bocciati
In Parlamento europeo anche per responsabilità del degli alcuni deputati del partito democratico e anche qui noi sperimenteremo il nuovo cursori iniziano su questo
Naturalmente è una lettura della legge risoluzione Stella proprio riparte da questo nostro punto di partenza principio di autodeterminazione come principio che fonda una nuova cittadinanza europea
E poi
Abbiamo affrontato il tema anche questo sui spinge diciamo invito della sentenza europea
Per alla luce proprio di questo principio di libertà di rivedere le norme per il di libertà di scelta di rivedere le norme sull'attribuzione del cognome ai figli
Domande commenti

Dunque naturalmente questa nostra proposta vuol dire cambiare la legge non abbiamo presentato diverse proposte di legge che cercava di cambiare diversi aspetti della legge Fornero
Da quelli sull'età pensionabile che vuol dire risolvere retroattivamente prima i risultati
A quello che riguarda invece una ingiustizia in credito addossare che riguarda i ferrovieri che verrebbero quella fornita dover guidare un treno ad alti alta velocità settanta anni sono una serie di di di questioni e abbiamo valutato proposta di legge che riguarda l'età pensionabile delle donne
Descrivendo attraverso i contributi figurativi la riduzione dell'età in relazione alla maternità e i lavori di cura
Ho fatto questa premessa per descrivere meglio il senso della proposta e per dire che una proposta che per esempio in altri Paesi europei già esiste penso alla Francia e non dell'ultima ora ma esiste da tempo e riconoscimento del valore
Dei lavori di cura sanzionato attraverso in quel caso i contributi figurativi figurativo il dire che la fiscalità generale che riconoscendo un valore a ai voli di cura lo riconosce
Il punto sulla legge Fornero e sempre lo stesso e cioè non ci sono due passaggi per provare a cambiarla uno il consenso intorno all'Obiettivo due le risorse a terra
Questo è diciamo perché legge Fornero stato una legge fatta in fretta e furia nel Salve Italia con l'unico obiettivo di fare cassa
La velocità determinato oltre alle ingiustizie volute le ingiustizie non voluto anche quelli somiglia Rory è colta l'ingiustizia Rory
I risparmi la Ragioneria dello Stato di quantifica in venti miliardi in dieci anni l'INPS dice novanta miliardi in dieci anni
Nello storico tra venti e novanta miliardi ci sono quei settanta miliardi che noi pensiamo siano il le risorse da utilizzare per cambiare la legge trovando nel sistema previdenziale le risorse
Quindi diciamo intorno a questi temi ma stiamo provando a costruire sui singoli temi alleanze con altre forze politiche
Più difficile invece trovare un altro e stiamo riuscendo su Jesolo dati con alcune forze politiche su questo con altri
Molto più difficile trovare invece un consenso intorno al cambiamento generale della legge Fornero cosa sulla quale però stiamo scomuniche scrivendo una legge di riforma generale perché lì il tema esattamente
Quello degli dei risparmi di sistema e quindi
Quindi c'è un consenso di alcune forze politiche su questo
Sulla nostra proposta di legge ce ne sono anche altre di altre forze politiche la sfida vera sarà la sfida del Governo del terzo governo di questa legislatura
E la sfida del Parlamento sarà dove si prendono le risorse finiscono dicendo dove si prendono le risorse il tema vero
Perché le risorse esistono sta G scegliere dove prenderle vuol dire avere una visione di come si deve uscire dalla crisi dei diciamo le distinguendo la ricchezza e quindi prendendo le risorse dove ci sono per fare le cose che servono a tutti ma il nodo e poi questo non è che non ci siano
E che scegliere dove si prendono
Proprio su questo tema delle risorse stiamo anche
A latere della discussione sulle leggi di missili della nuova legge contro la pratica dei delle dimissioni in bianco presentando lavorando per presentare una
L'ordine del giorno che mette al centro il tema dei maternità come diritto unico me legati come fatti come Ognibene bene universale e non legato semplicemente alla carta apporto di lavori