11MAR2014
istituzioni

Assemblea Regionale Siciliana (138ª seduta)

CONSIGLIO REGIONALE | Palermo - 16:03. Durata: 4 ore 35 min

Player
Registrazione video di "Assemblea Regionale Siciliana (138ª seduta)", registrato a Palermo martedì 11 marzo 2014 alle 16:03.

L'evento è stato organizzato da Assemblea Regionale Siciliana.

Sono intervenuti: Giovanni Ardizzone (presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro), Maria Cirone (segretario facente funzioni, Partito Democratico), Giovanni Greco, Salvatore Cordaro, Vincenzo Figuccia, Giorgio Assenza, Santi Formica, Marco Falcone, Giuseppe Milazzo, Bernadette Grasso, Giovanni Ioppolo, Nicola D'Agostino, Gianina Ciancio,
Girolamo Turano, Antonello Cracolici, Giuseppe Laccoto, Rosario Crocetta (presidente della Regione Siciliana), Giuseppe Arancio, Patrizia Valenti (assessore alle Autonomie locali e della funzione pubblica della Regione Sicilia), Antonino D'asero, Nello Musumeci, Salvatore Lo Giudice, Alice Anselmo, Salvatore Siragusa, Emanuele Dipasquale, Giovanni Di Mauro, Francesco Cascio, Pietro Alongi, Vincenzo Fontana, Orazio Ragusa, Giovanni Di Giacinto, Calogero Firetto, Baldassare Gucciardi.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aree Metropolitane, Ars, Comuni, Consorzi, Enti Locali, Regioni, Sicilia.

La registrazione video ha una durata di 4 ore e 35 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

16:03

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Si è rotto ai sensi dell'articolo centoventisette comma nove
Del regolamento interno il Presidente dà il preavviso di trenta minuti al fine delle eventuali votazioni mediante procedimento elettronico che dovessero avere luogo nel corso di una seduta
Ricordo altresì che anche la richiesta di verifica del numero legale articolo ottantacinque ovvero la domanda di scrutinio nominare o di scrutinio segreto articolo centoventisette
Sono effettuate mediante procedimento elettronico
Il deputato segretario onorevoli fiducia dà lettura del processo verbale della seduta precedente che non sorgendo osservazioni si intende approvato Presidente comunica che onorevoli Anselmo accasciò
Cimino Oltrarno D'Agostino Di Giacomo Dina Grasso finanza il Burlo hanno chiesto congedo per oggi l'Assemblea ne prende atto
Comunica che sono state presentate le seguenti interrogazioni con richiesta di risposta orale
Numero mille seicentotredici misure urgenti relative allo stato di funzionamento in cui versa la biblioteca centrale della Regione Siciliana
Firmatari Rocca Claudia eccetera
Numero mille seicentoquattordici notizie sulla criticità economico-finanziaria del Comune di Brollo Messina nonché sul commissariamento dell'ente locale firmatario Germana Antonino Salvatore
Numero mille seicentoquindici notizie relative i fondi di cui al portarsi due mila sette due mila e tredici destinati alla biblioteca centrale della Regione Siciliana firmatari Ciaccio Giorgio da seguire
Avverte che le interrogazioni testé annunziate saranno iscritte all'ordine del giorno per essere svolte al loro turno
Comunica che è stata presentata la seguente interrogazione con richiesta di risposta in Commissione numero mille seicentosedici notizie sulla presunta carenza di funzionalità dell'ambulatorio
Di endocrinologia del presidio ospedaliero San Giovanni di Dio di Agrigento e sui disagi per l'utenza firmatari filetto Calogero Turano Girolamo D'Agostino Nicola
Avverte che la interrogazione testé Annunziata sarà inviata al Governo e alla competente Commissione
Comunica che è stata presentata la seguente interrogazione
Con richiesta di risposta scritta
Numero mille seicentododici erogazione delle pensioni integrative agli ex dipendenti dei soppressi i Consorzi ASI
Firmatario Falcone Marco avverte che l'interrogazione testé Annunziata sarà inviata al Governo il Presidente constatata l'assenza del Governo sospende la seduta per venti minuti
Segretare la seduta riprende alle dodici e cinquantuno
Il Presidente constatato il perdurare dell'assenza del Governo sospendo ulteriormente la seduta la seduta sospesa alle ore dodici e cinquantadue è ripresa alle tredici e quaranta
Assume la Presidenza il Presidente audizione il Presidente comunica che gli onorevoli forze ISAF Marcello Greco e Picciolo
Sono in congedo però oggi l'Assemblea ne prende atto il Presidente comunica che l'onorevole Oddo sarà in missione a Berlino dal sette al nove marzo due mila e quattordici l'Assemblea ne prende atto
Il Presidente informa altresì che l'assessore per il turismo lo sport e lo spettacolo mi che era stato anche i rischi sarà berline poi a Miami dal quattro al quattordici marzo due mila quattordici per motivi istituzionali
Si passa al secondo punto dell'ordine del giorno discussione di disegni di legge
Si procede con il seguito della discussione del disegno di legge istituzione dei liberi Consorzi comunali e delle città metropolitane
Numero seicentoquarantadue trentuno centotrentadue e centotrentatré centoquarantanove centocinquantatré centosessantaquattro e centosessantacinque centottantatré
Duecentodiciannove duecentoventisei duecentosessantotto quattrocentosettantaquattro cinquecentoquarantadue cinquecentoquarantatré
Cinquecentoquarantasei seicentotredici seicentotrentotto seicentosessantadue barra posto la numero uno il Presidente ricorda che l'esame era stato sospeso
All'articolo dieci che al subemendamento della Commissione
Dieci punto dieci punto uno sostitutivo dell'emendamento dieci punto dieci sempre della Commissione
Comunica che è stato presentato dal Governo il sub emendamento dieci punto dieci punto uno punto uno
Sostitutivo dell'articolo dieci sul quale prendono la parola agli onorevoli fiducia di Mauro assenza Lo Sciuto assessore per le autonomie locali e la funzione pubblica Valenti l'onorevole Burlo
Il Presidente informa che con nota pervenuta alla Presidenza del cinque marzo due mila quattordici e protocollata al numero due mila ottocentosettanta
Ha una TG del sei marzo successivo l'onorevole Anselmo ha comunicato di aderire al gruppo parlamentare articolo quattro
Pertanto a decorrere dal cinque marzo due mila e quattordici la stesso deputato cessa contestualmente di far parte del gruppo parlamentare UDC Unione di Centro
L'Assemblea ne prende atto riprende il seguito dell'esame del disegno di legge prende la parola all'onorevole alloggi
Il Presidente ricorda che nella seduta di ieri si è provveduto a fare distribuire I deputati il testo del disegno di legge con gli articoli fin qui approvati
E rispondendo all'onorevole alloggi precisa che la salvaguardia del personale dell'ex Province e già contenuta all'articolo uno come pure per quel che ricorda le risorse finanziarie
Prendono poi la parola il Presidente della Regione Onorevole Crocetta gli onorevoli bandiera Milazzo Lentini Gucciardi Ocolo Falcone e Panepinto
Il Presidente in merito al subemendamento dieci punto com tre sette
R. sette di cui è primo firmatario l'onorevole Panepinto dà lettura dell'articolo centododici del Regolamento interno e spiegare le ragioni della sua non ammissibilità in questa fase
Si passa agli emendamenti dieci punto sei degli onorevoli vinciullo Germana Fontana alloggi dieci punto diciassette degli onorevoli Formica gli oppone Musumeci
Dieci punto quindici dell'onorevole Giovanni Greco dieci punto ventuno e dieci punto ventidue degli onorevoli assenza Falcone pugliese Milazzo e fiducia
Tutti i soppressivi dell'articolo dieci
Il Presidente ripone congiuntamente in votazione con parere contrario del Governo della Commissione non sono approvati
Si passa al al subemendamento dieci punto dieci punto uno punto uno del Governo il Presidente precisa che
Al comma uno del subemendamento primo rigo la parola trasferire è sostituita dalla seguente attribuire
Le che lessicalmente più corretta
Lo pone in votazione con parere favorevole della Commissione l'onorevole gli opporrò chiede che la votazione avvenga per scrutinio nominale il Presidente invita a procedere alla verifica dei richiedenti
Essendo la richiesta appoggiata a termini di Regolamento dagli onorevoli alloggi assenza Clemente Falcone Germana
Greco Musumeci e poi chiese il Presidente indice la votazione per scrutinio nominale e ne proclama l'esito
Presenti sessantasei votanti sessantasei maggioranza trentaquattro favorevoli cinquanta contrari
Contrari tredici astenuti tre
è approvato pertanto tutti gli emendamenti all'articolo dieci sono assorbiti
Si dà lettura dell'articolo undici gli emendamenti undici punto cinque undici punto due
Degli onorevoli vinciullo Germana fontane alloggi undici punto sette dell'onorevole Giovanni Greco undici punto quattordici degli onorevoli assenza
Falcone Pogliese Milazzo il figuraccia undici punto undici degli onorevoli Formica gli oppone Musumeci
Soppressivi dell'articolo undici o del comma uno del medesimo articolo sono ritirati
L'Assemblea ne prende atto
Il Presidente comunica che
è stato presentato dalla Commissione l'emendamento undici punto com all'articolo undici che
Posto in votazione con parere favorevole del Governo e approvato tutti gli altri emendamenti all'articolo undici sono ritirati
L'Assemblea ne prende atto il Presidente pone in votazione l'articolo undici nel testo risultante e approvato col voto contrario dei deputati dei gruppi parlamentari di opposizione
Si passa agli emendamenti aggiuntivi l'emendamento a otto della Commissione posto in votazione con parere favorevole del Governo
è approvato l'emendamento ai dieci dell'onorevole Turano è precluso
L'emendamento a nome della Commissione è precluso l'emendamento appunto Gobbo appunto R. a firma del Governo posto in votazione con parere favorevole della Commissione
è approvato
L'emendamento a quindici degli onorevoli Panepinto e Gucciardi
è precluso il Presidente informa che procederà con gli uffici da qui alla prossima seduta
Al coordinamento di quanto fin qui approvato per potere predisporre emendamenti ai sensi dell'articolo centodiciassette del Regolamento interno
Così rimane stabilito ai sensi dell'articolo ottantatré comma due del Regolamento interno intervengono gli onorevoli Venturino
Per invitare il Presidente della Regione a dare seguito all'ordine del giorno trovato dall'Aula all'unanimità
Per la pronta attuazione del decreto del dicembre dell'anno scorso anziché aspettare il primo gennaio del due mila sedici
Gianni sulla proposta di formazione degli immigrati anche attraverso un accordo con la Comunità europea per fornire a tutti i Paesi dell'Europa e specializzazioni agli specialisti che occorrono
Turano perché si realizzi tra le opere immediatamente cantierabili un'opera riguardante il territorio della Provincia di Trapani la bretella autostradale che collega Mazara del Vallo contratta
Il Presidente rinvia la seduta a martedì undici marzo due mila e quattordici alle ore sedici dopo la lettura dell'ordine del giorno la seduta è tolta alle ore quindici e trentanove letto
Non sorgendo osservazioni il verbale si intende approvato
Ai sensi del comma nove dell'articolo centoventisette del regolamento interno do il preavviso di trenta minuti al fine delle eventuali votazioni
Mediante procedimento elettronico che dovessero aver luogo nel corso della presente seduta invito pertanto i deputati a munirsi del tempo della destra personale vivo ricordo che anche la richiesta di verifica del numero legale ovvero la domanda di scrutinio nomina o di scrutinio segreto sono effettuate mediante procedimento elettronico
Comunico che hanno chiesto congedo gli onorevoli La Rocca ruolo Margherita Lo Sciuto però oggi l'Assemblea ne prende atto
Invito il deputato segretario a dare lettura delle risposte scritte ad interrogazioni pervenute
Sì numero cinquecentonove firmatario marziano Bruno Ciro né Maria
Numero ottocentodiciassette firmatari da Rocca Claudio seguire
Numero mille trecentoquattro firmatari zitto Stefano a seguire numero mille quattrocentosessantatré firmatario Firetto Calogero a seguire numero mille quattrocentosessantasei firmatario pugliese Salvatore a seguire
Risposte scritte ad interrogazioni numero mille quattrocentosettantacinque firmatario Lo Sciuto Giovanni numero mille quattrocentottantotto firmatario Palmeri Valentina seguirlo
Le risposte scritte ora non ce ne saranno pubblicati in allegato al resoconto la seduta odierna
Invita il deputato segretario a dare lettura delle interrogazioni con richiesta di risposta orale presentata
Numero mille seicentodiciotto di Mauro Giovanni numero mille seicentodiciannove di Mauro Giovanni ed il numero mille seicentoventi Leanza Nicola numero mille seicentoventitré sudano Valeria
Le interrogazioni annunziate saranno iscritte all'ordine del giorno per essere svolto allora
Invito il deputato segretario a dare lettura delle interrogazioni con richiesta di risposta in Commissione
Numero mille seicentodiciassette Firetto Calogero
Le interrogazioni ora non si addestrano trasmessa al Governo e dalle competenti Commissioni
Invito il deputato segretario a dare lettura delle interrogazioni con richiesta di risposta scritta e presentata
Numero mille seicentoventuno accogliesse Salvatore numero mille seicentoventidue zitto Stefano e seguire numero mila seicentoventiquattro Mangiacavallo Mattia seguire mi numero mille seicentoventicinque Mangiacavallo Matteo a seguire
Numero mille seicentoventisei Mangiacavallo Mattei seguire l'interrogazione enunciate saranno inviato al Governo
Invito il deputato segretario a dare lettura delle interpellanze presentate
Numero centosessantadue maggiore Maria Leonard Milazzo Antonella numero centosessantatré Foti Angela seguire
Trascorsi tre giorni dall'odierna annuncio senza che il Governo abbia fatto alcuna dichiarazione le interpellanze si intendono accettare saranno iscritte all'ordine del giorno deve essere svolta loro turno
Invito il deputato segretario a dare lettura delle mozioni presentate
Numero duecentosettantacinque presentata da contrario Giambattista numero duecentosettantasei contrario Giambattista
Le mozioni testé annunziate saranno demandata a norma dell'articolo centocinquanta del regolamento interno alla Conferenza dei Presidenti dei Gruppi parlamentari per la determinazione della relativa dalla discussione
Comunico che come da verbale d'assemblea del sei marzo due mila e quattordici dell'intergruppo associazione parlamentare del dialogo interculturale con i Paesi al
Il
Pervenuta a questa Presidenza e sei marzo due mila quattordici protocollata al numero delle trenta cinquantotto davano dell'undici marzo eccessivo
L'onorevole Giuseppe l'uguale al segnato le dimissioni da Presidente suddetto interruppe che al posto di questi è stata quindi eletto al nella carica onorevole Marika Ciro
L'Assemblea ne prende
Allora onorevoli colleghi così come
Ho avuto modo di informare
I capigruppo almeno quelli che erano presenti all'incontro di oggi
Sono stati presentati
Anche sulla base del mandato che mi ha dato quest'Aula
Tutta una serie di emendamenti ai sensi dell'articolo centodiciassette
Emendamento all'articolo uno gli emendamenti sono sottoscritti dal Governo in particolar modo all'assessore Valentini emendamento al e centodiciassette all'articolo uno emendamento centodiciassette all'articolo due
Emendamento centodiciassette all'articolo tre emendamento centodiciassette all'articolo cinque emendamento centodiciassette all'articolo sei emendamento centodiciassette l'articolo sette emendamento centodiciassette all'articolo otto
Emendamento centodiciassette all'articolo nove emendamento centodiciassette
Prima dell'articolo dodici che riguardavano
Disposizioni transitorie e finali siamo nell'ambito così come ho avuto modo di dire oggi ai capigruppo nella
Nell'ambito del centodiciassette
C'è un ulteriore emendamento che ha più natura politica questo a scanso di equivoci per la massima chiarezza
Che riguarda la determinazione delle condizioni per il distacco da Libero consorzio dalla città metropolitana più volte
Se n'è parlato in me in questa cioè nel caso in cui
Ci si distacchi da
Da
Da una provincia per creare un libero Consorzio non si può andare al di sotto di
Incerto di una certa cifra per quello che riguarda la popolazione comunque deve essere assicurata la continuità territoriale
Noi sappiamo che è stato stabilito un numero
Non inferiore a centottanta mila abitanti si era discusso se era opportuno rapporto alla centocinquanta mila
Ecco questo può essere oggetto di discussione perché appartiene più alla sfera politica e ribadisco non siamo proprio nell'ambito
Del centodiciassette con la massima chiarezza ma ciò non toglie che su questo Laura senza alcuna forzatura si possa pronunciare
Allora così come convenuto gli assistenti stanno distribuendo il fascicolo degli emendamenti avrete modo di vedere spero di apprezzare almeno per la prima volta e su questo io debbo ringraziare gli uffici dell'Assemblea
Che
In accompagnamento all'emendamento centodiciassette c'è il testo approvato in tempi in neretto è riportata la Giunta la modifica sulla base del centodiciassette
Questo ci dà la possibilità di avere con più immediatezza e con più chiarezza le
Sostituzioni le integrazioni le modifiche che sono state apportate o che saranno apportate a seguito
Del voto tavola quindi così come convenuto viene distribuendo è distribuito il fascicolo degli emendamenti
Lei cento diciassette e l'Aula riprenderà per dare la possibilità a tutti i parlamentari di prendere visione
Del
Degli emendamenti allegati alle ore
Diciassette
E quindici Laura cosa
Prego ne ha facoltà
A seguire l'onorevole Cordaro
Sì Cuccia
Prego onorevole credo
Grazie Presidente solo per dirle che
Lei inizia una seduta
Dove già dal
Dal carteggio che ci ha dato è una seduta un po'particolare
Perché lei entra nel merito di alcuni articolo che noi già abbiamo votato e l'assemblea si è spesa
è che a parere mio con centodiciassette lei non si può non ci può tornare e per giunta acciacchi Ricci ci dice che
C'è un articolo aggiuntivo dove si dovrebbe trovare una mediazione politica quando un articolo e votato Presidente non si può tornare su quell'articolo
Perché è stata una votazione a scrutinio segreto
E quindi l'Aula si è espressa in quella maniera quindi il minimo delle consonanze che
Di centottanta mila abitanti tenderei questo non lo può riprendere
E poi lavorano farà accorgere Presidente che manca il Governo
è tutta la prima Commissione quindi le chiederei di sospendere la
Tutta
è iniziarla si adotta con topi sacrosante crismi con la completa Assemblea quindi anche il Governo
Lazio grazie onorevole greco
Abbiamo ripreso su sollecitazione di gran parte dei deputati questo per
Onestà intellettuale per quello che riguarda l'emendamento aggiuntivo mi dà la possibilità onorevole Greco di ribadire un concetto
La
Questione di ordine politico e limitata alla numero della popolazione
Cosa significa col centodiciassette noi dobbiamo rendere compatibili gli articoli così come li abbiamo votati
è vero quello che dice lei a scrutinio segreto è stato votato un limite di centottanta mila abitanti al di sotto del quale non si può costituire un consorzio
Però occorre il parallelismo con
Quel nucleo di Comuni quella colpa mento dei Comuni che rimangono costituenti la vecchia Provincia si è parlato sempre facendo riferimento ad esempio ad Enna che non si può andare al di sotto di un limite quindi si poteva fare
Per parametrare sembra centottanta mila abitanti oppure dare maggiore possibilità ma questo sta poi all'iniziativa della o le su questo magari si può aprire un dibattito e abbassare questo limite a centocinquanta di questo si tratta quindi la i principi o di carattere generale ci sta tutto per quello che riguarda centodiciassette ma io già avevo detto l'avevo detto pure i capigruppo che la questi e di ordine politico centocinque centottanta centocinquanta mila obiettivamente si pone questa quando arriveremo a quell'articolo aggiuntivo magari
Lo tratteremo prego
Onorevole loro la sto segnando
Onorevole Cordaro
Grazie signor Presidente
Io intervengo
Anche in assenza del Governo perché sono convinto
Che questa fase è quella appunto del centodiciassette
Non a bisogni della presenza dei rappresentanti del Governo è un fatto interno all'Assemblea è per questa ragione io entrerò nel merito del centodiciassette lo farò
Avendo letto con estrema attenzione quelle che sono state le modifiche fatte in sede di collazione del disegno di legge che oggi viene
In Aula per il voto finale
Preannunzio il voto favorevole del gruppo che ho l'onore di rappresentare il Gruppo del Cantiere popolare grande sud verso Forza Italia
Perché
Credo che
Le modifiche che la Presidenza dell'Assemblea insieme agli uffici
Hanno elaborato sono modifiche che si muovono in maniera assolutamente corretta all'interno dell'alveo previsto dal cento diciassette
Lo dico pur rimanendo fortemente critico nei confronti di questa legge legge
Che noi
Volte non voteremo perché esprimeremo voto contrario però lo dico perché
Non soltanto
I centodiciassette
Che riguardano i singoli articoli ma anche l'aggiuntivo
è
Un articolo
Che di fatto ripercorre tra la ratio della legge
è
Modifica non tanto la soglia dei centottanta mila abitanti
Con riferimento alla creazione
Di nuovi liberi consorzi ma vuole introdurre o meglio
Vuole precisare una clausola di salvaguardia con riferimento ai liberi consorzi già costituiti
Perché la corsa a formare nuovi liberi consorzi debba avere un limite giuridico ma anche un livido di buonsenso e quindi non può prevedere
Che quelli precedentemente invita
Possano scendere al disotto nella soglia dei centocinquanta mila abitanti
La norma che noi abbiamo approvato e che prevede il numero di centottanta mila abitanti per la creazione di nuove liberi consorzi resta assolutamente intatta
Così come resta assolutamente applicata la norma che riguarda
I due terzi
Per la possibilità e quindi la maggioranza qualificata per un Consiglio comunale per decidere l'adesione o in distacco da un libero consorzi dell'adesione ad un altro così come resta assolutamente impregiudicata ma è migliorata nella forma la norma che prevede il referendum confermativo
Quindi devo dire
è
Io
Non amo la piaggeria
Io devo ringraziare gli uffici che in questo pastrocchio che in queste settimane abbiamo dovuto affrontare hanno cercato e lo hanno fatto a mio parere belle
Di collazionare una legge davvero in collazionato dilemmi passate il termine per questa volta per questa ragione
E quindi per ragioni esclusivamente tecniche e giuridiche
Noi voteremo favorevolmente a tutti i centodiciassette che sono stati proposti dal Presidente dell'Assemblea
Fermo restando che il nostro parere resta fortemente critico sulla legge ma questo avremo tempo di dirlo quando faremo le dichiarazioni di voto grazie
Ringrazio onorevole Cordaro per l'apprezzamento che ha voluto riservare agli uffici cosa che io avevo fatto in precedenza e debbo dire che
Questi due giorni sono serviti per il è un testo coordinato quando noi spesso parliamo di qualità delle leggi il nostro dovere è quello con il concorso di tutti di dare il Massimo apporto
Orrore figuraccia
Grazie Presidente
A memoria con un riferimento a quest'anno trascorso ma anche a memoria con riferimento ai colloqui con i colleghi parlamentari
Io non ricordo un centodiciassette che viene portato in Aula con
Qualcosa come
Ventuno modifiche ne abbiamo sulla sinistra l'articolato così come rappresentato
Sulla destra in grassetto tutti i riferimenti quindi se
Ambra che noi non abbiamo un centodiciassette ma abbiamo ben ventuno centodiciassette qui abbiamo un intervento che completamente stravolti
Quello che è il senso della norma è che la fa puntualmente partendo dall'articolo uno facendo riferimento liberi consorzi dei Comuni cambiando la modifica lo abbiamo
Alla come ma sei dell'articolo uno facendo riferimento al mantenimento della titolarità dei relativi rapporti giuridici
Lo abbiamo all'articolo due lo abbiamo
Alle comma
Tre dello stesso articolo con il richiamo al referendum confermativo che viene semplicemente cambiato di può sotto
Lo abbiamo al comma sei
Dove si fa riferimento all'adesione al distacco dei comuni dalle città metropolitane
Lo abbiamo al comma quattro dell'articolo tre dove si parla di fallimento le modalità previste dalla legge di cui al comma cinque dell'articolo due
Lo sappiamo l'articolo cinque al comma nove dove si fa riferimento all'esercizio delle funzioni del commissario nominato dall'Assessore regionale per le autonomie locali e non più soltanto darvi il Presidente con una volta rimarrà smania di tornare ad affermare un principio di commissariamento un principio di Milich realizzazione che peraltro è stato posto in essere quando è stata immaginata questa norma è che continua ad essere portato in Aula
Lo abbiamo con un ben centodiciassette che
All'articolo sette comma uno far riferimento in maniera completamente diverso da ai lavori che erano stati fatti in quest'Aula con riferimento alle città metro quadro molto metropolitane di Palermo Catania e Messina
è così via dicendo ripeto non per un centodiciassette ma perdendo in turno cento diciassette
Va bene Presidente aldilà di quaranta
Mitragliatrice
Al di là di Quarta portante di questa costante richiamo a volersi sovvertire l'ordine dei fattori di questo testo rispetto al quale
Il risultato non cambia io credo che la parte rosicchiare
L'opera maggiore la massima espressione artistica bella pagarono un fatto con questo diciassette fa riferimento all'emendamento aggiuntivo
Go alla punto venti Bovetti sancisce un principio quello secondo il quale tutto cambia per non da me per non cambiare nulla
Un principio secondo il quale altro che Gattopardo dai cui diciamo che è
Non è possibile costituire un libero Consorzio
Qual è ora la popolazione risulti inferiore a centocinquanta mila abitanti Otello si dice al pre-CIPE Presidente
Qualora si interrompa la continuità territoriale tra i Comuni che ne fanno parte
Ma è normale che è facendo riferimento ad esempio alla Provincia Regionale di Palermo l'abbiamo tutta una serie di Comuni in continuità territoriale per cui
Bagheria fino ad arrivare all'ultimo
S della Provincia Regionale di Palermo chiesti affaccia al mare ovviamente quando dovesse venir meno uno di questi Comuni che si affaccia sul la quota che accade abbracciavo non possiamo costituire il libero Consorzio dei comuni perché viene meno uno dei Comuni quindi diciamo condanniamo
Tutti i Comuni a rimanere dentro questa struttura nessuna possibilità nessun arbitrio dato a nessuno di questi vada ciascuno di questi comuni di poter aderire ad una struttura o ad un'altra
Quindi tutto cambia per non cambiare nulla con l'unica certezza che è
Nessuna tutela in più viene posta rispetto al principio di democrazia diretta ma soprattutto rispetto al principio
Che dovrebbe garantire un sistema di tutela per i dipendenti delle nove Province Regionali Palermo
Per i dipendenti delle partecipate rispetto alle quali agli mio gruppo parlamentare di Forza Italia ha presentato un ordine del giorno rispetto a quello cioè
Un impegno al Presidente della Regione
è quindi sono certo che il rispetto a questo ordine del giorno che fa riferimento alle società partecipate in house cento per cento ma che fa riferimento a
Tutti indipendenti
Delle province delle nove province regionali sono certo che quello ordine del giorno potrà trovare accoglimento grata
Grazie onorevole fiducia però la inviterei
Ad evitare discorsi strumentali con riferimento ai cento dicesse dette perché siamo proprio nell'ambito del Regolamento vorrei solo evidenziarle una questione con riferimento proprio
Alla alle partecipate o ai dipendenti delle Province io la inviterei sale questo il suo obiettivo a votare l'emendamento centodiciassette dove si parla mante vendo la titolarità dei relativi rapporti giuridici quindi gli uffici insieme al Governo hanno cercato di rendere chiara quella che è stata l'indicazione dell'Aula e ritengo anche sua
Onorevole alloro prego
Grazie
Grazie onorevole allora
Onorevole assenza
Inviterei i colleghi a
Prendere il posto per ore ed evitare di stare all'inpiedi
Onorevole D'Agostino onorevole darsene onorevole greco onorevole Di Mauro
Se potete prendere posto
Onorevole Anselmo
Onorevole Milazzo prego
Scusate
Onorevole forse si
Onorevole l'accordo
Prego onorevole assenza si pone ora Milazzo
Prego onorevole assenze grazie presente io debbo dire che ho apprezzato il lavoro
Degli uffici e
Per gran parte delle
Previsioni presentate ai sensi dell'articolo centodiciassette sono conformi al dettato cioè si tratta di
I semplici correzioni
In alcuni casi deforma in alcuni casi un po'più velate anche di sostanza ma tutto sommato rientranti nell'ambito della previsione normativa dell'articolo centodiciassette
Certo presentare ventuno
Emendamenti diritti entro diciassette
Significa dare effettivamente ragione a tutte le critiche mosse all'impianto della norma così come
Presentato alla in Assemblea e ancor peggio uscito dopo e gli emendamenti e i lavori e lavori assembleare però ci sono
Tre punti che onestamente voler far rientrare la centodiciassette
Mi sembra però delle forzature vera e propria
Caro Presidente io ma appena mi appello al suo senso delle istituzioni perché il limite invalicabile dall'articolo centodiciassette sia pure
Sotto la previsione del secondo comma che prevede anche la possibilità di rettifica non possono essere assolutamente travalicano
Sulle antinomie che comunque ha permangono la norma mi riservo poi di intervenire in sede di discussione penale perché ho delegato alla mia domenica
Ad arrivare leggere questo o impianto normativa la debbo dire che sono all'articolo sei all'articolo uno ci sono sei contraddizione all'interno dello stesso articolo uno ma di questo parleremo in sede di discussione generale
Leandro Amedeo voglio rilevare esenti al titolo di andargli a sette ritengo sia la vostra non potrà ammettere
Sono
La soppressione indicata
All'articolo uno
Alla fine dell'articolo uno dove si
Intende sopprimere lei parole e i liberi consorzi hanno personalità giuridica di diritto pubblico
Caro Presidente questo era stato oggetto di una emendamento specifico presentato dal collega alloggi è che la
Chiave è che all'Assemblea aveva approvato
Intervenire su queste significa andare contro la volontà della
Dell'Assemblea liberamente espresse e quindi su queste io non ritengo assolutamente che si possa
Perpetuare questo
Questo disegno
Altro
Elemento
Che non ritenga possa a mettersi e la previsione
Dell'articolo
Sette
Anzi dell'articolo dell'articolo sette esattamente
L'articolo sette caro Presidente riguarda l'istituzione e città metropolitane lo avevamo sempre sostenuto che a seguito dell'approvazione
Di quell'emendamento che cancellava all'istituzione all'articolo uno delle città metropolitane qualunque discussione futura forse è stata prodursi
Lei ha ritenuto diversamente per carità però oggi decida ragione attraverso l'operato degli uffici
Dopo sì mette all'articolo sette il numero uno in cui si dice espressamente il presente capo disciplina la
Cuori spartito uccisione della dieta metropolitana
Cioè quella che era una semplice a denominazione qui diventa una Costituzione qui non errore deforma Presidente qui non è rettifica
Quei e modificazione stanziale della volontà dell'Assemblea che era stata chiaramente spesso all'attico pur
Su questo punto non si può continuare a tergiversare lì a giocare con gli artifizi retorici in questo caso anche di ausilio tecnico perché e la sostanza della norma ed alla volontà dell'assetto
E dell'Assemblea
Al a auto
Discorso
Riguarda l'emendamento aggiuntivo che può essere utile per salvare qualche
Un qualche provincia esistente ma che onestamente l'Assemblea aveva ritenuto già deve superare riportando il tetto dei
Dedita Dini delle
Delle quote dei cittadini compresi in queste le nuove libere consorzi in centottanta mila introdurre di nuovo questo limite dei centocinquanta mila sia pure sognavamo immediatamente
Apea ai fini della fuoruscita di un libero Consorzio introduce anche queste una antinomia che non è
Consentita da la rigorosa applicazione del nostro
Regolamento io quindi
Su questo il centodiciassette per le altre parti non ho nulla da eccepire ma su questi tre punte che sono di sostanziale modifica non
Onestamente non sono assolutamente d'accordo
Chi non è una cosa
Onorevole Ragusa onorevole Di Pasquale se potete prendere gentilmente posto onorevole Laccoto
Onorevole forse essere
Onorevole Panarello
Continui ore una sede e quindi chiedo
E quindi chiedo alla signoria
Vostra di molto Naro di determinarsi in questo senso altrimenti
Alle Nesi allettante riscritture a cui ci ha abituato il Governo nell'iter normativo molto travagliato di questa legge aggiungeremmo l'ulteriore riscrittura sostanziale attraverso queste tre
Ulteriore modifica grazie grazie onorevole assenza con riferimento all'articolo sette
Ho il dovere di precisare che non si tratta di una riscrittura o il tentativo di reinserimento di un concetto che l'Aula aveva abrogato tra virgolette con la soppressione del comma due all'articolo uno tutt'altro
Siccome in corso d'opera durante l'iter parlamentare
Si è deciso di non fare coincidere lasci comunque la città metropolitana con le tre città Catania a Messina e Palermo ed è quello che è uscito fuori dall'aula e che comunque si deve trattare di organismi di aria vasta
è chiaro che non può più essere omogeneo il vecchio articolo sette dove si diceva che il Comune di Palermo Catania e Messina assumono comunque la denominazione di città metropolitana questo non è possibile proprio per rendere omogeneo
Queste articolo con quello che noi abbiamo approvato successivamente che fa coincidere le città metropolitane in sede di prima applicazione con
L'aria con le vecchie aree metropolitane del di delle mi dà delimitate col decreto del mille novecentonovantacinque
Ha chiesto di parlare l'onorevole Formica
Intanto a vi invito l'onorevole Laccoto onorevole lira dell'onorevole Barbagallo di prendere posto
Anzi colgo l'occasione per fare gli auguri all'onorevole Barbagallo Giovanni che abbiamo appreso che almeno per qualche mese sarà rappresentante della Sicilia al Parlamento europeo non entri ma Giovanni Barbagallo che è stato parlamentare
Il sindaco di Trecastagni
Di
Di questo Parlamento siciliano prego grazie Presidente
Io avevo
Più volte sottolineato
Nel corso di questa legislatura
Che è la Presidente
Non perdeva occasione
Di supportare
L'azione spesso non lineare non comprensibili Grasso se può prendere posto l'onorevole Grasso gentilmente parole gravi
Prima dicevo più volte avevo sottolineato nel corso di questo anno di questa legislatura
Che lei RAI scendendo un po'tra svoltando superando andando oltre
Il ruolo imparziale di Presidente dell'Assemblea vuole marziano la prego di prendere posto invidia parlamentari assediano ognuno al proprio posto
Presidente io aspetto prego onorevole Formica aspettiamo che si sistemino Presidente onorevole Ragusa
Ripeto nuovamente Presidente nel corso dei Cuesta legislatura di questo hanno più volte
Avevo notato e gliel'avevo fatto notare
Un'impropria attività di supporto da parte sua rispetto alle
Manchevolezze o comunque ai percorsi non certo lineari
Deve i provvedimenti di legge presentati dal Governo
E anche questa volta debbo dire
Che
E di debbo anzi complimentare con lei Presidente avvezzo ore che lei non ha mancato di continuare appare nel supporto a questo Governo
E visionato dell'Aula onorevole Formichella una che sta insinuando questa dieci visto orale ora capirà lei anche l'Aula quello che sto dicendo Presidente perché come lei sa io sono abituato
A dire le cose come stanno non solo ai bruciarle
Ma cercare di esplicitarle
E stavo dicendo
Anche per appartenenza politica oserei dire
A proposito dei bravissimi funzionari e dirigenti di questa Assemblea e parafrasando il veto meno male che Silvio c'è ora acqua meno male
Meno male che abbiamo una classe dirigente all'interno di questa Assemblea e di questo Parlamento siciliano
Che veramente ci onoriamo
Della del patto della competenza che metta a disposizione di questo Parlamento sopportando spesso e volentieri il lavoro che questo Parlamento svolti
E viene Petti Presidente
Dite al venti proposti gol centodiciassette
Seppur previsti dal primo ed al secondo comma del centodiciassette Don laddove è prevista un'azione un'attività
Di coordinamento
E una liberatoria dei confronti dell'Aula di poter intervenire laddove
Nel corso dell'approvazione dei disegni di legge vi siano
Degli articoli o degli emendamenti che siano in contrasto con articoli o con l'emendamento occorre emendamenti precedentemente approvati è vero che c'è questa facoltà di intervento che è prevista nel centodiciassette
Però caro Presidente
Gli uffici hanno fatto un lavoro straordinari
Se questa legge come noi abbiamo più volte denunciato nel corso dei nostri interventi nel corso dell'iter parlamentare
Era
Contemporaneamente un obbrobrio giuridico bicefalo criceto io o un mostro ampi con mille teste
E nello stesso tempo una scatola vuota che demandava ad una successiva norma da approvare della terza volta che ci accade caro Presidente
Con
Gli emendamenti approvati che stiamo per approvare che vengono sottoposti all'Aula per essere approvati col centodiciassette
Non facciamo altro che che eliminare qualsiasi invalidità
Alla lotta alla norma in esame di fatto non sono rafforzando il concetto che bisognerà intervenire con successiva legge ma blindando di fatto anche
La
Lo status quo delle degli attuali Consorzi che corrisponderanno alle alle nove province già previste nessun nuovo consorzio potrà nascere
Con questi emendamenti preposti e nessuno può uscire dall'Area metropolitana il che
Ha anche una sua logica dal punto di vista di chi si è proposto di proporre questo mostro ma almeno
Con il corpo normativo che si propone di approvare un dato incerto non stiamo facendo una legge ma una semplice fornisce
è contestualmente stiamo impedendo veramente che ci possa essere la moltiplicazione dei pali e dei pesci
Che anziché andare verso
Un
Prevedibile risparmio a sarebbe andato invece certamente
Verso una moltiplicazione indefinita della spesa
Mi complimento con gli uffici che sono riusciti
Con queste attività di coordinamento e finisco perché mi riservo di entrare nel merito
Nella dichiarazione di voto no
Stavo completando complimenta gli uffici che sono riusciti con pochi correttivi ad
Evitare disse disastri certi
Complimenti ancora lavoro degli onorevole Formica anche questo è il nostro compito
Le soprattutto degli uffici cioè il coordinamento delle norme
Più volte ma io non è che oggi aveva
Io l'interesse che ci sia una legge chiara leggibile quando parliamo di qualità delle leggi queste del discorso
Bene poi si può condividere o no ma questo lo dirà lei in dichiarazione di voto come ha preannunciato ha chiesto di parlare l'onorevole Falcone
Intanto stiamo intervenendo su centodiciassette poi c'è la possibilità per intervenire per dichiarazione di voto successivamente una volta votati no onorevole Grasso le darò la parola
Presidente grazie
Onorevole Presidente del Governo con
Io credo che oggi
Per la prima volta mi capita dopo tanti anni ormai attività parlamentare circa
Circa sette
Che
Ci troviamo in questa Assemblea
Di vedere
Di arrivare alla conclusione di un iter legislativo
Per l'approvazione di una norma e trovarci binari l'Onorevole Turano si può accomodarsi nei banchi alle riserve
E trovarci dinanzi
Ha così tante
Consistenti modifiche normative
Al testo
Io mi sono permesso di rileggere così come hanno fatto alcuni zelanti colleghi
Il l'articolo centodiciassette
Del nostro Regolamento che consta di due
Come
Il primo
E il secondo
Il primo che era una media un articolo che non eravamo sembra invocato
In sede
Finale
Di coordinamento di norme che era quello della correzione della forma nella legge mai il legislatore alla fine di unite
Parlamentare
Si era mai
Aveva mai pensato
Di potere
Cambiare
Stravolgendo di fatto come sta avvenendo per le cose che dirò il tenore e il senso di una norma
L'articolo centodiciassette secondo comma però al Parlamento
Garantisce
Qualcosa di più cioè garantisce
La possibilità
Di intervenire su emendamenti già approvati
E di intervenire su emendamenti già approvati che servono inconciliabili con lo scopo della legge
Allora noi su questo ci dovremmo soffermare Presidente Ardizzone
Perché a lei abbiamo assegnato il compito
Di essere garante di questo Parlamento di maggioranza ed è la minoranza che rappresentiamo in questa sede Malaga presentiamo
A pieno titolo anche fuori da questa aula
E quali invece ci accorgiamo come hanno detto già i colleghi che
Questa norma
Viene
Modificata non in ventuno parti ma intende ventidue partiti più un emendamento a non dico stravolge completamente il senso
Di un deliberato precedente avendo effettuato
Da questa Assemblea
Noi da questo principio dobbiamo partire presenta Vizzoni per comprendere
La legittimità
Di questi gli atti
Io l'ho detto agli uffici in separata sede
Io non li condivido non condivido la sostanza non condivido il metodo come si è pervenuti
A questo
A questa proposta che non arriva da un parlamentare che non arrivano alla Commissione e non arriva dal Governo ma non si sana attivabile Presidente
è firmato dal Governo ma viene fatto ci sto arrivando ma di reparto
Dietro suggerimento degli uffici e si rendono conto a un certo punto
Che è questa ne è la peggiore legge
Che sia stata fatta dal dopoguerra ad oggi
Sotto un profilo lessicale oltre che giuridico
E lei avvocato Ardizzone né consapevoli si modi questo di questo
Di questo
Articolato che dice tutto non dicendo nulla di questo articolato che ha imparando la principale regola bella logicità
Cioè il soggetto cioè il predicato verbale c'è il complemento
Questo
E l'ABI cd delle essi col giuridico di una norma che parte dai principi per essere poi declinata viabilità
E andiamo allora al concreto andiamo
Noi dobbiamo capire
Se queste norme così se queste proposte riescono a sovvertire o a rendere invece conciliabili qua conciliare lo spirito finale dalla norma
Andiamo allora al centodiciassette al secondo articolo all'articolo due quando si dice
Il comune
Con maggior numero di abitanti assumerà il ruolo di capofila di ciascun Libero consorzio
Presidente mi prenderò due minuti in più perché poi del mio gruppo non varrà più nessuno mai giusto si può parlare dopo Susy mai giurò prego preoccupate sempre dall'allora al comma due all'articolo due comma due
Era stato l'Assemblea aveva deliberato che nella nuova formulazione dei liberi consorzi il comune
Più popoloso
Divenisse
Comune capoluogo
Piaccia o non piaccia se in qualche Provincia qualche ecco oppure
Fosse
Arresti una popolazione superiore rispetto al vecchio comune capoluogo della Provincia quello era un patto chiaro stabilito per cui
Se ha
Caltanissetta il Comune di Gela
Eramo ed è più popoloso bello il Comune capoluogo noi dobbiamo
Attenerci allo spirito della norma
Allo spirito moderno abbiamo chiamato all'estero insediò ci avviamo a esprimerlo ma siamo stravolti
Ad uno stravolgimento lo abbiamo fatto quando
All'articolo sette lo ha detto che è intervenuto prima di me
La legge cosa dice la legge dice che non possiamo rientrare all'articolo
Centoundici il Regolamento sostiene che non possiamo rientrare su deliberati
In cui già l'Assemblea si è espressa bene vale non soltanto stiamo rientrando stiamo ritornando Presidente ma lei con questo articolo centodiciassette sta cercando di sanare una situazione insanabile
Quest'Aula aveva votato
Per
L'abolizione bella istituzioni dalle città metropolitane
Lei invece in maniera
Con una forzatura con una forzatura vuole
Ha voluto farlo votare su questa norma
Non capendo capendo benissimo
Che l'articolo sette così come era immaginato è iscritto noi ne dialogava
Con l'articolo uno
E con i successivi articoli ecco perché
Nonostante questo
Sei a oggi consentito di far arrivare in Aula la modifica dell'articolo sette la modifica dell'articolo sette
Con la quale
Quando si dice
Esistenti
Che
Il presente capo disciplina la Costituzione ha cambiato completamente la
Lei ha cercato di regolarizzare di sanare una
Norma insanabile
Inconciliabile una norma che non parlava con le norme precedenti così facendo
Lei ha introdotto
Un nuovo articolo precedente Ardizzone ma la cosa grave invito a concludere io concludo Presidente Ardizzone
Ma con l'amarezza che lei stai in dote un centro una prassi parlamentare un precedente
Di una gravità inaudita
Presidente Ardizzone lo dico con molta amarezza ma con altrettanta serenità lei non ha fatto il garante perché il Garante
Doveva dirlo doveva fare prima e doveva consentire a questo Parlamento che si esprimesse liberamente durante l'iter parla mentale non alla fine Non arrossire Presidente Ardizzone io concludo ma vedo
Che lei quando
So che lei ha già operato a Bagnoli per azioni ma ventitre
Proposte di cambiamento non c'ero mai visto il Presidente Ardizzone e il Governo
Ed è questa Presidenza che ha dimostrato a suo muta protervia arroganza delle forzature che oggi
Sta introducendo con questa norma una norma che è contro la Sicilia
Una norma che non a base di costi
Una norma che aggraverà il peso finanziario degli enti intermedi una norma che si pone in contrasto con l'interesse di tantissimi ragazzi grazie onorevole Falco nel Mib
Disco quanto ho avuto già modo di dire in seguito l'intervento dell'onorevole assenza con l'articolo sette non cambiamo assolutamente niente ma in forza del secondo comma dell'articolo centodiciassette che testualmente recita
Sopra gli emendamenti già approvati che sembrino inconciliabili con lo scopo dell'oggetto della deliberazione quest'Aula si è pronunciata in maniera
Inequivoca chi è
Le
Città metropolitane non possono coincidere con i Comuni di Messina Catania e Palermo di queste o si tratta
E su queste o c'è l'intervento dell'articolo centodiciassette quindi sarò stato garante delle buoni leggi
Non si tratta di essere garante dei maggioranze o di minoranza
Allora onorevole
Onorevole Milazzo lei ha la parola anche se il suo capogruppo ha detto che si rendeva più minuti perché interveniva solo lui per conto del Gruppo di Forza Italia
Però siccome si tratta proprio l'onorevole Milazzo non vorrei che qualcuno pensasse che c'è qualche pregiudizio nei suoi confronti per non farla intervenire
Quindi le do la parola grazie Presidente le prometto che sarò chiedo almeno che non interviene in dissenso all'onorevole Falcone quindi giustificato insomma per la sede se necessario io sarei nel senso con l'onorevole poco
Allora Presidente
Intanto
Il primo appunto che faccio assessore se lei si dedica un attimino in due minuti che finisco il mio intervento
Vecchie togliete i vicepresidenti queste una modifica sostanziale non è un errore per cui l'Assemblea è chiamata corretto perché togliete vicepresidente ci mette del commissario ma questo io questo obbligo normativo dove
Dovresti sia un organismo di secondo livello e viene meno al Presidente per un qualunque motivo
Esercita le funzioni momentanei fatto a norma voluta la Cracolici impone che in tempi brevissimi si proceda alla lezione del Preside ente si pagherà più tempo apparente abbia dovrà nominare un commissario e non a dire il Vicepresidente Apa presiede momentaneo assume la Presidenza
Temporanea
C'è è un nonsenso assessore è una modifica che l'Ufficio di Presidenza non può certamente accogliere e non è un fatto politico è un fatto diciamo
Tecnicamente di inammissibilità dove l'errore dell'Assemblea passerà aveva stabilito con molto
Che assumeva la Presidenza del la il Vice per ente stringendo fra l'altro i tempi oltre mi pare quindi c'è il decimo giorno insomma aveva stabilito anche una tempistica entro la quale
Il libero Consorzio è chiamato a votare ad alleggerire il Presidente
Io non penso che lei assessore possa smentirmi in questo senso
Poi
Devo capire la verità
Io
Mi riferisco
Agli Statuti Presidente Ardizzone mi supporti lei che è già un istante onorevole
Se parliamo di statuti
E anche agli uffici se parliamo di statuti di organismi di secondo livello Presidente
Io non penso che non debbano essere sottoposti a verifica da parte dell'assessorato agli all'autonomia locale a che cosa mi riferisco alla parte del referendum che quando parla di
Regolamentazione referendum demanda agli appositi statuti di questo organismo
Ma lo Statuto e del libero Consorzio ovvero lo Statuto di un organismo di secondo livello non è paragonabile allo Statuto di un comune che eletto con elezione di primo livello certamente così come le opere pie
Le quali sono chiamate a sottoporre ogni qual volta fanno modifica gli statuti a inviarlo per la cura una ulteriore approvazione o o verifica
Da parte dell'assessorato Sella organismo di secondo livello modifica allo Statuto o approva con principi o referendario
Chiederò aveva una conformità regionale non è che ancora
Nella nella libera Consorzio
Diciamo della provincia del palermitano ci può essere un ramo una regolamentazione sulle fallendo me è quello che aveva fa riferimento al catanese rispetto perché è quello del messinese o può essere diverso
Mi pare che queste norme devono essere inderogabile assessore quindi sono delle cose che io
Ci tengo a dire Presidente se poi lei mi concede di
Andare fuori tema io vorrei spendere una parola
In favore di questa Assemblea benefattore
Del Presidente dense associati ai dipendenti
Tutti perché io ho assistito Presidente io lo dico con forza e con determinazione a un linciaggio mediatico di molte trasmissioni che è in modo approssimativo vogliono affrontare
La tematica dell'Assemblea regionale siciliana organismo istituzionale e costituzionale compresso
Don plesso nella sua articolazione con cinque minuti di dibattito liquidando accomodare stipendificio pazzo Hingis è nato facendo dei paragoni con dipendenti di altre amministrazioni che espongono tutt'altre mansioni tutt'altro orarie con tutt'altro
Non è stato lei a toglierci Sorrento la parola quindi vorrei semplicemente dire una cosa ma come è possibile fare paragoni con altre Regioni però vivaddio ancora non vuole entrare nella testa di questi signori
Cioè noi e lei lo ha detto più volte Presidente l'occasione di norme di settore noi ci carichiamo del sistema previdenziale noi ci siamo adeguati alle altre Regioni
Noi abbiamo dei dipendenti che fanno tutt'altro ancora rispetta i dipendenti che alle ore quattordici Tindaro e se ne vanno a casa ma come può sì per assistere
All'indifferenza più totale
E al linciaggio più totale essendo a dire è nessuno assumere posizioni dei soggetti nazionali
Cioè sono siciliani qualcuno detto anche che si dovrebbe a commissariare la regione siciliana che è l'autonomia è un danno
Io dico vergogna
A tutti i politici di qualunque partito che ha non difende l'autonomia di questa Regione è la dignità di questa Assemblea Presidente ci tenevo a dirlo perché è una cosa importante è un aspetto brutto quando si comincia a insinuare
Questa volta del commissariamento commissariamo tutte lo stiamo vedendo come si migliora coi commissariamenti per cui Presidente ci tenevo ed è un invito ai spero che vada all'esterno dei politici che citavo rappresenta a livello romano certamente la sobrietà una cosa importante però non guardare quello che questa Assemblea nella sua interezza che va dal presidente all'ultimo dei dipendenti affatto come sforzo in questo periodo una cosa di ingratitudine più totale
Grazie onorevole Milazzo con riferimento al suo intervento in particolar modo al centodiciassette punto quattro che riguarda
La
Modifica
Al testo con centodiciassette quando inseriamo che le relative funzioni sono esercitate a un commissario nominato dall'Assessore regionale per le auto non mio locale la funzione pubblica ed è per rendere omogeneo il comma quinto del dell'articolo cinque dove si diceva
Che in caso di cessazione della carica del Sindaco le funzioni venivano esercitate
Da
Un commissario nominato dall'assessore alla pubblica funzione colonne il comma nove dove caso strano nella fretta di approvare gli emendamenti si diceva che fino all'elezione veniva Isaac data da undici o di Presidente per cui logicamente non si comprendeva questa difformità di questi considerate su questo si è intervenuto beni potrebbe dire allora lo esercita il vice Presidente anche nell'altro caso
Ma considerato che è cronologicamente è stato votato prima del comma quinto dobbiamo dare una certa linearità la legge di questo si tratta
Grazie onorevole Milazzo onorevole Grasso
Presidente del Governo
Io desidero soffermarmi su quelli su quelli che sono gli aspetti pratici anche con riferimento e perché ho dei dubbi anche
Però è che desidera del Governo chiarisca anche con a seguito degli degli aggiustamenti e del coordinamento delle norme ai sensi dell'articolo centodiciassette faccio una premessa prima
è e l'ala una maggiore di questo disegno di legge consiste nel fatto che non sono state individuate le funzioni vi sono sei mesi di tempo perché quei Comuni e fortunatamente è un emendamento
Che abbiamo presentato che ha presentato in il gruppo grande sudditi Ida limitata in qualche modo i danni perché piuttosto che si hanno i Comuni ad entrare il cinquantuno Comuni testi della legge istitutiva delle città metropolitane
Nella provincia di Messina ottantun a Palermo fanno parte
Nella città metropolitana e gli altri con la continuità territoriale possono entrare quindi in qualche maniera abbiamo inc abbiamo cercato di evitare il danno che si sarebbe che ci sarebbe stato con la proliferazione dei cortei consorte quindi con la frantumazione dei territori e con le spetta alla solo costituzione delle tre città metropolitane io mi chiedo lì nei sei mesi ci sono sei mesi di tempo perché i liberi contorte quindi quei Comuni che non fanno parte
Ed è la del dei Comuni aderenti all'area metropolitana e dovranno intendete dovranno decidere Di Fabio e di costituire un libero consorzio o piuttosto di aderire alla città Mercone pensate di accompagnare i Comuni quali saranno le fu un
Sì ogni perché il palista quasi quali saranno le ragioni vere per cui questi Comuni possono di liberamente scegliere liberamente fa virgoletta perché saranno costretti
A formare un Libero consorzio perché non siamo più ma comunque quali funzioni avranno quali risorse
Verranno trasferite perché sappiamo bene che le città metropolitane le vaste aree metropolitane non è solo non si occupano solo
Ho o hanno semplicemente sono destinatari di risorse comunitarie ma implementerà hanno tutta la infrastruttura
E i trasporti la rete infrastrutturale la ristrutturazione e quant'altro
Nel quindi i liberi consorzi che cosa faranno e per fare questo tali lì sopra le risorse avranno
Come faranno ne a livello
Per l'assunzione dei dipendenti perché è una parte di questi dipendenti della Provincia
Andranno ai liberi consorzi CONI limita assunzionali che visone quindi colonne le piante organiche
Con i limiti dei patti di stabilità dei Comuni questo è bene che il Governo lo dicano MM fra i sei mesi ma l'appello a vita
E nei quindici giorni successivi all'approvazione della legge e che ci sia un processo che ci siano degli esperti delle convenzioni che le ho quelle con le università e quant'altro che possono accompagnare in questo processo di trasformazione e comuni questua e queste sono tutte le perplessità
è perché e le lacune
Le
Alcune perché non le voglia dire tutte poi lei sa c'è un problema che a mio avviso
è pratico
Cioè oggi in tema di finanza statale nel momento in cui verrà promulgata la legge è questo ritengo che neanche almeno io non lo leggo e forse dico è una mia è un mio errore all'articolo uno noi per Lella
Anche poi tenta diciassette il levi si è disciplinata l'istituzione dei nuovi liberi consorzi che coincidano che l'ente quindi anche le città ma
E poi girano per le Province Regionali di Agrigento Caltanissetta etc è poi il centodiciassette dice continueranno a svolgere le funzioni
Una cosa quindi noto quindi si sono gli stessi sono individuate le città metropolitane
Che in questi sei mesi continueranno a svolgere le funzioni attribuite alle Province a livello nazionale lei Province non ci saranno più è perché io mi dicano Presidente le spiego
La ragioneria centrale dello Stato domani mattina
Non riconoscendo e non avendo più le Province non essendo accettano le Province trasferirà le risorse il commissario delle Province saranno autorizzati a incamerare le tasse le tasse le tasse relative alle trascritti da un'auto ma visti che quant'altro dico è stata condivisa Corneille il Ministero questa o di qua o il Governo ha condiviso
Tutto questo processo con il Ministero nell'emanare le direttive i commissari saranno commissari della Provincia fino a giugno saranno commissari deliberi consorti perché esse saranno commissari di liberi consorzi vi è un dramma e vi è una preoccupazione l'Assessore alle Infrastrutture sa bene che la ragioneria centrale dello Stato
Ha con la questione dell'immatricolazione di fatto nel due mila otto per con il processo telematico non ha più inviato non ha più trasmesso quello che era nella competenza della Regione la Regione dal due mila l'APPA perso cinquanta milioni di euro noi abbiamo la certezza che questo non avvenga domani dopodomani con la promulgazione della legge io mi preoccupo di questo perché già la Sicilia è indicare
Ingresso siamo in una situazione di dissesto io vorrei da questo assicurazione dall'assessore dal Governo grazie
Grazie onorevole Grasso
Bene allora non ovviamente più interventi sugli articoli cento e
Allora scusate un momento
A ragionevole greco l'onorevole Gregorio assicura orrori oppure ci sono altri iscritti a parlare sull'articolo centodiciassette oppure rinviate poi per dichiarazione di voto
Sull'articolo centodiciannove come Giovanni credo seguire l'onorevole giù
Solo un minuto Presidente perché io
Ho letto l'emendamento aggiuntivo e voleva entrare nel merito un minuto otto dal sei chiedo il mio concetto è sbagliato ma
Penso di no Selleri mettere
Quest'articolo venti e mette centocinquanta mila
Lei VAC contro un articolo che noi abbiamo approvato sulla formazione dei libri contro giacché il Milano deve trecentottanta mila
Semmai ad esempio alla città di Caltanissetta si leva un Paese
E scende sotto centottantamila Caltanissetta ho l'impressione che questa legge non funziona rispetto a quello che dice lei di esistere
Io insisto su questo Presidente le ribadisco un concetto e anche il sul sistema di voto mentre centodiciassette si votano per alzata e seduta io la voto del questore
Un emendamento aggiuntivo dette l'unico elemento di carattere politico l'avevo precisato sia in Conferenza dei capigruppo che in Aula in apertura del suo intervento mi permette di ribadire un concetto
è importante mettere una norma di coordinamento fra ciò che abbiamo votato di centottanta mila
La continuità territoriale che comunque deve essere garantito al suo
In effetti i centocinquanta mila l'abbiamo inserito qua ma è una valutazione di carattere politico pensando di raccogliere le indicazioni dell'Aula Presidente se lavoreremo lealmente aumenta piantare inoltre onorevole
Se l'Aula si orienta diversamente invece dei centocinquanta mila ritiene di lasciare centottanta mila che ha ben venga il voto dell'Aula perché su è vasta
La difficoltà che ci ha sopra la soglia è data da
Ciò dà l'addio al Sella aveva già chiesto sono ad Custodero laurea si è espresso su un'altra fattispecie per costituire un consorzio occorrono almeno cento ottanta mila abitanti
Qua si dice sostanzialmente sette né mai
Dalla Provincia Enna romana che a me interessa andare centottanta mila non può andare ad analizzare uno non è scritto queste o perché paradossalmente è al Governo Macallè onesto e ne vorrei uno armare bis che stiamo scrivendo una legge qua
Era un ente ad emettere mentre non è non è previsto neanche al principio di continuità territoriale e lo stiamo inserendo se poi lei mi dice invece di centocinquanta anni
Da noi scriviamo c'è comunque non si può andare sempre al di sotto di centottanta mila lauree sovrana si determinerà di conseguenza secondo me Secondo me lo dovrebbe fare già lei esprime dubbi Lonigro
Non posso essere io uno pensava di raccogliere s'allora quando noi porremo in votazione
Gli emendamenti aggiuntivi gli emendamenti scusate gli emendamenti ai sensi del centodiciassette si votano per alzata e seduta questo è un emendamento aggiuntivo che ha un implica Anza
Politica però è necessario
Perché deve garantire la continuità territoriale perché questo principio vale lordo non era stato solido e deve comunque prevedere
Pur nel limite al di sotto del quale non si può andare di questi in serata altamente pensando di raccogliere le istanze che provenivano dalla provincia di Enna andiamo a tradurre perché si era messo in discussione la provincia di Enna si è pensato se questa era l'indicazione dall'aura
Di
Portare nei limiti a centocinquanta mila poi se l'Aula ritiene di questa centocinquantamila riportarla centottanta mila legittime è uno legittime e l'altro Maradona comunque Saras sovrana significa che esse si presento l'emendamento un subemendamento di centocinquanta mila può pure diventare centottanta mila ma c'è un motivo di contrapposizione su questi argomenti che si era fatto una questione istruendo a di questo si sta parlando
Però in mente però il limite
Però i limiti però il limite obiettiva
Capisco
Capisco perfettamente
Allora
Andiamo
Al centodiciassette punto uno hanno scusi non l'ha chiesto di parlare l'onorevole Leo
Presente
Signor Presidente signori del Governo colleghi deputati io
Vorrei sondare
Qualche crinale diverso del centodiciassette che viene proposto
Rispetto alle tante interessanti cose che sono state dette sostenute dai colleghi che mi hanno preceduto
Signor presidente converrà con me
Il corpo di questa
Legge di questo disegno di legge
Era
Molto Rakitic go e questo lo sapevamo tutti
Incerto indeciso
Un fanciullo che non riesce a stare all'inpiedi che non riesce a muovere i primi passi
E le dosi massive di articolo centodiciassette che vengono immesse
Nel corpo così fragile erra critico della norma
Né in sostanza la confessione il riconoscimento
Senza
Le dosi massicce di centodiciassette questa legge davvero
Era incomprensibile il problema però signor Presidente
è per una parte
La
Legittima invocazione dell'articolo diciassette per altra parte anche la legittima applicazione dell'articolo centodiciassette comma secondo
Signor presidente io vorrei proporre a lei
Siamo peraltro
In fase di discussione perché l'articolo centodiciassette fa parte di quel capo del nostro Regolamento interno dall'Assemblea regionale che è ancora quello che il Regolamento alla discussione
L'articolo centodiciassette spesso al secondo comma presenta qualche problema interpretativo
è come sempre avviene l'interpretazione può essere di carattere restrittivo può essere di carattere estensivo
è
Ritiene
Il Governo e lei che ha ritenuto ammissibile queste dosi massicce di centodiciassette che l'interpretazione più adatta sia quella
Estensiva ma non è così
Presidente se ha la bontà
Di ascoltarmi anche se non pretendo che il Presidente Crocetta non la distragga
L'articolo centodiciassette secondo comma Presidente Ardizzone
Quando è lei lo ha letto poco fa richiamandolo alla nostra memoria alla nostra attenzione
Dice che sopra gli emendamenti già approvati
Che sembrino inconciliabile con lo scopo dell'oggetto della deliberazione presenta un problema interpretativo già il secondo comma all'articolo duecentodiciassette che cos'è la deliberazione
Certamente la deliberazione non è la legge
Perché è ancora di leggi noi non possiamo parlare perché non è legge quella di cui stiamo discutendo è un disegno di legge
La deliberazione è l'emendamento spesso che appare incompatibile con lo scopo di se stessi
E disciplina all'articolo centodiciassette così correttamente letto una ipotesi di contraddizione interna dell'emendamento
E quindi è possibile la correzione dell'emendamento la cui lettera il cui testo sembri inconciliabile con lo scopo dell'emendamento stesso non di una deliberazione che ancora non è deliberazione tant'è vero
Che non la lettura sistematica e completa del nostro Regolamento d'Assemblea
Lo stesso definisce quando vuole disegno di legge il disegno di legge deliberazione
Diversamente dal disegno di legge quando si tratta dell'emendamento e allora per fare l'esempio che a me sembra l'esempio più eclatante e al tempo stesso quello
Quello più inquietante
Che
Che riferito alle città metropolitane che è stato durante tutto il dibattito di quest'Aula il vero nodo della questione almeno dopo un certo vuoto che venne espresso
Dalla
Dall'Assemblea regionale signor Presidente
Intanto viene introdotto un capo il capo secondo della legge
Che viene intitolato alle città metropolitane
è già queste e già questo è un fuor d'opera rispetto alla interpretazione più corretta dell'articolo centodiciassette oneri sondare una esorbitare
Dalla disciplina dell'articolo centodiciassette
E vorrei anche comprendere come possa essere corretto il testo che ha approvato l'Assemblea
Che
Testualmente recita i Comuni di Palermo Catania e Messina assumono la denominazione di città metropolitane
Che poi non è città metropolitane mai Città metropolitana perché si riferisce ad ognuna delle tre
Città con quello invece sostituito che
Così recita il presente capo disciplina la Costituzione il comma secondo signor Presidente da lei invocato perché le lei giustamente sta chiosando quasi tutti gli interventi dei colleghi che faceva riferimento alla prima applicazione
Della legge certamente non fa alcun riferimento alla Costituzione Mafalda riferimento alla delimitazione delle città metro ho Polita né e non si può delimitare ciò che non è stato precedentemente costituito la verità è che noi signor Presidente questo è il rilievo politico e concludo
Noi non stiamo varando una legge sui liberi consorzi noi stiamo varando una leggere
Che modificata lungo le denominazioni perché tutto rimanga esattamente come
Nel puro stile Gatto guarda esco che è siciliano è che belle Governo che in questo momento rappresenta la Sicilia un esempio per tutti
In sede di prima applicazione e le città metropolitane saranno costituite come le aree metropolitane
Cioè secondo il decreto dell'agosto del mille novecentonovantacinque
Per uscire fuori ognuna di queste città e concludo dovrà ricorrere ad una maggioranza diciamo così ultra qualificata dei due terzi
Vorrei interrogare i cittadini per esempio lo dissi in un mio passato intervento delle città di agire reale di Misterbianco e di quaderno nella mia provincia di Catania per sapere esattamente come la pensano è per sapere esattamente come la penserebbe Rosa fossero stati lasciati liberi di aderire o no alla città metropolitana di Catania ma di questo parleremo nelle piazze di Acireale di Paternò e di Misterbianco grazie
Grazie onorevole AIOP allora
Ora D'Agostino mi scusi prego onorevole D'Agostino
Grazie signor Presidente io per rivolgere al Governo
Una
Una domanda tecnica e cercare di avere una soluzione a un problema che forse mi sono posto però lo
Meglio meglio essere chiari ed eventualmente approfittare di di questi di questi emendamenti per
Chiarire la fattispecie perché
Rispondendo al collega gli opporrò perché citando Acireale che ovviamente mi preme in maniera particolare dico che avremmo preferito
Che
Non ci fosse un'area metropolitana una città metropolitana precostituita e le posso dire che
Consiglio comunale di Acireale voterà massicciamente per uscire da questa città metropolitana e quindi il problema non si porrà
Con il voto è favorevole Formica prego dopo occupare non
Non confondiamo la tavola quindi terrore
Detto questo che
Potente di
Vanno non ha non abbiamo non abbiamo gradito
Questo tipo di intervento ma voglio dire c'è la possibilità di uscire è
Corno voto qualificato si esce dalle città metropolitane se non si accetta di restarci mi chiedo
Signor Presidente
Mi ricorda che sia presente la Regione all'Assessore Valenti
Nel caso di Catania Messina e Palermo
Visto che
Si creeranno dei tre liberi consorzi denominati Città Metropolitana che avranno come capofila
I Comuni capoluogo attuali quindi di Catania Messina Palermo
Chi saranno i Comuni capofila
Del Libero consorzio residuale
Le città con maggiore numero di popolazione io credo che sia evidentemente così
Però lo vorrei detto espressamente dall'assessore parenti rappresenta la Regione
Perché sia chiaro che
Una volta costituiti liberi consorzi denominate Città metropolitane di Catania Messina e Palermo in queste ex province
I Comuni che presidieranno si organizzeranno in e in condividono Consorzio e avranno un Comune capofila sarà il Comune con il maggior numero di abitanti ad essere capofila
è una domanda questa Presidente vorrei che venisse risposto o poco subito grazie grazie onorevole D'Agostino magari subito dopo le dichiarazioni di voto no scusate andiamo avanti con i centodiciassette
Poi ci saranno le dichiarazioni di voto
E allora
Onorevoli colleghi ce seicentodiciassette vengono votati per alzata e seduta l'ultimo emendamento è un emendamento aggiuntivo mi riferisco a quelle centocinquanta e centottanta può essere opportuno magari su questo se vuole intervenire il governo ognuno non si può innamorare delle proprie tesi io non mi innamoro della mia tesi perché
Si cerca di fare sintesi ma non
Non sempre si riesce allora
Parere della Commissione centodiciassette punto uno
Favorevole favorevole a favore parere favorevole del Governo pongo in votazione centodiciassette chi è favorevole resti seduto per darsi anzi Parlamento approva centodiciassette punto due
Parere della Commissione favore
Sì voi siete contrari capi
Col parere favorevole della Commissione pongo in votazione il centodiciassette punto due che Forrest comportarsi anzi parlamentare prova
Centodiciassette punto tre Commissione autorevole
Col parere favorevole della Commissione pongo in votazione il centodiciassette punto tre chi è favore si dovrebbe darsi anzi parlamentari prova centodiciassette punto quattro Commissione
Autorevole col parere favorevole della Commissione pongo in votazione centodiciassette punto quattro che Foresti dunque da Sensi Parlamento approva centodiciassette punto cinque
Commissione favorevole col parere favorevole della Commissione pongo in votazione il centodiciassette punto cinque che potessero Codazzi anzi parlamentari prova centodiciassette punto sei Commissione
Ora qual è col parere favorevole della Commissione pongo in votazione centodiciassette punto sei che foreste tout court prezzi anzi parlamentare prova centodiciassette punto sette
Col parere favorevole della Commissione pongo in votazione l'emendamento centodiciassette punto sette che forensi chiedo cosa sia se il Parlamento approva
Centodiciassette punto otto favorevole
Col parere favorevole alla Commissione pone in votazione il centodiciassette punto otto chi è favore sì dell'operazione si Parlamento approva centodiciassette punto nove elenco parere favorevole della Commissione pone in votazione al centodiciassette punto nove che ponessero per ragazzi il Parlamento approva allora andiamo alla venti
La venti
è la questione di ordine politico è stata posta centocinquanta o centottanta scusate
Questo è un emendamento aggiuntivo non un scusate non lì non si può aprire un dibattito su questa vicenda
Come
Si deve votare ma è un emendamento aggiuntivo sulla
Se il siccome si si è parlato solo di questo il Governo eventualmente vuole intervenire verrà sostegno del centocinquanta o si ritorna a centottanta l'uno o l'altra soluzione da un punto di vista giuridico tengono
Cosa onorevole cosa onorevole
Allora non intende intervenire il Governo
Qualora parere della Commissione favorevole col parere favorevole per
L'onorevole Ciancio
Cossato vuole intervenire quando cadi vuole intervenire prendo
Per un sindaco così insomma
Sì grazie Presidente io volevo poi chiedere una cosa io non capisco
Allora appetibile il senso di votare un aggiuntivo dopo il centodiciassette però non capisco il senso della prima parte della venti
Quando all'articolo
Due
Avevo centottantuno devolution anche l'ho ripetuto tante volte
Allora occorre un principio che va inserito in questa legge il principio innanzitutto della continuità territoriale che ancora non ce l'abbiamo inserito con questo emendamento aggiuntivo perché non se ne era assolutamente parlato
è comunque cercherà di fare chiarezza
Dico non si può pensare ad una città metropolitana un consorzio costituiti tra
Comune che tra di loro non hanno continuità territoriale poi più volte ho detto iniziando da stamattina pertinente non la penna
La seconda parte dell'emendamento
E ma sono due cose diverse secondo me la seconda parte poteva essere trattato anche come centodiciassette la prima parte invece questo lo vediamo subito perché noi chiederemo la trattazione SEPA data del delle due parti dell'emendamento della prima dalla seconda parte anche perché
Per la prima parte Presidente stavo dicendo io non capisco perché
A scuola vorrei che mi seguisse un attimo
è non capisco perché è stata specificata questa cosa quando all'articolo due si dice che
Possano esprimere la volontà di costruire in aggiunta a quelli previsti dall'articolo uno ulteriore liberi consorzi che abbia dei seguenti requisiti quindi eh i requisiti di centottanta mila abitanti Presidente
Presidente non lo stabilimento ottanta mila abitanti per costruire i nuovi Consorzi quindi non capisco la specificazione di di province come ambio a volte
Sono province come innanzi sarebbero ingessate eccome se questa norma non ci fosse per cui io non mi innamoro dei centocinquanta o centottanta se si deve ritornare a centottanta
Senatore dicono a seconda no
Accordi per cui non abbiamo secondo l'articolo due
E in aggiunta a quelli già costituiti che sono quelli all'articolo uno che sono quelli questi punti che sono
Quelli e sembrerebbe voriconazolo rispondenti alle Province attuali quindi non capisco questa
Ulteriore e specificazione che non fa altro che vietare ai Comuni che vogliono andare via da qualsiasi Consorzio dico di questi residui di consorziarsi usate non si riesce a seguire
Oggi in questa specifica
Sì questa specificazione non ha senso perché
I Comuni ieri le Province già Koestler lex Province rimangono come liberi consorzi all'articolo uno
Poi di non in aggiunta infine considerarla all'articolo due si dice che se ne possono costituire altri
E il limite di centottanta mila abitanti si riferisce a quelli di nuova costituzione non a quelli dell'articolo uno
Miss
Corsi il ragionamento uno è io posso costituire un consorzio con trecento mila abitanti ma non posso permettere che ci sia un consorzio posti Guido da un Comune con cinque mila abitanti questori viene al di sotto di centocinquanta mila non posso andare questo significa
Queste
Allora mi scusi io scusi io capisco quello che è no no io allora il ragionamento si vuole su centocinquanta mila o centottanta mila ma questo è Laura che si può pronunciare ma su questo si presenta un subemendamento
Testimonia
Quando l'Aula sorvegliata all'articolo due dicendo che erano in aggiunta quelli che si sono così rare erano in aggiunta a quelli già esistenti marocchini possono essere i Consorzi di Orio vasta sostanzialmente per Comuni se voi ARDIS o
Prodi un limite oncologico di illogicità queste è il punto allora possiamo discutere se può essere centottanta mila centocinquanta lire
Ma non si può pensare che ci può essere un Comune che da solo mi costituisce un colpaccio di Comuni concordò
Gio costituito da lei pone piacevolezza sordo al minuto questa è una valutazione allora vai andava fatta però all'articolo uno nell'arco degli articoli due credo una cosa secondo noi la legge secondo noi la legge dovrebbe essere e astratta e generale quindi non può essere fatta su misura di dell'esistente quindi noi decidiamo cosa vogliamo fare se mantenere l'esistente o a creare del nuovo che comunque ripeto per cui così
A me che
Formulata la legge già
Lo tutela orologio anch'io la ringrazio per il suo intervento perché
Mi permette di ribadire un concetto lei per costituire un nuovo
Consorzio di comuni non può avere una popolazione inferiore a centottanta mila abitanti
Però se essi distaccarmi non si può andare al di sotto di centocinquanta mila di presto si tratta porre il discorso è
Eccetto a cinquanta mila centottanta mila sarà narra decidere non possono certamente essere io c'è un subemendamento e si vota
Prego onorevole onorevole Turano
Presidente al Governo Presidente veda
Io mi sono ripromesso
Presidente mi mi può Presidente all'Assemblea
Si può seguire per cortesia con attenzione
Io mi sono dei profili o di continuità territoriale che deve essere mantenuto noi non possiamo pensare che ci possono essere consorzi di comuni che non abbiamo la continuità territoriale tra di loro questo è un dato fondamentale
Presidente
Presidente
Nulla quaestio sulla continuità territoriale io mi sono state nudo ad intervenire sulla formulazione delle scritture
Più o meno tecniche per stendere un velo pietoso
Porti addosso onorevole Turano perché è un lavoro egregio che hanno fatto gli uffici per la prima volta ogni volta c'è qualcuno
Ogni ma non c'è qualcuno che è già visceri se il Commissario dello stomaco aleggiare mi scusi io debbo dare merito agli uffici che hanno fatto un lavoro anche le
E giù fine inquadriamo aumenta Bono fare diventa dopo la batosta debba finanziaria ben venga
Un'operazione va guardati oggi che porta a funzionare Valente però la prego di seguire il ragionamento sul centodiciassette e io mi rifiuto di pensare
Che noi possiamo apprezzare con centodiciassette un subemendamento all'emendamento quando vado a Giarre non lo chiedo scusa oggi assente questo onorevole diciamo da due ma lei deve essere più attento presidio
Parlato dei centodiciassette che si votano per alzata e seduta ed è vero che c'è una forzatura su questo tre per garantire la continuità territoriale erano ancora in fase di autonomia di parlare la venti non si vota sottoforma di centodiciassette
Bene
Allora o la necessità di rappresentare
Agli uffici
Che
Hanno cercato di
Come dire correggere formalmente il testo
Che
Su una a
Quotazione di un articolo diciamo aggiunti
Dopo che si sono accodati cento diciassette
Ci vuole il consenso dall'altro
Mi faccia parlare io sono
Per non sollevare questioni l'unica cosa che chiedo
è che si ripristini
Il ragionamento che all'ATO l'ha fatto
Sulla Somalia Decia importante a mio Laureto e allora le chiedo non di votare il subemendamento che innalza la soglia da centocinquanta centottanta
Ma dico a leggere
Questo testo
Portandola soglia centottanta non è un discorso di forma ecco è un discorso di sostanza che rimane
Agli atti parlamentari e che creerebbe un precedente molto grave grave
Allora da questo punto di vista io
Scusate da questo punto di vista il ragionamento è molto corretto
Difatti che cosa scusate
Non possiamo riaprire discussioni che
Sì onorevole Laccoto adesso le do la parola
E allora scusate
Con
Portare la popolazione a centocinquanta mila abitanti Onorevole Turano si cercava di venire incontro alle popolazioni in generale nella possibilità di autodeterminarsi
Certo al di sotto ancora ulteriormente di centocinquanta mila o non si può assolutamente andare un limite occorre si può oppure riparametrare a centottanta mila per averlo molti unità però correttamente mi scusi correttamente siccome non mi sento io di prendere una decisione che appartiene all'Aula andava nella sua in
La firma del Governo
Prego onorevole Cracolici
Non vorrei che l'Aula firme missione prima l'onorevole l'accordo sì se è possibile se ascoltasse un attimo
Questa norma
E
Necessaria
Formica
Io vorrei che i colleghi non sia un passero ai ai problemi di quanti sono gli abitanti
Il problema è uno
Noi abbiamo istituito con l'articolo due una soglia per costituire un libero consorzi
Con l'articolo uno non avevamo previsto alcuna soglia l'abbiamo fatto in base a una storicità
Ricordo ai colleghi che già la legge nove
Prevede due
Tipologie
Di
Numeri di abitanti
Necessarie onorevoli colleghi un po'di attenzione del Consiglio
Una Provincia metropolitana una Provincia Regionale duecentoventi mila e per condizioni speciali storica e culturale eccetera eccetera quel limite era centottanta mila avendo votato centottanta mila
Una cosa è certa le Province costituita ai sensi dell'articolo uno non possono essere al di sotto di centottanta mila
Il punto è uno
Poiché è la norma esercito un principio di libertà dei Comuni no voi
Da aggiornandosi in maniera astratta ma non facendo non facendo venire meno come dire la dimensione storica dei nostri territori
Con la legge se non mettiamo una soglia che consente la possibilità ma ha facoltà a un Comune che ampie requisiti
Pur garantendo la continuità territoriale e garantendo diciamo la natura del del Libero consorzio costitutivo costituito
Impedire a un comune di esercitare il loro diritto a
Posto a passare a un altro di Libero consorzio è il motivo di incostituzionalità
Allora il punto è
Presidente io ci ho riflettuto su questa questione
Non si può fare centottanta mila si può fare a centosettanta si può fare a centosessanta cioè ma non ci può essere cioè
Una soglia che già sappiamo impedirebbe auguri al territorio organizzato in Provincia a ragionare
Ha determinato impedire a esercitare il diritto che con questa legge definiamo a tutti i Comuni di poter scegliere dal nell'arco dei servizi ecco perché se c'è un emendamento sul centottanta mila
Chiedo ai colleghi
Chi l'ha presentato non lo so
Chiedo ai colleghi di trasformarlo in centosettanta mila eventualmente
Ma certamente non può essere
La stessa storia dal centottanta mila fermo restando che
I centocinquanta mila che era stato proposto in sede di articolo
Può essere anche ragionevole
Ma io non mi impicco sul numero degli abitanti mi pongo il problema della
Di Terenzi azione di entrata e di uscita
Ci ha brevemente se lei è il primo firmatario quindi di questo subemendamento veda con il dialogo alla fine ci veniamo incontro
Grazie Presidente accolgo positivamente
Quanto dichiarato dal Presidente Cracolici in effetti questo era il senso dell'emendamento cioè una norma di salvaguardia al fine di garantire che ci possa e omogeneità
Rispetto alla norma facendo in modo chiaro
I liberi consorzi nuovi liberi consorzi dei comuni
Avessero
Caratteristiche
Uguali ristrette precostituiti per cui
Sè un accordo Lotito abbattuti a
Pertanto tanti testo centottanta va benissimo LA modifiche il suo emendamento da centocinquanta ad a centottanta centosettanta venendo incontro principio di stop uscita sostanzialmente del delle Province esistenti onorevole Laccoto quindi il subemendamento
Si deve intendere non centottanta mai centosettanta
Va bene
Non ero d'accordo
Presidente e onorevoli colleghi
Io vorrei per un attimo
Che noi ci fermiamo a valutare
Che quando abbiamo fatto alla norma di centottanta mila
Non esistevano nelle aree metropolitane così come previste dalla legge del novantacinque mai in quella fase avevamo parlato di città metropolitana
Vi faccio un esempio Presidente lei che conosce il territorio di Messina mai abbiamo un grosso problema
Perché impedire ma chiunque
Faccio l'esempio di Messina Area metropolitana fino a Barcellona resta dalla popolazione centottantamila e forse meno
Verso un Comune
Potrà chiedere di aderire
A Fortone addirittura
Quindi siamo lì meno di centottanta mila Besson comune potrà chiedere di aderire o all'area metropolitana oggi spostarsi in un'altra
Ed è un altro consorzio e questua impedisce la libertà Iunco buone di poterlo fare qua esatto
Quindi io dico che non è assolutamente improponibile l'idea di centottanta
Perché
La reggia congegnato che le aree metropolitane non sono più le città metropolitane
Ricordo
Ai colleghi che era votazione di centottantamila lo scrutinio segreto può fatto solo quando il sistema non Città metropolitana
In questa situazione dalla imbarazza meniamo praticamente tutti i Comuni anche piccoli comuni limitato alla fine
A non poter far parte nel erano e di chiedere l'adesione alle aree metropolitane questo non credo sia opportuno
Quindi
Juan
O si discute
Di aree metropolitane quando se ne discuta dei Consorzi
O di
Abitanti è chiaro che non può essere centottanta mila ma non già perché
Vi è un problema per alcune Province abituale c'è il problema anche
Perde il Consorzio restante nella provincia di Messina
Questo
Per metto là l'attenzione bella Presidenza degli uffici perché è chiaro che noi andiamo
In questa maniera vischio impugnativa
Noi non possiamo costringere un comune anche piccolo è limitrofo a non partecipare all'area metropolitana per esempio dei mezzi perché questo succederebbe con questa
Subemendamento agendo soltanto a centottanta
Allora no no basta scusate uno però scusate
Scusate allora c'è
Un subemendamento sulla base dell'intervento del del loro legata Cracolici nella qualità di Presidente della Commissione chiari costruì ridò la storicità sostanzialmente del perché di questo
Emendamento e quindi è
Risulta inferiore a cento a centosettanta mila
No scusate i centocinquanta mila risulti inferiore a centottanta mila il l'onorevole fiducia in pervenendo quale primo sottoscrittore ha detto che è da leggersi centosettanta mila in
Ne ha centosettanta mila sul discorso della storicità delle Province di
Enna Caltanissetta ritengo ed altri per quanto riguarda la questione posta dall'onorevole Laccoto io debbo rammentare a me stesso
Che i Comuni facenti parte della città medio dell'area metropolitana porre più possono pure decidere se c'è continuità territoriale ad aderire al consorzio quindi beh ma non si pone l'importante è che ci sia la continuità territoriale onorevole Crocetta prego Presidente scusate però un po'di attenzione e vuole Presidente
Onorevoli deputati
Guardate che la differenziazione dei numeri
In uscita ed entrata
Ha una sua logicità bella impalcatura della legge
Perché noi cosa stiamo dicendo
I Comuni sono liberi di associarsi
In liberi consorzi di comuni
Però per fare questo
Abbiamo messo tutta una serie di vincoli popolazione superiore a cento Petta da mille abitanti
Delibera di due terzi del Consiglio comunale referendum confermativo mentre ci sono una serie di norme
Di garanzia
Vorrei costituite ristretto ai
Liberi consorzi
Corrispondenti alle ex province regionali
In sostanza
Ex legis
Caltanissetta Trapani e Palermo eccetera tutte le Province Regionali esistenti costituiscono o Libero consorzio
Costituiscono Libero consorzio di comuni
Ora
Che senso ha dire anche per quel che noi dobbiamo assicurare centottanta mila eccetera sì o no che succede
Che non lo dipendono più che i Comuni sono obbligati a stare dentro
Comunque dentro queste Province questi Ribéry consorzi che abbiamo imposto per legge
Allora e il ragionamento a mio avviso addirittura la soglia
Andrebbe abbattuta proprio perché noi abbiamo
Fatto questa forzatura
Di assicurare per ragioni
Storicizzate
Delle Province esistenti trasformate alibi per i Consorzi oppure
E avere messo questa norma di garanzia addirittura il limite dei centocinquanta mila se si vuole essere in questo caso padre pervenne elevato BA ulteriormente abbattuto
Cioè portato
Maggiore vuol media ci ai numeri più bassi
Tipo centoventimila quindi io queste proposte al rialzo
Non ne capisco proprio perché è a questi Comuni rispetto a questi consorzi rispetto ad altri che si debbono costituire
Abbiamo dato urna
Una Costituzione automatica di legge
E quindi noi non possiamo
Bloccare il libero gioco della democrazia quindi
La proposta del governo dei centocinquantamila abitanti a barche in questa direzione
No no scusate
No
Visto prima che cosa era intervenuto
Scusate no no attenzione
Sospendo proprio per cinque minuti
Vediamo di trovare un'intesa anche perché c'è un ulteriore emendamento subemendamento il Movimento cinque Stelle che abbassa centoventi mila
Scusate
Siccome ho bisogno di confrontarmi con gli uffici per questo balletto di numeri
Perché possiamo dire tutto e il contrario di tutto fino adesso posso dire che abbiamo esitato una legge approvata impugnativa
Non vorrei
Che e andando avanti con questo sistema si creano ulteriori problemi per cui io ho bisogno di riflettere un momentino con
Gli uffici perché se noi abbassiamo ulteriormente la soglia ci troviamo dinnanzi ad organismi di Area Vasta punto interrogativo sospendo per cinque minuti
Emendamento aggiuntivo a venti
Onorevole figuraccia
Vorrei dire
Vorrei dire
Ora si boccia dello ritira questo
Cosa
Come
Ah va bene allora lo ritira grazie
Allora
Ha chiesto l'intero ingegneri onorevole arancio
E a seguire l'onorevole Formica
Presidente avevo chiesto di intervenire molto prima poi è stato spiegato egregiamente da lei
Dall'onorevole Cracolici
Il pensiero il mio pensiero però ne approfitto perché sta passando un altro emendamento
In cui si abbassa il tetto centoventi mila abitanti
Ritirata onorevole ciance no allora se l'emendamento è ritirato non ha senso nemmeno il mio intervento
Quindi sarebbe grato rinuncio ad intervenire ritirato onorevole cappello ritirato grazie
Lei è ritirato pure onorevole fiducia bene allora onorevole Formica lei insiste per parlare
Prima meno potevo intervenire sulle dichiarazioni di voto grazie Presidente io così come avevo detto nell'intervento a proposito degli articoli
Sul centodiciassette
Quelli canonici perché questo come lei ha ben spiegato e un centodiciassette particolare
Almeno sulla modalità del nuovo Presidente Presidente può conceda che è diverso dagli altri cento diversa
Allora come avevo
Ha avuto modo di dire prima nell'intervento che ho fatto prima noi stiamo facendo una legge
Che di fatto boom Mittica
Le situazioni così come sono
Impediamo
Ai Comuni che volessero entrare a far parte di un'area
Dell'area metropolitana della città metropolitana
è di uscire
Appelli dentro e soprattutto ai Comuni che sono fuori
E che vogliono entrare di fatto stiamo intendendo che ciò avvenga in difformità
Con tutto ciò che è avvenuto e che sta avvenendo a livello nazionale laddove invece e sarebbe stato più logico
è stata previsto che laddove ci sono le città metropolitane queste comprendono l'intera provincia perché così con legge stiamo facendo sì che si operi una discrasia una disparità di trattamento avuto riguardo soprattutto all'accesso ai finanziamenti europei
Che nella stessa provincia laddove insistono aree metropolitane ci sono i Comuni dentro l'area
Che possono accedere
A questa
Fattispecie di finanziamento venne fuori e sono esclusi di più sette i comuni che sono veri sventolare per un motivo qualsiasi vogliono uscire da quell'area da quella forzatura da quella gabbia che impariamo non possono farlo sequestra sequestrai è una legge
Io mi rifiuto di continuare a partecipare ai lavori preparatori di questa legge mi vergogno perché stiamo
Proponendo do un mostro che è la conseguenza di tutto ciò che abbiamo detto lungo durante tutto ridere prima in Commissione e poi in Aula
Mi auguro che queste mostruosità non passino e chiesi tedesca lo scempio perché
Incostituzionale due tipi di cittadini non ci possono essere
Grazie onorevole Formica beh allora i subemendamenti sono ritirati ritirato quello dell'onorevole figuraccia quello dall'onorevole cappelle quello dell'onorevole Grasso
Allora pongo in votazione l'emendamento aventi parere della Commissione parere o mensile favorevole parere favorevole la Commissione pongo in votazione un emendamento a venti Chieffo presieduto che poc'anzi il Parlamento
Approva il soppressivo non era ammissibile onorevole
Assenza perché siccome c'è un solo articolo si può votare contro
Quando c'è un solo articolo si vota contro non c'è la soppressione e allora
Onorevoli colleghi
Siamo all'articolo dodici
Una quello criminale sulla promulgazione della legge sull'efficacia della legge
Con l'entrata in vigore chi è favorevole si deve darsi anzi Parlamento approva
Trentina degno abbiamo una serie di ordini del giorno chiesti
Quale disegno
Quale di
In rosso
Siccome prima ci sono gli ordini del giorno
Allora intanto chi si iscrive per dichiarazione di voto l'onorevole costare onorevole D'Asaro onorevole corda
Su
Onorevole Zazzera
Onorevole assenza
Onorevole Musumeci
Dichiarazioni di voto
Per dichiarazione di voto
Giudice
Cento prima stiamo l'onorevole greco stiamo distribuendo intanto gli ordini del giorno a zero
Giudice Lo Giudice
Anzi
No
Viaggio di studio
Va bene
Allora stiamo distribuendo gli ordini del giorno se
No un attimo di attenzione a questi ordini del giorno
Quando il Governo è però
Single
L'ordine
Si possono accettare come raccomandazione
Ci sono altri
Ordine del giorno
Numero duecentoquarantatré il Governo sbagliata
Presentato onorevole interi Barbagallo
Appone la firma onorevole dice l'onorevole Marcello Greco e loro le forze del sito
L'onorevole Lo Giudice
E l'onorevole Rinaldi
Governo o lo poniamo in votazione una città come raccomandazione
Accetta come raccomandazione va bene grazie
No sugli ordini del giorno sugli ordini del giorno onorevole al
Lei avrà la possibilità di parlare
Allora
Duecentoquarantaquattro
Primo firmatario non so se tassello e Cordaro ma tantissime firme impegna il Governo nelle more dell'approvazione disegno di legge si liberi consorzi dei comuni nel prosieguo Igeria piazze a far sì che di continuare gli avvalersi dei servizi svolti da società interamente anticipati
Ma era nella legge comunque questo
Ed è la legge
Onorevole
Assessore raccomandazione
Assessore e non era corretta signora c'è stato
Onorevole Fontana
No
Onorevole Fontana impegna il Governo ad attuare ogni iniziativa affinché vengano salvaguardati tutti i livelli occupazionali compresi gli istituti musicali accettato come raccomandazione
Mi chiedo e sostenuta
Facendo dovuta
L'avvocato
No no onorevole volo sugli ordini del giorno
Sugli ordini del giorno no
Assessore
Sempre accettato come raccomandazione sì
Duecentoquarantasei primo firmatario fiducia
Continuità lavorativa tutte persone riservare questo come raccomandazione
Si equivalgono a sembra cercato com'era grazie duecentoquarantasette primo firmatario bandiera interne
Al duecentoquarantasei apposta la firma dell'onorevole Giovanni Greco duecentoquarantasette primo firmatario bandiera impegna il Governo regionale individuare ed applicare per tutte le aree non rientranti negli ambiti metropolitani azioni di compensazione economica
Non lo so che non è il significato
Prego ora
Ma anch'a questo proposito forse vale la pena fare un attimo di chiarezza perché
Nel nel corso del dibattito della legge abbiamo sempre detto che le città metropolitane godono effettivamente di un programma specifico di un pone che si chiama città metropolitane
In realtà la programmazione comunitaria ha già previsto dei meccanismi di compensazione per le altre aree
In quanto le città medio-piccole e le aree rurali sono destinatarie degli interventi dei programmi regionali quindi dei cosiddetti popolo o del Piano di sviluppo rurale
Quindi questa compensazione tra le città metropolitane e le altre aree in realtà è insita proprio nell'impianto della nuova programmazione due mila quattordici due mila e venti
La differenza è che se non avessimo approvato le città metropolitane
Voi non avremmo avuto accesso ai fondi di quel PON che appunto essendo un pone un programma nazionale e quindi non è vincolato al nostro territorio ma la finalità del programma
Ecco perché diciamo la il PON
E per poter aderire al pone necessario istituire Città metropolitane mentre la compensazione già insita nell'impianto stesse la programmazione con i programmi regionali ecco il PSR
Indi quindi sostanzialmente
Siamo sempre accogliere come raccomandazione senza economico aggiunge aprisse la programmazione primo firmatario l'onorevole Fazio
Mi impegno è quello della Regione all'intervento e si rende conto di commissione straordinaria giudice si deve meramente recesso invece come raccomandazione pure queste
Anche questo come raccomandazione grazie ce n'è un altro a firma chianina
C'è anche ciò che viene accettato come raccomandazione che riguarda gli istituti musicali
C'è questo gli studi musicali
A garantire la continuità garantire
Perfetto
Si espressero accettato come raccomandazione vuole farsi
Andiamo avanti ora
Siamo pronti e per la votazione
Allora
Allora c'è un altro ordine del giorno presentato dall'onorevole Vullo che io trasmetto al all'Assessore ma che l'Aula non si pronuncia su questo però trasmetto per una valutazione eventualmente successiva
Grazie onorevole Ugo grazie a un euro non si spiega noi ricalcano non si spiegano
Il lo darò formalmente al Governo
No va beh ma non non ci pronunciamo su questo
E allora
Siamo per dichiarazione di voto ha chiesto di parlare l'onorevole Cordaro quello che raccomando di mantenersi nei cinque minuti
Pare
Di
Personale scusa tipo
Voglio attenzione siamo nella fase delle dichiarazioni di voto Presidente vorrei che lei intervenisse per
Scongiurare questo stima da scampagnata non credo che non sia il caso anche perché devo dire che
Se lei ferme il tempo mi fermo altrimenti comincio allora vado avanti
Sono certo ad esempio dell'onorevole Picciolo
Il collega picciolo non si perderebbe per nessuna ragione il mio intervento e quindi mi vorrà ascoltare
Così come è suo costume fare tutte le volte che parlo io un po'diverso per l'onorevole D'Agostino che invece tende sempre a distrarsi però siccome col deputato segretario
Chiaramente garantirà anch'egli l'ordine in Aula fatte queste brevi premesse
Io comunque continuerò il mio intervento nei cinque minuti perché è evidente
Che considerato l'iter di questa legge è considerato il modus che ci ha visti operare in alcuni frangenti per migliorarla
In altri frangenti per contestare un percorso che noi
Non condividiamo
Non lo abbiamo condiviso sin dall'inizio
Adesso andiamo alla dichiarazione di voto dichiarazione di voto che per quanto riguarda me ed il gruppo che rappresento è di voto contrario a questa legge
Vorrei che non ci fossero fraintendimenti
L'aver dato la nostra disponibilità
A un voto favorevole su centodiciassette ha avuto una spiegazione chiara e cioè quella
Di evitare
Questo aborto normativo che era venuto fuori dalla prova muscolare devo dire muscoli molto rinsecchito di da parte di questa
Maggioranza che questa sera esulta
Perché finalmente in qualche modo non sappiamo ancora come andrà il voto finale il nostro auspicio è che questa legge venga bocciata
In ogni caso chiuderà una fase
E finalmente avremo il rimpasto i siciliani torneranno a poter mangiare
Torneranno ad avere di che sfamarsi perché avremo il rimpasto lo dico soprattutto ai colleghi del PD che da tanti mesi prestano il presidente Crocetta su questo tema
Avente invogliato una legge che in condizioni politiche di serenità noi vi sareste mai sognati non di votare ma neanche di apprezzare
Avete fatto riunioni romane e palermitane isolane
Avete fatto di tutto finalmente
Questa grande montagna partorisce
Qualcosa
Di indefinibile
Noi abbiamo contestato in maniera sempre costruttiva all'intero percorso e non possiamo acquietarsi ad un principio che è quello
Della abolizione
Del voto diretto
Per noi questo resta un principio di Democrazia non negoziabile
E rispetto a questa vostra volontà di impedire
Lei libere e l'ex io ho niente quindi il libero esercizio del voto da parte dei cittadini per noi questo è già
Non sufficiente
Ma è drammaticamente sufficiente per farsi che il nostro voto non possa che essere contrario
E d'altra parte
Quando si vuole nascondere
Dietro ad una spending review che non si comprende
Neanche in che termini potrà estrinsecarsi considerato che potenzialmente potremmo trovarci
Dinanzi alla creazione di minimo venti nuovi liberi consorzi dei comuni quando si vuole nascondere
Dietro una surrettizia spending review
Che viene poi affidata ad una legge ancora da fare
Quando si vuole nascondere dietro a temi assolutamente fantasiosi e non collegati alla realtà
L'unica vera volontà che è quella
Di eliminare un principio di democrazia di retta l'unica risposta che può dare un'opposizione responsabile è quella del voto contrario
E allora rispetto a questa nebulosa che noi oggi nonostante i sacrifici e nonostante l'opera meritoria degli uffici noi ci troviamo a votare
Non ci resta che confermare il nostro indirizzo esprimendo semmai una soddisfazione
Il nostro auspicio infatti ieri ed è questo l'unico motivo di soddisfazione che da domani
Presidente della Regione e il Governo si torni a parlare dei reali problemi dei cittadini siciliani
Attraverso questa finanziaria bis che non sarà certamente la panacea
Ma che ci vedrà pronti a ragionare su cose concrete che possano servire a migliorare
Il futuro prossimo dei cittadini siciliani su quello siamo pronti a ragionare
Su questo obbrobrio pastrocchio definito lo come volete per come è nato e per come dire pezzi dato assolutamente noto il nostro voto sarà contrario grazie onorevole Gorgona chiesti con l'onorevole Graziano
Ora io ho iscritti a parlare i seguenti deputati assenza Musumeci Greco Giovanni Lo Giudice Anzelmo Siracusa di Giacinto Di Mauro e fa il Consiglio ci sono altri
Formica gli annunci
Sì signor presidente onorevoli colleghi
Noi
Dopo questo lungo periodo in cui l'Aula è stata impegnata
Su un argomento
Che
Sicuramente
Aveva una obiettivo ambizioso che era quello di
Vedere come produrre una norma che potesse dare risultati positivi io ritengo che oggi dobbiamo con molta
Consapevolezza ma anche con molta amarezza constatare che probabilmente non restauro questo maggioranza non è riuscita nell'intento
E nell'obiettivo prestabilito noi dal diciotto febbraio
Ad oggi
Abbiamo impegnato il Parlamento in questo importante dibattito ma io dico
Sicuramente dobbiamo avere sempre chiaro l'obiettivo quale deve essere la stella polare che ci debba sempre guidare nella nostra azione
Diportisti parlamentare polare proprio perché sia
Un polo di luce caro onorevole di Mao allora
Probabilmente deve essere quella di un
Consapevolezza che è un risultato devo portare delle ricadute positive ma io mi chiedo ma questa legge che noi
Del Parlamento sia
Sia si accinge a valutare ad approvare o a o meno
Probabilmente merita anche una riflessione un interrogativo e una legge che migliora le condizioni che fino ad oggi hanno determinato la gestione della realtà del territorio tramite le Province
O forse da un punto di vista amministrativo evidenziamo sicuramente un plauso esponenziale
Perché io dico quale realmente il profilo che l'organizzazione che
La burocrazia in riferimento alla semplificazione ai servizi e i cittadini alla
Nuova determinazione che sul territorio debba determinarsi qual è realmente ecco l'interrogativo e qual è la risposta che Amendola all'interrogativo che noi poniamo
Possiamo dare sicuramente sotto l'aspetto amministrativo io ritengo non c'è un risultato che possa farci valutare positivamente questo percorso
E poi noi non siamo chiamati anche ad evidenziare quello che è l'aspetto politico di questo anche contesta e quindi di questa norma
Io ritengo che sotto l'aspetto politico e c'è anche
Un grave vulnus una grave legami negatività
Priviamo attraverso questa norma i cittadini di quella
Prerogativa di democrazia che il voto
Noi con l'elezione diretta sicuramente volevamo dare un contributo così come abbiamo sembra come nuovo centrodestra cercato di fare di operare nel ruolo di opposizione
Dunque
Noi ci siamo
Dati ma che veramente che ci ha dato all'elettorato mai abbiamo sempre detto che non intendiamo fare un muro contro muro ma che intendiamo contribuire a dove è stato possibile dove ci è stato anche consentito abbiamo dato il nostro modesto contributo
Ma su questa fondo su questo momento di grande
A mio avviso confronto c'è stata una chiusura netta
Che io intendo stigmatizzare in quest'Aula tendendo denunziare a quel tavolo dove non si è voluto ad esempio almeno sulla legge è diretta del Presidente del liberi consorzi consentire una possibilità che richiedesse ai cittadini quella dignità
Di impegno ma anche
Di espressione ma anche di vicinanza verso la istituzione sicuramente si compie un passo che allontana ancor più il cittadino dalle istituzioni allora
Perché l'elezione di secondo grado cose cari colleghi caro Governo
è un
Momento forse antidemocratico e un momento in cui si proceda ad una nomina
Quindi una lezione
Tramite altri soggetti che pur essendo espressione di un libero voto sicuramente hanno una dimensione un livello di democrazia diversa allora
Poi mi chiederei anche ma
In questa direzione visto che il problema era del costo della politica fra virgolette ma io mi chiedo e vi chiedo ma qual è stato e quale sarà il vero risparmio di questa riforma assessore
Io dico
Che probabilmente andava anche valutata
E il senso della
A del confronto democratico il senso
Di una razionalità che deve essere sempre presente nella nostra azione
Doveva portarci anche a capire cosa stand maturando a livello nazionale il Governo è impegnato
In una
In una riforma che vede appunto la
Nuovo corso sulle Province io ritengo che anche
Pure essendo rara una regione a statuto speciale dobbiamo avere
Una capacità di idee di autodeterminarsi però in alcune direzioni non dopo
Diamo come dire subire una ipotesi che può determinare un risultato su cui voi probabilmente dovremmo nuovamente tornare perché sarà un risultato di scarso viverlo e allora
Il
Problema
Qual è
è un problema
Che alla fine al di là
Dei clamori al di là del risultato che ad ogni occasione si vuole stigmatizzare evidenziare amplificare
Come
Il risultato che è la
Sicilia e la Regione che ha abolito le Province ma che probabilmente ha determinato un rimedio peggiore del male se il male erano le vecchie province
Io le dico che è il vero male che oggi affligge la no tra realtà e la burocrazia che il vero male è la mancanza di risposta i cittadini sui problemi tedesche in termine tecnico disservizi che hanno i cittadini perché non è possibile che è un questo momento di burocrazia asfissia del
Venga da noi come dire ignorato deve essere invece il vero momento di impegno di comune di tutti per capire come dare risposta a un sistema che sta di fatto asfissia andò la nostra realtà democratica io le nostre microimprese la nostra società allora
Concludo dicendo Presidente
Il nostro voto il voto del nuovo centro destra sulla legge un voto negativo quindi voteremo contro ma voteremo contro col convincimento che io ho voluto qua evidenziare
Con l'augurio che possa esserci invece nei sei mesi perché non è nella sostanza concludiamo dicendo che abbiamo determinato per legge che faremo un'altra legge allora il mio momento
Dicevamo col collega Di Mauro forse andrà anche ad esserci in parte un giudizio sospeso perché dalla nuova legge che andremo a fare io mi auguro che il vuoto mi auguro che le incongruenze mi auguro che tutto ciò
Che in questa norma non è stato affrontati in senso positivo possa essere motivo di riflessione perché ci sia anche una possibilità di recupero grazie onorevoli base perché si parla non è un'assenza
Presidente grazie l'ennesimo intervento che
Svolgo in quest'Aula su questa legge
Perché sono stato sin dall'inizio profondamente convinto
Delle storture
Per questo impianto normativo
Proprio Nava
Alla popolazione siciliana all'organizzazione
Amministrativa siciliana alla buona amministrazione
Ho in mente così sempre più rara
Pensi si
Grazie
Ed è la quale ha qualche Provincia
Debbo dire tra le quali la mia è stata una lodevole eccezione
E sono intervenuto in tutti i mali anche per cercare
Di evidenziare delle quelle che erano le macroscopiche violazioni più emblematiche in alcuni casi
I miei suggerimenti modesti sono stati accolti dall'Aula spesso con voto segreto
Io ho accolto anche il suo invito durante l'ultimo intervento di collaborare per vedere nei limiti delle mie modestissime possibilità di collaborare per vedere
Se vi era una possibilità di sistemazione un po'più dignitosa di questa norma Diodati legato tutta la domenica pomeriggio ma onestamente debbo dire che è il risultato è stato infausto
E stato infausto perché se ci soffermiamo solo all'articolo uno
All'articolo uno abbiamo già
Diverse contraddizioni
Proprio fondamentali a partire da quello sullo status
Dei dipendenti ed è al Governo che
Il
Comma
Tre mi sembra
Riserva
Ai comuni
Mentre
Il comma otto successivamente
L'ho conferma
Con riferimento a quello delle Province Regionali
Per non dire delle risorse finanziaria
Che nello stesso articolo sono da un lato
Demandate ai Comuni
Dall'altro alle Province
Dall'altro ancora alla articolo undici sia questa famigerata legge della
Del
Del prevista dall'articolo due comma quinto
Che poi vedremo in verità trattarsi di ben altro ma questa norma che idealmente viene vista come la norma salvi etica la norma che dovrebbe giustificare tutto l'ambaradan ma che abbiamo messo in scena in questi mesi per nascondere
Lei veri e tragedie che assillano il popolo
Siciliana noi ci siamo bloccati su questo impianto normativo
Che non serve a nulla se no non la prevenzione
Della tengo a undici alla quale farò riferimento in conclusione del mio in
Intervento dicevo h rinvii o al
A anche per la
L'approvvigionamento finanziario a questa legge prevista dall'articolo undici cioè in pratica un rinvio sine die un rinvio alla dea Fortuna alla la band alta perché come sosteneva da questo impianto normativo con quali risorse ancora non si è capito la legge
Si guarda bene dal
Dal precisarlo abbiamo cercato in verità anche di porre dei limiti ai gli effetti più devastanti ai pericoli più insidiosi di questa di questa norma
Uno quello della proliferazione incontrollata di questi liberi consorzi che in pratica non sono altro che le Province che continuano ad esistere con buona pace
Dal Governo Prodi progetta camuffate sotto altra denominazione
L'altra quella la battaglia principale è quella che
Doveva comunque dare voce
Alla
Popolazione al corpo elettorale ai cittadini che avevano diritto comunque di far sentire la loro voglia di eleggere va approvato
In una Italia che il sempre più denominati vi è
Leggere col proprio voto di scegliere i propri rappresentanti
In questi organismi che sono state ancora una volta mortificati da questa pensiero l'elezione di secondo grado che si trasformerà in un ricatto per An fra i sindaci che faranno parte dell'Assemblea dei testi gommoni che evidentemente se non verranno soddisfatte le loro aspettative egoistica particolari della ora terre Dorio non ci penseranno dopo al trustee alloggiare il Presidente loro collega Sindaco per un primo momento avrebbe avevano eletto part time questa importante carica
Per non parlare ancora delle insanabile oltre che accantonata contraddizione per la provincia di Messina Palermo e Catania di cinquantuno ventisette ventisette valori che esistono contemporaneamente qua gente parte ed è legge dello faremo Adrago letale delle Province e vedremo con buona pace del dell'intervento del Presidente che la politica né del legislatore progetta debordante breve è una secca al referendum popolari evasione dovendo adottarle per uscire dalla gettare aderire a quanto autorità terza perché ad alta garanzia capivo perché azzarda oppormi il piede nella interlinea entrando arrestato
Presidente questo
Nemmeno l'ardire di queste appartengono agenda diciassette allargato a dismisura è riuscito raggiungerlo abbiamo audito il Gallo
Allora Presidente con buona pace di tutte le speranze riformatrici di questa norma che poteva costituire veramente una chiave di volta per la Sicilia che poteva dev'essere l'occasione per decentrare questo
Apparato regionale sembra più elefanti a vuoto Dead immobile in alcuni casi
Ai in via e poco trasparente per decentrare molte di queste due funzioni in questi organismi molto più
Invece
Il
Vero scopo era
Solo quello di arrivare
All'ennesimo commissariamento
All'articolo dodici
Al comma
Uno dall'articolo dodici quello che non era riuscito gol disegno di legge ha presentato il trenta dicembre in quest'Aula riesce con questa norma contrabbandata come norme epocale
Nelle more di tutto ciò di questa legge istitutiva che poi non è altro che la legge che si debba limitare a determinare la nuova configurazione del territorio
E
Verranno le funzioni continueranno ad essere esercitate
Fino al trentuno ottobre due mila quattordici da commissari straordinari abbiamo commissariato alla democrazia sigillare per due anni queste assurdo incostituzionale illegittimo e soprattutto consentito il morale
Grazie onorevole assenza ha chiesto di parlare l'onorevole Musumeci ne ha facoltà
Grazie signor Presidente del Governo colleghi deputati
Le leggi sono destinate al popolo
A questa legge
E destinata solo alle prime pagine dei giornali
Succede quando la irragionevolezza e la smania di protagonismo
Si trasferisce
Agli altri grati delle istituzioni
Eppure
Da parte dei giornali non arrivano notizie compiacenti apprezzamenti benevoli nei confronti
Di questa annunciata leggi
Proprio ieri il quotidiano la Sicilia fra i più diffusi dell'isola
Scriveva nel suo editoriale del direttore
L'abolizione delle Province sembrava una urgente medicina
Ma è solo una pillola per illudere l'ammalato Sicilia
La soppressione delle Province lo abbiamo detto è solo una trovata inventata per la politica spettacolo
Una trovata che serve a Crocetta per dire
Vedete facciamo sul serio la rivoluzione noi
Non giochiamo mica
Quando si fa una legge assessore Valenti si fa prima un'analisi di impatto che giustifichi l'obiettivo che si vuole raggiungere con quella legge
Con quella riforma un'analisi di valutazione socio economica di efficienza di efficace
Di equilibrio e di armonia istituzionale
Invece questa riforma e voluta è giustificata per la riduzione delle spese
Senza mai fare un cenno alla qualità dei servizi pubblici in termini anche di modernizzazione
E dove sta il risparmio ci chiediamo noi se tutto viene trasferito dalle Province I liberi consorzi immobili personali debiti funzioni
Come si fa a parlare di risparmio dove sta
La convenienza sul piano economico e finanziario
Questo mostro giuridico è figlio di molti padri è tenuto a battesimo da alcuni consulenti quarant'quater diritto che pretendono di imporre l'equazione riforma uguale efficienza
Le conseguenze si smantella Ranno le circoscrizioni amministrative provinciali rispetto a quelle prefettizie
Si creeranno i veti incrociati fra i Comuni più grossi
Si lasceranno i piccoli Comuni abbandonati alle pretese dei grande
Si scaricheranno sui Comuni debiti accumulati dalle Province
E l'adempimento dei compiti impossibili si complicheranno i congegni per rendere ingovernabili le assemblee dei sindaci mi pare poco le Province si è detto sono enti inutili no no ce lo ha detto lei Assessore Valenti
In un momento di sincera confessione
Sono enti derubati da competenze e funzioni
Trattenute dalla Regione una sorta di appropriazione indebita in Sorma operata negli anni per continuare a gestire potevi clientele è inefficienze ecco dunque svelata la verità
Della vera causa del fallimento della prova le Province sono utili ma la Regione
Le ha volute rendere inutili per crearsi l'alibi
Non decollano nel creare Camere come loro metropolitane e la colpa viene addebitata alle Province quando poi sappiamo che è stata la Regione a rifiutarsi di applicare le norme di attuazione
Avete voluto a smantellare un misto intenzione l'istruzione che per oltre un secolo e mezzo ha garantito l'equilibrio fra i comuni da un lato e lo Stato le regioni dall'altro
L'avete smantellata la istituzione Provincia in una furia cieca e giacobina senza però sapere come sostituirla
Chi pagherà Governo progetta chi pagherà le conseguenze di questa vostra scelta scellerata signori del centrosinistra
Saranno i cittadini per primi i Sindaci dopo quando fra otto dieci mesi sindaci dell'isola non potranno più contenere l'ira dei cittadini perché nessuno ripara più la strada provinciale
Perché nessuno fa più la manutenzione alle scuole superiori perché nessuno assicura più il trasporto degli alunni disabili
Quando si comprenderà che l'incremento e la spesa corrente in bando capitale verrà aggravare sui bilanci dei Comuni avrà effetti devastanti sugli equilibri gestionali rispetto al limite invalicabile del patto di stabilità interno
Quando si capirà che la spesa di mantenimento del patrimonio provinciale che verrà suddiviso fra i Comuni
Comporterà l'acquisizione di tecniche assolutamente insostenibili per i Comuni stessi quando nessuno che renderà più l'assistenza alle auto lesi
Quando i Sindaci verranno a consegnare le fasce tricolori
Al dirimpettaio Palazzo da Umberto alleanze solo allora apparirà chiaro e lampante l'imbroglio di questa legge ma nulla importa
Bisogna foto per poter far Virenque progetta davanti alle telecamere che la rivoluzione è fatta
Che ne vecchie costo altre Province non ci sono più cioè i costi sono stati largamente ridotti
Che gli oppositori al centrodestra sono i conservatori ne dice di ogni riforma quelle che appaiono che nulla cambi che il centrosinistra è sinonimo di riformismo di novità di crescita di progresso e poi dopo le tv locali
Progetta dirà le stesse cose nello studio romano di Giletti con la stessa enfasi con la coscienza presa a prestito come si fa per una maschera di Carnevale
Se aveste avuto un minimo di umiltà avreste potuto fare vostra
Le proposte
Di riforma contenute nelle varie disegni di legge presentati dai gruppi del centrodestra minori costi sì e maggiori competenze per le Province sarebbe bastato da un lato ridurre il numero dei Consiglieri provinciale degli assessori
Ed eliminare ogni forma di indennità
E dall'altro trasferire alle Province competenze e funzioni che impropriamente continua a detenere la Regione con costi onerosi simili
Tutto questo senza sacrificare il diritto al voto di milioni di siciliani che d'ora in poi non potranno più scegliere chi dovrà governare il loro territorio di area vasta
Persino le aree metropolitane delle tre maggiori città potevano essere garantite con la sola piena applicazione degli articoli diciannove venti e ventuno della legge regionale nove dell'ottantasei tuttora vigente
Avreste evitato un conflitto perenne fra il Comune e avreste potuto partecipare lo stesso I bandi comunitari PON città
E già perché la legge parla di
Città metropolitane o di aree metropolitane
Non è detto che l'area metropolitana non potesse essere candidata a gestire a partecipare ai fondi comunitari i quali fondi Babetto colleghi
Barbetta una volta per sempre
Per sconfessare questo è un mito che è stato realizzato in questi mesi i finanziamenti
Sia detto appare chiarezza
Ammontano a circa ottanta milioni di euro per tutti i sei anni
Del fondi del PON città metropolitane significa
Quaranta milioni in meno
Di quando ha dato il Governo
La città di Catania per evitare il dissesto cento vendere milioni in meno di quanto ha dato il Governo alla città di Palermo e quaranta milioni
In più di quelli che aveva promesso il Governo alla città di Messina e che non ha mai dato mi avvio alla conclusione signor Presidente
Avete cancellato in un solo colpo la più importante e innovativa riforma elettorale della Sicilia
La elezione diretta
Dei rappresentanti dell'ente intermedio
E avete catapultato la Sicilia indietro di sessant'anni onorevole Turco Cracolici quando con la legge regionale numero sedici del cinquantasette
Si stabiliva che i vertici dell'ente intermedio venivano eletti con il sistema di secondo grado
Sessant'anni quindi
Però
Altroché progressisti alla faccia del riformismo della democrazia e della partecipazione popolare
Se fossimo animati da cinismo potremmo direi deputato il centrosinistra bravi continuate così siete i nostri migliori alleati
Il Partito Democratico è al governo di questa Regione ormai da oltre quattro anni tre anni con Lombardo un anno e mezzo con Croce
Avrebbe potuto promuovere un vasto progetto di riforma istituzionale e invece
Dopo essere da oltre quattro anni al Governo alla Regione il Partito Democratico subisce l'iniziativa estemporanea
Di un Governatore e si riduce a fare da paciere mediatore fra
I capricci di Crocetta e l'esuberanza incontenibile di Cracolici
E l'UDC il partito che avrebbe dovuto richiamare la propria azione al pensiero struzzi hanno alla un con un minimo municipale al protagonismo del cittadino elettore
Arranca stancamente col fiatone
Anzi mante sui tornanti di una riforma destinata a fallire prima ancora di nascere
I colleghi del gruppo cinque stelle
Contrari da sempre all'ente intermedio e perciò meritevoli di apprezzamento anche se non è condiviso il loro progetto potrebbero mai votare a favore
Di questo disegno di legge che moltiplica gli enti intermedi è moltiplicare i centri di costo io mi rifiuto di pensare che i colleghi del Movimento cinque Stelle possano prestarsi a questa ignobile manovra
Concludo signor Presidente
Questa legge condannata all'orfanotrofio
Sì perché sarà senza padri
Quando fra qualche mese chi l'avrà oggi votata sarà costretto a prenderne le distanze a disconoscerla per non assumersi la responsabilità degli effetti devastanti che produrrà
Questa maggioranza parlamentare di centrosinistra si accinge a votare
Sotto il ricatto di Crocetta il duplice ricatto
Quello del rimpasto in Giunta e quello della nomina dei direttori sanitari nulla di nuovo sotto il sole mi verrebbe da dire sotto il sole di una finta rivoluzione che diventa l'alibi per la peggiore politica clientelare che questa Regione abbia mai conosciuto
Nella sua settanta e Nale storia autonomistica
Assumetevi la responsabilità di ciò che fate ma non condannate il popolo siciliano ad ulteriori indicibili sacrifici
Grazie onorevole Musumeci ha chiesto di parlare l'onorevole Giovanni Greco
Grazie Presidente
Governo onorevoli colleghi
Parlare dopo
L'onorevole Musumeci
Non è facile però voglio dire
Lascerò il mio intuito alla mia pancia
Nel dire qualche cosa perde
Presidente Musumeci lei rimprovera al Presidente Crocetta
Di fare la politica degli annunci
Ma io le debbo dire che fa il suo lavoro
Perché è chiaro che
Nel solco
Gli può dire come deve fare la sua politica alla fine dei cinque anni
Ai fine dei cinque anni
Troverà
Il risultato è che merita ma il guaio che io invece le voglio fare rilevare
Perché ci sono e non altro istituzionale che gli danno
Spago come si fa a
Quelli Presidente di Assemblea
Dargli la possibilità al Governo di presentare un emendamento
Dopo che all'articolato in realtà tutto acclarato
Ma come si vanno
Presidente Ardizzone
Terra brutta copia dal precedente
Presidente del Consiglio
Dal presidente all'azienda né
Scusate
Cercate di
Secolare direi al fare o meno
Meno
No no no no no l'accetto questo io non l'accetto
Perché effettivamente stasera si è consumato io non lo so andrò a vedere le carte se si era mai verificato presentare un emendamento dopo che l'articolato era approvato
Gli ha detto a capiva genera trattativa politica beve nell'altra il taglio apolide da quando c'è un voto contrario
Quello quell'emendamento non viene accettato perché c'è uno che è contrario
Poteva benissimo
Il Presidente ha Venturino prendere una decisione forse l'avrebbe appresa
Compio
Compiuto distanza fra le due parte fra un Parlamento di aveva adottato una cosa e che il Presidente dell'Assemblea ce l'ha fatta rivotare guardate che non è stato il primo atto
Ti ha fatto in questa maniera avevamo approvato un emendamento cioè avevamo approvato un articolo senza
Senza
I compiti e delle Province dei liberi condotta dal Comune ce ne sono accolte vanno da presentare all'Assemblea
Proprio a noi preme andamento cercando di
Benedire
Alla
Incontro alle esigenze del Governo
Ma che lo faccia la maggioranza mandato ma può fare a un Presidente di Assemblea
Ma abbiamo eletto a gli abbiamo dato la fiducia Pedersen super partes
E io che avevo abbandonato momentaneamente tutti gli argomenti
Che
Quanto prima prenderò di nuovo e le butterò d'uovo qua in mezzo perché io farò io faccio io faccio tutta la parte per non buttare fango su questo Parlamento per lui
Non dico la parola brutta
Non la voglio dire ma non puoi prendere la decisione
Non può prendere decisioni che moltiplicano una parte del Parlamento
Noi abbiamo votato quell'evento quello ed era un emendamento presentato dal
Dal Governo
So che ci hanno ripensato il Governo in questo caso ci ha ripensato Crocetta però paziente ha fatto un errore gravissimo si è fatto impallinare in questo in questo emendamento aggiuntivo
Perché quello che lui vuole fare
Che fare una città un libro Consorzio dei comuni dove il capofila o e Gela diverrà difficile
Diverrà ancora più difficile
Quindi
Lascio al mio Capogruppo
Il compito di
Dichiarare come vota il gruppo Partito dei siciliani MPA
Vi debbo dire che da questa legge sono rimasto scontenti inizio potevamo fare veramente una rivoluzione lasciando solo le tre città metropolitane e quindi
Approvare una legge dove effettivamente la spending review deriva realmente fatta grazie grazie onorevole Greco chiesto di parlare l'onorevole Lo Giudice prego onorevole ne ha facoltà
Grazie Presidente
Rappresentanti del Governo colleghi
Il disegno di legge numero seicentoquarantadue redatta relativo all'istituzione dei poli consorzi dei Comuni e delle città metropolitane
Che oggi c'è
Ci apprestiamo a votare è un disegno di legge che sicuramente presentato a tutt'oggi le sue criticità
Il lavoro fin qui svolto da tutti e penso in particolare a quello svolto dalla Commissione di competenza
è stato purtroppo un percorso caratterizzato da tante insidie
Ma siamo arrivati al momento decisivo
O seguiamo seppur con qualche incertezza lo spirito certamente riformatore che questo disegno di legge a induce
O ci ritroveremo sempre
Nell'immobilismo più assoluto che non è di certo foriero di sviluppo e di cambiamento
Come ho già detto è un disegno di legge questo in questione che ha le sue criticità
E nonostante la sua riscrittura e le sue ultime correzioni che peraltro ritengo opportuno è un disegno di legge che sicuramente
Potrebbe essere ancora migliorato e non è detto che non possa essere fatto nel nel prossimo futuro
Ma del resto quale disegno di legge perfetto e ha mai trovato in qualsiasi punto tutti d'accordo
Ma credo che ciò o faccia parte anche dell'agire di un Parlamento di un organo che per sua stessa natura un organo collegiale
E dove
Ovviamente ci si trova sempre a dover ricercare la giusta sintesi tra differenti punti di vista
Ogni legge del resto che regola oggi la nostra vita e frutto di una sintesi tra chi la pensa in maniera diversa e vedrà sempre quindi
Di denigratori ed insoddisfatti
Il disegno di legge che ci apprestiamo a votare però
Sono il sesto rappresenta un momento importante della politica di spending review
Che del resto ha caratterizzato il percorso politico del Governo regionale
è sicuramente
Un disegno di legge che consentirà una riduzione dei costi della pubblica amministrazione
Senza però dimenticare che sarà necessario adoperarsi nel breve termine affinché
La riforma stessa non crei inefficienze organizzative e conflitti di competenza
E che lo metta assolutamente a rischio il posto di lavoro di tanti cittadini
Sull'abolizione o meno delle Province peraltro è in gioco la credibilità e il valore dell'autonomia
Intesa come fattore di innovazione
Che consente alla Sicilia di percorrere i tempi
Di una riforma che comunque sarà una delle priorità e prerogative del Governo nazionale
Noi del PRS siamo ancora una volta schierati al fianco del Governo perché la Sicilia e sono i siciliani che chiedono questa riforma una Sicilia
Che o avvia un reale percorso di cambiamento può è destinata a una lenta mai nessuna ma inesorabile imbotti involuzione
Il gruppo del PRS è stato peraltro e questo lo rivendichiamo con orgoglio il primo gruppo che ha presentato l'emendamento che estende il perimetro delle città metropolitane riproponendo quindi il concetto di Area Vasta
Tanto caro alla Comunità economica europea le altre città metropolitane
Istituite e quelle istituite con con legge nazionale e ciò dà dignità alle nostre tre nuove aree metropolitane quella di Palermo Messina e Catania R ed è possibile un serio dialogo fra territori equipollenti sia per l'estensione territoriale è sia per la popolazione
Noi democratici e riformisti quindi
Voglio fare un appello lo faccio io me lo consenta Presidente mi rivolgo principalmente a me stesso quindi a tutti i miei colleghi
Affinché affinché si possa realmente trasformare quest'Aula dal luogo in cui troppo spesso si sono consumati seri riscontri tra Governo e Parlamento tra maggioranza e opposizione tra chi vuole innovare e chi conservare
Al luogo dove anche attraverso leale e costruttivo dialogo e confronto si possano fare le riforme giuste per rilanciare la nostra Sicilia
Per la maggioranza è arrivato il momento di ricompattarsi
E di dimostrare di non essere come qualche giorno fa l'ha definita un collega parlamentare
Una maggioranza raffazzonata
Per dirla in termini calcistici occorre oggi un colpo di reni per ricominciare quel percorso che deve portare alle grandi riforme che hanno come obiettivo quello di cambiare il volto di una Sicilia che oggi è in ginocchio
Affossata danni e anni che immobilismo politico e di mala gestione
Ed è proprio in tale direzione che noi dei DRS vogliamo lavorare cominciando proprio dal confermare il nostro appoggio al Governo e votando favorevolmente DDL con il quale oggi ci apprestiamo a fare una riforma importante per la Sicilia e per tutti i siciliani
Grazie grazie onorevole Lo Giudice ha chiesto di parlare l'onorevole Anselmo
Prego onorevole
Grazie Presidente
Governo onorevoli colleghi
Oggi finalmente con questa norma diamo attuazione i principi stabiliti all'articolo quindici del nostro Statuto e in ossequio alla legge sette del due mila tredici approvata da questo Parlamento copriamo il primo passo verso l'obiettivo della razionalizzazione dei servizi al cittadino
Ciò comporterà con l'auspicata riduzione dei costi e la pubblica amministrazione da tutti percepita e richiesta
E consentire al Governo della Regione di reperire quelle risorse idonea
Da destinare ad opere in trascritto infrastrutturali e di rilancio dell'economia siciliana
La possibilità poi prevista in modo premiale di favorire l'incremento dei livelli di efficacia ed efficienza dell'azione amministrativa degli enti coinvolti
Comporterà sicuramente un miglioramento dei rapporti tra i cittadini nella pubblica amministrazione e questi in ossequio e in attuazione dei principi contenuti nella nostra Carta costituzionale
L'ulteriore scommesse spira assessore
è quella della determinazione dei criteri sulla base dei quali
Saranno definiti i servizi e le funzioni oggetto di accorpamento così come testualmente recita la normativa che andiamo che ci apprestiamo a votare
Il risultato ottenuto dopo unitario che dire travagliato diciamo è un mio femminismo
Porta la nostra Regione all'avanguardia l'attenzione della politica nazionale la Sicilia si conferma ancora una volta un laboratori laboratori d'Italia
Questo risultato è stato raggiunto con l'apporto di tutti sia i componenti della maggioranza
Ma anche in particolare con l'efficace stimolato pur stimola il pungolo delle opposizioni
Che nonostante i proclami di aborto e di istituzione i colpi di Stato da un canto hanno costretto il Governo ad un amico ora elaborazione testuale della norma e dall'altro ha costretto noi maggioranza ad un più efficace apporto di dare e di soluzioni innovative e per certi versi anche rivoluzionarie del precedente assetto degli enti coinvolti
In tal senso mi sento di esprimere a livello personale un vivo ringraziamento a tutta l'assemblea per il lavoro fatto fino a qua e che porterà sicuramente al miglioramento dei rapporti tra i cittadini siciliani e la pubblica amministrazione
La rivoluzione che iniziate in Sicilia nell'ottobre due mila dodici
Continua ad esplicare lentamente ma coerentemente inesorabilmente i suoi risultati positivi dobbiamo impegnarci certamente ulteriormente per proseguire nel percorso intrapreso ognuno nel proprio ruolo
Ma ognuno con il fine ultimo di perseguire il benessere della collettività e questo per riportare fiducia
Dei cittadini nei confronti delle istituzioni e della politica tutta e per far percepire altresì
Il cammino intrapreso è finalizzato al solo scopo di riportare la politica al servizio dei cittadini e non a meraviglia per gestione di poteri impropri che non le competono
Per questo confermo diciamo la il voto favorevole mio del gruppo di articolo di articolo quattro al disegno di legge sui liberi consorzi grazie
Grazie onorevole Acierno ha chiesto di parlare l'onorevole Siragusa prego onorevole
Grazie Presidente signori al governo colleghi
Dopo un anno forse poco più dall'annuncio a Domenica in da parte Presidente Crocetta dell'abolizione delle Province
Riusciamo finalmente ad arrivare un ad un voto che mette finalmente
Un primo punto a questa importante riforma
Probabilmente forse la prima vera riforma che questo Parlamento compie nella sua legislatura che va a toccare direttamente e a incidere sulla vita dei dei cittadini
Una riforma che
Il Movimento cinque Stelle ha fortemente voluto ha fortemente contribuito a portare a compimento ed importo
Una riforma che nasce nel nostro programma e nasce dalla convinzione ed alla coerenza
Che durante tutte le fasi di questo o di questo anno iniziando con la legge sette e terminando con i lavori in Commissione per questa legge e per i lavori in Aula per quello che stiamo facendo in questi giorni
Ma entro cinque stelle ha contribuito in maniera determinante alla al risultato che stiamo ottenendo
L'abbiamo fatto con i mezzi che l'Aula ci consente ovvero con il voto determinando in tal senso l'introduzione di principi importanti come quello del referendum confermativo
Come quello dell'estensione della Città metropolitana non soltanto al Comune capoluogo ma all'area metropolitana così come
Disegnata dal decreto presidenziale del novantacinque
Sono tutti elementi in cui
Non abbiamo né mai cambiato idea
Ne è mai ci siamo posti come stampella del Governo noi abbiamo
Coerentemente seguito quello che era scritto nel nostro programma è quello che i nostri attivisti ci hanno imposto con il loro voto on line
Per cui rivendichiamo anche come nostra la partecipazione a questo disegno di legge
Un altro elemento importante che è uscito a nostro avviso da questo anno e da questo ultima dibattito in Aula e
L'assoluta insipienza certe volte l'in costanza del Governo nel saper
Presentare sia quest'Aula che ai cittadini una prospettiva divisione futura di quello che può essere l'assetto dall'ente di secondo livello
Spesso è vero bisogna ammetterlo è trapelata l'impressione che sostanzialmente al Presidente Crocetta interessasse soltanto poter continuare
A fare spot televisivi o continuare a mantenere i commissari all'interno dell'ex province
In questo senso noi visto che ancora manca un tassello importante per completare questa legge che è quello del
Competenze ed è forse il tassello più importante in cui veramente si riuscirà a capire che cosa potranno fare nel futuro queste città metropolitane questi libri consorzi
L'invito che formuliamo in maniera o ferma e forte
è quello di iniziare sin da domani a lavorare a questa legge e non come è stato fatto dopo la legge sette del marzo dal due mila tredici
A presentarsi poi sostanzialmente quasi a scadenza del trentuno dicembre con la nuova legge
Quindi l'invito e fermo in questo senso e a presentare al più presto
Almeno allora i lavori della Commissione almeno i gruppi parlamentari quelle che sono le idee le basi su cui poter costruire in futuro questo
La competenza di questi libri consorzi
In conclusione il nostro voto sarà favorevole sarà favorevole a questo disegno di legge appunto perché un nostro punto programmatico e appunto perché riteniamo fondamentale la partecipazione del momento cinque stelle alla stesura di questa legge grazie
Grazie onorevole Siragusa ha chiesto di parlare l'onorevole Di Pasquale prego onorevole ne ha facoltà
Signor Presidente Assessori colleghi parlamentari
Io penso che siano trascorse
Quasi quattro settimane che hanno visto impegnato quest'Aula impegnata quest'Aula su questa importante riforma
Vi dico che
Con non poche difficoltà chi ama la politica e chiama intervenire nelle questioni della politica
E si è trovato in maggioranza che ha fatto la scelta di stare in silenzio pur di agevolare i lavori d'Aula qualche sacrificio lo
L'ha fatto e questo ha fatto il sottoscritto ma anche altri colleghi niente
Ora siamo arrivati al voto finale ovviamente io non voto dichiarazione di voto conto del Gruppo lo farà il mio Capogruppo
No ci tenevo ad intervenire alla fine di questo mese di lavoro per
Fare due riflessioni
Veloci
Innanzitutto esprimere quella che è la soddisfazione
Di chi vede una propria opinione un proprio pensiero definirsi io sono stato contrario
Alle Province già dal Sindaco della città di Ragusa e da ex Presidente del Consiglio provinciale
Sono stato anche accusato di cortigianeria
In quest'Aula perché può Espresso quanto artigiano colpiti col pigiama sono stato definito un cortigiano
Perché
Ho sostenuto quell'opinione la mia opinione di contrarietà verso quella forma di provincia per me superata
E allora ripeto ed arredo con altrettanta determinazione proprio perché non solo
Accusa quanto più infondata non possa esistere proprio perché le
Le dichiarazioni mie
Contro
Quell'apparato controlli improduttività delle Province risalivo risalivano a molto prima dell'impegno politico assunto
Con il presidente Crocetta
E sostenute legittimato dei miei elettori
Quindi
Sono contento sarò contento ci credevo prima e oggi ho questa opportunità l'opportunità di votare
Per questa riforma prima è intervenuto il
Consigliere deputato l'onorevole Siragusa dicendo noi abbiamo una paternità su tutta questa vicenda o meno
Voi avrete svolto un ruolo
Importante perché non dobbiamo dimenticare che questo Governo
Non ha
Purtroppo una maggioranza
Elettore una maggioranza parlamentare in quanto gli elettori e questo sistema elettorale non l'hanno determinata e nonostante
E questo questo Presidente della Regione questi Assemblea
E questa maggioranza perché
Attenzione
Oggi
Non è la vittoria e il risultato
Del Presidente della Regione oggi è il risultato
Di questo Parlamento
Di questa maggioranza e di coloro che hanno contribuito a fare questa riforma
Perché quel che è una riforma che è possibile averla e farla isolamento e perché l'ha voluto
Questo Parlamento e non
Un uomo solo chiunque esso sia o Presidente della Regione
Può Presidente dell'assemblea oggi c'è stata una maggioranza che dopo un mese
Dico lavoro di impegno insieme ad altri colleghi ha determinato e determinerà questo importante risultato
Questo importante risultato e credetemi riforme così importanti forze non è venivano fatte da meno da vent'anni
Le ricordo che io
E quello della riforma e della riforma dei mesi del Sindaco delle quel egli ha visto l'elezione diretta dei sindaci ma poi dopodiché
Quest'Aula e da decenni ferma
Per quanto riguarda davvero
La politica ai risultati parlamentare io due cose sole voglio dire a chi è intervenuto
Ne ha ribadito no perché caro Presidente io non sono intervenuto neanche una volta per quattro settimane
Io ho ascoltato tutti forse sono uno dei pochi parlamentare che ha votato e ascoltato tutti gli interventi
Quindi
Qualcuno da questo
Podio diceva
Fra dieci mesi ci renderemo conto
Degli imbroglioni
Fra dieci mesi l'imbroglio sarà svela
Ma i genieri ma il presidente Crocetta ma anche
Prossimo a scadenze a Fulvio dimissioni o non so che il coso
Questo è un Presidente della Regione chi vuole governare e vuole governare per
Tutto il mandato quindi
Mi sembra davvero riduttivo
Il portare
Qui
Un'argomentazione tale
Da un Presidente della Regione e la sua maggioranza volto a fare questo colpaccio e poi solo dieci mesi ci renderemo conto tutti chiederò un bluff
La buona fede di quel sito intervento legislativo in pieno perché il primo a saperlo che dovrà dare conto e ragione è proprio il Preside
Dal progetta che non scomparirà fra dieci mesi
Ma chi acquisterà per altri quattro anni
E quindi è pronto ad assumere tutta la responsabilità
Nel caso ce ne dovessero essere ma non è questo il problema noi abbiamo creduto
E crediamo in questa riforma Presidente concludo ringraziandolo di questi due minuti che mi ha voluto Congedo
Un'altra cosa
Non si può salire qui sopra
Per sostenere
Che
Lo presenta uno scandalo per i poveri siciliane non potranno votare
Il Presidente della Provincia
Ciò avviene tra i popoli dopo alcune piogge il diritto di votare
Per i vostri parlamentare
Per l'opposizione datori Pecci mentre porla contare da qui
Che lo abbiamo edizione sconvolti perché c'è un equivoco colpi oggi
Di votare perché stiamo togliendo il pensiero di votare per il Presidente
Della Provincia e davvero ridicolo
E davvero ridicolo
Questa classe politica
Appalto lo scempio tende poi molto più grave all'Italia agli italiani e oggi venite qui a tanti lei passione
Su quali sono i furti
Abbiamo fatto
Ai nostri cittadini che si trovano spogliati del voto democratico del Presidente della Provincia
Dipasquale ha chiesto di parlare l'onorevole Di Mauro prego onorevole ne ha facoltà
Ormai l'onorevole Drago
Con questo con questa legge
Ormai non più oggi quel più fare segnare
Presidente avevamo sostenuto nel corso
Della passata legislatura ma per la verità abbiamo continuato a farlo anche in questa
La necessità di eliminare le Province e volendo essere coerente con quella che avevamo detto a suo tempo che abbiamo ripeto riproposto
In questa legislatura credo che idea delibere consorzi
La mia almeno la nostra è un'idea assolutamente diversa rispetto
A quello che è stato lo svolgimento del dibattito è il dispositivo legislativo che viene fuori
Da queste lunghe giornate in cui si discute si è discusso questo nuovo disegno di legge e lo dico questo
Perché in verità mi fa piacere che c'è l'Assessore qui presente
Non si è mai parlato in realtà di quale dovesse essere il contenuto dei libri contro se credo che sia uno spirito con cui è nato l'articolo dello Statuto
Perché se si voleva rispettare il dettato lo Statuto credo che non avremmo dovuto svolgere forse anche accapigliarci su quelle che dovevano essere
I valori le idee i progetti
Attorney quale dove uno formulati i liberi consorzi e quando dico questo mi riferisco
Soprattutto all'idea che porzione di territorio per valore paesaggistico per valore ambientale per fatti culturali per le prospettive di sviluppo e per quant'altro si deve essere cassati o potessero esprimere autonomamente
L'idea il Progetto è una porzione di territorio per dar vita a un libero consorzi e da questo
Far nascere una serie di suggerimenti al Governo regionale al Governo nazionale con cui
Mettere in campo
Iniziative che potessero vere da parte ripeto di chi governa in questo momento a Palermo e Roma
I le giuste attenzione e quindi i giusti lì i giusti impegno di spesa tutto questo non si è svolto
Ci si è limitati alte i accapigliarci
Su quella che doveva essere o da un lato una sorta di spending review che poneva la questione politica della riduzione dei costi e quindi relazione della Provincia come se questo non si potesse fare
Con la riduzione dei consiglieri provinciali delle i componenti della Giunta con la riduzione di quello che è l'impegno di spesa in favore di costoro e la riduzione delle piante organiche
Senza parlare di quella che che in questo momento la geografia in cui vengono individuati i territori che interessano le Province ed è quello che posso capire secondo l'emendamento aggiuntivo che è stato
Proposto dal Governo credo che ahimè
Questi resteranno liberi consorzi e così andrà avanti
Per il futuro la Regione Siciliana non faremmo altro che in buona sostanza cambiare la tabella che invece richiamarsi libera Province si chiamerà
Chiamarsi province regionale si chiamerà libero contumace e allora io credo che
A tutto questo si è giunto nel corso del dibattito anche l'intervento del Governo nazionale
Perché quando il Renzi nelle sue dichiarazioni programmatiche ma poi lo ha detto più volte ha detto che deve eliminare il Senato
Perché non è più opportuno questo doppio passaggio nel Parlamento delle leggi ai fini dell'approvazione non è più opportuno tenere in campo un livello istituzionale che la Provincia regionale
Io credo che di fatto si è arenato qualsiasi disegno di sviluppo o di
E o di rivoluzione di questo di di questo disegno di legge tant'è che a proposito delle funzione delle competenze di fatto
Si sono appena elencati
Alcuni alcuni obiettivi di molto genericamente per potere anche con questo disegno di legge creare il presupposto da un lato
Delle la possibilità di continuare a nominare i commissari dall'altro avere una pezza d'appoggio per potere riprendere il discorso non appena il Governo nazionale come gli ancora il Parlamento nazionale avrà netti
Quindi siamo dinnanzi
A un'ulteriore
Passaggio legislativo che di fatto non legifera alcunché
Su quelle che dovranno essere liberi consorzi e non avendo colto il Parlamento l'appello
Che è quello proprio di stabilire quali sono ecco colti quale significato che bisogna dare al Libero consorzio di fatto noi sospendiamo ogni giudizio però dico questo proprio ricordando una trasmissione
Che si faceva negli anni Cinquanta non è mai troppo tardi mi auguro che non sai che non siamo è troppo tardi per questo Governo formulare una proposta
Al Parlamento che sia sostanzialmente all'altezza di quello che è stato il significato e quando ha voluto dare i nostri padri costituenti
Quando hanno stabilito che nell'ambito lo Statuto dovesse essere indicata
La
Possibilità per per i siciliani delle vita e liberi consorzi allora
Noi
Sospendiamo ogni giudizio ci asteniamo dal voto
Nel presupposto che questo Governo al prossimo disegno di legge che presenterà avrà modo e in maniera di concepire qualcosa che interessa è realmente sic gli anni e non interessi
Più che altro
Un semplice fatto di comunicazione o quanto meno
Portarselo l'orpello prima che lo faccia il Governo nazionale
Delle due l'azione cosiddetta apparente delle Province grazie
Grazie onorevole Di Mauro ha chiesto di parlare l'onorevole Falcone prego onorevole
A seguire l'onorevole Formica Alongi
Grazie Presidente per dichiarazione di voto Forza Italia io credo che questa legge
Alla fine di un travagliato percorso debba
Suggerire qualche considerazione
Qualche riflessione sui risultati sulla ricaduta che ha la stessa potrà avere
Nel futuro
Nel futuro immediato
E in un futuro diciamo così negli anni avendo
Futuro immediato
è una norma che di fatto non cambia nulla non riforma nulla e una norma che potremmo dire
Quasi far locale assessore Valentini
E spiego anche il motivo perché perché di fatto è una norma che non stabilisce le funzioni sebbene neppure da qualcuno alla legge dia all'articolo dieci
Ma rinvia sostanzialmente alla nuova legge a una nuova legge che si dice essere istitutiva quando invece e questa stessa una legge
Istitutiva dei liberi consorzi
è una norma che doveva portare
Un risultato qualche collega ha detto di spending review cioè di contenimento di spesa
E allora avremmo avuto avremmo dovuto avere
A seguito di questa norma un'ora relazione tecnica finanziaria
Per capire in effetti
Quali erano i risparmi e la stessa dopo l'ente
Portare
Non abbiamo avuto assessore Valentini non c'è una scheda non c'è una relazione tecnica non abbiamo detto da dove si parte o meglio lo sappiamo
Ma non abbiamo mai descritto dovrà vivere
Quali saranno
Quali sarà il costo dei servizi di quei servizi che liberi consorzi assieme alle città metropolitane dovranno effettuare in nome e per conto di cinque milioni di siciliani
Non è stato detto
Non abbiamo capito
Come vorremmo ottimizzare i servizi razionalizzando la spesa
Non abbiamo detto quali sono i servizi fondamentali e strategici e vorremmo mantenere in capo ai liberi consorzi e quali invece sono i servizi che eroghiamo decentrare ai comuni
O assegnare alla Regione
Non abbiamo detto quali sono gli enti che dovremmo sopprimere per accentrare le funzioni in capo a questi liberi consorzi terre
è morire quell'apparato di partecipate di enti risottoposto di sottogoverno a cui aveva fatto riferimento il Presidente Turano getta
Nulla di tutto questo questa è una norma dovrebbe è una buffonata
E lo diremo no nell'immediato vado vedremo nel futuro negli anni a venire quando
I siciliani
Si sveglierà hanno e norme tecniche Crocetta si dovrà
Sottopone al giudizio dei siciliani no assolutamente
Vorrei diranno i siciliani in maniera molto serena perché quando chiederanno la manutenzione delle strade
La manutenzione degli edifici scolastici
Il miglioramento del servizio per i disabili quando chiederanno una burocrazia più efficace
Quando chiederanno una integrazione tra
Governo locale niente intermedie Regione
Cuesta non avverrà Berlinguer muovendo la
Sarai certificato nel palline avendo
Questo accordo caro onorevole Siragusa terza toppato tra il PD tutto quello a
Poi maggioranza avrà captata e il Movimento cinque Stelle lì cari amici dal Movimento cinque Daniele andrete ad attestare accerti d'Italia a mettere il bollo come voi sarete come siete
Responsabili dai decadimento della Regione siciliana altopiano informa
Onorevole Siracusa ma di cosa parlate parlate del nulla non avete compreso alcunché
Dopo essere qua da un anno M. e allora ecco perché oltre tale è contraria
E non è contraria come qualcuno nominare
Del diritto vuole dire siamo conservatori noi siamo conservatori dica cosa
Delle buone prassi noi siamo conservatori
Delle tradizioni più innovative vanno e al contempo siamo in contrasto
Con un Governo che contrasta gli interessi dei siciliani e lo diciamo
In maniera molto chiara lo diciamo in maniera molto franca una legge che ha dovuto essere
Visto rivista una legge che è stata vane Diaz pone
Di vari incontri di vari confronti Riva rispondo lì una legge che ha un grande risultato lo voglio dire
Al Capogruppo del Partito Democratico
A cui mi lega un rapporto di stima e di grande lealtà è una legge che mette in mano
Uno stupendo
Artan bivacca
Dati di quelle sopra avvalendo e si sono uniti alla corte di Crocetta per andare poi a chiedere per portare all'incasso
Una vergognosa dall'importo va e di riforma non ha nulla ecco allora si
Ci saremo ci saremmo aspettati di noi altro comare ha detto l'UDC quando diceva dovremmo
Noi chiediamo
Chiarendo che si sia all'abolizione delle Province come hanno fatto altrui nel nord Italia una legge voto che abolisce all'ente intermedio con una legge voto ma è altra cosa
Qua invece
Il risultato che hanno ottenuto
Alcuni partiti raccogli dieci di Cuesta maggioranza di andare domani
Dal signor Presidente
Della regione siciliana col cappello in mano per dimostrare Tia viaggi certi invitato
Chi ha evidenziato maggiore affidabilità maggiore fedeltà per poi avere
Questo o quell'altro ruolo nel governo regionale
Resto a quell'altro ruolo all'interno di un settore strategico per la vecchia politica nella sanità siciliana
Ecco perché
Presidente e concludo mi dia qualche altro minuto la prego
Qualche altro secondo per poter dire che questa riforma mi ricorda tanto
La riforma che certa o dove erano col Partito Democratico band quale Sturba l'importo ma delle aree di sviluppo industriale
Quella riforma dovevano presentare la panacea allo sviluppo della Sicilia vi ricordate Confindustria cosa diceva
Vi ricordate cari colleghi che eravate presenti ed è stato il più grande fallimento il più grande fallimento di tutti degli ultimi vent'anni della Regione Siciliana
Quest'altra norma quest'altro disegno di legge che da qui a qualche momento arriverà al varo grazie soltanto a coloro che la voteranno ecco perché chiederemo il voto palese nominare
Per dire e sottolineare chi è contro e chi appone
Per poter dire in maniera tale che Ara chi è che contrasta disinteressi dei siciliani e che invece in maniera
Anche
In solitaria è ancora orgoglioso di poter dipende deve le proprie idee le proprie posizioni conto una cultura generalizzata di aver di recarsi alla corte del principe è così è perché qualcuno poi si autodefinisce da quest'
Odio cortigiano non siamo noi e scusate io non Bettiza c'è qualcuno rivuole
Ha avuto certificarsi
E crearsi qualche etichetta bene sono affari propri ecco perché noi votiamo no conto questa norma e ho concluso Caro Presidente nella convinzione la consapevolezza che non risolverà nulla che non
Creerà alcun tipo di risparmio
Che andrà a ingarbugliare ulteriormente che creerà ulteriore pastoie burocratiche lasciando magari nell'ansia nell'attesa
Nell'aspettativa di quel giorno che non verrà mai che sono di poi i problemi
Dei siciliani che ancora rimangono tutti nel tappeto certificati da una grande manifestazione odierna che dimostra
Lire i caccia il fallimento di questo Governo
Grazie onorevole Falcone ha chiesto di parlare l'onorevole Formica prego
Grazie presidente e onorevoli colleghi
Io pensavo
Che una delle pagine più buie che questo Parlamento glorioso
Avesse scritto fosse stata quella dell'ultima finanziaria
Purtroppo Presidente e onorevoli colleghi Viterbo ricredere
Perché con l'approvazione
Di questo obbrobrio che chiamano riforma delle Province
Si è superata
Quella norma che pure aveva raggiunto l'abc ma mentre quella norma e cioè la Finanziaria non era stata figlia del Parlamento non era stata figlia
Con emendamenti da parte dei parlamentari non era stata come dire stravolta dal Parlamento ma era uno Stato Attilia bella protervia della
Prego pervicacia
Di un Governatore che avrebbe insistito per andare a Parbat della Regione qua siamo in presenza
Di una norma
Che è stata proposta dal Governatore Crocetta Marco è stata portata avanti con valido e appassionato supporto da parte della maggioranza che lo sostiene
Età
Io oserei dire che
Dopo più di nove mesi
Di gestazione
Durante i quali
Ci sono state diverse vinacce l'aborto per questa per l'iter parlamentare di questa legge diverse
E numerose minacce l'aborto
Basti pensare
Al voto d'aula che ha bocciato
La proposta di rinnovare il commissariamento della delle Province avvenuta non più tardi di qualche mese fa
Per non parlare del percorso di questa legge in Commissione dove
Abbiamo assistito al paradosso di un Presidente di Commissione
Autorevole esponente della maggioranza che sostiene questo Governo e mi riferisco all'onorevole Cracolici
Ha incardinato una sua proposta di legge
Alla quale
Il Governo ha presentato una serie di emendamenti che uno dopo l'altro sono andavano quella proposta di legge presentata dal Presidente di Commissione appartenente alla sua stessa maggioranza
E poi l'abbiamo dovuta sostiene pure assistere pure scusate
Alla
Condotta del Governo stesso che di volta in volta ritirava quegli emendamenti e che di volta in volta rispetto a proposte emendative
Ha dichiarato tutto e il contrario di tutto
Essendo riuscito financo a dichiarare approviamo qualsiasi cosa pur di arrivare in Aula venti approviamo qualsiasi cosa pur di arrivare in Aula
Perché arrivare in Aula si vuole fare una riforma
Innovativa per il bene
Della nostra Sicilia o si vuole dare o si voleva
E si vuole dare un supporto legislativo senza offesa per la parola legislativo
Alle dichiarazioni
Che incautamente sono state di volta in volta rilasciate dal premio dal presidente Crocetta ai vari giornali e nei vari salotti televisivi dai leader parlamentare
Della legge
Non può che confermare questa seconda versione
Al Presidente Crocetta e alla sua grappa Sonata a maggioranza come la chiamata l'onorevole Falcone ma onorevole Falcone si riferiva saltimbanco a cosa si riferiva
Sarà più o meno saltimbanco
Santa posti anche saltato con i vari sinonimi
Polemica la prego una domanda la ragione Presidente ma sa gli interventi che ascoltiamo in Aula poi ci danno la stura per proporre altre cose
Quindi dicevo
Il percorso della in Aula di questa
Variopinta norma non so come definirla in altro modo che ha visto il Governo soccombere più volte sotto i colpi dei
Del dei voti segreti che hanno testimoniato come alla fine
I veri supporter
Di questa riforma e per motivi loro ideali che nulla hanno a che vedere
Con la realtà
Di ciò che si è approvato è stato il Movimento cinque Stelle che per Statuto
è contro le Province e hanno dovuto sopportare penso loro malgrado penso loro malgrado
Una
Porcheria picchiavano riforma che tale non è ma ogni qualvolta è mancato quel supporto la larga io raccoglitrici a maggioranza di questo dal Governo a supporto di questo Governo non è sia esistita più e si è spogliato sono Presidente di Gruppo Presidente D'Elia non ho parlato in questa rispetta né lei non Bodiroga ne parla
Comunque la prego la prego di concludere o meno di ciò che faceva la prego di di laurearsi alla congruo oggi la prego onorevole Formica grazie dicevo
Andando poi a dimostrare vede quella larga maggioranza non esisteva più e non le si è sciolta di volta in volta come neve al sole per finire
Si è arrivati all'unica conclusione possibile
A cui si poteva arrivare Presidente e cioè
Togliere il vuoto ai cittadini impedire
Ai cittadini di esprimere col proprio vuoto da quale ente vogliono essere governati e amministrati abbiamo proposto di volta in volta una serie
Di emendamenti che avrebbero quasi azzerato il costo degli organi politici in ossequio a quella che chiamano spending review che poi revisione della spesa
Ci siamo trovati davanti a un vero e proprio pura di gomma ci hanno detto che erano disposti a trattare su tutto nessun contrario di tutto bundle sull'elezione diretta da parte del i cittadini distruggono l'ente intermedio impediscono che i cittadini possano richiedere servizi inefficienti e adegua ATI corso allo scopo di impedire la democrazia per poter dare sfogo
Alla nomina di tomba di
O nella migliore delle ipotesi
A la libera contrattazione baratto ritirato tra vari Sindaci per potere essere nominati tramite contrattazione ognuno capisce quello che voglio dire
Presidenti di questi fantomatici consorzi Badia e ancora di più alla fine tra le varie contraddizioni e finisco Presidente tra le varie contraddizioni dei vari articoli che si sono approvati
Di tutto il contrario di tutto lungo l'iter parlamentare di questa legge
Si è fatta addirittura una norma di legge perché siamo alla terza edizione
Di una legge cornice
Che a Udine sono posti solo scopo
Di consentire il prolungamento sine die ieri
Dei commissariamenti senza nessun controllo popolare il succo ove operano su quali servizi erano però su quante somme spendono e Corbelli spendono questi talk ed rilevante risulta do che queste a maggioranza i NAS seguirò
Ad un Presidente deve tutto vuole tranne che governare e legiferare per il bene dei cittadini
Ma semplicemente poter dichiarare sui giornali o nei salotti televisivi sono stati il primo noi non vogliamo essere i primi e finisco
A distruggere
La Sicilia cerchiamo di opporci cerchiamo di opporci a questa norma che il Papa era palline i Comuni e impedire ai cittadini di eleggere liberamente i propri rappresentanti e di avere servizi efficienti non sono e totale completo motivato
Grazie onorevole Formica ha chiesto di parlare l'onorevole
Prego onorevole
Presidente soltanto un minuto per interne intervengo sull'ordine lavori per farle una preghiera anzi due preghiere siccome siamo chiusi qua dentro da più di un mese a parlare sempre delle stesse cose io le
Come dire manifesto che ho la nausea riparlare di questo argomento ne posso più
Le posizioni in campo sono abbastanza definite allora capisco lei non può diciamo tarpare le ali al dibattito non è nelle sue facoltà ma le chiedo a nome mio di molta gente presente in aula e dei siciliani che non ne possono più
Di rispettare infettare quanto meno il tempo a disposizione per i deputati e diamo di non accettare più iscritti a parlare chi si è esaurito adesioni chiediamo all'Assemblea se siete d'accordo Madani non ancora fatto richieste di audizione per pagare beh onorevole restrizione a Padova e lo siamo più per fare come lei sa benissimo che io devo probabilmente la volontà che nell'Assemblea perché non è non è previsto siamo in dichiarazione di voto però accolgo ovviamente alla richiesta fatta onorevole Cascio quindi se non ci visto che non ci sono altre
Richieste se l'assemblea l'accordo dichiaro chiuse le iscrizioni a parlare e dopo immediatamente la parola all'onorevole
Alongi che ha chiesto di parlare e la prego onorevole Di
E arrestare entro
I cinque minuti
Grazie onorevole Alongi grazie presentarsi onorevole Cascio sopore prevede in questo senso
Allora cerchiamo di rimanere entro i cinque minuti visto che ormai
Via leader vedi che io non credo che sarà
Per
Onorevole Cordaro stiamo perdendo più tempo in questo modo prego onorevole alloggi la prego grazie Presidente
Il mio intervento sarà oltre sarà sotto i cinque minuti
In queste quattro settimane per quanto mi riguarda
Basta controllare botole troni con sempre votato ogni emendamento ogni subemendamento non sono stato ma è assente non sono rispettoso dell'Aula e di quello che era questa norma questa legge
Caro Presidente caro assessore
Mi sarei aspettato e avrei votato volentieri una legge
Innovativa
Che non lo è stata e non lo è
Una legge innovativa
Che guardava una gestione dei rifiuti in maniera diversa che avesse fatto risparmiare i cittadini delle variare chiamiamole metropolitana dell'ex province
Una migliore gestione del servizio di gran dragato con un minor costo e una migliore utilizzazione del servizio idrico complessivo una gestione dei beni monumentali e storici una gestione del scolastica di secondo grado
Una protezione delle scuole una lira legge guarda se la gestione dei trasporti pulegge guardasse alla gestione dei servizi assistenziale
Ma questa legge tutto questo che ho appena detto mi permetto di dire
Non ne vedo assolutamente traccia non ce ne
Alcuna
Vede
Mi rivolgo al presidente Crocetta che in questo momento è assente ma quello che le dico sono sicuro che poi dagli atti e lo potrà rilevare il presidente Crocetta
La seduta scorsa lo dico per qualcuno che propriamente rompo disattento ha fatto un'affermazione particolarmente grave delicata è importante e io la voglio risottolineare ripuntualizzare
Il Presidente Concetta ci sono atti che parlano ha detto che
I costi sui servizi socio-assistenziali
Nelle varie province
Hanno proporci sono sproporzionati e diversi da una provincia all'altra beh Presidente crocette io le dico con molta onestà
Che mi aspetto e sono cento che lei ha aprirà un'indagine che farà convocherà i commissari affinché se esistono
Sperperi se esistono zone di omissioni o zone d'ombra
Denuncia alla Procura della Repubblica chi ha commesso danni ma per colpa di qualcuno che ha sbagliato chiaramente tutti quanti potrà essere responsabile queste troppo comodo e a me
Nos va bene non sta bene perché dipendono integrità di tanti onesti lavoratori delle Province che hanno sempre il vostro lavoro con grande impegno grande correttezza istituzionale e morale
Vede
Ho ascoltato gli interventi di tutti non mi sono mosso dal mio dal mio posto e avete usato tutti dall'altro lato una parola che finisce con pari onestà
Rivoluzione
Riduzione dei costi innovazione
Io aggiungerei Acquette tre parole compunzione finisce pure ione
Mi creda non c'era motivo occorre Presidente finisce questa ione e questa è la legge che ha creato tanta tanta confusione in quest'Aula e anche dalla gente dai cittadini ETA deve delle Province votati con grande schiettezza grande chiarezza
Finisco
Lancio una sfida
Assessore
Se lei l'accetta la conosco per la sua integrità politica e sono sicuro che la sfida che lancio nell'accetterà
Però vede
Le parole volano troppo spesso teniamo su cui dopo diciamo le cose come vanno via lavoravano nell'aria io mi auguro
Anzi io spero che l'accordo per favore
Io spero e mi auguro che lei assessore
Faccio un report
Dove non paga di carta ci scriva e ci dica i costi e di oggi delle province
Eccoti domani delibere i Consorzi dei liberi consorzi e delle aree metropolitane e qual è la differenza e quando abbiamo risparmiato nella Sicilia
E quando nel tornato idrici reali questo è la morale della politica di chi fa innovazione di che pare induzione di chi fa una politica nuova e trasparente
Quindi io mi auguro caro assessore caro Presidente e concludo
Che questa legge
Io sono convinto i danni che farà saranno in quantificabile riparabile ma purtroppo ahimè
Quando scriveremo questa pagina buia e triste della Sicilia saranno passati almeno due tre anni
Perché mentre l'ha detto l'altro giorno che Commissione restano in carica per ottobre come proroga le preannuncio e sono certo che dovete nominare altri commissari e per sarà ancora qualche anno e mezzo e lascia delle Province ancora mi permetto dire in balìa alle onde in una barca che non ha remi che non ha timone
E che non ha mi permetto di dire percorso lucido è chiaro quel che è un danno inqualificabile prepara ambire dote ed assume la responsabilità di questi costi che sono posti indistinti ingente
Poste che pagheranno i siciliani e che pagheranno i nostri figli e questa terra grazie Presidente grazie a lei onorevole Alonge ha chiesto di parlare l'onorevole Fontana
Prego onorevole la prego di contenere il suo intervento nei cinque minuti se è possibile grazie o tra l'altro brevissimo perché così nel trotto in ossequio anche a quanto detto ed affermato dall'onorevole Cascio
Anche sottoscritto francamente e abbastanza stanco di
Trattare questa materia che viene trovato dibattuto da più di un mese
Ma io non me la sento questa sera non me la sono sentita di non prendere la parola su un argomento così importante perché crea perché oggi si consumi un passaggio veramente triste per popolo siciliano e per la Sicilia
Noi abbiamo tentato in tutti i modi
Di trovare
Una
Come dire perché con grande
Disponibilità ma anche con una grande senso di responsabilità e collaborazione
Le abbiamo tentate tutte per modificare e migliorare questa legge ma purtroppo non ci siamo riusciti perché ci siamo trovati di fronte un muro un muro di gomma
Che non ha consentito assolutamente alcun dialogo e alcuna discussione
Ma credo che oggi veramente noi scriviamo una pagina tristissima
E non è veda quando nasce qualcosa si gioisce oggi noi dovremmo essere tutti contenti per
La nascita dei liberi consorzi
E invece oggi noi siamo francamente molto tristi perché assistiamo al funerale dalle Province
E alla nascita purtroppo di
Un Libero consorzio di liberi consorzi che sono dei mostri dei mostri
Che non hanno né una testa né una quota
Che non hanno i piedi per camminare che è solo un'accozzaglia di norme e confusa
Dove non si capisce nulla
Tra l'altro anche i cittadini saranno privati della possibilità di eleggere i propri Presidenti e quindi questo è un passo indietro rispetto a a quello che noi
Voglio vogliamo e a quello che vogliono soprattutto i cittadini di cittadini oggi si vogliono sentire protagonisti e invece oggi noi le abbiamo privatizzate
Otto del libero voto di potersi scegliere i propri amministratori di potersi scegliere i propri governatori e noi abbiamo tolto anche questa possibilità
Abbiamo anche creato una condizione
Terribile a mio parere
Quella di creare altri consorzi quindi dopo la prima applicazione
Con una soglia che noi speravamo di alla pari a duecentocinquanta mila trecento mila abitanti
E invece siamo riusciti devo dire grazie
Al voto del Movimento cinque Stelle ai levarla solo di trenta mila abitanti quindi riportarla da centocinquanta centottanta mila è questo purtroppo creerà anche la nascita di altri liberi consorzi
E quindi
Non rispondendo più a quel criterio
Che ci ha spinti a bonificare questa queste Province che è quella della spending review quindi al contenimento della spesa e a un milione
E a un'ampia migliore efficienza ed efficacia del del dello stesso ente
Tra l'altro non si capisce quali sono le competenze non si capisce quali sono i veri le vere le vere competenze di questi nuovi enti che stanno per nascere
Dove si parla soltanto
Di
Controllo programmazione quindi si parla solo di aria fritta ma chi penserà alla manutenzione delle strade
Ti penserà alle scuole chi penserà How la bonifica
Delle aree extraurbane chi penserà alla alcun UPA a sostenere i consorzi universitari che sono nate dalle Province chi penserà a sostenere gli istituti musicali e linguistici non si fa nessun cenno a tutto quel sto tranne qualche vago ordine del giorno che noi abbiamo
Voluto e che è stato votato ma
Che vola cosa ma serve questo ordine del giorno credo che non serve proprio annulla considerato che purtroppo questo Presidente questo Governo
Non non danno ascolto a quanto suggerito e a quanto noi con forza diciamo da tanto tempo e da
Tanto da tanti giorni
Io veda assessore che lei
Tra l'altro sarà quella che firmerà anche questo questo a questo disegno di legge
Lei si è assunta anche una grande responsabilità nei confronti dei tossici del dei siciliani perché resterà a memoria di questa Sicilia che questo Governo
A modificato le Province creando questi dei vari Consorzi che sono sostanzialmente dei contenitori vuoti
Sono dei contenitori vuoti che non serviranno annullare che non daranno assolutamente risposte ai cittadini e i siciliani
E che anzi aggraveranno ulteriormente il peso dei costi per quanto riguarda la creazione di questi libri consorzi che lei vedrà che non saranno nove ma saranno sicuramente molti di più perché di eviteranno e ognuno cercherà a
Nella propria città nella propria nella dal proprio io del proprio territorio di creare ulteriori libri Consob

Per magari chissà distribuire incarichi
Presidenze onorevole è un po'il consiglio di amministrazione e quant'altro
Grazie onorevole Fontana ha chiesto di parlare l'onorevole Ragusa non è ai cori sta arrivando prego onorevole Ragusa
Prego anche lei di Conte nel suo intervento dei cinque minuti grazie
Si sta
Io intervengo per dichiarazione di voto
Il Gruppo dell'UDC
Vota favorevole questa norma
Perché riteniamo che
Sia partito
Il treno delle riforme
I colleghi per favore
La prego onorevole Ragusa continui presunto avrà delle riforme perché vede impegnati in quest'Aula
Con un accordo politico fatto nella campagna elettorale passata ed il programma c'erano le riforme
Abbiamo vinto questa tornata elettorale abbiamo il dovere morale di governare i processi di rinnovamento in questa terra siciliana
E con il PD
Con il Partito Democratico a cui noi teniamo in modo particolare di continuare questo rapporto politico siamo pronti
A scommetterci sul nostro futuro
A chi dice che l'UDC è stanco ansimante nelle curve io rispondo che l'UDC è pronto a spendere se per le riforme che fanno bene alla Sicilia
Mi dispiace che
Alcuni colleghi di Forza Italia
Dimenticano quello che sta facendo Berlusconi a Roma sta sostenendo mentre per le riforme importante lo Stato italiano
Ed è
Cardiaca Carlo cani
Perché è bene che voi queste cose le ricordiate perché rischiate di fare l'ennesimo
Vendesi ma cattiva figura in Sicilia
Perché avete fatto compiti elitario onorevole Formichella prego lasci finire che ha travolto che ha travolto il centrodestra in Sicilia
E allora prima di prima di parlare riflette i tempi diventerà lungo e non sono certamente a buffonate Caramico Marco peste è una riforma importante perché noi ci vediamo perché azienda via in Senato però dice
Ed è d'accordo anche a Berlusconi visto che tu sei di Forza Italia noi abbiamo iniziato un percorso importante a livello nazionale a livello regionale per cui
Noi andremo avanti e non ho altre strade e non dimenticato una cosa a carico vedi che oggi va fuori c'erano i forestali già dei Consorzi di bonifica ci sono le famiglie che hanno bisogno perimetri dobbiamo occupare e non certamente a frenare
Le riforme che viveva servono per andare avanti
Per cui
Io dico caro Presidente e chiudo che l'UDC vota a favore
Leale con questo Governo che condividiamo il percorso
Grazie onorevole Ragusa anche per il tempo breve che ha utilizzato allora
Chiesto di parlare l'onorevole Di Giacinto prego onorevole ne ha facoltà
Onorevoli colleghi
Onorevole Vincenzino anche lei lo stesso invito di
Contenere il suo intervento nei cinque minuti grazie
Signor Presidente
Io
In tutto il mese mi sono sorbito tutto il centrodestra permettetemi al mero disabilità metà due minuti tre minuti
Signori per favore
Signor presidente
Mi sia consentito
Prima di fare le mie dichiarazioni di voto che chiaramente come voi tutti sapete annoveri io e del gruppo sono a favore dall'approvazione di questa norma
Fare una premessa
Rispetto al silenzio di quest'Aula
In questi di quello che è successo ieri al Presidente della Regione
Credo che sia stato
Un silenzio
Assordante di quest'Aula
Regole onorevoli Giacinto leggera ricordo che siamo stabiese grandi ad esprimere sia davvero la solidarietà Presidente prego
Presidente
Credo che
Una cosa e la solidarietà personale una cosa e la solidarietà fatta tramite i giornali
Una cosa
Mi sia permesso di
Lo ha fatto il Presidente Ardizzone mi sarei aspettato
Che questo venisse
Da tutti i Gruppi parlamentari presenti in questa Assemblea
Perché non è una cosa ordinaria non è una cosa di tutti i giorni che possa arrivare un proiettile carico al Presidente della Regione per cui
Mi auguro
Come
Il fatto il fatto che ne abbia mago una convenzione
Non lo autorizza non lo autorizza a non dare la solidarietà e la vicinanza
Al Presidente Crocetta che a nome mio e del gruppo parlamentare
Dopo dicendo che
Quello che sta facendo di andare avanti perché credo che non soltanto il mio gruppo ma tutto il Parlamento è vicino altrui
Fatto fatta questa ci mancherebbe è favorevole non credo che nuova si possa
Si possa rompere su queste cose
Rispetto
Howard alla legge sulle province
In questi giorni
Ho letto
Quasi tutte le dichiarazioni del leader nazionali rispetto a quella che sono
L'eliminazione delle province
Non quello che si sta facendo qui da noi perché noi purtroppo lo Statuto regionale ci impone i liberi consorzi di Comuni
è
Mi è sembrato
E mi sembra strano che il centrodestra
Sia rimasto quale ultimo baluardo come l'ultimo genere come l'ultimo giapponese a difendere una posizione mi sia consentita
Sedeva poco ma soprattutto in Sicilia
Una posizione
Che non è più difendibile
Io
Rispetto
Ho ascoltato ascoltato lei onorevole Di Mauro con piacere ho ascoltato
Presidente Musumeci con piacere
Ma
Io non ricordo purtroppo caro Presidente Musumeci quel tipo di provincia che da quei servizi che da quelle manutenzione delle strade
Che da ciò che doveva dare una provincia ecco perché la ritengo superata la ridando superata perché
Oramai la Provincia
Per quanto mi riguarda e per quanto riguarda la provincia di Palermo non faceva
Altro che la festa della Provincia
è la Provincia non si può ridurre a fare la festa dalla Provincia
A spendere soldi per mandare
Cantanti nel
Dei Comuni delle Province
A cui far riferimento queste era la Provincia regionale o la mano
C'è una visione diversa c'è una divisione che
Non poteva e non può essere
Credo contrattata
Perché da un lato c'è
Chi non vede più le Province perché libero Consorzio volete come Provincia
Eravamo trovandoci che ancora immaginario Libero consorzio quando la Provincia per cui
Non ci può essere un dialogo un ragionamento queste una riforma finalmente ed era
Piaccia
O non piaccia
Che sia al per la prima regione la Sicilia o che sia l'ultima questo poco importa questa è una riforma vera è una riforma che
Mette mano al sistema degli enti locali
è una riforma
Che non fa spesa
Per cui i colleghi che hanno parlato prima non si preoccupino
Delle spese che potranno avere questi libri dei Consorzi perché essi saranno dei consorzi soprattutto di programmazione
Non saranno dispensa ecco perché non ci preoccupa il fatto di poter essere
Più di un
Più dei consorzi che solo oggi vigenti quali le province onorevole Di Giacinto la prego di avviarsi se può conclusione grazie
Ho finito nel dichiarare il voto favorevole del mio gruppo
Rispetto alla riforma delle Province grazie Presidente grazie onorevole di Giacino mi scusi se l'ho interrotta ma ci siamo dati questi tempi allora
La ringrazio per avere sottolineato quanto detto prima ma sono certo di poter esprimere il sentimento di tutta l'Assemblea nella essere solidale al presidente già ieri in molti di noi hanno
Ha ovviamente fatto pervenire nostra soli età al Presidente come ha fatto bene a ricordarlo è chiaro che questo Parlamento non può tollerare atteggiamenti del genere ed è chiaro che tutti insieme siamo solidali col Presidente Crocetta ha chiesto di parlare l'onorevole
Filetto prego onorevole ne ha facoltà
Onorevole Cordaro così perdiamo più tempo lo ripeto sono certo che fa un intervento vero cioè nei cinque minuti come abbiamo detto prego
Faccio l'intervento veloce il Capogruppo la per il gruppo ha parlato l'onorevole Ragusa annunciato il voto favorevole del nostro gruppo volevo semplicemente molto velocemente assolutamente anomala e di
Assolutamente
Per fare le una brevissima riflessione visto che
Nel corso di questo lunghissimo dibattito ricco
E per certi versi per alcuni hanno aliante per altri potrebbe apparire affascinante mi pareva dopo
Portare un contributo semplicissimo penso che questa sia una riforma che non ha singoli genitori questa è una riforma figlia di un dibattito ampio che si è svolto
Sia nell'ambito nostro parlamentare sia extraparlamentare e in un momento
In cui sembrava che sulla vicenda della riforma degli enti di aria vasta si fosse giunti
Ad una condizione di empasse
E risultato utilissimo il ruolo della prima Commissione
è il risultato utilissimo io credo il ruolo del Presidente di quella
Commissione a quale va il giusto riconoscimento
Per aver
Con pazienza ha tentato di portare a sintesi una larghezza di opinioni di vedute
Per cui oggi questa
Non è la riforma che io personalmente avrei voluto fosse partorita così come
Non è la riforma che ciascuno di noi singolarmente avrebbe voluto fosse
Partorita ma è la riforma appunto figlia di una sintesi vasta
Utile
Ci si era accusati in una prima battuta era
E questo era l'accusa che veniva rivolta al Governo cioè di proporre una riforma destinata a durare destinata ad incidere profondamente
Nell'azione del governo periferico e che non poteva essere scritta con un annuncio si visse
Fatto alla televisione fatto da Giletti fatto al Presidente Crocetta fatto dal capo di un Governo ma
Ci fu detto
Da vasti settori dal centrodestra le riforme si scrivono insieme
Vi annoia e passo invece di vedere nel lungo dibattito diciamo e nel lungo l'iter le che questa riforma voto
Momenti anche di storici da parte del centrodestra sembrava qualche volta che si volesse fare un passo avanti qualche volta uno indietro e qualche volta nel venuto fuori uno di lato
Si giunge però a sintesi e questa è la sintesi che noi si porta
Dinanzi dei siciliani e certo che
Si vogliono non si voglia siamo i primi rappresentiamo una sorta di laboratorio ma non è qui la primazia ad essere primi nel portare una riforma
Siamo quelli che in qualche misura abbiamo visto a giusta ragione forti in uno Statuto speciale la necessità
Di muoversi lungo una direttrice che è quella che oggi viene disegnata dal Governo nazionale e lo fa con fermezza
E si giunge ad una sintesi che certamente avrà un ruolo fondamentale non è qui la necessità di distinguersi trarre sta oratori è progressisti certo è
Che qui noi non ci sentiamo tra quelli ansimanti né ci sentiamo tra quelli che in qualche modo rispetto all'idea Sturzio Diana
Vedono questa riforma la sua negazione vediamo anzi rispetto all'idea spruzzi anale esaltazione di quel pensiero
Perché consentirà
Il rendere ancor di più i comuni protagonisti di quello che
L'animazione lo sviluppo locale che oggi in qualche modo guardando quello che
Presidente Musumeci
Ti rispetto tantissimo
Guardare quelli che sono i flussi del rapporto Investimenti spesa di investimento e spesa corrente
Che nel tempo hanno avuto le Province
E a me pare di poter dire che invece in prospettiva
Noi questa distonici tali flusso tra e di rapporto tra spesa reinvestimento quindi in conto capitale conto corrente debba essere vi proporzionata e lo debba essere in meglio
Poiché una
Perché una
Delle difficoltà che oggi è l'intervento di ruolo sottolinea
A me è parso di capire una delle difficoltà che oggi hanno le amministrazioni locali è quella di fare centrifuga delle risorse e questa riforma può essere individuata come una sorta
Dicendovi fuga delle risorse
è
Per carità con work in progress ora riforma in progress che sarà
Riempita di contenuti e chiudo mi avvio a compiuti dettaglio più avanti ma è certo che
Renderà ancor più protagoniste le
Amministrazioni locali le autonomie locali Lemmon municipalità dei propri destini evitando doppioni nelle competenze che oggi ci sono
Doppioni nelle competenze che ci sono nel ciclo dei rifiuti doppioni nelle competenze che ci sono oggi nella vicenda della gestione
Ma delle risorse idriche e allora il nostro voto onorevole Presidente a conferma di quello che l'amico Ragusa ha detto è un voto
Convinto
è un voto che punta
Scommettere su una riforma che ribadisco non ha tanti padri ma quest'Aula protagonista qualunque sia
La espressione che in tutti e nove novanta sia abbia con l'esito finale
Grazie onorevole Fini ha detto ha chiesto di parlare l'onorevole Gucciardi
Grazie Presidente colleghi
Debbo dire onestamente che mi sarei aspettato di più dal dibattito di queste settimane
E di
Di queste settimane in in quest'Aula
E invece abbiamo assistito ad un nuovo dibattito che
Per lunghi tratti ha ignorato
Lo statuto cioè proprio quello strumento che legittima quest'Aula e in particolare il mio Rato quell'articolo quindici che
Ha normato in Sicilia quaranta oltre
Sessantotto anni fa ha normato un ente
Intermedio diverso dal resto d'Italia proprio in omaggio della specialità
E di una Costituzione repubblicana che ancora non c'era
Cioè quel Libero consorzio che
A distanza di settant'anni questo Parlamento sta approvando ad istituire il nel concreto cioè
Di quell'ente e
Pesa misuro le parole che deriva dai Comuni consorziati per la gestione di servizi diaria sovracomunale oggi diremmo aviaria basta
E infatti opinione ormai fin troppo disse diffuse e qui va detto per onestà
Intellettuale che la tanto decantata legge regionale nove dell'ottantasei che ancora tuttora vigente
Ha introdotto invece un ente intermedio con una fictio iuris sono elegante nell'utilizzare
Questo termine
Un ente intermedio che nulla aveva ed ha a che fare con quanto contenuto nell'articolo quindici dello Statuto avendo istituito un libero Consorzio tale sono nel nomen iuris
Mentre di fatto sono rimaste le vecchie
Province quindi la legge regionale nove dell'ottantasei nessuno lo ha detto io mi assumo la responsabilità di dirlo per giurisprudenza dottrina ormai diffusa
Potete o potrebbe
Non andare sente da censure di costituzionalità perché ha sostanzialmente disciplinato land e provincia in contrasto proprio con l'articolo quindici dello Statuto prevedendo lo alla stregua
Di un Ente elettivo della collettività di riferimento e quante parole sull'ente elettivo e qui va chiarito un altro equivoco
In una parola eh ormai assolutamente pacifico che la diretta elettività degli organi della Provincia
Non ne immunità di alcuna copertura costituzionale come peraltro
Sottolineato senza equivoci da quel giudice delle leggi da quel giudice costituzionale tanto evocato in quest'aula in questa settimana in queste settimane
Con la sentenza numero duecentottantasei del mille novecentonovantasette che
Con grande chiarezza e senza equivoco ha rilevato come e cito testualmente non vi è alcun principio costituzionale per cui
I servizi i pubblici debbano essere erogati sono
Da soggetti che siano rappresentanti diretti della collettività servita inoltre
A chi anche da questa tribuna fornito ricostruzione prive
Di qualsiasi fondamento delle decisioni della Corte costituzionale
Mi preme ricordare che
Ancora il giudice delle leggi molto prima del novantasette con la sentenza novantasei del mille novecento sessantotto aveva messo un punto fermo sulla interpretazione dell'articolo quindici dello Statuto l'ho detto da questa tribuna qualche giorno fa e lo ribadisco
Enunciando letteralmente che la Provincia è per sua natura un ente territoriale e lo è anche la provincia siciliana ma continua il giudice costituzionale
La provincia siciliana all'attuale
Sia pure con l'attuale regime di amministrazione straordinaria ed è la Corte costituzionale che lo dice nel mille novecentosessantotto sopravvive dice la Corte attenzione alle sopravvive fino a quando verranno creati liberi consorzi di comuni in Sicilia a questa la Corte Costituzionale nonno un battito una parte politica
Fin qui
La Corte io aggiungo fino a quando non sarà resa concreta la libertà dei Comuni
La libertà tanto declamata ed evocata in quest'Aula la libertà delle autonomie locali fino a quando non sarà adesso concreta attraverso la istituzione deliberi contorti e quindi attraverso l'attuazione dell'articolo quindici dello Statuto
Fino a quando questo non accadrà
Non ci sarà davvero
Attuazione concreta della libertà del sistema delle autonomie locali di questa Regione dice lo Statuto fondata sui
Comuni altro presidente onorevoli colleghi che lesione
Delle autonomie locali altro che lesione costituzionale con questa legge la verità
è che dietro questa opposizione che non ho compreso che rispetto profondamente ma non ho compreso
Per lunghi tratti probabilmente si cela la solita paura del
Nuovo la paura di una riforma
Che in quest'Aula evidentemente
Purtroppo spesso comincia a serpeggiare mi avvio alla conclusione
Onorevole Cordaro
Questa è una buona legge Presidente al Governo colleghi e una buona legge
Questa legge garantisti e lo voglio dire con grande chiarezza garantisse al personale
E lo voglio fare in concreto
Il comma tre dell'articolo uno che prevede che ai dipendenti dei nuovi liberi consorzi si applicano i principi nell'ordinamento dei comuni cioè i dipendenti delle ex provincia lo dico cita hanno
La legge che stiamo per approvare
I liberi consorzi continueranno ad utilizzare le risorse umane già di spettanza delle Province lo cito testualmente così evitiamo ogni strumentalizzazione sul personale
E le Province Regionali che sono totalmente garantite da questo testo di legge
Al personale del liberi consorzi lei cita il comma otto dell'articolo o no è confermato lo status giuridico e cono Micol già in godimento presso le Province Regionali ed è una norma anche di razionalizzazione
Di
Rafforzamento dell'efficienza e ho davvero concluso deficienza efficacia
Presidente del Partito Democratico parla soltanto il Capogruppo altrimenti poi maturano le delucidazioni se parliamo in diciamo no d'accordo ma davanti a noi stiamo qui domani mattina grazie
Si parla anche di risparmi dicevo nel senso di un risparmio di attività amministrativa di quel risparmio che la modernizzazione dell'ordinamento cominciata ad inizio di anni novanta apportato nell'ordinamento giuridico del PAI s e anche di questa Regione di razionalizzazione attraverso l'accorpamento di funzioni dai comuni che si accorpano liberamente in liberi consorzi e di risparmi perché le per la prima volta si parla di soppressioni degli e l'articolo undici che nessuno in questi giorni ha citato di questo disegno di legge prevede assessore la soppressione degli enti per evitare di indicate in funzione che purtroppo condannano questo Paese è questa ragione ad sprechi davvero inaccettabile
è è chiara ad ognuno di noi che questa è soltanto l'inizio di una nuova governance delle autonomie perché
Le autonomia il disastro finanziario dei Comuni che certamente e in atto e di questa Regione si salvano
Il tanto Presidente se questo Parlamento continuerà ad avere il
Coraggio il coraggio di perseguire nella sua azione riformatrice diceva Pirandello Presidente e concludo la vera solitudine e in un luogo che vive perse
Io non mi rassegnerò mai a immaginare
Che è il luogo della solitudine se sia questo Parlamento serviva soltanto a parte non ascoltando per queste pareti troppo spesse ciò che si dice fuori fuori i cittadini chiedono alto certamente nessuno ha chiesto di far sopravvivere le Province che in questi anni non sono stati certamente esempio di buona amministrazione di efficacia e di efficienza della pubblica amministrazione
Della nostra regione del nostro Paese
Grazie onorevole Gucciardi onorevole Cracolici
Scusate onorevole Formica
Io come l'onorevole Cascio dico finalmente siamo quasi alla fine mai banca
Mancano pochi secondi a chiudere diciamo una delle leggi più
Travagliate che almeno a mia memoria ricordo in questo Parlamento
E devo dire sono state sprecata una montagna di parole
Anche stasera ho sentito
Anche stasera ho sentito giudizi come obbrobrio mostro
Diciamo definizioni tranciante i
Che in realtà fanno il paio con quello che è stato diciamo
Ciò che ha alimentato il dibattito su questa legge questa legge SIEE rappresentata all'esterno
Alimentando de paura
Le paure di chi lavora nelle amministrazioni provinciali le paure di chi in qualche modo ritiene messe in discussione una prospettiva politica di
Collocazione
Le paure
Che in qualche modo volevano dire che in Sicilia l'unica riforma che bisogna fare è quello di non fare nulla
Poi ho sentito ad altri giudizi stasera
Ovvero il giudizio che Mediaset che questa è una legge che non cambia nulla
Che lascia tutto così come
Insomma sia oscillato e in questo rappresenta essa rappresentazione di opposte radicalismi senza
Interrogarsi nel perché è cresciuta nell'opinione pubblica
E non
Questo Parlamento ma fuori da questo Parlamento
La consapevolezza che le Province
Quelle che abbiamo conosciuto fino ad oggi sono considerati dei cittadini nella stragrande maggioranza degli enti inutili
E allora piuttosto che interrogarci su questo noi abbiamo ritenuto di
Discutere
Come dire facendo una lotta a volte anche
Senza quartiere ma
Nascondendo il merito delle questioni è io provo a dire una cosa su cui vorrei seriamente aprire una riflessione e un confronto con la minoranza e con questo Parlamento
Se ci si interroghiamo e se ci pensiamo negli ultimi vent'anni la politica ha pensato di
Affrontare il tema dell'efficienza istituzionale
Attorno alla questione della sua governance
Abbiamo introdotto l'elezione diretta del Sindaco abbiamo introdotto l'elezione diretta del Presidente della Regione abbiamo ridotto il numero dei Consiglieri nei Comuni e nelle nelle Province
Abbiamo fatto le nomine delle giunte abbiamo poi introdotto la nomina di giunte dove è previsto anche per i consiglieri comunali e provinciali insomma in questi vent'anni
La politica questo Parlamento sia dedicata prevalentemente al tema del di affetti dell'altro governance degli enti locali
Ci possiamo interrogare
Per una volta
Se questi enti a cosa devono servire soprattutto ci possiamo consentire un modello istituzionale fondato sul modello replicante
In cui tutti fanno tutto
E nessuno risponde di nulla io stasera ho sentito
Parole
Importanti ad esempio sul tema
Molto vissuto dai cittadini soprattutto dividere le aree diciamo nei comuni nei paesi
Il problema è la viabilità
E si è raccontata stasera una storia come se il tema della viabilità con questa legge viene minacciato
Perché ci sono le strade perfette efficienti funzionale e adesso con questa legge e in discussione il chi si occuperà no domani
Delle strade ora al di là del fatto come ha detto già Gucciardi che questa legge tutto fa tranne lasciare zone vuote
Ma mi interrogo ma possibile che non vogliamo affrontare il tema che in questi anni via via
Le Amministrazioni provinciali
Un poco agendo anche lei va sulle difficoltà finanziarie generali hanno finito per trasformarsi sempre di più il luoghi il replicante diciamo che già sono i Comuni
E allora se tutto questo pensate che non hanno effetto poiché la vita dei cittadini nel giudizio dei cittadini danno nel fatto che
In un tempo come dire di crisi del rapporto tra cittadino e politica
Le Province sono i luoghi istituzionali dove c'è la più bassa partecipazione al voto da parte dei cittadini nel momento in cui si parla si andavano a rinnovare gli organi istituzionali
E allora piuttosto che parlare di questi
Interrogarci su qual è il costo essere all'altezza di questi problemi che non riguarda solo il tema della governa anzi ma riguarda principalmente le funzioni ma che cosa devono servire questi enti esse devono servire
Parliamoci chiaro no in questi enti e li stiamo perdendo prevalentemente in virtù del vincolo statutario che abbia
Perché se non ci fosse spostato l'articolo quindici dello Statuto
Non c'è dubbio che la parola più chiara che questo borgo Parlamento poteva scrivere in una legge era quello di azzerare le Province così come le abbiamo Colussi
Non c'è dubbio che questa era la vera ragione di
Di affrontare
Alla radice un problema di inefficienza e diversi casi
Siamo vincolati da un sistema ma credo
Che il vincolo che ci è dato dallo Statuto ci consente comunque di provare a razionalizzare e soprattutto a specializzare la funzione dei liberi consorzi infine
Ai colleghi che pensano che qui stasera lo stiamo facendo
O stiamo semplicemente facendo obbrobri o
Passiamo le cose come stanno vorrei ricordare che in questo Paese si dibatta delle Province da molti anni
E fino ad oggi si dibatte
Questa è la Regione in comunque che fa una legge
Che non azzera le Province ma le supera
Nessuno
E nello stesso tempo è la prima Regione in Italia ancor prima del Parlamento nazionale si avvia le procedure per costituire le città metropolitane
Ora io
Donne giudicò noi e noi
E il Parlamento siciliano per i primati
Però non c'è dubbio che ogni tanto dovremmo essere orgogliosi piuttosto che essere dopo in i peggiori nemici di noi pezzi dal fatto che questo Parlamento
Si misura su un tema dell'assetto istituzionale di una grande questione
Che l'onorevole Formica lo conosce perché vivere un piccolo paesino chiara dimensione metropolitana
Il vivere in una grande aria lo dico
A chi come me
Dire che ha vissuto in una grande città e sa che negli ultimi vent'anni Palermo ha perso oltre cento mila persone
Che si sono trasferite no al nord
Qualcuno oppure
Ma si sono trasferiti a Carini si sono trasferite avara Bagheria si sono trasferiti in un sistema di hinterland dove i cittadini si sono mossi ma i servizi sono rimasti quelli di vent'anni prima
Allora approcci pure abbiamo il può ci poniamo il problema di come la politica
Definisce gli affetti funzionali
Alla
Al a garantire
La qualità della vita dei cittadini o altrimenti la politica non serve e politiche eletta e politici istmo ecco perché
Noi oggi facciamo una legge che non ha risolto tutti i problemi
Ma che avvia
Quel processo di cambiamento
Di cui la Sicilia deve vivere con orgoglio e prospera avanza il fatto che questa terra può cambiare
Grazie onorevole Cracolici
Allora il Governo Presidente
O l'assessore
L'Assessore neanche bene
Allora
Scusate
E allora
Chi vota
Si
Però non
Chi vota a favore vota verde attivo dal ROS chi vota contro vota Rosso chi si astiene moda bianco
Dichiaro aperta la votazione
Dichiaro chiusa la votazione presenti settantotto votanti settantotto maggioranza quaranta favorevoli sessantadue contrari quattordici astenuti due
Onorevoli colleghi
Onorevoli colleghi
Dico capisco che ognuno di voi ha premura di andare via
Qualcuno ha superato
Qualcuno ha superato quel problema del Milan o forse l'avrà seguito
Viene non lo so francamente non lo so se non la Juve glielo volevo dire mi va benissimo e
Io mi sento di esprimere prima di dare la parola al presente alla Regione una grande soddisfazione per il lavoro che questo Parlamento
Maggioranza e minoranza opposizione ha fatto ringrazio
Il
Parlamento nella
Sua interezza anche per il metodo che noi stasera abbiamo introdotto
Da alcuni parlamentari in parte è stato contestato e mi dispiace se qualcuno ha pensato che si sia trattato di forzature ma più volte si è parlato di qualità delle leggi
Quello che mi premeva sottolineare ed egli ed evidenziare
Era una necessità che comunque
Ci fosse una legge Chiara leggibile una legge che potesse essere di pronta applicazione di immediata applicazione si può condividere o meno in
Il
Merito comunque io credo che tutti insieme abbiamo fatto un buon lavoro
Io di Trieste di questo voglio ringraziare gli uffici dell'Assemblea regionale siciliana gli hanno dato la massima disponibilità
Ed è la dimostrazione che
Quando non ci facciamo prendere dalla premura dalla fretta di legiferare
Forse siamo andati troppo del Piano avanti avvolta abbiamo
Forse esagerato nelle discussioni ma credo che alla fine sia uscito fuori un ottimo
Disegno di legge che ha bisogno del suo percorso di maturazione nel territorio
Debbo dare atto al Governo che rispetto ad un primo disegno di legge iniziale ricorda tutti quando si parlava di città metropolitane perché da lì che siamo partiti e di municipalità sembrava un disse io di legge quasi forzato di imposizione dall'alto ai territori abbiamo fatto un notevole passo il passo in avanti da domani si avvia un percorso serio è chiaro che da questa sera
In Sicilia comunque vada non si parlerà più di Province ma si parlerà di liberi consorzi e di città metropolitana
Presidente Crocetta nella parola
Onorevole presidente onorevoli deputati un sentito ringraziamento al a tutto l'intero Parlamento per l'approvazione
Del
Testo di legge esitato
Un ringraziamento perché il voto è stato un vuoto anche significativo
Con una maggioranza ampia che legittima
Un cambiamento se vogliamo che campa che fissa che passa alla storia della Sicilia
Noi dobbiamo avere la consapevolezza che il testo di legge che abbiamo esitato non è un testo di legge normale
è un testo che modifica l'assetto delle istituzioni della Sicilia
E che passerà alla storia e la Sicilia come l'introduzione dell'autonomia come quando sono stati creati i i i Comuni e adesso si sperimenta un nuovo modello di democrazia che indiretta che è partecipata
Che evita
Interventi enti intermedi inutili inutili la replicazione come diceva bene l'onorevole Cracolici di funzioni che invece debbono essere
Chiaramente attribuite soltanto ad un ente soltanto a uno per evitare che noi abbiamo
Una una una duplicazione delle competenze e persino il caos delle competenze è solo l'inizio perché è chiaro che
Via facenti o
A
Dovrà essere applicata la legge soprattutto dovrà avvenire quel confronto democratico coi Sindaci
Ma anche con la coi funzionari coi dirigenti col personale
Delle Province che deve stare tranquillo
E che quindi è che in questo Parlamento tutto il Parlamento assunto la decisione
Non solo di volere confermare nel lavoro ma addirittura di valorizzare nuove funzioni
è una grande
E in una è un work in un cammino
Che modifica profondamente la storia di questa terra insieme alle altre cose
è chiaro che nessuno si può attribuire meriti singoli mesi sarebbe serie sarebbe scorretto parlo voglio ringraziare il lavoro del
Del relatore della Commissione onorevole Cracolici e tutti i componenti della Commissione e a ognuno
Tutti parlamentare
A prescindere da come si siano collocati in questa vicenda perché la democrazia è fatta di pensiero plurale enti opinioni che vanno tutte rispettate grazie a tutti grazie
Allora vi sono
Onorevole Grasso dopo che le do la parola
E allora vi sono
Ho già ringraziato il funzionario più volte per il lavoro che hanno svolto io ho detto che abbiamo inaugurato spero con questo disegno di legge una nuova stagione
Per quello che riguarda l'iter nel legiferare allora
Vi sono alcuni parlamentari che hanno chiesto di intervenire ai sensi dell'articolo ottantatré
Prima però vorrei comunicare che l'Aula terrà seduta a domani
Mercoledì dodici marzo due mila e quattordici alle ore sedici con il disegno di legge ineleggibilità ed incompatibilità degli amministratori deliberi consoci comunale della città ma è Napolitano
Che prevista una procedura rafforzata lettiera uno stralcio sostanzialmente del disegno di legge che abbiamo appena approvato
E esitato dalla prima Commissione a seguire disposizioni per la riqualificazione dei beni immobili confiscati alla criminalità organizzata
Sono scaduti i termini per la presentazione degli emendamenti sono dei disegni di legge che sono stati incardinato a seguire abbiamo tutti i disegni di legge
Portati dall'ordine del giorno e che quindi vengono riprodotti ai sensi dell'articolo ottantatré ma raccomando la brevità
Ha chiesto di parlare l'onorevole Grasso e a seguire onorevole Turano
Se possibile la brevità niente io ho semplicemente perché sono arrivata in ritardo e quindi non risultava assente alla votazione per dire che il mio voto era così come annunciato dal capogruppo contrario alla legge grazie
Ore ore durante più breve di così non si può
Presidente e colleghi io
Cercavo possessore cauta Balbo perché ho visto in aula
Quanto alla Presidenza del Consiglio
Non lo so se ha bisogno dell'otto
Non è un problema lei ha introdotto questo metodo esse
Giustamente mi rendo conto io la possibilità di interloquire con gli assessori
Però prego questo può esprimere incidente in maniera telegrafica sono a rappresentare
Una emergenza che riguarda
Buona parte del territorio siciliano e in particolare della Provincia di Trapani
Io non ho perso il vizio di fare politica l'unica cosa che posso fare parlare con le persone
Stranamente
Stranamente e spero che sia presente al Presidente alla Regione
Apporre ascoltando non onorevole sovrana Land
Stranamente Presidente
Stranamente è crollato il prezzo di acquisto del mosto che le cantine sociali hanno nei magazzini
è il crollo è pari al settanta per cento rispetto all'anno scorso
L'anno scorso sia quest'Aula quel prodotto al cinque virgola trenta ettolitro
Quest'anno si acquista ardue virgola dieci
Un crollo del settanta per cento non è giustificato da un andamento di mercato spendendo un cartello onorevole Presidente
Se non da un cartello tiene condizione il prezzo
A me serve poco che i colleghi vadano via a me serve rappresentare il disagio
Che vivono alcune realtà
Della Sicilia
A questo si aggiunge che all'assessore all'agricoltura a promana da un bando
Dove da dieci punti percentuali alla
Chi e in grado
Di come dire garantire la filiera della distribuzione
E io ho il sospetto che dietro questa situazione vi sia il vantaggio delle grandi cantine vitivinicole siciliane
A svantaggio chiaramente dei consorziati delle cantine sociali
Sono più a rappresentare un fatto delicato mi rendo conto che l'Aula e sessanta per affrontare questo argomento però poiché
Poiché
Il bando scade il ventotto di marzo e l'assessore all'agricoltura non si preoccupa di come dire chiarire
Con estrema precisione
Quali sono gli effetti di questo punteggio che andrebbe a favore di alcune grandi cantine io ho il dovere di rappresentarlo e di chiederne domani la risposta qualora questa sera non dovesse arrivare
Oro che il Presidente Crocetta sia mimetizzato nei banchi
Insieme al gruppo dal Movimento cinque Stelle quindi è stato ascoltato ai massimi livelli quindi le daranno risposte
Allora onorevoli colleghi
Debbo comunicare che a seguito della votazione finale del disegno di legge numero seicentoquarantadue sbarra istituzione deliberi consoci comunale delle città metropolitane il disegno di legge numero seicentoquarantadue stralcio
Primo a norme transitorie in materia di proroga delle gestioni commissariali provinciali è da intendersi superata seguire l'approvazione dell'articolo dodici
Pertanto verrà espunto dall'ordine del giorno dell'Assemblea così come Giordano comunicato non sorgendo osservazioni così rimane s'l'abilità quindi l'Aula è rinviata a domani mercoledì dodici marzo due mila quattordici ore sedici sedute