08MAR2014
stampa

Raccolta delle firme per la lista candidata alle prossime elezioni europee L'Altra Europa con Tsipras

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:00. Durata: 18 min 9 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Raccolta delle firme per la lista candidata alle prossime elezioni europee L'Altra Europa con Tsipras" che si è tenuta a Roma sabato 8 marzo 2014 alle ore 11:00.

Con Roberto Musacchio (componente del Comitato Operativo Nazionale de L'Altra Europa con Tsipras), Raffaella Bolini, Marco Furfaro (membro della Segreteria Nazionale, Sinistra Ecologia Libertà), Sandro Medici (scrittore), Felice Roberto Pizzuti (professore), Elena Monticelli (componente della Campagna ACT), Fabio Alberti (segretario della Federazione di Roma, Partito della
Rifondazione Comunista), Maurizio Zammattaro (coordinatore dell'Area Metropolitana di Roma, Sinistra Ecologia Libertà), Roberto Morea (componente del Comitato di Roma de L'Altra Europa con Tsipras).

La conferenza stampa è stata organizzata da L'Altra Europa con Tsipras.

Tra gli argomenti discussi: Austerita', Banca Centrale Europea, Banche, Cittadinanza, Crisi, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Sociali, Diritti Umani, Disoccupazione, Economia, Elezioni, Europa, Europee 2014, Fascismo, Finanza, Finanza Pubblica, Flessibilita', Giovani, Grecia, Istituzioni, Istruzione, Italia, Lavoro, Liberalismo, Mercato, Nazionalismo, Parlamento Europeo, Partiti, Politica, Poverta', Prc, Precari, Privatizzazioni, Razzismo, Reddito, Ricerca, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Societa', Solidarieta' Sociale, Spesa Pubblica, Spinelli, Stato, Storia, Tsipras, Ue, Welfare.

Questa conferenza stampa ha una durata di 18 minuti.

leggi tutto

riduci

11:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Raffaella diciamo coloro tu fai provetta pareva
Roberto Musacchio dal Comitato operativo non nazionali andrà lista si France che oggi qui a Roma ma in tutte le città Alitalia comincia questa raccolta di firme
E con un problema democratico appunto c'è una lista importante perché è una lista collegata a una candidatura europea come quella del giovane leader della sinistra europea
Alexis Sipra sa dalla sinistra greca che lotta contro l'austerità è costretta invece a raccogliere le firme per esercitare il diritto a presentarsi e a presentare un'idea di fondo
Quella che
E chiede non di uscire dall'Europa ma neanche di rimanere in Europa come adesso ma una strada diversa forse l'unica giusta quella di costruire un'altra Europa
Ora mai il ritornello ce lo chiede l'Europa e ossessivo ed entrato nella vita delle persone perché ci chiede l'Europa secondo loro di tagliare
E le scuole gli asili le pensioni di stipendi i diritti al contrario noi dobbiamo costruire un'Europa che si fondi così come era nata l'Europa sui diritti sociali sui diritti del lavoro sui diritti di cittadinanza sui nuovi diritti penso al reddito di cittadinanza
Soprattutto per dare una speranza i giovani che da questa Europa rischiano di essere esclusi questa è una lista che nasce
Come si può dire dal basso ma in realtà nasce
Da una convergenza tra la candidatura come ripeto di Alexis Sipra s'che è stato indicato dal partiva Sinistra Europea
E intellettuali movimenti
E anche forse politiche e della sinistra italiana che hanno ho raccolto questa sua sfida e offrono questa possibilità di una vera alternativa anche in Italia con questa lista che ripeto si chiama
Un'altra Europa con Alexis SIPRES
Oggi cominciamo qui la raccolta delle firme e quindi avremo modo di illustrare le nostre
Persone posizioni a molte molti cittadine e cittadini
Mi chiamo Raffaella Bolini sono candidata per la lista l'altra Europa considerasse nel collegio dell'Italia centrale
Vengo dall'esperienza della società civile democratica organizzata e dai movimenti sociali
Lavora all'Arci
Da tanto tempo sono impegnata con tanti altri a cercare di costruire questo popolo europeo democratico che non c'è di cui invece avremo abbiamo tantissimo bisogno e oggi all'otto marzo
E quindi iniziamo questa raccolta delle firme in un giorno che per noi donne è molto importante e quindi la prima cosa che vorrei dire che
Io da dico questo giorno
A tutte le donne normali che combattono e resistono dentro l'austerità
Che complica ulteriormente la vita a quelle che cercano il lavoro che non c'era a quelle che lavoro ce l'hanno e che però devono fare i salti mortali perché mancano i servizi sociali
E anche a quelle donne normali che sono discriminate Sempre
Semplicemente perché vengono considerate diverse perché sono migranti o transessuali o lei spighe
E oggi molte di noi l'otto marzo lo festeggiamo raccogliendo le firme perché questa lista possa presentarsi
Invitando tutti donne e uomini anche quelli che non voteranno questa lista a fare un gesto di democrazia a permettere a questa lista di essere presente alle elezioni
E è un gesto di democrazia siamo in una situazione in cui la democrazia ci viene sempre più ristretta
E io son convinta che saranno tanti l'italiani e le italiane che decideranno di dare una chance a una lista che chiede una cosa molto semplice
E e cioè di darci insieme la forza di liberare questa nostra Europa che è nostra dalla dittatura della finanza del mercato
Questa è una dittatura che ci sta togliendo una dopo l'altra i diritti la democrazia e la dignità
E
Da soli non ce la facciamo non ce la facciamo da soli ciascuno rinchiuso in casa sua non ce la facciamo da soli
Neanche noi che lottiamo tutti i giorni se rimaniamo divisi ciascuno chiuso nella propria lotta e non ce la fa nessuno neanche se non riusciamo a darci una dimensione europea
Di forza e coraggio ci stiamo provando qualcuno dice che non è una lista perfetta forse non è perfetta ma
è un tentativo il primo tentativo di provare a cambiare
I rapporti di forza ad entrare nostro continente è una cosa che non possiamo evitare di fare altrimenti il nostro continente rimarrà preda o dei banchieri
O di quelli che pensano soltanto a far arricchire il dieci per cento dei civili delle persone alle sulle spalle del novanta per cento che sta perdendo tutto
Oppure dei razzisti dei fascisti degli antieuropeisti che pensano di rispondere alla crisi che le persone Santoro con la risposta più semplice che quella che dice non guardare Vieri colpevoli
Trova di un nemico
Che sia vicino al tema mettiti contro a li migrante MT di contro al più povero è la risposta che l'Europa ha sempre dato
Nei momenti difficili e che ha prodotto tragedie
Avrà già DIA del nazismo la tragedia del fascismo e ci sono molti paesi in Europa dove il nazismo sfasci smossa riprendendo piede non possiamo aspettare che venga la soluzione perfetta bisogna che ci proviamo adesso è ora e noi ci stiamo provando
Mi chiamo Marco Furfaro
Ha cambiato la Circoscrizione Centro accusa il più giovane cambiato la circoscrizione
Le mie informazioni volete lo vedo
Perché avrebbe gamba Jenson nonché
Mi sono candidato perché credo che ci sia bisogno e di un altro roba io faccio parte una generazione che ha visto
L'Europa inizialmente quasi come un sogno la possibilità di viaggiare di crescere di formarsi costrizioni identità di avere un'opportunità lacerazioni che entra dettato dall'Europa come
Come qualcosa che fosse non semplicemente una somma di nazioni ma un continente vero e qualcosa di unitario poi si è rivelata sostanzialmente dalla passata dal sogno all'inizio di un incubo
Ora in cui alzo ne sia sostituita la precarietà l'impossibilità magari anche di viaggiare per mancanza di soldi la povertà un'Europa che continua con delle politiche che non sono semplicemente giudicate in maniera negativa ma che ci sono dei dati che dimostrano che non funzionano
Però così era prefigurata di
Di abbassare la povertà di venti milioni di persone in tre anni è cresciuta di dieci milioni da centoquattordici milioni di poveri e centoventiquattro milioni negli ultimi tre anni e sono tantissimi
E c'è bisogno per questo motivo un'altra Europa non quell'Europa che punisce le persone per arricchire magari
E qualche soggetto invisibile o che non si sa chi decide perché ci sono istituzioni poteri non eletti che ne determina le politiche ma ci che andiamo Colozzi prassi perché è il simbolo
Di una politica diversa di una politica che non vuole né uscire dall'Europa rinchiudersi nazionalismi e tanto meno continuare con questa Europa pone Europa solidale che ricalca un po'il sogno di Altiero Spinelli che non era solo quello di unire l'Europa era il fatto di uscire dalle guerre creare un'Europa che prendersi cura di tutti proprio perché è un'Europa in cui tutti hanno opportune zaino Europa che non potrà vivere potrà vivere senza guerre in periodi di passo
Soros Sandro Medici neo candidato di questa
Neo lista elettorale
Che sta raccogliendo una una grande speranza in giro per questo Paese se non altro per una ragione forse sarà banale
è scontato rivederla è che siccome in Italia la sinistra è scomparsa
C'è di nuovo un bisogno di sinistra
E in qualche maniera il progetto che sta dietro la la lista anziché Brass
Cerca di rispondere
Di corrispondere a questo a questo bisogno credo che
Sia
Sostanzialmente la ragione per cui
Cioè intorno una grande attenzione anche un'attenzione oltre che politica perfino
Emotivo e sentimentale
Personalmente
Ritengo di
Non solo di esserne parte
Ma ovviamente di dare un contributo con questa
Con questa candidatura
E per quanto mi riguarda poi in sostanza
Il prolungamento di un'esperienza
Che in questa città è stata fatta fin da dall'anno scorso forse anche
Anche anche da prima e cioè l'idea
Di rimettere in moto tutte queste energie positive
Che stanno nelle culture e di sinistra nelle culture alternative nella grande vitalità
Nella grande intelligenza collettiva che c'è in questa città e che non trova sbocco perché rifiutare le clientele che anche i partiti
Diciamo che la sinistra storica hanno alimentato parlo dell'esperienza di Repubblica romana che qualche maniera nel legame che trovo l'anno scorso insieme ad altri settori della sinistra
E altri settori di godimento oggi
Ritrova insomma coerenza in questa
In questo progetto l'idea anche
Di vedere una candidatura come la mia
è
è particolarmente allegata a questa
Questo questo assassinio ormai che si fa nelle politiche sociali
Con questi tagli che provengono dai scelte economiche assolutamente scellerate che dalla Banca di Francoforte scendono giù per li rami lungo gli Stati nazionali finora investire anche le realtà locali
Roma in particolare che spesso viene
Si ritrova sulle prime pagine dei giornali
Quasi fosse bisognosa di essere aiutata in realtà
Problema nasce dal fatto che
Queste politiche finanziarie prevedono che i Comuni abbiano delle contrazioni di Bilancio che li costringano a privatizzare tutto
E quindi la
Diciamo che
Il taglio l'impronta che vorrei dare la mia candidatura e proprio di questo tipo cioè combattere al all'origine alla fonte le politiche europee che poi si scaricano sugli enti locali
Allora sono felice Roberto Bizzo utili sono un candidato
Nella circoscrizione Centro della lista l'altra Europa considerasse
Sono un professore universitario insegna politica economica alla Sapienza e credo che questa occasione del elezioni europee sia un momento importante per rimettere insieme
Una affetta di Società progressista e civile di questo Paese
Che da tempo danni da molti anni è un po'frustrata disillusa espresso estraniata rispetto alla politica credo che l'appuntamento europeo sia molto importante perché
Il prossimo Parlamento dovrà occuparsi di questioni che hanno a che vedere con la sopravvivenza o meno della Europa purtroppo già sappiamo che nel prossimo Parlamento arriveranno anche persone contrarie
All'Europa o o persone che pur dicendo di essere favorevoli all'Europa e realtà sono spingono
Per una politica controproducente che è quella del rigore asimmetrico asimmetrico perché tutto a carico dello Stato a favore
Delle istituzioni finanziarie
Ed è una politica e che avrà credo buone probabilità di fare esplodere l'Europa se
In questo Parlamento non arriveranno anche altre forze che credono di più e concretamente all'Europa io credo che la lista di l'altra Europa consivo RAS
Abbiamo possa avere questo ruolo e speriamo che nel Paese molti lo capiscono e che ci diano una mano
Sono ENA Monticelli e faccio parte della campagna Act agire costruire trasformare
è una campagna che la scorsa settimana per Roma visto un'assemblea di più di duecentocinquanta ragazzi e ragazze che provenivano da tutta Italia e che hanno deciso di sostenere il percorso della lista Sipra sta attivamente quindi un percorso che sta all'interno della lista
Perché siamo convinti che sia importante portare all'interno e la campagna elettorale alcune tematiche che ci riguardano da vicino
In particolare lo svuotamento dei finanziamenti per l'istruzione la ricerca in Italia in particolare un investimento in politiche attive del lavoro
Che finora anche a livello europeo non sono state soddisfacenti per combattere la disoccupazione giovanile che in Italia arrivata al quarantuno per cento è un'idea per la quale l'Europa non può continuare a imporre una continua flessibilità del mercato del lavoro e quindi una riduzione dei diritti per noi che siamo entrando all'interno del mercato del lavoro e quindi ci viene proposto soltanto un nemmeno mercato lavora sempre più precario ma siamo convinti che bisogna rilanciare sull'innovazione e sulla creazione di lavoro con i diritti pieni diciamo
Vado via Fabio Alberti Rifondazione Comunista
Parlo io
Abbiamo la grande occasione maggio
Che è quella di riprendere una strada di
Libertà di diritti che per troppi anni è stato negata per cambiare Europa ma anche per cambiare l'Italia
Perché vogliamo che la legge Fornero sulle pensioni sia abolita e anche per questo bisogna cambiare Europa perché vogliamo che i diritti dei lavoratori siano ristabiliti e anche per questo bisogna cambiare l'Europa perché vogliamo che
Tassazioni inique che colpiscono solo il lavoro invece non colpiscono le grandi ricchezze siano cambiate anche per questo bisogna cambiare l'Europa quindi i tutti insieme a sinistra considera spreca abbia l'Europa per riconquistare i nostri diritti in Italia
Oggi parte la lista si prassi l'altra Europa Consip la sede veramente una grande opportunità per rimettere al centro dell'Europa il tema dell'uguaglianza e la lotta all'austerità
Troviamo in tutta Roma una grandissima risposta alla proposta politica che
Il sei saggi hanno fatto e ai quali Sinistra ecologia Libertà aderito con entusiasmo
Sono ormai decine i comitati che sono presenti a Roma e noi credo che supereremo di slancio lo sforzo forte che dobbiamo fare per raccogliere le firme e questo ci accompagnerà un risultato elettorale di cui abbiamo grandi aspettative
è tempo di fermare la sanità e la troika
E credo che sia possibile con questo progetto che è il granello di sabbia dentro liberismo che sta massacrando la vita di un ceto medio e immaginando le parti più deboli della società
Sono siamo davvero convinti come sa di aver aderito al progetto giusto che riuscirà a cambiare il volto di un'Europa che va bene sempre di più verso una dimensione liberista
Che ha degli effetti sempre più devastanti
Ricordo che
Roberto Morea Comitato Nazionale romano della lista l'altra Europa considerassimo
Non ripeto quello che hanno già detto tutti cioè che questa lista rappresenta un'alternativa un'Europa che riguarda soltanto alla grande finanziari gli interessi di pochi contro l'interesse di molti
Quello che vorrei sottolineare laiche
Questa che per noi è una raccolta di firme realtà è la nostra campagna elettorale
Attraverso la raccolta delle firme entreremo in contatto con le persone per spiegare che è un'altra Europa non solo necessaria ma anche possibile esistono in Europa forze
Sindacati movimenti sociali che combattono con noi il
Le politiche di austerità che stanno distruggendo continente che sanno portando c'è una regressione del welfare e dei diritti
Di cittadinanza europei
E
Soltanto se uniamo per forza non soltanto in Italia ma anche a livello continentale con i popoli greci spagnoli portoghesi che come noi dicono il taglio della spesa pubblica comune un'ingiustizia intollerabile
Ecco soltanto se ci uniamo al loro possiamo veramente cambiare all'Europa a Roma più di quaranta comitati sono nati spontaneamente
Altri ne stanno nascendo in questi giorni in Italia ogni Regione ogni Provincia salsa mo'si sta mobilitando per portare le firme al successo sono centocinquanta mila firme da raccogliere un mese
Chiediamo a tutti di darci una mano in questa impresa