13MAR2014
dibattiti

3° Rapporto sulla Giustizia Civile - prima giornata

CONVEGNO | Roma - 13:48. Durata: 4 ore 19 min

Player
3° Rapporto sulla Giustizia Civile in Italiapromosso nei giorni 13 e 14 marzo 2014.

Convegno "3° Rapporto sulla Giustizia Civile - prima giornata", registrato a Roma giovedì 13 marzo 2014 alle 13:48.

L'evento è stato organizzato da Unione Nazionale Camere Civili.

Sono intervenuti: Renzo Menoni (presidente dell'Unione Nazionale Camere Civili), Giorgio Santacroce (presidente della Corte Suprema di Cassazione), Giulio Rovelli (primo presidente aggiunto della Corte Suprema di Cassazione), Giovanni Maria Flick (presidente emerito della Corte Costituzionale), Giorgio Costantino (professore),
Camilla Di Iasi (consigliere di Sezione della Corte Suprema di Cassazione), Andrea Pasqualin (componente del Consiglio Nazionale Forense), Stefania Starace (presidente del Tribunale di Napoli), Toti Grimaudo (presidente onorario dell'Unione Nazionale Camere Civili), Giuseppe Vaccaro (vice presidente della Camera Civile di Siracusa), Giovanni Marcuccio (presidente della Camera Civile di Lecce), Carlo Palmiero (avvocato).

Tra gli argomenti discussi: Avvocatura, Cassazione, Civile, Concorrenza, Diritto, Economia, Emergenza, Giustizia, Italia, Magistratura, Ministeri, Pil, Politica, Riforme, Sviluppo, Tempo.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 4 ore e 19 minuti.

leggi tutto

riduci

13:48

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Il dato
L'orario stiamo effettivamente non molto numerosi ci siamo speriamo che arrivino
Dopo avere mangiato qualcosa ho finito udienze o altre cose
Un doveroso e non formale
Grazie amento
Al padrone di casa
Il dottor Giorgio Santacroce primo Presidente della Corte di Cassazione
Che per il terzo anno consecutivo la Cassazione ci ospita in questa bellissima Aula ma grazie che ospita il nostro rapporto sulla giustizia civile in Italia e noi sono ci ospita ma
Il Primo Presidente porta altresì il suo nuovo rilevante i autorevolissimo contributo e chi sarà anche domani alla tavola rotonda conclusiva un grazie all'dal Consiglio nazionale forense all'Associazione nazionale magistrati e all'Associazione italiana dagli studiosi del processo civile per la collaborazione offerta nell'organizzazione di questo rapporto
Tali collaborazioni sono per noi estremamente importanti perché siamo convinti che solo una collaborazione
Fra magistratura e avvocatura e con il contributo dell'accademia
Si possa parte correttamente funzionale la giustizia e per quanto più specificamente ci riguarda la giustizia civile
Giustizia
Di tutti noi che tutti noi qua presenti conosciamo
Il precario per usare un eufemismo funzionamento
Che ha indotto proprio nei giorni scorsi il Consiglio dell'ordine degli avvocati di vicenza lo avete letto sulla stampa a richiedere certo
Provocatoriamente paradossalmente
Il fallimento di quel tribunale
Mentre
D'altra parte il quadro ma abbiamo letto
Che si è introdotto nel processo penale il numero
Limitata do dei procedimenti che dovrebbero essere celebrati nell'anno con ciò
Dando un definitivo addio all'obbligatorietà dell'azione penale
Il Presidente Santacroce a quest'anno introdotto la sua relazione all'inaugurazione dell'anno giudiziario a cui vengo
Cortesemente invitato
In quest'Aula Magna
Appia Armando
Che la dotazione animale sullo stato della giustizia
Costituisce il punto di avvio di un dibattito ad ampio raggio sul modo in cui queste viene amministrata
E subito dopo ha aggiunto
Ora serve il coraggio di voltare pagina
Se la giustizia non funziona e dovere dei magistrati denunciare le cose che non vanno e del sistema politico Governo d'opposizione metterle in condizione di funzionare al meglio
Perché altrimenti si vede un diritto fondamentale dei cittadini
Proseguiva il dottor Santacroce
è arrivato il momento di indicare che cosa c'è da cambiare che cosa serve per farla funzionare davvero che per poter disporre di un sistema giudiziario che funga da corrette equilibratore delle controversie
E arrivato il momento di chiedersi quali siano le ragioni reali dei tempi lunghissimi per i quali in particolare nel settore civile
Dopo il processo arriva a conclusione quando l'utilità sociale economica in pratica delle decisioni sia ormai perduta siamo subissati Davide internazionali
A questi esatti ineccepibili rilievi non si può non aggiungere che l'articolo due comma secondo
Della recente legge duecentoquarantasette del due mila e dodici quella che ha disciplinato il nuovo ordinamento della professione forense
Stabilisce come tutti sappiamo che l'avvocato la funzione di garantire al cittadino l'effettività della tutela dei diritti
è una grande la responsabilità che la legge attribuisce all'Avvocatura responsabilità che non può che essere condivisa con quella della magistratura
Questi nostri rapporti annuali come è stato sin dall'inizio dichiarato e riconosciuto anche dal prestito dal precedente Presidente della Cassazione
Oltre che a servire a fare il punto sulla situazione vogliono avere un contenuto eminentemente pratico e concreto
E di indicare quindi al distratto e spesso purtroppo anche improvvisato incompetente legislatore per quali vie si possa giungere
A un miglioramento del funzionamento della nostra giusto
Questo terzo rapporto costituisce un ideale prosecuzione sono quasi legati da un filo rosso dei precedenti
Con il primo che aveva come tema il giusto processo civile alla ricerca della ragionevole durata e della ragionevole qualità
Si voleva
Invitare legislatore a desistere da ulteriori interventi frammentari e disorganici
E richiamare l'attenzione sulla circostanza che il giusto processo non può e non deve valere come obiettivo solo la ragionevole durata ma anche la ragionevole qualità
Si è peraltro in tale sede verificato che negli uffici giudiziari purtroppo non molti
Che rispettano la ragionevole durata del processo si anche mantenuta una buona qualità delle decisioni il che significa che chiaramente ragionevole durata ragionevole e qualità possono stare in
Il tema del secondo rapporto tenutosi lo scorso anno è stato quello di avvocatura e magistratura unite
Per il funzionamento ICCA e nonché del processo civile come vedete torna questo concetto dell'Avvocatura della magistratura
Il tema conduttore sostanzialmente è stato quello che si è in linea generale la giustizia civile in Italia funziona male
Tuttavia tali funzionamento non è uniforme su tutto il territorio nazionale ma è come era stato detto lo scorso anno a macchia di leopardo vi sono alcune realtà in cui funziona bene
Altre in cui funzione in modo quasi accettabile ed altre purtroppo la maggioranza
In cui funziona decisamente male
Ma
La domanda che conseguita alle peraltro facile accertamento è stato
Perché se la giustizia civile funziona correttamente in alcuni importanti realtà come Torino Genova provato e parzialmente dicano quindi grandi uffici anche
Non può e non deve funzionare pertanto correttamente in tutte le altre realtà
Da qui l'invito ad adottare i modelli organizzativi torinesi genovesi milanesi Pratesi ma soprattutto ad adottarle lo spirito ispiratore
Che è quello di trasmettere da parte dei responsabili degli uffici giudiziari una forte motivazione a tutti i magistrati e al personale ausiliario di quegli uffici il ristabilire un altrettanto forte rapporto di collaborazione
Soprattutto in provincia
Io vedo nel mio Tribunale che in quello di Parma e nell'ambito della Corte d'appello che è quella di Bologna
Ci sono magistrati che ormai sono fortemente demotivato ci sono avvocati fortemente demotivati c'è personale ausiliario fortemente depositato
Bisogna
Recuperare questa volontà
Il tema di quest'anno infine di semplificazione e unificazione dei riti nella prospettiva dell'unificazione della giurisdizione
Tema anch'esso con contenuto fortemente concreto
Partendo dalla constatazione che sebbene in questi ultimi anni ci sia stato un forte movimento di opinione per la semplificazione e unificazione dei riti
In realtà dopo l'infelice tentativo della legge del mille novecento dell'impunità e nove ci si è continuati a muovere nel senso esattamente opposto
Creando nuovi diritti si pensi in materia di lavoro alla legge fornello e da ultimo proprio nei giorni scorsi al Tribunale delle società conservarli
E così la già farraginosa macchina giudiziaria italiana continua a sfornare ogni anno migliaia di sentenze ed ordinanze dei Tribunali
Corti d'appello Cassazione parte il Consiglio di Stato
Che anziché decidere nel merito della causa si limitano magari a distanza di molti anni ad indicare semplicemente quali sia il giudice competente
A conoscere la causa qualche spetti la giurisdizione di quella controversa
La semplificazione e unificazione dei riti potrebbe costituire senza alcun costo aggiuntivo una reale semplificazione
E un concreto alleggerimento del nostro sistema giudiziario
Il tutto questo parleremo in queste due giornate di incontro e confronto
Ma prima intuitivamente voglio brevemente illustrarvi quali siano stati i risultati del nostro annuali sondaggio e cioè che i dati emergente questionari a cui hanno risposto che i presidenti delle Camere civili italiani
Premesso che come già dicevamo prima questionario dell'anno scorso questo non si può non ha nessuna ambizione statistica perché
Rispondendo alle domande non ci sono stati posti dei criteri scientifici ma anzi è stata richiesta in alcuni casi di dare risposte Conca attenuto valutativo e quindi necessariamente discrezionale pure
Questo questionario ci sembra che dia delle indicazioni importanti perché
Viene dai presidenti delle Camere civili dei canti porvi Roma Milano Napoli di cui rimedi Polonia a Palermo
Per quelli piccoli e dunque di mezzi e quindi a rappresentativo di tutta la realtà italiana
E vediamo che in alcuni casi dette le risposte sono così conformi da farci pensare che anche secondo i criteri matematico statistici probabilmente se campione fosse stato molto più allargato
E avesse avuto una
Impostazione ancora più scientifica avrebbe dato risultati hanno
Il primo dato che emerge con evidenza e che all'unanimità
E l'unica domanda che ha ottenuto il cento per cento di risposte positive tutti i Presidenti hanno ritenuto che per migliorarne il funzionamento della giustizia civile sia necessario un intervento sistematico e organi
Abbandonando la strada fino ad oggi seguita degli interventi episodici e dettati siccità dall'urgenza
E di ciò perché è connesso con l'altra domanda interventi emergenziali approvati negli ultimi anni
Hanno secondo i presidenti delle Camere civili peggiorato il funzionamento del processo civile allungandone i tempi questo per il sessantadue per cento
O nella più benevola dell'ipotesi
Trentasette per cento lasciato la situazione più o meno immutato
Per quanto concerne lo specifico oggetto del terzo rapporto la quasi totalità si è dichiarata favorevole alla semplificazione dei riti il novantadue per cento
Una larga maggioranza si è espressa a favore anche dell'unificazione dei medesimi diritti
Il settantotto per cento il che non significa chiariamo subito e non siamo favorevoli a dei giudici specializzati è altra cosa quella di unificazione dei riti
Mentre più perplessa è stata la risposta in merito all'unificazione della giurisdizione civile e amministrativa
Si è pronunciato in senso favorevole il cinquanta per cento in senso contrario dieci per cento e senza una specifica opinione il dieci per cento
Ancora una larga maggioranza il sessantotto per cento si è dichiarata favorevole alla conciliazione
Luogo di
Evidente l'infondatezza
L'amplissima discrezionalità però attribuita dalla norma sembra essere causa di Karadzic sparita fra ufficio cioè
In numerosi casi è stato indicato una percentuale di Putin rilevante o molto bassa inammissibilità qualcuno ha parlato dell'uno due per cento
Però per corti d'appello la percentuale
Sì lei dà invece agli utenti o addirittura al trentatré per cento quintali
In un caso viene segnalato che nell'ambito della stessa Corte vi è grande differenza fra i due sezioni civili in una la percentuale inammissibilità sia già verrebbe attorno al dieci per cento nell'altra attorno al trenta per cento
Per quanto concerne i decreti ingiuntivi in meno di metà dei tribunali esistente una prassi condivisa relativamente ai requisiti richiesti per l'emissione dei decreti e per la concessione della provvisoria esecuzione dei medesimi
La mancanza di una prassi condivisa è senza dubbio fonte di gravi incertezze
Persino nell'ambito dello stesso ufficio giudiziario in quanto
Da quando l'emissione dei decreti non è più gli esclusi da prima competenza del Presidente mai distribuita fra tutti i magistrati di quell'ufficio
Vi è concreto rischio di un'assoluta disparità di trattamenti e che risulta
Viene poi confermato quello che già si sapeva e cioè che in relazione al calendario del processo nella maggioranza dei casi
E completamente disapplicato quarantotto per cento oppure applicato solo da alcuni giudici quaranta per cento quindi
Ottantotto per cento ci dice che
Può disapplicato da tutto quell'ufficio giudiziario applicato solo da qualche giorno
Solo del dodici per cento dei casi e applicato da tutti i giudici di quello
In relazione all'onere di contestazione di cui all'articolo centoquindici la stragrande maggioranza ha dichiarato che la norma applicata solo su eccezione di parte o in casi eccezionali ottantasei per cento
In un'assoluta minoranza casi e applicate in modo molto rigido e anche d'ufficio quattordici per cento
E così più genericamente concludendo su questi punti nell'ambito dei tribunali e la maggioranza cinquantaquattro per cento ha dichiarato che ogni giudice applica le norme processuali in completa autonomia
Solo nel trentadue per cento sono prassi seguite dalla maggioranza dei giudici e solo nel quattordici per cento dei casi si sono riscontrati orientamenti uniformi seguiti da tutti i giudici di cui tutti
Per quanto concerne il doloroso capitolo dei tempi di durata dei processi civili
Nella maggioranza dei casi sono stati ritenuti stabile rispetto all'anno precedente il settanta per cento per quanto concerne i tribunali il cinquantaquattro per cento le Corti d'appello
E giudizi sul funzionamento degli uffici giudiziario oscillano nella stragrande maggioranza dei casi fra insufficiente insufficiente
Questo dimostra il grande senso di responsabilità dei Presidenti delle nostre Camere civili che hanno
Decisamente distinto fra il funzionamento della giustizia civile che assolutamente inaccettabile e
Invece il giudizio sui responsabili degli uffici giudiziari
Il sud magistrati addetti perché non si può dire giungere questo giudizio da tener presente la situazione particolare in cui operano
Infine da ultimo per quanto concerne il giudizio di appello
E le affermazioni che negli ultimi anni avanzate per esempio dal vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura statali qua il fianco col Presidente Santacroce fra un'oretta
Che
Ci
Raccontava
Che potrebbe essere benissimo soppresso l'appello perché non ha
Una tutela costituzionale a differenza
Dei come sappiamo del giudizio di Cassazione
L'ottantaquattro per cento ha dichiarato di ritenere l'appello assolutamente irrinunciabile per un corretto funzionamento della giustizia e la tutela
I diritti degli assistiti l'otto per cento importante
L'otto per cento ha ritenuto che potesse esserne a ridotta l'ammissibilità nessuno che potrebbe essere abolito
Io mi fermo qua
E do la parola saluto ma anche di introduzione al
Primo Presidente della Corte di Cassazione il dottor Giorgio Santacroce
Grazie avvocato Menoni per la sua interruzione
E io sono particolarmente lieto nella mia veste di padrone di casa di ospitare per la terza volta consecutiva nella prestigiosa cornice di questa Corte suprema
Le giornate di studio organizzate dall'Unione nazionale delle Camere civili dal Centro studi dell'Avvocatura Civica italiana
In occasione della preparazione del terzo rapporto sulla giustizia civile in Italia
Un'iniziativa che si avvale anche quest'anno dalla collaborazione del Consiglio nazionale forense
Dell'Associazione italiana per gli studiosi del processo civile e dall'Associazione nazionale magistrati
Attuando ancora una volta sullo sfondo di una strategia normativa frastagliata e a volte contraddittorie anche quando si è cercato di accreditare l'attraverso un estemporaneo slogan propagandistico del fare
Una preziosa intermediazione tra attivismo dei giudici e sostegno della scienza giuridica
Le due giornate di oggi pomeriggio e di domani si addicono lungo due linee di approfondimento
La prima mira a verificare la possibilità di dare una lettura coerente e sistematica all'alluvione di riforme medio tempore intervenute in parte già realizzate e in parte preannunciati quasi sempre come è stato già detto frammentarie
Spesso episodica e a volte non sufficientemente ponderato
La seconda linea di ricerca
Investe più direttamente i diversi modelli tutela giurisdizionale
Che unificati da un generico impianto acceleratorie della definizione delle controversie civili hanno mostrato di perseguire finora solo timidi tentativi di razionalizzazione dell'esistente analizzando le problematiche emerse dalla loro applicazione
L'analisi delle risposte al questionario inviato a cinquantadue Presidenti di Camere civili emergere come ha fatto rilevare l'avvocato Mennuni un dato interessante
Tutti i Presidenti sono dell'idea che per migliorare il funzionamento dalla giustizia civile sia necessario un intervento sistematico e organico che abbandoni la logica frammentario ciò che lo stesso frammentaria perché emergenziale
Che ha guidato finora il legislatore verso uno sbocco riformatore
Ora hanno sicuramente ragione gli avvocati quando affermavo che con le piccole riforme riforme cosiddette emergenziali difficilmente si riusciranno a superare le disfunzioni della giustizia civile
Ma quale riforma organica è mai possibile mi chiedo nell'attuale temperie dato che non vi è accordo né sui principi né sulle soluzioni e tutto è immaginabile tranne che la politica sia in grado di realizzare una palingenesi normativa
I problemi che hanno preceduto quello di Matteo Renzi ci hanno abituato troppe volte a credere che la riforma del giustizia occupasse uno dei primi posti e che ogni volta forse la buona quella buona per importi
Al momento considero molto più realistico pensare a una riforma per ingrati anziché suggerire le linee complessive di una riforma di sistema indicando alcuni obiettivi prioritari e proponendo progetti mirati giustizia fattibile e concrete
Il parere non sono certamente quelli di istituire periodicamente come ci hanno abituati ad ogni cambio di Governo commissioni di studio ministeriali chiamate ad elaborare ogni volta nuovi programmi di riscrittura totale o parziale dei codici
Destinato include darsi a futura memoria
Basterebbe pensare a quello che è avvenuto nel quadro della riforma del processo penale con riferimento ai codici penale Codice procedura penale in un arco di tempo di quindici anni ci sono state ben cinque Commissioni
Nessuna delle quali ha portato a termine i suoi lavori perché nel frattempo cambiava eccome
E quindi al di là delle singole risposte fornite dai presidenti delle Camere civile
Avverto amara sensazione
Quello che continua a mancare è un clima culturale favorevole alle modifiche che il sistema esige
Dovendosi prendere atto che ogni novità pensata o fuori e forgiata nella ricezione di un possibile miglioramento delle procedure
Spesso viene vista vissuta in un'ottica polemica prima ancora che l'esperienza concreta possa rivelarne eventuali insufficienza inadeguatezza
Un esempio fornito a mio avviso dalla nuova mediazione era introdotta dal governo letta
Che nonostante in altre latitudini sia considerata uno strumento di estrema utilità per la soluzione dei problemi relativi alla regolazione dei flussi processuali
Di recente pensato è stata introdotta delfino del Bangladesh come mi è stato riferito da una
Delegazione formata dal Ministro della Giustizia e dal Primo Presidente dal Procuratore generale Della Corte suprema del Bangladesh implicito al mio ufficio e invece nel nostro Paese continua a essere vivacemente osteggiata
E le risposte al questionario del resto lo confermano
Più direi per un pregiudizio ideologico che per un'intrinseca insufficienza dell'istituto al manto al maggior controllo della crescita esponenziale della domanda di giustizia qui non posso fare a meno di sottolineare che tutte le volte che vado all'estero
E per ragioni ovviamente legate strettamente alla carica ricoperta ci vado spesso l'ultimo è stato allarmare Corte suprema
Austriaca quando si sente dire che tematiche come quelle del condominio degli incidenti stradali eccetera sono oggetto di attenzione da parte dei giudici di pace ma come un giudice si interessa di queste cose
E e dice ma noi non è così Valia raccontare che non solo un giudice si interessa di queste cose ma segue poi la causa quello che è il percorso l'iter normale il giudizio c'è un appello c'è un ricorso c'è un ricorso per Cassazione
Se poi chi va a raccontare che da noi esiste un giudice di pace
Che è diventato il giudice le infrazioni stradali che a Roma su duecentoventi mila procedimenti civili centottanta mila
Fortunatamente in questi ultimi tempi grazie al contributo unificato il numero sta progressivamente scendendo ma noi abbiamo un centottanta mila casi che sono fatte tra divieti di sosta
E tra superamento dei limiti di velocità o passaggio col rosso l'idea che esista un giudice che si occupa di un fatto puramente amministrativo come sono le infrazioni stradali credo che di dedica in che Paese questi vivono
Ora devo dire che e pesto è un punto quindi in cui vedo sistematicamente ignorato ho declassato nella scala dei giudizi sull'effettività della gestione
Di molte troppe discussione sull'attuale realtà processuale omettendo di considerare con la giusta attenzione il valore economico dalla crisi della giustizia civile
Lungi da me l'idea di accettare così è come
La nuova mediazione vorrei aggiungere anche questo però devo dire che salvo qualche leggero ritocco lo strumento potrebbe
Benissimo funzionale e potrebbe svolge quella funzione di deflattiva che il legislatore abbia voluto attribuire
Perché dicevo che noi non si tiene conto del valore economico dalla crisi della giustizia civile
Perché sul punto esplicito il Fondo monetario internazionale che nel suo rapporto sullo stato dalla giustizia sottolinea che l'inefficienza del sistema giudiziario è uno dei principali fattori della bassa crescita economica
Dell'Italia ormai sono anni che sentiamo dire che è un ostacolo alla competitività ormai da tempo che salutiamo ripetere spesso e volentieri sente le stesse cose ma ci sono entrate in testa però che cosa si fa per poter superare questa situazione francamente io non riesco ancora a vederlo
La lentezza dei processi combinata ha un alto numero di giudizi si legge nel rapporto fa sì che l'Italia occorrono mille duecento giorni perché si abbia una decisione
Tre volte più che in Francia Germania e Spagna si può aggiungere fino a dodici anni per una sentenza di bancarotta occorrono più di sette anni perché è una banca possa recuperare le garanzie reali in caso di fallimento
Perché è un processo civile aggiunga davanti alla Corte di Cassazione possono passare fino a otto anni laddove la media OCSE è di due anni
Il risultato è un arretrato di circa dieci milioni di processi la metà dei quali sono di natura civilistica si tratta dell'arretrato più alto d'Europa
Gli economisti del Fondo monetario suggerisco di alzare le spese per le cause civili commerciali e fiscali rapportando le al loro valore
In modo da scoraggiare l'avvio il proseguimento dei processi non necessarie per rendere più efficienti quelli necessari da noi si è detto introducendo sistemi di questo genere si fa una giustizia per ricchi e quindi da questo punto di vista si finisce
Per impedire o comunque prendere vanno il disposto dall'articolo ventiquattro della Costituzione che consente a tutti i cittadini di tutela dei propri diritti e interessi davanti alla giurisdizione
Non solo
Ma sfondo invita a completare la riforma della mediazione perché se segnalando che esista una direttiva comunitaria in proposito quello del due mila e oltre a rivedere le procedure di impugnazione di appello e di Cassazione
Perché è proprio nel secondo grado di giudizio in quello di legittimità che i tempi dei processi di Latiano e accumulano ritardi ho segnalato anch'io quest'anno nella relazione inaugurale dove mente ho detto che le cose vanno piuttosto bene nel settore penale perché nel giro di sette otto mesi noi riusciamo a definire dal momento in cui arriva il ricorso in Cassazione il processo incivile invece ci troviamo in una situazione veramente molto pesante anche sotto il profilo dell'avvenuto Luca l'
Lunga mento di quelli che sono i termini di durata del processo anche se abbiamo cercato di darne una spiegazione cioè che volendo mettere mano chiaramente a quello che è l'arretrato
O l'arretrato così accantona definitivamente il che equivale a introdurre una sorta di amnistia incivile che peraltro non è possibile o si fanno i provvedimenti che sono stati fatti e di cui ha fatto cenno l'avvocato Veronese e in questi giorni che stanno crea Guido una leggera polemica tra il Presidente del Tribunale di Roma e il Procuratore della Repubblica e oppure francamente il discorso andando avanti cercando di poter conciliare due cose
Arginare l'arretrato e trattare il noi processi inevitabilmente i tempi sempre
E quindi comprensibile il senso di scoramento che dà il constatare che questi punti rappresentano prendevo quelli sui quali ci registro nel nostro Paese le maggiori resistenze sul percorso delle riforme
Ascolteremo questo pomeriggio quali sono state le ultime riforme ci aspettavamo che ieri il premier Lenzi indicasse quel quadro amplissimo che ha fornito di riforme in tutti i settori della giustizia non si è parlato mi è stato previsto in giro perlomeno mi pare tra tre mesi a una cosa del genere
Però naturalmente quello che già uscito fuori dai giornali non è che ci vede proprio molto d'accordo
Al parte quello che può essere un intervento volto a venire incontro cercare di vanificare agli annullare la portata di certe iniziative nel precedente ministro
L'idea di una sentenza paga di una sentenza con motivazione appagamento poi non so vanno stabilite delle tariffe a seconda poi la lunghezza e delle cause penso perché ci saranno
Che una cosa di questo genere credo ci possa essere una tassa unica egli ha il discorso sulla un giudice d'appello che diventa monocratico
Cioè tutte queste situazioni alle quali non si è mai pensato fosse anche ci si è pensato sia considerarsi sono consapevoli boutade è discorso è chiaro che lascia perplessi però anche abbiamo letto idea di una motivazione
Che di Giunta dal dispositivo il dispositivo fa il giudice la motivazione la fa l'avvocato anche su questo punto come si concili fra l'altro con quello che è un principio costituzionale il comma sesto dell'articolo centoundici
Che in sostanza
Fathellah motivazioni perno dall'attività giurisdizionale e quindi di un'attività che è tipica del giudice e non può essere sicuramente delicata ad altri organi lascia ovviamente pensare
Nei prossimi giorni quindi sapremo comunque nei prossimi mesi come si impegnerà economista della giustizia per uscire da quella che il premier Matteo Renzi ha definito la palude dei processi e del giudiziario
Quali rimedi e prospettive di riforme di carattere operativo occorrono per arginare e ridurre il pesante arretrato accumulato si negli uffici giudiziari visto che per azzerarlo tutto dovrebbe fermarsi per anni senza l'arrivo di nuovi processi
Nell'attesa giudici avvocati ed esponenti del mondo accademica ci diranno oggi quali interventi sono in grado di far recuperare efficienza e funzionalità al servizio giustizia
Perché senza di essi la durata ragionevole del processo e destinata a restare un mito irraggiungibile e noi continueremo ad accumulare condanne dalla Corte dei diritti dell'uomo
Volgendo lo sguardo all'indietro sono molti dubbi avanzati su alcune riforme intervenute in questi anni adonta delle intenzioni velleitarie dei riformatori
Penso tra le altre l'ha già accennato l'avvocato ma in ogni alla legge ventotto giugno due mila dodici numero novantadue per le controversie aventi ad oggetto le impugnative dei licenziamenti
Che ha introdotto nell'ordinamento in assoluta controtendenza rispetto alla sbandierata esigenza di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione
Che meno di un anno prima aveva portato nel decreto legislativo primo settembre due mila undici numero centocinquantadue un nuovo procedimento speciale
Definito specifico meglio noto dalla prassi come iscritto forme
Un procedimento caratterizzato come è noto da una struttura di Fassa dica
è regolato da una normativa lacunosa pagamenti ispirata al procedimento di repressione la condotta antisindacale e al procedimento sommario di cognizione oltre che al procedimento catturare
è fin troppo noto che l'applicazione del rito Fornero ha fatto sorgere in dottrina in giurisprudenza un mare di problemi
Tra i quali
Mi limito a segnalare che quelli relativi ad esempio all'ambito di applicazione
Alla legittimazione attiva alcuno di domande all'esclusività o facoltatività del rito alle conseguenze degli errori eventualmente commessi nella scelta dello stesso
Alla natura dalla cognizione alla stabilità del provvedimento conclusivo la fase sommaria e infine i rapporti con la tutela cautelare d'urgenza
I rilievi sul rito Fornero aprono le porte della seconda parte dell'incontro quella giornata di domani ma credo che
Già il presidente Rovelli oggi accennerà a qualcosa proprio sul problema della semplificazione e unificazione veri
Quello di domani tocca in modo diretto immediato ed incontrollata proliferazione che riti cui legislature ha fatto ricorso dopo l'avvento in tempi ormai lontani del rito speciale del lavoro
Sul presupposto della necessità che a determinate situazioni soggettive fosse data una tutela differenziata a seconda
Delle materie interessate nel giudizio
Nel mille novecento settantatré quando il legislatore disciplinava il giudizio di lavoro introducendo con la competenza del Pretore la figura del giudice monocratico divenuto col passare di tempo il tempo d'eccezione regola generale
Dopo di allora i critici sono moltiplicati traducendo il processo civile nelle sue varie declinazioni in una vera e propria trappola per le parti i loro avvocati perché per singole fattispecie hanno finito per aver vigore disposizioni diverse
Restando concreto il rischio di ignoranza ignorando e qualcuna e dar luogo a una nullità o una decadenza
Lorenzo Panzani attuale Presidente del Tribunale di Torino ricordo nella prefazione di un libro di commento nel decreto legislativo numero centocinquanta del due mila undici curato dal collega Demarchi Albengo che un tempo ed è lontano si spiegava di studenti di giurisprudenza
Che il legislatore aveva predisposto un unico modello processuale il giudizio ordinario di cognizione dal quel modulo il Codice di rito derogava in pochi e tassativi cassa
Nel giudizio ordinario di cognizione spiega Panzani erano stati trasfusi disposte del legislatore del mille novecentoquarantadue Pier i cari principi Chiovelli gli anni della concentrazione dell'oralità dell'immediatezza che difettava non il Codice previgente
Con lo scopo fin troppo scoperto di prevedere uno schema generale di processo civile
Applicabile in tutte le situazioni tale da consentire alle parti di orientarsi facilmente evitando che novità e decadenze connesse al regolarmi porta diverse potessero costituire ostacolo alla cognizione del merito
A questo perdono processuale che vedeva la tutela giurisdizionale civile disseminata in una superfetazione diritti ha posto rimedio
Ho cercato di porre rimedio la legge di riforma del diciotto giugno due mila nove
Numero sessantanove che mi scuserete per questo amarcord a mo'di flash ma è di questo che si parlerà domani da parte dei relatori conteneva prevede che al Governo
La prima aveva l'ambizioso Obiettivo di provvederà riassetto del processo davanti a tribunali amministrativi regionali e al Consiglio di Stato articolo quarantaquattro
La seconda concerneva la riduzione e semplificazione dei procedimenti civili articolo cinquantaquattro
E la terza riguardava la mediazione della conciliazione delle controversie civili e commerciale cioè i mezzi alternativi di risoluzione delle controversie civili e commerciali articolo sessanta
In questa introduzione non posso che limita abbia un affresco generale della portata del decreto legislativo numero centocinquanta del due mila undici
Che dando attuazione alla delega assegnando un deciso cambiamento di rotta
Ha ricondotto la pluralità delle procedure speciali che se non andate via via moltiplicando in relazione ai serbi alle singole tipologie di controversie
A tre modelli processuali codicistici mole
Conflitto del lavoro rito sommario di cognizione rito ordinario di cognizione
C'è da notare tuttavia che il ventotto procedimenti speciali presi in considerazione sono stati scritti secondi tre modelli indicati dalla legge delega ma non coincidono tout-court con quelli dei modelli del Codice civile delle intenzioni del legislatore che
Nelle intenzioni del legislatore delegante
Avrebbero dovuto rimanere come gli unici riti ricognizione
I diritti dei modelli codicistici insomma e quelli della disciplina della semplificazione non sono identici
Una tecnica questa destinata originarie non poche complicazioni di carattere esegetico ed applicativo anche perché l'avvenuta riduzione dei modelli processuali utilizzati
Se ha contribuito a depotenziare la seguente situazione patologica dell'errore scelta del rito come detto dall'articolo quattro del decreto non è riuscita a unificare i diritti
E che avrebbe comportato l'abrogazione di ogni disciplina in deroga ha finito per lasciare in vita una referenza azione processuale a seconda del settore normativo interessato
L'unificazione dei riti è destinata ad aprire peraltro un altro fronte che il convegno mostra di voler affrontare e approfondire quello dalla certezza del giudice cui ricorrere ovvero quella esattamente uguale e contraria del giudice al quale sottrarsi
In un sistema come il nostro una pluralità di giurisdizione di dimensioni unica al mondo
è indispensabile che il giudice della giurisdizione responsabilizzato e vincolato al principio del precedente sappia dare certezza a colui che vi ricorre nel primo come nel secondo caso e che si è quindi unico sovraordinato ad altre giurisdizioni
Il problema di un'uniformità possibile della giurisdizione passa attraverso due angoli visuali distinti che impongono però un ripensamento globale in un fascio idealizzazione quello che la struttura delle varie magistrature
Ordinario amministrativa contabile e quello della loro attività
Sul piano dell'assetto organizzativo indubitabile autonomia ed indipendenza dalla magistratura ordinaria
Che rappresenta una garanzia per il cittadino missione lo stesso non può dirsi per i sistemi di nomina nei ruoli delle altre magistrature che non siamo del tutto in linea con quei valori
Qualche dubbio potrebbe sorgere sul piano operativo visto che diversi ambiti della giurisdizione non sono più serrato i Comuni tempo da confini decisamente netti come in passato
Quando la faceva da padrone come criterio discretivo la ripartizione scolastica fra diritti soggettivi e interessi legittimi quando
Dica menti si scrivevano sentenze di duecento pagine centonovanta destinati alla distinzione da Santi domani in poi e poi al tra gli ultimi
Dieci pagine dedicate al caso concreto presso in considerazione oggi fortunatamente almeno su questo piano diciamo quella semplifica la motivazione semplificata ha trovato una possibile via di realizzazione
L'Italia giudice ultimo e la Corte di Cassazione e alla Cassazione che spetta di decidere quale sia
La giurisdizione competente e forse lo Stato
Forse è chiaro che qui parlo pro domo mea è stato beh è un bene che sia così
Io mi fermo qui concludo congratulandosi ancora una volta per questa felice iniziativa dell'Unione Nazionale Camere civili che chiama i protagonisti della vita pulsante del mondo dalla giustizia civile a dibatterne i problemi anche più spinose
Uno dei quali è proprio quello della semplificazione delitti che ci auguriamo possa diventare un obiettivo culturale comune per un serio miglioramento del servizio giustizia grazie
Vieni
Presidente aggiunto dalla Cassazione presente Novelli
Diciamo
E a testa alta di dare avvio perché dove abbiamo fatto l'introduzione
Altre invece si tratta di dati anch'io agiscono io voglio solo sapere verso la società
Sono leggi bene allora siamo proprio imperfetto in perfetto orario perché alle ore quattordici e trenta era previsto il l'intervento del Presidente revoca
Grazie anch'io mi ricollego davvero alle cose testé dal rivolgo al primo Presidente
Sia laddove
A ricordato l'utilità di questi incontri che le Camere civili
Stanno organizzando coi magistrati che vanno
Oltre direi
La ricerca delle
Pratiche migliori nei singoli distretti per ritrovare le ragioni ultime del pensare in comune magistrati e avvocati
Le ragioni delle difficoltà
Possiamo dire anche del
Deficit
Dire resa della giustizia civile rispetto alle aspettative dei cittadini
Il tema che avevo
Annunciato all'avvocato meno unire appunto dal momento che non potrò essere presente domani
è un tema che però si ricollega
E al
L'introduzione del presidente Santacroce
E l'argomento di domani sul
Unificazione delle giurisdizioni e sulle problematiche che questo comporta
Potrebbe essere una sorta di introduzione a quel tema che parte anche qui da necessarie
Emesse di carattere storico
Perché effettivamente questo tema che
Attualmente si riassume nelle
Nelle problematiche relative al riparto fra le giurisdizioni
è un tema che intanto esibisce
Il carattere barocco ecco del sistema italiano
E difficoltà che rendono assolutamente difficile per il cittadino per l'avvocato spesso insomma individuare
Il giudice
Davanti al quale proporre la propria domanda e non rende necessariamente così
Nonostante c'è ormai si sia aperta la via la traslazione undici tuttavia non si tratta come vedremo di una semplice questione di trovare il giudice
La
Ricerca della giurisdizione porta con sé
Purtroppo in larga misura e questo sarà il tema di fondo del mio intervento porta con sé anche differenze nel trattamento
Della
Fattispecie portata in giudizio
Però dicevo questo è il risultato di un
Di un processo secolare che
Mettere le sue radici con cambiamenti che via via sono intervenuti ma che circoscriviamo le modifiche intervenute
Proprio a partire dall'unità in Italia
Dalla nascita del Regno d'Italia del mille ottocentosessantuno e fino a l'intero secolo diciannovesimo a tutto l'Ottocento
La giurisdizione del giudice ordinario non aveva diciamo competizione in nel giudice amministrativo ma con
Fino a va invece con la potestà governativa con la Pubblica amministrazione
All'momento dell'entrata in vigore
Al momento dell'unificazione la legge vigente era la legge Rattazzi del mille ottocentocinquantanove
In questi tassi stabiliva la netta distinzione tra tribunali ordinari da una parte
E la pubblica amministrazione comprensiva dei tribunali del contenzioso che erano interni alla pubblica amministrazione dall'altra e si stabiliva una regola
Che come vedremo è in realtà ancora vigente accertato una recente sentenza delle Sezioni unite che nonostante qualche dubbio di segno contrario ha dato atto della vigenza del
Dell'articolo quarantuno secondo comma e dell'articolo trecentosessantotto del Codice di procedura civile
Che sono la continuazione di questa legge Rattazzi lì si prevedeva
Che
Il caso in nel caso in cui
Organi della pubblica amministrazione rappresentati dal prefetto ritenessero esistente uno
Un superamento da parte del giudice ordinario delle attribuzioni della pubblica amministrazione
Avevano il potere di denunciarlo
E allora dicevo nel legge Rattazzi
Il titolarità era data al Prefetto il potere
Di decidere era del suonano per in persona sentito il Consiglio di Stato organo amministrativo
Attualmente come sapete
L'articolo quarantuno secondo comma della Costituzione prevede che quando la pubblica amministrazione non è parte in causa il prefetto in ogni stato e grado fino a che non si è formato
Il giudicato può chiedere
Che venga
Accertato il difetto di giurisdizione è un procedimento che nella prima fase pone un perito immediato al giudice
Che alla causa o deve sospendere immediatamente poi
Gli atti vengono trasmessi alla Cassazione delle Sezioni riunite decidono ma il
Con la legge Rattazzi chi decideva era del re nella sostanza il Consiglio di Stato di fatti
Dopo l'unificazione deciderà il Consiglio di Stato
E
Che però era
Un organo della pubblica amministrazione
Nello stesso tempo nel mille ottocentosessantacinque interviene una legge rivoluzionaria che non a caso è ancora in vigore
La legge venti marzo mille ottocento sessantacinque numero due mila duecentoquarantotto allegato voi
Che all'articolo due
Sopprimere
Di tribunali del contenzioso amministrativo attribuisce tutte le cause
Per contravvenzioni e in tutte le materie in cui si faccia questione di un diritto civile o politico comunque vi possa essere interessata la pubblica amministrazione
E ancorché siano emanati provvedimenti del potere esecutivo dell'attività amministrativa al giudice
Che altri non è che il giudice ordinario naturalmente
Era prevista l'articolo quattro non il potere di annullamento ma il potere di disapplicazione dell'atto amministrativo ove ritenuto illegittimo
Però veniva fatta eccezione per gli affari non compresi per i quali
Continuava a rimanere in vigore quel potere del prefetto di provocare
Dal Consiglio di Stato e quindi da un organo della pubblica amministrazione
Il veto diciamo
Il veto per il giudice della possibilità di
Proseguire
Come sapete la legge del mille ottocentosessantacinque fu
Ispirata largamente da Pasquale Stanislao Mancini
Il quale riconobbe subito dopo che
I conflitti di attribuzione come disciplinati con il potere
Del consiglio di stato di bloccare l'iniziativa giudiziaria costituivano dice letteralmente
Una flagrante contraddizione con lo spirito della legge
E tuttavia non ritenne di abolire questa soluzione
Ma ad incidere sull'organo non più il Consiglio di Stato cioè non più un organo amministrativo ma si disse un organo
Veramente giurisdizionale
E questi questo organo era la neonata
Corte di Cassazione di Roma che era una delle
Cinque mi pare Corte di Cassazione
Che doveva giudicare
A Sezioni unite
E quindi in questo alle Sezioni Unite furono
Di questa Cassazione furono investite del potere di giudicare dei conflitti di giurisdizione positivi o negativi fra i tribunali ordinari
E le altre giurisdizioni speciali nonché delle nullità delle sentenze di queste giurisdizione per incompetenza d'eccesso di potere
Qui mi permetto di citare
Una pagina di Mortara per la sua classicità anche se fortemente datata però capiamo subito l'esercizio di questa che è la più eminente fra le attribuzioni giurisdizionali
In quanto è la vigilanza sui confini delle attività di questi organi e bella garanzia delle garanzie della legge
La più fondamentale assicurazione dell'ordinato e disciplinato attuazione della legge
Una specie di Sopra potere un atto di altissima sovranità dice letteralmente mortale che dovrebbe competere alla sovrano se non vi si oppone zero
Le esigenze della tripartizione dei poteri
E quindi estremamente rilevante ecco questa attribuzione nella considerazione che
Ne
Doveva essere fatta tuttavia bisogna riconoscere lo stesso Mortara questo è curioso lo cito perché è un patto di curiosità
Dice che tuttavia
Il le decisioni della corte di Roma scampi interno degli autorità
Impostate piuttosto deludenti
Ricerca di una
Questo un po'disposti a dirci di rischi ecco per la necessaria partecipazione al collegio
Di magistrati anche addetti alle sezioni penali
Quindi
Se
E quindi di fatto il Mortara diceva bisogna fare in modo che non ne facciano più parte poi arrivati al
Alla unificazione nel mille novecentoventitré si creeranno le Sezioni riunite
Civili e le Sezioni Uniti penali
Ecco qui
Fino ad ora diciamo il Consiglio di Stato Eva organo puramente amministrativo a partire dal
Mille ottocentottantanove e poi
Più marcatamente dopo la legge del mille novecentosette
Con la istituzione la prima della quarta poli della quarta e quinta sezione
Giurisdizionale
Il Consiglio di Stato oltre che organo amministrativo con funzioni consultive di carattere rilevantissimo diventa anche giudice
Però è un giudice che non invade
Alcun potere riservato al giudice ordinario perché
Il campo riservato al giudice ordinario rimane salvo cioè i diritti civili e politici
Ma oppure
Da copertura giurisdizionale a situazioni che prima abbancavano di questo tipo di tutela che si svolgevano solo all'interno della Pubblica amministrazione
E qui arriviamo poi alla legge del ventiquattro su cui il cui testo ritroviamo poi nella nostra Costituzione
La quale prevede che l'articolo quarantotto del testo unico del ventiquattro prevede che le decisioni pronunciate in sede giurisdizionale dal Consiglio di Stato
Possono essere impugnate con ricorso di Cassazione
Aggiunge tale ricorso tuttavia proponibile soltanto per assoluto difetto di giurisdizione del Consiglio di Stato
Ora
Da questo momento in poi
Iniziano direi ordinarie tensioni per
In di rituale qual è l'area della giurisdizione del giudice amministrativo e quella del giudice ordinario
Governate con qualche difficoltà dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione
Direi che allora i problemi che si ponevano era prevalentemente erano prevalentemente se valeva al criterio della prospettazione come la parte
Prospettava la sua posizione soggettiva o valevano altri criteri somma
Tutto questo produce un momento storico quello che è chiamato il concordato il concordato fra il primo Presidente della Corte di Cassazione
Che la Mariano D'Amelio e il presidente del Consiglio di Stato crea attentamente Santi Romano
E in questo momento direi il concordato trova le due autorità diciamo concordi nell'individuare
Causa petendi e petitum sostanziale come i criteri determinanti per stabilire il confine tra le due giurisdizioni
Intanto nel frattempo dicevo il Consiglio di Stato sin dalla presidenza di Spaventa in poi aveva andato elaborando questa distinzione appunto tra diritti soggettivi per interessi legittimi
Che era una distinzione
L'altro invenzione direi della
Invenzione geniale direi del figura degli interessi legittimi
Che non era chiusura verso
Il le potere giurisdizionale del giudice ordinario ma apertura della tutela giurisdizionale
Oltre il punto in Comuni prima
Essa mancava non appartenendo quegli affari
Alla materia giustiziabile in assoluto aumenta lo spazio di giustiziabilità di situazioni soggettive
Ma non incide
Su situazioni che erano noti nell'ambito della giurisdizione del giudice ordinario cioè non copre figure di diritto soggettivo
Ne nasce la pax armata stato detto ma un
Periodo di ordinaria incertezza in cui
Il riparto di giurisdizione si basa a seconda anche delle stagioni su varie distinzioni che ancora adesso vanno per la maggiore
Attività di imperio attività di gestione norme di azione norme di relazione attività vincolato all'attività discrezionale
Carenza o cattivo esercizio del potere
Tutte situazioni che provocano lieve iscrizioni direi ma non scontri decisivi tra i due plessi giurisdizionali
Il codice del quarantadue sostanzialmente conferma
Da un lato quel potere
Che era stato previsto dalla legge del mille ottocentosettantasei per quarantuno secondo comma il trecentosessantotto c'è una
Fotoricordo Giorgio sotto una nostra sentenza recente
Sia
Il
Regolamento preventivo introduce il regolamento preventivo di giurisdizione
Regolamento preventivo che poi la legge del novanta renderà meno preventivo proprio per
Perché
C'era stato una abuso della sospensione necessaria
E questo dà vita situazioni alcune delle quali sono sub iudice in questo momento presso questa Corte
Di regolamenti preventivi che sono stati preventivamente proposti quindi tempestivamente proposte dalla parte
Ma a cui non è seguita la sospensione ma un rapidissimo pro proseguire del processo da parte del giudice amministrativo e che arrivano qui in sede di regolamento preventivo dopo che c'è stata una sentenza di primo grado in un caso anche di secondo grado e in certi casi almeno si discutesse ci sia addirittura un giudicato quindi il problema
è se
Seguendo una sentenza vittoria del mille novecentonovantanove il la decisione
Delle Sezioni unite sul Regolamento preventivo fa saltare anche il giudicato perché è un giudicato sub iudice come giudicato sul quantum quando è ancora sub iudice lande
Oppure se doversi appunto incrinare alla ma
Stante il giudicato
Il problema che rimane aperto proprio davanti a questa Corte poi si dice che
La Costituzione abbia
Costituzionalizzato in qualche modo la dicotomia diritto soggettivo interesse legittimo
In effetti l'articolo ventiquattro dove dice tutti possono agire eccetera per la tutela
Dei diritti e degli interessi legittimi articolo centotredici della Costituzione contro gli atti della pubblica amministrazione sempre l'Amministrazione per la tutela dei diritti e degli interessi quindi è una distinzione ben presente
Nella
Nella Costituzione la quale Costituzione tuttavia
All'articolo centoundici attuale ottavo comma
Ribadisce il contenuto dell'articolo quarantotto del testo unico del ventiquattro sul Consiglio di Stato e cioè che contro le sentenze del Consiglio di Stato è ammesso ricorso per Cassazione
Per i soli motivi inerenti alla giurisdizione
Apparente edilizio
Questa statuizione che
Per certi aspetti è limitativa dei poteri
Della Cassazione
Tuttavia
Diciamo impedisce secondo me che con legge ordinaria possa essere istituito un'eventuale Tribunale dei conflitti a composizione mista
Perché il radicamento nella Costituzione di questo
Questo potere delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione impedisce che si possa procedere su questo punto con un semplice leggi legge ordinaria
Intanto però un punto fermo possiamo dire che se prima
Direi praticamente fino alla legge ottanta del novantotto
La giurisdizione
Del giudice amministrativo era fondamentalmente giurisdizione di diritto oggettivo sugli interessi legittimi e aveva dei limitatissimi spazi di giurisdizione esclusiva
Direi per la necessità di di evitare direi discutibili questione di giurisdizione in materia in cui i diritti e interessi si intrecciano in modo inestricabile
Con le successive norme e poi soprattutto a partire dalla legge ottanta del novantotto che costituisce l'attuazione di un decreto Bassanini nel novantasette
Che in attuazione a sua volta ad una legge del novantatré trasferiva al giudice ordinario la giurisdizione sul pubblico impiego
Ma direi quasi a risarcimento del giorno per il giudice amministrativo di questa perdita attribuiva alcuni generici poteri di giurisdizione esclusiva che poi la legge delegata invece amplierà
Molte delle previsioni contenute nella legge delega attacca verranno per incostituzionalità per eccesso di delega
Ma poi saranno tutte riproposte con la duecentocinque del due mila
E poi
Inizia una grande stagione che introduce
Rilevantissime questioni
Di giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo molte di queste sono riassunte all'articolo centotrentatré del CPA ma altre se ne aggiungono ne sono rimaste fuori
Vado porre rapidamente ma debbo dire che lasciare un certo senso un po'perplessi
Come lascia perplessi constatare ecco come
Ci sia
Questa espansione delle aree di giurisdizione esclusiva proprio in coincidenza con un periodo storico che ha visto il passaggio
Dallo Stato gestore allo Stato solo regolatore
E
Gli effetti a far finire direi dagli anni Novanta apertura alla concorrenza ossequio alle regole comunitarie hanno aperto la strada ad una massiccia opera di privatizzazione
Che ha segnato il passaggio da una economia mista un'economia
Privatizzata
Privatizzazione sostanziale che si è tradotta nella cessione
Ai privati del controllo di impresa in cui l'azionista di riferimento era lo Stato
Ciò lo scrivevo allora lasciava trapelare
Una espansione del diritto privato con corrispondente riduzione del diritto pubblico
Quasi una postuma rivincita di Wind scelse Puglielli neppure otto Maio
E scriveva Guido Alpa
L'aspettativa di un nuovo Regolamento di confini in cui al diritto pubblico spetta alle regole che fondano l'impianto politico al diritto privato le altre regole concernenti il mercato
Possiamo dire che le cose sono andate in senso esattamente opposto
E le ragioni
Altecon sono spiegabili anche con la massiccia presenza dei Consiglieri di Stato presso gli organismi ecco che dannosità i provvedimenti legislativi
Ma tutto questo direi corrisponde evidentemente a qualcosa che
Certo a misura doveva avvenire
Perché effettivamente
Può veri della sua ragione nel distanza che ha consegnato
L'ideologia del diritto civile a partire dalle codificazioni ottocentesche dalla realtà economica il materiale
I codici di matrice napoleonica compreso il nostro bellissimo del quarantadue hanno attribuito esempio una centralità alla figura del contratto come libera determinazione delle parti
Come luogo rideterminazione del giusto equilibrio degli scambi quindi il luogo dove si vera al mercato c'è una frase dire il perno è nota a chi di comparti del di
Questa verità presupponeva diciamo la coerenza naturalistica con un assetto di mercato predicato di per sé come perfettamente concorrenziale
E avrebbe presto visto la sua inadeguatezza rispetto al fenomeno della contrattazione di massa
Che in effetti ha avuto poi trattamenti diversi ormai e le direttive comunitarie hanno trasformato radicalmente questo tipo di contrattazione
Ma lo stesso idea alti impulso e da cui partiva non copriva la realtà economica in cui storicamente l'autonomia privata aveva spazio per operare
Lo Stato liberale dell'Italia unitaria e paradossalmente proprio nei periodi in cui la Destra storica governato
Vedeva trasferiti al settore pubblico la titolarità della gestione dei servizi più rilevanti sotto il profilo sociale ed economico
Dalla scuola e i trasporti le poste e poi le Ferrovie verte la telefonia tutte le infrastrutture fino ai settori rilevanti dell'assicurazione con lire alle banche Bin
Si può convenire con Massimo Severo Giannini che questo apparente statalismo era probabilmente anche funzionale all'interesse della classe impegni imprenditoriale
Sollevata dal compito storico di finanziare infrastrutture indispensabili al sistema produttivo ma richiedenti investimenti di lungo periodo di incerta avremmo una
Primule relatività
Nei periodi storici successivi l'esperienza del Liri negli anni Trenta quella della ricostruzione postbellica
Avevo visto accentuarsi tale fenomeno per cui
L'area coperta dall'autonomia privata e realmente governata dal diritto civile
è stato un'area storicamente determinata
Possiamo dire libertà di cambiare beni e servizi ma solo limitatamente a quei beni a quei servizi che erano posti nella disponibilità dei privati
Il processo di liberalizzazione degli anni Novanta che ha visto appunto il passaggio dallo Stato gestore a quello regolatore si è svolto in due tendenziali direzioni
La prima è stata quella della privatizzazione disservizi in precedenza svolti dal settore pubblico e anche l'apertura al diritto privato della stessa pubblica amministrazione per la sua attività non autoritativa
Ma l'altra direzione è stata quella della amministrativizzazione di gran parte del diritto dell'impresa
E questo forse è il significato che va dato anche alla ormai acquisita affermazione a tutti stranota di Natalino Irti per cui
Il mercato non è la riproduzione dello stato di natura è un locus artificiali
In cui si crea hanno le condizioni per realizzare scambi organizzati
Per questa via irrompono nel nostro ordinamento le autorità indipendenti
Fondamentale nel nostro sistema che concorrono a dettare una regolazione pubblicistica del mercato emanando atti amministrativi
La determinazione oggettiva delle nuove regolazioni e l'attuazione estesa alla generalità delle impresa
Del regime concorrenziale
E lo spazio per l'operare dell'autonomia privata
E ampliato nella misura in cui si estende generalizzata apertura ai privati della gestione di servizi di interesse generale che prima erano riservati al pubblico ma questo spazio si svolge entro regole
Che settore per settore disciplinano l'attività economica e che sono finalizzati a rendere trasparenti processi
Che non sono più di potere pubblico ma che sono di potere privato
E
In questo quadro ecco
Può dirsi acquisito
Che
Le due situazioni soggettive su cui si fondava la
Riparto
Della giurisdizione
Perché comunque sono tutte e due sia un diritto soggettivo che l'interesse legittimo attribuito dall'ordinamento in funzione di un interesse sostanziale avente ad oggetto un chiodo vendiamo bene della vita
E le attribuzioni fra diritti a tutela indiscrezione normale
E tutela discrezionale di un terrestri si pone o si dovrebbe porre soltanto
A livello di tutela questo però non apporto ma accentuato fortemente i momenti di frizione ricordo per andare poi rapidamente alle conclusioni
La querelle è chiamiamo la questione in gran parte ancora aperti ma emblematica ecco tra
Sezioni unite della Cassazione adunanza plenaria del Consiglio di Stato sulla cosiddetta pregiudiziale amministrativa
Allora voglio dire dopo la sentenza cinquecento del novantanove divenuti giustiziabile risarcibili interessi legittimo
E poi estesa nel nodo cui ho accennato non non ne ho parlato ma
Ho detto che è stata estesa in modo enorme lampo l'ambito di giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo
E poi intervenuta anche la sentenza duecentoquattro della Corte costituzionale che in un primo tempo sembrava aver riportato
Ai criteri tradizionali riparto laddove
Metteva il rapporto tra
Giurisdizione
Esclusiva
Al giudice amministrativo
Come rapporto di specialità per cui i soldi non per blocchi di materie ma soltanto in relazione a situazioni in cui sono intrecciate posizione di diritto soggettivo di interesse legittimo in cui il pubblico interviene nell'esercizio di un potere anche se attraverso un mero comportamento
Ma nello stesso tempo diceva che
Esigenze di
Di concretezza
Di effettualità della giurisdizione dovevano portare alla unificazione tra il giudice
De molli che ha
Che è titolare del potere demolitorio e il giudice del risarcitorio quindi si è estesa
Sia per gli interessi legittimi sia per tutto l'ambito
Dei
Della giurisdizione esclusiva che è andata ripeto crescendo
Il
Potere del giudice amministrativo di giudicare non soltanto in sede di annullamento dell'atto ma di giudicare anche l'azione risarcitoria
In questa situazione interviene una sentenza del due mila otto delle sezioni unite
Secondo cui
E censurabile sotto il profilo di
Brizio di giurisdizione la decisione del Consiglio di Stato
Che
Dichiara inammissibile una domanda risarcitoria in quanto non preceduta dalla domandarvi retta all'annullamento dell'atto amministrativo da cui sarebbe derivato da
Hanno
E
Dirà
Diranno le Sezioni Unite che invece l'azione risarcitoria può proporsi anche autonomamente da quella demolitoria
Senza che in tal caso fra l'altro debbo osservare se il termine decadenziale che era previsto per l'azione di annullamento contro l'atto amministrativo
E questa è una questione di estremo interesse
E in cui effettivamente le Sezioni riunite sono andate al limite forse entro forse oltre il limite in cui può giocare la questione di giurisdizione
Certamente hanno espresso il principio che il concetto di giurisdizione va inteso nel senso della
Effettività di tutela delle situazioni soggettive per cui è attribuito il potere di decidere
Per cui viene questione di giurisdizione anche quando
Si deve stabilire
Se il giudice a cui è attribuito il potere di decidere anche il dovere di farlo e non può rifiutarsi dichiarando l'inammissibilità della domanda risarcitoria
Perché non preceduta da quel demolitoria
Fu invasione di campo certamente è stata percepita come tale dai giudici amministrativi secondo cui il sindacato qui si risolve in una questione di violazione di legge
Però
Intervenuto poi il legislatore
E apparentemente diciamo una posizione
Che arbitrava la situazione dando sostanzialmente ragione alla Cassazione sulla non necessità della pregiudiziale amministrativa
Come necessaria per esperire l'azione risarcitoria del danno
E però
Stabilendo perché l'azione risarcitoria va fatta dunque davanti al giudice amministrativo sia per la lesione di interessi legittimi sia per la lesione di diritti soggettivi nella materia di enti giurisdizione esclusiva introducendo anche un
Termine di decadenza che in assenza degli azione di annullamento percorre dal fatto che l'anno
Ora il giudice amministrativo cercato secondo me la sua rivincita
E l'ha fatta con una bella sentenza di Karin gel la numero tre del due mila undici in cui
Interpreta diciamo l'articolo due mi mille duecentoventisette
Del Codice civile nel senso che
Si dà carattere di
Automaticità alla non
Al nord esercizio della tutela demolitoria e intervenute
Si pone del nesso causale tra l'agire illegittimo dell'Amministrazione del produce del danno e il mille duecentoventisette secondo comma cioè un concorso colposo del creditore
Così grave
Da determinare la rottura del nesso causale
In questo modo diciamo il Consiglio di Stato dice ora mi pongo sicuramente al di là del confine della giurisdizione mi pongo sul confine della interprete se prima aveva fatto
Decisione di inammissibilità dicendo che
Doveva essere espletato prima il
L'azione di annullamento adesso decidendo nel merito e dando torto al privato che la mente stava al danno senza vere previamente agito per l'annullamento dell'atto amministrativo
E facendo questa decisione aggira diciamo ogni potere della Cassazione di intervenire
Non so se questo sia una ripicca ma certamente voglio dire introduce una cosa gravissima nell'ordinamento
E credo che
Domani di questo si dovrà necessariamente parlare perché noi
Pensiamo che l'individuazione del giudice fornito di giurisdizione
Come l'individuazione del giudice fornito di competenza all'interno della giurisdizione ordinaria
Dovrebbe comportare la
Il potere decisorio attribuzione del potere decisorio all'uno rispetto ruolo all'altro ma non influire sui criteri di decisione della controversia
Invece qui
La una individuazione del digiuno in cella preme in testa per applicare alla stessa situazione di diritto sostanziale
Una diversa regola iuris un diverso trattamento
Questo in un certo senso
Contravviene i principi basilari dal processo quelli del carattere strumentale del processo quelli per cui che o venda dice il processo deve dare
Proprio quello è solo quello che il diritto sostanziale prevede quello per cui
Dettato l'articolo ventiquattro della Costituzione che si dice abbia incarnato il principio di strumentalità
Del processo
Questo è un episodio ma la realtà e ne abbiamo esempi davanti alle Sezioni Unite in questi giorni
Sono frequenti voglio dire vicende che riguardano
I cosiddetti danni provvedimentale cioè
Danni causati al privato da un provvedimento amministrativo illegittimo
Spesso dicevo questa azione di danni è fatta
Come o spiegato il perché ho spiegato davanti al giudice amministrativo del quale ho applica quel principio del mille duecentoventisette o comunque interno per
Il due mila quarantatré in generale il sistema della responsabilità civile in modo difforme da quello proprio il Corte di Cassazione
E a questo punto voglio dire sì pone il
Problema della
Qualcuno l'ha posto anche qualche avvocato nella
Nelle ricorso per Cassazione se
Le Sezioni unite non solo a questo punto abilitate ad andare oltre l'ottavo comma del centoundici della Costituzione
E a valle a interessarsi direttamente della violazione di legge e non limitarsi al vizio di giurisdizione
Per la verità direi e una volta nel settantatré già la Cassazione era stata investita aveva detto
Adesso non è possibile
Però se dovesse accadere ecco perché abbastanza circoscritta all'area di giurisdizione esclusiva
Ma se dovesse accadere che
Questa si amplia fino al punto da non essere più un'eccezione allora effettivamente si pongono problemi
Problemi che secondo me non potrebbero mai comportare una diretta disapplicazione della Costituzione addirittura da parte della Corte di Cassazione
Ed è anche difficile proporre una questione di costituzionalità con riferimento compartiscono della Costituzione
Però dicevo a molti avvocati ho visto che
La propongono sotto il profilo un
Chiedendo ecco che la Cassazione
Proponga alla Corte di giustizia una questione interpretativa perché proprio con riferimento ai danni provvedimentale lì
La Corte di giustizia se più volte espresse nel senso che ogni Stato nazionale
è libero di attribuire all'una o all'altro terrà giurisdizione laddove come da noi esista una giurisdizione amministrativa una giurisdizione civile
La competenza giurisdizionale
Ma in ogni caso deve garantire
Questa situazione la parità di trattamento e questa parità di trattamento esigerebbe desistenza dell'organo cui è deputato alla nomofilachia
Cioè in sostanza il problema eh possono esistere due nomofilachia parallele non comunicanti senza tradire radicalmente il significato del
Se lo stesso articolo centoundici ma poi
Della funzione della Corte di Cassazione della sua funzione ultima
Su questo credo che che ci sia materia per soffermarsi domani debbo dire che in astratto ecco
Le soluzioni prospettabili possono passare da possibili riforme costituzionali che potrebbero andare o nel senso di recepire
Le teorie
Dell'unità della giurisprudenza di Calamandrei rimaste
Parzialmente soccombenti nel lavoro della Costituente
Perché l'articolo centodue espressione diretta del pensiero di Calamandrei
Ma l'ottavo comma del centoundici è stato imposto diventa Costantino Mortati un altro grande studioso imminente pensato
Vicino però al tradizione del giudice amministrativo
Due tradizioni altissime direi non sia quella di Calamandrei sia quella di Costantino Mortati
La ritengo improbabile l'altra alternativa è quella di abolirei ecco dall'articolo centoundici ottavo comma la limitazione alle questioni di giurisdizione sarebbe la vittoria della Cassazione
Il direi quello a cui aspirano di più i colleghi di
Ambiti del Consiglio di Stato
E quello che riflette la situazione che c'è in Francia cioè la formazione di un Tribunale dei conflitti che a questo punto costituirebbe in queste funzioni le Sezioni riunite della Corte di Cassazione e che
Quando opera in questa materia potrebbe anche avere esteso il potere di
Al
Alla
Questa al vizio di violazione di legge ma dovrebbe vedere una presenza più o meno paritaria tra giudici ordinari diciamo e giudici amministrativi
Oppure
Ciascuna di queste ipotesi improbabile perché non mi sembrano maturi i tempi per riforme così profonde
Della Costituzione se non pensate organicamente con tante altre cose perché in questo momento mancanti
Per cui non resta ecco che cercai di lavorare
Magari con confronti
Che debbono necessariamente estendersi ai giudici ordinari e i giudici amministrativi e avvocati che lavorano prevalentemente professor
Il giudice amministrativo e agli avvocati quale la maggior parte credo di quelli oggi presenti che operano prevalentemente presso il giudice ordinario per cercare
Dico creare le condizioni che ora come ora non ci sono per un nuovo concordato per una nuova pace
Birra
Doveva
Carboniera acquisto
Buongiorno però intanto
Attento
Allora
Ai
Negli interventi
Tanto ma è una
Giovanna
A
Poi
Non so se avete sentito perché non avevo il microfono acceso avete sentito
Dicevo che facciamo fare un intervento in breve intervento
Non previsto è venuto qua fra noi a Giovanni Maria Flick ex Presidente la Corte costituzionale ex ministro della giustizia
Grazie avvocato
Io per la verità ero qui solo per ascoltare per che
Buoni
Penalista
Ho sempre avuto una specie di complesso di inferiorità nei confronti
Della giustizia civile e dei suoi problemi enormi
Fino a quando mi sono accorto che mercanti
Che l'attenzione che abbiamo prevalentemente dedicato sempre solo ai problemi della giustizia penale
Si scontrava con un'attenzione drammatica e dobbiamo dedicare e i problemi della giustizia civile e ho cercato quindi di rispolverare le mie cognizioni in materia di processo civile che risalgono
Mille novecento settanta quando come Pro-Rettore civile alla prima sezione della Pretura mi occupavo di tematiche civili
E allora la prima constatazione che posso fare anche per l'esperienza politica giudice costituzionale ricordavi la sentenza dalla Corte costituzionale del due mila e quattro
Potrà avvertire di Ricci e prima ancora di ministro della Giustizia
Ti fermi ricco
Ricordavo la preoccupazione con cui
Abbiamo messo a fuoco che la giustizia civile è arrivata al capolinea
Non solo la giustizia penale pericoli problemi
Sintetizzo di sovraffollamento delle carceri e di prescrizione per circa degli emblemi ma una giustizia civile che al capolinea come ricordava
La
Commissario europeo alla Giustizia viene Reding circa un anno fa
Valutando l'efficienza dei sistemi giudiziari europee
L'Italia era collocata agli ultimi posti insieme a Cipro e insieme a Malta
E questo è un problema enorme in tempi di crisi come quella attuale
In cui
Per uscire dalla crisi per ripristinare la fiducia
Per favorire il ritorno alla crescita essenziale
E l'infrastruttura giustizia civile funzioni secondo alcuni schemi prevedibilità delle decisioni loro tempestività come condizione essenziale per attrarre gli investimenti alle imprese
Invece le disfunzioni della giustizia civile forse più dico quelli quelle della giustizia penale accrescono la spirale di crescita negativa
Di stabilizzano pur sempre parole della commissaria europea la fiducia dei cittadini prevede ostacolano l'applicazione dell'effettività dell'ordinamento giuridico non solo nazionale ma anche europeo
Mi impediscono la cooperazione del funzionamento dello spazio giuridico europeo che spingono ad approfittare dell'inefficacia della giustizia per non rispettare regole e contratti
Parole che però sono ormai patrimonio comune delle critiche quotidianamente vengono rivolte alla giustizia civile che non funziona a cominciare dai rilievi del presidente della corte di cassa
Schema di reati al paradosso lo sapete meglio di me
Io l'ho vissuta poco tempo in prima persona
Prima di forfetizzato il risarcimento per nei danni per la violazione della ragionevole durata del processo la famosa legge Pinto
Poi di creare una Pinto sulla Pinto perché a questo punto che il ritardo non è solo nella decisione del processo principale ma è anche
Nella rione del risarcimento e per la prima
Allora e un capolinea che lo ricordava prima il presidente Santacroce ha portato a qualificare l'Italia al centocinquantaseiesimo posto della classifica fu centottantasei paesi nel l'area OCSE
E quindi a questo punto problematiche come uscire euro fortemente interessato non potrò seguire purtroppo che i lavori come avrei sperato per
Altri impegni ma volevo esserci proprio per capire come si può cercare di uscire dall'entrata
Le innovazioni ordinamentali sono state tante qualcuno potrebbe dire troppe numerosi riti del processo civile
Le sezioni stralcio in cui io l'avevo la responsabilità perché mi sembra abbiano
Funzionato ma non voglio difendere ciò che ho fatto a suo tempo perché è stato ripetuto recentemente
Da ultimo al piccolo l'appello
Infine ancora rimedi un po'estemporanee come la motivazione appagamento poco Mella condivisione della responsabilità per l'Inter temeraria da parte dell'avvocato è un tema sul quale si sta
Riflettendo anche la Corte di Strasburgo problema di fondo intorno a cui votiamo è sempre lo scompenso
Tra l'offerta di giustizia e la domanda di giustizia
Guardate l'offerta di giustizia del nostro Paese e più o meno abbastanza vicina all'offerta di giustizia degli altri Paesi europei
Ciò che
Per dare a europea ciò che preoccupa e la
Crescita a dismisura della domanda di giustizia la quale è largamente superiore a quella degli altri Paesi europee
Anche se adesso e in parte diminuita il trend mi sembra un po'meno sconsolante
Forse anche a seguito della introduzione della mediazione diminuita sembra in parte per il primo grado
Con un buon livello di produttività
Sì molta sofferenza ancora adesso nell'ambito delle Corti d'altra
Come riequilibrare il rapporto fra domanda e offerta di giustizia
Io posso dare solo non posso dare una valutazione tecnica non è mia materia non sono competente porto solo riflettere sul versante
Delle proposte che sono state centrate come contenere
La domanda di giustizia che è arrivata non aveva dimensioni notevolissime per non dire abnorme
Con tutti i riflessi che essa comporta sulla durata del processo getta
Io credo che
Il disco quindi le iniziative che sono state portate avanti prima fra tutte lo vedo anche dalla statistica
Dalle risposte all'indagine molto interessante che è stata fatta dalle camere penali volgere sulle quali voglio riflettere meditate
Civili scusate
Deformazione professionale mi capite naturalmente certa
Quindi che le camere penali non hanno mai fatto un'indagine di questo tipo mente queste notevolmente interessante
Allora il problema
Vorrei richiamare un altro aspetto oltre a quelli più specifici più tecnici che sono stati e sono in discussione
Intanto vorrei ricordare
Il problema
E si continua a fare interventi settoriali e non interventi di carattere globale
Con Rutelli che è stato al Ministero tempi stavo per dire i tempi d'Oro e i tempi passati
Riqualificherà decido di cercare di affrontare il tema giustizia nella sua globalità e non con interventi a spizzichi e bocconi in questo discorso è lo stato fatto molte volte
E allora io ho paura che questo sia un momento in cui anche per la crisi nonostante ci venga promessa nel mese di giugno la riforma della giustizia
Non sappiamo come dove quando per c'è stata promessa è proprio un titolo vedremo quale sarà il contenuto del capitolo
Credo e continuo a pensare
Ma a un rimedio rimedio a una modalità di intervento di cui non si parla sufficientemente le buone pratiche
La necessità cioè di cercare
In tutti gli spazi del processo civile che consentono
Ma qualche discrezionalità e mi pare ve ne siano a giudicare dalle buone pratiche che firma accumulate
E che si sono
Via via sedimentate vengono portate avanti la necessità di studiare di valorizzare di spingere al massimo
Quello
L'ipotesi di lavoro delle buone pratiche concordate tra i vari operatori della giustizia magistrati avvocati personale parla giudiziario personale di cancelleria
Cioè mi sembra questo una specie di non dico revival ma di riscoperta di alcuni problemi alcune linee che avevamo già cercato di elaborare venti anni fa
Quando cercavamo di pensare a una sorta di decentramento della giustizia intesa non come affidamento della
Risposta di giustizia alle realtà locali ma come necessità di coinvolgere le realtà locali
E tra l'altro danno un'idea una sensazione del tipo di domanda di giustizia che sul territorio e un cognome
E coinvolgere le realtà locali con gli operatori di giustizia magistrati avvocati personale pare giudiziario proprio in quegli spazi di discrezionalità
Che
Dovrebbero possono consentiti dalle regole del giudizio perché il problema non è soltanto quello di avere delle buone regole del giudizio il problema è quello di applicarle
E a me sembra che tante volte lo vedo lo riporto dall'esperienza che ho avuto non come avvocato civilista ho fatto il giudice del civile quand'ero Pretore la prima sezione di Roma
Ma dell'esperienza che ne traggo per l'esperienza escluse per il
Il ruolo istituzionale di Ministro a suo tempo e poi per certe cause
Per certe controversie che arrivavano alla Corte costituzionale mi sono reso conto che questo discorso
Della
Cattiva applicazione di regole che in astratto con buone e abbastanza presente nel nostro sistema giudiziario ecco perché l'unico tipo di
Di di valutazione di indicazione che posso dare nella mia inesperienza
Io avvocato per il civile
Ma nella mia valutazione cittadino che si è occupato un po'di giustizia e le istituzioni rivolgo alle Camere civili proponendo di approfondire anche questo tema grazie
Vi auguro buon lavoro
Grazie Presidente per l'interessante intervento e per gli spunti che ci ha offerto adesso io darei la parola senz'altro il professor Giorgio Costantino
Voi la
La Presidente
Dichiarati l'avvocato Andrea Pasqualina e la dottoressa Starace possono prendere posto già
E adesso mettiamo i Cavalieri grazie Laura
Presidente la ringrazio e la ringrazio anche di avere spostato il mio intervento da domani ad oggi è come mi è consentito di parlare prima perché altri impegni impediranno anche di
Seguire il successivo dibattito e grazie anche avermi
Inserito subito dopo gli interventi del Presidente Santacroce del Presidente Rovelli ebbe
Professor Flick in riferimento ai quali mi sia consentita una qualche osservazione vero
La casa brucia si diceva quarant'anni fa ora siamo al capolinea però i dati statistici ci indicano
Che la giustizia nel nostro Paese funziona in modo diverso nelle diverse zone di questo siamo tutti consapevoli
E
La statistica passi che si è tutti abbiamo tre scarpe c'è qualcuno per a cinque e qualcuno questa Scalzo
Ed allora le best practice non sono soltanto un'aspirazione ma sono un fatto necessario e obbligatorio la realizzazione di un effettivo ordo Yuri Ciari U.L.S.S. come che era quello del Medioevo soprattutto di fronte all'bellissima legislativa che insegue l'immagine e non la realtà l'esempio banale il rito Fornero per i licenziamenti dove abbiamo una fase sommaria che si conclude con l'ordinanza guarda Trova quale si può fare opposizione nell'ambito della quale il giudice regola il processo dal mondo che ritiene più opportuno poi ci sta la pregiudiziale opposizione un aspetto la cognizione piena bagarre giudice regola il processo del MOL che ritiene più opportuno
E poi abbiamo l'appello che non si produce con il reclamo dove la Corte d'Appello regole processo nel modo che ritiene più opportuno e quindi questo significa che noi abbiamo in ogni ufficio giudiziario una prassi ed un modello diverso proprio nel giudice regola il progetto nel modo previene pioppo
Tutto ed allora questo è fondamentale nella
Ormai sono anni
Che
Fra i materiali del corso io indico i protocolli d'udienza soprattutto quelli delle parti vedete che sono molto attenti in molte cose
E indicano una serie di dati cosa banale che mia sempre sorpreso delle entusiasmato la
Determinazione dei tribunali di Venezia della nozione di spesi ordinari e straordinari nella separazione qua facciamo così
Così che io ho quando accedo all'ufficio che davanti alla porta una indicazione che non è affidata alla discrezione del giudice nel momento
Ecco in questo è un discorso che si fa da anni e che di cui le Camere civili sono fatte portatrici per la diffusione delle best practice perché la migliore
Più efficiente strumento che lei è netto lungo
Per far credere all'efficienza della giustizia e la prevedibilità della decisione sia iniziare un processo civile e accendere una candela Santa Rita da Cascia protettrice dei santi impossibili ogni controversia viene portata fino alla fine
è stata splendida bellissima la relazione del presidente Rovelli in poco tempo a rifatto la storia del riparto di giurisdizione
Il Presidente Rovelli ha coperto però quelle che sono lei le tensioni grandi tensioni politiche che erano alla base non poteva farlo per il suo ruolo istituzionale e dato che
Non ho in un ruolo istituzionale una qualche osservazione su questo punto
Uno la Corte questo la Corte di Cassazione
Lo faceva il Presidente Luppoae lo criticato qualche volta su questo quando e la Corte regolatrice non è un giudice civile e il regolatore del traffico
Così è nata nel mille ottocentosettantasette a Palazzo Grazioli a Piazza del Gesù quando furono istituite le casse ogni e così non può non continuare a funzionare quella fu la reazione a leggere il settantasette
Allarme evocazioni reali non ha ricordato
Il Presidente Rovelli che aveva dedicato la sua vita a questi studi cioè Franco Cipriani mio collega ed amico per tanti anni
Il trecentottanta sei ad esempio
Di quelle tensioni che era l'articolo quattro della legge del mille ottocentosettantasette
La decisione della Cassazione non pregiudicare questioni sulla pertinenza del diritto sulla proponibilità dalla domanda questo è il testo della proposta legislativa l'emendamento ricchi è quello uno dal avrebbe riletto quelle già i verbali di quelle giornate di dibattito parlamentare che fu uno dei momenti più alti di discussione sulla giurisdizione sul processo nella storia del nostro Paese
Ma scusa inseriamo quando prosegue giudica
Sì o no e trecentottantasei dell'attuale codice così la norma non significa niente la decisione sulla giurisdizione
Non quando prosegue il giudizio
Non incide sulla proponibilità domande sull'esistenza di rete grazie e il problema
Quando il giudizio non prosegue che si voleva evitare che ci sia di turisti e la Cassazione al giudice del merito
Non ha detto neanche il presidente Rovelli del perché
Nel momento in cui si afferma il mercato c'è un favore un'espansione della giurisdizione amministrativa con esiti talvolta nefasti
L'ho scritto anche che forse si pensava che il giudice amministrativo posti un giudice più sensibile alle valutazioni politiche con il giudice più malleabile
Cosa offensiva per il giudice amministrativo che non le ha reagito su questo come e venti poi con
Fenomeni che indicano l'Iran l'inseguimento dell'immagine e i problemi tecnici banali
La
L'articolo centoquarantasette quaranta centoquarantasette bis del Testo unico bancario trasferiamo l'opposizione alle sanzioni amministrative in materia bancaria dalla corte d'appello al TAR
La norma diceva le opposizioni ci propone la Corte d'Appello punto continuando il capo del percorsi del posto che la Cancelleria
Della corte d'appello Ufficio legislativo gli altri tempi le cose avvenivano in modo diverso mi sostituisca la norma ha cambiato il primo periodo
Cioè
Il l'opposizione si propone alla Corte d'Appello punto continuate al TAR punto continuando ricorsi deposti una cancelleria della Corte d'appello così si può fare un'altra legge per cambiare il secondo periodo
In
Momenti diversi
Non mentì passati diceva plico quando c'era l'attuazione del giudice unico il capo dell'ufficio operativo Scotti
Disse
Qui bisogna individuare i casi di giurisdizione volontaria del pretore che possono essere soppressi trasferiti al giudice dati e le pubbliche amministrazioni per la prossima riunione me li trovate
Passiamo la notte avviare Lula a cercare i pozzi però si vuole si può fare una legge diamine bisogna conoscere qual è la realtà nella quale occorre incidere
E
Sono
Prevedibilità significa e questo è stato introdotto lo presidente vittoria e poi continuato dal presidente Rovelli i dibattiti sui contrasti di giurisprudenza
Ne abbiamo fatto in questa sala uno qualche giorno fa su una questione in occasione dei corsi stiamo preparando come Università Roma Tre in collaborazione con la formazione decentrata i nuovi
Abbiamo già chiesto l'abbiamo già acquisito
Decisione nomofilachia e anche
Frutto di autorevolezza e non di arbitrio e quindi di confronto
Di confronto su quelle che possono essere le
Soluzioni abbiamo già acquisito un elenco dei contrasti pendenti casomai non è indicato però quello
Al quale si riferiva il presidente Rovelli cioè della mancata sospensione e gli effetti della decisione sulla giurisdizione questa potrà essere un'occasione
Tema specifico elenco delle cose da fare delle cose fatte le ultime riforme le attuali prospettive del processo civile
Allora
Stasi procede l'attuazione dello revisione delle circoscrizioni giudiziarie
è stato fatto il decreto correttivo al decreto quattordici del quattordici che finalmente ha introdotto una una qualche disciplina transitoria poi ci sono delle sentenze non la corte costituzionale l'intervento
Del con del Consiglio nazionale forense in ordine alla conservazione degli ordini soppressi
Cosa importantissima che è intervenuta della che non si è ancora ben percepita la ratificazione la ratifica della Convenzione sull'immunità degli Stati legge numero cinque del due mila tredici che prevede una serie di meccanica
Mi e incide in un settore particolare introduce nuovamente quell'accidenti di regola da specie di regolamento di giurisdizione perché ciascuna parte può andare a chiedere alla Corte l'Internazionale di Giustizia l'aggiudicazione dei confronti lo Stato queste perché c'no no e si becca chi guadagna la automatica sospensione del processo ed è vide felice e contenta questa cosa che la tanto brutta nel passato ce la ritroviamo adesso con le altre norme di attuazione poco
Riforma della riscossione coattiva anche e intervento di immagine molto bellino però fonte di una serie di problemi Equitalia non può pignorare la prima casa ma può intervenire dei processi da altri iniziati quindi non all'effetto di salvare la prima casa ecco induce il debitore a non pagare Equitalia a pagare la banca perché Equitalia non li può fare il pignoramento però nel momento quella banca Ripa il pignoramento Equitalia interviene quindi cosa Bellina da dire ma
Di scarsa rilevanza sul piano pratico
Solo in attuazione le norme sugli ausiliari in Corte d'appello una serie di disposizioni le sono in attuazione anche le previsioni sul tirocinio presso gli uffici giudiziari della composite
Che non non valgono ai fini dell'esercizio della pratica sono aumentati ma anche qui sta lavorando il CSM
I magistrati addetti all'ufficio del massimario che diventa una strada più breve per arrivare in cassa può diventare una strada più breve per arrivare in Cassazione però la selezione
Richiede una serie di problemi solo usciti dalla Sezione sesta che non ha udienza non ha udienza pubblica
I i pubblici ministeri c'è stata già una circolare del Primo Presidente che ha detto se vogliono ci vanno ma sono esonerati dal fare la memoria
Bellissima la divisione a comma domanda congiunta bell'intervento se le parti sono d'accordo vanno al notaio si parla di visione
Facevano pure prime per ore però se ci sta la controversia vado dal giudice e appunto si va dal giudice qualora divisione quando non solo d'accordo è stato qualche accidente di questione giuridica questa non è cura semplifica i sogni
Poi
La sospensione dell'esecuzione del decreto ingiuntivo è la concessione dell'esecuzione provvisoria al decreto posto che non è certamente si va in prima udienza udite udite best practice TAC qualche posto dunque si faceva nel corso del processo
Pongo
Buono che è stato detto
Voi abbiamo ancora norme correttive sul concordato in bianco in base al quale il debitore può dire ho intenzione di trattare con il debito ora mi Padania sessanta centoventi giorni a questo ha creato un vuoto un buco lo sale dei concordati che si sono moltiplicati in progressione geometrica
E
Intervenuta la mediazione di nuovo obbligatoria
Provvedimenti importanti sui ritardi nel pagamento dei pagamenti delle pia l'unica cosa serve se il debito non dei soldi deve andarlo a trovare da qualche parte è difficile andarsi a inventare strumenti per non pagare
Altro provvedimento importante e quello relativo all'affiliazione le il decreto attuativo della legge che
A
Unificato i figli un'ultima considerazione in relazione a quello che il tema di cui si discuterà domani
E cioè
L'attuazione della decreto sulla semplificazione dei riti ed i problemi a questo relativi in relazione ad una ipotesi la liquidazione degli onorari di avvocati
Sono state abolite le tariffe sono stati istituiti i parametri è stata fatta la legge professionale
Lo schema e Stato preparato dal Consiglio nazionale forense mandato al Ministero il Ministero lo ha approvato il Consiglio nazionale forense fatto qualche altra correzione stanno per arrivare gli altri parametri che la base
Ai sensi dell'articolo quattordici si applica il procedimento sommario
Cioè
Un procedimento nell'ambito del quale il giudice regola il processo nel modo che ritiene più opportuno sostituisce il camerale di settecentotrentasette
Ma in relazione alle controversie relativi al quantum non anche alle controversie relative all'anno
Sennonché
Il soggetto della frase
L'articolo quattordici
E
Le controversie previste dall'articolo ventotto e quindi quelle che ho appena indicato
E l'opposizione proposta normale seicentoquarantacinque
Cioè l'opposizione a decreto ingiuntivo
Non sono regolate da rito sommario di cognizione ove non al diversamente disposto comma successivo secondo periodo il tribunale decide in composizione collegiale
E qua non ci troviamo più
E qui
Sappiamo che nell'ambito le best practice la discussione la informazione in alcuni tribunali sia applicata la norma disposizione alla lettera nel senso che
Muori l'opposizione a decreto ingiuntivo buoni ma controverse direttamente iniziata se ne vanno al Tribunale informazione collegiale in alto poiché l'oppositore della del mio vivo di va lo stesso giudice che ha messo i decreti si vada ottico
L'opposizione a decreto ingiuntivo e al collegio
Nel caso in cui invece non la richiesta del pagamento dal cliente non sia stata preceduta dalla richiesta del decreto ingiuntivo cosicché in questo
Tutto il principio di uguaglianza resta una mera Fantasia e questo significa anche diversi rimedi in ordine alla impugnazione dell'ordinanza perché di solito la tutela sommaria si utilizza
In un primo momento e poi c'è un processo in cui le regole si conoscono prima e se non me le dice il legislatore ci si può mettere d'accordo con best practice
Per individuare quali sono ma non c'è mai stato un procedimento a piacere a libera fantasia
Con voi un controllo di soltanto un controllo di legalità questo è peggio di quello che diceva il presidente Rovelli all'inizio
Noi
Con l'estensione del giudizio un'esclusiva perdiamo il controllo di legalità interi settori del diritto
Con la diffusione della tutela sommaria senza un giudizio di merito cognizione piena abbiamo perso il controllo di legalità guarda questa banale del processo
Sapete come giochiamo conosce le regole del gioco prima di cominciare a giocare non lo fa il legislatore lo può fare lo possono fare le best practice appiccicando al
Porte dei tribunali qui facciamo così e non ci sentiamo illeso nozioni di volta per volta mi scuso ancora per non rimanere a sentire gli altri interventi
Ma devo fuggiti altrove vi ringrazio
Grazie al professor Giorgio Costantino per il suo come sempre brillante intervento e ora la parola al consigliere Camilla Di Biasi
Grazie che è come sapete precisi no mi componente ma fa funzioni spesso il Presidente della sezione tributaria della Corte di Cassazione
Grazie
Allora
Parlerò dell'argomento di questa sessione cioè le riforme le ultime riforme le prosperano soprattutto le prospettive del processo civile
E lì l'argomento è talmente vasto che occorre scegliere un angolo visuale rispetto al quale affrontare queste questioni e io dico subito che non parlerò partitamente delle singole riforme
Ma bendato Insiel dato fenomenico in sé oggettivo
Che è quello che negli ultimi vent'anni ma ma anche nell'ultimo decennio il processo civile ma come mai nella storia della Repubblica è stato interessato da una serie
Di cambiamenti costi continui repentini talvolta non ponderati talvolta seguiti da un tornare indietro penso ad esempio al a
All'istituzione poi all'abrogazione
Di del processo societario penso ad esempio il quesito di diritto in Cassazione
Ma queste modifiche che hanno interessato il processo civile non riguardano soltanto gli interventi del legislatore vorrei che fosse chiaro che nell'ultimo decennio
Ha inciso costi pesantemente sulle sui cambiamenti delle regole del gioco anche la giurisprudenza di legittimità
E segnatamente la giurisprudenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione cioè
Una giurisprudenza molto qualificato dal punto di vista nomofilattico
Diciamo che in quest'ultimo decennio come mai prima nella storia della Repubblica il processo è stato interessato da un vero e continuo ciclone di cambiamento ad opera del legislatore e della giurisprudenza
Questo
Per farvi rendere conto del dato sintomatico ma basta guardare al massimario ufficiale della Corte di Cassazione fino alla modifica del due mila sei si diceva che
L'articolo trecentottantaquattro diceva che il principio di diritto alla Cassazione due a farlo soltanto in relazione alla no al diritto sostanziale
Le all'interpretazione della regola processuale era un'interpretazione di un'area di una disciplina strumentale che non non interessava dal punto di vista nomofilattico se adesso guardiamo
Il massimario ufficiale della Corte di Cassazione vediamo che c'è un'esplosione una lievitazione
Veramente esorbitante rispetto alle massime sostanziali che riguardano il diritto la del lavoro il diritto tributario diritto fallimentare il diritto commerciale ma su tutte
Complessivamente emerge la la massimazione che riguarda il processo che cosa significa questo io me ne parlo perché vi rendiate conto che è come se un giocatore chiamato per giocare una partita
Passe più tempo ad alta
A riscaldarsi a bordo campo che a giocare la partita ecco questo per rendere chiaro il rapporto
Vuol dire che stiamo attraversando un momento sicuramente di grande complessità del processo civile in cui il processo civile è diventato come una specie di laboratorio sperimentale sicuramente un work in progress continuo questo infetti
Prescindendo da qualunque giudizio di valore men che meno
Rizzo negativo sull'attivismo del legislatore ed e dei giudici di legittimità
E prescindendo da ogni altra valutazione è un dato che ci deve far riflettere perché la disciplina processuale non soltanto la disciplina strumentale ma e valida soltanto se capace di farsi sistema
Nel suo complesso interventi sport i ma meditati ma soprattutto che riguardano solo alcuni punti di questa disciplina
Senza che ci sia dietro un progetto
Possono innanzitutto compromettere la funzionalità sicuramente possono alla lunga
Compromettere la la sicurezza perché ingenerano disorientamento i cittadini ma in generale disorientamento anche se vogliamo portare il discorso
Sul problema dell'incidenza economica per cattivo funzionamento della giustizia ingenerano disorientamento e quindi non l'affidamento per potenziali investitori
Ma soprattutto che hanno un problema di giustizia di giustizia della decisione perché una decisione giusta nel senso convenzionale di giustizia al quale possiamo riferirci
Se è una decisione che interviene all'esito di un processo regolato da norme
Certe e coerenti
Sicuramente non deve essere statica la norma processuale ma deve essere stabile deve consentire che almeno una vicenda processuale possa svilupparsi sotto una medesima disciplina allo Stato non è così
E qui per ritiene quanto questo mutamento costante delle regole e che ha a gravi il problema
Della lunghezza del processo basta pensare che il sistema processuale nella sua condizione fisiologica cioè a regime prevedeva internamente
Una serie di meccanismi idonea contenere
L'elefantiasi del contenzioso uno di questi meccanismi era sicuramente l'attività nomofilattica della Corte di Cassazione perché
Perché quanto più è complessa è una norma tanto più c'è bisogno di una interpretazione da parte della Corte di Cassazione tempestiva
Coerente chiara quando
Ciò interviene è evidente che è sicuramente
Disincentiva la prova liti della litigiosità perché un processo costa in termini economici in termini umani quando c'è una risposta della Cassazione chiara e tempestiva
Non si fa tentare la causa come invece sarebbe se ci fosse incertezza sull'interpretazione delle norme
Ora
Tutto questo non si può piovere per un semplice motivo almeno sul processo la nomofilachia della Cassazione in gran parte gira a vuoto
Perché con l'arretrato che alla Corte di Cassazione arriva giudicare quando una legge processuale non c'è più vale più in vigore
Il repentino cambiamento delle norme processuali e soprattutto l'introduzione di istituti la sua abrogazione nel breve giro
Di di pochi anni comporta che la Cassazione
Per gran parte e costretta a pronunciare su norme che non sono più in vigore e cosa significa e come se ne avessimo
La Pizzi a livello quella e aveva il corpo in avanti la testa all'indietro cioè ammontano le chiedo alla Corte di Cassazione per buona parte guarda all'indietro io non so se le possiamo ancora permetterci di tenere una Corte di Cassazione
Che funziona a scartamento ridotto che gira molto su quella che
Lo ius costituzionalisti cioè
La
Probabilmente la più importante delle sue funzioni visto che sullo ius soli etica Doris c'è già il la decisione della Corte d'appello
Ma in ogni caso la più importante adesso abbiamo avuto negli anni fino agli anni Settanta del secolo scorso grosse critiche alla funzione nomofilattica della Cassazione
Perché veniva identificata col periodo fascista che aveva una visione ormai superata del concetto di certezza del diritto ma adesso questa funzione essenziale come il pane e abbiamo alcune disciplina
In materia previdenziale in materia tributaria in materia societaria complesse articolate che si sovrappongono l'incertezza sull'interpretazione di queste discipline chiaramente
Crea problemi dei cittadini negli investitori un intervento nomofilattico della Cassazione come ho già detto tempestivo chiaro coerente può servire a dare certezza a dare ad ampia togliere il disorientamento
E soprattutto a
A contrarre i tempi dei della giustizia ma tutto questo non funzionasse la Corte gravata dalla reiterato e soprattutto
Se la disciplina processuale cambia così vorticosamente ne stiamo ancora facendo nomofilachia sul quesito di diritto che hanno tolto da parecchio tempo quindi tanto per dare Medea
Porto questa questa versione quest'anno problematica
Volevo dire non è che appunto non c'è alcun giudizio negativo non è che sono improvvisamente impazziti il legislatore e la giurisprudenza delle Sezioni Unite che hanno cominciato a martellare sul processo
Per la verità anzi questo è l'aspetto di o una doverosa
Assunzione di responsabilità di fronte al problema della eccessiva lunghezza dei processi dopo la costituzionalizzazione del principio di ragionevole durata del processo
Il giudice legislatore sono resi conto che quel principio non valeva soltanto per le parti del processo o per il giudice
Inteso come soggetto che dirige l'andamento del processo ma valeva anche per il legislatore che doveva provvedere ad una legislazione
Intesa ad assicurare questo valore costituzionale e anche per il giudice come interprete della norma processuale
Quindi il legislatore per un verso e e la giurisprudenza per altro verso si sono adoperati con una via difetta è una via indiretta
Rendere
In qualche modo la legislazione adeguata
E questo valore costituzionale
C'è quindi una via al cambiamento del processo e alle regole del processo giurisprudenziale è una via legislativa al cambiamento tutte e due purtroppo
Con grande impegno si sono intensificate negli ultimi anni e non sempre nella stessa direzione
Quindi la altra rilievo che voglio fare questo quando ne parliamo di riforme
E dalle quali partire per guardare alle prospettive del processo dobbiamo tenere conto del di tutte e due devia il cambiamento quella giurisprudenziale e quella legislativa
Incominciamo l'ovviamente non non parlerò singolarmente delle decisioni o delle leggi che sono state assunte in questo periodo però vorrei individuare le linee direttrici di fondo
Per poi fare delle proiezioni vedere dove dove questo processo sta andando sa quanto da quale parte stiamo andando a dire il vero perché
Insomma a stare in Cassazione per rendersi conto che si agisce sul processo a volte su discipline che sono andate via e come
Pensare un chirurgo che non sta più in una sala operatoria per guarire un ammalato ma sta in una sala settoria in realtà fa l'anatomopatologo fa le autopsie
E non vorrei che da questo tipo di attività uscisse fuori un mostro alla fine
Taino quindi con molta calma il processo non ci si può andare
Su su su atti singole bisogna comunque tenere presente un Progetto una visione di insieme
Allora parliamo della via giurisprudenziale al cambiamento negli ultimi anni è sotto gli occhi di tutti la giurisprudenza della Cassazione ma soprattutto appunto quella nomofilachia più intensa che viene espressa dalle Sezioni Unite perché maggiore il vincolo che esprime anche nei confronti
Delle Sezioni semplici a
Ha incominciato
Utilizzando la la ragionevole durata del processo come un grimaldello a volte come una miccia anche troppo corta
Rileggere
Diciamo da una parte è stata obbligata dal fatto che questo continui interventi del legislatore richiedevano un'interpretazione
Delle norme e molte volte in una disciplina che dovrebbe essere organica e sistematica come quella processuale richiedevano anche interpretare occupa operazione di Ortopedia ermeneutica
Però
A parte questo è sicuramente la Corte di Cassazione ha iniziato una rilettura della disciplina processuale alla luce del principio della ragionevole durata del processo
Molte sono state leggi le decisioni alcune delle quali anche oggetto di critica a volte accesa da parte della dottrina
Per esempio per citarne una quella in materia di giudicato implicito sulla giurisdizione
Io però ritengo che da tutte queste decisioni che sono state più o meno discusse
Si potrebbe richiamare un unico principio che ha ispirato la Corte di Cassazione
Il principio questo che per la ragionevole durata del processo impone al giudice di non applicare
In maniera rigida
In ogni caso la norma astratta ma volta per volta di valutare se nel concreto l'applicazione di quella norma e necessaria per attuare la tutela
Di quei valori in vista dei quali la norma è stata prevista perché in mancanza di questa necessità intercettarla la rigida applicazione della norma trattasi di
Non porta altro che un vuoto formalismo e quindi una perdita di tempo e la perdita di effettività del della tutela giurisdizionale
E
è un principio importante è un principio che però richiede un è di difficile gestione di continua e ha bisogno di continua manutenzione perché
E è chiaro che è stata imboccata una via complicata accidentata
Che non non consente la supina applicazione della io riporto un esempio per esempio molte volte la Corte di Cassazione a affermato che quando c'è il ricorso
Che ma non c'è non è stato integrato il contraddittorio oppure la notifica all'intimato non è andata a buon fine
Però all'intimato totalmente vittorioso in grado d'appello non si è non è non è presente non si è costituito e ricorso deve essere rigettato nel merito non c'è bisogno di rinnovare la notifica integra il contraddittorio è un discorso semplicissimo perché l'altra tecnica che non è stata citata non ha interesse a partecipare se normalmente vittoriosi in un processo nel quale ricorso dichiarato inammissibile o viene rigettato però
La ferma questa affermazione significa un qualcosa di molto più profondo che non è stata applicata una regola innanzitutto la regola dell'ordine decisione delle questioni
E la regola dell'integrità si è passati a decidere in merito prima di valutare l'integrità del contraddittorio che cosa significa questo e quello che ho detto prima che la Cassazione ha affermato il principio che il processo e più riposante applicare
C'è in
In maniera rigida e costante senza guardare alla realtà concreta del processo
Delle norme prestabilite la Cassazione si è assunto il compito di
Andare a guardare ogni volta se nel concreto
La necessità dell'applicazione di quelle regole astratte
Corrisponde alla necessità di tutela di quei valori per cui sono state poste altrimenti è soltanto una perdita di tempo ho detto è un principio e nella sua continua applicazione è veramente difficile da portare avanti
Perché c'è il rischio forse Budin di andare all'interprete delega troppo ampie ma soprattutto c'è il rischio
Va beh in mente di una erosione del della portata precettiva di una norma sottoposta a un ma così continua verifica
Diciamo che una visione funzionale una lettura funzionalizzata del processo
Può portare alla potrebbe portare alla relativi l'azione della regola processuale e quindi diciamo nichilismo giuridico affidamenti tutto che deriva da da una vengono debole o indebolita perso anche da dire che
Diciamo quanto più voci si allontana e si decide legame manifesto
Tale norma processuale e la realtà per l'accordo
Le i principi in funzione della quale quella no dei quali
Quella norma è stata posta tanto più si moltiplica il formalismo giuridico e gli arcana iuris cioè le vuote ripetizione di una ritualità
Quindi diciamo che la mia giurisprudenziale formalismo e molto alla al cambiamento e molto accidentata
E molto complessa e non può prescindere
DC Ind. all'a
Professore Costantino ha ricordato che è stata inaugurata da qualche anno una prassi importantissima cioè che quando ci sono delle decisioni importanti delle Sezioni unite
C'è l'apporto della dell'università del dell'avvocatura diciamo che la Corte di Cassazione
Si è resa conto da una parte della necessità di svecchiare l'interpretazione della norma processuale percuotere perché lì non ci si poteva più permettere di avere un processo civile
Appesantito da formalismi inutili dall'altro si è reso conto che questa strada non poteva portarla avanti da solo perché il processo
In c è l'espressione di una determinata cultura in un determinato Paese ed è soprattutto l'espressione del del sistema assiologica OCCAR regge quella cultura
E quindi quando in cui ci si assume la responsabilità di un'interpretazione di questo tipo occorre che
Si modifichi anche a mio parere il concetto di nomofilachia
Non più no non soltanto un'attività è una funzione uniformate Discetti un organo di vertice
Ma più che altro una funzione di di sintesi di raccordo di elaborazione
Di stimoli che vengono da dagli studiosi e da e dagli addetti al processo civile e in questo caso appunto un'apertura all'ascolto ai giudici di merito agli a agli dall'Avvocatura e alla dottrina
Questo è stato inaugurata questa nuova prassi in relazione alla decisione
Molto sofferta molto discussa in materia di aver Rowling quando la Corte di cassare Sezioni della Corte di Cassazione hanno
Fatto riferimento proprio in relazione
Alla necessità di tutelare le parti di fronte a questi brevi domande
Pecchia processuale si sono riferiti a quella che è un istituto tipico sicuramente di una cultura diversa dalla nostra l'appunto l'overbooking
Se questa è la via
Giurisprudenziale al cambiamento non meno accidentato e sicuramente la via legislativa al cambiamento che va per altri percorsi
Legislatore diciamo con una buona volontà veramente ammirevole li approvate tutte i mutamenti dei riti la semplificazione dei riti la diversificazione l'obbligatorietà delle conciliazioni i filtri
Diciamo che l'approvate tutte un po'tutte insieme e anche un po'tornando indietro quindi creando ulteriori aggravi di e necessità di di provvedete Rita per la giurisprudenza perché
Ognuna di queste interpretare ognuna di queste norme richiedevano interpretazione è un impedimento e a volte anche
Problemi di tipo organizzativo la ma di distribuzione diverse delle cancellerie distribuito richiedevano una serie
Di di propri poi tornare indietro anche
Anche a richiesto tempi quindi
Nonostante la buona volontà ci sono stati degli annullamenti notevoli dei processi con questi dispetto più che dei benefici sono avuti dei dei danni e dei ritardi
Però volevo notare che in tutte le
Dice una certa coerenza che ho notato nelle legislature in tutti i tentativi di
Dall'entrata in qualche modo questo aumento del del contenzioso e soprattutto questo aumento dell'arretrato e quindi dico di arginare il processo
Soprattutto sembra che il legislatore abbia inciso voluto incidere sulla
Sui tempi richiesti nel processo civile per la motivazione della sentenza
Cioè il legislatore ha mostrato di ritenere che quello iato che va dalla dalla discussione dalle memorie
La deposito della sentenza è un tempo morto dal sul quale agire soprattutto per restringere
Ed è a non è proprio così nel senso innanzitutto quello non dipende dalla motivazione della sentenza dipende dal numero di sentenze del giudice deve scrivere
Il
Tempo e poi soprattutto quello è una fase deliberativa nel suo complesso non è il tempo per scrivere la sentenza materialmente il tempo che serve nel processo civile ordinario e il tempo
Che il giudice ed etica allo studio della controversia all'esame
Alla
Alle motivazioni da porre a base della sua decisione alla decisione poi l'estensione della motivazione quindi la contrazione all'evoluzione del contenuto minimo delle
Della motivazione e veramente bisogno del tempo che si risparmia perché comunque quando in ogni caso per decidere si è dovuto diceste nel sud vistare stabilire quali sono i motivi per cui si è deciso non è quello
E diciamo che nel processo civile ordinario la parte giustificativa e la fase euristica in realtà si sovrappongono anche nel momento in cui si scrive la sentenza si prova a scrivere la sentenza in realtà si cerca una verifica della decisione che si è assunta
Quindi non è quello il tempo veramente non è un
Un effettivo risparmio stringere e comprimere la motivazione potrebbe essere anche un aggravio di tempi perché è una motivazione oscura
Perché troppo sintetica potrebbe ingenerare dubbi sull'ampiezza del giudicato sui limiti oggettivi sulla sul decisum e quindi
Creare problemi se impugnare non impugnare eventualmente in generale altro contenzioso quindi probabilmente in ogni caso
E anche un falso obiettivo se noi guardiamo per esempio alla al rapporto della sentenza
Un rapporto che ha messo a confronto la la giustizia il sistema giustizia dei ventisette Paesi dell'Unione europea
Questo rapporto
Ci ha detto delle cose importanti sul nostro paese che e l'ultimo in termini di arretrato civile processo civile ma con una distanza enorme praticamente il doppio
Dell'arretrato che c'è il penultimo Paese che è il Portogallo peraltro ha detto anche che quello che ha
Il minor numero di giudici civili
Per centomila abitanti ed è anche quello che ha un indice di smaltimento elevatissimo
Centoventi per cento nel processo civile il che vuol dire che i giudici italiani civili sono i giudici più produttivi d'Europa quindi andare ancora incidere sulla sui tempi da dedicare alla decisione
E aumentare il numero di decisioni potrebbe ingenerare anche qualche sospetto di non medita tecnica di queste decisioni il vero problema allora se non è il tempo che il giudice impiega a decidere ma è il numero dei processi
Non bisogna continuare ad incidere
Sul processo sulla durata del singolo processo
Ma sul numero delle sopravvenienze in qualche modo bisogna
Che sul numero delle sopravvenienze rapporto i giudici ad esempio una migliore
Distribuzione dei giudici sul territorio una copertura immediata delle scoperture di organico invece i concorsi arrivano quando queste scoperture ormai durano da anni
E soprattutto una
Un agire sulla sul sostanziale una disciplina sostanziale in alcuni settori deve AGCI più chiara che incentiva meno il contenzioso
Una possibilità di migliorare o comunque rendere più efficiente la mediazione sociale
Una delle giurisdizioni realizzazione cioè dobbiamo renderci conto che i tempi della giustizia non dipendono dal fatto che sistema ecco le per cui il processo è lento il giudice può decidere poco dipende dal fatto che i processi sono tante
Ecco e
Questo è un problema che va
Inquadrato
Il secondo secondo me bisogna agire su questi fronti e poi bisogna agire anche torno al discorso che ho fatto prima il sistema prevede internamente un correttivo alla lunghezza dei processi è
Una nomofilachia a regime
Cioè in un sistema più ideologico una Cassazione che dice immediatamente come una regola processuale ma anche una regola soltanto una norma soltanto
Sostanziale deve essere interpretata chiaramente disincentiva il contenzioso ma per arrivare a questo bisogna che la Corte di Cassazione agisca
Su regole stabili e soprattutto
Agisca tempestivamente quindi bisogna scaricare la Cassazione dell'arretrato perché accumulato
Non è possibile che una Corte di Cassazione lavori con questo arretrato perché questo significa continuare
E
Come le fate ignoranti di Magri c'è quella stato aperta metà della faccia in ombra ed guarda guarda indietro la Cassazione non può fare nomofilachia ci permettiamo il lusso di avere una tassazione che non fanno mobile a chi ha quindi
Ci vuole probabilmente una normativa
Che agisca in via
In via diciamo di emergenza soltanto per pochi anni sull'arretrato in secondo luogo e questa è una cosa che dico con grande dolore ed è frutto di una maturazione
Di
In tutti i miei scritti precedenti mi sono sempre battuta contro ogni di dimensionamento dell'articolo centoundici laddove prevede che tutti i provvedimenti giurisdizionali possono essere ricorsi in Cassazione per violazione di legge
Per me era ebbene continua a essere l'esempio dello stato di diritto
E però incominciamo a riflettere sul fatto io minimi scontro non dico quotidianamente ma insomma mensilmente concause che arrivano in Cassazione per centonovanta euro per centoventi Euro per sette euro
E che costringono nel rispetto della legge una Cassazione con rinvio e poi c'è un una ulteriore ricorso per Cassazione ora la collettività non si può permettere più questo posto se è un costo che incide
In nome di una democrazia formale ma incide sul funzionamento del sistema in sé
E anche sulla
Sull'effettività poiché la tutela che viene ottenuta in questi termini quindi probabilmente bisognerebbe pensare anche
Come e in altri Paesi europei ad un limite minimo economico per poter adire incastrarmi arrivare in Cassazione
L'ultima cosa ma mi sembra ovvia qualunque norma ormai abbiamo agito tanto troppo tutti sul processo qualunque ulteriori mutamenti sul processo non possono essere estemporaneo
A sistematici devono venire devono avere un progetto ad farla ci vuole un Progetto perché ritorno a dire
L'abile processo all'espressione di una cultura di un Paese non si può andare in maniera sistematica
Anche soprattutto
Perché un processo che e fuori da ogni regola da ogni progetto da ogni controllo non garantisce nei tempi
Nella giustizia della decisione che come ha detto arriva all'esito di un processo
Basato su regole certe
E soprattutto coerenti tra loro grazie
Ringraziamo il consigliere di altri per questa bellissima relazione particolarmente interessante mi è parsa la osservazione
Che la Cassazione non è più in grado di esercitare il potere nomofilattico in materia processuale perché questi continui cambiamenti fanno sì che la Cassazione si pronunci su norme
Che ormai non sono più in vigore
Qualche dubbio in più invece lo avrei su un limite di valore I ricorsi per Cassazione perché certamente un problema molto delicato ma è un problema
Che poi rischierebbe appunto di avere
Di escludere la di dal ricorso per Cassazione il comune cittadino magari a favore
Del soggetto molto abbiente o delle grandi impresa però bisogna rifletterci su queste cose
Adesso la parola all'amico Andrea Pasqualina avvocato componente del CNF coordinatore
Della Commissione del processo civile presso il CNR che anche lui è un nostro habitué I rapporti sulla giustizia civile
Grazie Renzo buona buonasera a tutti
Sfogliando il recente
Disegno di legge delega che contiene
Le ultime proposte di innovazione al processo civile
A sostegno della tesi per cui occorre introdurre la cosiddetta motivazione la richiesta
Il
Le modifiche sulla la motivazione delle sentenze d'appello oltre che la composizione monocratica delle Corti d'Appello incerto un fattispecie
Vengono riportati dei dati numerici che non sono recentissimi e chi si riferiscono al biennio due mila dieci due mila undici ma riflettono
L'andamento dei flussi della della domanda di giustizia e qui ritorno ai temi
Che ha posto il Consigliere Di Biasi e prima ancora che il professor Flick
Questi numeri
Dicono che quanto meno per i tribunali vi sarebbe un avanzo primario per usare dei termini che sono propria la contabilità pubblica
Mentre invece le Corti d'appello
Vedono aumentare progressivamente la pendenza definendo processi in numero minore di quelli che sopravvengono i tribunali invece
Riescono ad invertire per così dire questa tendenza anche se con punti percentuali che sono davvero pochi e perciò senza
Rilevanti spostamenti su quello che è il dato davvero pesante condizionante che la pendenza e la parte di essa che può definirsi arretrato
Ecco di fronte a numeri di questo tipo
Ogni considerazione rischia di essere ma ce lo siamo detti tante volte solo virtuale solo accademica qui il problema
è che occorre
Non soltanto avere la capacità o la fantasia di proporre delle soluzioni
Ma occorre anche che chi poi ha il potere di dare corso di scegliere se dare corso a queste soluzioni lo voglia fare
E qui c'è forse il primo grande ostacolo nel quale contro il quale continuiamo a sbattere
Perché all'interno del nostro sistema noi operatori abbiamo certamente dei margini di intervento qualcuno parlava di autoriforma negli anni scorsi
Ci sono certamente molti sono stati evocati dall'intervento di chi mi ha preceduto
Molti altri consistono nelle buone prassi consistono nel migliore Governo
Delle risorse però sta di fatto che
Una situazione
Così rilevante mente deteriorata qual è quella in cui operiamo
Richiede belle scelte decise e della politica e cioè che chi decidere il petto si renda conto
Che ossi cambia radicalmente il criterio di intervento sulla giustizia oppure tutto quello che continueremo a dirci in questi convegni e tutti gli sforzi che la magistratura e l'Avvocatura potranno fare
Saranno destinati sostanzialmente all'insuccesso
Il
Purtroppo il problema
Parte da una considerazione di carattere per così dire macro economico è quello che diceva prima il professor Flick
Il confronto tra la domanda e l'offerta di giustizia che è un tema che non è soltanto non ha soltanto una rilevanza numerica ma che coinvolge delle considerazioni di politica della giurisdizione
Che si riflettono proprio sul ruolo che deve avvenire uno Stato che si vuole che vuole essere garante dei diritti di tutti nell'amministrare la giustizia
E qui cominciano a il
Al CRA sentirsi a mio giudizio alcune no
Te
Preoccupanti
Anche in interventi di oggi anche nello stesso intervento introduttivo per certi aspetti del Presidente Santacroce io l'avvocatura è convinta che
L'intervento un intervento di rimodulazione della giurisdizione sia certamente necessario
Però io vengo da un principio che non può essere
Ne ha revocato indubbio quello cioè del diritto di tutti ad accedere alla giustizia
Allora
Occorre certamente
Operare sulla domanda di giustizia ma con un avvertimento molto chiaro non nella prospettiva di comprime Arlas
Con sistemi quali l'aumento dei costi un'introduzione di trappole processuali o di filtri processuali come finora è stato fatto degli ultimi vent'anni ma con un obiettivo diverso
Che è quello di aumentare
Il ventaglio di opzioni di chi abbia bisogni di giustizia
Questo
Se inserito in un disegno
Organico di ripensamento anche del perimetro della giurisdizione finisce con realizzare l'obiettivo
Che il Consigliere Di Biasi dimenticata quello di diminuire la pressione sulla giurisdizione
Allora è chiaro che questo impone delle riflessioni e delle scelte che occorre fare coralmente
Cioè i protagonisti della giustizia di utenti della giustizia e la politica
E che vanno a inserirsi
In un progetto che non può essere non può avere un orizzonte temporale ristretto
Di quelli che piacciono alla politica gridata dei nostri tempio agli spot mediatici perché non è più praticabile la situazione è stato detto è davvero critica
Ora
Occorre
Pensare ad un intervento che parta subito perché è già molto tardi ma che non è
Non si può esaurire in tre quattro cinque anni l'obiettivo di riportare a fisiologia del sistema all'obiettivo necessariamente a medio termine
E che passa innanzitutto attraverso
Proprio un intervento sulla domanda ma nel senso che prima indicavo cioè nel senso di offrire a chi chiede giustizia
Delle vie
Alternative valide seria appetibile alla giurisdizione e qui entra in campo
Chiamato per forza il tema della mediazione al quale ha fatto prima cenno il presidente Santacroce
La mediazione
A
Migliorata resa più buono buone migliore dalla riforma del due mila e tredici
è rimasto obbligatoria questa non è una un pregiudizio nella posizione l'Avvocatura non è non è un pregiudizio ideologico come è stato detto oggi l'apposizione di contrarietà alla mediazione
E che la mediazione obbligatoria finisce col degradare
Da
Una delle opzioni del Ventaglio di cui parlavo prima finisce col degradare affittano a filtro puramente deflattivo cambia la sua natura
Quello di cui abbiamo bisogno in un sistema a regime al quale dobbiamo puntare
è un sistema molti gioielli come pure qualcuno ha detto
Che non porti necessariamente alla giurisdizione sempre e comunque come sta succedendo adesso con risultati disastrosi e questo è un tema
Che non deve essere giudicato come soltanto virtuale prospettico di là da venire è una leva importante
Chi si misura
In buona parte sulle nostre capacità di avvocati di aprire degli altri scompartimenti della nostro arsenali intellettuale
Ma si muove anche sulla predisposizione di un ambiente normativo che favorisca queste scelte come avvocatura come Consiglio nazionale noi stiamo contando molto e speriamo ha ragione
Perciò cominciando a fare cultura su questo a fare a fare divulgazione su questo tema
Sulle camere arbitrali forensi
Su un sistema cioè che sia in grado a regime di offrire queste valide alternative che consentano di diminuire la pressione sulla giurisdizione
Ma questo
Per cui cioè questo riguarda
L'entrata cioè la domanda di giustizia resta fermo per noi che non è comprimibile in alcun modo in nessun grado
Il diritto di accedere alla giurisdizione
Il il secondo aspetto è quello della risposta del sistema della della della capacità di
Aumenti il sistema di rendere
Meglio e di più condivido che magistrati italiani
Abbiano una produttività che
Ha sicuramente apprezzabile si trovano a gestire numeri importanti e la risposta è una risposta sicuramente apprezzabile per lo meno della
Quasi generalità dei casi
Il il problema riguarda più facce innanzitutto parliamo sgomberiamo subito il campo dagli interventi sulle regole qui oggi si dovrà parlare delle ultime riforme io
Il giudizio sulle ultime riforme non non crede doverlo dare perché siccome si commentano da sole risultati
Pratici positivi non ne hanno portati anzi hanno
Prodotto esattamente ciò che ha detto il Consigliere degli agli altri
Insomma è evidente che una esperienza ventennale
Siamo strato come un sistema processuale stratificato sia difficilmente gestibile
Si è costretti di volta in volta a cercare la norma applicabile ratione temporis lato giurisprudenza contino a modificarsi percorrere dietro alle evoluzioni del legislatore
Perciò con maggiori difficoltà del suo costo di darsi con la persistenza di incertezze interpretative che agevolano evidentemente anziché
Scoraggiare la conflittualità
La prevedibilità delle decisioni certamente sul fronte processuale ma anche su quello sostanziale e una delle delle delle strade per
Contribuire a diminuire la domanda di giustizia e la pressione sulla sulla giurisdizione per cui
E direi assolutamente condivisibile che
Si smetta di intervenire sulle regole del processo
Per carità di patria non entro nel merito di
Delle modifiche contenute in questo Burning disegno di legge-delega del quale prima parlava del conoscete tutti è che tutti hanno unanimemente criticato
Come
Oltre che contraria principi
Basilari anche oggettivamente non producenti sul piano del del risultato perché
Questo va detto a cominciare dalla motivazione cosiddetta richiesta e finisco subito
Io non faccio il magistrato ho fatto però il vice pretore onorario nei tempi
Io credo che un magistrato che decide una causa
E scrive una sentenza di tutto abbia voglia a meno che di doverci tornare su quel fascicolo a distanza di qualche settimana di qualche mese per riscrivere in modo diverso io mi domando come si possa soltanto concepire
Che bisogno di questo tipo possano servire
Sempre in questa relazione al disegno di legge ci sono i numeri interessanti
Si dice per esempio che il tasso di impugnazione dei provvedimenti di primo grado intorno al venti per cento
E che poi
Il il tasso di decisioni riconferma in appello intorno a settantasette per cento fatti questi numeri
Abbiamo che su cento cause in primo grado
Venti finiscono su cento sentenza di primo grado venti finiscono inquinate in questi venti casi abbiamo circa cinque casi
Accoglimento
Per cui rara traducendo in numeri abbiamo che su cento sentenze di primo grado se arriva in appello a cinque a cinque riforme mi sembrano numeri numeri significativi e che a regime se si riuscissero
Ad eliminare l'arretrato potrebbero consentire a questo sistema così come strutturato un funzionamento fisiologico prima c'è parlavo dell'avanzo primario chiaramente se noi riuscissimo
Con uno sforzo eccezionale lo invocava prima per la Cassazione Consigliere De Biasi a eliminare l'arretrato il sistema probabilmente funzionerebbe sarebbe in grado di far fronte alla domanda di alla domanda giusti
Attualmente non lo è e dobbiamo fare i conti con un questo debito quello che veniva chiamata qualche ministro fa debito giudiziario che evidentemente va affrontato comunque interventi sulle regole dicevo non ce ne devono essere più
Dibattito e mo'e ampio su questo punto le scuole di pensiero sono molteplici sicuramente quello che non ci deve essere più sono gli interventi di questo tipo quali scritti in questo disegno di legge delega e quali perpetuata vittime vent'anni
Pensare a un degli organico di riforma devo del processo civile fuori tempo io credo noi per resto abbiamo processo ordinario che nella sua strutturazione estremamente duttile
Se noi avvocati facessimo un uso più parsimonioso
E più oculato e più rispettoso di quello che dice il Codice delle memorie del sesto comma tre articolo centottantatré avremmo un sistema che a mio giudizio funzionerebbe in modo in modo indico perfetto ma quasi non mi pare quali modifiche apportare
Il è un sistema poi avrà che vede questo
Modulo di giudizio ordinario accanto il sommario che non oggettivamente non è piaciuto nessuno e continua a non piacere ma non può non essere così
Non può non essere così perché il giudizio civile
Deve confinare i poteri ufficiosi del giudice in modo prevedibile di conseguenza e c'è poco da discutere
Il processo sono il giudizio sommario a noi non ne è mai piaciuto il ponte da non piacere per cui c'è un sistema un giudizio ordinario con un modulo sufficientemente agile
Che funziona duttile un procedimento cautelare che funzione oggettivamente bene
Delle scorciatoie tra virgolette destini che stanno funzionando bene penso al sei sei nove bis il sistema così come CP come concepito dal punto di vista delle norme è un sistema che può funzionare
Da alcuni si dice ma il rito del lavoro potrebbe diventare il rito uniforme del giudizio di primo grado io non credo che questo sia così io non non non non non penserei di avvenire a delle riforme epocali sulle regole mi pare che abbiamo un processo che può funzionare penserei piuttosto e questo è uno dei temi
Che Renzo Menoni ha correttamente messo all'ordine del giorno
A riprendere il tema della semplificazione e unificazione diritti in che ottica nell'ottica che possa consentire di superare le strettoie imposta dalla legge delega del due mila nove che non ha consentito di fare quell'opera di razionalizzazione che che era necessaria
Perché il legislatore delegato si è mosso oggettivamente bene ma aveva dei limiti tali che non poteva cancellare quelle
Continue differenze aporia rispetto ai ai aiuti ai giri di riferimento che che che sono rimaste
Io addirittura se dovessi pensare a un intervento di questo tipo ricreativo penserei a due procedimenti di ordinario e il lavoro eliminerei del tutto il riferimento a sommario che probabilmente potrebbe anche essere eliminato dal codice
E a chi il e con le sommarie potrebbe essere eliminata dalla nostra legislazione anche il rito forme ero
Che probabilmente nessuno rimpiange rende se volessimo pensare una semplificazione di regole parlo però di semplificazione non di un intero interventi queste potrebbero essere le direttrici
Perciò due riti ai quali di condurre tutti ma tutte le procedure giudiziarie italiane eliminazione del rito Fornero con un a regime transitorio adeguato
E e poi pensare per quello che riguarda il resto
Ad una manutenzione come ho detto un altre volte straordinaria che
Per la quale la Commissione Vaccarella ha indicato la strada e che potrebbe essere limitata soltanto ad aspetti puramente operativi nonché di
Non non di principio
Dove invece occorre intervenire certamente nell'esecuzione ma questo mondo perché sembra quasi separato mentre lo si lo snodo essenziale di qualsiasi domanda di giustizia che venga proposta
Le esecuzioni hanno invece un grandissimo di dall'intervento di occorrerebbe un lavoro con davvero corale
Che coinvolgesse in prima battuta di utenti della giustizia l'impresa i cittadini per cercare di rimodulare l'esecuzione in modo che
Dia un senso a quello che viene prima delle esecuzioni diversamente
Diversamente si dica ancora si rischia di fare
Di fare dell'Accademia per cui ripeto
Un intervento sulle regole deve essere un intervento soft Gentile di questo tipo mirato alla semplificazione
Alla
Eliminazione per quanto possibile della imprevedibilità del processo
A
Che consenta al processo di far riacquistare la la la qualità che deve avere quella di strumento per arrivare ad una decisione il ma sempre
Nell'ottica delle leve qui occorre manovrare per cercare di
Concludere qualcosa c'è poi il discorso delle risorse e qui io non può
Devo fare il solito pianto delle risorse che mancano in realtà io mi riferisco sia alle risorse che ci sono e anzi prima di tutto le risorse che ci sono e poi a quelle che non ci sono anche
Quelle che ci sono
Vanno
Governate medio non c'è dubbio abbiamo bisogno innanzitutto di
Certamente di buone pratiche abbiamo bisogno di Governo
Effettivo degli uffici giudiziari avremo bisogno di una rivalutazione del ruolo dei semidirettivi che devono essere dei reali
Coordinatori del loro gruppi di lavoro abbiamo bisogno cioè di che negli uffici giudiziari specie in quelli più grandi
Le singole parti parlino tra di loro e seguano dei sistemi coordinati idi di efficienza nello svolgimento del lavoro
Abbiamo bisogno di
Ripetere sempre nell'ottica delle risorse che ci sono il governo dei numeri cioè non è pensabile in alcun modo non si va da nessuna parte a mio parere
Quando si parla di ricalibrare o di aggiustare un sistema sennonché c'è un
Un governo trasparente e condiviso dei numeri e questo non c'è attualmente non c'è non esiste il numeri sulla giustizia sono numeri
Che sono vi possono essere letti nel modo più diverso da destra da sinistra da sotto da sopra più quindi anche da questo punto di vista non si riesce a fare una programmazione che si organica
E poi ci sono e c'è il problema delle risorse che non ci sono pensiamo al personale amministrativo onora la migliore produttività del sistema
Va a sbattere da una parte e dall'imposta dell'impossibilità di dare esecuzione alle più belle sentenze che abbiamo e dall'altra il fatto che un sistema che produca numero di sedute fate in quanto alla domanda poi si va a finire a sbattere a propria volta controlla la cancelleria che si opponga scusate l'esempio della pubblicazione delle sentenze ma chi vive
La professione e questo lo sa che a una pila di sentenze di un metro con la conseguenza che le sentenze depositate tempestivamente dei giudici Remo pubblicate con ritardi mesi allora questo è un piccolo esempio per dire che
Questi forse sono argomenti meno nobili di molti dei quali abbiamo trattato prima ma che fanno parte del venti tasselli che servono a cercare di rimettere in piedi il sistema è qui
Va richiamata la volontà politica intervenire sulla giustizia che finora oggettivamente non c'è stata nel modo più assoluto da vent'anni a questa parte
Nel senso che gli unici esercizi
Di riforma sono stati quelli Meghnagi G sulle regole con i risultati nei che che non punto non commentiamo che sono sotto gli occhi di tutti
Ma vi sono delle altre leve da manovrare e che potrebbero consentire degli spazi di recupero
Gli organici di magistrati
Probabilmente una volta ero più convinto di questo ne sono sono forse un po'di meno perché mi rendo conto che gli spazi di manovra posso solo possono essere molti un adeguamento degli organici a mio giudizio serve anche quello anche se il passaggio più difficile
Forse non è la
Prima delle priorità in questo momento
Il una risorsa fondamentale la magistratura onoraria ne abbiamo una magistratura vale allo sbando sostanzialmente che va
Immediatamente rigorosamente riqualificata e Irvine motivata
Che non deve andare
A far parte dell'Ufficio del processo come da alcuni insigni vuole cioè non devono andare a fare gli aiutanti di magistrati togati ma devono
Avete una dignità di magistrati di serie A con un circuito giurisdizionale loro dedicato
Per materia e valori determinati per esempio che consentirebbe
Regia però ripeto la riqualificazione professionale e deontologica sgravare enormemente la giurisdizione togata
Anche qui stiamo discutendo di questa cosa per tanti anni ma non se ne è fatto nulla ma è ovvio che lo si è fatto nulla perché questa sì è una riforma che richiede
Delle risorse però anche qui occorre che si si dica se c'è la volontà politica di recuperare alla fisiologia nel giro di cinque dieci quindici anni la giurisdizione oppure no
Altri argomenti ancora vi sono ma danno il segno di quanto margine di intervento vi sia penso al processo civile telematico che
Potrebbe dare una svolta importante il trenta giugno è vicino
Non si è fatto ancora tutto quello che si poteva fare il Ministero l'attività su questo versante lo sappiamo in modo a mio giudizio anche abbastanza colpevole
Tra l'altro
La riforma della geografia giudiziaria tanto criticata avrebbe potuto essere sicuramente più tollerabile e se fosse andata di pari passo con il processo civile telematico
è già invece la scelta di darvi corso
Senza abbinarla appunto all'all'alla realizzazione del processo civile telematico è stata sicuramente discutibile
Comunque un tutto questo rappresenta il l'insieme di leve sulle quali secondo me si può efficacemente agire
Nella prospettiva di un rimessa fisiologia del sistema resta poi l'ultimo del problema i quello di fra vari problemi e cioè quello dell'arretrato
è inutile pensare a delle misure diciamo dire di di a delle misure di
Di ripristino del normale funzionamento se non si interviene anche sull'urgenza contemporaneamente e qui davvero occorre uno sforzo eccezionale non sono certo i quattrocento mi pare giudice aggregati
Che tra l'altro stiamo aspettando da troppo tempo che potranno
Dare un un una svolta a questo a questo problema quindi occorre pensare a delle scelte coraggiose prima Consigliere
Biasi parlava di un intervento sull'area come la Cassazione io non immagino davvero come questo potrebbe avvenire
Perché l'argomento è purtroppo è molto delicato e difficile da affrontare io penso in prima battuta però ai tre milioni e mezzo quasi quattro di processi pendenti in primo grado
Che certamente non tutti sono arretrato perché molti sono una consistente fetta si trova nell'arco diciamo tollerabile normale di
Svolgimento del del derby processi ma che in larga parte sono effettivamente arretrato
E qui io credo che
Occorra pensare
Occorra pensare per forza a un intervento di tipo straordinario con l'ausilio dell'avvocatura questi di cui in questi giorni si è parlato ma non so quale sia la fonte in realtà
Di un intervento degli avvocati Avvocatura per la redazione delle bozze della sentenza che poi il giudice però dovrebbe fare proprio io in questi termini via che non mai stata sostenuta da noi
Noi riteniamo che un intervento straordinario dell'avvocatura con criteri
Che però non devono replicare
Le sezioni stralcio del novantacinque e che perciò sono criteri che dovranno
Fare sia riferimento a scelte basate sua affidabilità ed esperienza scelte non facili ma con le quali delle quali occorre discutere con le quali occorre misurarci
Vada fatta
Perciò non bozze di sentenze non possiamo dissociare la redazione della motivazione da quella che poi la la la la la
L'assunzione delle responsabilità non è questo che vogliamo ne vogliamo semplicemente
Cercare di trovare il modo per
Affrontare in modo radicale e speriamo una volta per tutte anche questo problema dopodiché vado a concludere
A me
Molto colpito l'esperienza francese dello scorso gennaio quando il Ministro della giustizia organizzato utilità un dibattito sulla cisti distretti per il Presidente si è chiusa
Chiamando tutte le componenti del mondo giudiziario dopo un dibattito durato molti mesi
Con
Chiamate venga chiamato ad interrogarsi su quello che dovrebbe essere
Il il perimetro e la struttura e l'assetto della giurisdizione del ventunesimo secolo
E qui sarebbe bello che anche in Italia questo questo non ha un impatto certamente immediato ma occorre cominciare a costruire o sul futuro anche cominciassimo
A porci il problema della verifica di compatibilità dell'assetto attuale del sistema giurisdizionale con il contesto economico e sociale nel quale ci troviamo
E allora viene da sé è stato evocato da alcuni interventi prima anche il tema proprio del perimetro della giurisdizione e perché no quello il problema della conformazione di un'unica giurisdizione
Che consenta
Di immaginare
O di formulare prospettare un'adeguatezza maggiore di risposta del sistema la domanda di giustizia
è un tema molto delicato cade implicazioni anche di rilievo costituzionale certamente
E anche delle ricadute pratiche molto importanti perché i magistrati amministrativi che vivono una condizione particolare non va dimenticato che hanno un arretrato non molto rilevante
Per cui tra le cose alle quali occorre pensare che iniettare nel sistema
Una massa di credo siano quattro cinquecento mila di processi arretrati provenienti dalla giurisdizione amministrativa potrebbe avere degli effetti più facilmente gestibili però
Questo è un tema
Che a mio parere va affrontato perché il futuro
Potrebbe certamente essere quello di un sistema unico ovviamente con dei settori di specializzazione quello che dicevi prima anche dure entro certamente che non possono
Non esserci ma questo porrebbe fine anche a quelle scelte
Discutibili ispirate a
A valutazioni di tipo politico errate fatte negli ultimi anni nel riparto della giurisdizione in certe materie socialmente ed economicamente molto delicato
Comunque ecco la cosa importante è che chi davvero finisco è che
Non soltanto queste cose le diciamo tra di noi ma che riusciamo a coinvolgere effettivamente la politica responsabilmente in quest'ottica il tipo di progetto che altrimenti probabilmente resteranno le solite considerazioni
Coi appassionate o preoccupate io
Degli operatori della giustizia che
Finiranno con rimanere fini a se stessi vi ringrazio per l'attenzione
Molte grazie
Andrea per il tuo bell'intervento a tutto campo con cui hai affrontato un po'tutte le problematiche sul tappeto solo qualche
Precisazione
Quell'idea che tutti i generi della motivazione della bozza di motivazione
Che sarebbe estesa da qualche avvocato poi rivista dal giudice di primo grado è un'idea che gli effetti organizzava e spero che gli
Il
Tempo sia giusto messo al passato non affrontare un Vavà vero nell'ufficio legislativo del Ministero della giustizia
I la settimana scorsa il dottor Carcano come sapete al responsabile dell'ufficio legislativo
Mi aveva chiesto un incontro io ben volentieri ci siamo visti giovedì
Egli ha parlato proprio di questo accordo c'era questo Progetto
Io gli ho risposto che a mio parere i era una sarebbe stata una delle tante follie che in questi anni sono state compiute in materia di riforma della PAC
Del processo civile essenzialmente per due motivazioni
La prima perché
La
Decisione del giudice è un tutt'uno come
Evidenziava anche
La il Consigliere gli altri e come risulta anche dal documento di An n
Sulla giustizia civile è un tutt'uno la motivazione con la decisione non possono essere disgiunte è un progetto è un processo logico unico
E
La seconda perché avrei faticato a pensare che ci potessero essere degli avvocati quanto meno di livello minimamente accettabile che fossero disponibili a predisporre
Delle bozze di motivazione cioè che il giudice dice che se questa è la causa io la decido così turni PAI la bozza motivazione io poi ti correggo il compitino e di
Credo gli errori eccetera ho detto guardi che secondo me no anche a me nessuna parte mi è sembrato convinto al termine con l'occhio su questo punto mi è sembrato convinto
E è passato a un'altra riflessione
Che forse parzialmente condivisibile e cioè quella allora che si possa in appello ma il discorso è diverso io sede collegiale inserire un avvocato e questo avvocato allora si prende la responsabilità della decisione quindi non gli viene
Detto questa causa ma decisa così poi ti correggo il compito
Ma bensì si prende la responsabilità della decisione che certo deve essere collegiale quindi
Ci si arrivi insieme
Spende la sentenza poi essendo
Il collegio è logico che
Il Presidente del Collegio può anche
Vedere insieme
La la motivazione della sentenza ma solo in questa ottica si potrebbe aver allora un contributo importante da parte della magica dell'avvocatura
E l'Avvocatura potrebbe anche
Ovviare
Alcuni avvocati si pensa esperto i e di peso perché potrebbero essere disponibili a far queste cose ma non la correzione Cile del compito
E quindi di questo si è parlato
Per quanto riguarda invece il nostro rapporto c'è anche un coinvolgimento della politica domani dovrebbe esserci un breve intervento dell'onorevole Morandini che come sapete responsabile Giustizia del PD e
Può darsi che venga anche mi ha detto che quasi certamente verrà vedremo il dottor Carcano a parlarci dei suoi project tutti e non è del tutto escluso che ci sia anche una capatina il Ministro di giustizia che comunque restano domani a mezzogiorno e mezzo
E poi vi riferirò infatti esiste ecco adesso la parola e quindi parlerò anche delle cose di cui stiamo
Parlando oggi e di cui parleremo domani
La parola alla dottoressa Stefania Starace che giudice del Tribunale di Napoli e componente della Giunta chi ANM
Buona sera volevo innanzitutto ringraziare gli organizzatori di questo invito cercato di portare apparire dell'Anm di cui faccio parte sull'argomento oggi oggetto della sessione
Come già è stato sottolineato da tutti i precedenti relatori moltissime sono state le riforme che hanno interessato negli ultimi anni Codice di procedura civile ci sono state
Sia modifica isolate che organiche non riforme mini riforme tanto che l'attività sia di noi giudici che di voi avvocati diventato un'affannosa ricerca
Del della della cava della norma da applicare a seconda della data e la descrizione della causa al ruolo della fase nella quale si trova quindi un bisogna tenerlo ormai un brogliaccio sempre aggiornato per vedere a partire da quale data si applica una norma piuttosto che un'altra
E appunto il tema delle ultime riforme del processo civile soltanto per
Farò una carrellata e quindi poi trarre le conclusioni partendo dal dal
Solo dagli inizi del due mila
Abbiamo avuto il non rimpianto rito societario decreto legislativo numero cinque del due mila e tre che poi è stato abrogato dalla legge del due mila e nove
La riforma del due mila e cinque che ha dato continuità evoluzione alla riforma del mille novecentonovanta le numerosissime
Modifiche che ci sono state nel due mila e sei si alla parlar dettato alla Cassazione la legge numero cinquantadue sulla processo dell'esecuzione
La legge del due mila e nove sostenga il numero sessantanove che tra l'altro introdotto il processo sommario di cognizione
E poi il decreto legislativo centocinquanta del due mila e undici che sembrava appunto porre fine del ad una
A diciamo sembrava un cambiamento di tendenza rispetto alla proliferazione dei moduli processuali e quindi attentato sia pure
No riuscendoci del tutto come è già stato sottolineato dai precedenti relatori cercava di ricondurre
Ai procedimenti di cognizioni previsti sia dalla legislazione ordinaria che verranno ha detto iterazione speciale al rito ordinario di cognizione al rito del lavoro e al rito sommario di cognizione
Anche se oltre a non riuscirci del tutto l'intento poi sembra frustrato da nuove norme come per esempio come è stato detto anche dal presidente Santacroce con l'introduzione del rito fornendo
Poi lei nel due mila e sempre nel due mila undici abbiamo la legge il decreto centottantatré va be'alcun sia delle norme per rendere compatibile il codice civile con il processo telematico
Poi non so se la ricordate Portella la norma che ha avuto più breve durata in assoluto l'istanza del prelievo euro
In appello in cassazione l'articolo ventisei che poi è stata finalmente su per fortuna abrogata dopo aver creato però ingolfamento i e ritardi nei ruoli
Nel due mila e dodici la legge nel centotrentaquattro quindi
Che ha introdotto modifiche ancora una volta giudizio della Cassazione dell'appello alla legge Pinto va beh la norma più significativa e il filtro di inammissibilità dell'appello
Con il trecentoquarantotto bis trecentoquarantotto terra quindi sono stati introdotti requisiti specifici di contenuto e di forma
Dell'appello pena di inammissibilità tanto che parte della dottrina ha detto che l'appello è stato trasformato in un gravame non più a critica libera ma critica vincolata
E poi l'introduzione di una nuova proprio forma di inammissibilità dell'appello basata su un giudizio prognostico che il giudice deve fare in sede preliminare alla trattazione del gravame
Sempre del due mila e dodici c'è la legge per la stabilità che ha introdotto
Il contributo unificato raddoppiato per il caso di appello dichiarata inammissibile o rigettato
Il decreto centosettantanove sul processo telematico obbligatorio
E poi nel due mila e brevi tredici a giugno
Il decreto del fare ma il decreto del fare ha introdotto sempre inciso sempre sul processo
Appunto ha reintrodotto come avete già detto la mediazione obbligatoria sul solco del decreto legislativo
Del mille del due mila dieci numero ventotto anche altre norme come quella della
Della domanda congiunta davanti al notaio la oppure la conciliazione giudiziale però
La N M a parte appunto esprimere alcune criticità sulle norme aveva espresso un parere complessivamente favorevole sul decreto del fare
Ma sostanzialmente per
L'approccio strategico che sembrava cambiato
Cioè sembrava che il legislatore non fosse più interessato tanto ad incidere soltanto sulle norme del Codice di procedura civile quanto invece ad avere di mira anche dei modelli organizzativi delle figure di supporto
Alla dal giudice appunto la figura degli stagisti la figura
Del
Degli ausiliari presso la Corte d'appello poi ci sono dei magistrati con la qualifica di assistenti di studio in Cassazione quindi sembrava quanto meno
Che si fosse ci si fosse resi conto ecco della necessità
Di impegno investimenti finanziari
è stata un'illusione di breve durata perché appunto il diciassette dicembre
Due mila tredici come sapete c'è stata al Governo che ha varato questo disegno di legge belle ca con altre norme sulla sull'efficienza del processo civile nel processo dell'esecuzione
E come diceva l'avvocato meno ogni l'Anm a Espresso un pareva e su questo disegno di legge nella sostanza negativo salvo appunto
Le norme sul processo di esecuzione
Sono state poi espresse Paredes su tutte quante tra cui ovviamente la motivazione a richiesta
Per le ragioni che già hanno evidenziato gli altri relatori
Ora la la sensazione appunto che sia di tutti questi interventi normativi estemporanei
E che si tende anche un modo dire grossolano ad incidere soltanto sui numeri
Quindi da un lato si disincentiva la domanda alla giustizia
Anche attraverso la leva fiscale quindi in quest'ottica la norma che prevede il contributo unificato raddoppiato in caso di appello rigettato dichiarato inammissibile la sanzione pecuniaria
Per l'ipotesi dell'istanza di sospensione dell'esecutività della sentenza di primo grado rigettato dichiarata inammissibile
Direi che anche in quest'ottica va visto l'articolo novantasei sulla responsabilità sulla previsione della responsabilità solidale dell'avvocato perdite temeraria
I filtri di inammissibilità che continuano ad essere introdotti
Sempre nell'ultimo disegno di legge la latti più obbligatorio in determinate materie quindi è un altro filtro di ammissibilità oltre a quelli di cui che già esistono
E dall'altro lato si tende a velocizzare il processo quindi con
Ma il procedimento sommario di cognizione nel disegno di legge-delega si prevede la possibilità e di giudice di già in prima udienza quindi tenta conosce Thema decidendum tema senza che sia delineato diciamo
Il tema decidendum al tema probandum bravi
Candy convertire il rito ordinario il rito sommario
E poi sempre per velocizzare sta incidendo sulla motivazione fino ad arrivare appunto alla motivazione botta
E quindi nella cosa cosa posso dire sicuramente
La NM presto un parere negativo impropria in considerazione di quello proprio in relazione a questo modo di questa tecnica legislativa che già di per sé errata
Ma poi probabilmente adesso non è
La la via prioritaria intervenire ancora sul Codice di procedura civile cioè certamente ci sono
Ancora delle modifiche da fare norme opportune altre necessarie sempre ovviamente nella
Con una tecnica legislativa che sia organica e meditata però forse adesso non è la priorità
E l'altra volta dice ci siamo incontrati come NM con anche noi con il ministro
E c'era il presidente dell'Anm Sabelli che ha proprio sottolineato la necessità di trasporti realizzare un comparto della giustizia
Cioè sul modello del del di quello della sicurezza
E proprio perché in effetti giustizia e sicurezza sono tra loro complementari quindi non si può continuare
A dire che la il funzionamento della giustizia è necessario per il rilancio dell'economia oppure Command tra si dice che il cattivo funzionamento della giustizia civile ci costa due punti di PIL
E poi invece non va non vuole fare nessun investimento nessuna risorsa
Basti pensare per quanto riguarda come diceva l'avvocato Pasqualina sul personale amministrativa sono diciassette anni che non si fanno concorsi per assumere amministrativi
Si è passati dal mille novecentonovanta quando c'erano cinquantadue mila
Personale amministrativi di fronte a settemila e cinquecento magistrati ad oggi che ci sono trentaquattro mila settecento anch'egli ieri di fronte a novemila magistrati
E poiché è un personale che ormai fa parte anche l'età media che più avanzata perché
L'età media ormai di cinquantotto anni ma è un personale che non è né qualificato ma soprattutto
Non è motivato e quell'altro l'esigenza che si prenda
Si prenda
Contezza della necessità degli investimenti finanziari oggi ancora più importante per proprio perché siamo alla vigilia del processo civile telematico obbligatorio quindi il trenta giugno
Per noi magistrati diventa obbligatorio il deposito solo telematicamente dei decreti ingiuntivi per voi avvocati
Il deposito delle memorie anche processuali quater gli ausiliari CTU deposito di atti e documenti ora quando parliamo di prospettive del processo civile quello telematico veramente
Può diventare sulla carta la svolta della giustizia civile perché indubbie indubbiamente ci sono benefici per tutti benefici sia per il principe proprio costituzionale della
Della facilità della del del dell'accesso degli utenti e Tribunale quindi vengono eliminate distante code orari
Gli avvocati possono ricevere gli atti in tempo reale quindi per conoscere il provvedimento del giudice in tempo reale
Il il magistrato può avvede a con la tuttora un ruolo sotto sempre sotto attenzione quindi anche per l'Iran
Meglio organizzare le proprie priorità
Senza dover depositare trasportare gli atti da casa ufficio ufficio casa
Si eliminano anche lei le intermediazioni nel deposito delle sentenze e quindi nel momento in cui il giudice deposita la sentenza non c'è più bisogno dell'intermediazione del cancelliere
Però il processo civile telematico che
Sicuramente
è stato avviato grazie all'opera non solo di alcuni magistrati ma anche di alcuni avvocati e soprattutto con
La inviare il con l'apporto finanziario dei Consigli dell'ordine
Diciamo che coatto te questo è stato l'unico investimento forse fatto dal Ministero nel settore giustizia negli ultimi trent'anni ma non basta certamente perché
Civili Sifi fede stanno le cose come sono oggi
Sarà un ulteriore fallimento le dotazioni proprio software sono inidonee sono insufficienti
Ha non solo alle potenziati alla vita dello strumento ma addirittura a consentire il deposito di file di grandi dimensioni ancora oggi io quando lavora ogni giorno quasi ogni giorno si interrompe il sistema
Perché ci devono essere degli aggiornamenti
Li ha detti allargarla all'assistenza sono pochissimi io sto imparando
Soltanto perché un magistrato collega molto esperto che mi Paolini tanto la lezione perché ho avuto solo due le procedure di lezioni
E quindi ci si rende conto di come sia fondamentale l'investimento finanziario nel settore della giustizia per quanto riguarda poi le altre proposte
Che posso dirvi come componente della Giunta dell'Anm sono
Va be'anche che noi
Proponiamo al riordino della magistratura ordinaria ma soprattutto perché oggi è una colonna
Per il funzionamento della giustizia civile solo che invece non c'è nessuna
Organizzazione su un criterio ex-ante nella loro utilizzazione quindi è diverso il loro utilizzo da magistrati da tribunale a tribunale sono d'accordo con l'avvocato Pasqualino
Di
A riordinare la magistratura ordinaria e soprattutto di qualificarla professionalmente non soltanto in sede di accesso ma anche
Durante la loro carriera così come facciamo noi magistrati togati
E poi la figura insistiamo tantissimo al ma anche questo è un mantra la figura del giudice dell'assistente
Del giudice il ruolo il l'ufficio del del giudice civile anche perché siamo un unicum in in Europa senza assistente anche tempo
Dico diventa un po'ombre
Viene da ridere quando chiedo la la figura del dell'assistente visto che non abbiamo neanche il cancelliere in udienza però diciamo in quest'ottica c'è stato la del decreto del fare che ha previsto gli stagisti che possiamo dire sono
Una una bozza di di di ufficio del processo ma è ancora troppo poco perché né a parte che la durata temporanea
Per la quale sono previsti per cui
Il finisce tutto per gravare quindi sul magistrato come l'attività di formazione del tirocinante che certamente importante però finisce per non dare nessun contributo proprio perché sta poco e spesso è demotivato
Perché non ha titoli incentivanti sufficienti non ha indennità perché se non è previsto da terzi dai Consigli dell'ordine non è prevista l'indennità
E poi l'Anm anche insiste sulla riduzione e semplificazione dei riti
E si è detto hanno
Anche
Però come adozione di un rito unico del procedimento sommario ma sentivo appunto che l'avvocato invece di contrario avviso
Ci sono tante altre
Tante altre apposta diciamo idee però
Dove
Sicuramente non sicuramente dove probabilmente abbiamo idee diverse prima aveva ascoltavo l'avvocato Pagliara Pasquali non su tutto ci troviamo
Però
Penso che la cosa importante sia sulle quali tutti siamo d'accordo e cioè al momento sospendere ulteriori interventi
Sulla dal processo civile sul Codice di procedura civile assumere personale amministrativo
E soprattutto quello che è stato detto
Anche dai precedenti roller relatori insistere nessuno i protocolli
Proprio su quelle mia tra avvocati e magistrati che stanno dando molti frutti per esempio all'Osservatorio diffidenza l'Osservatorio di Milano
Stanno funzionando molto bene e questo anche nell'ottica del processo civile telematico
Perché il processo civile telematico deve comportare anche una rivoluzione culturale cioè deve esserci comunque un ripensamento del ruolo dell'avvocato del giudice del cancelliere anche per quanto riguarda la forma degli atti
Perché non non possano esserci nelle sentenze proprio volumi voluta come i volumi che ogni tanto si scrivono dell'ormai non più
Negli atti di tante pagine come spesso fanno gli avvocati ancora in udienza nonostante ci siano le vicende le memorie centottantatré sesto comma vengono con altre
Memorie da allegare al verbale e quindi dicevo proprio un
Cercare dei protocolli anche sulla Tipo di Atto e di provvedimenti o di avvocate giudice
In modo da
Da poter poco fa funzionare un po'meglio la giustizia civile Graziotti
Grazie alla dottoressa apparati e che ci ha portato sinteticamente la posizione di Anm Torres Starace affrontato anche un problema ormai imminente che quello
Del
Entrati in vigore del processo telematico
Astrattamente
Non possiamo che essere tutti d'accordo sulla utilità del processo telematico
Credo però che avremo notevoli
Difficoltà inizialmente perché non siam pronti probabilmente ne come avvocatura nel comma g statura né come personale ausiliario
Quindi forse un'entrata in vigore come dicevamo prima parlando con la dottoressa Starace graduale può essere
Una cosa buona stamattina mentre venivo in treno parlando con la Ballarò segretario della Camera e civile di Parma
Mi veniva fatto osservare che ci saranno anche altri problemi che probabilmente
Gli entusiasti del processo telematico non si sono posti
E cioè quello della verbalizzazione delle udienze
Allora oggi
Tutti sappiamo che ci sono udienze in cui ci sono sessanta settanta cause ciascuno di Noemi le parti preparano il verbale poi vanno dal giudice dicono
Caro Giudice avremmo verbalizzato quelle sto ci dal termine per memoria eccetera
Domani non sarà più così
Perché quel processo telematico anche il verbale sarà telematico e allora cosa succederà succederà forse che dove oggi tenevamo udienza per cinquanta cause o sessanta si può trattenere per dieci cause
Quindi sarà allentamento del processo quello che viene in Turchia staticamente presentato come la bellezza del processo telematico
Che tanto indicante giovani avvocati e forse anche i giovani ampi magistrati che credono di risolvere tutto con il processo telematico
Perché sono abituati a usare i telefonini ma in realtà credo che saranno molti e gravi processi non ultimo quesito
Rischia di essere un forte rallentamento per la giustizia civile questo non so come faremo
A risolverlo ad affrontarlo quindi
O come diceva adesso sentivo avvocato Pasqualin che diceva faremo udienze
Dalle ore del mattino alle nove di sera
Però questo significa poiché
Sia i giudici che gli avvocati se sono in udienza non possono fare altre cose
Oppure bisognerà ridurre drasticamente il numero delle udienze questo significava rallentare ma pesantemente la giustizia civile il giudizio di primo grado
Non so se questo lo avete già pensato come esse ANM approntato cd finale sicuramente abbiamo sottolineato
Ho scritto un documento proprio due settimane fa su questa cosa ma non c'è soltanto il problema dell'ordine cioè come criticità ce ne sono parecchie
C'è anche il problema della della tutela della salute perché si discuteva proprio l'altro giorno se potesse se
I magistrati e i cancellieri possono essere a questo punto
Considerati dipendenti addetti Elvidio criminali
Con la conseguenza dell'applicazione della legge in materia di tutela della salute la salute degli occhi la salute della postura ci dovrebbero essere anche addirittura delle
Delle poltrone
Al particolari e poi per anche per l'armonia stesura della sentenza nel momento in cui io o devo far fare la sentenza leggendo tutte le memorie da
Alla dal computer devo aprire e chiudere comprende continuamente le finestre andare a vedere
Contemporaneamente è male diventa difficile che dovrei vedere le memorie poteva andare a vedere un attimo il verbale della testimonianza
E quindi addirittura alcuni auspicano la necessità di due monitora almeno
Quindi i problemi ci sono però dico nel momento in cui
La legge c'è
Io non sono personalmente adatta a parlare di qua del processo civile telematico perché
Non sono molto telematica improprio
Ecco quindi non vado d'accordo col computer però mi rendo conto che una una una riforma importante una riforma importante ma anche in considerazione della necessità che la giustizia comunque
Si uniformi al mondo che è sempre più informatizzato questo è necessario però io qua attorno a dire che sono necessari Investimenti
Perché l'assistenza anche necessaria considerate che basta un un guasto anche banale che verrebbe a bloccarsi l'intera giustizia civile perché adesso
è facoltativo il quattro il trenta giugno soltanto alcuni a vi saranno obbligatori non si inizia a pieno regime ma un domani che ci si era a pieno regime basta un guasto che cosa succede
Dottoressa lei mi ha dato un ulteriore motivo di preoccupazione quello della salute dei giudici giacché i giudici sono di salute cagionevole perché per esempio tutte le sue colleghe hanno
Le gravidanze complicate mentre gli avvocati banale età perché a me annichilita vanno io studio sino a tre giorni prima che vanno in studio tre giorni dopo aver avuto il parto
I giudici hanno tutti comunque delle gravidanze complicatissime che li lasciano a casa per anni
E allora non vorrei che adesso con questa faccia ENEA accesso telematico ci sono osservazioni
Malattie neuromuscolari malattie di lavorare siamo veramente distrutti altro che ha già
Con l'ormai inventato che secondo me non possiamo essere considerati dipendenti addetti vede terminale perché è un po'non non stai attenta con la testa sul sul video
Inevitabilmente guardi anche un po'l'avvocato
Prima di mandare in udienza avvocati carina
Ad
Io passerei agli interventi e darei la parola al nostro presidente onorario
Perché
Questo tema di cui trattiamo c'è questo della unificazione di semplificazione dei riti e lo storico cavallo di battaglia
Dell'Unione nazionale delle Camere civili ed è quello a cui tanto teneva al nostro Presidente onorare che qua in prima fila l'avvocato pepite Rimaldo
E quindi gli darei la parola per un breve intervento ecco Totti se voi venire
Niente
Lo mettiamo qua in mezzo al posto del Presidente Santacroce
Il mio intervento
è un intervento saranno
Perché
Io sono stato abituato a lavorare per fare qualche cosa
Quando il Presidente Meloni mi ha detto ma questo grazie io gli ho detto
Questa convento e troppo interessante vengo dice allora al se vieni fammi un intervento
E ho detto all'inizio
Però non vi aspettate da me
Null'altro che è una critica I nostri cosiddetti il legislatore
Dico cosiddetti collegi scrutatori perché una produzione
Legislativa sul processo civile
Non è fatta da ombrello del legislatore
Anche se si sono alternati parecchio
E infatti
Ho cominciato annotando
Italiane io vi esorto alle storie
Così quasi duecento anni fa
Prendendo la parola in una
Dell'Università di Pavia che ancora oggi forse non si fanno
Ammoniva Ugo Foscolo
Che intendo dire
Io vi posso segnalare
Alcuni dei guasti
Al processo civile
Che ci hanno condotto alla situazione attuale
Nella quale io
Il rifiuto di continuare a fare all'avvocato perché non c'è diverso
Io
Vada allo studio
Lavoro onde legato ai giovani lo studio per le nuove riforme e le attività connesse
Cos'è accaduto in questi anni
Una cosa che mi ha impressionato parecchio
Nel mille novecentonovantotto
Abbiamo fatto a Pisa
Pure tu credo
Una
Manifestazione
E organizzata dai lordi Di Rudinì della Toscana emana
A questa manifestazione arrivo il
Ministro Oliviero Diliberto
Fresco di nomina credo che fossero la sua prima uscita
Nel quale
Ci disse io non sono avvocato non sono magistrato ma il giudice unico lo faccio
Strada in funzione
Questo dice tutto
Il giudice unico secondo me
E
La madre di tutte le sciagure
Io non so se ricordate perché si fece il giudice unico
Ci fu un momento in cui si cominciò a parlare della responsabilità dei magistrati
Se vi ricordate ma molti di voi
Hanno un'età per non ricordare il se perché erano troppo giovani quando si decideva una causa
Si creava una busta sigillata dentro la quale si diceva come avevano votato orienterei magistrati che avevano adottato con la decisione
Queste bussano
Ma non si sa che cosa succederebbe eccetera
Il magistrato in questo mondo Gravina noi avevano ragione a un certo punto hanno avuto un'idea giusta ICE ma perché dobbiamo essere responsabili intere
Facciamo il giudice unico positive rispondere uno enormi
è partito
Il giudice come unico
Che ci ha tolto quello meraviglioso collegio perché noi
Che
Lavoravamo allora avevamo hanno
Avevamo
Magistrati eccezione
Credetemi Raffi
Mandò prende quel libretto che mai perché troppo poco
Da noi
E passo
Al secondo argomento perché questo poi sarà
Sviluppato
Passiamo al unificazione dei rifiuti
L'unicità della giurisdizione
Nel mille novecentonovantotto nelle
Settembre del mille novecentonovantanove al Congresso nazionale forense di Napoli
Io
Allora era
Residente delle Camere civili il all'avvocato Gino Storace
Io ero segretario ho preparato una relazione che sintesi stava
Unicità della giurisdizione e giudice unico lo stato della giustizia civile
è ho fatto il manifesto
Che mirava alla una unione semplificazione delitti però avendo come riferimento finale unicità della giurisdizione
L'unicità della giurisdizione trattata Peroni in termini concreti di sfruttamento delle risorse cioè
Dicevo io abbiamo
Una magistratura ordinaria una magistratura amministrativa una magistratura contabile
Magistrature di tutti i generi non pariordinate riporre abbonato del superiore nacque Ribor meritare eccetera ho detto immaginate
Tutte queste componenti della società
Che è
Sono pagati per emettere decisioni sia pure sotto l'aspetto è leggermente diversa
Abbiano una i cittadini da comunali Cittadella della Giustizia nella quale sono tutti accorpati organizzati con le strutture un'impiegata
è
Arrivano a varie dicono io ho questo problema
Ma
Decidete ci sarà
Una struttura tecnici e vediamo di via problema si tratta questo lo facciamo decidere al giudice Pinco Pallino dell'esperto vede di diritto amministrativo questo lo facciamo e
E nell'ambito di una stessa struttura è con le stesse ridotte allora io pensavo alla riduzione delle spese si potrebbe avere una giustizia che funzioni
Da qui
Sì Ammannati amanti e
L'Unione nazionale delle Camere civili è sempre stata considerata come
Portatrice della bandiera della unicità della giurisdizione e
Unificazione
è un'evidenza unificazione semplificazione
Abbinato a un certo punto
Questa ad ogni congresso noi portavamo le nostre relazioni con l'ingresso consigliere congressi nazionale forense la parte relativa alla unificazione descritti
Era riservata ai minori venivano approvate condotte
E
Ri un'idea
Allora noi avevamo venti lettere riti diversi
Processo ordinario processo del lavoro dell'allocazione favori mancare acqua e pubbliche quantificazione indennità di espropriazione del arrivavamo a venti e di dette
Ce n'era qualcuno in più vorrei in mano terremo da nove ammuina poi
Suggerì qualche anno
Cosa che accade
Di importare
Il venticinque giugno del due mila otto abbiamo avuto un'audizione al Ministero della giustizia
Al Ministero della giustizia
Stiamo ogni nuovo ministro che viene
Nominato o invitava i tamerici Limited avere uno scambio di idee
Però devo dire veneti
Nelle volte precedenti ed è stato uno scambio
Privo di contenuti va bene di esso Clemente Mastella pago a bomba abbondante siamo qua siamo alla eccetera eccetera
Quando mia
Io non faccio politica anche perché ormai
I politici non mi stanno bene
Di nessuna natura
Cosa faccio
Il Ministro Alfano
Invece di ricevere Milazzo mi dicendo al confronto costa
Eravamo un tavolo quegli ultimi mamma
Con tutti i sottosegretari il consigliere giuridico il professore Mazzamuto
E tutti quelli che partecipavano al lavoro
Alfano ma ha detto dice che dobbiamo fare
E io gli ho portato
Questo libere tu
E due voluminoso quelle che abbiamo fatto noi delle procedure civili
Due volumi infestate in procedure civili che avevo Cuomo fatto
Avevamo stampato ogni nell'Unione Gren veneta dei consiglieri vuole bene è l'Unione Nazionale Camere civili
Io ho detto quando ho iniziato a fare l'avvocato io il Codice ed altro
Le assicuro che funzionava tutto alla perfezione
Ma
Nel senso che il processo andava avanti spediti
Non c'erano dichiarazione di immunità di annullabilità al popolo si facevamo una data
Avevamo del giudice
Particolari
Qualificate come sono la maggior parte
Quelli
A questo punto il professore Mazzamuto dice dobbiamo tornare quattro discutemmo a lungo su un modo di introdurre il giudizio
Io consigliai
E loro furono d'accordo di introdurre
è una causa con ricorso in modo che il giudice al quale veniva sempre riservata una parte privilegiata per la gestione potesse organizzare la causa
In funzione delle strutture di eccetera fondi disponibili
E
Sono uscito andando in una riunione al Ministero avendo visto che
Quello che proponevo nel mille novecentonovantanove si organizzate
Questo
Trovò successivamente applicazione anche nel due mila e nove
Quando con la legge ed è valida venne detto riduciamo a tre avevamo negoziato avevamo concordato
Oppure quali era niente le ripicche dovevamo mantenere cognizione lavoro il lavoro insistevano loro io dicevo che
Secondo me era un rito da eliminare e famiglia
Non
Come
Venga forme fatta la legge delega tra l'altro cosa era accaduto che il Ministro Alfano finita la riunione con noi
Dopo alcuni giorni e noi avevamo il Congresso nazionale forense a Bologna
Venne a Bologna
Che c'è un bell'intervento naturalmente da politico che muoveva accattivarsi doversi impartire degli avvocati e disse
Io ho capito cosa dovevamo fare con il processo civile quando l'avvocato prima
Minardi reclamato i due volumi delle procedure
Ho riprende
Del decreto legislativo abbiamo più questo del due mila e undici non vale la pena neanche di parlarne
Perché non lo so l'intestazione ha un'implicazione e per rivoluzionare delle procedure giuridiche vorrei mai contenuto ove moltiplicavano in maniera esponenziale
Quindi
Questo per me
Ha determinato
La chiusura
In tanti anni di del lavoro
E siamo al punto in cui siamo
Con quei due leggi relatrice il filtro in appello
Mese fa abbiamo fatto un convegno
è venuto il Presidente della Sezione lavoro della Corte d'appello
Esce ben regolavo che vanno fatto ICE perché bene o male io
Dice le cause e si eliminano sono
Due-tre
Ogni volta però per fare questo io vedevo per vedere tutti
Tutte
Sono stato costretto a fare una udienza in più alla settimana solo per questo discorso
Va bene il filtro
Siamo
Siamo nei non sono in una situazione che
Credetemi
Questo è un decreto delegato centocinquanta
Ma l'arrendevolezza buco
Ma avete visto che Guida al diritto che è stato costretto a fare un facile in Congo soltanto per il decreto delega
In cui si dice di sì dice cognizione lavoro
Un altro però
Quelli stava come cognizione e questo si fa così questo che introduce così questo non si applica quella della dico questa è una legge e incredibile
Ora
Oggi
Noi abbiamo sentito tante cose interessanti
Avverte
Hanno detto tutti sacrosanta e verità
Dal presidente Santacroce
A tutti voi ha visto che è avvenuto come noi lavoravamo sempre buon lavoro va
Perdere nemmeno l'ombra o meno
Vivrebbe
Scusate forse erano troppo un uomo una storia
Per dire che vi è una cosa
Per il problema non è di ore
Il problema
Del due mila nel due mila e cinque Giannoni
Avendo
Facevo facemmo un comunicato stampa dei magistrati e degli avvocati del gruppo che io
Vuole allargato sul processo civile dell'Associazione nazionale magistrati primo
Firmatario Mario fresca ma dov'è Maioni
A Napoli
E allora una fase
Vieni dall'ovvero un qualcosa di agghiacciante in questi casi degenerazione delle modalità di informazione delle leggi
Avulse ormai
Da un contesto di irrazionalità progettuali e così distante dalla realtà ed ha i suoi problemi questa è una delle frasi che è il contenuto e qua
E
Quando parlo quindi Mario fresa dell'Associazione nazionale magistrati parroco di qualcosa di serio perché solo conferenzieri abbiamo avuto
Da che cosa viene fuori una situazione
Altrove ci sono
Un tempo esistono e assisteremo a una Commissione legislativi
Che una formalità la gente deve capire ma che cosa era un processo
Secondo me
Tutti quelli che hanno fatto
Queste nuove norme
No no no mai partecipato a un croce non possono avere partecipato a un Progetto
Non verranno come che non hanno un senso
E allora se vero Bienno iniziamo ponti portatori di verità voi certamente io non lo so pronto un piano
Allora io il mio contributo del vino e soltanto coinvolti nel segnalare mi quest'anno
C'è un altro anomalia distrutti
Perché
Io ottantaquattro
Ho iniziato a fare una volta tanto bene
Non mi sento più punti di essere avvocato
Perché io quando avevo questo io ricordo un consigliere
Ricordo da
Apparente era fratello di un
Onorevole comunista ora mi sfugge il nome purtroppo ma un onere grava il comunista di quelli che
Erano
Tossiche però gente perbene assolutamente a Betlemme
In questo lavora
Ogni tanto la domenica
Usciva e se ne andava su immobili della lite
Loizzo per andarsi ad avere
Oppure adottavano pensavano di fare una decisione
Lui poi si riguardava dottor tornava incamera i Consiglieri diceva
No dobbiamo
Un giorno venisse la bontà
Lei formalmente ha ragione
Ma il suo miei
è un ristorante io
Loiero è ormai in Belgio negli faccia
Aggiustare allarga o
Consiglio lavorava in questi rapporti chiederanno belli
Scusate è ovvio tediato
Grazie Totti
Che era previsto un intervento sull'argomento di oggi se non sbaglio anche di
Giuseppe e Vaccaro Giuseppe cioè quei beni era
Vieni vieni
Giuseppe e Vaccaro vice attuale vicepresidente della Camera e civile di
Saccheggio
Buonasera a tutti per quanti siamo per la verità
Ho seguito attentamente
Le relazioni
Importanti relatori io credo
Torno a dire che il legislatore schizofrenico quando
è stato detto da altri quindi non sono il primo poterlo dire
Ma sicuramente a queste norme che vengono fuori così sul momento per
Le cosiddette emergenze ma che sostanzialmente non risolvono nulla non mi hanno mai dato modo di apprezzarla
Il problema però fondamentale è che Lamarque per le risolvere nella giustizia civile arretrato si mette davanti sempre questa grande pendenza di giudizio
Se n'è parlato più volte
Sono tantissimi anche in Cassazione ho sentito l'anno scorso due anni fa adesso non ricordo bene anche io colpito dalla memoria
Se il presidente vittoria che parlò di una pendenza di giudizi in Cassazione perché l'introito era di diciannove mila a fronte delle situazione di circa sedici mila per una questione di carenza di organico
Il problema
Di questa pendenza
Di questo arretrato civile secondo me si potrebbe pragmaticamente risolvere I spendiamo un mucchio di quattrini ho avuto modo mio malgrado di partecipare a un'udienza in Corte d'Appello a Caltanissetta
Legge Pinto
Vero e che è un modo per tanti avvocati giovani spesso di sbarcare il lunario
Però non è possibile che lo Stato debba impiegare e buttare via tutte queste risorse
Quando sarebbe giusto destinarle all'incremento di giudici ad retribuire anche Gotti vogliamo essere buoni perché la qualità Begozzo è stato detto prima di me sicuramente molto molto carente
E contribuisce all'arretrato e alla pendenza di tanti giudizi in appello tant'è che il legislatore ha tentato di porre rimedio con questi filtri vari
Che poi per inciso faccio una breve parentesi questi filtri
Comporterebbero per l'avvocato l'obbligo di
Censurare la sentenza e di farne un'altra da sottoporre al giudice in buona sostanza
Come si diceva prima questa funzione sostitutiva e di
Mi notare le sentenze fuori da
Essere corrette dal giudice togato
Quindi destinando queste risorse si potrebbe incrementare il numero dei giudici
Altra cosa molto importante abbiamo assistito il mio intervento è pragmatico l'avvocato del sud sono di Siracusa come avete sentito ed è una realtà che forse l'avvocato prima Ugo conosce benissimo ma sicuramente diversa da quella del Paese
Del nord possiamo dire così senza voler essere campanilista
E il nostro è un piccolo paese perché abbiamo fatto una selva di di mail su Facebook eccetera contro questa notizia che ha definito Siracusa una piccolissima città del sud
Ci siamo giustamente offeso insomma ecco ma non per la dimensione che invero non è che sia grandissima per la storia millenaria di una città che tutto il mondo ci invidia
Forse non sapete ve lo dico ma non c'entra intero convegno che l'IBM scelto Siracusa come città per sperimentare un nuovo modello
Di informatica nelle città è l'unica città d'Italia ed è un vanto per la nostra città a parte questo dicevo l'aumento spropositato del costo della giustizia
Le cui risorse mi risulta qualche mi correggerete se sbaglio non vanno direttamente al Ministero della Giustizia vanno al Ministero
Dell'economia e delle finanze come collega Mascherin debenza avrà per può esservi destinate in parte al Ministero della giustizia bene queste risorse che sono sempre più corpose perché
Sappiamo parlato sentito l'aumento
Del del costo del giudizio d'appello il raddoppio del costo il vizio di tassazione l'aumento incredibile
Del del contributo speciale per il giudizio di Cassazione a duecento euro gli otto euro che sono diventati ventisette sono poche cose veramente
Però sarebbero delle risorse molto importanti così si può risolvere l'arretrato e poi
Da ultimo
C'è quella norma importantissima della della Corte verrà Costituzione che prevede l'intervento parlo della stazione degli avvocati in Cassazione
Alla quale
Ci sono altri ma sono molto buoni
Sì sicuramente avaro ci sono tanti avvocati pure troppi
Pur dico pure troppi mi ci metto anche io
Il problema e quelli sono gli ortaggi Enia però tutto sommato
Qualifichiamo queste quote non facciamo in modo che i Gotti possano essere dei poveracci che vale che questo e gente che non è qualificata mai abbiamo esperienza drammatica si dovuto
Qualunque sentenza delle Corte è soggetta ad appello diciamo nella percentuale mostruosa del nell'ottanta per cento perché fa parte malissimo
Quindi queste arretrato
Della giustizia come lo possiamo risolvere utilizzando le risorse
Aveva detto bene il processo telematico farà un dramma però è utilissimo perché ci consente
Di lavorare a studio
Ci consente di abbreviare i tempi della giustizia di vivere in tempo reale o meno ho portato questo non per dimostrazione avete dimenticato carta e penna perché sono
Preferisco sempre carta e penna però riconosco
Che
Un futuro degno di tale nome in un Paese degno di tale nome non può non passare dal processo telematico
Grazie a tutti era un intervento
Perché l'ha seguito molto
Qualcun altro vuole intervenire
Oggi
Perché gli altri mi sembra che siano per domani sull'unificazione dei riti eccetera c'è qualcun altro che vuole intervenire oggi
No
Ma Guccione
La dall'occhio vigile
Vieni vieni
Vieni vieni qua
Marcuccio il Presidente l'avvocato Marcuccio della Camera e civile di legge
Solo delle
Riflessione perché ho ascoltato con molta attenzione
Le relazioni di coloro che mi hanno preceduta
Io ritengo molto sommessamente
E perché si possa
Concretamente parlare di crisi della giustizia civile e degli eventuali rimedi
Dobbiamo
Un po'vedere e verificare
La trasformazione che noi abbiamo avuto nella società moderna
La nuova società civile
Ha reso giustizia diritti ed interesse che prima signora
Da questa premessa
Non poche discendere
La
Netti necessario coro corollario
Che come ha detto e professore fritti la domanda di giustizia deve essere rapportata alla giurisdizione
Ma non lo nel senso poneva questo certamente il significato del professor Rizzi
Che nella
Domanda che deve rapportarsi alla giurisdizione e la giurisdizione
Chiedeva
Rapportarsi alla domanda
E
Allora se noi partiamo da queste premesse
E dobbiamo ovviamente individuare quali sono queste cause
Posto che in una società democratica in una società civile abbiamo detto che ci sono dei diritti che devono essere tutelati e tutelate adeguatamente
La prima
Riflessione o il primo compito del legislatore
Ma questo risale anche agli anni passati perché siamo giunti oggi a questi risultati
Sarebbe dovuto essere e deve essere quello di individuate le cause adottare poi opportuna terapia
Non è vero mi dice parliamo sempre
Il processo civile nubi crisi della giustizia
Il legislatore da un ventennio questa parte non ha fatto altro che emanare provvedimenti a macchia di leopardo
Inserendo nell'ordinamento giuridico che dovrebbe essere tutto organico delle
Riforme che mansioni che non si conciliano con gli interessi del del dei cittadini e della collettività
Ed allora
Oggi noi diciamo
L'unificazione dei riti va bene
Tutte le altre proposte che sono state fatte eccetera
Ma non possiamo nove nove volte nel racconto e questo secondo me
Aspetto principale
Sede di terapia uso questo termine
Medico di
Terapia con riferimento alla
Concreta realtà in cui il processo viene attuato
Perché
Perché si è parlato
Tanto
Di
Media conciliazione
E abbiamo visto quali sono i lati negativi della media conciliazione non
Come il sistema o come principio di carattere generale ma come viene attuato nel concreto
Non parliamo di ben ogni visitatore ha parlato di velocizzazione del processo
Non l'abbiamo assistito solamente a delle riforme
Ritornando negli anni passati alle preclusioni a tutte le eccezioni invece la società e il legislatore ne va
Anni aveva cercato di eliminare
Per giungere poi a dire
Che cosa il processo deve avere questa durata
Attuando quale esisteva riducendo i termini
Per proporre le difese riducendo i termini per l'impugnazione proponendo il filtro del
Nei vari
Nelle varie giurisdizioni
Senza tener conto voi concreto che cosa che per esempio nel processo di appello
Dove
Col basterebbe un'udienza perché alla prima udienza si dovrebbero precisare le conclusioni e andare decisioni avere un giudizio una sentenza in tempi brevi
Non solo assistiamo io parlo del mio territorio ma credo che questo avvenga in tutta Italia
E addirittura sia la prima udienza
Di rinvio per fissare udienze precisazione delle conclusioni al primo
A tre anni quattro anni cinque anni e allora sino a quando il legislatore non comprende che in questa via di sbagliato
E noi tutti
Dovremmo far comprendere le libere associazioni il Consiglio aveva ricorrenze Illy Europa e tutti gli organismi
Che rappresentano l'avvocatura è che questa è una mia sbarco
Sbagliata e che non si può percorrere a mio avviso non si va da nessuna parte
Quindi
Io ho
Ritengo molto sommessamente che
Per potere dare
Una svolta
Necessaria a questo sistema occorre che ci sia una riforma organica
Quando Letta ex Primo ministro ebbe a dire per la giustizia abbiamo approvato un tassello
Parlare un tassello nel momento in cui si va a riformare
Il processo civile OPA si va a riformare la giustizia significa a mio
Modesto avviso
Che della giustizia ovvero modo di gestire la giustizia non sia proprio l'idea
Quindi io ritengo che anche questi convegni Presidente del quale effettivamente dobbiamo dare atto
Della sua
Diceva dicevo
Ormai dichiarare
Capacità incisività eccetera questi nostri convegni devono anche averne a mio avviso compito di segnalare con fermezza cioè non lasciarli solamente
A noi
Le relazioni che sono certamente
Per noi addetti ai lavori sono utili perché ci fanno crescere ci fanno capire albero a me
Poiché
Altri non lo so ma bisogna correre
Far sentire la nostra voce nella sede opportuna perché nella speranza nell'auspicio
Che effettivamente qualcosa possa cambiare nell'interesse e questo è il punto senza
Nell'interesse
Del cittadino della tutela dei diritti del cittadino e non dell'avvocato come contrariamente purtroppo ho avuto modo di constatare con la creazione a livello nazionale e i nostri caro
Pasqualino
Il nostro organismo di un tempo
Si è accontentato
E ha revocato lo sciopero sol perché
Avrebbe Ministro sottoscritto il decreto dell'aumento dei minimi tariffari
Previste compiacente credo dando ancora una volta di immagine errata dell'avvocatura in agitazione non per i diritti propri ma perché
Vuole che i diritti dei cittadini di tutti i cittadini
Siano
Trovino adeguata tutela innanzi al giudice naturale e nemmeno in un'altra
Per quanto
Per quanto riguarda voi e ho finito la Magistratura onoraria
Signor Presidente io l'ho detto dei dati
Come è possibile in questo mi rivolgo anche allo la
All'Associazione nazionale non ritenga Bazzanese razionale magistrati chi ha sposato questa tesi
Se è vero che per gestire la giustizia in Italia nella società di oggi
Siamo bisogno di ventidue mila unità tra magistrati togati
Dodici onorarli e se non ci fosse un questo gli avvocati di supporto veramente
Quella richiesta di fallimento
Riproposta quel collega Carra presenta agli ordini avvocati diventi di Velletri liste di vicenza forse vorrebbe provare veramente attuazione dicevo
Quando voi ancora
Andiamo avanti
Nonostante questa realtà che per poter dare una risposta
All'utente della giustizia occorrono ventiquattro ventidue o ventitré mila unità
Vedo quali solo otto unità solo perché nove mila cinquecento sono i più
Di giudici togati minorili dell'organico ma solo otto mila
Sono
Di utilizzabili per l'amministrazione della giustizia gli altri hanno anche incarichi e via di seguito e si invece si indice un concorso per trecento posti ogni due anni
Come si può
Dire
C'è questa volontà di volere veramente dare una risposta seria la giustizia
Purtroppo anche illustrazione alla magistrali invece condivide questa impostazione che non si possono avere aumentare il numero dei dei giudici
Toccati
Perché beh dico no presso
Non si può
No
Allora se noi andiamo a guardare un po'nel passato quando ci fu alcuni anni fa delle rimostranze in tal senso la risposta dell'Associazione nazionale magistrati
Fu questo apprendendo quasi tutti che le università d'Italia non potevano
Non mettiamo nonno lo licenziavano più di trecento persone
Il donne
A concorre oppure a ricoprire la carica i magistrati
E quindi ecco perché i concorsi si davano Chiban vivono per trecento posti
Non mi dovete spiegare perché
Se ci sono due mila posti vacanti
Cui si bandisce un concorso per trecento posti e per un concorso in magistratura occorrono due anni
Quando
Quando o come si vorrebbe
Ricoprire
Il posto già di quelli di quelli che mancano già di quei mille cinque io che che sono che sono posti vacanti oltre cento con trecento opposti che si bandiscono ogni due anni e con tutte queste queste il per quanto riguarda
De Giudici onorari
Giudice vari
Va bene i giudici però ne aveva
Ricca richiamato detto eludere collega Pasqualin
Occorre però che ci sia anche
Una
Professionalità una selezione seria una selezione
Che possa dare certezza al cittadino che si rivolge alla giustizia scusa
Avvocato Marcuccio sono imparziale disaccordo su sono d'accordo su tutto in parziale disaccordo sulla chiusura
Allora è verissimo quello che è stato detto e cioè
Negli ultimi concorsi della magistratura
Il la relazione pubblicata dal Presidente della Commissione alla relazione finale che viene pubblicata mi pare sul Foro Italiano
Conclude dicendo sono stati messi a concorso quattrocento posti questi quattrocento posti non sono stati integralmente coperti quindi è di più di quello che dici tu
Non sono stati integralmente coperti ne sono stati dichiarati idonei trecentottanta
Perché i candidati c'erano solo tre centottanta candidati idonei a diventare magistrato
E viene anche detto in alcune di queste relazioni mai la sostanza che in Italia le Facoltà di giurisprudenza hanno un laureano
Più di trecentottanta per esempio quell'anno Giovanni
I toni a fare il magistrato però io la critica la farei più all'Avvocatura che non alla magistratura
Può darsi picchi sia un pizzico di supponenza in questo forse potrà
Però
è molto peggio la posizione dell'avvocatura che in quello stesso anno dice che ci sono diecimila ripeto dieci in vita
Idonei a fare l'avvocato e allora l'Avvocatura si trova con duecentocinquanta mila avvocati tanti oggi siamo
Quando il livello di cui è meglio parlare
E allora io preferisco la federazione che parlavo cattura forse
Come pietistico borse
E
Come a volte ha la magistratura di presunzione
Ma noi gli avvocati non abbiamo saputo fare quel minimo di selezione che assicurasse alla nostra categoria di riteniamo sia a livelli alpini dal punto di vista della preparazione tecnico giuridica e poi a seguire anche deontologica
E quindi dobbiamo guardare prima non
E fare questa forte critica
Più che parla il magistrato che pongo possa e forse a volte un pizzico di supponenza ce l'hanno
E
Però
Però però
è peggio la nostra situazione perché noi non abbiamo fatto se dizione è gravissimo abbiamo dequalificato l'avvocatura
E se oggi siamo in questa situazione ci vorrà come minimo una generazione lasciamo ai giovani un'avvocatura veramente disastrate
Non è l'argomento e del nostro come ma bisogna dirlo voi voleva dire qualcosa dottoressa restano
è bene d'accordo d'accordo però poi si è alla selezione con quello che c'è
Non è che si dica
Siccome l'università appare a dieci mila laureati tutti devono diventare avvocato no
Voglio dire suo ecco il pieno appoggio al suo compito
E si parla di supponenza
Grazie può fare per
Perché è vero questo è vero concernente
Voleva dire qualcosa autorizza io sono d'accordo invece sulla selezione
Così come sono d'accordo invece sul suo anche confuso con quello che lei dice perché nel momento in cui io ho fatto parte delle commissioni di concorso degli avvocati sono stata ritenete ha più volte dicendo guardi che è un esame di abilitazione
A e io non sono una è venuta in mente
Però di far finta di niente perché tanto era un anno un'abilitazione non un concorso invece secondo me se non a parità di severità ci volete verità comunque
Voleva fare un breve intervento Carlo Palmiero che un amico e che appartiene all'OUA nessuno è perfetto grazie su una valvola Carlo
Buonasera sono coordinatore della Commissione di procedura civile dell'Organismo unitario
Se questo
Esseri imperfetti lo sono tra l'altro volevo partire da due dati
Quelli dati dalla dottoressa dianzi equilibrate Andrea Pasqualin per poter dare un minimo di sintesi altrimenti me ne vado sconfortato da quello che è stato l'esito di questo pomeriggio interessantissimo
Perché tutti abbiamo di fatto rilevato e l'abbiamo poi detto anche a Napoli
Stranamente alla conferenza nazionale dell'avvocatura il documento della Commissione di procedura civile è stato che pur preferendo l'avvocatura una giurisdizione statale
Si rende conto in questo contesto dell'impossibilità di poter avere delle risposte in tempi rapidi e spendibile per cui è disponibile
è ed è in sintonia con quello che dice il CNR anche
A collaborare con gli strumenti di soluzione alternativa delle controverse
Per poter
Trasformare anche ora professione in un nuovo ruolo di assistenza alcuni la chiamano consonanza strategica utile a dare delle risposte ai cittadini e non dei provvedimenti
E che arriva in ritardo e inattuabili
Però
Fatta quindi questa premessa sulla necessità che abbiamo di rivedere
Il nostro modo di fare la professione volevo parametri alcuni di alcune dita su alcune piaghe
Perché altrimenti evidenziare solo il problema e non tentare un minimo di soluzioni mi pare un esercizio
Che può essere vano
Ciò che ha detto la dottoressa di asset in precedenza
Relativamente al fatto che di fatto poi la Cassazione si trova
A a statuire
E esercitare una funzione nomofilattica rispetto a fattispecie oramai passate probabilmente dovrà comune nei modi che riterranno quantomeno proporre un doppio binario perché se la Corte vorrà mantenere
Beh giacente doppio binario
Relativamente però un punto quello che ne vediamo dal punto di vista di operatori pratici io una giurisprudenza che si da un lato di legittimità ma ancor più nel merito venuto meno quello che era il privilegio del collegio finisce per essere per essere oscillante
In un contesto nel quale l'incertezza del diritto poi portava avvocato pena anche l'esercizio di azione di responsabilità
A doverle tentare perché o che lo chiamiamo per l'Ulivo o lo chiamiamo le vere ma o lo chiamiamo cambiamento di giurisprudenza ti trovi
A sostenere alcuni testi nel momento in cui sembrano ammissibile però sostanzialmente subite gli effetti negativi
Quindi laddove si potessero spiegare un orientamento
Veramente nomofilattico sarebbe un fatto privilegiato mi faceva piacere riferirmi alla componente
Della giunta nazionale del dell'Anm per evidenziare un problema grave la battuta
Ed è l'avvocato Mengoni che sottoscrivo
Circa il fatto che
Porta male insomma fare il magistrato perché appunto sono soggette appunto le gravidanze difficili
Ma è giusto una battuta il il
E nel momento in cui tutte le riforme hanno posto dei dei limiti io ricordo
Quando il il termine per articolare controdedurre non era mai
Antonio oggi abbiamo la scansione del processo che funziona
E
Tra l'altro mi mi dispiace anche che vi sia un atteggiamento l'avvocato Pasqualin diceva alcune cose funziona diciannove si bis funziona
Specialmente se viene anche utilizzato da parte del magistrato con una certa larghezza perché altrimenti se lo va a limitare solamente agli aspetti risarcitori cominciamo a discutere del sesso degli angeli invece il seno che servisse una volta che se depositata la consulenza ha una funzione deflattiva
Perché le parti capiscono e vanno a transigere
Io non riesco a vedere quella che la prassi uno di
Non privilegiare il settecentodue bis fare in modo che si commenta qualcuno sostiene perché non fa statistiche
Due non passa districarmi provvedimenti emessi l'ordinanza a conclusione del del settecentodue bis
Due
Perché non si comincia anche a valutare questo secondo me a tutela anche dei magistrati che lavorano una misura della qualità e dell'efficacia dei provvedimenti dei magistrati specialmente quelli gradi inferiori e in ragione della mancata riforma nei gradi successivi
Perché noi notiamo che laddove un magistrato arriva chiaramente operato da tante cose ma arriva in udienza con la causa ben nota e e anche eventualmente dopo lo scambio delle memorie
Con le alzate di sopracciglio e far capire alle parti quale può essere
Che
Il legislatore dice il magistrato può imporre la mediazione ma impone nel momento in cui fa anche capire quale può essere il limite la propria decisione
Il il vero collo il vero
Imbuto è il vero collo dell'imbuto finisce per essere al di là di tutte le modifiche si fanno il soggetto che decide
E il soggetto che arriva e ed il magistrato che arriva alla causa veramente consapevole diceva perché altrimenti succede che la causa le strisce una persona fisica magistrato togato
Che probabilmente a volte anche nella verbalizzazione
Non è preciso rispetto ha riferito perché il ricordo la causa la decide un terzo e quel processo è la negazione dell'accertamento della
Parte la verità processuale e sostanziale ma l'attribuzione della giustizia alle parti che la chiedono quindi anche una una valutazione circa l'efficacia e qualità degli interventi
Poi dei magistrati potrebbe essere qualcosa che in un contesto di
Di rivalutazione del ruolo
Vedi delle parti o che l'avvocatura sebbene sia diventato il rifugio mo'peccatorum al quale il presidente faceva riferimento perché è diventata dei numeri impraticabili
Ma sta subendo tale tetto delle decadenze delle delle preclusioni anche nelle forme sanzionatorie evidenti
Allora in questo incidere su tutto e non andare a verificare la misura la quantità la qualità ed efficacia dei provvedimenti anche in rapporto di di di quantità
Significa poter intervenire su tutto ma dimenticarsi poi il punto essenziale
La decisione e duecentottantuno sexies eccetera eccessi provvedimenti anticipatori ci stanno andarle a chiedere come andare a
A toccare la lesa maestà
E
Io
Ritengo che forse su questo un approfondimento le categorie potrebbero farlo grazie
Grazie Carlo vuole rispondere
Allora se nessun altro anche dei relatori c'è qualcuno che ad aggiungere qualcosa no grazie
Allora grazie a tutti per aver partecipato domattina riprendiamo alle nove
Ne raccomando di essere di essere puntuali perché
Domani abbiamo un programma molto intenso grazie