06MAR2014

Collegamento con David Carretta sul vertice straordinario a Bruxelles dei Capi di stato e di Governo dell'Ue per la situazione in Ucraina

COLLEGAMENTO | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 14:30. Durata: 8 min 10 sec

Player
Registrazione audio di "Collegamento con David Carretta sul vertice straordinario a Bruxelles dei Capi di stato e di Governo dell'Ue per la situazione in Ucraina", registrato giovedì 6 marzo 2014 alle 14:30.

Sono intervenuti: David Carretta (corrispondente di Radio Radicale dal Parlamento Europeo).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Crimea, Energia, Esteri, Gas, Guerra, Guerra Fredda, Lituania, Politica, Putin, Russia, Sanzioni, Secessione, Ucraina, Ue, Usa.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.
14:30

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno andarci produrre merci dai Capi di Stato e di governo dell'Unione europea sono riuniti per tentare di trovare una linea comune non tanto sull'Ucraina
Su questo l'Unione europea
è abbastanza netta è pronta ad aiutare
Il nuovo Governo ucraino con aiuti finanziari consistenti undici miliardi di euro e Prost nel prossimo biennio e anche nell'organizzazione delle elezioni presidenziali
Previste per la fine TV maggio l'Unione Europea fatica a trovare una linea comune
Sulla Russia su come reagire a quella che alcuni definiscono una vera e propria aggressione contro l'Ucraina con l'occupazione della Crimea
L'Europa spaccata sulla possibilità di sanzioni sanzioni che sono sul tavolo dell'iter europei cosa hanno detto entrando prima di questo vertice anche la Merkel la cancelliera tedesca
Ha detto e si discuterà di sanzioni di diverso tipo se entreranno in vigore oppure no
Una decisione dovrebbe essere preso a sulla base di quanto rapidamente procederanno gli sforzi di diplomatici
Per
Il francese Consolo onda ci sarà la pressione più forte possibile sulla Russia per iniziare un processo otite escalation
Nella pressione c'è il ricorso eventuale a sanzioni ma non ricerchiamo ulteriore tensione ha detto il presidente francese mentre il premier britannico
Previti Cameron ha detto che è vitale inviare un messaggio molto chiaro il Governo russo che ciò che è caduto inaccettabile che l'avere conseguenze che altre nazioni da parte russa sarebbero ancora più inaccettabili con conseguenze ancora
Più due tradotto cosa significa tutto questo significa che i grandi Paesi non sono ancora pienamente convinti di perseguire la strada delle sanzioni contro Mosca è possibile
Che vengano adottate misure soprattutto simboliche come
La sospensione dei negoziati tra Unione europea e Russia sulla liberalizzazione dei visti o su un accordo commerciale che in discussione da me il problema è che questi negoziati di fatto sono già sospesi
Da mesi per regioni per ragioni non legate
All'Ucraina
Alcuni vorrebbero invece sanzioni più dure colpiscano gli interessi economici della
Russia o personalità del regime Russo ma su questo i grandi Paesi
Germania Italia Francia Regno Unito sembrano molto più scettici a prendere una posizione molto
Dura nei confronti di Mosca oggi è stata la
Presidente della Lituania Italia ed a Sky che ha parlato
Venga accusato non tanto la Russia ma l'unione
Europea di non essere in grado chi
Non solo parlare con una voce sola essere uniti ma soprattutto di non comprendere Vladimir Putin cosa ho detto che debba Sky e il pericolo che vediamo oggi in Europa
è che qualcuno la Russia riscriva i confini del post guerra trenta questo il segnale che la Russia ci sta
Inviando oggi dobbiamo comprenderlo reagire immediatamente perché dopo l'Ucraina sarà la Moldavia e dopo la Moldavia saranno altri Paesi
La scorsa settimana ricordato la leader di Juana ci sono stati esercitazioni militari russe con armi tattiche
Contro la Lituania Han e la Polonia
La Russia sta cercando di minacciare tutta l'Europa e l'Europa non capisce cosa sta accadendo se permetteremo la Russia di riscrivere frontiere domani
Succederà ad altri questa però come dicevamo non è l'opinione
Dei grandi Paesi diciamo dei grandi
Leader l'obiettivo sembra essere quello di mantenere le cose come stanno la bozza di conclusioni del vertice addirittura
Più moderata nei confronti di Mosca delle conclusioni a cui erano giunti i Ministri degli esteri
Dell'unione europea lunedì scorso nel frattempo sul terreno in Crimea come dire c'è stata la risposta di fatto
E io non lo si o comunque delle forze pro russe il Parlamento della Crimea ha votato per la successione per tenere un referendum su questo il sedici marzo prossimo questo il quadro questo anche il primo appuntamento
Europeo del nuovo Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi che al termine dei lavori previsti intorno alle quindici
Dovrebbe tenere una conferenza stampa che poi cercheremo di farvi ascoltare nel corso della giornata
Me ne noi chi Titti ringraziamo sepolti possibile chiederti ancora un'altra cosa volevo sapere se la notizia dell'alla cancellazione dello dello sconto sulla sul suo sul gas nei confronti dell'Ucraina è stata Inter nata diciamo
Dai Paesi dell'Unione europea non vedo qui quei Paesi che hanno più bisogno dell'energia di questo tipo di di energia come una minaccia velata nel caso poi del Giurì inasprimento della situazione internazionale se è stato detto qualcosa o se ci sono state preoccupazioni per questo
Allora quanto alla questione del del Garmisch all'Europa secondo il commissario all'Energia The Ring non dovrebbero esserci problemi perché ci sono sufficienti riserve che Karl in cui
Dove la situazione con la Russia dovesse aggravarsi con una interruzione delle forniture ci sono sufficienti riserve per superare l'inverno e andare pieno oltre
Quindi da questo punto di vista per l'appunto
Nulla di preoccupante secondo la Commissione europea ovviamente la prospettiva lì vedere famiglie europee un po'ovunque in Europa perché quasi tutti i Paesi
Importo erogato dalla Russia famiglia europea ristretto non piace ai Capi di Stato e di Governo non piace al diplomazie su questo però c'è da dire una cosa importante non è solo l'Europa
A dipendere in tal caso Russo la Germania importa trenta per cento del suo caso dalla Russia la all'Italia circa il venticinque per cento
E anche la Russia che dipende economicamente e finanziariamente da eretti chi del gas che gli europei importano è un'arma a doppio taglio quello quello della possibile
Per possibile taglio delle forniture di gas il cinquanta per cento del bilancio dello Stato russo è finanziato proprio con questi risorse
Quanto invece al gas in Ucraina la ovviamente la questione più preoccupante perché l'Ucraina importa al cento per cento del suo caste da Russia già rimasta al freddo in altre occasioni l'Europa sta cercando di fare qualcosa non solo con il pacchetto da undici miliardi
Di euro di aiuti dovrebbe essere confermato dal vertice di oggi ma anche con
Una progresso tecnico cioè
Lei tubi per il trasporto di gas che possono andare in due direzioni per fare cosa per fare in modo che essere Mosca dove ci dettagliare nuovamente il gas l'Ucraina
Carli che arriva in Europa possa arrivare fino a Kiev e nelle altre zone dell'Ucraina per evitare che questo Paese rimanga allo stretto ricattato dalla Russia