07MAR2014
intervista

"Nero di Roma. Storia di Leone Jacovacci l'invincibile mulatto italico" (Palombi editore): intervista a Mauro Valeri

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 12:08. Durata: 42 min 8 sec

Player
Per quanto oggi possa sembrarci strano, conoscendo i pregiudizi razziali del regime fascista, il 24 giugno 1928 il mulatto italiano Leone Jacovacci riesce a conquistare il titolo dei pesi medi italiani di pugilato, sconfiggendo ai punti l'avversario Mario Bosisio.

Una vittoria ampiamente censurata dal fascismo e dai quotidiani sportivi italiani, che fanno di tutto per emarginare Jacovacci dall'olimpo del pugilato nazionale.

Nell'arco di pochi anni, Jacovacci viene messo ai margini dello sport nazionale e ben presto perde il titolo europeo dei pesi medi.

La vicenda di Jacovacci, che pochi anni
dopo quella vittoria abbandona l'Italia, è emblematica e dimostra chiaramente i pregiudizi razziali del nostro sistema sportivo, limiti che sono ancora presenti e che hanno colpito la memoria di questo autentico eroe dello sport italiano.

leggi tutto

riduci

12:08

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale negli anni negli anni Venti negli anni Trenta le
Il
Del fascismo era era possibile farsi strada in un mondo del del mondo dello dello sport Sissi veniva considerati e diversi e lontani dai dai canoni del
Il sentiti quella che veniva considerata la razza italiana il secondo i criteri del
Te lo Stato dello Stato sanitario fascista per quanto possa senza darci strano ci sono stati dei momenti in cui questo è accaduto anche in un regime considerato totalitario come quello
Quello fascista ma e anche caduto soltanto per per poco la storia che vi stiamo per raccontare
Significativa ed emblematica delle delle delle delle delle contraddizioni e delle delle storture di un regime come quello
Fascista parliamo di questo argomento per
Discutere di un di un libro dal titolo nero di Roma la storia di leone Iacovacci l'invincibile Mullah atto italico libero scritto da Mauro Valerii perché un è un sociologo uno odioso che ha pubblicato questo saggio per Palombi editori raccontandoci la storia di di un di un pugile
Di di nazionalità italiana che
Nel mille novecentoventotto riuscì ad ottenere una grande
Vittoria sportiva come è nata l'idea di scrivere questo libro sullo leone Iacovacci che è stato
Uno dei diciamo dei degli eroi dello sport
Italiano di di di colore che
Riuscì ad affermarsi prima del dell'ultima del dell'ultima guerra molti
Allora l'idea nata da un anno curiosità nel senso che no un altro pugile di colore molto più famoso in anni recenti che nessun Buchanan Bari che è un pugile diventa italiano per dal sito del matrimonio
Che negli anni ottanta ha vinto anche dei titoli molto importanti qua cui chiudete scriveva che in realtà
C'è stato in precedenza un altro italiano proveniva da da da fuori aveva la pelle scura faceva il nome di Dio leone Iacovacci
Quando però andò cercando su dei riferimenti anche su internet usciva fuori in realtà
Una storia diversa che era quella di un pugile afro americano che si chiamava
John darla su Walter
E quindi avevo un po'di confusione per capire questo pugile fosse realmente Aliano oppure come diceva
Internet era un pugile afroamericano da limitata
Ciò questa ricerca
Che mi ha portato voi avere la fortuna di conoscere direttamente l'unica filiera avuto allora Iacovacci e che mi ha permesso ed è quindi dei documenti che le conservava gelosamente
In un garage uno scollamento nel garantire questo ha permesso di costruire una storia che è molto dice
Un po'da Zelig con cambiamenti di entità che sono stati nel corso degli anni molto anche interessanti
Ecco
Come chi è innanzitutto giorno dopo l'assemblea
Allora la storia diciamo inizia un po'limite in realtà in Congo perché il padre di famiglia Kovaci lavorava all'epoca era una un agronomo romano che lavorava alle dipendenze del
Del re del Belgio che ma all'epoca del Congo appartenere a direttamente al al re del Belgio lui lavorava come agronomo in appunto in Congo
Come succedeva spesso certo punto durante queste permanente stiamo parlando della fine dell'Ottocento
Questo l'agronomo romano si innamora di una ragazza del luogo che ci siano altri Bouma beta
E da questa relazione nasce un bambino che viene chiamato leone che nasce quindi in Congo nel mille novecentodue
Diciamo la curiosità a dato curioso e interessante rischio nella vita di di di leone Iacovacci e che in genere i bambini meticci che nascevano in Congo o in altri Paesi
Dove l'Italia erano presenti e non riguardava
Ovviamente solo le coppie miste dei tre italiani CIPE donne africane venivano lasciati abbandonati né i Paesi appunto in Africa
Anche in Congo erano però dell'orfanotrofio raccoglievano questi miti civili
Rende ingenerano alla direzione religiosa
Invece il papà di Lione Iacovacci a questa questo grande coraggio e decide di riportarlo in Italia
Lui rimane in Congo per lavoro quindi farò soltanto un viaggio per consegna Leonetti nel mille novecentocinque quindi quando li hanno solo tre anni lo porta in in Italia
E lo porta a Roma e lo consegna a ma i propri genitori che ovviamente vedendo questo bambino nero nero molto
Quattro molto simpatica ma insomma capendo che gli italiani in quel periodo a molti pregiudizi nei confronti anche delle persone nere poi
Figlio in quel caso non la la madre non se ne va bene anche chi fosse scappano da Roma e vanno a vivere a Viterbo in realtà neanche a Viterbo in un
Frazione di Viterbo un po'fuori dalla cittadina
E quindi cresce leoni in questa realtà rurale va a scuola
Per nettamente finte integra anche abbastanza bene fino a quando la la nonna non muore nel mille novecentoundici
E quindi si trova con il papà che continua andare su e giù in Congo e quindi non non può affidarsi troppo al padre
A quel punto viene mandato un in negli istituti religiosi tra cui uno differente nel suo famoso salesiani che fa a Frascati
Ma leone un po'nonno anche probabilmente anche lì per via dei pregiudizi sul colore della pelle non
Non riesce a stare in questi in queste strutture spesso scappa affinché a un certo punto decide di imbarcarsi almeno questo è quanto raccontano un po'
Le cronache dell'epoca si imbarca quattordici anni in su una nave mercantile inglese e si racconta che l'utile parti prendere come mozzo si spaccia come un bambino ragazzo di Calcutta quindi Quaggia inizia
Questo gioco dell'identità che un po'la caratteristica di idoneo facce secondo me poi non solo di cui in quel periodo
Dove dove doveva finire tra
Ma in in Gran Bretagna finisce in Gran Bretagna dopo anni che fa il mozzo e in Gran Bretagna decide appunto di cambiare nome di Amber identità si chiama John Douglas Volker
Diventa un cittadino britannico gli inglesi non interessava tanto questo perché in quel momento viene preso viene mandato in guerra quindi per loro è importante e posso un soldato quindi lo va a combattere la Prima Guerra Mondiale combatte in Russia Magda inglese
Poi per caso finita la guerra si trovava a lungo il Tamigi viene ingaggiato per fare una per i combattimenti perché se vivo un nero all'epoca ce l'ha sempre questa sfida dal pugile bianco il pugile nero dove c'è da accudire bianco e dovrà dimostrare la sua superiorità razziale
Con l'intelligenza contro invece il pugile nero che doveva che rappresentava in genere la forza bruta
Così di fatto le ore col possono merito andare là vince il torneo e avvia questa carriera da da pugile professioni l'aspetto lì la carriera la la la comincia in Gran Bretagna pena comincia in Gran Bretagna però scopre che in Gran Bretagna
E chi se la cosiddetta barriera di colore per la quale un pugile inglese nero non poteva fare il titolo nazionale quindi né europeo una regola chi stabilizza settimanale dello Corbara si dice
Era vietato o anche in Inghilterra che potessero partecipare I torneo nazionale non poteva essere anche lì un nero avvincere quindi lui
Con grande fantasia cambiar nuovamente identità mantiene il nome di John data su Walter ma diventa afroamericano e va in Francia
Quel perito in Francia negli anni Venti e la Francia è un po'
Il il centro della di quella che viene chiamata la Negro figlia cioè una certa attrazione verso tutto ciò che è in nero tant'è che tantissimi artisti francesi da Picasso polline era per che appassionano anche a marineria alle storie e diventa il Congo vuoti di figlio di rifugio di molti afro americani che venivano anche di pugile non solo in utili pensiamo e Josephine banche era che quel momento proprio il suo momento Bilancio che viene interviene in Francia proprio perché più democratica e spetta razzismo che c'era anche gli Stati Uniti
Ecco
A Parigi a Parigi però diciamo lui riesce ad imporsi sportivamente che cosa succede
Di appunto lì a riflettere a dimostrare che a tutte le qualità però ovviamente lui ha un problema perché lui e apra americano non nell'in questo caso gli gli Stati Uniti forse neanche sapevano gradirei un pugile
Americano che combatteva in Francia
Però la la svolta e la sua vita chiaro in un incontro che viene in Italia dove lui appunto giunge come apro americano quindi nel cartello che era scritto pugile Negro afro americano John darla svolga contro un pugile italiano che mi sembra fosse Frattini input molto molto famoso in Italia
E succede questo episodio abbastanza simpatico perché durante l'incontro
A un round dell'altro colui chiede al suo secondo cioè la persona che deve assistere all'angolo quando si riposano
Nell'appunto fra due era un che da questo ragazzo in inglese si ricordare dell'acqua per
Climatiche inizi l'altro round il ragazzo che è un italiano è distratto e allora si sente in questo palazzetto dello sport dove c'erano in contro una voce alta che dice in Romanazzo AUD a me l'acqua siamo al punto la gente riferire che
Rimane subito e che ieri ha parlato allora lui alla fine del Sacco vedere un nero che parla Romano ricavo che su
Cioè somala per lui fa quello che ho deciderebbe unitamente all'ICE non è vero che non non sono d'onda come solo che non sono apra americano viviamo leone Iacovacci sono italiano edili concorreva degli Stati Uniti in Calabria
Dette criterio combatteva DAP americano ed era anche apprezzato perché eravamo questo mito di combattere tra un bianco o nero però quando si trovano un nero italiano la federazione di pugilato
Soprattutto lavoro dalla Federazione mutilato dono non crede alle urne Iacovacci e dice che i documenti Ottaviano tutte le carte in regola sulla cittadinanza volevo sapere qui incontriamo di cui lei fa bene com'è andata
è un dato che penso che lui è bravo ho pareggiato non ha vinto quell'incontro non vince l'incontro con Frattini perché
Ma i giornali scrissero molto bene di cui c'è l'ora comunque un pugile molto apprezzato molto bene apprezzato sia in Francia ma anche conosciuto in Italia tanta che aveva avuto degli ingaggi in Italia
E a questo punto però si pone il problema di un di una persona forte comunque che dichiara di essere italiano
E che però la federazione non difficoltà bisogna anche pensare che all'epoca il pugilato era tali sport principali e non non era ancora il calcio siamo parlando appunto metà degli anni Venti
E quindi avere comunque un pugile forte per per l'Italia sarebbe stato anche un vantaggio diciamo e però appunto la federazione ha dei problemi secondo me anche di carattere razziale incentrati nel senso che
Un italiano faceva un po'troppo sembrava un po'una cosa un po'troppo particolare però leone
Fa una cosa l'unica cosa l'unica arma Galasso disposizione era quella di combattere e dimostrare soltanto con curling che lui aveva tutte le carte in regola infatti per due anni in cui praticamente
La sfida evince in quel caso molto addirittura con il capo tutti i pugili più forti europei
Chi di due categorie di peso sedi vedi mediche dei pesi mediomassimi vi è una cosa strepitosa cioè pensando all'oggi e proprio
Come dire un un grandissimo campione almeno a livello europeo perché lui batteva ivi i campioni europei ufficiali ma non poteva dire
Io essere l'unica ampio loro per loro perché era in quel caso quasi una politica non aveva non era stato riconosciuto l'altro gli Stati Uniti e tanto meno dall'Italia si eccome Lalla cosa il dubbio di migliaia
No lui
Combatte questo
Incontro al teatro Carcano di Milano nel ventidue o lui non si rende conto diciamo di quello che sta succedendo in Italia diciamo con l'arrivo di
Di Mussolini all'avvento del regime fascista c'è c'era una una chiara connotazione
Qui non c'è una lista sia ben chiaro ma però ricreativo anche razziale che
Poteva a risibile perplessità sul fatto che potesse restare in Italia ed è una dei no anche sportivo guardi allora questo è una cosa del libro un po'cerca di rompere anche un po'questa sorta di visione
Cioè nelle siamo stati sempre un parente multietnico non è vero che l'Italia non c'ero neri e ci sono
Del testimonianze che sto raccogliendo Prodi quel periodo dove c'erano a parte c'erano stati combattenti Italo eritrei nella prima guerra mondiale
C'erano stati c'erano dei militari Nieri che erano dei ragazzi che erano stati presi diciamo oggi diremmo in adozione internazionale informale cioè presi dalla Libia o presi dall'Etiopia da bambini a volte liberati da lì Chiaia volte invece soltanto trovati da del carcere hanno portati in Italia e avviati per esempio molti loro la carriera militare diciamo che le prospettive vere per i i neri in quel periodo in Italia erano se permettete o la carriera militare o la musica
Perché c'era già l'inizio degli anni venti abbiamo l'inizio del jet del Jerry diffusa in Italia con orchestre
Di musicisti Nieri che vivevano anche in Italia oppure in questo caso di Iacovacci lo sport la rigidità diciamo descrisse del fascismo nei confronti dei miei
Avviene nel CUP aumenta ovviamente nel corso degli anni ma viene avviene soprattutto intorno agli anni Trenta poco prima del dell'inversione del dell'Etiopia
Ci sono anche lo dico perché due mitici medaglie dolorosa o che hanno combattuto con i fascisti che poi i fascisti
In seguito disconosce danno perché non non diranno mai che ci possono essere italiani al sangue Negro quindi un periodo dove l'abbiamo pochissime testimonianze di che cosa volesse dire essere neri in Italia
La cosa importante della storia Iacovacci e di altre storie che sono anche meno conosciute
E che in realtà c'erano oneri in Italia e contribuirono posso citare la storia di un militare etiope che cresciuti in Italia tutti perché chiama bisogna che i capigruppo
Lui è stato pluridecorato nella alla guerra di Libia pone la guerra
Anche nella guerra prima guerra mondiale
Senonché con nel trentasei quindi prima della legislazione razziale gli viene imposto di non poter più indossare la la divisa perché nero ed era un cittadino italiano
Quindi l'attuale Iacovacci emblematica secondo me sia perché ci ricorda
Che essere neri il fascino inizialmente non non prende in considerazione c'erano ovviamente le correnti di pensiero già bene strutturate ma non mette in pratica
E la pratica Kovaci un po'racconta questo tant'è che lui punto dopo aver combattuto e vinto per
Due anni da apolide contro tutti i i punti di più in più non famosi anche più che avevano veramente dei titoli in Europa
Nasce questo divertente se non è e molto emblematica per la storia italiana diatriba tra Roma e Milano nel senso che i romani che intanto non può inferiori
Soprattutto dal punto di vista del pugilato ai milanesi perché che all'epoca erano soltanto tre gli italiani che ho vinto un titolo europeo ed erano tutte e tre milanesi la Federazione Coltivatori diretti da Milano principale giornali sportellate da Milano quindi romani
Soffrivano molto questa sorta di
Così come dire di sottomissione a alla forza appuntiti sia milanese e la cosa curiosa è che io Kovaci viene praticamente letto cittadino romano dei romani
E questo è interessante perché c'erano i pregiudizi nei confronti dei mitici che già all'epoca ero considerati dei soggetti un po'dei generi c'era tutto un ma anche una visione negativa da parte delle delle persone verso le persone dalla pelle scura però in quel caso IVA Kovaci diventa un po'quello che è stato che Balotelli oggi cioè alcuni dicono sì va bene che ci ha la pelle scura però
Tutto sommato è quello che ci fa vincere
E quindi romani adottano di fatto leone Iacovacci tant'è che molti i documenti che ho trovato Luigi non risulta nato appongo che la cittadino allenati in Congo ma risulta
Nato a Roma quindi l'ho pure acquisisce Pittaro umanità al di là del colore della pelle e viene imposto quindi dei romani una sfida
Ufficiale contro i pugili milanesi tra cui
Il pugile all'epoca più importante dei pesi medi che si chiamava Bosisio
E inizia questa sfida da Roma e Milano dove Roma però la carta che gioca gioca la carta del meticcio
La cosa quand'è che lui fa la richiesta di cittadinanza italiana
Gliela fa già nel venticinque nel venticinque inizia a chiedere di essere quando appunto dovesse asseriti episodi perché non è solo quello appunto dei
Ah ho da me l'acqua ve la racconto prima ci sono dei revisori in cui lei fa qualifica parlare al parlare Romano iniziano allora
A fare delle indagini qualcuno unica prende le sue difese perché capisce che è un campione però il
Il riconoscimento la città è assoluta sempre favorire sempre sono cittadino italiano
Tra l'altro il fatto che lo ha combattuto con l'Inghilterra andrà prima guerra mondiale perché o no come ancora oggi è molto importante
Con chi con Bacchi la guerra che combatti con un paese nemico un Paese amico all'epoca l'Inghilterra la Prima guerra mondiale era alleata dell'Italia e quindi lui ha mantenuto
Di fatto la cittadinanza Sempre solo che molti documenti che aveva erano come John da Castro purché e questo è stato un po'il problema
Tant'è che il fascismo l'unica cosa che quando per accettarlo gli ha imposto che lui doveva a parte che non chiamarsi più John bionda che la Turchia ma per esempio
Lo indossò sempre dei calzoncini con la j la W come impegno suo e il fascismo aveva vietato quindi ha detto va bene poi combattere ma devi fare continuamente dichiarazioni dell'Italia
La parte politica meno significativa in questo caso secondo perché ancora il fascismo non sta investendo molto nello sport facilmente invecchiano sport
Negli anni trentadue trentatré col poi invece soprattutto nel calcio con meno grave è una pratica che va veloce perché se lui la richiede del venticinque poi alla fin nel giugno del ventotto riesce a ottenere a cena entro il giugno del ventotto diversi tenero deve tener conto che esso ha parlato di un pugile nel senso che la forma tipica
Non è che è durato amplissimo quindi il problema della storia Iacovacci anche queste che lui stava nel massimo splendore il richiamo della forma tipica già nel venticinque
Quando appunto riesce a battere tutti pugili degli altri Paesi tenerla per tanti anni diventa un problema tant'è che l'ho avuto molte offerti e di cambiare cittadinanza per esempio diventare cittadino francese
Perché è un pugile forte ma che comunque al giocatore che un calciatore sta nell'apice della sua carriera non attiene per per difficile adescate né soprattutto con il pugilato con lo sport fisico molto dove è molto importante appunto la forma critiche muscolare quindi
Questo coraggio quello avuto di tenerlo per tanto tempo sembra poco tempo tre anni ma per un pugile sono tantissimi i tre anni certa allora io quello che che
Insomma mi chiedo insomma questo lui nelle nel ventotto arrivava a questa grande sfida che sarà la sfida più importante della sua vita contro il campione italiano ed europeo checché pesi sono questi sono principi media esimermi di dei pesi medi Mario Bosisio bene
Come si arriva a questa sfida qualcuno mette in dubbio il fatto diciamo
Possiamo mettere diciamo a confronto un
O uno in bianco non è ancora bianconero ma tutti e due italiani qui cosa potrebbe accadere se dove dovesse vincere Iacovacci
Guardi la fortuna Iacovacci come lo è quella di essere stato o comunque approvato adottato da da Roma e anche dai fascisti romani
Che aveva tra cui ce l'ho moltissimi suoi tifosi io ho delle fotografie dove lui passeggia per Roma o nei giardini del Quirinale ci a tutti i ragazzi intorno che voglio far proprio con lui
Quindi cerco anche un po'di cavalcarla questa situazione ed è interessante perché
Nella lettura che io ho fatto dei giornali dell'epoca piano piano il fatto che l'uscita di colore nero viene in qualche modo molto termostato come crede fosse più importante lo sono l'umanità
Cosa che poi punto invece quando poi l'unica era dopo dopo la vittoria inizierà a essere preso di mira DAP per il regime uscirà sempre fuori del don congolese non è un italiano cioè quando vince un italiano quando perde un congolese diciamo questo un po'
Viene tenuto sempre un po'in bilico su questa doppia appartenenza però all'epoca
Era troppo forte il destino dei romani di dimostrare di avere finalmente o comunque ampio né un po'oscuro di pelle poi era abbastanza divertente come viene quasi negata volte Lella la storia del Congo della madre congolese in questa parte che serviva a chi ha modi alla vigilia del del grande incontro che c'è il ventiquattro giugno mi novecentoventotto
Anche perché
Appunto lui proprio contro è un campione che c'è un bellissimo documentario fatto dall'Istituto Luce in cui si vede che dedica più di venti minuti agli allenamenti che faceva
L'unica prova a Cipro perché c'è un fisico scultoreo è un proprio un un un modello ed ecco tradizione invece con
Le teorie che in quel momento il fascismo Contini per sviluppare sempre in maniera sempre più
Strutturata contro i mitici e contro i neri per cui
è
Comunque leggendo i giornali dell'epoca i medici sono considerati sempre soggetti che tendono a alla degenerazione Della Ratta
Però non riescono a utilizzarlo con gli avvocati o perché lui ad dalla sua parte tutto il pubblico romano lei è riuscito a trovare delle foto di Iacovacci con qualche espone
No questo indicativo tenga conto che non esiste nessuna fotografia io non l'ho trovata nessuna fotografia dove si vede la vittoria quella classica coreografia dove si vede
Io Kovaci con il braccio alzato vicino al allora l'arbitro combustione non l'ho trovata nel nodo sui giornali dell'epoca no non c'è
E devo dire che è una cosa molto curiose che anche il filmato luce che ebbe a dire all'incontro e tagliato negli ultimi negli ultimi minuti
E come ha detto l'ha fatta secondo me è una censura perché appunto questa vittoria lui vince in da nello stadio quello diventa lo stadio Flaminio per lo Stato nazionale più importante con i gerarchi anche che applaudono sotto sotto il rinvio
Ma il giorno dopo la Gazzetta dello Sport conoscere un articolo in prima pagina dove dice di fatto non può essere un nero rappresentare l'Italia
Definizione esplicitamente elettricamente pendice comunque poi dice
Non era qui è un razzismo estetico che lo giustifica così Cotroneo la persona che ha scritto l'articolo è una discorso estetico non vogliamo qui fare distinzione però è certo l'Italia non può essere presentata un nero
E
In quel caso però
Bosisio era molto più vicino proprio a al fascismo e soprattutto al fascismo milanese tant'è che succede una cosa abbastanza bizzarra che
Quando la vittoria di di incontro viene addirittura fatto girare per l'Italia dall'Istituto Luce a commentare l'incontro non ci ha mai Iacovacci Chivas sempre Bosisio con la madre
E poi inserita completare dicendo che quell'incontro di fatto era stato lui l'aveva abusi si era perso per ko non ho perso per capo però nettamente punti
Perfettamente punti perché anche quella fu una diciamo una grande vittoria perché considerando diciamo
Certe su
Lo stesso Iacovacci era stato considerato diciamo vincitore in tanti incontri che poi aveva terzo pensa i punti mi sbaglio che spetterebbero anche le colpe dopo molti verdetti perché molte volte Robert
I punti anche uno con Botticchio dove invece era talmente evidente che l'approdo Rubin ci dovrebbero completato lei come si è spiegato diciamo questa vittoria che gli è stata data ai punti a Iacovacci considerando l'importanza
Io penso questo che Iacovacci allora
Iacovacci non è una persona molto oceanico contributi dovuto un po'anche un come di un atteggiamento di grande rispetto
Sicuramente non abbia vinto per ko secondo me ma per per come penso che ragiona Iacovacci può e deve tener conto che Bosisio rompo era molto bravo a difendersi
Molto meno a a combattere perché tanto era soprannominato in maniera un po'non troppo corretta la signorina fenomeno era un pugile non voleva rovinato sì il nasone propinarci troppo quindi era un lavoro molto brava a difendersi
E gli avvocati secondo me in quell'occasione capendo anche che tiri in ballo il titolo europeo non ha riferito però il PIL lo stesso supplente tutti i giudici hanno dato una vittoria netta a Iacovacci
E ed è una vittoria ripeto anche molto importante inquadrando non poi la storia del pugilato perché e il quarto italiano in assoluto a vincere il titolo europeo
Ed è il primo ovviamente il primo italiano nero ma a livello europeo e soltanto il secondo nero cioè meticcio viene qui c'era stato BA pensi che conoscerà molto famosa di un pugile Franco senegalese che ha vinto il titolo il titolo europeo in Francia
E quindi lui in qualche modo il secondo in tutta Europa questo è quello che fa anche molto Scandone come che di colpo
Il fascismo capisce che non non può gestire un meticcio campione europeo perché vuol dire che lei rappresentava l'Italia dunque avesse combattuto
E di fatto infatti viene abbandonato la Federazione dei pugilato
C'è la sua vittoria il paradosso di questo corrette secondo me la sua vittoria coincide anche con la fine della sua carriera ecco che cosa che cosa dunque lì diventati al campione europeo
Va bene questo titolo perde
Dov'è meno perde lo perde dopo alcuni incontri però lo perde anche per una cattiva gestione da parte del della Federazione Woody dato che
In qualche modo lo loro lo abbandona nel senso che fa più fatica a fare gli allenamenti fa più fatica anche organizzarsi in maniera contributive adeguati
Di fatto la carriera Iacovacci poi finisce subito dopo perché per una scorrettezza che di viene fatta da un punto it notifico nel senso che nel nel PUT il dato è vietato dare un pugno con il pollice coperto cioè il pollice deve essere o il all'interno del guantoni ho attaccato guantoni invece
Viene dato un pugno con il Pollica aperto che si chiamano in gergo la politica vada
Chi è praticamente di gli rompe la retina
Sesto e da quel giorno PA quattro deve combattere con un occhio solo lui non lo dichiara questo problema della retina per evitare di perdere anche l'opportunità di di di combattere ma di fatto finisce la sua carriera
Per questo motivo
Alla secondo me il problema che nell'organizzazione degli incontri che ci sono stati qua certo se un campione europeo
è molto più tutelato da parte noto Federazione nell'organizzazione degli incontri nel la vedere se gli alpini realmente sono morbidi giusti
Invece lui viene in qualche modo lasciato al suo procuratore e questo è un po'una cosa che secondo me
Appagato ma era evidente dopo quello proprio sulla detto lo sport dopo
Tutta una serie di articoli che vengono in qualche modo ripresi dove viene ricordato lui comunque un è un congolese Esteri congolese vuol dire non saper gestire la propria forza eccessivamente
Istitutivi che escono fuori tutta una serie di pregiudizi che erano stati invece in qualche modo tenuti più sotto controllo nel periodo precedente alla vittoria del titolo europeo e questo secondo me
Molto anche inciso sulla sua raccogliere sulla sua capacità di gestire queste situazioni di tensione tant'è che Italia o decide di andare a vivere in Francia non vive più in Italia
Quindi Louise filippina
Dopo quattro anni quattro anni da dalla dalla vittoria europea che impedirà ferire in maniera anche abbastanza convincere un po'sottomessa
Per esempio come dicevo prima non viene festeggiato particolarmente dopo la vittoria quindi li capisce che l'Italia non è il suo Paese
Cioè capisce che l'Italia alla alla parla un po'strumentalizzato all'ha fatto diventare i romani hanno fatto per gli hanno permesso di combatte per diventare il titolo europeo
Ma finito raggiunto questo obiettivo i romanisti filo abbandono ci sono molte più pressioni anche da parte del fascismo che torna a puntare il tant'è che torna a puntare su Botticchio veri vincere il titolo come come avviene il passaggio al Tecce
Arca c'è il punto diviene viene intanto perché c'è un problema di vita cioè lui non non riesce più perché sono prova a pensare cosa vuol dire combattere con un occhio solo
Capisce che è molto difficile anche perché di fatto gli avversari sapevano di questo suo handicap e picchiavano sullo l'unico più buono che aveva
Quindi ha dovuto scegliere uno sport all'epoca era diventato nostro era diventato uno sport lo sport di di modella un di moda anche gli abbastanza volte Pinto
Va anche Carnera anche al tributi diritti nella fase finale del della loro carriera passano a al Keci che quello che oggi chiamiamo
Karimov Rete Link
E quindi ha una piccola cioè diciamo che lo fa centralmente per per problemi economici però era anche
Dei documenti che che ci sono alcuni sono anche dei documenti video sono interessanti perché comunque si sente ancora di lui era molto conosciuto ancora come
Per le sue diciamo prodezze pugilistica
Per cui l'OPA essenzialmente per guadagnare soldi ma per poco perché poi appunto c'è il problema della guerra e lui durante la guerra non sanitaria fa in Francia se
è riuscito a capire che cosa pensasse di di di di Primo Carnera
Se ha trovato qualche testimonianza
Rispetto a quello che poi è diventato l'errore del pugile
Diciamo che diretta no ma indirettamente un postino nel senso che
Iacovacci secondo me non aveva una grande dedizione di carne da come pugile
Pensare molto non è un errore di Bindi argilla sì
Sì sì perché lui diciamo che era proprio una persona cioè Iacovacci proprio per le modalità di allenamento per per la sua cultura pugilistica e dava molto affascinare molto dire rispetto rispetto a molti i veri pugili
Caro nera non era un vero pugile devo dire anche di questa vicinanza col fascismo Iacovacci non ce l'ha mai avuta
Sono un periodo in cui appunti cugino obbligati a fare il saluto romano dei documenti anche video che non sono tantissimi a quelli che ho potuto visionare sono deliziose
Lui non fa mai il saluto romano vero e proprio c'è l'altro il braccio salutavano formali saluto romano quindi c'è anche una distanza secondo e politica letta domani un vero e proprio antifascista anche se
Per esempio quando si trovi in Francia c'è stata all'invasione
Tedesca Luini in maniera abbastanza bizzarre sempre da bravissimo Zelig chiede agli inglesi torna da combattere e addirittura si ritorna ad essere
Ragion Dario ascolterà perché quello insomma
Lui era una persona anche molto convinta
Di combattere contro il primo incontro anche il fascismo quindi non lo fa in Italia perché non viveva più in Italia ma in Francia come in quell'occasione
Chiede di poter combattere con gli inglesi poi in realtà
L'avanzata tedesca in Francia è molto rapida quindi cui vive facendo il meccanico però la cosa che a me fa molto divertire
E che lui alla fine della guerra torna in Italia e torna come John data dal suo calcolo rivista da inglese
Sesso volevo sapere se nella dopo la lo
La guerra se ci sono stati dei tentativi non dico di riabilitazione ma comunque
Di
Sono state fatte delle scuse formali oppure dà il caso è già era già stato ha archiviato e catalogato nel dimenticatoio dello sport italiano
Normativi non è stato sicuramente nel dimenticatoio no tant'è che lumi quando torni italiana gli viene offerto subito di nei Toni dare non viene a Roma per altri motivi aveva dei problemi con i parenti quindi rimane a Milano e accetta anche di fare il semplicemente il
Il portiere di uno stabile Milano però ho sollecitato anche da dalle persone che lo hanno conosciuto riprende a fare il ketchup
E quindi continua anche se c'è una certa età ormai perché stiamo parlando punto sarà cinquant'anni qua Fini combatte fra questi combattimenti dove appunto anche lì si sente
Il
Telecronista che dice dai leone faccio vedere quando tu hai dimostrato quanto riporta insomma c'era questa cioè questo ritorno
Abbastanza anche di della memoria abbastanza bella
Non gli vengono fatte le scuse nessuno l'ha mai accusato questo importante dirlo diedero ecco di connivenze con il fascismo anzi
Lui negli articoli riferiti al suo ritorno in Italia anche con per per alcuni combattimenti viene molto raccontato anche dai giornali come L'Unità insomma
Le sezioni partigianeria organizzavano queste le questioni perché già neghiamo dello non hanno mai avuto problemi additando i crediti altri pugili abbiamo avuto anche lo stesso Carnera che ha avuto dei problemi
Durante alla guerra di liberazione perché era stato accusato di
Vicinanza eccessiva con il fascismo per il Iacovacci non c'è stato questo nessuno ha mai messo in discussione questa sua invece distanza anche del fascismo
Dimora l'inizio degli anni Ottanta volevo sapere
Come come è stata
Come è stato ricordato
Ma non stiamo parlando del del suo libro ovviamente però prima delle del libro come è stato ricordato che tipo di omaggi ci sono stati alla figura di quest'uomo prima del suo saggio
Guardi praticamente nessuno cioè pochissimo è stato purtroppo secondo me lì se vuole mio padre entrata un altro cesto sono arrivati gli altri pregiudizi sulle persone nere in Italia perché
Non ci scordiamo probabilmente abbiamo cioè non siamo diventati un dato da un Paese razzista ha un parente
Possa l'artista non è stato così facile
Negli anni tabù questa cosa accenno una cosa che secondo me sarebbe io sto approfondendo ma sarebbe importante approfondire perché negli anni settanta ne abbiamo il problema di altri meticci che erano i meticci
Della guerra cosiddetti cioè i figli degli afroamericani particolare ma non solo americani non otterranno detti e donne italiane
Quasi tutti perché i ragazzi finivano nelle strutture appunto negli orfanotrofi perché la mamma veniva alla tendenzialmente le abbandonava
E all'epoca sono libero di scritto anche da Gedda che a oltre ad essere uno dei maggiori esperti degli sui gemelli
Si sa che bambini gemelli era anche un un esponente dell'Azione Cattolica dove lui dice tra l'altro che non è opportuno che i bambini meticci vadano a scuola Cohiba
I bianchi perché i bambini bianchi di fatto si spaventa sto parlando è il novecentosettantanove dovevamo del fascicolo alimenti complimenti al cattolicesimo Italia
Esatto quindi
Non era facile quindi ha vissuto una seconda fase di dimenticatoio partecipato visto una trasmissione di
Una trasmissione di Mike Bongiorno fatto un po'qualcosa c'era mai finisce molto presto la sua memoria tant'è che
Come dicevo all'inizio su su Wikipedia ma anche su boxer ex cioè sui tipi provo dedica dei pugili lui risultava afro americano e non italiano
Noi a
Oggi conosciamo altri eroi dello sport italiano di colore lei quando
Osserva
L'attaccante del Milan Balotelli pensa che esiste ancora oggi il rischio che i potrà essere riservato lo stesso trattamento che vede che è stato riservato alle urne Iacovacci con
Alle opportune distanze
Con l'opportunità bensì
Quell'opportunità sapete è chiaro che siamo l'AMIU di una società che è molto più meticcia da quello attuale
Però non è un caso che il la critica cioè l'accusa fatta a a Iacovacci che di fatto non esiste oneri italiani e la stessa che continua a fare in Italia ma a Mario Balotelli
Io vedo che la riprova farà
Mario Barni finché diventa come dire un campione tutti Loconte rilevato le accuse nei suoi confronti sono attenuate nel momento stesso in cui dovesse avere problemi
Tutti quanti non ne abbia detto che di non essere più determinante per la nazionale così
Penso che qualcuno uscirà fuori anche di riproponendo delle teorie sul fatto che l'vennero e quindi di fatto ha delle caratteristiche tipiche dei neri purtroppo penso che ci sia questo rischio
Bene i medici che auguriamo naturalmente che questo non non accadrà quella mai noi intanto però prendiamo atto di quello che è accaduto purtroppo a
Alle ore Iacovacci esserlo e se ne parliamo oggi e ne e parliamo di questo di queste eroi dello dello sport italiano il termine non è fuori luogo e proprio perché vogliamo riflettere su
Quelli che sono
Comunque i difetti della della nostra società che come
Purtroppo una società piena di pregiudizi io intanto la ringrazio Mauro paletti autore di nero di Roma storia i leoni Iacovacci invincibile Buratto italico libro edito da Palombi e che si avvale anche lo ricordiamo della
Della
Della prefazione di Emanuele
Audizione la ringrazio grazie a voi