07MAR2014
intervista

Intervista a Marisa Nicchi sulla Legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 9 min 3 sec

Player
"Intervista a Marisa Nicchi sulla Legge 194 sull'interruzione volontaria di gravidanza" realizzata da Giovanna Reanda con Marisa Nicchi (deputato, Sinistra Ecologia Libertà).

L'intervista è stata registrata venerdì 7 marzo 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Aborto, Affari Sociali, Camera, Consultori, Donna, Giovani, Governo, Immigrazione, Italia, Lorenzin, Ministeri, Minori, Obiezione Di Coscienza, Ospedali, Parlamento, Prevenzione, Regioni, Renzi, Sanita', Servizi Pubblici, Servizi Sociali, Sinistra Ecologia Liberta', Spesa Pubblica, Statistica,
Territorio.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con Mariselli assistenza nel parliamo di legge centonovantaquattro perché in Commissione affari sociali è stata portata
Papà una
Una risoluzione su questo argomento non è un'entità che cosa si tratta ieri abbiamo concluso un lavoro di approfondimento per sui temi dell'applicazione della centonovantaquattro il lavoro è stato interessante perché nella risoluzione finale ci sono misure importanti
Voglio ricordare che il DDL richiamata
La possibilità di usare la mobilità del personale questa
Permetterebbe di
Orientare il personale laddove ce n'è necessità visto che da zona a zona da strutture struttura ci sono
Molti molti buchi di atti sull'applicazione della centonovantaquattro e sappiamo che addirittura ci sono Regioni che non hanno nemmeno un presidio
Dove è possibile effettuare un'interruzione volontaria di gravidanza proprio perché purtroppo
La questione del dell'obiezione di coscienza è diventata come avviene una sorta di alibi
Per cui le strutture pubbliche alla fine non hanno dei termini in cui le donne sono costrette a fare avere propri turismo vive tanti
Ne trarrà igiene Ragioneria anche all'interno delle Regioni Lazio Presidente davanti nel Lazio non ci sono tutte le strutture che sono in grado di applicare come
Obbligo di legge l'applicazione della centonovantaquattro
Quindi questo misura della mobilità del personale
Le Regioni possano usare per garantire può servire non ci siamo astenuti tuttavia perché
Pur condividendo perizia questa misura importante pur condividendo il richiamo ha rilanciato il ruolo di consumatori secondo lo spirito della legge istitutiva dei consultori
Che è quello di prevenzione condanna rispetto della libertà di scelta delle donne
Non siamo soddisfatti
Perché questa mozione destini riconosce che per esempio l'uso dell'aborto farmacologico non è omogeneo in tutto il Paese e avviene in condizioni per esempio con il telegiornale obbligo di tre giorni di
Di degenza
Che
Scoraggiano molte donne
Sceglierlo
Siccome noi riteniamo che questa scelta
Deve essere garantita tutte le donne italiane come tutte le donne europee anche oltre oceano a no pensiamo che questa
Sgomento questa nuova metodica debba essere garantita nel migliore modo possibile
E e su questo è il mix li pagano dalla risoluzione per quest'anno l'abbiamo portata io vengo dalla Toscana
Questi giorni
Stiamo valutando una proposta ottimo che ha fatto il consigliere consideri sanitarie toscane che prevederà
La pillola farmacologica interrompere una gravidanza si trova possa avvenire secondo un percorso
Che integrano l'ospedale
E consultorio
Cioè nel modo in modo tale che la donna possa scegliere tranquillamente in un consultorio ed essere
Seguita in un percorso assistenziale laddove
Ce ne fosse bisogno
Che cosa è emerso perché immagino che ci saranno state anche
Che ci saranno stati degli studi
Preventivi a questa
Questa rilevanza risoluzioni che cosa Consenergy cioè è vero che
Gli aborti sono interessato
Che statisticamente sono più
Le donne il carattere che arrivano puntuali mal di pancia a terra interruzione volontaria di gravidanza Ciampi che situazione
Avete avete potuto constatare c'è in Italia c'è abbiamo potuto constatare quello che lei ha detto che l'aborto è diminuito
Si paragoni sono nenti scendi in quel periodo enormemente infinito e in Calle o anche rispetto agli anni
Diciamo più crescente
Ieri sono diminuiti gli aborti ripetuti c'era un fenomeno che avveniva che si sono
Invece in aumento degli aborti delle immigrate quindi è una
Appunto critiche voglia affrontare da ammirare anche quando il servizio adeguati che permettano una mediazione ICE che affrontino questo questo nuovo problema
E diminuiscono anche le opportunità delle minorenni
Rimanga rimanesse a emettere un dato diciamo critico nei
La nello studio perché
Per esempio sull'aborto clandestino di dati a nostra conoscenza sono troppo vecchi risalgono al due mila cinque
E lei abbiamo tutto le ragioni pensare che ancora
Portapenne finanzia combattuto
Sia
La spesa correttamente
E
Da un punto di vista invece del lavoro di prevenzione dei consultori stanno facendo
Allora si Cascini le ragazze
Giorno scelgono autonoma quest'anno
Uscita tra l'altro i consultori sono stati falcidiati da anni in Italia al
La parte diciamo della sanità territoriale che è quella un anello fondamentali dell'acquisto caso delle
Prevenire noi pensiamo ai consultori debbano essere rilanciati financo si attribuiscono anche questo di questo della risoluzione del sipario che il
Tema altra
Nostra proposta
Di aumentare gli stanziamenti
Questa lettera è stata accolta
Per ragioni
Generali che ne sappiamo di tagli indiscriminati
Alla relativa ai servizi e quindi agli spending review di cattiva spendere
Facciamo tre
Colpire gli sprechi ma in questo caso non è una stecca di investimento
Come invece noi siamo chiarire ma poi questo è un punto che abbiamo affrontato in Commissione che per noi consultorio non sono i tribunali delle conoscenze i figli
Perché dovrebbero stabilire valutare la decisione di una donna di interrompere la propria gravidanza questa è la la c'è il tema su cui noi
Siamo diciamo proprio nettamente contributi non pensiamo che oggi ci sono donne in grado di decidere
In modo proprio senza dover giustificare a nessuno perché
Di questa decisione siamo per un principio attivo libertà e dire
Il TAR femminile kennediano nostri gli anni non può nemmeno essere minimamente in discussione quindi Yesuf consultorio che vengono molto spesso da quell'altro
Gli avvocati nella funzione di interferire sulla volontà della donna noi sono inaccettabili eccetto alcune impostazioni accettabile che li spingiamo tant'è che abbiamo voluto richiamare la legge istitutiva dei consultori anche se riteniamo
Consultorio il modo di
Di organizzare servizi debba essere comunque aggiornata perché i bisogni sono sicuramente le donne delle giovani donne del sono cambiate insomma in Aula
No rimane l'Iran la risoluzione che impegna il Governo ha direttamente con l'Iran Cornello su una nostra astensione proprio per questi punti che non sono stati
Band chiariti il Ministro della salute tanto era lo stesso anche nella precedente Governo quindi diciamo c'è uno scarto c'è continuità
Che
Che atteggiamento avuto rispetto
Ma questa questa questione insomma ricordiamo che valutare insieme a un'altra donna giovane
Insomma
Immaginiamo
Basta riuscire a sentire
Sarà una certa sensibilità al nostro interno dunque agli amministratori Insiel si era impegnato in Parlamento
Quando in occasione della discussione sulla legge le mozioni si raccontavano il tema dell'obiezione di coscienza sia impegnata in Parlamento
A costituire un tavolo con dedizione perché per coordinare
Una serie di azioni tese porta ad affrontare il tema della
Dell'abnorme uso dell'obiezione di coscienza perché
Voglio ricordare che Saro degli anni
Della sanità non ha competenze organizzative le competenze organizzative appartengono alle Regioni ed essere costituire questo tavolo
Da allora è stato
Nesi stanno ne abbiamo saputo nulla tant'è che nell'Amministrazione noi chiediamo che nei lavori di questo tavolo vengano
Se lei leggi sollecitiamo e che venga anche date informazioni su come davanti questo tipo di lavoro quindi diciamo formalmente la ministra si era impegnata però aspettiamo anche
Ai fatti aspettiamo i fatti
Grazie ringraziamo ma di servizi fiscali