10MAR2014
intervista

Intervista a Cesare Damiano sulle politiche del governo Renzi in tema di lavoro

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 26 min 34 sec

Player
"Intervista a Cesare Damiano sulle politiche del governo Renzi in tema di lavoro" realizzata da Giovanna Reanda con Cesare Damiano (presidente della Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata lunedì 10 marzo 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Adnkronos, Camusso, Cgil, Confindustria, Conflitto D'interessi, Crisi, Dipendenti, Disoccupazione, Economia, Fisco, Giornalisti, Giovani, Governo, Impresa, Irap, Lavoro, Ministeri, Occupazione, Poletti, Politica, Reddito, Renzi, Salario, Sindacato,
Squinzi, Tasse.

La registrazione audio ha una durata di 26 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Quindi il Presidente dalla Commissione lavoro di Montecitorio Cesare Damiano del Partito Democratico parliamo
Questo mercoledì da leoni che ci aspetta nel senso che il Governo Renzi ha preannunciato un taglio
Alle tasse ora la prima domanda è secondo lei IRPEF o IRAP anche se il Presidente del Consiglio ha detto che non ne dobbiamo fare un derby
Ma io salomonica mente avevo indicato metà e metà
Però capisco l'argomento che viene utilizzato un argomento valido
Facciamo qualcosa che si vedrà è chiaro che se distribuisci si vede meno
A quel punto come sempre se siamo di fronte a un bivio o di qua o di là io dico meglio il lavoro
Perché che soprattutto le retribuzioni medio-basse hanno
Subito la crisi la perdita di potere d'acquisto i contratti si rinnovano più lentamente si fa fatica a farli non è tempo
Di diciamo acquisizioni soprattutto per i lavoratori allora concentriamoci sui lavoratori poi si tratta di vedere in rete scopo altro
L'importante e che il risultato sia qualcosa di visibile in più nelle buste paga
Il Presidente del Consiglio Renzi ha detto sì sindacati ci stanno bene altrimenti ce ne faremo una ragione poi però ha chiesto al sindacato trasparenza questo vanno diciamo all'F oltre al senso Manzato già Ministro del lavoro
Ha un passato di sindacalista tazza grazie a una come dire una richiesta
Giusta anch'essa fase stanchi ma diciamo che c'è qualche elemento di
Conflittualità tra Renzi delle organizzazioni sindacali ma non solo con le associazioni generale mi pare anche
Con Confindustria ed altre
Una strada io sono
Diciamo più legato alla strada della concertazione
Quando si dice
Il Governo comunque procedere si dice una cosa che io do per scontata
Il Governo comunque procedere senza sentire nessuno oppure nella mia formula prima sentiamo e poi comunque procediamo anche nel caso in cui
Non ci fosse un accordo con tutti questo
Credo che
Ogni Governo debba scegliere di procedere nella sua
Autonomia però
Io farei attenzione Annoni diciamo abbassare il significato dell'associazionismo sia quando riguarda l'impresa sia
Quando riguarda
I lavoratori perché è un tessuto molto prezioso una rete che tiene
Dopodiché immagino chieste Renzi dice do dieci miliardi al lavoro elemento di conflitto il sindacato verrà meno
Si tratta di capire come vengono distribuiti questi miliardi io parto da un ragionamento semplice
Individuiamo la platea
Stiamo parlando di lavoratori che attualmente ci sono già occupati che hanno delle buste paga son quelle che debbono diventare più forti
Dieci milioni di lavoratori a tempo indeterminato
è una platea diciamo selezionata però grande vuol dire che guadagnano fino a mille cinquecento euro netti mensili
Ci sto mi pare una buona scelta perché prendiamo la gran parte costituita da impiegati e tecnici di qualifica media da operai specializzati e le qualifiche basse
Quindi la parte più debole che ha pagato molto
Cosa significa dieci miliardi per dieci milioni di persone mille euro attesterà all'anno diviso per tredici
Sono circa ottanta euro in più in busta paga poi si tratta di capire sono lordi commetti ovviamente io pregherei che facevano netti Sas che fossero
Come si dice un elemento distinto dalla retribuzione casella
Dentro la quale si vede la cifra in più per quelle persone che sommata la cifra più piccola quindici euro circa del tempo per il governo letta arriviamo a circa novanta cento euro mensili consideri
Che quella cifra soprattutto se fosse netta
La cifra di un aumento contrattuale che dura un triennio quindi non è una cifra esigua sarebbe un segnale molto importante la domanda fa occupazione e chiaro che
Potrebbero taluni obiettare che fa più occupazione togliere l'IRAP in quota alle imprese con un vincolo Iotti abbasso la pressione fiscale
E quindi tu azienda guadagni tu quei mille euro per ciascun dipendente a condizione però che tu assuma delle persone fosse
è vero ci sarebbe una relazione più immediate più efficace però va anche detto che esse
Le persone riacquistano fiducia vedono un potere d'acquisto migliore sono persone che avevano un reddito basso quel di più lo spendono quei dieci miliardi entrano in circolo
Fanno consumo
Quando produzione e di conseguenza anche per questo esproprio si può fare opposizione ma infatti si diceva che comunque secondo alcune stime messo del rio se non ricordo male Ciaccia cercando quasi uno zero virgola otto e più di PIL
Possibile perché
Evidente che non stiamo parlando di persone che quell'aumento la metterebbero da parte hanno talmente tanti problemi da risolvere
è un po'come quando al tempo del Governo Prodi facemmo
La quattordicesimo per i pensionati che non settecento euro quei cinquecento euro in più erogati tutti insieme nel mese di luglio si vedevano
Ci consentiva di pagare la bolletta di comprare dei beni necessari eccetera eccetera quindi anche quello andò consumo i tre punti e al tempo del Governo Prodi
Togliemmo con una spesa di cinque miliardi del costo del lavoro a vantaggio delle imprese non si tradusse ora invece il nuovo occupazione molte imprese quelli
Guadagno quel risparmio
Lo utilizzarlo magari per in botte come si dice altro tipo di investimento
Presidente non per tornare sulla polemica che c'è stata nei giorni scorsi quando il Governo precedente Governo letta però
è vero che rispetto i debiti della pubblica amministrazione sono stati trovati dei miliardi check riceventi a chi dice ventisette sulle cifre
Voce
Spesso si parla che secoli pronti per essere dati
Alle imprese che appunto ne nelle vanno
Erano diritto appunto
Esiste però il problema con le amministrazioni locali però non è perché molti poiché questi
Di queste situazioni devono essere portati alla luce dalle amministrazioni locali delle Regioni dei Comuni delle Province come si possa fare
Ma come sempre fatta la legge
Cioè l'intoppo
Bisogna dire che una parte delle misure che Renzi potrebbe rendere operative sono già figlie della legislazione precedente Governo letta che si era mosso
Non nella misura indicata da Renzi che parla di sessanta miliardi di restituzione la misura più modesta diciamo
Venti
Miliardi naturalmente anche letta aveva pensato un utilizzo in quota
Della Cassa depositi e prestiti insomma qui si tratta di diventare operativi una parte di quelle risorse è andata alle imprese però probabilmente ci sono ancora
Delle e i ritardi delle difficoltà delle resistenze di carattere burocratico poi bisognerebbe
Anche come si dice fare emergere quella parte di debito non contabilizzato nel bilancio delle amministrazioni
E locali bisognerebbe anche secondo me come misura forte bloccare il patto di fine di stabilità interno perché sappiamo bene cosa succede con un risparmio non lo posso spendere per fare
Gli interventi di ordinaria manutenzione del territorio territorio ne ha bisogno anche desidera del lavoro e crampi scusi c'è molta diciamo per il patto di stabilità interno sommario Sammarco esistente USA
Non è così semplice però secondo me è una cosa prende diciamo di petto
Punto essenziale che farebbe molto bene al paese noi siamo purtroppo legati ad una politica
Che
Dicendo una cosa giusta non possiamo avere
In seguito
Che si dilata all'infinito fa delle cose sbagliate costringe tutti allo stesso comportamento sia quelli che il debito lo fanno sia quelli che risparmiano e sono costretti a non poter utilizzare le loro risorse c'è qualcosa che non va
Satta perché secondo lei tornando al discorso del sindacato
Renzi a un un rapporto
Non sappiamo se solo sul piano personale anche di condivisione nel metodo e delibera con Landini pietose con la bussola
Cosa c'è che non va nella CGIL attuale
Ma io naturalmente
Avrei privilegiato il confronto con Camusso Bonanni e Angeletti nel mio stile nel senso che
Diciamo una gerarchia di relazioni valore costruita in un certo modo un po'tradizionale
Renzi non è molto tradizionale piuttosto diciamo estemporaneo a questo punto di vista fa delle mosse improvvise fu più avanti torna indietro si sposta di lato
E anche questo un fatto probabilmente positivo muove la scena politica la scena delle relazioni nel merito con Landini che cosa c'è
Di convergente c'è questo istinto mediatico molto accentuato questa capacità di comunicazioni di rappresentazione della realtà
Poi si scavi non credo che era in sella Endine la pensino allo stesso modo molto credo su quasi niente
Su
Cosa intendere per quanto riguarda la crescita dell'occupazione su cosa intendere per quanto riguarda il mercato del lavoro non credo che Landini sia favorevole come si dice alla deregolazione ulteriore dei diritti
Ci son punti di contatto speriamo che
Emergano è chiaro che rapporto fondamentale andrebbe tenuto come confederazione sia del lavoro
Che dell'impresa piuttosto che
Con singole persone o commossa menti per la produzione e del lavoro se si vuole fare una sorta di piano di rilancio dell'economia e dell'occupazione
Squinzi non non andava molto d'accordo Governo letta
Secondo lei ci saranno nelle relazioni migliaia di fan governare anzi ma scusi di non è andato d'accordo con letta perché alletta chiesto dieci miliardi le tagliano adatti meno di due
Anche qui le cifre sono ballerine
Quinzi immagino andrà d'accordo con Renzi se Renzi di da quello che chiede Squinzi
Non mi pare che Renzi sia orientato appostare i famosi dieci miliardi sull'IRAP quindi questo
Ha preso
In contropiede Confindustria mi pare nelle ultime ore
Questo nonostante un po'la vulgata che volere anzi sostenuto da
Gruppi industriali abbastanza potenti
Tozio piuttosto che
Sorgenia
E Renzi Benettin probabilmente sostenuto anche da poteri forti credo che chiunque faccia il leader sia presiede il Consiglio abbia alle spalle il potere
Possono essere poteri più vocati al sociale più vocati alla finanza più vocate all'industria insomma oppure intersecarsi fra di loro dubbio che sono sempre
Dei poteri che indirizzano che danno disco verde disco giallo specie disconosce più difficile
Quindi anche Renzi sicuramente non ha mai nascosto diciamo i suoi legami anche con il mondo dell'impresa però come ho già detto Renzi
Chi abbastanza imprevedibile abbastanza sorprendente
Fa delle mosse
Non classificabili che alle volte sorprendono positivamente anche il sottoscritto nonne Renzi hanno
Quando Renzi dice diamo i soldi a quelli che hanno uno stipendio fino a mille cinquecento euro netti mensili logico era ora
Lei poi immagino sarà stato con tanto che nulla come Sottosegretario al lavoro ci sia la dottoressa Bellanova agevolmente il grosso problema tutto come si dice
Molto sostenuto questa candidatura anche perché
Tratta sanata tante canta tanto non solo è una competenza insomma c'è bisogno di avere un po'di competenza
Voglio dire ci vuole l'ardimento dei giovani e la competenza di quelli che hanno qualche anno in più
Sulle nomine essere oltre cinquecento
Nomine in scadenza punto anche su questo con un argomento che sta un po'come dire aleggia
Francamente non saprei che cosa anche cosa di
Anche lì si utilizzi meno Cencelli più la competenza fosse nella formazione del governo scusato molto Cencelli
Cioè almeno nei sottosegretari
Questo classico buongiorno peso processo intriso di più sicuramente Satta sul Giobatta TAR parliamo poi di questo perché poi insomma lei reale ed era sicuramente chiare perché
Insomma e nel mondo del lavoro nel senso non solo un lavoratore avrà come
Bene anche come un maggiore permetterà ecco da da tanto tempo le proposte dinanzi sono le sono chiare anche pensando che poi c'è un ugual farà
Il così detto guastare all'italiana
Che sempre bisogno di essere sostenuto perché insomma abbiamo ancora settori e situazioni che sono rimaste scoperte insomma tanto per dire la Fornero ci ha lasciato qualche replicare
Ma guardi garantisce una riforma in Giunta ci mancherebbe
Naturalmente io come tutti ho carpito dalle interviste dalle dichiarazioni
Dagli articoli scritti da questo o da quello che si presume collabori conferenze su questo questo Jobs attesa
Ho cercato di racimolare
Le opinioni per farmi un'idea invece mi sono stato in questa
A me sta bene che Renzi all'inizio abbia detto partiamo dalla crescita
E non partiamo dalle regole a me questo sta bene nelle mie corde
Poi mi pare che adesso ci siano due pilastri fiere reggono l'impianto due pilastri che si vedono belli grossi belli tosti uno di quello e quello di cui abbiamo appena parlato si chiama cuneo fiscale
Se il pilastro sarà dieci miliardi ai lavoratori a reddito medio-basso si vede bello grosso c'è est trova
Diciamo percepibile anche
Per quelle persone vediamo se è così l'altro pilastro che mi sembra anche bello grosso è quello
Di rendere universale
La tutela contro la disoccupazione e lì si dovrebbe essere una operazione di inclusione di che ne so trecento mila lavoratori cosiddetti precari o para subordinati altro bel pilastro che si vede
In quel pilastro c'è un dato che assicura perché io
Ho combattuto l'idea di cancellare la cassa integrazione con tutte le mie forze e ho sempre detto la cassa integrazione ordinaria e straordinaria pagata dai lavoratori delle imprese
Rimanga estendiamo la pagata
Ai soggetti che
Annuiscono di quello strumento e un salvadanaio si mettono i soldi nei momenti
Più favorevoli si ritirano quando c'è bisogno di non licenziare non dimentichiamolo cassa integrazione ma anche nel rapporto di lavoro
E non parliamo più di cassa integrazione Dissette dieci quindici anni che non ci sono salvo casi ad hoc
Ma non ci sono perché abbia riformato i tempi periodi
Che sono corti
Mi scusi se la interrompo ma non su questo Rancik non aveva
Personale vicino a me l'ha detto che invece si andava verso un'abolizione cifre assolute Piero
Come ha detto giustamente e saggiamente il Ministro del lavoro Poletti
L'argomento archiviato
Quindi samba ordinaria e straordinaria per me buonissima notizia ampiamente non scherziamo perché trasformeremo i cinquecento mila persone attualmente legate all'impresa e non disoccupati disoccupati lei pensa
Che noi potremmo reggere l'urto sociale di altro mezzo milione di disoccupati mi accennava e hanno anche mansioni tre milioni e mezzo che abbiamo già desumerebbe un'operazione sociale folle
Altra cosa la cassa in deroga che capisco è diventata col tempo una sorta di indennità di disoccupazione allora quella si può richiamare
Riformare facciamola con con una certa gradualità perché anche lui trasformi persone
In licenziati è vero che probabilmente si tratta di persone che non hanno già più il posto di lavoro non dimentichiamo che a differenza dell'ordinarietà straordinaria la cassa in deroga la paghiamo noi cittadini cioè a carico della collettività
Non è pagata da coloro che da utilizzo non artigiani e commercianti soprattutto le piccolissime situazione quindi
Va tolta con gradualità magari dal due mila quindici e allora c'è l'indennità di disoccupazione se vale per due anni è un po'più lunga dell'indennità attuale un po'più alta percentualmente rispetto allo stipendio percepito credo che si faccia del bene soprattutto se ci sono anche i precari che vengono coinvolti
Quindi
Mi pare di capire che lei comunque abbiamo l'impressione positiva almeno da quello che adesso
Sappiamo sì se questi sono i due pilastri sì
Perché non facciamo operazioni brutali di ridimensionamento delle tutele miglioriamo le tutele da una parte il potere d'acquisto dall'altro
Rimane in mezzo il contratto di reinserimento a tempo indeterminato io li rallenta lei un attimo non vedo qui l'urgenza non venga in mente a nessuno di rimettere le mani sull'articolo diciotto sarebbe assolutamente
Controproducente non servirebbe a nessuno
Se si tratta invece immettere risorse per aiutare l'occupazione e più giovani io dico suggerimento personale
Per quelli fino a ventinove anni quei periodi trova di tre anni facciamolo con il contratto di apprendistato c'è già utilizziamo corretta prendiamolo più facile finito nel triennio stabilizzazione
Con incentivo
Per quelli che hanno più di ventinove anni quindi sono i giovani ma non più giovani
Che hanno fino a trentacinque anni hanno una famiglia sulle spalle non godono dei benefici che si fermano fino a ventinove anni chiamo il contratto di inserimento cioè uno sconto analogo a quello dell'apprendistato
Può valere anche per gli over quaranta e gli over cinquanta agli over sessanta che perdono il lavoro per i disoccupati di lungo periodo quindi anziché aggiungere in modo indiscriminato una nuova forma di rapporto di impiego
Alle attuali si utilizzi l'apprendistato sino a ventinove anni sopra i ventinove anni si può aggiungere questa formula naturalmente sarebbe molto importante che
Quando si converte il rapporto a tempo indeterminato si dia per scontato che quei lavoratori avranno
L'articolo diciotto come protezione non solo per i licenziamenti discriminatori ma anche per i licenziamenti per motivo economico quindi non cambierei l'attuale normativa sarebbe una guerra senza senso che
A mio avviso bisogna assolutamente
Accantonare quindi penso che di questo si tratta
Lei crede che esista la possibilità di un eventuale conflitto di interessi per il Ministero Poletti dando per tra l'altro oramai acquisito il fatto che per il ministro Guidi questo esatto
è stato considerato
Anch'io nonché emigranti Po tanto più per Poletti scusi ma allora
Io ho passato trent'anni CGIL
Poi voto responsabile lavoro dei Democratici di Sinistra questo mercato Ministro del lavoro appena entrato in Parlamento allora eravamo è un compito interesse perché è scritta la CGIL
Allora uno che ha fatto il direttore di Confindustria presente Confindustria si fa il ministro incompiuto interesse sicuramente queste è una sciocchezza e Poletti si è fatto
Un'esperienza nel mondo delle cooperative non credo che adesso si metterà legiferare vantaggio delle cooperative
Credo che si tratti di una persona di buonsenso Poletti che conosco col quale ho negoziato a lungo e avevamo anche composizioni diverse talune circostanze abbiamo concordato in tal altre circostanze
E uno che conosce l'impresa e non Moggi agli operai mi sembra una cosa buona perché di questi tempi anche a sinistra trovare quelli che non c'erano con gli operai non è così facile
Quindi
Non vedo francamente l'argomento
Senta invece di operai mi perdoni se farlo di giornalisti che voi avete
Fatto quasi ed i conflitti all'interno però e della comunicazione però parlo di colleghi delle agenzia in questa caso parliamo dell'Adnkronos arrivata in Parlamento stavano scusi sì ecco le conosce la vicenda e tra l'altro ha ricevuto
Il comitato di redazione controbattere ecco meglio hanno chiesto
Hanno chiesto un incontro la preoccupazione è quella dei licenziamenti soprattutto l'argomento che mi ha colpito
C'è un licenziamento in un'azienda che in crisi non è
Quindi
Dice licenziamento preventivo perché saremo in crisi ma sì ci basiamo su questo argomento
Secondo punto che mi ha colpito è che
L'imprenditore pretenderebbe di utilizzare gli strumenti che non sono propri ammortizzatori e quant'altro della categoria ma due due e tre che presenti lavoro dipendente
Normale e l'altra questione anche questa un po'paradossale e
Anche il rifiuto all'incontro o all'audizione che era stata promossa da Commissione cultura
Della Camera
Quindi di questo abbiamo discusso io
Naturalmente ho auspicato come si dice che il tavolo istituito presso la Federazione della stampa sia un tavolo che dia i suoi frutti
E ospitato anche una mossa del Governo devo dire che il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Lucca lotti
Ha risposto questo appello non dico al mio risposto riguarda
I vari appelli trasversali che sono venuti
C'è un primo risultato che c'è una convocazione alla Presidenza del Consiglio di tutte le parti e mi pare che
Ma a differenza della fase precedente anche l'imprenditore Marra sì
Abbia accettato di essere presenze a questo incontro quindi
C'è un passo sicuramente avanti io mi auguro che intanto
Chi sia la disponibilità ad utilizzare gli strumenti a disposizione della categoria ammortizzatori sociali indennità di disoccupazione eccetera
E che ci sia anche la disponibilità a negoziare il ridimensionamento la cancellazione ovviamente dei licenziamenti la riconversione di lavoro si parla anche di alcune due-tre poligrafici somma ci sono sia i poligrafici
Che i giornalisti è come sempre cosa vuole trent'anni CGIL mi hanno insegnato qualcosa cerchiamo
Di fare un accordo non credo che sia sempre la strada migliore ringraziamo il Festinante era grazie alla telecamera Cesena mi hanno detto si sono creati