11MAR2014
dibattiti

Le trasformazioni del ruolo dei Presidenti delle Camere

DIBATTITO | di Giuseppe Di Leo Radio - 11:36. Durata: 1 ora 16 min

Player
Presentazione de Il Filangieri Quaderno 2012-2013 (Ed.

Jovene).

Registrazione video del dibattito dal titolo "Le trasformazioni del ruolo dei Presidenti delle Camere", registrato martedì 11 marzo 2014 alle 11:36.

Sono intervenuti: Fulco Lanchester (ordinario di Diritto Costituzionale Italiano e Comparato all'Università La Sapienza di Roma), Vincenzo Lippolis (ordinario di Diritto Pubblico Comparato alla Libera Università San Pio V di Roma), Paolo Caretti (ordinario di Diritto Costituzionale all'Università di Firenze).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Calamandrei, Camera, Corte
Costituzionale, Costituente, Costituzione, Democrazia, Diritto, Elia, Governo, Istituzioni, Italia, Legge Elettorale, Libro, Parlamento, Partiti, Politica, Presidenza Della Repubblica, Proporzionale, Renzi, Riforme, Senato.

La registrazione video di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 16 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

11:36

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale un saluto da Giuseppe Di Leo a chi ci sta seguendo in diretta sul canale streaming radio radicale con tutti i due e a chi ci seguirà in differite registrata su radio radicale
Quest'oggi parliamo di diritto costituzionale di diritto parlamentare di
Naturalmente
Di in scienza della politica descritto si interseca si intreccia talvolta in maniera confliggente con la
Appunto il politologi ha però
Ascoltatori radio radicale sanno che io non lascio mai
Intentato all'idea di intrecciare di far discutere di mettere insieme costituzionalisti giuristi più in generale e scienziati della politica
Su tematiche soprattutto che riguardano in questo caso lei i ruoli delle figure istituzionali previste dalla nostra Carta
Costituzionale e in tema anche di riforme in tempi di riforme sempre auspicate ospita abili ma quasi mai realizzate di fatto
Si pensi per esempio la proposta nell'attuale premier di abolire o di trasformare radicalmente il Senato della Repubblica
Cade molto anche lei a fagiolo
Il tema di cui si occupa
Il quaderno due mila tredici del Filangieri
Pubblicata dall'Associazione per le ricerche gli studi sulla rappresentanza politica nelle assemblee elettive nella casa editrice napoletana Iovene intitolato le trasformazioni del ruolo dei Presidenti e belle camere
E per discutere di questo volume
Questo tema molto interessante e anche impegnativo
O qui chiamato alcuni ospiti a cominciare dal
Diciamo il curatore
Della di questo quaderno e non è la prima volta che e ci vediamo lo abbiamo fatto anche negli anni passati mi riferisco al professore
Vincenzo Lippolis bentornato professore io ringrazio sempre per l'attenzione che Radio radicale dedica alle
Pubblicazioni del Filangieri
Sono ben felice di tornare ancora una volta qui ora glielo dica del resto sono pubblicazioni in serie professor Lippolis quindi ora passò
Faccio già un primo setaccio poi naturalmente il setaccio
Più rigoroso più impegnativo il mio è un
Un setaccio dal primo grado poi c'è il il grado di appello se non di Cassazione dettato dal dibattito e dal confronto queste trasmissioni perché hanno un peso per discuterlo professor Lippolis
Occhi armato due persone uno ha collaborato quinti e parte in causa ma
Siccome
Non la tanto lo presento prima ed è in collegamento telefonico da Firenze il professor Paolo Caretti buongiorno professore
Vengo chiamato il professor Paolo Caretti per due motivi primo perché
Tra i contributi che hanno tutti
E
Enti interessanti devo dire quello professor Caretti imitare
Che essi condotti per lo sforzo di sintetizzare un po'l'esperienza di questa
Prima e seconda fase secco chiamiamola così
Come direbbe direbbe il mio l'altro nostro ospite che poi presento
Della storia repubblicana cercato di fare uno sforzo di sintesi e poi vediamo
Questo sforzo di sintesi professor Paolo Caretti sull'evoluzione del ruolo dei Presidenti delle Assemblee parlamentari e poi perché il professor Paolo Caretti diciamo che anche per i giornalisti che in un angolo
Sul groppone studi
Di diritto più o meno specialistici diritto costituzionale di diritto parlamentare in particolare tuttavia del professor Paolo Caretti non possono non aver letto
Articoli e saggi di tematiche attinenti al mondo della informazione vero professor Caretti
Al quale ho criticato attenzione particolare anche perché è stato usato filone di ricerca
Della scuola costituzionalisti che che faceva capo Paolo Barile quindi io ho continuato a
In questo interesse pubblicando varie cose i sacchi impulso Paolo Barile a cui lei
Il fatto riferimento in molto richiamato in questo volume nelle apparato delle note ricordiamo tutti
Il famoso saggio sull'articolo ventuno della Costituzione che è diventato un saggio parte anche stasera Stato
Congettura ATO come la voce per l'enciclopedia fil di ritorno e poi dell'altra audizione la scuola il professor Barile si è riversata su alcuni suoi allievi
Alessandro Pace a cominciare da Luino poi Michela Manetti
Peccato che io a Firenze per alcuni anni e quindi in qualche modo entrato a far parte anche a cui pensare
Di quel di questi studi
Studiosi che
Guidati da famiglie hanno poi dedicato molta della loro attenzione dei loro studenti a questo tema atta a tutt'oggi o pieno dei problemi aperti come quello della libertà di informazione
Del resto si interseca questo
Venire gli studi di Paolo Barile essi intersecavano molto sul piano
Giusto pubblicistico con quello che è stata l'analisi più del storica in un altro costituzionalista importante come Giuseppe Maranini
Cura nella scuola di Firenze o ENI mare Ninì affrontato il rapporto tra a appunto il potere
E
Evoluzione del del diritto è l'informazione in un certo senso è considerato un potere un contropotere porto ha ragione non siamo qui adesso
A poter approfondire però tutto torna
è in insieme comma Lippolis e Caretti invece invitato una terza persona
Che è uno
Compare attivista uno studioso di diritto costituzionale che tenta il però a vedere il diritto costituzionale prevalentemente non esclusivamente al sul fronte della comparazione
E quindi ENI anche un politologo perché naturalmente comparando i sistemi costituzionali non si può prescindere dall'analizzare i sistemi politici
Stessi sottesi ai quei regimi costituzionali e mi riferisco al professor
Fulco lanciasse benvenuto professore salve benvenuto allora io cui ha in mano lo dico en passant perché insomma cioè la pietanza principale ma poi c'è anche il contorno
Questo volume
Che raccoglie gli atti di un convegno che si è tenuto un paio di anni fa
All'Università la Sapienza di Roma sui regolamenti parlamentari e forma di governo
Gli ultimi quarant'anni che io metto a favore anche di telecamera perché si possa vedere raccoglie proprio gli atti in Parlamento gli atti del convegno della Sapienza cui fra l'altro partecipo anche
Marco Marco Pannella
Convegno che è possibile anche ascoltare
E vedere audio video sul sito di radio radicale preziosissima è certo anzi devo dire che qui professor
Professor lanchester ha un po'pulito non dico censurato alla un po'pulito le interlocuzioni
Di di Marco Pannella che ci sono state durante il convegno un mondo talvolta anche insolventi nel senso educato del termine di Marco Pannella ma professor lanchester diciamo che è stato
Fedele come un vangelo apocrifo al novantanove per cento l'anno sono stato felice anche perché se le riguardato
Caro Di Leo
Approvata la realtà è che sarebbe divenuto molto più lungo sonno alcuni hanno mandato una versione edulcorata altri invece sono stati subordinati
Ma al di là di questo volevo fare un'osservazione relativa alla presentazione
Né soprattutto e legge nella logica perché noi stiamo parlando dica reti stiamo parlando però della scuola fiorentina che quella di barile sì ma è anche quella che deriva dal Calamandrei venne e in realtà
Lei generale UGL la ricostruisce avrà sentito Draghi sentito John che il professor Caretti esatto lo molto limitato gambe Alessandro Pace di scuola romana deriva da Esposito e quindi e differente come genealogia
Né lo dico perché sotto questo punto di vista ne faremo
Appunto il ventisette marzo un convegno organizzato dal Dipartimento di Scienze politiche in collaborazione con la Fondazione Paolo Galizia istituita per testamento da Mario Galizia che ne vuole approfondire la
E le origini e della giovane Europol degli alla Sapienza tra il mille novecento quarantotto sessantadue e anche individuare proprio la dottrina costituzionalistica degli anni trenta
Soprattutto Mortati Esposito Giannini né Chiarelli ed altri nelle temperie degli anni quaranta e cinquanta e in questo senso Paolo Barile Calamandrei
Sono essenziali per lo sviluppo
Della Costituzione repubblicana
E questo ci allora no sei sì no ma come vedete anche i professori come i cantanti gli attori fanno gli spot ma è giusto resto Radio Radicale seguirà questo convegno
E naturalmente valori era sfuggita la differenza sì dodici conferente abroga ciò che attiene di cui intanto Savona Paolo carichi e un po'il trait d'union fra le due scuole
Le quella romana e quella
Fiorentina proprio per la sua bipolari tale Stato ordinario sia a Firenze
Agli errori Calamandrei
Ed è molto amico di barile e poi assistente e allievo di Mortati acquisisse certo ma le cose no un
Non mi sfuggono alle le correnti diciamo così di pensiero i clan anche accademici
Ma zone di quelli romani in quelli partenopei quei limiti quelli fiorentini e basti dire la differenza della scuola
Più Regina storiografica di giuridica di Paolo Grossi giudice la Corte costituzionale
Molto differente da quella romana o di legno cortese per esempio per restare in campo del diritto spendere storie diritto medioevale
O di Raffele Aiello per quanto riguarda la storia di diritto moderno scuola quest'ultimo
Napoletana ma ho voluto mettere insieme Caretti con Alessandro Pace la Manetti per
C'è anche zero Zen codici per dire che altri ancora che la scuola costituzionalisti che italiana prestato una giusta attenzione I primi sulla informazione ma torniamo al nostro punto principale
E cioè le trasformazioni del ruolo dei Presidenti delle Camere
Professor Lippolis se ci può un po'illustrare in sintesi quanto lei dice
Riguardo all'evoluzione del ruolo dei presidenti
Della
Camera e del Senato nella sua interessante introduzione al quale

Il ruolo del Presidente del d'Assemblea in Italia ha avuto quello che ho definito una metamorfosi
Nel corso nel corso del tempo nel passaggio appunto tra quella che è stata la cosiddetta Prima Repubblica e la la Seconda Repubblica
Di i Presidenti di Assemblea
Prima del degli anni degli anni Novanta erano personaggi che avevano
Come dire alle loro spalle un lungo corso cursus honorum che svolge interpretavano il loro il loro ruolo
Con con la moderazione erano un po'
Come dire in una posizione laterale del palcoscenico del palcoscenico del palcoscenico politico
Tutto questo è si è modificato diciamo nel corso nel corso del tempo non è non è solo gli
La questione è così cronologica del
Prima e seconda e Seconda Repubblica in Italia un po'è un fenomeno che a uno sfondo molto più vasto e quello che un politologo francese Bernard mamme
Ha definito la democrazia del pubblico cioè il fatto di
Che cambiato proprio
Il rapporto tra protagonismo politico tra le personalità politiche nell'opinione pubblica
I nuovi mezzi di di informazione hanno portato ad interpretare in maniera sempre diversa
Il i i ruoli i ruoli politici in un contatto con
L'opinione pubblica attraverso attraverso dei nidi i media attraverso quindi
Strumenti sempre più sofisticati di condizionamento della e dell'ufficio del pubblico e tutto questo si è risolti si è ha avuto un riflesso anche
Nel
Delle figure dei Presidenti d'Assemblea i Presidenti di Assemblea sono diventati
Come possiamo constatare ormai sullo quote quasi quotidianamente dei personaggi
Politici che sono in prima linea
Che anzi come dire utilizzano approfitto diciamo hanno come dalla base del proprio ruolo istituzionale utilizza il proprio ruolo istituzionale per assumere un protagonismo che
E divenuto alcuni momenti e per alcuni di loro addirittura di la di la dilagante positivo o negativo o ed naturale naturali evoluzione in un sistema anche elettorale dunque positivo o negativo
Dipende dai dai punti di vista cioè la dottrina giuridica a si è trovata di fronte alla difficoltà di inquadrare poi questa questa figura perché
Ha oscillato tra i due modelli che sono le due polarità
Diciamo il Presidente assolutamente imparziale il magistrato al Parlamento cosiddetto modello inglese lo speaker
Dello speaker inglese il modello americano del Presidente d'assemblea protagonista protagonista politico
Allora
A mio avviso
C'è una difficoltà a costruire uno è questo il senso appunto dall'introduzione al voluta dal volume a costruire un modello
Se non nei nei suoi tratti assolutamente più cure generali o un modello unico per il presente Assemblea perché come tutte le figure
Politiche risentono figure istituzionali risentono del del del contesto politico un po'come avvenuto per il presidente della della Repubblica non ci sia e stupiti nel corso del prima con Pertini negli anni negli anni Settanta il protagonismo di Pertini da ultimo del protagonismo di abolita di Napolitano sì e quindi abbiamo avuto un protagonismo del dei presidenti dei Presidenti dell'Assemblea i quali si trovano
Come dire da un lato a essere in
I regolatori
E dov'è che e dovrebbero esserlo il più imparziale i tipi imparziali possibili del dei lavori delle delle assemblee
Dall'altro lato però non si limitano a questo ma partecipano a con assoluto protagonismo alla vita politica
Basti pensare che sono stati i Presidenti di Assemblea dei leader politici come Casini Bertinotti finì in questi anni poi in questo senso una una rivoluzione un po'rispetto
Rispetto al passato dove magari non non ci sono state spese proprio figure via parte qualche eccezione
Di leader politici leader di di partito
No o perlomeno erano personaggi che in quel momento non erano alla guida alla guida della del del partito quindi c'è stata una sorta di dissociazione da un lato
Il Presidente d'Assemblea come il regolatore del lavoro dei lavori e quindi in questo senso come
Giudice senso naturalmente va preso espressione giudice va presa con le molle perché non è un giudice un vero e proprio giudice c'è sempre un tasso di politicità nelle decisioni dei presidenti da
Da Assemblea comunque regolatore dei e dei lavori
Risolutore delle questioni di interpretazione del Regolamento dall'altro lato Presidenti l'Assemblea che
Ma hanno avanzato proposte politiche si sono schierati su punti politici
Qualificanti e e questi due aspetti naturalmente non sono del tutto uscisse non possono restare del tutto impermeabili allora il problema qual è c'è un limite
A questo protagonismo queste esternazioni del dei presidenti dei Presidenti di Assemblea
Questo a loro attivismo sul piano puramente politico al di là delle loro funzioni istituzionali quali rappresentanti liste della istituzione
Che presiedono alle la considerazione poi su questo chiudo
La riflessione che diciamo che ho fatto su in questo
In quei in questa introduzione è questa che alla fine nel quadro istituzionale i propri Presidenti d'Assemblea
Sono i personaggi che meno a a non rispondono del dei loro dei loro comportamenti
Mi spiego mi spiego meglio non c'è responsabilità politica
Lei confronti del a della maggioranza che via eletti
Quindi non possono essere sfiduciati dalla revocati dalla dalla maggioranza che li ha eletti
Non hanno particolari responsabilità di tipo giuridico ad esempio il Presidente della Repubblica in base all'articolo novanta risponde peraltro tra tradimento o attentato alla Costituzione
Non c'è nessuna norma nel nella Costituzione insomma è che
Sanzioni comportamenti dei Presidenti della delle delle assemblee quindi i costituzionalisti si sono trovati spiazzati di fronte a questo fenomeno e del protagonismo dei Presidenti di Assemblea
E purtroppo cioè come dire bisogna prendere atto
Che non esistono sanzioni resistono solo sanzioni molto indirette di cui si dopo possiamo parlare perché l'assemblea può prendere nei confronti del di un Presidente dopo averlo letto
Ma è chiaro nell'ambito poi di pochi minuti questa sintesi ma la radio un ottimo esercizio professor Lippolis anche per pochi acceleri miscelate nella capacità della sintesi
Non sono non sarei corsi
Categorico professor Lippolis come mi è sembrato anche in parte di questi interessanti interventi nel di lire che i Presidenti di Assemblea negli ultimi anni
Siano
Diventati dei eletti anche tra i protagonisti della vita partiti caro quindi il caso di Fini di Bertinotti perché uno come Fanfani
Divenne Presidente del Senato non era proprio uno marginale alla democrazia cristiana persino Spadolini che non ci riuscì arrivare nello scranno
Perché fu battuto per un voto no te lo era stato per molto tempo è però allora era stato da molto tempo edera ed era insomma un leader su un partito piccolo Moviter Tassinari tra i leader del però Presidente del Senato non della Camera il riferimento
Il professor Lippolis ad una particolare situazione che se vuole possiamo approfondire
Dal mille novecentosettantasei al mille novecento allora qua benissimo allora prima di però arrivare a questo vorrei sentire il professor Rossi
Caretti non prima di aver detto che ci sono i punti
Di aver illustrato fra gli contributive il Filangieri
Il saggio di Carlo Fusaro la personalizzazione della politica e l'Assemblea parlamentare Fusaro auspica appunto un ritorno personaggi non di primissimo piano nella elezione dei presidenti di Senato e Camera
E poi il l'articolo saggio di Alessandro Torre sullo speaker della Camera dei Comuni è un altro autori come lei lande Johnson nel muro che parlano volte dell'ruolo
Dei Presidenti di Camera e negli Stati Uniti e nella in un strada via
Per arrivare poi al contributo sulla a parte seconda rivoluzione italiana dall'undicesima legislatura in poi con
Saggi di Michela Manetti sulle modalità di elezione poteri di nomina
E di Nicola Lupo sui poteri di giudice di integratore del diritto parlamentare
Di Eduardo Gianfrancesco presidenti delle Camere programmazione dei lavori parlamentari di Mario Moody'riporterei di garanzia sull'autonomia parlamentari per arrivare alla terza parte mi pare la parte più vivace
Che si apre proprio con il contributo del
Professor Paolo Caretti intitolato spunti ricostruttivi sul ruolo dei Presidenti di Assemblea
E su questo e il professor Caretti individuata come
Fassino di evoluzione del ruolo dalla funzione dei presidenti
Di Camera e Senato dal professor Caretti ce le vuole illustrare naturalmente sinteticissimo a mente grazie
Per
Partirei da uno spunto dopo permanente si è visto che i vincoli che mi pare molto giusto dal bando in Europa
Corruttiva del ruolo la funzione dei presidenti da intraprendere
Anche nella polemica anche il dibattito scientifico assomiglia molto a quella del bilancio dello Stato
Anche il Capo dello Stato è una figura che in questi decenni parte dentro oscillato tra polarità diciamo di garanzia negativa super partes Zamora polarità invece di garanzia IVA di un politico
Perfetto perdere in realtà mai la realtà prima un'accurata
Il lato in contanti invito questo lo dico per
Una prima osservazione le difficoltà che incontrano declassificare dal punto di vista
Costituzionalisti con la figura del Presidente dell'Assemblea dipendono dal testo perché Presidenti dell'Assemblea pubbliche
Il figura istituzionale di garantire arroventato seppur dello Stato
Parlò intrinsecamente questa altopiani Mangusta dubbio giovedì fungere da Garcia
Le regole del gioco ma ovviamente del
Svolgere questa funzione svolgono anche una
Ruolo politico inevitabilmente olistico
Quindi queste due polarità sono come dire il DNA
Pure
E questo professore scusi vale anche per il Presidente della Repubblica perché Vezio Crisafulli diceva è inutile che ci illudiamo che il Presidente del pubblica sia il garante assetti con la figura politica
Appunto e e lì la seconda considerazione vengono in gran parte il perché
Studiando il ruolo discutere coloro che il Presidente si tratta in pratica nulla
Sostenendo collochiamo questa figura nell'ambito
Per contesto politico istituzionale nel quale sono destinati ad operare è evidente che al di là delle regole formali direi per la costituzione dei regolamenti parlamentari
E ci dicono quali sono le maggioranze che servono ad eleggere i quali sono i loro poteri
è evidente che poi l'esercizio di questi poteri dell'interpretazione del ruolo dipende da una serie di fattori che sfuggono al Presidente che sono elementi dei contesti
è evidente dirmela evoluzione parlo dei ribassi d'asta il ruolo del Presidente da sempre hanno toccato l'evoluzione della nostra forma di governo dei rapporti di Governo e Parlamento hanno giocato e giocano tuttora
L'aspetto che il sistema politico partitico giocano moltissimo basse Toccafondi su un aspetto del DEA regole parlamentari dei rapporti maggioranza opposizione ecco tutti questi elementi
Nell'articolo ormai sessantacinque anni di Repubblica a sono cambiati hanno conosciuto far rivivere bensì a ciascuna di queste parchi ancora esposto
Buona ruolo
Verso le imprese identità al suo interno possiamo individuare grosso modo una prima parte e il
La parte dei Governi del centrismo
A maggioranza relativa dei voti Cananzi quasi precedenti DAP e lo svolgono sostanzialmente o una
Funzione di garanzia poteva modifica e in basso noi rappresentanti dei partiti della coalizione spesso democristiani
E nere e spero che il programma di governo estende i Governi di coalizione speso eterogenee rischi e i tecnici scherzi ridefinisca continua il risanamento dei rapporti fra abbandonata
E l'opposizione in Parlamento ovvero dal copione dichiarando inattiva diciamo della realizzazione di un programma al pietre in Parlamento
Stupisce un'arteria
E modifiche
E tratta riportata quella invece che si apre forma
Alla fine degli anni Settanta seconda metà degli anni settanta quando
Sì di criticità il ruolo esatta carica di Presidente sempre orientali nei Comuni corsivo di opposizione i parlamentari
Sono invece destinate a concorrere alla guida del Paese vetture ancora a far parte
Di una maggioranza governativa questo spiega
Perché in quel periodo pendono davanti al maggior partito di opposizione affidate queste cariche
E si riesce
A garanzia di che cosa che accade in questo processo e il Parlamento mette in moto beni cosiddetta
Bene forze politiche nella fase precedente considerati al di fuori dell'arco costituzionale vista duraturo Erina legittimazione voi all'alternanza alla guida del Governo ed in questo in questa seconda parte quegli equilibri
Reale svolgono questa funzione di assicurare
Quello che il Parlamento
E altro attribuito come compito quello di svolgere questa funzione di così panico dalle forze politiche
Che hanno contribuito alla approvazione della Costituzione quindi appunto si è parlato dei precedenti come dei garanti della Costituzione abbreviata garanti di che cosa è grave è che la costituzione di parte a compimento dal punto di vista
Per
Diffusa collaborazione e partecipazione alla vicenda politica di tutte le forze rappresentate
Farlo
La separatezza e determinata dalla risposta dall'altra maggiore sporta che anni della nostra vita politica e istituzionale fra il passato da maggioritario al proporzionale
E questo ha determinato di nuovo
Tutto una specie di mutamenti dei dati di contesto generale che ancora non sono attrezzati ha determinato un
Terremoto che il sistema politico partitico ha determinato un aspetto incerto risultati
Per le della rappresentanza politica sarà determinato un assenso tuttora incerto nel dare regole ma vanno in un'analisi confronto tra maggioranza e opposizione
Non è un altro tipo di risposta benissimo ma anche l'Argentina è incompleta tempo una nuova riforma dei regolamenti parlamentari davvero alcunché a dare maggiore stabilità a queste regole
Questi rapporti di tra maggioranza e opposizione retorica etichetta articolazione
Quindi
Totale instabilità dei dati di contento del termine interni alla vita delle Camere
è chiaro e il ruolo dei Presidenti è in qualche modo
Non voglio dire è entrato in crisi ma si è proposta avete trasformato come diceva il riformismo che cosa è successo è successo che si è accentuata in questi campi la
Loro funzione come dire politica ma
Interreg terzo diverso rispetto al passato interpretate in termini
Che ho personali e non legati alla dinamica delle emissioni dico istituzionale ma più complessivamente dire libertà incertezza dei tassi ricoperto generale
Rendono ancora più difficile da oggi capire quale debba essere il ruolo e la funzione dei Presidenti di Assemblea perché l'incerto maledetta estate in rapporto al Governo ad essi è incerto quali debbano essere i rapporti maggioranza opposizione
All'interno del verde quintale è incerto è tardi certe delle regole e c'è un procedimento legislativo è diventata incerta il ruolo delle Commissioni parlamentari punto incerto e allora
Qual è il riferimento è il parametro in base al quale oggi noi possiamo dire
Il Presidente svolge una funzione di garanzia attivo solo procedurale o più politica marcati è un aspetto del contesto generale inerente interpretazione
Non parlo dal punto di vista tecnico dei certamente ma credo anche da parte di chi vive dei precari che molto più difficile
Credo
In passato perché sono ovvero morto risposte rispetto al passato a ad essere come dire criticate per quello che fanno
Per l'Obiettivo uno perché appunto manca loro un riferimento sicuro dal punto di vista istituzionale fraterno in questo e che alcune cose lembo
L'accentuazione dei poteri esternazione e che naturalmente comportano poi dei ritorni possibili
Critica e liberamente il verbatim perché ormai interpretare questo ruolo in chiave di promozione politica personale cosa che abbiamo alla quale abbiamo assi
Grazie professoressa si io devo dirle che in questo coacervo di incertezze a cui lei faceva riferimento però c'è una metodologia sua di analisi che a me piace perché lei in questo suo saggio mette insieme la dimensione sin cronica quando parla appunto dei presupposti per cui si viene a creare una certa figurare un certo ruolo non certo a funzioni di presidenti delle Camere
E poi dall'altro lato
La dimensione diacronica con questa illustrazione delle tre sparsi mi piace il mettere insieme la DIA cronicità con la sincronia cita perché su questo persone sono maestri gesuiti
E allora chiederei
Chiederei al professor lanchester di collocarsi perché voi non siete delle monadi il mio ruolo è quello di mettervi interconnessione fra di voi è anche perché non magari in maniera polemica se necessario se quanto detto da professor Caretti
La convincerla persuade
E oppure ci sono dei paradigmi diverso sì per
Interpretare quello che è stato quello che è quello che
Magari fra tante incertezze potrebbe essere il ruolo futuro dei Presidenti delle Camere o della Camera se il Senato addirittura verrà abolito
Presso l'accesso ecco non mi limiterò a esprimere la mia adesione le differenziazioni con il
Paolo Caretti quindi avvicina molto in cui sono molto vicino per metodologia nei lo certificano ma anche il consuntivo che ha detto intervallo
Su ciò che ha detto Vincenzo Lippolis
Perché in realtà è una visione molto realistica del diritto costituzionale e soprattutto il diritto parlamentare
Nere vive redditi ciò che e il contesto a questo punto devo dire che
Il professor Lippolis già adottato lo schema del suo volume
Nessun Presidente della Repubblica per dire guarda caso ci sono i poteri
E arrivo cioè la situazione e c'è poi il carattere del singolo lo componente dell'organo un monocratico presidenziale e parlamentare però sono due cose ben differenti ve lo sa benissimo anche lui
Venne che con condurre un'Assemblea
Essere Presidente di Assemblea è indifferente che dal
Fra situazioni di essere Presidente
Della Repubblica e lo ha sottolineato con le differenze tra l'altro di responsabilità perché questo poi è uno degli argomenti
Che ha affrontato alla fine e che poi è il nucleo centrale delle sue osservazioni diciamo così attuali
Divenne per
Alcuni e avvenimenti che ci sono stati
Negli ultimi anni insomma la Presidenza Fini per essere
Molto concreti ciò liberali Armaroli lo voglio ricordare che noi qui ricordiamo di libri sulla funzione di questa
Però cliccando diciamo Presidenza Fini prossima noi abbiamo che personalmente avevo ho contribuito a presentare alla Camera
Alla presenza del Presidente Fini che non era poi così entusiasta a della di come era stato trattato
Forse perché nessuno è mai entusiasta di essere di divenire oggetto di studio devo dire che sono d'accordo con per entrare in argomento con la visione diacronica quindi storico costituzionale eredi Paolo Caretti
Che e tipica della scuola fiorentina devo dire che il negli studi sulla
Sulla Assemblea costituente per il trentennale dell'Assemblea costituente della Costituzione pubblicato dal Mulino
Ormai alle soglie negli anni ottanta sono une esempio di come il costituzionalista deve avvenire
Da un lato un dei paradigmi e quindi in e delle invarianti sei chiamiamole proprio del mestiere del giurista e dall'altro affrontare i problemi dati dalla storicità
Ecco né in realtà Luciano rappresentato che cosa tre fasi in cui il presidente di assemblea parlamentare
Venne
Soprattutto il presidente dell'Assemblea della Camera dei deputati ci perché il Presidente del Senato a una situazione un po'differente essendo la seconda capitato
Carica dello Stato essendo il supplente del Capo dello Stato e ne potremo parlare ecco un tre fasi che sono in sostanza
Quarantotto o cinquanta settantasei settantasei
Novantatré e novantaquattro al due mila tredici e copia io direi che all'interno di questa la situazione si può dire che ci sono due grandi fasi
E la la fase della cosiddetta del primo periodo della Repubblica quello proporzionali Sico fino al novantatré quarantotto
Novantatré e il
Nel periodo successivo
Diciamolo caratterizzato sia dal cosiddetto Mattarellum sia dal quindi lei mette insieme le prime due fasi di io vecchio io metto insieme le due prime fasi ma le né distinguo
Anche perché una cosa
Né e nei il periodo degli anni Cinquanta e Sessanta
Un che sono caratterizzati da i Governi appunto o centristi o di centrosinistra e poi nella fase successiva soprattutto per la Camera con la Presidenza in grave la Presidenza degli degli occhi
Etiche né corrispondono proprio alla impostazione nei di integrazione né del maggior partito politico di opposizione
All'interno un del sistema non come partito di Governo se non al meglio
Praticamente all'esterno ma molto coinvolto tra settantasei al settantanove ma poi sempre Ai margini e di quello che né
La situazione che è il delle maggioranze di governo ecco
A questo punto vorrei sottolineare che i ci sono stati tre terremoti nella storia costituzionale italiana il primo è stato quello del mille novecentosettantasei che ha prodotto
Dopo le elezioni regionali del settantacinque
Nere e le elezioni politiche di
Partitici Zandri del settantasei nella sostanza quella situazione che ha dato alla Camera dei deputati e non al Senato della Repubblica la Presidenza il maggior partito di opposizione
Né come la nostra la nostra nel generazione esatta molto condizionata nella ricostruzione e né della figura del Presidente che Assemblea da quell'avvenimento e si è costruita la tendenza
A nei evidenziare come il presidente di Assemblea parlamentare alias il Presidente della Camera posso divenuto
Do paragiurisdizionale molto assimilabile al lo speaker britannico ma in realtà poi lo speaker britannico non era mai né e nasce come lo portavoce di Assemblea e non più portavoce del sovrano dopo il mille ottocento se il trenta due dopo il retro forbito
Né che elimina i borghi puniti come personaggio che deve mantenere l'ordine
Né e deve mantenere l'ordine all'interno di un sistema dei partiti che li tendenzialmente strutturato
Traumi e Torres
Tra liberali e conservatori rimmel tra poi dopo l'ottocentosessantasette tra Blackstone ed Israele i e poi i Governi nella sostanza maggioritari meno i periodi di transizione degli anni Venti inizio anni trenta e anni settanta
Allora il problema su cui si soffermava il professor carichino ed implicitamente anche
Il professor Lippolis e in sostanza
Quello affrontato da Joseph Bharti elimini in un'opera importante novecentoquattro cioè
La la nascita del governo parlamentare
Nella Francia della restaurazione mille ottocento quattordici mila ottocentotrenta che già allora Martelli Mib diceva che nei per il governo parlamentare i partiti sono costitutivi
E
Né senza partiti non c'è forma di governo parlamentare
Re e tutti gli organi da lev funzioni degli organi costituzionali e i comportamenti di coloro che ricoprono sono caratterizzati dalla esistenza o inesistenza o dal livello ristrutturazione dei partiti
Per andare sul semplice ANM nel nel mille novecentonovantatré i vecchi partiti che hanno costituito l'elemento fondante di questa Repubblica sono scomparsi
Cessato un processo di riallineamento di tipo plebiscitario dei nuovi partiti soprattutto
Al sul centro destra ma un tentativo anche sul centro sinistra e n questa vi è stata poi una liquefazione progressiva anche di questi due
Poli che si sono costruiti dopo il mille novecentonovantatré novantaquattro venne la ha natura della Presidenza della Camera
Ai a cambiato aspetto un anche per questo perché in realtà non ci sono più Orneli partitiche strutturato indirizzo politico all'interno delle assemblee parlamentari
Eri e le cariche di Presidente vi Assemblea sono state attribuite è sempre più o né
In maniera funzionale alle coalizioni di
Né nel governo adesso e io vorrei dire che tra i sedici Presidenti delle Camere
Ve ne sono dal mille novecentoquarantasei poi compresa la stessa Assemblea costituente ci sono stati bene se il Presidente della Repubblica né vedi nomino
Saragat è stato Presidente dell'Assemblea costituente e poi è stato sostituito da Terracini popoli Gronchi poi leone poi Pertini poi Scalfaro e poi Napolitano
Non due sono stati i Presidenti soltanto del Senato uno Enrico De Nicola lo possiamo chiamare Presidente eterne hai nel sacco dello Stato si mamme Presidente del Senato sicuramente il il secondo era Cossiga
Nella
Dovuta false né degli ultimi vent'anni in realtà abbiamo un Presidente della Camera che Napolitano Scalfaro riletto prima nel novantadue e poi abbiamo Ciampi
Ciampi però no
E no alle forniture sappiamo dall'isola e al di fuori lo so benissimo soli chiedo semplicemente che
Proprio per questo né anche per questo destrutturazione del cambiamento
Don nella democrazia del pubblico ma Bernard Manalo scrive quel libro nel novantaquattro novantacinque e poi viene ripubblicato sia in Francia
In Italia e poi viene pubblicato in francese ivi in inglese negli anni successivi Bekim molto è cambiato ma soprattutto
è scomparso
L'elemento fondamentale di una forma di governo parlamentare
Il partito politico
E questo il il problema su cui non bisognerebbe riflettere a proposito di allora di scomparsa della
Partito politico perché l'ANCI e Serra
Lanchester ricordando
Insomma l'esperienza della edizioni di Ingrao della Iotti
A confermare la tesi espressa da Stefano cercare nel saggio
E cioè
Che quella edizione di in gara
E della della Iotti non significava inseguimento del Partito Comunista pieno titolo
Quindi il superamento della conventio ad excludendum ma significava soltanto accettare il minimo danno che era quello di dare un
Una un posto di garanzia non potendo inserire per regioni soprattutto di politica internazionale il Partito comunista nella
Nelle compagini nella compagine governativa se posso inserirmi dice un equivoco secondo me nella diciamo pubblicistica nella la storia delle nostre istituzioni
Quelle presidenze sono passate sotto l'etichetta di presidenze d'opposizione
Perché il PC non era al Governo
In realtà non erano presidenze di l'opposizione in senso come dire nel del rapporto classico tra maggioranza e opposizione
Erano presidenze di personalità
Che provenivano da partitiche non partecipavano al Governo
Ma che erano concordate all'interno di un accordo generale di gestione delle delle delle delle istituzioni cioè era una convenzione
Quella di eleggere
Il personaggio del PC alla Presidenza la Camera una conventio ad includendo una che attenuava la più generale conventio ad allora a ad ad Aden ad excludendum
E infatti non sono mai state sentite soprattutto con la Presidenza Iotti la lunga Presidenza Iotti dal maggior partito di di governo radici non ha mai avuto come dire un'insofferenza per una Presidenza d'opposizione
Perché e la Iotti è stata sempre una presenta un personaggio
Che è molto attento a come dire a gestire l'equilibrio che si era creato nella in questo accordo che riguardava tutta la gestione delle delle delle eccellenze
Rifarei delle istituzioni e una di esse c'è stato un Presidente che assertore tutelato la maggioranza è stata la Iotti quindi l'etichetta dei presidenti da opposizione in quel periodo se non mi pare rispondo a una alla realtà ne vogliamo coronariche di fatti da Presidenza Iotti dai caporali è stata molto contestata e mi sono carenti prego
No volevo convivono esprimere il mio totale accordo con valgono avventure
Dove Informest
è corretto dire che erano due Presidenti del maggior partito di opposizione quando un Presidente di opposizione sarebbe vietato
Come dire contraddittorio con la logica di queste liquido era il punto di
Fare Negri due Presidenti per
Devo un partito di opposizione che dovessero contrattare una maggioranza senza è completamente sbagliato è quello che diceva che in cui di idea di avviare una nuova convenzione ad includere dove non ha degli studenti
Tanto è vero e
Le regole Ingrao io sono chiamati a far rispettare solo le nuove regole dei nuovi regolamenti parlamentari del pensando a uno
Quella vecchia esaltano il lavoro in Commissione esaltano tecniche predispongono le condizioni per o in meno lavoro quotidiano sopra tutto il procedimento legislativo si determinino
Deve maggiorate legislative maggiori ci sono più ampie di quelle delle maggiorate che sostengono degli esecutivi che di volta in volta di Alberto Varone
è
Fa visto che lui sono garantiti Ingrao Peio di queste nuove regole che insolita però l'impegno in un clima un politico istituzionale ribaltando e le fa progressivamente avvicinandosi al superamento della vecchia conventio ad excludendum quindi lo sono
Spostamento il primo vero Presidente l'opposizione è stato Fini secondo me
O primo e unico allora
Marassi era solo una linea che la Polverini all'ANCE e vedremo questa quella molto elevato la io stavo semplicemente mettendo volevo mettere in evidenza che Igli esponenti comunisti
Della dell'allora PC
Non tanto Ingarao perché Ingrao agito in una situazione di emergenza assoluta né e gli scontri con il Partito radicale ne sono anche una certificazione per esempio nei in occasione del caso Moro e né successive conseguenze sì ma sulla vita parlamentare riscontri più forti per radicali se è stato proprio con l'aiola c'è ma del ma il problema è che la Iotti introitava
E va così come via introiettate in anche
Napolitano il senso di un partito che non è più
Al di fuori del sistema che non è più ampi sistema anche se parte né del arco costituzionale e le e e se giustificavano
Avere e nel poligono garantire questo posizione con il loro atteggiamento l'onda volto proprio al modello britannico nei quando il Presidente
Napolitano fece il presidente del gruppo parlamentare comunista andò sotto e venne molto sentirei
Criticato dai sui stessi compagni perché in occasione di una in votazione fece ritirare alcuni dei suoi
Deve sottoposti dall'Aula cioè il bel gruppo parlamentare dall'Aula perché se non sarebbe andata in
Un minoranza a sarebbe andato in minoranza le formazioni di governo questa idea del Governo ombra
Pervade tutti gli anni ottanta nel partito di opposizione e l'inglese
Napolitano l'anglo Napolitano Napolitano nove rappresenta bene tipologicamente questa posizione ma penso ad un altro episodio meglio che nelle non è soltanto folklore eccetera
La prego il Presidente nuovo Presidente della Camera nel novantaquattro Pivetti sembravano l'Ipsos
E a sinistra non si alza nessuno Ingrao e la Iotti
E sono in piedi vicino no ad una porta degli emiciclo e vicini fronte ad una situazione di questo genere la Iotti si rivolge ai suoi esponenti di gruppo egli dice di alzarsi perché è entrato il Presidente della Camera
Questo è importante proprio per dimostrare la improvvisazione nette il ruolo lotta da parte della Iotti ma che non è soltanto una riprogettazione di tipo personale e
Il riconoscimento di essere parte di istituzioni parlamentari di cui bisogna salvare Rella dignità e il problema successivo e che questo senso e questa tradizione non sempre sono state
Ne ricorda
Ed in questo giro finale naturalmente noi
Pinu chiamo su questo col libro che ha
Vari punti di interesse anche
Ulteriori rispetto a quanto finora abbiamo trattato sebbene i temi che noi abbiamo
Trattato finora non essendo esaustivi sono però tutti importanti e direi
Abbiamo almeno l'ambito i più importanti
Però permettetemi ora di mettere insieme quella che è stata la storia costituzionale il profilo dottrinale costituzionalisti col finora voi
Avete con maestria
Illustrato con quello che attiene un po'alla
Alla Akron h
Ed è importante secondo me per un giornalismo di qualità mettere insieme le due cose
Quindi la storia costituzionale la dottrina costituzionalistica scienza della politica con quanto ci offre la cronaca
E sulla cronaca direi che un giornale molto attento anche al profilo dell'evoluzione istituzionale è bella cultura politica in Italia e della cultura istituzionale il foglio
Dalle qui colonne un politico
Di
Vecchio stampo di definirei così come Rino Formica ha sollevato seri dubbi sulla metodo sulla metodologia che vorrebbe in un certo senso imporre l'attuale premier
Matteo Renzi per l'abolizione dentro o la riforma radicale
Della del Senato insomma in soldoni a
Scritto
Rino Formica sulle colonne del foglio appoggiato sostenuto almeno dal punto di vista della metodologia dal direttore Giuliano Ferrara non si può non può un esecutivo
Pensare di fare una riforma così importante come quella del Senato senza invece
Dover ricorrere a meccanismo ben più complesso a un organo ad hoc Canzi addirittura una costituente
è per imboccare se necessario una riforma del genere
Chiedo all'Ippolisto e poi Caretti e all'ANCI sterzo
Altri Cossa qual è la loro opinione in proposito
L'importo sa qui tocchiamo il tema dei limiti alla revisione costituzionale in base all'articolo cento trentotto ventotto della Costituzione cioè al di là dei
C'è c'è il limite esplicito per la forma repubblicana poi ci sono una serie di limiti cosiddetti
Cosiddetti impliciti
Io ritengo che
La modifica del sistema bicamerale
Non sia tale da sconvolgere del tutto i valori fondanti del del nostro del del nostro sistema
Nel nostro sistema costituzionale e che quindi possa essere sicuramente
Sicuramente attuato in base alla alla procedura del dell'articolo centoventotto
Cento centotrentotto se mai
Ci si potrebbe ci si potrebbe porre un qualche altro tipo di interrogativo
E e che è riferito alla costituzione di questo Parlamento perché questo Parlamento è stato costituito in base ad una legge elettorale
Anzi due leggi elettorali per aver Sacam era quella del Senato che la Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionali in parte
Allora il il punto il punto il punto qual è una
Scusi professore bisogna prendere a
Che con una interpretazione della medesima sentenza della Corte costituzionale non univoca nell'ambito del mondo degli stessi costituzionalisti
Be'interessi cioè poiché ci sono sempre interpretazioni diverse ognuno cerca di tirare la sentenza da una parte chi le cerca di tirarla darla
No perché se no sembrerebbe che la Corte costituzionale abbia definito una tavola un decalogo chiaro netto e preciso laddove invece
No io dichiarai che è un volerlo fare le analisi appunto ansia da allora che la sentenza e vedrete che devastante nelle ultime due pagine
Ed è perché
Legalità e legittimità comuni ora c'è questo
Questo questo punto che si vada a riforme così incisive della nostra Costituzione
Fatte da un Parlamento che in base ad una sentenza la Corte è stato eletto in maniera noi notizie è in maniera discutibile ecco diciamo bene per per così dire
Io mi chiedo se non sarebbe stato come di un percorso più bisogna allignare più
O era in linea pipì più trasparente andare a votare con il sistema che derivava dalla deriva dalla sentenza la Corte un sistema proporzionale
Per rimettere poi su
Do ad un'assemblea eletta su quelle basi
Il la il compito di riattivare il sistema il sistema istituzionale stimolare l'emozionalità Angelo sospetto che la sua predilezione vada per il sistema proporzionale
Io sono un vecchio proporzionali avere saper sono un vecchio proporzionalista osservando sempre sostenuto
La adozioni varia del sistema ritirerò quando lo ripeto dal nostro Seminario periodico che avrebbe ossia il ventinove di gennaio organizzato un seminario sostituirlo con due
O un gruppo di colleghi nessuno è stato così chiaro perché io ho detto e che
Anche per mezzi sarebbe stato opportuno andare più velocemente alle elezioni con il consulente il lungo
Non è perché la legittima la
In legalità poteva anche sopportare una
Un vulnus un no no una circolazione della legislatura ma la legittimità rame fortemente incrinata
E in e e qui parlo di due riforme come quella del sistema bicamerale e del Titolo quinto che io ritengo assurdamente necessarie licenze non non non contesto nel merito che e che si tocchino questi aspetti darà
Nostra Costituzione e questo quei questo elemento
Ecco più che quell'elemento messo in in in rilievo da da formica che per toccare il sistema bicamerale sia necessaria un'Assemblea costituente
Ecco mi pare mi pare eccessivo perché poi alla fine
E che cosa resta di che è possibile fare attraverso cento il centotrentotto solo come dire diversi o che tante modifiche senza toccare il professor Lippolis magari
Senza toccare naturalmente addirittura la
Plausibile
Magari non auspicata ma plausibile abolizione di una delle due Camere insomma in quanto io se loro bisogna vedere se deve essere una
Polizia una trasformazione armonizzano trasformazione e l'onere voi state ragionando i di situazioni normali
Qui in di normare non c'è più nulla
Sono d'accordo e allora su questa base si possono stila chiare fino al lo smembramento dalla rottura che stesse strutture costituzionali perché questo e la situazione attuale vogliamo sentire il parere del professor pare proprio sorprese eretti professore
Sì dunque credo anch'io non non abbia senso parlare di assemblea costituente
Revoca integrale che è venuta fuori anche in passato ma giustamente
è stata contrastata perché naturalmente un'Assemblea costituente
Si sa quando comincia a lavorare ma non si sa quando finisce soprattutto che cosa avrebbe implementarla
I reality e i umbro soltanto poche battute io sulla legittimità di questo Parlamento lei che
Ricorrere in un precedente in quanto con un referendum dal novantatré
Il determina il passaggio all'assistenza prevalentemente maggioritario si è parlato il Parlamento particolarmente temporaneità rapidamente ed è andata subito a contare evidente
In quel perlomeno in una situazione come quella di oggi vedo che mi pare pertanto attesta la strada maestra
Seguire no reiteratamente niente in maniera Potì chiedesse impropria
Le sorti di questo Governo l'avviamento della Costituzione sono qualcosa di interesse sono due organi secondo me informare il problema dei competenti
Quindi dal punto di vista del metodo quello che si può criticare una riforma di questa rilevanza vinta il discorso del proposta dal Governo che dovrebbe occuparsi di altre cose
Sì sì questa dovrebbe essere una materia dispiegherà riservata alla competenza delle forze politiche sono rappresentate sicuramente ma il vero limite militare cioè il metodo intero possiamo spaventosi
è quello che lui ribadisce ogni volta e una riforma di questo genere
Comunque ci sia
Papà
Per ragioni indicate
Perché per non deve costare niente mostrato teorico un prodotto che costa di amministratore cioè cerchiamo su questo piano che è un po'più chiaro che è stato utilizzato anche nel dibattito sulla soppressione delle Province
Si sta dove si comincia ma non si sa dove si finisce per si potrebbe abolire anche la Camera dei deputati per quello che leggo olimpionico evoca io parlamentari o semipresidenziale ci siano non c'entra qui adesso che è il Parlamento l'affetto e della rappresentanza nazionale
Di questo stiamo parlando no Iberia unioni di Comuni ecco ispirazione della riforma di questo grande orientali
Il sistema costituzionale democratico
Nel testo codificando che la
Intenta una violenta che evidentemente in preda di risparmiare dei soldi in quanto al venti
Francamente difficile da digerire dei costituzionalisti martire il generale dei cittadini che abbiano un minimo di attaccamento alla vita democratica
è il professor Caretti da quanto da lei detto
Ma anche da quanto
Detto anche in maniera meno forse esplicitare in meno direi tarda sia da
Da di poli scheda lanchester mi confermano che in questa nostra conversazione c'è un convitato di pietra
Convitato di pietra è dato dai partiti politici cioè qui bisogna recuperare il ruolo dei partiti politici ma recuperare il ruolo di partiti politici significa recuperare
Le culture politiche Horri pensare più più direi più opportunamente per il ventunesimo del secolo le culture politiche
Però noi vediamo anche variamo anche un panorama in prossimità delle elezioni europee
Dove persino in Europa i vecchi schieramenti del ventesimo secolo del Novecento quinti Internazionale socialista Internazionale democristiana
Internazionali liberale si ripresentano come se il ventunesimo secolo presentasse gli stessi problemi Galileo che si possa stranieri resta il nostro diritto
Ascoltatori un articolo che può essere ritrovato un saggio che può essere trovato in linea
Sul sito dell'Economist
Sugo la situazione della democrazia non a firma sono sei le lunghe pagine dell'economicità del quale novantasei lana della scorsa settimana né in cui si sottolinea quello che
Non soltanto giusto pubblicisti ma anche
Scienziati della politica negli ultimi come quindici vent'anni hanno incominciato a mettere in evidenza che lo spostamento
Punto dei
I livelli di potenza
Ha fatto sì che l'Europa ma in generale i Paesi
Di tradizionale democrazia siano in affanno rispetto ad altri e che in due pilastri fondamentali egli intende del modello europeo lo stato sociale la democrazia rappresentativa sono molto affaticati rispetto ad altri per esempio a quello cinese o a quello di Singapore dove velocità non sto parlando dei mezzi
La velocità
Della preso delle decisioni e anche in una nel rapporto con il pubblico sono divenuti fondamentali ecco la ricostruzione
Dei partiti e necessaria ma può essere anche lunga e faticosa di fronte ad una
Crisi economica il sistema come la nostra ed è il problema è che quando non ci sono i partiti cioè il plebiscito questo è nella non sia stato di massa una costante dal mille ottocentoquarantotto
Con la Seconda Repubblica francese soprattutto l'ottocentocinquantuno cinquantadue per con il colpo di stato di Napoleone
Di Luigi Napoleone nel l'elemento essenziale e che c'è uno scivolamento quello sottolineato Damanaki ed altri verso non la le caratteristiche per ricitare ma soprattutto da noi
E quando si parla di sogni beh ci si può fare ammaliare pericoloso
Certo anche se Renzi dice che lui non vuole i sogni buone il progetti ma staremo a vedere non possiamo naturalmente soffermarci sull'analisi dell'esecutivo ma credo che questo negli ultimi dieci minuti di confronto di conversazione abbiano solleticato sollecitato Lippolis a pensare
Alla possibile tema per il prossimo quaderno cioè sul ruolo
Delle culture politiche sul ruolo dei partiti politici per il ventunesimo secco ma il tema è il suo è un tema di fondo della cultura istituzionale io quello che trovo alloggiavano trascritto
Che in Italia e non abbiamo avuto un processo di destrutturazione del sistema partitico e dei partiti che è stato molto più avanzato rispetto agli altri paralleli europei
Mi spiego meglio in Inghilterra conservatori laburisti
Liberali insomma pur per attraverso inevitabili personalizzazioni della leadership come ci sono state comunque con la Thatcher hanno mantenuto una loro identità
In Germania i socialdemocratici cristiano democratici hanno una loro una loro identità
Così in Francia gollisti e e socialisti
La mia impresa convinzione la mia personale opinione potrebbe agli anni e che in Italia c'è stato un tale
Rimescolamento per cui sono andate perse è andata persa qualsiasi identità dei dei dei partiti
E stato un processo molto diverso e devastante
Rispetto all'identità dei partiti rispetto a quello che è avvenuto in in altri i incassi in altri Paesi in altri in altri Paesi revisori sperò che è anche il lascito di manca caratteri
Riforme promesse
De
Beh io
Su questo qualche breccia io
Sulle riforme di tipo come dire istituzionale costituzionale lei o anche di onerate rene sociale
Di di struttura
Della produzione del Paese e della della capacità di saper valorizzare anche quelli che
Sono i meriti il made in Italy insomma un il senso di una un'azione che si costruisce attraverso anche le capacità
E la possibilità poi di portare a termine promesse più scuse elettorali che restano tali fino alla fine poi le ronde allora
Interessante anche per per concludere questa
Riflessione sulle trasformazioni del ruolo di Presidente camere individuare quando è successo questo e l'analisi di storia costituzionale e dica lei che né uscì dalla possibilità di riflettere che non è tanto il settantasei
Ma il sessantotto sessantanove quando la a proposta i la scommessa di centrosinistra che
è stata la prima ed unica scommessa riformista
In Italia ha fallito e da lì nei il processo di avvitamento del sistema politico-costituzionale italiano hai iniziato per il suo percorso che aveva portato
Verso il novantadue novantatré e poi nella seconda fase della storia costituzionale repubblicana a differenza di ciò che soli prendendo un'altra la presentazione quella
Del volume sul Weimar
Né che abbiamo fatto proprio qui a Radio Radicale a differenza del sistema tedesco che è riuscito non a includere tutte le forze e nello stesso tempo divenire un Paese normale
Le c'è e questo il problema evento non è non sono gli anni ottanta e novanta
In realtà il problema è alle radici degli anni sessanta come adesso aveva individuato anche Aldo Aldo Moro vi proporrei di fermarci qui e presso il perché credo anche con il consenso del nostro ospite collegato a Firenze il professor Paolo Caretti perché credo che
Abbiamo dato dei paradigmi per chi ci ascolta credo che lo abbia fatto certo in
S del problema che si
Pone in su questa tematica affrontata dal quaderno due mila tredici dei finanzieri le trasformazioni del ruolo dei Presidenti
Delle Camere a cura dell'associazione delle ricerche gli studi sulla rappresentanza politica nelle assemblee elettive pubblicato dalla casa editrice Iovene
Case editrice storica giuridica di Napoli grazie professor Lippolis
Grazie a voi rilevo l'esito che sempre gradito Lucilla cerimonia con la quale
Continuate sempre a seguirmi qui a Radio Radicale ci ritroveremo per il prossimo quaderno e perché no magari sarà anche per altre occasioni lo carisma
Grazie professor Paolo Caretti un possa criticato forse per via telefonica ma
Gran
Piemonte nell'Inghilterra caporione mi permetta di salutare i due colleghi e amici che sono allo studio certamente
I quali vi cambiano naturalmente grazie al professor
Fulco lanciasse ringrazio anche i tecnici di là dal vetro è naturalmente un ringraziamento mi si può dire che il professor Caretti e molto più bello
Allora perché la sua foto alcuno leghista Paolo ma la tua foto nettamente superiore alle nostre due figure medico quelle di video perché Mineo e al di sopra di tutti ma tu soffre Imamura andare d'un alone
Meraviglioso bene con questa conclusione non voglio dire altro perché altrimenti nominerei tutto saluto soltanto gli ascoltatori di Radio Radicale dando loro appuntamento a un'altra occasione
Grazie professor car