11MAR2014
intervista

Intervista a Massimo Lensi sull'VIII Congresso italiano del Partito Radicale Trasnazionale

INTERVISTA | di Sonia Martina RADIO - 18:06. Durata: 9 min 57 sec

Player
"Intervista a Massimo Lensi sull'VIII Congresso italiano del Partito Radicale Trasnazionale" realizzata da Sonia Martina con Massimo Lensi (consigliere della Provincia di Firenze, Misto).

L'intervista è stata registrata martedì 11 marzo 2014 alle 18:06.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Diritti Civili, Diritti Umani, Iscrizioni, Istituzioni, Nonviolenza, Partiti, Partito Radicale Nonviolento, Politica.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.
18:06

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Vai Radio Radicale abbiamo in collegamento telefonico o massimo Lenzi Consigliere provinciale radicale di Firenze buonasera Massimo vuole aprire abolirlo tutto allora sia vicina all'ottavo Congresso italiano del Partito Radicale Nonviolento da quanto tempo sei iscritto al partito radicale
Datata parecchie sono
La mia piena effetto neppure mille novecentosettantotto settantasette settantotto al partito radicale
Cosa ti è vicino
Come cosa ti ha vicino cosa ti appartato iscriverti attacco ma all'epoca accidente avevamo messo sono associazione
Io avrei messo Rossi che si occupava moltissimo
Dei problemi dell'affermazione di coscienza ovverosia da uno sviluppo del concetto di obiezione di coscienza in chiave RU europea
E era il tempo in cui Olivier Dupuis
Si consegnò alle autorità al in Belgio come disobbediente totale al servizio militare e ci fu tutta una campagna parla lì
Lentamente cercammo insieme ad altri compagni come Andrea tamburi rimane
Siamo collocati nel
Nella parte della Segreteria di Giovanni Negri se non vado errato nella prima nord sull'embrione di costruzione del partito radicale transnazionale
Che una lunga storia civile partimmo in piccole squadre i di due o tre persone in vari Paesi d'Europa cercare di
Di innestare illegittime le prime parole
Doti di una politica che unificante un po'tutti su
La ricerca degli Stati Uniti Europa io medica in Turchia
E Cicchetti per un lungo periodo altri andarono in Polonia e-mail Spagna in
In Germania e iniziamo a costruire lentamente
Quelle ipotesi del Partito Radicale transnazionale diciamo nella prima versione che era quella di
Fare degli iscritti e iniziare da degli iscritti a costruire poi delle politiche anche locali rivolte però sempre con lo sguardo uniforme alle politica del partito poi lentamente da lì
ICI fu tutta la
La storia della del tentativo di fare il congresso in gli ex Jugoslavia che anche all'epoca la Jugoslavia becco
Chiedemmo all'autorità di così grave noi ottenemmo ci fu il Consiglio federale Malta Slovenia Bochini poi congresso di Budapest e poi da lì tutta un'altra avventura invece
Per costruire un partito fatto anche di deputati di
Persone rappresentanti le istituzioni delle pelli raggiungendo anche dei dei punti di arrivo notevoli io mi ricordo in
Un anno avevamo circa quattrocento iscritti fra deputati e senatori in giro per tutta Europa con particolare attenzione a Paesi dell'est
Europa
Mettemmo sulle sedi a Budapest ma anche a Tirana Zagabria parziale a Mosca
Avevamo dei punti di riferimento in altre parti d'Europa insomma era costruito una rete sostanzialmente che ci dava anche l'opportunità di
Far presentare a questi nostri amici iscritti al partito mozione documenti me Parlamenti come si diceva all'epoca alla stessa ora lo stesso giorno su temi che avevano rilevanza
Per noi e importanza strategica che si parlasse delle del Danubio e dei problemi dell'inquinamento del Danubio un fiume che avevamo preso anche un po'come
Metafora per far capire l'importanza delle politiche sovranazionali Ovo
Inutili di tematiche come quelle
Sulla costruzione di nuovi istituzioni europee e altri ancora insomma era un
Uno grosso sforzo organizzativo che aveva dato i suoi frutti
Credo anche abbastanza è importante e che aveva dei punti di caduta in congressi
Che organizzavamo e Consigli federali che organizzavamo in giro per questo rotonda da Gerusalemme dove svolgevano storico
Consiglio federale mi ricordo per Israele negli Stati Uniti d'Europa con una
Intensa campagna di promozione di questo Consiglio federale fino
A quello già citato in altra Slovenia ma
Altri episodi che ci sono stati in questa avventura che ieri ha visto il Partito radicale a cavallo fra
Negli anni Novanta fine mille novecento
Le infine ottantanove novanta fino
Al due mila un momento di centralità e tutto iniziò con queste
Spedizioni Metelli dell'estate quando ancora c'era
Il il muro
Per così dire prendere contatti con tutte le opposizioni
Incida per questo Europa chi prendeva contatti con Solidarność con Volsci poco in Polonia che con la fideiussione venne Ungheria
Con le opposizioni democratiche come la ed esce chi come me altri e diremo in questi anni una
Una interessante anche esperienza perché
Vedremo nascere le democrazia in Occidente con tutti i problemi che noi già all'epoca dicevamo come quelli che
Vediamo oggi sotto gli occhi di tutti Ucraina quel certo sentisse
Secondo te oggi no probabilmente ancora più di ieri quali sono le ragioni per iscriversi al partito radicale
Ma le Regioni sono tantissime
E oneri ora come né come ricordato giusto sto svolgendo la metti vita istituzionale a Firenze ma da tanti anni da dieci anni come consigliere provinciale e non c'è giorno che passa che io non attenta
La grave crisi che le istituzioni quella che Pannella Marco Pannella chiama la putrefazione di un sistema
Che è nostra italiana con caratteristiche italiane ma che è di fatto un appello
Europea sempre per citare Marco
Ed è questo una delle ragioni costitutive della cultura radicale e che l'essere radicale farvi delle Regioni e le speranze anche all'interno del concrete fare fronte
Rispetto a problemi e che sono
Di fatto
Quotidiani nella vita quotidiana di qualsiasi cittadino e che si parli di libere tre ricordando tali da lei lama e la sua richiesta di autonomia con la libertà dei cinesi ma che si parli anche di delibere
O di un Consiglio provinciale il tratto che accomuna elenchi infatti pur lontani pur distanti sia a livello teorico che a livello della quotidianità c'è una
Decelerazione un degrado istituzionale molto pericoloso che a mio avviso può portare anche
A fatti e venti che
Ci porta indietro di un secolo ad hoc diciamo un periodo prima guerra mondiale precedente alla prima guerra mondiale il le ragioni sorti iscriversi al partito radicale di farle militanza e locale
Con la non violenza è quello di impedire
Il il
Lo
Il degrado completo a quel punto veramente faremmo senza reti e credo che una delle poche forze che ancora
Felicità in forma non violenta nel Ghana a questa degenerazione delle istituzioni che siano locali che siano internazionali e il Partito radicale nella sua forma
Di oggi che certamente bisogna essere ricostituita rafforzate di trovare
Altri rilievi esplorare altre situazioni
E che che non quelle del passato anche senza ricordare il passato e senza avere negli occhi quello che abbiamo fatto ma guardando al futuro con le forze che abbiamo
Cosa ti aspetti dalla dal prossimo congresso
Una scossa vitale ecco sostanzialmente un messaggio che si era
Profondo semplice ma che possa
Riattraversare come abbiamo fatto in altri periodi la nostra storia confini e coscienza
Difficilmente oggi se continuiamo a
Mantenerci su un livello di attenzione
Che sporadico volte o che comunque mantiene nella difficoltà organizzativa una sua teoria io credo che
Non riusciremmo più bisogno di concentrarci su la semplicità direbbe
Problemi pagina non violenta
E credo che mettere insieme uno stesso concetto elitaria i lama
Il we curi insieme al degrado delle istituzioni e già possa comporre un quadro di avvicinamento per molti e anche di curiosità riportante la semplicità del messi
Faccio
Ed è lì sotto gli occhi di tutto sono le le le
Le istituzioni che non reggono più all'urto di una tumefazione esistente di fatto e e normalizzata anche da chi governa l'Italia piuttosto che agli altri Paesi piuttosto che l'Europa ove le e le istituzioni internazionali che non esistono assolutamente che non producono quello che non abbiamo sempre cercato di far vivere c'è una comunità e delle democrazie nel mondo
Bene grazie a Massimo Lenzi grazie a voi