12MAR2014
stampa

PD: presentazione della proposta di legge in materia di congedi per la formazione continua

CONFERENZA STAMPA | ROMA - 15:00. Durata: 33 min 41 sec

Player
Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "PD: presentazione della proposta di legge in materia di congedi per la formazione continua" che si è tenuta a Roma mercoledì 12 marzo 2014 alle ore 15:00.

Con Monica Gregori (deputato, Partito Democratico), Cesare Damiano (deputato, Partito Democratico), Annamaria Parente (senatore, Partito Democratico), Carmelo Lentino (consigliere vicario del Direttivo del Forum Nazionale dei Giovani).

La conferenza stampa è stata organizzata da Partito Democratico.

Tra gli argomenti discussi: Costituzione, Crisi, Diritti Sociali, Economia,
Flessibilita', Formazione, Fornero, Governo, Impresa, Istruzione, Lavoro, Mercato, Occupazione, Renzi, Riforme, Scuola, Universita'.

Questa conferenza stampa ha una durata di 33 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

15:00

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buonasera a tutti grazie per essere presenti a questa alla presentazione
Di questa proposta di legge
Che vede me come prima firmataria insieme a Cesare Damiano e all'onorevole Ribaudo che tra poco ci raggiungerà
Una proposta nuovi pensiamo molto importante in quanto il Governo Renzi è subito partire dal tema della scuola e quindi
Questo se questo significa anche dalla formazione
E ecco per me un piacere presentare questa proposta insieme alla senatrice Anna Maria parente capogruppo della Commissione lavoro di Palazzo Madama
A Carmelo lentino del Forum nazionale dei giovani e tra poco ci raggiungerà anche l'onorevole Cesare Damiano Presidente della Commissione lavoro
Una
Allora dei dati dai dati recenti dell'Istat
Sul capitale umano si evince la necessità di intervenire per rilanciare la formazione all'interno del ciclo lavorativo
Per riqualificare e cercare intercetti di intercettare gli standards europei
E adeguarsi all'attuale mercato del lavoro in quanto l'ultima l'ultimo intervento legislativo in merito
Fu fatto nel due mila proprio con la legge cinquantatré che noi vogliamo modificare con questa proposta
E nel merito proprio l'articolo cinque
Potremmo introdurre una maggior flessibilità dei congedi dei congedi per la formazione e favorire un utili se questo strumento a tutti i lavoratori garantendo comunque livelli di efficacia e di e di produttività di impresa e di amministrazione
Allora cosa prevede la proposta di legge
Prevede tre punti fondamentali il primo è la diminuzione del
Della soglia di anzianità disservizio
Che è l'elemento che permette al lavoratore di chiedere il congedo la legge attuale né chiede cinque noi scendiamo a due anni
Poi estendiamo
Il secondo punto all'estensione del congedo a ventiquattro mesi per la formazione frazionata
Frazionata significa che il lavoratore prende un mese di congedo dal posto di lavoro rientra e dopo trenta giorni può tornare nuovamente in Congedo
Infine si aggiorna quindi si estende
La nozione di congedo per la formazione modificando il comma due con la Giunta
All'apprendimento permanente di natura formale non formale ed informale
Questo cosa Porta a Porta sicuramente ad adeguarci all'attuale mercato del lavoro come dicevo in premessa e rispondevo sia i principi dell'articolo trentacinque
è arrivato l'onorevole Damiano buonasera
All'articolo trentacinque secondo comma della qua della Carta costituzionale che cura la formazione ed elevazione professionale
Sull'articolo ha un doppio valore il primo da un supporto alle esigenze delle imprese il secondo prevede la formazione come uno strumento
Per ultra utile per realizzare appieno lo sviluppo della personalità umana rendendo effettivo il diritto al lavoro
E quindi applicando sostanzialmente l'articolo quattro
Della Costituzione
Da lì la legislazione ovviamente sulla formazione sui congedi si è ampliata l'articolo centodiciassette della Carta costituzionale DAP tutti alle Regioni al fine di realizzato un raccordo con le specifiche caratteristiche riproduttiva allo produttive locali
E questo lo fa attraverso la legge quadro otto quattro cinque del mille novecentosettantotto
La quale delinea un quadro legislativo ed amministrativo tutto questo è stato ampliato con la legge del mille novecentonovantatré numero duecentotrentasei
Con interventi di formazione continua che prevede un adeguamento un miglioramento delle competenze professionali dei lavoratori
Proprio considerando le continue trasformazioni dei modelli organizzativi e tecnologici quindi ampliando di fatto la formazione che prima si fermava al semplice diploma o alla laurea
Fino ad arrivare alla legge cinquantatré quella che noi vogliamo modificare
E modifichiamo praticamente gli articoli
L'articolo cinque sei dove
Questi due articoli danno le direttive per i congedi della formazione e quindi
L'anzianità di servizio come ho detto in precedenza che occorre per
Chiederei questo congedo
Poi usufruire
Del Congedo da undici a ventiquattro mesi quello che dicevamo prima
E poi vede diciamo stabilisce la percentuale di lavoratori che possono chiedere all'interno di questa azienda congedi di formazione da qui il quadro è poi completato i contratti nazionali che danno altre direttive per quanto riguarda i tempi di richiesta
E e le ore che devono essere concesse alla alla lavoratore sui congedi
L'ultima parte chi è stata affrontata l'ultimo diciamo l'ultimo l'ultima staffetta al dove siamo arrivati è stata quella della legge Fornero che discipline definisce i principi basilari sull'apprendimento permanente
Questo istituto merita particolare attenzione da tutti gli addetti ai lavori ma soprattutto dall'impresa e che ne gioverebbero in termini di produttività di competenza ed innovazione
Infatti poi la legge fornendo all'ulteriore ampliamento inserendo la formazione formale non formale ed informale
Formale iscritti istruzione formazione universitaria ed artistica non formale la scelta della persona ad aderire comunque a corsi di formazione che vanno al di là di quelli aziendali informale è l'apprendimento
Che proviene dagli azioni di vita quotidiana questo al fine di migliorare la conoscenza capacità e competenza
Di una prospettiva personale civica sociale ed occupazionale
Con la crisi bisogna dire che le partecipazioni a corsi di formazione finanziati e svolti dalle aziende sono diminuite sono invece aumentate le partecipazioni I corsi promossi dalle Regioni
Questo perché le Regioni utilizzano questo come uno strumento di politica attiva per promuovere l'occupazione
Ma ancora oggi non funziona appieno intanto
Vediamo i dati che un milione centosessantadue mila persone hanno ricevuto la formazione a livello regionale a fronte invece di centotrentotto milioni
Di persone che non hanno ricevuto alcuna formazione
In più abbiamo un altro problema che è quello che solo il ventisette per cento e delle aziende fanno l'analisi dei fabbisogni sappiamo e abbiamo poi le differenze tra le realtà aziendali per dimensione territorio e settore
Comunque i gestori delle risorse ed è per la formazione hanno sempre adottate degli strumenti
Ho letto contro contro la crisi come i fondi paritetici interprofessionali infatti negli anni due mila nove due mila due mila dieci
Sono stati stanziati sessanta settanta milioni e centotrentacinque strada signor io ogni e centotrentacinque sono stati destinati ad aziende in crisi in particolare ai lavoratori temporaneamente sospesi
A collaboratori a progetto o apprendisti questi fondi hanno permesso un'offerta formativa
A un milione duecentottantotto mila persone coinvolgendo trentadue mila e cinquecento imprese
Tutto questo come già detto è importante perché
E ci si adegua alla legislazione attuali del mercato del lavoro che permetterebbe così di non escludere più le persone nei percorsi formativi
Diciamo che con taccia auguriamo di incardinare questa proposta di legge che è stata presentata qui alla Camera in tempi
Congrui e poi passarla ovviamente al Senato
Io adesso vorrei lasciare la parola all'onorevole Cesare Damiano
Ha così resta salvo
Io volevo un po'ascoltare
Bene buongiorno tutte e a tutti ma io dirò pochissime parole perché Monica USA
Illustrato
Il senso della proposta naturalmente
Io credo che vadano
Colpi due punti
Il primo
E quello di
Aiutare l'idea di una formazione continua del lavoratore
Con questa proposta si vuole in qualche modo agevolare questa tendenza alla formazione
Non richiedendo particolari anzianità di servizio si parla di almeno due anni quindi una soglia inferiore a quella precedente
E si fissato un periodo non superiore a undici mesi continuativo o frazionato nell'arco della vita lavorativa
Per
A vedere questo accesso la formazione naturalmente tutto questo risponde
All'esigenza dia vere personale
Aggiornato rispetto all'incalzare dell'innovazione di carattere tecnologiche metodologie organizzative e quindi un valore aggiunto di formazione individuale che può sicuramente
Aiutare
Il lavoratore nella prestazione e l'impresa dal punto di vista della crescita della produttività e della qualità del lavoro
Secondo punto che volevo ricordare questo giustamente il testo di legge
Fa riferimento ha un diritto molto antico quello dello Statuto dei lavoratori e quindi alla legge venti maggio mille novecentosettanta dalle trecento che molti errori
Hanno ovviamente
Diciamo trattato direttamente magari in un'attività lavorativa oppure conosciuto attraverso G studi
è un articolo molto importante ripeto antico con una vecchia rivendicazione del movimento operaio quella di avere la possibilità di far crescere la cultura dei lavoratori
Quando parlo del mille novecentosettanta naturalmente parlo di un periodo
Molto lontano nel tempo
Chi era calcolato adeguato a quel tipo di lavoratore nella mia esperienza di giovani sindacalista all'epoca voglio solo ricordare per coloro che sapessero questa informazione
Che con le cosiddette centocinquanta ore di diritto allo studio
Contenute nel contratto dei metalmeccanici dell'epoca moltissimi lavoratori metalmeccanici
Che non avevano ancora conseguito Laterza in media conseguiremo quel diploma di terza media fu un elemento
Il grande conquista morale e civile di studio saper leggere sapete scrivere saper far di conto
Così come
Sempre con mille centocinquanta ore di Tito lo studio che diventano poi con i contratti successivi duecentocinquanta ore messe dall'azienda alle quali si aggiungevano ovviamente
E quali ore messe a disposizione dal lavoratore moltissimi conseguiranno anche la possibilità di a vivere degli
Momenti di formazione presso le università che si attrezza no in modo adeguato proprio per recepire questa nuova domanda di formazione
Era il tempo in cui si diceva che anche un metalmeccanico può imparare a suonare CTO Lino naturalmente sono tempi antichi lo ripeto oggi non abbiamo questi problemi ci accontentiamo di
Avere la capacità attraverso l'alternanza studio lavoro di una buona
Formazione professionale applicata anche all'attività che si svolge quindi
Il senso di questa proposta mi sembra abbastanza semplice chiaro forte si inserisce in un filone di ragionamento che vuole anche favorire la cosiddetta alternanza scuola lavoro recentemente abbiamo lavorato come Commissione lavoro per far sì che nel decreto dell'ex ministro carrozza della pubblica istruzione
Il decreto centoquattro ci fosse una norma che consente ad esempio
Di
Utilizzare Giovanni dell'ultimo biennio della scuola secondaria superiore
Per attività di e lavoro e di orientamento dirette in azienda proprio per avere un legame fra il momento della formazione il momento del lavoro piuttosto che avere un distacco fra questi due momenti
Consegnare il lavoratore un diritto più robusto
Di studio di formazione di approfondimento formale non formale e informale che sia
Nell'ambito della propria attività di lavoro credo che
Fadda in questa direzione in una direzione di formazione permanente che assolutamente adeguato alle caratteristiche richieste poi all'adeguamento dei lavoratori l'evoluzione della moderna impresa
Io mi
Qui perché
Siamo in tanti poi qualcuno di voi vorrà sicuramente
Fare alcune domanda è questa proposta che è nata per impulso del onorevole Gregory green Baudo abbia visto volentieri diciamo partecipe grazie
Grazie grazie cessare del del tuo contributo come come sempre molto prezioso verso lascerei la parola ad Anna Maria parente
Va bene grazie Monica io ringrazio penso da tempo che stai lavorando su queste cose veramente molto importante il lavoro che Monica concesse le convivranno dallo fa tornare
Alla Camera io mi ricordo non mi ricordo lo statuto del
Dei lavoratori ma mi ricordo quando abbiamo concepito e portato a casa la legge che si propone di migliorare che è quella del d'l'otto marzo del due mila
Perché penso che sia stata una legge molto innovativa che guardava anche al futuro veramente della possibilità
Di come si
Può essere nei luoghi di lavoro
Perché i contesti contiene sia le famose congedi parentali quindi il sostegno alla cura sia il pezzo sulla formazione di cui stiamo discutendo oggi e sia il coordinamento i tempi della città
è una legge direi in tutti questi giornate voi ce l'abbiamo la hall alle quattro con un'altra questione sulla legge europea quindi
Azzarda a dire che questa è una legge intanto di sistema perché ce ne son poche ultimamente io su una nave esperienza parlamentare punto
Quando mi riferivo alla legge del due mila era perché la mia esperienza precedente di sindacato e è una legge molto femminile infatti porta una data simbolica l'otto marzo del due mila
Perché conteneva non a caso conteneva sostegno alla cura concitazione lavoro famiglia formazione e tempi della città
Purtroppo ribadisco credo che sia una delle ultime leggi quadro una delle ultime leggi innovative ultimo una delle ultime leggi che guardava la qualità del lavoro è di grande innovazione io credo ce ne sarà non so se
Che in quattordici anni ne siamo tornati un po'indietro rispetto al percorso atto dagli anni Settanta lo Statuto e lavorato certo ci sarà la crisi
Siamo nel due mila e sette investiti in una crisi molto forte ma proprio per questo noi ci dobbiamo occupare di formazione continua di apprendimento siamo India utilissimo in Italia al come in tali da anche
Responsabilità di tutti i soggetti a delle istituzioni sindacato e parti sociali
Monica riferiva alcuni dati se guardiamo i nostri colleghi europei quei dati di noi siamo in fondo
Sulla formazione continua e sull'apprendimento permanente chi parla oggi non c'è al centro del dibattito pubblico le questioni della formazione continua e dell'apprendimento permanente eppure noi abbiamo
Per uscire da questa crisi noi abbiamo due problema e due i temi da discutere oggi poi sarà presentato piano per il lavoro del Governo
Abbiamo la questione la creazione di lavoro da parte e
E subito dopo a mio avviso c'è la questione di come si rafforzano i lavoratori sia i giovani che tra mercato e lavoro sia quelli che lo perdono come si rafforzano soltanto
Con un sistema permanente continuo che rafforza le competenze continuamente le competenze dei lavoratori delle lavoratrici questo per questo la alle proposte di legge
A prima firma Gregori non assolve valore in sé di migliorare la legge due mila ma ha un valore ancora più generale quello di portare all'attenzione il tema della formazione continua dell'aggiornamento del del apprendimento noi abbiamo una legge quadro che ci si
Riguarda lo ricordava Monica la formazione continua la formazione dei lavoratori eh prevista da un da un articolo della legge la Costituzione
Questo è fondamentale per per capire l'impegno anche che dobbiamo avere ulteriori rispetto a questi temi è una legge settantotto da forme azione prof quella che citava passata in parte sono stato in parte da aggiungere pezzi legge novantatré come ricordava Monica
Ma anche lì probabilmente sicuramente ci dovrà essere un impegno nostro ossia de dei parlamentari sia delle istituzioni sia delle parti delle parti sociali per mettere veramente un'attenzione
Su su questo tema quindi io chiudo naturalmente quando questa legge
Andrà al Senato sono Capogruppo la Commissione
Lavoro quindi faremo in modo adesso faranno il lavoro la Camera però dobbiamo fare un po'di Cassino scusate il termine perché non è facilissimo mettere all'ordine del giorno
Cioè far mettere in discussione al Parlamento disegni di legge d'iniziativa parlamentare perché
Finora abbiamo
Discusso diciamo soprattutto decreti legge provenienti dal Governo adesso il Governo Renzi comincia adesso quindi
Vediamo cosa succede mi pare che si orientano presentare non decreti legge Ahmad disegni di legge o al limite legge-delega però è molto difficile una delle questioni più complicate di questo
Di questo di questi ultimi anni che fa parte la ma anche delle questioni delle cose che sono successe si svilisce anche questa parte e che ci sono purtroppo pochissime leggi iniziativa parlamentari che vengono messe
All'ordine del giorno in maniera veloce come si meriterebbero
Quindi penso che dobbiamo fare anche un'azione congiunta anche grazie a voi Vedomosti esponenti delle parti sociali di insistere e di anche diciamo l'opinione pubblica all'esterno può aiutare lavoro nostro parlamentare
E che questa ecco e questa proposta di legge venga messa a calendario nel più breve tempo possibile e con l'impegno che
Anche nell'opinione pubblica ne facciamo un lavoro vero e serio su come questi temi vengono messi all'attenzione prioritaria e che non siano sempre
Diciamo relegate agli addetti ai lavori perché così non è perché se non ci occupiamo di formazione continua di aggiornamento
Di di
L'apprendimento permanente credo che non riusciamo a uscire da questa crisi profonda che attraversa l'Italia grazie
Grazie Anna Maria sicuramente come
Come oggi ho ricordato anche io prima e come dicevi tu l'impegno quello proprio di discutere con il Governo con il partito caratteri proprio l'attenzione sulla formazione
E in quanto questo permetterebbe sotto alcuni punti di vista di aiutarci ad uscire dalla crisi e rimettere e quindi io credo sia fondamentale rimettere il tema della formazione come uno dei punti centrali dell'azione di governo
Ora per l'ultimo intervento passo la parola Carmelo lentino Consigliere vicario del Forum nazionale giovani
Grazie io sono veramente brevissimo perché il chi mi ha preceduto ha illustrato molto bene il
Disegno di legge
Io mi volevo focalizzare solo su due aspetti ha ricordato
L'onorevole Damiano il
Principio e l'alternanza scuola lavoro che sicuramente
Molto importante in questo caso verrebbe quasi da dire l'alternanza lavoro scuola
Diciamo perché si parla di chi ha già
Appunto un posto di lavoro e vuole andare nella direzione di una formazione di una apprendimento permanente ma principio su cui come Ford abbiamo lavorato in questi anni anche
Attraverso l'aiuto forum ragionando su quella che era la direttiva del nel Consiglio europeo del dicembre del due mila dodici proprio sulla convalida della
Formazione non formale informale è appunto il fatto che la legge preveda
Di concedere questi congedi parentali questi concetti
Formativi anche per chi
Intende appunto
Ragionare sulla sono educato che sia di natura formale non formale o informale è un principio che a livello europeo già abbastanza consolidato affermato invece una cosa con su cui ancora il nostro Paese deve molto
E lavorare gli altri due aspetti sicuramente migliorativi cioè quello dell'abbassamento
Della durata diciamo della
Contratto da cinque a due anni e quello dell'estensione a ventiquattro mesi ulteriormente praticamente della una possibilità di di ottenere questi concetti sono sicuramente degli aspetti
Migliorativi che insomma ci fanno ben sperare
Una delle cose su cui probabilmente bisogna lavorare appunto quello di farli approvare il Parlamento della sua funzione legislativa e quindi fare in modo fare in modo che la diciamo di sì le proposte di legge in questo caso non restino proposte di legge
Lì ferme ma che appunto possano vedere presto una calendarizzazione nei lavori diciamo delle Commissioni e poi di di conseguenza anche in quelle dell'Aula
Per per questo da parte nostra per quello che potremmo
Essere utili siamo ovviamente anche a disposizione
Come piattaforma è un
Un disegno di legge di cui avevamo già discusso con l'onorevole Gregorio in
Alcuni incontri che abbiamo avuto nel nemesi passate che ovviamente ci vede niente
Favorevoli perché va a dare
A riconoscere appunto di principio formativi
Importanti che sicuramente sono molto importante anche per i giovani che se no si affacciano al mercato del lavoro perché sempre più spesso sono costretti anche a
Accettare diciamo offerte lavorative che non sono proprio quelle della formazione che hanno
Per cui hanno studiato una formazione che hanno ricevuto negli anni precedenti e quindi anche questa queste ulteriori previsioni sono sicuramente importante
Grazie
Grazie grazie Carmelo ora non sa se qualcuno vuole fare delle domande
Ci sono
Va bene è attracco
Non solo perché una cosa so che nel
è una proposta di legge di Statuto dalla voluto non ritornano c'erano dei riferimenti questo tipo però volevo sapere intanto credo sia molto apprezzabile il lavoro che avete fatto speriamo appunto che
Data una proposta di legge si si riesca ad andare avanti e farla diventare una legge vera e propria perché sicuramente c'è bisogno
Nel continuo cambiamento dell'organizzazione del lavoro delle imprese nell'avanzamento tecnologico nel
La globalizzazione nella sfida sempre più legata alle competenze che
La manutenzione e l'aggiornamento delle competenze sia costante nell'arco del tra vita lavorativa e che anche le impresa vengano abituate a
A pressare questo sforzo che altrimenti
Niente cioè molto spesso in Italia viene considerato un problema più che un più che un un valore una risorsa quello che volevo chiedervi è sempre state pensando anche e relazione quello che si detto poco fa di
Provare a proporre dei
Delle altre proposte le altre soluzioni anche per coloro che hanno altri tipi di lavoro
Chi a partita IVA che ha collaborazione chi
Fa altre attività che oggi è spesso fuori completamente dalla processo formativo non solo di aggiornamento
Su una volta finita la il percorso scolastico formale università uno o si pagherà solo la formazione o
Rimane fuori dall'aggiornamento professionale
Siccome questo è un problema non di poco conto in una società che sempre di più sta usando queste modalità di lavoro
Volevo chiedere sta pensando di provare ad aggiungere a questa lodevole proposta di legge anche qualcosa che riguardi queste persone
Allora diciamo che questa proposta di legge era stata pensata inizialmente proprio per quelle terzo per quei lavoratori che in realtà avevano dei contratti che venivano esclusi dalla formazione però qui c'è un aspetto
Un aspetto che purtroppo sotto quel punto di vista lascia un po'frenati e cioè noi abbiamo il filo del rasoio che è quello della parte legislativa e della parte della contrattazione con i sindacati quindi ovviamente
Te l'uno non può prevalere sull'altro e viceversa e pertanto però oggi noi abbiamo potuto fare questo se poi dall'altra parte si parla di ragazzi che hanno concluso il loro percorso di studio oppure ragazzi che hanno avuto contratti a termine a partita IVA e quant'altro ricordiamo anche che oggi noi come Commissione lavoro e intima al forum nazionale abbiamo lavorato moltissimo sulla garanzia giova ogni e che comunque stiamo portando avanti questo questo importante lavoro perché anche voglia un altro strumento che va a vedere da un lato la formazione e e la riqualificazione dell'altro una occupazione
Quindi questi sono due aspetti importanti è ovvio che su a ragionare su coloro che oggi sono ancora fuori
E stanno come dicevo prima su quel filo tra la contrattazione nazionale e la parte legislativa
è ovviamente alla nostra attenzione anche perché io penso che una volta incardinata questa proposta di legge sicuramente verranno avverte delle audizioni con tutte le parti sociali e con i sindacati e quindi si inizierà anche discutere nel me
Capito di di queste idee di di di di questa parte che lei comunque oggi poneva alla nostra attenzione

Musulmani
Era in relazione a quello che diceva adesso Davide Imola
C'è una parte
Legata alla formazione che può attenere ad un profilo legislativo poi c'è una parte che può
Riferirsi ad un profilo contrattuale naturalmente
Quando parliamo di formazione possiamo parlare di tante fattispecie di formazione ci può essere una farlo formazione di carattere culturale una formazione carattere professionale
Può esserci
In sostanza qualcosa di direttamente legato all'attività o cose di sganciato dall'attività
Voglio fare un esempio pratico se noi pensiamo ai lavoratori
Diciamo extracomunitario che migrano in Italia per il lavoro
E alla loro difficoltà di inserimento perché non mi hanno la padronanza della lingua italiana e la difficoltà di
Attuare le regole del lavoro non avendo la padronanza della lingua o soltanto la sicurezza sul lavoro perché non ci sono i cartelli scritti in tante lingue
Ad esempio se il movimento sindacale si proponesse per una nuova stagione del terzo millennio di riconvertire le vecchie centocinquanta duecentocinquanta ore di diritto allo studio che
Sono un diritto ormai inerte perché nessuno ha più bisogno di conseguire il diploma di terza media abbiamo una mano d'opera iter
Diciamo acculturata addirittura c'è una sfasatura inversa che la richiesta delle imprese e di minor futura questo è il paradosso che la situazione italiana
Sì sì riconvertirsi se queste norme monte ore teoricamente ancora a disposizione i contratti nazionali in un monte ore che viene devoluto sia per la formazione di carattere professionale culturale o per l'apprendimento della lingua italiana per i lavoratori stranieri extracomunitari questa sarebbe una
Lodevole azione di carattere sociale che
Abbinata
Alla altrettanto lodevole iniziativa dell'onorevole Gregorio potrebbe dare
Un impulso a questo
Insieme lavoro formazione continua che sicuramente e ha dato anche interpretare meglio l'evoluzione del sistema impresa non è più la vecchia impresa ardua impresa moderna flessibile e dinamica su cui dobbiamo tener conto
Se ci sono altre domande
Non ci sono domande quindi non ci sono risposte quindi
Possiamo dire che
Sì sì bene e rassegnazione fu grazie tutte