13MAR2014
intervista

Intervista a Giovanni Venturi sulla vertenza delle acciaierie Lucchini di Piombino

INTERVISTA | di Stefano Imbruglia RADIO - 16:24. Durata: 11 min 32 sec

Player
Giovanni Venturi - coordinatore nazionale siderurgia della FIOM-CGIL - ci parla dell'incontro avuto con il vice ministro De Vincenti nel quale l'esponente di governo ha illustrato ai sindacati le manifestazioni di interesse giunte al Ministero dello Sviluppo Economico per rilevare le acciaierie Lucchini, che occupano circa 2.500 lavoratori.

"Intervista a Giovanni Venturi sulla vertenza delle acciaierie Lucchini di Piombino" realizzata da Stefano Imbruglia con Giovanni Venturi (coordinatore nazionale Siderurgia della FIOM, Confederazione Generale Italiana del Lavoro).

L'intervista è stata
registrata giovedì 13 marzo 2014 alle 16:24.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Acciaio, Ambiente, Economia, Energia, Governo, Industria, Investimenti, Lavoro, Lecco, Lucchini, Ministeri, Occupazione, Piombino, Produzione, Siderurgia, Sindacato, Societa', Sviluppo, Tecnologia, Torino, Tunisia.

La registrazione audio ha una durata di 11 minuti.

leggi tutto

riduci

16:24

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale torniamo ad occuparci della vertenza della Lucchini nella dell'acciaieria di Lucchini di Piombino che questi giorni somma da siamo arrivati a le prime manifestazioni di interesse ufficiali e non cerchiamo un po'di capirne di più facendoci raccontare da un testimone oculare che qualche giorno fa
Ha incontrato il sotto sedici Ministro De Vincenti che ha illustrato le proposte sono arrivate per l'acquisto delle gli stabilimenti l'Kimi di Piombino e nostro interlocutore Giovanni Venturi coordinatore nazionale ANCI Perugia FIOM-CGIL benvenuto Venturi
Grazie buongiorno allora voi qualche giorno fa lei insieme agli altri sindacalisti avete incontrato il viceministro De Vincenti che vi ha illustrato sono quelle come delle proposte che sono arrivate per l'acquisto della
Gli stabilimenti di Piombino ecco insomma cosa
Ci illustri quello che gli ha detto
Beh intanto l'incontro è servito per a scongiurare quello che era lo scenario peggiore che ci potesse presentare e cioè il fatto che
Dopo la chiusura della fase delle manifestazioni di interesse non vincolante si potrebbe prospettare sullo un po'inchini un'assenza di manifestazioni appunto di interesse
In verità ci siamo trovati di fronte a
Scenario diverso uno scenario nel quale
Sul tavolo del Ministero dello sviluppo economico sono pervenute nove offerte non vincolanti ci sono
Si parlasse di tre giusto
Ma appunto diciamo trovarsi o di replicare a moltiplicare le offerte
Nuove offerte non vincolanti due di queste riguardano esclusivamente sito di lecco quindi stiamo parlando oggi un sito che fa laminazione affretto
Altre sette riguardano Piombino e il resto dei siti ma
Per due di queste
Fondamentalmente il riferimento è l'interesse su più amplino riguarda sulle cokerie ieri
E quindi diciamo che per quanto riguarda quelle di maggior significato possiamo
Circoscrivere le offerte reali a cinque
Cinque offerte reali che si riferiscono ai complesse vorrei degli stabilimenti che il Gruppo Lucchini escluso ovviamente Trieste del quale
Si è avviata una procedura di gara internazionale a parte dicevo quindi cinque offerte sul complesso degli impianti del Gruppo Lucchini
Dunque
Sul corso errate in realtà soltanto una riguarda
Il complesso cioè riguarda capillare riguarda l'area a caldo di Piombino e i laminatoi di lecco e di condurre in Provincia
Di Torino
E tutti sappiamo insomma
A chi ci riferiamo nel senso che questa è l'altra la manifestazione di interesse è stata prodotta
Da da Snc cioè un po'di tunisini che praticamente onorevole rotatorie
Bilaterale quella no no noi coi quali ad ascoltatori che a differenza delle altre offerte dovrebbe mantenere inalterata all'occupazione onde del personale insomma ben pervadere me lo dovrebbe fare
Se dovesse essere confermate dovessero essere confermate le indiscrezioni sul piano industriale di SM ci e l'impatto occupazionale dovrebbe essere tale per cui
Non solo sono confermati gli attuali livelli ma probabilmente
Nel medio termine si potrebbe pensare anche ad uno sviluppo di quei piedi quei livelli occupazionali
Mentre invece le altre quarto offerte
Sono quattro sette che
Pagliaccio lo dalla lamenta un interesse sul polo della laminazione Alfredo
Che riguarda appunto gli stabilimenti di condono edile come per una parte
Il laminatoio di di Piombino
E da questi potrebbero derivare alcuni possibili sviluppi ma ovviamente stiamo parlando
Di piani industriali così come sono passi nella definizione della dell'offerta che avrebbero dal punto di vista occupazionale comunque
Impatti molto molto negativi quindi è chiaro che
Noi abbiamo al momento uno scenario in cui dal punto di vista delle prospettive industriali e dei piani occupazionali la la l'offerta che sta in campo che
Dico dovrebbe e potrebbe rappresentare una soluzione positiva è quella lì Snc però donne dove vuole spiegare fra gli ascoltatori articolo giustamente noi dice esistano festa
Alle tante diciamo così però ricevuto perché si utilizza il condizionale
Accessibilità associativo però io mi senta critiche ma il condizionale perché del Norlevo certe che complessivamente sono arrivate
Otto di queste offerti che non sono che il tutto complete dal punto di vista documentale
Cioè con una gradazione diversa otto di queste nuove offerte compresa penale lesse Miccichè
No qui no stiamo parlando di altro stiamo parlando di otto offerte su nove
Che non hanno una
Un rispetto formale sul piano delle garanzie finanziarie e dei piani industriali
Cioè delle nuove offerte non vincolanti che sono sul tavolo del Ministero del gruppo soltanto una e ineccepibile forma
E non lo sappiamo l'accusa che sappiamo però è che non è M cinque
No perché noi tra le altre cose e noi speriamo cerchiamo legifera non sia ascoltatori in qualche minuto per abbiano ancora insomma per il cui unisce perché c'è questo festa trovava vincolante cioè perché però brevettare secondo quelle che sono le indiscrezioni che abbiamo potuto lei prego che
Snc sms merci fatto delle richieste al commissario delle acciaierie Lucchini Nardi che lo stesso a digitato il ricevibili e soprattutto non c'erano secondo quello di portato solo sui giornali insomma garanzie sugli investimenti celle risulta anche questa cosa e quant'
Sì sì adesso non esattamente così ma il problema vero è che a fronte di questo quadro che abbiamo ricostruito insieme dire otto offerte che non avevano questa
Latta precisione documentale al commissario da parte del Governo è arrivata l'indicazione il protrarre di una settimana
I tempi per le manifestazioni di interesse non vincolante
E quindi e le imprenditore i soggetti che hanno presentato o no manifestazioni di interesse
E che non
Non rispettavano esattamente la forma
Prevista dal bando di gara hanno sette giorni penosi ad integrare e corregge a quel punto a quel punto
Si passa alla fase delle manifestazioni di interesse vincolante e si passa alla fase dell'avvio di ricerche porteranno nell'arco di trenta quaranta giorni
Allora definizione del dell'atto di cessione
Pellegrini stabilimenti del gruppo Lucchini quindi voi trovate idea vi siete fare siete porsi Cern ottimisti io
Allora noi ci siamo fatti esattamente quest'idea che i tempi con i quali questa cessione degli stabilimenti avverrà
Sono quelli che ormai
Collocano questa decisione attorno alla fine di aprile
Forse per qualche giorno prima ma
O siamo lontanissimi dalla fine di aprile e la cosa che a noi preoccupa di più è
Arrivare a quella data
Avendo garantito la continuità produttiva dell'altoforno di Piombino sì questo è un'altra delle punti contrari ricco di contrasto credo perché
Aver letto
Noi dovremmo avere nelle prossime nelle prossime ore la certezza che
Sicilia avviata una procedura per l'approvvigionamento di materia prima
Attraverso la loro ubicazione di una una nave che dovrebbe garantire appunto questo biechi nuovo cioè quello di vedere la continuità produttiva dell'altoforno almeno fino ad aprile e cioè figli almeno fino a quando
Cosa Italgas riceverebbero spiegano prove in trenta secondi e poi dobbiamo chiudere cosa significherebbe spegnere l'Alto Forno ecco sono perché poi chi non è del tre Torelli fatica a capirlo di bello sono riaccendere dopo
Una domanda estendere l'altoforno ha delle implicazioni dal punto di vista tecnologico e dell'impatto sull'impianto particolarmente pesanti e delicate
Ma soprattutto al verde un impatto dal punto di vista anche simbolico e anche
Di tutti come dire incrocio concreto con le manifestazioni di interesse molto consistente evidente che
C'è tutta la procedura di cessione degli impianti avviene in una condizione nella quale l'altoforno garantisce continuità produttiva
Si fanno più forti e le ragioni di coloro che pensano che a Piombino ci possa essere un futuro che riguarda anche la produzione del ciclo integrato
Nell'acciaio e quindi come dire la prospettiva per la quale tutti quanti noi stiamo provando
A lavorare che anche quella che dal punto di vista occupazionale che era ricordiamo che sono circa po'più di due mila persona con i dipendenti coinvolti nelle accede ruotino giusto è vero che nel due mila due mila cinque lettura quindi somma
Va bene allora noi ringraziamo Giovanni Venturi coordinatore nazionale dei sub siderurgia FIOM-CGIL grazie se è stato con noi
Grazie a lei