13MAR2014
rubriche

Overshoot - Terra dei Fuochi: la mappa del Governo

RUBRICA | di Enrico Salvatori RADIO - 23:34. Durata: 28 min 50 sec

Player
Puntata di "Overshoot - Terra dei Fuochi: la mappa del Governo" di giovedì 13 marzo 2014 , condotta da Enrico Salvatori che in questa puntata ha ospitato Mario De Biase (commissario per le Bonifiche dell’area di Giugliano e di Castel Volturno), Aldo Loris Rossi (ordinario di Progettazione Architettonica ed Ambientale all'Università Federico II di Napoli).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agricoltura, Ambiente, Campania, Caserta, Ecologia, Economia, Emergenza, Governo, Inquinamento, Ministeri, Napoli, Regioni, Renzi, Rifiuti, Territorio.

La registrazione audio di questa puntata ha
una durata di 28 minuti.

leggi tutto

riduci

23:34

Scheda a cura di

Alessio Grazioli Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ventitré e trentaquattro minuti questa Radio Radicale torniamo indirette Arrigo Salvatori studio dolore estroso in collegamento telefonico che salutiamo con la sera questore ed a voi però ricordiamo docente di progettazione architettonica l'Università di Napoli a Federico II e come sempre ci ritroviamo oggi giovedì
Alle ventitré e trenta circa qualche minuto più tardi per il consueto appuntamento con ove asciutto l'approfondimento di questa emittente dedicato all'ambiente veleni al territorio e ai
Conflitti diciamo così tra l'economia e l'ecologia andiamo subito al cuore gli argomenti che tratta Moggi torniamo in campagna perché nella Campania Felix che rimane sempre comunque di grande attualità visto e considerato anche l'interesse per ora di questo Governo sull'argomento avrete avuto modo di ascoltare stamane soprattutto attraverso la verità lei
La conferenza stampa del Governo e l'undici marzo scorso a Palazzo Chigi appunto sulla
Presentazione dei risultati a proposito delle indagini svolte nella terra dei fuochi è stata disposta infatti per fronteggiare l'emergenza ambientale di questa punto zone della Campania una mappatura dei terreni da parte del Governo nelle aree interessate e nella conferenza stampa è intervenuto tra gli altri il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina di di cui ascoltiamo magari adesso un breve stralcio proprio alla Conferenza
Stampa per introdurre il tema il Ministro Martina poi torniamo indiretta con altro risorse nostri ospiti
Le conclusioni risultati principali di questo lavoro
è stata realizzata una mappatura completa
Dei mille settantasei chilometri quadrati del cinquantasette comuni prioritario sono stati individuati in particolare il cinquantuno sfitti per i quali risulta necessario prioritariamente
Proporre misure di salvaguardia per garantire la sicurezza delle produzioni
E aree agroalimentare per un totale di sessantaquattro ettari di suolo agricolo quindi circoscriviamo in maniera precisa
Il tema in particolare appunto come dicevo prima su un totale di mille settantasei chilometri quadrati di terreni mappati le aree ritenute sospette rappresentano il due per cento del totale
Ventuno virgola cinque chilometri quadrati di cui nove virgola due destinati all'agricoltura ovviamente sono stati interessati a questo lavoro anche altri enti qui vedete
Ho il complesso diciamo dei soggetti che
è stato che sono stati coinvolti e questo era il ministro Martino ha undici marzo scorso l'altro ieri durante la conferenza stampa a a Palazzo Chigi sulla presentazione dei risultati a proposito delle indagini su cioè a terra dei fuochi ventitré trentasei minuti radio radicale siamo indiretta su su tutto il due per cento avete sentito bene delle aree sono a rischio un risultato che praticamente se venisse confermato andrebbe a radere al suolo tutta retorica
Anche e soprattutto dei giornalisti e delle dichiarazioni di Schiavone avevano fatto loro oculato no procurando dei danni incalcolabili all'agricoltura e all'economia locali comunque se andiamo avanti che salutiamo e ringraziamo il come
Le bonifiche della regione Campania Mario De Biase per averci raggiunto telefonicamente De Biase benvenuto super il radicale Grazie a Faenza speravo evasori cominciare alle politiche della legge della R. dell'area del Giuliano accesi lega
Perché
Sono assai sono stato poco preciso no come gli altri miei colleghi giornalisti
Senta qui bisognerà ricordare una cosa i meno attenti che lei appunto il commissario del Giuliano alle bonifiche e che come ci ricorda proprio lei oggi su il Mattino di Napoli qui sul tavolo nell'area di sua competenza quella giuglianese lei ha già da molti mesi effettuato uno screening e no per valutare l'ipotesi di inquinamento di molte delle aree agricole del territorio giuglianese avete identificato conta in azioni come Regione avete preso già dei provvedimenti ma nonostante questo però e il Governo sembra addirittura andare in un'altra
Direzione il Governo li scavalca non solo
Senza
Questo grosso diverso nel senso che oriento moderna è una mia piccola struttura siamo un po'più avanti
Nel senso che fa perché
Siamo partiti prima oltre ad occuparmi specificamente della messa in sicurezza e bonifica
Dei siti proprio delle discariche stanziamo del famigerata chic
No
Di incidano chiarisce insomma della nuova ambiente o di una ozius chiaro
Ovviamente mi sono allargato hanno sulle aree circostanti per capire quanto incidente
Credo quelle discariche e dico con quelle tipo di veleni
Sui suoli contermini quindi oltre ad avere una caratterizzazione puntuale dei duecentoventi ettari Villari delle discariche o indagati duemila ettari intorno alle discariche
Queste lavora fa attraversando e che quindi abbiamo già fatto la non la mappatura chiamiamola mappatura che non abbiamo fatto uno screening completo dei suoli agricoli
Con dopo aver fatto la falda
Nel di quell'aria su quarantaquattro Suri con cui abbiamo diviso il territorio ne abbiamo individuato dalla fine quattro che a vario titolo risultavano contaminanti
Qualcuno ma analitiche impacchettati insomma nell'area di San Cipirello
Che ha un'aria dove la famiglia passo alla città di tanti veleni
Liquami in modo particolare li abbiamo riscontrato superamenti anomali davanti tardiva idrocarburi etiopico
è quindi quello un terreno assieme ad altri terreni contaminati molto diverso
Su cui abbiamo fatto produrre
Dal comune di Giugliano
Le ordinanze di interdizione alla coltivazione all'uso agricolo
Quindi sono quattro suoni con quattro particelle agricolo quattro proprietari cui
Adesso stiamo attraversando ipotesi
Il risanamento e bonifica in un danno ai proprietari ma perché il Governo non di operare prima degli annunci
Allora in questi siti questi dati li ho trasmessi alla banca dati sia stata approntata questo decreto e l'altro giorno
Che riguarda valutato positivamente nel senso che apre la prima volta che si sono raccolti in miliardi di dati che esista una
In giro per la Campania sorvolo su tutto
Però mai nessuno aveva provato a mettere insieme quindi verso un plauso per questa iniziativa per la prima volta io nel mio piccolo ma l'Arpac la Regione tutte le qualifiche tutte le forze dell'ordine di utili istituti tutti hanno trasmesso sono
Ida i dati in loro possesso ovviamente ora questo si sono aggiunti telerilevamento in c'è un magna impegna insomma è tutto questo lavoro
Ovviamente è un primo passo al
Con qualche
Io amo sbavatura nel senso che per esempio in merito al
Nei dati che abbiamo sentito prima all'attività amministrativa e ci sono anche i quattro signori miei diciamo così ma abbiamo preso un demo preso in considerazione
Hanno preso i miei dati ma ampiamente quei quattro giorni ad esse vanno catalogate che entro novanta giorni hanno fatto le analisi non è così
Il rapporto già tutto sono all'appalto ma di approntare già il progetto di vita non è quindi lei non è in polemica con il Governo come scrive il Mattino
No no no no Hodgson commissario di Governo possa se lo sono inventato i giornalisti sono società regionali no no no no ma non ci sono dall'impiego danze una vada ridotta allora lei si è lamentato però del fatto che il Governo la presenza iracheni che ho denunciato un'altra cosa che
Saluto positivamente che un primo passo positivo
Che ovviamente come sempre si può fare meglio adesso bisogna fare
Ma su questi siti CDR cominciare in cinquantuno ma poi
Allungarci anche agli altri dimenticarlo che la mappatura completa cinquecento novecento ecco che non ci si affronta due
Quelli cinquantadue sono
Le premettere categoria ghiotte giustamente è stata fatta una gerarchia
In questi CTC stomaci stanno quelli come i miei dove già si fa tutto e quindi bisogna solo produrre atti amministrativi di interdizione e di e ipotesi già di bonifica
E invece autori su cui bisogna approfondire caratterizzare capire che cosa c'è in quel sulle sotto quel solo e poi a valle magari confermare o meno
Le ordinanze
La mia non polemica ma distinzione di stamattina era e io per esempio su questi dicevo riconoscendo in grado di inquinamento di contaminazione obtorto attrezzate ordinanze Linda un produzione
Mentre le ordinanze che adesso propone il Governo in questa fase giustamente sono ordinanze di non commercializzazione
Perché giustamente la non a coltivazione si vorrebbe solo dopo che si è certi di che cosa c'è
Non so se sono stato chiaro sensibilità allora io dico sotto Sorbo più avanti ma solo perché sono partito prima probabilmente ho fatto un po'da modello degli apripista
Su questa
Su questa tematica punto
Va bene
Va bene zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno per intervenire indiretta senza filtri come sempre chiamate Lorenzo Bruschi la regia di passerà indirette la bonifica della terra dei fuochi provvedimenti del Governo al riguardo ospite Mario De Biase azionario dell'area Giuliana per le bonifiche in conduzione col sottoscritto ha dolori sono sì in collegamento telefonico Aldo
Si voleva aderirvi sei complementare al ritorno dal Commissario e Biasio lui appunto partendo prima già a dei risultati concreti delle indagini
Specialmente appunto sulle aree site poi
Encomiabile il fatto che dai duecento ettari circa analizzato anche i territori circostanti
L'aveva anche il problema è che serio oggi più che mai è quello di distinguere
Chiaramente tra ottimi mi negazionisti e pessimismo ricattatorio visto che non gli diamo
Come diceva Leonardo Sciascia in un parcheggio Paesi in cui retoriche fortificazione stanno dietro ogni angolo quindi la difficoltà maggiore oggi dire avere una mappatura seria
E completa cozza che naturalmente e in itinere ma è un'operazione non tanto semplice perché bisogna
Radunare insieme tutte le
Indagini che vengono da varie fonti dalla forestale dalla Regione dalla dall'ARPA che va al Comune dai Comuni quindi praticamente una volo in itinere questo inizio
E promettente però meramente uno può dire chiaramente
Perché
Sono passati trent'anni prima di prendere coscienza di questo problema il problema della
Delle discariche di rifiuti tossici dal nord è conosciuto praticamente
Da da da da decenni nel novantuno addirittura cioè quel famoso episodio
Del del camion con circa duecento bidoni di materiali tossici che
Provenivano al Piemonte la Cuneo credo e sono stati riversati da una sola persona un camion
Cito l'argentino che ha
Che doveva scaricare questi
Questi materiali miserabili Anel vesuviana invece si è stancato ad altri voltato all'altezza di Capo Teulada scaricarli al lago Patria di notte
La rende lei clamoroso del fatto che alcuni bidoni ci sono sono scoppiate questo poveraccio è stata investita da questi materiali
Delle luci per cui esse azzeccato momentaneamente attraverso la natura quindi una cosa bene verificando allora come entità a a scegliere da parte di queste industrie del nord
Per risparmiare appunto sullo smaltimento dei rifiuti a scavalcare anche alla camorra perché quella che loro agenda perché
Il
Il camion era era appunto una era guidato da un lato una persona questa appunto italoargentino che poi ha scaricato nemmeno nell'area di Suviana
Ma nella nell'area appunto di lago Patria allora
Perché è stata tollerato questo scempio
E hanno fatto finta turistici il Governo nazionale e raramente i le autorità regionali e comunali e hanno fatto fiorire questo commercio indegno
Vorrei ricordare l'altro episodio
Il grande economista Vaciago
Praticamente il Sindaco di
Di Piacenza confessato candidamente che non andava mandava invece i rifiuti in questa discarica di Pianura che era la discarica di verificare che l'Italia allo come fa un sindaco professore
Emerito universitaria a riscaldare il permesso
Per compiere mista operazione dieci aiuti fraterni dal nord noi siamo stanchi perché ci sono sono circa centocinquanta anni che vengono fatti equi dati questi aiuti in mille in mille modi correlati ludica colpe storiche
Anzitutto da mettere sempre in primo piano
Però diciamo i nostri fratelli del nord non fanno nulla per aiutare
Questa questa Regione e questo sud tartassato da appunto da infiniti guai
Zero sei quattro otto otto zero cinque quattro uno siamo indiretta per intervenire in diretta senza filtri come sempre c'è Lorenzo Bruschi da regia
La bonifica della terra dei fuochi provvedimenti del Governo a riguardo comunque questo Governo ha lasciato perplessi anche molti tra i Sindaci e tra i comitati per esempio che lamentano di a non essere stati coinvolti monitoraggio che dichiarano che l'operazione essenzialmente mediatica comunque diciamo che una delle differenze più rilevanti tra il Governo il lavoro che fece la Regione sta proprio nella decisione di questo esecutivo di proibire la vendita
Dei e prodotti provenienti dalle aree inquinate mentre voi avevate deciso di proibire addirittura coltivazione se non sbaglio no De Biase nel complesso e nel merito come
è sembrato proprio questo provvedimento
Allora
Sì De Biase pronto si Cesenatico ecco centonove settimana
AscoBaires ha avuto modo di sentire la domanda
No e no dicevamo che una delle differenze non più rilevanti tra il Governo e lavoro che avete fatto voi come Regione stava proprio nella decisione di di di di di
Di di questo ministro di questo esecutivo di poi dire la vendita dei prodotti provenienti dalle aree inquinare non mentre voi aveva deciso di proibire addirittura coltivazione se non sbaglio queste sono un po'le differenze
Quale acclariamo probabilità la coltivazione ad uso alimentare
Proprio per non precludere Millar strada di utilizzare le coltivazioni per qualificanti
Glieli stiamo lavorando e ipotesi di politica di Bione revisione di fitodepurazione
Quindi io vorrei proprio con le piante voi infine così saltelli provare a fare un'opera di bonifica su alcune particolari contaminanti di alcuni suoi quindi la precisamente l'ordinanza di non coltivazioni ad uso alimentare
Entra il provvedimento del Ministro del Ministero delle interviste reale e di non commercializzazione ho capito ovviamente la riprende e credo che il nasca da
Dal problema che noi abbiamo già la caratterizzazione completa sia del sottosuolo del suolo che anche dei prodotti che abbiamo analizzato mentre queste aree
Individuate nel decreto all'altro giorno vanno adesso monitorante ma perché o dopo la mappatura bisognerà
Che ci vada qualcuno a scavare
E e ad analizzare e vedere che da che cosa se uno
Lealmente contaminate inquinate pari solo a valle di questo lavoro ci potrà dire che quei soldi saranno utili per coltivare prodotti alimentari o prodotti
Per bonificando io essa incendi non alimentari che non è indenne perché
Noi per esempio per tentiamo di piantare pioppi grave da qualche parte qualcun altro può pensare
Impiantare Cana furiosi io ma
Oppure
Che si possano trovare solitamente contaminanti dove ci vogliono tre tecnica più fisica chimica e per la bonifica e quindi
Poi o luogo sin troppo di cui a cosa ci arriviamo ma come si conciliano per adesso diciamo le due attività quella governativa e quella del Governo della Regione bisogna spiegare un po'di più come dove bisognerà accordarle un po'di più in che modo
Nel senso che bisogna cominciare ad avere questo approfondimento e capire anche e per esempi quattro su di una banalità in quattro solidi del commissariato del piano non hanno bisogno e più di alcuna caratterizzazione ma parliamo già di bonifica quindi del processo e che
Come previsto nel decreto c'è più seicentotrentatré l'attuale legge sei ma ci arriveremo verso luglio agosto e il
è quella la parte la tempistica del Corano dovranno in cui si bisognerà valutare le ipotesi di bonifica misuri
Non so dopo ma appalti alle giacche noi riusciamo a giorni io leggendo il mattino mi ero fatto ho un'idea la voglio provocare che l'avessero sconfessare l'avesse lo spettacolo accetto perché l'avessero sconfessata non non prendendo in considerazione
No nasce con una chance non vadano sempre nella legge sei o la proroga in Aula dicembre due mila quindici
Quindi
Per togliermi duemila euro una un'altra legge già prende atto
Un
Accenno ragionando sulla sua provocazione mi manca ancora il decreto attuativo anche per me perché nella legge
Perché poi con decreto del Ministro sarà regolamentato il mio lavoro ecco è cambiato il ministro e quindi non sono riuscito ancora a parlarci va benissimo
Aldo pone
Segnalare
Scollamento rilevante
Finora appunto le le le nuove indagini sono alla ricerca di discariche di rifiuti tossici
Lo iscriviti equense encomiabile se no volevo ricordare
Che dagli anni Settanta
è in atto un grande progetto di disinquinamento dell'occulto e di tutta la rete idrica Volturno regi lagni Aniene perché ci sono altamente inquinato
Allora e un altro parte ancora di cui appunto
Non si tiene conto che tutto alla Rete tutta la parte destra del Volturno
è inquinata da pozzi di carico dei liquami
In tutte le carte sorte abusivamente lungo per intorno a questo allo sul lato destro del Volturno darei ovviamente
Per il quale era il problema recante non avevano fogna e come si scaricano facendo un Polo nel terreno di sette ottocento
Metodi o addirittura mille metri discarica va direttamente in falda quindi la falda insomma e inquinata
Allora giustamente il commissario De Biasi
Allo sforzo di mettere insieme i dati e questa è una cosa positiva ma bisogna mettere insieme la mappatura dei compiti inquinanti
Per dalle discariche con una mappatura dell'inquinamento vi suolo sottosuolo e posti questo è il problema serio e io credo che per ora camminerò separatamente l'uno dall'altro allora
Richiamo questo problema non si risolverà mai poiché non si fa un'unica mappatura con i due tipi di inquinamenti suddette altro elemento c'è un attento alla fonte di inquinamento e quelle degli incendi
La diossina che sia
In funzione degli incendi
E naturalmente il poi il disastro ambientale in tutto questo intende anche l'alla distruzione dei
Terreni agricoli a adopera delle urbanizzazioni senza lo sviluppo che hanno torturato questo territorio negli ultimi sessant'anni quindi sono ben quattro
Le sorgenti lì massacro del territorio quindi quando si sempre quando intorno a un elemento benissimo d'accordo però occorrerebbe fare una mappa del disastro ambientale
Distrutta la Campania Felix e la Campania per decreto non sono solo mille settantasei
Chilometri quadrati ma sottende
Tre mila ottocento chilometri quadrati tutta la la piana
Comprendendo alla parte agricola e la parte non agricolo vietando inquinamento anch'esso altissimo allora il problema è che occorre ed ebbe un'Autority
Quando gli americani dopo la Lalla la crisi del ventinove terrà dovete stare all'economia crearono una un'area di bonifica diciamo che la molto grande
Affrontarla corna l'attendersi Baldari Autority c'è un'Autority che affrontava il problema delle bonifiche
Ebbene qua l'area e di circa quattro mila chilometri quadrati
E deve essere affrontata con una come dire con una visione unitaria che riguardi tutti gli inquirenti per inquinamento quello latino e discariche quello dei rifiuti
Normali
Quella
Idrica del suolo sottosuolo di tutta la rete idrica
E poi chiaramente dei messaggi pensa nella non cita che bisogna portare avanti basta con consumo scandaloso direttori più fertili del mondo perché la Piana campana
Ai soli più offerti del mondo allora il problema è veramente serio occorre appunto un occhio allora ecco venire globale su tutti e quattro mila chilometri quadrati e mi sono molto d'accordo con Amendolara il Presidente l'osservato
Doveva dire Mediterraneo voglio ricordare agli ascoltatori dati sul PIL italiano confermano infatti che l'agricoltura è l'unico settore che fa crescere l'economia reale quindi è un sistema che va salva nato no fino all'ultimo pezzo di terra affermare di rendere no food o quel territorio campano senza un piano di bonifica integrale appare no una dichiarazione superficiale abbandonati
A se stessi quei territori rischiamo di ritornare nelle mani di chi finora lì è inquinati ricorda Amendola e non ci dimentichiamo che dai campani arrivano le migliori esperienze di orti urbani no
De Biasi
Allora io
Sentito Rossi si personal totalmente d'accordo con lui
Voglio aggiungere
Alle cose che diceva il professor Rossi che noi stiamo provando a ma pare anche l'area nelle serre delle produzioni
Perché noi abbiamo fatto la mappatura delle con i pozzi no di tutta la falda acquifera abbiamo trovato ispanico contaminate da vari elementi tra cui molto cosa copio composti organici volatili
Che poi non abbiamo ritrovato nei prodotti
Perché decadono molto facilmente a contatto con l'aria il dubbio che è avvenuto e che sotto Sella sotto un ambiente ha portato
Potrebbero essere esserci questi composti organici volatili potrebbero essere dei danno agli operatori
è quindi questo pezzo mi manca ancora lo faremo nei prossimi giorni
Perché adesso abbiamo l'eccellente calcolare in corso di produzione quindi quindi urgenze chiaramente che diceva Floris noi faremo anche l'aria nelle serre quindi l'urgenza di un campionamento vivono dei prodotti ortofrutticoli no
Ve l'ho fatto già i prodotti e le ho fatto già enorme informatori con dei contaminanti che abbiamo trovato sia nell'acqua sia i suoli
Il dubbio che che c'abbiamo e che vogliamo risolvere se in un ambiente forzata sotto Serra possono esserci recinti quindi questi composti organici volantini che si sono alternati nell'aria
Delle scelte
Voi aggiungere che ma
Sul problema della paura noi abbiamo fatto l'analisi Époque nei duemila ettari perché operano e sulla base degli di queste analisi delle caratterizzazioni sulla delle discariche
Abbiamo quasi finito di elaborare anche un modello titolo dinamico sotterranea con la relativa dispersione degli inquinanti
Perché a cose che diceva il professore
Serissima
Noi molti inquinanti contaminanti abbiamo trovato nella quale abbiamo trovato e sia a monte sia a valle idrogeologica delle discariche quindi va recito per tradurre
Concorre a concorso eh concorrerà all'avvelenamento della falda acquifera ma non è l'elemento unico
Molto e di quell'abusivismo indiscriminate che c'è stato negli anni scorsi e nei versamenti che probabilmente ancora oggi avvengono
Un
Veniva in mente anche ad attività artigianale industriale
Aldo ai sessanta secondi per concludere
Rimarcato storico importante che
Negli anni trenta
La Piana campana è stato oggetto di una bonifica integrale nel periodo fascista cioè una bonifica integrale significava una pianificazione anche di dirottare area perché
Ieri vorrei far presente alle autorità regionali
Che insomma ci sono oggi due grandi problemi da affrontare una il problema è la bonifica integrale dell'ecosistema come dico io della casa dell'antica Campania Felix
L'altro e la creazione della Città metropolitana
E alla città metrotram doveva partire dal primo gennaio invece è passata
Diciamo sotto silenzio allora questi due temi della bonifica integrale dell'ecosistema ed Enna creazione e l'area metropolitana verranno congiunti perché
E segna l'ultimo problema è che certamente tratteremo nelle prossime
Sedute credo che la la Città Metropolitana di Napoli è la più piccola dei veri e città metropolitane e talmente epiche più piccola di quella di Bari
è
Cioè insignificante qui non si amplia questo questa area metropolitana Napoli non uscirà dal labirinto del sottosviluppo perché è la più piccola più densamente abitata mentre la provincia di Caserta
Che è stata sempre storicamente uni unità all'arco dell'intera di Napoli
Nella terra di lavoro a va a una densità abitativa otto volte minore in allora finti vogliono affrontare seriamente i problemi tra gli altri unificare le due Province altrimenti non si va da nessuna parte
Mezzanotte due minuti e Radio Radicale dobbiamo concludere ringrazio a Mario De Biase commissario alle alcuni
Lasciare risolverò grazie gran buon lavoro a lei l'aspettiamo per un prossimo appuntamento al gas quando
Grazie ad Aldo Loris Rossi
Ho vissuto finisce qui torniamo a sentirsi giovedì prossimo la solita ore ventitré e trenta adesso le prime pagine dei giornali curate anche questa sera da Enrico Ruffin Grazia Lorenzo Bruschi in regia una buona notte ho un buon ascolto perché loro e come sempre da Enrico Salvatore