14MAR2014

Collegamento con David Carretta sul giudizio positivo dell'Unione europea sulle riforme economiche annunciate dal governo Renzi e sulla crisi russo - ucraina

COLLEGAMENTO | di Sonia Martina RADIO - 08:48. Durata: 5 min 12 sec

Player
Durante il notiziario del mattino.

Registrazione audio di "Collegamento con David Carretta sul giudizio positivo dell'Unione europea sulle riforme economiche annunciate dal governo Renzi e sulla crisi russo - ucraina", registrato venerdì 14 marzo 2014 alle 08:48.

Sono intervenuti: David Carretta (corrispondente di Radio Radicale dal Parlamento Europeo).

Tra gli argomenti discussi: Crimea, Economia, Est, Governo, Guerra, Italia, Renzi, Riforme, Russia, Sanzioni, Ucraina, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.
08:48

Scheda a cura di

Guido Mesiti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Vediamo un po'l'unione europea che ha espresso un giudizio positivo sulle riforme annunciate dal Governo Renzi in materia economica mentre la bici è mantiene un giù tizio severo sui conti pubblici ma vogliamo parlare anche di Unione Europea ed Ucraina e e lo facciamo con il nostro corrispondente da Bruxelles David Carretta
Buongiorno
Chi buongiorno a ieri ci sono stati primo utilizzi della Commissione europea allora annunciata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi mercoledì
Un giudizio positivo per quanto riguarda le riforme in particolare la l'abolizione delle Province del taglio del cuneo fiscale l'introduzione di un'autorità anticorruzione alcune misure annunciate anche sulla mercato del lavoro rimangono però forti dubbi sulle coperture per finanziare
Tutto questo perché perché
I piani di Renzi agli occhi di Bruxelles non sono chiari e soprattutto c'è preoccupazione quanto all'annuncio di
Usare del possibile utilizzo del margine che c'è tra il due virgola sei per cento di deficit previsto per l'Italia nel due mila quattordici e il
Per cento che il limite
Del Trattato di Maastricht la Commissione europea contraria a questi sta i poteri perché andrebbe a peggiorare la situazione complessiva dell'Italia dei conti pubblici del suo debito non sarebbe in linea con le regole del patto di
Stabilità e crescita e già prima dell'annuncio di queste misure l'Italia
Era un po'fuori linea
Per la Commissione europea servirebbe una manovra dice
Per otto miliardi che non è stata formalmente richiesta ma che è stata suggerita per rispettare pienamente il patto di stabilità e lo stesso messaggio venuto anche dalla Banca centrale europea ieri nella suo bollettino mensile la BCE ha detto che non ci sono stati progress sì nel nell'ultimo hanno sulla fronte
Del
Cosiddetto aggiustamento strutturale del deficit che serve a ridurre
Il debitore ha chiesto per il futuro al governo Renzi di riadottare i passi che sono necessari a questo fine per l'appunto una una manovra una manovra non espansiva semmai una
Manovra per tagliare ulteriormente
La speso da pubblica quanto invece all'Ucraina del Parlamento europeo ieri
A adottato una cura risoluzione di condanna della Russia per l'aggressione questo il termine utilizzato sin Crimea un forte appoggio all'ipotesi
Di sanzioni nei confronti di Mosca dalle sanzioni diciamo più
Simboliche come quelle tanto parte
Dall'Unione Europea la sospensione dei negoziati con la Russia sulla liberalizzazione dei visti a quelle intermedie il congelamento dei patrimoni
Vieri dei responsabili russi o il altri tipi di sanzioni come il bando dei visti Parlamento europeo però è favorevole anche sanzioni più dure sul piano
Economico che potrebbero toccare
Settori strategici come quello
Del caso quando si deciderà su queste sanzioni questi sono giorni
Decisivi lunedì ci sarà un al Consiglio
I Ministri degli esteri dell'Unione europea domenica il referendum in Crimea la questo il momento diciamo delle decisioni per l'Unione
Alcuni Paesi
Sono molto prudenti sulle sanzioni tra questi c'è anche
L'Italia in parte la Germania sono in corso in questo momento tra i diplomatici
Europei le ultime trattative in vista dell'appuntamento di lunedì
Lunedì si dovrà decidere e
Si dovrà io sostanzialmente è la prova del nove
Della dell'Unione europea per capire se
Se è in grado di tenere testa a Mosca e soprattutto di rispettare la parola data perché queste esenzioni
Erano state preannunciate io nel vertice dei Capi di Stato e di Governo la scorsa settimana alcuni Paesi in Italia e Germania avrebbero potuto evitarlo e con un con l'avvio di un dialogo diretto tra
Mosca
E chi erano trarrà ring punti nel Governo provvisorio ucraino Putin ha rifiutato finora questo dialogo è andato avanti con
La sua escalation ultime hanno non solo anche i confini
L'Ucraina
Lunedì
L'Unione europea dovrà decidere
Come rispondere cioè se mantenere la parola data
Grazie a David Carretta grazie buon lavoro