17MAR2014
stampa

Incontro con la stampa della Conferenza dei Presidenti dell'Assemblea, dei Consigli Regionali e delle Province Autonome sulle Riforme Istituzionali

CONFERENZA STAMPA | Roma - 12:23. Durata: 37 min 22 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Incontro con la stampa della Conferenza dei Presidenti dell'Assemblea, dei Consigli Regionali e delle Province Autonome sulle Riforme Istituzionali" che si è tenuta a Roma lunedì 17 marzo 2014 alle 12:23.

Con Eros Brega (coordinatore della Conferenza dei Presidenti dei Consigli Regionali, Partito Democratico), Paolo Pietrangelo (direttore generale della Conferenza dei presidenti delle Regioni), Raffaele Cattaneo (presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Nuovo Centrodestra), Palma Costi (presidente del Consiglio Regionale
dell'Emilia Romagna, Partito Democratico), Alberto Monaci (presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Partito Democratico).

La conferenza stampa è stata organizzata da Conferenza dei Presidenti dell'Assemblea, dei Consigli Regionali e delle Province Autonome.

Tra gli argomenti discussi: Comuni, Costi, Costituzione, Enti Locali, Federalismo, Governo, Indennita', Istituzioni, Parlamento, Politica, Regioni, Renzi, Riforme, Senato, Spesa Pubblica.

Questa conferenza stampa ha una durata di 37 minuti.

leggi tutto

riduci

12:23

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Salute
Di questi periodi poi allora
Allergia no
Già direttore che noi iniziamo perché magari
Allora
Grazie
In quali strutture allora iniziamo
Chiedo scusa per il ritardo però diciamo fino a stamattina abbiamo lavorato sulla
Questa proposta sia del documento che
Dell'articolato adesso fra qualche minuto vi distribuiremo
Sia accollato direttore la proposta diciamo così un piccolo
Una piccola sintesi del
Del documento che poi
Rappresenta l'articolato che li andremo a a consegnare che nelle prossimi prossime ore nei prossimi giorni
Consegneremo
E sia Presidente del Consiglio che ai provviste reo Sottosegretario al Ministro delegato per le riforme noi
Abbiamo in qualche maniera salato ringrazio i miei colleghi qui presenti
Pesi dammi adesso il Presidente dell'Assemblea legislativa Lombardia poi la Presidente della Val d'Aosta residente Rini Presidente dell'Assemblea legislativa della Toscana Presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna Presidente l'Assemblea legislativa della Basilicata è presidente l'Assemblea legislativa
Del Molise
Io sono
Coordinatore della Conferenza il Presidente della segreteria dell'Umbria o voluto fare questa brevissima presentazione perché
Credo
Doveroso fare emergere come all'interno della conferenza ci sia stata grande compattezza unanimità di intenti nel scrivere questo documento e nel condividere
Le fa col valutazioni che appunto sono nel documento che poi sono state portati nell'articolato non vi nascondo che non è stato facile fare una sintesi
Tra le diverse realtà regionali ma
Credo di aver dimostrato che hanno tutti lo abbiamo dimostrato e grande senso di responsabilità
Ognuno di noi ha fatto veramente lavorare voglio ringraziarli per far abbiamo fatto prevalere hanno fatto rivalere l'interesse generale rispetto
A diciamo I localismi regionali si è dato grande prova credo ancora una volta se ce ne fosse bisogno nonostante gli attacchi di grande senso di responsabilità di maturità da parte di tutte
Le Assemblee legislative regionali italiane
Noi abbiamo cercato in qualche ora in questo articolato di mettere in evidenza che non siamo favorevoli lo siamo sempre stati a
Questo diciamo alla revisione dell'arte delle Titolo quinto la riforma del bicameralismo salutiamo veramente con favore non Aparo lei
L'avvento finalmente della
Diciamo del Senato delle regioni delle autonomie
Però per noi fondamentale nelle Siderno nell'istituire questa diciamo questo dal Senato che i siti a ruolo scende a noi non interessa a nessuno
Fare viaggi a Roma sia per le Regioni che più vicino che è più lontano ma è fondamentale dare dei contenuti veri all'interno perché di questa diciamo nuova istituzione che si andrà
A a creare perché crediamo che rispetto ai contenuti poi ci saranno anche i risultati se non diamo contenuti c'è il rischio di veri risultati ancora una volta non ci siano e che l'effettiva volontà riformatrice che in questi anni si è più parlato da una parte e dall'altra
Si possa fermare noi crediamo appunto sul federalismo responsabile cooperativo
Che crediamo tantissimo a questa riscoperta di rapporti tra regioni comuni e Governo nazionale ricordo ancora una volta vogliamo ricordare con forza che quarant'anni fa quanto sono nate le Regioni
Già legislatore quarant'anni fa
Pensava degli assetti istituzionali che furono erano devono essere fondali tra Comuni Regioni e Governo centrale le Assemblee legislative le regioni in questi anni secondo me
Se se possiamo possiamo fare un'autocritica forse hanno legiferato proprio cioè
E hanno fatto più da governi dare enti gestori nel territorio e complice credo che
Noi dobbiamo come Regioni rilanciare e la nostra natura che era appunto di ente legislativo cuscinetto tra lo Stato e e gli enti locali presenti nel territorio
Dunque il documento che chiedo possibile distribuire qualche maniera poi propone anche la composizione facciamo nostro proposta sulla composizione
Delle delle futuro senato delle del regioni degli enti locali
Diciamo rispetto alla proposta che emerge da quella del Governo noi riteniamo di rilanciare su un ruolo maggiore delle Regioni pur rispettando il ruolo
Degli enti locali perché crediamo che l'Assemblea legislativa ed è l
I consiglieri regionali eletti direttamente dal popolo abbiano un valore importante considerando
Che i Consigli regionali sono gli unici che vengono oggi con sistemi elettorali eletti direttamente dai cittadini e questo credo che debba avere anche un valore maggiore nella rappresentanza
Di questo Senato
Condividiamo assolutamente
Della
Nel nel nella riduzione dell'indennità ricordo che
Questi di indennità sono state le Regioni per prima a autoridursi restiamo disponibili ulteriormente a rivedere non siamo mortificare i ruoli siamo per tre
Ridurre e per essere a disposizione il punto del servizio dello Stato dei cittadini e quant'altro non vogliamo sempre apparire come
Coloro che sono insomma
I spendaccioni di turno ma io ho sempre detto che chi sbaglia è giusto che paghi però è anche giusto che non non si continui sempre a fare tutta permette di questa battuta tutta l'erba un fascio
Ci sono situazioni che emergono e chi ha sbagliato è giusto che se ne assume responsabilità come in ogni livello in ogni situazione gravida
Sociale italiana e crede che possediamo che dinanzi le regioni in questi anni
In questi ultimo periodo hanno dato grande senso di responsabilità partire dagli assemblee legislative dunque condividiamo che non ci dovranno essere
Indennità aggiuntiva vediamo che l'indennità che percepisce un consigliere regionale
Sia giusta per esplicitare anche quella funzione eventualmente se chiamato all'interno del Senato condividiamo ulteriormente misure dispendi di più da mettere in atto sì per la spesa corrente su quella del personale
Condividiamo le più l'Italie della o di servizio sull'opera opera trasparenza darne dell'operato degli eletti sa
Non abbiamo difficoltà a condividere ciò che tra l'altro noi da tempo abbiamo non solo condiviso ma fatto attuare anche attraverso leggi
Su questa situazione questa cosa e di quanto sempre a tutti che centosettantaquattro che in qualche maniera su alcune funzioni proprio va a arriva attaccare queste queste qua siamo stati proprio noi come Regioni a proporlo e poi a ad adottarlo in un tempo brevissimo
Io
Stiamo ci sono può c'era il di percorso sul sei nove Regioni come cellula ce la nostra proposta sull'elezione diretta sul fatto del dell'elezione noi crediamo appunto che ci debba essere per ogni regione ci debba essere il Presidente della Giunta regionale come membro di diritto il Presidente dell'Assemblea legislativa
E un membro dello rappresentanza delle opposizioni poiché crediamo che sia giusto che ci sia come membri di diritto
Il sindaco capoluogo di regione
E per arrivare appunto ai duecento l'altra parte e credo che debba essere eletta cinquanta per cento eletti dall'accusa che Assemblee regionali in proporzione alla popolazione che latte letti di un collegio elettorale di sindaci regionali
Crediamo ancora di più come prevede la Costituzione che debba essere garantito almeno un senatore per ogni regione credo questa garanzia
Della rappresentanza e del rispetto di tutti gli editori ma credo che sia anche giusto
Che i lo dico con franchezza proveniente dalla Regione un pochino piccola come l'Umbria
Che la rappresentanza dell'Umbria non debba essere come quella Lombardia Hope bene credo che su questa rappresentanza Cimbaro essere i giusti equilibri giuste proporzioni e crediamo che questa nostra proposta di mantenere
Anche questo principio che credo che sia giusto dare a tutti una rappresentanza ma dalla anche in virtù della
Popolazione del territorio e quant'altro dunque
Questa proposta che noi ci accingiamo a fare a presentare credo che stia dentro a questo ragionamento
Dunque dare e la rappresentanza di un senatore per ogni regione e poi l'acquirente acché vengano assegnati in proporzione degli abitanti
Della della del della stessa regione
Voglio dire poi ci sono gli interruzioni sono nel documento tempo ripeto
Questo è un documento che fa la sintesi rispetto all'articolato che noi adesso tema distribuire e che appunto presenteremo alle come dicevo prima al Presidente del Consiglio Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e amministrative delegati crede quanto riguarda la semplificazione per le riforme e per le riforme
Una cosa che voglio ancora dire che il due di aprile tutte le Assemblee legislative italiani porteranno in discussione questo documento all'interno del proprio della propria Assemblea dunque
Il due aprile tutte le regioni italiane apriranno questo dibattito all'interno della propria assemblee divertire sul punto il tema delle riforme chiameremo con il Consiglio ogni Assemblea a condividerlo e a votarlo per dare forza
Diciamo
A queste cose che noi abbiamo condiviso come Presidenti farle condivise all'interno di una si degni singola Assemblea e poi
Una volta
Appunto che sono state così condivise noi le
Porteremo alle diciamo a chi mi ha detto prima ai livelli di di competenza
Pensiamo di aver fatto
Di aver dato un piccolo contributo a questa
A queste proposte insomma queste proposte di forma
Della Costituzione
Crediamo che alcune cose anzi molte cose della lite lepida la prova delle proposte del Governo abbiamo condivise su altri ci siamo permessi di fare le nostre proposte
E anche di distinguere alcune situazioni Giove crediamo che sia giusto scrive le in Costituzione magari sono alcune situazioni crediamo che la Costituzione non valga vadano lì riscritto previste lavavano fra fatte con apposita legge
Abbiamo ecco
Fatto diversi abbiamo fatto diverse proposte c'è qui un articolato
Voglio ringraziare nella struttura che giro di quarantotto ore l'abbiamo fatto l'Assemblea venerdì
Praticamente nel giro di abbiamo di quarantotto ore siamo riusciti a lavorare a al produrre un un testo secondo me importante
Che mettiamo a disposizione di imporre posta in questo momento cioè di questa conferenza stampa che appunto nei prossimi giorni le prossime settimane metteremo a disposizione del gol del Governo e che provveda approvato
All'interno delle assemblee legislative devo dare atto che ci sono due regioni che le mi la
La Lombardia
E il per e il Friuli Venezia Giulia che già hanno approvato il documento che invece verrà approvata tutelate regioni il due di aprile io
Chiedo scusa se sono stato veloce ma ho cercato in qualche maniera di fare una sintesi il più possibile
In questi stessi casi efficace spero di esserci riusciti non so che ci sono domande da fare meglio anche i miei colleghi siamo
Disponibilissimi a rispondere su tutto prego

Anzi
Abbiamo Marcello
Come
Noi già nell'articolato
Ci sono le nostre proposte che appunto vanno che spiegano nell'articolato proprio il senso di questa nostra
Di questa nostra proposta abbiamo cercato di esplicitarle non solo come appunto non solo come polemica
Rispetto al tema ma abbiamo cercato di farlo con atti concreti con un articolato che a pagina sedici diciassette
Se credo cessato non
Posposto anziane farà l'appena stampato perché credo che sia importante ribadisco appunto dicevo che tenuto fino a poco sull'articolato a pagina sedici diciassette cerchiamo appunto di
Dire il perché e chissà ci schieriamo
Su questa posizione facendo queste proposte magari
Se voi riuscite aspettiamo che vi viene distribuito in modo che possiamo in qualche maniera interloquire cercare di capire quelle che possono essere le situazioni più interessanti comporta una vi chiedo scusa
Fra sterco preferirei che vi venga distribuire poi magari lo riapproviamo insieme consenso su questo punto c'è un criterio ordinatore
Noi siamo la riduzione delle competenze concorrenti nella misura massima possibile quindi anche noi
Siamo d'accordo lo troverete nel Nord nell'articolato anche una serie di competenze che oggi sono concorrenti ritorno della competenza esclusiva dello Stato anche perché in questi anni di fatto
Anche le Regioni che hanno voluto tentare di attuare non hanno potuto attuare quindi è inutile avere competenze
Che non hanno che non sono vere e non hanno riscontro
Però riteniamo che alcune materie alcune funzioni per loro natura non si possano assegnare o allo Stato o alle Regioni ma abbiano bisogno di
Condivisione per esempio l'ambiente
L'ambiente una classica materia che ha bisogno di principi generali che devono essere gli stessi per tutte le Regioni ma rideterminazioni territoriali che sono oggettivamente diverse in Lombardia Valle d'Aosta in Molise
Il governo del territorio come il territorio e urbanistica sono materie che hanno bisogno di principi generali ma anche quelli che hanno declinazioni molto particolari allora conservare
La concorrenzialità nella normativa cioè i principi generali fa lo Stato ma
La declinazione a norma di dettaglio dichiarazione sul territorio la fa la Regione
Ma
La declinazione a norma di dettaglio perché azione sul territorio la fa la Regione ci sembra un criterio che funziona di più
Ci rendiamo ben conto che piace molto questa idea di azzerare le competenze concorrenti ma qui non dobbiamo fare solo cose che piacciono molto l'opinione pubblica ma che poi funzionano molto concretamente queste la prima preoccupazione che abbiamo anche rispetto
A tutta la riforma quindi
Progetto con le foto che presumo che lei poi non
Il tunnel non intervengo più perché
Io credo che la vera critica la proposta di Renzo Rosso dovreste faccia domanda ma vi piaccia o non mi piace questa proposta
Ci piace che ci sia una proposta ma questa proposta non ci piace perché in molti punti
Non consente cambiamenti veri e rischia di fare pasticci
Maggiore di quali da cui proveniamo
Per esempio l'assemblea dell'autonomia e così come
Prevista
Si espone a molte critiche innanzitutto quella di essere un organo pressoché del tutto inutile
Che non ha competenze vere se non quella di votare presenta al pubblico una volta ogni sette anni o di partecipare alla modifica alla Costituzione l'abbiamo già molla voglia modificare prima di fare l'assemblea delle autonomie quel punto la Costituzione non si tocca la più per venticinque anni immagino
Che senso ha un'Assemblea che ha solo quello scopo dopo due anni ci accorgeremo che dobbiamo cancellarla come scrive
Noi invece vogliamo un Senato delle autonomie vero con competenze vere che per esempio possa discutere in ordine sull'ordinamento degli enti locali possa discutere sulle materie finanziarie
Questa proposta riporta al centro tutti questi temi tra le competenze esclusive dello Stato allora
Qui l'altra osservazione ma
Pensiamo davvero che sia
Il neo centralismo la soluzione proprio del Paese regioni hanno molte critiche autocritiche da farsi e se le stanno facendo ma pensiamo che la risposta sia più burocrazia statale più poteri ministeri
Più soldi a Roma politico
Anche da Presidente del Consiglio regionale la Lombardia io non credo che qui noi non crediamo noi io personalmente non credo ma mi pare che su questo tutti quanti non crediamo che la strada sia quella
Va bisogna riprendere
Un percorso
Serio di competenze
Come di federalismo solidale come diciamo noi cioè di competenze condivise tra i diversi livelli di governo con un approccio serio e l'ultima osservazione
Noi a diciamo anche nel nostro documento lo voglio sottolineare perché è un punto importante
Ci fosse il Presidente prima
Richiamare tutti gli altri non ha sbalzato noi siamo anche disposti a rivedere l'assetto dei poteri compreso il numero e la dimensione tra Regioni attuali
Ma riteniamo che questo debba avvenire in un contesto ordinato
Cancellare le Province e basta senza consentire nessun'altra possibilità per regioni come la Lombardia rende il territorio governabile lo dico avendo fatto sette anni l'assessore I trasporto in infrastrutture in Lombardia
Ci sono competenze come quella come l'edilizia scolastica come appunto l'ambiente
Che se uno non ma
In una regione che ha mille cinquecentoquaranta Comuni dieci milioni di abitanti nulla in mezzo tra la Regione Comuni diventano ingestibili
Però queste la stessa Lombardia diverso da stasera la Valle d'Aosta o dell'Umbria che sono vicine a me quindi
Noi riteniamo che la soluzione sia e abbiamo scritto nel documento che va bene la cancellazione delle Province ma a patto che ciascuna Regione possa decidere al proprio interno come organizzare enti di area vasta con la piena competenza su questa materia
Come avete visto insomma non è stato semplice coniugare per le diverse posizioni all'interno delle diverse regioni con che cosa esso credo che vi sia stato distribuito
L'articolato ecco appunto su cui documento è più uno fa la sintesi avete questo tema della del discorso delle confini delle regioni rispetto al tema delle Province voi sapete che noi
Anche in passato come Conferenza di siamo sempre pronunciati disponibili anzi favorevoli alla diciamo a
Al
A chiarire diciamo alcuni aspetti istituzionali ma crediamo logicamente come ricordava il presidente della Lombardia
Che sia giusto che le diverse regioni anche con dimensioni degenze diverse abbiano la possibilità di organizzare al meglio le proprie funzioni
E anche per rispetto e per fare dare più servizi provi cittadini insomma questo è stato un tema importante su cui comunque abbiamo che anche va in qualche maniera nel senso che l'autonomia di ogni singola Regione appunto essendo un'Assemblea legislativa
Non so se ci sono altre domande prego
Tecnica
Perché i contesti particolarmente abbastanza bene
Diciamo
Cogliere qualcun altro che è importante che l'avviso
Grazie
Laddove nella terza colonna nostra proposta antisismica
Trentaquattro votanti
Difficilmente poi testo unico
Oggi
Iscritto iscritto al punto numero nove però ecco genericità diventi una
No ci mancherebbe direttore
Prima di dare la parola ce la lucciola Garcia più di uno Stato una cosa elogio questa per noi appunto è una bozza di partenza per aprire un confronto cioè noi non crediamo che questa sia la verità
Però ecco vogliamo entrare nel merito con proposte concrete per evitare che poi ci si dica che il dibattito di manca soltanto alla torre Ruffolo facciamo delle proposte concrete
Come primo elemento di partenza e come ho ribadito inizio cogliamo comunque con favore con piacere che finalmente il Governo anche loro centrali
Insomma non a parole ma con piena volontà e anche con i tempi centri dunque lo cerchiamo di stare tempi di stare
Adeguati a quelle che sono le esigenze prioritari che questo Governo ha individuato e siamo contenti che nelle priorità del Governo ci siano
Ci sia l'intervento della riforma sul tema appunto delle regioni ed altro dunque ecco questa è una bozza di partenza e su quello che che chiediamo al Governo di aprire un confronto
Prego
Può
Rosario
Parere
Quarta questo lo stiamo parlando di una riforma tutti in Costituzione tema delle quote rosa credo che
Mi a colori costituzione non ci sia bisogno di scriverlo perché ad il venti dobbiamo tornare io noi oggi stiamo parlando di forme e strutturali e primavera questo delle quote rosa un problema politico che come avete ben visto nel Parlamento italiano né quello addirittura europeo è riuscito a lo sapevi che sia Parlamento italiano si è pronunciato per su questo sapete anche il Parlamento europeo qualche settimana fa
Si è pronunciato su questa materia e sostanzialmente finito pari Bordin respingendo la proposta dell'introduzione di quote rosa
E dunque
Capire quanto è complicato questa situazione poi io ogni regione a un sistema elettorale oggi né in nessuna regione italiana è prevista
La doppia preferenza di genere se non in campagna che prevede tre preferenze di cui una di genere però dato che molte Regioni italiane da qui al prossimo anno andranno al alle elezioni
E e dovranno tutte di fare inganno la legge elettorale credo che l'autonomia delle singole regioni l'autonomia della politica
Possa far fare diverse riflessioni e cercare in qualche maniera
Di trovare la soluzione credo che sul tema appunto la quota rosa non sia un problema né di riforma
E mi di legge e credo che neanche di riforma costituzionale però credo che ci sia un elemento di maturità è un elemento di diciamo così di
Di posizione politica che ogni singolo ripeto con Regione debba valutare per il futuro insomma poi
Qui c'è la Presidente dell'Emilia Romagna che anche la
Responsabile del Commissione delle pari opportunità che
Da Presidente così traumi se tra qualche giorno una decina di giorni fa ha portato
Alla
Questa Conferenza abbiamo approvato un documento dove
Chiarisce forse della Presidente da sempre ha dei residenti è riuscito a noi siamo riusciti a fare un documento grazie alla Presidente così anche al contributo
Della PESD e gli altri Presidenti che sono e residenti tirava addossa e che sono presenti nella nostra Assemblea
E appunto come posso dare la parola alla Presidente Cossiga potrebbe in qualche maniera riassumere quella che è stata
La posizione che viene espressa nel documento nonché proprio tesi come Presidente di pari opportunità pur dalla vostra attenzione non so se vuole aggiungere altro Presidente costi
Ma io
Scusate dunque io sono una sostenitrice e di tutti gli strumenti che permettono
Alle donne di partecipare alla vita politica e la vita elettiva però mi preme cercare di non confondere i piani
Perché oggi in Parlamento c'è una Progetto di legge che riguarda il sistema elettorale
E su quello il Parlamento si esprimerà
Noi oggi come presidenti delle assemblee elettive
Stiamo facendo un'operazione invece molto complessa
Perché abbiamo cercato di dare un contributo nostro rispetto ad una riforma della Carta costituzionale
E quindi non è legge ordinaria è la Carta fondante del nostro Stato riguarda chiaramente la seconda parte ma noi oggi rimaniamo sulla parte che diciamo
Oggi è in discussione e come diceva no i colleghi che hanno parlato prima
Fondamentalmente
Si tratta di
Definire una setto che superi di fatto il famoso bicameralismo perfetto
Per cui noi proponiamo tema del Senato delle Regioni e delle autonomie locali cogliendo positivamente molto positivamente la proposta che
Il Governo ha fatto pur avendo anche noi proposte diverse e soprattutto cerchiamo di dare il nostro contributo
Importante sulla composizione quindi la composizione e voglio dire del Senato delle regioni e delle autonomie e nello stesso tempo definire anche le materie
Di competenza esclusiva dello Stato concorrente
Quindi
Il tema elettorale è un tema che noi abbiamo trattato per i singoli Consigli regionali con un documento che
Chiede incoraggia alle singole assemblee rispetto alle leggi elettorali regionali quindi stiamo parlando di un sistema diverso
Ad approvare provvedimenti sulla base dell'esperienza che ogni Regione ha che possano produrre
Effettiva partecipazione
Elettiva
Delle donne all'Assemblea regionali ma non è materia
Dell'oggetto di oggi mi permetto solo di
Dare un'ulteriore risposta a quello che
Aveva già introdotto il collega
Della Lombardia Cattaneo
Noi nell'in tunnel mantenere nel diciamo riportare competenze alla scelte esclusiva dello Stato
Mantenere una materia concorrente che in questi dieci anni tutti diciamo i costituzionalisti hanno comunque riconosciuto
Aver dato comunque elementi mini certi su cui oggi si può partire senza rinvenuta arsi altro
è chiaro che il nodo
Diciamo su cui si potrà svolgere proprio l'eliminazione anche di ulteriori conflitti è proprio la costruzione del Senato
Che è una Senato appunto delle regioni e delle autonomia
Dove è chiaro che una parte delle materia troveranno in questa sede il luogo naturale di per dirimere qualsiasi
Qualsiasi problema per cui
Ci tengo a sottolinearlo pur partendo non siamo regioni con maggioranze chiaramente molto diverse
Però lo sforzo che abbiamo fatto oggi avete già anche capito che abbiamo posizioni diverse però lo sforzo che abbiamo fatto oggi è quello di concentrarci sui pilastri perché la Costituzione si cambia una volta
Ogni tanto voi sapete che la procedure anche lunga e quindi sarà anche molto
Molto complessa e crediamo che in questo ognuno debba portare il proprio contributo non l'abbiam portato in modo unitario quindi il Senato
Va beh costituzione del Senato compiti e funzioni del Senato
E soprattutto anche il modifiche delle competenze crediamo che siano un contributo importante proprio perché questa riforma possa procedere
Seller mente e possa dare i risultati che tutti noi auspichiamo di iniziare chiaramente dai cittadini
Alla nel sito del mettere in rapporto Presidente Cattaneo e al Governo anche lui perché essendo del nuovo centrodestra dunque al Governo
Partire dal sei al Governo
Dirò poi intorno a questo tavolo sostanzialmente ci sono tutti i partiti che sostengono questo governo ma questo non significa
Che se dobbiamo fare delle critiche le facciamo perché pensiamo che appunto la libertà politica sia essenziale agitato noi rappresentiamo delle istituzioni che vanno al di là dell'appartenenza dei singoli partiti
Ma la riflessione che faceva presidente Catania che poi ripreso anche la Presidente Cossiga esattezza talmente condivisa l'ho anche detto prima
Che su alcuni temi è stato difficile mettere insieme tutti ma quello che è scritto su questo documento sostanzialmente è stato no sostanza mi è stato condiviso da tutti
E sul tema appunto delle Province logicamente Presidente Cattaneo faceva emergere cioè io ecco parlo di me stesso e non parlo di altre regioni
Io provengo dall'Umbria
Che ha due province e auspico e credo che poison ci sono posizioni diverse su questo sicura delle singole realtà però un
Eh no è normale che l'organizzazione che deve pensare ad una Regione come la Lombardia come può essere miglia come può essere il Veneto come può essere il Piemonte già
Più grande rispetto alla Regione di piccola come può essere l'Umbria il Molise ore o la Val d'Aosta e risponde a dei criteri diversi insomma ecco dunque non ci sono state divisioni né politiche né ideologica ma
E delle riflessioni per come organizzare al meglio gli assetti istituzionali
E voglio sottolineare una cosa secondo me importante e che su questo documento
Anche le Regioni a Statuto speciali e ci sono ritrovati perché non era scontato tracce qui c'è una rappresentante era Presidente della Val d'Ossola che qui a rappresentarle che voglio ringraziare perché avere
L'assenso anche e la condivisione delle regioni a statuto speciale comunque l'elemento di forza
E che aiuta e Sudan a far sì che questo documenta possa avere un ulteriore
Motivazione ulteriore puntura è un'ulteriore a forza mento rispetto al tema che a domande Presidenti di Giunta io qualità di coordinatore
Mercoledì mattina dieci e trenta o un incontro con il Presidente Errani logicamente ognuno avrà il suo ruolo avrà le sue posizioni logicamente
I Presidenti della Conferenza diciamo
Di Roma cosiddetti governatori hanno
Le loro posizioni noi appunto abbiamo le nostre posizioni che abbiamo espresso e qui come annunciavo prima in due faremo questi ha sempre questi Consigli regionali due potremmo a dibattimento questo documento
Ma
Come abbiamo sempre comunque dimostrato
Non abbiamo mai avuto di sostanziale diviso anzi siamo abbiamo sempre condiviso nei momenti importanti
Tra le due conferenze c'è stata sempre piena condivisione grande rispetto dei ruoli e sono convinto che anche questa volta ci sarà pieno rispetto dei ruoli grande condivisione in un momento particolare del nostro Paese
Dove le Regioni daranno sicuramente come hanno sempre fatto il meglio di tutti i loro stesse con grande senso di responsabilità per il Paese
Sì di idea quella di portare un'unica proposta logicamente partendo dalla riflessione da Presidenti della che rappresenta l'Assemblea legislativa cercando in qualche maniera di coniugarla con quelle che sono le loro istanze
Poi se sarà possibile integrare documenti di interverremo laddove non fosse possibile
Avremo due documenti dove chiaro una è la posizione
Ma più che altro le posizioni possono essere diverse perché passiamo riflessioni diversi tra chi ha un ruolo istituzionale e china un altro noi tutto sommato abbiamo quest'darà
Presentante istituzionale politica dell'intera Assemblea al di là delle appartenenze politiche i governatori hanno una responsabilità un ruolo politico di governo che è diverso dal nostro dunque
Noi partiamo sostanzialmente da due ruoli diversi e distinti nelle abbiamo l'obbligo sostanzialmente in questa sede di fare la sintesi bandi ciò che rappresentiamo l'intera Assemblea
I governatori magari hanno un ruolo diverso che punto partono alla funzione di governo
Diverse contatto però ribadisco credo che come abbiamo sempre fatto sono convinto che aver daremo sicuramente un grande senso di responsabilità di condivisione in un momento così particolare
Non ci sono altre situazioni non so se c'è qualche mio collega vuole aggiungere qualcosa
Qui non c'è altro a Presidente monaci della Toscana
Se il precedente per dire che forse
Negli ultimi negli ultimi periodi è stato sottovalutato o non apprezzava abbastanza il ruolo legislativo delle Assemblee regionali
E quindi
Sia dato un'altra spinta maggiore all'importanza delle del governo dell'Esecutivo
Tuttavia
Le Assemblee regionali utile regionali solo assemblee elettive legislativa se
Vogliamo fare una riflessione alternativa la si vuol fare alternativa bisogna iniziare a dire quali porterei restano
Poteri legislativi restano alle assemblee
Delle Regioni ringrazio che noi rimangono quelli che sono
Poi se discorso della
Delle competenze si può aggiornare qui mi sembra sia ampio spazio di disponibilità di aggiornamenti ma credo che il punto
Da riflettere da focalizzare da mettere in evidenza è questo quindi non è
Si possa dire che
I Consigli regionali sono
Enti
Di livello locale
C'è tanto
Risposte
O con le rappresentanze o anche lui competenze più esattamente

Variano secondo degli umori poi delle opportunità
Dei vari interventi entity come o anche delle maggioranze possono naturalmente a livello
Governativo nazionale Parker nazi modifiche sì questo è un punto essenziale quindi
Da tutti i colleghi c'era stato che hanno sono intervenuti
E mi sembra che c'è un apprezzamento comune è un'esigenza che noi ribadiamo non siamo lì
Allora se vale
Ragionamento qualunque siamo lì a rivendicare una competenza legislativa
Questa è un'Assemblea legislativa che è diversa dal ruolo che hanno
Altre funzioni località comuni finora anche
Ahmad altre realtà Province quaranta qui questo è una cosa sulla quale
Noi intendiamo rimanere abbastanza convintamente firme
Sul resto su quello sta a me sembra che documenti vi sono stati
Che
Sono condivisi anche tra i colleghi che stamani non sono presenti
Ci sia ampia di bis disponibilità di confronto e di ragionamento il punto focali queste semplificare troppo laddove ci sono competenze legislative
Può essere al momento di grande impatto mediatico ma poi
Nel prosieguo reale grossi problemi oltre
Grazie conservata
Pensare che l'abbiamo fatto aspettare