16MAR2014
rubriche

Rassegna stampa vaticana

RUBRICA | di Giuseppe Di Leo RADIO - 07:00. Durata: 32 min 27 sec

Player
Puntata di "Rassegna stampa vaticana" di domenica 16 marzo 2014 , condotta da Giuseppe Di Leo .

Tra gli argomenti discussi: Aborto, Anglicani, Antropologia, Ateismo, Benedetto Xvi, Biffi, Capitalismo, Cattolicesimo, Chiesa, Comunicazione, Concilio Vaticano Ii, Conclave, Cristianesimo, Dimissioni, Diritti Umani, Diritto, Divorzio, Donna, Economia, Ecumenismo, Etica, Europa, Famiglia, Filosofia, Francesco, Geopolitica, Gerusalemme, Giovanni Paolo Ii, Gran Bretagna, Kasper, Maternita', Matrimonio, Mercato, Obama, Ortodossi, Politica, Polonia, Proprieta', Putin, Rassegna Stampa, Religione,
Riforme, Roma, Russia, Sacerdozio, Societa', Stato, Storia, Teologia, Vaticano.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 32 minuti.

leggi tutto

riduci

07:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Spesso
La rassegna un po'vaticana
Di Giuseppe Di Leo
Buongiorno per quanto riguarda
Il
Puntini Smoke come ideologia
Un bel pezzo
Di Anna zona fesso fra
Osservatrice Achuthan dell'al mondo rosso Vietti con del mondo ex sovietico e mia in particolare il mondo russo ci può tornare utile
In rassegna stampa vaticana
Perché nel suo articolo pubblicato dal foglio l'altro ieri venerdì
PCI mette in connessione la ideologia di Putin e con lo zar Nicola primo il quale
Ebbe un incontro con Papa Gregorio sedicesimo scrive Annalisa fesso ma uno zar rincontra un papà un incontro semi ufficiale cortese ma non privo di dossier dedicati il Pontefice fu un
Fa un elenco di rimostranze ed è sovrano
Risponde con freddezza di non poter cedere in quanto il custode dell'ortodossia
Salutando si si scambiano dei doni e il Papa dice si ricordi i sovrani insistono per il bene dei popoli e non i popoli per la volontà di superando
Lo Zac scuote la testa e scrive al ritorno nelle sue stanze dei due grandezze passati è quella di Roma è quella del papato quasi incredibili potenze che furono sulle qui rovine oggi giocano le ombre cinesi
Di un potere quasi inesistente con appena un filo di respiro portando in se stesso il germe della propria distruzione
Non sarà aveva problemi
Con le cattoliche Lituania e Polonia stava per imbarcarsi in una guerra in Crimea
E dal Papa voleva una spogliata contro i cattolici che fu meritavano di gara INCE polacco contro i russi lo zar non si chiamava Vladimir ma Nicola Nicola primo
Venuto appunto in visita privata da Gregorio sedicesimo correva l'anno mille ottocentoquarantacinque e l'obiettivo del sovrano russo
Era convincere l'Europa ad allearsi contro i fermenti rivoluzionari salvare il cristianesimo è soffocare il limite era della rivoluzione nella culla come spiega Marx MIR Moffa
Autori di una singolare saggio dedicato all'incontro tra puntine Papa Francesco la tentazione di terra rinunciare paralleli storici scrive Annalisa fesso uva
Ispirati alla cronaca è ovvio ma il ragionamento merita attenzione se non altro perché è uno dei pochi segnali che arrivano dal laboratorio intellettuale del PUTT chimismo un'occhiata oltre la cortina fumogena della propaganda
Le esternazioni di politologi di corte che permette non soltanto di interrogarsi sui meccanismi decisionali e le prossime mosse in uno scacchiere incandescente
Ma di aprire uno spiraglio sul sistema di valori di IBM che muove un uomo e il sistema che si è costruito
Attorno
è un articolo su questo
Con riferimenti anche un parallelismo tra tutti in
E Obama
Cioè fatto lo scrittore Guido Ceronetti sulla Repubblica di giovedì tredici marzo
Dove indurre scrive Ceronetti a bere l'appoggio della religione distaccato per il trono di Vladimir Putin è un formidabile chiodo a ancora il rapporto in quanto era forti Edward istruire Biondi
Orari sinergie l'ex arcivescovo appare meglio dire Arcivescovo emerito di Canterbury l'archeologo Rowan Williams
è intervenuto a Milano nei giorni scorsi per un convegno organizzato Università Cattolica sulla dottrina sociale della Chiesa il suo valore nell'ambito dell'ecumenismo
D'intervento uno stralcio amplissimo dell'intervento di ed è arcivescovo emerito di Canterbury è stato pubblicato da venire dell'undici marzo e conserva
Williams la convergenza della tradizione anglicana con elementi della dottrina sociale della Chiesa e chiara della Chiesa cattolica ma ci sono alcuni aspetti altamente i distintivi
Tra i punti più evidenti di convergenza vi è la centralità della persona umana e della sua dignità irriducibile ed entrambe le tradizioni vince una versione del principio di sussidiarietà ciò è la convinzione che le decisioni dovrebbero essere prese a un adeguato livello di autorità piuttosto che regolarmi regolarmente da un unico potere sovrano
Entrambi gli approcci contestano l'idea che la posizione umana fondamentale o di base sia quella di un individuo in possesso di pretese quasi legali iniqui diritti devono essere armonizzati con quelli degli altri
Entrambi partono dal presupposto che la vita comune e il riconoscimento degli obiettivi di beni comuni sono ciò che costituisce il benessere
Finale delle singole persone
Nessun individuo può in sostanza vantare un diritto su di un bene che si è ottenuto vantato a scapito di un altro entrambi insistono sul fatto che l'economia sia oggetto di discernimento morale
Come ogni aspetto della vita umana ed entrambi hanno una costante tradizione nel criticare il capitalismo senza regole e l'assolutizzazione del mercato
La diffidenza anglicana nei confronti dell'Autorità universale centralizzata significa che nella tradizione anglicana esiste una convergenza fra i Clesio logica e politica
Che porta al rifiuto della suprema autorità Magiste viale nella chiesa
Vista intrinsecamente come un sistema di autorità diffusa sostenuta dal sovrano locale con una mescolanza di una regolamentazione giuridica
Adatta non assoluta con la sorveglianza disciplinare da parte di vescovi e l'Autorità continua dell'effettiva pratica sacramentali della Chiesa
La dottrina sociale prosegue però quel miliardo sa anglicana non ha mai avuto e non avrebbe mai potuto venire quello status
Di magistrale che conferisce l'essere enunciata per esempio ciclica ma si potrebbe affermare che la natura diffusa informale di tali tutto Rina rispondenti al proporsi dell'ideale sostanziale
Il mezzo è il messaggio cioè convergono questo significa che alcune tipologie anglicane hanno un atteggiamento meno critico o un relativista nei confronti della sovranità dello Stato nazione
Rispetto alle loro equivalenti teologia romano cattoliche
Ora vengo agli due avvenimenti che hanno connotato agli ultimi giorni ultima settimana e il primo riguarda l'anniversario dell'elezione di Papa Francesco tredici marzo due mila
Due mila tredici
E poi ancora i commenti sulla relazione
Presi nodale del cardinale Walter Kasper intanto voglio direttore dell'Osservatore Romano Giovanni Maria Vian e riguardo al primo evento scrive sull'Osservatore Romano del tredici marzo
Due mila quattordici attento al tempo della Chiesa e al significato profondo della liturgia cristiana
Benedetto s'decimo sesto aveva scelto con cura il momento dell'annuncio di una decisione clamorosa presa molto tempo prima
La dichiarazione di rinunciare al pontificato fu collocata così
A ridosso dell'inizio della Quaresima periodo penitenziale che da mezzo secolo i Papi aprono con una settimana dissidenze meditazione per gli esercizi spirituali
Settimana che un anno dopo coincide suggestivamente con il primo anniversario dell'elezione del suo successore in ritiro con i suoi collaboratori più stretti ad Ariccia es e si può essere certi
Che Papa Francesco viva come un segno questa singolare circostanza
Saranno gli storici osserva il direttore Osservatore Romano approfondire una successione papale che non va precedenti
Nelle vicende della Chiesa di Roma ma già adesso sembra chiaro che è stato il gesto esemplarmente umano e cristiano di Benedetto sedicesimo a preparare l'elezione dell'Arcivescovo di Buenos Aires
Giovanni Maria Vian L'Osservatore Romano il tredici marzo Domenico Rosati
Sull'Unità
Dei mercoledì dodici marzo scrive l'unica diagnosi in merito alla
Bilancio il primo anno il pontificato per voi hanno che non trova conferma quell'inizialmente formulata da qualche esperto di lungo corso
Per il quale il passaggio da un papà Alal Toro non comporterebbe traumi in quanto si tratterebbe soltanto dell'avvicendamento di soggetti all'interno di una medesima immutabili funzione
Chi all'età o osservare usati che all'età per organizzare i ricordi sa che non è stato non può essere così
La successione tra pioggia dodicesimo e della sua chissà monolitica il Giovanni ventitresimo suo Concilio registro tensioni conflitti e così è necessariamente oggi dopo l'esperienza di due punti citati
Quello di Giovanni Paolo secondo è quello di Benedetto sedicesimo entrambi impegnati sul primato della dottrina come piattaforma di una presenza sociali politica della Chiesa da rivendicare ed affermare nella società
Particolarmente in Italia si avverte che esaurito il ciclo del negoziato con un potere ritenuto disponibile ad assorbire la pressione cattolica concentrata sui valori non negoziabili
Bioetica ma non solo vale a dire una scelta che ha ristretto l'orizzonte dell'impegno dei cattolici nella vita pubblica distogliendo l'aperta cede dei problemi dell'ingiustizia sociale
Dall'imponente questione morale che osservati
Domenico Rosati nell'ultimo ventennio ha imbrattato la vita pubblica italiana
Lo stacco enorme non più una dottrina ad accreditare ma una misericordia ad esercitare come missione di una chiesa
Che si considera ospedale da campo e ripropone il nesso inscindibile tra annuncio del Vangelo di Cristo la promozione liberazione dell'mi campo
Questo sarà un tema
Costituirà il fil rouge dei prossimi
Ha delle prossime analisi e commenti che vi proporrò
Proprio perché il tema della Misericordia della visita
Della dimensione pastorale di quella dottrina nei Billè vi ritardi finiti o presunti Italia dei Valori negoziabili
Non negoziabili o presunti tali attraversa appunto il dibattito all'interno della Chiesa farà teologica fra cattolici impegnati
E persino fra esponenti delle alte gerarchie lo vedremo intanto vaticanista di lungo corso come Luigi Accattoli su Corriere della sera del dodici marzo scrive
E la prima volta che un rappresentante dell'umanità del bisogno parlammo hanno il nome del mondo cristiano e si propone di rendere operativa in tutta la Chiesa cattolica alla scelta preferenziale per i poveri
Formulata nel mille novecentosessantotto a Medellin né dagli episcopato in latino americani
E questo atto persone Papa Francesco nonostante prosegue Accattoli l'inventiva e che le invettive che Papa Francesco rivolge l'umanità del benessere
Rivolge a questo vanità del benessere capitalistico bene questo umanità del benessere applaude Papa Francesco
Perché Francesco alleggerisce il conflitto ideologico con la Società secolare e pochissima vedono che il suo non è un balzo nella modernità e piuttosto un balzo nella missione
E quella missione comporta un allontanamento dall'Occidente o quantomeno dall'Europa
La direzione impressa al pontificato appare dichiara in luglio con l'andata a Lampedusa
E l'analogo proclama che lancio dalla cintura della miseria di Rio de Janeiro dove presenta una sciocchezza come avvocata della giustizia
E il difensore dei poveri contro le disuguaglianze sociali ed economiche intollerabili che gridano al cielo
Ma a breve quella scelta di campo sarà ancora più evidente il Papa venuto dalla fine del mondo ha in programma viaggi in Medioriente in Asia in Africa
Che daranno la piena misura della sostituita all'umanità del benessere alla quale appartiene l'istituzione che governa
E sul fronte
Teologico monsignor Bruno Forte arcivescovo di Chieti e Vasto sul il Sole ventiquattro Ore di domenica scorsa papà totale ha saputo sorprendere tutti i suoi fratelli e il titolo della sua analisi
Questo Papa scrive monsignor forte ha saputo essere il vescovo innanzitutto della Chiesa di Roma i suoi incontri con i preti e la gente della Città eterna le sue visite alle parrocchie
I gruppi di fedeli che tali singoli comunità vanno a turno a partecipare alle carristi a Santa Marta al danno al suo pontificato uno squisito spessore pastorale fanno riscoprire al momento quello che anzitutto un Papa il vescovo della Chiesa di Roma
Però poi questo Papa annuncia anche il valore immenso la dignità della persona umana senza bisogno di ricorrere espressioni difficili da capire
Come quella di valori non negoziabili scrive monsignor forte da lui non amata perché sono i valori di mercato sono i valori di mercato sono negoziabili
Anche i cristiani nonché
Tonici mostrò guardare a Francesco con singolare simpatia interesse perché si presenta al loro come un fratello il vescovo della Chiesa che presiede nell'amore
Dici Seven civilizzare il con il nuovo slancio anzitutto Roma e così offrire un servizio di testimonianze di carità tutte le chiese
Era quanto da anni il dialogo ecumenico Le Clèzio Lucia del Vaticano II chiedevano
Nel pensare un ministero universali di unità per tutti i cristiani il prossimo incontro a Gerusalemme col Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo ne sarà certo conferma
Hai credenti delle altre religioni poi Francesco
Propone la via della reciproca fiducia della fratellanza universale davanti all'unico Dio e infine agli atti a chi non crede sembra tratto dal mondo chi non crede sembra attratto dal modo di essere di questo testimone di Gesù
Amico di gli uomini che non vuole giudicare nessuno che rispetta tutti questa ricchezza di rapporti movimenti inciderà
Questa ricchezza di rapporti in movimento inciderà sulla Chiesa stessa chiamata in parte e in parte sfidato a vivere una nuova primavera di riforme questa è la visione
Appunto di non son Bruno Forte sulla relazione del cardinale Kasper il
Sturnus filosofo studioso di antropologia filosofica rilievo di a Karol voi tv all'università di Rubino Stanislav Brigante
In un articolo pubblicato
Sul foglio
Di martedì scrive ho letto con grande interesse il testo del cardinale cascherà recente Concistoro ma mi rincresce dove nel dire che nessuno deluso e preoccupato sono deluso preoccupato non come teologo oppure patto prologo
Ma come un semplice cristiano che cammina nella fede sulla via del matrimonio e della famiglia come semplice credenti avrei sperato d'essere introdotto dal cardinale nella contemplazione della bellezza della verità del matrimonio e della famiglia
La sua relazione invece richiamato l'attenzione dei cardinali
Sui problemi legati con la prima domanda quella sociologico pastorale dimensione sociologico pastorale il che potrebbe avere gravi conseguenze scrive Stanislav Grigatti
Che i lavori del Sinodo dal momento che le difficoltà Pastorani potrebbero penetrare la nostra visione del turno di Dio
C'è il pericolo che i problemi sociologico pastorali possono prevalere sulla contemplazione della presenza sacramentali di Cristo nel matrimonio
Sulla relazione dicastero
Più il
Ci ritornerò ma ritorno invece alla valutazione sul pontificato di Papa Francesco con l'articolo all'analisi di Gian Enrico Rusconi sulla stampa
Del diciotto marzo
In realtà il progetto di Papa Francesco scrive Gian Enrico Rusconi
Restaurare il lavoro l'autorità e l'attrattività della Chiesa intesa come espressione di un'autentica comunità di credenti che ragionano e dialogano a partire dal vissuto quotidiano
Qual è lo strumento principale per questo UDACE Progetto il linguaggio
Il linguaggio parlato dell'immagine che attinge al vissuto alla sensibilità umana al modo di esprimersi comprensibile a tutti per la sua carica emotiva
Dolcezza misericordia una semantica che sempre introdurre una nuova ermeneutica della dottrina tradizionale ma questa è ancora tutta da inventare
Tutto ciò spiazza critici che avevano previsto non senza buone ragioni una collisione tra dottrina tradizionali azione pastorale in realtà siamo appena all'inizio di un conflitto
Che può rivelarsi più duro e più lungo del previsto perché trova impreparati gran parte di uomini di Chiesa
Il Papa non solo non vuole creare tensioni e divisioni all'interno della Chiesa ma come nessun altro dei suoi predecessori intende valorizzare al massimo le forme di collegialità esistenti
Soprattutto vuole restaurare la piena autorità dei vescovi e radicati nel loro popolo
Ma se questi sono i primi a non capire la rivoluzione semantica ed ermeneutica di papà Bergoglio e vi vedono soltanto pericoli perché le certezze dottrinali che cosa succederà appunto di domanda
A una lettura positiva di Gian Enrico Rusconi a cui si unisce anche quella di Franco Cardini
Sono persuaso scrive lo storico minimalista sul quotidiano Europa suo persuaso che uno dei compiti affidati a papà Bergoglio dal conclave che tanto rapidamente
Lo ha eletto sia la prossima proclamazione di un nuovo Concilio chiamato a far luce definitiva sulle contraddizioni della chiese a liberarla
Da essa
Cioè invece una valutazione
Ironica anche
Essa lacci e nei confronti di chi fa il tifo
Per questo Papa che
Se
Per a affinché assecondi desiderata mondani
Giuliano Ferrara sul Foglio il quattordici marzo hanno uno strano modo di farsi piacere il Papa quelli che vogliono una chiesa amabile e non precisamente competitiva o in null'attiva con il mondo
Sorella forse ma non mandare in Mestre
Si domandano se quando ordinerà alle donne e ne farà dei preti
Sebbene dirà la sofferenza dell'aborto oltre a quella del divorzio in nome della Misericordia
Trovano irritante che Francesco abbia una posizione di riserbo erri Lucchi espandere il suo progetto di comunicazione seduttiva oltre i confini della dottrina cristiana del Vangelo sine glossa
Senza interpretazioni lo considerano un enigma perché è un rivoluzionario d'accordo e oggi dalla lebbra curiale
Ma l'abolizione del peccato che gli fu attribuita come un già fatto ancora non è codificata nel Codice di diritto canonico
Non è facile capire quali misteriosi ragioni vanità parte inducano le belle mentito il mondo spirituali residuo di Occidente
Specie quelli di lingua inglese ma non solo a volere un Papa che non sia un papà un maestro senza pedagogia un amico che ti racconta balle un camminatore Pellegrino senza meta
Nel giro dei libro Ussi del Papa quelli che lo consigliano la sua Curiazi capisce meglio che non tra i cortigiani montani la difficoltà del compito di uscire da se stessi e inoltrarsi nelle periferie
La Chiesa cattolica è un organismo naturalmente sensibile intelligente conosce il fenomeno della perdita del centro
Sa per antica esperienza dell'umano che il cuore appunto il centro della persona solo se assistito da una coscienza formata
Altrimenti un intrico astratto di passioni periferiche di trappole di vario genere
Francesco il primo a conoscere le proprie astuzie e sa
Che rende relativa alla legge per procedere oltre nel segno della gioia evangelica della misericordia divina e un esercizio necessario illuminato dalle circostanze spettacolari della rinuncia al Soglio del predecessore
Ma fortemente rischioso
Nessuno conclude Ferrara vuole essere giudicato il perdono e il mestiere di Dio ma il mestiere del Papa non altrettanto gratificante
Intervistato da Paolo dare il cardinale Kasper risponde ad alcune critiche
Sulla Repubblica dell'undici marzo afferma la Chiesa porporato tedesco non sono parole sue può trovare una nuova strada affinché un divorziato risposato dopo un periodo penitenziale venga riammesso i sacramenti
La mia non è una posizione lassista
Bensì che intende riconoscere come tramite la penitenza chiunque pur ricevere clemenza e misericordia ogni peccato può essere assolto infatti non è immaginabile che un uomo possa
Cadere in un buco nero da cui Dio non possa più tirarlo fuori
Domanda eminenza mentre scrive che occorre rafforzare la famiglia propone un approccio più tollerante verso le famiglie in difficoltà in merito pensa che la dottrina possa cambiare in risposta al porporato tedesco
La dottrina non può essere cambiata tuttavia a parte il fatto che si sullo sviluppo della dottrina che va sempre tenuto in considerazione
E cioè l'evidenza che essa non è una laguna stagnante quanto un fiume che scorre una tradizione che vive insomma occorre anche distinguere bene a fare ciò che dottrina ciò che invece disciplina
Tutti concili ecumenici prima del Vaticano II hanno fatto questa differenza fondamentali riconoscendo che la disciplina può cambiare quando le situazioni montano
In merito ai divorziati risposati ad esempio fra il Codice di diritto canonico del mille novecentodiciassette il nuovo del mille novecentottantatré ci sono sviluppi nella disciplina importanti
E dunque non ci si può ulteriormente fare nuovi passo in merito
Del resto il Papa chiedere il dibattito anche se c'è chi vuole fermarlo
Domanda chiedere nuove soluzioni per i divorziati risposati e contro l'insegnamento della Chiesa
Risposta del porporato non è contro la morale né contro la dottrina ma piuttosto a favore di un'applicazione realistica della dottrina la situazione attuale
La Chiesa non deve mai giudicare come se avesse in mano una ghigliottina piuttosto rime sempre lasciare aperto il varco alla Misericordia una via d'uscita che per me
Tale a chiunque un nuovo inizio
Cardinale Custer una parte dell'intervista di Paolo vaticanista della Repubblica Paolo Rodari occorre dire che il caviale Custer
Sia un po'arrabbiato perché il foglio a
A pubblicato
L'esclusiva mondiale la sua
La sua relazione ma Sissa la libertà di stampa care imminenza è come lo spirito soffia dove vuole dove può
A proposito
Cioè a proposito di visioni alternative dicevo il cardinale Kasper la pensa in questa maniera e in virtù c'è un altro cardinale
Santa Romana Ecclesia
L'Arcivescovo emerito di Bologna cardinali Giacomo Biffi invece la pensa in maniera diametralmente opposta pluralismo all'interno della Chiesa intervistato da Matteo Mazzuca si sul foglio
Di ieri sabato al foglio occluso c'erano anche
Un libretto in cui viene
Raccolto un tutto non solo la relazione di Kasper ma tutti gli articoli commenti e le analisi
Che il foglio pubblicato in questi ultimi due settimane ebbene
Chiede il vaticanista del foglio al cardinale Biffi la familiari sconsolato cioè di Giovanni Paolo secondo e al centro di un fuoco incrociato da una parte ci si dice che il fondamento del Vangelo della famiglia
Dall'altra che un testo superato impensabile un suo aggiornamento risposta del
L'Arcivescovo emerito di Bologna il cardinale Biffi
Se si parla del gender ed il cosiddetto matrimonio omosessuali invero che al tempo che la famiglia riescono sorso non se ne parlava ma di tutti gli altri problemi soprattutto dei divorziati risposati se ne ha parlato lungamente
Di questo sono un testimone diretto perché ero uno dei consultori del Sinodo del mille novecentottanta
Dire che la familiare sconsolato ciò come ha detto qualche cardinale
Lo dico io è nata in un contesto storico completamente diverso da quello di oggi non è vero fatta questa precisazione
Dico che prima di tutto la famiglia riscontro sorso ci ha insegnato un metodo con cui si deve affrontare le questioni del matrimonio della famiglia
Usando questo metodo in Giunta una dottrina che resta un punto di riferimento ineliminabile
Quale metodo
Quanto a Gesù fu chiesto a quali condizioni era lecito il divorzio
Della vincitrice età come tale non si discuteva quel tempo Gesù non entra nella problematica casso Istica da qui nasceva la domanda
Ma indica in quale direzione si doveva guardare i per capire che cosa il matrimonio e di conseguenza qual è la verità dell'indissolubilità matrimoniali
Era come se Gesù
Dicesse guardate che voi dovete uscire da questa logica calcistica guardare in un'altra direzione quella del principio cioè dovete guardare laddove l'uomo e la donna vengono all'insistenza nell'abilità
Piena del loro essere uomo e donna chiamati a diventare una sulla carne
In una catechesi Giovanni Paolo II dice sorge allora cioè quando l'uomo è posto per la prima volta di fronte alla donna la persona umana della dimensione
Del Bono reciproco la cui espressione
Che l'espressione anche della sua esistenza come persona e il corpo umano in tutta la verità originaria della sua mascolinità e della sua femminilità questo il metodo della famiglia disco Consorzio
Qual è il significato più profonde attuale della famiglia bis Consorzi a domanda risposta il cardinale Biffi
Per avere occhi capaci di guardare dentro la luce del principio familias Consorzio afferma che la Chiesa una soprannaturale senso della fede il quale non consiste solamente necessariamente nel consenso dei fedeli
La Chiesa segmento Cristo cerca la verità che non sempre coincide con l'opinione della maggioranza ascolta la coscienza e non il potere
In questo differente i poveri disprezzati la Chiesa può apprezzare anche la ricerca sociologica e statistica quanto si rivela utile per cogliere il contesto storico
Tali ricerca per sé sola però non è da ritenersi espressione del senso della fede domanda il cardinale Kaspar sottolinea
Qui ci sono grandi aspettative nella chiesa in vista del sinodo che se si corre il rischio di una pessima delusione se queste e si corre il rischio i di una pessima deduzione se queste attese fossero appunto disattese
Un rischio concreto a suo giudizio risposta del cardinale non sono un profeta né un figlio di profitti accade un evento un mirabile quanto il pastore non predica
Opinioni sue del mondo ma il Vangelo del matrimonio le sue parole colpiscono le orecchie degli uditori
Ma nel loro cuore entra in azione lo Spirito Santo che lo apre alle parole del pastore
Mi domando poi delle attese di chi stiamo parlando una grande rete televisiva statunitense ha compiuto un'inchiesta su comunità cattoliche sparse in tutto
Stop il mondo
Ebbene
Essa fotografa una realtà molto diversa dalle risposte al questionario registrate in Germania o in Svizzera in Austria un solo esempio il settantacinque per cento nella maggior parte dei Paesi africani e contrario all'ammissione dei divorziati risposati Allen carestia
Ripeto ancora di quali attese stiamo parlando di quelle dell'Occidente e dunque l'Occidente il paradigma fondamentale in base al quale la Chiesa deve annunciare
Andiamo ad ascoltare un po'anche i poveri sono molto perplesso e penso su quanto
Si dice che o si va in una certa direzione altrimenti sarebbe stato meglio non fare il sinodo
Quale direzione poi la direzione che si dice hanno indicato le comunità mitteleuropea e perché non anche la direzione invece indicata dalle comunità africane
E comunque essa
Questo bel botta e risposta indiretto tali cardinali Castelli è il caso Galileo Biffi molto affascinante anche di visioni di che cosa c'è e il rapporto tra
Magistero il potere e più in generale l'opinione pubblica l'idea il senso ULS il consensus livelli un po'il senso sfidi dei fidi
è un tema
Estremamente affascinante che naturalmente
Non ci si ricordi analizzate nelle prossime settimane
Intanto rassegna stampa vaticana finisce qui
L'appuntamento è per domenica prossima grazie per l'ascolto buona giornata
Abbiamo trasmesso la rassegna stampa vaticana
Dj seppe di le