17MAR2014

Ucraina: collegamento con David Carretta sulle reazioni europee all'indomani del referendum per "l'autodeterminazione" della Crimea

COLLEGAMENTO | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 09:11. Durata: 4 min 37 sec

Player
Realizzato durante il notiziario del mattino.

Registrazione audio di "Ucraina: collegamento con David Carretta sulle reazioni europee all'indomani del referendum per "l'autodeterminazione" della Crimea", registrato lunedì 17 marzo 2014 alle 09:11.

Sono intervenuti: David Carretta (corrispondente di Radio Radicale dal Parlamento Europeo).

Tra gli argomenti discussi: Autodeterminazione, Crimea, Economia, Europa, Guerra, Minoranze, Putin, Referendum, Russia, Sanzioni, Ucraina, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 4 minuti.
09:11

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con un referendum molto contestato ieri la popolazione della Crimea al novantacinque virgola sette per cento ha chiesto il che la penisola
Della Crimea torni a far parte della Federazione russa come lo era sino al mille novecento cinquanta quattro sulla vicenda dell'Ucraina e sul referendum in Crimea oggi si terrà una riunione di tutti i Ministri degli esteri europei è importante che la posizione dell'Europa sia unitaria violare l'integrità territoriale di un Paese non è possibile auspico che si tengano aperte le porte del dialogo ha detto il ministro della difesa Roberta Pinotti sentiamo da Brussa il David Carretta che ci parla della diciamo del De
Delle valutazioni fatte in queste
Ore dalle autorità dello dell'unione e europea buongiorno
Sì buongiorno a voi ieri il presidente del Consiglio europeo insieme a quello della Commissione mandare un poiché ho dello nel Barroso
Hanno pubblicato una comunicato per dire che il referendum in Crimea
Illegale illegittimo l'Unione europea non ne riconoscerà
Nei risultati né le Caccia e OGR
Giorno tv nuove sanzioni almeno in teoria nei confronti della Russia tra pochi minuti si apriranno i lavori di questo Consiglio affari generali affari esteri la riunione dei ministri
Degli esteri dell'unione
Europea all'ordine del giorno come come ha ricordato l'Ucraina ieri sera c'è stata una
Riunione degli ambasciatori dei ventotto permettere appunto
La leghista i personalità russe ucraine
Legate all'invasione della Crimea
Rispetto alle quali verranno adottate misure mirate quali
Misure il congelamento del riassetto dei patrimoni precedenti nel sul territorio dell'Unione europea e il divieto di ingresso il cosiddetto bando sugli peacekeeper queste
Personalità
Quale quanto ampio sarà l'elenco e chi fa la su questa ditta processo non dei due
I due grandi interrogativi perché
I Paesi europei sembrano abbastanza
Divisi su la qualità diciamo delle sanzioni da adottare quell'ultimo indiscrezioni la lista dovrebbe essere composto da una quindicina
Di personalità russe probabilmente
Legate in qualche modo a all'esercito alle forze di sicurezza contrariamente a quanto era stato anticipato la scorsa settimana da alcuni in India non dovrebbero comparire
Personalità già speso del mondo economico vedremo naturalmente nel corso della giornata il fatto che siano solo quindici per
Anche significativo
Tempi come l'Unione europea intende andare avanti cioè in modo occulto progressivo non una reazione dura o ma almeno sufficiente per tentare enti convincere Vladimir Putin e la Russia a un attitudine più moderata sulla crisi Ucraina l'interrogativo vivamente essere questa strategia possa
Davvero funzionare perché
Perché Vladimir Putin mi sembra una settimana avanti rispetto agli europei anticipare gli eventi lo dimostra il fatto che la
Sabato scorso alle forze russe
Chi è intervenuto in una città dell'Est dell'Ucraina quindi oltre la Crimea una un'attitudine di questo tipo illeggibilità europei avevano promesso di rispondervi con
Sanzioni economiche più ampie naturalmente queste sanzioni economiche più anche rimangono sul tavolo ma
Il ventotto non sembrano ancora pronti ad andare fino
A questo punto cioè a mettere a rischio in qualche modo i loro legami economici e commerciali con la Russia
Per tentare di rispondere a Vladimir Putin sull'Ucraina vedremo come andrà a questo Consiglio Affari Esteri presente per l'Italia il ministro Mogherini al termine della riunione dovrebbero esserci le consuete
Conferenze stampa noi riterremmo aggiornati nel corso della giornata