17MAR2014

Ucraina: collegamento con Antonio Stango sul referendum per "l'autodeterminazione" della Crimea

COLLEGAMENTO | di Lanfranco Palazzolo RADIO - 09:16. Durata: 6 min 20 sec

Player
Realizzato durante il notiziario del mattino.

Registrazione audio di "Ucraina: collegamento con Antonio Stango sul referendum per "l'autodeterminazione" della Crimea", registrato lunedì 17 marzo 2014 alle 09:16.

Sono intervenuti: Antonio Stango (membro del Consiglio generale del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito).

Tra gli argomenti discussi: Autodeterminazione, Crimea, Est, Esteri, Europa, Minoranze, Putin, Referendum, Russia, Ucraina, Ue, Usa.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
09:16

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Siamo in collegamento con
Antonio vostro Tango per parlare del verde Partito Radicale transnazionale per a parlare di di questo di questo vote insomma allorché il tipo di valutazioni possiamo fare e soprattutto che che le azioni ci ci si aspetta soprattutto dagli Stati Uniti
Sicuramente come abbiamo detto in questi giorni come risulta da tutti i Paesi dell'Unione europea dagli Stati Uniti dal Canada dall'Australia dal Giappone dall'Argentina dal civile questo referendum
Illegale e quindi c'è una grande parte della comunità internazionale che non è disposta riconoscerne rientri che peraltro come tu dicevi che scontati
Bisogna anche ricordare che l'anno scorso un sondaggio condotto dall'International public hanno inscritto tutta in Ucraina
E segnatamente in Crimea stabiliva che soltanto circa il trenta per cento della popolazione della Crimea era allora favorevole a una secessione dall'Ucraina e all'annessione alla Russia
Quindi
Particolare importanza non soltanto la presenza di tutte russe nelle territorio volo della Crimea ma soprattutto la la disinformazione massiccia che è stata condotta la scelta
E non è citata semplicemente fra rimanere nell'Ucraina che tutti avevano conosciuto in decenni con i suoi problemi beninteso o essere una Repubblica indipendente
Che chiede l'ammissione alla Russia la scelta
Era secondo la propaganda massiccia fra fare parte di uno Stato retto da un regime nazista questo diceva la propaganda putiniana e aderire alla Russia quindi era come la disinformazione
Lei è veramente scientifica per cui il voto anche soltanto per questo sarebbe stato
Non accettabile
Il futuro il futuro riguarda le e altre regioni da un lato
Sappiamo di incidenti anche gravi H archivi per esempio con la richiesta da parte di centinaia di persone
Al consolato Russo locale che la Russia in vitro Huppert per garantire
La sicurezza dei cittadini russi che è un'altra cosa che assolutamente non Nona
Un una base reale perché nessun cittadino io prima Russo in Ucraina ha subito alcuna conseguenza negativa da dire in che tutti i mezzi
E e poi c'è la questione del fatto che la Crimea è
è una penisola ma è isolata rispetto alla Russia
Ha confini riterrà soltanto con l'Ucraina per quella la Russia avrà bisogno di collegarsi alla Crimea se non con elicotteri o con navi via terra in qualche modo
Già ci sono delle truppe russe che hanno occupato delle posizioni in territorio ucraino al di fuori della Crimea per questo e poi c'è il problema dei rifornimenti idrici ed energetici che tutti parso dall'Ucraina
Quella questione rimane molto delicato da tutti ecco vuole quello che volevo chiederti e questo
Pensi che Putin diciamo si accontenterà di questo Research cimento nel senso tra virgolette di riprendersi lacrime ai non farà come Hitler nel mille novecentotrentotto dopo perché si è preso la diciamo la la Cecoslovacchia punterà sulla Polonia
è molto probabile che purché non debba ridimensionare un progetto di estensione della propria Presa materiale sulle citati circostanti la Russia
Questo un po'per i motivi che ho appena accennato un po'per il fatto che
La scarsa ammissione della Crimea non è al momento sicura
C'è anche la possibilità che la Russia decida di fare della Crimea quello che ha fatto con la abkhazi al collo senso del sud o con la trasmissione dei mantenere descrisse Eurostat indipendenti che siano in realtà
Dei protetto reati russi
Ma poi la Russia di oggi ha molto bisogno di quello che si può definire con una certa approssimazione l'Occidente a cominciare dall'Unione europea
La Borsa di Mosca precipitata due volte nelle ultime settimane di crisi
E tutta la potenza economica della Russia e basata soltanto sul l'esportazione di energetica
Sostanzialmente e e questa energia deve andare da qualche parte e i prezzi vanno tenuti al che in un regime di mercato internazionale
Quindi la cosa non è così semplice per Putin molto dipende da quanto gli altri Stati saranno disposti vedere il suo bluff
Nel momento in cui cedono allora Putin potrebbe chiedere e pretendere auto c'è poi la questione dei visitati come quelli dell'area centrale
Lista che è l'area centrale hanno tutti delle minoranze russe soprattutto il Kazakistan
E e quindi hanno una posizione molto problematica in questo periodo perché da un lato devono essendo retti da regimi autoritari sostenere chiede l'autorità la usa con tanta forza come fai utile dall'altro hanno giustamente il timore
Che la Russia possa rivendicare e territori o comunque ulteriori ingerenze nella politica di quei regimi per il fatto che ci sono delle forti minoranze russe
Bene io Titini Ingrassia grazie ad Antonio stanco per questo aggiornamento sul
Sul al voto che ha riguardato la Crimea naturalmente poi ci risentiremo per fare il punto sulle sulle altre valutazioni sugli sviluppi della
Situazione