20MAR2014
dibattiti

Presentazione del libro di Laura Fiore "Abortire tra gli obiettori. La moderna inquisizione. Diario del mio aborto"

DIBATTITO | Roma - 18:01. Durata: 1 ora 49 min

Player
Libro pubblicato da Tempesta Editore.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Presentazione del libro di Laura Fiore "Abortire tra gli obiettori. La moderna inquisizione. Diario del mio aborto"", registrato a Roma giovedì 20 marzo 2014 alle ore 18:01.

Dibattito organizzato da Casa Internazionale delle Donne.

Sono intervenuti: Gabriella Pacini (ostetrica dell'associazione Vitadidonna), Mirella Parachini (ginecologa, membro dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Laura Eduati (giornalista di Huffington Post), Laura Fiore (autrice del libro), Francesca Koch
(presidente della Casa Internazionale delle Donne).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aborto, Assistenza, Bioetica, Donna, Formazione, Legge, Libro, Medici, Obiezione Di Coscienza, Ospedali, Ru486, Sanita'.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 49 minuti.

leggi tutto

riduci

18:01

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Va bene
Pronto ci siamo si funzione allora buonasera a tutti grazie di essere qui volevo ringraziare la Casa Internazionale delle donne che ci ospita ci dà l'occasione di presentare il libro di Laura
Io anche volevo ringraziare Lauria Fiore di aver scritto questo libero perché
Io sono stette dica le ostetriche non praticano interruzioni di gravidanza
Però io mi sento molto vicina alle donne che si trovano a vivere questa esperienza
Perché con l'Associazione vita di Donna il cellulare di vita di Donna che squilla in continuazione per chiedere informazioni riguardo a la l'interruzione la contraccezione d'emergenza
Gente a contatto con quante difficoltà ci sono e credo quanto sia ancora duro umiliante e penoso questo percorso per le
Per per le donne per le persone per le coppie che ci chiamano e questa è una cosa che a noi operatori tra sanitari
Intossicata altissimo c'è una frustrazione continua perché poi quello che possiamo fare
Non è poco però no non è neanche così tanto insomma ecco sembrano diamo abbiamo pochi in ogni tanto l'impressione di votare il
Mare con un secchiello o comunque anche sono nel mare però un laghetto bello grande quello sì e non si svuota mai
E allora anche adesso stavamo discutendo di una cosa successe oggi pomeriggio dell'ennesimo medico che ha detto che lui fa obiezione di coscienza alla contraccezione d'emergenza
Che non esiste non è possibile che una coppia
Sì ce l'ha messa anche per iscritto perché io poi ho voluto parlare in questo medico da Santa lei me la deve scrivere questa cosa è già io non scrivo niente fatto se lei non lo Ski vive se lei non li fa la ricetta e non glielo scrive neanche dico ai ragazzi di chiamare i carabinieri
Allora lui alla fine la l'ha scritto anche
E vediamo un po'se riusciremo a uscire da questa situazione
Perché
La sensazione che abbiamo in continuazione perché è così
Dolorose frustrante è quello di dover assistere a degli abusi quotidiani che ricevono le persone accanto a noi ed è di non poter fare molto per loro
Poi quando riusciamo a fare qualche cosa la soddisfazione e la gratificazione veramente
Grande
Adesso però iniziamo entro subito che siamo già un po'in ritardo volevo iniziare con non ci siamo neanche messi d'accordo con
Tu perché allora diciamo con Mirella forse Mirella parecchie nei ginecologa che si occupa di centonovantaquattro
Da non da tantissimo perché molto giovane come
Diciamo da
Da molti più anni ed è quello che non sembra
Manca all'Ospedale San Filippo Neri grazie Mirella
Allora grazie Gabriella grazie davvero di questi invito grazie alla Casa Internazionale nelle donne di Roma che ogni volta civile cc ci tocca sempre nelle dei file
Antichi diciamo cerchiamo però ecco di di stare qui oggi nel presente e quindi intanto grazie Laura Fiore
Per questo contributo e per questo libro un libro è un'occasione a un'occasione di ascolto vi racconto per lei ma di ascolto per altri e di riflessione
E a me questo libro ha fatto riflettere molto di lancerò insomma proporrò delle riflessioni
Che non sono tutte bene benevolenza adesso malevole ma qualora veramente esagerato voglio dire che non sono tutte di condivisione con quello che racconti
Però a maggior ragione grazie nel senso che prima è e proprio perché ciascuno ci mette del suo che la cosa
Diventa interessante io credo che dopo un'esperienza dolorosa come quella che viene raccontata in questo libro
Un donna una cittadina
A varie possibilità una possibilità sarebbe quella di di rinunciare
Denunciare il fatto di trovarsi in una situazione in cui
Le viene fatto un torto le viene fatto un torto con dei riferimenti anche giuridicamente rilevanti
Su questo all'inizio del libro lauree molto chiara e dice
Non ho sporto denuncia
Non volevo trovarmi in una situazione in cui sarebbe stata farò la mia contro parola di chi si sarebbe difeso
E quindi ha scelto questa strada quindi la scelta della strada e la denuncia è sicuramente
Una una stima una scia una strada che si pensi che si può percorrere la scelta della denuncia da sola
Anziché scrivere un libro è una strada che si può permanere percorrere e si può percorrere secondo me anche la doppia scritta di denunciare e di scrivere il libro perché dico questo perché e Laura rossa perché a un certo punto lo scrive ANCE otto punto lo scrivere
è bene che le le cose si sappiano e quando sono scritte
Si diffonde informazioni si diffonde alle donne e formazione dice a un certo punto proprio la una bellissima frase sono qui per informare le altre punto tutte le altre
Una delle cose che ci sentiamo ripetere in assoluto di più non me l'aspettavo non lo sapevo mai immaginavo che le cose funzionassero in questo modo eccetera eccetera allora non si capisce come possiamo
Soprattutto in questa casa soprattutto per chi di noi ha combattuto veramente pere
A vivere una legge poi possiamo discutere fino a domani mattina sulla legge però
Pensare che questa legge a quarant'anni di distanza ma trenta cinque passa anni di distanza è una legge
Trentasei ormai
Dite disapplicata è una cosa
Che
Evidentemente necessita le sentinelle dobbiamo continuare a degli a vigilare non si può considerare che quello che è stato ottenuto all'epoca
è una cosa che va in automatico
L'importanza della denuncia quale secondo me
Ed è un medico che invitare
è è il fatto che voi sapete quanto il rapporto tra medico e paziente sia si sia spostato ormai da una impostazione di medicina
Paternalistica in cui il paziente a malapena sapeva che cosa lì gli veniva fatto ad una forse addirittura esagerata
Contrattazione di autodeterminazione della volontà del paziente che magari
Dice voglio che mi venga fatto questo questo e quest'altro trattamento che non mi venga fatto questo trattamento e noi da questo punto di vista dobbiamo attenerci rigorosamente
Pena
Delle sanzioni penali
E delle denunce e quindi
Succede quello che poi anche in questa casa se n'è parlato sul parto sulla gravide sulla gestione della gravidanza questa catastrofe che questa calamità che è la medicina difensiva
Per cui i medici pur di non incorrere nel rischio di poter essere denunciati in qualche modo
Fanno delle cose inutili e a volte delle procedure estremamente costosa e che poi è il contribuente che paga cioè tutti noi
C'è un'eccezione in questa visione della medicina n proprio l'interruzione volontaria della gravidanza cioè sembrerebbe che per questo capitolo per questo argomento
Per queste sezione non vale quello che in qualche modo si applica nelle altre
Branche della medicina cioè il medico che fa malasanità perché questo libro è vero che ha a che fare con abortire tra gli obiettori però io
Avrei fatto un sottotitolo o comunque loro Lolo Lollo faccio figuri in modo figurato un sottotitolo
A Boltiere nella mala sanità perché
La il racconto di questa esperienza
Essi un racconto di qualcuno che sta in un ambito in un ambiente di obiezione di coscienza ma
Quello che è grave secondo me Laura in questa esperienza e che si fa cattivo a Medicina nella tua esperienza non è solo perché si è obiettori di coscienza
Io mi farò qualche esempio clamoroso di cattiva sanità di cattiva gestione di un caso che poteva essere voglio dire se le tappo avesse riguardato un'appendicectomia
Finita male o comunque vissuta male con dei comportamenti
Assolutamente censurabili da parte dei nell'avremmo chiamata massa malasanità avremmo detto essere appendicectomia Inzaghi tra cattivi dottori è chiaro che c'è un altro significato per carità
Nella nella trattamento che l'aura subito e che è legato all'obiezione di coscienza ma non solo e io credo che questo
E e quello che rende così importante la denuncia che sia fatta attraverso un libro che sia fatta dai carabinieri resta una cosa estremamente importante perché laddove il medico sa
Che se omette di fare il suo dovere anche nell'ambito della centonovantaquattro è perseguibile
Da un punto di vista giuridico e penale perché non applica la legge forse sta un po'più attento
Abbiamo tanti esempi e sono di questi giovani nelle cronache degli esempi in cui la donna è stata lasciata sola addirittura c'era stato un caso clamoroso di una collega che è stata radiata dall'albo e
Per per fortuna
Alle che era stata chiamata per una emorragia post abortiva non è andata ha ricevuto un ordine di servizio del primario non è andata ha ricevuto un ordine di servizio del direttore sanitario dell'ospedale
Dove è stata non è andata per obiezione di coscienza e stare abbia dall'albo voglio dire non è questione di obiezione di coscienza da un'obiezione di coscienza
Quindi credo che se si diffondesse un po'Chietino quella che è pregevole mente l'azione che fa vita di donne sulla contraccezione di emergenza
E cioè la sensibilizzazione del cittadino che si vede negato
Il proprio diritto e che quindi si mobilita risponde reagisce
Probabilmente anche dall'altra parte si diffonde avrebbe una attenzione diversa e questo ve lo dico per esperienza personale quando un po'di anni fa sono cominciate a fioccare le denunce sull'obiezione sulla obiezione
Alla prescrizione della pillola del giorno dopo della contraccezione di emergenza de mi ricordo una deliziosa collega ovvie Trichet di coscienza che mi disse ma allora dobbiamo pure scrive Milene con nonna disarmante
Richiesta perché poi per definizione e gli affari di coscienza non è che siano
Cose che si possono definire allora entriamo un attimino in questo percorso in cui incontriamo una serie di incongruenze
Che suscitano la cambia io credo che
Chi legge questo libro sente e percepisce la rabbia di Laura laurea arrabbiata
è arrabbiata essi si capisce in vari in Bari punti addirittura un certo punto s'arrende voi con i genitori che secondo me che sono stati abbastanza vicini soprattutto dopato ore mi par di capire
Che però a un certo punto addirittura della premi con i tuoi genitori chi è giustamente una una reazione di rabbia non l'ho con cui non se la prende per fortuna
Di il marito e se la prende ovviamente con tutta una serie
Di medici che incontra
Secondo me tradendo la questa rabbia volevo ci
Volevo citare un pezzo che che che che tradisce questa rabbia è ovvio dal ginecologo quindi mi direte reagisci così per respiro di categoria ovviamente no
Però lei
è molto arrabbiata con le visite ginecologiche in particolare con una manovra di dilatazione del collo dell'utero che ha provocato molto dolore eccetera e dice
Cinquantasette se non è se non ve ne venite e non ve ne venite per favore con la solita storia che la grande
Sa delle mani non conta ma conta invece l'abilità
E con la quale lei si usa le dimensioni dei reparti del Corpo in rapporto alla loro funzione contano eccome
Se una mano è grande
Quando è nella vagina l'assistente tutta e non è per niente piacevole ora siamo nella casa integrazione delle da o ne chiunque abbia fatto una visita ginecologica sa che il ginecologo non metterà mano tutta la mano nella vagina
E lo crea ed è un bene che non sarebbe piacevole però tu hai fatto bene a scriveva perché si è arrabbiata in quel momento che hanno fatto soffrire che hanno fatto male esse arrabbiata e questo
è è è un leitmotiv fra comprensibilissimo perché
Il la serietà con cui viene riportata in modo cronologicamente anche preciso no ci sono i giorni ci stanno le ore cioè si segue tutto il percorso
E si patisce insieme a lei attraverso tutto il percorso
è per che avere incontrato una serie di incongruità
Che noi viviamo abbastanza spesso
Che riguarda innanzitutto il motivo per cui e consentito in per compiere una gravidanza e viene affrontato molto bene nel libro
Quando c'è una diagnosi di grave patologia fetale nel nostro Paese non è vero che si può interrompere la gravidanza
Perché c'è la patologia fetale ma in quanto questa patologia può
Rappresentare un serio pericolo per la salute significa dice la legge anche per la salute fisica ma non è questo il caso allora giustamente nel libro laurea fa
Sottolinea l'incongruità che da una parte e tu sei considerato un soggetto psichicamente debole e e e tra virgolette necessitante cura in quanto
Aspetto psichiatrico e dall'altra parte la totale assenza di supporto psicologico li distingui tra psicologo anche se anche qui
Ti devo dire che pali di una Aubry di un obbligo
Che attuabili soci dovrebbe essere parrebbe sulla doverosa necessità di un supporto psicologico nella gestione di ogni tipo di aborto spontaneo volontario
Io non sono d'accordo con questo nel senso che non penso che ogni aborto
Abbiamo necessità di un supporto psicologico a volte sono situazioni estremamente delicate e giustamente necessitanti
Di un supporto psicologico tanto più queste situazioni di aborti cosiddetti terapeutici
Non è così per ogni tipo ed è morto in alcuni casi si tratta di situazioni in cui la donna
Si trova con una gravidanza non prevista come dicono i francesi non non desiderata non prevista perché ci può essere una gravidanza non prevista ma che poi
Si porta avanti quindi non una gravidanza non prevista ma non che non si vuole portare avanti che
Cioè sull'obbligatorietà ma insomma questa adesso è una discussione del tutto all'ATER e quindi si cominciamo con la prima incongruenza con questa disparità tra la necessita di una visita psichiatrica di un colloquio eccetera invece la a reale carenza di supporto e questo
Una prima assoluta incongruenza seconda incongruenza e questo esce fuori dolorosissima mente da libro
E io
La condivido lastre condivido penso che debbano essere un elemento
Di di di se ci sarà mai qualcuno che mette mano alla centonovantaquattro perché ormai sappiamo che la centonovantaquattro non si tocca queste notti chissà che cosa ne
Rimane di polpette però c'è un'incongruenza terrificante che si può interrompere la gravidanza ma se il feto è dotato di possibilità di vita autonoma
Sia il dovere di rianimarlo
Allora questo mette noi medici in una situazione di
Blocco più o meno ventidue settimane dico più o meno ventidue settimane perché molto dipende dal tipo di patologia ci possono essere delle settimane di gestazione più avanzate ma con tipi di patologie incompatibili con la vita
Però voi capite bene che tutto quello che il che chiedi giustamente Laura incontra di di di di medici che perché
Ahimè l'esperienza di Laura porta alla nascita di un fitto vivo
Di un feto vivo che lei riesce addirittura questo adesso
Credo che appartenga veramente alla sensibilità di ciascuno di noi che addirittura diventa a un certo punto lo descrive come l'unica elemento vitale di tutta la bruttura della faccenda
C'è addirittura lei preferisce in qualche modo che questa bambina sia stato nata diva insomma è ma è molto complicato davvero io non voglio rubare il mestiere agli psicologi e penso che hai ragione di di dire che
Sì sì sì sì sì
Quindi lei confrontata con questa enorme incongruità
Nei Paesi dove eh consentito in altri Paesi diciamo dove è consentito i l'aborto
Terapeutico facciamo l'esempio della Francia che quello che è più aperto da questo punto di vista perché non ha un limite temporale
Però si fa il feticismo io lo so che è una cosa che dà fastidio e mette a disagio anche di parlarne però signori miei come direbbe qualcuno
Bisogna essere un pochettino coerenti allora o la gravidanza si vuole interrompere o non si vuole in tempo se si vuole interrompere non è che se si fa un PTCP al più brutto che se si fa nascere un feto che magari ha qualche atto respiratorio e poi comunque
Non ha nessuna possibilità o peggio ancora viene rianimato intubato
Nell'ambito di una prematurità grande poi grave prematurità ci sono fiumi di letteratura su questo in cui non sia nessuna possibilità è capitato anche a noi è capitato
Per cui ci si ritrova in questa
Doppia
Doppia sotto sia per sottoposti a dopo doppio dolore il dolore di aver interrotto la gravidanza del dolore dell'otto di un feto che
E lo lo racconti bene
Tant'è vero che mi ha colpito che dice mio marito è andato il PUT tale giorno a registrare il certificato di nascita incide
Un altro giorno è andato a certificare a adeguato a fare il certificato di morte cioè
Ma di che stiamo parlando quindi
Stiamo parlando di cose non queste non sono cose di malasanità queste sono cose insite alla legge quindi al di là di tutta la la la il racconto del vissuto del
Vede
Ecco un'altra cosa di malasanità vera invece che non ha nulla a che fare con l'obiezione di coscienza
è la relazione che questi medici
Titti ti hanno dato rispetto al controllo del dolore
Cioè ci sono lo scritto pagina ventisette pagina quarantasette pagina sessantaquattro
In viversi figure professionali non obiettori ma che gestiscono la procedura dicono che non si può fare l'antidolorifico perché questo interverrebbe
Con la induzione del travaglio fallissero falso
Falso ignoranza grave ignoranza malasanità
Bocciato all'esame non so come dire ci sono al contrario dei farmaci
Tipo dimostrino simili antidolorifici che rilassano al collo dell'utero che quindi favoriscono a piccola è importante annotazione questo libro racconta
Un episodio che avviene nel due mila e otto
è poca pre RV quattro otto serio mifepristone noi le abbiamo vissute
Per anni questi calvari in cui l'interruzione di gravidanza a nel secondo trimestre avviene che console proposta grandine tra l'altro tue ricevuto proprio
Il peggior trattamento perché sono le carte Candelette di gemme proposta anziché misoprostolo che comunque è una proposta grandina più mani ma mi ami girevole
Il mito colosso il mifepristone l'AREU quattro otto sei è stata fatta come pillola nel mille novecento ottantotto
Nel nostro Paese nel due mila e otto
Laura abortito senza RV quattro otto sei perché essa per il ma la buona ragione semplice ragione che è stata registrata nel nostro Paese nel due mila e nove nel luglio due mila e nove e a tutt'oggi
A tutt'oggi ci sono ospedali
Che
Pur essendo un farmaco normalmente registrato nel nostro Paese non lo utilizza per inesperienza perché c'è una licenza di
Di di di di di di di di malpractice in questo settore tenga utilità
Cioè se un medico fa una malpractice in qualunque altra cosa
Ambito opera male che sia l'ortopedia che sia la Chirurgia ma che sia un endocrinologo che sia tutto quello che volete dice ma questo non è aggiornato non ha letto non ha studiato non c'è agli ECM e qui
Veniamo Orlando lentissimo argomento che è quello della formazione degli operatori
Ma questo libro
è uno schiaffo alla alla all'aggiornamento professionale sia me
Al aggiornamento continuo professionali ora è brutto no a dire ai colleghi e cioè
Ma inaudito che un tirocinanti non Policlinico universitario dico bene no
Universitario venga a dire che l'antidolorifico contrasta con la procedura del travaglio
Andiamo avanti incongruenze ce ne stanno Dante quindi sarò più veloce mi dovete interromperà il se io anzi
La solitudine
Altra incongruenza Laura viene lasciata a sé nulla per marito fuori i genitori fuori millanta una sorella che non ha una sorella una cugina fuori Adelchi
Picchi fuori ma come esistono ormai i progetti delle rianimazioni apposte avverte
Dove sia smontato il castello
Dell'idea che il parente il familiare era una complicazione nell'ingranaggio nella macchina anche di terapie così sofisticate quali quelle di una terapia intensiva
Se ne approfitto per salutare la presenza di Mina Welby con noi questa sera
Quindi siamo a livello di rianimazioni a porte aperte e una donna che vive
Questo popolo di travaglio di prova di sofferenza non lo può condividere con
La persona che le le sta accanto che decide di stare accanto
Ci siamo arrivati forse Gabriella sul travaglio di parto da questo punto di vista ma non è neanche detto non in tutti gli ospedali e ci sono ancora degli ospedali che permettono di dei paletti concepiti per cui dicono si la signora può scegliere
Sì si perde la radio la signora può scegliere di avere qualcuno accanto però cito un ospedale che dice dopo i cinque centimetri che non si capisce che cosa vuol dire cioè
Per cui molto Iva Berasi Hosenfeld onesto è importante perché ci fa uscire fuori Sempre dal discorso solo obiettori
E possiamo capire che qui questa esperienza racchiude un po'di malasanità un po'di idee preconcette un po'di sistema chiuso alla alla Medicina Democratica insomma
E o un po'di centonovantaquattro per cui
Sono tante le cose che si incontrano su questo percorso di incongruenze uso la parola incongruenza perché è una parola che usi tu Laura
Il cordone cinquantadue non mi ricordo più ma era un'altra incongruenza
Hanno c'è una comune c'è una cosa terrificante la mettono su un lettino
Scomodo perché lettino da parto che per definizione non è un letto di degenza quindi lei descrive questa posizione anomala atipica in cui si deve trovare per tutto il travaglio
Ripristini ma PC che i concetti con quale e con quali il senso di colpa e c'è un'altra perla che un certo punto le dicono che cioè cioè se uno non non sapesse che ce l'hai qui accanto diceva chissà
L'Osteria svilire all'infermiera perché quando le stelle Roy il feto sporche non le lenzuola e lettino sottostante
Mentre io invece se restavo sul letto da parto lo sporcano lo stesso ma essendo di pelle era fatta apposta per pulirsi più agiata agevolmente
Probabilmente lo stesso riga in questione non può rendersene conto ma sono indignata io ho dovuto fare il travaglio su di un lenzuolo sporco di sangue di un'altra non ho neanche il diritto di sporcare un letto con il mio di sangue
Si fa un po'fatica e Laura quando dodici non denuncio perché parola mia contro parola tua volo penserebbe esiste tu vai dai carabinieri di racconti questo potrebbe essere no che uno dice Massa davvero
Perché sono tante e sono tante viene spostata da un reparto all'altro perché finisce il day hospital quindi
Il il la necessità l'
Oggi Istica di di di chiudere il day hospital fa sì che si deve risposta aree da da un'altra
E poi appunto l'aspetto legale e vado veramente a conclusione
L'aspetto hanno c'è un'altra per la scusate c'è il sacerdote
Meglio incredibile non non non sto scherzando né un
Né né voglio adesso leggervi il pezzo del sacerdote
Però ecco per dire non sono caricature queste uno se l'avesse voluto carica conto Vizzari un'esperienza del generici mo'ci metto tutte ste cose l'osteria che dice lei sporca
A e qui chiudo con il sacerdote che la caricatura è tutta nella realtà
Ma e e qui veramente concludo c'è questo aspetto legale per cui
Essendo nato vivo essendo stata rianimato questa bimba
C'è la parte diciamo del raddoppio secondo me della sofferenza per cui c'è la registrazione cioè la nascita c'è la percezione e quindi di un di un doppio lutto e c'è una questione incredibile che quando loro chiedono la cartella clinica ogni volta che mi reco in ospedale per vedere se hanno rintracciato la mia cartella clinica
Ricevendo né per mesi risposta negativa
Passo dal direttore eccetera eccetera
Cioè si può immaginare che uno chiede copia della propria cartella clinica e per il mese di non viene non viene data quindi io alla fine dico
Hai fatto bene a scrivere il libro hai fatta avete fatto bene a farmelo leggere
Secondo me
Si fa bene anche se
Oltre al libro si denunciano gli episodi distinguendo la massa la malasanità dalla dal fatto diciamo del del del ideologico diciamo così ma credo che ancora dobbiamo veramente continuare a
Accogliere queste cose e a farne forza e quindi grazie
Perché
Perché questo è uno strumento con cui possiamo farci forti per per tutte le altre come dissi
Grazie Mirella
Quarato ecco sicuramente anch'io sono d'accordo che si tratta di malasanità quello che mi viene da pensare che probabilmente loro si sono permessi di essere così
Così di esercitarla in così tanti modi diversi in così poco tempo sempre sulla stessa persona perché
E a livello istituzionale che noi abbiamo un problema in Italia c'è se non si fosse trattato di centonovantaquattro se non si fosse trattato di un ITG di un'interruzione terapeutica di gravidanza forse non ci sarebbe stato tutta questa concentrazione
Di male ma la sanità su una persona sola
Io ogni tanto punto porto tutti quanti noi qua dentro portiamo avanti questa battaglia con grande entusiasmo intanto mi
Scoraggia tantissimo no quando ci sono tutti prima ricordavi che dall'ottantotto che lei nella a far in Francia celle mifepristone l'RU quattro otto sei e che non l'abbiamo avuta nel due mila nove
Paese io penso che siamo nel due mila quattordici e che ancora si dati con i tre giorni di ricovero che ciò ma si spera che presto
Tolgano questa cosa dei tre giorni di ricovero che ha una vergogna
Esatto poi dopo allora Francesca copia ci dirà qualche cosa riguardo a questa a questi tre Regioni che ancora sono nel Lazio ma che mi nella grande maggioranza delle Regioni italiane ancora è così perché solamente in Emilia-Romagna in Toscana non me viene data in day hospital
Se pensiamo che ci sono contraccettivi d'emergenza per i quali viene chiesto unna testi gravidanza per poter fare la prescrizione c'è per cui mi sembra che proprio quando si dice il pesce puzza dalla testa
è proprio un atteggiamento diffusa a livello istituzionale che poi permette alle persone poi dal basso a partire dal portantino infermiera ostenta dico perché insomma anche lo staticamente
Ho letto anch'io quella parte in cui la sede di Cadice o non deve sporcare letto che mi è sembrata veramente una cosa terribile
Poi si permettano di trattare così una donna in queste condizioni
Di riguarda queste volevo chiedere a me laurea Edouard Piquet giornalista del la green tonto posti auto grazie sono tornata da Londra l'altro ieri ma ancora non ho
Assente ha un posto
Se come scrive nella prefazione c'è questa bella tre prefazione di Stefania Cantatore Presidente dell'utilità politica
Che dice l'Italia la centonovantaquattro è una buona legge l'unica Paese l'unica possibile nel nostro Paese immobile
Cioè l'Italia è un Paese immobile Laura
Allora per un un giornalista che si occupa di anche di diritti è tragica perché non ci sono mai notizie in Italia a proposito nel senso che io me ne occupo da
Da dieci anni ovviamente non soltanto della centonovantaquattro ma non so parliamo anche di diritti e non so per omosessuali il fine vita infinite declinazioni appunto dei diritti umani eccetera eccetera
Eppure regionali si cercano le notizie le notizie non arrivano mai purtroppo arrivano notizie arrivano storie arrivano
Difficoltà arrivano dati arrivano statistiche ma il cambiamento non arriva mai e quindi ovviamente io parlo come professionisti dell'informazione ma parlo anche come Paese ovviamente come cittadina di questo Paese
Che in questi in questo campo spesso registra appunto non notizie positive di avanzamento ma notizie di ritorno indietro insomma e mi ricordo ho conosciuto Laura due anni fa perché ho voluto un po'ricostruire
La storia di alcune donne che
Hanno dovuto affrontare un aborto terapeutico e e ho scoperto che ci sono tanti blog non l'ho scoperto io ma insomma ci sono tanti blog dove le donne disperate si scrivono dicendo io devo abortire dove devo andare ma qual è l'ospedale migliore da me l'informazione eccetera eccetera
E quando si tratta di una di un aborto al secondo trimestre quell'aborto terapeutico spesso sono gli stessi medici che a volte dicono prendeva e all'estero farlo subito prendi prendi l'aereo vai non lo so in Svizzera vai a Londra vai
Vai in Francia
è successo anche una mia amica purtroppo l'anno scorso e l'ho vissuto indiretta
Ed è incredibile perché è vero come diceva prima Mirella spesso non si capisce fino in fondo che di che cosa si sta parlando finché non si tocca con mano
Questa mia amica non arriva mai ovviamente mi sempre vent'nel preventivo di poter fare un aborto terapeutico ovviamente come tutte le donne ma lei rimasta scioccata dalla sua esperienza e un'esperienza che è un'esperienza che come diceva Mirella
Cioè riguarda anche
Il senso totale di impunità che hanno questi medici questi infermieri queste persone insomma questi
Persone che ruotano attorno alla faccenda
è una situazione di totale impunità per cui il genetista ha detto candidamente ha detto la mia amica
Guardi il suo bambino è un casino genetico nel senso che io non lo farei mai nascere io non non è che avesse una patologia light diciamo diceva è un bambino appieno
Di SCAU caos genetico non può nascere se NARS comunque se nasce morirebbero subito dopo ma in questo ospedale non facciamo aborti terapeutici
Qui c'è anche il discorso
Perché tu obiettori di coscienza faglia diagnosi prenatale uno nel senso se poi se è contrario
A comunque andare avanti nella procedura questo è uno oppure perché tu segretaria del non lo so del del del reparto di Ostetricia Ginecologia ti permetti di rispondere al telefono soltanto per dare un'informazione tecnica
Dicendo signora ci ripensi
Come ti permetti cioè e questa mia amica che poverina ormai
Si trovava di fronte adesso io parlo di un'altra persona so che non vorrei insistere sulla tua esperienza perché già fa ovviamente non
Però insomma sono sono cose che succedono quindi
Io ero partito da questo da questi fatti nel senso di queste persone Laura è l'unica all'epoca era l'unica donna che aveva avuto il coraggio
Di mettere nome e cognome scrivere un libro e dire io ho avuto questo per a me è successo questo
E io insomma sollevata anche a Napoli a conoscerla perché sono volevo incontrarla volevo intervistarlo volevo conoscerla dal vivo poi lavora una persona meravigliosa come anche suo marito sono due persone molto
In gamba ovviamente anch'io mi chiedo non non di Laura ma in generale però poco poco forse succederà nel senso che se è successo che prima Laura poi in questi queste settimane non altra ad un'altra coppia è uscita allo scoperto con nome e cognome
Poi anche questa mia amica grazie anche radicali ha fatto una specie di video
Dove hanno raccontato la loro esperienza questo video si può vedere insomma comma hanno le loro hanno messo le loro facce quindi un po'alla volta forse possiamo avere l'ottimismo di pensare che a un certo punto
Qualcuno denuncerà qualcuno prenderà il coraggio e dirà io non non posso sopportare che ne abbiano combinato una cosa del genere
Però sempre come giornalista mi chiedo se la denuncia personale di una donna o di una coppia che ha subito una cosa del genere se l'unica via no cioè si sia l'unico modo per cambiare le cose
Due qualche settimana fa abbiamo visto che il Consiglio d'Europa
Condannato l'Italia ha condannato l'Italia perché non garantisce il diritto all'aborto un studi corso di varie associazioni tra cui la laica e altre associazioni
Anche questo è un punto buono però è un punto che non fa cambiare nel senso è un punto che non non costringe il Governo o comunque chi per chi chi deve fare qualcosa a cambiare le cose
In questi giorni per esempio mi sto interessando questo famoso tavolo tecnico perché l'anno scorso adesso non vorrei tediarvi però l'anno scorso
Ci sono state diciamo dei gruppi parlamentari dei parlamentari che hanno fatto provare delle mozioni e che hanno diciamo
Alla fine trovato Enna nella ministro alla Salute Beatrice Lorenzin
L'accordo di fare in modo che questa legge sia applicata perché questa legge deve essere applicato altrimenti insomma questi ospedali sono
Fuori legge no ci sono intere ospedali dove non è possibile abortire
E quindi a interruzione di pubblico servizio insomma sono tante cose
E
La ministra ha detto sì io convocherò un tavolo tecnico con tutti gli assessori regionali perché la sanità ovviamente a livello regionale però
O da o questi impulso io voglio insomma capire che cosa sta succedendo cos'è cosa c'è che non va
Insomma io in questi giorni sto chiedendo ma questo tavolo tecnico regionale
E chi ne ha e ne il capo diciamo politico di questa il tavolo tecnico regionale che sarebbe l'assessore alla sanità regionale del Veneto che poi la mia regione poi dove c'è un tasso altissimo di obiezione di coscienza
E mi dice questo tavolo non si è mai riunito
Fatto qua è però così andate è interessante nel senso che questo con colletti con lotti il
Almeno questo questo metto questa cosa io va appunto allora sono contenta che invece non sia così e insomma che questa smentita diciamo molto buona
Però insomma vorrei capire appunto se la denuncia diciamo di delle donne delle singole donne sulle quali insomma non vorrei poi spingere troppo insomma sulle loro spalle
Che cosa si può fare oltre a questa quei me lo chiedo appunto da da donna da cittadina da giornalista eccetera eccetera perché è vero l'immobilismo di questo Paese ma non solo sulla centonovantaquattro è
Imbarazzante davvero imbarazzante per concludere quando appunto mi ero interessata a questo questa piccola inchiesta sulle donne che vanno all'estero per per fare un apporto terapeutico ho parlato con questo medico svizzero
E in Svizzera il termine ultimo per diciamo un aborto terapeutico è inferiore a quello italiano cioè sono venti settimane
Quindi uno dice ma perché allora uno va in Svizzera nel senso che non è per sforare i tempi e l'ICE norma vengono qui perché loro dicevano
Trattamento umano nel senso è chiaro che loro vengono qui non perché voglia non porti realtà la trentesima settimana la trentacinquesimo a settimana
Vengono qui perché noi facciamo gli esami che dobbiamo fare
Di trattiamo come pazienti i normali cioè non
E quindi questo medico era molto arrabbiato perché diceva questi medici italiani e parlava dei medici tra ovviamente la frontiera vicina lombardi eccetera eccetera diceva se ne lavano le mani perché che è chiaro che è così
E quindi
Per esempio prescrivono riesame di diagnosi non la diagnosi prenatale tardissimo no in modo che magari hai soltanto tra quattro giorni di tempo per prendere una decisione
Invece medici d'iniziava in questo ospedale inizierà la scia questa clinica di Nizza dicevano nell'accettiamo più pazienti italiane perché non ne possiamo più di di donne che arrivano disperate nelle nostre cliniche
Insomma in Inghilterra le le donne italiane sono il secondo gruppo dopo Lella mesi che vanno lì ad abortire però in Irlanda l'aborto è illegale
Mentre qui invece
Dovrebbe essere legale quindi sono sono cosa bus
Tant'è che a Ciampi quindi va beh insomma
Però anch'io ringrazio l'aura perché ha scritto un libro coraggiosissimo anch'io penso che sia utile per
Per continuare sono questa questa battaglia
Grazie alla ore durati
Era interessante anche questa domanda che poneva all'inizio dell'intervento Laureto date quando diceva che ci sono
Ospedali che praticano che fanno appunto la diagnosi prenatale però poi non fanno
Perché fanno obiezione ci sono ospedali ci sono proprio
Obiezione di strutture intere nove strutture ospedaliere intere
Io mi verrebbe da dire che ci sono obiezione anche addirittura di comuni di province di Regioni cioè non ci sono Regioni intere che fanno obiezione sembra sempre per cui questa migrazione che
Tu descrivervi dal all'estero
Poi c'è anche dal purtroppo dal sud Italia verso il nord Italia più facilmente per cui mi sento di tanto tante donne che ci chiamano e ci dicono
Io sono
Va beh tanto si può dire insomma Cosenza io sono in Sicilia io sono io
Dove posso andare perché qui nella mia città nella mia regione non c'è nessuno che lo possa fare riguarda questa cosa volevo chiedere a Mirella Paracchini di nuovo che cosa
Ne pensa insomma come mai che ci sono ospedali che possono permettersi di fare obiezione di struttura insomma interi ospedali c'è questa legge lo permette
Sì no no non c'è una esplicita riferimento a questo per un semplice motivo che questa legge
N.d.t. talmente disapplicata
Che la famosa obiezione di struttura che cui stai parlando non è non sarebbe possibile non è possibile con la centonovantaquattro perché l'articolo nove nella centonovantaquattro che prevede l'obiezione di coscienza
è chiarissimo
E dice che la struttura l'ospedale e tenuto in ogni caso a garantire l'espletamento dell'intervento più chiaro di così
Cioè non è che dice devi inviare la paziente da qualche a parte no devi garantirne l'espletamento dell'intervento quindi esempio vado al Gemelli
Perché devo fare un'interruzione di gravidanza il Gemelli teoricamente legalmente per la centonovantaquattro dovrebbe garantire dei nomi l'espletamento della procedura
Quindi sono trentacinque anzi trentasei quest'anno anni che questa legge
Disattesa non è applicata e quando tu giustamente la una Duranti dice di
Non
Lasciamo solo sulle spalle no delle singole la responsabilità di dovere con la denuncia etc a parte il fatto che io ricordo le autodenunciano dei tempi in cui non c'erano
Non c'era la centonovantaquattro quindi queste denunce potrebbero essere anche ripensate anche oggi si se se vogliamo però
Noi abbiamo chiesto come Associazione Luca Coscioni la possibilità di denunciare la struttura in quanto associazione
Ed è stato risposto che no che non è possibile che si può fare soltanto sul caso singolo con il nominativo della persona che è stata lesa nei suoi diritti
Però ti ringrazio della domanda Gabriella intanto faccio una piccolissima postilla su questo tavolo ministeriale che di fatto si è riunito due volte con gli assessori
Non è regionali ma che il cui scopo è essenzialmente di Censimento cioè lo scopo che si è prefissato la ministra è quello di rifare un censimento colletto della popolazione medica e non medica obiettori non obiettori non solo nell'ambito degli ospedali ma anche nell'ambito dei consultori familiari
Quindi è di non più tardi di oggi noi ci siamo riuniti a prima dell'estate e a settembre
Oggi nel mio ospedale arrivata la richiesta del censimento della mia situazione quindi opposto vi pozzo proprio dal indiretta dire che i risultati di quei tavoli che sono ormai di più di sei mesi fa
Si stanno concretizzando si non so dove l'intoppo c'è stato a livello regionale di Lazio ad almeno della mia azienda ospedaliera queste o del Ministero questo non lo so
Per chiudere con la tua domanda voi forse sapete che l'Italia è il paese che nel quale una donna in gravidanza fa il maggior numero di esami
Rispetto a tutti gli altri Paesi
C'è il numero di ecografie mediamente che è una donna in Italia fa è altissimo rispetto alle tre ecografie nuova gravidanza fisiologica che più o meno sono indicati dalle linee guida
Qui anche ministeriali anche italiane peraltro e questo perché perché è indubbio che fiorisce un business
Di diagnostica Lallai gran con l'AIED e con l'Associazione Luca Coscioni a nel in occasione del trentennale dell'anniversario altrettanti
Trent'
No non era trentacinque
Trentacinquesimo anniversario dell'approvazione la centonovantaquattro ha fatto un convegno da cui sono uscite delle proposte molto chiare e quindi per rispondere a questa domanda
Tra queste proposte
è c'è quella di fare un albo degli obiettori di coscienza ma non ai fini di fare una lista di proscrizione ma è giusto che una paziente che fa un esame diagnostico prenatale
Sappia se il suo con la sua ginecologa oggi ne colloco sarà poi quello che la seguirà in una eventuale decisione o itinerario di interruzione di gravidanza
Questa era una delle proposte altre proposte sono quelle che mirano a fare dei concorsi riservati per medici non obiettori visto che comunque tu sei tenuto per legge avere anche qui la legge centonovantaquattro dice che le Regioni
E gli enti ospedalieri sono tenuti a garantire il servizio e ad aggiornare le tecniche quindi
Il servizio della centonovantaquattro non può prevedere che tu assumi un obiettore di coscienza
E come se tu dicessi io voglio fa il pilota ma non ci vedo sono non vedente e qui vicino Uefa
Oppure sono testimone di Geova voglio lavorare in un centro trasfusionale ci sono delle situazioni che ci sembrano ovvie purtroppo questa non ci sembra così ovvia
E così via insomma attivare la mobilità eccetera e qui ma poi veramente mi taccio perché credo che è giusto che poi diamo il microfono all'autrice del libro
E qui è appassionante sarebbe appassionante anche se non è il tema specifico di questa sera
Capire che ci sono varie posizione anche nel fronte
Di chi si applicate garantire le il diritto alla interruzione di gravidanza
Poiché e questo è riportato anche nel limbo c'è un'intervista alla fine dell'imbracarlo fra i minimi c'è chi e ci sono autorevoli rappresentanti anche della Consulta di bioetica qui a questo tavolo
Che porta avanti la battaglia il buon medico non obietta cioè non è più ammissibile per un ginecologo che entra in ospedale al giorno d'oggi dopo trentasei anni di centonovantaquattro di poter fare obiezione di coscienza
Con molta molto sommessamente io non sono di questo pari
Ripeto vado fuori tema perché non è il tema proprio centrale del limbo l'assoluzione però di di di di di faccio semplicemente una considerazione molto
Sì se no no dei Paesi come l'Inghilterra per esempio dove è assolutamente prevista l'obiezione di come anche in Spagna
L'obiezione di coscienza e dove
Avere in ottenevano interruzioni gravi portano in gravidanza non è affatto un problema quindi io credo che è possibile in qualche modo
Spezzare le gambe alla falsa obiezione di coscienza e quindi in qualche modo neutralizzare la possibilità che l'obiezione di coscienza rappresenti un vero ostacolo all'applicazione della legge ma però lo ripeto in realtà la legge
Già ce l'hanno e al suo interno la possibilità se fosse applicata di minimizzare gli al la portata né ostativa dell'obiezione di coscienza basterebbe pensare a dei servizi dedicati il triste
Sono degni di discorsi che facciamo tantissimo tra di noi ha entra noi operatori ci sono tante posizioni
Io credo che se fossi
La paziente che è stata Laura Fiore
E mi fossi trovata un ognuno di questi obiettori che pur di non perdere il posto Laura
Mi avesse
Mi avesse seguito nel mio itinerario da obiettore dentro
Migliaia i danni che essendo obiettore dentro solo perché non gli è più consentito fare obiezione di coscienza
Io come paziente non so quanto se lo ha suo obiezione di quelli del sanitario non so quanto
Mi sentirei compresa e seguita adeguatamente però una riflessione non no no non prevede non pretendo io ho un passato
Nel Partito Radicale ci siamo battuti per anni per l'obiezione di coscienza al servizio militare e quindi
è un po'nel mio DNA il fatto
Di non amare l'idea di una legge che
Vieta l'obiezione di coscienza
Credo che ci sia si ci si debba
Attrezzare per attuare la legge centonovantaquattro che al suo interno prevede la possibilità
Che l'obiezione di coscienza non sia questo ostacolo tremendo
Vogliamo dare adesso diamo la parola Laura volevo dire grazie Mirella per avere citato la campagna buon medico non obietta
Ed è interessante come in inglese questo invece lo so si dice preziosa of my ricavo traccia metri mancia
O che Medical che per cui il medico che fa obiezione di coscienza in Inghilterra è quello che fa che rifiuta le cure che dirlo così medico che rifiuta le cure a tutto un altro sapore no perché sembra quasi che i medici che non fanno obiezione non abbiano coscienza invece no
Ne hanno di più restano accanto alle donne
Laura se ci vuoi dire qualcosa a tutti come è stato Berté anche scrivere questo libro
Benvenuti
Pronto nonché
E ringrazio la Casa delle donne per avermi espletata qui
Soprattutto ringrazio verbena bacini che si è messa a disposizione in tutte e per tutto vigore anche ospitare insomma
è stata perfetta però ringrazio anche le due relatrici che si sono prestate a quest'incontro
E volevo dire è una cosa io ho intitolato questo libro abortire tra gli obiettori perché in effetti ha abortito con personale tutto obiettore però io ho anche un blog e in questo blog ho riportato un anno
Uno scambio di di lettere proprio con Flamigni in cui io gli dicevo si chiuda una parte sono stati gli obiettori mi hanno maltrattato però è anche è stato un problema di mala sanità io me la prendevo proprio con la direzione dell'ospedale con tutto
Quindi non è che tre strano d'accordo e poi volevo dire un'altra cosa io questo libro l'ho scritto io alle mie amiche dico
Non abilità letterarie solo un libero denuncia l'ho scritto un po'con i piedi
Perché lo scritto prima di cominciare la la terapia orale e avevo una rabbia dentro infinita questa rabbia mi aveva anche messo sotto i piedi il dolore il saio il dolore di lutto lo affrontato dopo quando ho finito la psicoterapia
Quando la rabbia si quotata allora io ho sofferto la perdita di mia figlia ma prima non riuscivo a soffrire questo fatto lo riscontrato anche gli altri donne che sono state maltrattate come me
Era un fatto normale e poi volevo spiegare qual è quella contraddizione cioè quando io dicevo che il fatto che mia figlia
Era viva pervenire a una cosa positiva c'è non è stato positivo per me il fatto che l'abbiano rianimata ovviamente
Però in quel ambienti di solitudine e pensare che è che lei era viva con me e mi ha fatto sentire meno sola semplicemente questo
Grazie a Laura grazie e volevo invitare Francesca Koch Presidente Della Casa Internazionale delle donne
A d'ecco prego
Anch'io ringraziano ringrazierà ora per questo libro
Perché è un libro che io ha letto soprattutto in chiave politica come diceva don Milani uscirne da soli un privilegio uscirne insieme la politica ecco quindi questo tuo libro permette
E proprio di di tradurre questa vicenda e questo pressione e in un modo corale e di farne partecipe
Le altre donne e noi siamo qui alla casa dell'Internazionale delle donne ma soprattutto siamo nella sala Simonetta Tosi e questo va detto proprio perché
Perché Simonetta Tosi è stata
Che il medico la la ginecologa che ha che ha promosso che ha lavorato proprio per la creazione dei consultori
La creazione di una medicina con le donne vive da dire che la vera forza della
Di consultori e anche della centonovantaquattro che poi il risultato di queste lotte di quegli anni
è proprio alla possibilità di mettere in come protagonisti movimenti di donne e gruppi di donne e ed è forse qui che abbiamo
Che abbiamo perso la presenza e la possibilità quindi di incidere sul cambiamento
Voi parlavate
Giustamente di malasanità e di
E di resistenze io credo che ci siano delle
Delle motivazioni e molto più profonde molto più feroci in questa
In questo voler negare alle donne la possibilità di scelta questa
Oggi pomeriggio sentivo un un servizio su una ricerca che è stata fatta all'ospedale psichiatrico di Teramo
E in cui appunto come in tutti gli ospiti manicomi vengono poi e portati e consegnati esclusi dalla Società i soggetti in qualche modo devianti
Non solo quelli con patologie conclamate ma solo perché erano disubbidienti perché non si adeguano al modello
Allora io certe volte ho l'impressione che
Che sul questo fronte proprio della rottura degli stereotipi della rottura dell'oppressione
E del regime in qualche modo si trovino ora le donne che rivendico alle loro diritto di scelta sulla maternità sulla maternità sull'anno maternità sul diritto di essere come vogliono essere e che su questo sia il nodo dell'obiezione cioè l'impossibilità di riconoscere che le donne possono essere libere protagoniste autorevoli quindi è una è molto più profondo che non soltanto una questione
Di legalizzare l'obiezione io veramente anch'io ritengo che il buon medico non devo gettare
Perché se se voleva obiettare non faceva il medico questa questa clausola dell'obiezione si poteva prevedere per i primi dieci anni per i primi quindici anni ma adesso chi si iscrive a Medicina vuole fare il medico sa che c'è una legge che prevede certi
Detti articolo ampi di quindi tra l'altro qua V giustamente tu citavi il l'obiezione di coscienza del servizio militare ma lo sappiamo noi la gente che fine
Credete che ha pagato il medico obiettore viene premiato dal sistema e quindi cioè praticamente una stortura profonda
Violenta che nega appunto alle donne questa acquisizione di civiltà
Mentre leggevo il tuo libero Laura pensavo anche a un altro libero
Di cui abbiamo parlato qui proprio in occasione del trentacinquesimo della legge che è libero di Rosetta papà donne a sud della salute e quindi ci sono le due cose proprio c'è la povertà il disservizio alla violenza delle istituzioni
In alcune regioni del sud e in più c'è questo tratto comune anche in altre regioni per esempio l'altro per non fare nomi nella Regione Lazio
Perché nella Regione Lazio e noi da tempo facciamo una lunghissima e anche diciamo costante lotta per a vere che che appunto la Norlevo che l'RV
Perché i consultori funzionino e con questa nuova Giunta non è cambiato nulla o quasi nulla non abbiamo chiesto appunto lo dice ancora Lisa accanita nell'intervista che è uscita oggi
Oggi sembra che
Che la Giunta regionale abbia finalmente ritirato la delibera che costringeva ai tre giorni di
Di degenza Perrella RV e quindi che abbia aperto udite udite dopodiché uno uno dice ringraziamo no perché sono dieci mesi che noi abbiamo preteso da Zingaretti non solo questo ma che ci consultasse
Allora e tutte le promesse che venivano fatte negli anni precedenti di di partecipazione di riconoscimento
Poi vengono negate a vari livelli compreso quello regionale perché a un certo punto restituzione invece si chiude in se stessa
E ed è costretta poi apprendere certi provvedimenti ma solo per il rotto della cuffia perché poi
Ci sono stati appunto episodi di denunciare il caso di Valentina
Questa ginecologa che ha
Denunciato il dovere rifiutare di continuare il suo lavoro perché era
Proprio preda di Berna auto su questo continuo essere segregati in quella che faceva gli aborti e quindi un'impossibilità di una professione anche aperta altre esperienze allora forse tutte queste cose hanno
Spinto insieme annoi che continuavamo a spingere perché anche nella Regione Lazio si facesse carico di questa semplicissima soluzione che era quella di
Di permettere una un farmaco abortivo l'aborto farmacologico come appunto accade
Nelle nelle gli altri paesi o nelle altre regioni quindi non abbiamo a vari livelli di di resistenza una difficoltà enorme che è proprio quella
E
Diciamo di cui sono portatrici proprio le donne le giovani donne che pretendono giustamente di dove di poter scegliere sulla loro vita e che però sono il vero nemico di questa
Di quest'organizzazione sociale io mi sto convincendo di questo perché
Non ci sono non ci sono sufficienti motivi né di carattere legale di carattere economico perché ci sia una tale accanimento una tale ferocia non è solo ma la sanità è proprio una
O un voler
E
Finire per punire e ridurre all'ordine co noi in questa in questo Palazzo
Abbiamo ereditato un passato che era proprio quello di via della penitenza dove erano costrette le donne devianti
Deviante vuol dire semplicemente essere madri di figli di Peretti o essere bambine polvere o essere appunto devianti rispetto alle norme della società che venivano ri educate
E faceva la penitenza quindi diciamo la nostra
La conquista delle donne del movimento femminista di questo posto avuto quel significato proprio di ribaltare queste esigenze di disciplinarmente di ordine che viene
Che viene il proposta dal sistema
Però è io vorrei certe volte penso che siamo ancora lì che ci sono ancora questi questi fantasmi questi stereotipi che sono talmente radicati che forse non ci rendiamo neanche conto di come sono
Duri a morire di come appunto sono feroci sono violenti contro quello che potrebbe essere invece una una libera scelta una libera espressione di sé quindi
Da una parte ecco la necessità di rifare movimento e DSC di riaprire nei consultori le assemblee delle donne di fare come hanno fatto ringiovanire donne
A Roma anche manifestazioni più aggressive per esempio hanno occupato l'ordine dei medici proprio per con cui per
Per protestare contro contro questo lassismo rispetto all'obiezione di coscienza
Poi dopo di che non sono cose che che risolvono però creano appunto la possibilità di un cambiamento anche dell'opinione pubblica e così come il caso appunto della giovane Valentina che è stato
Grazie all'Associazione Luca Coscioni finalmente avuto le prime pagine ha creato
Quasi uno stupore come se la gente non sapesse quello come sappiamo bene cioè
Quello che Turco cioè l'impossibilità di avere diritti riconosciuti qui serate di diritti negati
E di anche di di riconoscimento negato della propria dignità da qui dobbiamo ripartire proprio per creare un cambiamento forte a tanti livelli sia nel di contestazione di alcune amministrazioni perito Zingaretti eh il commissario alla sanità e quindi se la
Se ci sono questi queste mancanze nella Regione Lazio io penso che decreti vada denunciato cioè dobbiamo
Smetterà di avere pazienza con con certe amministrazioni perché l'abbiamo avuta fin troppa secondo me e quindi
è il momento forse per riaprire una nuova fase di
Di affermazione proprio che è un altro mondo è possibile anche con con
Grazie alla presenza delle donne in questo credo
E grazie Francesca anzi probabilmente disciplina mento proprio del corpo delle donne
La parola che
Più adatta a questa questa condizione questa situazione è un altro Paese mentre parlare e mi veniva in mente anche questi
Articoli così
Veramente quasi disgustosi che sono usciti recentemente sulla sessualità delle adolescenti che vengono descritte
In maniera veramente incredibile non c'è quasi una alla caccia
A una caccia alle piccole streghe no per cui le ragazzine che
Si affacciano sulla loro sessualità sono sempre viste come qualche cosa di sporco di vengono poi vada insomma notte perverso sono andiamo troppo fuori tema io volevo sapere se ci sono domande
E se no passare all'intervento a un ciò mi ha mai come in un'altra testimonianza dei Ilaria qua ieri
Che una
Donna che ha avuto un'esperienza che simile forse in qualche modo a quella di laurea e voleva riportarla qui a noi grazie Ilaria
Dunque io ore in realtà mi ero preparato un discorso che a seguito di di di quello che è stato detto qui no che venga meno ma comunque mi ha dato tanti altri spunti
Sia di riflessione è sia
In parte anche di incoraggiamento nel senso comunque
Questo incontro di oggi Niero certa mi dava veramente
La la forza di
Di
Vedere quello che è successo in alcun altri occhi perché non mi sento sola
Finalmente dopo quasi due anni
Anch'io sono un mamma di Gaia
E e dichiariamo perché comunque Lare quella che non c'è più
Non c'è più per mio volere per volere di mio marito è stata una scelta sofferta come avete detto voi purtroppo è una scelta di
Che abbiamo dovuto fare in quattro giorni è una scelta del genere in quattro giorni non si fanno
E è stata fatta
Perché io rientravo appieno nelle motivazioni per cui si può fare diciamo
Poteva crearmi dei danni psichici non indifferenti
Lara aveva una grave malformazione
Aveva un vastissimo linfa angioma
E in Fangio ma diversi non è raro
La rarità stava propone l'estensione
E aveva già cominciato ad attaccare negli interni quindi aveva già compromesso il cuore le possibilità di arrivare a fine gravidanza
Erano quasi nulle e in caso fosse arrivata al nono mese il parto sarebbe stato pericoloso anche per me
A seguito di queste considerazioni e comunque vi assicuro che in quattro giorni abbiamo girato
Tutti gli ospedali di Roma praticamente mio marito era diventato pazzo nel cercare informazioni telefoniche perché questo penso che sia un altro punto importante parlo a lei medico e a chi ci dà voce poi
Il grosso ostacolo che abbiamo trovato noi
è proprio la solitudine dall'inizio cioè non sapere dove sbattere veramente la testa la mia ginecologa se dalla macchia
Cioè non abbiamo avuto un minimo un minimo di sostegno quantomeno per dirci andate là chiamate qui visto
Allora io è una larvata potete immaginare perché comunque il era l'ultima cosa che avrei voluto fare e anzi ero quasi quindi per lui per ripensarci da madre
E poi ho pensato
Che mio marito me l'ha detto chiaro e tondo non aveva paura di affrontare legittimo
Anche loro anche i mariti hanno voce in capitolo non il figlio non è solo nostro aveva un'altra bambina o un'altra bambina e ho pensato al loro
E anche all'altra
E però il trovarsi da soli dall'inizio senza un punto di riferimento e oltretutto quando poi trovo perché poi tramite una mia amica mite medico
Sono andata non so se fortunatamente o no io faccio i nomi anch'
Io
Mail metto il mio nome metto il nome anche di chi
Secondo me
Non ha fatto quello che doveva fare uno l'ha fatto nel modo in cui lo doveva fare qualunque
Sono con a
Approdata al San Camillo
E quindi oltre alla ricerca spasmodica di una soluzione arrivare lì
Ed essere trattati
Come la peggiore donna sulla faccia della terra
In un ambulatorio DVD
Allora dissi ok in cosa sono tutelata
Da lì
I giorni più brutti della mia vita
Un ricovero o il il dieci il dieci giugno due mila dodici la notte
Travaglio che inizia
Intanto ovviamente ringrazio Ilaria giusto autonome e
Proprio questa ma
Ma o anche la notizia realtà di ieri si leggeva questa appunto questa amicizia che l'ASL
Tre di Geno
Alice iniziato il medico che era
La di Bolzaneto la caserma dove hanno portato durante il G otto di Genova tanti ragazzi eccetera tra
Del licenziamento era che questo medico l'ha fatto il proprio dovere
Lo ha fatto il proprio dovere
Anche
Nel senso che
Appunto non solo non ha soccorso i ragazzi che stavano un
Canzona BA li insultava quindi quando Ilaria l'Apa di queste di queste cose ma è
Proprio come riflesso condizionato le cronache che leggevo questa mattina ovviamente
Perse ovviamente mostra
Sanno questo medico no
Alla sua deontologia professionale
Con in maniera così grave che non è soltanto omissione no di qualcosa che ma parte attiva di un reato nonché diventa anche infatti poiché è stato diciamo non è
Mandato perché
Nell'atto in prescrizione ma
Comunque
Ne ha scritto che comunque le sarebbe stato diciamo condannato quindi
E non lo so io questi racconti che affatto Laura nessun libro questo racconto che abbiamo sentito indiretta e tutti i racconti che purtroppo abbiamo sentito nella
Né a me ricorda hanno queste cose terribili appunto forse è ora veramente di agire in maniera
Pesante contro queste situazioni perché è intollerabile intollerabile
Fuori perché
Lungi dal resoconto cerchiamo di usare
Inizialmente opposto pellicole rientra
Farlo senza
Sardi calcolino
Idonea a garantire
Uno
Viene
Viene
Andare
Allo
Luisa suggerisce omissione di denunce
Serio soccorso c'è un'altra
Una
Anna Pompili

Anna Pompili sono di lie Garfin diciamo la
Venerdì i ginecologi non obiettori quindi davvero la
La mi
Qui di cose da dire pendenze potremmo riaprire il dibattito che ne verrebbero miliardi di cose da dire io una cosa visto che c'è una sollecitazione all'azione e l'accolgo davvero davvero volenti ieri un po'lavorando in questo campo insieme con Mirella anche
Onta
E ho visto che in Italia ci sono mille
Giardi
Di persone veramente miliardi di persone che si organizzano in piccoli gruppi in piccole associazioni perché questa del rivendicare i propri diritti e di vederli vederli realizzati è ovviamente un'esigenza in particolare nel campo della sanità
Anch'io credo che forse una prima cosa che dovremmo fare
E qui ringrazio Francesca che è importante in tante situazioni si è fatta promotrice anche in qualche maniera
Francesca la casa Ascierto si è fatta promotrice di un tentativo di creare una rete di associazioni che ci permetta in qualche maniera di dare forza a queste domande che può essere la denuncia io ho sentito con molta attenzione la
La testimonianza di lariano perché ovviamente quella che ci porta qui che è quella di
Di Laura
Non commento però voglio dirvi
Che a volte davvero molto difficile
Perché le donne sono sole ma molto spesso anche i medici sono soli
E realizzare invece senza giustificare perché non ha
Non ha alcun senso però davvero in alcune situazioni si lavora talmente sotto pressione la
La ginecologa che dice dopo venticinque anni in
Di lavoro appassionato insieme con le donne che sicuramente è un lavoro che mi dà
Spero che mi ha dato soddisfazione nel quale ho creduto etc faccio obiezione di coscienza perché non ce la faccio più e ovviamente pensate ideologicamente quanto può pesare una scelta di questo genere su una via ha basato la propria vita
Diciamo i propri valori e la propria professione su una cosa di questo genere allora
Smettiamo di esser da soli cerchiamo probabilmente queste cose ci saranno di meno se si crea anche un'alleanza tra pazienti e medici tra paziente personale sanitario
In Italia l'obiezione di coscienza è un caso a sé perché io personalmente sono
Molto più radicale di Mirella
E va bene però
Ammetto va benissimo che esista l'obiezione di coscienza ma l'Italia è un caso particolare perché se nel resto del mondo i ginecologi obiettori sono il dieci quindici venti il trenta per cento non è possibile che a Roma siamo il più del novantuno per cento capite bene che c'è qualcosa che non va allora se sono più del novantuno per cento e però io ogni giorno so la telefonata del collega non obiettori del collega ovvie
Ore che mi chiama per prenotare l'altro la paziente io chiedo a voi che coscienza è questa
E allora forse qui qualcosa potremmo dire
Sì io sono stata sollecitata dall'intervento
Villa FIADEL sopra il cielo bello chiaro in mente adesso hai detto qualche cosa che riguardava il consenso informato una delle caratteristiche perché poi quando sentiamo questi racconti ci sono proprio no dei
Dei
Top possono ricorrenti
Quindi la solitudine cioè una delle cose incredibilmente la mancanza di informazione hai detto a un certo punto qualcosa che mi ha fatto pensare che comunque non si avevano informato correttamente
Altra anomalia nel sistema perché voi sapete che senza consenso informato ormai non si può assolutamente fare niente quindi
Credo che una delle cose che che che che poi si inscrive uno in questa
Discriminazione della
Di questo atto medico in quanto tale che io condivido addietro disse evidentemente
Molto alto
E anche un dato culturale peraltro
Quindi il consenso informato ma a questo punto volevo
E proprio perché siamo quanti ne ho celle rischia sempre di stare da una parte all'altra della barricata per cui il paziente sta da una parte per germanico buono quelle quello cattivo
E poi però noi siamo condizionati dalla struttura apro una parentesi nei giorni scorsi uscito su Repubblica punto it
Una video o di un'infermiera del mio servizio che in modo anonimo con la voce alterata essenza a immagini
Denuncia la il fatto che nel mio Spedale
La i percorsi fuggire parto non sono
Sempre nettamente
Distinti
Se vi devo dire sono rimasta molto male perché sono rimasta molto male intanto perché non mi piace il metodo usato nel senso che se uno ci mette la faccia di Como affatto Laura
Mi sembra e come ha fatto che il collega della pillola del giorno dopo questo pomeriggio mi sembra meglio però sono rimasta male perché
Per carità pur sapendo la difficoltà di tutta la localizzazione eccetera
Credo crediti credevo e credo tuttora per il feedback anche con i pazienti che o comunque cerchiamo
Di ovviare a queste incongruenze ben così ben descritte ma se la sala parto quella è una sola io sennò dovrei avere il coraggio di dire non venire al San Filippo Neri perché quella struttura
Ma qui non è più né questione di obiezione è questione che lì entriamo proprio ancora di più è un discorso che ha un po'quello che ha appena detto alla Pompili e a volte ci sono delle delle
Chiusa parentesi per quanto riguarda
Repubblica punto it ma fa parte un po'delle rischio
Che lei l'informazione che cerca comunque la cosa scandalistica perché poi Valentina voleva far passare tutt'altro messaggio
Nella sua conferenza stampa e dalla sulla legge quaranta e su quello che aveva patito per la legge quaranta invece
E è stata in qualche modo enfatizzata la situazione della centonovantaquattro sul consenso informato e scrive la durante
Si evidenzia il fatto che l'aborto sta raccontando Sempre quello che le propongono può causare danni irreversibili all'utero compromettendo di conseguenza anche la fertilità futura di chi vi sottopone
Tale cioè un commento mio vero
Può succedere ahimè può succedere ma se una donna decide per l'interruzione di gravidanza in questo periodo lo fa proprio per risparmiare al bambino che non ci sarà
Che non ci sarà inutili sofferenze fisiche psicologiche che renderebbero la vita un calvario anche assistesse al resto della famiglia che senso a all'ora usarle tutto questo terrorismo
Allora
Questo è una cosa che ci capita spessissimo se il consenso informato lo fa ebbene egli dice guarda che potrebbe già di solito tra l'altro non si fa mai un consenso punto-punto invoca vi immaginate se
Si facesse le lenti co di tutti gli incidenti dalla barella checché perde la quota è all'incidente anestesiologico all'incidente dalla camera operatoria
Cioè è chiaro che ognuno cerca no di a volte in qualche modo dare la migliore informazione possibile però a volte come ministro rappresenta una fuoco quante volte bagnante dottore in barella regnante mediche niente voglio sapere niente
Allora faccio questo esempio stimolata da qualcosa che io non mi ricordo più ma che aveva che va perché sedi non di sì ci possono essere indubbiamente delle situazioni in cui non sei ben preparato invece di di essere preparato perché l'alleanza terapeutica
Io ci credo e ci deve essere però sedici male o il sedici su un terreno
Arrabbiato già di suo però ecco a volte poi si pensa che terrorismo quindi a volte proprio stiamo su un terreno
Tanti veramente molto difficile accolti emessi ma cosa
Sempre per raccogliere la sollecitazione di essere concrete
Per il momento purtroppo riguarda soltanto gli istituti di ricerca ma il Ministero della sanità a
Inaugurato un sito tipo Tripaldi Barison per la sanità
Che per il momento non riguarda gli ospedali ma riguarda solo gli istituti di ricerca ma che in futuro forse io penso
Veramente che se l'interlocuzione tra i cittadini le donne
E la l'istituzione consentisse da segnalazione sistematica
E Inter mette chiaramente c'è ce lo consente molto di più di tutte queste situazioni sicuramente quando in un ospedale eravamo tre volte per battere le segnalazioni si ripetono così come ci può essere invece il meccanismo virtuoso
All'opposto
Credo che potrebbe essere una strada checché che in qualche modo che ne so lo vogliamo mette contro il Padova Enzo stupida di donne sulla casa internazionale sulla Luca Coscioni sulla idea lo potremmo forse fare grazie
Altro
Do
Quelle
Non lo so formula
Basta
Sì gravosa
Il Corriere ornano ce l'hanno se
Anche i cittadini
Allora
Prossime elezioni
Vede per esempio dei partiti politici si esprimano non solo sulla crisi economica ma anche se ritengo eticità vorrei
Ed esprimano chiaramente no anzi la loro posizione su questo
Carlo seppur
In secondo luogo
Secondo me
Non si può fare l'elenco degli obiettori ma dichiarandone quando sentivo contro innanzitutto chiederle Lisa obiettore un obiettore questa avvilente può essere una cosa buona far
Questo assolutamente Anna
Questa cosa che dice di adesso di pretendere però pretendere che i partiti politici esprimano la loro posizione
Sarebbe se mi sembra veramente ed la cosa più più basilare che ci sia ma sembra quasi una speranza che abbiamo perso un po'tutti quanti noi diamo quasi abbiamo smesso quasi di chiederlo perché lo sappiamo che poi sono
Evitando ti e non vogliono rispondere direttamente verso c'è un'altra domanda di Antonella figurine lei che la Presidente della sezione romana della Consulta di bioetica
A me veniva in mente mentre rispondevate all'intervento di l'aria che che considerazione
A questo Paese del corpo delle donne se le donne fanno un'interruzione terapeutica di gravidanza in sala partono come viene trattato corpo delle donne qui alla Casa delle donne amiamo dire che se
La se gli uomini rimanessero incinte allora all'interruzione di gravidanza sarebbe un sacramento
Però per cui se ci sentiamo sempre di più cittadini serie cittadine di serie B purtroppo
Prego Antonella che io io volevo in realtà ridare proprio anche un po'la parola alla stessa lavora Fiore intanto ringraziare queste tre esperienze che abbiamo avuto questa sera e il dibattito ricco
E e appunto proprio mettere in evidenza come nel momento in cui c'è la voce proprio anche delle persone che sul loro stesse vivono
A
Purtroppo queste esperienze tragiche cambia anche il dibattito in qualche modo
E questa sera diciamo per me la prima volta assistere proprio in questo modo così no presente vivo al racconto dell'esperienza di persone che
Che non sotto queste storie e io proprio percepito constatato che il dibattito cambia molto non è solamente più teorico solo su principi sicuramente importante continuare a fare una battaglia di rivendicazione di diritti
E e quindi poi anche di denuncia
Però e
Il dibattito proprio culturale ma di esperienze di racconto di della solidarietà in qualche modo
Allora mi sembra fondamentale anche di racconto di quello che poi succede realmente noi in in contesti ospedalieri
E de allora a questo anche proposito volevo prima abbiamo scambiato qualche parola con Laura e volevo un po'risollecitare la
A a dirci un pochino anche cos'è che la spinta a scrivere questo libro nel senso sì la rabbia però era già in norme all'interno di un'associazione e quindi magari non sono o all'idea di denunciare
Perché già in un contesto chiedo dava già degli stimoli e invece è stata proprio un qualcosa che è venuto da lei un'iniziativa sua personale che chi ha voluto portare avanti
Ed è poi accennava anche al blog Chicco che che adesso sta portando avanti
E se ci può dire anche qualcosa in più su queste diciamo due anche su questa tua esperienza che adesso sta facendo e magari raccogliendo appunto delle altre
Esperienze altre considerazioni e invece non so se questo magari da parecchi mi sul fatto delle denunce
Perché prima la la ragazza diceva adesso anch'io vorrei denunciare è stai denunciando però anche su questo punto con i tempi cioè asse passa troppo tempo alla fine non no non funziona oppure
Ah ok quindi è perché adesso sentendo mi chiedevo un po'nella concomitanti quindi diciamo rompo acquista
è acceso volevo rispondere no volevo allora io mi sono slegata dalle mestizia post raschiamento pensato questa storia è troppo assurda io la devo scrivere un libro è una cosa proprio surreale
Prima non faccio parte di nessun gruppo in seguito mi sono iscritta all'Unione donne in Italia al gruppo di Napoli
Perché volevo od una sorta di amplificatori della mia voce
E e poi mi sono aperta un pronto questo bravo che inizialmente doveva mi cioè volevo fare una sorta di screening di tutti gli ospedali
Nazionali per vedere come si abortiva poi chiaramente poiché il tempo passa
In ospedale magari un anno si può abortire bene poi Camber personale le cose cambiano alla fine è diventato un un punto di incontro di tutte le donne che hanno visto questa esperienza stavano per viverla
Vietato molto importante e poi dopo un po'di tempo messo anche la mia meno inizialmente avevo molta paura di espormi
Poi invece ho messo le mele tante donne mi scrivono alcune lascio a testimonianza altre si confidano per semplicemente
Come si chiama aborto terapeutico e non blog punto blog sporto punto it oppure punto comma
Che inizialmente ha avuto come adesso di Stato punto it insomma e la prego piattaforma blog spot
Per questo questi tutto
Sì sì sono avvenute iniziative paralleli se l'iscrizione al ludibrio e il e il blog nono pensato di denunciare un po'perché
Vaiolo nella mia cartella clinica alla fine l'ha fatta vedere a un avvocato un avvocato dell'UDI e mi ha detto ma guarda da qui non è tutto perfetto non
è appunto
E io poi non ho
Non ha avuto testimoni ho avuto paura di di fare la denuncia ho avuto paura di perdere la causa e alla fine controproducente in questi casi se perdi
E ho pensato che col libro fosse una cosa più avesse una CAF cassa di risonanza più grande però in effetti ho avuto molta difficoltà se a trovare la casa editrice
Sì anche a promuoverlo share alcune volte io
Con un un mio amico che membro della Consulta di per la nascita del delle situazioni e di Napoli
A volte chiediamo di fare delle presentazioni in alcuni Comuni di Milano incendi Napoli cemento
Tentiamo di rispondere che il nostro talmente un argomento che non si può trattare quindi ne fetta che col libro è molto difficile si va in contro un muro di gomma
Però comunque
Lo scritto
Come ha letto anche la ginecologa appunto per informare tutte Scelli il tutte le donne in età fertile devono sapere tutto dell'aborto da non sapere cosa vanno incontro per fare soprattutto informazione
E io sono Elisabetta ho affrontato un aborto terapeutico a ottobre mi ancora tutto abbastanza non fresco
Volevo approfittare per ringraziare non lavorano sì
Perché legna ho letto il suo libro comprato insomma lui mi ha aiutato
Ovviamente appena è successo questo suonata subito su internet perché ho bisogno di confrontarmi con le altre storie quindi
Ho trovato il blog di Laura quindi da lì poi io
Saputo appunto che aveva scritto il libro quindi io comprato subito il suo libro che mi ha aiutato tantissimo e poi volevo approfittare per ringraziare la laica perché
Diciamo che tra virgolette impugnabili son salvata da questa situazione perché
Appunto come diceva Ilaria sono nuovo top abbiamo avuto pochissimi giorni per prende una decisione e quindi trovare poi appunto insoliti sparati non sapevamo H dove sbattere la testa
E ho avuto la lucidità di appunto cercare subito un'unità la fa della laica
Su internet e quindi la dottoressa gattone
Mina non mi ha messo subito in contatto con la dottoressa Facco che lavorano al Cal al Pertini
Ed è stata insomma permane è stata fondamentale perché è poi legna diciamo sostenuto in questo percorso quindi
Veramente ci tenevo a ringraziare la laica perché non so non so come avrei potuto fare senza se non avessi trovato loro insomma il sostegno ma di questa associazione e e niente quindi grazie
Grazie Elisabetta e allora grazie a tutti di essere rimasti fino a quest'ora
Alle nostre ospiti
Lauree Duarte i Mirella parecchi inni Laura Fiorella
Scrittrice Francesca coppia Presidente della casa grazie
E
Generoso
Insomma
Dato
Vicinissima
Dieci
Bene firmato
Serra