17MAR2014
intervista

Intervista a Silvia Chimienti sul decreto sugli scatti di anzianità del personale della scuola

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo ROMA - 00:00. Durata: 5 min 6 sec

Player
"Intervista a Silvia Chimienti sul decreto sugli scatti di anzianità del personale della scuola" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Silvia Chimienti (deputato, MoVimento 5 Stelle).

L'intervista è stata registrata lunedì 17 marzo 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Decreti, Docenti, Edilizia, Formazione, Governo, Istruzione, Renzi, Scuola, Stato, Stipendi.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

E in radio radicale con all'onorevole Chimienti del del Movimento cinque Stelle per parlare del decreto che riguarda il personale scolastico
Come sapete dal due mila dieci c'è stato il blocco del degli stipendi del personale
E delle docente scolastico che una vicenda che si trascina da anni e che ha provocato oltre al blocco anche la pretesa restituzione di una parte degli scatti che che sono stati bloccati con il provvedimento del due mila e dieci
Un decreto che presenta anche dei problemi di diciamo di di finanziamento perché non si riescano a reperire i fondi allora come come ha trovato la diciamo la genesi di questo provvedimento
Sì allora intanto c'è da dire che questo un provvedimento davvero emergenziale che a scadenza al ventiquattro marzo quindi
Il provvedimento deve assolutamente essere approvato in tempi brevissimi è rimasto molto tempo in Senato dunque
Noi avremo pochi si da tempo per esaminarlo il governo punto sottolineato la necessità di farlo approvare in tempi brevi e con coperture certe e chiaramente per noi questo è un po'svilente del anche del di quello che è il nulla il nostro lavoro perché noi avremmo individuato altre coperture copertura alternative per andare a pagare appunto di scatti stipendiali dei docenti perché non crediamo giusto che questi soldi vengano punto reperiti
Nel nel fondo del miglioramento l'offerta formativa delle scuole
Ecco lei ritiene che questo diciamo questo modo di fare cioè togliere dei
Dei fondi al al Moffa
Sia in qualche modo contraddittorio rispetto agli annunci che sono stati fatti dal Governo sull'edilizia scolastica
Sì sono contraddittorie non solo rispetto a questi annunci ma anche rispetto a quelli che il sottosegretario Toccafondi ha fatto poco fa in Aula e cioè il fatto di impegnarsi a rimpinguare appunto questo fondo del il cosiddetto Moffa miglioramento l'offerta formativa
Noi crediamo che prima di rimpinguarlo potrebbe si potrebbe iniziare a non prendere fondi da questo stesso punto ho
Da questo stesso fondo c'è sarebbe un passo fondamentale quello di
Non stornare nuovi nuove risorse da questo fondo
Ecco che cosa vi aspettate da questo Governo per quanto riguarda
L'istruzione le del personale docente considerando diciamo che il Presidente del Consiglio utilizza spesso linguaggio scolastico cioè fare i compiti a casa non essere messi dietro la lavagna volevo sapere
Rispetto a questo linguaggio e ritiene che ci sia diciamo consapevolezza dell'emergenza che è stato che sta vivendo il settore scolastico
Io non credo che ci sia una piena consapevolezza questo primo decreto nella prova nel senso che e si poteva sicuramente fare uno sforzo in più e abbiamo ancora la possibilità di modificarlo qui alla Camera quindi non capisco per quale motivo alla luce di queste emergenze che riguardano il personale scolastico non si possa intervenire nuovamente e cambiare le coperture al decreto tutto il resto sono sinceramente slogan a che noi non abbiamo neanche molto apprezzato e Colle anche le apparizioni del di Renzi nelle scuole italiane con questi corretti dei suoi allievi sono qualcosa che oltre a essere una reminiscenza di un ventennio che insomma vorremmo dimenticare sono qualcosa che proprio non non non ci convince quindi né abbiamo sicuramente ospitiamo che tutto qua quanto lui dice abbia poi un'attuazione ma siamo molto scettici anche perché il ministro che è stato scelto per la scuola per l'istruzione un ministro di scelta civica un partito che
Nel nel nel passato non ha mostrato una grande vicinanza al personale scolastico e alla scuola in generale
E cosa voi vi aspettavate che fosse qui stamattina il ministro Giannini o pensa che è giusto che
Ci fosse Toccafondi che era anche Sottosegretario del precedente Governo
Ma sicuramente sarebbe stato quantomeno spicca ve la presenza del ministro visto che si tratta di una gravissima emergenza aeree e di un problema che tocca cinquantadue mila docenti italiani la presenza
Del sottosegretario eccoci ci lascia un po'
A esterrefatti però va bene funziona così un'ultima domanda che riguarda diciamo la la la somma se dove dovesse decadere il decreto diciamo molti
Docenti dovrebbero restituire una somma allo allo Stato né che sono diciamo che fa parte di quegli scatti che erano stati bloccati richieste somma si tratta
Allora si tratta di circa centocinquanta euro mensili che appunto prevede avrebbero il recupero del del del dieci Gatti stipendiali dell'annualità due mila e dodici e quindi su uno stipendio che si aggira intorno ai mille duecento mille trecento euro questa cifra assolutamente consistente
Per cui appunto sicuramente è fondamentale che questo decreto pazzia una toppa emergenziale però deve sicuramente essere approvato per evitare questo prelievo forzoso sui sugli stipendi
Ringrazio ringrazio l'onorevole Chimienti del Movimento cinque Stelle