18MAR2014
intervista

Intervista a Stefano Borghesi sul Decreto Legge Salva - Roma

INTERVISTA | di Lanfranco Palazzolo ROMA - 00:00. Durata: 6 min 15 sec

Player
"Intervista a Stefano Borghesi sul Decreto Legge Salva - Roma" realizzata da Lanfranco Palazzolo con Stefano Borghesi (deputato, Lega Nord).

L'intervista è stata registrata martedì 18 marzo 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Bilancio, Boldrini, Camera, Costituzione, Decreto Legge, Deficit, Enti Locali, Federalismo, Finanza Pubblica, Finanziamenti, Fisco, Governo, Legge Di Stabilita', Parlamento, Partiti, Politica, Renzi, Riforme, Roma, Sindaci, Usa.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale con l'onorevole Borghesi della lega nord per parlare del decreto salva Roma allora
Oggi è arrivata la terza versione di questo di questo decreto avete votato le pregiudiziali di costituzionalità ho visto che
Parecchi parlamentari si sono appellati all'articolo settantasette della Costituzione
Voi diciamo ribadite le perplessità che hanno accompagnato la vostra posizione precedenti due decreti
Assolutamente sì oggi come diceva giustamente lei avremmo votato sulle pregiudiziali di costituzionalità quindi oggi aveva avuto modo di vedere solo quelle che a nostro modo di vedere la erano gli aspetti
Più critici da questo punto di vista è evidente che noi ribadiamo con fermezza il nostro no nel merito del provvedimento quindi un giudizio completamente negativo nel merito nel concreto in nelle misure che sono
Che sono previste in questo decreto
Abbiamo detto a chiare lettere che per noi
Vi erano dei chiari profili anche di incostituzionalità vista questo continuo a reiterare di decreti legge che
Nostro modo di vedere non sta né in cielo né in terra e quindi abbiamo cominciato qui da oggi questa nostra nuova battaglia per questo salva Roma Tre come ormai di viene ribattezzato e quindi
Noi come nei primi due non arretreremo di un millimetro perché secondo noi
Questo è un provvedimento che va assolutamente a penalizzare
Tanti buoni sindaci buoni amministratori che hanno ben amministrato le risorse pubbliche
E va invece a premiare chi come il Comune di Roma ha bene amministrato non ha quindi dove non possiamo sostenere o è una cosa di questo genere
Siamo partiti da una pregiudiziale di incostituzionalità vedremo poi nel proscenio ma ha comunque noi faremo un'opposizione durissima questo provvedimento ecco negli Stati Uniti ci sono molti enti locali che
Portano i libri in tribunale c'è stato un caso clamoroso di un
Di un grosso comune forse nel Texas o in California che appena mente portato i libri in tribunale si deve arrivare a questo estremo secondo voi
Si deve arrivare a responsabilizzare gli amministratori noi
Avevo fatto del federalismo fiscale una dei nostri cavalli di battaglia se venisse applicato è realmente il federalismo fiscale in questo Paese
Ci sarebbe una maggiore responsabilizzazione da parte di tutti gli amministratori e situazioni come quella del Comune di Roma non si potrebbero più a verificare quindi
Però noi non ha soluzione migliore renda questo Paese un Paese federale
Con l'applicazione dei costi dei fabbisogni standard e quindi di un federalismo fiscale e concreto situazioni come queste non ci sarebbero
è più che mai è evidente che andando avanti così non si eliminano gli sprechi Manzi di fatto favoriamo chi gli sprechi li ha creati questo decreto ancora le caratteristiche delle giunte credito omnibus
Che norme avete trovato in questa terza versione che
Mi hanno lasciato perplesso visto che oggi c'era una polemica sulle ferrovie della Val d'Aosta ma diciamo che questa è una è un ulteriore decreto omnibus
Nel quale vengono inseriti diversi articoli diverse normative che nulla hanno a che vedere come con le altre
è evidente che quando si affrontano tematiche di questo genere vi sono anche degli articoli che vanno ad evidenziare dei problemi che erano Ciotti nell'ultima legge di stabilità quindi
è un ulteriore pasticcio un ulteriore diciotto al quale si cerca di porre un rimedio fu una decretazione d'urgenza che dura senza nome quindi
è una uno una nuova un nuovo decreto Arlecchino che prevede tutto il contrario di tutto su tematiche disparate e quindi noi anche su questo
Da questo punto di vista non possiamo che dire che non è
Un
Un comportamento serio e quindi alla luce di questo ribadiamo
Con fermezza mostrato nostra opposizione voi avevate capito perché Renzi aveva deciso di ritirare la seconda versione delle decreto lui stesso che il Sindaco di una
Di una città che non ha navigato in particolari difficoltà ma che ha avuto i suoi problemi e anche finanziario
Ma a mio modo di vedere vedendo la nostra ferma opposizione che l'ostruzionismo che si preannunciava e la disorganizzazione totale in cui versava la maggioranza valenza perché abito ha preferito ritirarlo
Non è stata di sicuro una soluzione nel merito perché avendolo ritirato e poi avendo riproposto quasi ed esclusivamente delle misure le misure previste anche al sabato ma due in questo nuovo provvedimento di sicuro non è stato un pentimento positivo quindi
A mio modo di vedere è stata solo una difficoltà del momento da parte della sua maggioranza e
E quindi ed è detto questo ci ci apprestiamo nuovamente a fare un'opposizione durissima
E cercheremo di fare in modo che anche questo terzo provvedimento non raggiungano raggiunga mai la luce
Un'ultima questione che riguarda una polemica Nakaa che proseguita per mesi qui alla Camera
Che riguarda quella sulla sulla ghigliottina nel Sud nella seconda versione del decreto salva Roma molti temevano che la Presidente della Camera potesse prendere
Una decisione analoga quello alla alcune al decreto che
Checché che aveva portato alla decisione di scegliere Lalla la ghigliottina è giusto che la Presidente della Camera abbia questo potete questo potere
Debba spettare a un organo che dovrebbe essere terzo nella direzione dei lavori della Camera lei ha detto bene lei il Presidente dovrebbe essere terrazzo va bene che il Regolamento Dida dal Presidente questa questa opportunità
In quel caso è stato l'unico l'unico episodio in cui è stato qui è stato applicato questo Regolamento a mio modo di vedere
Questa una possibilità che limita molto la democrazia nel dibattito e quindi che limitando i tempi non permette anche chi è soprattutto dall'opposizione di esprimere con forza
E che sono quelle che sono le sue ragioni e quindi secondo me questo è un provvedimento ci deve essere assolutamente evitato e che magari con la riforma del Regolamento alla Camera cercheremo appunto di eliminarlo
Ringrazio ringrazio l'onorevole Borghesi della lega Nord