20MAR2014
dibattiti

I contrasti di Giurisprudenza e la Nomofilachia

DIBATTITO | Roma - 09:52. Durata: 4 ore 13 min

Player
Sessione inaugurale del IX Congresso Giuridico - Forense per l'aggiornamento professionale (Roma 20 - 22 marzo 2014).

In collaborazione con: Fondazione Italiana per l'Innovazione Forense, Scuola Superiore dell'Avvocatura, Fondazione dell'Avvocatura Italiana.

Registrazione video del dibattito dal titolo "I contrasti di Giurisprudenza e la Nomofilachia", registrato a Roma giovedì 20 marzo 2014 alle ore 09:52.

Dibattito organizzato da Consiglio Nazionale Forense.

Sono intervenuti: Guido Alpa (presidente del Consiglio Nazionale Forense), Giorgio Santacroce (primo presidente della Corte suprema di
cassazione), Aldo Bulgarelli (presidente del CCBE), Gianfranco Ciani (procuratore generale presso la Suprema Corte di Cassazione), Franco Coppi (avvocato), Luigi Rovelli (presidente della Seconda Sezione della Corte di Cassazione), Claudio Consolo (professore ordinario di Diritto processuale civile nell'Università La Sapienza di Rpma), Andrea Orlando (ministro della Giustizia), Alessandro Pajno (Presidente di Sezione del Consiglio di Stato), Guido Corso (ordinario di diritto amministrativo nella Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Roma Tre).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amministrazione, Avvocatura, Burocrazia, Carcerazione Preventiva, Cassazione, Civile, Concorrenza, Consiglio Nazionale Forense, Corte Costituzionale, Corte Dei Conti, Corte Di Giustizia Europea, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Crimea, Csm, Cultura, Custodia Cautelare, Diritti Civili, Diritti Sociali, Diritti Umani, Diritto, Diritto Internazionale, Esteri, Etica, Europa, Formazione, Giustizia, Informatica, Irlanda, Istituzioni, Legge, Magistratura, Ministeri, Penale, Politica, Procedura, Riforme, Russia, Scuola, Stato, Storia, Universita'.

La registrazione video di questo dibatto ha una durata di 4 ore e 13 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

09:52

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

è un vero onore per me
Aprire
Il nonno congresso di aggiornamento forense
E il treno perché
Avete seguito rappresenta adeguatamente l'orgoglio il Consiglio nazionale e quindi di tutta l'avvocatura per la rappresentazione
Nel momento
Più colto
Approfondito serio della discussione
Di
Esibire la nobiltà la disponibilità e anche
L'apporto
Solidale della categoria forense
Momento difficile quello che stiamo attraversando la crisi non è ancora terminata
L'avvocatura
Ha dato la sua disponibilità al ministro il ministro per la prima volta nella
Sequenza delle sessioni congressuali
Di questo tipo sarà presente
Lo stiamo aspettando dovrebbe arrivare tra poco
Ma queste un'edizione
Extra ordinem
Innanzitutto
Perché abbiamo chiamato
A tagliare non solo il loro saluto ma anche loro contributo gli esponenti
Delle
Corti superiori
I vertici delle Corti superiori
Quali con mia grande disponibilità hanno accolto il nostro invito
E
Porgo i saluti del presidente Giovannini che questa mattina ho avuto
Un contrattempo non ha potuto essere presente
Ma è presente il vice Presidente del Consiglio di Stato il presidente Alessandro Pajno che farà la sua relazione
Il Presidente della Repubblica
Ci ha fatto pervenire
Questo telegramma
è scritto del Segretario generale
Illustre Presidente a nome del Capo dello Stato mi è gradito formulare a lei
Agli insigni relatori e a tutti i partecipanti al nono congresso per l'aggiornamento professionale il più sentito augurio di buon lavoro
Il Presidente Napolitano esprime vivo apprezzamento per l'attività svolta dal Consiglio nazionale forense
Per assicurare il continuo e costante aggiornamento delle competenze professionali dell'esercente la professione di avvocato oggi legislativamente previsto dal nuovo ordinamento
Al fine di assicurare la qualità delle prestazioni e di contribuire il migliore esercizio della professione
A riguardo particolare importanza riveste la scelta di ritardasse sia inaugurale del tradizionale appuntamento formativo al tema dei contrasti di giurisprudenza e alla nomofilachia
La funzione nomofilattica della Corte di Cassazione conforme la tradizione di istituto infatti tanto più necessaria in un periodo storico quale l'attuale in cui per una molteplicità di fattori
E cresciute l'incertezza del diritto con conseguenze negative anche sulla competitività del sistema economico nazionale
Cordiali saluti le presente la Repubblica unisco PRIN che i miei personali e Segretario generale dovrà tornare
Dicevo
Si tratta di una edizione extra ordinem
Perché quest'anno
Allora oltre duemila iscritti oltre più di centosessanta relatori e oltre ai sei canali con i quali
è stata allestito organizzata questa questo nostra
Sessione
Vi sono
Innanzitutto
Il nuovo Presidente
Delle CCPE nostro rappresentante
Italiano
è stato eletto alla Presidenza
Della rappresentanza europea presso la di Unione europea e la Commissione Aldo Garelli che era già stato consigliere del Consiglio nazionale forense
Vi sarà come dicevo il ministro
E
Saranno iniziative anche culturali straordinarie alla fine di questa
Mattinata abbiamo nell'altra sala la rappresentazione
Di un processo storico che è stata realizzata a Milano da avvocati e magistrati che riguarda uno dei più grandi musici furbi creatori di musica italiani Gesualdo che ebbe appunto una vicenda passionale straordinaria che avrebbe dato luogo ad acute
Questioni di carattere giuridico
Abbiamo anche
La nostra mostra una vostra diciamo così fatta in casa infatti in famiglia alla esposizione delle
Monografie trattati e alcune preziosi edizioni cinquecento alle seicento
Che sono della biblioteca del Consiglio nazionale forense libri scritti dagli avvocati per gli avvocati il lavoro che stiamo facendo in questi giorni cioè avvocati che
Hanno studiato
Hanno proposto questioni
Che hanno magari anche suggerito modelli giurisprudenziali quindi modelli di sentenza che discutono con altri avvocati il modo nel quale difendere i diritti utilizzare i rimedi
Quindi assolvere quella funzione che non è soltanto una funzione di eventuali ma anche una funzione diciamo sociali
Il
Gli eventi culturali non sono conclusi qua che
Si vedrà nel corso di tutta questa nostra edizione ma mi fa piacere
Segnalare e nel
Lo stende del Consiglio nazionale forense è in distribuzione
Questo
Libero un prezioso reperto dovrebbe risalire perché senza data dal mille novecentoquarantacinque
Pongo
Quarantasei
Sono le elezioni che exit Filippo Vassalli già membro del Consiglio nazionale forense negli anni trenta allora si chiamava Commissione reale per la copertura
Detto nella l'Università della Sapienza sulla tutela dei diritti
Uno dei libri del Codice a cui Vassalli
Aveva posto mano nella
Essendo coordinatore della Commissione per la riforma del Codice civile
Questo libro ha una storia
Perché era scomparso non vera
Conservato neppure nelle biblioteche
E uno studente del mio corso Matteo Di Cicco ha trovato catalogo
Lo ha donato alla Biblioteca del Senato e il Senato ci ha consentito di riprodurlo sic che come
Vedete sfogliando il libro il
Il abbiamo anche il simbolo il segno del Senato che ci ha dato il suo benestare e
Possibilità di riprodurlo che è una edizione limitata
Il leit motiv di queste di questo compresso
è molto
Interessante
E affascinanti da un certo punto di vista perché
Si parlerà
In tutte le sessioni dei contratti dei contrasti di giurisprudenza e della nomofilachia
Questo è un tema e quindi gli avvocati sono particolarmente sensibili perché
Perché non è collegata soltanto con la evoluzione del diritto con l'interpretazione dei curatrice del diritto come l'interpretazione orientata alle conseguenze
Non è soltanto collegata alla molteplicità delle fonti
Il problema e ben più profondo e e anche molto più rilevante dal punto di vista pratico professionale
In altri termini
Qual è la situazione attuale nella interpretazione della legge in particolare
Del codici
Quali sono le tecniche con cui i giudici introducono nuove
Visioni
Del diritto nuove tecniche di adeguamento del diritto
Quali sono le conseguenze
Delle diverse visioni e quindi verso indirizzi interpretativi
Una di queste certamente la difficoltà di
Per venire alla certezza del diritto
Ma come si sa la certezza del diritto è un mito
Uno dei possibili uno dei possibili
Fari ai quali l'interprete si deve indirizzati orientare ma certamente la certezza del diritto nomine praticabile in tutte le sue modalità in tutte le soap fuori
Si può prevederei come ci ha
Ci indicano gli studiosi di comodo si può prevederei una possibile soluzione del caso si può immaginare che il caso possa essere risolto
Nello stesso senso in cui se sarà risolto precedentemente ora con la nuova formulazione
Della disciplina dei ricorsi per Cassazione diventa più difficile
Modificare l'orientamento della della giurisprudenza e perché bisogna avere degli argomenti particolarmente persuasivo infondati perché
La Corte possa accogliere il ricorso se la sentenza appellata sieda uniformata
Allora intervento della corte suprema ma
Un conto la prevedibilità in conto la certezza altro conto è che il diritto vivente
Il diritto che deve non soltanto essere applicati in modo
Diciamo così meccanico il diritto che non può fossilizzare assi
Con il trascorrere del tempo con l'emergere di nuove esigenze di nuove necessità e soprattutto nuovi valori
Basta basta rare una semplice rassegna di quelli che ne potremmo chiamare i nostri precedenti
Per verificare che
Magari anche
Richiedendo un tempo abbastanza
Lungo la Corte di Cassazione ha muta atto orientamento ha mutato il indirizzo che era consolidato
Si pensi martire di responsabilità civile al danno biologico e mi ricordo nel mille novecentosettantaquattro quando compare nella prima sentenza Tribunale di Genova
Che introduceva questa nuova categoria
Una nuova voci di danno nuovo valore che è collegato con la salute quindi l'articolo trentadue della Costituzione
Che pescare di Nava le tecniche di rivalutazione del danno la persona che fino a quell'epoca erano si erano consolidate
Ci sono voluti più di dieci anni perché la Corte di Cassazione buttasse orientamento e
Nel percorso lungo percorso che assegnato questa giurisprudenza
Innovativa
Il
Anche la Corte costituzionale ebbe l'occasione di intervenire quindi è stato una costruzione molto elaborata è molto difficile molto contrastato
Lo stesso per quanto riguarda le isole del credito del caso Superga del cinquantatré al caso Meroni del settantuno sono trascorsi quasi vent'anni
Quelle che invece oggi si discute al di là ovviamente della
Opportunità di proseguire e rafforzare la nomofilachia
Al di là del
Scoperte le sue radici storiche e quindi le pagine di portare le pagine Calamandrei di l'inizio del Novecento
Al di là
Dell'articolo sessantacinque del del regio decreto del del quarantuno sull'ordinamento giudiziario al di là
Ma
Appunto dell'attuale disciplina dei ricorsi quelle che oggi si discute
In che forme in che modo di la nomofilachia debba essere praticata
Nomi imposta ma praticata e nello stesso tempo se sia possibile coordinare
L'orientamento delle diverse sezioni in modo che
Da ombre nello stesso giorno ma
Vigneti poche con venti ravvicinati nel tempo
Donne emergano orientamenti tra loro contrastanti
L'ultima occasione molto interessante la segnalo la la sentenza
A tutti voi
Una
Sono sorte ritratta telo in materia di responsabilità civile danno la persona la sentenza
Numero
Mille trecentosessantuno del due mila quattordici che è stata depositata il ventitré di gennaio sono centodieci pagine
Due pagine intere di dispositivo
Che riguardano
Il
Danno esistenziale
Il diritto il danno cosiddetto tal molto logico il diritto dei suprema distinti di ottenere risarcimento del danno per la morte del congiunto
Non iure proprio ma iure successioni disse
Come tutti colleghi avvocati che trattano questo settore
Sanno
Il ditte di temi sono
Molto controversi sono stati discussi per anni c'è una letteratura fiorente molto diffusa molto vasta
Io ho sempre
Sottolineato l'opportunità di
Donna moltiplicare le
Voci di danno e di assorbire tutte le voci di danno
Che via via
La
Interpretazione creativa del giudice aveva aveva introdotto
Danno alla
Serenità della vita familiare il danno alla vita sociale il danno estetico eccetera eccetera in un'unica voce al di là del danno patrimoniale del danno relativo alla capacità
Specifica di lavoro al danno nel danno biologico queste era l'indirizzo che la Corte di Cassazione a sezioni unite
Aveva
Seguito nel due mila nove e pensavamo che la questione fosse mai risolta invece si è riaperta
Si è riaperta e tra l'altro con una sentenza devo dire molto dotata perché si introduce anche
Introduce anche uno di argomenti che saranno i discussi oggi pomeriggio e cioè l'uso delle categorie giuridiche
O di presenteremo libero di Nicola Lipari e fa un riferimento alla dottrina che sostiene correttamente che le cattivo riferite non devono essere considerate delle
Stelle fisse e quindi delle
Strutture immutabile nel tempo dogmaticamente rifinite ma in
Diciamo così non
Spot Jack non oggetto di ripensamento e che non è possibile scalfire tutt'altro devono essere adeguate e via via alle esigenze che l'interprete avverte
Tenendo conto dei valori che evolvono nel corso del tempo
Fa c'è anche
Un salto logico forse una finzione e questo è interessante anche capire tra le tecniche interpretative del giudice
Come vengono usate le finzioni Priebke perché liquidare
Quest'anno tra l'altro l'oggetto al soggetto che non esiste più è una un salto logico e quindi è interessante capire la motivazione con la quale
Si arriva a questo risultato
Ma questo è soltanto
Un
Uno dei tanti problemi che discuteremo in queste giornate inutile dire che a pochi giorni di distanza la questione è stata rimessa con una
Motivazione
Mi sembra molto persuasiva alla coro alle spalle Sezioni Unite in modo che le Sezioni Unite poi risolvano definitivamente
Diciamo per qualche anno il problema
Ci sarebbe molto da dire sulla nomofilachia ma oggi
Come
Le relazione di apertura
Potremo approfondire sia gas Petti di carattere
Penale
Sia rispetti di carattere civile siano aspetti di carattere amministrativo e poi
In tutte le sessioni
Tutte le questioni più controverse che richiedono un
Discussione da parte dei giuristi una proposta da parte dei giuristi e poi un possibile coordinamento
E quindi unità tendenziale unitarietà interpretativa da parte della Corte di Cassazione
Qualche volta
Il problema è risolto dal legislatore proprio ieri discutendo nella presentazione il libro di Andria di Porto che qui si ripete si riprenderà proprio
Sui beni comuni
Domani
Sì ci si è chiesti se al di là dell'intervento del giudice intervento creativo l'intervento innovativo che
Con la sua sensibilità riesce ad adeguare
Le regole alle non soltanto al caso ma anche ai valori fondanti della società
Sia
Necessario un intervento legislativo quando
Le interpretabili in le novità interpretative e quindi nuovi indirizzi
Si richiedono una più stabile in più stabile e consolidamento e appunto a proposito di beni comuni ci si è chiesti se non sia ormai il caso di
In
Intervenire legislativamente per una riformulazione della disciplina del
Enormi di apertura del libro terzo sulla proprietà
Ebbene questo è un altro tema molto interessante qualche volta il legislatore lo ha fatto sappiamo che la codificazione
Dei mille centoquarantadue ha compreso anche delle ha incluso anche delle norme che provenivano dall'età orientamento giurisprudenziale che
Aveva
Risolto in modo indicativo casi nuovi contratti nuove nuove problematiche relative in particolare le obbligazioni che il Codice di mio trecentosessantacinque non l'ho potuto tenere in considerazione ecco questo è un altro tema
Che coordinate e in qualche modo mette in contatto il legislatore da un lato il creatore della norma interpretativa dall'altro
Come vedete non esito a parlare di creazione non esito a parlare di posizione di una norma
Perché
Credo che ormai si possa essere convinti
E il giudice
Nomi interpreta soltanto ma della
Ripetitività dell'affermazione della massima diventa creatore della norma chiaro
Dominare gli stessi poteri che ha il giudice inglese non ha gli stessi poteri che ai giudici svizzero
Vi ricordate che proprio in apertura del Codice civile si prevede che in caso di lacune e il giudice che deve dettare la soluzione del caso intervento come se fosse un legislatore però
è una dimensione che può
Ormai
Essere accreditata come una delle forme nelle quali l'ordinamento del suo sviluppo nel suo essere organismo vivente di si adatta e in questi
Adattandosi risolve i problemi
Le aspettative che si sono accese sono molte gli interrogativi che si possono porre sono molti e adesso è arrivato il momento di ascoltare grazie a tutti e buon lavoro
Sono stati messi saluti e per il mese scorso un po'lunghi ma volevo introdurre anche il tema e allora il primo Presidente della Corte di Cassazione porge il saluto grazie
Grazie buongiorno a tutti
Porgo a voi tutti un saluto cordiale e direi anche fortemente interessato perché è inevitabile che per noi magistrati della Corte di Cassazione
Sentirsi coinvolti nei lavori di questo congresso ed essere in particolare interessati al tema di questa seduta inaugurale
Che invita a fare una riflessione sul ruolo e la posizione della Corte suprema e dei suoi poteri così come la Costituzione viaggi delineati e sui problemi interni del suo funzionamento
Il titolo di questa seduta
Ha il pregio di contrasti di giurisprudenza e la nomofilachia
Ha il pregio di cogliere con immediatezza il valore della funzione primaria esercitata dalla Cassazione che quella nomofilattica e che si esplica attraverso l'enunciazione di principi di diritti
Proprio nella risoluzione dei contrasti di giurisprudenza compiuta dalle Sezioni Unite sia nel campo del diritto sostanziale che in quello del diritto processuale
Vi servendo i contrasti che quando non sono frequenti e consapevoli costituiscono un fattore positivo di dialettica e di sviluppo della giurisprudenza
Si riescono a fissare orientamenti più solidi e persuasive di quelli che si intendono superare in modo da considerabile durevole mente e nel futuro
Per ottenere questo risultato è indispensabile come non ha mancato di far rilevare nel mio discorso inaugurale
Che la speciale funzione nomofilattica delle Sezioni Unite che si alimenti il più possibile oltre che dell'ausilio indispensabile della dottrina più accreditata dei contributi che l'intera Corte in ogni sua articolazione è in condizione di offrire
Perché DS alle Sezioni riunite sono espressione e debbano quindi potrebbe ascoltare le voci rappresentare la sintesi
A questo scopo e per evitare che l'intervento nomofilattico delle Sezioni unite sia per così dire calato dall'alto venga così concepito
Nel corso dell'anno due mila tredici si è cercato di sviluppare ulteriormente la prassi degli incontri di studio Pat preparatorio le decisioni di maggiore importanza
Incontri
Organizzati dalla formazione decentrata talora anche con l'apporto di università resesi disponibili
Che hanno dato i componenti del collegio giudicante delle sezioni unite la possibilità di fruire degli spunti offerti dagli studiosi dalla materia
Da altri colleghi dalla stessa Corte e le caso in cui le questioni da trattare lo hanno suggerito anche da magistrati esterni alla Corte e provenienti da plessi giurisdizionali diversi
Così è stato fatto in preparazione dell'attesa decisione delle Sezioni unite a proposito dei limiti dei poteri di valutazioni riconosciuti dalla riformata legge fallimentare al tribunale nelle procedure di concordato preventivo
Per poter mettere la Corte in condizioni di recepire istanze che meglio di ogni altro i giudici di merito e in particolare quelli addetti alle sezioni fallimentari sono in grado di avvertire rappresentare
è stata espressamente fruttuosamente sollecitata la loro partecipazione all'incontro per il tramite gli uffici di formazione decentrata dei singoli distretti
Ma anche con riferimento come già detto il professor Alpa a quelle che sono state le questioni risolte in tema di va nelle varie tipologie di danni
Di danno sono stati fatti in cotto in questo senso devo dire che già dal Presidente della Corte d'appello di Roma avevo promosso iniziative
Di questo tipo
Volte punto a mettere in evidenza come risultati che spesso e volentieri si credevano cristallizzati con il famoso poche di sentenze
Delle Sezioni unite possono ritornare e profondo e proporre indicare nuovi risvolti
E nuovi profili di interesse
I risultati positivi conseguiti incoraggiano a tener viva questa prassi e a incrementata anche per l'avvenire
In questa ottica merita sicuramente un plauso la varietà dei temi proposti in questo congresso
Dove si spazia dai diritti sostanziali a quelli processuali nelle loro espressioni nazionali ed europee
Attraverso relazioni presentazione di testi giuridici tavole rotonde e persino mostre come abbiamo ha preso dal professor Alpa c'è molta carne al fuoco senza dubbio
Ma mi sembra che sia stata opportunamente calibrata così da offrire il tavolo ricco e variegato di profili in grado di favorire un dialogo proficuo tra le varie discipline ed esplorare nuovi orizzonti metodologici e di contenuto
E poi motivo di compiacimento vedere steso questo convegno non solo alla Corte di Cassazione alla magistratura ordinaria
Ma anche ad altre magistrature mi spiace che non sia presente questa mattina
Il presidente Giovannini a questo tavolo ma sicuramente la
L'aver fatto riferimento è richiamato anche lui è sicuramente un motivo di soddisfazione perché questo co un tema la validità dell'utilità di confrontarsi con assetti giudiziari diversi specie laddove le Sezioni riunite civile sono chiamate a svolgere la delicata funzione di giudice della giurisdizione
Tema che specie riguardo alla definizione del riparto
Tra plessi giurisdizionali costituisce tuttora uno dei punti critici dell'ordinamento foriero spesso di incertezze destinate a riflettersi sugli aspettative di giustizia delle parti
Alle quali non riesce sempre agevole individuare
Certezza il giudice a cui ricorrere o ciò che lo stesso il giudice al quale sottrarsi
Per finire voglio esprimere un ringraziamento sentito
A tutti coloro che hanno collaborato attivamente alla riuscita di questa importante iniziativa in particolare al professor Guido Alpa dall'avvocato Mariani Marini che non ho visto ma sicuramente
Sarà presente in sala o comunque nelle prossime ore sarà presente che mi hanno per primi contattati per invitarlo a partecipare a questo importantissimo convegno di oggi grazie
Prendere la parola dal dovunque rally che il Presidente le tecniche europea degli avvocati
Grazie Presidente sul
Un ringraziamento un saluto e alcune
Considerazioni
Il razionamento fa
A te Presidente tutto il Consiglio nazionale forense per essere cito anche quest'anno a creare questa occasione importantissima di incontro di studio e di approfondimento dirò poi
Perché questo proprio è un aspetto basilare per la nostra professione per il futuro della nostra professione
Io porto il saluto obiettivamente oggi di molti molti colleghi europei più di un milione circa un quinto se ne stanno qua in Italia ma gli altri quattro quinti sono sto sì in giro per il nostro continente e avvocati europei che hanno problemi anche gravi se voi pensate per esempio
Al fatto che adesso in Crimea c'è un crisi istituzionale che non chiarisce
Bene i tratti di appartenenza nazionale pensate alle ripercussioni per i colleghi della Crimea che per esercitare la professione devono ovviamente essere ISC
E ad un albo erano iscritti all'albo della Ucraina adesso stanno passando alla Russia in modo che novità racconta interazione non approva ma comunque di fatto
Sta avvenendo e per difendere i propri enti devono continuare se iscritti a questi altri
Ma se diventa russi domestico e la Camera federale degli avvocati russi quindi problemi enormi di concreta esercizio della giurisdizione perché
Se vi si occupa appunto di questo degli avvocati ma anche dello stato di diritto e del rispetto dei diritti fondamentali
Un
Saluto particolare da parte gli avvocati europei che come sapete non vivono un momento facile c'è un un momento di sfida non solo nel nostro Paese ma in tutta Europa
E che viene da sotto fonti eterogenee e diverse fra di loro
Da un lato ci sono entità delle corporation molto evolute molto sofisticate che cercano di
Competere con l'Avvocatura e anche dall'OCSE non governative che lo fanno dall'altro c'è una tendenza anche degli economisti alcuni economisti a sostenere
Che l'avvocato può essere un ostacolo alla crescita e quindi qualcosa da regolamentare per evitare problemi economici voi sapete gli interventi pesanti della troika in Irlanda in del e cioè in Portogallo che subordinava hanno la concessione di crediti a questi Paesi all'introduzione di pesanti riforme sotto l'aspetto istituzionale dell'avvocatura e in Irlanda siamo riusciti ad evitare
Grazie un po'anche le trentasei sebbene una rischio gravissimo di perdita dell'indipendenza perché stavano SCO piazzando in qualche modo la riforma inglese
Della sono i settori che le sono favoriti ma privando quasi totalmente l'avvocatura della propria indipendenza e questo è uno dei valori fondamentali dell'avvocatura come si risponde a questa a questa sfida che da un lato Cusa così gli strumenti
Della diritto della
Anticoncorrenziale europeo e che dall'altro usa gli strumenti della convenzione anche mediatica
Ecco secondo noi la soluzione è duplice e cioè da un lato ci vuole una deontologia
Applicata che rispettata in modo rigoroso
E dall'altro ci vuole una alta qualità della prestazione professionale la qualità si accumula ottima formazione iniziale della scuola spot la scuola l'universitario e con una importante
Ma non importa del mantenimento della qualità attraverso
La formazione continua e questo è un esempio concreto il Consiglio nazionale forense
Devo dire la verità su questo è all'avanguardia in Europa ma forse anche nel mondo per gli strumenti che mette a disposizione dei propri iscritti e di questo l'Europa è grata pensate a tutti non so a questi eventi io credo che sia unica in Europa una cosa del genere esiste in altri Paesi che sono diversi motivi d'incontro fra avvocati ma una concentrazione di così alto livello scientifico e intellettuale
Per la formazione degli avvocati non ha riscontro in altri Paesi ma pensate che siamo al Forese a stipulato con diverse avvocature nazionali mi viene in mente la Francia della d'Inghilterra Galles l'Austria
Il Belgio e se non erro anche gli Stati Uniti d'America con l'America ma l'Association
Delle convenzioni di reciprocità per cui voi si è andati in questi Paesi che ho accennato
Vedrete riconosciuti dal vostro ordine i crediti formativi e viceversa gli avvocati americani francesi belgi ostile cito inglesi verranno riconosciuti i loro crediti se partecipano a Santo Spirito in sassi
Quindi questi due pilastri per creare il futuro della pozione per vincere queste sfide molto importanti che sono a livello
Mondiale sono secondo me la deontologia e la quali ta e qui siamo apposta per
Qui per
Imparare per approfondire per continuare a essere curiosi delle novità delle evoluzioni che il diritto questo
Magnifico storica creazione artificiale dell'uomo cita io vorrei ricollegarmi un attimo anche quello che il Presidente Santacroce introducendo il tema dell'inizio della mattinata ha detto riguardo la nomofilachia
Abbiamo un esempio non solo punto inglese svizzero ma anche a livello di giurisdizione comunitaria pensate che
Le decisioni della Corte di giustizia sono fonte di diritto oggettivo alla pari dei trattati di tutto le altre fonti sapete che
Le fonti europee hanno un limite solo nella fantasia del legislatore si possono chiamare decisioni comunicazioni
Ovviamente regolamenti direttive ma anche decisioni della Corte di giustizia e questo per noi è veramente un qualcosa di importantissimo secondo e ultimo osservazione che voglio rubare
Nel tempo ai criteri lavori
è la collaborazione fra avvocati che magistrati stesse de per fortuna da luglio due mila
E tredici è membro serve
A Torre del se se esce e
Rete questa anche
Simmetria a acronimi che ha fra i due organismi EasyJet ecco sei costitutivo deciso quota
E si riunisce è un organo della consultivo del Consiglio d'Europa si unisce a Strasburgo nella sessione di novembre avuto l'onore di partecipare
Abbiamo e messo un documento che invito a leggere per il momento sull'inglese in francese ma
Spero di venga tradotto presto che in italiano
Esiti della opinione numero sedici doppio numero sedici
Si incentra sui rapporti avvocati e magistrati e la collaborazione fra avvocati e magistrati vista con uno dei
Di elementi fondanti delle basi fondative della della giustizia delle V
Mozione della giustizia e io credo anche
Della miglioramento della società civile in nella quale questi due soggetti sono fondamentali
Mi accorgo di aver parlato un po'troppo ma nel frattempo
O ringrazio tutti quanti è sempre bello vedere queste sale stracolme di Santo Spirito in salse la caratteristica di questa cosa grazie ancora Presidente grazie a tutti voi buon lavoro
Grazie grazie molte allora cominciamo
Come la sessione di
Diritto penale e pregherei tutti di dire qui al tavolo
Il procuratore generale
E il
Il professor Coppi
Prego
Scusate siccome non vede Cavalieri di lusso dove si devono sì
Sue eccellenti
Vito
Io ho finito
Propone
Permettiamo mettiamo i camerieri neanche di qua così Presidente
Allora avere la parola al dal Procuratore generale ginestre ci pensa Gianfranco Ciani
Prego di riferire
Sì acceso
Grazie
Professor Alpa
Dato la parola io ringrazio
Il Consiglio nazionale forense
Lei
Che l'autorevole Presidente per avermi
Invitato
A questo prestigioso congresso
Prestigioso anche perché si occupa di un argomento
Che unisce magistratura e avvocatura cioè quello della
Dell'aggiornamento professionale
E un'attività questa cui la magistratura sempre tenuto molto
E che
Era stata fatta fino a qualche anno fa spontaneamente dal Consiglio superiore
Della magistratura
Cresce è stata poi consacrati in una legge sarà creato un apposito a scuola così come recentemente la legge è intervenuta anche sulla
Attività di aggiornamento professionale del dell'avvocatura
Quale peraltro l'avvocatura già
Provvedeva come avvenuto per la
Magistratura
In maniera spontanei Istica e questo è fondamentale per chi esercita la nostra
Attività chi lavora nel campo della giurisdizione è quella di essere
Sempre aggiornati e anzi l'aggiornamento è forse
L'impegno maggiore delle nostre attività
Quindi ringrazio anche per l'argomento e l'occasione di presto
Di questa come di questa mia venuta qui tra voi
Il tema che quindi è stato affidato quello sui contrasti di giurisprudenza e nomofilachia in materia penale
E è un tema particolarmente complesso e delicato
I potrebbe forse essere Espresso da un sintetico interrogativo al quale io ho
Quali sono oggi le possibilità storiche della nomofilachia
O se si vuole qual è l'odierno senso pregnante quindi nella
L'attuale contesto storico sociale economico di una tale funzione
Questo approccio
Di tipo più storico che dopo ma dico alla riflessione sul problema non è d'altra parte una novità quasi due lustri fa conclusione di uno dei saggi maggiormente Pispico it
E suggestivi in questa tematica un passaggio del professor Giovanni Fiandaca
è illustre penalista affermava che nella materia penale aperte virgolette
La nomofilachia raggiungibile sarà soltanto quella storicamente possibile cioè quella che al di là delle migliori intenzioni soggettive
Sarà di fatto consentita da tutti i fattori condizionanti interni alla magistratura ed esterni o di contesto che sono in campo
Chiuse virgolette
Il primo postulato quindi da cui muovo è dunque che la funzione nomofilattica e sì un principio ispiratore del
Dell'attività interpretativa della giurisprudenza ma è
Una principio fortemente condizionato
Se non determinato da appunto dal contesto storico in cui si colloca
Non esiste cioè un immutabile principio nomofilattico dell'interpretazione neppure
Sarei per dire purtroppo nella materia penale laddove detto principio dovrebbe costituire lo strumento per eccellenza al Teglio
Al fine di meglio realizzare attraverso l'interpretazione
Il caposaldo della garanzia in materia penale
Di principi di legalità e certezze e certezze
La crisi tombati dogmatica della nozione di nomofilachia coincide con la scoperta che anche in materia penale
L'attività
Interpretazione del giudice a carattere creativo
E lo ricordava
Il professor Alpa nella sua introduzione che ha posto l'accento in più di un'occasione mi pare sull'attività creativa naturalmente dalle al professor
Richiamo fatto
In relazione alla materia civile in cui il maestro che tutti sappiamo
Come ancora nel saggio citato dimostra bene Fiandaca questa scoperta del carattere creativo dell'interpretazione Giurì
L'addizionale
Genera imbarazzi divisioni nella stessa dottrina penalistica italiane soprattutto sul finire degli anni Novanta
Ai pochi
Coraggiosi per certi versi studiosi
Penso allo stesso che andava Cabassi modo vini Adalberto ca doppi che denunciano che il re è nudo non so il professor Coppi ci attualmente ne aggiungerà
Altri con escludere a qualcuno perché qui la sua scienza certamente superiore alla media
Dicevo che denunciavano per ridurre pertanto conviene partire datato fatale dato storico il ferro fenomenico si contrappongono
Lei reazioni di molti esponenti della dottrina ampi realistica che stigmatizzando la crete vita interpretativa in materia penale difendono l'universo penalistico di impronta illuministica
E
Basta
Vorrei ricordare
Beccaria
Soltanto perché
Lo ricordo perché questo è il duecentocinque oggi in quest'anno
Ricorre il duecentocinquantesimo anniversario della pubblicazione di diritti e delle pinete
Che diceva che non può essere
Dette l'interpretazione non può essere un'attività creativa
Creativa del giudice
Se dunque si abbandona la prospettiva
Negazionista si ammette anche in diritto penale
Un po'per il diritto penale in atto postula un momento creativo dell'interpretazione giudiziale allora muta radicalmente anche la prospettiva della nomofilachia della Corte di Cassazione
E se invero linee funzione concreta e storica piuttosto che difesa
Stantie scontata di una irraggiungibile certezza giudiziale
Non si tratta di negare o anche soltanto di porre in discussioni inutili si valori sottesi alla funzione nomofilattica
Quanto di sostituire alle affermazioni di puro principio la
Analisi di situazioni concrete
Da questa strada passa la verifica della funzione di cui stiamo dibattendo se cioè essa conservato
Rispetto alla previsione legislativa i suoi tratti originari
In una parola si la funzione nomofilattica statuito dal legislatore abbiamo oggi in mente i siti medesimo senso che
Ci tramandano in testi normativi in cui essa
In origine fu stabilito
Per procedere a questo confronto occorre allora muovere da questi testi io normativi che sono essenzialmente due
Il primo
è
Quello fissato
Perché allora Corti di Cassazione regionali dall'articolo centoventidue del regio decreto
Del dicembre Milano mille ottocentosessantacinque secondo cui l'acqua stazione spettava di assicurare l'esatta osservanza della legge
La seconda
Invece è stato già educato nel corso della mattinata
L'articolo sessantacinque dell'ordinamento giudiziario del mille novecento quarantuno
Un testo e costituisce l'integrazione del primo e in cui
E si risente dell'influenza rispose credo direttamente Giano ma precedentemente al quarantuno lo accolse Piero Calamandrei
E che è rimasto indenne questo è
O una stranezza rispetto alle numerose manipolazioni dell'ordinamento giudiziario del mille novecentoquarantuno che sono intervenute in questi ultimi tempi
Io lo sessantacinque in cui si afferma che la Corte di Cassazione assicura l'esatto osservanza e l'uniforme interpretazione della legge L'Unità del diritto oggettivo nazionale
Ora la prima formulasse curare l'esatta osservanza della legge che era contenuta nelle teste del mille ottocentosessantacinque ricalca il pieno la
Filosofia illuministica del rapporto giudici legge
Quest'ultima a un'oggettività di significato univoca e l'interprete della specie ci interessa il giudice
E chiamato solo addestrarlo prestando osservanza al testo normativo per ciò stesso e assicurata la nomofilachia
Potendosi dalla norma ricavare un
Unico univoco significato e solo perché scusate se lo ricordo ancora ma
Proprio duecentocinquantesimo anniversario come ho detto prima quindi ritengo che
Sia giusto evocare
Uno degli autori fondamentali il Beccaria i Beccaria predicava dedicava se non ricordo male ora
Alcune capitolo dei suoi diritti delle pene proprio alla ricezione della chiarezza della legge
La legge deve essere chiara proprio per questa funzione che poi i giudici doveva essere bocca della legge
Dunque se il giudice osserva la legge non
Più può essere il problema di divergenze interpretative se l'osservanza della norma esatta secondo
La visione illuministica
Allora l'interpretazione garantisce la certezza del diritto
Essendo uno ed uno soltanto il
Il risultato dell'ermeneutica giudiziale
La Cassazione interviene solo allorquando tale osservanza non è appunto esatta e cioè frutto di una presbiopia da parte dell'intesa
Dell'interprete del giudice che non è attento nell'estrarre dall'univoco significato
Normativo
Quello che realmente dice la legge
Già nel testo dell'ordinamento del quarantuno però c'è una modifica in questo senso c'è una progressione in senso più realistico di ciò che avviene quotidianamente
Nell'articolo sei
Sessantacinque chiarita compare ancora questa ipotesi che oserei dire quasi divinatorie cioè
Della norma che se osservata attentamente rivela immediatamente il suo significato perché deve essere non deve essere un significato rendere conto
Ma c'è qualcosa di più
Quelle qualcosa a che punto si deve
Alla acuta intuizione di Calamandrei
Secondo cui al di là della
Sacralità delle formule residuano in capo al giudice margini di libertà ermeneutica ETI in dubbio pericolo per la certezza del diritto
Ne conseguiva l'esigenza appunto di un organo di vertice della giurisdizione in caso
E in grado di armonizzare le diverse interpretazioni
La certezza del diritto non è più quindi un portato dell'oggettività della norma ma è assicurata attraverso la via giurisprudenziale
Dalla funzione attribuite appunto alla Corte Suprema di Cassazione che garantisce questa riduzione due delle varie
Interpretazioni sul piano del diritto oggettivo nazionale
Per la prima volta si a firma un testo normativo
Un distacco rispetto al modello teorico esasperato dell'illuminismo cioè si ammette la possibilità di un certo grado di libertà Menè utica
Del del giudice nazionale
Si incrina cioè un modello teorico ortodosso che voleva dalla esatta osservanza della legge discende necessariamente
Un
Univoco significato oggettivo della norma
E
Si concentra appunto in capo
Alla Corte unica
Porti Cassazione unica all'attività di nomofilachia delle norme e discussi ambiti
La Suprema Corte punisce
Fornisce sono l'interpretazione delle norme riducendo la priorità aggiunta
E
Una nomofilachia che per decenni si legge
Forse su nulla
Nel senso che sopravvive pur nell'apparente assenza di strumenti formali atti a garantire
Qui il discorso richiederebbe una serie di approfondimenti di vario genere storico innanzitutto
Ma anche di teoria delle fonti basti soltanto pensare a come
La la Carta costituzionale
Atti inciso sul
Traditore da carte che si sono ha inciso sul problema
Della nomofilattica e dell'uniformità
Che la stessa cultura della giurisdizione basti pensare all'evoluzione della degli assetti ideologici della magistratura che ci sono stati nel tempo
Ma anche solo sfogliare tutte queste tematiche mie evidentemente impossibile in questa sede mi limito ad allora
A sottolineare come
Tale modello fornisca per almeno un trentennio illusione specie nella materia penale della certezza del diritto intesa come prevedibilità della esigenza
Questo modello tuttavia entri in crisi soprattutto
A mio avviso almeno tra di anni ottanta negli anni Novanta per il concorso di almeno tre diversi fattori
Che enuncio e poi passo ad esaminare
Spero brevemente
Il primo
è rappresentato da un incremento delle funzioni dei giudici di legittimità
Da gli spazi sempre maggiori che si aprono al suo al suo intervento o per fonte normativa o per naturale espandersi
Delle funzioni di ciascuno
Il secondo è rappresentato dalla
Poliedricità delle fonti di produzione del diritto
E dalla incidenza delle fonti sono nazionali sono state ricordate poc'anzi
Perché si è estesa anche nella materia penale le tesi riteneva fino ad un certo punto e
Non potessero incidere queste fonti sovranazionali
Perché sulla materia sulla materia civile
Il terzo
Ultimo ma non meno importante è rappresentato dai numeri con cui oggi si confronta la giurisdizione
Quindi sarebbe un quarto di approcci accennare mai la qualità della legislazione di oggi
Si tratta ovviamente di cause convergenti che
Si intersecano e moltiplicato in perfetta sinergia la loro
La loro efficacia
E
La crisi
E quindi della
Nomofilachia come veniva intesa utenti
Passiamo ad esaminare
Passo ad esaminare brevemente queste tre diciamo qua quasi quattro come ho accennato
Elementi che hanno
Comportato una modifica dell'impostazione del problema dell'anno freschi
A mettere in crisi
Problemi modello classico è innanzitutto la stessa procedura penale che assegna il giudice di legittimità progressivamente sempre maggiori spazi nell'ambito del fatto
Che
Ed è fatto processuale avvicinandolo sempre più
Ad un giudice di terza istanza ed allontanandolo sempre di più dal modello originale o della Cassazione francese
Allorquando il difetto di motivazione né la forma tradizionale della mancanza
Fisica della motivazione o che la motivazione soltanto apparente viene
Ricondotto al vizio di violazione di leggi e allorquando si espandono accanto al vizio di inosservanza della legge penale soprattutto quello della Enron e applicazione della legge penale
L'orizzonte di delibazione da parte dei giudici di legittimità sì espande in maniera
Eccezionale non più soltanto
Interpretazione della legge penale
Non è più soltanto l'interpretazione della legge penale privilegio ma è la sua applicazione a divenire il problema è prevalente
Precisamente Brindisi diciamo è sempre più
Verso l'applicazione che la norma penale ha
Avuto nel caso concreto quindi assistiamo
Ad un passaggio
è stato messo da parte di un'evidenza nella
Cassazione come
Da
Tutti Richelieu siamo così dello ius Costituzione disse allo
Tutti dice perlomeno anche dello ius criticato
Non si tratta più di interpretare
Connessi efficacia con capacità tecnica una norma di carattere
Sostanziale ad esempio la rapina
Se la rapina improprio ammette
O meno il tentativo così come sul versante processuale su una certa mentalità abbia carattere
Assoluto un minimo
Ma si tratta invece di stabilire se la norma
Pare che sia natura sostanziale o processuale
Ancorché
Correttamente interpretata dal giudice abbia avuto nello specifico caso una con
Una corretta
Applicazione
E si
Questa ritenuta corretta applicazione abbia ricevuto da parte
Delle giudice una
Adeguata motivazione
E
Da scioccante deriva
Che i
La denuncia più frequente alla
Cassazione non è più quella della
Corretta
I interpretazione della legge ma della appunto
è corretta della corretta interpretazione della legge ma della corretta applicazione della legge nel Catanese nel caso concreto
Che cosa comporta ciò sul piano della
Ho morfina chimica
E che la nomofilachia delle norme diviene un'attività marginale ed è sostituita dall'anno nomofilachia dei casi
Il problema non è più quello di uniformare interpretazioni ma applicazioni delle norme
A casa
Che per tipologia
Si impulso sono risultano sovrapponibili
Alla Corte di Cassazione siti richiede in pratica un compito titanico a mio avviso non soltanto quello di
Enunciare
Un il principio di diritto che poi alla fin fine è la
Attività più semplice quanto quello di estrarre una serie casistica ottenuta per tipizzazione cui applicare poi quel principio
Quasi ovvia l'estrema sofferenza in questo
Orizzonte della funzione nomofilattica
In nero
Pertinenziali caso occorre scandagliare profondo ed ecco allora che noi constatiamo col passare del tempo una
Modifica nella stessa struttura della sentenza della Cassazione
Mentre in passato le se passato non recentissimo naturalmente le sentenze della Cassazione erano botte ed articolate solo nel nella parte in diritto
Attualmente e vediamo che montano anche proporzione quantitativa e si incrementa ditte a dismisura la parte in fatto
Ovviamente il servizio di denuncia e uno R ove applicazione della norma penale a quella determinata fattispecie
E del tutto naturale che
L'enfasi analitica si spenda innanzitutto sul lire Satie confini appunto della fattispecie concreta sottoposta al suo esame
A ciò si aggiungono un altro non secondaria fenomeno pestato venne rimesso di luce
Da
Collega Francesco Iacoviello in uno studio monumentale recentissimo sulla
Sulla Cassazione penale un volume sul appunto sulla Cassazione penale il fatto di vitto e motivazioni di bene mille pagine
Eccetto i dieci euro faccio oggi il professor dopo il sette
D'altro canto è proporzionata alle pagine professor
Ad essi pure io lo ritengo un po'troppo
Può abbondante chiamiamolo
Però
Ci sono dei passaggi molto
Poi
Lei lei come credo moltissimi dei presenti soprattutto chi si occupa di penale
Collegati Iacoviello conoscono bene perché magistrato
Preparato
Anche scientificamente x
E Iacoviello che indice
Che che che metti in in evidenza
Evidenzia il fatto che la Cassazione sempre più
Spesso viene chiamata
A pronunciarci sulla medesima vicenda processuale più volte nel corso del medesimo procedimento
Ad esempio lo fa una prima volta quando vengono adottate delle misure cautelari
Persona
Poli capitali di farlo quando vengono adottate misure
Cautelari idea
Poi si arriva la decisione nel momento in cui il giudizio si completa e non è detto che se ne occupi una sola volta in relazione a quella vicenda processuale
Perché data la molteplicità dei giudizi previsti dal nostro Codice giudizio ordinario il patteggiamento il giudizio abbreviato
Può capitare che si occupi di quella stessa vicenda
Sotto vari profili in varie occasioni una volta come in sede di sentenza dibattimentale altre otto sentenze di patteggiamento sentenza il giudizio abbreviato
E questo complica ulteriormente perché non c'è una
Una preclusione a ritenere una
Una certa mobilità
Che era stata esclusa magari nel
Nella procedura
Nel ricorso avverso la sentenza
L'ordinanza di custodia cautelare o del riesame approvino ritenere invece quella novità esistente in corso il giudizio e questo complica enormemente tutta la situazione
E
Ovviamente complica la possibilità di una nomofilachia anche
Dicasi
Perché sono
Diversi gli approcci e le prospettive nelle varie fasi nelle varie fasi del giudizio
In breve e
Che cosa pone in evidenza
Ma che io vi è in ogni intervento del giudice limita
E crediamo che
Si trova resecato
Sulle concreto oggetto del giudizio sul caso sottoposto sulle coordinate storiche rispetto al quale
Si legge
Interi finora il giurisprudenziali risentono quanto la loro uniformità
Della variabilità perché il sito
Accentuando molto di conseguenza il divario tra la cui nomofilattica riferita alla voi un buco e la nulli Gavia riferita alla rovine
Specie in questi anni in cui la precisione normativa o è totalmente assente e su questo tornerò di pioppo voi necessariamente precaria
Perché soprattutto per esempio alla tematica del associazione di tipo mafioso e sappiamo quante problemi aspetto quello della responsabilità
Per colpa medica ma
Gli interventi potrebbero essere e gli esempi potrebbero essere tanti e assorbirebbero il tempo e
Ora disposizione
In conclusione la
Corte di Cassazione è divenuta sempre più non me ne vogliano ora il primo Presidente
L'amico Giorgio Santacroce e divenuta sempre più giudici del testo
Avvicinandosi a modello anglosassone andarono dandosi dal modello francese continentale
E a tale evoluzione seguita la progressiva quanti inverte impervia sostituzione
Di
Un'attività nomofilattica sulle regole giuristi e con quella assai più complessa ed indefinita di una
Nomofilachia dica
Ma come dicevo poc'anzi il questo processo sia saldato con un altro
Orizzonte interpretativo recentemente acquisito quello della
Inc interferenza nella interpretazione del diritto sovranazionale
E allora qui è forte il rischio per l'interprete e quindi anche per la Corte di Cassazione
Di smarrirsi in quella Pinto di recente l'avvocato da un giovane studioso inutili giù vibro ricco di spunti e di riflessioni mi riferisco
Al libro di Vittorio ma avesse proprio il giudice
Dell'ABI nel labirinto profili di intersezione fra diritto nazionale fronti
Sovranazionali il Consiglio molto di leggere chi non l'abbia già fatto
La funzione Locarno nomofilattica invero come è stato già detto ha dovuto confrontarsi con materiale giurisprudenziale provenienti dalle Corti di Lussemburgo e di Strasburgo
Che
A mio avviso tra i molti meriti che indubbiamente indubbiamente hanno
Hanno avuto avuto però anche qualche demerito e tra quest'ultimo
Annovero
Non tanto la dissoluzione di alcune certezze storiche tombati penso a quello del sul giudicato soltanto sul giudicato penale una
Anche su quello
Civile
Quanto piuttosto una sottile ed insidiosa Bettiza vale a dire quella che la seduzione in termini di ingiustizia del processo programmata a Strasburgo divenga principio generale ed assoluto a Piazza Cavour
Invero le corti sovranazionali segnatamente la Corte di Strasburgo
Come stato incisivamente notato da un altro lustro e studioso del processo Paolo frattura
Perseguono
Per fare prima la giustizia del processo secondo un approccio inevitabilmente funzionale alla peculiarità della fattispecie il gioco
Qui in una in una reciproco condizionamento tra caso legge ed è estremamente rischioso proiettare tale lettura della fattispecie
Di la convenzione fuori del contesto conferendo la di fatto in una formula legislativa o anche in un principio giuridico generale assoluto
Nota ancora ferro-gomma come sia
Problematica la possibilità stessa di concepire rispetto al processo penale un monopolio interpretativo vincolante della cortei che superi i limiti segnate dalla singola controversia
Assumendo come vincolante e non la decisione in si e neppure il principio di diritto affermato
In quella direzione quanto l'interpretazione della legge convenzionale in un ambito diverso da quello relativo alla controversia decise
Eppure
Nonostante
No fondatezza
Pari talune di con meno di queste riflessioni abbiamo assistito ad un progressivo innesto di portati giurisprudenziali delle corti sovranazionali
Affermati in linea di principio eppure assolutezza generalizzante con gravi crisi della nomofilachia della Cassazione
Stretta tra la Scilla di proprio precedenti e la carica
Di principi
Ne è nato un sistema composito nel quale lungi da realizzarsi la prevedibilità della scissione oppure ha sposato spiccata come a tutti noto da Strasburgo come un valore non negoziabile principalmente della giurisdizione penale
E per cultura in cui si naviga a vista con buona pace dell'attività nomofilattica
Gli esempi potrebbero essere molti nessuno proprio dai limiti della riqualifica e la poca
Per i quali modifica della qualificazione giuridica del fatto che è stata
Affermata da Strasburgo con riferimento alla modifica della qualificazione giuridica del fatto avvenute in Cassazione da un giudice di ultima istanza che poi è stata trasposta in via interpretativa del nostro ordinamento
In
Impatto in tutte le fasi
Di giudizio
E
Alla necessaria rinnovazione dell'istruttoria in appello nel caso di riforma della soluzione
In primo grado
Sacrosanta norme professore che io voglia contestare questi principi ma
La Corte ha detto l'aveva
Limitata all'ipotesi in cui gli accordi
La la prova non rinnovata era l'unica fonte di prova della responsabilità
Del processo quindi quantomeno si debba mettere alla prova di resistenza però non voglio offendere in dettaglio che
Porterebbe via altro tempo
Voglio dire che
Trasaghis passaggio dal caso deciso in sede sovranazionale al principio pezzi vorrebbe importare in sede nazionale e porta mite problematica per la stessa nomofilattica
E ancora una volta la Cassazione dovrebbe
Uniformare un'interpretazione parametrata
La sua giurisprudenza duetti interpretazione parametrata su una singola fattispecie
Fuori del contesto originario
Ma c'è di più
La stessa giurisprudenza della CEDU
Giurisprudenza come a tutti noto dicasi e di diritti non di regole astratte
Impone i rimedi inusitati alla giurisprudenza nazionale incrementando la
Notevole confusione
Ad esempio prima dei casi darsi pace e Dorigo
Caso drastici tra l'altro è proprio quello cui fatto cenno prima della
Modificare della qualificazione giuridica in sede di legittimità avvenuta in sedi legittima
E qualcuno avrebbe mai immaginato un uso analogico dello strumento dell'articolo seicentoventicinque bis del Codice penale quello che ha introdotto il ricorso straordinario per errore materiale di fatto
Da parte della Corte di Cassazione
Avrebbe mai
Ipotizzato aderente alla funzione nomofilattica del giudice di legittimità
Un
Intervento disinvolto come è stato scritto della secolare distinzione tra errori in procedendo
In dure ed errori in giudicando impatto al fine di indicare
Lo strumento
Di impugnazione straordinario per riparare
Alla
Alle violazioni convenzionali
Indubbiamente la Corte agito affinché i beni
Agito in stato di necessità
Perdurando perché
Questo è un altro dato di fatto che molto spesso talune interpretazioni sono dettate da un reale
Buonsenso concretezza dei casi dalle inerzia del legislatore perché sia mancato un intervento del legislatore per
Introdurre STU quindi ha dovuto fare la corte costituzionale qualcosa una revisione almeno in quel caso di reali strumenti per dare esecuzione alla Coop alle sentenze della Corte
E di di Strasburgo in cui noi saremmo tenuti ai sensi dell'articolo quarantasei
E certo
E però e quest'ordine a
A ad intaccare
La funzione nomofilattica così come
Viene intesa
Astrattamente si la Corte piega i suoi principi passati le norme
Alle esigenze delle del caso concreto
Da ultimo a scuotere
E le fondamenta anche teoriche di una
La possibilità storica
Nomofilachia in materia penale è il dato quantitativo
E qui si rischia la banalità dell'oppio l'uniformità interpretativa e ancora
Prima quella applicativa richiede il dominio cognitivo assoluto del materiale da uniformare la perfetta consapevolezza dei suoi potenziali esiti infusione sostituzione della sua armonizzazione
Se la reductio ad unum della
Regge
Oggi della
Generalizzazioni il principio di fondo
E possibile tutto ciò lavorando su oltre cinquantatré mila ricorsi annui ingresso
Materia penale alla Corte di Cassazione lo scudo nel due mila tredici come
Riferito il primo Presidente nella sua relazione
Sono stati ben cinquantatré mila seicentodiciotto i ricorsi nuovi pervenuti in Cassazione
è difficile fare nomofilachia con
Cinquantatré mila ricorsi che pervengono annualmente Cassazione
Noi siamo qui ad esaminare le cause di questo perché ci porterebbe fuori ci vorrebbe una giornata soltanto per questo
In breve se la
Verità intesa perlomeno come armonia dei risultati e necessariamente sinfonica come è stato detto da un filosofo è possibile che una
Una tale armonia con una serie infinita di elementi orchestrali è possibile per restare nella Motahar la metafora che il direttore d'orchestra ignori fiati
O abbia una conoscenza
Approssimativa delle percussioni Orsini Dussin una pletora di anni via
Tutto ciò dato quantitativo
Moggia diritto ha riflessi non soltanto sulla uniformità e prevedibilità
Della
Delle decisioni ma sulla stessa funzione del vertice
Posto che le Sezioni Unite rischiano una duplice
Antitetica mortificazione fu quella di essere strumento inflazionato di contrasti solo apparente
O quello di essere funzione superata tale ignoranza stessa dell'esistenza del contrasto
Per la verità quest'ultima
Possibilità e assai scarsa dato che la Corte
In Corte di Cassazione opera un efficientissimo ufficio del massimario ok
Rivela
Rileva subito resi esistenza di contrasti però
Mi sono a volte dei contrasti
Che solo sotterranee non emergono perché
Non le relative sentenze non vengono massima e normalmente almeno
In questi casi è difficile che emerga il contrasto
Qui il discorso condurrebbe ancora una volta lontano lungo veramente praterie
Sconfinate è evidente che
Non cioè il tempo ma forse non sono neanche sufficientemente attrezzato per affrontare questo problema
Ma ciò che rilevo è che gli attuali numeri della Cassazione a stento consentono di mantenere inalterato uno standard di qualità sempre raggiunto in passato dall'organo e dunque non lasciano spazio arresti
Insomma in altre parole
Anche brutte e già un risultato straordinario riuscire a smaltire il lavoro senza essere sepolti da arretrati e sopravvenienze e quanto avviene attualmente in Cassazione almeno nel settore penale
Ho fatto cenno
Quale ulteriore elemento distorsivo del sistema allo scarso dischi tecnicismo della legge
E indubbiamente che la i contrasti sono sovente alimentati e
Perché il la difficoltà di un anno
Di una non profit chi accresce dalla
Dallo scarso
Di tecnicismo della produzione normativa di questi ultimi tempi
Che è stata produzione normativa
Che viene definita non da me avrei
La l'autorevolezza
Ma dalla Commissione per le riforme costituzionali che ha operato la scorsa primavera di
Cito le parole esatte di livello inadeguati
Si tratta sovente di un'oscurità voluta dal legislatore
Perché far in modo che la legge dica tutto il contrario di tutto in modo da poter atte ad addossare alla magistratura poi le responsabilità di una interpretazione screzi
E poi c'è
L'altro problema della
Nel fatto che la legge queste proprio della politica
Frutto di un compromesso ma molto spesso questi compromessi che poi vengono consacrati in una
In una norma di legge sono compromessi al ribasso e quindi il risultato e
Negativo a ciò aggiungasi
Che alimenta i contrasti naturalmente arricchire e rende difficile impossibile praticamente la nomofilachia
Il silenzio del legislatore su talune
Talune problematiche di grande rilievo
Mi pare che l'OSCE Nava da par suo il professor Alpa nella sua introduzione vi sono delle materie che il le GIS latore per mancanza evidentemente di largo consenso non riesce ad affrontare lasciando
Alle giudice
Questo si verifica di più sul versante civilistica al
La tutela di certi diritti fondamentali
Che non ricevono tutela dal legislatore e allora è ovvio che
Se si va
Da Milano a Canicattì
Di già la interpretazione della legge dovendosi basarsi su principi fondamentali eccetera può essere
Del tutto diversa
Professor acqua temo di aver
Abusato del tempo che a sua disposizione diverse volte opponevo
Deve
Concludere ringraziando ancora una volta e scusandomi forme
Tutti i presenti naturalmente e con
I relatori
Se ad una certa ora non immediatamente io dovrò assentarmi per
Neo impegni qui di ufficio e quindi
Non potrò assistere come avrei voluto a tutta la seduta grazie grazie molte per la cura
Ha redatto la relazione allora
Lei la parola al professor Franco Coppi
Che ci rappresenta a queste problematiche dal punto di vista forense
E dottrinale
Mi metto qui non è per presunzione ma
Ormai
Quando vengo chiamato a parlare salto sempre in piedi e quindi non son più capace di parlare se tutto questo è l'unica ragione per cui mi piazzo qui
Che è stato evocato quindi
Il nome di Filippo Vassalli
Probabilmente Filippo Vassalli non avrebbe approvato questa questo cambiamento nell'ordine degli interventi se è vero perché a lui risale quella famosa
Definizione un taglio con la famosa tripartizione del diritto civile e del fatto penale e del nulla amministrativo ma
Ora ovviamente no no
L'autorevolezza per poter contestare l'affermazione
Del
Del professor Vassalli maestro nel di tutti ovviamente e quindi mi considero un modesto operaio del diritto o come diceva un vecchio penalista un legionario di competizioni forensi
E quindi cercherò
Di portare soprattutto il mio contributo di persona che ha passato molti anni e per le aule di giustizia e che consapevolmente o inconsapevolmente si è misurato
Con i problemi che costituiscono l'oggetto del convegno comunque della sessione di studi ridi questa mattina
E credo di nel potere esordire
Ricordando quanto scriveva non molti anni fa qualche anno fa comunque un autorevole penalista che si era occupato proprio del problema delle valore del precedente nel nostro diritto penale
Proprio nel capitolo dedicato al problema della nomofilachia questo studioso cosicché concludeva la no mossi chi era e comunque funzione che la storia e l'attualità comprovano come fondamentale in uno stato di diritto
Specialmente in materia penale
Ora questo stesso scrittore e molti altri a dir la verità che si sono occupato di questi temi ricollegano alla funzione nomofilattica che in genere vedono tutti affidata alla Corte Suprema di Cassazione
Il perseguimento il raggiungimento il tentativo l'aspirazione al raggiungimento di Peretz obiettivi fondamentali in materia penale
Perché ritenuti espressione manifestazione addirittura attuazione del principio di legalità
Il primo di questi obiettivi dovrebbe essere la certezza del diritto
Intesa soprattutto come certezza della regola di condotta preventiva certezza della regola di condotta a cui il cittadino vorrebbe adeguarsi nel momento in cui decide di agire conformemente
Al diritto
Il secondo obiettivo è invece la uniformità della giurisprudenza l'uniformità nell'applicazione della legge
Perché l'uniformità della giurisprudenza e della uniformità nell'applicazione della legge garantisce o dovrebbe garantire l'eguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla legge
E poi terzo l'obiettivo l'affermazione quasi vorremmo dire dell'unità dell'ordinamento dell'unità dello Stato attraverso la unità del diritto
Se tutto ciò è esatto dire che però tutto ciò suscita anche una serie di interrogativi
Perché questo continuo ritornare in certi casi perché questa esaltazione della funzione nomofilattica
Quali sono le ragioni di questo entusiasmo quali sono le cause di questo entusiasmo e soprattutto a quali danni a quali rimedi dovrebbe porre in qualche misura
Riparo
La funzione nomofilattica
E comunque possibile realizzarla questa funzione nomofilattica
E come comunque sarebbe possibile realizzare ma quando i costi
Della funzione nomofilattica e comunque i benefici che si realizzerebbero qualora
La funzione nomofilattica potesse essere effettivamente esercitata sono superiori o inferiori
A i guasti
Che dovrebbe in qualche misura riparare
Ora
Ad alcuni di questi interrogativi io cercherò di essere
è molto rapido anche perché appunto poi vi sono numerosi altri relatori che debbono
Intervenire poi parlo naturalmente ad una platea di addetti ai lavori e quindi intelligenti pauca curato alcuni di questi interrogativi a mi pare che risponda già in qualche misura proprio il titolo di questo convegno il titolo di questa sessione i contrasti di giurisprudenza la
Nomofilachia quindi l'esercizio della nomofilachia
Sembra essere visto qui e come la risposta ai contrasti giurisprudenziali
Contrasti giurisprudenziali peraltro visti come un inconveniente e se non addirittura come una sorta di vulnus al principio
Di legalità
Ed è qui conviene quindi partire cioè dai contrasti giurisprudenziali
Ora noi tutti siamo del mestiere quindi noi tutti sappiamo benissimo che questi contrasti giurisprudenziali esistono che sono contrasti numerosi frequenti e spesso anche molto gravi
E potrei qui portare tutto un elenco
Di contrasti anche attuali a fare i perdere troppo tempo ad una platea che comunque questi contrasti certamente conosce quindi rinvio
Alle opere per esempio dica doppi che si è occupato appunto di questi problemi
Ho anche a quella bella indagine di Esposito Romeo proprio sui contrasti della giurisprudenza o ancora più di recente in materia civile alla lavoro della Roche Anna e hanno già ricordato pregevole lavoro DDA Coviello
Mi limito semplicemente quasi come curiosità storica a ricordare che questo problema dei contrasti di giurisprudenza ha sempre afflitto gli studiosi
E anche un di tanto qualche politico a cui doveva essere riconosciuta alla struttura di studioso che comunque di queste cose ci capiva come per esempio Zanardelli il quale alla da poco fondata rivista penale che è stata
è una rivista gloriosa nel campo della
Giurisprudenza dello studio
Del diritto penale alla rivista penale
Affidò un incarico di proprio censire i contrasti
Di giurisprudenza proponendogli proponendole di svolgere la sua recensione in un arco di tempo di quindici anni e la rivista e pubblicò tutta una serie di contrasti di giurisprudenza e né in no numerosissimi numerosissimi è vero che a quell'epoca non esisteva ancora la Cassazione unica ed esistevano quindi numerose tassazioni come voi sapete e certamente questo non poteva non favorire
I contrassegni più le prudenza sta di fatto che la rivista censire un numero considerevole di contrasti di giurisprudenza nell'arco di tempo in cui si è svolta questa indagine ma anche di recente anche di recente l'indagine di Esposito
Di Romeo ha messo in luce l'esistenza di una proliferare
Di contrasti di giurisprudenza e anzi questo conti i nuovi proliferare di contrasti di giurisprudenza paradossalmente oggi dovrebbe essere considerato meno giustificato tenendo conto che tenendo conto che ci troviamo di fronte ormai ad una Cassazione unica
A dir la verità non tutti hanno visto in chiave negativa l'esistenza di questi contrasti avete sentito poc'anzi lo stesso Presidente Santa conosce che ha ricordato come in fin dei conti il contrasto si è anche espressione di vivacità di idee di scambio di orientamenti ecco
Ne
Dal contrasto possa nascere
In definitiva sempre uno sviluppo verso soluzioni più adeguate e più appropriate e quindi sotto questo punto di vista
Dobbiamo naturalmente anche meditare su una se
Effettivamente il contrasto nei conflitti di giurisprudenza debbano essere considerati necessariamente
Come una momento negativo dell'esperienza giuridica però certo se pensiamo al problema della certezza del diritto come abbiamo visto prima
E cioè indicazione di una regola certa di condotta al cittadino che si qui si vuole adeguare se pensiamo soprattutto al problema
Della eguaglianza dei cittadini è non possiamo dimenticare che i contrasti di giurisprudenza e quindi questo progresso
Dato che lo si realizzi in questo modo e della giurisprudenza si svolge anche
E sulla pelle del cittadino perché ne benefica certamente il cittadino e che ottiene naturalmente una sentenza illuminata ma colui che invece continua ad essere per esempio vittima
Della sentenze ormai da considerarsi superate certamente e il soggetto che poco può apprezzare e questo contrasto di giurisprudenza e la diversità di orientamenti giurisprudenziali
Nel nostro sistema comunque deputata a risolvere questo problema del contratto di giurisprudenza
Dovrebbe essere anzi è istituzionalmente deputata la Corte di Cassazione non solo ovviamente l'ordinamento giudiziario così dice ma se pensate anche a tutte le norme del Codice di procedura penale che regolano la rimessione
Alle Sezioni Unite che stabiliscono quali sono le funzioni della Corte di Cassazione non v'è dubbio e nel nostro sistema attualmente l'organo deputato a risolvere questi problemi dovrebbe essere la Corte di Cassazione
E però noi ci dobbiamo chiedere se la Corte di Cassazione attualmente riesca ad esercitare questa funzione nomofilattica e quali ricadute poi abbia
Questa voi esercizio dalla funzione nomofilattica che la Corte di Cassazione
Cerca di praticare
E che comunque in tutti i convegni come si vede viene rivendicato alla Corte di Cassazione oppure
Aveva ragione Francesco Carrara il quale
Aveva previsto che moltissime cose ha sempre espresso giudizi che ancora oggi
Colpiscono per la loro attualità tra loro profondità il quale scrive da testualmente così
La unità di giurisprudenza è una desiderato uno al quale
In Libano invano si spera di giungere
Nella realtà della pratica con la unità della legge e con la unicità della Cassazione
Quindi questo che è considerato probabilmente ha ragione il più grande criminalità e abbiamo avuto già ormai
Nel Lazio
Secolo precedente del secolo passato già scrive esprimeva il suo scetticismo circa la possibilità di raggiungere questo obiettivo della uniformità della giurisprudenza
Certo se guardiamo e se risaliamo nel tempo e guardiamo ai rimedi e storicamente proposti per risolvere questi problemi i risultati sono sconsolante lasciamo stare
L'esperienza francese li addirittura
La Francia possa rivoluzionaria come voi sapete aveva addirittura studiato la possibilità di far ricorso ad un organo più legislativo
Che giudiziario per risolvere i casi dubbi
I casi di dubbia interpretazione sottratti quindi al giudice ed affidati
A questo organo e addirittura era prevista la possibilità di una Cassazione della sentenza la quale ci fosse
Discostata da quella che sembrava dover essere la retta interpretazione
Della legge un sistema estremamente macchinoso a cui poi vi si cercò egualmente di porre in qualche modo rimedio e che poi è stato socio
Sicuramente progressivamente abbandonato nel nostro sistema nulla di tutto questo è stato mai escogitato il se è sempre pensato
Che la Corte di Cassazione specialmente alla Corte di Cassazione unica
Potesse risolvere questo problema però
Noi dobbiamo constatare e qui richiamo di nuovo la mia esperienza proprio di praticante del diritto noi dobbiamo riconoscere che però questa funzione nomofilattica grazie alla quale si vorrebbe
Che una volta data non la esatta interpretazione della legge ma una volta data una interpretazione della legge che dovrebbe essere comunque
E seguita tutto però poi affidato da una parte
Alla autorevolezza della Corte di Cassazione ma dall'altra a rispetto
Che i giudici del merito hanno della autorevolezza della Corte di Cassazione perché la Corte di Cassazione può produrre
E tutte le sue massime ma se poi il giudice del merito non le osserva come molto spesso capita la funzione nomofilattica evidentemente viene esercitato a vuoto
Ora non non sembra almeno almeno che il sistema nel quale viviamo dia
E garanzie innanzitutto anche a livello
Di Cassazione
E due settimane fa in un convegno a Bologna
è stato ricordato addirittura
Che la stessa sezione della Corte di Cassazione nello stesso giorno sulla stessa questione di diritto a Espresso e due sentenze
Diverso
Caso e in modo
Per me anche particolarmente doloroso perché a me è capitata la sentenza contraria agli interessi del mio cliente
E quindi ovviamente il caso mi aveva colpito in modo particolare ma non era passato inosservato intanto perché discutendo questa causa e porta vantando mi di avere a mio sostegno
E questa sentenza dalla Corte di Cassazione implacabile
Il Procuratore generale mi ha garbatamente interrotto per ricordarmi che ce n'era
Una contraria ma poi appunto scoperto che questa contrarie addirittura era stata appunto pronunciata lo stesso giorno e dalla stessa sezione
E allora qua ne cominciamo a parlare di nomofilachia bisognerebbe intanto incominciare a vedere come viene esercitata la funzione nomofilattica in Corte di Cassazione certo questa
è una disavventura se le cose stanno così ma stanno e certamente così e certamente un incidente di percorso perché è chiaro che
Di quel giorno ci si può chiedere
Se la collegialità sia stata effettivamente rispettata e se comunque le sentenze poi siano stati rilette da qualcuno perché francamente l'episodio è abbastanza è abbastanza sconcertante
Ma lasciamo
Perdere questo dicevo è un inconveniente di percorso giustamente
Il Procuratore Generale dottor Ciani ha ricordato che uno dei mali che affliggono la Corte di Cassazione e il
Numero spropositato di ricorsi alla Corte deve affrontare mi pare che siamo arrivati a cinquantadue cinquantatré mila
Cinquantatré mila ricorsi all'anno e quindi si tratta di cifre mostruose nel tempo fa in una sezione della Corte di Cassazione erano assegnati per quel giorno bene ottantadue ricorsi tra camera di consiglio
E in pubblica udienza e per quanto vi potessero essere minuta agli atti ottantadue ricorso in una giornata sono dei numeri francamente terrificanti francamente terrificante
Certo e quindi noi ci rendiamo assolutamente conto e di tutti questi di tutti questi problemi
E però sta di fatto che questi problemi incidono indubbiamente sull'esercizio della funzione nomofilattica dico però subito anche perché
E il tema interviene ormai trattato sempre più rapidamente che noi non possiamo pensare
Di realizzare questa funzione nomofilattica
Come segue invocato da più parti riducendo il ricorso in Corte di Cassazione in modo da dare alla Corte di Cassazione più tempo per esercitare la sua funzione nomofilattica
Non possiamo pensare
Di abbattere
Sistemi che non abbiamo sempre considerato essere espressione di garanzia per i cittadini solo perché i processi sono troppi bisognerà trovare altre strade ma certamente io
Andò penso che per far funzionare bene alla Cassazione si vuole il abolire
Il ricorso in Cassazione
Per vizi riguardanti la motivazione
Da vecchio operaio del diritto rabbrividisco perché sotto i nostri occhi passano spessissimo sentenze di merito per le quali ci si chiede se il giudice avesse perso il ben della sintesi
Nel momento in cui ha redatto quella determinata motivazione quindi pensare
Di ridurre i ricorsi attraverso una riduzione della possibilità del ricorso per vizi riguardante la motivazione
A me pare sia proposta estremamente preoccupante come è estremamente preoccupante il tentativo dico ridurre lasciamo stare quelli che addirittura propongono la soppressione del giudizio di appello ma c'è anche tutta una tendenza come voi sapete
Volta proprio alla riduzione del giudizio di appello tutte proposte
Che trovano una giustificazione ragionevolissima
Nel fatto che la Corte di Cassazione non riesce più a lavorare che anche i giudici del merito non riescono più a lavorare ma altre debbano essere le strade da battersi
Per poter realizzare questi obiettivi quando vedo quando sento parlare invece di rimedi in questa direzione io francamente nutro delle fortissime perplessità
Anche perché poi
E si è sentito nelle parole
Di un intervento elevatissimo quale è stato quello del procuratore
Generale una preoccupazione cioè che si stiano dilatando e i poteri della Corte di Cassazione l'abbiamo sentito poco fa anzi dice la Corte di Cassazione diventata una giudice di terza istanza e si stanno ampliando le possibilità per la Corte di Cassazione
Di invadere il fatto ormai il giudice di Cassazione quasi più giudice
Del fatto che non giudice del diritto del procuratore generale dottor Ciani diceva ormai alla Corte di Cassazione sembra essere demandato non più il compito
Di predicare l'osservanza della norma la retta osservanza dalla norma ma soltanto di verificare se la norma è stata correttamente applicata al caso concreto io sotto quei questo uscirebbe
Dalla funzione non va non solo dalla funzione nomofilattica ma
Indebolirebbe ed è impoverite ebbe la funzione nomofilattica perché alla Corte di Cassazione viene sottratto tempo ed occasioni per dedicarsi
Alla retta osservanza della norma e alla predicazione della retta osservanza da una norma essendo costretto ormai sempre di più ad esercitare un conto
Lo sul fatto su questo punto mi permetto di dissentire in qualche misura da ciò che è stato detto dal Procuratore generale intanto perché
La motivazione e prescritte l'obbligo di motivazione e per iscritto dalla legge quindi rientra anche della nomofilachia insegnare alle giudice del merito come dire motivare e dal momento in cui la motivazione deve essere logica deve rispondere alle regole della logica è bene che il giudice di Cassazione insegni anche le regole della logica questo secondo me fa parte della nomofilachia e penso con un brivido ad una procede
Esso e chi ci ha visto in quel momento abbiamo concluso alla stessa maniera eravamo su fronti diversi e con la procuratore Ciani e non mi vergogno naturalmente a far riferimento ad un processo c'è Debray
Pensiamo a quel che oggi si predica Andreotti avrebbe dovuto scontare ventiquattro anni di galera in carcere perché il ricorso per Cassazione venne fatto contro la sentenza di condanna esclusivamente per vizi riguardanti
La motivazione e la Corte di Cassazione annullo senza rinvio quindi anche quando si vanno predicando e queste limitazioni della dei poteri della Corte la possibilità di ricorrere in Corte di Cassazione quindi dei poteri della Corte
E si cerca di nobilitare il discorso il nome della nomofilachia io ancora una volta non posso rinunciare a portare il mio contributo di pratico e ha di che ci troviamo di fronte invece molto spesso delle sentenze che reclamano un intervento della Corte di Cassazione per fortuna
Che la Corte di Cassazione a in qualche misura la possibilità di controllare la motivazione e di annullare quelle sentenze che non reggono
Però detto questo a me sembra che tutti questi discorsi intorno
Alla funzione nomofilattica corrano il rischio
Alla fine di ridursi in grandi esercizi di alta accademia ma che poi le ricadute sul piano concreto si erano praticamente inesistenti perché se noi continuiamo a parlare
Di nomofilachia ma poi non vediamo e non cerchiamo e non troviamo degli sistemi che rendano poi cogente la indicazione della Corte di Cassazione e dicendo questo so già quali sono tutte le obiezioni che possono essere mosse
Ad un rilievo di questo genere ma se non studiamo un qualche cosa che vincoli poi giudici del merito
A al rispetto della indicazione fornita dalla Corte di Cassazione noi da questo problema della nomofilachia non ne usciremo mai fuori ripeto so benissimo
Le infinite obiezioni che possono essere rivolte a questo tentativo di rendere vincolante il precedente ma l'unico sistema per cui poi una
Funzione nomofilattica
Può essere da una parte predicata e dall'altra attuata e che bisogna riconoscere una il valore più pregnanti più significativo quasi vorrei dire quasi cogente al precedente questo non significa che una volta dettato un precedente noi
Non si possa nel tempo modificarlo abbiamo sotto gli occhi di esperienza esperienze giuridica nelle quali il precedente
Ha un valore molto significativo e che peraltro ammettono la possibilità sia pure sulla base di ragioni persuasive
Di modificare
Nel tempo il precedente quindi sotto questo punto di vista non è che vogliamo condannare la giurisprudenza ad un atteggiamento assolutamente scriverò tipo per cui una volta ha pronunciato un principio
Non lo si cambia più naturalmente lo si può cambiare sempre che vi siano delle ragioni persuasive che giustificano
Il cambiamento
Certo si tratta di ripensamenti epocali perché probabilmente nel momento stesso in cui si introduce
Una precedente con un valore vincolante forse proprio per consentire la possibilità di modifiche nel tempo eccetera vi
Farebbe pensare alla possibilità dell'obbligatorietà
Di un'opinione dissenziente quando questa ci sia quindi è tutto un sistema naturalmente che andrebbe ripensato probabilmente molto lontano dalla nostra cultura certamente molto lontano dalla nostra esperienza però
Sta di fatto sta di fatto che nulla rende vincolante se non l'autorevolezza della fonte e il senso di rispetto ripeto degli al giudice di grado inferiore rispetto alla Cassazione nulla al di fuori di questo rende in qualche misura
Vincolante
Il principio di diritto o come si suol dire in gergo la massima che la Corte di Cassazione abbia elaborato addirittura addirittura
Le stesse sentenze delle Sezioni unite talvolta sono disconosciute dal giudice del merito tutti noi abbiamo esperienze di questo tipo e allora succede che anche
La decisione della Corte di Cassazione diventa inevitabile mente una decisione del caso singolo le stesse decisioni delle Sezioni Unite diventano decisioni del caso singola ma senza nessuna
E garanzia
Che poi quelle principio di diritto sarà effettivamente osservato nei tempi futuri tutte le volte in cui di esso si discuta per la sua applicazione in casi concreti
Certo questo detto in linea in linea teorica
Ma
Detto anche questo questa situazione
E così sconfortante
Ecco un avvocato come la vede come l'avete questa situazione
Ma l'avvocato e certamente all'avvocato certamente il sistema
Così come va benissimo perché volete mettere il gusto di andare in udienza di mettersi la toga sulle spalle ogni volta riprovarci e ogni volta diversi la Cassazione ha sbagliato
E sfidare il giudice del merito a cambiare idea certo col precedente vincolante questo non sarebbe il più possibile dovremmo limitarci soltanto a dimostrare
Che quel principio diritto ecco non è applicabile al caso concreto a seconda che hanno i convenga
Ma quelle brivido
E che tutti quanti proviamo se volete anche un po'maligno di scendere nel nella pista pigliarsi alla con la Cassazione pensate e quant'è bello poter sarà pigliare con la Cassazione specialmente quando discuti davanti al giudice del merito e non hai davanti il giudice della Cassazione questo è ovvio
Ma ecco prendersela con la la Corte di Cassazione per sfidare il giudice del merito a non adeguarsi a quella determinato come diciamo noi a non adagiarsi su quella determinata massima rimane però Anco una delle esperienze più eccitanti che un vecchio legionario delle competizioni forensi abbia provato e che continua ancora provare che spero se mi viene concessa una proroga di provare ancora per numerosi anni
Grazie
Diverse volte
Lo facciamo interventi perché
Voi sapete i tempi sono stretti e soprattutto ed impegno che richiediamo è notevole e quindi non ci concediamo il nulla al seno lavoro e sacrificio e le chiederei
Al nel
Primo Presidente aggiunto dottor Luigi Lovelli e al professor Claudio Consolo di venire qui al tavolo
Sì sì
Chiediamo allora il primo Presidente aggiunto e di fare la sua relazione

Dunque
Abbiamo già sentito una impostazione
Già abbastanza approfondita del tema della nomofilachia
Debbo dire che
Riconosciuto
Al
Mito della certezza del diritto il carattere
Solo tendenziale
Bisogna però interrogarsi ecco se la ricerca
Della certezza e qualcosa di utile oppure qualcosa
Che può essere posposto a tanti altri interessi a tante altre valutazioni
E abbastanza facile ecco rispondere
Che non solo è utile ma è essenziale per una comunità
Perseguire nella misura massima possibile raggiungere il tema della certezza del diritto
Perché questo vuol dire
Prevedibilità delle situazioni giuridiche e in questo senso
Proviene anche le liti che si basano proprio sulla incertezza
Perché consente quella calcolabili dita che Max Weber metteva al come fondamentale elemento per il progresso economico
L'impresa
Vive
Necessariamente nel rischio ma deve essere un rischio calcolato e calcolabile
E il rischio giuridico è un rischio che un buon ordinamento deve rendere il più calcolabile possibile
Quindi la calcolabili vita della rischio giuridico è uno degli elementi fondamentali
Del di un sistema economico mi pare che l'odierno richiamo della Presidenza della Repubblica andasse proprio in questo senso
Ma nello stesso tempo
Realizzare anche il bene per noi è ancora più fondamentale che è quello dell'uguaglianza se non c'è certezza se le soluzioni sono differenti
Eh beh quel bene prezioso che il fondamento dell'articolo tre della Costituzione non viene non viene raggiunto quindi sulla
Direi utilità della certezza del diritto e quindi sulla utilità di un sistema processuale ordinamentale
Che quel bene cerca di raggiungere cerca di perseguire ci dovrebbe essere credo un sostanziale accordo
Questo bene è stato detto già oggi da chi ci ha preceduto nel nostro ordinamento è prevalentemente attribuito al funzionamento diciamo della Corte di Cassazione
Abbiamo sentito dal Procuratore Generale Ciani il richiamo all'articolo sessantacinque dell'ordinamento giudiziario mi pare che sia apparso chiaro
Come
Nel passaggio dal Regolamento del mille ottocentosessantacinque ancora legato all'idea del giudice Bush della nuova
E che
Introduceva
Come funzione della Cassazione garantire l'esatta osservanza dell'ordinamento
Già
La l'ordinamento giudiziario del quarantuno l'articolo sessantacinque tuttora vigente anche se una norma non processuale insomma programmatica diciamo
Aggiunge
Alla esatta osservanza l'uniforme interpretazione
Il che com'è stato notato è una specie di smentita della esatto osservanza perché ciò che è esatto non ha bisogno di
Avere anche l'uniforme interpretazione
Le regole della matematica che sono considerate pura logica sono di per sé esatte nonne vagliare anti-TAV uniforme interpretazione questo dimostra che ci troviamo di fronte a un sistema
Che di per sé consente una pluralità di interpretazione
E che questo si rimane in uno stadio fisiologico non è
Un di per sé
Una negazione delle qualità del sistema ma occorre un momento moniti stico
è emerso sia dalla relazione del Procuratore generale sia anche da quanto efficacemente detto dal professor Coppi
Che
In questo momento i problemi che
La Corte di cassazione deve affrontare per realizzare nel maggior grado possibile questo bene della certezza questo bene della nomofilachia
Solo
Fortemente condizionati
Dal
Carico di lavoro che è di per sé incompatibile diciamolo pure con le funzioni
Che negli altri Paesi e questo lo dico chiaramente perché voglio dire non è che non ci siano soluzioni diverse dalla nostra sono attribuite alla Corte Suprema
Non esiste nessuna Corte suprema negli ordinamenti europei che abbia cinquantatré mila processi penali e oltre trentamila processi civili
Il che significa che è possibile diciamo costruire un ordinamento processuale
Che garantisca diciamo un controllo di illegittimità anche molto approfondito
Ma meno esteso adesso mi limito a parlare in termini molto generici dei quello che assicura oggi la Corte di Cassazione
E questo fa sì che in questo momento la situazione della Corte ponga per essa un vero e proprio problema di identità
Che potrebbe esaurirsi in una meno la funzione di garanzia soggettiva per le parti
Ora invece continuare ad aspirare
Ad una posizione istituzionale più significativa
E rispondente alla sua funzione originaria di organo di nomofilachia
Certamente i discorsi
E anche alcune scelte politiche che sono state fatte intorno alla funzione di nomofilachia della Cassazione sono andate un po'assomigliando I liberazione meno sanno un del club grande
Dolori e lamenti di cui non si capisce se ci si duole
Più del progressivo deteriorarsi del principio
Ovvero ci si lamenti in fondo del non sufficiente scadimento onde poterlo bandire definitivamente dal quadro istituzionale
La Cassazione oggi si trova drammaticamente davanti a un bivio
Se essere o aspirare ad essere Corte suprema
Ho
Essere giudice di terza istanza e le spinte dire che vengono dalla pratica
Lei espresse molto bene l'avvocato Coppi
Solo tutto in questa direzione assai meno in quello del direzione
Di organo di tutela della nomofilachia e della certezza del diritto e tuttavia al di là
Del
Così di ogni considerazione astratta sul bene della certezza debbo dire che se vero che sono venuti meno gli presupposti del della teoria giacobina del diritto del giudice Bush de la Rua che
Erano fortemente
Così strumentali e ad un organo che garantisse la stretta osservanza che avesse
Quella violenza istituzionale che si manifesta nella parola casse
Rompere
E tutto ciò voglio dire largamente
Venuto meno espressione di un'epoca che non c'è più
Tuttavia è pur vero
Che nella giurisdizione pena annegare se stessa deve tendere ad una interna decifrabili dita
Che la faccia essere in qualche modo sistema
è una coerenza sistematica che nella giurisdizione deve ricercare dentro di sé
E che ha
Nella cassazione in particolare poi nelle sezioni unite penali nelle Sezioni Unite Civili l'organo che compone i contrasti che la ricerca
Le soluzioni
Persuasive e che anche
Taluni mezzi per che queste siano osservate perché è vero sarebbe male che così non fosse che il giudice di merito può sempre interpretare la norma diversamente da come
Lo ha fatto la Corte suprema
E tutto questo innesca un positivo
Direi rimescolamento dei problemi fanno fa emergere problemi nuovi
Ma tuttavia sacche se l'argomentazione con cui si ribella la Cassazione non ha in sé la forza per poter determinare un cambiamento di giurisprudenza quella sua decisione sarà poi destinata a essere annullata cassata nei gradi successivi
Quindi semmai sarà alla ricerca di
Un
Apparato argomentativo più adeguato al nuovo che emerge poco fa il professor Alpa ricordava la storia del danno biologico che partita in luce al Tribunale di Genova
E che avuto subito reazione negativa dalla Corte d'Appello di Genova subito annullato la sentenza di bisogna dire è stata insistenza
E
La forza di questi giudici di merito ma soprattutto l'appoggio di una parte della dottrina di cui il professor Alpa è stata espressione
Che ha garantito un mutamento nella giurisprudenza che sta ha rappresentato e oggi è riconosciuto da tutti un progresso un progresso che poi
è stato definitivamente direi
Ha avuto il timbro diciamo della Cassazione e in questo senso debbo dire che
Oggi secondo me
C'è bisogno forse più di prima di Corte suprema
Le ragioni l'elenco perché ciascuna di queste merita un convegno di RAI la
Pluralità dei legislatori gli inediti problemi di gerarchia
Fonti del diritto
L'auto poi chiesi soft law che si verifica pensiamo che
Una gran parte anche del diritto contrattuale ha origine totalmente negoziale
Il leasing tutti contratti che finiscono in India sono frutto di di boutique americani insomma direbbe Totò Claudio Consolo degli studi legali americani ieri e sono oggi parte del diritto
E le oltretutto in una situazione un contesto civile è segnato da divaricazioni corporative ma anche dall'emergere di nuovo diritti
Quindi la nomofilachia risponde non solo a un'esigenza primaria per i cittadini per gli operatori economici di certezza del diritto
Ma si riassume
Anche
Nella
Non solo nella certezza ma nella capacità di produrre
Le innovazioni immature e dare loro solido fondamento e stabilità
La nomofilachia soltanto arricchisce il significato dei cambiamenti
Dando ad essi un valore di svolta e quindi una portata culturale che finirebbe per disperdersi se essi si producessero in una situazione
Di disordinata anomia
Ecco in questo quadro che
Vuole un po'ristabilire ecco in un certo senso l'importanza della funzione nomofilattica della Corte di Cassazione e della funzione unificante della giurisprudenza
Non possono fare qualche cenno che
Può introdurre anche qualche elemento dirò di polemica insomma ma di di contrasto possibile
Con alcune delle innovazioni normative che sono state fatte per rendere più possibile la nomofilachia
Tra cui penso agli avvocati presenti interessi soprattutto alla riforma
Dell'articolo trecentosessanta numero cinque del Codice civile del Codice di diritto
Interverrà fra pochi giorni
Perverranno alcune sentenze proprio delle Sezioni unite a cui
Sono state apportate delle prime cause proprio perché si abbia fin dall'inizio un quadro di certezza interpretativo
Devo dire così querelle opinione prevalente fra i magistrati
Che
Volo contras legislatori esse volontà s'legis ratio legis lettera della legge sono tutte
Direi convergenti
Nel
Nel dire questo
Devo dire
Prima di tutto così ha detto nella relazione che lecco la funzione di questa riforma è stata evitare l'abuso dei ricorsi di Cassazione basati su un vizio di motivazione
Non strettamente necessitato dai precetti costituzionali
Supportando così cito sempre la relazione da AGEA la funzione nomofilattica proprio della Suprema Corte
Quale giudice dello ius Costituzione is e non
Se non nei limiti della violazione di legge dello ius litigato Curnis
Quindi
La volontà del legislatore in questo caso è stata forte ed è stata esplicita è una ritorno al testo del mille novecentoquaranta
E esplicita è stata la testa la scelta di ridurre al minimo costituzionale il sindacato sulla motivazione in una sede di giudizio di legittimità
Da un punto di vista così esegeti io devo dire che ritornerebbe così attuale alla giurisprudenza densa delle Sezioni unite
Sul vizio di motivazione dei
Provvedimenti che erano suscettibili di ricorso straordinario per Cassazione in base all'articolo centoundici della Costituzione
E che sanzionava no quindi l'omissione della motivazione la motivazione apparente la motivazione
Affetta da contraddittorietà la motivazione perplessa la motivazione incomprensibile sempre che il vizio fosse testuale
Quindi ora si rende anche possibile ma non è questo il momento di affrontarlo un parallelo
Con l'articolo seicentosei del Codice di procedura penale
Cui cui testo è abbastanza vicino a quello attuale naturalmente dicevo non mini nascondo
Che questo è un prezzo che viene fatto pagare
Perché
Certamente voglio dire ci stiamo allontanando da quel
Principi io
Che tutti abbiamo imparato da dalla lettura di chi o venda
Che esprime nel migliore dei modi della funzione
Strumentale del processo quella funzione per cui compito del processo letale tutto quello proprio quello che il diritto sostanziale Rina che il diritto sostanziale riconosce
Sì si accentua ecco il pericolo di andare verso una giustizia
Meramente processuale
Si accentua il pericolo ma è un pericolo in qualche modo connesso alla necessità di governare un numero sempre crescente di controversie
Che la sentenza che nasce come titolo causale vada avanti diventando sempre più titolo astratto
In cui c'è
Una astrazione dal
Progressiva
Dal
Dal fatto costitutivo che l'ha determinata
Tutto questo dicevo è un po'la conseguenza del passaggio da una giustizia di élite quale era quella era costruito il Codice A una giustizia civile di massa che
è secondo me un non un dato negativo è un dato fortemente positivo dell'evoluzione del nostro ordinamento
Ma che ha bisogno in qualche modo di essere governato certo il rischio è uso qui
Fu una
Un'immagine di Claudio con solo che il mare non arrivi più al nella laguna del del diritto del processo il mare del diritto sostanziale
Ma in realtà voglio dire il
Se e noi riteniamo che il compito della Corte di Cassazione
Sia quello del controllo di legittimità controllo di legittimità che si estende anche nei limiti che ho indicato alla motivazione
La motivazione come giustamente ricordava professor Coppi
è un elemento essenziale della sentenza e quindi
Ricordando la giurisprudenza della Cassazione sull'articolo centoundici ho ricordato quali
Sono e rimangono diciamo i i limiti
Il l'ambito di controllo sulla motivazione
è
La motivazione diceva Salvatore Satta l'essenza stessa della giurisdizione
Quindi un motivazioni logiche contraddittorio apparente insomma sono tutte motivazioni che restano ancora sanzionabili
Dopodiché si tratta di identificare il significato del dell'omesso l'esame del fatto decisivo e rimane poi dicevo e su questo vorrei
Giungere poi a una conclusione dargli vedere quel quell'orientamento ecco che Stato esposto
Autorevole dottrina che la l'ufficio del massimario della Cassazione ha classificato come
Come apocalittico perché Bruno Sassari ed è stata l'espressione più direi più completa anche
Più bene espresse che vede il rischio
Che con
Questo articolo trecentosessanta numero cinque venuto meno il controllo sulla motivazione
Beh
Ci sia una
Perdita definitiva anche
Vero e proprio controllo di legalità per esempio dice
Non si capisce con una presunzione balorda mente attività possa trovare censura in sede di legittimità
Non si capisce come e possano essere
Verificate in sede di legittimità i significati attribuiti dal giudice alle clausole generali buona fede di vigenza giusta causa
Ora io credo e poi aggiunge che
Se dovessimo riportare al numero tre queste situazioni c'è il forte rischio di dover
Imporre alla Cassazione di esprimere
Su questi concetti un principio di diritto
Cosa improbabile perché si tratta di questioni
Definite come tipicamente pluri solubili ora in effetti è vero che
Che la
Che della Cassazione per esempio quando
Affrontato temi come significato da attribuire alle clausole generali che uno dei temi fondanti
Spesso è hanno ha dato risposta ma allora dato avvalendosi proprio del trecentosessanta numero cinque
E dando atto della plausibilità o dell'anno un plausibilità dell'argomentazione utilizzata dal giudice di merito
Lo stesso esservi Germania dice che la stessa Cassazione tedesca sembra orientata in questo senso ecco a me pare che invece le clausole generali pongano una questione di diritto che può essere affrontata pienamente in sede di trecentosessanta numero tre
In uno scritto risalente o addirittura cercato di dimostrare come
Non si tratti di un giudizio analitico si tratti netti sintetico ma sintetico a priori ma qui andremo nel complesso mi riferisco per esempio Salvatore patti che spiega come
Colla clausole come i parametri risultanti dalla clausola generale si pongono nella premessa maggiore del sillogismo
Per cui quando il giudice di merito sbaglia in questa fase non commette un errore di fatto ma di diritto
Più lunghi ho scritto ho cercato di dare una spiegazione per alcuni casi compreso quello dell'imputabilità dell'adempimento del CER debbo dire che
Di fronte perché so che mi devo avviare alla conclusione ma vorrei dare
Una risposta più tranquillizzante all'uditorio e gli avvocati anche su questo tema
Perché secondo me
In questo modo assistiamo al passaggio dalla cosiddetta interpretazione teorica di Calamandrei che legato ancora direi al dogma illuministico
Vedeva la funzione della Cassazione e come
Identica a quella della dottrina e quindi la pura interpretazione della legge
Relegata direbbe Paolo Grossi nel limbo della pura legittimità
E beh a un'annotazione di nomofilachia che io ho già chiamato in alcuni discorsi la nomofilachia liquida che si inserisce nei
E così nei segmenti del discorso giuridico questa non impegna la Cassazione ad esprimere sempre dei Grand arrivi
Ma richiede enunciazione della regola iuris per quella specifica fattispecie concreta così come enucleata dal giudice di merito
Così si realizza anche un avvicinamento nei fatti a sistemi di common law dove vige lo stare de CISIS
Ma
Decisum non si esprime nella concettualizzazione del principio bensì nella descrizione della fattispecie concreta
E apre la DDA alla tecnica del distinguesse
Un discorso a parte anche qui sarebbe lungo fallo e per la clausola di ragionevolezza
Ma conclusivamente vorrei dire che
Le spese prima di tutto proprio con le clausole generali né possiamo constatare
Che la regola non esiste prima della sua applicazione concreta
La concretizzazione del giudizio di valore non applica al precetto lo crea traendo da un punto di vista esterno all'ordinamento spesso
Così come quando il giudice chiamata un bilanciamento di valori o di interessi l'attività di giudizio non è un pliche azione di una regola è qualcosa di più è esso stesso regola
Perché la mela enunciazione del principio di valore non esplica di per sé alcun precetto per la decisione del caso
Come diceva un grande teorico del norma attivismo giuridico come Herbert parte il centro di gravità dei sistemi giuridici non è tanto loro apice
E non è neppure l'enunciazione della tavola dei valori ma sono le scale di priorità le concrete applicazioni che si fissano solo nella pratica giurisprudenziale
Non sembra davvero possibile espungere questo momento fondamentale della giuridicità dal controllo di legittimità della Corte di Cassazione
Per concludere come alcuni aforismi direi sono reduce da un incontro nel Cilento che ha avuto ad oggetto
Considerazioni anche giuridica tratte dall'opera di Giambattista dico lo storicismo divisi con l'apertura alla scienza nuova
E riporto qui un paio di espressioni che mi sono sembrate significative anche per noi
La prima
La scienza nuova deve portare ad un tempo il fatto e l'idea
Le due parti che compiono questa giurisprudenza interamente compiuta che la giurisprudenza del genere umano Verro pompetta factum converto un tour
Concludo poi ponendo in guardia soprattutto i miei colleghi dal rischio di enfatizzazione
Di una mitologia spirituali Istica come avviene nelle forme estreme di idealismo il cui esito sono le conclusioni
Di Giovanni Gentili Gentile tratto dalla teoria dello spirito come atto puro
Del mille novecentosedici
Il solo modo di concepire e conoscere e quello di non sottoporsi come è logico antecedente il reale che nell'oggetto ecco vorrei garantire che per la Cassazione
L'irreale continuerà ad essere l'oggetto del giudizio per del conoscere grazie grazie grazie
Per
Chiamati a fare la RAI
Signor Commissario
Grazie
Di solito ciò che si dice sul piano del diritto processuale civile diverge
Completamente
Da quanto si afferma sul piano della procedura penale però nelle
Eleganti ma al tempo stesso abbastanza ferme abbastanza
Incisive osservazione che faceva il professor Coppi credo che anche noi processuale civilisti possiamo riconoscerci
Perché evidentemente esse attengono non tanto alle specificità del ramo del diritto che si tratta di applicare
Quanto
Larga misura ad elementi di costume giudiziario
E mai come nel campo dello studio del giudizio di ultima istanza in qualunque ordine amento l'aspetto
Dicotomie l'aspetto del costume giudiziario deve essere costantemente tenuto presente
Il costume giudiziario è una realtà mutevole non muta velocissimamente ma muta costantemente
Si è affermata così negli ultimi circa vent'anni quindici vent'anni
Una idea che si è nutrita proprio di questa contrapposizione fra Yousfi tiratori senior costituzioni es
Che è un'idea abbastanza fallace abbastanza fallace anche dal punto di vista storico perché queste due figure non avevano questo significato
Va
Che viene loro ha scritto nella diciamo così battaglia per rivendicare la purezza della nomofilachia avevano tutt'altro significato come si può verificare
In tutte le monografie di storia del processo civile anche di storia del processo canonico dove soprattutto erano state utilizzate a fondo
Se c'è una cosa che distingue l'importanza
L'ascendente della giurisprudenza dalla dottrina dall'importanza dall'ascendente della dottrina ebbe teniamolo sempre presente è il fatto di dover risolvere un caso quel caso concreto
Di cui alla fine della sua almeno nel finale confortanti ISSI ma
Relazione il presidente Rovelli ci ha detto la giurisprudenza non farà meno vettura nel futuro
E mi ha dato addirittura assunto una garanzia
Garanzie non so se di tipo fideiussorio
Oppure soltanto di patronage
Il rischio però è molto elevato in questi ultimi anni di una
Desiderio sul piano del costume giudiziario via astrarsi dalle peculiarità del caso
Una ricaduta e anche il favore molto ampio che ha avuto questa recente riforma del due mila e dodici con lingua
Vado all'amputazione veramente formidabile che è avvenuta nel testo del numero cinque dell'articolo trecentosessanta
A fronte invece di una presa di posizione
Della dottrina e per dottrina qui intendo non solo i professori universitari gli avvocati e studiosi che scrivono ma direi anche tanti magistrati
Che non ha detti alle funzioni di Cassazione uno un più a detti perché ormai in pensione si sono espressi in relazione di convegni in tavole rotonde tutti nel senso del carattere
Largamente utopico della possibilità di sindacare bene di errore si Uri segno di cambio quelli del numero tre se non qualche volta attraverso una gruccia
Del numero cinque vale a dire del controllo della basilare sufficienza della motivazione sulle questioni di fatto
Una riprova se ne ha proprio con riguardo
Al campo così caro a alla giurisprudenza così caro a tanti magistrati di Cassazione degli ultimi venti trent'anni così caro anche al presidente Rovelli degli standards valutativi
Delle clausole generali
Nel campo delle clausole generali
Un sindacato efficace
è vero che si può svolgere ai sensi del numero tre
Ma è anche vero
Che difficilmente può essere dalla parte impostato senza una qualche forma di revisione da dedurre ai sensi del numero cinque
Anche
Della sufficienza del giudizio di fatto
Guido vado avanti io
Non si
Posso volentieri
In quasi ogni contesa che giunge in ultima istanza relativamente all'applicazione di queste clausole generali in realtà ha fatto e diritto sono così fortemente frammisti
Che si richiederebbe una
Temperamento assolutamente ieratico per poter svolgere un motivo puramente in
Punta di numero tre dell'articolo trecentosessanta quindi magari contrariamente alle intenzioni alle buonissime intenzioni che animano
Forse più i vertici che i quadri
Della Corte di Cassazione io credo che noi andremo incontro ad un'ulteriore stagione che vivremo con pazienza con tolleranza dando ce n'è ragione sotto tanti profili beninteso
Senza diventare apocalittici ma senza neppure essere iper integrati
Di impoverimento di impoverimento della del carattere effettivamente giurisdizionale dell'opera della Corte di Cassazione
Perché per giurisdizionale non dobbiamo pensare in sostanza di porre la regola del caso concreto eminentemente con riguardo al merito della controversia mentre noi avremo
Un crescere a dismisura dissente in sé della Corte di Cassazione sul
Profitto sul modus procedendi già oggi
Credo che un terzo quasi la metà delle sentenze siano ampiamente ascrivibili alle sentenze sugli
Errori de iure procedenti che non è nata per
Per sindacare il quale la Corte di Cassazione beninteso
E dopodiché una grandissima parte del lavoro giudiziario filiera con l'essere svolto faticosamente come sempre
Ma
Negando sì
La possibilità di giungere ad un approdo ad una prodotti contributo alla miglior qualità media delle decisioni perché in ultima analisi se vogliamo
Dire le cose con la franchezza che questo tipo di incontri ci hanno abituato a praticare
Noi che cosa desideriamo da
Tutti i giudici ma in particolare dei giudici del gravame da tutti i giudici di gravame ma in particolare dai giudici dell'ultimo gravame
Che si copre non è il modo più fruttuoso nella dinamica dell'ordinamento nell'armonia dinamica dell'ordinamento ad elevare la qualità delle decisioni perché è giusto processo ce l'hanno detto tante volte è quello che partorisce
Una percentuale di decisioni
Giuste o che si approssima la giustizia maggiore
Viene a questo punto il dubbio che tutta la battaglia a favore della carattere cassato Orio del giudizio di Cassazione possa essa stessa cominciare a considerarsi obsoleta
Del resto il modello della Corte di Cassazione nato nel mille settecentonovanta tre per una scelta dell'avvocato Diarra Robespierre
E condiviso per i suoi colleghi
Poi annacquato quando da tribunale diventata Corte durante il primo interno ma sostanzialmente che continua a vivere in Francia abbastanza bene ne è riprova la
Assoluta brevità delle decisioni
Della Corte di Cassazione francese
Che fa a pugni con le cento cinquecentottantacinque duecentoquarantatré pagine di tante decisioni importanti della Cassazione italiana ebbene questo modello francesi tipo l'abbiamo assunto a voi l'assunto solo in parte la Germania
Che ha subito iniziato come appunto che la madre ci mostrava ad apportarvi tutta una serie di correttivi per rendere il giudice di ultima istanza sempre più giudice della causa e non solo il giudice della sentenza
Noi navighiamo come al solito fra il modello francese il modello tedesco senza chiedersi a quale dei due vogliamo approdare
Ma nella
Realtà delle cose da quando la Cassazione diventata spesso giudice sostitutivo nel merito con l'ampliamento dell'applicazione dell'articolo trecentottantaquattro
Da quando si ammetteva rilievo d'ufficio di un'infinità di questioni anche senza motivo di ricorso financo dell'abuso del diritto nel processo tributario senza motivo di ricorso
Da quando in sostanza si sono viste tutta una serie di cose noi staremo propende indo per il modello tedesco vale a dire per un modello che se non è quello dell'opera appellazione non è anche tanto distante da questo polo tradizionale
Che del resto è quello che c'è dei Paesi iberici è sostanzialmente quello che c'è nei Paesi anglosassoni
E quello da cui noi abbiamo pensato di distanziare PCI proprio perché volevamo sottolineare una peculiarità un plusvalore dell'organo Cassazione
Come organo che può essere guida coerenze attrice della giurisprudenza
Non tanto
Garante
Della esatto osservanza e uniforme interpretazione che se guardate sono parole veramente beffarde che credo che il Calamandrei da toscano beffardo abbia lasciato in quei termini proprio per provocare
Un qualche misura una reazione perché uno si sarebbe aspettato che si fosse scritto esatta interpretazione e uniforme osservanza ma neanche per sogno lui ha fatto un chiariamo
A riprova di
Di quanto si è aperta impossibile l'anelito ad un giudice che offra anche soltanto la meno
L'esatta delle interpretazioni che cosa si richiede al giudice supremo la guida coerenze attrice della giurisprudenza
Come la può fare meglio la può fare meglio rimanendo sempre ben calato ben radicato nella concretezza del caso perché diversamente potremo darla anche alla dottrina o a certe formazioni
Appositamente istituenda nell'ambito della dottrina questa funzione
Della nomofilachia erano molti lati allo stato puro fa abbastanza pugni col concetto di giurisdizione quindi anche quel concetto di giurisprudenza
Quella che la Corte di Cassazione deve
Propinare al sistema
è evidentemente una forma di media coerenze attrice
Nell'interpretazione del diritto che può aprire quel plusvalore di autorevolezza solo se è costantemente radicata nel caso concreto
Il tempo ovviamente tiranno viepiù credo in questo frangente di fine mattinata ma riflettiamo solo per un attimo anche al modo di lavorare delle Sezioni unite che in questo momento direttamente sono molto state
Rafforzate nel loro valore istituzionale anche operativo
Dall'ultima riforma dalla riforma del due mila e nove
Nel momento in cui le Sezioni unite vengono investite prevalentemente sembrerebbe solo dalle Sezioni semplici e ben poco dalle parti perché è un canale che è un po'atrofizzato quello della
Addizione delle Sezioni unite ad opera delle parti
Nel momento in cui le Sezioni unite si occupano compro lunghissima motivazioni di mediare il più possibile fra le varie tesi emerse fra le Sezioni semplici
Con un'attenzione che qualche volta è francamente spasmodica per l'individuazione dei presidenti e dei relatori delle varie sentenze con le quali si tratta di cercare l'armonizzazione
Una volta che le Sezioni Unite una volta cioè un posto che abbiano risolto la questione stesse Rita si ritraggono completamente dal valutarne le ricadute nel caso concreto
Ma che tipo esattamente di prodotto giuridico abbiamo visto formarsi
Un'opera sostanzialmente dei dottrina intoccabile in toga magistratuale incasellato nell'ambito di una Corte che rimane corte del caso perché la Cassazione lo è molto e lo deve rimanere
Ma con una vocazione quasi ieratica
Alla purezza l'astrattezza
Che fra l'altro è la spiegazione che io offro della poca durata
Di vigenza fra virgolette di rispetto di compliance
Alle pronunciamenti delle medesime Sezioni unite
I quali hanno visto negli ultimi dieci anni un periodo diciamo così di fortuna di successo vi è più diminuito nel tempo di perché se vengono interpellate a ripetizione
Su questioni adiacenti su questioni correlate ma molto spesso in realtà scusate l'espressione per trattare la pancia le Sezioni Unite sulla questione decisa l'anno prima o due anni prima
Non faccio casi ma chi se ne intende un po'di queste cose lo certamente arriva immaginarli quali possono essere questi casi
E se poi uno guarda che cosa le Sezioni Unite fanno quando non sono investite dei contrasti ma esse fanno tutt'altro lavoro si occupò moltissimo di giurisdizione moltissimo di legge Pinto
Raffiche di
Decisioni come nell'ultima i mesi che è arrivato tutte relative la legge Pinto moltissimo di questioni di pubblico impiego
Ogni tanto invece hanno questa o diciamo così giornata più paludata che la giornata dei contrasti o questo frammento di giornata che i contrasti ma secondo me nuoce alla stessa
Durevole chissà del loro prodotto il fatto che esse non giungono poi a decidere per intero il caso mostrando così la produce in sala con prudenza
Di quello che son venute affermando in apicibus sulla questione di Ulisse nel caso concreto e cioè diventando a pieno titolo giudici
Il rischio dunque in sostanza è che da un lato le Sezioni Unite diventi non meno giudice più sostanzialmente Lucerna iuris ma la Lucerna iuris non è necessariamente di
Poi giurisdizionale e giurisprudenziale Lucerna peraltro con una batteria di carica ridotta in sostanza che fa sì che la luce si spenga si accenda con una certa velocità
Dall'altro lato che le Sezioni semplici invece divengano sempre più
Giudice
Non già della sentenza come erano pensate per essere
Ma del ricorso che diventa il vero oggetto del loro accurato amara esame al fine di valutare se il percorso
Sia superiore a un certo Stendhal di esigibilità a un certo Standard perizia non invece se la sentenza raggiunga un certo Standard e accettabili da sociale e di capacità di compiere giustizia
Sono sono considerazioni non proprio alle crisi metto abbastanza meste vi ringrazio comunque della solidarietà
Credo però che la vota possa essere largamente invertita possa essere largamente invertita se soltanto ci rendiamo conto che
E vado a chiudere che la riforma dell'estate due mila dodici come talune di queste riforme estive
Do il benvenuto credo almeno al ministro che vedo oggi conosco per la prima volta io spero che questa estate non sia prevista una riforma del processo civile ecco se proprio la deve fare
Per favore
Allora faccia presto
Ce la metta già nell'uovo di Pasqua Vasco in questo caso è piuttosto bassa per cui si può esigere questo mal per favore non a fine luglio non inizi di agosto non fu quella velocità non con quella
Devo dire in a cura pezza che hanno caro contraddistinto tutta una serie di riforme recenti fra le quali questa del sistema delle impugnazioni a fronte della quale riforma
Non solo i processuali visti e tanto meno
Solo i processuali che fanno gli avvocati io lo faccio sempre meno devo dire con sempre minor diretto ma tanti osservatori del diritto anche di altre matrici
E anche tanti magistrati specie magistrato in pensione che ricordano cos'era la loro professionalità un tempo e nelle riviste vedono che cosa in qualche misura visto invece di diventare quella dei loro più giovani colleghi ed allievi
Sono insorti
Con il fitto in appello in termini direi di grande acidità generale nei confronti di una norma così mal concepita ma anche nei confronti di un intervento sul numero cinque che è un intervento di tipo episodico sostanzialmente
Che dovrebbe trovare ben presto o un'abrogazione di questa riforma
E chi avendo sì anche poiché non può operare nel processo tributario dove a valle ci sono dei giudici laici di nessuna particolare selezione diciamo la verità request sulle cose voglio dire tutto il resto sono il convegno di somma
E anche nel campo delle Corti d'Appello tenendo conto che le Corti d'appello non hanno da tanti anni un sistema di reclutamento che garantisca che esse siano mediamente migliori del giudice di primo grado nella collegialità nelle Corti d'appello e valorizzata così tanto da poter dire che almeno sono in tre e quindi faranno meglio perché sono in tre
Le Corti d'Appello solitamente sono secondo giudizio dei primo grado che non dà specie sulla queste infatti nessuna capacità in più rispetto al giudizio di primo grado ergo
Una funzione tradizionale della Corte di Cassazione andrebbe rivendicata con forza mi si dirà
E chiudo ma ci sono i numeri
Beh i numeri non sono così angosciosi per la verità
I trentadue mila ricorsi sono già diventati mi pare ventinove mila la produttività della Corte è perché notevolissima e a chi cui va dato veramente merito è in grado in questo momento di trainare alla perfezione le sopravvenienze il problema è l'arretrato
Ma l'arretrato così come nel campo del debito pubblico non deve essere affrontato in maniera ansiogena e maniacale
Come invece
Voi siamo di questi ultimi tempi soliti fare per tutta una serie di arretrati l'arretrato deve essere affrontato con fantasia e quindi tanto per cominciare interpellando
Quei vari ricorrenti non nel senso di fare l'istanza a pena di perenzione ma semplicemente di quale la
Velocità che vorrebbero fosse impressa loro caso scopriremmo
Che nel trenta quaranta per cento dei casi noi difensori loro difensori che vengono non c'è nessuna fretta questo caso può benissimo continuare a rimanere flottiglia inverni da Brusca
In altri casi crebbero sarebbe veramente ora che lo decideste sono pochi casi li potreste decidere e potreste avvalervi dei talenti che sono notevolissimi Ted tantissimi bravissimi ex Cassa azionisti
Che all'età sia pure avanzata di settantacinque anni mostrano di essere tuttora assolutamente brillanti e potrebbero partecipare sia pure in minoranza a delle sezioni stralcio
Che
Rispolvera reggono il fascino di questa parola stralcio che è stato invece fortemente diciamo così depresso da altre esperienze di sezioni stralcio sezioni stralcio in cui potreste anche far partecipare un certo numero di professori universitari che nel frattempo dopo aver esercitato per trenta quaranta anni l'Avvocatura si sono un po'demoralizzato i perché capita anche questo nella vita
E volentieri verrebbero a dare una mano sotto il vostro controllo
E con la simpatia e l'ospitalità soprattutto intellettuale la tolleranza di sempre non è vero
Grazie grazie creativa
Carriera lo studio insieme come il Ministero e tutte le componenti dell'avvocatura dei problemi
Della della giustizia ammissione giustizia e quindi anche cerca Maderno soluzione anche noi col nostro contributo all'arretrato
Come sapete
La riforma forense ha introdotto
Anche l'Osservatorio permanente della giurisdizione creato dal CNF a e
Agevolato la istituzione delle camere arbitrali avevo che sto
Al
Governo di introdurre la regola via d'urgenza eventualmente al Parlamento regole tra l'altro traslatio dice in modo che si possa trasferire al più
Giudice
L'arbitro eventualmente anche presso gli ordini e con le criticabile gli arbitrati istituite presso gli ordini forense il procedimento pendente che le parti consensualmente ritengono che sia opportuno affidare
Agli arbitri avvocati
Piuttosto che non proseguire il suo iter ordinario che alla fine sempre incerta periferiche ma ci saranno altre possibilità di collaborazione che sono già per la verità si sono già avviati io ringrazio molto
Il Ministro della Giustizia onorevole Andrea Orlando perché con la sua presenza qua ci vuole dare un segno di cooperazione ma soprattutto di attenzione per la professione forense grazie volte li dovrà
Buongiorno a tutti
La mia presenza ma più ancora la presenza dei vertici delle giurisdizioni credo sia un segno di riconoscimento della qualità del lavoro che in questi anni
è stato fatto e che devo dal due mila e sei ha fatto diventare questa scuola un punto di riferimento
Per quanto riguarda la formazione ma anche per quanto riguarda l'approfondimento rispetta i temi
Di cui avete discusso io
Mi
Ero preparato un
Discorso per entrare un po'nel merito della del tema che avete escluso ma forse rispetto
Riprendendo l'intervento che mi ha preceduto e
Credo di maggiore interesse se dico due cose riguardo alle cose alla ciò che si deve che si può fare
Io inviterei diciamo a
Non dare per scontato che ci siano soluzioni semplici
Lo dico in un senso o nell'altro questo un Paese che ha fatto crescere molto
La logica la
Il genere letterario dell'invettiva diciamo
Deve invece credo
Provare a ricostruire le condizioni dell'ascolto
Dell'ascolto delle diverse
Entità dei diversi soggetti che fanno vivere la giurisdizione
Questo è stato il segnale che ho cercato di dare
Sin dal momento del mio insediamento
Non ci sono soluzioni semplici quelle che appaiono soluzioni semplici
Spesso lo sono perché viste da punti di vista unilaterale
C'è però la possibilità di costruire delle soluzioni condivise
Con fatica e con la disponibilità di riconoscere anche le ragioni dell'interlocutore
Questa è l'impianto che sto cercando di dare al lavoro che
è grande ma
Credo possa dare anche dei risultati positivi
Dal momento dell'insediamento ho cercato e ho
E penso di aver dato dei segnali all'Avvocatura abbiamo emanato il Regolamento sui parametri abbiamo emanato
Il regolamento sulla sulle specializzazioni
E adesso oggi si apre un tavolo di confronto tra Anm rappresentanza dell'avvocatura sul tema del processo civile
Un lavoro che forse a mio avviso andava fatto prima lo dico
Perché avrebbe evitato anche una incomunicabilità che ha fatto crescere diffidenze tensioni e difficoltà anche di ad individuare ha pure appunto quelle soluzioni condivise che io credo siano necessari
Quando mi chiedono del mio programma fondamentale rispondo con due date il ventotto maggio e il trenta giugno
Il ventotto maggio è il giorno della pronuncia della Corte di Strasburgo sulla condizioni sulle condizioni del carcere nel nostro Paese
Il trenta giugno e la partenza del processo telematico
Io penso questo
Che questa sfida che abbiamo di fronte che è una sfida di innovazione
Che è una scheda che naturalmente fa emergere anche le contraddizioni insite nel
Il processo e anche gli elementi di difficoltà dispetto a tutto ciò che c'è prima e dopo il processo le carenze organizzative le difficoltà
Del funzionamento dell'amministrazione
Perché poi lì
La telematizzazione inerti informatizzato ciò che c'è
Quindi se c'è un sistema ordinato è in grado di sci produrre dei risultati importanti se c'è una
Situazione di
Confusione di carenze organizzative da un suo allievo del tutto relativo
Ebbene io penso che questa sfida la si possa vincere soltanto se c'è un concorso attivo dell'avvocatura
Quindi io qui non sono a cercare degli applausi sono a cercare un contributo è una mano a vincere queste le altre sfide che abbiamo di fronte sul fronte dell'innovazione il ragionamento molto semplice che ho fatto che faccio è questa
Fino a qui l'avvocatura è stata considerata nelle decisioni in ordine ai temi dell'innovazione del sistema residuale lo dico con molta franchezza
Ritengo che debba diventare protagonista ma credo anche che all'Avvocatura si debba chiedere anche uno sforzo maggiore in ordine alla capacità di proporre sostenere e realizzare innovazioni questo è il fatto politico che credo si debba
Provare a costruire
So che ci sono le condizioni
Perché conosco la competenza alle capacità
L'entusiasmo anche che molti di voi
Mettono nella propria professione
So dello sposo costante ad un aggiornamento rispetto a ciò che cambia
E ad inseguire un sistema che non è semplice sempre semplice inseguire
Ma so anche che talvolta diciamo
Una situazione di crisi e di difficoltà che ha pervaso la professione come conseguenza della crisi più generale del nostro si del nostro Paese
Ha prodotto anche reazioni di diffidenza talvolta anche involuzione di carattere corporativo
Io su questo fronte chiedo un passo avanti
Chiedo un passo avanti perché l'interlocuzione che io voglio offrire non sia soltanto un'occasione per rinviare delle decisioni ma per assumere insieme delle decisioni
In questo senso
Credo che possa aiutare un'altra iniziativa che abbiamo concordato con il CNF follow up e che è la Costituzione per la prima volta presso il Ministero della giustezza di un tavolo sull'Avvocatura c'è molto da fare
Non ci vogliamo sostituire naturalmente alle funzioni siti istituzionali del CNF
Ma c'è un lavoro da fare che riguarda
La ricalibratura la rivisitazione il ripensamento vorrei dire dello status dell'avvocato in questa fase storica
Alla luce appunto di una crisi che è la conseguenza dell'aumento dei numeri del contenzioso che l'aumento dei numeri degli avvocati che è la conseguenza delle difficoltà organizzative della giurisdizione
Vorremmo costruire un tavolo nel quale anche stiamo costruendo un tavolo
Nel quale si possano affrontare alcuni temi che sono rimasti sospesi all'indomani
Della legge di riforma dell'ordinamento forense
Come concretamente discipliniamo l'accesso come diamo un sostegno concreto alle specializzazioni
Come riconosciamo anche che nel mondo dell'avvocatura si sono realizzati ambiti di lavoro che potremmo definire oggi parasubordinato che ha delle
Peculiarità del tutto differenti rispetto altri ambiti delle professioni e altri
E alla figura storica dell'avvocato così come l'abbiamo conosciuta nel nostro Paese
Vorremmo ragionare anche su come l'Avvocatura può dare un
Una mano più forte anche nella
Conduzione dei
Percorsi organizzativi e dell'assetto degli uffici anche con un contributo più significativo e pesante all'interno dei Consigli giudiziari
E vorremmo discutere insieme
Di come sia possibile
Attingere all'Avvocatura per colmare alcune lacune alcune difficoltà che si sono definite
Nel funzionamento della giurisdizione
Penso alla riqualificazione della
Magistratura onoraria
Penso allo sviluppo di un ufficio del giudice
E penso anche al tema dell'arretrato
Che può essere che deve essere naturalmente luogo di un concorso nel quale l'avvocatura può dare un contributo significativo
Credo che sia un gran lavoro di
De giurisdizionalizzazione lo pronuncio sempre male perché
Nel quale l'avvocatura può svolgere una funzione anche di questo e cominceremo a ragionare sin da oggi
Naturalmente tutto questo è possibile
Se va avanti il percorso e in qualche modo
Di cui in qualche modo oggi
Si celebra un capitolo c'è una capacità di innovazione di crescita della formazione della qualità della formazione
E di riconoscimento
Dello sforzo di chi investe personalmente anche finanziariamente sulla formazione
Ecco queste sono
Le linee guida di un rapporto che vorrei ricostruire
Le condizioni per ricucire una lacerazione che a mio avviso è stata oltremodo profonda
Io non so quale sia
Il passaggio formale con il quale riconoscere finalmente un ruolo attivo e fondamentale dell'avvocatura nel funzionamento della giurisdizione e ne discuteremo insieme spesso si sono scelte
Bandiere simboli io credo che piuttosto il percorso debba essere sostanziale
Naturalmente questo
Naturalmente questo è possibile lo voglio dire con molta franchezza perché non vorrei semplicemente cercare facilmente un applauso che forse non verrà la fine del mio intervento
Se tra nell'Avvocatura si realizza anche un più forte in grado di
Unità
Un più forte in grado di unità
Perché talvolta le critiche alle all'innovazione vengono su da fronti e sulla base di presupposti tra loro diverse talvolta confliggenti
Se vogliamo riprendere una stagione nella quale davvero il dialogo abbia un senso enti importante diciamo così che le voci siano più univoche che ci sia la possibilità di
Non ho la pretesa di dire di sapere qual è la posizione dell'avvocatura so che è complicato costruire la sua quanta fatica faccio il CNF a provare a dare rappresentanza questo
Mondo così articolato sicuramente il grado di conflittualità deve scendere come condizione fondamentale per poter far dei passi avanti
E lo dico anche perché penso che i segnali che in questi
Giorni ho provato a dare in questa settimana ho provato a dare
Siano anche la precondizione per anni per abbandonare alcune forme di agitazione che in qualche modo non aiutano la ripresa di questo dialogo in questa fase
Non aiuta
Ci sarà tempo nel caso per agitarsi ecco
Adesso abbiamo per la prima volta dopo molto tempo riaperto un'interlocuzione discussione io so che la diffidenza e molta so che il disincanto che il disincanto anche di un Paese che spesso diciamo non ha avuto le risposte che attendeva in molti
Però credo una chiedo un'apertura di credito
Chiedo un'apertura di credito perché oggi a mio avviso ci sono le condizioni per poter fare uno sforzo insieme non risolveremo tutti i problemi
Però sapremo essere potremo essere protagonisti di uno sforzo comune
Che credo corrisponda naturalmente a un desiderio comune di innovare
Il sistema giustizia ma contemporaneamente corrisponda anche un'esigenza di tutti noi a
Proporrei a far sì che il sistema giustizia dia un contributo
Alla riscossa che il Paese deve saper costruire
Io non sono uno
Che fai eccessivo affidamento a
Le classifiche internazionali che spesso
Sono diciamo
Non sempre il riflesso esatto delle condizioni ma le classifiche internazionali dicono del nostro nel nostro Paese molto male e io credo per esempio di uno sforzo comune per una rimonta in quelle classifiche possa essere non l'obiettivo di un ministro ma l'obiettivo complessivo di un sistema nel quale l'avvocatura può recitare può essere una
Componente assolutamente fondamentale
Ecco io sulla base di questi presupposti vorrei ho iniziato a lavorare
Ciò di cui voi oggi discutete l'approfondimento che state sviluppando credo vada esattamente in questa direzione di questo vi ringrazio per questo vi auguro buon lavoro
Grazie grazie molte
Le parole del ministro sono per noi particolarmente significative
Perché soprattutto negli ultimi anni l'interlocutore della
Avvocatura della nostra categoria degli organi istituzionali è stato più il Parlamento credo che il Governo
Parlamento nel quale questa riforma
A poco a poco è stata esaminate discussa modificate nel testo iniziale va finalmente varata congruo una votazione quasi plebiscitaria
Rispetto purtroppo atteggiamento del Governo che invece non soltanto era critico ma addirittura ostile alla riforma
Per la riforma è stata una conquista
Prime tuttora con questa simbolica perché l'Avvocatura che
La una delle due professioni ed altre la la medicina
L'avvocatura a un e riconoscimento costituzionale dell'articolo ventiquattro all'articolo centoundici l'avvocatura addome una professione
Nuova
è una professione che svolge un ruolo essenziale in qualsiasi aggregato sociale particolarmente in sistema Copreno sto con un sistema democratico fondato su una Costituzione e con un riflesso anche europeo particolare rilevanza
E quindi non poteva non essere disciplinata con legge ordinaria piuttosto che non conta un Regolamento e poi
District
Lo statuto che veniva assegnato sulla base
Nella articolazione delle fonti dal Governo
E non poteva comparire
Insieme con le altre professioni una sorta di
Quadro uniforme unitario ma nello stesso tempo anche penalizzato
Per cui
La riforma
Legge duecentoquarantasette due dodici per noi dicevo a portato non soltanto concreti regole di comportamento migliorato il il significato e delle disposizioni che riguardano la professione accentuato il ruolo di libertà che svolge l'avvocato ma è stato anche anche un a come è stata una conquista simbolica
E proprio per questa ragione siamo lieti di poter riprendere il colloquio la collaborazione come il Ministro della Giustizia ed con l'attuale Governo e profitto dell'occasione della sua presenza per sottolineare quanto sia importante
Che la nostra riforma possa essere completata come i regolamenti
Che sono
Redazione del Ministero il Ministro della Giustizia nuovo ha già avviato la redazione
E alcuni Regolamento importanti come appunto è stato detto del le specializzazioni supera anche il tirocinio e così via
E poi ecco una
Richieda
Posso dire un'istanza non voglio dire per chi era del sesso gentile del termine quale istanza una ferma richiesta
Questo è una delle Regioni che dividerò ancora l'avvocatura perché molte volte si dice che rappresentanze l'Avvocatura non sono state così ferme così pronte nel protestare l'abbiamo fatto
E ancora adesso abbiamo richiamato l'attenzione e nel primo incontro col ministro
La l'attenzione su cui il
Testo di ma il proposta di legge che è stato presentato dal Governo e di chiediamo se possibile di ritirare
Perché
Secondo noi viola il principio dell'autonomia della dell'avvocato
Il quale sarebbe addirittura tenuto responsabile in solido come il cliente del caso di lite temeraria
Che
Ed eliminare
Dai testi attuali di riforma tutte le formule che in qualche modo penalizzano l'avvocato contestandogli una attività che
Non soltanto normalmente rivolta alla
Cioè sulla giustizia e quindi a tutelare i diritti ma se per caso non dovesse essere corretta sarebbe sanzionata secondo il Codice deontologico è sufficiente il Codice deontologico coi numeri se cessare una sanzione
Dorme attiva quando
Si deve valutare il comportamento processuale dell'avvocato
Quindi grazie ancora per l'attenzione e grazie per lavoro che faremo insieme
Teoria
Concludiamo la mattinata con la
Se sessione che riguarda il diritto amministrativo
Allora
Riprendiamo
I lavori
E
Do la parola
Al Presidente la quinta sezione del Consiglio di Stato
Il professor Alessandro Pajno che e ci pare della nomofilachia ed i contratti giurisprudenza nell'ambito del diritto amministrativo e lo ringrazio molto anche per
Vera accettato il nostro invito
E so che per essere qua ha dovuto
Compiere qualche sacrificio ma una doppio atto di gratitudine che vorrei esprimere esprimere pubblicamente
Grazie Presidente
Voglio
Un momento
Si vedono ho capito il senso
Dunque io dovrei
So bene che
Le relazioni che si fanno dopo una certa ora
Non sono più tenute ma sono talvolta inflitte ai
Altre alla all'uditorio e quindi a che acquistano anche un po'è un sapore vagamente sanzionatorio
Proprio per questa ragione io cercherò di contenere al massimo le cose da dire
Ed anche cercherò di non sul di non sottrarmi ad alcune suggestioni che possono in qualche modo rendere più comprensibile
Il modo con cui la questione della nomofilachia si è sviluppata all'interno del processo amministrativo e più in generale all'interno del sistema della giustizia amministrativa
Quello della nomofilachia infatti un tema diciamo che
Suggestivo e che chiama in causa profili assai diversi
è talvolta per comprendere
Diciamo da vicino un fenomeno per comprenderne realmente la portata occorre tener presente questi profili che pur avendo un carattere generale
Vengono poi a incidere in modo significativo su quella che sostanzialmente la
Diciamo comprensione stessa del fenomeno che si intende
Illustrare
Intendo dire che in sostanza queste suggestioni di cui ora vi dico in qualche modo rende fanno rendono più comprensibile quella che è stata la vicenda
Della nomofilachia all'interno del sistema del processo amministrativo e della giustizia amministrativa
Prendono più comprensibile una evoluzione ed anche un cambiamento radicale che sembra essersi verificato col passare del tempo negli ultimi anni e da ultimo con l'entrata in vigore del Codice del processo amministrativo
Quali sono questi profili diciamo più ampi e nel quale però la vicenda si scrive e da cui ritrova alla cui riceve comprensione
C'è innanzitutto un profilo attinente alla storia della cultura giuridica ed è
In qualche modo diciamo emerso in altri interventi che mi ANDI con degli amici che mi hanno preceduto
Quella
In sostanza quel profilo che collega la nomofilachia al primato illuministico della legge e alla istituzione del Tribunal de cassazione
Quindi una diciamo un rapporto in qualche modo generiche di tipo strutturale fra il sorgere di questo nuovo organo e nello stesso tempo l'entrata in campo diciamo della questione la manda la nomofilachia
Legge
Diciamo nomofilachia le Tribunal de cassazione sono tre angolo tre lati di uno stesso triangolo
Un profilo poi pro più propriamente istituzionale che riguarda l'organizzazione della giurisdizione
Questo profilo attiene alla distribuzione lo vedremo del PUA funzione nomofilattica all'interno dell'ordinamento
E che deve ovviamente tener conto della scelte costituzionali sulla molteplicità sulla pluralità o sulla unicità della giurisdizione
Un profilo invece poiché riguardante la questione del precedente e della sua storia oggi abbiamo parlato spesso di conflitti
Abbiamo parlato meno di precedenti ancorché diciamo ciò che caratterizzi il dato per esempio l'esperienza anglosassone
Su cui appunto la presenza il ruolo creativo del giudice si sviluppa in modo adeguato e ancor più che la questione del conflitto ancor più la questione diciamo come dire del precedente
La capacità la forza del precedente il precedente a costituisce fonte del diritto che valore da attribuirsi al precedente da questo punto di vista vorrei dire che
Anche la divisione della campo fra diciamo come dite mette tra quello che mette al centro il conflitto e l'altro che mette al centro il precedente
Sembra come dire valorizzare la differenza culturale fra queste due spese anzi chi mette al centro ma di estensione del conflitto vede
Il conflitto in relazione all'unica legge quindi suppone diritto chi mette al centro la questione della forza del precedente
Come dire suppone una risoluzione in fatto è una minusvalenza della dimensione della legge all'interno del quadro generale
Un profilo diciamo poi riguardante in questo quadro la particolarità della vicenda della giustizia amministrativa quella della vicenda della giustizia amministrativa è infatti
Lo sviluppo cioè della funzione l'affermazione della funzione nomofilattica dall'interno dalla giustizia amministrativa conosce infatti delle tappe diverse
Che corrisponde sono legate sostanzialmente in modo significativo a uno sviluppo diverso della storia di questo sistema ed in particolare anche del rapporto con il sistema delle fonti
La questione nomofilattica infatti che la questione della nomofilachia
è legata strutturalmente alla questione delle fonti via via che cambiano le fonti via via
Che in sostanza la allevo c'è un'evoluzione del sistema delle fonti
Cambia anche il modo di effettuare diciamo questo lavoro nomofilattico quei di esercitare la funzione nomofilattica
Quando poi queste fonti acquistano una rilevanza una quantità sotto il profilo della quantità dell'INPS della diciamo come dire dell'incertezza
E della moltiplicazione così rilevante oggi noi parliamo di inflazione normativa con riferimento all'esperienza che viviamo
La funzione del precedente della nomofilachia messi assieme acquistano un rilievo decisivo se volete
Questa evidenza diciamo questa è l'esperienza della giustizia amministrativa
Potere da in modo evidente questo tipo di il percorso
C'è poi un ultimo motivo un ultimo profilo che io chiamerei quello della frammentazione della nomofilachia o se volete da il
Come dire della fallimento dedica in tal
Entro certi casi entro certi limiti della dimensione della nomofilachia
Dico questo perché noi siamo abituati a parlare di nomofilachia in un contesto nazionale in un contesto legato sostanzialmente diciamo all'esperienza del diritto nazionale
Ma gli attori del sistema sono cambiati sono molti di più e diversi
Diciamo la platea dei soggetti l'Arena diciamo in cui si incontrano più soggetti
Vede accanto ai giudici nazionali reale giurisdizioni supreme nazionali altre giurisdizioni anche qui è stato ricordato la Corte di giustizia
La Corte di Strasburgo che esercitano un loro come dire forte una loro forte influenza sulla questione della nomofilachia
Vedremo dall'ultimo che proprio la questa influenza ha portato a stabilire anche dei rapporti diversi e ci sono delle pronunce diciamo della Corte di giustizia e anche altre questioni persona desse rimesse che in qualche modo
Occhi richiedono una diversa considerazione della questione nella non lo fai della nomofilachia
Cercherò quindi di dare alcuni flash brevissimi su questi punti che ho richiamato
Sul primo quello più generale
Sulla storia della cultura giuridica è chiaro che la questione della non lo firmi della nomofilachia
è legata da una parte al mito della legge che appunto si può solo applicare o violare e in qualche modo diciamo così non è sul gettito è soggetta diciamo di diverse diciamo possibilità
E
A quella che è stata l'esperienza storica della istituzione del Tribunale Cassazione mille settecentonovanta che come voi ricorderete come ci ricordava Salvatore Satta fu istituito
Per difendere la legge così dicevano i rivoluzionari dagli attentati dei giudici
C'era quindi in questa nella stessa prospettazione dell'esistenza del tribunale una diciamo antagonismo potenziale fra legge e giudici considerati i protagonisti di un rapporto come dire in qualche modo conflittuale
Questo giustifica quella ricostruzione che la Cassazione ha fatto Calamandrei diciamo tutta pubblicistica organo costituzionale nel quale il ricorso dell'interesse della legge
Aveva più valore del ricorso del ricorso diciamo del privato che il ricorso del privato era costituito come un affidamento al privato dell'esercizio di una pubblica funzione
è in questo profilo oggi a
Riacquistato un vigore ad un vigore significativo con le ultime riforme che sono state ricordate del Codice di procedura civile e anche con quelle che sono state introdotte
Nel nuovo Codice del processo amministrativo che questa funzione nomofilattica tentano appunto di sottolineare intendendola come funzione di composizione dell'ordinamento
E di composizione all'interno di uno schema in cui si afferma anche una sorta di approccio gerarchico alla questioni dei giudici
La seconda questione riguarda l'organizzazione della giurisdizione eh risponde alla domanda a chi è attribuito il potere nomofilattico il potere la funzione nomofilattica di a chi spetta di chi è titolare questo per esempio per l'esperienza del Consiglio di Stato della giustizia amministrativa non è un profilo diciamo irrilevante
E non per questioni che riguardano come dire la difesa di una SDI uno status quanto perché
Per lungo tempo si è affermato anche in dottrina
Che in sostanza l'esercizio delle funzioni di nomofilachia fossero legate
Alla Cassazione in quanto giudice di Cassazione in quanto organizzato cioè come giudice che annulla la sentenza del Giudice della sentenza e non del rapporto
Questo non avveniva per esempio per il processo amministrativo nel quale diciamo il con il l'intervento del Consiglio di Stato diciamo era presi che era è
Era e continua ad essere l'intervento di un giudice di secondo grado di un giudice di appello
Anche se adesso si è qualche modo meglio profilato diciamo la natura di questo giudizio di appello come revisione fioristi stanzi o piuttosto che
Nuovo giudizio come nuovo giudizio
Questo però comporta una operazione molto come dire significativa
E cioè l'affermazione in base alla quale
Il Po la funzione nomofilattica è attribuita non in base all'organizzazione del giudizio
Ma il Basile alla considerazione allo al ruolo che nell'ordinamento sezionale della giurisdizione dato al nord
E in altri termini sostanzialmente diciamo il collocamento al vertice in apicibus all'ordinamento della giurisdizione o nel caso della giustizia amministrativa all'ordinamento di un settore della giurisdizione
Che conferisce questo funzione che conferisce questo potere
Da questo punto di vista la norma diciamo in qualche modo diciamo della fondativa della
Del potere nomofilattico della funzione nomofilattica dell'attribuzione
Della funzione nomofilattica giudici diversi dalla Cassazione è il centoundici nonché quella contenuta nel centoundici ultimo comma della caccia della Costituzione che sottrae le decisioni dei giudici speciali dal a
Ricorso per violazione di legge e vedendo lo so attribuendolo soltanto per vie questioni riguardanti la giurisdizione e il suo riparto
E appunto diciamo il giudice che giudica della violazione di legge e anche il giudice quando il posto in apicibus che
Dice la sua sulla esercizio della funzione di nomofilachia
Questo è importante in una condizione in cui oggi diciamo lo sviluppo delle materie che sono attribuite al più giurisdizione acquista un ruolo diverso
E acquista uno spazio molto rilevante ed risulta ancora più importante di fronte anche all'esercizio invece delle Sezioni Unite della Cassazione del potere di regolazione della giurisdizione
Che è e resta un potere di regolare la giurisdizione ma non un potere di riconoscere soldi entrare ciò di esaminare gli eventuali errore significando in procedendo che sono che sono fatti
Da perché siano eventualmente fatti dai giudici di quell'ordine di giurisdizione e di questo bisogna dare atto alla Cassazione che questo potere esercitato diciamo con
Molta accortezza con molta prudenza
La terza questione la questione del precedente sulla questione del precedente noi potremmo intrattenerci a lungo
Perché la
è diciamo potremmo ricordare come nell'esperienza diciamo ci sono tutta una serie di
Come dire di si istituti atti legati attorno al precedente che sono propri per esempio dell'ordinamento anglosassone che però hanno avuto in qualche ruolo appunto in anche nel nostro ordinamento e cominciano ad essere richiamati anche dallo stress
Dalla stessa diciamo dallo stesso giudice della giurisdizione della stessa Cassazione
Il vincolo del precedente la questione dell'o per routine per esempio il cambio diciamo di
Giurisprudenza la teoria dello stare decisi si sono tutti elementi che caratterizzano il
Diciamo così il l'ordinamento anglosassone macché
Anti adesso cominciano entrare anche nelle relazioni dell'ufficio del massimario della Corte di Cassazione e anche sostanzialmente talvolta nelle stesse decisioni dei giudici postino apicibus alla ai diversi organi di giurisdizione
Ora
Dei precedenti si ricorda una diciamo tradizionale distinzione si parla del precedente diciamo vincolante e del precedente persuasivo siamo la tradizione del nostro Paese anche della giurisprudenza del nostro Paese
Che FIPER lungo tempo il precedente per cui si è scelto sostanzialmente di
Ferire è e avere è stato il precedente persuasivo quel precedente che agisce sostanzialmente come un elemento
Di conforta non di formazione dell'opinione del giudice prima ancora che di conformazione la assunzione della regola del precedente persuasivo è invece una regola più recente che si lega sostanzialmente per un verso al potenziamento delle funzioni delle Sezioni Unite quindi alle modificazioni che sono state ricordate delle norme del Codice di procedura civile
è alla introduzione nel Codice del processo amministrativo di un apposito a disposizione
L'articolo novantanove del del Codice del processo amministrativo
Che nel diciamo disciplinare le funzioni che l'adunanza plenaria in modo speculare a quella delle Sezioni unite unite introduce sostanzialmente questo obbligo del rispetto del precedente
Per da parte del giudice diciamo dalla parte della Sezione del Consiglio di Stato diciamo e quindi l'obbligo di questa sezione di rimettere la questione all'adunanza plenaria in caso si volesse proporre un mutamento di giurisdizione
Si tratta di un cambiamento diciamo significativo perché in realtà l'abbandono diciamo della tecnica diciamo del per
Dente persuasivo con l'abbandono sosto nella diciamo il la preferenza per il precedente di tipo vincolante
Corrisponde a un'idea
Base
In base alla quale il ruolo delle Corti supreme acquista una valenza e una come dire significa do maggiore come antidoto alla di gestione della frammentazione Pella legislazione e quindi questo precedente vincolante
Enzo stanza almeno viene concepito come un rimedio nei confronti di quel vincolo che non riesce più a diventata avvenire sostanzialmente dalla legge
In questo quadro si perde siamo è chiaro peraltro che la questione del precedente vincolante non è propria soltanto del nostro ordinamento voi pensate che
L'House of Lords diciamo come dire
Perché ha preceduto alla core la Suprema Corte delle delle Regno Unito quando in sostanza ancora la Camera dei Lords
Era giudice di ultima istanza
No solo autoporto solo degli anni Sessanta a abbandonato l'idea che i propri precedenti non vincono Assaro essa stessa e che quindi ci fosse una impossibilità di lettura dico per l'Ulivo e di cambiamento
Di giurisprudenza una volta che sostanzialmente diciamo come dire si fosse convinti di questo il che dimostra che la flessibilità non è soltanto una diciamo non è talvolta così presente negli ordinamenti alcuno Sansoni
Come sostanzialmente rischia alcune volte noi pensiamo che sia
Ancora diciamo oggi dobbiamo dire che il precedente entrato in modo puntuale sostanzialmente all'interno della della della della del all'interno diciamo del nostro patrimonio normativo comune
Da questo punto di vista diciamo si può dire che il processo amministrativo è stato in qualche modo una fatto da battistrada forse perché era quello che meno si allontanava dall'esperienza chiamo creativa del giudice anglosassone
Perché perché diciamo la la citazione nel precedente diciamo del valore della rilevanza di un precedente
Viene introdotta sostanzialmente nell'ordinamento giuridico se non ricordo male con la norma che crea la decisione in forma semplificata
In un decreto legge che fu chiamato sblocca cantieri negli anni del novantasei novantasette che doveva velocizzare alle opere pubbliche e poi diventa norma di regime sostanzialmente né con il la legge duecentocinque del due mila
E poi ancora
Entra nel Codice del processo amministrativo come entra il precedente
Entra come indicazione di
Come dire di motivazione come luogo come precedente di cui occorreva tener conto per la nella motivazione della decisione in forma semplificata
La decisione in forma semplificata può essere motivata anche soltanto con il riferimento a precedenti conformi a precedenti consolidati
E quindi un tipo di motivazione che in sostanza diciamo diventa semplicemente
Come in qualche modo riassuntiva del fatto che non c'è ragione
Di cambiare giurisprudenza rispetto all'indicazione che per quello per in questo senso consente
Diciamo adesso di si risolverà già col mentre la controversia
Non a caso dopo questa introduce dopo questa introduzione nel codice del processo amministrativo il ruolo del precedente è stato valorizzato
In via generale mi riferisco in particolare all'articolo centodiciotto della disposizione di attuazione al Codice di procedura civile che
Con la legge del novantanove diciamo che la cosa come la riforma nel novantanove del due mila e nove
è stato anche esso modificato nel senso che il riferimento al precedente
è stato introdotto anche con riferimento alla più in generale alla motivazione della sentenza adesso
Nel nuovo testo del nuovo che l'articolo centodiciotto si dice infatti che la motivazione del testo della della sentenza avviene anche con riferimento al precedente
Questa operazione è continuata ovviamente nel Codice del processo amministrativo
Che detta una serie di disposizioni ultima di grande di rilievo per queste indicazione l'articolo settantaquattro del Codice del processo amministrativo sulla diciamo
Sul ruolo del precedente sulla possibilità della modifiche della della della della della
Decisione in forma semplificata l'articolo ottantotto sul contenuto della sentenza e anche il diciamo l'articolo novantanove sulla funzione la funzione nomofilattica nell'articolo
E anche nel Codice del processo civile ormai esiste una platea di norme che disciplinano in modo significativo il precedente per tutte penso all'articolo
Trecentosessanta bis che riguarda sostanzialmente il ricorso nell'interesse della legge
Da questo punto di vista si può dire che oggi nell'ordinamento esiste una il sistema diciamo di disposizioni
Che
Affronta la questione della nomofilachia dal punto del dall'altra faccia della luna non dalla faccia del potere conformativo dalla sentenza ma dalla faccia della rilevanza giuridica del precedente
Nella deformazione del convincimento del giudice
Questo è molto importante perché si fanno morfina Kia in via come dire successiva quando appunto si costringe o in qualche modo si obbliga il giudice
A un certo tipo di orientamento ma attraverso la codificazione del principio del precedente si opera un'opportuna nomofilachia anche in senso preventivo e si consenta in qualche modo di limitare la nomofilachia successiva
A di quei casi in cui sostanzialmente non ci sia stato questa adeguarsi al precedente
Altro profilo di carattere generale la giurisprudenza il rapporto con il sistema delle fogge
Con delle fonti qui non si tratta soltanto di stabilire se la sentenza del giudice è o non è fonte del diritto come sappiamo che ci sono ordinamenti in cui questo è ammesso ci sappiamo che
Ci sono ordinamenti come il nostro in cui si dice che il giudice diciamo la sentenza non è fonte anche se se ne riconosce il valore in qualche modo creativo
Il problema è che invece che la qualità delle leggi è il modo stesso in cui sono conformate le leggi si svoltosi riflette in modo diretto ed immediato sul modo di esercizio della funzione nomofilattica
Facciamo un esempio di tipo come dire
Più generale se la legge cosiddetti ma è una legge cosiddetta Maya larghe
E allora lo spazio per l'interpretazione per la giurisprudenza creatrice e quindi per l'intervento della funzione nomofilattica e molto più ampio se la legge è una legge a maglie strette che descrive sostanzialmente in modo puntuale
Il comportamento dei procedimenti diciamo le attività dei soggetti che sono chiamati in causa in sostanza la interpretazione nomofilattica sarà insolute Blotta o comunque legata estremamente al vincolo del rispetto diciamo così
Della successione delle scelte che la legge affatto
La situazione del nostro ordinamento è una situazione nella quale diciamo
Si è alla ad una almeno per quanto riguarda la legislazione amministrativa ad una originaria e
Tradizionale diciamo legislazione a maglie larghe si è adesso sussidi sostituita una diciamo legislazione per settori e a maglie strettissime
Il risultato diciamo di questa operazione è diciamo una come dire una inflazione normativa ad una confusione normativa che è difficile
Sostanzialmente come dire in qualche modo tenere a bada per Bari mi pare che sia sufficiente riguardare per tutti i casi per esempio il Codice
Degli appalti che consente all'interno di sé
A cinquecentocinquanta norme all'incirca sulle procedure di aggiudicazione sulle questioni di appalto che a loro volta recepiscono due direttive comunitarie
E che sono costruite in modo da non operare secondo l'indicazione dei principi generali per esempio il principio di partecipazione
La massima partecipazione per assicurare il principio di concorrenza ma al contrario per
Legare in fattispecie sempre più specifiche che sono fonte di enorme contenzioso i comportamenti delle parti e gli obblighi delle parti
Passiamo adesso
Alla
Al cuore quello che potrebbe essere il cuore sostanzialmente della della del qui di questo mio intervento e cioè la vicenda specifica della giustizia amministrativa la vicenda della giustizia amministrativa è uso qui consapevolmente la parola giustizia amministrativa
Nel senso che nell'esperienza del processo amministrativo come dire il processo amministrativo come ricordava Mario Nigro emerge
Siamo crea coopera all'emersione dell'interesse legittimo e quindi è stato almeno per lungo tempo costitutivo in qualche modo nella stessa situazione soggettiva che si andava a tutelare
Diciamo che cosicché nella esperienza della nomofilachia all'interno del sistema della giustizia amministrativa si può registrare un cammino che è legato a stagioni diverse del ruolo del giudice amministrativo
Per lungo tempo il giudice amministrativo
Diciamo non ha tanto interpretato la norma
Non ha applicato la norma ma molto spesso va creato la norma
Lo ha creato perché perché sita avevamo dei eravamo di fronte a quel tipo di legislazione di cui dicevo a maglie larghe anzi ha mai che l'ARDIS SISMI e a fronte di veri e propri diciamo così
Vuoti di di di vuoti di lei di di di di di di regolazione si trattava di dare risposte a domande di giustizia
Senza che ci fossero strumenti normativi che in qualche modo diretto ed indiretto di prevedessero in modo significativo
Qui chi si occupa di diritto amministrativo può sbizzarrirsi ma
Gli si diciamo le indicazioni diciamo sono moltissime
E io posso ricordare adesso il silenzio per esempio la disciplina del silenzio
Che fu tratta prima dall'articolo cinque del Testo Unico Comuni e Province e poi dall'articolo ventisette del Testo Unico sugli impiegati civili dello star quale dovesse essere la procedura diciamo generale per far valere idee perché il la illegittimità del silenzio dell'Amministrazione
E poi ancora diciamo viene ricordato per i va anche ricordato anche ieri in un convegno sulla plenaria il ruolo per esempio
Nel giudizio di ottemperanza del giudizio di ottemperanza è un giudizio che è stato dette dal mente costruito sostanzialmente dalla Quarta Sezione del Consiglio di Stato
Soprattutto più la quarta sezione del Consiglio di Stato costruì a suo tempo dalla ottemperanza che pure Eva un riconoscimento normativo delle
Delle alle sentenze del diritto il giudice ordinario l'ottemperanza
Le sentenze del giudice amministrativo
E si potrebbe ancora sostanzialmente indicare tutti o altri due altri motivi da questo punto di vista si può dire che è la prima fase della giurisprudenza
Diciamo dalla prima fase è quella che corrisponde alla vigenza dell'articolo quarantacinque del testo unico sul Consiglio di Stato che indica
Che fili che indica nell'adunanza plenaria il ruolo la diciamo l'organo chiamato a dirimere le i pochi conflitti potenziali o reali fra le diverse sezioni nel Consiglio di Stato si può dire che questa questa stagione non è stata tanto una funzioni ordinativi dice quanto una struttura una soluzione dice una una funzione creativi creatrice
Lotta l'adunanza plenaria attraverso queste Preside queste pronunce ed anche le sezioni singole del del Consiglio di Stato hanno sostanzialmente non tanto
Informato ho conformato ma creato istituti che non è sistema silenzio ottemperanza
L'ultima creazione di qualche decennio fa è quella dell'appello cautelare come voi sapete non c'era nessuna norma che prevedeva la paga impugnabilità delle ordinanze in tema di sospensione del provvedimento
E anche questa fu oggetto di una interpretazione creatrice dell'adunanza reale
Contemporaneamente si verificava una singolare situazione che Gary diciamo diversificano a questa esperienza da quella
Per esempio della Corte di Cassazione
E cioè
Che mentre diciamo la Corte di Cassazione aveva come dire una per a voi aveva dei giudici diciamo di merito diversi dalla Corte di Cassazione
Il
Giudice amministrativo per molti anni fino alla riforma dei tribunali amministrativi generali periti noi deleteri musei dei tribunali amministrativi regionali
Non era giudice di ultima istanza ma era giudice di unica istanza
Da questo punto di vista la diciamo nomofilachia aveva il valore e quindi di conformare l'operato delle sezioni ma non quella di indicare un principio di diritto che dovesse essere applicato sostanzialmente
Dal giudice posto i non gerarchicamente il ruolo un ruolo inferiore dal giudice di merito
Perché giudice l'unico appello che si conosceva era appello per esempio avverso la decisione delle giunte provinciali amministrative
Ma era un appello sostanzialmente che era giustamente considerato una impugnazione di una decisione non giurisdizionale ma di natura amministrativa davanti al giudice quindi una diversità della struttura
Della della crisi della diciamo della struttura sostanzialmente della
Ruolo diciamo nostri lattico dell'adunanza plenaria in relazione alla diversità dell'organizzazione del plesso giurisdizionale che non si era ancora sviluppato con un giudice periferico diverso dall'adunanza prima penali
Cosa succede adesso che sì a un certo punto si verificano due processi convergenti uno di tipo istituzionale è uno di tipo legislativo
Il processo istituzionale è quello che attua il programma contenuto nell'articolo centoventicinque sostanzialmente della Costituzione e cioè nell'attuazione dei giudici etici dei giudici amministrativi di primo grado
Che in sostanza contro
Per un verso costruiscono sostanzialmente il sistema della giustizia amministrativa
Dal basso per altro verso attribuiscono sostanzialmente alcol ruolo del Consiglio di Stato il giudice di posto posto i nei posti in apicibus indipendentemente dalla costruzione prima ancora che si costruisse l'appello
Quello del giudice amministrativo quella dell'esperienza del professor ministra tipo del sistema
I giustizialisti attiva eh quella l'esperienza di un sistema in cui il giudice di appello ha preceduto il giudice di primo grado singolare per questa ragione anche se la sua funzione
Allora non era ancora un giudice di appello quindi si costruisce l'organizzazione del sistema
Di tutela giurisdizionale
E nello stesso tempo si va o poco più in là diciamo così
Ha però si va in qualche modo sviluppando una tendenza fatta propria dal legislatore che è quella di dare copertura legislativa ai principi giurisprudenziali
Molti princìpi il principio della ragionevolezza il principio della motivazione
Il principio di efficienza del principio di efficacia del principio di pubblicità sono come dire appunto affermati in giurisprudenza e si sono affermati diciamo sostanzialmente da questa giurisprudenza creatrici
A un certo punto questi princìpi vengono come dire sussunte i dalla legge e vengono in sostanza codificati
La legge duecentoquarantuno del mille novecentonovanta esattamente regge che fa questa operazione e che fa di principi giurisprudenziali principi di rango legislativo
E a questo punto che interviene sostanzialmente una diversità del modo di operare del giudice amministrativo
E parimenti una diversità del modo di operare delle dall'esercitare la funzione di nomofilachia da parte del consiglio di stato ed in particolare poi dall'adunanza plenaria
Sul piano del lavoro del giudice il lavoro del giudice comincia a somigliare un po'più a quello del giudice di Cassazione
Chi è cioè un lavoro nel quale si tratta in qualche modo di interpretare la norma e non di ricavare il principio da una serie di disposizioni o addirittura da prassi che sono sostanzialmente diciamo così fra di loro disperse
Sul piano sostanzialmente dell'esercizio della funzione nomofilattica si affianca all'esistenza delle sezioni diverse all'adunanza plenaria
Si affianca il mondo dei giudici di primo grado che diventano anch'essi destinatari della diciamo così delle indicazioni provenienti dalla giurisprudenza della plenaria
Con tutto questo il diritto amministrativo mantiene sostanzialmente alcune peculiarità fortissime che stanno ancora diciamo sostanzialmente
Non solo nella sua funzione creativa ma nell'ambito sostanzialmente nel quale il giudice amministrativo si trova ad operare pure essendo un un mondo diciamo come dire ancora
Popolato sempre più popolato da leggi
Il giudice amministrativo continua per esempio utilizzare fonti che non sono fonti di diritto fonti non solo legislative e regolamentari ma soprattutto atti generali bandi generali atti di gara
Direttive tutte situazioni che acquistano un rilievo specifico per determinare il principio dell'azione del diritto amministrativo è un caso singolare perché è un caso di rilevanza diciamo così
Specifica non di elementi costituiscono fonti del diritto ma di elementi che vengono presi come vedremo adesso per
Coordinare e meglio diciamo indirizzare la discrezionalità amministrativa
Da questo punto di vista la cosa più significativa sta nel fatto che l'ambito della dell'esercizio della funzione del giudice tra funzione giudice amministrativo e quella dell'amplissimo della discrezionalità amministrativa
Qual è allora diciamo il modo di operare
Del giudice amministrativo che poi diventa anche modo di operare della legge quello di cercare di stabilire
Dei limiti delle indicazioni delle linee-guida che possono servire in qualche modo a valutare
La legittimità o illegittimità la ragionevolezza di ragionevolezza dell'uso di questa discrezionalità amministrativa
è un grande spazio bianco che viene coperto da una serie di indicazioni pensate per esempio alla figura sintomatica dell'eccesso di potere tutte le figure sintomatiche sono tutte di creazione giurisprudenziale
è solo nel novanta l'eccesso di potere è stato assunto diciamo non nelle sue figure sintomatiche ma
Diciamo come vizio da parte della legge duecentoquarantuno del mille novecentonovanta
Si perviene così a quella diciamo che
La situazione a cui in cui ci troviamo oggi la situazione ci troviamo oggi e quindi quella di una
Giurisdizione amministrativa che
Per un verso mantiene questa sua capacità di continuare a giudicare per clausola generali e per creare l'ho perso ha conosciuto nello stesso tempo questo forte in questa dimensione forte dimensione omologo omologa Trichet che viene dalla dalla tre dalla presenza sempre più forte della norma di legge
Di che che si occupa di di amministrazione all'interno del quadro generale
Questo ha portato questo processo si è avuto è una recente conclusione con il nuovo Codice del processo amministrativo
Che per un verso ha cercato di
Avvicinare l'esperienza della giustizia amministrativa quella del giudice amministrativo a quella che la giustizia ordinaria e peraltro nell'articolo novantanove con riferimento sostanzialmente proprio le funzioni dell'adunanza plenaria
Ha introdotto delle norme che sono assolutamente speculari
Per quel rispetto a quelle che sono contenuti adesso nel Codice di procedura civile per le Sezioni unite e per le diciamo è per l'obbligo delle Sezioni semplici di adeguarsi alla giurisprudenza delle Sezioni unite
Sembrava che con questo fosse stato posto diciamo in qualche modo un sigillo sostanzialmente a questa opera di unificazione
E tuttavia prima sostanzialmente nel campo della giustizia ordinaria POIN Cal campo della giustizia amministrativa
Si è riaperto in modo significativo il versante del rapporto con le altre giurisdizioni in particolare con la giurisdizione della Corte di giustizia dell'Unione europea
Mi riferisco in particolare per quanto riguarda la giurisdizione ordinaria alla consegna la sentenza è intervenuta in causa C tre in centonovanta sei zero nove intere di il contro fallimento Interedile con la quale
è stata sostanzialmente affermata
Ha affermato concordi con chiarezza diciamo che
L'esistenza di una norma procedurale nazionale non può rimettere in discussione la facoltà spettanti ai giudici nazionali non di ultima istanza
Di investire la Corte di una domanda di pronuncia pregiudiziale qualora essi nutrono dubbi come nella causa principale in merito all'interpretazione del diritto dell'Unione
Da ciò consegue che un il giudice nazionale che abbia esercitato la facoltà ad esso attribuita
Dal testo unico sul funzionamento dell'Unione europea è vincolato dall'interpretazione delle disposizioni delle questioni fornite dalla Corte deve
Valuta discostarsi dalla valutazione dell'organo giurisdizionale di grado superiore vuole esso riprenda in considerazione i detta interpretazione che queste ultime non siano conformi al diritto dell'Unione
C'è quindi nell'ambito diciamo coperto dalla disciplina dell'Unione europea una sorta di diritto di ribellione del giudice diciamo di
Merito o del giudice del giudice non di ultima istanza alla pronuncia sostanzialmente diciamo di ultima istanza Kennedy quella o che si possa essere ritenuta lesiva
Sostanzialmente di quella indicazione contenuta nella rete nel Diritto dell'Unione europea
In questa giurisprudenza nel processo amministrativo se n'è fatta una recente diciamo applicazione con la questione amatissima del rapporto fra il ricorso principale ricorso incidentale all'interno del processo amministrativo
Perché il in Tribunale amministrativo il Tribunale amministrativo del Piemonte
A rimesso sostanzialmente alla
Corte di giustizia la questione della legittimità o dell'opportunità della soluzione che l'adunanza la plenaria del Consiglio di Stato aveva dato con la
Interpretazione della con l'articolo con la sentenza numero quattro del mille due del due mila e undici
Sui rapporti fra l'uno e l'altra ricorso incidentale ricorso
Principale quando essi fossero escludenti
è intervenuta adesso la sentenza della Corte di giustizia che pur diciamo Melli mette inserendosi in quel
Insegnamento già proprio della sentenza ad un ANSA plenaria
Ha in qualche modo utili diciamo proprie visto una significativa eccezione
Nel caso della quale dice il cui diciamo le
Il ricorso principale del ricorso incidentale abbiano sostanzialmente non solo valore escludente ma diciamo sì controversa grossomodo della stessa materia
La c'è stata su questo diciamo poi un intero un intervento ulteriore dell'adunanza plenaria molto recente la sentenza numero nove nel due mila quattordici che appunto ha preso atto dell'ordinamento europeo
è nello stile della della dell'ordinamento della Corte di giustizia
E ha in qualche modo sostanzialmente diciamo Rain perpetrato la propria giurisprudenza alla luce delle indicazioni che prevedevano che per richiedere vivono dalla sentenza della Corte e anche alla luce devo dire delle tele diverse
Versioni che nelle diverse lingue del di Unione europea erano state date
Della sentenza della Corte affermando il principio in base al quale il giudizio del Codino il ricorso incidenti principale va comunque esaminato assieme al ricorso incidentale quando le questioni siano all'Inter più o meno della stessa specie
E a dando dei criteri per stabilire questa unicità della specie
Aggiungo mi avvio alla conclusione che i diciamo se si vuole problemi non sono finiti qui perché con una ordinanza abbastanza recente
Il diciamo il pugliesi il Consiglio di Giustizia della Regione amministrativa dalla Regione Siciliana
A rimesso alla Corte di giustizia e Unione europea una questione che riguarda direttamente diciamo l'articolo novantanove cioè quello sui poteri dell'alternanza plenaria
Diciamo alla alla cosa con riferimento diciamo al quadro
Legislativo della dell'Unione in particolare l'articolo duecentosessantasette del Trattato sul funzionamento dell'Unione
Ha chiesto cioè disconoscere se limitatamente alle questioni suscettibili di essere decise mediante l'applicazione del diritto dell'Unione europea ostico l'interpretazione di detto diritto
L'articolo novantanove comma tre nel Codice del processo amministrativo
Nella parte in cui tale disposizione processuale stabilisce la vincolatività per tutte le sezioni e i collegi del Collins in Consiglio di Stato di ogni principio di diritto enunciato dall'ambulanza plenaria
Anche laddove costi in modo preclaro che detta adunanza abbia affermato possa aver affermato
Un principio contrastante o incompatibile con il diritto dell'Unione europea
La diciamo ordinanza continua con altri sotto quesiti che riguardano sostanzialmente
La legittimazione a rimettere la questione alla Corte di giustizia se
In sostanza questa legittimazione quando si è in causa l'interpretazione dell'Unione spetti alle Sezioni semplici o cure nel caso di contrasto occorre passare davanti ad un ANSA plenaria
Queste questioni saranno esaminate diciamo dalla Corte di giustizia e vedremo che esito avrà
Debbo dire però che queste indicazioni diciamo che vengono da queste da queste ultime vicende ci servono in sostanza in qualche modo per riportare secondo me
Nella giusta nel nemmeno in quella che può essere definita una giusto un giusto quadro generale la questione della nomofilachia e cioè
Per un verso dobbiamo avere diciamo presente che
L'anofele chi ha è un valore importante e bene ha fatto il legislatore nazionale a sottolinearne LEA diciamo la
Improprio porto unità e l'esigenza
Ma si inserisce possa entra in una ottica nazionale
Che oggi le il sistema delle fonti è cambiato e che il sistema dei ardente i soggetti che sono presenti nell'arena dell'uno ma fino a Kiev è diverso che l'affermazione del primato sostanzialmente della
Della della della
Legislazione della giurisprudenza dell'Unione europea porta inevitabilmente a configurare la Corte di giustizia come un protagonista diciamo ineludibile della questione della nomofilachia
Si tratta allora di collegare insieme questo sistema il problema è
E se volete diciamo il segreto sta nel Consiglio diciamo nelle gare in modo adeguato in Cani ismi di formazione della non offre chi a livello nazionale con i meccanismi di intervento e di ingresso sostanzialmente dei principi e delle decisioni dell'Unione europea
Questo vi dico subito per quello che mi costa non è un problema soltanto italiano ma è un problema di tutti i diritti sostanzialmente e di tutti i Paesi europei che conoscono l'esistenza di Corti supreme in presenza già sostituto alle Corti supreme dei Paesi membri dell'Unione hanno l'esigenza diciamo di tener conto sostanzialmente delle diciamo della della presenza di questo nuovo soggetto di coordinare insieme questo tipo di indicazione
Io penso che da questo punto di vista diciamo la la presenza di più
Arena di più soggetti nell'arena della nomofilachia ci porta a una stagione diversa e nuova dello nomofilachia
Se prima la nomofilachia aveva un come dire un diciamo aveva un'ascendenza esclusivamente illuministica
D'Agata appunto al privato della legge allarmi potenza della legge oggi probabilmente la nomofilachia assomiglia di più a una regolazione di tipo medievale nella quale occorre mettere insieme ordinamenti diversi attorno a princìpi
Comuni vedremo se il futuro ci darà ragione o darà torto a questa ricostruzione dei fatti grazie
Grazie professore ora la parola conclusiva al professor Guido corso
Cercherò di essere in breve tenuto conto dell'orario
Ma io partirei
Dalla
Peculiarità della nomofilachia nell'ambito del sistema amministrativo
Il quale si caratterizza
Per il due
Tratti apparentemente in contrasto fra loro
Da un lato una gran quantità di leggi amministrative che regolano singole settori singole amministrazioni singoli procedimenti singoli atti
Dall'altro
Come ci ha spiegato il presidente pari Pajno una penuria
De l'esposizione di carattere generale
Basti pensare che
L'atto amministrativo ha trovato un suo regime legislativo
Efficacia validità invalidità autotutela solo nel due mila cinque
Che
La nozione di interesse legittimo di cui
La dottrina la giurisprudenza parlano dalla fine del diciannovesimo secolo
è entrato nella normativa nel mille novecentoquarantotto
Con gli articoli ventiquattro centotre e centotredici della Costituzione
è il discorso potrebbe continuare a lungo per esempio
Col fatto che il procedimento amministrativo come categoria di carattere generale ha trovato
Una
Regolazione solo nel mille novecentonovanta cioè con gran ritardo rispetto
Agli Stati Uniti mille novecentoquarantasei alla Spagna mi novecentocinquantotto alla Germania mille novecentosettantasei
Ebbene
Questi due elementi
Esigono già di per sé
Una
Azione di
Razionalizzazione
E di
Coordinamento
è
Questa azione è stata esercitata dal Consiglio di Stato dico al Consiglio di Stato
Perché non è stata un'opera soltanto dell'adunanza plenaria del Consiglio di Stato ma è stato un opera delle singole sezioni del Consiglio di Stato a partire dalla loro istituzione
La quarta mille novecentottantanove la quinta agli inizi del ventesimo secolo
La sesta nell'immediato secondo dopoguerra
è questa tecnica legislativa
De creare una massa di norme da un lato
E di lasciare delle grosse lacune dall'altro e più eseguita sino a tempi recenti
Basti pensare che la legge istitutiva dei tribunali amministrativi regionali
Attuativa nel mille novecentosettantuno
Con ritardo dell'articolo centoventicinque della Costituzione
Indica al Consiglio di Stato come giudice d'appello ma dedica
Al processo d'appello solo due disposizione
La prima
Che
Rinvia per quanto riguarda il procedimento al testo unico la legge sul Consiglio di Stato
E la seconda
Che dice che il giudice d'appello agli stessi poteri del giudice di primo grado
Il che a
Creato una serie di problemi sulla qualificazione della per l'amministrativo
Il problema è che sono stati affrontata e risolta dall'adunanza plenaria
Per esempio
Prendendo di petto il tema dell'effetto devoluti dei limiti dell'effetto devoluti vivo
Della
Trattamento giuridico in grado d'appello dei motivi assorbiti dal giudice di primo grado del trattamento giuridico in grado d'appello delle eccezione pregiudiziale sollevata in primo grado e non esaminati dal giudice
Cioè tutti i temi
Che
La legge lasciava scoperte
è questo tipo di approccio ci consentirebbe una lettura
Della
Delle decisione dell'adunanza plenaria a partire dalle origini essi ma oggi
Che
Metter rilievo l'apporto che al diritto amministrativo l'adunanza plenaria ripeto sulla scorta sullo stimolo del contributo quelle singola sezione ha dato dalle origini sino ad oggi
Ieri si è svolta alla consigliera è stato
Un un convegno
Di presentazione da una ricerca
Sulle sentenze dell'anno avanza plenaria del mille novecentosettantuno
Al mille novecentonovantatré
Una ricerca
Di cui uno dei promotore provo il il presidente Pajno
Che
Ambisce a coprire l'intero arco della della vita dell'adunanza penale dal mille novecentosette sino a oggi
E che ha segnalato una serie di elementi significativi
Pochissime
Però non c'è nel primo periodi o
Fondata soprattutto sul problema della distinzione tra le competenze della Quarta sezione giudice di legittimità e della quinta sezione giudice del merito
Un numero crescente di pronunce a partire dalla fine degli anni Venti
Per tutto il periodo fascista sino all'immediato dopoguerra
Periodo nel quale sono state costruite
Figure fondamentali come quella dell'atto impugnabile per esempio
O come quella
Del
Del della distinzione tratti
Autoritativi atti paritetici
Al fine della
Qualificazione della giurisdizione esclusiva del Consiglio di Stato in materia di impiego pubblico
Distinzione che peraltro
Eccede questo ambito perché oggi
Alla base della nozione di atto autoritativo una parte della dottrina pretende di contestare la Pontina ad avere
Una sua centralità nell'ambito del diritto amministrativo retto dal diritto pubblico
Nello scorso del
Dibattito di ieri
è stato segnalato per esempio un accentuarsi del numero delle pronunce
A partire dagli anni
Settanta ottanta in parte dovuto alla istituzione dei tribunali amministrativi regionale quindi alla necessità di razionalizzare i rapporti tra
I due gradi di giudizio
Ma in parte dovuto alla crescente sensibilità certe i temi
Rispetta il quale la legislazione precedente era scarsamente sensibile
Sempre il tema
Della tutelata la proprietà in relazione alla disciplina urbanistica
è
L'adunanza plenaria
A
Messo in luce la stessa nozione di vincolo preordinato all'espropriazione ha stabilito la necessità evita anticipando la Corte costituzionale
Della invece dalla necessità di predeterminare la durata del vincolo a segnato i limiti entro i quali vincoli urbanistici possono essere reiterate era
Dato una serie di indicazioni
Significative
Secondo uno dei e gli interventi di ieri c'era il Presidente lineare la attenzione per i temi dell'urbanistica della proprietà dell'indenni Enzo dell'esplorazione
è significativa anche ad una certa fase della storia italiana
Che abbiamo vissuto cioè dire la fase di intensa urbanizzazione
Intensa
Edificazione
Con la centralità di questi
Di questi
Temi
Che cosa è avvenuto sul piano normativo
Ma sul piano normativo
Direi che
La necessità
Di una funzione di razionalizzazione del sistema è stata percepita dal legislatore in modo assolutamente precoce
Sostanzialmente la stessa legge
Istitutiva alla quarta sezione del Consiglio di Stato la la legge triste appunto nel mille ottocento ottantanove
Che
Ripeto istituisce una sola sezione
Contiero a norma di questo tipo
Se l'azione azione riconosce che il punto di diritto sottoposta la sua decisione ha dato luogo
A precedente decisione tra loro difformi della stessa sezione
Potrà rinviare
Con ordinanza la discussione della controversa ad altra seduta plenaria con un concorso di nove votante cedere si presuppone e il contrasto si registra all'interno della stessa sezione venga risolto dalla stessa Sezione però con la composizione allargata non più di cinque
Giudice ma di nove giudice
è un embrione di quella funzione nomofilattica che poi verrà
Sistematizzato nel testo unico del mille novecentoventiquattro in cui
Se stabiliscono le due regole fondamentale tuttora centrale nell'ambito
La funzione di non ho preso affidasse non soltanto del giudice amministrativo
Lei da regola la rimessione all'adunanza plenaria da parte della stazione se rileva che il punto di diritto sottoposta al suo esame ha dato luogo o possa dar luogo a contrasti giurisprudenziale contrasti armata due sezioni
Il deferimento all'adunanza penale da parte del Presidente del Consiglio di Stato
De qualora quel ricorso che renda necessaria la risoluzione di questioni di massima di particolare importanza
Questa
Ulteriore innovazione cioè a dire questa iniziativa conferita Presidente del Consiglio di Stato consegue ad una novella del testo unico intervenuta nel mille novecento cinquanta
L'ultima tappa di questa vicenda ultima tappa di questa vicenda è costituita dal Codice del processo amministrativo
Poi c'è il processo amministrativo
Per un verso
Conferma le
Due regole desumibile dal testo unico del mille novecentoventiquattro
Ma ne aggiunge due nuove che sono mutuate dal Codice di procedura civile o meglio sono mutuata dalla novella del merito del due mila sei al Codice procedura civile
Caso ho sentito gli articoli per centosessantatré e trecento settanta quattro
Se la Sezione qui è stato assegnato il ricorso ritiene di non condividere un principio di diritto enunciato all'adunanza plenaria
Rimette a quest'ultima con ordinanza motivata la decisione del ricorso
Seconda regola
Se ritiene che la questione di particolare importanza all'adunanza plenaria può comunque enunciare il principio di diritto nell'interesse della legge anche quando dichiara il ricorso irricevibile inammissibile improcedibile ovvero l'estinzione del giudizio
In tali casi la pronuncia la doglianza plenaria
Non ha effetto sul provvedimento impugnato
Poi la prima delle due clausole ripeto
Mutuata l'articolo trecentosettantaquattro del codice di procedura civile
Con riferimento alla alle Sezioni unite della Cassazione si rafforza l'effetto vincolante della pronuncia all'adunanza plenaria
Senta esente dal principio di diritto enunciato adunanza plenaria la sezione o non può decidere l'appello con una diversa soluzione
Ma deve rimettere la questione all'adunanza plenaria sì che queste a sua volta tenuta esaminare la questione una seconda volta così che la soluzione precedente potrà essere o confermata o modificato
Parliamo di rafforzamento del vincolo e non di nascita del vincolo in capo alla Sezione perché anche prima della novella del due mila sei
Processo civile certa
Dottrina processo al civilistico civilistica aveva qualificato la pronuncia delle Sezioni Unite della Cassazione con un precedente relativamente vincolante
Un precedente capace di creare nella Sezione semplice un vero e proprio obbligo giuridico di adeguamento alla pronuncia stessa questa è la posizione né Gino Gorla per
Un suo contributo e meno centosettantasei anche se
L'opinione prevalente tre processo a liste che si trattasse
Tutt'al più d'un dovere di correttezza
Un dovere che risulta osservato
Anche in caso di dissenso purché la Sezione semplice pronunciandosi in senso difforme dalla giurisprudenza la Cassazione
E non ci accuratamente quelle che sono a suo avviso le novità anche giuridiche
E anche tra i debiti in via di interpretazione dal caso rispetto al precedente della Corte suprema queste linguaggio di Montesano
Ora
Cosa decreto legislativo del due mila sei numero quaranta è oggi
Con l'articolo novantanove comma terzo del Codice del processo amministrativo
Le ragioni del dissenso rispetto al precedente devono essere illustrato dalla Sezione
Non con una sentenza che decide il caso ma con un'ordinanza che rimette la questione alle Sezioni unite
Ho rispettivamente all'adunanza plenaria
Il dissenso non deve essere peraltro semplicemente manifestato deve essere argomentata perché l'ordinanza deve essere motivata
Come stabilisce con clausola apparentemente superfluo ma tanto super fa non è
Articolo novantanove comma terzo superfluo perché di obbligo di motivazione parla l'articolo cento undici della Costituzione con buona pace dei nostri tempi legislatore più recenti
Il vincolo per la Sezione semplice e per così dire di ordine procedurale
Non comporta un divieto di dissentire
Ma impone certe modalità per l'espressione del dissenso stessi
La Sezione semplice può avere una diversa convinzione sul principio di diritto ma deve esprimerlo nella forma obbligata della rimessione all'adunanza plenaria
Qualcuno a questo proposito ha parlato dell'introduzione in Italia l'ordinamento amministrativo del principio stare decisi se ordinamento
Di common law
Ma
Ammesso e non concesso che
Il principio ve lo stare decisi essa abbia ancora negli ordinamenti di common law la stessa forza del passato
Anche la Gran Bretagna e gli Stati Uniti sono sommerse dagli Stati U.L.S.S. cioè dagli Azzi cioè dalla legislazione
Ha messo questo non ritengo
Che
Il principio sia stato introdotte in Italia non solo non ritengo che non sia stato introdotto ma se fosse stato introdotto lo sarebbe stato con una norma incostituzionale
In un ordinamento in cui il giudice nel soggetto soltanto alla legge articolo centouno dalla Costituzione
In un ordinamento che esclude quindi che la giurisprudenza sia fonte del diritto e su questo
Nonostante tutte le
Ambiguità delle affermazione corrente io ho una convinzione fermissima
Verrebbe introdotto
Con lo stare decise sempre una nuova fonte
La giurisprudenza delle Sezioni Unite della NASA plenaria
Tra l'altro in violazione l'una regola costituzionale fondamentale ce n'è una regola che riserva alla Costituzione alla legge costituzionale la individuazione delle fonti del diritto
Ma direi che nello stesso tempo un principio del genere
Verrebbe a mono ma a menomare l'autonomia del giudice
Un'autonomia di giudizio che la Costituzione riconosce non soltanto
All'ordine giudiziario nel suo complesso
Ma riconosce ai singoli giudici Sonic giudici ci dice l'articolo centouno comma due della Costituzione che essa che la Costituzione
Vuole soggetti soltanto alla legge
Ove il soltanto a mio avviso esclude che essi possono essere soggette ad una istanza diversa dalla legge si batte pure delle Sezioni unite dalla Cassazione
O dell'ANSA Prado Lanza plenaria del Consiglio distanti
Del resto l'estensione la portata la consistenza del vincolo che l'articolo novantanove comma tre avrebbe introdotto nel nostro sistema
è stata esaminata dalla dottrina che si è occupata della questione
Anche dal punto di vista dei rimedi possibile contro la decisione del giudice riottoso che si discosta dal principio
Di diritto enunciato alla plenaria senza rimettere ad essa il caso
A questa dottrina è pervenuta generalmente alla conclusione che è difficile ipotizzare un rimedio quale che sia si è parlato del ricorso per Cassazione per motivi di giurisdizione
Di revocazione di opposizione di terzo del ricorso alla CEE
Cioè tutti tutte argomenti estremamente discutibile per non dire assolutamente privi di fondamento
In questo modo vengono confermati i limiti del vincolo attraverso l'accertate inesistenza di rimedi giuridici
Contro la sua inosservanza
L'altra novità introdotta dal Codice del processo amministrativo anche essa mutuata dalla Codice procedura civile
E contenuta nelle comma quindi
Se ritiene
Di una questione di particolare importanza l'adunanza plenaria può comunque enunciare il principio di diritto nell'interesse della legge anche quando dichiara il ricorso irricevibile inammissibile improcedibile ovvero dichiara l'estinzione del giudizio in questo caso la pronuncia l'adunanza plenaria
Non è affetto sul procedimento sul provvedimento impugnato
Direi che questa è la manifestazione più rilevante delle più estrema dalla funzione nomofilattica
Il momento della sua massima espansione perché la funzione in questo modo finisce per essere sganciata al caso concreto un tema che è stato affrontato
Copiosamente negli interventi precedenti
Perché al caso concreto viene risolto con una pronuncia di rito
Mentre la pronunce nell'adunanza plenaria si traduce in un chador
Che non vale per la causa ma come si esprima una vecchia sentenza la Cassazione penale
Sì concreta in una sorta di annunci implicito di giurisprudenza futura
Determinante affidamento per gli utenti della giustizia
è inutile rilevare
Che
Una clausola del genere rischia di moltiplicare rinvia alla plenaria che quando l'appello proposto avanti alla Sezione sia irricevibile inammissibile improcedibile
E per questo che
Con una sentenza recente l'adunanza plenaria come pure era stata sottoposta a una questione rilevante la compatibilità della domanda di risarcimento del danno da occupazione acquisitiva
Con la cancellazione di questo istituto all'ordinamento e di conseguenza la persistente proprietà dell'immobile in capo al ricorrente
La donazione plenaria
A
Saggiamente restituito gli atti alla sezione B emittente
In quel caso si trattava il Consiglio giustizia amministrativa per la Regione Siciliana perché valutasse le questioni preliminare
Due parole le conclusioni
Si è parlato molto di certezza del diritto anzi più di incertezza che di certezze
Si è qualificata la certezza del diritto come un mito
Si è
Fatta la diciamo la rassegna dei valori
Antitetici
Direi che
Realisticamente dovremmo prendere
Atto una serie di dati
Venti
L'interpretazione
Ce l'hanno spiegato i filosofi del diritto
Probabilmente cedendo
In relativismo
è suscettibile Lunardi pluralità di esiti la stessa Corte costituzionale
è aumentata la distinzione tra disposizione norma
Per
Tranne la conseguenza che da una stessa disposizione possono essere tratte più norme
Per esempio alcune compatibile con il dettato costituzionale altri incompatibile
La idea della interpretazione costituzionalmente orientata si pratica proprio su questa indirizza della Corte costituzionale
Per altro verso esistono
Le norme
Sulla interpretazione
Che sono ancora scritte nella disposizione preliminare del Codice civile
Che hanno una loro plausibilità che rispondono al senso comune
E che
Soprattutto
Sono sintonia col principio di legalità
Possiamo il richiedere
All'idea ottocento settecentesca del giudice Bush della lo ha
Ma che il giudice
Possa farsi l'one
A sua volta
è una
Conseguenza che non possiamo accettare
Cioè possiamo
Prendere atto del fatto
Che il giudice la può pensare diversamente
Purché in buona fede interpreti la legge alla quale soggetto
La certezza
La certezza direi che non è uno tra i valori del diritto la certezza e il valore fondante del diritto
Cioè non è necessario andare a leggere Hobbes per capire che una società
Esce dallo stato di natura
Quando ha la garanzia ho la certezza
Della
Stabilità del rapporto intersoggettiva
Ancorché questa stabilità come noblesse di assicurata darsi assicurata dalla dal tiranno dal sovrano
Quell'account con l'abilità
Di cui ci parlava il presidente Rovelli nel protocollo
Con
Con richiamando Max Weber
O se vogliamo
Richiamare
Il principio fondamentale di Kelsen pacta sunt servanda
Cioè a dire
La certezza del diritto
Un valore e deve fare i conti con la relatività dall'interpretazione ma che in ultima analisi
Beve
Fondare l'intero sistema
Da questo punto
Anche per la sua relazione col principio di eguaglianza ma non soltanto per questo perché la certezza un suono a suo valore autonomo rispetto lo stesso principio di uguaglianza
Ecco da questo punto di vista che ci sia
Un'altra funzione di nomofilachia non soltanto all'interno dell'ordinamento civile
E penale ma anche all'interno del
Sistema amministrativo cedere un sistema che è chiuso come ci ha spiegato presente Pajno richiamando l'articolo centoundici ultimo comma la Consip
Zone le sentenze del Consiglio di Stato e della Corte dei conti non sono impugnabile davanti alla Corte di Cassazione se non per motivi inerenti alla giurisdizione
Che ci sia una funzione di nomofilachia
In ciascuno degli ordinamenti
Secondo me e
Un valore che va conservato grazie
Ringrazio i relatori
Direi che possiamo concludere questa prima sessione richiamo l'attenzione sul fatto che ora
Nella sala incisi vi sarà la proiezione dell'azione teatrale processo il principe Carlo
Su Aldo da penosa grazie