19MAR2014
rubriche

Speciale Giustizia

RUBRICA | di Sergio Scandura RADIO - 21:06. Durata: 2 ore 2 min

Player
I parte: intervista di Sergio Scandura a Giovanni Salvi, Procuratore Capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania (19 marzo 2014).

II parte: seduta del 18 marzo 2014 della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere: audizione dei vertici della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, il Procuratore Capo Francesco Messineo, gli aggiunti Leonardo Agueci e Vittorio Teresi e il Pm Antonino Di Matteo).

Puntata di "Speciale Giustizia" di mercoledì 19 marzo 2014 , condotta da Sergio Scandura .

Sono stati discussi
i seguenti argomenti: Beni Immobili, Benzina, Carabinieri, Catania, Clandestinita', Corruzione, Cosa Nostra, Criminalita', Diritto, Droga, Elezioni, Estorsioni, Giustizia, Impresa, Interni, Istituzioni, Mafia, Magistratura, Messina Denaro, Narcotraffico, Palermo, Politica, Radio Radicale, Riina, Ros, Santapaola, Sequestro, Sicilia, Stato, Trasporti.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 2 ore e 2 minuti.

leggi tutto

riduci

21:06

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buonasera agli ascoltatori dello Special giustizia un cordiale saluto da Sergio Scandurra è così come saprete dall'ascolto della nostra rubrica di cronaca giudiziaria questa è la bandiamo per un attimo l'ascolto
Dei
Processi che registriamo quotidianamente per concederci all'ascolto di due documenti
Uno realizzato da Radio Radicale uno da un organo istituzionale
Più che altro per fare ancora una volta un po'il punto sentire anche le valutazioni e le analisi sempre sugli argomenti che riguardano la pervasività del fenomeno mafioso e anche ora lo capirete il perché forse due concezioni diverse
Che rimandano alla politica giudiziaria
E dei suoi vertici in due differenti direzioni distrettuali antimafia siciliane
Noi vi ascolteremo in prima battuta una andrebbe ma ha utile ed efficace intervista e che abbraccia anche argomenti Gennari di politica giudiziaria
Che abbiamo realizzato proprio oggi con il procuratore capo della Direzione distrettuale antimafia di Catania giovani salti
Il secondo documento invece non è stato ovviamente realizzato da Radio Radicale un po'più lungo ma rimanda la consuetudine di questo tipo di
Registrazioni che che cerchiamo di proporre anche sulle frequenze di Radio Radicale oltre che sull'integralità del sito Radio Radicale punto enti e ci riporta alla seduta di ieri
Alla Commissione bicamerale antimafia a palazzo San Macuto
Che ieri ha ascoltato con tanto di audizione dei vertici invece della Direzione distrettuale antimafia di Palermo dunque la Procura della Conca d'Oro che ha visto
Protagonisti davanti i commissari dell'antimafia presieduta da Rosi Bindi il procuratore capo Francesco Messineo e gli aggiunti Agueri CD interessi e il pubblico ministero Nino Di Matteo
Ascoltando questi due documenti forse sia alla percezione di le due approcci differenti seppur
Emergono o comunque anche con votazioni differenti per quanto riguarda
Piglio direzionali tra
Delle cosiddette famiglie
Per certi aspetti diverse ma
Sostanzialmente storicamente un polo sono state tra la Sicilia orientale quella occidentale
Cosa ci ha portato a noi di Radio Radicale a regalarci fisicamente presso la stanza del Procuratore Capo di Catania Giovanni Santi intanto uno spunto di cronaca giudiziaria importante
Che forse meritava ad essere coltivato da parte dei mezzi nazionali di stampa televisioni tanto quanto carta stampata
Che non si sono fidati più di tanto un'importante operazione di polizia giudiziaria che proprio alle alle falde dell'Etna ha avuto il suo culmine di cronaca con una
Confisca portata a compimento
Proprio dalla Procura retta da Giovanni Salvi in concerto con la Direzione investigativa antimafia e il Rossi Raggruppamento operativo speciale dell'Arma dei Carabinieri
Una confisca che ha avuto come bersaglio
Alcune aziende di autotrasporto riconducibili alle famiglie Ercolano Santapaola
Si tratta della confisca nota alle cronache di ieri delle aziende aggio trans che prevalentemente vede attivi gli accollano in questo caso
E che in realtà ci riporta un'altra richiesta che prende il nome di Sud pontino
Un'inchiesta che venne condotta dai magistrati campani
E che però o pur avendo una sua solidità contestuale
Per quanto riguarda la gestione delle di di ciò che oggi si si vengono chiamate agromafie
Anche il ministro Orlando mi sono giusti sono hanno peraltro in giornata preso parte a un appuntamento che su Cuba aveva proprio di questi argomenti
E quelli che sta lì però lo un paio di anni fa forse anche più
Dovette subire una sorta di censura da parte di alcuni organi terzi come
Tradizione giudiziaria come dice giudiziario ma a volte partenopeo vuole
Che
Per certi versi ha sanzionato o alcune deficienze
Alcune lacune ecco della magistratura requirente campana portando software sostanzialmente alla scarcerazione e al rigetto di alcune istanze
Da parte di organi terzi peraltro stiamo parlando comunque neppure tributi dibattimenti ma ancora di fasi preliminari delle indagini
Volendo essere un po'sarcastici e maliziosi potremmo dire che in realtà
La l'iniziativa giudiziaria della Procura di Catania
Retta dal dottor Salvi sostanzialmente mette per una pezza a quelle a quelle lacune
La confisca a un solo perché è in termini di importanza stiamo parlando di dieci milioni dieci
Quantificati stimati dagli organi investigativi appunto di al rosso in questo in questo caso però l'intervista al dottor Salvi in realtà
C'ha portato già che c'eravamo a sollecitare
L'opinione della valutazione dottor Salvi anche in altri argomenti
Che tutto sommato rimandare a un bilancio di attività del dottor Salvi di poco più di due anni
Dalla sua presenza del vizio passando alla storia come primo procuratore capo non catanese dal dopoguerra ad oggi
L'arrivo del dottor Salvi sicuramente si è fatto sentire in una realtà non facile come
Quella di Catania tante
Che partendo dall'operazione di polizia giudiziaria di ieri
Siamo arrivati a parlare anche dello stato della mafia della connotazione delle associazioni mafiose degli soggetti ad essi contigui rispetto alla Sicilia occidentale
Sembrerebbe che la tradizionale ma finto editoriale catanese
Sia un po'al rimorchio di quella campana
Poiché
Ci siamo occupati anche di altre inchieste prendendo spunto dal caso scottante della formazione professionale uno dei capisaldi del clientelismo della politica isolana
In Sicilia ci sono diverse inchieste come sapete a Messina non poco fa discutere la richiesta dei giudici del il distretto messinese
Verso la Giunta per l'autorizzazione a procedere
Del parlamento a carico del dell'esponente politico
Francantonio Genovese un uomo
Assai conosciuto nato nella Prima Repubblica nella
Democrazia cristiana della Prima Repubblica però le inchieste sulla formazione professionale aprono una riflessione che abbiamo proposto più volte proprio carisma limitrofi una speciale giustizia
Laddove non si configurano reati di quattrocentosedici bis o parenti del quattrocentosedici bis non co questo non significa che non siano meno gravi
Che non siano meno importanti
E allora davvero o tutto è mafia oppure niente oppure ci sono
Atteggiamenti e riflessi mafiosi da parte di attori politici e imprenditoriali non necessariamente riconducibili ai reati parenti del quattrocentosedici bis
Del concorso esterno centodieci quattrocentosedici bis o dell'aggravante ex articolo sette
Altri argomenti di riflessione che ascolteremo col Procuratore saldi rimandano all'organizzazione degli uffici
Ci siamo chiesti cosa le ha pensato della circolare Pignatone su ciò che chiameremo una sorta di raccolta differenziata da parte della magistratura requirente
Che deve fare i conti con gli intasamenti in alcuni distretti italiani
Dei procedimenti penali nelle varie Corti d'appello e ultimo ma non per questo meno importante argomento sovraffollamento carceri
Già in altre occasioni Salvia palesato la sua contrarietà rispetto alla iniziativa radicale
Sua missiva indulto però gli va dato atto sicuramente una sensibilità sul tema delle condizioni
Delle delega ci
E ci parla di quanto ha fatto soprattutto a me ciò che fu un caso scandalo su quello della
La casa circondariale di piazza Lanza proprio nel centro del capoluogo etneo
Questo per quanto riguarda salti e ora in sedici minuti l'intervista di fatti un'idea di una
Di una visione
Della
Del di di un Procuratore Capo di una sua Direzione distrettuale antimafia
Poi quando passeremo alla audizione invece te i magistrati palermitani forse ci sono anche altre considerazioni da farvi
Notare nell'introduzione che poi ci porterà all'ascolto anche della parte documentale della Commissione bicamerale antimafia però intanto sentiamo quest'intervista che il Procuratore Salvi a rilasciata ai nostri microfoni
Radio radicale siamo con Giovanni Salvi procuratore capo di Catania in servizio nel distretto torneo da più di due anni passerà alla storia peraltro come
Il primo procuratore non catanese dal dopoguerra
Ad oggi intanto per trovato i microfoni di Radio Radicale grazie
Senta saldi ieri avete dato luogo in concerto con la DIA e ROS dei Carabinieri è un'operazione parecchio significativa che ha
Colpito diciamo gli assetti imprenditoriali alcuni assetti imprenditoriale della famiglia
Ercolano Santapaola
Che culminata con una confisca quantificate ora non abbiamo l'inventario preciso nella votare avviamento in dieci milioni dieci di euro ci vuol parlare di questa operazione
Si naturalmente le valutazioni sono valutazioni diciamo
Che vengono fatte
Ne ha grandi linee
Quello che conta è che siano state confiscati due importanti aziende
Chi fanno riferimento a apparire del tribunale per quanto noi abbiamo cercato di dimostrare in origine
A Giuseppe percolano cioè ad un'importante esponente della criminalità organizzata
Catanese
Come sapete Vincenzo Ercolano che la persona nei cui confronti è stata in seguito poi la la misura
De di confisca non ne è stato ritenuto non vi è stata una misura di prevenzione personale nei suoi confronti quindi è stata una misura che riguarda proprio le aziende in quanto tali
Questo provvedimento ha richiesto notevole lavoro perché un prima richiesta presentata dalla DDA
Non era stata colta dal tribunale quindi da procura ha
Cercato di da rafforzare perché mancavano molti degli elementi che nel frattempo erano stati raccolti
Riferimento però distretto campano se non sbaglio dell'indagine che naturalmente però
Durante i nostri c'è esattamente però quella misura di prevenzione viene comunque richiesta
Qui a Catania e quindi poi tocca comunque alla Procura occuparsene
E quindi è stato allora rafforzato questo materiale di prova attraverso il lavoro del ROS Raggruppamento operativo speciale e qui collaboratori che nel tempo avevano fornito degli elementi
Si tratta di un quindi per questa ragione c'è il sequestro insieme confisca perché in genere prima c'è il sequestro e poi al termine della procedura c'è la confisca in questo caso abbiamo avuto contestualmente i due provvedimenti
Senta la notizia secondo me merita di essere coltivata magari non lo hanno fatto le testate nazionali perché ultimamente insomma se non è il cortile di Riina non fa notizia
Però questa vicenda qua che ci richiama l'operazione sud pontino
Cipo un attimo dare la misura dello Stato diciamo delle ma della mafia delle mafie
E anche delle dei soggetti alloro contigui perché è singolare come l'operazione sud pontino
Vede sostanzialmente le produzioni di primizie prodotte non so a vittoria a noi centri notti
Trasportate su gomma
Appunto da da attori catanesi e poi confezionati dai Casalesi
E con la lattuga che sostanzialmente ci raccontarono alcuni anni fa con sul collo liberazione dell'operazione su pontino che torna i banchi dei supermercati con maggiorazioni anche il duecento per
Cento
Questo cosa suggerisce che la mafia siciliana o i soggetti comunque contigui alle mafie siciliane vanno a rimorchio qui per usare appunto un termine capitalistico
Della camorra di fenomeni appunto più pervasivi in questo momento magari della mafia siciliana
No io credo che la mafia siciliana sia tuttora molto forte sia lo sia
Però in una maniera diciamo più strutturata rispetto ad altre forme di organizzazione qui a Catania e tradizionale la presenza
Diciamo il di un'imprenditoria o mafiosa o che ha utilizzato nel tempo i
Canali mafiosi per rafforzarsi è questo che rende particolare Catania anche particolarmente difficile operare qui non c'è
Solo tanto una criminalità da strada ma c'è una criminalità anche spesso ci lega
A fenomeni
Piuttosto il più rilevante possano asporto su gomma è sempre stato un centro di queste di possibile interesse di questa organizzazione
Però persone da un connotato diciamo logistico organizzativo forse un po'diverso dalla mafia della Sicilia occidentale o sbaglio
Si è difficile dirlo nel senso che le le organizzazioni mafiose catanesi sono anche più meno granitiche rispetto a quelle della mafia occidentale forse anche
Proprio per questa Fossa degli aspetto imprenditoriale ma sono
Anche sul piano
Come si usa dire militare molto pericolose insomma non
Anche
Recentemente
Abbiamo avuto degli episodi preoccupanti qui perché il la
I risultati di si sono ottenuti lei pensi che soltanto degli ultimi
Due mesi dicevo due mesi e mezzo abbiamo eseguito solo solo come misura di Diana con l'aggravante o contestata o riconosciuta diciamo in qualche caso non è stata riconosciuta ma
Comunque ho con l'aggravante della mafiosità più di duecento misure cautelari
Che nell'anno passato abbiamo
Ottenuto dei risultati molto significativi per diversi omicidi verificatisi negli anni lontani anche per molti che
Si sono verificati nella zona di Caltagirone cioè quello che voglio dire e che colpi che sono stati inferti alla criminalità organizzata ne hanno determinato la necessità di riorganizzazione
E questo naturalmente può comportare dei territori
Voi avete anche delle importanti indagini che riguardano il cosiddetto scottante caso della formazione professionale qui entriamo diciamo anche nel ruolo della
Sicula politica
Le cronache di queste ore ci danno conto anche di provvedimenti chiesti dal ristretto messinese alla tutta
Per l'autorizzazione a procedere a carico di un noto parlamentare del PD come genovese però ecco visto che lei citava diciamo formulazioni
Per quanto riguarda i capi imputazione
Del quattrocentosedici bis sono aggravanti ex articolo sette che dir si voglia
La vicenda della formazione professionale sta fuori da questo carattere di configurare il reato
Quindi questo cosa suggerisce che altri
A volte si può cadere nell'errore che ove tutto mafia o e niente e quindi ci sono magari dei riflessi meramente mafiosità attori politici
E imprenditoriali non necessariamente riconducibile a reati parenti del quattrocentosedici bis sin qui sto da un lato dall'altro lei coglie un aspetto molto importante del nostro lavoro anche innovativo
Perché vede vi era forse un pregiudizio e cioè che tutto dovesse essere in qualche maniera riconducibile alla marcia infatti spesso dei reati contro la pubblica amministrazione nascono
Come reati nell'ambito di indagini per reati associativi questo nel passato ha avuto però di degli effetti negativi perché siccome i termini di prescrizione
Per i reati in materia
Di
Pubblica amministrazione sono spesso molto più brevi di quelli in materia di reati di mafia
Reati anche gravi hanno finito per essere un po'fagocitati assorbiti diciamo in questo calderone è venuto fuori poco
La scelta che abbiamo fatto noi è stata quella di potenziare molto il lavoro dei gruppi specializzati sulla pubblica amministrazione che sui reati contro l'economia
E quindi stiamo cercando di colpire questi questi reati in maniera diciamo autonoma qualche risultato si sta ottenendo
Certo poi c'è anche forse un problema che il carico di lavoro che hanno Corti d'Appello italiane allora in questo ultimamente abbiamo appreso tutti della cosiddetta circolare Pignatone nella conoscerà benissimo che a questo punto fa il paio anche con la famosa circolare
Maddalena da questo punto di vista si dovrebbe riaprire fosse un dibattito sulle
L'obbligatorietà dell'azione penale che financo Falcone voleva abolire è comunque appunto questo
Fa vedere come voi stessi della magistratura requirente siate un po'costretti a fare una raccolta differenziata delle indagini
Io non penso che ci sia un tabù a discutere di questo l'importante discutere avendo consapevolezza di che cosa voglia dire obbligatorietà dell'azione penale
Mio apparire
Si tratta di un criterio di distribuzione della responsabilità
L'azione penale obbligatoria vuol dire che il Pubblico Ministero di incidere sulla base di criteri legali predeterminati sottoposti al controllo del giudice
Quindi
Possono queste mentre invece quando l'azione penale discrezionale non è che necessariamente voglio dire arbitraria no col dire semplicemente che il credito di tipi di controllo sul pubblico ministero sono diverso non è più il giudice allora in questo grande discriminazione
In queste grande diciamo diversità di scelte poi si pone un problema diverso perché il numero dei procedimenti e le scelte diciamo
Di organizzazione giudiziaria e che quindi sono diverse si porrebbero tanto con la discrezionalità quanto con la bollinatura diretta rimane il problema di chi ne è responsabile quindi una volta chiarito questo e quindi il fatto che si
Possono trovare dei criteri di responsabilità anche per queste scelte organizzative
Certamente il problema c'è
C'è soprattutto per le corna ed avere una circolare come quella che ha fatto Pignatone questo distratti in questo in cui in quel senso in con quello non ne abbiamo bisogno così come organizzata quella della Procura di Roma perché loro hanno un problema molto serio diciamo di rapporto tra
Il i processi del primo grado e quelli richiesti quindi noi non abbiamo bisogno di quello dove abbiamo un altro problema infatti stiamo studiando la soluzione per questo perché eventualmente prenderemo
Delle decisioni simili ma diverse
Tarate sulla nostra
S'realtà queste situazioni potranno essere quelle di utilizzare i criteri di priorità
In maniera da assicurare maggiore efficacia ad così come già prevede la legge ad alcune materia in maniera più incisiva rispetto come facciamo adesso
Problema diverso quindi da quello che loro hanno affrontato
In questo caso i criteri di priorità a cui sono fanno parte del progetto organizzativo sono sottoposte
A un controllo abbastanza come posso dire intenso perché vanno contro il Consiglio giudiziario poi vanno al Consiglio Superiore della Magistratura dirigente valutato ogni quattro anni
Anche sulla base di queste scelte
Un'ultima questione dottor Salvi
Lei sa di uno stato abbastanza sensibile sulla questione delle delle carceri questione sollevata dai radicali benché sappiamo nota la sua
Posizione diciamo avversa alla soluzione amnistia e indulto tuttavia avuto oggettivamente
Una una sensibilità dimostrata sul tema
Soprattutto qui a Catania dove c'è un caso clamoroso come quello del carcere di piazza Lanza però ci sono due notizie che val la pena forse
Su cui vale la pena riflettere la mancata estradizione nei giorni scorsi di un
Somalo da parte delle autorità
Inglesi nel distretto di
Di Firenze e
Non ultimo che anche gli aspetti clamorosi questo giudice della corte di questo ministero
Che ha negato lei l'estradizione di un mafioso marcatore
Non lo restituisce a Palermo perché dice sapete che c'è di nuovo lo dice nei dispositivi di sentenza di quei giudici mesi fa
Dispositivi molto brevi poche pagine
Cioè sapere che c'è di nuovo io questo detenuto lo tengo in Inghilterra non ve lo mando perché gli garantisco non dice quasi l'incolumità ma va a parare in virtù del fatto che l'Italia viola sistematicamente
Le condizioni dei detenuti il giudice cita financo la sentenza Torregiani questo dispositivo e financo una cosa che non si è vista mai ci del messaggio del Capo dello Stato spedito alle Camere
Allora lei mi ha fatto una domanda molto complessa e chiede per me è fondamentale mi affascina devo dire io sono orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto qui a Catania sulle carceri anche perché penso che
In qualche maniera di anche indicazioni su quello che si potrebbe fare allora innanzitutto lei deve parlare del carcere di piazza Lanza della casa circondariale di piazza Lanza come il più nei termini in cui ne ha parlato al passato
Perché noi abbiamo completamente eliminato il sovraffollamento del carcere di piazza Lanza abbiamo chiuso dico abbiamo perché lo ha fatto il dato con la direzione del carcere ma io
Sono stato poco costruttivo seguito passo per passo queste vicende
è stato chiuso il mio cito il famigerato i vincitori del reparto di isolamento che era effettivamente indegno di un Paese civile che le posso dare l'anticipazione che
In questi giorni cioè nelle nelle prossime settimane verrà aperto il nuovo reparto occhi pre-parto ordigno
Dell'Italia e dell'Europa come abbiamo eliminato il sovraffollamento abbiamo eliminato il sovraffollamento impedendo la possibilità che vi siano detenzioni brevi
Quindi le posso dare anche delle città che cito a memoria quando abbiamo iniziato questo progetto delle direttissime
A novembre due mila e undici nel due mila undici c'erano mille e tre detenuti che in un anno erano stati detenuti per meno di cinque giorni
Nel due mila e tredici sono trecentoquaranta
Complessivamente abbiamo abbattuto l'ingressi di bassa sicurezza di circa la metà cioè dal due mila trecentosessanta circa
A mille duecento e passa quindi abbiamo dimezzato pressoché gli ingressi in carcere per la bassa sicurezza e nello stesso tempo abbiamo aumentato gli ingressi
Della alta e media sicurezza cioè di coloro che effettivamente
In carcere ebbene che che che ci vadano quindi questo e
Il segnale diciamo di un lavoro che si può fare innanzitutto e questo ha portato questa combinazione di iniziative del dato cioè del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
E della direzione scusi se sono lungo ma una cosa che mi appassiona della direzione abbiamo ottenuto diciamo
Detenzione condizioni migliori e più spazio noi abbiamo ridotto il numero di persone che sono detenute
Molte grazie dottor Santi perfettamente così il procuratore capo Giovanni Salvi nostri microfoni
Già da un'intervista di poco più di un quarto d'ora vi siete fatti forse su un'idea di un modello di guida di una Direzione distrettuale antimafia nell'isola
E adesso però con un documento un po'più lungo allo andiamo alla cominciamo introduce al invece dalla seduta che ha avuto luogo ieri alla Commissione bicamerale antimafia presieduta da da Rosi Bindi
E che ha ha visto protagonista appunto il procuratore capo di Palermo Francesco Messineo ma soprattutto anche gli aggiunti Leonardo Agueci Vittorio Teresi il pubblico ministero Antonino Di Matteo
Che dire
Ma questo è uno Pignone del cronista che non necessariamente debba essere condivisa
Però ci sembra di capire una volta che un ascoltatori interviste con Sarpi e dopo aver ascoltato questa
Audizione dei magistrati di Palermo alla Commissione bicamerale antimafia che ci sia una
Certa differenza
Tra chi comunque lavora sull'oggi
E chi come disse Martelli in una intervista rilasciata tempo fa mai ma un quotidiano nazionale perdonateci non ricordiamo quale
E chi ha forse anche una visione un po'archeologica del dell'iniziativa giudiziaria per quanto riguarda il contrasto alla criminalità mafioso
Però appunti
Questo legavo Messineo intanto ci racconta insieme sui magistrati una volta di più ci raccontano la loro opposizione ferma sulla sul processo
Della cosiddetta trattativa stato mafia
Però c'è qualcosa che che che colpisce quante volte vi abbiamo detto dell'attuale oggettiva difficoltà della mafia soprattutto quella
Occidentale un po'ridotta disbrigo con regime disbrigo pratiche correnti
Alcune inchieste che hanno dimostrato come per esempio i Malacarne di quartiere arrivavano addirittura a comprarsi la la cocaina
In Campania corro perché ecco negli anni settanta tanta forse non avremmo visto
Sembrano essere lontani tempi in cui
C'erano soggetti come carovane Cultrera che autonomamente portavano le sostanze stupefacenti dall'America latina
Questo un termometro aggiunto anche alle ultime inc
Le ultime risultanze investigative l'arresto della sorella di Matteo Messina Denaro che nelle maglie dell'inchiesta mette in luce a una famiglia mafiosa che litiga su poche migliaia di euro
Financo a
A aggredire addirittura la vicenda di una di una donna per una questione di asse ereditario ma siamo sempre sulle poche migliaia di lire ma non ce l'avevate detto che questi erano
I capilista più ricercati e più ricchi financo deleteria dei cinesi
è però Messineo ci racconta che oggi la mafia fa gli affari fa i suoi affari con i distributori di benzina taroccati ovvero ne hanno la Guardia di Finanza nel capoluogo siciliano trovati tanti
Ma è questo il core business attuale della mafia siciliana viene da chiedersi
Poi
Altri aspetti trattati in questa audizione il rapporto mafia e politica
Affrontato anche dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci Messineo racconta i commissari della bicamerale antimafia di come Cosa Nostra abbia un esercito intero in grado di
Condizionare
Non solo l'andamento degli enti locali ma financo e soprattutto le campagne elettorali che di lì a poco hanno spalmato il consigliere di
Comunali soprattutto che
Che poi
Balzano agli onori di cronaca con gli scioglimenti coatti disposti dal criminale dei
Dei Comuni
Per mafia e e la politica siciliana in in generale
Però bisognerebbe forse capire quale è la vera unidirezionali da dell'azione e la mafia che circa la politica o non piuttosto
Viceversa e quando i politici di quartiere o comunali che dir si voglia incomincerà a distribuire i buoni carburante
Volpi le banconote da cinquanta o altri fenomeni di compravendita dei voti ma siamo sicuri che non siano loro a rivolgersi I Malacarne di quartiere
E utilizzarli diciamo come ultimo miglio per la distribuzione del
Appunto dei
Di ciò che poi viene usato per comprare
Per comprare i voti e siamo sicuri che la formazione professionale sia gestita esclusivamente
è unidirezionale mentre dalle famiglie mafiose o piuttosto non il contrario sono
Sono interrogativi che
Che rimangono però certi intanto a quanto pare assentire quest'audizione siamo fermi alle pompe di benzina taroccate che poi
Non è che ce ne siano migliaia in una città
Non è che ci siano decine di migliaia in una città di Palermo in questo caso si tratta di un business si illegale col taroccamento del carburante
Che è stato rintracciato dalla Guardia di Finanza del capoluogo siciliano però certo
Non è un fenomeno di polverizzazione del mercato clandestino sicuramente non ampio e complesso come può essere quello che rimanda al traffico di stupefacenti
Però siamo i distributori di benzina
Facciamo proviamo a capire di che si tratta in questa audizione dei
Magistrati di Palermo alla Commissione antimafia che vi diciamo subito ogni tanto vedrà delle piccole pause perché viene richiesto
Dai
Magistrati anche dei commissari a volte la secretazione della
Della seduta della Commissione bicamerale
Antimafia però insomma il materiale per ascoltare esce e quindi
Ascoltiamo questa
Seduta della Commissione cedendo subito la parola al presidente Rosi Bindi lo riterranno opportuno potranno chiedere che i lavori della Commissione proseguano in seduta segreta
Ringrazio il Procuratore Messineo e gli altri magistrati della DDA di Palermo per la loro presenza e loro disponibilità
Se i magistrati non ha nulla da aggiungere a quanto dichiarato nella scorsa edizione io inviterei i commissari che vogliano intervenire iscriversi a parlare oppure dopo le in piedi la parola
Al Procuratore Messineo che ringrazio anche per aver fornito e per aver già indirizzato alla Commissione un promemoria sul possibile modifiche normativi del Codice antimafia e non solo che quali siamo particolarmente grati
Non è presidente sono io che la ringrazio anche a nome dei colleghi
Per questa prosecuzione che credo sarà utile anche per chiarire alcuni aspetti che l'altra volta non è stato possibile
Esplorare in modo
Approfondito volevo soltanto giustificare l'assenza della dottoressa Principato della collega Principato che ha problemi di salute e quindi incaricati
Mentre il Procuratore aggiunto Scalia che rappresenta la volta scorsa non è venuto perché impegnato in altre attività ma ha redatto una relazione che se del caso potrei essere
Per il resto no noi non riteniamo di fare delle particolari dichiarazioni all'inizio anche se
C'è forse qualche altra piccola novità nel senso che si è verificato un omicidio di mafia Palermo il che
Ci consente di
Costruire una una ipotesi di evoluzione possibile della situazione della mafia Palermo ma credo che potrà emergere nel corso della discussione quindi io
La ringrazio ancora come lei ha detto è stato preso abbiamo presentato un promemoria
Per fissare alcune alcuni punti relativi a riforme legislative secondo noi indispensabili e che ci auguriamo vengano
Portate avanti e poi naturalmente siamo a disposizione della Commissione per
Qualsiasi domanda o per chiarimenti che dovessero essere richiesti grazie
Procuratore allora prime scritto al Vicepresidente fa
Grazie Presidente grazie Procuratore
La volta scorsa nel
Forse i vostri interventi più volte
Apparsa
La
L'immagine di una mafia senta più sistema criminale
Anche con un rapporto con la politica e che si è voluto nel corso
Negli anni
Io scopo primario
Architrave
Diciamo del tra
Di questa Commissione provare a esaminare ad aggiornare il rapporto tra le mafie e la politica per cui richiedere se su questo
Può offrirci dei suoi colleghi qualche spunto in più in particolare
Su
Quale può essere stata la funzione di una destra diciamo con caratteristiche abbastanza eversive a partire da stazione stragista ad oggi
Che noi diamo agitarsi ogni tanto sullo sfondo adesso arrivata questa rivendicazione della falange armata
C'è questo luogo di Rosario Cattafi
Continua adesso l'anello di congiunzione tra servizi ambiente l'estrema destra e che forse non casualmente è uno dei detenuti per i quali utilizzando la convenzione di cui
Sappiamo anche informazioni è stata chiesta
Di riconoscere frequentazioni comunicazioni telefoniche e quant'altro
Ci sembra che in l'ombra di questa destra non abbiamo una IP duri episodicità ma è come se fosse un elemento strutturato
Nel rapporto deviato tra la politica è facile chiedere se su questo forse ci approfondimento e altri due punti uno più specifico riguarda
Le denunce sono state fatte dal Presidente l'Ente regionale mi sembra fosse di fatto dottor Cicero
Denunce a mezzo stampa
E che poi avrebbe dovuto
Approfondire anche con la Procura della Repubblica
Assumendo che ci fossero dei parlamentari regionali in carica
Che esso risultano non soltanto legati ma in qualche modo anche referenti e garanti di pezzi di Cosa nostra se su questo ci può dare qualche elemento in più natura necessario sensato ritengo riteniamo anche Segretario la seduta
E l'ultimo punto riguarda
Che poi si si collega per necessità col con il l'intero
Perimetro nostri ragionamenti e con
Le ultime diciamo esternazioni dal carcere Toto Rina quelle che ci sono
Arrivati a cui abbiamo
Avuto notizia non so se queste cose che possiamo riferire ma a parte sì certamente perché sono sceso giusta altrimenti caro
La vicenda del citofono perdonatemi casa Borsellino ecco che valutazione date voi se se è una millantato credito o se è un tentativo di
Inserire un altro elemento distorsivo alla realtà
Come lo ins considerati alla luce di tutte le cose che se l'atto Erina dette ha fatto sapere
Durante questi mesi di ti detenzione insomma che corretto la vostra valutazione grazie
Capito che ce n'è una preferenza nel rispondere a ogni domanda vero serio sopra omologo degli agrofarmaci dice sì sì sì va bene allora dato allora complessità dei temi posti
Inizierei io sul tema generale rapporti fra mafia e politica
Sul tema della destra eversiva chiederò al collega Teresi che ha particolarmente specificamente esaminato questo aspetto Cattafi convenzione eccetera eccetera
Però qui dovremmo passare poi in modalità segreta ma lo chiederemo
Al momento per quanto riguarda le denunzie del Presidente Crocetta
Ed altro questa
Ipotizzata presenza dei parlamentari o regionale potrà occuparsene il collega Guerci le esternazioni di Totò Riina credo che
Potrei dire io qualcosa specialmente relativamente a quest'ultimo a te a quest'ultimo aspetto ma poi credo che il tema dovrà essere affrontato dal collega Nino Di Matteo che ne ha una conoscenza proprio particolarmente pur essendo trovandosi nella singolare
Diciamo situazione di essere al tempo stesso parte offesa ma questo insomma può succedere quindi fatto questo questa divisione così questa suddivisione
Io inizierei genericamente sul tema di mafia e politica
In cui il
Il tema è stato sempre scottante nella vita pubblica siciliana è nelle indagini di mafia
Perché il punto è che la politica
Ovviamente la mafia ha sempre avuto un notevolissimo peso elettorale
Ha una forza elettorale che è difficile stimare ma che ammonta probabilmente a centinaia di migliaia di voti che possono essere mobilitati
Noi abbiamo un
Nella nostra banca dati uno un elenco di almeno cinque mila soggetti che in qualche modo sono rapportati a Cosa nostra in varia forma
Soggetti appartamenti direttamente concorrenti esterni collusi soggetti cosiddetti avvicinati
Si tratta di cinque mila persone che
Molti dei quali molte delle quali vivono nella società civile vivono in mezzo a noi
Hanno loro volta dei circuito i familiari piuttosto intensi
Vivono un'attività di lavoro e quindi hanno un le loro brave
è
Lascio immaginare quale forza elettorale sono in grado di mobilitare nel difficile pensare che questo non possa avere alcun presso nella politica andando più in dettaglio
Abbiamo avuto alcune condanne di politici un regionale in particolare l'ultima condanna in appello dopo una sentenza di assoluzione in primo grado
Dell'ex assessore regionale Antinoro poi c'è stata una
Condanna sempre per voto di per voto di scambio di un altro politico regionale i due casi dei due Presidenti della Regione credo siano troppo noti perché sia il caso di parlarne
Poi l'indagine lombardo ovviamente non appartiene a noi ma
Alla Procura di Catania ma soprattutto dove la infiltrazione e infiltrazioni è già un termine piuttosto elusivo diciamo piuttosto leggero
Della mafia nelle strutture pubbliche si apprezza con molta evidenza e attraverso la l'inquinamento delle della vita politica locale cioè i Comuni
Basta prendere l'elenco di tutti i comuni sciolti per infiltrazione mafiosa e di quelli che sono candidati
Allo scioglimento e di quelli per i quali
In sono in corso le attività conoscitive che porteranno probabilmente ad una proposta di scioglimento per avere l'idea di come la vita politica locale sia inquinata dalla mafia
Mi si dirà ma in fondo che la mafia sin filtri nel Comune di Dio non so che cosa ha poca importanza questo è vero fino ad un certo punto
I Comuni veicolano somme abbastanza rilevanti in termini di lavori pubblici frazionate in piccole quota in piccole Frascina tali da assicurare a all'impresa mafiosa un bene un certo reddito
I Comuni soprattutto
Vivono a contatto con la gente comune con le persone
E quindi attraverso questo contatto la mafia condiziona in realtà il modo di vivere e il modo di rapportarsi della collettività e un tipo di infiltrazione pericolosissimo
E noi vediamo in tutte queste indagini che
In sostanza ma ogni comune ha il suo bravo gruppo mafioso il quale a un pacchetto di voti e lo distribuisce a suo piacimento determinando la relazione o la nonna elezione di determinati soggetti e purtroppo lo scioglimento del Comune non risolve il problema perché
Finito il periodo della gestione commissariale che viene sopportato così come una periodica iattura
Poi il gruppo più sorprenderlo avente il controllo fa eleggere un nuovo Sindaco incensurato assolutamente insospettabile una faccia pulita come si suol dire
è la vicenda riprende quindi questo è un problema con cui tutte le Commissioni antimafia per quanto io ne abbia memoria si sono confrontate
Ma l'attuale normativa sullo scioglimento dei consigli comunali è valida
Anche se forse andrebbe ancora di più rafforzata ed incrementata estendendo l'intervento anche
I semplici dipendenti a seguito di scioglimento del Comune incrementando l'ho già esista questa ipotesi ma incrementando lo ancora
E e poi va be sapete benissimo ma anzi lo insegnate voi a noi che c'è in corso la modifica del quattrocentosedici ter che in sei una norma irrealistica tant'è vero che ha
Prodotto pochissimi pochissimi processi è pochissima condanne masse emendata nel senso che è stato richiesto e mi pare che i lavori
Parlamentari siano in questo senso potrà avere una utile refluenza perché consentirà di colpire situazioni che oggi invece non è possibile colpire
La lotta contro la cattiva politica e l'infiltrazione della mafia nella politica è una frontiera non la risolveremo certamente oggi o domani si tratta di avere cognizione dell'ampiezza del fenomeno e e poi di
Di operare in conseguenza questo è quello che posso dire che se dovesse servire un più specifico elenco di casi particolari nei quali si è constatata la influenza mafiosa
E noi abbiamo avuto arresti all'arresto di vari Sindaci di vari Comuni del distretto nel quale operiamo
L'arresto di consiglieri comunali di assessori la constatazione di comuni che erano assolutamente nelle mani dalla mafia dico sotto questo profilo noi possiamo anche inoltrarli una
Una relazione o qualcosa del genere su su questo aspetto ma il pericolo esiste l'aspetto esiste
Destra eversiva falange armata eccetera qui passerei la parola al collega Vittorio Teresi
E io
Grazie Presidente grazie a tutti
Per l'attenzione
Per l'invito a poter chiarire a discutere di queste vicende alla sollecitazione del vice Presidente Fava
A proposito della interferenza se capisco bene che può avere ancora oggi una ipotesi di attività della destra eversiva in cose di mafia
Oltre al fatto che
Tradizionalmente i rapporti e le vicende più eclatanti
Degli atti delle stragi mafiose affondano nel passato perché i rapporti tra destra eversiva in macchina sono ormai storia giudiziaria consolidata in varie sentenze passate in giudicato
Noi abbiamo un marchio di fabbrica come pure è stato evocato dal vice Presidente Fava che qualora la falange armata che
E come dire apparentemente e la figliola di una
Di un gruppo eversivo di estrema destra che però si caratterizza perché è comparsa in alcuni alcuni episodi
Eclatanti estremamente significativi
E della
Del periodo della trattativa diciamo così per intenderci
Quindi andiamo ma alla fine degli anni Ottanta e primi anni Novanta in poi
Troviamo la falange armata che rivendica numerosissimi atti che ha poi hanno una connotazione mafiosa rivendica l'omicidio prima rivendica l'omicidio quel Celly rivendica le stragi e
Non c'è dubbio che questi sono fatti che così sono episodi che hanno una una componente è una una componente esecutiva mafiosa ormai
Riconosciuto universalmente
Non c'è dubbio però che questa sigla falange armata in qualche modo lega i due mondi
Da ultimo con una posizione processuale qua giù forse potremmo passare alla se il Presidente consente ad una
Alla modalità segreta
Segretario
Vendiamo merce grazie a voi grazie lavoro per l'attenzione che c'è rivolto
E
Credo di non dire cosa originale
Dicendo constatando che Cosa Nostra
A un interesse diretto un a
Volto a
Interferire
Su tutta la destinazione delle risorse economiche pubbliche in particolare che confluiscono sull'economia siciliana almeno per la nostra esperienza
Sono
Sono fenomeni noti da sempre che
Negli ultimi tempi relazione specialmente al
Atteggiamento certamente diverso
Rispetto al passato data dall'attuale Amministrazione regionale
Comportano ha comportato sicuramente dei contraccolpi
Ora il
Certamente non compete a noi dalla valutazione tipo politico all'attività della Giunta
Presieduta dall'onorevole Crocetta entrambe
Struttura che lo compongono però certo un dato di fatto chiaro palese e il diverso rapporto instaurato da questa Amministrazione con istituzioni giudiziarie di polizia il numero di
Informazioni di denunzie che ci sono pervenute cresciuto in modo esponenziale avevo Vito numero complesso di indagine che in molti casi hanno avuto anche dei
Riscontri
Riscontri positivi hanno dato vita a delle dei procedimenti già in alcuni casi già definiti nella fase
Delle indagini preliminari
E che hanno riguardato aspetti di infiltrazione o di presunta ipotizzata infiltrazione mafiosa sulle strutture sull'organizzazione pubblica regionale e in particolare sugli enti
Che sono erogatori di risorse e qui si viene riferimento al diversa perché faceva prima dall'onorevole Fadda
Ovviamente di presenza di certe di questi fenomeni la
Cosa nostra non sta a guardare momento peraltro in cui
Anche all'interno di Cosa Nostra vi sono delle delle esperienze di riassetti che loro influenza netta anche sull'intervento nel
Distribuzione delle assegnazioni di risorse
E questo tra parentesi vale sia a livello
Di
Risorsa regionali o gestite direttamente al Regione sia come così prima ricordava il Procuratore della Repubblica anche per quello che riguarda tutto questi fenomeni al livello
Locale a livello di Amministrazione
Cori di comune o di consorzi comunali abbiamo degli esempi investigativi in questo senso a dicevo per tornare a noi vi sono
Delle
Risposte da parte di Cosa nostra anche attraverso che si manifestano anche attraverso fenomeni di intimidatori oltre a quello che accennava prima il l'onorevole FAMP ricordo le denunzie che ci ha fatto un altro esponente politico locale onorevole forze esse
Che già si è presentato in più un'occasione per procura Repubblica denunziando fatti indicatore inquietanti che sono attualmente oggetto di indagine
E quindi e che cento che è ancora momento peraltro di dispersione e di pepe quindi depauperazione risorse
Peraltro accompagnato alla fine la constatazione che
La l'uso indebito delle risorse pubbliche nazionali europee negli ultimi anni sono un fenomeno estremamente elevato noi abbiamo condotto negli ultimi anni
In più parecchie inchieste anche di di una certa rilevanza che hanno evidenziato mandato comune questo la assoluta
Deviazione delle risorse pubbliche dalle finalità a quella prevista e il loro indirizzo verso finita evidentemente private tutto ciò
Caro visto certamente partecipe Cosa Nostra abbiamo
Dei segnali in questo senso il nostro sforzo e di approfondire tutto questo attraverso
La evidenza di fatti specifici fatti episodi persone che possono essere coinvolti in questo senso
Per ora siamo a livello dei dei fenomeni appunto rappresentate anche da
La presenza di alcuni
Che fatti di intimidazione che sono questi che sono accordo prima accennato
E a dire una volta che prendo la parola sul punto vorrei
Presente queste poche e questo mi sembra in questa sede e mi permetto di sottolinearlo tutto questo la risposta
Più importante a nostro avviso
Responsabile rispetto questi fenomeni alla presenza immanente incombente di Cosa Nostra sulla vita pubblica locale ma permanente non sono tali
E dato quello di Luigi lanciare dei messaggi al cittadino all'utente all'interlocutore
La pubblica amministrazione nel senso che si può
Si possono ottenere la tutela dei propri impegni edilizi i propri interessi senza bisogno di ricorrere a scorciatoie come quelle la scorsa tra classica è sempre stata quella
Della quella di rappresentata da Cosa Nostra
Quindi io che occorre noi cerchiamo di farlo per la parte nostra che listelli
Perché
Il rapporto tra il ciclo istituzione si voti attraverso
Canali di maggiore fiducia e dialogo reciproco
Che vi sono dei fenomeni anche se non semplice non non sempre c'è chiari univoci in questo senso
Quello che mi preme sottolineare è questo che non si prendono osservazione che già la volta scorsa è stata fatta dal Procuratore generale in particolare
Che la legge Severino in questo senso non ci non non ci ha aiutato il Mancio aiuta sotto questo profilo legge che peraltro che a questo profili estremamente rilevante cioè nello vediamo e la sua applicazione pratica ma nel momento in cui
Isola la figura del destinatario della di un particolare tipo di corruzione di concussione cioè
E troviamo ossia la così detta concussione per induzione lo isolata dal contesto di denunzie di collaborazione nei confronti dell'autorità giudiziaria lo colloca tutta l'asta lo affianca
All'autore del reato certamente a fare a mio avviso un grosso favore archivi tende mantenere questo sistema di malaffare che prima accennato
Provo a spiegarmi meglio forse otto è opportuno
Il
Se posso se stress se posso che concludere il
Prima del ragionamento
La legge Severina distinto la
Concussione presentata dalle minacce dirette nei confronti del soggetto passivo a quelle rappresentate dalla
Induzione dalla induzione rappresentata consigli più o meno bonari
Più in più o meno effettuati con con il sorriso o comunque atteggiamento amichevole
Ma che comunque hanno sempre un certo significato se voi ottenere una certa prestazione non certo prestazione pubblica devi adeguarti veri adoperarci diciamo per ungere gli ingranaggi
Tutto questo che è la vecchia disciplina ha sempre
Ritenuto come
Episodi di concussione in cui il privato era considerato soggetto passivo vittima
Quindi persone che poteva rivolgersi alla
Gli organi di polizia o alla fine la giustizia
Con persona
Come soggetto passivo
Invece con la riforma operata dalla dalla legge Severina e diventato in questa particolare figura concorrente nel reato
Persona quindi che
Una volta e che viene sia certa e se è stato destinatario di condotte di questo genere diventa concorrente nel reato quindi anch'esso sottoposto a indagini e a processo ciò che le compete ciò che ne consegue
Senza peraltro che sia stata prevista alcuna disposizione di tipo premiale che in qualche modo potesse esclude la punibilità per le persone che
Si presentavano a denunziare determinati fatti all'autorità giudiziaria il risultato di tutto questo è evidente
Che le persone il privato che si trova protagonista di dicembre del genere si guarda bene dal
Rivolgersi Amleto
L'istituzione
E invece portato a stringere un'alleanza sempre più stretta con il suo interlocutore
Nell'ambito del malaffare e quindi indirettamente a
Restare sempre legato al contesto mafioso che spesso che il vero artefice il vero burro burattinaio che operazioni del genere
Ed è una constatazione che già si era è un anno lo giù di lì dall'entrata in vigore della gestione rimangiato trova una serie di di e di rappresentazione concreta è che credo sia un motivo di riflessione particolare più importante in questa sede
Bene
Allora trascina scritte
Senatore del mio
Ah sì scusatemi c'è una televisione due forse facciamo prima degli interessi
Trenta secondi in un minuto
Commenta secco
Circuito allora senatore Lumia prego Presidente
Volevo fare intanto qualche domanda prima chiede addentrarmi sulle classi le questioni che abbiamo affrontato anche la volta scorsa adesso stamattina un po'sull'attualità
Volevo chiedervi un po'di notizie sulla presenza della mafia in tre settori significativi della vita territoriale in particolare della città di Palermo il porto il mercato ortofrutticolo
E poi un settore
Delicato importante che è quello della dei distributori della fornitura di carburante
In particolare mi si segnala questa presenza straripante dei Giuliano volevo qualche
Notizia a questo proposito se su questa attualità se su questi nodi nevralgici c'è un'attività della DDA
In corso e che risultati eventualmente ha dato poi volevo chiedervi un po'per capire
Le difficoltà la tenuta che voi avete detto strutturale
Di Cosa Nostra nella sua organizzazione quello che sta avvenendo nella provincia di Palermo
E quello poi che avviene in un'altra importante retrovia che quella della provincia di Agrigento
Volevo notizia da questo punto di vista che ci potessero un po'aiutare
Sempre sull'attualità il riferimento voi ci avete detto che c'è un elenco non mi ricordo se era segretato e quindi non di quel numero di possibili Bosso famiglie in grado di raccogliere
Il
Messaggio di Riina sulle minacce al dottor Di Matteo voi magistrati
Volevo sapere se c'è una particolare attenzione su battaglie Vacca su Sansone sul Mandalà sui Guzzi no
Che sono delle figure
Che ancora sono sul territorio alcuni per fine pena e che sono in grado ancora di avere un certo prestigio all'interno o della vita di Cosa nostra
Ne ha ma adesso invece su alcune questioni che attengono velocemente un po'di problemi che abbiamo affrontato sino adesso intanto sulla vicenda quarantuno bis
Che la vicenda antiche attualissima
Volevo ecco su una vicenda antica voi ci avete parlato già la volta scorsa del famoso protocollo farfalla Odyssey voglia o simile no ci avete
Volevo che su questo un po'vi soffermasse un po'di più per capire bene
Il tipo di penetrazione anomala in questo caso è
Anomala
Nonno o per mettere in contraddizione i servizi perché naturalmente devono avere un carattere anomalo nelle loro procedure mio le chiamo anomalo fuori
Diciamo così dei canoni previsti anche dalla stessa legge in cui è prevista una certa norma Lidia
E quindi volevo sapere se su questo nelle vostre indagine sulla trattativa avete
Dei segnali che potete offrire fatti che potete offrire alla valutazione della Commissione parlamentare antimafia per capire
Al di là dei dati che anche qui abbiamo accertato dei quarantuno bis se c'è stato anche di di recente appunto negli anni fine anni due mila
Una interlocuzione
Deviata una interlocuzione sbagliata utilizzando appunto questo protocollo farfalla perché
Abbiamo sentito che non c'è un protocollo farfalla ma un certo protocollo c'è non chiamato farfalla insomma
Abbiamo notato anche una certa contraddizione tra le cose dette qui da noi in Commissione antimafia e a qualche cosa detta voi
E negli approfondimenti che avete fatto quindi volevamo su questo essere un po'più precisi in modo tale che la Commissione può accertare anche che chi viene qui Cirene venga con uno spirito collaborativo potremmo dire anche verità attivo visto i poteri che alla Commissione
Parlamentare antimafia
E l'altra cosa che volevo sapere sul quarantuno bis
In queste intercettazioni che di cui c'era ci avete parlato in fase di segretazione su prima attualità
Capire bene a soprattutto all'inizio di chi era informato di queste intercettazioni quale
Forze di polizia li hanno fatte
Se c'era anche un'informazione che rimaneva dentro il circuito carcerario che coinvolgeva anche il direttore del carcere
Insomma capire bene qui l'avvio
O di questa attività in mano a chi si trovasse è un fatto molto importante che ci aiuta anche qui a comprendere il grado di collaborazione e il grado di permeabilità che abbiamo ancora oggi all'interno del circuito carcerario
Finisco o è importante per la Commissione parlamentare antimafia
Perché su sulla vicenda sulla trattativa
Che avvenne dopo diciamo così prima della strage di via D'Amelio la Commissione acquisito molto materiale
E quindi potrebbe anche formarsi un'idea
Abbastanza completa si dice sempre abbastanza perché non si finisce mai di imparare
Mentre è interessante lavoro che voi state facendo su quello che prima veniva considerato un tabù una possibile trattativa anche prima della strage di Capaci
E quindi una trattativa una fase della trattativa
E volevo capire in queste varie fasi se c'è anche da risalire alla vicenda ancora per molti versi non chiara dell'attentato all'Addaura alle famosi menti e raffinatissima
Espressione di Falcone
Saint tutte quelle volevo Campregher in queste varie fasi
Quali sono voi avete individuato alcuni soggetti volevo capire
Se oltre agli apparati del rosso
E a su brani e poi al resto anche abbiamo sino adesso su cui sino adesso si è lavorato e quindi ci sono notizie abbastanza anche qui ormai chiare
Se c'era anche un coinvolgimento o di altri filoni abbiamo detto appunto dei filoni più legati al Ministero dell'interno alla polizia stessa
E comprendere bene come interloquivano questi vari filoni erano in competizione erano in in integrazione
Quello che avveniva in questa fase delle trattative e c'era una ricerca di egemonia anche all'interno degli apparati investigativi in rapporto poi con i livelli istituzionali o c'era un'integrazione
Questa importante capirlo nelle varie fasi in modo tale che possiamo comprendere il grado di pervasività che Cosa Nostra era in grado di attivare nel rapporto con i livelli istituzionale del nostro Paese
Sì Elena cercherò di
A fornire insieme con i colleghi che di volta in volta
Chiamerò a dare il loro contributo una risposta soddisfacente I numerosi quesiti che sono stati posti pur rendendomi conto che alcuni di essi
Necessiterebbero di io ripercorre delle vicende estremamente complesse come in generale la vicenda della trattativa quindi
Pregherei poi il senatore Lumia eventualmente di
Puntualizzare qualche circostanza su cui chiede di avere ulteriori approfondimenti qualora
La nostra illustrazione non dovesse essere esauriente
Cominciamo dai fatti tutto sommato più semplici
Le notizie della presenza sulla presenza della mafia in determinati contesti economici
Come sappiamo che su questo saremo tutti d'accordo la mafia non disdegna nessuna attività economica potenzialmente non c'è nessuna attività economica che sia indenne per dalla mafia
Si tratta di volta in volta storicamente di spostarsi dall'uno all'altro contesto secondo le convenienze secondo i in momenti
Attraverso le nostre indagini abbiamo individuato
Una
Importante infiltrazione mafiosa un'importante attenzione della mafia in un settore che può sembrare marginale ma che tale non è quello dei distributori di benzina
Sotto due profili intanto quello della intestazione fittizia di queste strutture a soggetti mafiosi mentre invece sono gestite da
Persone tutto sommato apparentemente
Lei indenni esenti da pregiudizi penali o comunque con lievi pregiudizi tali da non determinare alcuna conseguenza negativa quindi un primo fattore di arricchimento e il controllo di questo mercato attraverso personaggi
Diciamo
Perbene
Ma soprattutto quello che abbiamo individuato perché ci siamo arrivati a questo a definire questo contesto attraverso delle normali indagine svolta dalla Guardia di Finanza
Sulla regolarità della erogazione della benzina cioè la partenza è stata
Abbastanza modesta abbastanza in tono minore
Ci siamo resi conto che la distribuzione della benzina
Spesso molto spesso troppo spesso avviene
In condizioni di irregolarità
Attraverso un semplicissimo meccanismo che può essere attivato con un semplice impulso e e che
Trucca le colonnine della benzina rassegnando più
Benzina di quanto
Ne sia stata erogata e quindi potendo lo completarsi della differenza
Questo è un semplice meccanismo che erano ripetuto tante volte durante la giornata durante i mesi e gli anni può fruttare moltissimo credo di averlo detto l'altra volta ma comunque
Un solo distributore può rendere anche centocinquanta mila euro in un anno puliti puliti per modo di dire
E quindi ecco l'interesse della
Criminalità mafiosa abbiamo individuato vari distributori un riferibile alla famiglia Graviano
Si è fatto un riferimento a Giuliano insomma c'è un contesto di soggetti o direttamente mafiose pop-up partenti alle famiglie o comunque gravitanti in questo ambito
Che sono detentori o gestori di fatto di numerose di questi distributori ne abbiamo sequestrati molti ci sono stati vari sequestri preventivi
Siamo abbastanza avanti con le procedure di io rinvio a giudizio e di celebrazione del dibattimento
Ma vi invito a riflettere su una cosa che tutto sommato questa è un'attività costo vicino allo zero per la mafia perché sequestrare un distributore tutto sommato non significa fare un danno definitivo alla famiglia mafiosa perché un distributore non è nulla
è una superficie di terreno che può essere anche in affitto le colonnine sono in comodato d'uso
La fornitura della benzina chiunque si presenti diviene concessa
Quindi è sequestrato un distributore
è sottratto questo distributore alla famiglia mafiosa nulla vieta di aprirne un altro in un'altra zona e dire ricominciare è un gioco a guardie e ladri che ovviamente ci impegna però abbiamo scoperto questi meccanismi
Naturalmente valorizziamo tutti gli elementi investigativi che emergono nelle indagini dalle dichiarazioni dei pentiti eccetera e siamo un po'sulla
La vicenda del porto e tutto sommato più complessa
Si tratta nella sostanza però se noi possiamo ovviamente approfondire quanto la Commissione lo ritiene ma trattandosi di vicende di grande complessità
Non so quanto possa essere utile in un contesto di tempo
La vicenda del porto soprattutto emergono oltre che il protagonismo di determinati esponenti mafiosi ma la presenza di
Cooperative come va
Abbastanza nota Newport
Che sono
Diciamo così largamente infiltrata dei soggetti appartenenti alla famiglia Galatolo ad altre famiglia dall'acqua santa cioè in prossimità del porto per motivi di contiguità territoriale
Queste cooperative in sostanza detengono de deteneva no perché poi sono state sottoposte ad amministrazione giudiziaria deteneva Rho il monopolio di tutte le attività portuali
In forza di una certa di un certo riferimento a leggi antecedenti che erano state modellate sulle compagnie portuali
Formate dai lavoratori portuale queste leggi sono state trasferite in applicazione a queste cooperative che sono cooperative solo per modo di dire
Perché sono formate da una pluralità di soggetti ma in sostanza chi comanda sono determinati personaggi
Che si trovano nella invidiabile posizione di gestire in regime di monopolio tutte le attività del porto di Palermo ma non solo ma abbiamo anche accertato attraverso le indagini della VIA
Che questa Newport e altre società riferibile alla Newport hanno concessioni di grande importanza in vari porti italiani è anche del Mediterraneo cioè ci troviamo in presenza di una concentrazione notevole di potere da questo punto di vista
Ripeto i dettagli se se richiesti nove li possiamo li possiamo fornire ma
Credo che andremo molto avanti per il mercato ortofrutticolo ci sono state delle
Indagini di prevenzione che hanno portato al sequestro ad ingenti sequestri di
Garanzia della via si condotte dalla via
Perché noi dobbiamo sempre tenere presente del doppio binario che si stabilisce fra le indagini propriamente dette
Da G nessun reati le indagini di prevenzione che consentono di arrivare a dei risultati notevoli
Quindi la infiltrazione mafiosa nel porto nel mercato ortofrutticolo e nei distributori è un fatto assolutamente conclamato peraltro per il mercato ortofrutticolo e quasi tra ufficio quasi tradizionale ma comunque
è emerso ancora una volta ripeto i dettagli possiamo
Tenuta strutturale di Cosa nostra se n'era già parlato con la volta scorsa non si vedono da questo punto di vista segni imminenti di cedimento perché
Per una serie di motivi fra cui il rapido turn-over di esponenti mafiosi che soggiornano in carcere per pochi anni escono riprendono la loro attività tutto sommato le strutture portanti delle famiglie dei mandamenti mafiosi sono indebolite
Ma non sono affatto vinte
Neanche per sogno
E perché noi constatiamo appunto la il nuovo inserimento di soggetti che escono dal carcere ovviamente ambiscono a riprendere la loro posizione di comando avevo parlato di un recente omicidio di mafia
Che non a caso ha colpito un soggetto parliamo della zona di Palermo est noi dividiamo in due parti per ragioni di comodità investigativa la DDA di Palermo Palermo est Palermo Ovest
Un soggetto che verosimilmente è stato ucciso
Perché ambiva ad arrivare al vertice dell'organizzazione
Scalzando degli altri esponenti di lunga di lungo corso cioè dopo avere scontato pene detentive temporanee erano di nuovo sul
Diciamo così sul mercato
è facile ipotizzare ma è chiaro che soltanto l'ipotesi poi i dati investigativi dovranno essere
Validati e speriamo
Che questi altri soggetti proprio per non essere scansati abbiano
Determinato l'omicidio di questo tale
Cioè questa è una specie di di un ritorno a una specie di verificarsi continuo DD avvitarsi circolare del modo di
Procedere mafioso nella
Nella gestione di questi affari e lo si vede
Nella provincia di Palermo per quanto riguarda la provincia di Agrigento io come avevo preannunziato
Ho portato qui dato che il collega Scalia non si trovava impossibilitato a venire una relazione breve ma abbastanza completa
La provincia di Agrigento nel contesto mafioso a una tipologia ed una caratteristica diversa dalla provincia di Palermo
è stata sempre una mafia più primitiva se così possiamo dire ma anche più agguerrita
Radicata nel territorio ma
Per frazioni separate cioè i mandamenti dei di Agrigento
Operano ognuno per conto loro e sono distanti fra loro non non ci sono comunicazione quindi una mafia agguerrita una mafia primitiva una mafia violenta
Una mafia fatta di entità seppur di entità separate che non riconoscono raramente riconoscono un unico
Referente il territorio di Agrigento è stato
Diciamo nel territorio di Agrigento si sono verificati pentimenti di notevole importanza
Di Gati Maurizio ad esempio e
Arresto non sempre nel territorio io rigetto anche fuori
Di latitanti storici di pericolosissimi latitanti Gerlando Hero Messina Falzone che hanno in un certo senso azzerato
La situazione dei dei latitanti e quindi gli elementi di estrema pericolosità
Per ogni omicidio ci sono stati io purtroppo vado a grandi linee ma non credo di poter fare diversamente ma sono pronto agli approfondimenti ed eventualmente potremmo trasmettere poi formalmente questa relazione
Nella quale dico io non posso ovviamente annoiarvi con la lettura di tutte queste cose ma noi abbiamo
Conosciamo ovviamente a tutta la struttura della mafia di Agrigento sappiamo quali sono i mandamenti quali sono le famiglie mafiose
Conosciamo tutti a grandi linee gli esponenti tutto o possiamo dire i più importanti
Abbiamo un mandamento di Sambuca di Sicilia dove c'è il Sutera Leo che ha avuto un momento di
Di celebrità diciamo perché le sue vicende se sono incrocia e con quelle della cattura di Matteo Messina Denaro abbiamo una famiglia di Palma di Montechiaro che comprende insomma io sono in grado di fornirvi tutti gli elementi
Per quanto riguarda la
La provincia di Agrigento ma bisogna vedere quali sono poi di
Di specifico interesse
Dunque tenuto strutturale ho segnato qui un elenco di
Soggetti in grado di raccogliere i messaggi essendo liberi per finalità era
Ma potenzialmente sono
Tutti quelli che sono appunto dopo le pene detentive Brentelle detentive di non grande entità sono stati rimessi in ci colazione fra questi segnaliamo segnaliamo da ultime lo dirà meglio se ritiene insomma succintamente
Il collega Gueye sci proprio coloro che sono rientrati e che ambiscono alla successione del da Ambrogio Alessandro che si candidava a capo della mafia palermitana che è stato arrestato
E che ora si cerca in qualche modo di sostituire noi ovviamente monitoriamo tutte queste situazioni e non appena possibile avviamo delle nuove attività investigative quindi il quadro ci è chiaro ma altro e avere un quadro chiaro altre avere degli elementi investigativi validi
Quarantuno bis e protocollo farfalla credo che su questo punto potrà dire sempre succintamente perché altrimenti
Il collega Vittorio Teresi
Su questo protocollo per farlo alle notizie in nostro possesso sono parzialmente divergenti qui potremmo andare se possibile in una seduta posso potremmo passare in modalità segretata siamo basse sedere eccetera grazie
Qui veramente a a grandi a grandi linee nella nella trattativa come sappiamo noi abbiamo individuato una prima fase mi scusi Presidente sempre sul quarantuno bis avevo chiesto siccome c'è un punto di continuità
Tra quello che abbiamo discusso protocollo farfalla
Imputato nel processo qua a Roma adesso la gestione modelle dichiarazione di Riina direttore di Milano se ci diceva appunto anche su questo aspetto qualcosa di più dettagliato per comprendere se c'è una continuità una discontinuità si era nei fatti con quello che fino adesso abbiamo discusso ragione
Quindi dunque sempre a grandi linee
Il funzionario che all'ora sarebbe stato partecipe o comunque interessato da questo
Protocollo Emas e lo stesso direttore di opera che quindi
Si è trovato presente nella vicenda di Totò Riina è peraltro destinatario di minacce da parte dei Toto Rina è una identità soggettiva
Va bene poi le conseguenze che possiamo trarre ognuno può
E argomentarle ma la domanda più interessante che lei aveva posto poco fa mi sembra quella del rapporto fra
Investigazioni è personale carcerario questo una domanda molto interessante ad esempio nel nostro caso
Ad effettuare le intercettazioni è stata la DIA
Per il nostro mandato come libere
Io non
No non credo insomma non
Non sono modalità ad effettuare queste intercettazioni è stata la DIA sulla nostra delega ma è chiaro che la DIA
Intanto si avvale di come sempre avviene di liste private che hanno le microspie tutto quanto serve ma a parte questo
è evidente che in un ambiente
Chiuso
E in sé
Diciamo definito come l'ambiente carcerario non è pensabile che si possono fare delle intercettazioni senza che
Il personale carcerario sia quasi necessariamente non solo consapevole ma anche coinvolto
Non solo ma il personale carcerario è quello che assiste ai colloqui
Dei
Familiari dei quarantuno bis con i familiari annota i temi principali del colloquio che comunque anche registrato a fini amministrativi indipendentemente dalle nostre intercettazione
Quindi la presenza del personale di polizia penitenziaria queste attività e oserei dire imponente non sono attività che si possono compiere senza la partecipazione del
Del personale di polizia penitenziaria o senza la consapevolezza
Poi che questo sia un fatto positivo un fatto negativo io non saprei dirlo comunque è ineliminabile affinché la struttura e necessariamente la struttura degli istituti penitenziari deve essere questo
Non ripeto la identità soggettiva del del direttore è un fatto oggettivo carico il bisticcio ma da questo non non saprei quale
Quali argomentazioni tra mi scusi procuratore la trascrizione che l'ha curata
No la trascrizione la figura fin dall'inizio sei ore
Ma il
Succede la ascolto trascrizione esco
La intercettazione si articola bello seguente nelle seguenti forme vi era collocata la microspia luogo
Dopodiché la microspia raccoglie questi segnali veicola al nostro server
E
Con l'ascolto remoto anche negli ultimi
Qua non c'era ascolto rom perché non era così forse particolari tecnici non lo so
Poi vorrei passare in modalità riservata per piacere se è possibile grazie Presidente dunque
Spesso facendo riferimento ad alcune dichiarazioni dibattimentali resa dal collaboratore di Carlo alle udienze di qualche settimana addietro
Dalla qualificarlo dava conto del fatto che prima delle tentato attentato attentato all'Addaura quindi nel poco prima delle giugno luglio ottantanove
Lui si trovava detenuto presso il carcere
Un carcere in Inghilterra e gli era stato avvicinato da personale dei servizi italiani ed inglesi ricevette in quell'occasione dal funzionario che Luini rituale il dottore la Barbera
Presa pressanti inviti a fornire il nominativo di qualcuno a Palermo con cui la Barbera potesse entrare in contatto i servizi potessero entrare in contatto
Per una operazione di allontanamento del dottor Falcone un posto della serie promuove AATO rurale senta amoveatur tentativo che Luis qualche modo assecondo fornendo il nominativo
Di
Su dinosauro che poi ebbe evidentemente una forte non felice ma poi di fatto si passo
Alla fine dato all'Addaura cioè una delle preoccupazioni
Di quel periodo di cosa nostra stiamo parlando dei piani altissimi Cosa nostra era quello già di liquidare assi
Il dottor Falcone perché si rendevano conto che era colui che è stato comunque hanno dando i fili
Interrotti
Di vari rapporti
E di aver istituzionali economici e finanziari e di cosa nostra e quindi un tentativo prima soft e poi invece attraverso l'azione violenta
Quindi di questo noi in questo mento possiamo parlare come non direi neanche trattativa se non in maniera così molto estesa come termine ma certamente di accordi che attraverso l'ancora una volta il mondo di Cosa nostra è un mondo istituzionale o pare istituzionale che interferisce all'interno delle carceri
Anche con detenuti come Di Carlo in Inghilterra
Avvenuto ne so niente aveva una
Forse ci sarà ma non voleva sapere se ci sono antecedenti se ci sono fatti antecedenti alla strage di Capaci riferibile alla alla trattativa
Ma opinioni indicherebbero con riserva da parte del collega clima eventualmente di comunicare questa mia esposizione beh io limiterei proprio nella minaccia no possiamo passare perché quest'isola tesi possiamo saremo togliere la segretazione
Scende
Adesso io li indicherei proprio nella
Nell'omicidio Lima nel panico diffuso
Nell'ambito di certi soffra certi soggetti politici certi esponenti
Politici siciliani
Nella loro ricerca di l'appunto di forme di protezione impropria e non Traverso gli organismi statali ma in forme diverse
E quindi nell'avvio di quella che noi abbiamo individuato come trattativa per effetto di questa campagna di intimidazione
Attraverso l'uccisione dell'onorevole Lima che doveva essere soltanto il primo movimento di un più vasto disegno
Di una campagna di eliminazione di quegli esponenti politici che dopo avere formulato promesse in sostanza erano stati in grado di bloccare
Il processo
Il maxi processo nella fase della Cassazione quindi se vogliamo questo è il primo movimento di questo vasto disegno che poi si concretizza successivamente nei con
Patti dei carabinieri con Ciancimino nei contatti degli stessi carabinieri con il Ministero della giustizia alla ricerca cosiddetto esplicitamente di una sponda politica o qualcosa
Del genere e poi nella evoluzione successiva
Il personale del Ministero dell'interno se così vogliamo definirlo
Beh e il personale del Ministero dell'interno compare intanto nelle indagini perché abbiamo visto della dell'anomala
Parte considero anomalo protagonismo del dottor la Barbera
Nelle indagini di dottor la Barbera derivare indicato anche come soggetto referente dei servizi appartenenti ai servizi perché abbiamo nella nostra indagine quando siamo andati qui forse però siamo in un
Scusi negozi
Va bene
Allora la ricostruzione che intanto
Questa
Il primo momento forse importante è quello di una riunione che il collaboratore Spatuzza
Nella riunione con Graviano il suo Dante causa anche nei precedenti attentati colloca
A fine novantatré in un paesino del Province Palermo e si chiama Campo Felice di rocce
In quella circostanza Spatuzza dice di essersi lamentato con gravi hanno perché questa azione stragista stava
Portando a delle morti che per usare il la loro espressione non appartenevano a Cosa nostra il riferimento era alla al bambino morto in via dei Georgofili a i cinque
Morti nell'attentato di via Palestro Milano cioè attenti
Non l'una morti che non erano nemici di di Cosa nostra e quindi in questo senso non appartenevano a Cosa nostra ma erano
Più che altro il frutto di una campagna di tipo terroristico
Più che terroristico mafiosa
A questa affermazione dice Spatuzza Graviano avrebbe risposto tu non capisci tanto di politica questi morti ci servono
Ci porteranno
A dei benefici notevoli per tutta l'organizzazione e in particolare per i carcerati
Anzi ora deve riorganizzare un attentato ulteriore ammontare ai carabinieri ai carabinieri non un attentato le forze dell'ordine ma ai carabinieri
A Roma dopo un poco dice Spatuzza quando loro si cominciano a muovere
Gli arriva l'ulteriore ordine dai Graviano
Che questo attentato deve avere delle modalità particolarmente violente portarsi dietro almeno cinquanta cento morti dei carabinieri cioè deve essere una cosa proprio
Assolutamente particolarmente violenta anche rispetto a quello che è avevano avevano fatto però che l'abbiano dice a Spatuzza
Aspetta per passare proprio alla fase esecutiva
Che io CdA ma l'ok definitivo
Viene organizzato un incontro Spatuzza dice questo incontro si verifica quattro cinque giorni prima del ventitré gennaio al barre don nei
Ed è lo stesso incontro nel quale secondo le dichiarazioni di di di Spatuzza
I Graviano manifesta quella
Particolare soddisfazione fa riferimento a Berlusconi e Dell'Utri
E fa riferimento parlando nella vicenda di Campo Felice di Roccella a quella situazione che si era chiusa
Si era chiusa sulla previsto i morti sono stati utili quella situazione l'abbiamo l'abbiamo chiusa
Tanto che poi uscendo dal dal Bardo oneri Spatuzza accompagna Graviano Torvaianica dove c'erano gli altri devono fare anche l'attentato dell'olimpico Spatuzza
Chiede se a quel punto
L'attentato si dovesse fare perché sembrerebbe sedimentato inutile Graviano si sarebbe espresso nel senso lo dobbiamo fare
Perché dobbiamo comunque dare il colpo di grazia è perché comunque si sono mossi in questi giorni anche i nostri amici calabresi
In effetti il diciotto gennaio del del mille novecentonovantaquattro si era verificato un omicidio in danno di due carabinieri a vicino uno villa San Giovanni
E che praticamente quindi si era verificato in quegli stessi giorni Graviano lo attribuisce all'esecuzione della stessa strategia
Quindi l'incontro del bar dovrei precede e non segue il fallito attentato dell'olimpico
Come diceva lei senatore il
Fu quattro giorni dopo vengono arrestati fratelli Graviano
A questo punto
Quello che
Sarebbe importante accertare così come importante accertare perché è iniziata la strategia stragista non soltanto a parere nostro ma anche dei giudici Firenze che questo interrogativo si sono
Posti hanno consacrato anche nel loro sentenze definitive come mai la strategia stragista
Finisce perché
Come nella sua domanda lei ha maniera molto esaustivamente premesso
Non ci sono più attentati l'attentato si sarebbe potuto ripetere non c'è stato un contrordine non c'è stato un contrordine ci dice Spatuzza
E poi Spatuzza ci sia una cosa si i fratelli Graviano erano stati arrestati
Ma l'ordine dato era sempre un ordine potenzialmente esecutivo non solo ma rimanevano ancora fuori libertà come io latitanti
Coloro i quali assieme fratelli Graviano erano stati i principali protagonisti tutta la fase delle stragi del continente cioè
Giovanni Brusca Luca Leoluca Bagarella e Matteo Messina Denaro
Fatto sta lui dice questa Tuzza è un un soldato esecutore cioè quell'ordine non ci viene più attualizzato anzi si passa
A ad una ad una vicenda delittuosa
Che a Spatuzza stava particolarmente a cuore che invece l'italiano aveva stoppato dicendo per ora ci sono cose più importante da fare perché la il fallito per fortuna poi fallito attentato al
Pentito il collaboratore di giustizia contorna
Naturalmente sempre mi riferisco soltanto le fasi dibattimentali quindi il lo Spatuzza collega questi nominativi Berlusconi che il Dell'Utri nelle parole del Graviano ad una
Chiusura tra virgolette positiva Pella della trattativa
è nota penso anche giornalisticamente la questione
Della cosiddetta tardività delle dichiarazioni del dello Spatuzza
Queste dichiarazioni con il riferimento nominativo i due esponenti Berlusconi e Dell'Utri
Sono state rese dallo Spatuzza che aveva parlato dell'incontro con i Graviano Lombardone Negrini centottanta giorni ma il riferimento contenutistico nominativo a questi due soggetti e successivo i centottanta giorni
Però è stato poi ribadito in un numerosi dibattimenti e quindi nei rispettivi dibattimenti utilizzabile
Lo Spatuzza sostiene che comunque questo ritardo parziale era dovuto alla sua suo timore
Di potere diciamo incorrere in un trattamento da un punto di vista amministrativo deteriore sotto il profilo
Del mancato accoglimento della richiesta di di protezione
Che in effetti poi si verificò in un primo momento nel senso che la Commissione centrale che delibera i programmi di protezione per i collaboratori
Su proprio censurando l'ATER di vita di queste dichiarazioni in un primo momento rigetto il programma di protezione
Poi lo Spatuzza riscosse all'Aula al Tribunale amministrativo regionale del Lazio che accolse il ricorso e solo in esito a questa procedura giudiziaria
La la Commissione ha poi lo ammise al programma speciale di protezione
Mi sostiene che comunque già nel corso dei colloqui investigativi
Del novantasette o del novantotto con io allora esponenti alla Procura nazionale antimafia in qualche modo con delle per carità senza citare fatti precisi allora le poco lui non collaborava aveva dato diciamo unico punto di stare particolarmente attenti a quei personaggi perché avevano avuto dei rapporti
Con l'organizzazione
Mafiosa
Comunque effettivamente
Per come lo racconta Spatuzza quel periodo di gennaio è
Pieno di avvenimenti soprattutto poi si conclude
Sostanzialmente con la mancata ripetizione di un attentato che come sapete benissimo non era stato scoperto
Ne erano stati scoperti gli autori ma che di fatto non venne più perpetrato per fortuna dopo dopo
Il l'arresto dei Graviano
Di
Poi mi pare che c'era un
Scattare il processo numeri
Nella parte generale delle sue domande ma me la sono annotata la
Sarebbe non è forse una domanda ma una considerazione
Lei diceva il ruolo della politica dei vertici dal rosso nello spostare l'attenzione dai quindici ai magistrati coda occasioni eventuale appunto dico mi pare di avere
Ora qui siamo appunto ipotesi analisi nulla di dice arto
Che vi sia stata una e che vi sia stato un è intenzionale attività diretta a spostare l'attenzione della mafia o la violenza mafiosa i politici e magistrati
Vita possa fare capo
Ad organi istituzionali mi sembrerebbe veramente un po'non possiamo affermare un abbiamo elementi per affermarlo è probabile
Che non va non trovando la strada
Dei politici perché la violenza mafiosa venne in un certo del soffermata secondo la nostra posizione dall'inizio della trattativa
Che mi se i politici in salvo per il momento dalla la la continuazione della politica stragista della mafia a questo punto si aprì
Come dire
L'anno la fase della violenza nei confronti di magistrati particolarmente
Invisi alla mafia per la loro attività istituzionale che non erano invece coperti da queste attività della trattativa
Falcone prima Borsellino dopo peraltro
L'il fatto che Borg la strage nei confronti di Borsellino sia stata effettuata con accelerazione
Delle relative attività perché Borsellino aveva scoperto l'esistenza della trattativa e si opponeva o comunque si era
Messo per traverso rispetto ad essa è stato più volte affermato dalla procura di Caltanissetta
Con degli argomenti ai quali ovviamente non posso che rinviare ricordiamoci ancora l'incontro di Borsellino con nei loro con il rosso nella caserma dei Carabinieri a Palermo e
La
L'intervento diciamo la risposta di Borsellino
Alle
Quanto gli veniva comunicato da dalla Ferraro circa appunto l'attività oli per attivismo dei dei Carabinieri del rosso
Tutte queste diciamo voluti questi dati potrebbero anche sostanziare l'ipotesi
Che
L'aggressione dei magistrati fosse in qualche modo collegata alla trattativa che invece aveva messo in salvo i politici però dico onestamente non mi sembra di poter andare più avanti
Su questa strada anche perché
Il discorso era riservato alla alle analisi e dall'attività di Caltanissetta
Kakà
O meno
Per quanto riguarda tattici aerei hanno
Ma forse costringerci
Ai magistrati presenti si facciano
Passi in una direzione che francamente non compete almeno dal mio punto di vista questa Commissione invece volevo capire un po'un aspetto tecnico perché spesso particolare sì
Ci sono si insinua la risposta al problema più generale
Questa questione delle trascrizioni
Ovviamente non mi rivolgo alla procura di Palermo mi rivolgo o in generale è una questione che
Dal conoscenze che ho io
Ci porta a diciamo a interpretazioni dubbie dal punto di vista di chi lo fa cosa trascrive
E i rapporti che ci sono tra le ditte che svolgono questa attività
E diciamo il risultato
Il prodotto finale in quanto notizia che in in alcune realtà queste al società sono gestita dai titolari che sono casalinghe o poco di più
E che i contatti i rapporti di lavoro
Prescindono quasi totalmente dal diritto del lavoro
Non parlo di lavoro nero ma potremmo essere in questa realtà ora una problematica di questo genere si presta a tutte le interpretazioni a tutti gli interventi a
Allora volevo capire se dal punto di vista dell'esperienza vostra voi avete fatto qualche
Verifica puntuale su queste questioni perché e lì si può annidare
Qualche problema non volendo andare ad attribuire ad organi dello Stato altre che tra l'altro organi dello Stato che il hanno il compito di agire
Diciamo con una certa riservatezza ecco mettiamola così tra virgolette
Spetta la prima domanda è la seconda invece è ancora più non di ordine generale siccome abbiamo colto
La problematica del riferimento del con dal nato che espiata la pena riprende la posizione
Funzionale diciamo così nella sua organizzazione dal vostro punto di vista quali potrebbero essere le misure indi
Diciamo
Personalità di rilievo addette al contrasto diciamo del fenomeno nel suo insieme quali potrebbero essere
Le risposte a questa problematica fatta eccezione del patto che non possa essere quella che qualche collega adombrato in Commissione giustizia cioè di dare a tutti per da solo insomma ecco
Grazie radicale siccome si tratta di notazioni generale rispondo io
Dunque il sistema delle intercettazioni a parte il caso specifico di Riina dove c'è stato questo elemento tecnico che ha imposto la registrazione in loco
Normalmente si basa come abbiamo detto sul rinvio di questo segnale al nostro server la remotizzazione alla polizia giudiziaria registrazione al server remotizzazione la polizia giudiziaria ascolta e trascrive
Quindi la trascrizione che viene trasmessa e noi non è opera della vita la vita si limita semplicemente a fornire i mezzi tecnici per la captazione
Questo perché
Il Ministero purtroppo non dispone di mezzi tecnici propri une e delle particolari professionalità che sono necessarie per fare funzionare questi mezzi e allora è necessario fare ricorso a ditte private sul libero mercato ma ripeto la trascrizione che noi utilizziamo è opera della polizia giudiziaria e comunque non è poi neanche quella sulla base della quale il giudice deciderà
Perché il giudice poi a sua volta di solito fa eseguire una perizia
Mai fine dalla utilizzazione quindi sull'affidabilità delle trascrizioni rispetto al dato fonetico
E evidentemente se non ci fidiamo della polizia giudiziaria non so proprio di chi dovremmo fidarci parliamo dell'affidabilità delle ditte le ditte abbiamo detto operano sul libero mercato
Noi
No non conosciamo l'interna corporis delle ditte e siccome non si tratta di rapporti contrattuali di appalto perché noi non conferiamo
Non negoziamo un appalto con la ditta che si occupa dell'intercettazione ma conferiamo un incarico di ausiliario della polizia giudiziaria che è cosa diversa incarico peraltro non negoziabile e non rifiuta bile
Non contrattiamo sull'importo
Delle del corrispettivo perché abbiamo un nostro prezziario o accettano quello o no non si fa nulla normalmente lo accettano in queste condizioni
L'unico dato è quello dell'affidabilità
Co sull'affidabilità anche lì noi siamo obbligati a fidarci dei di ciò che viene detto dalla polizia giudiziaria cioè noi esigiamo dalla polizia giudiziaria un giudizio preventivo
Di idoneità e di affidabilità della singola vita perché poi le varie forze di polizia generalmente lavorano più volentieri con determinate ditte non con altre e in questo campo è pericolosissimo sarebbe pericolosissimo imporre
Cosa diversa da ciò che la forza di polizia gradisce perché c'è un problema delicatissimo di rapporti di collaborazione pensate
A quello che ci vuole certe volte per inserire una microspia per una intercettazione ambientale in una casa di abitazione o in un'autovettura con particolari sistemi di allarme quindi
Deve esserci un rapporto di fiducia al giovane che va tutto male
Quindi l'affidabilità della vita ci viene attestata dalla polizia giudiziaria
Ovviamente tutte le volte che rileviamo un'anomalia noi interveniamo con tutta la necessaria Energia un ricordo un caso lo ricordo vagamente in cui un risultava che una una SIM card di una telecamera che in sostanza poi trasmetteva era stata asportata questi scopi da un'altra vita da un appartenente ad un'altra ditta
è ovviamente abbiamo fatto poi seguito con
Le necessarie iniziative giudiziarie ma dico si tratta di liberamente di casi sporadici
Noi non abbiamo mai avvertito il sospetto che le ditte possano diciamo agire al di fuori della loro in qualche caso le ditte sono più efficienti dell'ascolto e la
La qualità della registrazione viene più valida e altri casi questo non avviene ma questo di quell'ovale anche dal
Anche di ciò che avviene comunque noi ci accaniamo alle regole e
Ci affidiamo la polizia giudiziaria per la verifica della correttezza della vita poi certo se andassimo ad indagare anche sulla struttura di queste vite
Probabilmente ci troveremmo in molti casi degli ex appartenenti alle forze di polizia che avendo una certa esperienza trovano utile diciamo monetizzare questa esperienza in altri casi potremmo forse trovarci di fronte a queste
Realtà che comunque non necessariamente rinviano ad un quadro di illecito potendo avvenire che il vero titolare della ditta non è interessato esporsi e quindi
Sì copre dietro una ma senza che questo implichi
Per quanto riguarda la
Non ho compreso mi scusi ma è forse un mio limite non ho compreso se le ditte hanno la disponibilità del contenuto possono avere la disponibilità del contenuto seppure temporaneamente oppure no ma in linea di massima
Certo facile fare loro impiantano le Bleu microspia e gli impianti di
Per la registrazione è chiaro che volendo possono disporre ma
Non legalmente a cioè non ha perlomeno non devono fare altro che fare da tramite illecitamente della potestas agricolo sono imponesse ad avere il contenuto bensì volendo con semplicissime
Metodi il problema è che il loro incarico non è questo tranne nel caso della registrazione
In questo caso della registrazione perché vi hanno avuto proprio fisicamente a disposizione distante la famosa interventi intercettazione di abbiamo la banca
Lo so ma vede l'illecito non può essere il metro valutativo di un sistema perché l'illecito ci può essere dunque seconda scontano in qualsiasi parole
Come euro ruolo oltre all'illecito dalla risposta più plausibile all'interrogativo che ci poniamo solo solo questo
E Mainardi è un sistema Piero vi trappola
Perché ci muoviamo in un sistema molto dove una fuga di notizie può avere un fortissimo interesse
Disporre di una
Di una notizia di questo genere quindi è un sistema molto delle sabbie mobili non è e non è un sistema sicuro in cui ci muoviamo tranquillamente non cerchiamo di contemperare vari interessi fra cui massimamente l'interesse all'indagine sui reati di mafia che senza le intercettazioni sarebbe assolutamente impossibile però dico vorrei il pericolo dietro l'angolo
Così completa
Nella fisiologia avviene che la ditta una volta che installare gli apparati
Scompare cioè non è più presente fisicamente
Nelle operazioni di intercettazione né in quella di trascrizione interviene laddove per esempio una microspia dovesse funzionare male allora lo deve andare a sostituire ma
La ditta non partecipa alle operazioni di registrazione audio video o trascrizioni punto questo è il dato è la vita
Partecipavo operazioni diciamo coperta di inserimento della mica spiegata si a quella che gli è consapevole
C'è
Sale che esiste l'intercettazione ovviare Marsala dove ha posizionato eccetera eccetera
Certa rocce ma non dispone del contenuto delle intercettazioni rimane la verifica usufruita prescelto però dalle parole ingessato detiene il potere volevo depositare intercettazione
Ma
Allora per carità
No sul piano dell'illecito perché
Però chi a chi ha messo la microspia con conosce il
Il dato tecnico dell'operazione cioè
Prego Henze eccetera perché riconosce perché si emette
Il sistema di trasmissione conoscere frequente e quant'altro e più facilitato ha un grosso vantaggio ecco che allora un
Un grosso vantaggio pur non lo possiamo non lo possiamo escludere naturalmente però
Credo che normalmente le cose vadano in maniera diversa pur non potendo escludere poi lei ha fatto una seconda domanda
Come cosa si può fare per evitare il reinserimento dei boss mafiosi che appena liberata immediatamente è noi abbiamo articolato una proposta che è un po'più ristretta diciamo che quella di dare larga soprattutto che a me mi lascia un po'perplesso
Abbiamo detto ciò avviene perché in termini di articolo ottantuno capoverso cioè di continuazione le pene irrogata la seconda è la terza volta per lo stesso reato di associazione mafiosa
Diventano ridicole si attenuano per il meccanismo della continuazione fino
A a scomparire quasi allora noi abbiamo formulato la proposta di stabilire
Un minimo edittale insuperabile che dovrebbe essere
Da un terzo a metà della pena massima stabilita quando io cioè commetto il secondo reato
Il giudice può mettere il reato in continuazione perché ovviamente malapena da irrogare non è assurdo vitreo come avviene attualmente che si riduce di molto
Ma non dovrebbe scendere al di sotto o di un terzo o come penso io di metà della pena massima edittale che è una misura consistente che impedirebbe questa specie di porta girevole per cui la dal quattrocentosedici bis si entra e si esce tranquillamente dopo un paio d'anni e due e tre tre anni
Quattro nel migliore dei casi ma è più vicino a prega quattro è chiaro che se noi mettiamo in circolazione il boss mafioso non colpito dalla pena dell'ergastolo dopo tre anni noi otteniamo poi il rientro in sede la pretesa di come andare di nuovo e quindi l'eventuale omicidio in carcere di fare due
Certo poi cresce
Bene
Onorevole vecchio su tutto la mia è una domanda brevissima fine in carcere da oltre vent'anni e mezzo
E le intercettazioni sono cominciati
A settembre mi pare se non ricordo agosto agosto del due mila e il tredici mentre già da diversi mesi in in regime di
Mi socializzazione con questo soggetto qual è stato lo spunto
Che
Dal quale si dei partiti per disporre intercettazioni la motivazione grazie
America credo perché
Lo spunto è stato il fatto che Totò Riina
Aveva manifestato dopo silenzi
Granitici
Di questi venti anni in cui non c'era stata nessuna manifestazione apprezzabile ma soltanto dinieghi ironie non era lui ma altri che va beh
Poi aveva fatto delle manifestazioni aveva espresso delle considerazioni
Ad un appartenente alla polizia penitenziaria che ovviamente prestava servizio accanto Toto Rina il quale aveva diligentemente riferito i suoi superiori e quindi a noi
E da queste
Manifestazione hanno era sembrato di poterlo intravedere
Una determinazione o una disposizione d'animo di Totò Riina a
Uscire dal suo isolamento
E
Parlare
Almeno col pubblico non non potevamo ipotizzare che un Toto Rina si pentisse questo neanche per sogno
Ma che avesse voglia di horror contare la sua versione del raccontare qualcosa visto che spesso e del contesto generale e quindi questo fattore nuovo
Che poi questo racconto avrebbe potuto anche avvenire inutili in pubblica udienza
Avevamo anche
Diciamo ipotizzato la possibilità che Totò Riina rompesse il suo silenzio in udienza questo non è avvenuto
Ma
Questo fatto nuovo ci ha spinto punto a e in determinare queste intercettazioni nel contesto della socialità
Prima non lo avevamo fatto per il semplice motivo che un Totò Riina granitico noi poi ovviamente ascoltavamo i colloqui con i familiari perché lì sono una spia molto importante
Ma disporre intercettazioni Bresso Totò Riina che non parlava neanche con se stesso non ammetteva rientrare anche cosa spesso c'era sempre sembrata una cosa
Inutile una una fatica un'attività chiunque poi invece abbiamo investito mezzi Empoli in questa attività
Allora mi permetto una curiosità ma in questi mesi Salvatore Riina stato anche il Martina entro se il suo atteggiamento un dimagrimento rispetto
Nuova notizie ormai
Guai pubblico dominio qual è stato ma io ho partecipato ad alcune udienze ma distaccato attento alle sempre presente e mi pare che è stato sempre presente
Interrompendo sì solo per uscire per andare a praticare le cure che le terapie Candy praticano perché
E in condizioni di salute non ottimale il benché insista nel dichiararsi uno perfette condizioni ma non è così realtà da una serie di patologie
è stato sempre molto presente molto attento ma assolutamente distaccato dallo senza dare mai segno di voler intervenire così cioè una ricognizione una presenza no
Già su
Ora tocca
Siamo sempre in pubblico oratore
Sì segretiamo
Io ringrazio
All'esito verso il Procuratore
Altri amici e Procura di Palermo e mi duole dire che probabilmente saremo costretti ad abusare
Ancora in futuro la vostra disponibilità perché vostra preoccupazione sulle nostre molte gli spunti che ho citato sono spunti ma cercheremo di approfondire lo faremo con alcune audizioni che abbiamo
Nel programma è un work in progress che si arricchisce ad ogni audizione di nuove domande e che quindi richiede alcune risposte per cui immagino che torneremo ci incontrarci sinfonico con il dovuto preavviso
O ragiono che poi parlando imene viene fuori la necessità di andrà composta da procuratore sulla quel domanda che la acquisibile cioè le proposte tecniche sì sì sì sì è assolutamente certo
Le abbiamo acquisite domani ci vediamo alle nove e abbiamo l'audizione del
Dottoressa Del Balzo che prevede presidente la Sezione misure presso il Tribunale di Napoli del dottor La Malfa sezione misure di prevenzione del tribunale di Bari e a seguire l'Ufficio di Presidenza la seduta si conclude grazie
E termina qui lo speciale giustizia di Radio radicale iniziato o con una intervista realizzata dei microfoni radio Radicale col Procuratore capo di Catania Giovanni Salvi e concluso invece con la seduta di ieri della Commissione antimafia
La Commissione bicamerale a San Macuto presieduta da Rosi Bindi che come sapete ha visto protagonisti
I magistrati di Palermo guidati dal procuratore capo Francesco Messineo dagli aggiunti Agueri certe lessi e dal Pubblico Ministero Di Matteo peraltro avete sentito nell'ultima parte
Dedicata proprio per con la voce del Procuratore Capo Messineo ancora una volta ove non bastasse sulla vicenda del cosiddetto cortile di Dina ci siamo occupati abbastanza anche nelle puntate precedenti
Ma intanto lo strumento a disposizione si è concluso
Per quanto riguarda lo speciale giustizia tutto un cordiale saluto da Sergio Scandurra e buon proseguimento di serata come sempre con i programmi di Radio radicale è stata l'ascolto