20MAR2014
intervista

Una strada intitolata ad Enzo Tortora: intervista ad Antonio Bossone sindaco di Lauro

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo RADIO - 17:10. Durata: 5 min 50 sec

Player
Nel Paese di Lauro, in provincia di Avellino, è stata intitolata una strada ad Enzo Tortora: il sindaco Bossone evoca "il dovere della memoria".

L'impegno di Bossone al fianco dei Radicali sulle iniziative referendarie in materia di 'giustizia giusta' e per l'amnistia.

"Una strada intitolata ad Enzo Tortora: intervista ad Antonio Bossone sindaco di Lauro" realizzata da Ada Pagliarulo con Antonio Bossone (sindaco di Lauro, Nuovo PSI).

L'intervista è stata registrata giovedì 20 marzo 2014 alle 17:10.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Amministrazione, Amnistia,
Campania, Carcere, Democrazia, Digiuno, Diritti Civili, Diritti Umani, Europa, Giustizia, Indulto, Istituzioni, Lauro, Magistratura, Nonviolenza, Partiti, Partito Radicale, Politica, Radicali Italiani, Referendum, Responsabilita' Civile, Riforme, Separazione Delle Carriere, Societa', Stato, Strade, Tortora.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

17:10

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Il comune Di Lauro in provincia di Avellino ha una strada intitolata
Adesso tuttora il noi ne parliamo con Antonio Bossone che Di Lauro il Sindaco vogliamo dirlo
Esponente del Nuovo PSI e ma anche soprattutto possiamo dire anche tessera radicale una l'impegno a diciamo del Sindaco Bossone accanto i radicali
Ha una lunga storia buongiorno Sindaco
Un loro l'ombra dei
Allora intanto la decisione per l'appunto di di intitolare una strada ad Enzo Tortora a a me pare di ricordare che è una storia che parte da lontano anche questa è una iniziativa che lei ha tentato di prendere anche negli anni passati
Sì è un'iniziativa che io volevo prendo già da tempo ho trovato alcune difficoltà poi fine finalmente ci sono riuscito
E ci sono riuscito con unanimità del Consiglio comunale in un momento particolare storico che qui sto in cui le grandi battaglie per una giustizia giusta
Dei problemi delle carceri
Per
Far sì che l'Italia possa diventare veramente un Paese europeo
Nel senso di un'Europa solidale e soprattutto un uno per i diritti
Ebbene questi triturazione va proprio a significare che tutte le vittime della mala giustizia nella nostra nazione e per cui ci fa il picco entro tuttora
Mai come adesso devono essere ricordate perché attualmente altre problematiche stanno prendendo la scena istituzionale e politica e si fa invece dimenticando un problema importante quello di una giustizia giusta
E perché
Ci sono interessi di lobby forti che ostacolano che questo Paese l'Italia possa veramente addivenire ad essere un Paese e culla della civiltà ma nel vero senso della parola quindi
Abbiamo capito che ho capito in primis insieme ad altri amici
Che era il momento in cui stava scendendo l'oblio sul su queste problematiche di comunque situazione della tratta di dare un segnale forte nel senso che la prima cosa fondamentale di un popolo civile e oltre ad essere il lavoro che dignità e anche la giustizia e quindi la giustizia
Non può essere più rinviata come tematica diciamo del nostro Parlamento ed del nostro Governo ma deve essere fondamentale affinché un popolo che si ritiene popolo civile
Possa veramente esserlo con una giustizia giusta
Federalista lei ha
Ha evocato un dovere della memoria parlando dell'intitolazione di una strada ad Enzo Tortora ma parlava di malagiustizia e voglio ricordare anche il suo impegno
Proprio a sostegno delle iniziative radicali non violente per ottenere un provvedimento di
Clemenza per quel che riguarda la situazione di illegalità delle nostre carceri
Anche lei ha fatto uno sciopero della fame io citavo presenta il due mila undici stavo guardando addirittura
Che ho quattro show della fame abbiamo fatto un incontro ad Avellino
Con colpa degli altri centri ci siamo così Staderini contro tutti quelli che
Diciamo de si stanno interessando di questa problematica che ormai divenuto una emergenza nazionale
Cioè il problema della sovraffollamento delle carceri il problema che in questo o Paese
Non si riesce per logiche ormai polli a mettere in in atto l'amnistia che il provvedimento fondamentale
Per poi ripartire
Con una riforma del Codice quindi con una giustizia giusta
Il problema che non passi in questo Paese la responsabilità civile e che il ruolo dei PM sia diversificato da quello dei giudici ebbene alla base di questi grandi referendum che sono ormai da oltre venti anni
Da quando i radicali socialisti li hanno proposti
Inascoltati
E dove ci sono state vittime che hanno dovuto pagare
La mala giustizia mentre chi ha operato la sala giustizia ha fatto carriera ebbene un popolo civile come il nostro e noi non possiamo più
Diciamo arretrare di un millimetro su questo sono tematiche
Che sono fondamentali per la crescita di un popolo e devono dovrebbero già essere parte integrante di una nazione che si ritiene civile e che occupa uno dei posti dei primi setto trazione
E anche sulla campagna referendaria sui referendum per la giustizia giusta lauro è stata decisamente presente ci sono stati vari incontri c'è stato un grande impegno sulla raccolta firme questa comunitario nemici
Sì ci siamo mossi ora l'amico Michele Minieri abbiamo lavorato non solo alla loro ma su tutto il territorio coincide nell'insieme ad altri volontari
E abbiamo avuto un grosso successo i firme perché la gente è vicina a queste realtà che devono essere parte integrante della riforma di uno Stato quindi una giustizia giusta
Con il referendum che erano ammessi alla giustizia giusta
è il pilastro fondamentale ed è all'attenzione dei cittadini perché è inutile avere miglioramenti economici oppure chiedere situazione riguardo l'Euro altre cose quando poi situazioni i fondamentali come il vivere civile che alla base a una giustizia che non è ancora giusta questo porta veramente a vanificare tutti gli altri discorsi che si possono fare
Grazie ad Antonio Bossone Sindaco Di Lauro in provincia di Avellino