21MAR2014
intervista

L'attualità in Archivio: il Pci di Berlinguer, il compromesso storico con la Dc, l'Unità Nazionale, il terrorismo, la Costituzione, l'ordine pubblico, l'opposizione radicale

SERVIZIO | di Aurelio Aversa Radio - 12:38. Durata: 1 ora 54 min

Player
Berlinguer, Pannella 14 e 15 lug 1977 Camera dib su linee programmatiche gov Andreotti.

Puntata di "L'attualità in Archivio: il Pci di Berlinguer, il compromesso storico con la Dc, l'Unità Nazionale, il terrorismo, la Costituzione, l'ordine pubblico, l'opposizione radicale" di venerdì 21 marzo 2014 condotta da Aurelio Aversa .

Tra gli argomenti discussi: Andreotti, Berlinguer, Brigate Rosse, Costituzione, Dc, Democrazia Cristiana, Governo, Informazione, Ordine Pubblico, Pannella, Partito Radicale, Pci, Storia, Unita' Nazionale.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 1 ora
e 54 minuti.

leggi tutto

riduci

12:38

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ancora un ulteriore momento di informazione di riflessione realizzato con documenti d'archivio che sotto abbiamo scelto di far riascoltare registrazioni dalle quattordici e quindici luglio mille novecentosettantasette interventi all'ex
Segretario del dal Partito Comunista Enrico Berlinguer di Marco Pannella pronunciate alla Camera quando in quella sede si discusse sicure di niente generati dall'accordo programmatico che aveva
Dato vita
Ad un governo guidato da Giulio Andreotti con l significativo sostegno
Anderle PC dei principali partiti dell'epoca ed ascolterete l'ex segretario di un partito comunista che alle politiche della settantasei aveva raggiunto il suo mass Simone allo storico di consensi spiegare come perché aveva avuto quella particolare intesa con la Democrazia Cristiana giustificando il tutto anche con i particolare momento attraversato
Dall'APPA essenza inquinato
In quegli anni dalla violenza terroristica nonna intervento al quale farà seguito quello pronunciato il giorno dopo
Sempre durante quel dibattito parlamentare da Marco Pannella di dura opposizione invece alle scelte della Partito comunista
Più di quel sistema partitocratico che aveva già all'epoca distrutto Stato di diritto e costituzione con provvedimenti ad esempio sull'ordine pubblico parte essenziale degli accordi di quel dal Governo
Ritenuti di Berti cd
E sui quali i radicali promosse lo del referendum non IP d'ogni per combattere avente offensiva brigatista ed eversiva Pannella faceva riferimento anche alle varie iniziative radicali sul luogo e difesa delle dal Parlamento e concludeva invocando la verità sui fatti di Roma dal dodici maggio settantasette quando venne uccisa Giorgiana Masi
Montecitorio quattordici luglio mille novecentosettantasette facoltà di parlare l'onorevole Berlinguer
Signor presidente onorevoli colleghi
Da nessuna parte
E tanto meno da coloro che si sono dichiarati avversaria per
Dell'accordo realizzato fra tutti i partiti costituzionali
Viene negato che si tratta di uno dei fatti più importanti della vita pubblica italiana negli ultimi anni
Generale e il riconoscimento della novità fatto
E questa novità
è stata accolta non soltanto
Dall'opinione pubblica del nostro Paese
Ma anche da osservatori
Esponenti politici e organi di stampa stranieri
Vi sono invece critiche riterrei
Oltre che sul significato politico e sui contenuti dell'accordo
Sul metodo seguito per giungere alla sua approvazione
Che sulle procedure adottate per portarlo in Parlamento
I critici d'accordo si sono lasciati andare alla cui all'uso di accuse pesanti quanto infondate improprie
Parlando di espropriazione del Parlamento
Visto quota mento delle sue prerogative
E persino
Da parte di uno dei membri della direzione della Democrazia Cristiana
Di ristoro per le istituzioni
La nostra convinzione
Ritornerò fra breve su questo punto
E che in realtà è che in realtà un'intesa fra tutte le porte costituzionali senza più discriminazioni
Quale quella realizzata
E una condizione essenziale
Per ridare prestigio
Rigore efficienza
A tutte le istituzioni dello Stato a cominciare dal Parlamento
In quanto al metodo che è stato di fatto seguito
Per giungere all'accordo
Nessuno dei suoi critici mi ha indicato un altro possibile
E del resto
Una volta che i partiti costituzionali avevano convenuto sulla necessità di cercare un'intesa
Sulle questioni più gravi e assillanti che travalicano il Paese
Che cos'altro avrebbero dovuto fare
Se non incontrarsi
Per confrontare le proprie proposte
E compiere uno sforzo concorde per trovare soluzioni comuni
Questa strada fatta di consultazioni incontri trattative era un passaggio obbligato
Non hanno dunque giustificazione secondo noi
Riserve e critiche su questo punto
Riserve critiche sono invece in parte giustificata dei per ciò che riguarda l'andamento i tempi della trattativa
Che ha avuto inutili lungaggini
Vi sono stati ad esempio fare sicuramente ripetitive
E si è trascinato a lungo il metodo degli incontri bilaterali
Che poteva essere invece ridotto al minimo
Per passare assai più presto di quanto sia venuto agli incontri collegiali
Prima sulle su un quelle sulle singole materie e poi di ordine generale
Questo andamento a volte defatigante della trattativa
Che ha dato adito in certi momenti a sensazioni sgradevoli incerti strati dell'opinione pubblica
E che noi stessi abbiamo spesso denunciato
è stato conseguenza in primo luogo
Di un'esigenza interna della Democrazia Cristiana
Date le resistenze di suoi i gruppi e correnti che erano ostili
Ho recalcitranti all'idea stessa dell'accordo
Ma non sarebbe Obiettivo misconoscere
Che la laboriosità della trattativa
è stata dovuta anche alla difficoltà di trovare soluzioni realistiche ed efficace
Per problemi giunti a uno stadio quantomai intricato
Inoltre
Se ci si distacca un po'dalla cronaca
E si guarda le cose con una visione prospettica di più ampia gittata
Penso si debba mettere che due o tre mesi di trattative
Non siano stati poi troppi
Per ritrovare un colloquio un accordo che erano stati per trent'anni impediti
Da divisioni discriminazioni chiusure diffidenza
Si manifesta da oggi in tutta la compagine sociale italiana squilibri
Parassitismo i privilegi credo
Lo stacco i poteri pubblici
Lungi dal contrastare correggere tale tipo di sviluppo
Lo hanno assecondato e protetto comprati che sperpera critici inique e clientelari
Molte forze politiche molte organizzazioni a formazioni sociali hanno contribuito a determinare tutti questi mali di cui soffre oggi la nostra Repubblica
Nessuno è del tutto esente da responsabilità
Ma è innegabile che la responsabilità fondamentale e del Partito democristiano
Che è stato il massimo artefice
Di quella forma di potere politico
Di direzione della quota pubblica e di gestione degli affari che lo stato dell'economia della società
Che fanno venire alla luce tutti i propri figli ma al tempo stesso loro esaurimento
è vero che in questo stesso periodo la democrazia
Respinti con grandi battaglie popolari gli attacchi diretti alle conquiste della Resistenza della Costituzione
Ho chiesto sviluppata ed ampliata
Tanto da fare dell'Italia un Paese dove
Forse più di ogni anno
Piva ricca libera ed estesa e la vita democratica
Ma una tale espansione abbandonata a se stessa
Mancando al Paese una prospettiva unificante una guida politica unitaria
Rischia
Ormai
Vic cerebellare dal suo stesso si
Ulteriori uccidermi PD soluzione
E cioè nuove spinte particolaristiche corporativo individuali
La Democrazia rischia dunque di corrompere
Dirigente generale nell'anarchia
Nella perdita di ogni senso di solidarietà
Nel caveau
Creando così le condizioni di una restaurazione autoritaria
E già
Ed hanno
Sono all'opera forte e centri di eversione variamente maschera
Che proprio per questo pinne lavorano con tutti i miei
Anche
Quelli criminale
Abbiamo avuto anche in questi giorni gli attentati
Rivolti in modo particolare contro esponenti dalla Democrazia Cristiana
E ai colleghi della Democrazia Cristiana io desidero esprimere
La piena solidarietà del nostro
Eccezionale è stata la tenuta del Paese
Di fronte alle prove tremende di questi ultimi anni di crisi economica e sociale
Di trame antidemocratiche
Piccolo certe integralisti che
E di decolla Castiglione del terrorismo
Il verbo di questa tenuta
è stata la classe operaia
Sono state le masse lavoratrici e i loro sindacati unitario
I loro cari
Ma sul paese continua incombe nella vinaccia di rischi superi
Che mettono in forte alle stesse condizioni elementari lo sviluppo economico di una vita democratica
Di un'ordinata convivenza civile
Vi è
C'è da chiedere
Tutti i cittadini
Tutte le categorie
Tutto il personale politico
La piena coscienza della gravità estrema di questi giorni
A me non sia
E questa insufficiente consapevolezza
E anche la conseguenza
Di una struttura economica e sociale
E di una comporrà Maffione e gestione del potere politico
Che hanno portato
Al privato dei particolarismi sull'interesse generale
Al prevalere delle convenienze private su quelle pubbliche
Di quelle di categoria su quelle di club
Di quell'epico gruppi di pressione delle clientele sugli interessi dello Stato
Al vertice di questa piramide sociale
C'è l'egoismo e sono tutti i gruppi di ultrà privilegiati
Che non vogliono mollare un'oncia della loro ricchezze
Alla base
Vi sono molti punti che discuta
Diseredati i cittadini che non hanno neanche un lavoro
E in questa situazione che si colloca l'accordo fra i partiti costituzionali
Con esso non viene ancora soddisfatta l'esigenza di fondo
Ridare al Paese una nuova guida unitaria
Democratica e rinnovabili
Ma esso costituisce di per sé un atto politico e anche morale
Che da un colpo d'arresto
Aldilà care della disgregazione dei particolari
E contiene un messaggio
Che stimola e incoraggia allinearci unificante del Paese
Ciò corrisponde a un'esigenza oggettiva
Ma corrisponde anche d'accordo a me sembra
A una tendenza che nel profondo vive nel Paese
E che negli ultimi anni non ha cessato di manifestare
E di crescere
Una tendenza che respinge la spaccatura è lo scopo
E vuole invece l'intesa la collaborazione e la solidarietà
La realizzazione di accordi necessari per fare qualcosa di utile di giusto
Per risolvere i problemi
E non lasciarli marcire
Il fatto che questo messaggio di concorrenti
E sia pure di una concordia discorso
Sia frutto dell'iniziativa di un parco
Non giustifica i lagni qualunquistici reazionari
Sulla cosiddetta partitocrazia iliache tornerebbe a insidiare
Il sistema democratico italiano ha fra i suoi pilastri i partiti
Assunti nella loro diversità pluralità
A dignità costituzionale
La dialettica fra i partiti dal PIME fra le istituzioni
Ma ecco non esclude ampi comporta una specie in determinate pattuglie mobili
L'accordo e l'impegno
Essere riusciti in questo periodo
A superare tali difficoltà timori di Fidene
E aver raggiunto un accordo
Credo sia un titolo di merito che i partiti hanno acquisito dinanzi al Paese
E noi ci auguriamo
Che anche proprio per aver compiuto questo primo atto
I partiti siano agevolati a incamminarsi sulla via del rinnovamento di se stessi
A liberarsi cioè i da cui i diritti e ritardi
Che sono specificità e sono proprio ciascuno
Ho cercato di spiegare onorevoli colleghi
I motivi di ordine generale
Che ci conducono a riconoscere il valore positivo
Del fatto stesso che sia stato possibile raggiungere un accordo
Che pur entro i limiti noti
Esprime un impegno solidali ed i partiti democratici in un momento crack della vita nazionale
Ma l'accordo ovviamente va giudicato anche dei suoi specifici contenuti
Nelle scelte concrete che con esso si compiono e che si traducono indicativi indicazioni di indirizzi generali perseguite in vari campi
In provvedimenti di proposte legislative in proposte di provvedimenti legislativi e di riforme
E in misure che appartengono alla sfera di competenza dell'Esecutivo e dell'amministrazione pubblica
Anche sotto al riguardo sotto questo riguardo la nostra valutazione e nel complesso positiva
Il programma concordato non è ovviamente il nostro programma di partito
è soltanto è il frutto di una trattativa
E costituisce il punto di incontro e di compromesso fra pochi io un in partenza diverso
Questo punto di incontro è stato raggiunto attraverso gli sportivi tutti
E quindi nessuna forza politica può vantarsi di aver imposto suoi punti di vista ideali
Per quel che ci riguarda possiamo dire di non aver di non aver fatto nel corso delle trattative nella sua conclusione
Concessioni incompatibili con le nostre posizioni di principio
O con impostazioni programmatiche che da anni veniamo sostenendo
Il documento che è venuto fuori
E che tutti voi conoscete e dunque un documento di carattere composito
Vi si possono trovare indirizzi di governo generali
Vi sono anche
Alcuni impegni di natura istituzionale
E vi sono poi indicazioni puntuali di leggi da approvare per varie materie
Le affermazioni che devono tramutarsi misure amministrative
Nonostante questo carattere composito il documento ha più senso generale e complessivo
Il ricorrenti severità etica innovazione
Non intendo soffermarmi nel merito delle diverse questioni voglio solo indicare la tipologia dei
Alcuni punti che a noi sembrano particolarmente rilevanti e significativi
Si prenda la questione che in questo momento la più controversa
E sulla quale naturalmente parlerò più avanti
Del trasferimento alle Regioni ai Comuni di poteri e funzioni dello Stato
Il che è accolta abbiamo discusso di trattamento
Non soltanto
Nell'applicazione della Costituzione in tutti i suoi aspetti
Cosa pure importante e anzi decisiva
Ma anche del rapporto fra lo Stato democratico e le sue articolazioni regionali e locali
Non già
Nello spirito dell'accordo
Secondo una visione meschina e rissosa
In una sorta di gara
Tra chi non vuole cedere i suoi poteri centralità
E chi invece rivendica una maggiore autonomia di poteri e di funzioni
Ma nel quadro di una concezione unitaria fra poteri centrali Regioni e Comuni
Per affrontare insieme
E comunque a convergenza di obiettivi la crisi che travalica il Paese
La novità dell'intesa su questo punto sta nel delineare un sistema di competenze e di funzioni
Che senza far venir meno
Insostituibili compiti di direzione di coordinamento del governo dell'amministrazione centrale dello Stato
Esatta le capacità di iniziativa e di azione delle Regioni e dei Comuni
E quindi contribuisce ad accrescere lo sforzo comune in una direzione unitaria
E non di compiti qualità
In questo quadro è importante che l'intesa riconosca e dell'appello
Che la finanza pubblica comprende anche la finanza locale
E che sancisca l'impegno a realizzare con una politica di rigore e di qualificazione dell'artista
Il consolidamento del debito complessivo
E con una diversa ripartizione delle risorse
L'obiettivo del pareggio di bilancio degli enti locali e delle loro aziende
Nella politica economica le novità più rilevanti
Mi sembrano quelle relative agli alimenti riprogrammati onere per l'industria per l'agricoltura per il Mezzogiorno
Certo in questa parte
Economica
Molte indicazioni sono vecchie obbligati dalla gravità della situazione della crisi secondo economica e finanziaria del Paese
Ma quando alcuni indica per esempio
Affermando la necessità di una replica riduzione della spesa pubblica
L'obiettivo di una sua qualificazione in senso meridionalisti
Si compie una scelta innovativa
Dato che finora ogni riduzione
Sia realizzata in gran parte a danno delle regioni meridionali
Rilevante e anche
Nella parte economica e sociale del documento
L'impegno contenuto
Per il
Per la trasformazione dei contratti agrari
Per la scuola e per l'università Padrin vetustà mi sembra sia l'indicazione di una qualificazione serietà degli istituti
Come a casi irrinunciabili della necessaria azione riformatrice
L'esigenza di una programmazione per l'università
E del pieno tempo per dei docenti
Mi sembra che vada in questa direzione che deve essere alla base della riforma dell'università
Per ciò che riguarda le nomine dei dirigenti degli enti pubblici
Con l'accordo raggiunto si comincia a intravedere
La TIA
Che sappiamo sarà faticosa
Per superare quel regime
Iraq a Parlamento e spartizione di posti di incarichi
Che ha dato luogo in tutti gli anni passati
A gravi episodi di malcostume di corruzione
E che tanti danni arrecato alla nostra economia e al nostro regime democratico
La novità dell'accordo per i problemi dell'ordine pubblico
Sta nell'aver unito le necessarie misure di prevenzione
Necessario e indispensabile la situazione di emergenza che vive il Paese
Eppure tutto il rispetto a molte delle garanzie costituzionali
Ad altre misure di riforma
Servizi di informazione politica
Amministrazione giudiziaria
E soprattutto alla per Marchionne
Di nuovo e grande rilievo politico
Sulla necessità
Ma collaborativo per la tutela dell'ordine
Così Bruca
Della condizione giovanile
E di quella
Salvo che per la crème non relativo al tema proposto per la elezione della rappresentante italiana al Parlamento europeo
Nell'accordo non vengono trattate questioni di politica estera
Eppure
Tutto sarebbe stato possibile
Giacché negli ultimi anni le posizioni dei vari partiti democratici sulla politica estera
Che era stata nel per il
Io sto della guerra fredda uno dei pochi maggiori cordiali
E sono andati avvicinando
Essendo emersa in tutta
La convinzione che il prete Entella venire devi
Italia
Sono affidati in misura decisiva all'affermarsi a rapportare
Di una politica di distensione
Di una riduzione degli armamenti
Che vanno a porre il veto arricchire
Sconosciuto
In tutto il periodo seguito alla seconda guerra mondiale
I allargamento e intensificazione degli scambi
Ricopre
Comunque
Il fatto che un collega ampio schieramento di partito
Si sia impegnato a procedere insieme
Per risolvere però quindi urgenti ed il rilievo
Nel senso del risanamento economico e del consolidamento delle istituzioni democratiche
Oppure all'estero
Un'immagine più vuol infinita del nostro Paese
E quindi
Accade all'Italia maggiori possibilità di iniziativa di azione in campo internazionale
Per quanto ci riguarda è noto che noi non
Mettiamo in discussione l'appartenenza dell'Italia alle alleanze internazionali di cui a parte
Ma vorrei riaffermare anche
Che è uno degli obiettivi principali per cui continueremo a parte
E quello di una politica estera che porta il nostro Paese
Ad espellere tra i promotori più conseguenti
Di un'opera che faccia ritrovare all'Europa occidentale
E alla stessa comunità europea
Un incisivo ruolo mondiale
Vogliamo un'Europa che faccia una politica di amicizia verso gli Stati Uniti e verso l'Unione Sovietica
Verso ogni altro fa
E del mondo ma che affermi una propria autonomia ed eserciti una sua funzione nello sviluppo dei rapporti internazionali
Ma ciò richiede profondi rinnovamento
Negli affetti distribuita agli stilisti
Tutti uniti europei
E quindi l'avvento di nuove forze politiche sociali
Alla loro
Signor presidente onorevoli colleghi
O più o vi ho ricordato quali e quante difficoltà
Preesistente avvertita
Si siano incontrate lungo la via che ha portato alla realizzazione dell'accordo
Questa prima battaglia politica è stata vinta
Marta davanti a noi una seconda e ancor più impegnativa bancari
Quella per l'attuazione completa e tempestiva dei punti di programma concordare
Molte voci si sono levate
A sollevare dubbi sulla possibilità che l'accordo sia realizzato pratiche
C'è chi avanza queste perplessità essendosi ha segnato la parte del cinico e dello scettico
Detto tutto e verso tutti
Ma c'è anche chi
Ha mai superato da esperienze passate
Bene che esse si ripetano
E cioè infine
Una diffidenza
Legittima infanga
I vasti strati popolari
Diffidenza
Non lo dimentichiamo colleghi della Democrazia Cristiana che mi pare si rivolga soprattutto verso l'loro
Di fronte a questi dubbi timori e diffidenza
Noi comunisti non ci assumeremo certo un ruolo di alimentare illusioni
Cimici scettici
Non potremo certo esserlo ma
Perché siamo comunisti
E crediamo appassionatamente razionalmente nelle nostre idee
E nella capacità degli uomini di associarsi per far prevalere il bene
La giustizia
Ma proprio perché da rivoluzionari sappiamo che il bene può vantare ed affermarsi solo attraverso lotte tenace
Sappiamo che la vigilanza
Iniziativa la lotta
Sono indispensabili per assicurare l'attuazione dell'accordo
Crediamo di avere ben presenti
Lei i numeri difficoltà
Oggettive
Che in sorgerà
E quelle che da molte parti verranno rapporti e per impedire che l'accordo sia operante in ogni sua parte
O addirittura per favore caldaie
Già
Ve ne sono a tutte le prime avvisaglie
Le resistenze non vengono non verranno solo dagli avversaria terre che l'accordo interessati a far fallire tutto
Vi saranno anche quelle forti più o meno nascoste
Provenienti da gruppi sociali e correnti politiche che cercheranno di svuotare l'accordo
Per i suoi contenuti più significativi e innovativi
E così valutarlo di fronte all'opinione pubblica
è un impatto
E ci si sta rendendo conto ufficio sempre più
Che l'applicazione dell'accordo
Intaccata determinati privilegi sociali è colpita
Importazioni e stratificazioni di interessi particolarmente non mancheranno di
Inoltre
La coerente attuazione dell'intesa programmatica specie in alcuni dei suoi punti
Basta pensare alla trecentottantadue
E ai nuovi criteri fissati per le nomine degli enti pubblici
Comincia accalcata
Molti sui accordi
La praticate ed estesa ma quella di potere e messa in piedi durante i lunghi anni dalla Democrazia Cristiana
E comporta modificazioni non certo irrilevanti
In metodi di governo e di sottoporre
Che sono anche si penetrati affondamento
Nella gestione degli affari pubblici sotto l'egida del Partito democristiano delle sue diverse formazioni clientela
Sui singoli locali
Infine
Ed è tutto presumibile che si svilupperanno in varie epoche
Anche all'interno di alcuni partiti che hanno sottoscritto l'accordo
Manovre politiche
Pendenti non Attardi uno sviluppo più avanzata tua tutta la situazione politica obiettivo che anche il nostro
Ma parla recuperare verso vecchie formule politiche per esempio
Tanto per essere chiari
Verso soluzioni che nella sostanza ricalca ed ebbero la formula governativa e parlamentare del centrosinistra
In ultima analisi in tutte le resistenze le manovre già in atto e prevedibili
Sono espressione del patto
Che la parte più arretrata della società e del personale politico si contorce e meno a colpi di coda per impedire contrastare un corposo delle cose
Che è andato e va avanti
Sia pure attraverso lo sport i turisti
Verso un obiettivo ormai maturo e necessario
La partecipazione dei due partiti del movimento operaio
In collaborazione con porte popolari di altra ispirazione
Alla guida politica del Paese
Ogni passo che avvicina questa metafora dorica
Provoca una tomba di reazione
Da quelle più in composte irrazionale
A quelle che operi secondo ad una lucida determinazione conservatrice
E a quelle infine
Fitti si fa prendere dall'angoscia
Al solo pensiero che il movimento operaio non rimanga appare
Dell'opposizione
Ma vi è anche l'altra faccia della medaglia
E se è rappresentata dalla parte più avanzata della società
Tutta la classe operaia
Stamate in mente di lavoratori i ceti medi di giovani intorno
Che poi vengono sempre più perché si vada avanti conseguentemente sulla via della vento al potere di una nuova classe dirigente
E chi è anche una parte del personale politico
Per esempio nel Partito repubblicano anche nella Democrazia Cristiana
Che comprende come un passaggio di fare
Che non contrattati il corso profondo delle cose
E prenda fino in fondo accorperà realtà ed è la politica del Partito Comunista Italiano
E ormai irresponsabile
In quanto è divenuto la condizione stessa per la salvezza della nazione
E di temi che ne costituiscono un patrimonio comune
Ma torniamo ancora un momento onorevoli colleghi al problema immediato dell'attuazione del programma concorda
L'onorevole Galloni afferma
Che giustamente mi pare
Che non si tratta di un programma di legislatura
è aggiunto ampi
Che ciò può essere applicato vincitori dei dodici mesi
Benissimo onorevole Gallo
Anche noi non chiediamo di meglio che l'impegno di tutti i renda operante l'accordo nei tempi più rapidi
E attraverso di lei vorremmo prendere in parola l'intero Partito democristiano
I suoi gruppi parlamentari
E voglio credere sui ministri
Ciò richiederà oltretutto un ritmo di lavoro assai intenso del Parlamento
Tanto più che esso dovrà decidere anche su questioni che esulano dagli accordi programmatici sottoscritti
Ma che sono
Impellenti e grazie
Prima fra tutte quella di una regolamentazione civile ed umana dell'aborto
Occorre agire in tempi rapidi dunque
Ma occorre anche che in punti programmatici concordati vengano applicati nella loro interezza
Senza deviazioni e scarpe
E contiene reciproca lealtà
Questa volontà e lealtà
Viene sottoposta proprio in questi giorni
Queste obiettivi
A una prima verifica dei fondi di fronte all'attuazione della legge trecentottantadue
Che deve completare il trasferimento alle regioni ai comuni delle funzioni indicate dalla Costituzione
A questo proposito ricordo a tutti i colleghi di partiti firmatari dell'accordo e della mozione parlamentare tre cose molto precise
Primo
Che nel testo dell'accordo si contabile scelto
Che ne forte politica democratica in occasione della formulazione del parere sul decreto del governo che compete alla Commissione interna ma le ha Inter camerale per le questioni regionali
Sono pervenute a una conclusione unitaria sulla base della legge trecentottantadue si aggiunge
Cito ancora
Che le forze politiche dichiarano di impegnarci a ogni livello di responsabilità istituzionali
Per una piena assunzione dell'intesa unitaria nel provvedimento definitivo
Ecco
Che nonostante queste inequivocabili dichiarazioni
Nel Consiglio dei ministri si sono manifestate posizioni che su punti anche rilevanti
Travisano nel testo elaborato dalla Commissione intercambiabilità camerale
Pertanto
Che la mozione presentata alla Camera con la firma di un capigruppo di tutti i partiti protagonisti dall'accordo intende al Governo cito ancora tra virgolette
A un'attuazione della legge trecentottantadue
Sulla parte delle conclusioni definitive a cui perverrà la Commissione interparlamentare presso la quale tornate in discussione
Testo del provvedimento
Qualche volta onorevoli colleghi filone ma
Fa riferimento anche alle ispezioni testuali degli accordi raggiunti
E chiarissimo dunque che anche i rappresentanti della Democrazia Cristiana nella Commissione e poi nel Governo
Sono tenuti a seguire una condotta coerente con il testo dell'accordo e con la mozione parlamentare
Penso sia
Sì al Partito democristiano ma i suoi rappresentanti nel Governo non pubblica
L'importanza politica della dimostrazione di coerenza e di realtà
Che ci sono chiamati a dare su questo primo determinante banco di prova che si presenta a due settimane dalla fibra dalla firma dell'accordo
Va
E pensiamo anche che essi si rendano conto deleteria conseguente politiche di un atteggiamento che dimostra anche il contrario
La lealtà del rispetto degli impegni assunti e dunque una necessità fondamentale
Ma appartiene allo spirito dell'accordo ed è condizione pratica della sua realizzazione nei rapporti fra i partiti
Tra i gruppi parlamentari e con il Governo
Operi un metodo fondato su tutte quelle consultazioni che si renderanno opportune
Per garantire la migliore soluzione di problemi che via via in sorgerà
Acquisiti ed è
Se anche questo accordo finirà nel nulla
Maturato dalle manovre dall'inimicizia dei suoi avversari
O a Renato nelle pecche della routing e dei rinvii
Noi non rispondiamo con un'acritica fiducia
Ma rispondiamo chiamando i cittadini a vigilare e a intervenire
Per tentare le manovre ritarda attrici essa potrà trilogia per redigere l'attuazione dell'accordo nel suo spirito e nella sua legge
La partecipazione di un partito come il nostro alla conclusione di un accordo con gli altri partiti
Porta tra le altre questa istintiva novità
La presenza del Partito Comunista Partito che il rapporto politici non si esauriscono negli incontri
E me ne periferiche
Tra i rappresentanti dei partiti e nel lavoro del Parlamento
Ma chi arricchiscano e si allarga attraverso un legame parto e diretto dei partiti con le masse popolari
Delle istituzioni con il Paese
Questo è l'apporto che noi diamo alla concezione alla vita della democrazia
La quale non può essere fatta solo del rispetto rigoroso di determinate regole costituzionali
E non può ridursi unicamente alle consultazioni elettorali e alleati all'ippica nelle assemblee rappresentative
Ma deve alimentare che svilupparsi attraverso movimenti reali i lavoratori e purtroppo
In questo senso la presenza e l'iniziativa del Partito Comunista può sollecitare anche altri partiti
A stabilire nelle forme e nei modi rispondenti alla loro peculiare intensità guardie secondi oratore
In ogni caso
E anche da questa attribuzione noi chiamiamo i lavoratori i cittadini a non restare
Una certa passività dettata dopo
A prendere conoscenza dei contenuti dell'accordo
A stimolare me controllarne parto a parco l'attuazione
A esercitare la loro pressione democratica perché il Paese ne ricavi tutti i fusti forse
Oltre che accolga le al compito di farsi promotrici di questa partecipazione mobilitazione delle masse popolari in forme democratiche
Noi chiediamo a tutte le organizzazioni del nostro partito fino di svolgere un altro importante lavoro specifico
Quello di compiere ogni sforzo con tenacia e commenti a terra
Per attenuare progressivamente
Le diffidenze reciproche che ci sono sedimentate per lunghi anni
Alla base di
Tra i loro iscritti i loro elettori
I loro quadri
Il più
In conclusione onorevoli colleghi
Mi pare di aver reso chiaro
Il Partito Comunista farà quanto è nelle sue possibilità
Impegnerà tutte le sue porte in Parlamento e nel Paese
Per l'attuazione piena e leale dell'accordo
E perché dai al popolo italiano tragga motivi di fiducia
E non vi muovete
Tuttavia
Ne inoltri sportive quelli che compiranno certamente altre porte possono dare la sicurezza che l'accordo ambrato
In ogni caso
Il nostro partito saprà trovare le iniziative adeguati ad ogni situazione
Per proseguire la sua politica unitaria democratica rinnovabili
Così dunque Enrico Berlinguer e segretario del Partito comunista alla Camera il quattordici luglio mille novecentosettantasette
E li ascoltiamo adesso l'intervento che pronuncio il giorno dopo sempre durante quel dibattito Marco Pannella che l'apertura e replicava
Alcune osservazioni Presidente del Consiglio Andreotti vorrei subito sottolineare signor Presidente del Consiglio l'ambiguità
Pericoloso e forse non consapevole per una volta
Del suo richiamo finale a proposito di ordine pubblico mi pare ambigua e grave
Lei ha ricordato che dopo
L'altra guerra
Vi è stata
Un momento una situazione di crisi
Dalla quale in fondo il nostro Paese secondo gli storici Borghesi e gli storici comunque che hanno
Avuto quasi il monopolio dell'insegnamento nelle nostre scuole segnalano che si è usciti definitivamente
Con le norme del codice Rocco prima con la marcia su Roma il ristabilimento dell'ordine signor Presidente del Consiglio
Contro il caos che dilagano si diceva a causa di norme troppo e liberali in realtà sappiamo che quelle norme illiberali avevano retto allo scontro sociale
E sappiamo che la speculazione
Sulla inadeguatezza della risposta liberale per edificare il consenso democratico avverrà nel futuro lo strumento principale di affermazione del colpo di Stato fascista nel momento in cui in realtà
Diceva in qualche misura l'ordine pubblico democratico si stava riconquista
E questa analogia noi la sentiamo profondamente siamo noi con lei signor Presidente del Consiglio nel rilevare
Che dopo trent'anni che la Democrazia Cristiana fatto proprie
Le leggi fasciste del codice Rocco
Sì che mi pare ormai record nella storia
Regalare alla DC l'alta dignità tecnico-giuridica del pensiero e delle norme di Alfredo Rocco
Pedoni inchiodarlo al solo alla povertà e la miseria dei contributi delle leggi reali e dei peggioramenti successivi
Devo dire in terreni dignità giuridica unanimemente riconosciute diverse dobbiamo pur riconosce che quelle leggi che furono per quindici anni fasciste
E da trent'anni la Democrazia Cristiana dal mantenuto e ha voluto mantenere e il Parlamento italiano è unanime
Ha voluto mantenere e se è vero come è vero
Che queste norme del codice Rocco sono state stralciate in parte
Solo dalla Corte costituzionale non dal Parlamento italiano certamente per volontà positiva della democrazia cristiana ma certamente anche per limite
Grave ideologico e politico delle opposizioni antifasciste
In questa ora ecco dicevo che è inserito in questo quadro
Signor Presidente del Consiglio
Proprio la sua auto relazione finale
Giustifica il sì in qualche misura
Trova corrispondenza piena con le nostre preoccupazioni sempre quando si sostiene che si possa verificare meglio
Su una norma e liberticida e o autoritarie o di violenza la possibilità di edificare dell'ordine perché lei spesso lo ha detto
Il processo più o meno liberale post bellico di questo trentennio
Non consentirebbero una risposta adeguata alla criminalità ci troviamo dinanzi
Allo spartiacque fra l'ideologia e la filosofia democratica e quella autoritaria altre volte abbiamo ricordato e credo che non è inutile ricordare qui
Che liberale proprio colui che ritiene che una normativa liberale serva proprio nei momenti di difficoltà nei momenti di disordine
La filosofia l'ideologia la posizione liberale
Credo che ci in momenti di assoluto ordine crete sociale io credo in questo anche il regime fascista negli ultimi anni dove il consenso ormai
Era saldamente edificato con pochi esibizionisti ormai chiusi dei confini e nelle carceri
Poteva manifestare una notevole liberalità brutta Jana sotto la quale in effetti si è formata per una parte della nostra classe dirigente
Anche antifascista all'interno dei littoriali dei comunque di quell'attività che era in effetti
Culturalmente abbastanza libera
E liberale
Ma quando si usa l'argomento che viene usato anche dai banchi della sinistra con echi evidentemente di sinistra di sinistra Crispi unità di sinistra storica e silicio che nei momenti di disordine e lo Stato vede
Sospendere la scelta liberale in quel momento si giustifica in radice l'ideologia è la scelta autoritaria la quale Sam prescelta che ipotizza la violenza e l'Autorità non solo in momenti
In cui i conflitti sociali lo richiederanno nei momenti di chiudete o di serenità
E quindi
Partendo proprio da questo finale
Partendo proprio da questa direi ammissione che estremamente importante io direi che il Presidente del Consiglio
Ah davvero in questo momento con questa dichiarazione apposto una firma qualificata e ha prestato anche chiarezza a lecco premier le ragioni dell'accordo pesa le parti
Accordo che in termini di filosofia politica di ideologia di mettere a
Sicuramente si situa sulla scelta della filosofia della scelta di tipo autoritario
Cioè nei momenti di grave non possiamo essere noi socialisti nel liberali nel comuniste nel momento in gravi dobbiamo tutt'al più essere giacobini ecco recuperare all'interno delle tradizioni della sinistra
La dimensione sociale giacobina borghese contro quella socialista libertaria
Autonomistica di base e popolare per imporre la salvezza del Paese certo
La buona fede appartiene alla scelta autoritaria come quella libertaria c'è tutto chi crede nel valore dell'Autorità non è moralmente meno rispetta
Rispettabile di chi crede in prevalenza nei valori di libertà
Ma io credo che non a caso ci stiamo trovando dinanzi ad una situazione nella quale
Colleghe e colleghi sempre di più sono gli extra parlamentari che devono apparire ad essere gli ultrà parlamentare in questa Assemblea anche infatti i minimi
Perché in realtà la continuità dello stato ricostruito all'inizio degli anni Cinquanta da De Gasperi e Togliatti ricostruzione voluta contro
La tesi azionista e di alcuni socialisti quella continuità è divenuta e si afferma in questo momento con questo mozione con questo comportamento con questa mortificazione
Del momento e parlamentare del momento governativo con questo attacco concreto
Continuo alla Costituzione ci sta completando una situazione che è la chiarezza definitiva è chiaro proprio grazie
Alle norme che ci hanno detto fino adesso ma scusatemi io credo che per un minimo su questo bisognerà pur riflettere
Magari questa riflessione ad alta voce appariva resterà soprattutto per memoria futura affidata agli atti del nostro Parlamento perché di larga ormai
La cultura di tipo altamente fascista bisogna dire disprezzo per la minoranza
Lì sentire l'irrilevante il dissenso è fastidioso
E continuità
Con quel componenti autoritarie della sinistra della destra
Che riuscirono a fare del fascismo un coacervo di estrazioni di sinistra né di destra viene ricordato non solo Mussolini Rossoni agli altri che proprio contro
La afferma dire sulla linea della denuncia
Del formalismo delle libertà costituzionali borghesi avevano da parte massimalista Ida socialista proposto un certo lo schema di classe si raggiungono si finivano finivano per collegarsi
Con quella grande stima parte della borghesia rinnegata di se stesse e i suoi valori che accampa Sempre i miti dello stato di diritto finché questo gli consente di usare il potere di classe e che lo lascia in genere poi cadere
Nella spazzatura delle dittature dei comportamenti violenti quotidiani quando il
Le idealità della rivoluzione borghese non sono private a mantenere il potere di classe e richiedono invece queste esigenze di potere una scelta chiaramente autoritaria e violenti
Dicevo dilaga io devo pur dirla
Mi spiace di imporre un momentino di fastidio ai sei colleghi credo del compagni del gruppo comunista che con pazienza esemplare restano in Aula mentre io parlo
Mentre gli altri li capisco sono perché devo proprio dire con lealtà con la lealtà che dobbiamo hanno gli stessi
Quando ieri il compagno Enrico Berlinguer nel linguaggio l'ulteriori altri ha detto tutti i partiti
I partiti costituzionali l'arco costituzionale quando a livello semantico il compagno Berlinguer fa questa scelta e di violenza verbale
In questo momento il gioco pieno che parla in questo momento è il compagno della sinistra che fa una scelta di sinistra storica nel quale il dissenso innanzitutto dei compagni non deve essere ammessa
E allora questo tentativo incredibile perché inconsapevole
Ma scusate mi potete davvero sostenere
Che noi
Siamo contro la Costituzione
Credete davvero ma c'è la maggior finezza LAM l'eleganza di salpa devo proprio dirlo vivaddio chiudere cenni passano possiamo Presidente del Consiglio
Radio e devo dire le siamo grati di noi direi veramente avversari le dire nemico sale per un l'articolo avesse senso dire nemico in politica e non la
Va per l'eleganza a volte anche le sue cinismo l'eleganza avvolta delle sue proposizioni quando lei questa sera ha sentito il dovere a un certo punto di trovare un'espressione eretto i partiti dell'accordo era così semplice ma perché
Raro errato vivere momenti nei quali anche a livello delle parole
Dobbiamo andare a cercare negli avversari un dato direi di tolleranza liberale non possiamo tacere signor Presidente della Camera non possiamo tacere quando proprio nella camera
Passi fra i giornalisti darsi nel linguaggio comune ma quando il capo del più grande dei nostri porti
Quando il segretario nazionale del Partito comunista quando quindi colui al quale oggettivamente sono affidate per l'ottanta per cento le speranze di chiunque è di sinistra
Nel suo intervento ufficiale da parlamentare e dice
Tutti i partiti per intendere sei partite
E i partiti dell'arco costituzionale e i gruppi dell'arco costituzionale Ethernet e quindi questo inconsapevole tentativo di intolleranza giacobina e quindi anche fascista quella per la quale in nome di una Costituzione tre ad evitarne infatti ogni giorno qui dentro si escludeva perché anticostituzionali il padre o fascista che stanno dall'altra parte dato per trovare un'argomentazione
E d'un tratto sulla scia di questo saremmo anticostituzionalità costituzionali anche noi ma viva Dio sarete semplice contrapporre
Il testo degli accordi che abbiamo dinanzi
Contrapporre questi accordi agli otto referendum abrogativi che abbiamo fatto firmare al Paese
Che ha un raccolto cinque milioni ottocento mila firme legalizzare alte tutte su richiesta di formale e sostanziale attuazione costituzionale
Ed è per questo che credo
Che in sede di replica
Mi corre davvero l'obbligo
Di dire al Presidente del Consiglio che invece gravemente delusi ed allarmati signor Presidente del Consiglio restiamo nel modo Corriere sbrigativo
Perché può fare precedente non vogliamo invece tacere su questo attenti come siamo
Sempre ai problemi dello Stato di diritto della Costituzione attenti come siamo
A non ripetere i vizi in questo campo della sinistra storica ma cercare di incarnare semmai le speranze poiché le ha dette ma le esperienze iniziali della destra storica come può il Presidente del Consiglio rispondere
Alla serie di domande incalzanti che non abbiamo fatto sul significato del comportamento del Governo in questo dibattito dicendo ma noi avevamo già approvato questi accordi nelle sedi dei nostri partiti
Ma e questo è uno scherzo Trieste
Presidente del Consiglio
Dicono abbiamo l'articolo quarantanove certo della Costituzione che fa un richiamo
Al i partiti a nel quale dei quali ci associamo
Ma davvero dire che Lazio
Ed è costituzionalmente rilevante come il Presidente del Consiglio qui questa sera ha dichiarato la sede è rilevante
Legittimante la mozione gli accordi il comportamento del Governo è il fatto che nelle nostre sedi di partito le avevamo accolte ed esprimo respinte
è un ulteriore aggravamento della situazione patologica in termini costituzionali nei quali in sei partiti dell'arco
Così il parroco costituzionale ci hanno posto tutti quanti
Abbiamo chiesto al Presidente del Consiglio di chi di
Venire autonomamente ad assumersi la responsabilità di dirci secondo l'articolo novantaquattro
E novantacinque della Costituzione che cosa riteneva egli fare degli accordi reperti
Adesso finalmente il Presidente del Consiglio ce l'ho detto il Presidente del Consiglio non poteva che dire come ho detto tedesco prendo atto sia disposto certo
In qualche misura
Direi Giulio Andreotti qui non il Presidente del Consiglio ha detto ma io sono anche i democristiani appare il mio partito ha già discusso quegli accordi tra l'altro non credo in Consiglio nazionale ma comunque ha già discusso e anche questo apro una parentesi
Se continuate ad ogni livello di governo di partiti di sinistra di destra come state continuando a dilatare il senso dell'articolo quarantanove della Costituzione per cui stiamo facendo di venire ecco
L'Assemblea e della Democrazia Cristiana che non ci sono state o del PC dal PSI in cui dice Giulio Andreotti noi questi accordi le avevamo già convalidati nella nostre sedi di partito come risposta mi pare signor Presidente alla nostra obiezione
In cui siamo non vogliamo l'ingresso
Di questi accordi attraverso una mozione surrettizia anti regolamentare
Che toglieva lei toglie al Governo il diritto e dovere dell'iniziativa che toglie al Governo il tempo anche di fare quanto l'articolo novantacinque prescrive il Presidente del Consiglio che mantiene l'unità
Di indirizzo politico ed amministrativo promuovendo ebbene era auspicabile che si desse il tempo al governo di recepire queste copie approvate dai partiti e che non si vedesse così
Invece in modo da proiettare largo ad imporre al Parlamento
E al Governo quasi organi di registrazione tecnica caro zonale e lo dico a te non solo perché ti ringrazio e ti vedo qui fra i propri colleghi e ci sono ma perché vi vede io io credo che tu sei fra i pochi liberali
Ufficiali che non abbiano in realtà intensi e condizionamenti sarà Andrini I una sensibilità diversa che non è nemmeno malamente giolittiana dei ministri della malavita
E come avete potuto a più vorrei la firma a questa procedura non mi interessano i contenuti
A destra procedura così stravolgente o un governo mortificato
No ecco ecco avete lasciato al compagno Craxi a dire quello che doveva essere detto non solo da noi ma perché il Governo non è avvenuto a farci le sue comunicazioni
Certo può trovare il compagno Craxi lascia a firmare dal compagno Balsamo laminazione che presentata anche per il compagno balzello
Dal
Pallone dal collega Galloni
E poi presenta questa doglianza essendo a mio avviso fra i club lei di questo piccolo crimine
A livello di una corretta procedura costituzionale
E quindi abbiamo avuto questa mortificazione costante
In fondo di questi equilibri costituzionali non possiamo passare sotto silenzio io mi auguro vivamente che il Governo colga qualche occasione per ristabilire anche in termini di precedenza
Una situazione che ritengo che il diritto di iniziativa idonea il diritto-dovere di iniziativa di proposizione
Proprio perché noi crediamo che il Parlamento
Ne sentiamo il bisogno signor Presidente del Consiglio di un Governo che abbia il suo perimetro che abbia la sua forza un dialogo una dialettica democratica presuppone l'esistenza il mantenimento delle due proprietà perimetri che
Così
E dei poteri e dei doveri
Se noi abbiamo un Governo il quale dinanzi e delle colate approvate dai partiti
Comunicato gli dal segretario del partito
Apprese dalla radio dalla televisione
è un parlamento pagato un altro discorso e dinanzi a questo
Le il Governo ha due scelte uno di dire certo mi pare che tutto questo non è rilevante nei fini quindi non vado alla Camera comunicare alcunché di nuovo
Questo è rilevante mi pare che nell'ambito dei miei doveri
Costituzionali di mantenere l'unità e di organizzare l'unità di indirizzo politico-amministrativo del Governo questo turba in qualche misura gli equilibri precedenti mi ripresento alle Camere risollecita anch'è infatti
L'intervento del governo oggi a dimostrazione dell'esattezza della nostra preoccupazione di tipo costituzionale
è stato per la prima meta nella tradizione delle esposizioni in occasioni di mozioni di sfiducia o di presentazione alle Camere
è stata nella sua prima meta senza
Signor Presidente del Consiglio lei lo sa meglio di me è stata una sua decisione se vogliamo questa l'apprezzo per un verso e mi allarma per un'altra
Perché pertinente all'economia del nostro dibattito c'era solamente la seconda parte
Perché mischiare io avrei preferito valesse riservate fra dieci giorni fra venti giorni a venire in un'altra occasione invece appalti una comunicazione più ampia non dando copertura signor Presidente del Consiglio
Oltre quello che forse le è stato richiesto al quale l'hanno costretta
A questa operazione dire corriva sbagliate direi reali ecco alla reale non alla Rocco tanto per intero un problema di stile che però alla fine comincia a divenire abbastanza importanti
E quindi sottolineato questo necessità mi pare di puntualizzazione
Di quello che di volta in volta sotto l'assenza di un'attualità sempre più drammatica in termini di ordine pubblico noi stiamo compiendo continuamente visto che la situazione drammatica noi tocchiamo istituti fondamentali
Cos'è accaduto in termini di ordine pubblico
Siccome i servizi segreti
Del nostro Stato e il fermo di polizia esistente il fermo di polizia che cosa doveva servire
Doveva servire arrendere definitivamente chiusa nel mille novecentosessantanove la pagina della strage di Piazza Fontana con colpevoli Pinelli è Valpreda
Questo era l'operazione allegra calabresi l'operazione affari riservati D'Amato ecco anche qui mi pare che il Presidente del Consiglio ha avuto una sua finezza della quale non gli sono grato
Ha rimproverato solo al collega Franchetto dell'MSI
Questa interpretazione mi pare l'ho sentito anch'io
E non dubitavo c'è o Presidente del Consiglio che mentre lei sicuramente attento alle tre otto due la conosciamo ormai abbastanza fosse anche molto attenti
E non è nemmeno dubitato del fatto che forse convocato come è stato convocato le avesse scelto anche in questo modo di essere presente
Grazie alla tre otto e due ma in fondo un Presidente del Consiglio un Governo così io credo che anche il Presidente della Camera forse in certi casi con queste cose
In qualche momento può avere forse le chiedo scusa signor Presidente parlavo in genere in astratto non di lei può dinanzi a certe
Invasioni di campo a certi atteggiamenti così alta sensibilità forse non sufficienti dei partiti
In termini di correttezza de o di o di stile costituzionale può vere forse la tentazione di chinare un istante distratto il capo non di chinare il capo dell'inchino e io ho interpretato anche un po'così abbiamo interpretato il suo essere un po'
In questo dibattito chino
Attento ad altro però il collega fra anche lei l'ha ben sentito e dicevo anche questo è tipico lei ha sentito il bisogno di sbarazzarsi di questo sospetto di questa accusa allo Stato di essere tollerante nei confronti della violenza
E questo noi continuiamo a ripeterlo e perché pensare sempre che queste nostre ostilità mancanza di misura io Presidente Andreotti
Quando lei ha ritenuto anche otto punto giusto dover dire che Giannettini che cosa ha detto in quella occasione senonché lo Stato
Aveva ritenuto di dover menti
Aveva ritenuto di dover essere tollerante rispetto a degli episodi di violenza per la ragion di Stato la ragion di partito all'altro
Ecco allora è un tentativo direi di criminalizzare attraverso un'accentuazione del Palio fascicoli così come l'ha detto franchi
E siccome il suo Ministro di polizia Cossiga non è ancora riuscito a criminalizzare ci modo ignobile fino in fondo
Allora probabilmente ecco contro questa tesi delle stragi diciamo così di Stato quando lei ha risposto ancora viene fuori la sua finezza la rimproverata dal collega franchi missino in effetti da quella parte
è un po'difficile essere credibili fino in fondo quando si difende lo stato di diritto o no la tolleranza delle istituzioni
Il senso del dovere dello Stato di essere più tollerante dell'individuo del dovere dello Stato di sottrarsi alla legge del taglione più del povero individuare quale che noi siamo e qua in certi momenti
A livello delle passioni individuali possiamo invece rispondere con la legge del taglione farci giustizia da noi
Ecco dico da quella parte no signor Presidente del Consiglio e da questa parte che l'ha sessantanove noi diciamo che quando come ha detto il collega franchi adesso
Che questo regime e questo sistema
Quando si è sentito nella morsa di qualcosa di nuovo che credeva di temere e il ricorso
Attraverso i suoi servizi segreti o attraverso la disponibilità ad essere manipolati
Nei propri servizi segreti di sicurezza è ricorso a realtà non solo la strage di legalità ma a coprire stragi di persona secondo quella logica che lei non a caso nella sua operazione finale oggi avuto io credo
Dire Andreotti ingenuo credo che sia
Ogni tanto un fiore unanime
è un complimento avuto forse oggi l'ingenuità di quella perorazione finale quando lei ci ha detto anche allora anche allora dopo l'altro la guerra le leggi liberali non bastavano
Non bastavano contro il disordine pubblico eccesso volute delle altre per riaffermare l'ordine in italiano ecco anche allora io su questo mi sono già intrattenuto quindi il problema che abbiamo adesso dinanzi a noi
Certo signor Presidente del Consiglio tolleranza
Non è un valore costituzionale perché è una Costituzione veramente laica
Non può
Recepire
Un valore come quello della tolleranza che innanzitutto di carattere morale e qualsiasi Costituzione che pretenda di imporre una sua interpretazione morale contiene in sé i germi dell'intolleranza giacobina autoritario fascista clericale
Il modo per difendere la tolleranza giuridica
è quella di difendere concretamente la legge lo spirito della legge ogni giorno aderendovi e soprattutto chiedendo allo Stato di difendere innanzitutto quando noi facciamo degli esempi già Presidente
Ma voi avevate le leggi voi avete le leggi le leggi di Rocco
E vi troverete di non avere delle leggi abbastanza attuali per mantenere l'ordine pubblico in Italia
Ma vi rendete conto cioè voi ci state dicendo che il nostro Paese oggi è meno civile nemmeno capace di autodifesa democratica di quanto non lo fosse sotto il fascismo perché
Perché se quel Paese con un Governo pretesa autoritaria che però è un Paese con il trentasei per cento di analfabetismo quell'altro dodici di analfabetismo di ritorno quel Paese dislocato dal fascismo del bene
Se quel Paese riusciva a vivere averi ordine grazie alle misure autoritari Di Rocco così ben trovate e ci state dicendo voi democristiani e i repubblicani perché no da naturalmente poi c'è
Un collega del Movimento Sociale avantieri che vuole invece Itri la legislazione i tribunali militari dei son borbonici evidentemente andrebbero meglio
No tranne poi vorrei vedere se i ragazzi del movimento sociale in buona fede se capissero che cosa c'è dietro tutto questo che cosa ne penserebbero loro per primi ma volevo dire a questo punto è una mentalità gravissima che dobbiamo denunciare
Se voi ritenete che le leggi fasciste
Non sono atti a mantenere ordine nello Stato italiano con la gente così come
Vi sbagliate offendete del Paese perché non mi chiedete con umiltà se siete stati capaci come lo erano i fascisti
Devo usare le norme Rocco legalmente
Perché vi danno dei deterrenti enorme ma l'abbiamo letto la legge Reale Cossiga lo aveva detto in un primo momento quando non sembra la Schiavo per autodifesa della peggiore dal più pericolosa e delle patologie
Consiglio aveva detto la legge Reale non è servito a niente non serve a nulla si fanno adesso come la collega Bonino aveva ricordato le leggi con il reato di casco ma il reato di calcolo c'era già nella legge Reale
Ma nella legge era c'era tutto così che non ha saputo usarla non ha voluto a perché perché in realtà sono reati odiosi perché Cossiga non so se ha un figlio di sedici anni a diciassette ma si estende tra sette anni esce
Con la motocicletta senza il casco e la lira due sberle evidentemente così negativo padre e se si va anche in motorino
Poi ad una manifestazione ma l'avete mai vista chi emana Pinelli da una parte calabresi Passamonti sono morti con il casco
Ma le avete questi ragazzi che passano per Roma con il casco logicamente sì
Voglio dire le fotografie le abbiamo poche le abbiamo quelle dodici maggio no averlo fatto Paolo Grassi probabilmente si è portato a Roma i costumisti della Scala li ha prestati al Ministro degli Interni
Circa il dodici maggio abbiamo avuto tutti i possibili volti
No del teppista e del delinquente perché c'era quello con il fazzoletto
E l'ammazzano
Tutti i nostri agenti signor Presidente
I nostri agenti costretti attraversi Steve da delinquenti da teppisti danza stenderlo più alla moda e quando l'ho detto in televisione
Intanto Diocleziano subito di Cristo Ministero degli Interni e della maggioranza mentre io protesto la televisione contro il fatto che si costringono i nostri agenti a vestirsi come dei delinquenti
Al fornitore di essere degli assassini e cioè immediatamente il linciaggio
Hai detto che gli agenti sono delinquenti e questo modo che anche in lei questa sera ha trovato eco
E lei anche qui altro riconoscimento se fa ogni tanto della retorica ne fa di buono stile a del pudore elegante
Facile a dire ribadiamo i nostri al più vogliono agenti e più si viene noi ribadiamo il sacrificio il sangue le mogli dirà queste cose veramente neutre anti che dobbiamo ascoltare non a caso ha poi sempre più spesso
Però anche lei signor Presidente del Consiglio
Dovuto dire
Nella sua
Quello che ci richiedono gli agenti
Le misure che chi
Signor Presidente
Ma arriva un poco con gli agenti di scorta
In una parente se se il servizio del partito dello stato della lascerà dopo trentacinque anni io onorato un importante servizio
Riprenda gli autobus incontrerà
I figli delle mogli degli agenti
Ma anche dei Carabinieri di quali qui non si parla se non
Per eccitare le linciaggio nostro io adesso il dodici maggio è riuscita a l'operazione
Adesso quando camminiamo per strada e non i radicali ogni tanto abbiamo carabinieri che sputano in un angolo quando ci vedo
Non c'è stato un dato un segno non solo secondo nella televisione la radio di replica per dire quello che amo Rettore avverte
Ebbene questo sta riuscendo avete ragione accadranno delle cose gravi
Perché certo i carabinieri gli agenti quando sentono dire e voi sapete quante farsa
Che noi qui abbiamo solo parlato se erano assassinati dei compagni e non parlavano quando a Roma assassinati i poliziotti e gli altri mentre sapete che abbiamo fatto settanta giorni di di giorno non io ma gli altri
Per gli agenti di custodia non c'era il ministro Bonifacio
Che le hanno tra l'altro c'è il Presidente del Consiglio l'hanno costretta a mentire a marzo lei si era impegnato entro i tre mesi a quella che era impegnato perché
Se il ministro cose sta Bonifacio l'avremmo avuto ma siccome il ministro e Altavista e questo sia chiaro ormai abbiamo certa burocrazie e a livello della giustizia anche del delle degli interni
Che l'unica esercitare il potere tant'è vero una persona così civile incerta giuridica perché mai mi permetterei di definire in termini civiltà o di inciviltà
Personale ciascuno di noi
Ma la persona così sensibile devo darne atto come sottosegretario del Lambro
A certe scelte metto di civiltà giuridica che figura fanno giorno dopo giorno con il suo Ministro ex Presidente la Corte costituzionale quando poi sugli agenti di custodia costringono della gente di opposizione
E la gente d'armata Brancaleone a fare i visori per ottenere che gli agenti di custodia dei secondini ci siano ce ne siano di più gli sicché cosa vogliono è questo che volevo dire
Ciò perché temo che non dica
Che i pallettoni di gomma che le bande chiodate ma le vorrei Rauti
Ecco che mi ha parlato lei vuole la gente non gliene importa nulla
La prima cosa della quale il carabiniere ha bisogno
E del diritto civile di ogni altro uomo
Finirla di divenire nel divenire brigadiere e maresciallo a seconda che col passare dei giorni dei mesi e negli anni
Si riduce il più appare corre dice signorsì signorsì Sempre
Legato a un Codice militare Barbaro che si fonda appunto sullo sfruttamento in sede di ordine di servizio dello Stato dell'ignoranza della negazione dei diritti umani e chi lo serve
Questo vorrebbero e non glielo date il suo partito su questo anche lì il sindacato un po'più qui un po'più lì proprio giallo
Un po'più bianca
Questo loro vogliono
E lo vogliono perché vogliono avere i loro figli i poliziotti e gli agenti carabinieri quando vanno a scuola vogliono che il loro fino possa dire tutto va beh vada il falegname quest'altro è questo il mio il poliziotto
Il mio carabiniere
La moglie poteva andare con la sporta fare il mercatino mio marito eh carabiniere poliziotto aiutate di nuovo adesso
Dopo cinque mesi di questa scelta che state facendo dal Governo grazie accetti i componenti della DC e alla debolezza complice ideologiche ideale dei nostri banchi questa scelta che richiamo fuori
No il poliziotto assediato la sinistra estrema si tagliano sente gli studenti assassini di poliziotti i poliziotti assassini studenti si è di nuovo fatta rovinare questa cultura vecchia fascista borbonica classista
Quella che intuiva benissimo Pasolini del sessantotto fumo prepari poi fra i pochissimi noi a dire
Che a Valle Giulia aveva ragione vedere difficile dirlo e sessantotto essendo non può età ma un politico come eravamo
Che aveva ragione
A Valle Giulia coloro che aggredivano il volto che ti riguardano i nostri compagni studenti della borghesia e coloro che erano costretti a mobilitarsi tra virgolette
A difesa dello Stato erano i contadini odiavano quegli studenti anche perché c'era tutto il riconoscere in realtà
Ecco dall'altra parte prima il padrone borghese nel Mezzogiorno letto il figlio del padrone borghese da tutte le parti che che fate faccio delinquente di mettono dentro
Se faccio il poliziotto per il borghese illuminato sono un essere secondario no ed è vero che c'è tutto questo
Ma allora
Non è da parte della collega faccio della collega Bonino da parte dei radicali
Signor Presidente del Consiglio
Non è affatto demagogia nemmeno nonviolente
Quella per la quale
Siamo qui in questa occasione a dire che è vero che da oggi
Ognuno di noi ciascuno di noi un poco meno libera
è vero
Che il centro di gravità degli accordi di sei quello chiaro preciso la moneta contante l'unica che corsa in questo accordo fra i sei è la parte sull'ordine pubblico
è la parte del fermo di sicurezza di polizia
è la parte più bella ma insomma si dieci abbiamo bisogno dice Cossiga
Abbiamo bisogno di una polizia che sia più efficace molto efficace e che cosa
Il fermo di polizia è servita per far volare dalla finestra Pinelli è servito per cercare di captare Valpreda i servizi di sicurezza c'era un dibattito e oggi si dice gli Avion distrutti e quindi non possiamo dominare
L'emersione delle Brigate Rosse
Ma come e allora c'erano ma se c'erano anche ancora questo non a vuoto comunicazioni giudiziarie e al di sopra di ogni sospetto ma non formulo denunciati
Quando su tutti i muri d'Italia però dovendo embrionale emblemi Zare irresponsabile mettemmo la fotografia non a caso di anche L'orda di sangue volevamo il processo come sempre da non violenti disobbedienti
Cercando così di far fare dei passi più su ciò Presidente del Consiglio
Non è da lei
Così come non è
Da
Compagni della sinistra
Quello di usare l'argomento
Che oggi l'ordine pubblico esigere
Più strumenti violenti per lo Stato
Non è da lei che non è un giurista ma la sua Gwyneth sa e come tratti gli altri valida lei dirci davvero che lei crede che credono i compagni comunisti
Che
Facendo ormai delle scelte giuridiche tali per le quali si aggiravano delle pene ecco per il porto d'armi no delle pene diciamo
Di tentativo delle pene di pericolo
Si è aggravato dal punto che la logica che andiamo sempre più assecondare e che questo che fra i porti darmi o certi reati invece i minori
E l'usare poi l'arma sempre di meno
La pena giuridica diventa la pena diventa di qualità riversa è un incentivo a sparare così come la legge Reale è stata un incentivo che cosa mi dicevano a Regina Coeli i vecchi della Castellani vecchi dalla vecchia malati Roma
Di Testaccio di panico signor presidente cosa mi diceva
Quindi terza quarta generazione
La tariffa era ma è la stessa
Queste cose non le possiamo più fare non andavamo quelle false pistole perché sarò false c'è beccarono non cosa noi andavamo senza al il colpo in canna c'era il diritto di fuga nei fatti quindi non sparavamo e cioè ma adesso
Dopo la legge Reale è la tariffa è lo stesso tanto vale che cerco di sparare deliberato a me ecco dico purtroppo di queste cose
Al Codice Rocco non si poteva rimproverare del non conosce non si poteva ricorrere
Rimproverare alla borghesia fascista che ci offrirà il meglio del suo sapere giuridico e autoritario
Per esempio di non proporre alla Camera dei Fasci le corporazioni quell'impegno e leggine che abbiamo e avete votai per il sequestro obbligato degli immobili
Dove per avventura io andrò non ho mai preso una pistola indigeni insomma
O mezzo vuoto e riprenderla di chiedere al collega e amico Zaccagnini di ricevere un giorno a piazza Sturzo sede di associazione politica
E di lasciare un momentino lì una pistola il magistrato ha l'obbligo di sequestrare le difficili evidente che non è così ma la legge le dicono
Son queste le cose che sono mancate l'Italia
E vedete solo al mondo che il più autorevole
Dei giornalisti osservatori stranieri che nel sessantotto sessantanove non so se lei lo ricorda signor Presidente fisse giorno in cui
La Chiesa dovesse tollerare in Italia
Un compromesso storico sarebbe Andreotti
Perché non può perché fa parte del disegno lo scrivevano decorre a suo tempo queste cose
Consentivano con loro alla prima del divorzio di altre cose
Ebbene
Che cosa scrive
E sappiamo che e un giornalista attendibile
Rifai continuerà a venire ed
Un giornale autorevole
I massimi dirigenti della DC e PC ci assicurano in privato ma un giornalista non è mai in privato quando viene dall'inviato speciale o del proponente che sono i cecoslovacchi dietro le Brigate Rosse
Fa qualche commento nove CUR parenti ieri su questo un pochino
Scettico ma possibile però ieri l'abbiamo sentito abbiamo letto su Panorama adesso il nuovo a supporto perché
E abbiamo sentito mi pare la compagnia Maria Magnani noi a più riprese lire il cervello vogliamo il cervello deve parlare
Zero zero sette no c'è il cervello mi pare che la mente ma la mente soggettiva riesca ricomincia circolare anche fra i laici e da sinistra signor Presidente con accreditarsi unite Oltretevere recenti
La la mozione che è il demonio esista in carne e ossa no e allora qui devono trovare uno ora solo i cecoslovacchi
Anche per me voi sa devo dire lesivo italiano pochi come lei sa è così
E così erudito ma così poco colto porre molti versi così poco
Così poco duro delle sue convinzioni di tolleranza e cioè dei differenza che poi queste trasmissioni di valori e si fanno subito ma perché non dobbiamo invece dire che le Brigate Rosse
Saranno i palestinesi che magari al limite più probabile qualche ruolo i miei compagni disperati che cessano di stare e con i non violenti siano andati a dare una mano in Palestina altrove
Essi Antonacci al limite con qualcosa non è che voi non posso fare io ne vorrei fare come l'onorevole Rauti
O come altri colleghi in termini di collaborazione con lo Stato tutto quello che io posso dare allo Stato in termini di sicurezza posso osare darlo quindi non in altra veste come lei mala gestio Presidente del Consiglio
Ma i cecoslovacchi ma è evidente andate nelle carceri sia Presidente del Consiglio quando le si viene a dire perché ha detto sulle carceri ma diciamo pure quando la mozione del sei non dico dice sulle carceri
Quando i sei sono gli estensori oggettivi all'anch'io faccio la democrazia del Ministro della Giustizia Altavista
No ecco è ci vengono a raccontare in termini di carceri o anche lei queste cose ma dal carcere si evade signor Presidente del Consiglio se ci sono trentacinque come oggi mi pare siamo arrivati mi corregga se sbaglio
Se sono regalando mi pare oggi la cifra record di trentaquattro mila quattrocentotre
Siamo al record al tetto
E a Regina Coeli direttore mi ha confermato che Regina Coeli qui a Roma il vecchio isolamento adesso usano ancora in questi giorni anche due ex due C cose non sono mai state celle mai
Nemmeno cinquant'anni senza impianto elettrico
Senza luce
E continua ad arrivare e arriveranno sempre di più
Ecco signor Presidente del Consiglio
Lei continua a dire
Sì studieremo delle cose sul carcere il problema totale che se dovessi cosa crede che in atto
Ma lei non ha
E l'Accademia Renato quando servire a Regina Coeli in questo modo e si sa che se si ha un buon avvocato comunista orari chiare o democristiana non sia delinquenti o si esce
Ma se si è di un certo tipo detenuto in agenti rito si stalle in mesi
Mesi senza i magistrati che arrivano ma non fate i processi non Potì non ci sono più utili i decreti di conti di carcerazione non vengono inoltrati avete due milioni di processi che non farete inattesa fate l'amnistia tutti i giorni
E le carceri devono essere piene perché se son piene i direttori delle carceri non contano nulla e la mafia la direzione del carcere pieno e zeppo
E allora le occasioni sono decise evadono simbolo Muscetti Keitel
E c'è chi parla si trova in un certo modo colpisce e viene ammazzato da Lomuscio
Non sono trovati prima e Palumbo sui ammazzato in condizione che non sappiamo ancora quali
Generale della Chiesa conosce bene
I metodi per
Controllare le Brigate Rosse con i padri mentre gli altri c'è stato un momento in cui un aspetto che ho scritto
è il momento di prima crisi apparente le Brigate Rosse
Brigate Rosse c'era uno della Brigata rossa che riteneva
Che era della Brigata rossa e che aveva a fianco uno delle Brigate Rosse che probabilmente era di della Chiesa per controllare che abbiamo sentito qui alla Camera il capo
Stante il
Che pure non ha mai avuto i guanti
Legatissimo lo conosciamo la voglio dire in operazioni in politica di ordine pubblico
Ne guanti nel capo telecamere
Dire però io son contrarissimo io capo
Dell'antiterrorismo
A prevedere la possibilità di utilizzare i nostri agenti come infiltrati perché l'unico modo per essere infiltrati seriamente nelle Brigate Rosse
E ne è nato e di pagare
Lo scotto della prova ammazzare più degli altri vuol dire passare attraverso certe può aver luogo
E quindi io questo nodo mentre
La linea generale della Chiesa è sempre stata quella e non a caso vi è stata fatto scelte
Chi dove come non tolleranza ma compagni comunisti
Questo è il problema
Noi siamo d'accordo con voi ci sono dei prezzi da pagare ma è possibile rivedere o che non stiamo in nessuna sede non il ventisette gennaio non ha oggi in termini di ordine pubblico ho detto che deve finire la tolleranza nei confronti dei generali
Non è possibile che solo la magistratura arrivi di volta in volta ad individuare certi fatti ma come è possibile riformare se gli Stati Maggiori restano gli stessi
Come è possibile non porre non aiutare un Governo chi volesse ipotesi vivere altrimenti
Costringendolo sollecitandoli consentendo le date di epurazione
Ma l'evoluzione è un dato necessario in quando passano trent'anni quindici anni non certo a Mario
Quando abbiamo degli animali servitori dello Stato De Lorenzo Miceli Maletti tutti questi novanta o cosa gli incendi e io sono andato in genere
Il due giugno alle sfilate per la
L'anniversario la Repubblica da non violento con i cartelli venivo fermato di polizia o non ha picchiato perché tendevo ad andare semplicemente a manifestare con i miei compagni e le mie compagne
Il mio dissenso su questo tipo di celebrazione
Della Repubblica il quattordici luglio adesso ogni tanto eccetera ma innanzitutto volendo
Sottolineare mentre gli obiettori di coscienza riempivano i penitenziari e le carceri questo modo diverso riguarda lo Stato ma chi c'era a fianco dei Presidenti della Repubblica puntuali quelli che ritroviamo
In altri prestatori con altre imputazioni che poi non vengono che ricatta nel minestre
Che li portano avanti coi presidenti la Repubblica devono smentire credo utile ma anche le doti
Abbiamo chiesto negli anni nei quali pensare che in un modo indolore si può davvero riformare si può davvero fare una azione come quella moderata
Che purtroppo essere fatta e voluta
Senza laici brave
Questi problemi coprendo nei fatti e Micelli e Maletti i quali oggi se sono garantiti da qualcuno a mio avviso e dalla sinistra la quale avendo scelto la via
Ecco delle garanzie per il futuro dalla garanzia che non si non si discute proprio nel passato io non credo che il Micelli sia oggi protetto da Almirante chiede mi chiedo il collega mirate che razza di protezione può dare
Semmai gliela diamo allori con quest'altra linea politica di compromesso quale ma anche qui
Ed è un punto che nella mozione avevamo sollevato
Ma che ritorna nella mozione ha ragione io credo che a loro
Io credo che questo è un accordo politico perché speculare perché dire e non c'è il collega Costa domani questo il grande accordo storico questo l'accordo di programma
Questo è un po'un pastrocchio così come un pastrocchio contro il giornale me lo consente di ripeto il Presidente del Consiglio tutto tutta la procedura di cui ci abbiamo vissuto come è venuto qui a parlarci meta
Come se venisse per scelta autonoma metà per rispondere alle mozioni metà per sollecitare una sorta di fiducia
L'ultima parte la per perorazione era poi questa no ecco come si
L'occasione fosse altre
Se non fosse votata la cosa che ora non ci sarebbe nulla non è fiducia al Governo secondo la procedura semmai sarebbe una non fiducia i segretari dei partiti da parte dei parlamentari o da più qui
Se questa è una mozione di fiducia e mozione di fiducia ripartite rispetto ai gruppi parlamentari ecco richiesta che invece ci sarà fatalmente
Voglio dire se c'è qualcosa che mi pare evidente
E che è sbagliato hanno ragione
Anche Galloni quando dicono
Qui non è successo nulla di grave un fatto positivo in più è certo che è un fatto positivo in più per la democrazia cristiana
Noi come sesta non possiamo nemmeno tentare un programma comune di governo e rinneghiamo le posizioni sul fermo di polizia sulle altre cose sulle scelte ideali e di metodo che abbiamo perché non si può governare col cinquantun per cento
Mentre l'attrice può governare da sola con il trentasette trentotto per cento questa è la filosofia
Di questa legislatura filosofia la quale dobbiamo inchinarci se non ci inchiniamo siamo poco meno pazzi o altrimenti intemperanze o incapaci di una strategia seria
Ecco incapace di fare come fanno i compagni socialisti il compagno Craxi adesso credo che per la tre otto e due gli avete dato un'altra lezioncina di nuovo oggi pomeriggio
Stanno dicendo ai salari al momento della dichiarazione di voto io ho già li sento come dall'inizio della legislatura
Questa è veramente l'ultima volta che noi siamo costretti a cerchiamo di darvi il voto in questo vorrei veramente questa è l'ultimo non se ne può più
Ecco male questo io Craxi avevo chiesto Presidente del Consiglio che ci fossero delle comunicazioni preventive sul concordato prima di qualsiasi
Delegazione che vada trattati
Niente lei non l'ha fatta avuto ragione tanto Craxi aveva votato e poi si è dovuto per riportare è questa è la situazione allora è chiaro
Non solo i compagni socialisti hanno tanto rimproverato i compagni comunisti di avere votato l'altra volta contro la legge Reale dopo averli costretti
Che forza politica che dice l'altra e mi ha costretto a votare a favore della legge Reale ben questa volta
Adesso c'è il nuoto per parti separate vedremo come voteranno i compagni socialisti che sono più sensibili pare dicono si scrive dicono i giornali in parte nel passato c'è stato dimostrato
Dei compagni comunisti che son più sensibile componenti giacobina e loro invece a quelle socialiste laiche e libertarie radicali mi pare che forse non ci sarà più nemmeno l'eccezione del compagno fortuna
Perché da un po'di tempo qui passa tutto da parte dei compagni socialisti
Gli amici liberali avevano in un primo tempo mugugna ATO anche loro contro e queste disposizioni sull'ordine pubblico
Tema in quali regimi signor Presidente fra l'oppositore si manifesta innanzitutto verso il mugugno nella concreta poi espresso nella sua moralità politica dà il consenso
Per astensione o non astensione
E allora
Una vita di ogni giorno nel quale opposizione ma e il Governo maggioranza e minoranza
Esecutivo e legislativo signor Presidente del Consiglio
è equilibri costituzionali non c'è più nulla se l'affermarsi di qualcosa che io credo dobbiamo da una parte al populismo di tipo cattoliche dall'altra a quella che non nomina di Roma che
A mio avviso allungo e spesso non a lungo e spesso mi è apparsa una
Così da elementi comuniste più rigorose alle cui dalle quali sono per forza di cose più coinvolte vale nel cinquantotto cinquantanove sessanta da posizioni di sinistra comunista saprete il problema non si fanno grandi cose nel nostro Paese
Se se tutte le grandi forze popolari del nostro Paese non sono unite per questo grande compito
E lei e questo che mi fa paura
E questo tipo di discorso ma la democrazia invece
è quella che non lascia quel che non è grande
Alla opposizione
La democrazia è l'opposto di queste la democrazia è quello che lascia quel che è grande all'opposizione
Grande l'opposizione gran del Governo ma c'è molta più disprezzo in fondo della Democrazia Cristiana da parte dei compagni comunisti che da parte nostra qual è il presupposto che c'è da parte dei compagni comunisti
Non ci propone D'Arrigo cinquantuno per cento perché Galloni perché perché se l'ATC sta all'opposizione fa la scelta antidemocratica cilene ed eletto e ci fa fuori i tempi in un contesto internazionale
E questa è la giustificazione dal primo giorno non possiamo avere il cinquantuno c'è e a parte il fatto che sappiamo bene che non sarebbe mai cinquantuno perché ve l'immaginate
Gli amici repubblicani e socialdemocratici quali con una sinistra che va al Governo con cinquantun per cento restano a fare
I fedeli alleati della DC l'avete visti a Torino all'Istituto Italia prima si è tenuto il cinque per cento ne ha avuto il sessanta perché i repubblicani il socialdemocratico
Decorso non ci sono chiesti chi occupavano le poltrone di potere detto beh noi siamo sempre accanto alle poltrone di potere che ci porta che è cambiato
Quindi in realtà hanno in Italia il sessanta per cento di prospettiva c'è non solo per il divorzio
E non solo ma
Nella Democrazia Cristiana chi crede più nel potere
Che in altro e allora vedete quanti ve sul cinquantun per cento della sinistra
Quanti fermenti di nuovi Comuni ariani quanti Formenti cattolici quanti neuro Damiani apparirebbero anche fra i deputati magari Donat Cattin ecco pervenire a schierarsi
Credevo fossero Andreotti che non ha il gusto mi pare eccessivo di essere comunque
Nel potere comunque
Aveva amministrare qualcosa
Mentre altri sì
Ecco altri un po'di Ministero esso direttore infatti poi più duri quando sono lì sulla tre otto due non so chi ma insomma mi pare che
Un tempo passa la per sinistra
E altre cose
Allora abbiamo questa situazione sulla quale io ritengo
Che non significa
Un lavoro intende noi non eccessivo quello sul quale dobbiamo ricordare tutte richiamare noi stessi
Non si può continuare
A dimenticare che alla base della linea del compromesso storico la sinistra non può andare al potere con cinquantun per cento
C'è un giudizio di questa grande componente la quale popolare cattolica la quale potrebbe salvarsi dei suoi dai buoni solo al potere ma invece
Considerata come si dice con linguaggio dittatoriali antidemocratica
Confinata all'opposizione sarebbe prigioniera dei suoi gatti non è vero non è vero tanto è vero che semmai i cattivi demoni
Son venuti con il centrosinistra e generali degli anni Cinquanta ci pensava un poco a fare cose
Il Genoa negli anni cinquanta anni viva Dio forse non erano
Così
Del Clausewitz non lo so ecco dico non erano dei degli uomini particolarmente affascinanti per le loro idee politiche militari eccetera ma a me è stata un poco
Tutt'al più
Si preoccupavano di problemi esteriori quand'è che nasce invece
E divampa la strategia dei golpe delle stragi delle disobbedienza dei servizi segreti e sotto la copertura del centrosinistra
Quando appunto sotto la copertura magari poi del prezzo pagato dello Statuto dei lavoratori abbiamo col passare degli anni è sempre di più
Le Generali leali servitori la Repubblica democristiana che un certo punto comincia ad avere dei guai con la giustizia e diventano candidati del partito di Almirante per difendersi
Ecco no dalla i ministri ingrati devono venire qui nel Parlamento sottoposti all'accusa di essere fascisti mentre certamente quel golpe tiene non intendevano devono fare in quanto fascisti volevano difendere la Repubblica contro i rischi
Del comunismo della sovversione
Delle altre cose
Bene io
Ho praticamente terminato ho terminato su questo tipo appunto l'interrogativo
Io credo che
Quanto più andiamo avanti tanto più stiamo dimostrando che la democrazia non può vivere se non si riconosce allora alle opposizioni pari dignità e forza
Dal Governo DD se non si riconosce che il solo il modo di collaborare signor Presidente
Fra grandi forze storiche diverse e di credere fino in fondo nella propria diversità e dialogare democraticamente cioè drammaticamente da diverse posizioni di governo o meno
Altrimenti questi sincretismo in base al presupposto che sia e popolari quasi che le tradizioni popolari di per sé fossero convergenti quasi che le tradizioni popolari non tolleranza volesse
Quelle grandi differenze che appartengono per esempio le grandi squadre filosofica invece queste le tollerano le diverse umanità la vive altre civiltà giuridiche
Le diverse realtà umane e sociali e culturali che fan parte delle grandi correnti culturali
Proprio quelli di questo noi stiamo io credo
Rischiando di morire in parte come democrazia italiana non sono fra quelli che urlano contro il compromesso storico perché mi pare una visione ingenua
Non è vero affatto che Enrico Berlinguer al coperto il compromesso storico è vero che da trent'anni ma dovete saperlo poi in Parlamento
Ma scusatemi nelle Commissioni comunisti democristiani e socialisti nel cinquantanove sessanta sessantuno sessantadue potevate sempre insieme lo Stato e fatto dalle sue leggi
Le giunte che avete creato lo Stato corporativi sta l'avete fatto assieme
Proprio continuamente costa tenetelo dobbiamo spiegare nove spieghiamolo fuori
Che in realtà anche noi a coloro che fanno la demagogia anti compromesso storico lo diciamo sempre non è vero qual è il problema nostro signor Presidente è un altro
Noi dobbiamo sempre fa parte della lotta democratica il cercare il contatto con l'avversario di proporre un programma anche all'avversario
Quello che noi contestiamo e che sia una scelta felice per la classe operaia per la sinistra
Fare un accordo cedendo sui principi e accettando il ragionamento che in una situazione sociale deteriorata ci vogliano norme fasciste o l'aggravamento delle norme fra sistemi fermi
è questo che ci divide la convinzione che quanto più una situazione difficile
Tanto più lei estreme posizioni ideali perché fare la differenza dei vari partiti all'ora servono ma scusatemi cosa serve la speranza socialista se speranza così
Nei momenti senza problemi di una società diversa o di una società che è già socialista
La speranza nel metodo nella realtà di classe e democratica nelle scelte nelle analisi socialiste nel socialista non si afferma nel momento di difficoltà sociale
Nel momento nel disordine o allora si dice è attraverso il consenso prima
Tendo alle masse alle organizzazioni dei lavoratori alle organizzazioni politiche sul programmi di sempre maggiore realizzazione costituzionale su questo si possono fare e si devono fare gli accordi più ampi
Ecco su questi programmi di governo noi signor Presidente del Consiglio riteniamo
Che forse lei
Dapprima poi dovrà venire a dirci qualcosa
Su questo ha dei diverso dei sei punti dell'emozione
Sulla quale lei io siamo stati convocati qui
Ratifica
Sono gli otto referendum anzi nove
Se i quali
Che lo vogliate o no il Parlamento e Governo sono convocati
Sarà forse il caso di parlare anche di questo perché gli altri accordi
Ecco quelli stilati con incontri e vetri laterali quadri cautelare si rischia in fondo di essere visti vittime delle proprie campagne di intossicazione attraverso la vostra RAI TV di regime
Voi avete creduto che la la vita politica italiana fossero i vostri incontenibili trilaterali vostri balletti quotidiani
Durati per quattro mesi e convinti dalla televisione che per servilismo mi rimanda solo la vostra indagine
Ecco in questa logica che acceca è la logica per cui vi si rende poi siete dei giganti del piede di Creta avete i mezzi avete una maggioranza incredibile e avete una situazione disastrosa a livello appunto nel consenso sociale
Come mai ma perché probabilmente proprio nel settore delle informazione informazione essendo a fatta di socialisti di regime essendo fatta di Berna degli anni siano essi i socialisti o meno
Essendo fatta da chi non crede nella verità che nella doppia tripla quadrupla quinti opera dell'Italia è la verità della propria carriera giornalistica essendo fatta da quel giornalismo che signor Presidente del Consiglio continuerete a creare per ordine anche rese perché
Quella che finanzia le testate il profitto
A me non intendo che sta scritta avete assunto c'è ormai a livello semantico da tutti voi delle cose che mi sembra francamente incredibile lo ricordava l'altro giorno il ministro Bonifacio Presidente alla Corte costituzionale
Che trova anomalo che un magistrato dice io voglio usare la legalità contro il sistema si alza vicino allo denuncia perché perché nella sua testa sistema e costituzione si sono confuse
Se il magistrato esito voglio usare la legalità contro la Costituzione parte ma quando noi sappiamo storici spiegamento
Che nella Costituzione oggi e attuata per metà per un'altra metà nelle strutture fondamentali dello Stato il codici penali militari eccetera e lo Stato e il sistema precedente sappiamo quindi che oggi il sistema è dato dall'intrico
Fra il ventennio fortissimo fascista che io proposi propaga fino adesso e viene poi peggiorato
Dalle appunto dalle dalle miserrimi dai miserrimi perfezionamenti alla reale o all'altra lista
E alla Bonifacio no da questo punto di vista ecco se noi vediamo che questa la situazione ci troviamo riparare a dovere una volta di più sottolineare che in questo modo
Stiamo andando verso una situazione nella quale l'il rafforzamento che voi ritenete di avere delle istituzioni
Diventa invece indebolimento perché vi incrociate confondete sempre di più il sistema
Attuale sistema così quale e Costituzione Repubblica legalità repubblicana andate avanti continuate a dire che non volete l'amnistia
Perché la mitica non ci deve essere poi fate la mistica dei due milioni di processi l'anno che non chiamerete mai e lasciate ventiquattro mila detenuti in attesa di giudizio a coprire il potere della mafia nelle carceri
Avete in fondo impazza io devo dire sotto la parete saggezza
Di questo accordo l'illusione populistica unanime estetica che è sempre in fondo antidemocratica
Ed è sempre direi l'illusione di chi si sente impotente e ha bisogno quindi sempre di più del potere sugli altri per affermare la propria forza e affermarlo collegi che sono in realtà leggi di violenza
Signor Presidente del Consiglio
Signor Presidente la carne anzitutto e chiedo scusa se sono stato lungo nella illustrazione di in questa replica e al signor Presidente del Consiglio anch'io vorrei dire due parole
Per finire
Ed è che noi
Ci auguriamo profondamente che almeno su alcune cose
Marginali magari in appare
Ma da questo Governo non perché rinnovato le confesso a noi non troviamo
Elementi di rinnovamento nel Governo sul perché
è stata compiuta questa serie di cerimonie che danno magari maggiori titoli a degli ospiti o delle ali
Ci faremo curare un mare maggiore attenzione nei confronti
Della Camera
Signor Presidente del Consiglio da parte del suo Ministro degli interni abbiamo qui delle statistiche elaborate dall'Ufficio studi dagli uffici del Parlamento e della Camera dal quale risulta chiarissimamente
Che il Ministro degli Interni sistematicamente evade il suo dovere di risposta alla Camera
Quando il Ministro degli Interni e verde dai suoi doveri di risposta alla Camera secondo il nostro Regolamento è già questa un fatto grave per l'ordine pubblico
E per finire
Signor Presidente del Consiglio noi auspichiamo che sia il Presidente del Consiglio della Repubblica italiana
A volersi occupare con il suo Ministro degli Interni
Di accertare la verità sui fatti accaduti il dodici maggio a Roma in cui è stata assassinata una ragazza innocente non ci sarà da chi
E sono stati colpiti gravissimamente e la legalità repubblicana e circa settanta e cittadini
Le dico signor Presidente che mi auguro che sia il mio Governo
Il Governo della Repubblica Italiana a farci qualche cenno in questa direzione
Perché noi non siamo e voi lo sapete nella difesa dei diritti civili pasticcioni come altri
Noi sul dodici maggio a Roma se il Governo della Repubblica avrà il coraggio riconoscendo degli errori
Di portare sulla tomba di Giorgiana Masi almeno l'omaggio della verità sia pure tardiva saremo i primi a dire che chi riconosce proprio i torti dimostra di essere divenuto forte
Ma se questo non accadesse signor Presidente all'estero e dall'estero delle grandi firme dei grandi nomi non sarebbero mobilitati per cose troppo generiche
Che si prestano ad essere contestate voi conoscete non radicale preferiamo cogliere poche cose o presto il signor Ministro degli Interni e Presidente del Consiglio
Risponderà alle interrogazioni I libri bianchi alla richiesta che sale da tutto il Paese perché la verità sia fatta su quei giorni
E cioè gli assassini siano colpiti quali che essi siano la verità di quelle otto ore siano fatte
E altri enti signor Presidente del Consiglio io dico che dovrete farlo perché avremo la forza appellandoci all'opinione pubblica nazionale ed internazionale ed anche
Signor Presidente del Consiglio ad altri momenti di diritto anche internazionale su questo la verità sicuramente la conquisteremo e se viene dalla posizione questa richiesta e perché davvero siamo l'opposizione
Che e fiera se qualche volta riesce a realizzare dei momenti di rapporto tollerante e di collaborazione con il governo del proprio Paese così come
Noi riterremmo fosse giunta l'ora che il Ministro di grazia e giustizia Altavista lasciar tempo libero il campo a Bonifacio se ci vorrà essere se non si dimette
Perché gli impegni che sono stati presi per gli agenti di custodia la riforma carceraria non possono continuare ad essere
Facendo cadere l'amministrazione nel ridicolo disattesi come sono disattese abbiamo cercato credo che anche il Presidente del Consiglio forse lo ha cercato impedire quella stupidaggine
Dei referendum di ERP concepito ad alta vista fatta propria dal mito f.f. funzione
Ministro Bonifacio
E dopo abbiamo avuto a Portici l'Assemblea nazionale gli Aliaj gli eletti i quali hanno fatto peso poi le nostre posizioni e sono tutte le altre posizioni sicché
Non c'è riforma allora almeno poche cose ma le poche cose che crediamo di poter chiedere a qualsiasi nostro Governo
Noi che non siamo come compagni comunisti convinti che bastino fare degli accordi perché una casina si classe dirigente possa poi fare tutto ecco le poche cose che chiediamo in questa occasione al Governo ci auguriamo davvero che siano fatte
Era una registrazione delle quindici luglio settantasette con questo intervento di Marco Pannella pronunciato alla Camera durante un momento di dibattito sulle vigne
Programmatiche del Governo presieduto da Giulio Andreotti che si avvaleva del significativo sostegno del PC e in precedenza vi abbiamo riproposto
Anche quanto disse nel corso di quel dibattito nella segretario comunista Enrico Berlinguer termina qui odierno programma realizzato con documenti d'archivio