21MAR2014
rubriche

Furore. Storie e letture della crisi economica

RUBRICA | di Stefano Imbruglia Radio - 18:00. Durata: 24 min 56 sec

Player
Puntata dedicata alla Ecolgraf - un'azienda con 504 dipendenti appartenente al Gruppo Pozzoni - con la proprietà che intende contenere i costi e rendere più competitiva l'azienda, rivedendo la contrattazione di secondo livello e, conseguentemente, abbassare lo stipendio dei lavoratori, mentre i sindacati accusano l'azienda di essere priva di un piano industriale e denunciano la volontà della azienda di cercare delle scuse per chiudere lo stabilimento.

Puntata di "Furore. Storie e letture della crisi economica" di venerdì 21 marzo 2014 condotta da Stefano Imbruglia con gli interventi di
Antonio Belviso (segretario generale della FISTEL di Verona, Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori), Maurizio Vercelli (responsabile delle Risorse Umane e degli Affari Legali del Gruppo Pozzoni).

Tra gli argomenti discussi: Cassa Integrazione, Cisl, Concorrenza, Costi, Costo Lavoro, Crisi, Dipendenti, Economia, Editoria, Europa, Governo, Imprenditori, Impresa, Industria, Investimenti, Lavoro, Mercato, Mondadori, Occupazione, Politica, Prezzi, Produzione, Sindacato, Societa', Stipendi, Verona, Welfare.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 24 minuti.

leggi tutto

riduci

18:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno S.p.A. Imbruglia bentrovati all'ascolto di Radio Radicale queste furore storie letture della crisi economica una nelle rubriche di Radio Radicale dedicata ai temi dell'area economica la puntata di oggi dedicata la
A alla vicenda della azienda mia gente che si chiama ecografo che un'azienda che impiega circa cinquecento dipendenti appartiene al di pupo sono ieri che sta agendo insomma stampano riviste liberi eccetera e cosa una danze interessava momento di si vota con i sindacati per quanto sarà la necessità alle azienda alla necessità di abbattere i costi in sindacati da loro passa la loro punto di vista difendono il potere d'acquisto dei di dei lavoratori non ce lo spunto anche una mancanza
Di progetto era di piano industriale da parte dell'azienda lo cerca un po'di capire come stanno le cose come
Quali potrebbero essere possibile soluzione parlandone prima con Antonio Belviso che il Segretario generale della FIS del CISL di di Venezia di Verona e poi con Maurizio Vercelli che è responsabile Risorse Umane Affari legali del gruppo poi sono i ed naturalmente della ecografo iniziamo guardando il buongiorno a Belviso buongiorno con loro
Allora insomma Belviso centrato ci aiuti a spiegare a capire che cosa è la eccolo graffette
Cosa sa quanti dipendenti in pista aver l'ecografia intanto è un'azienda che faceva parte del gruppo Mondatore quando Mondadori e l'editore caricate ci sono atti
Iperattività del reparto stampa
Ha ceduto la queste questo stabilimento assieme ad altri due o tre che sono
Una come su un'altra maniera sorvolato a Pomezia
Li ha ceduti al gruppo Procioni anche l'attuale precario e praticamente voi sta alcun genere inteso stabilimento si stampano i divieti
Sì lo stabilimento diciamo che assieme a quando è stato deciso dal mondo del cinema aiutiamo i vari ha comprato anche tutte le commesse Mondadori per cui diciamo che in questo stabilimento come
Negli altri stampa tutto quello che che di tutta tardavano da Mondadori ecco quindi che non sono Mondadori perché credo che ci stati nominati dai primi anni minimali violenza Ikea insomma si sono saltati italiano e in particolare
Questo questo stabilimento di Verona è stato luce diciamo è sul mercato ai per lavori di tetti e per cui è quello che
è più concepibile anche per fare altri lavori e l'altro commette ma perché invece gli oneri degli stabilimenti
APIET grande occupazione che sono deluso e specializzati in alcune cose diciamo che meno a quello di Verona è quello più
Princìpi anche per fare per fare altre cose per cui non acquisisce sulla Mondadori ma anche
Sul mercato commerciale e quanti abiterei quanti dipendenti a occupa in questo momento lo stabilimento di Verona venne il Congresso
Ecco perché in questo momento occuparci oggi cinquecentodieci dei dipendenti teniamo conto che quando è stato preso nota all'occupazione o eravamo circa ottocento che
Per cui dal due mila nove ad oggi c'è il cerca comunque al un po'il taglio di di personale quindi ci praticamente un terzo insomma a occhio e croce ma è una
Mentre ci sono state anche nei momenti di grande
Sorridete probabilità da un punto di vista della in preoccupazione perché mille ci raccontava insomma che non sono quattro mila dipendenti sono arrivata occupare quei negli anni Novanta però
Sosta per agevolare gli andava rappresentava un po'o un punta di diamante dell'industria veronese per Serdas cui ha una storia aeree
E eravamo arrivati anche a quattromila risalenti per cui accordano
Acquisti andiamo adesso ai giorni nostri quindi praticamente c'è questa dal due mila nove questo stabilimento è stato venduto dalla Mondadori
Gruppo pozzo Monica un gruppo che sentiremo subito dai colleghi
è e quindi
Di stampa e quindi praticamente cos'è successo oltre ben diminuito con adesso insomma voi che siete un po'in là lotta contro la proprietà insomma qual è il motivo di questa vostra
Agitazione
Il motivo salto dal fatto che l'azienda vorrei dire al di là che ci sia un problema dei criteri settore su questo
Innegabile
Il problema è come l'azienda in queste in questo contesto che in questa situazione si pone nel fare delle noi abbiamo raggiunto un'auto
Una proprietà che da quando ha acquisito questo sito come altri non ha fatto Investimenti non ha fatto mai un piano industriale
è l'unica logica che ha seguire questa attività è quella del
Riduzione dei posti di lavoro del di lavoro attraverso la riduzione di personale e questo sta ancora procedendo adesso che
Ora ha quasi raggiunto diciamo il livello
A accettabile per poter far fronte alle Marche perché oltre a questo probabilmente non servirebbe neanche qui pellerossa prima a tappeto
Sta cominciando invece appare tagli di salario per cui non molto tempo fa circa o un mese fa
Ci ha dato una riflessione che parte dal primo maggio del di tutti i secondi livelli c'è per cui di tutti crea
Contrattati a livello aziendale tra quelli erano periodicamente erano degli accordi già che voi avevate raggiunto con la società con l'azienda
Noi avevamo nella nel corso della storia di questa diventare aggiunto del risultati economici che sono questi
Detta o con la precedente proprietà Paola colmare la precedente società ma anche quando abbiamo cominciato con quel con quel che abbiamo fatto degli accordi
E l'azienda abbia il petto tutti gli accordi che riguardano breve le la da una parte economica voglio dire contrattata a livello aziendale per cui Valpiana dice da maggio
Io sono in grado come voglio darvi solo quello che è previsto il contratto nazionale tutto quello che è previsto dalla contrattazione aziendale che abbiamo fatto Verri viene divieto questore il
Ci
Quindi e praticamente un discorso di busta paga insomma se io semplifico Balai notevole un'azienda vuole risparmiare sui soldi che però se qui si
Avranno le sur la loro ragioni
No no ma il problema del
C'è è sicuramente la crisi dice
Però non è che un'azienda possa pensare di stare in piedi tagliando il costo del lavoro del lavoro sulla particolare perché
Storica la fece attende qualcuno che potrà lavorare
è un limite è una scusa questa è una scusa praticamente per tagliare segue sempre di più perché voi asilo insomma dice Arnese trasferisce all'estero con chiarissimo in Vietnam sicuramente costa meno e voi ha voglia tagliare nazionale dall'altro per cui
Questa era logico ed alle aziende italiane dovrebbero morire tutta perché magari chi dovrà aprirsi in giro con il mondo che
Costano molto meno qui possiamo alloggi ma è chiaro che l'acqua relativo mentre Unicredito letterario pare project il padre recano industriale cioè
Cerca di il retaggio mercato qualche cercando di innovare ed investire se vale a dire tante cose che questa io
L'onda quando e qualora
A
Al
Senta questa diminuzione di chi dello stipendio che chiede l'azienda a quanto ammonterebbe a orientativamente presa
Tanto per dare un'idea andiamo dall'equatore cinquecento euro media diciamo ma negli lordi o netti
Diciamo su Furlanetto più o meno stiamo Lupu quella cifra lì di cinquecento e
Non è qui insomma quanto quattro cinquecento euro e quando prendono dello stile non quante uno stipendio di un operaio medio sempre così a spanne non
Alle lui mila nelle oscure immigrati
è dal mille sette vedrebbero sinora Ceriano io facciamo diretti ma da mille sette quindi la leggenda chiede di farli scendere a mille due
A Mila dunque è stato più o meno questo è la al l'intendimento dell'azienda tenendo conto però di un'altra cosa perché ostruzione ove c'è i problemi sono due in cui
Ma non è che noi abbiamo detto no all'azienda perché capiamo induca
La nostra parte dobbiamo farla se l'azione del calciomercato noi dobbiamo comunque in qualche modo
Metterci del nostro per cui non è che abbiamo detto che diciamo
No a priori insomma dice ci siamo è un'opera per alla tra per dire prevedo cosa chiedeva in cambio allora lo chiediamo in cambio la la permanenza di questi ripetuti dove non c'è la lattuga pediatrico distrutti dalla diciamo noi siamo disposti a darmi sicuramente qualcosa perché
Sì quello che sta in piedi ma soltanto la parte dovrà anche Carasi dice che questo questo sito avrà ancora ora una vita eravate perché che senso ha che io faccio da critici d'appello poi comunque alla fine sul più utile era
L'altro sono rimasti due minuti c'è perché voi profondamente al mentre voi state diciamo per gli ascoltatori che non c'è voi temete che l'azienda visto che già in dal due mila e nove a oggi era già abbassato di circa trecento unità riempiendo i dipendenti che agli abitanti accusata di aver rinunciato volutamente a delle commesse oppure quindi voi temete che l'azienda voglia impoverire lo stabilimento per poi il più prende il tutto responsabile chiuderlo quindi prestare praticamente vostri sacrifici basterebbero vani e questo insomma
José
Invece insieme perché è proprio quella storia diciamo l'azienda probabilmente acquisito da Mondadori degli stabilimenti
Avverto è acquisita fino a qui delle commesse
Che probabilmente sono commette anche in qualche modo va bene che hanno del margine perché chiara a fa parte questo è contratto diciamo che oggi le commesse Mondatori sono ancora un po'al di sopra della media di mercato per cui l'azienda ci guadagna adoperarvi didattica
Queste vanno alle stelle sta portando in aprile critico e come tale ostativo Arona
E lo tra Quercia c'è e appunto questa novità che l'azienda alcune comincia a non rappresentare altre commesse per cui significa che i macchinari
Sono sono poco cariche per cui si invia un segnale che in qualche modo
Ci sia una volontà aziendale di di missione di questo sito perlomeno nefasti
Perlomeno ne fanno nemmeno e vediamo quello che
è l'atteggiamento dell'azienda negli ultimi venti secondi insomma e dialogante o Giove previsto la chiusura insomma che comunque ci sono delle trattative che ci sono le richieste di messa in cassa integrazione insomma
Lei come avete visto che farli sindacali
Segnali spedizione gli studiosi piano trattare però però tante volte troviamo un Mulas tanto che l'azienda dice di voler discutere ma quando chiediamo appunto cuoco con i fatti la un
Di dimostrarci di darci un segnale che questa azienda deve avere un futuro a Verona
Fino ad oggi l'abbiamo ridotta nel
Questo
Grazie all'accordo va bene all'anno e ringraziamo il Segretario generale della FIS del Cisi di Verona Antonio Belviso grazie essere stata con noi
Grazie a lei e tutti lo abbia portatore
E dopo aver sentito al pare dei sindacati sentiamo quelli dell'azienda per bocca del direttore risorse umane relazioni istituzionali dei Maurizio Arcieri buongiorno
Buongiorno a lei buongiorno a tutti gli ascoltatori allora dottor Vercelli insomma lei ieri il direttore risorse umane della ecografi insomma questo stabilimento di proprietà del gruppo quote sogni che a Verona insomma voi praticamente non avete in questo momento un rapporto diciamo idilliaco con nei sindacati insomma ne abbiamo già sentito Belviso della Cisnetto ci dia la sua faccia qual è il motivo del
Beh allora sostanzialmente noi ma io sono in realtà il il direttore risorse umane agli affari legali del gruppo possono ingenerare chi eco Graf ossia della cotoni nel nel suo complesso
E noi cerchiamo in tutte le anime in tutti i nostri stabilimenti mi di avere un rapporto ottimale con quelle che sono le rappresentanze sindacali interne ed esterne
Purtroppo nella vita delle aziende dei singoli stabilimenti ci sono dei momenti ahimè anche di confronto e di confronto che può essere anche acceso
Quando i tempi e le situazioni richiedano che che questo che questa venga poi come sempre noi cerchiamo nei limiti del possibile di avere delle soluzioni condivise però cerchiamo ovviamente di risolvere i problemi in discussione in qualche modo hanno trovato
Quindi fare presentiamo un secondo cui il gruppo pochi sogni in India praticamente dodici stabilimenti mille seicento dipendenti in totale giusto seicento Cuervo fatturato trecentocinquanta mila milioni di euro circa
Sì più o meno minacciava mentre lo stabilimento delle il contratto d'
A cinquecentodieci dipendenti quindi lei conferma questi dati questo dato
Sì io sono disposto sono cinquecento e quattro va bene silenzio diciamo che tendenzialmente siamo i soli cinquecento e cacciato siamo impellente attualmente in via a Verona infatti è vero però ecco già madre avete acquistato utilizzo voi chiaramente come interno come revoca quindi voi avete acquistato questo stabilimento nel due mila nove insomma non no era già l'abbiamo acquistato alla fine del due mila otto per la precisione nel fine ottobre del due mila otto
Però quando l'avete acquistato insomma dei dipendenti erano un po'di più o perché pare che fossero ottocento circa insomma giusto
Tecniche o meno sì più o meno sì direi di sì in questi anni insomma
La libertà e quindi perché è arrivata la crisi economica quindi
Avete abbassato il numero il numero dei dipendenti per questo motivo o lo sono stati gli altri motivi no
Sicuramente questo motivo nel senso che quando non li abbiamo rilevato questo stabilimento alla fine del due mila otto o lo stabilimento così come tutto il resto della dell'allora Mondatori printing perché la denominazione sociale allora era
La Mondadori printing era un'azienda che già si trovava in uno Stato sostanziale di crisi
Credo che nel due mila otto se non ricordo male siano stati persi circa nove virgola sei milioni
Di euro quindi era già uno stabilimento che si trovava in una situazione di difficoltà all'interno di un mercato che è quello che era fico che grafico editoriale in particolare che che era già ampiamente toccato dalla crisi peraltro coi la crisi nel quinquennio che va dal due mila otto al due mila tredici non ha fatto che peggiorare per le ragioni che ovviamente tutti
Quindi noi quindi banditi
Praticamente dal due mila euro e nove pagine
Voi avete dunque giustamente visto che il perdeva allo stabilimento somma avete cercato di ridurre così insomma cosa avete fatto e con
Rimettere possono essere in sesto i conti beh noi fino a quando siamo entrati abbiamo immediatamente intrapreso una politica Dini di Limbadi organizzazione più che non di risanamento dello stabilimento
Perché evidentemente abbiamo cercato di impostare i processi credevamo esserci all'interno ci parevano non corrisponderà corrette logiche di mercato in una filosofia che fosse più attinente con quella nostra
E devo dire senza falsa modestia che credo anche abbiamo fatto un buon lavoro perché
Se lei considera che in un solo anno quindi nel due mila nove che il primo anno di gestione da parte della della portoni al cento per cento del due mila otto ormai essendo si diceva i giochi erano ampiamente fatti
Ma diciamo che in un solo anno noi abbiamo ridotto una vita di un'azienda che perdevano virgola sei milioni di euro
L'abbiamo dimezzato abbiam perso poco più di cinque milioni e soprattutto abbiamo migliorato una posizione finanziaria netta che era di un negativo di sessanta milioni di euro abbiam portata al quarantatré milioni nel giro di un anno
E già nel due mila dieci avevamo dato il giro di buona perché abbiamo chiuso il due mila dieci con un attivo importante di oltre otto milioni di euro
E di fatto con una posizione finanziaria netta che se non ricordo male
Era negativa ancora per venti milioni quindi onere economico di conseguenza aveva ATER risanato togliere questo risanamento comunque ha portato alla diciamo
La lasciare sul terreno utilizzare un Gerfo una guerra insomma
Un terzo circa un terzo dei dipendenti
Petti rischia di questo questi messaggi allora nel due mila dieci quando noi abbiamo abbiamo chiuso diciamo così l'esercizio inutile avevamo un organico di circa mille cento unità
Ripeto a quelle che avevamo avevamo in origine quindi in realtà poi la diminuzione di organico importante avvenuta negli anni
Successivi perché quando noi abbiamo rilevato la Mondadori Trichini dipendenti se non ricordo male erano mille duecentosessanta in Italia
Ed era solo perché le sta parlando non erano solo i numeri del cosa Benevento arriverò trovare nuove strade regionali volesse crederà quando l'ho trovato una penale nel suo complesso rom però ecco non di conseguenza però questi anni è però avete trovato da parte dei sindacati visto che avviano con qualche modo permesso di diminuire in maniera consistente il numero dei dipendenti anche una certa comprensione o no
Ma allora diciamo che no dal punto di vista delle relazioni industriali c'è stata sempre una condivisione di fondo quindi abbiamo sempre raggiunto degli accordi
Li abbiamo raggiunti ovviamente discutendo confrontandoci magari infortuni momenti anche con un confronto acceso ma
Sempre in quest'ottica bisogna anche dire
Per per onestà intellettuale e che tutte le riduzioni di personale che sono state fatte
Dal due mila nove a oggi sono state fatte in maniera
Incruenta e cioè semplicemente lamenti bagnando le persone accolte prepensionamento anticipato che allora
Si era vigente come requisiti pari a trentadue anni di contribuzione quel settore graffi territoriale quindi diciamo che non c'è stato dal punto di vista della riduzione di organi con grande attrito con le organizzazioni sindacali sarebbe sufficiente erano volontari
No no pedina nel senso però conto non
Diciamo che le compete stato comprensivo comunque non hanno preteso altre cose sono i sindacati per risolviamo ancora già da consumato buona parte del tempo ci rimangono tre minuti Passariano al giorno di giorni oggi già ora praticamente voi siete accusati otto semplifico brutalmente per agli ascoltatori ricordo quanto ma in qualche modo che era anche detto prima da Belviso
Di volerne in qualche modo sarà
Affamare i
Di lavoratori perché diciamo non ha chi voi chiedete se ci dica se è giusto o sbagliato un di ridiscutere l'accordo di secondo livello
Perché
Per contenere i costi avete questa necessità che si abbassa il costo del lavoro prima giusto perché è giusto effettivamente quello e quello che sta succedendo
Quando il godimento di Verona giusto e comunque non di quante uno stipendio medio di un lavoratore
Allora uno spillo stipendio medio dei lavoratori di Verona nel mese di novembre e dicembre aiutato circa trentadue mila euro in ragione d'anno
Quindi va beh stiamo parlando dell'ordo quindi l'arrivo io vorrei farlo la prego due quindi mettiamo diciotto ma Michele riconosce mille settecento euro somma letto più o meno la legge regionale euro più euro meno
C'è un finale stiamo cercando di ragionare anche e di questi voi quindi questo lei mi conferma un po'i dati delle che ci dava Belviso se voi chiedete che venga discusso la tratte del secondo livello che sarebbero praticamente cinquecento euro in meno in busta paga e meno ai lavoratori
Sì beh in realtà non è proprio così perché poi la contrattazione di secondo livello non a cadenza me infila in tutte le sue componenti non ci sono anche delle componenti ovviamente strame infili
Che hanno un impatto sull'anno le faccio un esempio premi di fatturato premi feriali sono dei treni che vengono erogati in alcuni periodi dell'anno Piccini ricevono una quattordicenne Marchese eterologa dall'altra parte dicono tutte
Lamentati sovente avrebbero sottoscritto un accordo che per due anni da fino al due mila e quattordici nove mila e quindici
Io posso di cassa integrazione quindi di fatto i lavoratori lavorano sei mesi
Quindi se mi si percepiscono ottocento euro di cassa integrazione beh guardi in realtà questo problema è mal posto nella CO la semplifico per gli ascoltatori che erano allora una cosa papà mamma e al voto l'effetto del delle informazioni che probabilmente le hanno dato che lo tiene la realtà
E che già i premi di secondo livello quindi tutta la contrattazione rispondeva lei premi attuali
Nella loro grandissima parte sono poi già oggi in qualche modo non percepiti durante i periodi di cassa integrazione perché
Sono concepiti in maniera tale che non matura no quindi
Speravo però era che dobbiamo agire perché l'ho mai veramente abbiamo deduco
Consumato quasi tutto il tempo abbiamo trenta secondi
Allora no alle il problema è già del discorso e poi quello dei sindacati lamentano
E che voi dice noi per saremmo pure disposti a discuterne di questa cosa qua però hanno paura che
Ci sia da parte dell'azienda
Un intento di chiudere questo stabilimento e che poi comunque pare non avete partecipato a delle gare eccetera sono perché volete vetture questo stabilimento per accorparle tutte quante probabilmente per ragioni aziendali
Che saranno sicuramente comprensibile insomma
Lei cosa dice su questo c'è c'è questa idea intenzione del largamente no un'affermazione
Che cioè non è un'efficacia di una semplificazione mie non avrebbe o no non hanno natura dopo non è solo sua ce l'ho sentita pronunciare anche da da rappresentanti delle organizzazioni sindacali ma è destituita
Di ogni fondamento nella maniera più più assoluta se noi chiediamo questo sacrificio lo chiediamo per cercare di far rimanere aperto sito di Verona per renderlo competitivo
In realtà è vero che noi non abbiamo partecipato ad alcune gare soprattutto sul mercato estero ma non perché intendiamo andarcene via da Verona ma per il semplice fatto
Che con la struttura dei costi dello stabilimento di Verona rispetto a quello che ha un andamento dei prezzi che in questo momento si sta registrando in Europa
Funzione della sovracapacità produttiva viene emittente specie nel settore rotocalco noi non siamo in grado di invecchiare quei preti crimini non ha posto una questione di volontà
è una questione di impossibilità e noi stiamo chiedendo al sindacato di metterci nelle condizioni di poter andare in Europa e fare legale
Con i nostri competitor francesi perfetto adesso io lo
Sulla taglio ringraziamo Maurizio Vercelli che è di responsabile Risorse Umane Affari legali di ecografia e Gruppo Pozzoli grazie se è stato con noi Grazzini da voi saluto a tutti
Grazie ancora Maurizio Vercelli direttore risorse umane Affari legali della ecografia gruppo possono in precedenza ho parlato con il Segretario generale la Fi.L.S.E. incisivi venerdì Verona Antonio Belviso la puntata di furore storie letture di della crisi economica si conclude qui ricorriamo che chiunque volesse riascoltare questa puntata o le altre andate in onda lo può fare di andando sul sito radio radicale punto it nello spazio rubriche troverete tutte le puntate
Per l'intanto Stefano Puglia vi saluto vi do appuntamento con questa rubrica prossimo martedì alle sette meno un quarto e buon proseguimento con i nostri programmi