21MAR2014
stampa

Conferenza stampa di Matteo Renzi da Bruxelles dopo il Consiglio europeo

CONFERENZA STAMPA | di David Carretta BRUXELLES - 00:00. Durata: 44 min 9 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Conferenza stampa di Matteo Renzi da Bruxelles dopo il Consiglio europeo" che si è tenuta a Bruxelles venerdì 21 marzo 2014 alle ore 00:00.

Con Matteo Renzi (presidente del Consiglio dei Ministri, Partito Democratico).

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Africa, Amministrazione, Asia, Banca Centrale Europea, Barroso, Bolzano, Clima, Cnel, Commissione Ue, Confindustria, Consiglio D'europa, Consiglio Europeo, Cottarelli, Deficit, Digitale, Dirigenti, Disoccupazione, Donna, Draghi, Economia, Energia, Esportazione, Esposizione
Universale, Esteri, Europa, Famiglia, Finanza, Finanza Pubblica, Fisco, Formazione, Giovani, Gozi, Immigrazione, Industria, Informazione, Investimenti, Istituzioni, Italia, Lavoro, Letta, Mare, Mediterraneo, Mercato, Merkel, Milano, Ministeri, Mogherini, Moretti, Occupazione, Pari Opportunita', Partiti, Partito Democratico, Pensioni, Pil, Politica, Provincia, Pubblico Impiego, Riforme, Rifugiati, Russia, Sanzioni, Scuola, Senato, Spesa Pubblica, Squinzi, Stampa, Stipendi, Sviluppo, Tajani, Tasse, Torino, Ucraina, Ue, Universita', Van Rompuy, Venezia.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 44 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a tutti
Possa far ragazzi siamo
Buongiorno
Come
Buongiorno a tutti credo che
Prego
Non è
Scusate ma siete tutte le truppe italiane
Potremmo proporre a Cottarelli la spending review anche per le vostre testate delle sedi ma desidero
Quindi c'è una
Scherzo o non era un attacco la ramo non vorrei sembrare
Sia mai detto
La spending review che siamo soltanto noi dalle scusi
Ignora possiamo farla tutti da spremere a parlare
Esprimo la mia solidarietà ai giornalisti recuperato e sta
Allora molto rapidamente vi ringrazio per il vostro duro lavoro di questi giorni prestato un Consiglio europeo che per quello che mi riguarda è stato il primo quindi come
Ogni
Iniziativa che
Si svolge per la prima volta stava anche un'occasione per
Approfondire imparare conoscere meglio stringere relazioni sapete che c'era stato un appuntamento
Straordinario dei capi di Stato e di Governo quindici giorni fa per la vicenda Ucraina
Ma questo è il primo Consiglio ufficiale a cui io ho partecipato quindi come tale naturalmente la posizione dell'Italia non è cambiata siamo in linea di assoluta continuità con
I Governi che ci hanno preceduto i punti all'ordine del giorno sono stati quelli che conoscete
Abbiamo chiuso quest'oggi parlando di Africa in divisa in vista dell'appuntamento del due tre aprile a Bruxelles io ho avuto modo di sottolineare credo che la cosa possa interessare
Alla le giornaliste e giornalisti italiani l'importanza del lavoro di queste ore delle forze italiane che nell'operazione Mare Nostrum hanno
Ho provveduto a salvare almeno quattro mila persone questi sono i dati che abbiamo e più di quattro mila persone quindi un dato molto importante ho evidenziato come nell'appuntamento del due tre aprile sarà importantissimo e fondamentale che l'Unione europea
Si ponga questo tema ci ha naturalmente
Abbiamo ricevuto le rassicurazioni abbia parlato anche con
I colleghi di altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo questo primo tema parto dalla fine facce riassunto partendo dalla fine
Sta dentro la questione di cui probabilmente mi avete già sentito parlare forse vi siete già stancati ma che per me è assolutamente centrale come politica estera
Il Mediterraneo come cuore e non come frontiera il Mediterraneo come centro della politica estera l'opera non come limite
Il Mediterraneo come luogo da vivere e non come
Dica da innalzare
Abbiamo affrontato prima di questo tema Vadori salgo in ordine mentale
Dagli negli appuntamenti chi che nell'ordine del giorno tutto alla discussione sul clima l'energia
Gli appuntamenti e gli impegni che l'Unione europea si prende avrete in cartellina immagino comunque nei documenti che usciranno i testi della conclusioni
Sostanzialmente
Il lavoro di di
Faticoso equilibrio che si è trovato un lavoro molto positivo secondo me
Io sono intervenuto sostenendo con decisione la posizione che la collega danese ha espresso in
Questa discussione però senza entrare nel merito della della
Delle conclusioni vorrei sottolinearvi il fatto politico
In un momento di difficoltà in un momento di crisi anche della competitività europea sul rapporto clima energia industria noi puntiamo ad avere un ruolo di leadership mondiale noi come Europa sto dicendo
Questo mi sembra il punto politico che abbiamo sottolineato anche assieme al Presidente Olanda
Il tema chiave è che mentre su altri settori
L'Europa persone la sua primazia alla sua capacità di leadership su questo punto indicando un obiettivo ambizioso certo dobbiamo fare dei degli sforzi come paesi
Europei e questo ha creato una discussione anche molto approfondita
Punto per punto però se riusciamo a fare questo lavoro
Facciamo fare all'Europa il suo mestiere che è quello di
Dal punto di riferimento mondiale ne avevamo parlato del ne abbiamo discusso durante la seduta in Parlamento prima alla Camera e poi al Senato per cui non vi tedio ulteriormente sul punto
Risalgo stamani mattina ambasciatore che abbia fatto Favaron poi Remo visto il
Presidente fare un po'di questa mattina
Abbiamo parlato soprattutto del semestre italiano come sapete sarà un semestre entro il quale
Assisteremo alla transizione e in qualche modo costruiremo anche la transizione delle istituzioni internazionali Presicce europee all'interno della cornice internazionale
Presidente fare un poi sarà comunque uno dei protagonisti del
Il nostro lavoro in considerazione del fatto che comunque
Se ho capito bene lasciato a ottobre e novembre a novembre
Vi segnalo alcuni appuntamenti poi naturalmente probabilmente già qualcuno lo conoscono sarà a Milano all'appuntamento con i capi di Stato e di Governo asiatici
Noi lo ha pensato devo scelto come Governo lo ha voluto il Governo di Enrico Letta io condivido molto questa impostazione l'abbiamo confermava che l'appuntamento milanese
Fosse in collegamento tra
L'iniziativa con i Paesi asiatici e l'Expo che nel due mila e quindici si svolgeranno il capoluogo lombardo
Avremmo
L'appuntamento sul vertice sulla disoccupazione giovanile
Posso dire fin da adesso che chiederò
Al Sindaco
Di Torino al Presidente della Regione Piemonte che ci sarà di ospitare questo appuntamento se al Governo italiano ospitarlo ma di essere a Torino
Perché Torino sul tema apporto tra occupazione e
Innovazione
è per molti aspetti una metafora del nostro Paese quindi abbiamo scelto di non farlo a Roma di farlo a Torino sarà l'appuntamento molto interessante per noi sull'agenda su diciamo innovazione digitale mi confermate che a Venezia ho perso sensi
Insetto a luglio anche in questo caso dei primi giorni di luglio quindi l'inizio del semestre italiano sarà scoppiettante oggi ho parlato
Con il cancelliere fra le mamme con la cancelliera Merkel
A proposito di un argomento che abbiamo discusso a lungo con la cancelliera a Berlino e anche con il Presidente degli imprenditori tedesco Grillo si chiama Grillo come nostro mestiere
Ma e con il Presidente degli imprenditori italiani che si chiama Squinzi come sembrerebbe sul tema del sistema della formazione professionale
E oggi con la Francia ed abbiamo discusso vediamo se riusciremo a creare all'interno del semestre europeo un appuntamento ad hoc
Sul modello della formazione professionale quindi si collega parzialmente al tema della disoccupazione giovanile ma c'è una specificità sarebbe interessante
Approfondire questo tema a Bolzano
Perché la l'unica parte d'Italia per ovvie ragioni che
Più vicina al modello
Culturale e formativo tedesco a il sistema duale che è un sistema molto interessante e ci sono anche delle sperimentazioni in Italia vorrei dirla così
Noi saremo soddisfatti quando all'interno del pacchetto di riforme europeo
Sarà un'unica politica sul mercato del lavoro e sulla formazione professionale
Non credo che sia un sogno credo che sia un obiettivo realizzabile
Abbiamo ieri cenato sulle
Una cena di lavoro altrimenti sembra chissà che cosa una cena di lavoro sulle qui c'è questa usanza
Conoscevo perché nel Consiglio europeo di di di stanza in piedi parlare costantemente di ascoltarsi costantemente anche
Mentre ci sono le occasioni di le cene
E nel caso di ieri la scena è stata dedicata alla questione Ucraina che poi ha avuto questa mattina come avete visto credo che ci siano già le immagini e le foto a firma molto importante dell'accordo fatto politico e non soltanto politico di
Indubbio rilievo e interesse
Vi dicevo che
La discussione sull'Ucraina ieri è stata molto
Approfondita fa
Da fonda al lavoro
Quindi tutte le strutture voglio ringraziare tutte le nostre strutture che si sono occupate di questo tema e più in generale della preparazione del
Del consiglio e vorrei ringraziare anche
Il lavoro dei Ministri degli esteri per non li amministra Mogherini che lunedì scorso anno fatto un lavoro non dico preparatorio ma comunque molto importante anche in vista del
Consiglio di ieri dunque la discussione è stata una discussione seria approfondita importante
Ed è stata una discussione nella quale
Abbiamo portato la posizione che conoscete e che non mi sto alla ribadire che comunque ha portato
Buon documento di sintesi che avete già visto quindi non ve lo ripeto prima della
Aprire la discussione sull'Ucraina il passaggio con sulla competitività
E sull'Europa che deve tornare a crescere preceduta da un'analisi davvero molto seria puntuale e devo dire molto
Interessante svolta dalla Presidente della Banca centrale europea da Mario Draghi che anche sottolineato se la Presidente la Commissione presente Consiglio il lavoro che è stato fatto per
Arrivare l'accordo bancario di cui anche in questo caso già sapete tutto e quindi non avete bisogno che io vi temi di ulteriormente la relazione di di Draghi è stata importante sottolineato anche i fattori di crescita di questa ripresa che è una ripresa modesta attività ma è una ripresa che comunque
è in atto sottolineato l'importanza naturalmente dei fattori
E che sono dequalificante il nostro Paese lui ha fatto per la
L'Europa ma che credo valga anche su tutto per l'Italia partendo dal tema della
Forza dell'export dell'export ma anche
Della ripresa di fiducia che è una condizione dello sviluppo economico come un atteggiamento psicologico non è una sorta di training autogeno è una condizione dello sviluppo economico precedentemente come sapete c'è stato il discorso del Presidente del
Parlamento europeo l'ultimo
Di Martin Schulz in in questa veste l'indirizzo di saluto ai lavori del consiglio europeo abbiamo salutato il collega
E storie ma credo che sia particolarmente importante sottolineare come
I lavori di questi
Di questo Consiglio europeo
Che naturalmente saranno un ripresi nel prossimo Consiglio di giugno quindi ancora l'ultimo Presidenza greca
Siano per noi comunque molto importanti anche in vista del semestre europeo e qui vengo a chiudere la brevissima introduzione che ho fatto di essere un modo di dire brevissima Presidente del Consiglio
Molto lunga delle mie tradizionali conferenze stampa la brevissima introduzione che ho fatto la chiudo dicendo richiede
è molto importante il semestre come lo organizzano i ma non è vero che l'appuntamento burocratico noi abbiamo
Fatto un grandissimo lavoro con le strutture tecniche con chi ci ha preceduto ora arriva il momento di fare del semestre l'occasione di un
Al grande scommessa sull'Europa per farlo naturalmente vale il principio che conoscete che sapete l'Italia può arrivare a questo appuntamento
Avendo molto da dire e da dare soltanto se è nelle condizioni di svolge nelle prossime settimane nei prossimi mesi un gigantesco lavoro sulle riforme che è quello che conoscete ed è poi il punto più interessante anche nelle discussioni che abbiamo avuto con
I colleghi e con i rappresentanti delle istituzioni europee il punto centrale sonoro
Sono le riforme
E
E nelle riforme il punto centrale sono l'i tempi delle riforme anche perché da questo punto di vista come sapete l'accelerazione che abbiamo dato
è un'accelerazione oggettiva resa plastiche evidente dai provvedimenti che sono in corso di discussione anche in questo momento
All'interno del nostro
Parlamento e che vedranno entro il mese di marzo la presentazione del testo di legge
Sulla revisione costituzionale del solo quinto del Senato della Repubblica del CNEL dopo la fase di consultazione che stiamo avendo dopo gli approfondimenti politici che verranno fatti dalle singole forze politiche
Per esempio il Partito Democratico si riunirà venerdì prossimo per
Affrontare questo tema in sede di direzione venerdì pomeriggio quindi entro il mese di marzo saremo pronti
A a portare in Aula questa discussione e naturalmente nel frattempo contiamo la settimana prossima di chiudere al Senato la partita delle Province quindi le riforme vanno avanti stiamo correndo se ci sono delle domande se no prendiamo le
Sì però
Allora facciamo con come funziona Filippo esistono molte domande questo
Sembro sembrò strano ma l'avevo intuito persino io cioè non è che ventiquattro discussione mi rendono totalmente rimbambiti chiamo qualche domanda l'ipotesi del Corriere della Sera vai
Allora dico che il sì al Corriere della Sera siccome a me sorge un po'per lei da parte della dell'OSCE il passaggio dell'altra volta
Le volevo chiedere una fra la domanda sul posizionamento sostanziale del suo Governo nei confronti dell'Europa che diciamo il punto di partenza di quello che lei ha detto
Recepisce l'universo no è uscita una visione un po'conflittuale che lei tenderebbe ad assumere nei confronti delle istituzioni di Bruxelles soprattutto relativamente alle politiche di bilancio rispetto delle compatibilità ce la può dettagliare meglio cioè che cosa significa dove vuole arrivare i quali
Sono i margini che lei
Intende utilizzare io ad integrazione di questo velocissimo
Ma cosa relativamente connessa perché già eliminato il Ministro delle politiche comunitarie proprio prima del semestre italiano
E chi intende nominare come commissario perché abbiamo ho sentito il bisogno una breve domanda se no no ma ma rientra rientrato
Così
Nel posizionamento del suo nuovo Governo turco a capire perché non mi abbia chiesto la mia opinione sui cambiamenti climatici questo francamente
Magari se facciamo un po'di domande insieme perché questo è un po'scrive se ci sono altri Paesi domande veniamo insieme così risponde
Ecco il Presidente No Polo chiede si collega la domanda del collega fa lei torna a casa adesso diciamo con una sostanziale via libera rispetto a quello che
Diciamo a detto di voler fare e si di questo ne ho parlato con contratti visto che ha avuto modo di
In terra
A voi cinque comincia un foglio appena che mi sembra meno Giovanna qualche
Prima che Giovanna parli cioè
Va bene
Basta un foglio
Lettura polemica sulla Fiorentina sono quanto di più inopportuna Calizzi grazie grazie mille
Io volevo chiederle due cose brevemente sia imparato molto dal fatto che lei in questi giorni poteva anche affrontare la questione del lo scorporo dei cofinanziamenti dei fondi strutturali
E rispetto al computo del deficit che si è effettivamente affrontato questa questione
Quindi a chi ce lo fa in generale su una questione che le sta a cuore un'altra cosa sulla spending review se posso per quanto riguarda le diciamo su questo le cifre in meno alla stima che era stata data tacque tre anni di questi
Trentaquattro miliardi visto che da un certo punto di vista sembra che siano perdendo dei pezzi in parte
Con il discorso che non vuole giustamente toccare le pensioni con quanto concerne anche i posti la pubblica amministrazione se secondo lei questi trentaquattro miliardi voi insomma la sentenza e utilizzarli tutti o se si può anche
Garanzie premiamo le ultime due
Mai chi
Crediamo rinunci
Va bene trionfi uccide il TG la sette si è chiesto vi siete chiesti in caso di sanzioni economiche alla Russia quale potrebbe essere il danno economico per le imprese italiana
Grazie l'ultima l'ultimo che facciamo secondo Giovanni Falcone
Sul semestre europeo sarà l'occasione perché l'Italia pensi a rinegoziare rivedere il fiscal compatta
Vengono applicate io
Quante sulla spending review mai Mauro Moretti IEA espresso dei dubbi
Sui tagli degli stipendi dei manager standard questo sprint rispondo bene sono andate
Dunque Caizzi
Partiamo dal tema del rapporto conflittuale con l'Unione europea a me con le istituzioni europee
A me sinceramente non sembra lo dico con il massimo rispetto per il vostro lavoro e per la ricostruzione che è stata data e magari anche perché no per chi ha voluto dare per la ricostruzione per cui
Non necessariamente per il vostro lavoro conosciamo come vanno queste cose
Noi abbiamo una grandissima fiducia nelle istituzioni europee è un grandissimo desiderio di investire sull'Europa io penso che
L'Europa non sia il nostro passato però passi al nostro futuro
E se è vero che l'Italia oggi
Paga
Alcuni debiti del passato
Oggettivamente è altrettanto vero che il compito del nostro Governo e iniziare a pagare per gli investimenti del futuro
Noi vogliamo
Davvero pensare che
Ciò che dobbiamo a spendere come spesa pubblica non sia tanto basata sul recupero dei debiti che naturalmente siamo impegnati a fare ma si è basata sulla
Per il nostro futuro a me ha sempre colpito un fatto
Ve lo dico da da da
Quasi da padre da quasi da padre ma nel senso più che da politico voi guardate il bilancio del nostro Paese noi spendiamo di più per gli interessi sul debito che non per l'Education
E la vice e l'università cioè per la scuola e università
L'Italia è un Paese che ha nei suoi nel suo Budget ora è vero che abbiamo posto recuperato con lo spread più basso fortunatamente
Quante oggi centottanta quanto siamo insomma diciamolo lo spread a iniziato una inversione di tendenza oggettiva però
Il peso degli interessi dell'Italia anche l'Italia deve pagare è superiore a quanto noi investiamo
Sul
L'educazione e l'università consumi cosa vuol dire vuol dire che è come se una famiglia ecco perché dicevo che lo dico quasi da padre nell'ambito del proprio bilancio familiare spende se più breve i debiti che non ha per mandare a scuola i figli
Questo atteggiamento
è un atteggiamento che ha delle radici storiche innegabili
Ma la politica vincerà e vincerà la sfida politica del nostro Governo se riusciremo a invertire questo passaggio tra questo significa anche avere un atteggiamento non supino subalterno verso nessuno
Noi non siamo
In competizione noi siamo una parte fondamentale dell'Europa l'Europa non è altro da noi per cui se teniamo a discutere a Bruxelles a ragionare a riflettere
Non ci veniamo con l'atteggiamento di sudditanza psicologica odo subalternità culturale
Per cui veniamo qui
Per prendere degli ordini
O per farci sentire i compiti a casa
Si chiama Commissione ma non è una Commissione d'esame
è una Commissione politica che noi
Abbiamo voluto che noi abbiamo scelto che noi
Volpe sceglieremo nelle prossime settimane nei prossimi mesi quindi si tratta di un fatto di
Di presenza del paese io credo che
Chi anche nel dibattito parlamentare non voglio certo attribuire responsabilità alla stampa ma in questo caso
Al parla alla discussione parlamentare io ho provato a dirlo ci si va in Europa con il cappello in mano intanto si sta in Europa perché troppe casa nostra e non ci sia con il cappello in mano ci si ma consapevoli dei nostri dati che sono dati storici
L'Europa è nato a Roma che sono dati economici
L'Italia ha un avanzo primario da anni
L'Italia rispetta tutti i limiti certo altra ma del debito ecco perché torno sul rapporto tra passando in futuro ma l'Italia è sotto il tre per cento
Non sono tantissimi i Paesi che stanno in queste condizioni ma l'Italia lo fa perché è giusto che rispetti le regole nessuno di noi ha immaginato di
Di dover lei
In un frangente
Contro le scelte
Di
Partner o delle istituzione europea ecco per cui
Ed è il motivo per il quale trovo abbastanza strano la ricostruzione che è stata fatta ho letto del
Delle polemiche
Sui sorrisi tra Barroso e fare un po'anche riaprono
Nella ricostruzione naturalmente una
Ferita aperta per il nostro Paese perché
Tutti noi sappiamo le polemiche che seguirono ad altre vicende nel passato
Io personalmente ho trovato questa ricostruzione
Una ricostruzione
Lontana dalla realtà ma le dirò di più Caizzi guardi se proseguano poison contenti
Ci sono contento per loro e con loro
Il mio obiettivo è far sorridere le famiglie italiane
E spiegare
Alle istituzioni europee
Che l'unica possibilità che noi abbiamo per restituire credibilità e fiducia nell'Europa ai cittadini
Di tutti i Paesi è quello di mostrare un'Europa che sia molto attenta alle regole noi le rispettiamo noi le regole le rispettiamo masse anche capace di porre al centro dell'attenzione il tema della crescita e della e dell'occupazione
Questo è il punto centrale politico che noi affronteremo ma questo vuol dire cambiare le regole questo vuol dire fare politica discutere approfondire e cercare di cambiare un approccio
Che ha un approccio che innanzitutto noi italiani abbiamo ecco perché è fondamentale che l'Italia faccia le propria parte
Non perché lo chiede qualcun altro io ho detto in alcune sedi che se dobbiamo rimettere a posto il debito pubblico non rimettiamo a posto debito pubblico perché lo chiede la signora Merkel
Rimettiamo a posto il debito pubblico perché lo chiedono i nostri figli
Io non ho un dovere verso i partner operi prima di tutto il dovere verso i miei figli i nostri figli
Che davano se no pagare le colpe dei padri è toccata la mia generazione pagare le colpe politiche dei padri
Sapendo
Però mentre dico questo con grande decisione
Che l'Italia un Paese che ha delle performances straordinarie
Che il secondo Paese la seconda economia manifatturiero d'Europa che ha il secondo export d'Europa che alcune tra le
Performances economiche migliori aggiungo che ha una ricchezza privata
Che è superiore molto superiore al debito pubblico questo non vuol dire
Tutti siamo in condizioni di ignorare il tema del debito pubblico tutt'altro ma vorrei ricordare a tutti voi a me stesso per primo che non siamo l'Italia e quindi questo atteggiamento subalterno supino di dire
Ma sei venuto con il cappello in mano a Bruxelles ecco questo atteggiamento io non ce la farò mai
Per un semplice motivo perché
Rispetto tutte le regole del gioco e rispettando tutte le regole del gioco so che la prima regola del gioco è più un Capo del Governo si preoccupa di riportare la confidenza la fiducia
Tra i cittadini e le istituzioni quelle italiane e quelle europee e non lo faremo anche attraverso
La nomina le nomine e ci saranno naturalmente
Io credo delle persone più forti
Nelle istituzioni europee
A tutti i livelli
Non sto parlando a livello di Commissione perché ci si vuole ci sarà sicuramente anche il passaggio dalla Commissione
Ma c'è un problema di
Qualità
Che
Quando si fa una nomina un Governo deve avere
Io credo che il Commissario Tajani abbia lavorato bene in questi anni credo che contemporaneamente il Governo farà uno sforzo molto forte
All'interno naturalmente della discussione che avremo
Per
Cercare di
Portare
Nel dibattito europeo non soltanto a livello di Commissione ma in tutti i livelli istituzionali
Le persone che siano convintamente ero previste e convintamente appassionate del ruolo dell'Italia in Europa
Il fatto di aver ridotto il numero dei membri al Governo ha provocato la polemica rispetto al fatto che non ha più piccolo di Ministro il responsabile degli affari europei
E questo è molto divertente
Lo dico con il rispetto che si deve alle vostre domande però se c'è un Governo che fa il minor numero di ministri della storia peraltro con la metà donne colla l'unica eccezione del Degasperi tre
Che era De Gasperi quindi onore almeno troppo chiunque Degasperi tre però un centinaio di giorni però no era comunque Gasperi quindi
Ubi maior minor cessat ma se facciamo un Governo che riduce a sedici membri
La polemica e perché di quella degli affari europei non è ministro mai sottosegretario io credo che Sandro Gozi non abbia problemi di accettazione e di se stesso dico e del suo ruolo
Ha un'esperienza su questo tema che è un'esperienza comprovata in anni spesi al lavoro qui alla Commissione e in generale le istituzioni europee
Con il Presidente Prodi con il Presidente Barroso
A una sua esperienza all'interno del Parlamento italiano che è un'esperienza oggettiva il fatto che sia Sottosegretario con la delega agli affari europei non credo che sia una diminutio del ruolo del fatto che ci sia un governo con sedici persone di cui otto donne
Credo che siamo gli unici in Europa avere un Governo così paritario
E se lo dice non futura
Per me la Cassazione coi lo verificheremo ma le vere direi che conoscendo che economico che lo riconosca anche i codici fiscali dei ministri dei Paesi e i degli altri Paesi europei per cui credo che da questo punto di vista
Mi sarebbe piaciuto anche un po'diciamo orgoglio nell'andare a raccontare come queste cose le stiamo facendo in Italia
Abbiamo iniziato a ridurre
I posti della politica oltre che i costi partendo da noi
Partendo dal Governo un passaggio molto importante sarebbe interessante approfondirlo non c'è tempo sono stato fin troppo lungo spero di aver risposto dicendo che non c'è nessun atteggiamento conflittuale noi siamo per l'Europa e nell'essere orgogliosamente lo pensiamo giustamente italiani
Orgogliosamente Vergari significa che sappiamo che dobbiamo fare quello che dobbiamo fare
Le ridico perché la ridico almeno una lei riforma costituzionale riforma elettorale via le Province via e superamento del Senato e mercato del lavoro decreto-legge e disegno di legge-delega riforma della pubblica amministrazione riforma sistema fiscale riforma della giustizia interventi sulle scuole
Questo lo vogliamo fare prima del primo di luglio
Dopodiché i tributi e ci rivediamo al due luglio siamo qua o a Strasburgo dove siamo due luglio a Strasburgo ci vediamo il due luglio e vedrete se queste cose le abbiamo fatte o no a che punto siamo valuterete giudicherete
Il fatto che
Le riforme non siano più un opzionale ma sia una certezza impone di discutere non più del se ma del quando e noi vogliamo discutere
Del quando rispetto alle questioni del Budget dico acconti che noi non
Abbiamo utilizzato questo occasione per
Coerentemente con la domanda di servizi alla quale peraltro tutti riferivi nel collegare il tuo quesito
Noi non abbiamo considerato questo appuntamento come un un appuntamento nel quale veniva farsi valvolina furono timbro abbiamo discusso con i vertici supremi delle elezioni europee del percorso
Percorso di riforma agricola collegarla semestre europeo
I documenti
Che sono documenti che seguiranno la trafila di tutti gli atti ufficiali cioè
Si incentrano sul DEF
E sulla presentazione
Alla Commissione del documento per la convergenza della stabilità che presentiamo
Entro il trenta aprile quindi venti
Cioè sono solidale piazza ho capito cioè
Sette aprile tra l'altro abbiamo convenuto nell'incontro con lei Presidente Francia Olanda e di Sava dall'Eliseo di lavorare insieme sul nel rispetto naturalmente delle singole specificità ma anche sulla presentazione di una
Lavoro che
Parta dalla condivisione delle parole d'ordine crescita e occupazione occupazione e crescita crescita e occupazione occupazione crescita vi segnalo questo fatto saldo primario dell'Italia positivo danni
Perché allora il debito è passato dal centoventi al centotrentadue sul PIL
Perché
Per due motivi
Il primo perché il pilastro all'altro
Il secondo perché comunque sono cresciute le spese legate ad esempio i fondi sono stati
E vorrei e ricordarlo innanzitutto a noi non agli altri che l'Italia non è un Paese che viene in Europa
A fare la Cicala che esce la quei soldi noi siamo contribuenti attivi
Noi diamo più di quello che riceviamo aggiungo abbiamo proposto tutti speriamo talvolta male quello che riceviamo
Ogni riferimento ai fondi strutturali è casualmente voluto quindi non si tratta di una autorizzazione
I documenti cui fa riferimento sono quelli
Del destra e del documento sul patto di stabilità di convergenza che nel corso delle prossime settimane direi a questo punto delle prossime ore dal sette al venti aprile presenteremo in tutte le sedi parlamentari e europei
Rispetto al finanziamento dei fondi europei si questo un tema che mi sta molto a cuore perché va trovata una soluzione al meccanismo burocratico qual è il punto
Che se noi non abbiamo la possibilità di cofinanziare i fondi europei perché
Superiamo i limiti del patto è del tutto evidente che non soltanto diamo
X
Riceviamo x meno
Trenta per cento e poi non riusciamo a spendere leghismo trenta per cento perché la nostra parte pronta che c'è per financo finanziare leghismo trenta per cento viene
Bloccato dalle regole del patto di stabilità naturalmente questo si pone su due profili diversi
Sia una relazione con le istituzioni europee per verificare i limiti ma anche con un ragionamento di patto di stabilità interno
Quando io ho sempre detto che
Ad esempio sulle scuole sui fondi europei vanno trovate le risorse
Ho fatto riferimento in tanti casi al patto di stabilità interno la discussione che avete seguito probabilmente sulle scuole europee in altri casi naturalmente
Questo può essere verificato sulle regole che però questo rientra nel Patto di stabilità di convergenza quindi nel documento e nel beffa al momento non ne abbiamo discusso non abbiamo affrontato questo argomento nelle technicalities perché come
Naturale
Siamo in una cornice in cui
La discussione è una discussione più di natura politica rispetto alla spending
Io credo che lavoro dico tali sia un buon punto di partenza
Su alcune cose
Non sono molto convinto cioè l'idea di andare a chiedere a pensionabile guadagnano il giusto un contributo mi sembra un errore
Se lei mi dice la pensione d'ora o di chi guadagna duecento mila euro avendo magari prese con il retributivo posso capire ma se immaginiamo un intervento a pioggia sulle pensioni
Io ho detto che non sono d'accordo e che di conseguenza non interverremo sento di poter dire che gli ottanta euro che daremo ai lavoratori non li andiamo a prendere i pensionati
E questo meccanismo
E neanche dei disabili se lei guarda la slide che Cottarelli ha dato e che Fini che diciamo analisi tecnica
Si tratta di andare a combattere in alcune zone del Paese così egli sostiene delle forme discostamento tra la media dei disabili e i disabili riconosciuti in quell'area cioè si tratta di aggredire l'aria della falsa invalidità
Nella logica di Cottarelli peraltro si guarda i numeri sono numeri assolutamente
Non qualificanti ai fini dei trentaquattro miliardi ma mi sembrava trentadue a me che la pantera ed Ettore mi sembra trenta uso ottemperano trentaquattro cambia poco diciamo solida
Due miliardi un cambia poco però diciamo si rimette lei va bene ecco degli ultimi due battute a parte il punto centrale che noi abbiamo è che
Ci sono invece dei settori su cui si può fare ancora di più e meglio è
Tutto il tema dei beni e servizi della Pubblica amministrazione è un tema che Cottarelli aggredisce per la mia personale opinione si può fare ancora di più e quello che lui dice
è possibile che l'abbiamo decine di migliaia di centri di acquisto
In Italia
Ciascuna istituzione si fa al proprio centro d'acquisto e magari compra le stesse cose
è un tema vero
Confermo l'intervento sugli stipendi dei dirigenti pubblici
E sono convinto che quando
Mauro Moretti vede vedrà la ratio dell'intervento sarà d'accordo con me quei anche perché credo che sia un
Appunto che affronteremo con grande saggezza e intelligenza ci sono
Tanti sacche di spreco dentro la pubblica amministrazione
E io non intendo rinunciare a questa battaglia
Ci sono delle voci sulla spending che vanno spiegate bene le faccio un esempio noi abbiamo come numero di rapporto tra personale amministrativo e Forze armate un numero che è tre volte quello di Israele
E e capire che
Il punto non è avere meno poliziotti per le strade anzi polizza più per le strade ma non mi si dividevano messi in condizioni di
Avere la possibilità di intervenire ma se tu hai un personale amministrativo di back office
Che è tre volte quello di altri Paesi allora c'è qualcosa che non funziona
Per metodologicamente le dico che
Il modo di presentazione della spending non mi ha entusiasmato nel senso che
L'analisi tecnica
Viene fatta dai tecnici poi viene offerta la politica e la politica illustra doveva tagliare le ripeto io
Sulle auto blu voglio tagliare sui costi della politica voglio tagliare anche di più su alcune istituzioni che costituiscono sostanzialmente un pedaggio per gli italiani
Ai sensi di quanto ha male preoccupavo esagera un po'però è così ci sono delle situazioni che sono un'autentica nota antico pedaggio per per gli italiani
E noi andremo una per una smantellare almeno ci proveremo fino a che loro non sbagliano noi
Ma queste loro lo scopriremo solo vivendo bene di fronte a questo quadro in alcuni settori si può fare ancora di più di quello che conta lì dice che in alcuni no non non si fa la spending
Chiedendo un contributo a chi guadagna due mila euro di pensione questo deve essere un punto centrale insomma ecco non non non è possibile
Però intense Hans anzi ho già risposto rispetto al fiscal troppa tre è un impegno che il nostro Paese ha preso con tutti gli altri Paesi
è un impegno dunque che come tutte le regole che non ci siamo dati confermiamo
Con tutti anche di
Paletti che sono stati messi a questa operazione è stato fatto riferimento
Esplicito come sapete alla congiuntura che si vive e al fatto di dover andare verso un sistema che
Va a abbassare il debito l'idea è buona l'idea di fondo è quella di
Utilizzare i denari non per pagare il passato ma per pagare il futuro
Certo io le dico e chiudo
Che il semestre che noi immaginiamo
è un semestre che vede l'Europa sulla frontiera dell'innovazione
Sulla frontiera dell'Agenda digitale sulla frontiera dei tram accinge come abbiamo fatto oggi l'Europa che sia in grado di affrontare le questioni vere che sono quelle che tutti i giorni affrontano i cittadini
A partire in Italia ma non solo in Italia dalla lotta alla disoccupazione
Un'Europa che essi troppi di vincoli astratti e lontani dalla gente e non si renda conto che nel frattempo c'è un'intera generazione che ci stiamo perdendo
è un'Europa che sbaglia
Noi non vogliamo un'Europa così
Questo significa che noi stiamo dentro un'Europa che sia un'Europa
Capace di recuperare lo spirito straordinariamente forte bello efficace dei padri fondatori
Lo spirito per il quale partendo dal carbone dall'acciaio non partendo dalle discussioni filosofiche teoriche c'erano anche quelle ma partendo concretamente dal carbone e dell'acciaio si è creato la più grande scommessa di pace degli anni e si è creata una scommessa lasciatemelo dire
Anche di sviluppo di prosperità economica
Oggi io sono preoccupato quando vedo che non abbiamo un saldo primario positivo abbiamo dei numeri positivi abbiamo un export che attira e però abbiamo contemporaneamente
Una crescita del rapporto tra
Deficit e PIL perché perché il PIL va sotto i tacchi e perché il debito e comunque implementato da operazioni ingiuste e sacrosante di salvataggio che abbiamo fatto
Ma che sono operazioni per le quali
Abbiamo dato
L'Italia in questi anni ha dato tanto all'Europa e continuerà a dare perché le norme casa nostra
Tra le cose che l'Italia deve dare all'Europa e anche un contributo alla discussione politica
Noi non possiamo pensare
Che il dibattito politico sull'Europa sia tra chi dice in modo demagogico usciamo dall'euro
Cioè io esco dall'euro appropriati diciamo levai voi
E chi invece continua a sostenere che
L'Europa è un insieme di regole però insieme di mozioni di speranze di passioni è il fatto che
Mio nonno ciò ha fatto la guerra che mia mamma pianto per il muro di Berlino che mio figlio fra l'Erasmus
In una generazione
è accaduta una rivoluzione straordinaria rispetto a questa rivoluzione la politica fa il suo mestiere hanno allora qui c'è il grande tema delle elezioni europee su cui credo che tutte le forze politiche dovranno confrontarsi avete visto che la campagna elettorale la stanno iniziando a fare
Vorrei anche dirvi rispondendo alla vostra domanda che ho sentito sospirata ma che in realtà non c'era che
Non è intenzione del Partito Democratico inserire il nome del Segretario al
E il simbolo del PD
Questa questa materia non recuperata appositamente sottobraccio
E non poteva essere una domanda
Quindi almeno o risposta ho esposto la domanda sensi almeno almeno pretendiamo un aereo non è intenzione del Partito Democratico chiedo scusa al alle istituzioni se utilizzo questo è un luogo per risponde a questa domanda ma è fondamentale che il Partito Democratico
E tutti i partiti che comprendo ma andranno a competere per le elezioni abbiano la forza l'intelligenza e la capacità di discutere davvero di Europa questa è la scommessa
Questa è la scommessa anche per il semestre quindi non si dà per ridiscutere fiscal compatta e regole queste sono una conseguenza il punto vero è che modello di Europa abbiamo in testa le vogliamo l'Europa che
Si basi sulla crescita sull'occupazione e anche sui valori di innovazione come molto opportunamente domato supremazia in città per far questo spero che le prossime settimane
Siano settimane utili Italia farà i compiti come dite sempre voi
Ma li farà perché è giusto farli
Per le nostre famiglie e l'Italia vuol tornare a far sorridere le famiglie italiane per questo nel mese di maggio arriverà loro operazione sul cuneo fiscale di dieci miliardi di euro e dieci milioni di italiani
Per questo interverremo sulle a costo dell'IRAP e dell'energia e per questo lasciatemelo dire lavoriamo perché per una volta inizino a pagare quelli che non hanno mai pagato riduzione dei costi della politica
Intervento sui media stipendi del pubblico
Vendita delle auto blu riduzione dei beni e servizi detto Lino a riscuotere
Quei cittadini che in questi anni hanno pagato la crisi per colpa di una politica che è stata miope lontana dalle esigenze e dei cuori vi chiedo scusa se
Talvolta diamo l'impressione di essere un po'sbrigativi nel rapporto con voi capite anche che per come funziona il Consiglio europeo
Bisognerebbe parlare agli tre per due per cui c'è la pause c'è il caffè e la sera quando si dove manca in albergo
Spero che la conferenza stampa sia stata sufficientemente ampia esaustiva per i prossimi due mesi non aprono bocca posso no
Faccia dissensi non non va in questa direzione diavolo un buon rientro e un buon lavoro grazie