22MAR2014

Consultazione online per ottenere l'indipendenza del Veneto: collegamento con Alessio Morosin

COLLEGAMENTO | di Roberto Spagnoli RADIO - 00:00. Durata: 12 min 23 sec

Player
Registrazione audio di "Consultazione online per ottenere l'indipendenza del Veneto: collegamento con Alessio Morosin", registrato sabato 22 marzo 2014 alle 00:00.

Sono intervenuti: Alessio Morosin (leader di "Indipendenza Veneta").

Tra gli argomenti discussi: Amministrazione, Autonomia, Burocrazia, Catalogna, Cottarelli, Criminalita', Debito Pubblico, Disoccupazione, Emigrati, Enti Locali, Esteri, Europa, Europee 2014, Fisco, Governo, Imprenditori, Impresa, Indipendentismo, Istituzioni, Italia, Lavoro, Licenziamento, Mercato, Napolitano, Onu, Partiti, Politica, Presidenza Della Repubblica,
Radio Radicale, Referendum, Regioni, Renzi, Spesa Pubblica, Stato, Suicidio, Territorio, Ue, Unioncamere, Veneto.

La registrazione audio ha una durata di 12 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

E io e il il Veneto ha dichiarato la propria indipendenza o perlomeno questo è il risultato che emerge dal referendum che si è svolto nei giorni scorsi il cuore mio e di tout i veneti presenti in piazza del Signore Treviso ha vissuto un'emozione straordinaria di rilevanza storica il mondo guarda a noi inizieremo immediatamente a tessere le relazioni diplomatiche per assicurare l'immediato riconoscimento della Repubblica veneta da parte della comunità internazionale lo ha detto Gianluca abusato Presidente di plebiscito punto eu promotore di questo referendum che ha visto con l'ottantanove per cento dei si sui due oltre due milioni e trecentocinquanta mila votanti prevalere appunto
Il parere favorevole al all'indipendenza una consultazione fatta attraverso la Rete oltre che cosa
Ed è raccolto nei gazebo e con voti telefonici ed abbiamo adesso al telefono all'avvocato Alessio Morosin che uno dei leader del movimento indipendentista Veneto buongiorno avvocato Moro Senna
Buongiorno a lei buongiorno i suoi ascoltatori allora prima di tutto le volevo chiedere perché i dati sono sicuramente impressionanti somma si parla di oltre due milioni trecentosessanta mila votanti l'ottantanove per cento ha detto si come come avete potuto garantire la regolarità del voto insomma anche perché io ho letto che ci sono qualcuno ha lamentato irregolarità vuoti multipli lettere che non sono arrivate gli aventi diritto
Beh diciamo intanto che questa è stata un'intuizione geniale di un gruppo di un comitato
Che ha voluto lanciare questa intelligente provocazione e soprattutto e è una provocazione innovativa perché ricorso allo strumento della diciamo dell'interpello digitale per via telematica
Dei cittadini veneti io sui dati non sono in grado di garantirle nulla e le dirò anche che mi interessa attuativa bene quello che mi interessa aver percepito direttamente dal territorio
Frequentando tutte le fiere in riunioni pubbliche i miei concittadini veneti
La grande attenzione verso questa in questa iniziativa che ha
Certamente arricchito il dibattito e ha smosso ha scosso la Regione che era indolente indifferente
A quella che era la discussione la votazione del Progetto di legge tre quattro due che abbiamo scritto e presentato noi di dipendenza veneta pur non essendo
All'interno del Consiglio regionale soltanto e da due anni
Che in Veneto stiamo dettando l'agenda politica del Consiglio dapprima e siamo riusciti a fare approvare la risoluzione quarantaquattro che afferma che riconosce che ribadisce
Il diritto all'autodeterminazione del popolo veneto impegnando il Presidente del Consiglio e il Presidente della Giunta
Ad attivarsi presso l'Unione europea come fa la Catalogna con le proprie istituzioni e anche presso le sedi del loro però poco o nulla hanno fatto e allora li abbiamo incalzati
Presentando anche un progetto di legge è scritto a più mani con l'ausilio anche di docenti universitari importanti che ci hanno dato opportuni suggerimenti e però questo progetto di legge che porta il numero tre quattro due
Essi tardava a discuterla votarlo e lo si farà probabilmente grati anche a questa spinta
Della della cultura tra digitale nelle prossime settimane in Regione quello è il vero momento politico
Il mio mio Movimento Indipendente veneta
Che ha appoggiato questa iniziativa del Comitato plebiscitario di fatto distribuendo del materiale laddove si è vinto ottenendo dei gazebo dove raccoglievamo e raccogliamo ancora firme a sostegno
Della del percorso poli detto istituzionale perché noi crediamo in quello e lodevole ripeto l'iniziativa politica di questa consultazione digitale noi vogliamo un atto
Che sia frutto di una legge regionale
Che imponga induca la Regione ha diciamo convocare i comizi referendari sul tema dell'indipendenza cinquecento che dice
Vuoi tu che il Veneto diventi una Repubblica indipendente e sovrana sì o no
Diciamo la stessa domanda che fu posta I veneti del mille ottocentosessantasei quando appunto grate un plebiscito che Montanelli definiti di Fini una truppa ma che comunque interrogo i cittadini
I miei antenati mio bisnonno entro contribuì a fare entrare il Veneto ad aggregare il Veneto o meglio come dico io nella Repubblica italiana all'epoca era il regno sabaudo ovviamente
No mi pare di capire mi scusi se la interrompo che come no perché qui Busato palate so dirittura di riconoscimento internazionale lei mi sembra che stampo più coi piedi per terra dice questa è una è un importante
Sondaggio chiamiamolo così comunque un'iniziativa che da acconto di o anche di un sentimento a questo punto però noi vogliamo muoverci in una sul piano istituzionale e quindi non fa diciamo avessi diciamo così utilità
Do gli strumenti che poi il diritto interno e internazionale possono garantire un procede Ilaria capisco bene non è capito benissimo e infatti io uso spesso questa parola noi vogliamo un percorso
Che ci consenta lasci spendibilità poi insieme i internazionale dei risultati ottenuti
Questo sondaggio questa consultazione digitale ripeto ha richiesto il dibattito a attratto l'attenzione dei media
Soprattutto internazionali e solo successivamente in un secondo momento della stanza e della televisione locale e italiana però ha il merito di aver sfondato letteralmente le porte
Quelle indumenti della politica che è chiusa nei propri cenacoli che finirà sempre scenari di potere o di scadenze elettorali come le prossime europee
Qui si è guardato invece a una realtà drammatica quella del Veneto
Poco conosciuta e poco approfondita quella che vede nell'ultimo anno abbandonare il territorio per andarci dall'estero tremila giovani ed è ora laureati quindi la nostra classe dirigente
Il domani
Che vede otto mila al viene chiusa che vede duecento mila disoccupati che vede le uniche aziende resistere sul mercato quelle che hanno rapporti con l'estero perché quelli che hanno rapporti solo con il mercato interno o hanno chiuso o stanno chiudendo una realtà di disperazione se voi mi consenta di aggiungere un dato drammatico che ormai è diventato cronaca nera ma che è cronaca nera non è
I suicidi di Stato come diciamo noi che voi qualche volta come Radio Radicale so avete ascoltando alcuni imprenditori richiamato o fatto fatto per i quali avete fatto luce i suoi civili Stato i le le le le persone che si tolgono la vita agli imprenditori che non riescono più a far fronte o normalmente le obbligazioni perché
Stretti da una da misure fiscali in giù curatori e incostituzionali
Punitive ingiustamente esagerate usò ciò passivo che lo Stato
Che fa morire la gente che vuole lavorare questa è la realtà del bene senta avvocato così tornando un po'hanno prego all'Anpac a questa questa anche prospettiva che lei ci indicava ma ecco vorrei capire
Lei ritiene lei vede l'indipendenza del Veneto diciamo così nell'ottica comunque del dell'Unione Europea Magarò Unione europea diverso a riferire ripensata la e neanche tornando poi all'ideali viali e originario di quelli che si chiamano i padri fondatori oppure avete un'idea invece no siete contrarie o almeno lei è contrario alla all'Unione europea
Ma guardi noi non siamo contrari a nulla turisticamente non siamo non siamo nemmeno anti italiani o contro la Costituzione noi abbiamo una visione allargata della prospettiva e soprattutto un progetto nuovo
Che non è un progetto ripeto contro qualcuno tanto meno contro l'italiano è un progetto che guarda al mondo e ovviamente al mondo più vicino che l'Europa che l'Europa dei popoli come bene lei richiamava
Che era la volontà dei padri costituenti della della della originaria con la Commissione europea della dell'ordinaria Unione europea
E che però non vediamo oggi oggi vediamo a Bruxelles come a Strasburgo una super burocrazia che palme elica come quella italiana che disordinata
Che produce solo meccanismi
Burocratici appunto
Di appesantimento della vita dei cittadini e dell'impresa e quindi o cambiamo direzione con l'Europa più vicina ai cittadini più vicina I popoli oppure non andiamo da nessuna parte quindi noi siamo aperti all'Europa con Europa moderna all'Europa dinamica
Uno Europa che è veramente
Si sostituisce
Con vantaggio agli Stati risorgimentali che ormai hanno finito la loro storie ne approfitta male le chiedo ancora un paio di minuti perché Mirella sa che quello che stava papà dicendo prima
Rispetto appunto alla al problema anche al malessere del le a situazioni di crisi delle in prese dei di piccoli imprenditori la convince
La cui alcune le misure annunciate dal Governo le proprie la questione prendeva della dei debiti della pubblica amministrazione quello che ha detto perché ha preannunciato per aggredire Renzi lei come come lo giudica
Quartiere Renzi un è un buon oratore un ragazzo che ha molta fantasia ma io credo che non abbia un contatto ancora adeguato e completo quanto meno con la realtà io rispetto le buone intenzioni
Credo che la verifica abbia dimostrato che sul piano politico e gli ha circondato dai suoi e quindi non ha nessuna prospettiva dai suoi sottolineo
Sul piano pratico pragmatico lui sia immerso in una realtà di cui non ancora percepito la gravità la profondità e la io la dell'impossibilità di risolverla
Lei pensi soltanto che il debito pubblico è a livelli astronomici e lui non ha lo strumento monetario come avevano nella seconda e la Prima Repubblica
E limitati come quel come l'Italia che con la rivalutazione o con la produzione di moneta l'immissione di moneta nel mercato potevano in qualche modo tra virgolette ridurre il debito pubblico nella sua consistenza reale non ha nessuno strumento se non quello di fare che cosa o di aumentare le tasse
E il fatto se non altro non le ha ridotte oppure di di di di di di evidentemente tagliarla spiega anche qua lo vedo molto incerto mi pare che Cottarelli non abbia avuto grandi
Risposta e le sue indicazioni io le indico solo un dato leccese soffre di queste siamo ancora un minuto
Schemi o di Unioncamere Veneto che fa notare che esce solo
Il i dipendenti pubblici italiani fossero rapportati nel rapporto tra dipendenti e popolazioni a quelli del Veneto
Dovrebbe licenziare cinquecentoventitré mila dipendenti pubblici in Italia però otterrebbe un risparmio di ventisette virgola otto miliardi avrebbe trovato una cifra straordinaria poi mi pare che non comandi culla se mi consente su un altro punto
Delicatissimo quello degli armamenti gli atti e trentacinque
Lui pare avesse dato indicazione per tagliarne una metà risparmiando decine di miliardi ma il Presidente della Repubblica un anziano signore
Che di cui mi sento poco rappresentato
Ha detto di no posto un veto e quindi un è un Presidente del Consiglio part-time è un Presidente del Consiglio che inglobato da un lato dal suo partito da un altro lato dal Presidente della Repubblica
Da questo Presidente anziano
Chi ripone dai veti oltre aver rimesso al fianco di Ministro economia che gli ha detto l'Unione europea il signor Padoa se quindi voglio direttore estremamente vede all'orizzonte è chiarissimo allora grazie avvocato Morosin mamma risentirà
Grazie a lei ascoltatori quando
Grazie allocato Alessio Morosin leader di indipendenza veneta organizzazione che ha appoggiata abbiamo parlato della e di questo referendum indipendentista referendum è che si è svolto nei giorni scorsi i dati sono stati diffusi ieri attraverso internet attraverso telefoni attraverso anche alcuni seggi organizzati nei gazebo in Val le piazze della del Veneto che ha dato questi risultati sono oltre due milioni trecento mila partecipanti e con l'ottantanove per cento favorevole indipendenza del del Veneto