24MAR2014
stampa

Incontro con la stampa al termine della missione della Commissione parlamentare Antimafia sul fenomeno mafioso a Catania

CONFERENZA STAMPA | Catania - 17:26. Durata: 23 min 28 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Incontro con la stampa al termine della missione della Commissione parlamentare Antimafia sul fenomeno mafioso a Catania" che si è tenuta a Catania lunedì 24 marzo 2014 alle 17:26.

Con Rosy Bindi (deputato, Partito Democratico), Claudio Fava (deputato, Sinistra Ecologia Libertà), Andrea Vecchio (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia).

La conferenza stampa è stata organizzata da Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere e Prefettura di Catania.

Tra gli
argomenti discussi: Amministrazione, Appalti, Associazioni, Avvocatura, Banche, Catania, Commercialisti, Cosa Nostra, Criminalita', Droga, Economia, Estorsioni, Gioco, Imprenditori, Impresa, Mafia, Magistratura, Mezzogiorno, Narcotraffico, Nord, Notai, Ordine Pubblico, Politica, Prevenzione, Sequestro, Sicilia, Sicurezza, Sud.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 23 minuti.

leggi tutto

riduci

17:26

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Poi ci propongono anche agli atti
Prenditi aereo
Ci
Ma quanti siete afasici
Segretario discorsi
Importanza ed è una vertenza rappresenta
Vuole venire avanti nel
No ma vuole come vuole
Allora
Come sapete la Commissione Nazionale Antimafia
Tra i suoi metodi di lavoro a quello di svolgere missioni
Quelle che ritiene le
Ma
Le realtà più sensibili o comunque più esposte o
Porterete Rizzati
Al e dal fenomeno mafioso
E naturalmente civili
Ormai non c'è il territorio in questo Paese
Sia interessante e quindi
Non a caso abbiamo incominciato da Reggio Calabria ma subito dopo ci siamo spostati a Milano i fatti di questi giorni ci dimostrano che non avevamo torto a
Ad attenzionare anche nascita
Come quella di Milano
E
Siamo stati a Palermo naturalmente a Napoli a Caserta
Non potevamo non fare una prima missione ancorché molto breve qui a Catania
Con un duplice obiettivo quello di
Assumere attraverso l'audizione del prefetto delle forze dell'ordine dei magistrati della DDA
Elementi di carattere generale sulle
Fenomeno mafioso in questa città in questa Provincia
E
Predicare come stiamo facendo una particolare attenzione alle misure di prevenzione in particolare al sequestro alla confisca dei beni alla loro utilizzazione
Quest'ultimo è una dei gli argomenti al quale stiamo dedicando una particolare attenzione
Anche in questa prima fase del lavoro della Commissione perché stiamo elaborando alcune proposte di modifica della legislazione quindi ci interessava molto
Acquisire anche elementi di conoscenza dell'esperienza di Catania che è un'esperienza da questo punto di vista
Particolarmente interessante per la quantità la qualità dei beni sequestrati e anche per re il modello di organizzazione che la Procura e le sezioni specializzate delle misure di prevenzione si sono dati
E anche per
Per alcune situazioni critiche diciamo che
Ci servono anche per
Per intervenire su alcune modifiche legislative cattolico anche il caso di nella ma non solo ce ne sono anche altri che forse
Caso
Sbaglio laras
Verso il nome nome mi sfugge ma insomma la
La
La
Esattamente l'altra
Dove forse se ci fosse stata una
Con lavorazione maggiore da parte dell'Agenzia
Dei beni confiscati magari si riusciva a non perdere un finanziamento europeo ad assicurare futura quell'azienda quindi noi stiamo facendo una ricognizione molto duro molto serena
Però anche
Facciamo
Molto documentata perché vogliamo accompagnare il lavoro che
Sapete anche zio negli compie anche il Governo
Per apportare a questa materia dopo alcuni anni diritti sperimentazione di esperienza alcune modifiche
Brevissimamente due poi aspettiamo anche gli altri commissari soprattutto i catanesi sapete che affollata di catanesi questa Commissione
Vicepresidente vecchio USA
C'era Russo quindi insomma c'è tutto lo schieramento
Politico rappresenta
Quindi ci terrei forma che arrivassero anche loro
Quali sono gli elementi diciamo più interessanti una prima sintesi che possiamo fare con voi
La prima è sicuramente quella che
Qui a Catania più che in altre parti delle regioni meridionali dei bisogni tradizionale insediamento dei poteri mafiosi si coglie lo stretto rapporto tra
Mafia e
Economia
E quindi sì
Emerge anche con maggiore chiarezza rispetto ad altre realtà
Anche anche di questa Sicilia diciamo
I due i due filoni
Non non paralleli purtroppo ma tra di loro strettamente paralleli ma tra di loro strettamente collegati che sono quella della mafia che
Agisce attraverso il racket delle estorsioni la droga il gioco d'azzardo e quant'altro
E l'altro filone che è quello della
Straordinaria capacità di
Di inserirsi nell'economia legale quindi
Di di la mafia imprenditrice esattamente con naturalmente una collaborazione di tutta la cosiddetta zona grigia che diventa sempre
Più grigio scuro diciamo troppo
E che quindi ci impone di indagare di capire riconoscere ma anche forse di modificare anche gli assetti normativi perché noi abbiamo io penso una legislazione antimafia morte Cascetta
Sicuramente avanzata che ci ha fatto ottenere dei rischi straordinari risultati in questi anni grazie soprattutto
I magistrati alle forze dell'ordine a tutto il re comparto della sicurezza io credo che non ci dobbiamo dotare di maggiori strumenti di prevenzione
Più ci dobbiamo riuscire a
A seguire
La mafia quel movimento di che che usa
E comunque sapete beni sommati in questa terra tra l'altro ne fa abbondante
Utilizzazione e che gli serve a penetrare degli appalti in tutti gli altri settori anche della pubblica amministrazione insomma la mafia di oggi si presenta con il volto pulito perché comunque
Uscita
E lo stesso metodo che del resto USA al nord a creando tra l'altro tra
Impresa tra materie di impresa ed economia una sorta diciamo di di complicità fondata su su un'apparente convenienza soprattutto nella fase iniziale
L'altro l'altro aspetto è quello che riguarda appunto i beni confiscati
Anche questa è una legislazione che il mondo l'Europa non riescono a
Ad eguagliare ma
Che sta mostrando anche sui limiti insomma una legislazione che è stata efficacissima per la spedizione questi tre per la confisca molto meno per la Spagna e l'autorizzazione dei beni confiscati dei beni sequestrati
Sicuramente
Noi abbiamo delle straordinarie positive esperienze come quella dell'impresa sociale dell'associazionismo di libera
So di dire di cose che conoscete meglio di me
Credo che abbiamo ancora molto da fare nella l'utilizzazione degli immobili
Che ci potrebbero servire per fare un avere poca propria politica della casa in questo Paese un altro dei settori carenti
Ed è soprattutto quello dell'impresa e delle imprese confiscata
Che noi non vorremmo sappiamo che alcune di queste somme irrecuperabili Emma ci ostiniamo a pensare che molte di queste possono essere
Sottratti al circuito illegale e restituite al circuito legale
Ora per far questo
Occorrono sicuramente magistrati sicuramente le prefetture però occorre anche una mentalità manageriale imprenditoriale e una capacità da parte dell'Agenzia del futuro che noi vogliamo riformare
Capace di fare rete tra le varie responsabilità e di
Chiamare la responsabilità tutta l'economia legale per riappropriarsi dei beni che non sono stati sottratti
Per poter i mafiosi
Siamo qua io poi se volete rispondo anche a gli avvocati della Sicilia muovessero molte cose
Si
Paolo
C'è stato chi accatastato c'è stato nel trapanese c'è stato in Calabria
Insomma vedete che i sequestri nella capacità di gravi danni
C'è già un'altra sede
Grazie Simone
Avevo annunciato la sua
Le osservazioni
Semplice degli avvocati
Come avete visto forme
Sì sì insomma se volete vi leggo un po'di nomina forza non voglio concorriamo avanzerò ma rispondono guardate rispondo in maniera molto serena e ripeterei come dire
Se di questi tempi non fosse una battuta sospetta di tale state sereni ecco perché fascicoli questo è il caso di reagire il modo di residenza e
Non c'è relazione della
Dell'antimafia nazionale delle
Dei relativi dei delle procure al all'inizio
All'inaugurazione del Garda dell'anno giudiziario
Non c'è relazione degli anni precedenti mai sono cinquant'anni della Commissione Nazionale Antimafia ma una letteratura vastissima
Ma non c'è cronaca che non ci dica che e
Uno dei problemi principali per combattere la mafia oggi è quella di aggredire la zona grigia nella zona grigia fatta fatta prevalentemente di professionisti
è fatta di avvocati è fatta di commercialisti è fatta di notaia fatta gli operatori delle banche
Fatta di imprenditori sappiamo che c'è una
Società civile soprattutto in questa Regione che ha reagito in maniera esemplare
A al potere di di estorsione di ricatto della mafia Confindustria siciliana portata ad esempio
In tutta Italia e per fortuna da loro la loro esperienza si va espandendo anche in altre parti d'Italia e sicuramente a livello nazionale dove c'è un non incaricato per la legalità
Ci sono altri settori della società che resistono etto sfugga
Insomma
Guardate io vi posso citare
Casi del se tanto mi limito al due mila quattordici insomma quando
Quando siamo a del due mila quattordici assistiamo a condanne almeno di primo grado riguardi quindici avvocati ma ma con
Con pene pesantissime di di associazione di concorso esterno di corruzione e di estorsione di usura di riciclaggio
Quindi è evidente che queste sono la punta dell'iceberg no evidente ci sono tutti così no perché ci sono degli avvocati
Che rischiano la vita e come ci sono
Degli imprenditori che rischiano la vita che
Ci sono
Dei giornalisti che non rischiano la vita costituzionalisti che l'hanno già destinata alla vita questo Paese ha fatto di eroi
Fatta di cittadini italiani
Di avvocati bravi magistrati bravi fatto purtroppo anche di persone
Che quanto meno sono indifferenti quante meno convivono quanto meno collaborano quando non fanno parte addirittura del sistema
Allora noi come Commissione Nazionale Antimafia indagheremo anche su questo vogliamo fare una ricerca prende sul tema dei professionisti pensata i medici per esempio quanto importanti sono stati
Quante relazioni ci sono state anche con
La la la corruzione nel settore sanitario da questo punto di vista
Chiederò che se vogliamo aggredire i poteri mafiosi io mi sono dell'idea anche perché catturare un mafioso
Bisogna irrobustire un antimafioso
Cioè bisogna bisogna riuscire a
A a muovere a responsabilità settori importanti della società soprattutto coloro che sono più vicini altro anche per semplicemente per l'esercizio della loro professione ora capite se se c'è una un articolo
Dell'articolo dodici della legge sull'antiriciclaggio vi dice che è un un avvocato è tenuto a segnalare alla Banca d'Italia laddove
Ha il sospetto che vi sia nella costituzione di una società all'uso di DD di denaro riciclato il sospetto dovrebbe segnalare la Banca d'Italia
Ma questa cosa vale per i notai i vari per gli avvocati vari per i commercialisti se tutto questo non accade e noi otteniamo solo risultati alla fase repressiva è perché evidentemente
Precedentemente c'è qualcuno che si è girato dall'altra parte ora noi non vogliamo criminalizzare nessuno ma vorremmo chiamare un senso di responsabilità maggiore
Tutta la società italiana in particolare coloro che sono anche per professione un po'più prossimi
Prossimi che significa che ripeto sento che catturare un mafioso noi motiviamo la lotta alla mafia pezzi sente pezzi maggiori della società italiana probabilmente otteniamo maggiori risultati tutto qua quindi la relazione
Io non li abbiamo io penso che noi ha poi chiesto l'audizione del tema dette del l'avvocato alta
Quale abbia scritto naturalmente ho fatto io non so di aver fatto delle affermazioni forti lo so perfettamente ma purtroppo fattività hanno preso
Ci sono due ci sono
Ci su casi per i cito uno per tutti di un avvocato che è stato
è stato radiato nella sua provincia ma esercitante in un'altra
Venti
C'è scritto all'alba in un'altra provincia esercitato
E
Di che cosa vogliamo parlare
Allora se se come come il Confindustria e altre categorie economiche andarci hanno fatto hanno espulso dalla loro associazione
E coloro che
Che che pagavano il pizzo
Noi ci chiediamo per esempio per esempio ci chiediamo se per caso io ho sparato io sono una differenza al contrario non so che non va di moda difendere gli ordini
Io anche per aver fatto il Ministro la sanità ho sempre difeso gli ordini perché penso che un medico
Un infermiere se hanno un punto di riferimento e non è una cosa importante un giornalista partito non sono contro gli ordini anzi perché ho sempre pensato che sia una garanzia per i cittadini
Perché se un iscritto all'ordine chi dice a un cittadino ti puoi fidare di questo giornalista di quest'avvocato di questo commercialista di questo medico
Se però l'ordine diventa una difesa corporativa dei propri iscritti non è più una tutela per i cittadini una tutela perché fa parte dell'ordine e magari che copre anche le responsabilità allora non va più bene
Ecco io
E noi dobbiamo combattere gli ordini che non che non difendono
Allora questo il punto no una chiamata
Collaborazione da parte di tutti e se una voglia di collaborare non chiede le dimissioni di chi richiede collaborazione la collaborazione
Altrimenti come dire
L'interrogativo è un altro no ma io siccome non voglio porre l'attenzione
Mi pongo solo quello positivo
Mi auguro chi poter contare su una grande collaborazione questi signori qua se arrivano ad essere stati condannati evidentemente qualcuno non ha vigilato sul loro comportamento no
Perché ci saremmo aspettati una misura preventiva di cancellazione dall'ordine
Non l'interdizione all'esercizio era professione fatta dal giudice
Altrimenti che tutela nell'ordine nei confronti del cittadino quando io mi rivolgo al professionista voglio essere sicuro da chi mi ha
No
Tutto
Grazie adesso rilascia i tecnici
Del
Residenziali
Io o o fra un attimo andando a circa però ci ha convinto il
Volevo solo aggiungere due cose profeta
Presidente
Prima di capire
Molte preoccupazioni
Che
Erano state revocate le misure relative al quarantuno bis per Aldo Ercolano
Che rappresentando come dire
Capomafia
Sicuro prestigiosi sicure responsabilità ci sembrava una cosa preoccupante anche perché nel rapporto Dellai neanche segnalava questo questo episodio
Ci si diceva preoccupati e la capacità che adesso percolano avrebbe potuto esercitare in carcere per reclutare e per organizzare e dirigere la famiglia su questo c'è stata la sensibilità
è la preoccupazione condivisa da parte dal Procuratore pubblico per cui riteniamo che
E anche alla Prefettura naturalmente che su questo punto ci sarà una
è un provvedimento che verrà rivisto è un quarantuno bis per nuovamente applicato
Una seconda cosa nemmeno mi interessava
Votare che
La visita che ha fatto ieri il Ministro dell'interno
Direttore Mario Ciancio
Non è la visita di un uomo politico a un editore ponte la visita di un Ministro La Repubblica a un imprenditore che sottoposto a indagine con
L'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa
Però in questi casi un uomo politico a tutto il diritto di rendere visita
Tutti gli editori anche a quelli che sono sospettati di reati così gravi
Un Ministro La Repubblica e per di più Ministro degli Interni
Questo diritto non ce la perché rappresenta tutti che rappresenta anche i cittadini e da quel reato se questo reato verrà considerato certificato dall'inchiesta in corso si considerano parte offesa per cui c'è sembrato atteggiamento grava una mancanza di sensibilità di cui abbiamo voluto
Mettere al corrente anche
I nostri interlocutori oggi elemento di stupore eccetera
E ci ha accompagnati in queste visite oggi alla Commissione antimafia Carta
Va beh io aggiungerei il ringraziamento naturalmente
Tutti andiamo avanti
Fa
Quando la Commissione prende atto solleva il problema
Va bene i fatti diciamo nel senso delle parole naturalmente non ecco non abbiamo
Alcuna potestà
Giudicare e valutare naturalmente che daremo nelle sedi opportune che sono in sede parlamentare ha messo all'interno di darci una giustificazione di questo sulla scelta di questo punto
Adesso
Diciamo che valuteremo questo sulla vicepresidenza
Certo città esecuzione
Sfociano enormi dissolti io dico semplicemente che se una persona indagata
E indagata bisogna con questo non significa non si può parlare
Bisogna stare attenti
Opportunità Mattioli questo subito perché allora un incentivo ad oggi
No se lo facessero è Berlusconi proprio perché siamo
Dobbiamo ritrovare signori mi trova un vice Presidente
è un segretario
Perché fanno parte dell'Ufficio di Presidenza non recuperabile ricordo al riguardo in cui è ubicato stampa che è stato fatto è stato fatto il mio nome naturalmente poi ma ha è chiaro che l'ufficio di abusare del suo ufficio di presidenza valuterà
La richiesta vicepresidente
Fava decideremo come abbiamo
Sempre deciso fino adesso
Assoluta
In assoluta serenità con grande diciamo con grande spirito unitario come abbiamo condotto i lavori fino adesso illimitate sia bisogni
Di
Di un'interlocuzione di questo genere mentre io voglio ringraziare il prefetto tutte le forze dell'ordine
Sette in particolare anche per l'ospitalità che ci ha offerto
Ciò
Ma diciamo anche più gli elementi di conoscenza che ci sono stati dati anche quelli che abbiamo ulteriormente richiesti che ci verranno forniti
E anche un particolare ringraziamento alla procura
Magistrati delle misure di prevenzione Curcio oltre me oltre che per le audizioni per il lavoro eccezionale anche che stanno facendo rinvii
Insomma estremo
Posso aggiungere che insomma uno dei temi che sono a così almeno mi faccio qualche altro nemico tante finché sono sui quali la Commissione rifletterà e anche al rapporto tra comunicazione
Per i mafiosi ok
Voi sapete
Sapete meglio di me che ci sono appunto i giornalisti clienti che hanno dato la vita per combattere la mafia
E e c'è una comunicazione che esse stesse colluse diventa strumento per poter
Posta quindi io penso che anche questa sia uno di quei settori sui quali
è giusto che
Che al di là delle valutazioni personali la conclusione a acquisisca elementi di conoscenza io vi confesso vive
Alle sue parole
Vuol dire che
Voglio fare i complimenti a tutto e per la stampa libera trasparente che riporta le notizie per come sono
E vorrei fare una piccola critica quella stampa chi utilizza le informazioni per farne merce di scambio
Per farne elemento di ricatto farne elemento di potere
Ecco quel gol quel tipo di stampa noi la compagnia l'altro diciamo di stampa la stampa libera impedendo che a voi tutti qua rappresentati
E quella che noi vorremmo sempre al nostro fianco Borrelli può sembrare che conduce servizi avanti noi le battaglie che noi cerchiamo di quanto
Ordinanze
Il tuo interessa il problema
Taglio non smentisce valida
Grazie riconosciuta