24MAR2014

Carcere e giustizia: prosegue il Satyagraha Radicale. Collegamento con Rita Bernardini

COLLEGAMENTO | di Aurelio Aversa RADIO - 08:53. Durata: 9 min 17 sec

Player
Registrazione audio di "Carcere e giustizia: prosegue il Satyagraha Radicale. Collegamento con Rita Bernardini", registrato lunedì 24 marzo 2014 alle 08:53.

Sono intervenuti: Rita Bernardini (segretaria, Candidati radicali nel Partito Democratico).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agenti Di Custodia, Amnistia, Associazioni, Cancellieri, Carcere, Civile, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Digiuno, Diritti Umani, Estradizione, Giustizia, Governo, Gran Bretagna, Informazione, Iscrizioni, Lavoro, Malattia, Modena, Nonviolenza, Orlando, Penale, Per La Grande Napoli, Politica,
Prescrizione, Procedura, Psicologia, Radicali Italiani, Salute, Sanita', Spigarelli, Strasburgo, Suicidio, Ucpi.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci

08:53

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Un giorno di vita
Buongiorno Aurelio un saluto agli ascoltatori
Ma stiamo contando i giorni ne sono passati venticinque da quando abbiamo iniziato e ne mancano sessantacinque alla all'ultimatum che c'è stato detto
Dato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo per rientrare nella legalità
E poco più di mille cittadini che si sono aggregati a questo Satyagraha
Fanno e stanno conducendo anche in alcune occasioni assieme alle associazioni radicali le iniziative nonviolente
Per esempio accadrà tra pochi giorni che i compagni dell'associazione
Radicale di Modena andranno di citare due istituti penitenziari della Provincia compreso il carcere di Modena e la causa di lavoro
E invece all'inizio del nel mese di aprile
L'associazione abolire la mia esperienza come segretario Giuseppe Candido in Calabria andrà a visitare il carcere e di Catanzaro
è proprio perché in questi giorni li stiamo contando Hafiane ai familiari dei detenuti e assieme ai detenuti
E e ci auguriamo anche assieme al personale così
Provato non solo gli agenti di Polizia penitenziaria
è che vivono anche loro sulla loro pelle i trattamenti inumani e degradanti tant'è vero
Che il loro indice di suicidi eh altissimo
Ma anche tutto il Resto del personale che ormai in alcune figure sta praticamente sparendo scomparendo pensiamo per esempio agli psicologi
Che tutto questo accade mentre per gli enti del Servizio sanitario all'interno delle carceri non riesce a far fronte
Ad una ma la dice detenuti che al sessanta per cento aspetto e a volte arriva fino all'ottanta per cento e da patologie per percentuali altissime
Intorno al trenta quaranta per cento e di malattie piuttosto gravi e da questo punto di vista ci arrivano anche le segnalazioni
Che noi trasmettiamo al dipartimento dell'amministrazione penitenziaria e nessuno cariche di Malachin vietatissimi in carcere
Con tumori devastanti
O in grado
O che non sono in grado di muoversi perché immobilizzati in una carrozzella lì uno
Perché siano curati
Questo queste segnalazioni ci arrivano soprattutto da Luigi Mazzotta dall'associazione per la grande Napoli oggi come è stato ricordato nella rassegna stampa e il Ministro della Giustizia Orlando andrà farà a Strasburgo credo nella giornata di oggi e in quella di domani
Per esplicare quello che ha intenzione di fare rispetto a questa scadenza
Dopo i moniti che sono arrivati
Da parte del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa che al detto le misure e cinque nottate sono insufficienti
E dopo ricordiamolo
E due detenuti in Gran Bretagna portati estradati in Italia proprio
Per e le condizioni carcerarie inumane e degradanti
E allora noi lo sappiamo ma
C'è qualche anticipazione oggi sui giornali e che cosa andare a raccontare quello che periferiche verificheremo nelle prossime ore
E ci sono questo Tatozzi posto che miracolosamente tenderebbero aumentati nelle carceri addirittura
Stamattina dalla rassegna stampa ascoltavamo che sono Figino a quarantanove mila
Per noi di ci rifacciamo un po'a quello che la Cancellieri aveva ammesso che trova che questi dati sulle capienze regolamentari erano con fiati
E chiedi lagnava sottrarre a quella cifra almeno sette otto mila posti
Proprio domani avrò un incontro con
Il dice capo del da Luigi Pagano per vedere insieme questa mappatura carcere perché arciere delle
Duecento sei dei duecento tra istituti penitenziari italiani e per vedere qual è la situazione è quella che mi verrà presentata
E che e abbiamo la possibilità
Credo attraverso questo strumento stupendo che Radio Radicale di verificare
E istituto per istituto attraverso le segnalazioni che ci arrivano da chi carcere città e civile ma non è solo questo il problema sembra
Che non
Si considerino tanti altri fattori come quello
Della possibilità non solo di cura di cui parlavo dirò anche di lavoro
In carcere istitutiva in carcere affinché latina chiglia effettivamente rieducativa ma anche la possibilità
Che adesso viene
Annunciata delle cosiddette pene alternative che in realtà
Lo dico perché ho guardato come ha fatto la Camera coi Segretario
Dell'Unione delle Camere penali Spigarelli ho guardato quali sono le pene di tale ma in me alle quali si possono
Prospettare queste e pene alternative
Questa è e dunque la situazione dicevo c'è un problema che nessuno almeno il Governo sempre a considerare chissà occorrerà anche da questo punto di vista
Riuscire a raggiungere come abbiamo fatto per la condizione carceraria
Una sentenza pilota da parte della Corte Europea e c'era quello dell'irragionevole durata dei processi
Nel il settore penale come in quello civile qui da irragionevole durata dei processi cioè i processi lumaca
Che addirittura sono la cui durata ragionevole prevista nella nostra Costituzione in realtà aumenta in percentuale
Ormai costantemente danni sappiamo che viene risolta in un modo totalmente illegale
Da parte delle procure e cioè scegliendo si è risolta parzialmente risolta facendo
Delle circolari per cui si decidono i processi da far cadere in prescrizione
Qui stiamo parlando del penale
E quelli da celebrare ma sappiamo che anche questo ritmo frenetico dell'amnistia strisciante delle prescrizioni non riesce a far fronte
Allora sopravvenuto ai processi sopravvenuti
Quindi ecco ci chiediamo idee questo anche il significato del nostro sciopero della fame perché
Il Presidente della Repubblica cioè il supremo garante della Costituzione ne aveva parlato nel suo messaggio alle Camere
Nessuno lo ha tenuto in considerazione così come del resto
Il messaggio è stato restituito al mittente per quel che riguarda la condizione carceraria questo hai penso del della nostra non violenza
Della non violenza i un'estrema minoranza tetto i resistenti come sono stati
Per decenni i radicali e continuano e vogliono continuare ad esserlo questo è tutto per questa mattina per chi voglia
Aggiungerci a i poco più di il
Ricordiamo che ci sono i fitti sia dei radicali italiani e cioè
Www punto radicali punto it sia quello del partito radicale VV radical parti punto org ricordando anche
Che il modo migliore per sostenere questa lotta è quello di iscriverci grazie e buongiorno