25MAR2014
rubriche

Radio Carcere: informazione su giustizia penale e detenzione

RUBRICA | di Riccardo Arena RADIO - 21:00. Durata: 1 ora 13 min

Player
L'incontro avvenuto oggi a Strasburgo tra il Ministro della Giustizia Andrea Orlando e il segretario generale del Consiglio d'Europa Jagland in vista della scadenza del 28 maggio fissata dalla Corte europea per rimediare all'emergenza in cui versa il sistema penitenziario italiano.

Puntata di "Radio Carcere: informazione su giustizia penale e detenzione" di martedì 25 marzo 2014 condotta da Riccardo Arena con gli interventi di Rita Bernardini (segretaria di Radicali Italiani), Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito).

Sono stati
discussi i seguenti argomenti: Alfano, Amnistia, Cancellieri, Carcere, Consiglio D'europa, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Decreto Legge, Diritti Umani, Diritto, Droga, Fini, Giovanardi, Giustizia, Governo, Indulto, Legge, Ministeri, Orlando, Penale, Procedura, Propaganda, Renzi, Severino, Statistica, Strasburgo.

La registrazione video di questa puntata ha una durata di 1 ora e 13 minuti.

Questa rubrica e' disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

21:00

Scheda a cura di

Riccardo Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Questa a Radio Radicale organo della lista Marco Pannella e proprio per questo e la radio del Parlamento e di tutti i partiti dei congressi e dei dibattiti
Questo
Il microfono nei tribunali nelle vostre case l'unica senza filtri senza mediazioni senza veline in una voce tutte le voci Radio Radicale dentro ma fuori dal palazzo
A cura del Popolo Italiano il tribunale
Trentacinque Codice di procedura penale Italia d'appello di Palermo Seconda Sezione
Data cinque aprile mille novecento
Buonasera buonasera e ben trovati all'ascolto di Radio Carcere da parte di Riccardo Arena questa sera occuperemo essenzialmente presso il mio telefono che si sta spendendo
Questa sera ci occuperemo essenzialmente dell'incontro avvenuto oggi a Strasburgo tra il Ministro della giustizia Andrea Orlando e il Segretario generale del Consiglio d'Europa gli aggrada in come prodi cui in questi giorni si è molto discusso sui giornali e sulle televisioni che ha riguardato essenzialmente la difficile trattativa così l'ha definita Orlando non mi
La difficile trattativa
In merito alle questioni che pendono attualmente davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo e che riguardano
Sia il sovraffollamento carcerario che l'eccessiva durata dei processi
Non hanno discusso delle riforme da fare sia sul piano emergenziale che sul piano sistematico hanno discusso circa
Una difficile trattativa ricordatevi queste parole
è chiaro a tutti e chiara a tutti che la prima preoccupazione del Ministro Orlando che lo ha portato a Strasburgo
Evitare che l'Italia venga condannata dopo il ventuno ventotto maggio data in cui la Corte di Strasburgo con la sentenza Torre giardini come sapete ha fissato la scadenza entro la quale porre rimedio al sistematico collasso carcerario quella è la prima preoccupazione
La dico la domanda di fondo è
Mentre mancano col poco più di due mesi alla scadenza che ci ha dato la Corte europea
Riuscirà il Governo riusciranno i nostri eroi a predisporre le riforme necessarie per evitare le salatissime salatissime ne sanzioni che arriveranno dopo il ventotto maggio insomma di questo ed altro parleremo questa sera ed anzi saluto subito
Rita Bernardini Segretario di radica italiani ciao vita ciao buonasera
E ne approfitto anche per dirvi che a circa metà puntata e ci raggiungerà anche se telefonicamente anche Marco Pannella allora Rita iniziamo a analizzare questa giornata che è stato un pochino convulsa anche per le dichiarazioni proprio che
Lasciato il Ministro della Giustizia e dichiarazioni rilasciate subito dopo questo incontro che è stato fatto a Strasburgo tra Orlando il segretario generale del Consiglio d'Europa prima di tutto questa mattina il ministro Lando ha detto che oggi in Italia ci sono solo diecimila detenuti in più in quanto si è dimezzato il numero di venti mila detenuti che ha determinato la Corte di Strasburgo a condannare l'Italia del caso Torregiani
Ma vi è di più il ministro anche detto che tali dimezzamento dei detenuti
Da da venti mila in più per Gerry dipinte ventimila in più a dieci mila questo dimezzamento questa diminuzione aumenterà ancora di più gran grazie in futuro alla riforma sulla custodia cautelare che è in discussione in Parlamento quella riforma epocale in altre parole carta straccia
E anche grazie a un intervento che non è legislativo ma l'intervento che arriva dalla Corte costituzionale la Corte Costituzionale che ha bocciato la legge Fini-Giovanardi sulle droghe
Insomma il messaggio di Ministro Orlando sembra chiaro criminali di tutto il mondo venite in Italia come per reati perché intanto in carcere sembra sempre meno e così è vita
Beh non so questa ultima affermazione quanto qualcuno sia fondata comunque
Il ministro sa perché li aveva a disposizione io lo so con certezza
E i dati dei posti effettivamente disponibili il carcere ce lo ha istituto per istituto
E sa benissimo che quella capienza regolamentare che viene pubblicizzata
E assolutamente falsa nel senso che comprende le sezioni chiuse
Ma prima di arrivare a creazione di aumentare implica un messaggio di questa mattina del ministro urlando sembra proprio essere questo c'è sembra voler dire guardate che in carcere i detenuti diminuiscono
Bene sembra di una cosa ben precisa quinta cioè si va sempre meno no il che potrebbe essere anche positivo se e ci fossero le misure alternative che sono molto più efficaci del carcere
Ma le misure alternative in Italia praticamente quasi non esistono
E invece il problema è vero che sono diminuiti i detenuti su questo è indubbio perché tre Governi tre decreti salva calice così non li hanno chiamati addirittura svuota carceri
Hai non ha e sappiamo benissimo che sono cinque sei mila persone in questi anni e in questi anni nei questi cinque anni nelle tredici quando ci ha condannato la Corte europea la Capitelli detenuti erano sessantacinque mila settecento in quelle
Del governo Berlusconi Governo Monti Governo letta
Ad hanno diminuito cinque mila settecento le i detenuti però dico intanto Orlando ha detto guardate di qua in calce ci o meno detenuti in Italia
Le case Cisano svuotando grazie a queste acquisì interventi ma che non è un messaggio costruttivo per chi è è propenso a delinquere questo voglio dire
Ma questo non lo so perché su questo probabilmente non ci troviamo d'accordo nel senso che le pene alternative a volte sono più efficaci e danno più fastidio dell'andare a finire in carcere soprattutto perché ci ha abituato
E interessa ciò che ci sia un incremento di misure alternative esatto il problema è che noi sappiamo benissimo perché ne abbiamo parlato anche in altre trasmissioni che adesso l'ultima misura che verrà varata
E sulla messa alla prova
Forse Lazio che riguarda Lala detenzione come domiciliare come pena principale in realtà prevedono delle
Pene edittali è talmente basse per cui in carcere per quei reati non ci va e non ci stanno e ci sono riforme che tu dici giustamente non incide erano minimamente sul sovraffollamento issato mentre vengono spacciate vendute per questo quindi la cosa che attraverso un comunicato stampa
Ho rivolto la domanda che ho rivolto a lei ministro tira fuori i dati veri cioè perché abbiamo bisogno tutti di conoscerlo
Ma insomma infatti due oggi diramato un comunicato stampa de facto è fatto bene a farlo anche perché sembra che un certo punto il ministro dal giudizio né Orlando andando a Strasburgo
Così dalla sensazione di aver dato un po'i numeri perché dopo aver incontrato il segretario generale del Consiglio d'Europa gli ha grande ha affermato che appunto rispetto al due mila e tredici quando i detenuti erano sessantacinque mila settecento
Oggi i detenuti sono sessanta mila ottocento e va beh su questo nessuno può dire niente però il ministro certo punto in un comunicato pubblicato dall'ANSA dall'agenzia ANSA che non è stato smentito assolutamente
Il ministro ha giustizia udite udite ha detto
Che la capienza regolamentare e di oggi circa cinquantamila positiva la sparano sempre prima
E ecco la capienza regolamentare sette capienza regolamentare messo aggiustarla si parla di posti ipotetici
Che ci sono in carcere magari può avere pure ragione ma in realtà ci sono nove sezioni chiuse
Perché alla ricorso ipotetici quelle sezioni chiuse la carenza dell'organico lamentare
Così anche provincia siamo regolamentare vuol dire legale qui legale tara dei posti disponibili era allora la palla quella diciamo quelle sezioni chiusi a cui fa riferimento il da Bernardini
Anche se e a anche queste virtuale ma comunque se vogliamo essere particolarmente buoni non è di circa cinquanta mila come ha dichiarato il ministro giustizia Andrea fanno ma è precisamente di no fanno a scusate
Andrea Orlando
Stranamente li confondo perché forse di
A ma insomma non è di cinquanta mila come dice il ministro Orlando ma è di quarantasette mila ottocentocinquantasette posti quarantasette mila ottocentocinquantasette non circa cinquanta mila
Ed è il dato che si trova sul sito
Del ministro la giustizia giustizia punto it it sul sito giustizia punto ittico non si trova la capienza regolamentare che dice Alfano che dice Orlando dai
Ci circa cinquanta mila posti si trova la capezzolo aumenta di quarantasette mila ottocentocinquantasette ammesso stamattina al DAP hanno detto quarantanove mila
Parere dell'UDC cinquantamila Zezza non è che stiamo a giocare si spaccia lo dicevo prima ha detto l'ora una sensazione un po'questa sì spacciandosi cambiare spacciatore ma allora
Ripeto stamattina al DAP mi hanno confermando
Che hanno consegnato al Ministro Orlando i numeri veri
Il quali svetta osti disponibili o in quelli effettivi io glielo chiesti però mano detto che ci vuole l'autorizzazione del Ministro per averli
A è quella cioè per sparare le cifre a caso non ci vuole autorizzazioni nessuno per avere i dati reali ci vuole autorizzazione mini
è lo Stato burocratico cioè
E e io ho detto ha una voce negato che c'è un diritto dei cittadini di conoscere i dati veri
Ma noi ricordiamo che si al fanno quando era Ministro sia la Cancellieri quando era Ministro disse
E visto tutto dunque Simini Ministri della Giustizia dissero guardate bene badate bene che in effetti rientrato Cancellieri diede ragione anche ad Anticoli badate bene che la capienza non regolamentare quella reale
Non è di quarantaquattro quarantasette mila posti ma è di
Non più di trentotto mila portava i dieci mila posti in meno
In genere in strutture penitenziarie che risalgono all'ottocento settecento al seicento sì ma anche le sezioni nuove
Alcune sono chiuse per mancanza di personale
Cioè quelle che potrebbero
Diciamo quindi cerchiamo di spiegarci ancora meglio anche se oggi Orlando non avesse parlato non avesse sparato la cifra di circa cinquanta mila posti di capienza regolamentare
Per cui ANAS anche se avesse detto oggi quella che avessero lamentare anche se avesse detto la verità ovvero che la capienza roba mentale di quarantasette mila ottocentocinquanta sette posti
Tra questi quarantasette mi offre ottocentocinquantasette posti quelli effettivi sono meno perché molti padiglioni soggiungere vacanze personale esatto
Sono chiusi per mancanza di personale sono chiusi perché ristrutturazione sono chiusi perché inagibili cioè proprio ci sono delle sezioni che non si possono nemmeno mettere a posto
Poi a questo passo ma ad un altro dato Caravita cioè lo abbiamo già accennato qualche puntata fa però questo forse vedete prima procedurali a farci una puntata su sta cosa questa capienza regolamentare
Non è che è la risultante della somma dei metri quadri ed è di di tutte le celle delle trentacinque mila celle che compongono le duecentocinque darci tagliare questa capienza regolamentare
Che insomma sparata da dal ministro Orlando è puramente virtuale perché si basa pensato un po'su un decreto ministeriale del cinque luglio del mille novecentosettantacinque
Che appara metraggio la grandezza delle celle alle camere da letto delle comuni abitazioni
Su questo criterio si basa la capienza regolamentare potete immaginare quanto
Vacuo il concetto allora qui stiamo parlando certo di posti effettivamente disponibili però la sentenza Torregiani lei così come la precedente non sulle mano vicino e non indicava solo il criterio dei metri quadrati
Per stabilire si detenuti scontavano un meno una pena legale e se erano invece sottoposti a trattamenti inumani e degradanti
Diceva tanti altri fattori
Come la possibilità di avere accesso alla luce all'aria alla luce dei naturale naturale all'aria
Al fatto che i servizi igienici siano nettamente separate le attività lavorative attività la la con Vizzino né sanitaria e quindi le possibilità di cura pere i detenuti malati
Quindi sono tuttora che se andiamo a vedere
Carcere perché arciere in realtà anche quelli
Diciamo che hanno più spazio disponibile o quelli che hanno la possibilità di uscire durante il giorno in corridoio la cosiddetta sorveglianza dinamica invece via noi Garzin cella si annoiano in corridoio esatto e in realtà è una situazione di mancanza di cure
Mancanza di attività
Assenza quasi totale di possibilità di studio e noia la rieducazione non esiste
Cioè e diventa un periodo
Diffusa più di formazione verso il tornare al delinquere piuttosto che del
Potersi reinserire nella società questo è quello che abbiamo ricordato tanto più
Che un multi
La precisazione che vogliamo essere pignoli però è stata la stessa Corte di Cassazione a dirlo
Spesso il conteggio su cui i metri quadrati a disposizione
Viene fatto comprendendo di immobili che stanno al di in lei non è al netto dell'ENI rilevati in Corte di Cassazione con una sentenza di quest'anno ha precisa
Tocchi per misurare lo spazio disponibile bisogna sottrarre il mobilio Bernardi e logico perché eravamo su di lei dinosauri per i nostri eroi come leggera rilievi all'inizio
Questo non è assolutamente logico
Loro includono tutto il mobilio per cui
Se uno ha a disposizione tre metri e cinquanta o quattro metri in realtà con il mobilio non hanno la possibilità fisica di muoversi e ci sono quattro brande
Un tavolino è finita e certo e-mobility
Non a caso forse Orlando parla
Andando oggi a a Strasburgo ha parlato di difficile trattativa con il Segretario generale del Consiglio d'Europa gli ha grande
La difficile trattativa se sono proprio le parole hanno un peso allora qui io credo certo io credo che dobbiamo tornare e così anche spieghiamo
Perché la nostra iniziativa di sette che era prosegue
Noi dobbiamo Torre tornare alle parole ferme decise del messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano
Che ha parlato proprio espressamente di obbligo ma ha aggiunto non bisogna perdere nemmeno un giorno invece questi giorni li stanno perdendo
E e a prospettato al Parlamento
Quella riforma di amnistia ed indulto che non è semplicemente quella facciamo uscire la gente o riduciamo la mole dei processi è una riforma di terzi
Nel rispetto alla situazione della giustizia e della sua durata o il Presidente però è indicato anche riforme di sistema
I sottolineando che però alle riforme di sistema non possono di certo fronteggiare l'emergenza B e il Presidente ha detto una cosa
Che per una politica che possa essere definita tale e assai banale cioè che bisogna operare su due fronti sul piano dell'emergenza sul piano del sistema è una cosa che i nostri strapagati deputati non riescono a capire soprattutto quelli del PD
Massi devo dire per esempio è giusto ricordare che quando si è discusso il messaggio del
Presidente La Repubblica ulteriore quarantaquattro minuti il dibattito parliamo discusso insomma così soltanto per dire però fra le risoluzioni approvate ce ne cioè messi in discussione c'è quella va bene ridicola secondo me che si rifaceva alla
Al documento della Commissione giustizia che aveva già dibattuto sì
Ma c'è anche quella che è stata respinta di Forza Italia che faceva espresso riferimento alle mi stia all'indulto
E ai referendum radicali via cioè non citava naturalmente perché la paternità non va mai citata
Soprattutto quando riguarda i radicali però erano queste le cose scrive e lo Stato bocciarla nelle Subiaco quella è stata per esempio è stata sì
Qui messaggio è chiaro questo Parlamento questa meno alla Camera dei deputati Urban la maggioranza né sull'intenzione
Di neanche di discutere una missione indulto però proprio a proposito missing tutto Caravita oggi sempre il Ministro o Orlando uscendo dall'incontro con il Segretario assai che si è tenuto a Strasburgo il segretario generale del Consiglio d'Europa Piangrande ha detto quanto alla missione indulto il ministro ha detto a oggi mi sento di dire che non sto non saranno necessari
Provvedimenti eccezionali quali amnistia e indulto e secondo il e provvedimenti che secondo il ministro giustizia sarebbero un fallimento
Ciò che prevede la Costituzione un frazionamento va beh c'è l'amnistia quella che fanno le procure della Repubblica con gli sta bene quello delle prescrizioni prosegue comunque il ministro il ministro parla del suo comunicato ma non sono io lo stop
Per il non sono per escludere niente perché stiamo facendo che insiste una trattativa molto difficile per verificare se i trend di questo periodo per proseguiranno i ci porteranno una soluzione condivisa
Insomma qui misto dice io no a oggi direi nomi sia indulto però non escludo niente perché
Se poco poco verso il venticinque ma se qualcosa o poco si controllano effettivamente le cose
Ecco cresce la preoccupazione le balle non reggono
E io fra l'altro voglio segnalare che il ventisette sarà il ventisei ventisette sarà presente ma l'Italia marzo al passo in questa settimana
Oggi che è il venti oggi venticinque venticinque domani e dopodomani domani e dopodomani sarà presente una delegazione del Parlamento europeo in Italia e il ventisette sarò audita
Insieme ad Antigone Luigi Manconi proprio dai parlamentari che poi si recheranno in visita al carcere di Poggioreale e al carcere di Rebibbia ottimo io ho visto i tempi della visita
Sono tempi assolutamente inconciliabili con una visita che voglia veramente
Conoscere la realtà di un carcere acquatico tu in una delegazione stai due ore al carcere di Poggioreale
Non è fatto nemmeno in tempo ad entrare forse fatto anche peggio tutte lasciato che la direzione del carcere di facesse mente chi facesse vedere quello che ci vuol far vedere certi e invece non sappiamo qual è la realtà
Cioè l'abbiamo descritta la
La non solo le visite di sindacato ispettivo ma insomma le denunce che stanno venendo fuori anche sui pestaggi le indagini in corso
E poi ce lo raccontano anche le file che fanno i radicali assieme parente le ricordo che nel carcere di Rebibbia di Roma
Il primo podio poco tempo fa era ritenuto un buon calcio intonso ma
Anche se molto grande dopo tante persone detenute addirittura si andavano a costituire Rebibbia per Prodi
Rimanere lì oggi il sovraffollamento ha colpito e tant'è che in quel carcere come ha testimoniato qualche settimana fa una persona
Uscito da poco dal carcere di Rebibbia durante una rubrica di rigidi di radio carcere nel carcere Birbesi dorme per terra nella sala dell'ex spin porsi questa avviene ormai da diversi mesi
E da
Io credo che anche il direttore gioca un ruolo importante ci vai se ci fosse fatte a Rebibbia direttore da un torace
Cioè nel senso che credo che ci sia ancora Mariani che il direttore del carcere gira Celli che è il reggente anche Sampdoria come si può
Essere reggenti di un carcere
Di mille settecento detenuti
Va be'ci sono i vicedirettori ma insomma credo che in molti rimpiangono Lera Cantone
Che adesso è diventato un rivenditore regionale in Toscana Toscano se non sbaglio e insomma ricordiamo però questo avvio in questa notizia importante il solo questa che ha detto sull'amnistia sulla posizione di Orlando sull'amnistia è veramente
Chi ritenere una sconfitta
Per qualcosa che è previsto dalla Costituzione proprio per regolare se ci fosse un Parlamento responsabile i momenti
E di
Eccezionalità di libri di totale illegalità e invece non loro la considerano appunto una sconfitta
Ma e poi può essere anche per carità di Dio cioè può essere anche
In parte vero perché voglio dire lo Stato rinuncia a
A perdere
A porre in essere una delle sue prerogative più importanti perseguimento l'abitazione di un diritto il perseguimento di un reato quindi può obiettivamente sì ma faraone sulla legalità è appunto però ecco esprimersi
In questo modo oggi non sono d'accordo con l'indulto perché sarebbe un fallimento insomma
è un modo un po'tranciante gli manifestare un pensiero che insomma data la realtà
Di di di processi ad un progetto data visto che il processo penale proprio perché affastellato di cause non riesce più a dare una risposta di giustizia e cittadini
Visto che il carcere sovraffollato non riesce più a dare una risposta sanzionatoria legale ma insomma parate fallimento sembra poco
No ma poi aggiungiamo che il problema sta qui veramente a monte stante nella figura del il Presidente del Consiglio attuale
Che
Sappiamo tutti quale sta che a ha nominato la mora anni che subito si è pronunciata contro amnistia e indulto senza sapere nemmeno qual era la situazione
Lui stesso ha fatto dichiarazioni subito non era ancora predicano sarò facendo le primarie ESA
Dice no all'essendo una prima lista in perenne campagna elettorale grande quello dell'UE una in qualche maniera ma dico appena mi il predetto a via pubblica scusa se ti interrompo ridà a diffuso ha inviato il suo nel saggio alle Camere Renzi stava facendo le primarie per il PD se non sbaglio dissi proprio noi siamo contrari cioè parlava già c'è come vincitori già come furti somalo premier la cosa
Va bene che stupisce né ma non so quanto possa stupire tutti in un Paese dove appunto si cambiano idea da un giorno all'altro
è che nel due mila e cinque
Quando era in corso iniziativa non violenta di Marco Pannella sono parole scritte in una lettera che Renzi invio
Alla consigliere provinciale radicale e di Forza Italia Massimo Lenzi mi disse sostengo in pieno la battaglia di Marco Pannella per l'amnistia
Grazie dal bar allora non aveva problemi
Di elezioni alle porte di dover fare questa scalata che ha
Cacciato via ha preteso di cacciare via la Bonino
Questa scalata e che lo ha portato appunto a cacciare via e a scalzare letta
E con è la politica degli annunci perché poi un premier serio
Beh dovrebbe innanzitutto porsi un problema di diritto di giustizia e di legalità
E e invece non tiene affatto conto del problema della giustizia negata nel nostro
Paese affogata
Con
Oltre dieci milioni fra penale e civile di procedimenti pendenti
E quindi Luigi per esempio come può pensare di innestare riforme economiche se tali sono e se tali andranno in porto
In una situazione così disastrata in questa débâcle del sistema giudiziario pensiamo alla giustizia civile lei lavora una ridiventi che già sono stati presi e che sono vergognosi
Pensare alla giustizia civile nei suoi diversi nelle sue diverse dire dimensionamenti ramificazioni per esempio come si può pensare come dice giustamente te a rilanciare l'economia se non si riparte dal rilancio del processo civile come si fa a pensare a rilanciare l'occupazione
Se non si rende effettiva la tutela giurisdizionale del diritto al lavoro se si fa una causa di lavoro si perdono anni
E in poi e qui sei
è impensabile pacifico come dice giustamente De Rita che forse qualcuno gli dovrebbe suggerire
A Renzi che insomma non siamo la persona tuttavia è una persona sciocca anzi dico ma premier Presidente guardi che la prima cosa da fare riformare la giustizia a tutto campo
Anche perché no forse non abbiamo altro perché abbiamo alle spalle trent'anni di trascuratezza e di illegalità
In trent'anni stratificano i problemi li rendono quasi evidentemente difficili ma sulla giustizia civile e le riforme che sono state fatte parlavo stasera
Con Deborah Cianfanelli che fa parte della direzione dei Radicali Italiani bene
Alla fine potranno accedere e accederanno alla giustizia civile e avranno accesso la giustizia civile solamente quelli che hanno la possibilità di pagare
Perché persino a vere le motivazioni
Della sentenza non sarà così facile bisogna pagare per vedere che cosa ha scritto il magistrato nella sentenza allora entriamo un attimino le le somme di questa prima parte in radio carcere oggi Ministro giustizia Andrea Orlando si è recata a Strasburgo per i incontrare il segretario generale del Consiglio d'Europa e dialogando e dopo quell'incontro il Ministro la giustizia ci ha dato due noti
Se la prima è uno è uno sconto è una cosa importantissima perché il Ministro la giustizia ci ha detto una cosa che noi non sapevamo noi eravamo convinti fino a poche ore fa
Che la capienza regolamentare le nostre carceri anzi la capienza effettiva fossili trentotto mila posti e eravamo convinti fino a poche ore fa che quell'virtuale era di quarantasette mila ottocento posti ebbene oggi Ministro la giustizia in un comunicato dell'ANSA che non è stata ancora smentito
Ha detto che la capienza regolamentare di recarci italiane e di circa
Udite udite cinquanta mila posti questa è una notiziola da prima
Pagina magari domani il Corriere della Sera ci fa il titolone perché o Leana Milella sulla Repubblica odiava Milella la seconda area scritto quarantanove mila
L'altro ieri risse inventato la
La seconda la seconda è il secondo punto e che secondo a oggi se con il Ministro Orlando fare una missiva un indulto nonostante l'emergenza ma che persiste nei tribunali nelle altre nelle che nelle celle legarci italiane fare amnistia e indulto sarebbe un fallimento però questa è la sua opinione ad oggi
Sono in corso difficili trattative in vista del ventotto ha sventato un'altra cosa oggi Orlando sicuramente letta perché era circolata ieri
O l'altro ieri come Adriana Minella la cosa che
C'era l'ipotesi di risarcire i detenuti con dieci venti euro e lo so perché è vero
E oggi lui ha smentito categoricamente
Ebbene
Non è quello sarebbe il prezzo della tortura però c'è un problema presso la Corte Europea ecco quando diciamo
Che la peste italiana quella dunque aumentata è in un libro del
Marittima radicale di del due mila e undici
è un più due
E la peste italiana si diffonde in Europa perché perché noi la Corte europea si trova ad essere paralizzata
Da oltre tremila ricorsi presentati giustamente dai detenuti italiani ma avrebbero potuto essere quaranta mila
Se molti detenuti non avessero avuto paura
Eccetera
Di depositare il loro ricorso paura di essere trasferiti lontano dalla propria storia essere trattati Maserati l'Amati mica stato solo appoggio anzi va dopo arriviamo curatrice
Sa sì sentieri da a proposito pertanto visto siamo così come scusami con non è solamente sulle carceri ma non abbiano intasato la corto europee a anche con me
I ricorsi su un rimedio che era stato previsto attraverso la legge Pinto per risarcire l'irragionevole durata
Bisogna fare la leggibilità subisse perché il il ricorso alla legge Pinto è troppo le nonne non sono più quindi la peste italiana è arrivata
Ormai alla visto che siamo stati abbastanza precisi nelle citare ciò che ha detto anche se criticandolo ciò che ha detto oggi il ministro vanno dobbiamo esserlo anche per quanto riguarda un aspetto importante oggi alla radio sono arrivate tantissime telefonate di ex degli voti e chiedevano ma è vero che allora
Orlando il ministro Orlando fra risarcimento in Italia per chi ha patito un trattamento disumano e degradante può immaginare cosa è successo qua oggi va bene comunque il ministro Orlando a escluso oggi ascoltate bene
Ha escluso oggi in modo categorico che la questione si debba risolvere in termini economici ha escluso quindi e anzi tra virgolette ha detto riteniamo che ci possono essere forme diverse di rimedio ASS e con le della condizione dei detenuti escludendo che il tutto si possa risolvere con una media mera monetari Zazie onde le condizioni ingiuste e illegittime diventino prezzo della tortura e il prezzo la tortura quindi per ora per ora si è fermato ad questa ipotesi che non non girava come si dice perché a ieri io ero Nola quindi non non avevo l'agenzia davanti però somme già da questa quest'idea per cui mi sondando voi andare a Strasburgo e dire
Non ci date voi le sanzioni
Le sanzioni le paghiamo noi I nostri detenuti sembrava come l'abbiamo i panni poi sport incazzai vediamo dei devo
Tre quattro mila cause che avete e a chi è un po'malizioso in bar come dire la sanzione certa dell'Europa così me la invito
E cerco di trovare una sanzione incerta da irrogare magari a qualcuno d'abito sì poi attraverso le procedure farraginose che sono previste traendone mettere nessuna
Al Senato distrarre gli ha ancora certezze operabilità ad una cosa però poi si è voglio dare atto ad Orlando non si perché certo quando ci vuole ci vuole ci vuole ci vuole
Perché è stato determinante e questo bisogna dirlo quando la Lorenzin attentato il blitz delle tabelle sulle sostanze stupefacenti
Nel senso che lei aveva messo la marijuana e i suoi derivati nella stessa tabella delle rovina della cocaina delle droghe pesanti senza distinzioni
Anche dopo la anche dopo la sentenza e lì Orlando ha puntato i piedi per cui è spuntata adesso se andate a vedere le tabelle espunta dalla terza tabella dove c'è solo la marijuana
Quindi rimangono se non altro resta il mistero varare bisogna capire se Orlando l'abbia fatto per un senso di
Per un buon senso o per rispetto della Consulta o perché spera che gli effetti di quella sentenza della Consulta poi determineranno come ha detto oggi un'ulteriore
Diminuzione delle presenze in carcere mossi a questo punto io dubito di tutto e no una cosa è certa è che in questo momento ci sono detenuti pancia condannati
E per traffico spaccio di sostanze stupefacenti leggere
Che altro alla legge Fini-Giovanardi in base alla legge Fini-Giovanardi che hanno sicuramente avuto una pena superiore da quella che doveva essere irrogata se
Fosse stata in vigore la Jervolino Vassalli così come modificata dal referendum pratica e come abbiamo avuto modo di spiegare ad un altro punto in radio carcere
Per chi è stato condannato in via definitiva per spaccio di di di di droga
Leggera con la legge Fini Giovanardi oggi non c'è uno strumento legittimo sessuale incerto per vedersi riconosciuta una pena minore
Questo è un problema giuridico serissimi occorre un intervento legislativo intervento legislativo che a questo punto sarebbe pure ho spiegato le perché nel frattempo nel decreto Cancellieri cosa hanno pensato bene di fare perché qui bisogna aver paura della gente che pensa di pensare
Hanno pensato bene di e creare una nuova fattispecie di reato in cui si si diluisce la pena per chi detiene poco sostanza stupefacente
Ma non si fa la distinzione tra droga pesante droga leggera perché era la precedente legge giova siano già capito va anzi l'amico Boselli esaltazioni
Sarà dichiarata ENEA incostituzionale sa conseguenza qual è che oggi se io per un ingente quantitativo di
Di per un ingente quantitativo di droga posso vedermi riconosciuto la pena minore se e o questo quantitativo ingente se hashish o è cocaina ma si opponga quantità queste sì istituzione non c'è
Certo
Una bella cosa quando dovrebbe essere forse il contrario no
L'ingente quantitativo unisco tutte e due uguali al limite
Per la
E la quantità vale per bagatellare la faccia distinzione tra eroina e cocaina le più pericolose l'hashish no delle stiamo parlando fatto sta che noi abbiamo avuto in vigore
Per dal due mila e sei ad oggi dal due mila dalla fine del due mila e cinque ad oggi una legge la Fini-Giovanardi che era incostituzionale
E e la cosa ancora più impressionante lo faceva notare un giudice torinese durante qualche una potere giocarcela cosa ancora più impressionante è che soltanto tre i giudici in questi anni
Se ne sono accorti hanno sollevato la questione la questione di legittimità costituzionale quanti giudici hanno continua ad applicare quelle pene
Ignorando o non facendo uno sforzo in più non sospettando che quella legge poteva essere incostituzionale
Questo è un dato di grande preoccupazione perché ci fa pensare quanto sia ormai
E radicata quella che ma nel piace definire la sua e faccio una disfunzione sei abituato ormai a lavorare in condizioni pessime quindi vai avanti oppure c'era chi
Lo aveva segnalato in quegli anni ma nello stesso dibattito parlamentare
Si era discussa questa questione il Parlamento e procediamo costituzionale come no Giuseppe così
Allora veniamo voi a un ulteriore aspetto segnalato oggi anche dal ministro giustizia Andrea Orlando
Quando sei appunto dopo il suo incontro che è avvenuto oggi a Strasburgo con il Segretario generale del Consiglio europeo viario manda oggi Orlando ha parlato anche delle conseguenze che
Ove e numerosi nuove non rispettassimo più appunto i parametri di ratifiche cioè San Bortolo per le conseguenze che ci che dovremo subire dopo il ventotto maggio e il ministro Andrea Orlando detto
Drammatiche saranno le ricadute che l'Italia rischia di avere sia sul suo sistema di sul suo bilancio sul suo bilancio statale se non affronterà le questioni che pendono attualmente davanti alla Corte problemi che riguardano sia carcere
Che lunghezza del processo penale
Ha detto Orlando che l'Italia rischia di dover risarcire tra i cinquanta e i cento milioni di euro all'anno
Cioè
Sulla pulizia sottoporglielo c'era chi diceva anche di più
Dipende appunto come verrà fatto più di cento milioni all'anno
è il prezzo della nostra illegalità nelle carceri nelle aule di Tribunale cento milioni all'anno va dopo un po'di anni pesa sul PIL sa cosa sì sì sì ma c'è chi ha parlato di cinquecento milioni all'anno quindi
A chi decide è una fanno i conti tu dici che è una prognosi riduttiva noi sappiamo che sette detenuti sono stati i risarcimenti dalla Corte europea con cento mila euro
Complessivamente sì
E quindi
Insomma la cifra mi sembra un po'più consistente di quella valutata
E e che senza considerare che appunto pendono la la la la Corte lo paga affatto affatto a sentenza Torregiani che riguarda Torregiani più altri sei
Poi ha congelato gli altri ricorsi perché ha fatto una sentenza pilota dando appunto una scadenza ben precisa l'Italia quindi tutti gli altri tre mila ricorsi
Se non lo rispettiamo la data del ventotto maggio la Corte
Gli andrà approvare a catena sesto
Intasando il suo lavoro intesa nel suo lavoro e mettendo a rischio non solo il bilancio dello Stato ma anche la tasca dei contribuenti a questo punto che verranno chiamati
E poi mobilità dello stadio insomma per i condannati tassa nuova ma che la chiamano i papà più Bobo verranno chiamati a dare
E cento euro l'anno per colpa per un fatto che è colpa dello Stato deve non rispetto alla legge nelle carceri nei tribunali questo è certo ma guarda
Noi qui parliamo di sovraffollamento ma se si decidessero a fare ricorso
Tutti quelli che sono malati e non sono curati in carcere che uno dei parametri seri previsti dalla Corte di Strasburgo qui le cose aumentano anche
Il contenzioso aumenta il problema ripeto è che spesso chi è detenuto a paura
Ho non ha materialmente gli strumenti perché non gli viene detto niente chiaramente in carcere
E o non ha un avvocato che possa seguire la sua vicenda e e se se potessero farlo come sarebbe giusto che lo facessero io credo che altro che intasata perché è un sistema
Che non funziona è proprio come è concepita la pena in carcere che non può che proprio
L'anno concepita in un modo illegale
Far così Mata ecco tra queste varie categorie di persone detenute Vituccio semente elencato e dici ciechi tranquilli che non fanno ricorso a Strasburgo mettiamoci anche chi è fortemente
Che orchi è ormai preso dalla disperazione Kiev ormai vittima delle gocce delle degli psicofarmaci che deve prendere ogni giorno perché sono un supporto quel degrado voglio dire c'è anche una componente umana
Di certe glieli danno volentieri perché il solo modo di tenerli
Un po'se dati e dorme tutto il giorno
E così darvi tutto il giorno allattato Marco Pannella ci fa sapere che alle ventuno e cinquanta minuti interverrà presenteremo tra cinque minuti per telefono alla riga prendiamo andiamo velocemente avanti in attesa di Marco Pannella si colleghi
Dopo questo incontro punto col ministro o a Orlando e il con il Segretario generale delle ricorsi Europa ER grande c'è stato pure con l'affermazione di gli alberi conferisco mento viale l'arma che è sembrato
Un pochino laconico infatti gli aggrada ha detto dopo aver incontrato Orlando e in vista della scadenza del ventotto maggio
La grande affermato spero spero che il termine del ventotto maggio possa essere rispettato dall'Italia e così si possono risolvere tante questioni pendenti e ancora il diagramma aggiunto
è stato o e abbiamo pensato insieme a Orlando di creare un nuovo metodo di cooperazione
Tra Consiglio d'Europa e Governo italiano un nuovo metodo di cooperazione leggi ascoltate bene
Che prevede contatti continui tra le due istituzioni e la possibilità di dare consigli da parte del Consiglio d'Europa all'Italia
Questi ci stanno seguendo non si fidano più diciotto il giudice forse dobbiamo scrivere le qualche letterina insomma
Impressiona il il ha mai neanche la corso della trattativa
Chi ha ingaggiato
Il ministro è però loro
Bisogna arrivare che c'è un'altra Anza che dice che ritengono comunque le misure insufficienti
Ma quella guasti a Novartis etnie nel mi è sfuggita ma ecco il fatto che il così Europa dica nonostante
Indici dica in vista della scadenza il ventotto maggio dica a questo punto dobbiamo avere contatti continui con l'Italia e dobbiamo avere la possibilità di dare consigli all'Italia sta a significare cosa ben precisa
Sì bravo che saputo qui tutte le cose che state facendo congiuntivo che piace tanto Pannella so tutto molto bella rate che ha citato giustamente
Sono tutte molto belle trasferenza ad attestare attenti Italia sette entro Governo Renzi perché noi non stavolta non vi molliamo
Sì ricontrolliamo test cioè siamo Monique
Prati come un Paese
Adesso non voglio bene manca rispetto a nessun Paese straniero ma insomma sono monitorati compresi quelli a rischio il sei anche perché poi il rischio serio è che noi si vada a
A presiedere
Punto nel nel nostro semestre e di guida europea ecco un un fardello così vergognoso nei confronti dell'Europa insomma non è che proprio Carino e però
Se c'è questo tipo di attenzione ripeto benvenuta è un taglio delinquente abituale rispetto alla Convenzione europea che per una convenzione che è stata ratificata in Italia quindi come fosse la Costituzione italiana
Va a presiedere
Esatto ma ci siamo noi cosa voglia messo il braccialetto elettronico consente
Allora trovare i movimenti degli sposi negli spostamenti allora a produrre Ballin su questo punto è meglio carcere
Rita parlati ricordato il Satyagraha che Isella l'iniziativa non violenta che radicale iniziato il ventotto febbraio e che terminerà proprio il ventotto maggio ormai data
Che non necessiti nessuna spiegazione
Ebbene dalle carceri inizio non arrivare le prime adesioni infatti informo sia Pechino se ascoltatori
Che c'è arrivata la segnalazione la lettera a Dini coda la sezione di alta sicurezza recarci San Gimignano di Siena che insieme a un centinaio
I suoi compagni detenuti ha aderito allo sciopero e la fame in virtù dei radicali in vista il ventotto maggio data in cui appunto scadrà l'ultimatum Riccio dall'Europa va oltre
I ragazzi detenuti alla Sezione di alta sicurezza dei carceri si era San Gimignano ci sono uniti anche altri trecento Francesco e altri trecento detenuti dedicarci Caltanissetta che
Dal dieci aprile parteciperanno al Satyagraha riceveranno il cibo dell'amministrazione penitenziaria e lo doteranno alla cari Tasso una io li ringrazio perché fino a questo momento siamo un po'fermi Ammin la poco più di mille
Io richiamo resistenti resistenti possiamo mille quattro e con il metodo della non violenza è chiaro che e tutto questo rafforza l'iniziativa non violenta che io credo dovrebbe veramente esplodere
In tutte carceri rispetto proprio alle notizie che sono state date stasera
All'analisi che ormai da tempo
Circa di fare Marco Pannella perché non dobbiamo dimenticarci che quel messaggio
Del supremo garante della Costituzione non è che è avvenuto così
All'improvviso c'è stata un'opera un'attenzione con dei momenti anche molto difficili e due
Non solo per l'iniziativa non violenta portata avanti da Pannella con lo sciopero della sete
Ma anche di frizione estrema con una certa il Presidente della Repubblica per cui
Ecco tutte queste cose sono state costruite nel tempo
C'è un dato che sconvolgente Laurent quello dell'informazione
Cioè del ed è quello della negata informazione non
Di quello che fanno i radicali ma del diritto dei cittadini ad essere a conoscere ad essere informati stessi io oggi ero non l'ho scritto nella dichiarazione che ho fatto c'è a questi dati vivi
Della capienza regolamentare dei posti effettivamente a disposizione per i detenuti beh è un non è un diritto è che è un capriccio
E che noi vogliamo ma è un diritto degli italiani di sapere effettivamente qual è la situazione anche per rendersi conto degli interventi da concretamente da operare da un cittadino anche come fa orientarsi bene
Nel frattempo sono giunto Marco Pannella collegato con il telefono e Sammarco buonasera e grazie seguiranno
La azzanna
Tutti i nostri ascoltatori all'area di via
Riguardante
Vorrei
Tentare di
Essere sintetico e difficile ma voglio solo
Per lui che
Non sono venuto perché
Sulla avrà
In testa
Un pensiero un'ipotesi
Che le varie notizie
Che anche alcune di quelle che si sono perfezionate attraverso il vostro dialogo finora
Mi permettevo di dire questo io ritengo
Che Alliance
Anche che bisognerà studiare bene la situazione perché sappiamo
Quali sono i limiti
Dei crimini
Che possono essere giudicanti
All'Aja perché abbiamo voluto che l'aria non fosse nemmeno in prospettiva una nuova di Norimberga noi non vogliamo
Assolutamente giustizia dei vincitori
Contro evidenti
Allora
Io sono ormai giunto a questa conclusione
Che
Mi si è formata in queste ultime due tre quattro settimane ne abbiam parlato anche con i nostri valorosi sino ai compagni
Impegnati anche a livello
Diciamo professionale
Da militanti Dash straordinari turistica
E di Udine il come ci dice ma insomma democratici credo bisognerebbe dire ormai radicali perché sappiamo il termine democratico
Oggi la tragedia che incombe sul mondo di nuovo e che si tratta della democrazia reale
Cioè come il comunismo ad un certo punto da Utopia speranza e via dicendo si è rivelata ed è stata denunciata dai nostri
Predecessore ispiratori appunto come
Una realtà PD
Riferibile lo stesso processo per cui ci si è poi trovarsi dinanzi e loro hanno lottato contro il comunismo reale
La radicalità di questa situazione
Che vedo lirica ormai
Viene parlare adesso di dire noi sappiamo
Alcune cose
Sappiamo che
Anche il nostro Presidente della Repubblica usando due o tre volte in un messi ricordi tipo costituzionale
Come quello previsto dalla Costituzione italiana a cattedra
Definito
Quello per cui siamo condannati
Rifiutare uscire fuori da quella situazione
è a obbligò
Obbligo ora Orlando loro Orlando nel tutto quanto il resto noi abbiamo
Intanto uno Stato che io la
Rettore che i patti internazionali
Che ha affidato
Quelli europee ma non sono quelli
Quelli dichiarazioni poiché sono anche
Poi hanno comportato adesioni
A a realtà condannate in sede Olmo
Il Consiglio di sicurezza
Dicevo è un organo politico
Ma anche da alcuni punti di vista organo giurisdizionale direi di carattere supremo Massimo però nel tempo presente allora
Infatti
Di costituzionalizzato il
Nel nostro Stato
In particolare di quelli europei
Quelli che riguardano la CEDU ma riguardano anche a Bruxelles come Comitato Consiglio relativo ad altro tipo di responsabilità e ritengo anche
Che pensiamo in una situazione
Di
Violazione anche
Del trattato Madame mentre
Diciamo un po'quello
Che
Bettino Craxi cercò
Di rendere di gente per cancellare la vergogna
Del
Concordato lateranense
Ma comunque ritengo che anche
Quel patto che è un patto fra Santa Sede e lo Stato italiano
Oggi anche questo
Venga del reddito nelle sue motivazioni avere solo qualche azione nel bene
Che hanno giustificato in quel trattato
Di conseguenza avviarlo una citazione
E
Come e possibile
A un certo punto procedura un mese due ma anche fra un anno o due
L'Italia a Venezia il condannata
A
Fare dare giustizia
Attraverso la formula dei risarcimenti economici
Che di farlo nei confronti del detenuto italiano perché e che non sono in nemmeno di tutti
Perché nelle chiederebbe davvero una responsabilità che farebbe ricadere
Sulla realtà dei cittadini italiani
Negli abitanti sul territorio italiano in una situazione anche di disastro economico rispetto al bilancio dello Stato
Quindi
E che troviamo anche per le denunce che abbiamo fatto nel regime delle responsabilità pubbliche dello Stato attraverso i vari commi tanti
E le Regioni varie responsabili
Del mancante
Ma dei mancati interventi prudenziali che in tutto il mondo si fanno non solo Green Giappone
Per quel che riguarda la situazione dei Campi Flegrei la situazione del Vesuvio solo che l'abbiamo già incardinato delle
Ricorsi dei quali siamo stati ammessi alla CEDU presso il quale attendiamo la risposta
Quindi ma in un modo o in un altro allettare
Che gli attuali imprese eventi italiani
Quello che in Parlamento eletto nelle condizioni non democratiche italiane
Patente mente non democratiche e dobbiamo ri come dire anch'
I animare
L'anima del diritto l'animo della giustizia attenta spaventarci
Come è accaduto con Villongo le altre cose
Ci sono spaventati delle il conseguente
Che potevano esserci nei confronti chiuso io dello Stato nazista mal quindi anche di tutti i cittadini sottoposti dello sparo dello Stato al mal di testa
Una situazione per evitare appunto conseguenze mettiamo diedi nel siamo fuori legge
Delle condizioni anche relative ai cittadini tutti i responsabili dello Stato ebbene per il resto e sto per terminare diede io sono convinto
Che ormai occorre prendere atto
Che la realtà dello Stato italiano include non solamente le cose
Puntuali il nuovo così importante in nuove più precise
Che è quella che era venuto fuori d'ariete ad Atene anche Riccardo e via dicendo al carico del comportamento del nostro Stato
Allora ritengo
Assolutamente tecnicamente possibile escono e chiedo scusa per la mia presunzione perché in fondo io
Ho avuto come esperienza
Giudiziarie giuridica
Quello è l'imputato
Ho del condannato a essere escluso la legge il silenzio dei doveri rispetto al mio paese cioè di
Non accettare con una sorta di complesso di Stoccolma
Di non potere
Contenti e idea al mio paese di ascoltare giudicare la linea politica gli obiettivi
Anche i miei personali ma del partito radicale
Siccome sull'oggetto oggetto sulla base anche di quei successi che attraverso
Il contributo in particolare nell'accompagnarci non è una Gallo
Quindi la con Luca Coscioni eh il partito a proposito di molte cose in corso
Qui sul fronte del specifica
La mente italiano ma solo per fare un'evocazione esemplare
Nella
Azione che è stata consentita
Dalla giurisdizione americana è competente
Di
Opporsi a una posizione del Costarica e che a determinato al venti anche la condanna
Del Costarica delle posizioni Costarica e di tutti gli Stati che ne condividono
Per omissione o per intervento le responsabilità credo che noi adesso dobbiamo
Pensare davvero alto
Uno temere che trattandosi di come sarebbe come si è trattato con lo Stato nel DIEF con lo Stato come gli Stati comunisti e via dicendo
Che una sorta
E
Prudenza invece che non hanno nulla a che vedere la prudenza e diligenza
Complicità per paura
Complessità per omissione di intervento
Credo che dobbiamo tentare adesso di mobilitare animare
Per esempio anche tutti i Nobel della Pace
Tutti quanti ma quindi a tutti impossibili rivisto gli andò anche la realtà dell'aria la realtà nella Corte penale internazionale
Che credo sia possibile sperare che giunga a far tesoro nella sua responsabilità della sua novità
Come dire proseguendo
Nella operai nelle interpretazioni dei due tribunali ad hoc
Con il quale siamo riusciti
Poi ad arrivare alla Corte penale internazionale il tribunale ad hoc sulle cifre goliardia e il tribunale ad hoc sulla sulla riguardo sul Ruanda
Adesso saldo Longo Walter
Cosa evidentissimo per
Ho cercato di dire
Io ritengo
Che sia
Possibile sicuramente
Se pervenire tra
La nostra cultura nostra antropologia il nostro diritto positivo
In questo momento consentire appunto banale al nord felice come il Partito Radicale
Il un compito una religione assolutamente straordinaria e corretto potremmo farlo
La comunicazione
Noi riusciremo
Ad onorare allora cioè a
Costringere la realtà è incardinata
Alla storia dei è accolto con cui da cinquant'anni
Si è trovato il popolo italiano che dobbiamo invece il revisore dei giardinieri ed è per questo che l'orientamento al nostro Tarantino partecipare alle nelle regioni italiane in quanto evidenzia
Siano
Riducendosi nella situazione nella quale la realtà del popolo italiano tutta da quella
Quella per cui per esempio
Sulle nelle nostre liste amnistia giustizia libertà abbiamo avuto meno voti
Delle tutti quanti fossero
Mi una un voto per famiglia e di detenuto nemmeno questo
Non abbiamo avuto perché è e simbolo di quello che ha prodotto l'ANPI demografia istintiva scientificamente istintiva e
Anche esce occhielli naturalmente
Devo dire è scandalosa
Immensa perché oggi dobbiamo cercare
Di passare divenire davvero diritto vivente intervenire legge vivente
A tutti i costi tranne quello
Che noi io non accetterei mai il nostro Statuto non ci consente
Di farlo quell'ordine una imprudenza
Che meraviglia
Nei confronti
Del
Dare il corpo non violento come faremo a dobbiamo sempre continuare a fare e che dovrebbe avere come limite
Quello lì
Coerente al quello
Per cui abbiamo aiutato il Dalai lama
A non solare
Non omettere di fare quello che doveva
Immaginare di fare
Per il timore delle immolato assiomi
Che nel popolo tibetano sembravano affermarsi come alternativa alla mancata liberazione
Dalla condizione di schiavitù e di oppressione del popolo tibetano stesso
Quindi spero che si capisca
Io naturalmente in questo modo mi rivolgo non solo a quelli italiani sia riuscito a raggiungere ma a partire dagli intellettuali dance Chierici italiani
Perché per omissione altrimenti
Per imprudenza temeraria
Che il rischio
Che civile ci sia complici e quindi coautori
Il qualcosa
Che è l'annuncio per l'umanità intera
Di una rivincita tragica
Inderogabile
Della negli anni quaranta trenta e quaranta
Quindi dobbiamo adesso chiedere innanzitutto che il nostro Stato risponda
L'ho detto e quindi dobbiamo trovare lascerei un lodo risponda formalmente paniere Parenzo lui
Prima
Che questo scelte Perduca in un plesso rovinoso tanto quanto
Teoricamente giusto
Consistente in una condanna
Che
Porterebbe le vittime
Vedete ahimè che siamo noi cittadini gli italiani tutte tutti
Nelle diverse forme di responsabilità
Che dei quali possiamo essere considerate responsabili dico non sarò io a dire vincere e vinceremo valido vorrei dire
Consentitemi
Ho detto che anche il concordato frattanto accede
E Stato italiano
Assieme ad altri patti anche quello elettorale da
Non potere assistere
Da parte
Della Santa Sede al terreni momento delle ragioni degli obiettivi per i quali
è scritto
Che venne fatto quella concordato ma da mente nella speranza
Di abolire le conseguenze della vergogna
Dei trattati da tre elementi e di tutti gli altri trattati internazionali che anche come Stato italiano abbiamo
Il dovere di dire
Ritenere responsabilità di ciascuna in ciascuno di ordine voi poiché il che ci ascoltano
Comprende
Che
La espressione
Al partito radicale significa semplicemente questo
Niente qual sia il bordo
Si scrive si diceva che significa dare l'equivalente di un caffè al giorno comunque
Come ovunque pagato comunque dato al partito per questa lotta e immenso valore rischio
Quindi su questo quel qualcuno oggi
Raccontando
Detenuto ma non solo uomini di scienza e via dicendo
Beh
Non si facciano subito sapere perché l'effetto annuncio è enorme
Che
Loro rivendicano la responsabilità e l'onore
Di pagare il biglietto
Che assicura il massimo di libertà e di responsabilità per un anno
Trovando un modo Inge
Anche l'eccessività morendo di fame trovando Gordon ripagare o incassare
L'equivalente le poche altre al partito radicale o uno delle sue
Associazione il costituente
Bene grazie Marco Pannella grazie per essere intervenuto
Qui con noi io ringrazio anche Rita Bernardini che sta da questa sera con noi vi ricordo il coraggio cacce torneremo dopo domani giovedì ventisette marzo alle ore diciannove e quarantacinque non mancate e ora ecco i nostri recapiti
Bene allora come al solito prima di salutarvi vi ricordo i nostri recapiti ovvero come entrare in contatto con noi di radio carcere prima di tutto il numero di telefono di qui di Radio Radicale ovvero zero sei
Quattro otto otto sette otto uno ripeto zero sei quattro otto otto sette otto uno
Chiamateci durante tutta la settimana se siete da poco usciti dal carcere chiamateci se avete subito un'ingiustizia del processo un'ingiustizia subita
Sia come imputati che come vittime del reato vi ricordo anche il nostro sito internet ovvero radio carcere
Punto com del ricordo che siamo presenti su Twitter ma anche su Facebook basta cercare radio carcere o Riccardo Arena
Su Twitter e su Facebook ed risponderanno fuori i simboli di radio carcere e poi soprattutto le persone detenute ricordo l'indirizzo dove
Inviare le vostre lettere dalle carceri lettere che leggiamo tutti i giovedì alle ore dieci e nove e quarantacinque raccontate ci tutte le ingiustizie che subito e nelle carceri delle vostre lettere
Questo è un indirizzo dove scriverci dalle carceri radio
Radicale rubrica radio
Carcere via principe Amedeo
Due
Zero zero uno
Otto cinque a Roma scrivete scrivete scrivete radio carcere non lasciate che le ingiustizie che subite rimandano protette dal silenzio e da quelle quattro mura e poi scriveteci anche per informarci in quali carceri
Avete creato i comitati per la giustizia e per l'amnistia
Comitati che sono presenti già in tante carceri ma l'obiettivo è che siano presenti in tutte le duecento sei
Carceri italiane
Vi ricordo che dal ventotto febbraio i radicali hanno promosso
Una nuova iniziativa non violenta un Satyagraha che terminerà il ventotto maggio quando scadrà il termine che ci ha dato la Corte europea dei diritti dell'uomo per riporre rimedio
All'emergenza carceraria quindi se volete aderire in qualsiasi modo questa nuova
Insediare non violenta
Scrivete a noi di radio carcere io ringrazio Luciana Bruno per l'assistenza in regia grazie a Fabio Ambrosi per l'assistenza in regia video e grazie grazie di cuore a tutti voi che anche questa sera
Da una casa da una macchina da un camion e da una cella
Vecchie sovraffollate avete acceso la radio per ascoltare una piccola voce la voce che radio carcere l'informazione sul processo penale e la detenzione vi ricordo che con radio carcere torneremo dopodomani
Giovedì ventisette marzo alle ore diciannove e quarantacinque non mancate a tutti voi un caro saluto
Da Riccardo Arena
Italiano il tribunale
Cinque Codice di procedura penale
Abbiamo accolto l'appello di Palermo seconda soluzione
Data cinque aprile mille novecento