25MAR2014
stampa

Le speculazioni finanziarie e le possibili soluzioni - Conferenza stampa di Gianni Girotto e Andrea Barenas

CONFERENZA STAMPA | Roma - 10:15. Durata: 1 ora 24 sec

Player
La crisi finanziaria incominciata nel 2008 è tuttora in corso.

Va reso noto al grande pubblico l'imponente influenza della finanza sull'economia globale.

Non è più pensabile lasciare al libero mercato una cosi grande autonomia di manovra.

Esaminiamo le principali problematiche del settore finanziario e suggeriamo le possibili soluzioni.

Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Le speculazioni finanziarie e le possibili soluzioni - Conferenza stampa di Gianni Girotto e Andrea Barenas" che si è tenuta a Roma martedì 25 marzo 2014 alle 10:15.

Con Gianni Pietro Girotto (senatore,
Movimento 5 Stelle (gruppo parlamentare)), Andrea Baranes (Presidente della Fondazione Culturale Banca Etica), Francesco Molinari (senatore, Movimento 5 Stelle (gruppo parlamentare)), Salvatore De Blasi (iscritto al Movimento 5 stelle - Trapani).

La conferenza stampa è stata organizzata da MoVimento 5 Stelle.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Banca Centrale Europea, Banche, Cassa Depositi E Prestiti, Crisi, Debito Pubblico, Economia, Esteri, Finanza Pubblica, Finanze, Fmi, Fondazioni, Mercato, Movimento 5 Stelle, Pil, Tasse, Ue.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 1 ora.

leggi tutto

riduci

10:15

Organizzatori

MoVimento 5 Stelle

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a tutti dell'inutile amici che sono qui presenti naturalmente quelli che ci seguiranno in streaming o vedranno registrata questa conferenza una conferenza
Molto poco politica e molto tecnica perché abbiamo la fortuna di avere con noi uno dei massimi esperti nazionali di finanza
Internazionale quindi non ci limitiamo assolutamente all'ambito nazionale anzi
Siccome parliamo delle grosse distonie delle grosse problematiche della finanza andiamo soprattutto a livello internazionale ora voi tutti vi siete resi conto dal due mila otto in poi di quale sia il ruolo che ha la finanza la grande finanza internazionale
Nella vita di tutti i giorni qual è l'influenza
Esagerata che ha nella nella vita di tutti noi ci sono grossi problemi che una mancata una in corretta gestione politica della finanza comporta
E di questi ne parlerà appunto diffusamente Andrea Baranes
Noi da parte nostra come momento cinque stelle abbiamo già alcune cose a programma abbiamo già anche fatto alcune cose in primis la proposta di legge per la separazione tra banche d'affari e banche commerciali
I sogni a battersi molto di più relativamente all'introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie e transazioni velocissime che sono meramente speculativa e non hanno nulla a che vedere con il mercato reale con il mercato dei beni
Che esistono realmente ma sono
Pure operazioni speculative
E continueremo a a far luce su questi
Grossi problemi continueremo a far luce anche sulla maggiore realtà nazionale finanziaria che Cassa depositi e prestiti io ne approfitto per ricordare a tutti che il sette aprile
Alle ore diciassette faremo un convegno con tutte le parti sociali interessate proprio su Cassa depositi e prestiti quindi già d'ora vi invito a
Tenervi liberi
Tra i diciassette la venti di lunedì sette aprile io non voglio portare via altro tempo Baranes le cedo subito la parola al ringrazio presso il qui presente e vedrete che avrà moltissime cose molto interessanti da dirci grazie
Grazie
A grazie dell'invito grazie a Giannini rotto per l'invito a questa giornata e per cercare sì di
Riparlare ripensare quello che che è avvenuto negli ultimi anni anche rispetto al al ritornello che ci viene ripetuto praticamente ogni giorno
La crisi è legata a un eccesso di debito pubblico e dello Stato che ha speso troppo in un welfare negli anni passati troppa sanità troppa istruzione eccetera eccetera adesso
Non c'è più dura alternativa all'austerità fare sacrifici a rimettere a posto i conti pubblici
Rispetto a questo ritornello che ci viene ripetuto ogni giorno credo che alcuni dati possano possono permettere di capire meglio la situazione alcuni dati ad esempio anche quelli di Eurostat del servizio di statistiche della dell'Unione europea se andiamo a vedere
Il rapporto tra debito e PIL che è il parametro fondamentale che ci viene ripetuto ogni giorno noi con i parametri di Maastricht per quanto siano totalmente razionale e da rimettere in discussione ma diciamo
I parametri di Maastricht prevedevano
Che i Paesi dell'Unione Europea dovessero avere un rapporto tra debito e PIL al sessanta per cento
Se andiamo a vedere cosa è avvenuto in media nell'Unione europea dalla metà degli anni Novanta fino al due mila otto il rapporto oscilla tra il cinquantanove il sessantuno per cento ovvero perfettamente in linea con gli obiettivi pur sbagliati ma con gli obiettivi che ci eravamo dati
La situazione si dirà sarà diversa in Italia dove il dedito rapporto tra debito e PIL fuori controllo in realtà in Italia è sempre stato alto ma tutt'altro che fuori controllo anche da noi dalla metà degli anni Novanta anzi dall'inizio degli anni Novanta fino al due mila sette due mila otto
Il rapporto tra debito e PIL oscilla
Poco sopra il cento per cento anzi è lieve diminuzione dalla metà degli anni Novanta fino al due mila otto di colpo tra due mila otto due mila nove esplode in Italia come nei Paesi della periferia come nei Paesi del nord come negli Stati Uniti come in tutte le economie occidentali
Allora per semplificare nel ritornello che ci arriva dalla troika
Ovvero Banca Centrale Europea Commissione Europea Fondo monetario vorrebbe dire che tutti i Paesi europei si sono comportati benissimo fino al due mila sette due mila otto di colpo tra il due mila otto e due mila nove tutti a spendere come matti
Asili nido come se piovesse lo milioni gli ospedali pensioni loro per tutti eccetera eccetera
Allora visto che questa sarebbe quasi una barzelletta se non fosse una tragedia per i milioni di persone che si vedono anche tagliare i servizi pubblici essenziali forse bisogna capire che cosa è avvenuto tra due mila otto due mila nove
E in particolare come tra due mila sette due mila otto l'anno precedente
La finanza privata non quella pubblica la finanza privata provoca una crisi devastante da una crisi devastante e sono necessari migliaia di miliardi di euro di dollari per salvare la finanza che aveva causato la crisi
Quindi un principio economico molto sano per cui finché le cose vanno bene privatizziamo i profitti quando il giocattolo si rompe vengono socializzate le perdite
Con interventi pesantissimi dei Governi delle principali potenze economiche non direttamente in Italia ma chiaramente negli Stati Uniti in Gran Bretagna Germania in Francia
Allora cosa è avvenuto a cavallo del due mila otto
Che se guardiamo al rapporto tra debito e PIL se la finanza globale provoca una recessione che è esattamente una diminuzione del PIL il rapporto tra debito e PIL peggiora per motivi puramente contabili
Ancora qual è un'altra cinghia di trasmissione della crisi dalla finanza privata la finanza pubblica
Che peggiore il debito
Perché se c'è una crisi ci sono meno consumi quindi meno entrate fiscali e quindi il debito aumenta il rapporto peggiora ancora gli Stati devono intervenire e pesantemente per aiutare i cittadini travolti dalla crisi come avviene in Italia con l'aumento delle ore di cassa integrazione come avviene con le misure
Messa in campo e quindi i conti pubblici peggiorano
Soprattutto quello che avviene di colpo a cavallo del due mila otto
è che Germania Gran Bretagna Stati Uniti Francia hanno bisogno di migliaia di miliardi per salvare le banche che hanno causato la crisi
Quindi questi Paesi devono indebitarsi
Come si indebita un Paese emettendo titoli di Stato in Italia sono Bot BTP e CCT
Quindi di colpo a cavallo del due mila otto sul mercato c'è un'offerta enorme di titoli di Stato tedeschi francesi inglesi e statunitensi in un momento di crisi quindi con molti pochi capitali disposti a comprarsi questi titoli di Stato
E le la legge base dell'economia se c'è tantissima offerta e c'è poca domanda di titoli di Stato c'è una concorrenza esasperata tra Paesi per piazzare i propri titoli di Stato sui mercati
Allora la Germania che ha un'economia più forte piazza i suoi Bund al due per cento l'Italia prova piazzare i suoi BTP al due per cento ma al due per cento non se le compra nessuno e allora l'Italia deve aumentare i tassi di interesse che offre sui suoi titoli di Stato
Si aumentano i tassi di interesse peggiora nei conti pubblici perché più soldi devono andare al pagamento del debito e degli interessi
Se peggiora nei conti pubblici le mitiche agenzie di rating ci tagliano il voto
Se le agenzie di rating ci tagliano il voto i mercati non si fidano più di noi se i mercati non si fidano più di noi voi per piazzare i nostri titoli di Stato dobbiamo aumentare il tasso di interesse se aumentiamo il tasso di interesse peggiore nei conti pubblici
Entriamo in una spirale che è esattamente quella della Grecia della Spagna e degli altri Paesi travolti dalla crisi
E questo quando sentiamo lo spread come se fossero arrivati marziani Acciano calato lo spread sulla testa di colpo
Tre o quattro anni fa lo spread è esattamente la differenza tra l'interesse che deve offrire l'Italia sui propri titoli del debito pubblico e quelli che offre la Germania sui suoi in particolare tre BTP a dieci anni Abbundo a dieci anni
Quindi se continuano a peggiorare conti pubblici entriamo in questa spirale se non cambiamo l'intero sistema per spezzare questa spirale uno Stato non ha mille soluzioni o aumenta le entrate o tagli alle spese
Quindi aumento delle entrate vuol dire aumento della pressione fiscale vuol dire privatizzazioni e fare cassa fino a all'idea di vendere le spiagge per fare cassa
Agli alla spesa vuol dire tagli alla sanità tagli all'istruzione tagli alla ricerca e l'austerità i sacrifici che stiamo vivendo
Quindi l'idea di fondo è che questa ostilità e questi sacrifici sono il nostro tentativo per quanto forzoso inconsapevole per quanto costretti
Ma solo il nostro tentativo di tenerci sulle spalle questo sistema finanziario che ci ha trascinato nella crisi esattamente come adesso
Con la follia che quello che è avvenuto e che nel due mila sette due mila otto stava crollando la finanza privata e gli Stati sono dovuti intervenire per salvarla
Due anni dopo sono gli Stati avere un eccesso di debito da chi devono andare dai mercati finanziari per richiedere questi soldi mi sembra un gioco delle tre carte
Per non riconoscere che i debiti creati da questo sistema finanziario ipertrofico e senza regole sono semplicemente troppi ma il problema della finanza privata
Invece quello che è avvenuto e che quando stava crollando la finanza privata i piani di salvataggio sono arrivati senza nessuna condizione e interessi bassissimi nulli un gigantesco assegno in bianco
Quando tre anni dopo sono gli Stati a essere in difficoltà le condizioni sono durissime i tassi di interesse da usura
Uno in Italia tra le varie condizioni abbiamo dovuto inserire il pareggio di bilancio in Costituzione l'abbiamo cambiato la nostra Costituzione per non fare arrabbiare i mercati finanziari questo è il rapporto di forza che c'è adesso tra finanza privata e finanza pubblica
Con effetti devastanti che ci sono stati in questi anni
Per dirne uno quando nel due mila otto stava crollando l'intero sistema finanziario privato che cosa è avvenuto è avvenuto che enormi masse di capitali sono fuggite dai mercati finanziari
Sono fuggite da mercati finanziarie cercando qualche rifugio quali sono i beni rifugio d'esempio il bene rifugio per eccellenza il loro
Quindi di colpo enormi capitali che fuggono da azioni e obbligazioni perché sono in crisi e si riversano sul loro quindi tutti vogliono comprare loro di nuovo legge della domanda e dell'offerta il prezzo del loro sale
Se il prezzo del sul loro sale mentre quello di azioni e obbligazioni crolla altre persone erano vado a comprare loro anch'io per tenerlo sotto il materasso e il prezzo continua a salire e in questo modo si crea una bolla finanziaria
Il problema è che nel due mila otto questo non è avvenuto unicamente sul loro me avvenuto tramite i derivati tramite strumenti finanziari sempre ben comprensibili è avvenuto anche sulle materie prime è avvenuto anche sul cibo
Allora nei primi sei mesi del due mila otto in sei mesi il prezzo del mais e del grande raddoppiato sui mercati finanziari internazionali
Milioni di persone secondo i dati dell'ONU della Banca mondiale milioni di persone mal nutriti o sottonutrite perché nel giro di pochi mesi il prezzo del grano del mais raddoppiato
E la cosa incredibile e che in questi sei mesi
Non c'è stato una siccità non c'è stato un alluvione non c'è stato un qualche motivo reale che abbia portato all'aumento dei prezzi delle materie prime
Sono motivi unicamente finanziarie speculativi che hanno portato a milioni a decine di milioni di persone a non poter più comprare gli alimenti di base della loro dieta
E questo che è venuto di speculazione sulle materie prime presentiamo istituzioni internazionali che dicono sono i cambiamenti climatici al cambio della dieta in Cina sono i biocarburanti che sono tutti i motivi giustissimi e molto preoccupanti
Ma sono motivi che andrebbero a giustificare un aumento dei prezzi su scala di dieci anni di vent'anni non è che di colpo nel giro di tre mesi ci sono stati dei fattori questa è veramente la speculazione che crea dei disastri
Con la cosa più incredibile l'ultimo punto prima di passare rapidamente alle soluzioni
Da la cosa più incredibile dell'attuale aspetto è che questa speculazione questa instabilità che ci dite che viviamo sui prezzi delle materie prime come sui titoli finanziari come sui titoli di Stato sull'intera
Gamma dei di di tutto quello che si può comprare e vendere questa speculazione non è un indesiderato effetto collaterale
è la base stessa del gioco oggi la finanza cerca insegue e crea questa instabilità questi disastri cerco di spiegarmi cos'è una speculazione
Io compro una casa per cento mila euro dopo un anno questa casa vale centouno mila euro io posso rivenderla e ho guadagnato mille euro ho fatto una speculazione immobiliare
Però se in un anno da cento passa centouno guadagnato l'un per cento in un anno non è divertente e molto divertente se il prezzo delle case impazzisce se io compro una casa cento e dopo tre mesi magari vale centoventi o se mi dice male vale ottanta ma più le speculazioni sono veloci più sono rapide più sono ampie
Più c'è da guadagnare e il paradosso è che oggi la finanza speculativa e talmente potente come nel caso delle materie prime che riesce essa stessa a creare le oscillazioni dei prezzi su cui poi va a guadagnare
è questa l'idea di fondo che la speculazione la base stessa del gioco più creo disastri
Più c'è instabilità più è una follia la quale sistema finanziario più le oscillazioni dei prezzi saranno anche veloci e più possa andare a estrarre profitti da quelle stesse oscillazioni e da quella stessa instabilità che ho creato
Oggi tramite i derivati è possibile scommettere sul prezzo delle materie prime possibile scommettere
Contro il fallimento di interi Paesi nessuno specula sui Bund tedeschi perché sono noiosissimi li compra cento qualunque cosa succede rimangono a cento e a fine anno Milano un piccolo margine di interesse
Se vado a giocare sui titoli della Grecia che un giorno ve li rimborsano l'altro no e i prezzi con e grazie
Alle mie speculazioni non solo ci sono le oscillazioni naturali ma io stesso ne faccio impazzire il valore ecco che posso guadagnare molto di più andando a sfruttare queste oscillazioni
Quindi ci troviamo nella follia di un sistema finanziario che crea e rincorre continua instabilità e oscillazioni e che è arrivato a dominare interamente le nostre vite
E tra tutte queste follie quella maggiore che oggi ci vengono a dire che la colpa nostra di un eccesso di debito pubblico di un eccesso di welfare di un eccesso di spesa pubblica
Allora quello che crediamo sia necessario fare agire lungo diverse direttrici alcune le accennava Gianni Girotto nella sua introduzione alcune poche semplici regole per chiudere una volta per tutte questo casino finanziario
E il dato di fondo è che non è una questione di difficoltà tecnica è una questione di volontà politica
Sappiamo cosa andrebbe fatto per chiudere questo casino a finanziare una volta per tutte e parliamo di una tassa sulle transazioni finanziarie parliamo di separare le banche commerciali dalle banche di investimento
Parliamo di maggiore trasparenza sui mercati finanziari di impedire alcune operazioni con derivati come quelle che permettono persino di speculare sul prezzo del cibo e sulla fame dei più poveri
Tra tra le varie ne ne cito solo una per capire
Davvero la follia nella quale siamo immersi quando parliamo di finanza io non riesco ancora a capire per quale motivo in ambito finanziario non esiste un principio precauzionale
Secondo le regole europee il produttore non può vendere un'automobile non può vendere un giocattolo finché non dimostra che non è pericoloso che non è nocivo l'ora per quale motivo io produttore non posso vendere una lavastoviglie se rischia di allargarmi la cucina ma posso
Per uno strumento derivato che è in grado di mettere in ginocchio l'intero Paese per quale motivo l'onere della prova non è su chi intende mettere in commercio alcuni prodotti ma nel migliore dei casi quando ci sono i controlli sono perlomeno
Molto approssimativi e molto leggeri allora
Questo è è un punto che ha una validità insieme a un punto che dimostra la differenza che c'è oggi tra
Quello che chiamiamo finanza che dovrebbe essere
Uno strumento al servizio dell'economia e che oggi in gran parte diventato una sala scommesse un casino e quello che avviene per qualunque altro settore merceologico
Il punto di fondo è che con le proposte che vengono portate avanti non sono contro la finanza sono a favore della finanza ma a favore della finanza di una finanza e sia uno strumento al servizio dell'economia
Per farla semplice forse un qualche approssimazione ma la finanza dovrebbe essere il mercato dei soldi
Se io voglio comprare delle mele vado al mercato cioè il contadino che le vende io che le compro e domande offerta si incontrano sul mercato le banche dovrebbero fare questo in teoria dovrebbero mettere in contatto che ha dei soldi con chi ha bisogno di soldi
Le borse quando pensiamo così stritola siti pensiamo a ad dei luoghi
Follin quindi erano migliaia di miliardi al secondo ma le borse sono chiamate mercati finanziari perché dovrebbero fare questo accetti a un risparmio non ci sono stati imprese che hanno bisogno di soldi domande offerta di soldi si incontrano sul mercato dei soldi
Quindi l'idea che la finanza dovrebbe essere uno strumento solo uno strumento al servizio dell'economia reale al servizio delle attività produttive
Oggi questo ruolo è andato totalmente perso e diamo per scontato che la finanza sia un fine in sé stesso sia fare soldi dà i soldi nel più breve tempo possibile
E purtroppo ben oltre il novanta per cento di quello che chiamiamo finanza e questo dovrebbe essere chiamato casinò dovrebbe essere chiamato sala scommesse
Allora quello che diciamo sono alcune regole per riportare la finanza essere uno strumento al servizio dell'economia
Agendo dall'alto in qualche modo con queste regole
In parallelo dal basso una riflessione sull'uso del nostro denaro io personalmente lavoro con Banca etica Banca etica l'unica in Italia che pubblica sul suo sito tutti i finanziamenti che vengono erogati alle persone giuridiche
E i finanziamenti vanno unicamente a progetti che hanno ricadute sociali e ambientali positive quindi dalla cooperazione sociale né rinnovabili al biologico
Allora anche in questo caso sono i miei soldi sul mio conto corrente quando le deposito in banca
Questi soldi vanno a finire per finanziare l'economia del mio territorio o finiscono in qualche paradiso fiscale sto finanziando l'agricoltura biologica o qualche traffico di armi dall'altra parte del mondo
Crediamo che abbiamo il diritto per molti versi il dovere di esigere dalla nostra banco intermediario finanziario fondo di investimento la completa trasparenza sull'uso che viene fatto dei nostri soldi
E se spostiamo i nostri soldi da questo gigantesco casino di speculazione e al contrario rimettiamo al servizio di un diverso modello economico
Fondato su impatti sociali ambientali positivi sulla creazione di posti di lavoro crediamo che molto si possa cambiare
E l'ultimo punto che volevo al quale volevo accennare che in parallelo con regole dall'alto l'uso dei nostri soldi dal basso è davvero dobbiamo ricostruire l'immaginario che c'è stato imposto in questi anni
In cui non la crisi verrebbe da un eccesso di welfare da un eccesso di debito pubblico in cui ci troviamo nella follia in cui le banche private continuano a essere inondate di soldi facili dalle banche centrali
Ma gli Stati non possono ricevere nessun aiuto dalla Banca centrale europea troviamo le banche private hanno ricevuto oltre mille miliardi di euro l'un per cento è un passo negativo se si tiene conto dell'inflazione
Ma per Statuto la BCE non può intervenire in sostegno degli Stati sovrani
Ci poniamo vedente quale sia la la follia di questa disparità di trattamento tra finanza privata e finanza pubblica
Una finanza privata che continua essere inondata di soldi facile di liquidità a basso costo mentre a Stati e cittadini che hanno subìto la crisi si impone asserita sacrifici
E il problema peggiore è che non è tanto l'ingiustizia sociale si vediamo
I banchieri dell'asilo di Wall Street che si gratificano con bonus milionari e ci può fare arrabbiare giustamente parecchio ma la cosa peggiore di quello che è avvenuto negli ultimi anni
E che con austerità e sacrifici l'economia in recessione nel migliore dei casi cioè in alcuni Paesi una piccola crescita senza creazione di posti e dire loro quindi l'economia è rimasta al palo mentre grazie alle migliaia di miliardi di euro di dollari la finanza è ripartita come peggio di prima
E se la finanza è ripartita l'economia hanno c'è uno scollamento tra il valore degli attivi finanziari il valore dell'economia che la definizione stessa di una nuova bolla finanziaria
Una nuova bolla finanziaria che stiamo gonfiando con i soldi delle banche centrali e con i gol gli interventi dei governi che finiscono unicamente nel settore finanziario
In Italia le banche italiane dei mille miliardi della Banca centrale europea ne hanno presi oltre duecentocinquanta ma in Italia c'è il credit crunch
Per una piccola impresa impossibile avere accesso al credito non ci sono i mutui non ci sono
Allora come è possibile che le banche continuano a essere inondati di soldi ma questi o denaro non finisce all'economia reale e produttiva come è possibile che si rischi questa nuova bolla finanziaria questo nuovo scollamento
E se dovesse esplodere questa nuova bolla Verona dice che è colpa nostra che noi la frase più bella consentito negli ultimi mesi noi dobbiamo restituire fiducia questo sistema finanziario e quindi accettare asserita sacrifici
Per questo crediamo che sia assolutamente urgente un cambio di rotta tanto in Italia quanto in Europa è un cambio di rotta che significa fare pressione far sentire la nostra voce per cambiare le regole del gioco
Significa intervenire personalmente dal basso con i nostri pochi risparmi
Cambiando l'uso dei nostri risparmi e significa un ripensamento dell'intero ruolo e delle regole che sovrintendono al sistema finanziario ricostruendo quello che avvenuto negli ultimi anni e riconoscendo che il punto di partenza dovrebbe essere la finanza privata e sicuramente non
La finanza pubblica in una battuta conclusiva mi verrebbe da dire che se la troika Commissione Europea eccetera avessero dedicato il dieci per cento dell'impegno che hanno messo a imporre fiscal comparsi fatto un pacchetto sterilità sugli Stati sovrani
Perché Udre questo casino finanziarie sulle istituzioni finanziarie privata oggi probabilmente staremmo molto meglio di come stiamo
Un concentrato di notizie assolutamente
Fortissime allora innanzitutto io invito tutti i presenti che abbiano interventi integrazioni o domande a farle abbiamo delle domande che ci arrivano dalla Rete io ne approfitto per
Confermare invitare chi ci segue dalla Rete di porle pure indiretta leggi rimediata mente o già due domande per
Una sarebbe per me ma preferisco farla a Baranes esistono delle leggi a tutela degli Stati e quindi delle popolazioni che non non permettano di entrare in questa spirale finanziaria
Questa è la prima domanda se
C'è una copertura legislativa a tutte le degli Stati
Poi
Una considerazione dobbiamo togliere potere speculativo alle banche ordinarie ma come faremo a combattere la speculazione delle lobby che si riuniscono in Inghilterra probabilmente si riferisce al fatto che a Londra
è una delle principali paradisi fiscali in Europa è davvero così importante l'eurobond
Ma se magari
Hai una qualche risposta a queste due poi invito Chinea altre a farsi avanti io ne ho una matricola serie
Si rapidamente sulle leggi il problema che è molto difficile leggi a tutela degli Stati perché quello che comunemente viene chiamato come globalizzazione in realtà è stato principalmente una globalizzazione finanziario oggi ci troviamo
Con una finanza che si muove liberamente in tutto il mondo mentre gran parte delle leggi sono ferme a livello dello Stato nazione
Lo vediamo in Europa capitali liberi di muoversi ma poi ogni Stato deve gestire da sé il proprio debito pubblico lo vediamo su scala mondiale con l'esistenza dei paradisi fiscali solo l'esempio di estrema scandaloso di quello che avviene
Oggi capitali sono liberi di muoversi ma gli Stati
Hanno hanno le leggi e i controlli che per la maggior parte sono fermi a livello dello Stato nazione su una qualche protezione dalla speculazione o da quello che attiene
Quello che avviene in molti in molti altri Stati pensiamo agli Stati Uniti alla Gran Bretagna al Giappone
Una banca centrale che interviene attivamente ad esempio sostenendo
Intervenendo per aiutare i Paesi che dovesse avere un eccesso di debito acquistando i debiti ci sono diverse modalità di intervento della Banca centrale a sostegno dei Paesi in altri Stati in
In Europa questo non ce l'abbiamo anche qui torniamo
Credo il paradosso di un'Europa ferma in mezzo al guado che ha fatto e partirà con moneta unica libera circolazione dei capitali libera circolazione delle merci
Ma non c'è un'Europa fiscale non c'è un'Europa politica quindi nuovamente non ci sono leggi a tutela degli Stati perché ci troviamo in mezzo a un guado in cui le leggi sono ferme
A livello dello Stato nazione ma
La finanza i capitali si muovono liberamente
Sulle lobby effettivamente un problema effettivamente molte cose andrebbero fatte su scala europea su scala internazionale
Molto si potrebbe fare anche anche qui in Italia si potrebbe partire anche qui in Italia
Intanto facendo sentire la nostra voce su scala europea che qui il mantra che ci viene ripetuto l'Europa che ce lo chiede dovremmo iniziare a dire che l'Europa siamo anche noi che siamo noi che lo chiediamo all'Europa su questo cerco di fare un esempio anche riallacciandomi all'ultima cosa che dicevo prima
C'è un comunicato stampa di bar niente la Commissione europea
Nel quale Barnier dichiara che dopo aver quel provveduto ad alcune regole finanziarie adesso è tempo di interessarci al sistema bancario ombra bravi peccato che questo comunicato stampa sia di settembre due mila tredici
Nel settembre due mila tredici la Commissione europea dichiara che adesso tempo di interessarci al sistema bancario ombra
L'ora di un comunicato stampa del genere l'avrei voluto vedere il giorno del fallimento della Lehman Brothers a settembre due mila otto non a settembre due mila tredici quello che dicevo prima cinque anni per iniziare a interessarsi del sistema bancario ombra
Quando abbiamo il pareggio il bilancio in Costituzione fiscal compact perché il bilancio dello Stato abbiamo accettato tutti i Paesi europei che noi siamo sottoposti al controllo all'ingerenza della Commissione europea e la nostra legge stabilita quella che era la Finanziaria
Deve essere approvata dai burocrati europei e sul gigantesco sistema bancario ombra che ci ha trascinato nella crisi
Bontà sua a sei anni dallo scoppio della crisi la Commissione ci dice inizialmente vorrei dirci qualcosa di più su questo ci sta ma finanziario ombra che era anche una delle mie domanda di rapidamente il sistema bancario onde
Ma un insieme di istituzioni in gran parte registrate nei paradisi fiscali ma sono degli istituti che di fatto si comportano come banche Bra colgono soldi erogano prestiti con un'unica sono ma non sono banche e quindi non sono sottoposte
A quelle che sono le regole e controlli per il sistema bancario
E ha una dimensione non si sa nemmeno la dimensione anche qui ci sono degli studi delle banche centrali del Fondo Monetario eccetera che cercano di dare una definizione perché l'ingegneria finanziaria ogni mese inventa delle nuove strutture delle nuove forme
Per cui c'è sempre la regolamentazione che insegue con mesi di ritardo cercando di mettere le toppe nuovamente non c'è un principio precauzionale in cui l'onere di la prova tu non puoi costituirà tuba anche a non può lavorare con questo ente se non mi dimostri che è sottoposta a un minimo di regole di trasparenza
E sistema bancario ombre semplicemente tutto quell'insieme di società
Le più svariate le più incredibili che di fatto si comportano come banche ma non sono sottoposte le regole delle banche e uno dei maggiori problemi del due mila otto perché i mutui subprime perché le banche concedevano mutui a tutti
Perché si disfaceva uno di questi modelli passavano nel sistema bancario ombra
E quindi bilanci rimanevano puliti quelli delle banche partita dal sistema bancario ombra venivano rivenduti a spalmati sui fondi pensione sui fondi di investimento e tutto il mondo e si è visto che anche piccoli risparmiatori
Si son trovati a loro insaputa dei pezzi di mutui subprime ma quello che è avvenuto e che quando è crollata la fiducia è venuto giù questo sistema bancario ombra e a quel punto le perdite sono tornate sui bilanci delle banche e sui bilanci delle banche e gli Stati sono dovuti intervenire
Che anche uno dei motivi per cui chiediamo una separazione tra banche commerciali e banche di investimento perché oggi le banche universali significa che possono speculare scommettere sul casinò finanziario
Poi se qualcosa va male possono ricattare i Governi guarda che cioè i correntisti che hanno mille duemila euro sul conto se tu non mi saldi vengo giù io e sarà la corsa agli sportelli bloccano il bancomat bloccare conti correnti non generano più gli assegni
Quindi a questo ricatto e quello che si chiama Zardo morale le banche possono prendere sempre più rischi
Perché finché le cose vanno bene i profitti sono privati quando qualcosa vanno male bisogna socializzare le perdite se funzionasse così io domattina partire per Montecarlo famosa la Casinò con soldi che non sono miei finché vinco mi tengo la vince da quando perdo verde qualcun altro oggi la fino a
Se ha ragione in questo modo e questi meccanismi che bisogna smontare dalla base se il famoso concetto too big to fail Santa troppo che
Grandi per fallire ai comitati civici possono ricattare al volo sull'ultima cosa sugli eurobond gli eurobond potrebbero essere un pezzetto della soluzione
Ma è molto più in generale e rimettere in discussione l'intero impianto dell'Unione Europea appunto non c'è un'Europa fiscale di fatto abbiamo vari e tra i peggiori paradisi fiscali del pianeta sono interni all'Unione europea
E se c'è libertà di circolazione dei capitali di stabilimento delle imprese chiaramente le imprese multinazionali
Perché devono pagare le tasse in Italia se possono costituirsi di volta in volta in Irlanda Lichtenstein Lussemburgo eccetera
La Banca centrale europea definisce le politiche monetarie per tutti e ventotto i Paesi ma poi ogni paese deve badare al proprio debito pubblico da solo sottoposto allo spread dei diktat dei mercati eccetera quindi definanzia sia solo degli eurobond sarebbe a dire
Non ogni paese cerchiamo di andare o verso più Europa o rischia di crollare l'intero impianto europeo non possiamo rimanere fermi in mezzo al guado in cui l'Europa è unicamente l'Europa dei capitali ma non c'è un'Europa dei diritti dei popoli un'Europa sociale
Personalmente sono un europeista voglio vedere il bicchiere voglio continuare a essere ottimista e spero che si possa arrivare una BCE
Che sia un apprestate dice di ultima istanza dell'emissione di eurobond di una un motorizzazione in qualche modo sul debito pubblico certo che segnali fino a oggi sono a dir poco molto poco incoraggianti
Sì domande
Abbiamo domande in sala
Anzitutto si sente che
Grazie innanzitutto non
Mi chiamo Francesco Molinari
Naturalmente concordiamo su tutta su tutta la linea molte delle cose che hai detto mi trovano perfettamente d'accordo naturalmente probabilmente l'analisi andrebbe portata forse alle estreme conseguenze parlare del sistema capita
Sequenze forse quello avrebbe potuto chiudere poi tutto no precludere fare
I i richiami storici sappiamo che il sistema che noi capitalistico l'ultimo mercato che si è aperto è stato proprio col sistema di globalizzazione e con la finanziarizzazione complessiva
Poi del sistema è un modo che ha trovato come dire per salvarsi da quello che Marx chiamava come dire la chiusura del mercato e quindi l'apertura possibilmente di come dire di Imperia Lizza azione eccetera eccetera ma quello a cui volevo poi arrivare
Naturalmente gli strumenti mi trovo perfettamente d'accordo tra l'altro in Senato siamo riusciti a calendarizzare un nostro progetto di legge a cui ho visto che tutte le forze politiche
Si sono poi ne hanno presentato uno loro
Che è quello appunto dell'errore commesso da mondi e Amato cioè dalla riunificazione del settore commerciale finanziario delle banche ancora prima di quello che avvenisse con Clinton in America che mi su questo siamo sempre più brave rispetto a tutti gli altri no
Un
Così come mi trovo d'accordo su tutta la la la questione dell'Europa io sono perfettamente d'accordo io pure sono pari uno Oro operista né convinto così come sono sicuro che l'unico modo per salvarci all'interno del blocco
Americano e del blocco e ora si ATI quell'unico e avere una struttura di Europa che sin qui e possa rispondere naturalmente se riusciamo a portare alle estreme conseguenze una bici e che diventi pentiti dice di ultima istanza
Solidarietà siamo il debito complessivo dei vari Paesi il cui l'euro bond potrebbe essere la risposta
Io adesso però detto questo come come premessa io volevo dire rispetto al debito pubblico che è la palla al piede che ci porti che ci possiamo che ci porti a
Il
Siccome
Per questo la critica la portiamo alle estreme conseguenze collaudi ti sul debito pubblico può essere una strada e quali strumenti possiamo utilizzare
Per portarla poi all'attenzione anche dagli altri Paesi europei che su questo secondo me ce la dovremmo dare una risposta definitiva
Allora si sul sul debito pubblico anche di tanto una considerazione di di massima anche qui ce l'hanno sottratto in qualche modo torno tutto questo pallino di un discorso culturale ancora prima che economico
Gestione del debito pubblico sarebbe uno dei pochi strumenti di politica economica che è rimasta uno Stato se vuole fare un investimento di lungo periodo per ristrutturare le scuole contrae debiti fa i lavori
Oggi debito pubblico è diventato verrebbe da dire una una gigantesca macchina di redistribuzione al contrario della ricchezza tutti noi lamentiamo che le nostre tasse finisce unicamente a pagare gli interessi degli interessi gli interessi sul debito l'Italia da anni da decenni ha un avanzo primario e continua a fare deficit perché abbiamo una massa di interessi sul debito che sempre più alta
Rispetto a questo ci sarebbero diverse possibili soluzioni una su scala europea nuovamente una banca centrale che agisse da Banca centrale
E su questo ci sentiamo ripetere no alla Banca centrale non può aiutare gli Stati sovrani
Perché i tedeschi non vogliono pagare per l'Italia perché provocherebbe inflazione perché e qui viene tirato in ballo l'argomento più forte l'azzardo morale se la BCE aiutare Italia poi noi non facciamo i compiti e ci indebitiamo
Allora sarebbe possibile moltissimi interventi anche qui ci sono analisi non la faccio lunga tranquilla BCE immette liquidità e quindi nessun tedesco dovrebbe pagare per nessun italiano io non vorrei che succedesse
L'inflazione in questo momento mi sembra francamente ridicolo che l'Europa sull'orlo della deflazione e una domanda aggregata crollata la disoccupazione massimi il rischio inflazione sembra veramente l'ultimo al mondo
L'azzardo morale di nuovo l'azzardo morale quello degli Stati o è quello della finanza e continua a essere inondata di soldi facili
E che allora
Una banca che lavora solo per il massimo profitto non si pone il problema dell'azzardo morale si pone per uno Stato che dovrebbe lavorare nell'interesse della collettività Pini secondo me la BCE potrebbe intervenire tranquillamente ci sono degli studi dettagliati
Su come aiutare gli Stati e se la BCE subentra con come fa con le banche presti dall'un per cento invece l'Italia si deve finanziare il suo debito sui mercati finanziari un tasso del quattro cinque per cento
O dire da ottanta miliardi pagarne venti adesso la faccio semplice però nella lunga a regime o dire dividere per quattro gli interessi sul debito
Se non agisce la BCE si potrebbero fare delle cose anche in Italia e anche qui ci sono di diverse misure una in particolare che può essere molto interessante effettivamente
Né quella dell'audito la uditori al termine spagnolo
Viene utilizzato perché prima farlo è stato l'Ecuador con una Commissione presidenziale Presidente dell'Ecuador ha nominato una commissione ha detto andiamo a vedere ogni pezzetto del debito pubblico
Da dove viene e chi ce la
Questo debito pubblico l'abbiamo contratto per costruire scuole ospedale per carità lo pago tutto fino all'ultimo
Soldo questo debito pubblico ha finito in corruzione armi ai tempi quando c'era un regime militare e cittadini contino oltre le subito la dittatura visite continuano a
Questo debito per me è illegittimo
Debito contratto da una dittatura mi per corruzione non lo riconosco il debito è detenuto da piccoli risparmiatori che lo usano vera e sostenere lo Stato o
Fu delle fiches
Nelle mani delle grandi
E dopo aver fatto questa analisi pezzetto per pezzetto questa uditori a sul debito sono giunti alla conclusione questa parte del debito è legittima la cui abbiamo
Questa secondo noi è illegittima e Lazzari negoziamo o non la riconosciamo
E su questo quello che viene detto no un default sul debito rinegoziazione del debito impossibile per l'Italia perché crollerebbe mercati finanziari eccetera allora
Mercati finanziari sono molto laici molto pragmatici hanno visto all'Ecuador non ci paga cento andiamo a parlare se esse se io devo dare cento euro uno di voi
Se mi viene da me mi dice non te li posso dare una dico ciao mi cambia se mi dice non te li do tra una settimana ma tra un mese invece di cento teneri lotta e si tratta mercati finanziari fanno questo
Anche perché lo stesso fatto che se io compro debbo otto dei BTP ricevo punti un interesse sopra
L'interesse per remunerare il rischio che corrono il comprare questo migrazione per questo i titoli tedeschi danno meno di quelle italiane se compro un titolo italiano
Ho un rischio superiore se ti compro titolo greco
Affronto un rischio ancora superiore se poi gli Stati devono accettare qualunque sacrificio devastazione sociale perché non si può assolutamente rimettere in discussione il debito e viene a mancare anche il rapporto tra il rendimento il rischio che è una delle basi della finanza
Ultima cosa anche storicamente tutte le maggiori potenze occidentali sono ricorse a una ristrutturazione del debito nella loro storia non ci sarebbe nulla di vergognoso nulla di scandaloso lo fanno tutti
Lo Stato italiano un debito troppo alta andiamo a rinegoziare il debito emettiamo titoli a tasso di Bach insomma
L'ha fatto Giolitti che è uno dei padri fondatori a cavallo del tra il mille novecento a Cala del mille novecento avevamo delle obbligazioni Giulio non riesco a rimborsabile le rimborso in un arco di tempo più lungo o Congedo gli interessi
Ci sono varie forme di rinegoziare il debito quella potrebbe sicuramente essere una strada per abbattere il monte interessi e quindi o
E diminuire le tasse da una parte e dall'altra liberare risorse per per investimenti
Benissimo tanto domandarsi
Prova senza vado De Blasi una domanda su tasso attestazione del rendite finanziarie
Una riflessione che una domanda
Se
Aumentiamo data Sassa sulla rendita cioè io personalmente da collega a lei al reddito di lavoro dipendente tipo sa io c'è un reddito lavoro dipendente o di reddito di impresa quindi in base al reddito del
Dell'indirizzo persona fisica o della solidità comunque sia
Se aumentiamo la tassazione delle rendite c'è il rischio
Che investitori esteri non
Conto più titoli in Italia
O anche italiani cercano di trarre estero oppure soltanto una fantasia senza gara
Ci potrebbe essere
Questo rischio che qui bisognerebbe capire
Se una persona va investe acquistando titoli Italia perché è un investimento quelli che si chiamano i cassettisti lo prendono da angoli o se uno investe per
Pochi secondi o volte millesimi di secondo per guadagnare
Su piccoli margini mezze questi non investono che l'Italia credo mi fanno solo un piacere
è per questo che essenzialmente la proposta centrale che facciamo è quella di una tassa sulle transazioni finanziarie
Egli idea una bassa minuscola lo zero virgola zero qualcosa quando la propose Tobin all'inizio degli anni ottanta parlava di un granello di sabbia negli ingranaggi di speculando la speculazione
Significherebbe che se tu può investire imitare con obiettivi di lungo periodo se devi pagare una tantum lo zero virgola zero qualcosa nemmeno te ne accorgi rispetto alle commissioni richieste dalla banca se tu compri per rivedere dopo mezzora per guadagnare sul minime oscillazioni dei prezzi
Lo zero virgola zero qualcosa su ogni compravendita
Paghi molte volte la tassa molto Di Cola
E questa proposta che era vista utopia le anime belle eccetera dopo la crisi il Parlamento europeo si è espressa a favore la stessa Commissione europea se detta fu ore una dozzina di Paesi europei stanno lavorando per cercare di introdurla problema veti incrociati nella Gran Bretagna non vuole la City di Londra sì
E nuovamente a una questione di volontà politica questo sarebbe da per un piccolo granello una tra le tante misure da mettere in campo
Per il resto più generale se c'è il problema da un lato ci può essere una fuga di capitali ma dall'altro c'è il problema è che se io dei soldi e se voglio creare una piccola impresa aprire un bar qualunque cosa
Sono soffocato da tasse devastanti da una burocrazia micidiale se provo assumere una persona diventa un disastro tra INPS INAIL tutto i livelli cosa devo fare dall'altra parte PIM rimetto li affida un gestore finanziario
E non ho nessun problema se in più la tassazione e più leggera dall'altra parte insomma uno degli effetti delle tasse anche orientare i consumi non avesse aumento le tasse sul tabacco dovrebbe essere un modo per disincentivare nel consumo di sigarette
In questo momento se c'è una tassazione più alta sul lavoro e più bassa sulla finanza è un incentivo pubblico alla speculazione in qualche modo poiché è vero che in Italia molto non è speculazione anche risparmio e me lo tengo lì
Bisogna trovare una modalità equilibrata per cui sia possibile un investimento di lungo periodo non si penalizzino i mercati finanziari
Ma nello stesso momento non diventi più conveniente perché ha dei capitali da investire
Investire in attività puramente finanziaria scollegate da quella che è non dovrebbe neanche essere così ma scollegate da quelle chiamiamo economia reale piuttosto che
Fare un investimento per cercare di creare posti di lavoro
Ok una domanda la faccio io però prima volevo a
Comunicare a tutti che l'esempio che tu facevi o meglio l'auspicio che tu facevi all'inizio dicendo ma perché
Una alla fabbrica che produce lavatrici deve correre il rischio di supportare un danno derivante da da un malfunzionamento
Le banche invece non hanno questo tipo di di principio possono proporre qualsiasi prodotto finanziario e non hanno nessuna responsabilità noi a programmare per amo ufficiale abbiamo introdotto proprio una voce che dice introdurre la responsabilità degli istituti fitte istituti finanziari
Sui prodotti proposti con una compartecipazione alle eventuali perdite
Ecco sulle banche dovessero compartecipare non solo agli utili ma anche le perdite magari qualcosa cambierebbe io volevo chiederti abbiamo una stima di quanto le banche private
Sono state finanziate dal due mila otto ad oggi
Dal due mila otto oggi dalla grande crisi quanto sono state finanziate magari a fondo perduto e quanto al tasso a tasso agevolato abbiamo delle cifre da comunicare un po'i cittadini
Allora delle cifre ci sarebbero problema molto difficile averle esatte e credo che questo sia emblematico di della trasparenza che vige sui mercati quello che ti labile una indagine un paio d'anni fa centro studi Mediobanca parlava di oltre quattro mila miliardi
Di Euro unicamente direttamente nel capitale delle banche
Poi ci sono prestiti a tasso agevolato ci sono altre misure di salvataggio ci sono ad esempio la liquidità nel momento in cui la BCE da mille miliardi di euro l'un per cento
Da un tasso negativo se si tiene conto dell'inflazione un'altra forma all'azzeramento età si sono moltissime le misure
Negli Stati Uniti c'erano diversi studi e che vanno da sette mila miliardi di dollari di costo complessivo fino a ventimila miliardi di dollari tanto appunto la forchetta enorme
Dal Po e difficile entrare nel merito perché molti erano prestiti a tasso agevolato sono rientrati molti erano interventi sul capitale sociale ma poi sono state restituite ci sono le forme più disparate
Di obbligazioni convertibili ovvero che da un prestito ma se tu banca Contini andare male quel prestito diventano azioni già banca viene di fatto nazionalizzato quindi ci sono molte molte stime
Credo che un dato punto interessante sia oltre gli oltre quattro mila miliardi di euro direttamente nel capitale delle banche direttamente come
Come salvataggi bancari e là di quelle un regalo praticamente
Questo bisogna vedere se poi rientrerà se vuol dire la nazionalizzazione alcuni istituti
è molto difficile riuscire a capire che parte viene poi lasciata alle banche e quale parte no secondo me al di là del degli interventi specifici della cifra in sé che assolutamente incredibile che fuori dal mondo
Mi ricordo per dare un dato che credo faccia riflettere
L'ONU la comunità internazionale nel due mila lanciato gli otto obiettivi di sviluppo del millennio dicendo entro il due mila quindici dobbiamo ridurre di due terzi la mortalità infantile nei Paesi più poveri del mondo dobbiamo garantire un'istruzione primaria tutte le bambine e bambini del mondo
Oggi ci dicono che stiamo andando incontro al fallimento internazionale non li raggiungeremo mai a fine due mila quindici
Io ad esempio perché per ridurre di due terzi la mortalità infantile servirebbero ottanta miliardi di dollari in più rispetto a quanto oggi versato ottanta miliardi di dollari
Per per salvare milioni di vite umane e non si riescono a trovare ma quattro mila miliardi di dollari per salvare le banche che hanno causato la crisi vengono tirati fuori così
Questo è il rapporto di forza che c'è oggi tonda il titolo per la comunicazione mi raccomando ottanta contro quattromila
A seguito di quattro mila poiché è molto difficile effettivamente andare a stimare tutti gli interventi di salvataggio di aiuto di rilancio di economia quello che è stato il peso complessivo sui debiti
D'ripeto perché non è neanche solo direttamente di debiti il peggioramento dei conti pubblici è dovuta alla recessione provocata la finanza dovuta all'aumento delle spese
Dovuta moltissimi fattori concomitanti che ci hanno trascinato nella situazione attuale
Andrea stiamo per entrare nel semestre italiano di Presidenza
Della dell'Unione europea però io come dato la presenza di mille cinquecento lobbisti finanziaria a Bruxelles anche tutti i giorni contattano i funzionari e politici per spingere la legislazione
Favorevolmente a banche assicurazioni Tucci puoi confermare questa questa situazione sì purtroppo
è enorme il il peso dei lobbisti finanziari tanto negli Stati Uniti quanto in Europa e lo vediamo su l'esasperante lentezza
Ma ma anche qui per
Ancora ottimista come come termine con cui vanno avanti le proposte di regolamentazione
Appunto una dei dei temi centrali questa qui si sta discutendo la separazione tra banche commerciali e banche di investimento
Dopo la crisi al ventinove nel giro di due tre anni è passato il famoso plastica laccato separazione completa tra banche commerciali e banche di investimento
Chi vuole giocare in Borsa o fare operazioni finanziarie non può farlo i soldi dei correntisti le banche che aprono conti correnti non possono andarseli a giocare
Sulla finanza speculativa dopo settant'anni è stata prima indebolita poi abrogata definitivamente da Clinton oggi dopo la crisi tutti dicono che andrebbe introdotta c'è un rapporto rapporto ricavarne anche il il Governatore della Banca centrale finlandese che è stato richiesto dall'Unione europea
E che attenzione non chiede neanche una separazione completa tra banche commerciali e banche di investimento chiede che in un singolo conglomerato le attività siano tenute separate che dal mio punto di vista assolutamente insufficiente perché poi
Le banche l'abbiamo visto quanto rispettano tali regolamenti e rimarrebbe comunque questi colossi dubito Fay
Ma anche una proposta così edulcorata si è scontrato contro un muro di lobby incredibili che vanno dall'insulto personale virali Caner in Finlandia non sanno neanche cosa sia una banca questi rapporti
Di solito finiscono nella carta straccia a cose molto più sottile in cui il blocco svuoto entro sulla tassa sulle transazioni finanziarie su quel
Lo vediamo e questo è un in qualche modo nel famoso slogan di occupavo Street siamo il novantanove per cento far sentire in qualche modo la voce di questo novantanove per cento
Significa mettere in piedi e partecipare le campagne e ci sono campagne sulla tassa sulle transazioni finanziarie c'è una campagna dal sostenuta da decine di organizzazione si chiama zero zero cinque appunto dal nome
Dal nome della tassa al sito interezza ero zero cinque punto it ha scritto in lettere e adesso come campagna oltre la tassa sulle transazioni finanziarie abbiamo deciso di lavorare anche su separazione tra banche commerciali e banche di investimento
E sul tema dei paradisi fiscali
è una campagna è sostenuta da Banca etica ma da decine di altre organizzazioni e che credo potrebbe essere anche qui un piccolo granello ma tutti insieme cercare di far sentire la nostra voce
E bilanciare se posso su questo un'ultima un'ultima notazione alcuni anni fa al Parlamento europeo ottanta cento parlamentari europei hanno promosso un appello direttamente da parlamentari europei in cui dicevano
Se dobbiamo discutere in tema ambientale da un lato avremo i petrolieri dall'altro magari cioè Greenpeace e ci facciamo un'idea
Se dobbiamo discutere legislazione sul lavoro da un lato ci sarà le Confindustrie dall'altro i sindacati e ci facciamo un'idea se dobbiamo discutere di finanza da un lato siamo letteralmente massacrati dalle lobby di banchieri Rashiti eccetera dall'altro nessuno
Non c'è una spinta una pressione oggi della società civile come c'era altri ambiti
Da questo appello che è nata una rete europea segava fine al suocero che ha proprio come obiettivo di prendere le direttive della Commissione e cercare di spingere nel fare un una contro l'open qualche modo
Pertanto direttiva qui parallelo comma tre bisogna mettere una virgola qui cambiare una parola lì
E servono iniziative di questo genere per cercare di spingere mi fa impressione un'iniziativa totalmente volontaristica per quello che ne so io totalmente auto auto finisce area Urgese evitarne

Problema chiaramente la disparità di fondi che che spaventosa
Sì sempre sulle transazioni finanziarie per dare un'informazione cittadini
Adesso una transazione previa Elettronica ci impiega zero virgola due non secondi ma millisecondi zero vino due mila dieci secondi per fruttuosa azione per darvi un'idea di quante transazioni vengono fatte in ogni momento
Come dicevi tu la maggior parte di queste sono speculative non sono non sono basato sul mercato reale e la campagna zero zero cinque
Ha calcolato che appunto tassando uno zero virgola cinque per cento su queste transazioni velocissime
Si otterrebbero se c'è più di seicento miliardi di euro all'anno ricordiamoci sempre gli ottanta miliardi per combattere la fame nel mondo e qui se non terrebbero seicento miliardi all'anno
L'Italia ha introdotto una ti TF però sappiamo che è assolutamente montatori esce spiegarci perché assolutamente non fu non funziona così come è strutturata quella italiana si è debolissima la proposta è stata introdotta un paio di anni fa
Per farla più semplice possibile si potrebbe dire ad esempio che vengono tassate le azioni ma non i derivati
Tranne derivati Fazio Rimini il novantotto per cento dei derivati non sono tassati per farla semplice con una metafora come dire
Che dopo anni finalmente riusciamo a introdurre dei limiti di velocità sulle strade e poi si scopre che il limite di velocità riguardano le biciclette ma non le automobili passare le azioni e non tassare i derivati che sono gli strumenti principe della speculazione
Di fatto di fatto significa questo rispetto a parte i derivati su azioni che sono il duo tre per cento del totale
Stranamente verrebbe da dire la bozza invece della Commissione un'ottima base di discussione è una base imponibile molto più ampia poche illusioni noi chiediamo che il Governo italiano si impegni per
Portare
Questa bozza di direttiva della Commissione che ogni tanto fa anche
Dei buoni lavori come come base di discussione per tutta l'Unione europea
Però per chiarire anche qui poi ci sono delle critiche atterrò sulla finanza
Transazioni vorrei dare un dato per chiarire di
Di cosa stiamo parlando quando parliamo di di transazioni per esempio sulle valute
Cosa sono le transazioni su valute quando le vacanze negli Stati Uniti che avviene mille euro con mille trecento dollari contro Milano oppure cosa posso fare
Cambini mila euro con mille trecento dollari mi ritengo sotto il materasso spero che il cambio tra euro e dollaro palla come credo di ricambi indietro e se mi ha detto bene invece di mille euro nell'anno mille Beggio mille trenta
Che dio guadagni unicamente comprando e vendendo soldi senza fare nient'altro
Allora oggi il totale di beni e servizi importati o esportati tra diversi Paesi del mondo vale circa ventimila miliardi di dollari l'anno
Quindi se la finanza fosse uno strumento al servizio dell'economia il mercato delle valute dovrebbe valere logicamente ventimila miliardi di dollari l'anno oggi il mercato delle valute ha superato i cinque mila miliardi di dollari al giorno
Così reagirono più soldi in quattro giorni sui mercati finanziari che in un anno di economia reale
Ho detto in un altro modo il novantanove per cento dei soldi che girano nel mondo non serve a comprare nulla vendere nulla importare nulla commerciali sono soldi che inseguono altri soldi per fare altri soldi
Allora chi si oppone alla fase di Ravenna non potete condannare la finanza unicamente per come funziona nel novantanove per cento dei casi per sarebbe una barzelletta ma purtroppo è la realtà sono queste le critiche ci vengono poste dai lobbisti Emma la finanza sì alla fine la finanza non funziona
Per l'la cosa di fondo e mi viene alla fine appunto banche non dà dei soldi e c'è il credit crunch e servono delle masse spropositata e di denaro per assicurare l'import export
Di una quota piccolissima insomma da trent'anni si ripetono ritornello che dobbiamo lasciare i mercati liberi di agire perché i mercati sono efficienti
L'efficienza e quante risorse uso per fare qualcosa se io faccio un lavoro in tre ore e tu lo fa in due se è stato più efficiente di me oggi la finanza ha bisogno di migliaia di miliardi
Riuscire a sostenere male l'economia ma di quale efficienza stiamo parlando
Però il novantanove per cento della finanza è un casino dobbiamo cambiare strada o la finanza e l'attività più inefficiente che mente umana abbia mai concepito e dobbiamo cambiare strada lo stesso io non vedo molte altre possibilità
Una montagna che partorisce un topolino
Allora ricordando a tutti che dal due mila otto a oggi le grandi grandi banche sono cresciute nei profitti
E i grandi grandi top manager sono cresciuti degli stipendi totalmente del delle grandi banche
Volevo farti dire anche due parole anche su un'altra soluzione che finora non è menzionato e che secondo me e in questo momento la soluzione principale cioè la finanza etica
Allora in Italia abbiamo già una realtà di finanza etica che ha compiuto quindici anni può compleanno un mese fa
In Europa ci sono alcune altre realtà similari io sto acquistano atti che stanno anche cercando di trovare delle forme di collaborazione di di diffusione ecco quindi se magari poi dice due parole perché in questo momento un italiano
Che deve acquistare un chilo di pomodori fa il giro delle tra quattro bancarelle per risparmiare dieci centesimi
Quando dobbiamo scegliere una banca quasi sempre ci affidiamo al criterio della più vicina a quella sotto casa senza preoccuparci minimamente
Di come vengono usati i soldi e Tucci ampiamente spiegato di quanto male vengono usati quindi ricordiamo a tutti che già esistono delle soluzioni coerenti che non ci costano un granché perché si tratta semplicemente di cambiare fornitore
Ci puoi dire qualcosa sulla situazione già finanziati che in Italia e in Europa
Sia assolutamente in Italia appunto io collaboro per smascherare conflitto d'interessi fino collabora con la Fondazione culturale di Banca etica
E Banca etica è una banca normale nel senso che assicura tutti i servizi del mondo bancario carta di credito o bancomat internet banking eccetera eccetera però non è una banca normale nel senso che agisce secondo alcuni principi che la rendono unica in Italia
Uno di questi lo accennavo molto velocemente Banca etica l'unica in Italia che pubblica sul suo sito tutti i finanziamenti che concede alle persone giuridiche quindi io metto al mio conto corrente o i miei mila euro sul conto corrente
Facchetti oggi è l'unica in Italia che nella mente di dire questi mille euro dove vanno a finire
Vado sul sito Banca etica punto it e posso vedere per anno per regione per tipologia ogni euro dove viene prestato per cosa e finanziamenti vanno unicamente alla cooperazione sociale cooperazione internazionale e promozione della cultura il biologico le rinnovabili
Per ogni finanziamento come per tutte le banche Banca etica fa un'istruttoria economica per vedere
Checché i soldi rientrino ma fa anche un'istruttoria sociale ambientale ovvero per ogni prestito che concedeva a vedere se chi chiede i soldi a Banca etica che rispetta i principi su diritti di lavoratrici e lavoratori
Sull'ambiente su la democrazia interna e istruttorio economica svolta direttamente dei dipendenti come per ogni banca istruttoria sociale ambientale svolta direttamente dai soci sul territorio banchetti che è di proprietà di trentotto mila soci
Per statuto nessuno può avere più dello zero virgola cinque per cento quindi nessun gruppo potrà mai controllare Banca etica è una testa un voto che è una testa un voto se tu ai dieci mila euro di azioni o cento euro di azioni comunque crediamo e continuo le persone non i soldi
E quindi l'assemblea è una testa un voto
Quindi un'attenzione alle ricadute ambientali sociali la massima trasparenza chiaramente il rifiuto di ogni operazione speculativa paradisi fiscali eccetera
Un paio d'anni fa di nuovo Banca etica purtroppo è stata l'unica in Italia dichiarare di rifiutare soldi che rientravano uno scudo fiscale famoso fatto da Tremonti all'epoca credo il cinque per cento per far rientrare
Ho capito male dall'esterno e credo la cosa importante che Banca etica finanziando soggetti che spesso vengono rifiutati dalle altre banche perché la piccola cooperativa sociale la bottega del commercio equo e solidale
Sono spesso considerate non bancabili Banca etica è il suo mondo di riferimento e finanzia questi soggetti
Quindi uno direbbe sarebbe già un miracolo stesse se sul mercato più o meno con le sofferenze le altre banche le sofferenze sono quanti soldi una banca presta e non torna indietro
Balcanica uno dice resta soggetti più rischiosi oggi non ha le stesse sofferenza delle altre banche neanche un po'meno sono quattro volte di meno
Oggi le sofferenze delle banche in Italia fanno quasi all'otto per cento sette sette sette otto per cento manca dica che l'ultimo bilancio con sofferenza al due per cento quindi la dimostrazione che un altro modo di fare finanza non è una nicchia per pochi eccentrici ma è quello che la finanza dovrebbe fare mettere in contatto chi ha un risparmio con chi ha bisogno di soldi per promuovere un'attività che sia nell'interesse di tutti
Questo come dicevi ci sono varie altre esperienze in Europa nel mondo ognuna che ragiona secondo poi specificità proprie ma fondata su una completa trasparenza su una valutazione sociale ambientale di prestito
Qui si cerca di lavorare in rete al momento è una goccia rispetto alle cifre dalla finanza però è una possibilità concreta di chi dice io non voglio che i miei soldi finiscano nel casinò finanziario
Voglio usare diversamente
è un esempio verrebbe quasi da dire una sfida per quello che ha il mondo bancario tra parentesi tradizionale come lo conosciamo sì aggiungo una cosa sulle sofferenze che in Italia stanno diventando un problema gigantesco e non sono in Italia
E paradossalmente la finanza etica si rivolge alle ONG al circuito equo solidale
E nel mondo il microcredito che ugualmente si rivolge a soggetti cosiddetti non bancabili
Paradossalmente questi sono i circuiti che hanno delle sofferenze molto migliori nel senso molto più basse perché questi sono soggetti che vengono sia scelti e gestiti
Ca con un con in maniera tale che garantiscono dei ritorni quasi al cento per cento dei dei prestiti effettuati ti faccio l'ultima domanda perché abbiamo sforato
Ampiamente domanda scomoda ma te la faccio cioè dalla tua posizione di presidente tre funzioni cultore Banca etica
Che contatti al con il resto la politica con la politica in generale si sta muovendo ci sono concrete iniziative per modificare legislativamente visto che comunque alla fine se vogliamo cambia qualcosa
Dobbiamo cambiare le leggi quindi resto dalla politica si sta muovendo per concretizzare un cambiamento
Ma voler vedere il bicchiere mezzo pieno qualcosina però più singole persone appunto in Europa verrebbe da dire e Parlamento euro è un qualche cosa sta provando a fare però anche qui il paradosso di un'Europa in cui il Parlamento europeo di fatto non ha potere legislativo c'era pochissimo
Ebbene piadine forse più altri paesi sono c'è una maggiore consapevolezza finanziaria quindi qualcosa viene fatto male con tempi lentissimi nel migliore
Dei casi col freno a mano tirato
In Italia mi verrebbe da dire che al momento queste proposte non sono assolutamente centrali purtroppo nell'agenda politica rispetto ad altre
Che ci sono singoli parlamentari che sono più consapevoli più interessate che e che cercano di spingerla nell'agenda ma credo che un problema come dicevo appunto
L'attenzione che viene rivolta purtroppo allo spread il debito pubblico eccetera quella che è la finanza pubblica nel centro
Delle attività rispetto alle necessità di una regolamentazione di un diverso indirizzo per la finanza privata
Credo che molto più e molto meglio potrebbe essere fatto tanto in Italia quanto in Europa
La speranza che forse ad esempio il Parlamento europeo che verrà fuori dalle elezioni di maggio sarà in grado di imprimere una svolta un'accelerazione a a quello che sta avvenendo fino a oggi direi
Purtroppo abbastanza deludente tutta la partita sia di chiudere la finanza casi no sia di cercare di stimolare e favorire un diverso sistema finanziario
Fino adesso devo dire è stato fatto poco e male ok ed
Sposto molto politicamente ricchezza molto elegantemente
Benissimo io ringrazio moltissimo Andrea Baranes ringrazio i presenti abbiamo terminato lo spazio a sua disposizione ringrazio tutte le persone che ci hanno seguito in streaming e quelle che ci vorranno ascoltare registrati
Buon proseguimento e buona giornata a tutti
Grazie